Carta dei Servizi. Sot Ippocrate S.r.l. Servizi Cimiteriali Servizi Cimiteriali. Ver. 1 del 01/12/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carta dei Servizi. Sot Ippocrate S.r.l. Servizi Cimiteriali Servizi Cimiteriali. Ver. 1 del 01/12/2012"

Transcript

1 Sot Ippocrate S.r.l. Servizi Cimiteriali Servizi Cimiteriali Carta dei Servizi Carta dei Servizi Ver. 1 del 01/12/2012 Questo documento è redatto in conformità alla normativa italiana che prevede che tutti i soggetti erogatori di servizi pubblici, anche operanti in regime di accreditamento, siano dotati di una Carta dei Servizi (Art. 2 Decreto Legge n.163 convertito in legge n.273 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri linee guida n. 2/95 Ministero della Sanità).

2 Indice 1 Introduzione Che cos è la carta dei servizi Chi è Sot Ippocrate S.r.l Che cosa fa 3 2 L organizzazione I servizi Il servizio di sepoltura Il servizio di luci votive Il servizio di pulizia e cura del verde Il servizio di manutenzione ordinaria Cosa fare in caso di lutto Rapporto con l'utenza 7 3 Principi fondamentali per l erogazione dei servizi Uguaglianza ed Imparzialità di trattamento Continuità Partecipazione, Chiarezza e Trasparenza Cortesia Efficacia ed Efficienza Informazioni.. e privacy 9 4 Standard.. di qualità dei servizi erogati Gestione del Sistema per la Qualità Monitoraggio periodico Analisi dei dati Miglioramento continuo 11 5 Il personale L organigramma 12 6 Servizi. a tutela dei cittadini utenti Come raggiungerci Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) Consigli utili Informazioni generali Per contattarci 15 2

3 1 Introduzione 1.1 Che cos è la Carta dei Servizi La Carta dei Servizi è il principale strumento di un organizzazione per far conoscere i progetti che realizza, per informare sulle risorse e le attività a disposizione, sulle modalità di accesso e di intervento. E pensata, inoltre, per essere uno strumento che permette ai cittadini il controllo, anche in termini di qualità, sulla erogazione dei servizi stessi. Le norme di riferimento sono la Direttiva Ciampi del 27/1/1994 Principi sulla erogazione dei servizi pubblici e la Legge 8 novembre 2000 n 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. La Carta dei Servizi rappresenta l impegno dell ente che la emette a definire e tutelare i diritti di coloro che di tali servizi beneficiano, secondo alcuni principi fondamentali che sono: sicurezza, continuità e regolarità nell erogazione tempestività delle risposte accessibilità e trasparenza nel rapporto con i fruitori dei servizi correttezza e regolarità gestionale Per tradurre operativamente tali principi è necessario che la società adotti strumenti e procedure idonee a: definire gli standard di qualità dei servizi erogati e valutarne l efficacia semplificare il più possibile gli aspetti burocratici e procedurali legati all erogazione dei servizi acquisire e gestire le segnalazioni dei cittadini-utenti 1.2 Chi è Sot Ippocrate S.r.l. La SOT Ippocrate S.r.l. è una società operativa territoriale interamente partecipata dalla Holding Civitavecchia Servizi (HCS) che eroga varie tipologie di servizi in ambito socio-sanitario. La Società è impegnata a perseguire obiettivi finalizzati al miglioramento, all innovazione, al potenziamento e alla qualificazione di tutti i servizi cimiteriali offerti alla cittadinanza. A tal fine è stata redatta questa Carta dei Servizi che costituisce un importante strumento di conoscenza, di informazione, di tutela e di partecipazione per orientare i cittadini nelle numerose attività e nei diversi servizi offerti in ambito cimiteriale. 1.3 Che cosa fa La SOT Ippocrate S.r.l. gestisce il servizio delle farmacie comunali e garantisce presso le scuole il servizio di assistenza educativa per gli alunni diversamenti abili. L'attività di gestione dei Servizi Cimiteriali comprende nello specifico: servizi di sepoltura (inumazione ed esumazione, tumulazione ed estumulazione) servizi per le luci votive servizi di pulizia dei luoghi e cura del verde nei cimiteri servizi di manutenzione ordinaria 3

4 2 L organizzazione 2.1 I servizi I Servizi Cimiteriali considerati nel presente documento, relativi ai due Cimiteri Comunali cittadini di via Aurelia Nord 2 e di via Braccianese Claudia km , sono i seguenti: Il servizio di sepoltura si occupa della sepoltura dei defunti mediante inumazione o tumulazione di cadaveri, di resti ossei, resti mortali, ceneri, disseppellimento dei defunti, traslazione di salme dai siti di sepoltura. Il servizio di luci votive si occupa dei lavori di allaccio e distacco delle lampade votive, nonché delle riparazioni e manutenzione ordinarie degli impianti e sostituzione delle lampade. Il servizio di pulizia e cura del verde si occupa del mantenimento delle aree a verde e della pulizia degli ambienti. Il servizio di manutenzione ordinaria si occupa delle piccole manutenzioni da effettuare negli ambienti di pertinenza. 4

5 2.2 Il servizio di sepoltura La tipologia di sepoltura assicurata dal servizio cimiteriale è quella sinteticamente descritta nella tabella sotto riportata, integrata dagli standard generali e specifici di qualità garantiti e dal riferimento alle tariffe praticate: Inumazioni e tumulazioni Tipologia sepoltura Definizione Standard di qualità garantiti Tariffa Inumazione Sepoltura tradizionale del feretro nella nuda terra. Il periodo minimo di inumazione è di 10 anni, non rinnovabili. L inumazione verrà effettuata entro 24 ore dalla comunicazione del funerale. A titolo oneroso. Importo previsto dal tariffario approvato dalla Giunta comunale. Tumulazione Sepoltura del feretro, cassette di resti ossei od urne cinerarie in loculo o tomba di famiglia (manufatti in cemento) preventivamente avuto in concessione per un determinato periodo, rinnovabile previo pagamento di nuova concessione. Al termine della cerimonia funebre o alla data concordata con i familiari in caso di tumulazione in tomba. A titolo oneroso. Importo previsto dal tariffario approvato dalla Giunta comunale. Tipologia sepoltura (operazioni postume) Esumazione Estumulazione - traslazione Esumazioni ed estumulazioni Definizione Disseppellimento del cadavere precedentemente inumato al termine del ciclo di sepoltura o comunque dopo almeno 10 anni. Disseppellimento del cadavere precedentemente tumulato, dietro richiesta dei familiari per trasferimento sia in altra sepoltura che per procedere a cremazione. Standard di qualità garantiti Entro 10 giorni dalla richiesta. Entro 10 giorni dalla richiesta. Tariffa A titolo oneroso. Importo previsto dal tariffario approvato dalla Giunta comunale. A titolo oneroso. Importo previsto dal tariffario approvato dalla Giunta comunale. 5

6 2.3 Il servizio di luci votive Tipologia di servizio Lampade votive Definizione Tempistica del servizio Tariffa Il servizio lampade votive consiste nell attivazione e nel mantenimento dell illuminazione votiva sulla sepoltura. richieste di allaccio richieste di disattivazione riparazione sostituzione lampade votive L attivazione del servizio avviene entro le ore dalla richiesta e dal pagamento del canone. La disattivazione del servizio avviene entro ore dalla richiesta. Gli interventi di riparazione e/o sostituzione di lampade avvengono entro ore dalla richiesta. Canone annuale. Gratuita. Gratuita (compresa nel canone annuale). 2.4 Il servizio di pulizia e cura del verde Tipologia di servizio Definizione Tempistica del servizio Il conferimento dei rifiuti prodotti nei Svuotamento a giorni alterni da parte Raccolta rifiuti cimiteri dagli utenti avviene mediante di personale specializzato, raccolta e appositi contenitori posti all interno dei conferimento dei rifiuti nei cassonetti cimiteri. esterni ed interni al cimitero. Pulizie ordinarie Verde e giardinaggio Il servizio consiste nel mantenere puliti e decorosi i luoghi dei cimiteri quali: spazi comuni,vialetti, pavimentazioni, portici e marciapiedi. Le operazioni di manutenzione del verde sono: sfalcio erba potatura siepi, arbusti e alberature trattamenti di diserbo abbattimento alberature ammalorate estirpazione erbacce Le pulizie vengono svolte giornalmente dal lunedì al sabato. Sfalcio erba: ogni qualvolta l erba superi l altezza di cm Potatura siepi ed arbusti: n. 3 interventi l anno. Diserbo: n. 3 interventi l anno. Potatura alberi: n. 1 intervento l anno. Estirpazione erbacce: ogni qualvolta è necessario. 2.5 Il servizio di manutenzione ordinaria Tipologia di servizio Definizione Tempistica del servizio Le operazioni di piccola manutenzione comprendono: riparazione delle fontanelle Manutenzione ordinaria pulizia dei pozzetti di raccolta Dietro richiesta del Dirigente acque chiare delle fontanelle competente dell A.C. manutenzione di pavimentazione disconnessa, ecc. 6

7 2.6 Cosa fare in caso di lutto Se il decesso avviene in casa occorre chiamare il medico curante o la guardia medica che ne accerti le cause e compili un certificato su apposito modulo. L ufficiale di Stato civile o l impresa di onoranze funebri prescelta devono avvisare il medico necroscopo (presso la A.S.L.) che procederà all accertamento di morte e compilerà un altro certificato. I familiari o l impresa di onoranze funebri devono denunciare all ufficio di Stato civile del comune il decesso (con i dati anagrafici del defunto) entro 24 ore portando i certificati rilasciati sia dal medico che dal medico necroscopo. Se il decesso avviene in ospedale o in casa di cura, per la denuncia e le relative certificazioni provvede l Amministrazione Ospedaliera o la Direzione della Casa di Cura. In caso di morte violenta, di morte improvvisa per la strada o in luoghi pubblici, ovvero in caso di morte di persone che vivono sole, è necessario avvertire l Autorità Giudiziaria, la quale dopo gli accertamenti darà disposizione per la rimozione della salma. 2.7 Rapporti con l'utenza Le pratiche amministrative dei Servizi Cimiteriali vengono effettuate presso il Cimitero Vecchio di Via Aurelia Nord, 2. Gli uffici sono a disposizione dei cittadini-utenti con il seguente orario: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore alle ore Martedì e Giovedì dalle ore alle ore I pagamenti possono essere effettuati dal Lunedì al Venerdì dalle ore alle ore Il tariffario delle prestazioni è disponibile presso l'ufficio Amministrativo. Servizio di sepoltura Al termine delle operazioni l'ufficio Amministrativo emetterà una ricevuta riportante il costo delle prestazioni cimiteriali effettuate per la sepoltura della salma. Sarà cura della Società capogruppo, Holding Civitavecchia Servizi, emettere la relativa fattura che verrà spedita presso l'indirizzo indicato dall'utente. L'utente è tenuto ad effettuare il pagamento delle prestazioni entro il limite massimo di 15 giorni. Servizio di luci votive L utente che desideri attivare il servizio deve compilare apposito bollettino di c/c postale disponibile presso gli uffici amministrativi della Società. L'importo da versare varia a seconda che si tratti di loculi, tombe o cripte, cappelle o edicole. Al momento della consegna del bollettino vengono offerte all'utente informazioni sulle modalità contrattuali, ovvero: dettagli dei costi (diritto di allaccio e canone annuale) durata del contratto diritto di manutenzione modalità e scadenze di pagamento successive 7

8 3 Principi fondamentali per l erogazione dei servizi La Sot Ippocrate S.r.l. gestisce, nel rispetto delle disposizioni di legge, i propri Servizi Cimiteriali sulla base dei seguenti principi fondamentali: 3.1 Uguaglianza ed imparzialità di trattamento I comportamenti e le azioni sui quali si basa il rapporto tra i cittadini e la Sot Ippocrate s.r.l. nell erogazione dei Servizi Cimiteriali, sono ispirati al principio di uguaglianza dei diritti degli utenti. Nessuna distinzione o discriminazione nell erogazione dei Servizi Cimiteriali può essere compiuta per motivi inerenti a sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psicofisiche e socioeconomiche. In quest ottica la Sot Ippocrate S.r.l. assicura gratuitamente una dignitosa sepoltura alle persone indigenti, sole e/o abbandonate dalla famiglia, sulla base di una relazione da parte del Comune di Civitavecchia - Servizi cimiteriali - Settore Servizi Sociali. 3.2 Continuità La Sot Ippocrate S.r.l. si impegna a garantire l erogazione dei Servizi Cimiteriali in modo continuativo e regolare. In caso di sciopero sono assicurate tutte le tumulazioni ordinarie presso i due cimiteri comunali cittadini di via Aurelia Nord e via Braccianese Claudia nella fascia oraria che va dalle ore 8.00 alle ore Qualora l erogazione dei servizi non sia possibile per cause indipendenti dalla volontà della Società vi è l impegno, comunque, ad informare tempestivamente i cittadini, in merito alle misure adottate per limitare gli eventuali disagi arrecati. 3.3 Partecipazione, chiarezza e trasparenza Il cittadino ha diritto di chiedere chiarimenti e accedere alle informazioni di interesse, ai sensi della legge n. 241/90 e sue modifiche ed integrazioni in merito alla prestazione dei Servizi Cimiteriali, nonché a partecipare alla gestione degli stessi presentando osservazioni e suggerimenti. La Sot Ippocrate S.r.l. s impegna a fornire risposte tempestive e comprensibili, a prevedere apposite procedure di reclamo utilizzabili dai cittadini utenti qualora si verifichino eventuali violazioni dei principi sanciti nella presente Carta dei Servizi. Le valutazioni fornite dai cittadini utenti saranno utilizzate per la verifica periodica delle modalità di gestione del servizio e della qualità dei servizi forniti. In ogni caso la Sot Ippocrate S.r.l. garantisce al cittadino procedure amministrative semplici e chiare, utilizzando un linguaggio ed una simbologia comprensibile ed efficace. 3.4 Cortesia La Sot Ippocrate S.r.l. assicura al cittadino un rapporto basato sulla cortesia e sul rispetto. A tal fine, tutti i dipendenti sono adeguatamente formati e informati per agevolare il cittadino nell esercizio dei diritti e nell adempimento degli obblighi derivanti dai singoli rapporti e dalla presente carta. 8

9 3.5 Efficacia ed efficienza La Sot Ippocrate S.r.l. persegue l obiettivo del progressivo, continuo miglioramento dell efficienza e dell efficacia dei Servizi Cimiteriali sviluppando e adottando le soluzioni tecnologiche, organizzative e procedurali più funzionali allo scopo. 3.6 Informazioni e privacy La Sot Ippocrate S.r.l. assicura una chiara ed esaustiva informazione ai cittadini - utenti circa le modalità di prestazione dei servizi. In particolare rende noto, tramite appositi avvisi leggibili e accessibili al pubblico, le condizioni economiche e tecniche relative all erogazione dei servizi. Inoltre mette a disposizione idonei strumenti d informazione tramite le consuete linee di comunicazione telefoniche e telematiche e mantiene rapporti con gli organi d informazione. La Sot Ippocrate S.r.l. s impegna a garantire che il trattamento dei dati personali dei cittadini avvenga nel rispetto delle disposizioni di cui al Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali. 9

10 4 Standard di Qualità dei Servizi erogati 4.1 Gestione del Sistema per la Qualità L obiettivo principale della SOT Ippocrate S.r.l. è la soddisfazione dei bisogni dei clienti, utenti e delle parti interessate, garantendo nel tempo l erogazione di prestazioni aventi le caratteristiche dichiarate ed assicurando un efficace funzionamento del sistema. Affinché ciò avvenga, l Ippocrate ha impostato un SGQ (Sistema Gestione Qualità) teso ad ottenere, tramite apposito Ente, la certificazione del servizio secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008. La Politica per la Qualità è stata definita dalla Direzione Generale per indicare gli obiettivi, definire i corrispondenti impegni per il raggiungimento degli stessi, individuare gli strumenti ritenuti più consoni, nonché le modalità più opportune per misurare la qualità erogata. SODDISFARE LE ESIGENZE DELL'UTENZA: o garantire la regolarità e continuità del servizio o erogare servizi corrispondenti ai bisogni ed alle esigenze dell utenza o facilitare i contatti tra l utenza e gli addetti al servizio o perseguire gli obiettivi di miglioramento come parte integrante della propria attività o applicare strumenti di controllo necessari al monitoraggio dei processi VALORIZZARE LE COMPETENZE PROFESSIONALI: o coinvolgere attivamente gli operatori nel Sistema di Gestione della Qualità o favorire la partecipazione a programmi di addestramento e formazione o tutelare la sicurezza degli operatori o migliorare ed aumentare il livello movitazionale SODDISFARE LE ESIGENZE SOCIETARIE: o mettere in atto un sistema di gestione di qualità o ottimizzare l impiego delle risorse umane o ottimizzare l impiego delle risorse finanziarie La Direzione si impegna a mettere a disposizione tutti i mezzi necessari affinché la Politica per la Qualità venga compresa ed attuata da parte di tutti gli operatori, individuandone i processi fondamentali. 4.2 Monitoraggio periodico Gli standard di qualità del servizio vengono definiti e verificati periodicamente, in termini di efficienza ed efficacia. Il monitoraggio della qualità erogata avviene per mezzo di un controllo di processo, integrato al sistema operativo, che consente di apportare, in tempi brevi, gli eventuali correttivi sia in termini quantitativi che qualitativi. Il servizio pianifica ed attua i processi di monitoraggio, di misurazione, di analisi e di miglioramento necessari a: dimostrare la conformità ai requisiti del servizio; assicurare la conformità del Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ); migliorare in modo continuo l efficacia del Sistema di Gestione per la Qualità; individuare i metodi applicabili, incluse le tecniche statistiche e l estensione della loro utilizzazione. 10

11 La Sot Ippocrate S.r.l. considera utile, per la valutazione del grado di soddisfazione dei propri utenti, ogni occasione per conoscere il loro giudizio in merito alla qualità dei servizi erogati. A tal fine, è effettuata un attenta ed approfondita analisi dei reclami ricevuti e delle richieste di informazioni e chiarimenti. La Società effettua inoltre indagini del sondaggio sulla soddisfazione degli utenti (customer satisfaction) al fine di risolvere gli eventuali motivi di insoddisfazione dei cittadini-utenti elaborando progetti di miglioramento della qualità. La Sot Ippocrate S.r.l. si impegna a garantire al cittadino-utente il diritto di partecipazione alla prestazione del servizio pubblico, inteso come facoltà di presentare, in forma scritta, osservazioni e suggerimenti per il miglioramento del servizio stesso. Riassumendo, per rilevare la soddisfazione ed il grado di qualità che percepiscono gli utenti ed i fruitori del servizio, la società svolge indagini attraverso: questionari di valutazione dell outcome: sono moduli anonimi distribuiti con frequenza periodica e forniscono indicazioni relative al gradimento dei servizi ed alla disponibilità e competenza degli operatori;il modulo presenta inoltre un area dedicata alla raccolta dei suggerimenti e delle osservazioni valutazione dei reclami: le segnalazioni di reclamo scritto o verbale vengono raccolte dagli operatori e registrati su appositi moduli. 4.3 Analisi dei dati La società individua, raccoglie ed analizza i dati appropriati per dimostrare l adeguatezza e l efficacia del Sistema di Gestione per la Qualità. Rientrano in tali ambiti i dati risultanti dalle attività di monitoraggio, di misurazione e di altre fonti pertinenti, che hanno lo scopo di fornire informazioni in merito alla soddisfazione delle parti interessate, alla conformità ai requisiti del servizio e alle caratteristiche dell andamento dei processi incluse le opportunità per azioni preventive. 4.4 Miglioramento continuo Il servizio migliora con continuità l efficacia del Sistema di Gestione per la Qualità, utilizzando la politica per la qualità, gli obiettivi per la qualità, i risultati delle verifiche ispettive, l analisi dei dati, le azioni correttive e preventive ed i riesami da parte della Direzione. Inoltre il servizio individua le azioni per eliminare le cause delle non conformità potenziali, onde evitare che queste si verifichino. Le azioni preventive attuate devono essere appropriate agli effetti dei problemi potenziali, così che si giunga alla valutazione dell esigenza di attuare azioni per prevenire il verificarsi delle non conformità. 11

12 5 Il personale 5.1 L Organigramma Amministratore Dr. Eleonora Landi Sistema Gestione Qualità Sig.ra Michela Bartolini SERVIZI CIMITERIALI Responsabile del Servizio Ing. Fernando Ferluca Responsabile Operativo e di Coordinamento Sig. Enrico Galimberti Addetto Amministrazione Sig. G.Cesare Tarantino Addetto URP Sig.ra Marina Segato Operatori addetti sepolture: Sig. Antonio Barletta Sig.Cesare Di Marco Sig. Fabio Loffredo Sig. Vincenzo Procentese Sig. Fabio Ricci Operatori addetti al verde: Sig. Massimo Baroncini Sig. Massimo Filigheddu Sig. Alberto Garbetta Sig. Roberto Petruzzi Sig. Umberto Vannacci Operatori addetti luci votive: Sig. Elio Michelli Operatori addetti piccole manutenzioni: Tutti gli operatori sono a disposizione 12

13 6 Servizi a tutela dei cittadini utenti 6.1 Come raggiungerci Vecchio Cimitero: Via Aurelia Nord, 2 - tel Linea G ed E del trasporto pubblico locale. Nuovo Cimitero: Via Braccianese Claudia, Km tel Linea G del trasporto pubblico locale. Orario invernale (1 Ottobre 31 Marzo). Dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle Domenica e festivi dalle 8.00 alle Orario estivo (1 Aprile 30 Settembre). Dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle Domenica e festivi dalle 8.00 alle Il servizio di apertura al pubblico e di custodia è gestito da personale dell'amministrazione Comunale. 13

14 6.2 Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) La SOT Ippocrate S.r.l. prevede una funzione di accoglienza al pubblico attraverso la quale è possibile ricevere informazioni, dare comunicazioni, fare richieste o inoltrare reclami. La Società si impegna a gestire in modo accessibile, semplice e rapido, le richieste dell utenza chiarendo le norme applicabili e illustrando le modalità seguite nello svolgimento dei servizi. I cittadini-utenti possono presentare osservazioni, proposte o reclami nei confronti di atti, comportamenti, situazioni che neghino o limitino, direttamente o indirettamente, la fruizione delle attività, esercitando il proprio diritto attraverso: lettera in carta semplice indirizzata al responsabile di riferimento e inviata o consegnata alla segreteria segnalazione telefonica mail da inviare al seguente indirizzo: Le osservazioni, le comunicazioni e i reclami dovranno essere presentati, di norma, entro 15 giorni dal momento in cui il cittadino-utente sia venuto a conoscenza di quanto ritiene lesivo dei propri diritti. La Società si impegna a rispondere, compatibilmente con le norme del D.L. 196/2003, immediatamente alle segnalazioni di più agevole definizione. Per i reclami che non trovino, per obiettive ragioni, una soluzione immediata, la Società si impegna a fornire una risposta scritta entro 15 giorni dalla presentazione. Qualora la risposta sia interlocutoria o provvisoria conterrà anche i tempi previsti per le azioni correttive e pianificate. 6.3 Consigli utili Diffidare di chi, non richiesto, vi contatta per offrire servizi funebri o per segnalare un impresa funebre; Scegliere l impresa funebre con calma valutando la convenienza e qualità del servizio, confrontando i prezzi, facendosi eventualmente consigliare da amici o parenti che hanno avuto recenti esperienze; Non esistono né sono ammesse imprese di onoranze funebri esclusiviste di ospedali e case di cura; Delegare possibilmente ad un familiare emotivamente meno coinvolto le procedure per lo svolgimento del funerale o farsi accompagnare da persona amica; Richiedere il preventivo scritto del funerale con il dettaglio di tutte le prestazioni; Leggere attentamente ciò che si firma e comunque non firmare mai niente in bianco; Evitare di chiedere fin dall inizio il cofano e gli addobbi più costosi senza avere un metro di paragone; Richiedere e conservare la ricevuta fiscale (che è esente da IVA): le spese sostenute per il funerale si possono in parte dedurre dalla denuncia dei redditi. 14

15 6.4 Informazioni generali Ulteriori informazioni sui servizi erogati, e normative di riferimento possono essere reperite sul sito internet del Comune di Civitavecchia: Il servizio di cremazione viene effettuato nei cimiteri dei Comuni sotto riportati: Comune di Roma Comune di Viterbo Comune di Grosseto E' possibile trovare ulteriori informazioni sul seguente sito web: 6.5 Per contattarci Vecchio Cimitero: tel Nuovo Cimitero: tel Sito web: Addetto Amministrativo G. Cesare Tarantino Tel Responsabile Operativo Enrico Galimberti Cell: Il Regolamento di Servizio è disponibile sul sito web della Società Ippocrate S.r.l. Responsabile Qualità Michela Bartolini Amministratore Unico Dr. Eleonora Landi 15

16 Sot Ippocrate S.r.l. Via Terme di Traiano, Civitavecchia Sito web: 16

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade Votive 7. Reclami

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO Approvata con deliberazione di G.C. n. del 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 3. GLI STANDARD DI QUALITÀ DEI SERVIZI... 4 4. IMPEGNI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CITTA DI VITERBO SETTORE 5 DECENTRAMENTO, PIANO CATASTALE E RECUPERO STRADE TRAFFICO E VIABILITA Dirigente del Settore Dott. Stefano Menghini Responsabile del servizio Geom. Baccelloni Lodovico Gruppo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI A cura di: Servizi Cimiteriali Pagina 1 di 14 PREMESSA Il Comune di Prato, nell ambito della propria attività, è impegnato da tempo con determinazione e convinzione nel perseguimento

Dettagli

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO Area Tecnica CARTA DEI SERVIZI SERVIZI CIMITERIALI Norme di riferimento La presente Carta dei Servizi, strumento di tutela dei cittadini, è stata formulata nel rispetto

Dettagli

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI CIMITERI Gli uffici amministrativi si trovano presso il Cimitero S. Michele, in Piazza dei Castellani. Orari di apertura al pubblico uffici amministrativi: Mattino: dal lunedì al venerdì: 08:00-11:30 Pomeriggio:

Dettagli

Carta dei Servizi cimiteriali

Carta dei Servizi cimiteriali Carta dei Servizi cimiteriali INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade votive 7. Reclami e suggerimenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Comune di Quinto di Treviso CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini

Dettagli

I SERVIZI CIMITERIALI

I SERVIZI CIMITERIALI I SERVIZI CIMITERIALI Agec cura i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi cimiteriali Agec sono certifi

Dettagli

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE In All. 1 si riporta la nota dell ANCI, con la quale si è avviata una indagine statistica

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini di qualità. Il riferimento normativo è costituito dalla

Dettagli

In caso di lutto in famiglia

In caso di lutto in famiglia Ingresso Cimitero Monumentale di Lecco In caso di lutto in famiglia Norme e indicazioni utili Servizi di Stato civile - Servizi cimiteriali Quando accade un evento luttuoso, ci troviamo spesso impreparati.

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI NEL COMUNE DI TREVISO. Carta della qualità

SERVIZI CIMITERIALI NEL COMUNE DI TREVISO. Carta della qualità SERVIZI CIMITERIALI NEL COMUNE DI TREVISO Carta della qualità CON_DOCQ72001_rev0_CDS_cimiteriali_Treviso - Pagina 1 di 16 INDICE 1. PRESENTAZIONE DELL AZIENDA... 3 2. LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI...

Dettagli

Carta dei Servizi. Sot Ippocrate S.r.l. Farmacie Comunali Farmacie Comunali. Ver. 0 del 01/12/2012

Carta dei Servizi. Sot Ippocrate S.r.l. Farmacie Comunali Farmacie Comunali. Ver. 0 del 01/12/2012 Sot Ippocrate S.r.l. Farmacie Comunali Farmacie Comunali Carta dei Servizi Carta dei Servizi Ver. 0 del 01/12/2012 Questo documento è redatto in conformità alla normativa italiana che prevede che tutti

Dettagli

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi Sono lieto di presentare ai cittadini di Udine la Carta della Qualità dei Servizi offerti dal Comune di Udine. Per ogni servizio specifico, la Carta della Qualità dei Servizi fissa le caratteristiche e

Dettagli

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza.

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Libretto Servizi Funebri 21-03-2007 11:26 Pagina 1 1955 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE LOMBARDO E PROVINCIALE DI MILANO GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Programma generale di intervento

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI CDR 17 SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI Il settore gestisce le attività

Dettagli

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011 PIANIFICAZIONE CIMITERIALE: FRA NUOVE REGOLE E ANTICHI DOVERI Normativa della Regione Lombardia in materia di attività e servizi necroscopici funebri e cimiteriali Firenze 20 maggio 2011 Aldo Palumbo Direzione

Dettagli

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi Carta dei Servizi L Azienda Principi fondamentali Standard qualitativi PERCHÉ UNA CARTA DEI SERVIZI AMSEF s.r.l. onoranze funebri è Azienda multiservizi leader a livello nazionale nel settore con una

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Redatto da: Giuseppe Brizzi Codice documento: CS002 Emesso il: 05/12/2014 Adottato da: Francesco Buffoni, Direttore Generale in attesa di approvazione del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Tempi e modi di erogazione dei servizi. tumulazioni e inumazioni. Prenotazione servizi inumazione tumulazione

Tempi e modi di erogazione dei servizi. tumulazioni e inumazioni. Prenotazione servizi inumazione tumulazione Tempi e modi di erogazione dei servizi tumulazioni e inumazioni I servizi vengono garantiti in maniera continuativa e regolare, tutti i giorni feriali, esclusi i festivi, in numero di 8 servizi giornalieri

Dettagli

SERVIZI DI CREMAZIONE NEL COMUNE DI TREVISO

SERVIZI DI CREMAZIONE NEL COMUNE DI TREVISO SERVIZI DI CREMAZIONE NEL COMUNE DI TREVISO Carta della qualità CON_DOCQ72002_rev0_CDS_cremazioni - Pagina 1 di 14 INDICE 1. PRESENTAZIONE DELL AZIENDA... 3 2. LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI... 4 2.1.

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n, 19 del 27 aprile 2001 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 192-26.3.2012 N. 19135 P.G. OGGETTO: Area Centro Storico e Servizi Tecnici. Settore Logistica Tecnica. Aggiornamento della Carta dei Servizi cimiteriali. La Giunta

Dettagli

Il Presidente ASF Mario Medda

Il Presidente ASF Mario Medda 1 Da quando ASF - Azienda speciale Servizi farmaceutici e socio-sanitari del Comune di San Giuliano Milanese si è inserita nell ambito dei servizi appartenenti al ciclo sociosanitario integrato, tra i

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO IMPIANTO DI CREMAZIONE DELLA CITTA DI VITERBO

CARTA DEL SERVIZIO IMPIANTO DI CREMAZIONE DELLA CITTA DI VITERBO CARTA DEL SERVIZIO IMPIANTO DI CREMAZIONE DELLA CITTA DI VITERBO 1 1 Premessa... 3 2 L impianto di cremazione... 3 2.1 Caratteristiche dell impianto...... 3 3 Uguaglianza e imparzialità di trattamento...

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO Allegato A) alla delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 24/04/2013. COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DI DESTINAZIONE DELLE CENERI. ART. 1 Oggetto

Dettagli

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI COMUNE SAN MARTINO BUON ALBERGO (PROVINCIA DI VERONA) UFFICIO POLIZIA CIMITERIALE IMPORTI & TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI & CONCESSIONI ANNO 2012 APPROVATE CON DELIBERE DI G.C. NN. 99-100-101 - DEL 08.06.2012

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Delib. C.C. n. 91 del 30/11/2007) ART. 1 - AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E LA MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE biennio 2013-3014 Oggetto del presente capitolato sono le modalità di gestione e le condizioni

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Regione Lazio Provincia di Rieti COMUNE di BORGOROSE REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Realizzazione con il sistema del promotore art. 153 e seguenti del

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Comune di Mantova

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Comune di Mantova CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Comune di Mantova CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Comune di Mantova Indice 1 pag. 1. PREMESSA 2 1.1 Presentazione 2 1.2 Validità della Carta 2 1.3 Normativa di riferimento

Dettagli

Provincia di Firenze. Premesso che:

Provincia di Firenze. Premesso che: Oggetto: Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE L AFFIDAMENTO - - LA CONSERVAZIONE LA DISPERSIONE - DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Delib. CC n. 13/8.5.08 Esecutivo dal 28/5/08

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. Il presente titolo disciplina la cremazione,

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione.

Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione. - COMUNE DI BRESCIA SETTORE LOGISTICA TECNICA Servizio Cimiteri Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione. ANNO 2012 1 Operazioni di esumazione e di estumulazione Il presente fascicolo

Dettagli

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere autorizzata dal Comune (2) ove è avvenuto il decesso,

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE

AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE Agec e i clienti della gestione funeraria AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE 218 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria LINEE POLITICHE E OBIETTIVI

Dettagli

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE Cosa fare in caso di decesso Destinazione salma Municipi appartenenza cimiteri Prospetto servizio riservato al personale militare e civile del Ministero della Difesa CATTOLICA

Dettagli

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO ALLEGATO O PROGETTO Piano Regolatore Cimiteriale Settembre 2012 COMMITTENTE: Comune di Castano Primo presso Villa Rusconi Corso Roma 20022

Dettagli

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO MODIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05.

COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05. COMUNE DI ARGENTA REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. Approvato con delibera C.C.n.34 del 31.05.2006 Ripubblicato all'albo pretorio per 15 gg. Consecutivi dal

Dettagli

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Manutenzioni Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014 Elenco offerta prezzi unitari Data 3.11.2010 Il Responsabile del Procedimento

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI CITTA DI BORDIGHERA Provincia di Imperia R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena

COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI. ^^^ Il presente Regolamento: E stato deliberato dal C.C. nella seduta del 30/09/2008

Dettagli

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI COFANI: Esercizio 2010 a) Cofano in larice liscio 1.320,00 b) Cofano in larice stampato 1.320,00 c) Cofano in larice con immagini sacre 1.801,00 d) Cofano in abete economico

Dettagli

CARTA PER L ESERCIZIO DEI SERVIZI FUNEBRI

CARTA PER L ESERCIZIO DEI SERVIZI FUNEBRI CARTA PER L ESERCIZIO DEI SERVIZI FUNEBRI Stesura del 25/06/2007 LA CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi è un patto tra la Società Crespellano Patrimonio Srl Socio Unico e i suoi clienti utenti (assegnatari

Dettagli

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE TARIFFARIO SERVIZI CIMITERIALI ISTITUZIONALI delibera del C.d.A. di AGEC n 44 del 22/12/2007 delibera del C.d.A. di AGEC n 140 del 21/10/2008 delibera del C.d.A. di AGEC n 157 del 25/11/2008 delibera del

Dettagli

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA IN EURO Inumazioni meccaniche di salme non residenti 104,00 Inumazioni manuali di salme

Dettagli

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 14 marzo 2011 In vigore dal 19

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa Come fare la denuncia di morte La denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore, all'ufficio di Stato Civile. Le pubbliche assistenze e le agenzie di pompe

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI POLO DELLA CREMAZIONE

CARTA DEI SERVIZI POLO DELLA CREMAZIONE CARTA DEI SERVIZI POLO DELLA CREMAZIONE Comune di Cremona CARTA DEI SERVIZI POLO DELLA CREMAZIONE INDICE 1. Premessa pag. 03 2. L impianto di cremazione pag. 03 3. Uguaglianza e imparzialità di trattamento

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali Art. 1 Ambito di applicazione Indice Art. 2 La cremazione di salme e resti mortali e ossei Art. 3 La cremazione disposta

Dettagli

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 39 del 3 settembre 2010 SUPPLEMENTO ORDINARIO

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 39 del 3 settembre 2010 SUPPLEMENTO ORDINARIO LEGGE REGIONALE N. 18 DEL 17 AGOSTO 2010 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CREMAZIONE DELLE SALME E DI CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA

Dettagli

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI:

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Si riporta il prospetto delle nuove tariffe approvate con Delibera di Giunta n 2010/G/00012 del 4 febbraio 2010 e Delibera di Consiglio 2010/C/00011 del 4 aprile 2010.: TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Contributo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto U.O. 3/I Settore - Servizi Demografici e Statistici Responsabile del coordinamento Dr. Silvano Costantini COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto Regolamento relativo all affidamento, conservazione e

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO DOMICILIARE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI. approvata con deliberazione della giunta comunale n.43 del 09/05/2013.

CARTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO DOMICILIARE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI. approvata con deliberazione della giunta comunale n.43 del 09/05/2013. C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO PIAZZA DIRITTI DEI BAMBINI, 1 C.A.P. 20060 - TEL. 02/953331 - FAX. 02/9533337 Codice Fiscale e Partita IVA 03063770154 www.comune.bussero.mi.it e-mail:

Dettagli

AVERE una FAMIGLIA Matrimonio L Ufficio dello stato civile si occupa di tutti gli adempimenti necessari alla celebrazione del matrimonio civile e religioso, fornendo agli sposi le indicazioni e le informazioni

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

proposta di legge n. 256

proposta di legge n. 256 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 256 a iniziativa dei Consiglieri Procaccini, Martoni presentata in data 16 settembre 2004 NORME IN MATERIA DI ATTIVITA E SERVIZI NECROSCOPICI FUNEBRI

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

Parere n. 69/2010 Norme da applicare per la cremazione. Legge di riferimento: D.P.R. n. 285/1990

Parere n. 69/2010 Norme da applicare per la cremazione. Legge di riferimento: D.P.R. n. 285/1990 Parere n. 69/2010 Norme da applicare per la cremazione. Legge di riferimento: D.P.R. n. 285/1990 Il sindaco del Comune di (omissis) segnala che nell ente che rappresenta occorre procedere ad estumulare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

I SERVIZI FUNERARI. Uffi ci di Onoranze Funebri di Verona dalle alle Da lunedì a venerdì 8.30 17.00 Sabato 8.30 13.00 Domenica 9.00 12.

I SERVIZI FUNERARI. Uffi ci di Onoranze Funebri di Verona dalle alle Da lunedì a venerdì 8.30 17.00 Sabato 8.30 13.00 Domenica 9.00 12. I SERVIZI FUNERARI Tutti i servizi funerari Agec sono certifi cati ISO 9001. I servizi funerari sono costantemente monitorati attraverso indicatori di effi cacia e rilevazioni del grado di soddisfazione

Dettagli

Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile

Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile Esposizione e ufficio: Via Tirino, 344 65129 Pescara (PE) http://oflarinascente.com Sommario L'Azienda...3

Dettagli

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TARIFFE DI CONCESSIONE AREE CIMITERIALI PER 99 ANNI 20.000 per i lotti doppi aventi dimensioni planimetriche pari a CIRCA mt. 3,70 x 4,40

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Caratteristiche generali La gestione e la manutenzione dei cimiteri del territorio comunale è affidata a Enìa dal 1996. Complessivamente l'azienda opera in 11 strutture 1

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n.24 del 15.05.2002 - OMISSIS - Il capo IV viene sostituito interamente dal seguente: Capo IV Trasporti funebri

Dettagli

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TRASPORTO SALME / CADAVERI 2014 2015 Trasporto salme / cadaveri (vedi rilascio autorizzazione al trasporto) Accoglienza salme / cadaveri

Dettagli

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Art.61 Oggetto e finalità 1. Il presente Capo disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE COMUNE DI PEREGO Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE Contenuti del Piano Cimiteriale Comunale Il Piano Cimiteriale Comunale è redatto ai sensi dell art. 6 del Regolamento

Dettagli

b) cadavere la salma dopo l esecuzione dell accertamento di morte secondo quanto previsto dalla vigente legislazione;

b) cadavere la salma dopo l esecuzione dell accertamento di morte secondo quanto previsto dalla vigente legislazione; Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 198 del 19-12-2008 21965 LEGGE REGIONALE 15 dicembre 2008, n. 34 Norme in materia di attività funeraria, cremazione e dispersione delle ceneri. La seguente

Dettagli

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali COMUNE DI PADOVA Servizi Cimiteriali approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010 Tariffe anno 2011 Manufatti ed aree cimiteriali servizi cimiteriali ed illuminazione votiva cremazioni autorizzazioni

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI (APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 33 DEL 4 AGOSTO 2005) Art. 1 Oggetto

Dettagli

Carta dei Servizi Cimiteriali

Carta dei Servizi Cimiteriali Carta dei Servizi Cimiteriali Comune di di Boissano Responsabile Sig. Giampaola Danesi tel. 018298010-2 / e-mail protocollo@pec.comune.boissano.sv.it Indice Presentazione della carta 1. chi siamo e come

Dettagli

Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle ed altri manufatti cimiteriali.

Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle ed altri manufatti cimiteriali. RISOLUZIONE N. 376/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 novembre 2002 Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A LA GIUNTA COMUNALE Vista la proposta di deliberazione avanzata dall'ufficio Servizi cimiteriali relativa al seguente oggetto: SERVIZI CIMITERIALI. MODIFICA SCHEMI SCRITTURE PRIVATE PER CONCESSIONI LOCULI

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA TESTO EMENDATO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Lìbero Consorzio di Trapani) REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12=_ del MM/ZO^Ì^ Art. 1 DEFINIZIONE

Dettagli