COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-12 / 1460 del 07/12/2011 Codice identificativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-12 / 1460 del 07/12/2011 Codice identificativo 769113"

Transcript

1 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-12 / 1460 del 07/12/2011 Codice identificativo PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. Cittadino OGGETTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA DELLE STAZIONI DI LAVORO DEGLI UFFICI COMUNALI COLLEGATE IN LAN COSTITUITE DA PERSONAL COMPUTER, STAMPANTI, DISPOSITIVI ACCESSORI E SOFTWARE, NONCHE ESPLETAMENTO DI SERVIZI CONNESSI. APPROVAZIONE PROCEDURA ED ATTI DI GARA. Istruttoria Procedimento Posizione Organizzativa responsabile Dirigente della Direzione PAOLI LUIGI

2 COMUNE DI PISA Direzione Comunicazione, Sportello al Cittadino e Sistema Informativo OGGETTO: Servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegate in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi. Approvazione procedura ed atti di gara. IL DIRIGENTE Viste: -la deliberazione del Consiglio Comunale n. 79 del , immediatamente esecutiva, con la quale è stato approvato il Bilancio di Previsione dell esercizio 2011 ed i relativi allegati ai sensi di legge, -la deliberazione della Giunta Comunale n. 257 del , immediatamente esecutiva, con la quale è stato approvato il P.E.G. finanziario dell esercizio 2011, -la deliberazione della Giunta Comunale n. 89 del , immediatamente esecutiva, con la quale è stato approvato il P.E.G. finanziario dell esercizio Assegnazione conseguente alla modifica della macrostruttura approvata con deliberazione della G.C. n.68/2011 e della deliberazione G.C. n.85/2011 ; Visto l art. 107 del Decreto Legislativo n. 267 del , che attribuisce ai dirigenti la competenza all adozione degli atti di gestione, compresi i provvedimenti che comportano impegno di spesa; Considerato che il Sindaco con proprio provvedimento n. 29 del ha nominato il Dirigente della Direzione Comunicazione Sportello al Cittadino Sistema Informativo con decorrenza ; Attivazione della procedura aperta Considerato che: -con determinazione dirigenziale D-02/337 del è stato aggiudicato alla TD Group S.p.A. la procedura aperta per il Servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegate in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi per 36 mesi, -in data è stato stipulato il contratto rep /72 tra Comune di Pisa e TD Group S.p.A. che regola il servizio di cui sopra, -detto rapporto contrattuale cessa il , -è necessario procedere ad un nuovo affidamento del Servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegate in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi mediante procedura aperta di rilevanza comunitaria ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE e s.m.i., da tenersi con il criterio di aggiudicazione dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art.83 dello stesso codice, -pur non risultando il suddetto intervento nella programmazione effettuata dall Ente per l anno 2011 in quanto trattasi di spesa attiva a partire dall anno 2012, i tempi di gara e di stipula contrattuale ci obbligano ad attivare fin da ora la procedura di gara dato l obiettivo di aver stipulato entro il il nuovo contratto, -il nuovo rapporto contrattuale dovrà essere previsto per il triennio con finanziamenti derivanti dalle spesi correnti dei relativi bilanci ;

3 Ritenuto di approvare con il seguente atto la procedura idonea a realizzare la gara per il servizio di cui all oggetto approvando gli atti relativi, costituiti da: bando di gara; disciplinare di gara; modulistica per la partecipazione alla gara; progetto del servizio, comprensivo di quanto previsto all art. 279 del d.p.r. 207/2010; Dato atto, ai sensi dell art. 26 della Legge n. 488 del , come modificato dall art. 1 del Decreto Legge n. 168 del , convertito in legge dalla Legge n. 191 del , che: -è stato verificato con consultazione del sito internet che il servizio di cui alla presente determinazione non è disponibile tramite le convenzioni quadro di Consip s.p.a., -il servizio di cui alla presente determinazione rispetta le disposizioni previste dalla normativa sopra citata in materia di acquisti tramite le convenzioni stipulate da Consip S.p.a.; Imputazione della spesa per le pubblicazioni obbligatorie Rilevato che ai sensi dell art. 66 del d.lgs. 163/2006 i bandi di gara e gli avvisi di appalti aggiudicati delle procedure di affidamento di contratti pubblici effettuati mediante procedura aperta di rilevanza comunitaria devono essere pubblicati su: 1. G.U.C.E. 2. Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana serie speciale relativa ai contratti pubblici; 3. Profilo di Committente della stazione appaltante, cioè il sito informatico della stazione appaltante, individuabile nella rete civica comunale (www.comune.pisa.it); 4. Sito informatico presso l Osservatorio dei Contratti pubblici, non ancora attivato. Pertanto la pubblicazione ai sensi dell art. 253 (norme transitorie), comma 10, ultima parte del d.lgs. 163/2006 verrà effettuata con le modalità previste dal decreto ministeriale 6 aprile 2001, n. 20, cioè apposito sito internet attivato dalla Regione Toscana (SITAT); 5. per estratto a scelta della stazione appaltante su almeno due dei principali quotidiani a diffusione nazionale e su almeno due dei principali quotidiani a diffusione locale nel luogo dove si eseguono i contratti; Preso atto che: - con Provvedimento n DZ-06/428 del è stato approvata la graduatoria per la pubblicità legale relativa agli estratti di gara e di appalti aggiudicati per le procedure indette dall'ufficio Gare, individuando i quotidiani cui affidare le pubblicazioni dell estratto del bando di gara e dell avviso sui risultati della procedura nonché i relativi prezzi a cui si fa riferimento con il presente atto; - sulla base delle tariffe delle inserzioni sulla Gazzetta Ufficiale, approvate con Decreto Ministero del Tesoro , è necessario prevedere per la pubblicazione del bando di gara e dell avviso sui risultati della procedura, una spesa di 5.000,00; Rilevato che si rende necessario liquidare la spesa di Euro 225,00 a favore dell Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici ai sensi dell art. 1 commi 65 e 67 della Legge 266/2005; Visto il T.U. delle leggi sull ordinamento degli Enti Locali approvato con il D.Lgs. n. 267/2000; Visto il Regolamento di Contabilità del Comune di Pisa, approvato con Deliberazione del C.C. n. 74 del , immediatamente esecutiva; Accertato che, sulla base di valutazioni previsionali, il programma dei pagamenti conseguenti alla presente determinazione risulta compatibile con riferimento dall art. 9, comma 1, lett. a.2), del D.L. 78/2009, per quanto applicabile agli enti locali; Attestato che gli impegni di spesa che si assumono con il presente atto, tenendo debitamente conto di tutte le spese da effettuare fino alla fine dell esercizio, sono compatibili con la

4 disponibilità degli stanziamenti attuali del P.E.G. e con le attività assegnate a questa Direzione, il codice attività è SP19; Attivazione della procedura aperta DETERMINA 1. di procedere all affidamento del Servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali costituite da personal computer collegati in LAN, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi tramite procedura aperta di rilevanza comunitaria ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE e s.m.i., per un valore stimato triennale a base di gara di complessive ,00 (IVA esclusa) (codice CIG CE7); 2. di approvare gli allegati necessari all espletamento della procedura aperta, costituiti da: bando di gara; disciplinare di gara; modulistica per la partecipazione alla gara; progetto del servizio, comprensivo di quanto previsto all art. 279 del d.p.r. 207/2010 fermo restando che al bando, al disciplinare ed alla modulistica della gara potranno essere apportate modifiche non sostanziali prima della pubblicazione; 3. di stabilire per la procedura aperta di cui al precedente punto 1. quanto segue: - l attività prevalente dell appalto è quella di Servizi di riparazione e manutenzione di computer personali (cod. CPV ), mentre sono complementari le attività Manutenzione e riparazione di attrezzatura informatica (cod. CPV ) e Servizi di assistenza software (cod. CPV ) tutte rientranti nella cat. 7 ( servizi informatici e affini ) dell allegato II A di cui all articolo 20 e 21 del codice dei contratti pubblici; - la procedura aperta si terrà con il criterio di aggiudicazione dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.83 del D.Lgs. 163/2006 dove i criteri di aggiudicazione sono i seguenti: Totale punti attribuibili 100 così suddivisi : Punteggio massimo Valutazione della qualità dei servizi e dei tempi e modalità di esecuzione del Piano di Attivazione 50 Valutazione dei servizi offerti in termini dei livelli di servizi 20 Valutazione della struttura organizzativa 15 Prezzo complessivo 15 In particolare al paragrafo 5. del Disciplinare di gara sono definiti sub-punteggi per ogni criterio. - le imprese dei paesi appartenenti all U.E. possono partecipare in base alla documentazione, prodotta secondo le normative vigenti nei rispettivi Paesi, del possesso di tutti i requisiti prescritti per la partecipazione alle gare delle imprese italiane. - le ditte concorrenti dovranno risultare in possesso dei seguenti requisiti soggettivi e condizioni minime di carattere economico e tecnico indicati nel bando di gara; 3. di stipulare con l impresa aggiudicataria regolare contratto in forma pubblica amministrativa ai sensi del vigente regolamento dei contratti; 4. di nominare quale Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 10 del d.lgs. 163/2006 e 272 del d.p.r. 207/2010 il Dr. Lelli Gabriele, Responsabile U.O. Gestione Sistema Informatico Comunale; 5. di prenotare l impegno di spesa per il servizio di cui trattasi al Tit. 1 Funz. 1 Serv. 08

5 Int Cap Manutenzione e assistenza attrezzature Sistema Informativo come segue: Anno Periodo Totale previsto , ,00 6. di riservarsi con successivo atto di impegnare al Tit. 1 Funz. 1 Serv. 08 Int Cap Manutenzione e assistenza attrezzature Sistema Informativo la spesa per il servizio di cui trattasi per gli anni 2014 (12 mesi) e 2015 (3 mesi); Imputazione della spesa per le pubblicazioni obbligatorie 7. di stabilire che il bando di gara e l avviso di appalto aggiudicato inerente la procedura aperta di rilevanza comunitaria per il Servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegati in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi sarà pubblicato: -sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea -sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana- serie speciale relativa ai contratti pubblici -sul Profilo di Committente della stazione appaltante, cioè il sito informatico della stazione appaltante, individuabile nella rete civica comunale (www.comune.pisa.it) -sul SITAT -per estratto sui quotidiani a diffusione locale, individuati sulla base della graduatoria approvata con Provvedimento n DZ-06/428 DEL ; 8. conseguentemente di individuare La Repubblica" e Il Corriere della Sera, quali quotidiani a diffusione nazionale cui affidare la pubblicazione dell estratto del bando di gara e dell avviso sui risultati della procedura per il tramite delle rispettive concessionarie: - A. Manzoni e C. con sede legale in Pisa, Partita IVA , sub-impegnando a favore di detto concessionario la somma di 1.500,00 (IVA 21% inclusa); - RCS Pubblicità con sede legale in Milano, Partita IVA , sub-impegnando a favore di detto concessionario la somma di 1.500,00 (IVA 21% inclusa); 9. di individuare La Nazione e Il Tirreno quali quotidiani a diffusione locale cui affidare la pubblicazione dell estratto del bando di gara e dell avviso sui risultati della procedura per il tramite delle rispettive concessionarie: - S.P.E (Società Pubblicità Editoriale) con sede legale in Bologna, Partita IVA , subimpegnando la somma di 900,00 (IVA 21% inclusa); - A. Manzoni e C. con sede legale in Pisa, Partita IVA , sub-impegnando a favore di detto concessionario la somma di 1.100,00 (IVA 21% inclusa); 8. di nominare, ai sensi dell art.10 comma 1 del D.L , n.163 e 272 del d.p.r. 207/2010 il Dr. Lelli Gabriele, responsabile del procedimento; 9. di impegnare la spesa relativa al Tit. 1 Funz. 1 - Serv. 08 Int. 03 Cap Funzionamento Sistema Informativo Prestazioni di servizi del bilancio 2011, come segue: Pubblicazione Concessionario Codice CIG Importo di spesa previsto (iva compresa) G.U.R.I. Con quietanza dell Economo Comunale Z8602A415A 5.000,00 LA REPUBBLICA MANZONI Z4202A3ACA 1.500,00 IL CORRIERE DELLA SERA RCS PUBBLICITA Z6B02A40F ,00 LA NAZIONE S.P.E Z0A02A3C5D 900,00

6 IL TIRRENO MANZONI Z4202A3ACA 1.100, di affidare il servizio di pubblicazione sui giornali, ai sensi dell'art.4 del vigente Regolamento dei Contratti, mediante invio di conferma d'ordine tramite corrispondenza, liquidando la spesa sulla base di regolare fattura emessa dalle società; 11 di impegnare la spesa di Euro 225,00 a favore dell Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici ai sensi dell art. 1 commi 65 e 67 della Legge 266/2005 con imputazione al Tit. 1 Funz. 1 - Serv. 08 Int. 03 Cap Funzionamento Sistema Informativo Prestazioni di servizi del Bilancio IL DIRIGENTE DR. PAOLI Luigi

7 Progetto per il servizio di manutenzione e assistenza delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegate in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi Relazione tecnica-illustrativa del contesto in cui è inserito il servizio 1 Gli Uffici Comunali L Amministrazione Comunale (di seguito anche solo Amministrazione o Comune ) comprende uffici situati nel territorio comunale di Pisa come segue: La sede centrale (indirizzo ufficiale Via Uffizi,1) costituito da tre palazzi, cablati: -Palazzo Gambacorti-Mosca (ingressi in Via Uffizi, 1 L.no Gambacorti, Via Toselli) -Palazzo Pretorio-Cevoli (ingressi in Vicolo del Moro, 2/3, L.no Galilei 40-43, Via S.Martino 108) -Palazzo ex-telecom (ingresso in Piazza Facchini) diverse sedi periferiche cablate e connesse alla rete locale della sede centrale come segue Indirizzo sede periferica Ufficio/Servizio Connessione con sede centrale Via del Carmine,10 Servizio Pubblica Istruzione Fibra ottica Via Battisti,71 Servizio Polizia e Servizio Casa Fibra ottica Piazzale dello Sport Servizio Sport ADSL - VPN Via della Scuola Avvocatura Civica ADSL - VPN Via Fiorentina, 400 Sede demografico Riglione ADSL - VPN Piazza della Fornace Sede Polizia Municipale Riglione ADSL - VPN Via Repubblica Pisana Sede Polizia Municipale Marina di Pisa ADSL - VPN Via Corridoni Sede Polizia Municipale - Annona ADSL - VPN Via Cagliaritana Sede comunale decentrata n. 1 ADSL - VPN Via Donizzetti Sede comunale decentrata n. 2 ADSL - VPN Via Ximenes,9 Sede comunale decentrata n. 3 ADSL - VPN Via F.lli Antoni Sede comunale decentrata n. 4 ADSL - VPN L.go Petrarca, 15 Sede comunale decentrata n. 5 ADSL - VPN Via Contessa Matilde,80 Sede comunale decentrata n. 6 ADSL - VPN Ospedaletto-Via Bellatalla Magazzini comunali, Archivio di ADSL - VPN deposito, Ufficio Statistica Via Emilia Tipografia ADSL - VPN altre sedi periferiche, a volte cablate, ma non connesse alla rete locale : Via Pietrasantina Cimitero Suburbano 1 p.c. Via Lalli,4 Planetario 1 p.c. Via del Tirreno, 141 Polizia-Sede Tirrenia 1 p.c. Via Andrea Pisano Magazzino Economale 2 p.c. Via Nicola Pisano Magazzino Economale 1 p.c. Vari indirizzi nel Comune di Pisa Nidi e materne comunali (13 sedi) 13 p.c. Il Comune ha in corso una sperimentazione di telelavoro. In questo caso il sistema in uso è allocato presso l abitazione del dipendente (situata sul territorio comunale di Pisa) in Via S.Agostino. 2 - L architettura del sistema informatico comunale L Amministrazione comunale di Pisa è promotore del Progetto Pisa Città digitale. Nell ambito del progetto è stata realizzata una rete in fibra ottica per interconnettere tutte le sedi cittadine degli Enti partecipanti della Rete Civica Unitaria (RCU) di Pisa e delle scuole e per avere un collegamento ad elevata velocità con la Rete Regionale Telematica Toscana (RTRT). Presso il centro stella del Comune di Pisa è attivato un link a 40 Gbe con il nodo di Firenze della RTRT. Nei locali del Servizio Sistema Informativo, situato in via S. Martino 108, sono presenti i sistemi centrali dell infrastruttura di rete di comunicazione del Comune di Pisa. La soluzione architetturale presente è di tipo sottorete schermata: esiste una rete perimetrale che isola la rete interna, e la rete DMZ da internet. La soluzione si chiama DMZ protetta e come bastion host è previsto un dispositivo proprietario di tipo router. In pratica tutte le reti vengono separate tramite il firewall. L'accesso a internet transita per la rete RTRT (Rete Telematica Regionale Toscana).

8 Descrizione dell'hardware della rete L.A.N. Unit a Tipologia Marca-Modello Sede Locazione Armadio 1 Switch ATI Centrecom 3716TR Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Switch Cisco Catalyst 3500 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Switch Cisco Catalyst 3500 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Router Cisco 3600 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Router Cisco 2600 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Firewall CISCO ASA-5520-BUN-k9 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Firewall CISCO ASA-5520-BUN-k9 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Fileover Switch Nortel BaySatck T Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 HUB Bay Networks BayStack 152 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Switch Cisco Catalyst 2948G- L3 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Switch Nortel BaySatck T Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Router Cisco 2500 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Router Cisco 2600 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Switch Cisco Catalyst 3550 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Media Converter FS 203 Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR002 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter MC 103 xl Rackable Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 Media Converter FS 203 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR003 1 HUB Bay Networks BayStack 152 Palazzo Cevoli Aula Corsi piano terra 01CPAR004 1 Switch Nortel BaySatck T Palazzo Cevoli Edilizia pubblica 1 piano 01CPAR005 1 Switch Trend Net Palazzo Cevoli Edilizia scolastica 3 piano 01CPAR006 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Cevoli Edilizia scolastica 3 piano 01CPAR006 1 HUB Bay Networks BayStack 152 via del Carmine 2 Ufficio Pari Opportunità 1 piano 01CPAR007 1 HUB Allied Telesyn FS 708 via del Carmine 2 Ufficio Pari Opportunità 1 piano 01CPAR007 1 Media Converter MC 103 xl via del Carmine 2 Ufficio Pari Opportunità 1 piano 01CPAR007 1 Media Converter FS 203 via del Carmine 2 Ufficio Pari Opportunità 1 piano 01CPAR007 1 Switch Trend Net TE 100S16E via del Carmine 2 G Biblioteca dei ragazzi piano terra 01CPAR008 1 HUB BayStack via del Carmine 2 Diritto allo studio 1 piano 01CPAR009 1 Media Converter Centrecom MX 40 F/ST via del Carmine 2 Diritto allo studio 1 piano 01CPAR009 1 Switch Cisco Catalyst 2900 XL Palazzo Lanfranchi piano terra 01CPAR010 1 Media Converter MC 103 xl Palazzo Lanfranchi piano terra 01CPAR010 1 Media Converter MC 103 xl Palazzo Lanfranchi piano terra 01CPAR011 1 Switch Cisco Catalyst 2900 XL Palazzo Lanfranchi Ufficio manifestazioni storiche 3 piano 01CPAR013 1 HUB Bay Networks BayStack 152 via del Carmine Pubblica Istruzione 01CPAR012 1 HUB Bay Networks BayStack 151 via del Carmine Pubblica Istruzione 01CPAR012 1 Media Converter MC 103 xl via del Carmine Pubblica Istruzione 01CPAR012 1 Media Converter FS 203 via del Carmine Pubblica Istruzione 01CPAR012 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Palazzo Gambacorti e piano terra 01CPAR014 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e piano terra 01CPAR014 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e piano terra 01CPAR014 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e 1 piano 01CPAR015 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e 1 piano 01CPAR015 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e atrio 2 piano 01CPAR016 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e Mosca atrio 2 piano 01CPAR016

9 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Palazzo Gambacorti e atrio 2 piano 01CPAR016 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e 3 piano 01CPAR017 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Mosca Palazzo Gambacorti e 3 piano 01CPAR017 1 Switch 3Com SuperSatck II Mosca Palazzo Gambacorti e 3 piano lavori pubblici 01CPAR018 1 HUB NN Mosca Palazzo Gambacorti e 3 piano lavori pubblici 01CPAR018 1 Switch Cisco Catalyst 2950 XL Mosca Palazzo Pretorio Ufficio relazioni pcon il pubblico piano terra 01CPAR019 1 Switch Cisco Catalyst 3500 XL Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Switch BayStack 303 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Media Converter MC 13 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Media Converter MC 13 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Transceiver MX 40F/ST Palazzo Pretorio vicolo del Moro (ex vigili) Prevenzione e 01CPAR027 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Vigili Protezione via Battisti 1 Ufficio piano Vigili di quartiere 1 piano 01CPAR028 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Vigili via Battisti Ufficio Vigili di quartiere 1 piano 01CPAR028 1 Switch Cisco Catalyst 1900 Vigili via Battisti Ufficio Vigili di quartiere 1 piano 01CPAR028 1 HUB 3Com Superstack II HUB40 Vigili via Battisti Ufficio politiche Abitative 1 01CPAR029 1 Media Converter FS 203 Vigili piano via Battisti Ufficio politiche Abitative 1 01CPAR029 1 Media Converter MC 103 xl Vigili piano via Battisti Ufficio politiche Abitative 1 01CPAR029 1 Router (spento) Cisco 3600 Vigili piano via Battisti Ufficio politiche Abitative 1 01CPAR029 1 Media Converter MC 103 xl Ex-BNL piano Ufficio Tributi 1 piano X 1 Media Converter Rackmount Chasis MCR12 ATI Palazzo Cevoli Sala Sever 2 piano 01CPAR003 1 Transceiver ATI CentreCom MX 26 F Pari Opportunità Pari Opportunità 01CPAR007 1 Switch 3Com SuperStack 1100 Tipografia via del Carmine 01CPAR024 1 HUB IBM 8224 Vigili Portineria 01CPAR030 1 HUB IBM 8224 Vigili Portineria 01CPAR030 1 Media Converter FS 202 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Media Converter FS 202 Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Media Converter ATI Centrecom MR 128 FT Palazzo Pretorio Archivio 2 piano 01CPAR021 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Protocollo Generale 1 piano ammezzato 01CPAR020 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Protocollo Generale 1 piano ammezzato 01CPAR020 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio gestione del territorio 1 piano 01CPAR022 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio gestione del territorio 1 piano 01CPAR022 1 Switch Cisco Catalyst 2950 Palazzo Pretorio Archivio gestione del territorio 1 piano 01CPAR022 1 Switch Centrecom 3016SL Palazzo Pretorio Bibiloteca 1 piano 01CPAR023 1 Media Converter FS 202 Palazzo Pretorio Bibiloteca 1 piano 01CPAR023 1 Switch Cisco Catalyst 1900 Palazzo Pretorio Bibiloteca 1 porta ufficio Ing. Aiello 01CPAR025 1 Media Converter FS 202 Palazzo Pretorio Bibiloteca 1 porta ufficio Ing. Aiello 01CPAR026 1 Switch Centrecom 3016SL Palazzo Pretorio vicolo del Moro PT (ex vigili) Demanio Marittimo piano terra 01CPAR026 1 Transceiver MX 26 F Palazzo Pretorio vicolo del Moro PT (ex vigili) Demanio Marittimo piano terra 01CPAR026 1 Switch Centrecom 3024 Palazzo Pretorio vicolo del Moro (ex vigili) Prevenzione e Protezione 1 piano 01CPAR027 1 Switch Cisco Catalyst 3550 Palazzo Cevoli Sala server 2 piano 01CPAR001 1 Switch Cisco Catalyst 3550 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR001 1 Switch Cisco Catalyst 3550 Palazzo Cevoli Sala Server 2 piano 01CPAR AP Cisco AIRONET 1230 AG Vari palazzi 2 Router Cisco 4400 Wirelss Lan Controller Palazzo Cevoli Sala server 2 piano 01CPAR Gestione del sistema informatico Il Servizio Sistema Informativo è competente per quanto attiene la progettazione e l acquisizione hardware, software e infrastruttura telematica per gli uffici comunali. In questi anni detto Servizio ha operato per sviluppare il sistema informatico comunale con l obiettivo della costituzione di un ambiente operativo standard, ispirato cioè, a standard predefiniti di piattaforma hardware, sistema operativo di base e d ambiente, protocolli di rete.

10 La gestione del sistema informatico è, altresì, basata su rapporti contrattuali con le ditte fornitrici, in pratica dal punto di vista del servizio di assistenza e manutenzione la responsabilità è oggi così suddivisa: Cod. Ambito Tipologia Partner gestionale A Data Center basato su 6 blade-server su cui sono consolidati circa 60 server virtuali, collegati in fibra ottica ad una SAN (20 TB), con tape library per i back-up, VPN concentrator per gestione remota e doppio switch per il collegamento alla LAN. Win , Linux Agile S.p.A., Telecom Italia S.p.A. B Software applicativi presenti sui server del punto A Sviluppatore esterno Data Base di tipo SQL / Oracle / MySQL La ditta proprietaria/ fornitrice del software C Personal computer acquisiti come fornitura Windows TD Group S.p.A. D Infrastruttura di rete (apparati attivi e passivi) TD Group S.p.A. E Rete Civica, rete DMZ Valvolari s.r.l. F Sistema Antispam SBOX4 BLS Consulting s.r.l. G Sistema Antivirus Kaspersky TD Group S.p.A. H Sistema Appgate TD Group S.p.A. I Connessioni telematiche Connessione con RTRT Telecom Italia S.p.A. L Connessioni telematiche ADSL Agescom S.p.A. Fastweb S.p.A. Telecom S.p.A. M Connessione telematiche Fibra ottica Agestel S.p.A. Tabella Gestione Sistema Informatico 3.1 Sistema Appgate di cui al punto H della tabella Gestione Sistema Informatico Per aumentare il grado si sicurezza nel Comune di Pisa è stato installato un Sistema di Identity Management. Il dispositivo hardware che fa parte di questo sistema, è denominato APPGATE. Lo scopo è quello di realizzare una solida infrastruttura di sicurezza, implementando un framework di autenticazione tramite password o certificato, permettendo quindi la manutenzione di policy di sicurezza molto rigide per il controllo accessi. Questo stesso sistema, è utilizzato anche per implementare il sistema atto ad attuare il provvedimento del Garante sulla Privacy, del 27 Novembre 2008, inerente le Misure e accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti effettuati con strumenti elettronici relativamente alle attribuzioni delle funzioni di amministratore di sistema. In particolare sono attivi dei file di log, contenenti informazioni sugli accessi ai data base, alla rete (network amministrator), ai sistemi di calcolo (system administrator). Questi log file, hanno caratteristiche di completezza, inalterabilità e possibilità di verifica della loro integrità adeguate al raggiungimento dello scopo disposto dal Garante della protezione dei dati. È il sistema di Identity Management stesso, che assicura l inalterabilità del Log File. Il log file verrà mantenuto sul sistema Identity Management per un tempo superiore ai sei mesi. Attualmente solo una parte dei server è stata posto sotto il controllo del Sistema di Identity Management. L accesso a tali server è consentito unicamente attraverso l autenticazione del sistema Identity Management. Operativamente, l utente deve accedere al client di AppGate ed autenticarsi digitando login e password. Avvenuta l autenticazione, ogni utente avrà a disposizione la possibilità di accedere soltanto ai servizi per i quali è stato autenticato. Progressivamente anche tutti gli altri server saranno collocati sotto APPGATE. 3.2 Gestione attuale del servizio di assistenza stazioni di lavoro e infrastruttura di rete Per ogni software applicativo è presente un Amministratore di Sistema appartenente al Servizio Sistema Informativo. E, altresì, presente un Amministratore di Sistema per le problematiche di rete. Il servizio di assistenza e manutenzione delle stazioni di lavoro degli uffici comunali (codice C della tabella Gestione Sistema Informatico) è attualmente affidato alla TD Group S.p.A. di Migliarino (PI) ed è organizzato come di seguito descritto. Per qualsiasi tipologia di problema (sui software applicativi o sulle postazioni di lavoro informatiche, sulla rete locale, accesso a internet, alla , alla rete civica) l iter standard per effettuare una richiesta di assistenza è il seguente: - l utente che riscontra il verificarsi di un problema di natura informatica chiama il Call-Center comunicando l identificativo dell apparato e fornendo una breve descrizione del problema; - il Call-Center, come prima cosa, provvede ad aprire una chiamata, assegnando un numero

11 identificativo (ticket) alla chiamata stessa; tale numero è associato alla richiesta appena effettuata fino alla completa soluzione del problema ( chiusura della chiamata); si farà quindi riferimento al ticket per ogni successiva richiesta legata al medesimo problema; - la ditta incaricata del servizio di assistenza provvede quindi ad eliminare il malfunzionamento direttamente (tramite Help Desk telefonico, tramite collegamento remoto (VNC) oppure attivando i propri tecnici), o indirettamente (attivando la ditta terza demandata per contratto/garanzia alla soluzione del problema o l Amministratore di Sistema referente per l ufficio). Gli interventi manutentivi effettuati dalla TD Group S.p.A. nell anno 2010 nell ambito di questo servizio sono così ripartiti: 502 interventi per problematiche hardware interventi per problematiche software. Anche il servizio di assistenza sull infrastruttura di rete (apparati attivi e passivi) (codice D della tabella Gestione Sistema Informatico) è attualmente affidato alla TD Group S.p.A. di Migliarino (PI) ed è attivato nell ambito del servizio di assistenza e manutenzione delle stazioni di lavoro degli uffici comunali con le modalità prima descritte. Il contratto con la società TD Group S.p.A. per il servizio di assistenza e manutenzione delle stazioni di lavoro degli uffici comunali e dell infrastruttura di rete scade il L Impresa aggiudicataria della gara subentrerà alla TD Group S.p.A. per la gestione del servizio di assistenza e manutenzione delle stazioni di lavoro degli uffici comunali comprendente anche il servizio di assistenza sull infrastruttura di rete (apparati attivi e passivi) che viene ridefinito così come esplicitato nel Capitolato tecnico. 4 Consistenza del parco macchine oggetto del Servizio Una descrizione per tipologia dei posti di lavoro previsti alla data del è indicata in tabella: PC desktop PC desktop Pentium III 105 MARCA MODELLO N. Pentium IV 185 DELL OPTIPLEX Dual core 375 FUJITSU ESPRIMO P Quadri core 3 HP Z400/Z HP COMPAQ DX 6100 MT 30 PC portatili OLIDATA MAXDATA FAVORIT P IV o sup. 49 OLIDATA VASSANT X2 / 3 / OLIVETTI M OLIVETTI M Monitor OLIVETTI M "-15" 73 YASHI " 425 ALTRO " "-21" Stampanti In corso di installazione Aghi 19 PC desktop Laser A4 288 DELL OPTIPLEX Laser A4 di rete 3 andranno a sostituire circa 60 PC Pentium III o IV laser A3 4 laser A3 di rete 18 PC portatili Inkjet A4 154 DELL LATITUDE E Inkjet A3 21 Stampanti multifunzione 3 Stampanti 510 LASER b/n A4 40 LASER A3 b/n RETE 4 Scanner/ Plotter verranno dismesse circa 30 laser A4 A4 156 A3 23

12 A PC desktop - ubicazione ANNO 2012: 85 SEDI CENTRALI 50 ANNO 2013: 23 SEDI PERIFERICHE 1608 ANNO 2014: PC desktop già installati- scadenza garanzia La stazione di lavoro individuale ha installato un insieme base di software: - software di produttività individuale (almeno videoscrittura e foglio di calcolo- Office Microsoft), - il browser per la navigazione nel Web (di norma Internet Explorer), - l applicativo per la gestione della posta elettronica (di norma Microsoft Outlook), - l antivirus (attualmente Kaspersky), - i software collegati alle periferiche installate (scanner, lettore di smart card, etc.) - gli ambienti client dei principali software gestionali del Comune (CF4, IRIDE) - ambiente client di Appgate - altri programmi di utilità di sistema. Il programma IRIDE permette la gestione in rete del flusso documentale digitale. L applicativo è sviluppato in ambiente web; sul p.c. client vanno effettuate alcune configurazioni di Internet Explorer, installazione di librerie DLL, software Bit4Id e software run-time Actalis (disponibili sul server di IRIDE), installazione dei software Dike e DikeUtil per la firma digitale. Il programma CF4 permette la gestione in rete della contabilità finanziaria. L applicativo è di tipo client server; sul p.c. client va installata la versione client dell applicativo e di Oracle. Altresì sulla stazione di lavoro possono essere installati applicativi specifici per ciascun settore (es. software di progettazione per gli uffici dei lavori pubblici). Nel sistema Informatico è installato un server che espleta la funzione di Domain Controller. Al momento circa 200 personal computer collegati in rete locale sono registrati nel Domain Controller. Gradualmente tutti i personal computer in rete locale saranno registrati nel Domain Controller.

13 Indicazioni e disposizioni per la stesura dei documenti inerenti la sicurezza di cui all art. 26 comma 3 del D.Lgs n. 81 Ai sensi dell art.26 comma 3 del D.Lgs n. 81, il Comune di Pisa quale datore di lavoro committente, predispone il seguente Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI) che indica le misure da adottare per neutralizzare i rischi da interferenze derivanti da lavori affidati ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi all interno della propria azienda. Trattasi, quindi, di un documento che non contempla la valutazione dei rischi specifici propri delle imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi, che, pertanto, dovranno attenersi anche a tutti gli obblighi formali e sostanziali previsti dal D.Lgs. 81/2008 per i datori di lavoro.. Il presente documento contiene, pertanto, le misure di prevenzione e protezione adottate al fine di eliminare o ridurre i rischi derivanti da possibili interferenze tra le attività svolte dalla impresa Aggiudicataria e quelle svolte dai lavoratori comunali, presso cui l impresa aggiudicataria dovrà fornire i servizi oggetto di gara, e svolti eventualmente dagli altri soggetti presenti o cooperanti nel medesimo luogo di lavoro. Tale documento dovrà essere condiviso, prima dell inizio delle attività connesse all appalto, in sede di riunione congiunta tra l impresa aggiudicataria e Comune di Pisa. Tale documento sarà allegato al contratto di appalto e andrà adeguato in funzione dell evoluzione del servizi di cui trattasi Costi della sicurezza relativi ai rischi da interferenza In fase di valutazione preventiva dei rischi relativi all appalto in oggetto, non sono stati individuati costi aggiuntivi per apprestamenti di sicurezza relativi all eliminazione dei rischi da interferenza, pertanto i costi della sicurezza sono pari a zero. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL APPALTO Impresa aggiudicataria/prestatore d opera (ragione sociale) Sede legale Titolare della Ditta Rif. contratto d appalto Durata del contratto 36 mesi Responsabile del procedimento del Comune di Pisa Direttore dell esecuzione del contratto del Comune di Pisa Referente dell impresa appaltatrice Attività oggetto dell appalto Attività che comportano cooperazione e soggetti coinvolti Personale genericamente presente nei luoghi di azione SERVIZIO DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA DELLE STAZIONI DI LAVORO DEGLI UFFICI COMUNALI COLLEGATE IN LAN E COSTITUITE DA PERSONAL COMPUTER, STAMPANTI, DISPOSITIVI ACCESSORI E SOFTWARE, NONCHÉ ESPLETAMENTO DEI SERVIZI CONNESSI Riunioni presso il Comune di Pisa Intervento hardware e software presso Comune di Pisa Personale del Comune di Pisa Personale di Imprese Fornitrici di beni e servizi (manutenzione, pulizia) Personale di Imprese Fornitrici di beni e servizi informatici Personale del Comune di Pisa Personale di Imprese Fornitrici di beni e servizi (manutenzione, pulizia) Personale di Imprese Fornitrici di beni e servizi informatici

14 MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE GENERALI 1. Prima di accedere alle aree interessate dall intervento, concordare con il referente locale le modalità di effettuazione delle attività e formalizzare le misure di prevenzione e protezione concordate 2. Esporre la tessera di riconoscimento corredata di fotografia contenente le generalità del lavoratore e l indicazione del datore di lavoro per tutto il tempo di permanenza nel Comune (ai sensi dell art. 26 comma 8 D. Lgs. 81/2008) 3. Localizzare i percorsi di emergenza e le vie di uscita 4. In caso di evacuazione attenersi alle procedure vigenti 5. Indossare i dispositivi di protezione individuale ove siano prescritti 6. Non ingombrare le vie di fuga con materiali e attrezzature 7. Non occultare i presidi e la segnaletica di sicurezza con materiali e attrezzature 8. Non operare su macchine, impianti e attrezzature se non autorizzati 9. Evitare l uso di cuffie o auricolari per l ascolto della musica durante l attività perché potrebbero impedire la corretta percezione dei segnali acustici di allarme in caso di emergenza ATTIVITÀ 1) CIRCOLAZIONE E MANOVRE NELLE AREE ESTERNE CON AUTOMEZZI 2) SPOSTAMENTI A PIEDI ALL ESTERNO E ALL INTERNO DELL EDIFICIO 3) CARICO/SCARICO MATERIALI E ATTREZZATURE VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZE Possibili Evento/Danno interferenze Presenza di altri veicoli in circolazione e manovrai Presenza di pedoni Presenza di altri veicoli in circolazione e manovra Presenza di personale che movimenta materiali ingombranti Presenza di altri veicoli in circolazione e manovra Presenza di altro personale in transito o che svolgono la propria attività lavorativa Incidenti: -impatti tra automezzi -Investimenti -Urti -Investimenti -Urti -Caduta Materiali -Urti -Schiacciamenti -Investimenti -Urti -Caduta materiali -Urti -Schiacciamenti MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MISURE COMPORTAMENTALI PER L APPALTATORE Presso le sedi comunali (in caso di aree esterne di pertinenza): -Procedere nelle aree esterne a passo d uomo seguendo la segnaletica presente -Impegnare le aree di carico e scarico merci solo quando queste non sono utilizzate da altri soggetti -In caso di manovre in retromarcia o quando la manovra risulti particolarmente difficile (spazi ridotti, scarsa visibilità, ecc.), farsi coadiuvare da un collega a terra In mancanza di sistema di segnalazione acustica di retromarcia (cicalino) sul mezzo, preavvisare la manovra utilizzando il clacson -Non ingombrare le vie di fuga con materiali, attrezzature, veicoli Presso le sedi comunali (in caso di aree esterne di pertinenza): -Camminare sui marciapiedi o lungo i percorsi pedonali indicati mediante segnaletica orizzontale, ove presenti e comunque lungo il margine delle vie carrabili -Non sostare dietro gli automezzi in sosta e i manovra All interno: -Non utilizzare i montacarichi contemporaneamente ad altri soggetti quando questi trasportano materiali ingombranti -Non sostare nelle aree di deposito materiali Presso le sedi comunali: -Parcheggiare il mezzo in modo da ridurre al minimo l ingombro della via di transito veicolare -Durante tutta la fase di carico/scarico azionare i segnali visivi di sosta del mezzo (quattro frecce) -Prima di procedere allo scarico/carico merci dal mezzo verificare che questo sia stato assicurato contro spostamenti intempestivi (motore spento e freno a mano e marcia inseriti) -Non ingombrare le vie di fuga con materiali, attrezzature, veicoli 4) ATTIVITA ALL INTERNO DEGLI UFFICI, RITIRO MATERIALI E ATTREZZATURE Presenza di altro personale -Urti a persone o cose -Elettrocuzione -In caso di ritiro di apparecchiature non funzionanti, assicurarsi che le stesse siano scollegate dall impianto elettrico prima di effettuare movimentazioni -Concordare sempre con il referente locale le modalità di effettuazione delle attività e formalizzare le misure di prevenzione e protezione concordate

15 Calcolo della spesa per l acquisizione del servizio Si è tenuto conto dei costi unitari oggi corrisposti all attuale fornitore del servizio di cui trattasi che corrisponde, eccetto qualche piccola variazione introdotta nel capitolato, al servizio che è posto a base di gara. Il valore complessivo triennale che è stato alla base dell aggiudicazione del servizio in corso è: Servizio Importo triennale stimato Servizi continuativi di assistenza ,00 Servizio di manutenzione della rete locale ,00 IMAC oltre quelli già compresi nei servizi continuativi e interventi fuori orario 1.786,00 TOTALE ,00 Va osservato che l hardware messo ora a base di gara per i servizi continuativi di assistenza è minore di quello precedente: Precedente Attuale base di gara Server 3 0 Stazioni di lavoro desktop Stazioni di lavoro portatili Monitor Stampanti Aghi Laser A3/A Laser A3/A4 di rete Inkjet A3/A Stampanti multifunzione 21 3 Scanner A A A0 5 6 Quindi si ritiene che l importo a base d asta (euro ,00 esclusa iva) sia remunerativo per le ditte che parteciperanno alla gara. Prospetto economico degli oneri complessivi necessari per l acquisizione del servizio Spese per progettazione (dipendenti interni) 0 Spese per attività di supporto per gara (dipendenti interni) 0 Spese per Commissione giudicatrice (dipendenti interni) 0 Contributo obbligatorio AVCP 225,00 Spese per pubblicazione obbligatorie (GURI e quotidiani) ,00 Spesa anno ,00 Spese per attività di supporto per contratto (dipendenti interni) 0 Costo previsto del servizio anno 2012 (9 mesi) ,00 IVA anno ,75 Spese per verifiche di conformità di esecuzione e collaudi (dipendenti interni) 0 Spesa anno ,75 Costo previsto del servizio anno 2013 (12 mesi) ,00 IVA anno ,00 Spese per verifiche di conformità di esecuzione e collaudi (dipendenti interni) 0 Spesa anno ,00 Costo previsto del servizio anno 2014 (12 mesi) ,00 IVA anno ,00 Spese per verifiche di conformità di esecuzione e collaudi (dipendenti interni) 0 Spesa anno ,00 Costo previsto del servizio anno 2015 (3 mesi) ,00 IVA anno ,25 Spese per verifiche di conformità di esecuzione e collaudi (dipendenti interni) 0 Spesa anno ,25 TOTALE ,00 Capitolato tecnico

16 Art. 1 - Oggetto del servizio Il presente Capitolato Speciale ha come obiettivo l acquisizione di un servizio di assistenza e manutenzione delle stazioni di lavoro degli uffici comunali collegate in LAN costituite da personal computer, stampanti, dispositivi accessori e software, nonché espletamento di servizi connessi (d ora in poi chiamato anche Servizio). Nello specifico tale Servizio si intende comprensivo di: - Desktop Management relativamente all espletamento dei servizi di help desk, asset Management, assistenza e manutenzione; - Servizio di Install - Move Add Change (di seguito indicato come IMAC) a seguito di modificazioni degli assetti organizzativi della struttura e per un migliore e finalizzato uso delle medesime apparecchiature; - Servizio assistenza infrastruttura della rete locale di comunicazione - Rilevazione del livello di gradimento del servizio da parte degli utenti ed emissione della reportistica sui livelli di servizio contrattualizzati. Questo Servizio dovrà essere realizzato con lo scopo di ottimizzare l efficienza dell'infrastruttura informatica, migliorando i livelli di servizio. Quindi si chiede che venga erogato come segue: 1.L utente comunale dotato di p.c., di norma, collegato in rete ha un problema sul suo posto di lavoro 2.L utente effettuata la chiamata di intervento all Impresa che si aggiudicherà questo appalto 3.L utente descrive il problema che si è presentato 4.L Impresa: 4.a -se la chiamata rientra nei servizi oggetto del presente appalto, eroga gli stessi secondo le modalità contrattuali previste 4.b-se la chiamata rientra nei servizi di assistenza e manutenzione erogati da altri partner gestionali del Comune o direttamente dagli Amministratori di Sistema attiva una chiamata di intervento per i suddetti terzi con modalità da concordare col Comune 5.L impresa chiude la chiamata: 5.a-se del tipo 4.a una volta effettuato l intervento 5.b-se del tipo 4.b una volta terminato l intervento da parte del partner terzo. Il Servizio dovrà essere garantito: - per tutti i posti di lavoro del sistema informatico comunale (ad eccezione per i server con contratto di manutenzione già attivo con altri, come il caso A. della tabella Gestione sistema informatico del punto 3 della Relazione tecnica-illustrativa del contesto in cui è inserito il servizio). Si rimanda alla descrizione per tipologia dei posti di lavoro previsti di cui al punto 4 della Relazione tecnica-illustrativa del contesto in cui è inserito il servizio. - per la rete locale di comunicazione i cui apparati attivi sono descritti al punto 2 della Relazione tecnicaillustrativa del contesto in cui è inserito il servizio. Le sedi degli uffici comunali indicate al punto 1 della Relazione tecnica-illustrativa del contesto in cui è inserito il servizio potranno subire variazioni nel corso del contratto. Dette variazioni saranno tempestivamente comunicate all aggiudicatario, che nulla potrà pretendere per la modifica del luogo della prestazione, salvo quanto previsto per il servizio di IMAC come indicato nei prezzi contrattuali. Di seguito si descrive i termini per l esecuzione dei servizi di manutenzione e assistenza da effettuare sulle stazioni di lavoro presenti presso gli uffici del Comune, così articolati: 1) Servizi continuativi di Desktop Management a) help desk; b) asset Management; c) assistenza e manutenzione; d) emissione di reportistica periodica, di norma mensile, in relazione ai servizi forniti e ai livelli di servizio assicurati nel periodo; 2) Servizi collaterali e) servizio IMAC a seguito di variazioni organizzative o a fine dell ottimizzazione dell uso di particolari stazioni di lavoro; f) rilevazione del livello di gradimento dei servizi da parte dell utenza. Il sistema di erogazione dei servizi dovrà risultare integrato ed unitario. Si dovrà quindi prevedere e descrivere nell offerta il sistema di qualità complessivo per il suo controllo. Dovrà inoltre basarsi su un modello organizzativo che dovrà prevedere la necessaria interazione con le risorse dell Amministrazione attualmente operanti nell erogazione dei servizi di gestione del sistema informatico comunale. Gli strumenti tecnologici di supporto all erogazione dei servizi, dovranno essere accettati dall Amministrazione previa verifica dell integrabilità con quelli che garantiscono l attuale gestione Servizi continuativi di Desktop Management Modalità di erogazione del servizio

17 I servizi devono essere operativi nei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle ed il sabato dalle 8.00 alle La reportistica standard dovrà essere fornita e resa disponibile via Web all Amministrazione con frequenza mensile; il formato e le modalità di accesso saranno concordate in fase di avvio del sistema prendendo a base quanto proposto nella offerta tecnica Servizio di Help Desk Il Fornitore dovrà mettere a disposizione un numero verde, per la comunicazione delle chiamate di assistenza tecnica, e per le richieste di supporto. Il servizio dovrà essere supportato da uno strumento informatico di registrazione, tracciamento e reporting delle chiamate. Il servizio di Help Desk dovrà prevedere la possibilità di attivazione di ulteriori funzioni di servizio, laddove la richiesta di supporto non potesse essere risolta direttamente dagli operatori di Help Desk. Il servizio di Help Desk dovrà, comunque, tenere traccia della chiamata sino alla sua chiusura, anche nel caso in cui questa sia risolta da altre funzioni. Queste ultime potranno essere svolte, oltre che dal Fornitore direttamente, anche da fornitori di servizio esterni o dall Amministrazione, nel caso in cui le competenze siano ad essa riconducibili. Per il servizio di Help Desk, fuori orario dovrà essere disponibile una segreteria telefonica. Inoltre dovrà essere possibile inviare le richieste all'help Desk anche via e via fax. Il servizio, oltre ad assicurare un pieno supporto operativo di tipo How to use (consigli e suggerimenti operativi), segue l utente anche per problematiche inerenti le apparecchiature collegate alla sua stazione di lavoro (stampanti, scanner, unità di backup ed altro) guidandolo, nelle azioni, verso la risoluzione del problema. Il servizio dovrà garantire il supporto per gli ambienti Microsoft (Windows 9x/XP, Windows NT/2000/2003/2007 Wks o Srv) e relativi software (Microsoft Office Professional, Internet Explorer, Outlook, Outlook Express) previsti per le stazioni di lavoro. Il fornitore è tenuto ad utilizzare tutte le cautele ed i possibili accorgimenti di natura tecnico/organizzativa per assicurare che il trattamento dei dati comunali, effettuato dalla personale tecnico nell esercizio delle funzioni di assistenza ed help desk, avvenga nel pieno rispetto della vigente normativa in materia di privacy Servizio di Asset Management Tale servizio è finalizzato alla gestione delle informazioni tecniche ed amministrative degli asset informatici distribuiti negli uffici comunali (PC, periferiche). Le informazioni gestite riguardano le caratteristiche tecniche dell asset, i relativi ambienti software presenti e le impostazioni di rete, la sua collocazione fisica (sede, piano, numero di stanza, numero inventario comunale) e la sua collocazione nella struttura comunale (direzione e ufficio). Di particolare rilevanza è l informazione riguardante la versione del sistema operativo, del software di produttività (Office) e dei relativi numeri di licenza (product key); tali codici dovranno essere rilevati via software ed essere sempre disponibili per una consultazione, in abbinamento al serial number dell apparato su cui risultano installati. Il servizio deve anche contemplare l etichettatura degli stessi asset, secondo modalità che saranno concordate con l Amministrazione. Al Fornitore è richiesto di mantenere costantemente aggiornate le informazioni, che devono essere utilizzabili in caso di accertamenti fiscali. Il Fornitore dovrà realizzare in fase di avvio del contratto la rilevazione puntuale dei dispositivi hardware (e relativi software) presenti ed installati che costituirà il documento preliminare per le successive attività relative al parco macchine. La struttura dell inventario e le modalità di accesso saranno concordate fra Fornitore ed Amministrazione in fase di stipula del contratto. Periodicamente e su richiesta dovrà essere fornito un rapporto all Amministrazione, che, indicativamente, contenga le seguenti informazioni: situazione del parco PDL attualizzato al momento della rilevazione e quella determinata dalle nuove forniture per tipologia di apparato; numero e tipologia di apparato per singolo Ufficio; numero e tipologia di apparato per sede; numero e tipologia di apparato per marca e Fornitore indicazione di parametri identificativi delle stazioni di lavoro (ip-address, ecc.) In ogni caso l Amministrazione potrà richiedere in ogni momento, in base alle proprie esigenze, della reportistica con dati aggregati secondo modalità diverse da quelle sopra indicate. Tale reportistica dovrà essere fornita anche su file (preferibilmente in formato EXCEL). Dovrà essere prevista, alla conclusione del rapporto contrattuale, la consegna su file al Comune di Pisa di tutte le informazioni di asset Servizio di assistenza e manutenzione Modalità operative Le richieste di intervento dovranno pervenire tramite l'help Desk e conterranno le informazioni relative al tipo, al modello e all ubicazione di ogni apparecchiatura ed alla componente software malfunzionante. Per quanto concerne gli interventi sulla LAN, oltre le regole generali, valgono nello specifico quelle indicate al punto

18 Qualora la riparazione o il ripristino delle funzionalità software, on site non sia possibile o la stessa richieda un tempo superiore ad un giorno lavorativo, al fine di garantire la continuità del servizio, il Fornitore dovrà effettuare una sostituzione temporanea dell apparecchiatura con altra equivalente per il periodo di riparazione della stessa. Le parti di ricambio saranno quelle originali delle case costruttrici ad eccezione di quelle fuori produzione. Le parti sostituite saranno ritirate dal Fornitore. Il servizio comprenderà anche la riparazione dei guasti dovuti a calamità o incidenti. In caso di rottura dell HD dovrà essere inviata una notifica al Responsabile Tecnico che potrà richiedere la valutazione della spesa per il recupero fisico dei dati. Tale valutazione viene effettuata a titolo non oneroso, mentre l'eventuale recupero dei dati potrà essere commissionato dall'amministrazione previa accettazione del preventivo. La reportistica standard dovrà essere fornita e resa disponibile all Amministrazione, con la frequenza ed il formato pattuiti Servizio di assistenza hardware Per quanto attiene alle risorse tecnologiche già presenti, il Fornitore dei servizi potrà avvalersi dei contratti di manutenzione hardware e garanzia che l Amministrazione ha sottoscritto con altre parti fino alla loro scadenza dopodiché subentrerà direttamente nell'erogazione dei relativi servizi, di seguito esposti. Il servizio di manutenzione, da svolgersi tramite personale qualificato, andrà prestato on-site presso le sedi dell Amministrazione dove sono installate le apparecchiature. Esso avrà lo scopo di garantire il corretto funzionamento delle stesse e, nel caso di guasti o malfunzionamenti, di ripristinare le macchine in modo da riportarle a condizioni di efficienza. Questo servizio comprende le seguenti voci : la manutenzione preventiva la manutenzione evolutiva la manutenzione correttiva Manutenzione Preventiva Questa manutenzione prevede l'effettuazione di quei controlli preventivi previsti dai produttori delle apparecchiature nelle loro specifiche tecniche. Tale attività potrà prevedere controlli e/o sostituzioni di componenti dei sistemi, con modalità da concordare con i responsabili dell Amministrazione Manutenzione Evolutiva Questa manutenzione prevede l'effettuazione degli interventi che si rendessero necessari per assicurare la costante aderenza delle apparecchiature all'evoluzione dell'ambiente tecnologico e del sistema informativo. In tal senso, il Fornitore, dovrà prevedere l'applicazione di quelle modifiche fornite dai produttori per migliorare l'affidabilità delle apparecchiature Manutenzione Correttiva Questa manutenzione prevede l'effettuazione degli interventi di riparazione dei guasti e delle disfunzioni che dovessero verificarsi, da effettuarsi presso le sedi dell Amministrazione. Le richieste di intervento dovranno pervenire tramite l'help Desk e conterranno le informazioni relative al tipo, al modello e all ubicazione di ogni apparecchiatura. L'eventuale sostituzione e/o riparazione di componenti difettosi o rotti dovrà avvenire a cura del Fornitore con parti e/o componenti originali, intendendo per originali parti e/o componenti garantiti come nuovi e almeno dello stesso livello di revisione della parte o del componente da sostituire. Le parti e/o componenti in sostituzione dovranno avere comunque la certificazione del produttore degli stessi. I pezzi di ricambio sono a carico del Fornitore fatta eccezione di tutte le parti di consumo dichiarate tale dai costruttori (es. toner, drum, nastri di stampa). Qualora, a causa della sostituzione di componenti, si rendesse necessaria l'installazione di componenti software, questa deve ritenersi inclusa nel servizio Servizio di assistenza software L Amministrazione richiede che il Fornitore abbia qualifiche specifiche a garanzia della capacità di erogare servizi di assistenza software multivendor in ottica proattiva. Il servizio fornito per tutte le stazioni di lavoro, deve comprendere le seguenti attività: configurazione; individuazione ed identificazione del problema; risoluzione del problema; assistenza all'utilizzo dei prodotti; garanzia della funzionalità del posto di lavoro attraverso la reinstallazione dei prodotti e delle applicazioni nel caso di perdita della configurazione o di danneggiamento del disco fisso; eliminazione di eventuali virus e spyware; assistenza all Amministrazione in caso di errori di particolare entità imputabili alla ditta produttrice del software. Nello specifico il Fornitore si dovrà preoccupare di contattare direttamente il produttore al fine di risolvere il problema; correzioni dei malfunzionamenti; funzioni che migliorano la disponibilità del servizio e delle prestazioni Servizio assistenza rete locale di comunicazione

19 In caso di guasto alla rete LAN la Ditta dovrà intervenire per la riparazione/ripristino dei seguenti componenti/dispositivi: cablaggio passivo e apparati hardware quali: hub, switch, router. Il servizio deve prevedere l eventuale riconfigurazione degli apparati e degli eventuali servizi configurati. Laddove trattasi di apparati che vengono utilizzati per la connessione alla rete Internet, la Ditta dovrà farsi carico dell eventuale apertura del guasto con la Società fornitrice del servizio ISP. Le modalità degli intervento sono di seguito indicate: a) il servizio deve essere effettuato direttamente presso le sedi dove sono assegnate le singole apparecchiature; b) eccezionalmente, per riparazioni particolarmente complesse, le medesime possono essere effettuate presso i laboratori della Società aggiudicataria e le relative spese di trasporto sono a totale carico della stessa Società che è tenuta, su richiesta dell'amministrazione, a fornire dispositivo sostitutivo con analoghe caratteristiche entro i termini di ripristino del malfunzionamento previsti dai livelli di servizio contrattualizzati; c) In caso di sostituzione degli apparati di rete che necessitano di apposite configurazioni queste sono dovute dalla Ditta aggiudicataria sempre entro i tempi di ripristino del malfunzionamento previsti dai livelli di servizio contrattualizzati, pertanto la Ditta aggiudicataria dovrà essere in possesso di tutte le configurazioni degli apparati attivi per poterne fare un ripristino immediato; d) per particolari esigenze dell'amministrazione può essere richiesto, in accordo con la Società aggiudicataria, anche fuori dal normale orario di lavoro in periodi prefestivi, festivi e/o notturni sulla base di accordi preventivi Emissione di reportistica periodica La ditta aggiudicataria dovrà produrre su base trimestrale il consuntivo dell attività svolta e la rilevazione del mantenimento dei livelli di servizio contrattualizzati secondo la metodologia, i contenuti e gli strumenti indicati nell offerta tecnica Servizi collaterali Tali servizi saranno attivati su richiesta dell Amministrazione, per cui viene richiesto al Fornitore di definire i criteri per la determinazione del costo unitario e di specificare le caratteristiche peculiari, i vincoli e le modalità di erogazione, i livelli di servizio. Tuttavia sarà specificato nel seguito un numero minimo di attività che andranno espletate a titolo non oneroso in quanto il loro costo si intende compreso nel costo dei Servizi continuativi. Per attività aggiuntive i costi di tali servizi saranno fatturati, posticipatamente Servizio di Install Move Add Change Il servizio IMAC garantisce il servizio on-site per tutti quei problemi di installazione, movimentazione, aggiunta e cambio di apparecchiature hardware e software connesso. In particolare garantisce: - Installazione stazioni di lavoro con il relativo software (S.O., Office, Antivirus incluso il passaggio dati dal vecchio computer) [INSTALL] - Spostamenti delle stazioni di lavoro [MOVE] - Configurazione/personalizzazione stazione di lavoro (installazione pacchetti software, sistemi operativi, piattaforme software proprietarie, ecc.), In questa attività è compresa l installazione/configurazione dei software client delle procedure applicative client-server del Comune [INSTALL-ADD-CHANGE] - Aggiornamento software (installazione software di fix, patch, ecc.) non collegato ad attività di assistenza software di cui al precedente punto [INSTALL-ADD-CHANGE] - Aggiornamento hardware (installazioni CD-ROM, unità di back-up, ecc.) [INSTALL-ADD-CHANGE] - Installazione di nuove release software (installazione di innalzamenti di versione) non collegato ad attività di assistenza software di cui al precedente punto [INSTALL-ADD-CHANGE] N.B. L installazione di sw finalizzata alla soluzione di problemi (es. patch antivirus, programmi spyware ) non deve essere considerata IMAC. In particolare la gestione degli spostamenti (MOVE) è, comprensiva di tutte le attività correlate alla movimentazione fisica di stazioni utente all'interno delle diverse sedi. Le attività previste sono: pianificazione dei traslochi tra Fornitore ed Amministrazione; verifica della fattibilità dell'attività suddetta; spostamento della postazione di lavoro e/o di singoli dispositivi comprendendo tutte le attività necessarie alla completa operatività nella nuova localizzazione (disinstallazione, trasporto, installazione, riconfigurazione); aggiornamento dei dati personali e del database inventario. Sarà cura del Comune acquistare e fornire al personale tecnico del Fornitore i prodotti hardware e/o software necessari per espletare tali attività. Un intervento rientrante nell ambito del servizio IMAC potrà essere richiesto dal singolo utente comunale, ma dovrà essere confermato dal Responsabile Tecnico del contratto: in caso che non sia confermato l intervento deve considerarsi chiuso Nuovo hardware

20 Dovrà altresì essere prevista una ulteriore tipologia di intervento (denominata Nuovo hardware ) relativa alla consegna, messa in opera ed installazione di nuovi apparati. Tali interventi dovranno essere comprensivi delle attività di: trasporto e consegna al piano della nuova apparecchiatura (PC con stampante) assemblaggio, installazione e configurazione della nuova apparecchiatura nel casi di stampanti di rete, configurazione delle stesse su almeno 5 PC dell ufficio installazione sul PC del sw di produttività base (pacchetto Office), di un browser e dell antivirus installazione dei driver delle periferiche collegate direttamente al nuovo personal computer o comunque in uso al gruppo di lavoro etichettatura del nuovo apparato ed aggiornamento dell asset attività di Join al dominio personalizzazione della pdl, inclusa la configurazione della posta elettronica, l installazione dei sw gestionali comunali necessari all espletamento delle attività d ufficio (compresi il programma di gestione documentale IRIDE e il programma di gestione contabilità finanziaria CF4) Nel caso che il nuovo hardware vada a sostituire una precedente postazione di lavoro l attività comprende anche: passaggio dati dalla vecchia postazione di lavoro; in quest ultimo caso, sarebbe utile la creazione di un mirror del vecchio disco da lasciare all utente nel caso voglia recuperare ulteriori vecchi files rendere irrecuperabili i dati contenuti nelle apparecchiature dichiarate obsolete mediante formattazione delle stesse smontare e custodire per un eventuale riutilizzo la componentistica ritenuta ancora riutilizzabile Per l espletamento di tali attività sarà consentita la creazione, da parte della ditta aggiudicatrice, di una immagine di pc standard e di replicare la stessa sugli altri apparati, salvo poi personalizzarli in fase di installazione presso l utente finale. Questa modalità non deve precludere la possibilità di inserire correttamente i codici di licenza dei sw in uso, in particolare quelli relativi alle licenze dei sw Microsoft Rilevazione del livello di gradimento dei servizi da parte dell utenza Su base trimestrale la ditta aggiudicataria deve rilevare il grado di gradimento del servizio da parte dell utenza. Per la rilevazione deve essere utilizzata una modulistica contenente i dati essenziali relativi al grado di soddisfazione dell utente in merito all intervento; il contenuto di tale modulistica andrà concordato con l Amministrazione. I dati rilevati andranno inseriti nel software di gestione degli interventi, in modo da poter essere consultati in ogni momento. Trimestralmente dovrà essere fornito all Amministrazione: - il resoconto complessivo del livello di gradimento dell utenza - i moduli di rilevazione del livello di gradimento; su questi ultimi verranno fatti dei controlli a campione per verificare l esattezza dei dati riportati nel software di gestione degli interventi Per tale servizio non viene previsto alcun corrispettivo economico aggiuntivo. Art. 2 - Livelli di servizio Per ognuno dei servizi richiesti verranno identificati dei livelli di servizio il cui scopo è, da un lato, quello di verificare e mettere a punto gli stessi ed i loro valori e, dall'altro, di attivare un controllo della qualità del servizio erogato, mettendo a punto le procedure e le modalità d'interazione tra le parti. Durante lo svolgimento del contratto si potrà procedere alla revisione dei livelli di servizio per una loro ottimizzazione; le implicazioni derivanti saranno discusse fra le parti. I servizi devono essere supportati da strumenti informatici per la gestione dei dati e la produzione della reportistica, finalizzata anche al controllo dei livelli di servizio. Tutti i servizi devono essere operativi durante le ore di servizio dell Amministrazione (giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle 08:00 alle 18:00 ed il sabato dalle 08:00 alle 13:00). Il Fornitore deve impegnarsi, su richiesta dell Amministrazione, a fornire i servizi anche fuori dagli orari indicati. I livelli di servizio sotto elencati sono calcolati sulla base di un rapporto trimestrale e con verifica annuale. I livelli di servizio sotto indicati vanno intesi come livelli base dei singoli da garantire al Comune di Pisa. Servizio di Help Desk (primo livello) % Massima di chiamate non chiuse ( non è registrato l esito finale) 5% Tempo massimo di attesa prima della risposta dell operatore 20 sec. Nel 95% dei casi Servizio di Asset Management % di congruenza dei dati di asset misurata tramite indagine campionaria >=90% Servizio di Assistenza e Manutenzione Manutenzione Hardware (secondo livello) Tempo massimo di intervento e di identificazione del problema Tempo di risoluzione dell inconveniente 4 ore lavorative 85% entro un giorno lavorativo

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Premessa. Gli scopi del presente documento sono:

Premessa. Gli scopi del presente documento sono: Premessa La società EUR Congressi Roma S.r.l. (di seguito Committente) in un ottica di Global Service ha affidato alla Marcopolo S.p.a., mediante contratto di servizio, la gestione dei servizi di Facility

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 1 di 9 Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Determinazione n.3/2008 Del 5 marzo 2008 Sicurezza nell esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture. Predisposizione

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli