IEEE 1588 Quando la tempistica conta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IEEE 1588 Quando la tempistica conta"

Transcript

1 Articolo tecnico IEEE 1588 Quando la tempistica conta Sincronizzazione di alta precisione dei diversi clocks in sistemi distribuiti con l impiego di IEEE 1588 PTP Cos è lo standard IEEE 1588 PTP? Lo standard IEEE 1588 definisce una procedura per la sincronizzazione dei clock di dispositivi connessi in reti distribuite. La versione attuale si basa sulla specifica IEEE , chiamata anche IEEE 1588 V2. A seconda dell hardware e della topologia utilizzati, mediante IEEE 1588 PTP (Precision Time Protocol) è possibile ottenere una sincronizzazione fin nell ordine dei nanosecondi a due cifre. Con l aumentare dell offerta di dispositivi con supporto hardware IEEE 1588 integrato, cresce sempre di più anche il numero di applicazioni in cui viene utilizzato l IEEE La sincronizzazione di clock di dispositivi connessi in reti distribuite veniva finora ottenuta solitamente in due modi. Il primo ed il più semplice modo, era mettere a disposizione un segnale di trigger comune, che veniva inviato da un master clock ai clients attraverso una linea separata. In questo caso, però, la precisione era limitata dal ritardo del segnale e, quindi, dalla lunghezza della linea, nonché della qualità del master clock. Per molte applicazioni, inoltre, l impiego di un ulteriore linea trigger non era praticabile per motivi tecnici e/o per l elevato costo.

2 Pagina 2: IEEE 1588 Implementation La seconda soluzione era dotare i singoli clients di temporizzatori ad alta precisione, ad es. ricevitori GPS. Ma a seconda delle condizioni ambientali, la ricezione di segnali GPS o altri segnali radio non era, tuttavia, sempre possibile. È il caso, ad esempio, di clients utilizzati in locali chiusi, sottoterra o in aree schermate. Inoltre, l impiego di ricevitori GPS in semplici ed economici dispositivi, come ad esempio piccoli sensori, risulterebbe troppo costoso. I grandi vantaggi offerti dall utilizzo del protocollo IEEE 1588 PTP, è che non sono richieste linee trigger supplementari, né temporizzatori esterni, ed è possibile ottenere una precisione di gran lunga superiore rispetto ai metodi utilizzati finora. L IEEE 1588 viene solitamente utilizzato in reti basate su Ethernet, ma non si limita a questo livello fisico od al protocollo di trasporto, dal momento che nel determinare la compensazione del ritardo, occorre tenere in considerazione le caratteristiche tipiche della rete e del protocollo utilizzato. Dove viene utilizzato IEEE 1588? Le soluzioni IEEE 1588 di IXXAT sono utilizzate nei settori di applicazione più diversi. Ad esempio, nell ambito delle Misurazioni Geologiche, in cui vengono sincronizzati i dati di diverse centinaia di sensori distribuiti su vaste aree di territorio per consentire, in questo modo, una registrazione dei dati estremamente precisa. Oltre alla precisione temporale, questo settore di applicazione richiede anche un affidabilità, una robustezza e una fault tolerance molto elevate, dato che la sostituzione di singoli sensori è, a seconda della loro collocazione, molto dispendiosa in termini di tempo e quindi di costi. Uno dei mercati principali del IEEE1588 è quello delle Transazioni Finanziarie. Con il numero di transazioni elettroniche sul mercato finanziario globale in continuo aumento, assume sempre maggiore importanza l esatta determinazione temporale di esecuzione di ogni singola transazione. Guardando alle febbrili variazioni dei prezzi sul mercato azionario, diventa subito chiaro che, in questo settore, frazioni di secondo possono influire notevolmente sull ammontare delle perdite o dei guadagni ottenuti. È per questo motivo che qui si utilizzano le soluzioni 1588 di IXXAT per la sincronizzazione continua dei clocks di servers e clients impiegati nelle transazioni finanziarie. IXXAT fornisce inoltre da anni soluzioni IEEE1588 nel campo delle Telecomunicazioni, ad esempio per poter trasferire, quasi al volo, i telefoni

3 Pagina 3: IEEE 1588 Implementation cellulari da un nodo base al successivo. Nel settore delle telefonia mobile tutti i componenti dell infrastruttura devono essere sincronizzati, dal punto di vista temporale, in modo estremamente esatto. Altri settori di applicazione si trovano nel campo della produzione di Energia Elettrica, permettendo la sincronizzazione dei vari dispositivi sulle caratteristiche di fase della corrente presente in linea. Figura 1: Esempi di implementazioni Integrazione di IEEE 1588 in applicazioni del cliente Per implementare la funzionalità dell IEEE 1588 occorrono due componenti principali. Il primo componente è un meccanismo con cui sia possibile marcare i messaggi in entrata o eventi trigger esterni con un preciso timestamp. Ciò può essere realizzato tramite software, nel qual caso, a seconda del sistema operativo e di altri effetti non deterministici, la precisione ottenibile rientra solamente nell intervallo dei millisecondi o superiore. Applicazioni professionali ad alta precisione richiedono l uso di un unità timestamp (TSU) su base hardware. Più questa TSU si trova in prossimità della porta di comunicazione del bus, migliori sono le precisioni di sincronizzazione ottenibili. Attualmente già diversi produttori offrono interfacce PHY e microcontrollori con TSU integrata. I sistemi senza TSU integrata oppure i sistemi basati su FPGA possono essere integrati in un secondo tempo con un IP Core IEEE L IP Core offerto da IXXAT mette a disposizione una TSU, un realtime clock ed un unità di trigger, che marca gli eventi trigger in entrata con un preciso timestamp, ed è anche in grado di inviare segnali trigger con altissima precisione. Il secondo componente rappresenta il software di protocollo che poggia sulla TSU ed elabora il timestamp dei messaggi in entrata, calcola la varianza

4 Pagina 4: IEEE 1588 Implementation rispetto al master clock e adatta poi la velocità del realtime clock interno. Dato che queste funzioni non sono critiche dal punto di vista temporale, il software di protocollo può essere facilmente implementato in molte CPU d uso comune. Versioni adattate del software sono pressoché disponibili off-the-shelf per molte CPU con TSU integrata. Nel realizzare nuove reti, i designer di sistema dovrebbero avere un occhio di riguardo particolare all utilizzo di switch compatibili con IEEE Tempi di ritardo sconosciuti dei pacchetti in switch standard influiscono significativamente sulla qualità della sincronizzazione e devono quindi, per quanto possibile, essere evitati. Nel caso dei sistemi esistenti, ad es. nel settore delle applicazioni nelle telecomunicazioni, le oscillazioni nei tempi di ritardo del pacchetto possono essere minimizzati con l impiego di filtri. Test di sistemi IEEE 1588 Per assicurare un elevata qualità di un sistema di sincronizzazione temporale, sono disponibili vari livelli di test. Un primo test del livello di astrazione hardware (Hardware Abstraction Layer, HAL) consente di testare la corretta implementazione dei driver della TSU. Quindi, occorre esaminare sistematicamente il corretto funzionamento del protocollo IEEE 1588 implementato. Infine, si verifica la precisione, l interoperabilità e l affidabilità nei test di durata, negli stress test ed, ovviamente, nei Plugfest IEEE 1888 ufficiali. Per testare i sistemi di misura secondo la specifica del LXI Consortium, è stato sviluppato un test di conformità per PC. Esso si basa sul software di protocollo IEEE 1588 di IXXAT ed un clock hardware esterno. La marcatura, critica dal punto di vista temporale, con timestamp dei pacchetti Ethernet avviene nel clock hardware esterno. In questo modo, è possibile utilizzare un PC standard con Windows come sistema operativo senza dovere subire perdite di precisione causate dall inoltro dei pacchetti dalla rete all applicazione per il test di conformità. Piattaforme di riferimento e risultati dei test Qui di seguito vengono presentati i risultati di misura di due tra le molte piattaforme supportate per dare un idea della precisione di sincronizzazione ottenibile. Tutte le misurazioni sono state eseguite su Evaluation Boards standard di mercato (solitamente dotate di quarzi oscillatori di bassa qualità). L impiego di quarzi oscillatori di qualità superiore con compensazione della temperatura migliora notevolmente la precisione del clock di sistema.

5 Pagina 5: IEEE 1588 Implementation Figura 2: Start-up della sincronizzazione dei sistemi presi ad esempio Il Freescale MPC8313 è un processore di comunicazione con supporto timestamp IEEE 1588 su base hardware integrato a livello del MAC Ethernet. La marcatura con timestamp su base hardware e un realtime clock tarabile integrato consentono una sincronizzazione nell ordine dei nanosecondi. Una Evaluation Board MPC8313E-RDB sincronizzata back-to-back con una Reference Board MPC8360E-MDS raggiunge, con un intervallo di sincronizzazione di 125 millisecondi, una precisione di sincronizzazione di +/- 50 nanosecondi (varianza massima) e una varianza standard di 10 nanosecondi. In tal caso, la sincronizzazione è estremamente rapida ed è già conclusa dopo solo 10 cicli di sincronizzazione. Figura 3: Offset master dei sistemi presi ad esempio

6 Pagina 6: IEEE 1588 Implementation In collaborazione con STMicroelectronics, IXXAT offre un adattamento del suo software di protocollo IEEE per la Evaluation Board STM3220F- EVAL. Il software è disponibile per il download come codice binario e consente, quindi, una dimostrazione facile e veloce della tecnologia IEEE Anche l STM32F207 di STMicroelectronics dispone di una marcatura timestamp IEEE 1588 su base hardware integrata a livello di MAC-Ethernet. Sia il timestamp, che l implementazione di un realtime clock tarabile nell hardware consentono una precisione di sincronizzazione nell ordine dei nanosecondi. Nel test di durata, la piattaforma sincronizzata back-to-back con un master preciso (2 ppm quarzo) ha raggiunto, con un intervallo di sincronizzazione di 0,125 secondi, una precisione di sincronizzazione di circa +/- 50 nanosecondi (varianza massima) ed una varianza standard di circa 12 nanosecondi. Lo stack IEEE1588 di IXXAT si sincronizza in media dopo circa 20 intervalli di sincronizzazione. L autore Norbert Binder lavora in IXXAT come Sales Engineer responsabile per il settore IEEE 1588 Pictures: Title_[Copyright].jpg Picture1_Sample-Integrations.jpg Picture2_Startup.jpg Picture3_Offset.jpg Norbert_Binder.jpg Characters: 9965 File name: _IEEE1588_Integration_IT.doc Date: L azienda IXXAT Automation GmbH è un offerente leader di prodotti e servizi relativi a sistemi di comunicazione dati e soluzioni di sistema embedded per l automazione e l automotive. I prodotti tecnologici chiave nel settore dei sistemi di comunicazione industriali sono soluzioni su base CAN (CANopen, DeviceNet), Ethernet (POWERLINK, EtherNet/IP, PROFINET, EtherCAT, Modbus TCP) e TCP/IP con i relativi protocolli Internet. Per le applicazioni nell automotive, i prodotti chiave sono soluzioni su base CAN (protocolli diagnostici, SAE J1939), FlexRay e LIN. IXXAT dispone, inoltre, dell esperienza necessaria per sviluppare hardware e software rilevanti per la sicurezza conformi alla norma IEC Oltre alla progettazione di soluzioni di sistema e allo sviluppo di hardware e software, la gamma di servizi offerti da IXXAT comprende l accompagnamento completo

7 Pagina 7: IEEE 1588 Implementation nell introduzione e l uso di sistemi di comunicazione su base CAN e TCP/IP, nonché un servizio di formazione e consulenza. Un ampia offerta da schede di interfaccia, sistemi di test, strumenti di analisi e software di protocollo completa il portfolio di prodotti. Attualmente l azienda occupa 80 collaboratori, prevalentemente ingegneri elettronici e informatici. IXXAT è un azienda con sistema di gestione della qualità certificato ISO Contatto: IXXAT Automation GmbH Frank Pastors Leibnizstraße Weingarten Tel.: / Fax: / Internet:

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Il Machine Controller piattaforma integrata di Controllo, Motion, Robotica, Visione e Sicurezza su bus EtherCAT Omron Electronics spa Ing. Marco Filippis Product Manager Servo,

Dettagli

EOLO crp: la nuova frontiera dei datalogger imbarcabili

EOLO crp: la nuova frontiera dei datalogger imbarcabili EOLO crp: la nuova frontiera dei datalogger imbarcabili Luca Pasquini e Stefano Vianelli Eurins srl Abstract Il datalogger imbarcabile EOLO crp è concepito per l impiego in numerosi settori applicativi

Dettagli

Informazioni stampa. Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli. Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33

Informazioni stampa. Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli. Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33 EMO 2007 Pagina 1 di 5 Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33 Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli In occasione della fiera EMO 2007, Beckhoff presenterà una nuova generazione di sistemi

Dettagli

EDSETHIND.K>0. L force Communication. Ä.K>0ä. Manuale di comunicazione. Ethernet. Ethernet nelle applicazioni industriali

EDSETHIND.K>0. L force Communication. Ä.K>0ä. Manuale di comunicazione. Ethernet. Ethernet nelle applicazioni industriali EDSETHIND.K>0 L force Communication Ä.K>0ä Manuale di comunicazione Ethernet Ethernet nelle applicazioni industriali i Sommario 1 Introduzione..............................................................

Dettagli

Mettiamo PROFINET nei nostri prodotti!

Mettiamo PROFINET nei nostri prodotti! Bologna, 10 marzo 2015 Paolo Ferrari Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) Tel: +39-030-3715445 fax: +39-030-380014 Mettiamo PROFINET nei nostri prodotti! paolo.ferrari@unibs.it Centro

Dettagli

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation, prospettive, rischi e soluzioni

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation, prospettive, rischi e soluzioni Internet-based automation, prospettive, rischi e soluzioni Milano, 30/10/2012 Giulio Destri Agenda Commissione Ingegneria dell Informazione La C.R.O.I.L. in breve Introduzione: i cambiamenti del paradigma

Dettagli

Get connected! Connecting Devices

Get connected! Connecting Devices Get connected! Connecting Devices Tecnologia Anybus di HMS Industrial Networks La gamma di prodotti Anybus di HMS Industrial Networks, che include gateway, interfacce embedded ultra-compatte e sistemi

Dettagli

Gianluigi Pessina, Lorenzo Rota * UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE, SEZIONE DI MILANO BICOCCA

Gianluigi Pessina, Lorenzo Rota * UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE, SEZIONE DI MILANO BICOCCA Sistema di scansione a multicanale (analogico/digitale) di sensori di inquinamento ambientale sincronizzato con GPS o via ethernet basato su microcontrollore Cortex ARM per esperimento SMELLER Gianluigi

Dettagli

Controllo Assi sincronizzato

Controllo Assi sincronizzato Networks built on a Common Industrial Protocol Controllo Assi sincronizzato su protocollo EtherNet/IP Sempre maggiori prestazioni per i controlli asse in RETE Per quanto gli OEM e gli utenti finali cerchino

Dettagli

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 Ogni sensore/attuatore è collegato direttamente al PLC Cablaggi relativamente semplici da eseguire Difficoltà a espandere l impianto Informazioni

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria Milano, 04/12/2013 Giulio Destri Agenda Commissione Ingegneria dell Informazione La C.R.O.I.L. in breve Il contesto: internet-based

Dettagli

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi COSTRUTTORI di macchine ed impianti, INTEGRATORI di sistemi ed UTILIZZATORI finali si affidano

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 5 Giovedì 19-03-2015 1 Intensità del traffico e perdita dei pacchetti La componente

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010

Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010 Soft Control facile con RTX e Windows Embedded Standard 7 Architetture Soft Control Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010 Innovazioni nelle architetture x86 Oggi calcolatori PC compatibili

Dettagli

AMBIENTE DI SVILUPPO Promax offre un ambiente di sviluppo software con interfaccia windows completo di tante funzioni tecnologiche avanzate.

AMBIENTE DI SVILUPPO Promax offre un ambiente di sviluppo software con interfaccia windows completo di tante funzioni tecnologiche avanzate. www.promax.it Le informazioni contenute nel manuale sono solo a scopo informativo e possono subire variazioni senza preavviso e non devono essere intese con alcun impegno da parte di Promax srl. Promax

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 4 Giovedì 13-03-2014 1 Ritardi e perdite nelle reti a commutazione

Dettagli

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI INDIRIZZO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE TELECOMUNICAZIONI Utilizzare consapevolmente gli strumenti

Dettagli

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione La gestione dell IP dinamico in rete GPRS con utilizzo del protocollo IEC60870: il concetto di Plc Gprs Manager, nella comunicazione wireless con standard IEC, applicato alle reti idriche geograficamente

Dettagli

APPLICAZIONE COMPACTRIO DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU TIPS & TECHNIQUES

APPLICAZIONE COMPACTRIO DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU TIPS & TECHNIQUES APPLICAZIONE DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU COMPACTRIO Ryan King Q uesta applicazione presenta una soluzione software per un datalogger embedded stand-alone basato su hardware

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Altera InnovateItaly 2011 Partecipanti: Primiano Tucci, Filippo Gregori Advisor: Prof. Eugenio Faldella

Altera InnovateItaly 2011 Partecipanti: Primiano Tucci, Filippo Gregori Advisor: Prof. Eugenio Faldella Home automation over mains with Altera NIOS-IIII Altera InnovateItaly 2011 Partecipanti: Primiano Tucci, Filippo Gregori Advisor: Prof. Eugenio Faldella Università di Bologna Contesto Home Automation Applicazioni

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Reti industriali. Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Reti industriali. Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 Reti industriali Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 1 Scenario Industriale ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 2 Bus di campo (FieldBus) Utilizzati per la comunicazione a livello di cella e al livello

Dettagli

Lezione E1. Sistemi embedded e real-time

Lezione E1. Sistemi embedded e real-time Lezione E1 Sistemi embedded e real-time 3 ottobre 2012 Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica Università degli Studi di Roma Tor Vergata SERT 13 E1.1 Di cosa parliamo in questa lezione?

Dettagli

Arduino UNO. Single board microcontroller

Arduino UNO. Single board microcontroller Arduino UNO Single board microcontroller Che cos è Arduino? Arduino è una piattaforma hardware basata su un microcontrollore, per lo sviluppo di applicazioni che possono interagire con il mondo esterno.

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

PLC Programmable Logic Controller

PLC Programmable Logic Controller PLC Programmable Logic Controller Sistema elettronico, a funzionamento digitale, destinato all uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l archiviazione di istruzioni orientate

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

Coordinamento e sincronizzazione

Coordinamento e sincronizzazione Coordinamento e sincronizzazione Tempo locale e globale Nei sistemi distribuiti non esiste un orologio fisico globale Algoritmi di sincronizzazione e di coordinamento Applicazioni: correttezza di sequenze

Dettagli

MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo

MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo IPSES S.r.l. Scientific Electronics MT2 e MT3: Schede e sistemi di controllo motori passo passo La gamma più completa per il controllo intelligente dei motori passo passo I nostri sistemi sono la soluzione

Dettagli

Dispositivi di rete. Ripetitori. Hub

Dispositivi di rete. Ripetitori. Hub Ripetitori Dispositivi di rete I ripetitori aumentano la distanza che può essere ragginta dai dispositivi Ethernet per trasmettere dati l'uno rispetto all'altro. Le distanze coperte dai cavi sono limitate

Dettagli

INTRODUZIONE AI SISTEMI EMBEDDED

INTRODUZIONE AI SISTEMI EMBEDDED 1 INTRODUZIONE AI SISTEMI EMBEDDED DEFINIZIONE DI SISTEMA EMBEDDED SVILUPPO HW/SW DI SISTEMI EMBEDDED \ DEFINIZIONE DI SISTEMA EMBEDDED UN SISTEMA EMBEDDED È UN SISTEMA DI ELABORAZIONE (COMPUTER) SPECIALIZZATO

Dettagli

Sistemi elettronici distribuiti in Automotive

Sistemi elettronici distribuiti in Automotive Sistemi elettronici distribuiti in Automotive Stefano Maggi Politecnico di Milano (Dip. Ingegneria Elettrica) L ampio incremento dei Sistemi elettronici distribuiti nel settore automobilistico e veicolare,

Dettagli

10. Stratificazione dei protocolli

10. Stratificazione dei protocolli 10. Stratificazione dei protocolli 10.1. Introduzione Abbiamo visto la struttura dell'internet. Ora dobbiamo esaminare la struttura del restante software di comunicazione, che è organizzato secondo il

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

PROFINET La rete di comunicazione di prossima generazione

PROFINET La rete di comunicazione di prossima generazione PROFINET La rete di comunicazione di prossima generazione» G e s t i o n e d e l l a r i d o n d a n za» S t a n d a r d a p e r t o» C o n f i g u ra z i o n e s e m p l i f i c a t a PROFINET Standard

Dettagli

Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000

Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000 Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000 Novità della versione 20 Miglioramenti della versione 20 L ultima versione del software RSLogix 5000 offre un sistema integrato di controllo ad alte

Dettagli

Introduzione. Sommario: Obiettivo:

Introduzione. Sommario: Obiettivo: Introduzione Obiettivo: Introduzione alle reti di telecomunicazioni approccio: descrittivo uso di Internet come esempio Sommario: Introduzione Cos è Internet Cos è un protocollo? network edge network core

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009

Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009 Università di Ferrara Facoltà di Ingegneria Docente: Ing. Massimiliano Ruggeri Mail: m.ruggeri@imamoter.cnr.it mruggeri@ing.unife.it Tel. 0532/735631 Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009 Durata:

Dettagli

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata tipicamente una monoscheda, contenente tutte le CPU richieste

Dettagli

Capitolo 1: Introduzione

Capitolo 1: Introduzione Capitolo 1: ntroduzione Che cos è un sistema operativo? Sistemi mainframe. Sistemi desktop. Sistemi multiprocessore. Sistemi distribuiti. Sistemi cluster. Sistemi in tempo reale. Sistemi palmari. Migrazione

Dettagli

NET SERVO-DRIVER LIBRARY Caso Applicativo

NET SERVO-DRIVER LIBRARY Caso Applicativo NET SERVO-DRIVER LIBRARY Caso Applicativo Renzo Zaltieri NET SERVO-DRIVER 1 Mechatronics Labs Una azienda con oltre 20 anni di esperienza che risponde alla crescente domanda di ingegnerizzazione, rinnovamento

Dettagli

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO RETI INDUSTRIALI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it\fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi GERARCHIA DI CONTROLLO Ing. F.M.

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

La t ecnologia WSN La piattaforma NI WSN Ambiente di programmazione Real Time (NI LabVIEW):

La t ecnologia WSN La piattaforma NI WSN Ambiente di programmazione Real Time (NI LabVIEW): La programmazione grafica di Reti di Sensori Wireless (Wireless Sensor Networks - WSN) in ambito industriale Massimiliano Banfi - Systems Engineers Manager - National Instruments Italy La t ecnologia WSN

Dettagli

PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management

PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management Simone Cerizza Commercial Engineer Process Italian Region Agenda Cenni generali fieldbus digitale Tecnologia FDT/DTM Piattaforma di integrazione

Dettagli

Local Interconnect Network

Local Interconnect Network Corso di RETI e SISTEMI per l AUTOMAZIONE Prof. Stefano PANZIERI A.A. 2000/2001 Local Interconnect Network a cura di Giovanni RENDINA e Francesco RICCIARDI Perché LIN? La presenza di un numero sempre più

Dettagli

Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN

Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN Laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Candidato: Giulio Spinozzi Relatore:

Dettagli

CANPC-S1. Programmable CanBus-PC interface

CANPC-S1. Programmable CanBus-PC interface CANPC-S1.doc - 01/03/04 SP02002 Pagina 1 di 13 Specifica tecnica CANPC-S1 Programmable CanBus-PC interface Specifica tecnica n SP02002 Versione Autore Data File Note Versione originale BIANCHI M. 16/09/02

Dettagli

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione Prof. Michele Barcellona Hardware Software e Information Technology Informatica INFOrmazione automatica La scienza che si propone di raccogliere,

Dettagli

Le reti di calcolatori

Le reti di calcolatori Le reti di calcolatori 1 La storia Computer grandi e costosi Gli utenti potevano accerdervi tramite telescriventi per i telex o i telegrammi usando le normali linee telefoniche Successivamente le macchine

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Hardware & Software Development

Hardware & Software Development Hardware & Software Development MISSION Realizzare prodotti ad alta innovazione tecnologica e fornire servizi con elevati standard qualitativi 3 AZIENDA ATTIVITÀ Prodotti 4 6 8 10 5 AZIENDA ISER Tech

Dettagli

Input/Output: bus, interfacce, periferiche

Input/Output: bus, interfacce, periferiche Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 29 Input/Output: bus, interfacce, periferiche A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 2 SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 2 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

Introduzione alle Reti Informatiche

Introduzione alle Reti Informatiche WWW.ICTIME.ORG Introduzione alle Reti Informatiche Cimini Simonelli - Testa Sommario Breve storia delle reti... 3 Internet... 3 Gli standard... 4 Il modello ISO/OSI... 4 I sette livelli del modello ISO/OSI...

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI PARTE 1 INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI Parte 1 Modulo 1: Introduzione alle reti Perché le reti tra computer? Collegamenti remoti a mainframe (< anni 70) Informatica distribuita vs informatica monolitica

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

Pesatura industriale. Integrazione dei dati di pesatura di processo Pesatura industriale

Pesatura industriale. Integrazione dei dati di pesatura di processo Pesatura industriale Pesatura industriale Integrazione dei dati di pesatura di processo Pesatura industriale Il trasferimento efficiente dei dati di pesatura di processo a sistemi MES o ERP di livello superiore può rendere

Dettagli

Scheda IEEE 1394. Versione 1.0

Scheda IEEE 1394. Versione 1.0 Scheda IEEE 1394 Versione 1.0 Indice 1.0 Che cosa è l IEEE1394.P. 2 2.0 Caratteristiche del 1394..P.2 3.0 Requisiti del sistema PC..P.2 4.0 Informazioni tecniche..p.3 5.0 Installazione dell hardware...p.3

Dettagli

Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Lezione 2

Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Lezione 2 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 2 Giovedì 10-10-2013 1 Sistemi a partizione di tempo (time-sharing) I

Dettagli

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella Premessa breve Reti, Protocolli e Indirizzi Lo sviluppo delle telecomunicazioni ha avuto due fattori determinanti : L esistenza di una rete esistente (quella telefonica) La disponibilita di HW e SW adeguati

Dettagli

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM Il computer è un apparecchio elettronico che riceve dati di ingresso (input), li memorizza e gli elabora e fornisce in uscita i risultati (output). Il computer è quindi un sistema per elaborare informazioni

Dettagli

Sistemi e schedulazione in tempo reale

Sistemi e schedulazione in tempo reale Sistemi e schedulazione in tempo reale 1 Sistemi in tempo reale Sistemi di calcolo in cui la correttezza del funzionamento dipende criticamente dal tempo in cui i risultati sono prodotti. Possibili campi

Dettagli

Verifica sperimentale di PROFINET IO in grandi impianti manifatturieri

Verifica sperimentale di PROFINET IO in grandi impianti manifatturieri Verifica sperimentale di IO in grandi impianti manifatturieri Paolo Ferrari Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) Tel: +39-030-3715445 fax: +39-030-380014 CSMT Gestione Scarl, Centro

Dettagli

Comunicazione tra Computer. Protocolli. Astrazione di Sottosistema di Comunicazione. Modello di un Sottosistema di Comunicazione

Comunicazione tra Computer. Protocolli. Astrazione di Sottosistema di Comunicazione. Modello di un Sottosistema di Comunicazione I semestre 04/05 Comunicazione tra Computer Protocolli Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica 1

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto.

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto. Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Azcom Technology Relatore: Claudio Canosi 10-15 Aprile 2014 APA Confartigianato

Dettagli

I sistemi distribuiti

I sistemi distribuiti I sistemi distribuiti Sistemi Operativi e Distribuiti A.A. 2003-2004 Bellettini - Maggiorini Perchè distribuire i sistemi? - Condivisione di risorse - Condivisione e stampa di file su sistemi remoti -

Dettagli

Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse. Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies

Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse. Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies Applicazioni Complesse? Ispezione Di Tronchi Ispezione di Pneumatici

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici "L uso della piattaforma CompactRIO ha consentito l implementazione di un sistema di monitoraggio adatto ad essere utilizzato

Dettagli

ICT e SmartGrid. Massimiliano Chiandone mchiandone@units.it

ICT e SmartGrid. Massimiliano Chiandone mchiandone@units.it ICT e SmartGrid Massimiliano Chiandone mchiandone@units.it Sommario Introduzione Nuove Architetture dei Sistemi Elettrici Motivazioni, requisiti, caratteristiche Comunicazioni Dispositivi Un esempio Applicazioni

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

Valutazione delle Prestazioni. Valutazione delle Prestazioni. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Tempo di risposta e throughput

Valutazione delle Prestazioni. Valutazione delle Prestazioni. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Tempo di risposta e throughput Valutazione delle Prestazioni Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Valutazione delle Prestazioni Prof. Francesco Lo Presti Misura/valutazione di un insieme di parametri quantitativi per caratterizzare

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il software

Reti di Calcolatori. Il software Reti di Calcolatori Il software Lo Stack Protocollare Application: supporta le applicazioni che usano la rete; Transport: trasferimento dati tra host; Network: instradamento (routing) di datagram dalla

Dettagli

RTU104-C3G. Energy Management System

RTU104-C3G. Energy Management System RTU104-C3G L RTU104-C3G è la soluzione ideale per l attuazione di quanto previsto dalla Delibera 421/2014/R/eel di AEEGSI o più semplicemente chiamata RiGedi. Infatti la proposta prevede sia l apparato

Dettagli

Elementi di Informatica 4 Settembre 2008

Elementi di Informatica 4 Settembre 2008 Elementi di Informatica 4 Settembre 2008 Corsi di Laurea in Ingegneria Ambientale e Ingegneria Civile Anno A.A. 2007/2008 In un sistema operativo, qual è la differenza tra processo e programma? a. Il processo

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica.

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Sistemi Distribuiti Prof. Stefano Russo Tempo e sincronizzazione nei

Dettagli

La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento Indice

La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento Indice Indice 1. Definizioni essenziali 2. Modelli di rete 3. Reti fisiche 4. Protocolli di rete 5. Modelli di riferimento 6. Raffronto tra modelli Architettura degli Elaboratori 2 - T. Vardanega Pagina 275 Definizioni

Dettagli

Modulo 8 Ethernet Switching

Modulo 8 Ethernet Switching Modulo 8 Ethernet Switching 8.1 Ethernet Switching 8.1.1 Bridging a livello 2 Aumentando il numero di nodi su un singolo segmento aumenta la probabilità di avere collisioni e quindi ritrasmissioni. Una

Dettagli

La migliore soluzione Ethernet per l automazione!

La migliore soluzione Ethernet per l automazione! PROFINET La migliore soluzione Ethernet per l automazione! Unrestricted Siemens AG 2014 All rights reserved. Siemens.it/packteam PROFINET è la soluzione ideale per ogni applicazione PROFINET NON TEME CONFRONTI!

Dettagli

PRIMO PIANO. Piattaforma di. Rockwell Automation presenta le innovative soluzioni Midrange,

PRIMO PIANO. Piattaforma di. Rockwell Automation presenta le innovative soluzioni Midrange, PRIMO PIANO ROCKWELL AUTOMATION - LE SOLUZIONI MIDRANGE di Alessandro Bignami Piattaforma di controllo scalabile Rockwell Automation presenta le innovative soluzioni Midrange, che portano nelle piccole

Dettagli

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 1 Reti di Calcolatori MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 2 Reti di Calcolatori Livelli e Servizi Il modello OSI Il modello TCP/IP Un confronto

Dettagli

CompactCom. Moduli di comunicazione compatti progettati per la connessione dei dispositivi di automazione alle reti industriali. Connecting Devices

CompactCom. Moduli di comunicazione compatti progettati per la connessione dei dispositivi di automazione alle reti industriali. Connecting Devices CompactCom Moduli di comunicazione compatti progettati per la connessione dei dispositivi di automazione alle reti industriali Profibus DeviceNet CANopen CC-Link CompoNet ControlNet Modbus-RTU Profinet

Dettagli

La Comunicazione tra i dispositivi

La Comunicazione tra i dispositivi La Comunicazione tra i dispositivi Per fare comunicare i dispositivi occorre : a) stabilire un protocollo di comunicazione - definire una forma di interazione e sincronizzazione che rispecchi certe regole

Dettagli

Implementazione di sincronizzazione temporale distribuita in reti di sensori wireless

Implementazione di sincronizzazione temporale distribuita in reti di sensori wireless Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Implementazione di sincronizzazione temporale distribuita in reti di sensori

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Sistema ATM con rete NetRail. Divisione elco srl

Sistema ATM con rete NetRail. Divisione elco srl Sistema ATM con rete NetRail Divisione elco srl Introduzione Verrà di seguito descritto un sistema di gestione degli impianti automotore di tipo evoluto. Questo sistema si basa sull'utilizzo di una rete

Dettagli

Protocolli di Comunicazione

Protocolli di Comunicazione Protocolli di Comunicazione La rete Internet si è sviluppata al di fuori dal modello ISO-OSI e presenta una struttura solo parzialmente aderente al modello OSI. L'architettura di rete Internet Protocol

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

PROFINET per l automazione di processo

PROFINET per l automazione di processo PROFINET per l automazione di processo Emiliano Sisinni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) CSMT Gestione Scarl Centro di Competenza

Dettagli

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale)

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tipologie di memoria: Elettroniche Magnetiche Ottiche La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tempo di accesso:

Dettagli

Digital Signal Processors

Digital Signal Processors Politecnico di Milano Digital Signal Processors Mariagiovanna Sami Le classi di CPU Di tipo generale ad alte prestazioni: Usate per sw di tipo generale Sistemi operativi pesanti - UNIX, NT Workstations,

Dettagli

Il cambio di paradigma nell'accesso ai dati attraverso le tecnologie WEB & IT

Il cambio di paradigma nell'accesso ai dati attraverso le tecnologie WEB & IT Il cambio di paradigma nell'accesso ai dati attraverso le tecnologie WEB & IT Marco Gussoni Senior Application Engineer & Key Account Manager Saia-Burgess Milano Srl Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas

Dettagli