FACOLTÀ DI INGEGNERIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FACOLTÀ DI INGEGNERIA"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica ANALISI E SPERIMENTAZIONI DI POLITICHE DI QOS SU MPLS NELLO SCENARIO OPERATIVO DI UNA CONTENT DELIVERY NETWORK Relatore Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Laureando mat Gianluca Sabatini Correlatore Chiar.mo Dott. Emiliano Casalicchio ANNO ACCADEMICO 2003/2004

2 A mio nonno Aldo Non si può risolvere un problema con la stessa mente che lo ha creato A.Einstein

3 SOMMARIO INTRODUZIONE 1 CAPITOLO 1. LE CONTENT DELIVERY NETWORK ENTITÀ E RUOLI CONTENT NETWORKING PIATTAFORME OUTSOURCING PIATTAFORME IN-HOUSE ANALISI COMPARATIVA 34 CAPITOLO 2. SOLUZIONI PER IL CONTENT NETWORKING AKAMAI CISCO CONTENT NETWORKING 62 CAPITOLO 3. OTTIMIZZARE L INFRASTRUTTURA DI RETE CORE NETWORK RETE DI ACCESSO INTEGRAZIONE IN UNA CONTENT DELIVERY NETWORK EFFETTI DI RETE DEL PREFETCHING 118 CAPITOLO 4. SCENARIO DI TEST MODELLO DI DISTRIBUZIONE IN UNA CONTENT DELIVERY NETWORK STREAMING VIDEO MONITORAGGIO DELLA RETE 141 CAPITOLO 5. RISULTATI SPERIMENTALI LE LIMITAZIONE DELL ACCESSO UTENTE QOS TRA CACHE PRINCIPALE E CACHE PERIFERICA ALGORITMI DI SCHEDULING CONTROLLO DELLA CONGESTIONE 175 CAPITOLO 6. SCENARI E SVILUPPI TRASMISSIONE EVENTI ITINERANTI CONCLUSIONI E SVILUPPI FUTURI i -

4 INDICE DETTAGLIATO INTRODUZIONE 1 CAPITOLO 1. LE CONTENT DELIVERY NETWORK ENTITÀ E RUOLI 3 Previsioni di Mercato CONTENT NETWORKING 7 Server Load Balancing 7 Web Caching 7 Content Delivery PIATTAFORME OUTSOURCING AKAMAI 13 Struttura 13 Servizi MIRROR IMAGE INTERNET NETDISH 19 Struttura 19 Servizi SKYLOGIC 22 Struttura 22 Servizi PIATTAFORME IN-HOUSE CISCO 25 Servizi 25 Struttura NCUBE 27 Servizi 27 Struttura NETAPP 28 Struttura 28 Servizi NORTEL NETWORKS RADWARE ANALISI COMPARATIVA REQUISITI PER IL CONTENT NETWORKING SERVIZI SUPPORTATI DAL CONTENT NETWORKING SCENARIO DI ANALISI 40 CAPITOLO 2. SOLUZIONI PER IL CONTENT NETWORKING AKAMAI AKAMAI FREEFLOW 42 Redirezionare il Traffico 44 Selezionare il Server Ottimale 47 - ii -

5 Indice Dettagliato Alta Disponibilità e Fault-tolerance 50 Soluzioni alle Failure 50 FreeFlow Content Server 51 Rete e Prestazioni FREEFLOW STREAMING 52 Distribuzione Broadcast degli Streaming Multimediali STEADYSTREAM 54 Distribuzione On-Demand 55 FreeFlow Streaming Storage 57 Servizi di Reporting EDGESUITE 59 Distribuzione di un intero sito 60 Assemblaggio Dinamico dei Contenuti CISCO CONTENT NETWORKING 62 Scenari Di Sviluppo INNOVAZIONI DELLA VERSIONE ACNS 5.X 68 Requisiti Software e Hardware 68 Content Distribution Manager 69 Acquisizione e Distribuzione dei Contenuti 70 Formato URL FUNZIONAMENTO DI ACNS 5.X 71 Content Request Routing 71 Acquisizione e Distribuzione dei Contenuti 79 Content Provider 87 Gestione della Rete ACNS TERMINOLOGIA E DEFINIZIONI 98 CAPITOLO 3. OTTIMIZZARE L INFRASTRUTTURA DI RETE CORE NETWORK TRAFFIC ENGINEERING FAST REROUTING RETE DI ACCESSO UTENTE CONTENT PROVIDER INTEGRAZIONE IN UNA CONTENT DELIVERY NETWORK EFFETTI DI RETE DEL PREFETCHING 118 CAPITOLO 4. SCENARIO DI TEST MODELLO DI DISTRIBUZIONE IN UNA CONTENT DELIVERY NETWORK STREAMING VIDEO STREAMING VIDEO IN INTERNET CODIFICATORI 127 Audio-Video bit rate 128 Tecnica di codifica 128 Dimensioni del buffer iii -

6 Indice Dettagliato Frame per Secondo 130 Distanza tra i Key Frame 130 Qualità d Immagine Uniformità Video STREAMING SERVER CODIFICHE PER LA SPERIMENTAZIONE PREPARAZIONE DEGLI STREAMING SERVER MONITORAGGIO DELLA RETE MULTI ROUTING TRAFFIC GATHER 141 Architettura e Componenti Correlati 141 Installazione 142 Abilitare il Supporto SNMP sugli Host Monitorati Estendere il Supporto SNMP sugli Host Basati su Windows (cpu, memoria, disco) 143 Configurare MRTG 144 Avviare MRTG 145 Supporto ai DataBase 146 Grafici 148 Monitorare SNMP OID Generici con MRTG STRUTTURA DELLA RETE E CARATTERIZZAZIONE DEL CARICO 151 Dispositivi Monitorati 151 Informazioni Raccolte 154 CAPITOLO 5. RISULTATI SPERIMENTALI LE LIMITAZIONE DELL ACCESSO UTENTE QOS TRA CACHE PRINCIPALE E CACHE PERIFERICA ALGORITMI DI SCHEDULING 173 First In First Out Queueing (FIFO-Q) 173 Strict Priority Queueing (PQ) 173 Weighted Fair Queueing (WFQ) 173 Class Base Weighted Fair Queueing (CBWFQ) CONTROLLO DELLA CONGESTIONE 175 Random Early Detection (RED) 175 Weigheted RED (WRED) 176 CAPITOLO 6. SCENARI E SVILUPPI TRASMISSIONE EVENTI ITINERANTI CONCLUSIONI E SVILUPPI FUTURI 180 BIBLIOGRAFIA 182 INDICE DELLE TABELLE 185 INDICE DELLE FIGURE 187 RINGRAZIAMENTI iv -

7 INTRODUZIONE Questo studio trae origine dal progetto Identification of the Technological Platforms for Scalable Content Delivery Networks, svolto da due laurendi in ingegneria, G.Sabatini (ingegneria informatica - ) e M.Canali (ingegneria elettronica - Università La Sapienza ), presso la Junior Consulting del Centro di formazione Elis, per conto di Telecom Italia Business Unit Wireline. Tale progetto era volto ad inquadrare il mercato odierno dei servizi di Content Delivery e ad individuare delle teconologie che ne ottimizzino l offerta. Grazie alle conoscenze ed all esperienza acquisite in tale contesto, è stata condotta un analisi che ha permesso di comprendere e testare alcune tecnologie fondamentali per una distribuzione ottimale dei contenuti multimediali in una Content Delivery Network. In questa tesi verranno presentate le fasi più importanti che hanno caratterizzato questo lavoro ed i risultati più significativi di alcuni test condotti sulla rete WAN sperimentale messa a disposizione da Telecom Italia (Rete Reseau). Come prima fase del progetto è stato necessario comprendere il significato delle Content Delivery Network (CDN) ed il ruolo che rivestono sul mercato [Capitolo 1]. L analisi ha condotto all individuazione di diverse entità che, secondo previsioni di mercato, saranno interessate dallo sviluppo di tale tecnologia [par.1.1]. A seguire è stata inquadrata la tecnologia CDN come alternativa alle attuali soluzioni in ambito di distribuzione delle informazioni su Internet [par.1.2] e, dopo aver compreso l utilità di tale soluzione, sono stati analizzati i più importanti fornitori in questa area, classificandoli in due categorie: chi fornisce servizi a partire dalla propria infrastruttura di rete (piattaforme outsourcing [par.1.3]) e chi fornisce sistemi che permettono la realizzazione di una CDN in-house, ossia presso i loro clienti [par.1.4]. A chiusura di questa prima fase sono state tratte alcune considerazioni sui trend del mercato e sui vantaggi che investimenti in questo settore potranno garantire, con particolare attenzione agli aspetti ed ai servizi proposti [par.1.5]. Come passo successivo si è ritenuto opportuno approfondire le offerte e le soluzioni proposte da alcune delle aziende analizzate, così da poter identificare in maniera precisa degli scenari che risultassero interessanti nell ambito di una valutazione sperimentale. In questa fase del progetto [Capitolo 2] è parso opportuno analizzare con dettaglio sia alcune delle metodologie alla base del successo di Akamai [par.2.1], ossia di una soluzione outsourcing, sia le proposte di Cisco Networking [par.2.2], che ricadono nel settore in-house

8 Introduzione A quest ultima è stata dedicata maggiore attenzione in quanto le sperimentazioni sono state condotte su apparati CISCO. L analisi approfondita di queste proposte ha accompagnato il progetto in tutta la sua durata, permettendo di comprendere sempre meglio lo scenario e le tecnologie da implementare e testare sulla rete sperimentale Reseau. Successivamente sono state identificate alcune soluzioni che permettono di ottimizzare l infastruttura di rete di una CDN [capitolo 3]. A tal riguardo sono state fatte considerazioni sull ottimizzazione della core network attraverso l introduzione della tecnologia MPLS con funzionalità di Ingegneria del traffico [par.3.1]. Si è passati poi ad affrontare, in uno scenario di QoS End-to-End, le relative opportunità nella rete di accesso sia lato utente che lato Content Provider [par.3.2]. Infine tali considerazioni sono state integrate nell infrastuttura di una CDN distribuita su scala nazionale [par.3.3]. Il passo successivo è stato quello di definire ed implementare uno scenario sperimentale sulla rete Reseau, che permettesse di emulare la distribuzione dei contenuti su di una CDN [Capitolo 4]. Innanzitutto è stato definito un modello di distribuzione da testare [par.4.1]; tale modello è stato implementato attraverso la configurazione di un sistema di distribuzione di flussi video [par.4.2]; il modello è stato analizzato attraverso opportuni sistemi di monitoraggio di rete [par.4.3]. I test condotti hanno permesso di effettuare analisi prestazionali in diversi scenari [Capitolo 5]. Dapprima sono stati analizzati i limiti dell infrastruttura nella distribuzione dei flussi da una cache periferica verso gli utenti finali [par.5.1]. Successivamente è stata valutata la trasmissione tra una cache principale ed una periferica in condizioni di congestione del canale di comunicazione tra il Core e l Edge Router interessati. In particolare sono stati comparati i comportamenti dei flussi dati tra la trasmissione su tecnologia IP rispetto a quelli su tecnologia MPLS Traffic Engineering DiffServ [par.5.2]. Il lavoro viene concluso da una sezione [Capitolo 6] che introduce un possibile modello di utilizzo di una CDN nel caso di una trasmissione live itinerante [par.6.1] e che riporta le considerazioni finali legate allo studio condotto, introducendo degli spunti per eventuali approfondimenti e lavori futuri [par.6.2]

9 Capitolo 1. LE CONTENT DELIVERY NETWORK In questo primo capitolo vengono introdotte la tecnologia Content Delivery Network (CDN) ed il ruolo che essa riveste sul mercato. Il tutto attraverso un analisi delle soluzioni che i vari competiror del settore propongono, finalizzata da un lato a comprendere i trend del mercato e dall altro all individuazione dei vantaggi che investimenti in questo settore potranno garantire. I fornitori di tali servizi (CDN Provider) sono stati classificati in piattaforme outsourcing, ovvero aziende che forniscono servizi a partire dalla propria infrastruttura di rete, e piattaforme in-house, ossia aziende che sviluppano le apparecchiature per la realizzazione di una CDN presso il cliente. 1.1 ENTITÀ E RUOLI Per analizzare lo scenario di sviluppo di una Content Delivery Network è emersa innanzitutto l importanza di definire in maniera chiara le entità in campo ed il loro ruolo [14][15]. Backbone Provider: Ente che fornisce connessioni ad elevata capacità attraverso vaste regioni. Soluzioni che ottimizzino la distribuzione dei contenuti all interno di tale organizzazione rappresentano il nucleo di questo progetto. Internet Service Provider (ISP): Ente che fornisce agli utenti l accesso alla rete Internet. Content Provider: organizzazione responsabile di fornire i contenuti, caratterizzata da aspettative come gestione e controllo dei contenuti, differenziazione, scalabilità, redditività, flessibilità, eterogeneità di dispositivi e utenze, sicurezza. Utente: l entità che vuole avere accesso ai contenuti nel rispetto di requisiti ed aspettative tra cui prestazioni, disponibilità dei contenuti, accessibilità, personalizzazione, sicurezza, privacy

10 Le Content Delivery Network Figura 1-1 Stakeholder del Content Networking Content Networking: Insieme di meccanismi che permettono di prendere decisioni sull instradamento di una comunicazione basandosi su più che semplici informazioni tecniche (come ad esempio gli indirizzo IP), ovvero sui contenuti della comunicazione stessa per garantire agli utenti ed al Content Provider il soddisfacimento completo delle loro aspettative. Content Delivery Network: Meccanismo appartenente al Content Networking, che identifica un architettura in grado di ottimizzare la richiesta e la fruizione di grandi volumi di dati e contenuti, grazie a soluzioni di edge-caching dei contenuti e re-routing delle richieste utente. PREVISIONI DI MERCATO Il 2003 era stato presentato come l anno del Content Networking. Questo veniva dedotto dalle previsioni di IDC, che, riguardo alle soluzioni di caching dei contenuti, prevedeva una crescita del 41% in Europa, contro un 3,6% dell anno Le cause di questo interesse, secondo Cisco Systems, sarebbero legate alle possibilità di migliorare la produttività degli utenti, di limitare la banda utilizzata per il trasferimento delle informazioni e di liberare risorse di rete per applicazioni avanzate come telefonia IP o streaming video. Per quanto riguarda le previsioni future, GARTNER valuta che per il 2006 le applicazioni di video live e video-on-demand interesseranno l 80% del mondo enterprise, mentre una pari percentuale di aziende avrà integrato applicazioni di multicast Ip nella propria rete. La forte crescita di contenuti evoluti è invece alla base delle previsioni di IDC per il mercato del content caching a livello di periferia delle reti trasmissive, un altro dei settori - 4 -

11 Le Content Delivery Network coinvolti nelle applicazioni di content networking. La società di analisi prevede che la crescita media del mercato europeo, fino al 2006, si attesterà intorno al 55% annuo per quel che riguarda i prodotti e intorno al 43%, sempre in ambito europeo, per quel che attiene ai fatturati. IDC mette inoltre in risalto come in Italia le utenze a larga banda abbiano superato il milione e 700mila, con un tasso di penetrazione nel primo semestre dell'anno 2003 superiore al 60%, ma il tasso di incidenza degli utenti broadband italiani sul complesso dei navigatori web risulta ancora tra i più bassi dell'unione europea. E questo il dato più significativo emerso dal rapporto su "Innovazione e tecnologie digitali in Italia" [1] presentato al Senato dal ministro dell'innovazione Lucio Stanca. A fine 2002 gli accessi a banda larga erano circa 1 milione e 80mila, di cui l'85% attraverso la tecnologia DSL. Sei mesi più tardi, erano 1 milione 730mila, con il DSL passato all'88%. Si tratta, secondo il rapporto, di un tasso di crescita nella prima parte dell'anno sopra il 60%, tra i più alti al mondo. Per quanto riguarda la diffusione dell'xdsl nel primo semestre 2003 l'italia ha registrato un incremento percentuale tra i più alti rispetto agli altri paesi dell'unione europea, al Canada e agli Usa. Questo significa che nel nostro paese la crescita delle richieste di contenuti web può solo che aumentare e, qualora i servizi offerti fossero di sensibile interesse per l utenza finale, la crescita potrebbe essere esponenziale. Durante il seminario Content Management & Portals Executive Seminar (Milano, 27/01/2004), IDC ha presentato i risultati di un indagine condotta nel 2003 riguardo l approccio nella gestione dei contenuti. Tale indagine è stata condotta su un campione di 500 imprese italiane con almeno 20 addetti e con un alto grado di informatizzazione (accesso Internet incluso), ed è stata mirata all analisi delle soluzioni di Content Management presenti nelle aziende italiane e della propensione al loro utilizzo. Secondo gli analisti IDC il Content Management è destinato a divenire uno dei principali fronti di investimento delle aziende nel prossimo futuro. Il mercato europeo delle applicazioni di Content Management vale oggi 618 milioni di Euro. IDC prevede una crescita costante fino al 2006, quando il valore di questo segmento arriverà a raggiungere i 744 milioni di Euro. Negli ultimi anni, la complessità delle informazioni, unita alla necessità di armonizzare siti web e attività on-line, ha spinto le imprese a dotarsi di politiche e strumenti per una gestione corretta e un controllo sempre più attento di documenti e dati critici. In questo scenario acquista significato una soluzione che ottimizzi la comunicazione tra locazioni geograficamente distribuite. Nello stesso contesto è stata presentata la ricerca: La nuova domanda di soluzioni di Content Management sul - 5 -

12 Le Content Delivery Network mercato italiano. Ne è risultato un settore rallentato da fattori congiunturali, ma che si prepara ad affrontare le sfide future con consapevolezza, grazie anche ad un offerta ormai più matura e rispondente alle reali esigenze di business. In questo contesto si aprono diverse opportunità per i vendor, anche se con le dovute differenze tra le aziende di piccole dimensioni e quelle medio grandi. Inoltre, un ulteriore analisi condotta da IDC Italia mostra una buona diffusione di soluzioni per la gestione di documenti e contenuti all interno del campione intervistato: circa il 28% delle imprese interpellate, infatti, si è già dotata di applicazioni di Content Management, mentre un ulteriore 25% ha in programma investimenti in quest area entro il Il primo obiettivo che le aziende intendono perseguire nel 2004 riguarda la creazione di workflow strutturati all'interno dei processi aziendali (30% degli intervistati). Tra gli obiettivi particolarmente sentiti dalle aziende italiane interpellate, una particolare importanza riveste la necessità di armonizzare la mole di archivi e database aziendali in cui risiedono contenuti e informazioni più o meno strutturati (29%). Il fattore integrazione è al centro dell attenzione delle imprese a più livelli, che mirano alla pianificazione di nuovi investimenti in Content Management, alla creazione di accessi unificati verso repository tradizionali e digitali, all armonizzazione tra le tecnologie dei portali e quelle dei sistemi di Content Management e a quella tra le soluzioni di Content Management e le altre tipologie di soluzioni presenti in azienda. In un quadro di questo tipo assume un ruolo importante il Content Networking, sia per chi ha già investito in soluzioni di Content Management, sia per chi deve ancora investire. Per grandi e medie imprese, che hanno sedi remote e su scala geografica, è infatti importante avvalersi dei vantaggi di una Content Delivery Network, la quale può assicurare buoni guadagni a fronte di un investimento iniziale che, mai come oggi, si conforma alle diverse esigenze di mercato

13 Le Content Delivery Network 1.2 CONTENT NETWORKING In genere, gli interventi tecnici mirati al miglioramento delle prestazioni di una rete in termini di erogazione dei contenuti, si concentrano sul server, o meglio su un gruppo di server di un centro servizi, che ospita un sito Web. Le tecniche più utilizzate in tema di Content Networking sono le tre dettagliate nel seguito [15]. SERVER LOAD BALANCING È un metodo abbastanza diffuso nel mondo delle reti e consiste nel distribuire il traffico tra i diversi server del centro servizi in modo trasparente agli utenti, i quali vedono un unico server virtuale. Esistono due tipologie di apparati che, analizzando le informazioni del livello cui operano, permettono che tale soluzione possa essere implementata nell ambito del Content Networking: content-unaware, o switch di livello 4 content-aware, o switch di livello 7 WEB CACHING In generale, le cache sono memorie locali che contengono copie degli oggetti con un accesso più frequente. Il Web caching può essere eseguito in tre maniere differenti: Proxy Caching gli utenti indirizzano esplicitamente le proprie richieste a questa memoria cache(1): il nome e l'indirizzo della memoria devono essere configurati nel browser. Questo metodo non è molto usato proprio perché richiede la riconfigurazione del browser. In questo scenario una Proxy cache esegue il DNS lookup a beneficio dell utente finale (2,3,4). I vantaggi di questa soluzione sono legati al fatto che la cache può essere ovunque nella rete, inoltre vi è un certo grado di sicurezza legato al fatto che solo l utente autorizzato contatta il proxy: in questa maniera è possibile utilizzare un firewall che permetta solo al proxy di attraversarlo. Le difficoltà in questo scenario Figura 1-2 Proxy Caching - 7 -

14 Le Content Delivery Network consistono nel mantenere aggiornate le cache. Transparent Caching - prevede che la rete rediriga le richieste utente ad una o più cache, tramite un cache redirector, in maniera del tutto trasparente all utente stesso (1,2). Il cache redirector richiede il contenuto direttamente al server origine ed è perciò lui stesso che esegue il DNS lookup (3,4). I benefici di questo approccio sono legati alla riduzione del traffico sulla WAN ed a migliori prestazioni percepite dall utente (5). Figura 1-3 Trasparent Caching Reverse Proxing - la Web cache viene utilizzata per ridurre il carico sul server e risiede vicino al sito del service provider, in modo tale che la richiesta arrivi direttamente alla cache del service provider (1), che redirige la richiesta al server più opportuno (2), se non ha la pagina al suo interno. In questo scenario una Proxy cache opera a beneficio del server origine e viene spesso chiamata acceleratore di sito. Tale soluzione è una maniera economica per alleggerire il carico sul server. Figura 1-4 Reverse Proxing - 8 -

15 Le Content Delivery Network CONTENT DELIVERY Una Content Delivery Network è un architettura che consente di ottimizzare la richiesta e la fruizione di grandi volumi di dati e contenuti, semplici o multimediali, dallo streaming video di qualità televisiva alla grafica, dagli aggiornamenti software ai file di grosse dimensioni [14] [15]. In pratica, il meccanismo di una CDN permette di distribuire i file con contenuti, anche multimediali, fra server all interno di una server farm o vicino all utente, e di redirigere le richieste di quest ultimo verso la sorgente migliore. Il modello di distribuzione su Internet per contenuti multimediali e Web attualmente più diffuso prevede che essi siano archiviati ed erogati a partire da uno o più server centrali, con i relativi problemi sia di fault-tolerance, disaster recovery e scalabilità per quanto riguarda i server stessi e la loro connettività, sia di performance percepita dagli utenti geograficamente distribuiti che si affiancano a diversi Internet Service Provider (ISP). Figura 1-5 Modello centralizzato di distribuzione Con la definizione collo di bottiglia si vuole indicare un componente dell infrastruttura di rete che impedisce scalabilità e prestazioni sufficienti, in rapporto alla crescita esponenziale del traffico sulla rete. I servizi di Content Delivery rompono questi colli di bottiglia, permettendo, ai Content Provider di offrire una migliore fruizione dei contenuti stessi agli utenti finali

16 Le Content Delivery Network L interconnessione tra reti eterogenee rappresenta la chiave della scalabilità di Internet, ma racchiude al suo interno quattro tipi di colli di bottiglia: First Mile, Peering Point, Backbone e Last Mile. Con First Mile si intende il canale che connette un server del Content Provider ad Internet (o alla rete di Content Distribution). Questo collo di bottiglia è perciò funzione del modello centralizzato attualmente utilizzato, inoltre comporta che la velocità con cui un utente può fruire dei contenuti ed il numero di utenti che possono fruire del servizio siano limitati dalla tipologia del First Mile utilizzato. Il secondo collo di bottiglia è rappresentato dai punti di scambio tra diverse reti. Le situazioni in cui tale limite emerge sono quelle in cui piccole e grandi reti scambiano tra loro informazioni e quindi pesanti flussi di traffico interessano un peering point tra esse. Per Backbone si intende il complesso dei canali di comunicazione fisici su cui poggia una rete. Dato l attuale modello centralizzato, il traffico Internet attraversa uno o più backbone, così che essi debbano essere in grado di assecondare la crescita del traffico. Infine vi è il limite dovuto alla capacità connettiva degli utenti, identificato come Last Mile. Un errore diffuso è quello di pensare che aumentando la capacità di accesso degli utenti si risolvano tutti i problemi legati alle prestazioni della rete: non si tiene conto dei problemi legati agli altri colli di bottiglia della rete, e, nell ambito dei servizi multimediali, anche alla effettiva potenza dei dispositivi degli utenti, non tenendo conto sia della potenza media dei client attuali sia di quelli futuri. Una soluzione finora adottata è quella che vede i Content Provider assegnare in outsourcing, ad aziende hosting provider, i propri i siti Web, o in generale, i propri contenuti. Tale soluzione risolve molti problemi, ma non quello del First Mile: il collo di bottiglia viene spostato al collegamento Internet-centro dati dell hosting provider. Questa soluzione viene incontro al problema del peering, in quanto non è più necessario un carico di traffico intenso tra le diverse reti di Internet. Ciò permette anche di ridurre le necessità in termini di backbone, così da alleviare anche questo collo di bottiglia. Il problema che rimane vivo è quello legato al Last Mile, ma la distribuzione periferica dei contenuti permette di alleviare gli altri componenti di Internet, andando incontro alle tendenze tecnologiche che vedono una crescita continua delle capacità di accesso degli utenti finali. Alcuni dei problemi legati all attuale modello centralizzato di Internet possono essere superati attraverso soluzioni di edge delivery: un modello di distribuzione dei contenuti e delle informazioni molto più scalabile. In questo modello i contenuti di ogni sito Web sono disponibili a partire da diversi server collocati alla periferia di Internet, ossia nella locazione della rete più prossima all utente. La soluzione edge delivery risolve i problemi del

17 Le Content Delivery Network First Mile eliminando il punto centralizzato che fornisce tutti i dati. Sviluppare una soluzione edge delivery introduce diverse complessità in quanto non è sufficiente sviluppare dei semplici server alla periferia della rete: sono necessarie un insieme di servizi e capacità che garantiscano una robusta infrastruttura. Le CDN permettono di risolvere i problemi legati ai colli di bottiglia mediante una rete di distribuzione costituita da "cache server" che affiancano il server centrale nella distribuzione dei contenuti stessi. Questi cache server sono distribuiti strategicamente in modo da essere collocati il più vicino possibile agli utenti o nei punti di maggior traffico. I metodi con cui viene identificato il server più prossimo all utente, e con cui vengono trasportati i dati su di esso, dipende dal singolo CDN provider, che può decidere di spostare i dati sul server locale al momento della richiesta (on-demand caching) o anticipatamente (prepositioning). Figura 1-6 Modello di una CDN I dati sono scaricati preventivamente dal server centrale ai server locali presenti presso gli ISP. Quando l utente effettuerà una richiesta per tali contenuti, questi verranno forniti direttamente dal server a lui più prossimo, evitando che il collegamento venga rallentato dai punti critici della rete Le CDN permettono inoltre di erogare contenuti anche in presenza di picchi improvvisi ed elevati di richieste, indotti sia dal legittimo uso da parte dell'utenza, sia in caso di attacchi informatici, come nel caso di Yahoo! Ed ebay nel 2001: furono prodotti elevati volumi di traffico, allo scopo di impedire il normale svolgimento del servizio, ed il tutto fu contrastato

18 Le Content Delivery Network attraverso una ripartizione intelligente delle richieste degli utenti sui diversi cache server distribuiti geograficamente. La crescita del volume delle richieste e la presenza sempre maggiore di contenuti multimediali, è in grado di mettere in crisi le architetture altamente centralizzate, tipicamente utilizzate per l attuale consegna di contenuti. Nel caso di istituzioni che vogliano permettere un rapido interscambio di informazioni, oltre ad agevolare e velocizzare le proprie attività, un servizio basato su CDN rappresenta un considerevole vantaggio, sia per i fruitori che per l istituzione stessa. È il caso, ad esempio, delle Università, che potrebbero offrire a studenti e docenti un tale servizio, rendendo disponibili su più server web appunti, pubblicazioni, slide delle lezioni, informazioni sui corsi, risultati degli esami, e poi evolvere, grazie alla pubblicazione di interi corsi per la fruizione a distanza, allo streaming audio e video di convegni e lezioni, fino ad arrivare ad un infrastruttura integrata a portale. Infine, l utilizzo di una CDN svincola il responsabile della creazione dei contenuti dal problema dell allestimento della rete di distribuzione, permettendo al Content Provider di focalizzarsi sulla propria attività

19 Le Content Delivery Network 1.3 PIATTAFORME OUTSOURCING AKAMAI Akamai Technologies, Inc. [2], società americana con sede in Cambridge (MA), è oggi il leader Internazionale per soluzioni sicure di servizi e software outsourced per infrastrutture e-business. La piattaforma Akamai per soluzioni di Content, Application e Streaming Delivery è oggi di fatto una rete mondiale che include più di server, sparsi in oltre 65 paesi presso più di 1000 punti fra ISP, reti di telecomunicazioni e POP. STRUTTURA Secondo Akamai, i requisiti fondamentali che devono essere considerati nello sviluppo di qualsiasi infrastruttura di e-business risultano essere: o Flessibilità e adattabilità, per rispondere tempestivamente a cambiamenti di strategie; o Visibilità globale, per poter estendere globalmente la soluzione; o Scalabilità, per poter rispondere a improvvisi e massicci incrementi delle richieste; o Affidabilità, anche in termini di ridondanza per poter garantire sempre la continuità di servizio; o Prestazioni, fondamentali nelle applicazioni "Web" per garantire un costante utilizzo da parte degli utenti. La soluzione odierna implementata da Akamai, è sviluppata sulla base di una architettura distribuita, divisa logicamente su più livelli ciascuno dei quali ottimizzato per uno specifico compito: o Content Generation Tier: centralmente inserito in un enterprise Data Center. La sua primaria funzione è il coordinamento delle applicazioni e la generazione dell informazione per l utenza finale. Tipicamente include application server, data e transaction server, storage management. o Integration Tier: è un livello di integrazione tra il Content Generation Tier ed il Content Delivery Tier. Fondamentalmente fornisce connettività HTTP tra le applicazioni (Application Server) ed il layer di creazione e distribuzione delle informazioni

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013 ALCATEL-LUCENT Strategie e architetture Il portfolio per le infrastrutture di rete di Alcatel-Lucent copre esigenze di rete dalla PMI sino alla grande azienda e ambienti fissi e mobili e comprende piattaforme

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

Sistema di diffusione Audio/Video su streaming.

Sistema di diffusione Audio/Video su streaming. 1 Sistema di diffusione Audio/Video su streaming. IL Progetto. Il progetto illustrato nel seguito prevede mediante la tecnologia di streaming la diffusione di audio/video su misura del cliente al 100%,

Dettagli

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Content Networking Content Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Content Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

Di seguito ci accingiamo ad analizzare le possibili configurazioni di architettura: Server singolo

Di seguito ci accingiamo ad analizzare le possibili configurazioni di architettura: Server singolo La progettazione dell architettura si concentra sulla scelta dell hardware, dell infrastruttura di rete, e dei componenti software che andranno a costituire il sistema. Gli obbiettivi tecnologici che il

Dettagli

L architettura di rete FlexNetwork

L architettura di rete FlexNetwork HP L offerta di soluzioni e servizi per il networking di HP si inserisce nella strategia che concorre a definire la visione di una Converged Infrastructure, pensata per abilitare la realizzazione di data

Dettagli

La virtualizzazione dell infrastruttura di rete

La virtualizzazione dell infrastruttura di rete La virtualizzazione dell infrastruttura di rete La rete: la visione tradizionale La rete è un componente passivo del processo che trasporta i dati meglio che può L attenzione è sulla disponibilità di banda

Dettagli

Web replication. Giuliano. Casale 06/06/2005. casale@elet.polimi.it

Web replication. Giuliano. Casale 06/06/2005. casale@elet.polimi.it Web replication 06/06/2005 Giuliano Casale casale@elet.polimi.it Web replication Soluzione server-side per permettere la scalabilitá Web: il sito Web è replicato su più server, eventualmente dislocati

Dettagli

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE [ ] Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. Arthur Charles Clarke Digitaria nel mondo Specializzata in telecomunicazioni

Dettagli

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO CARATTERISTICHE TECNICHE 2015 PAGINA 2 DI 10 DATA PRIVATE NETWORK INTRODUZIONE GENERALE Brennercom Data Private Network costituisce

Dettagli

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services with VSAT Per i clienti che operano in ambienti estremi, spesso non raggiunti dalle tradizionali reti di telecomunicazione Universat rende disponibile soluzioni VSAT (Very Small Aperture Terminal) per

Dettagli

Chi siamo Asernet dal 1995 è il partner ideale per gli enti pubblici innovativi e le aziende di successo per l innovazione tecnologica e la comunicazione istituzionale. Un team di professionisti esperti

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio SkyMeeting TM è un servizio di videocomunicazione interattiva web-based che consente di comunicare ed interagire in tempo

Dettagli

Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia. Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con:

Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia. Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con: Indagine sulla Banda larga nel segmento business in Italia Indagine promossa da Federcomin e Assinform e realizzata con: IL MERCATO DELL OFFERTA 23 gennaio 2003 Slide 1 L estensione della fibra ottica

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 11 Martedì 14-04-2015 1 Esempio di uso di proxy Consideriamo

Dettagli

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro 10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro Con l intelligenza applicativa dei firewall di nuova generazione e la serie WAN Acceleration Appliance (WXA) di SonicWALL Sommario Ottimizzazione sicura

Dettagli

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Elena Vaciago Senior Associate Consultant IDC Italia ICT4Green Conference Nhow Hotel, Milano 17 Febbraio 2009

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR.

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. 1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. Il sistema satellitare D-STAR è una rete di terminali VSAT (Very Small Aperture Terminal) con topologia a stella, al centro della quale è presente un HUB satellitare

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS

CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS CONTENT DISTRIBUTION NETWORKS Definizione (CDN): Le reti per la distribuzione di contenuto o CDN sono delle strutture, operanti sulla rete Internet, in grado di consegnare o distribuire contenuti statici

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO CHI SIAMO Workablecom è una Software House nata a Lugano con sede in Chiasso ed operante in tutto il Canton Ticino. E un System Integrator che crea e gestisce soluzioni

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

CASE STUDY N#1. Deploy e automazione di un applicazione scalabile con il supporto di SaltStack per Corley

CASE STUDY N#1. Deploy e automazione di un applicazione scalabile con il supporto di SaltStack per Corley CASE STUDY N#1 Deploy e automazione di un applicazione scalabile con il supporto di SaltStack per Corley Enter srl - ISO 9001/27001 Quality System Certification - All rights reserved - www.entercloudsuite.it

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso RETELIT Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.9 Innovare la comunicazione aziendale

Dettagli

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E LA MOBILITÀ WLAN La mobilità aziendale non è più una frontiera tecnologica, ma una concreta necessità per competere ed essere

Dettagli

Flessibilità e Sicurezza Tecnologica per il Lavoro e la Sperimentazione delle Imprese

Flessibilità e Sicurezza Tecnologica per il Lavoro e la Sperimentazione delle Imprese INCUBATORI OMC E LIB Flessibilità e Sicurezza Tecnologica per il Lavoro e la Sperimentazione delle Imprese ASNM e i servizi di incubazione Agenzia Sviluppo Nord Milano (ASNM) è una società mista, a prevalente

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Martedì 1-04-2014 1 Applicazioni P2P

Dettagli

DatavenetaBC. Note tecniche del servizio. edizione 2015 PERSONAL COMPUTER - SERVER - RETI - VPN - SICUREZZA & PRIVACY

DatavenetaBC. Note tecniche del servizio. edizione 2015 PERSONAL COMPUTER - SERVER - RETI - VPN - SICUREZZA & PRIVACY SEDE DI TREVISO Via Mattei, 2 31030 Casier (TV) Tel: 0422.381109 Fax: 0422.1833029 Web:www.dataveneta.it Assistenza: assistenza@dataveneta.it Commerciale:preventivi@dataveneta.it DatavenetaBC Cloud Computing

Dettagli

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM.

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM. 1 Prodotto Open Text Fax Sostituisce gli apparecchi fax e i processi cartacei inefficaci con la consegna efficace e protetta di documenti elettronici e fax utilizzando il computer Open Text è il fornitore

Dettagli

Content Distribution Networks Digital Rights Management

Content Distribution Networks Digital Rights Management Content Distribution Networks Digital Rights Management Content Distribution Networks Digital Rights Management Angelo Duilio Tracanna LabOne Italia S.r.l. Amministratore Delegato angelo.tracanna@labone.net

Dettagli

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER MANAGED OPERATIONS LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER I Data Center di Engineering, grazie alle migliori infrastrutture e tecnologie, garantiscono i più elevati standard di sicurezza, affidabilità ed efficienza.

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

Ricca - Divisione I.T.

Ricca - Divisione I.T. Ricca - Divisione I.T. Information Technology & Security Partner Profilo B.U. e Offerta Servizi Ricca Divisione I.T. Information Technology & Security Partner La Mission La nostra missione è divenire il

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS La Direzione Managed Operations offre servizi tecnologici ed infrastrutturali per tutti i settori di mercato del Gruppo Engineering, con un ampio spettro di soluzioni,

Dettagli

Servizi Media. *Sono i vostri contenuti mantenetene il controllo

Servizi Media. *Sono i vostri contenuti mantenetene il controllo Servizi Media * *Sono i vostri contenuti mantenetene il controllo Rimanete in controllo dei vostri contenuti grazie alla più grande rete per soluzioni multimediali in Europa I contenuti non sono mai stati

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7400

Centralino telefonico OfficeServ 7400 Centralino telefonico OfficeServ 7400 Samsung OfficeServ 7400 è il sistema di comunicazione all-in-one dedicato alle aziende di medie e grandi dimensioni che necessitano di soluzioni semplici ed integrate

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC Soluzioni per le PMI Windows Server 2012 e System Center 2012 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente

Dettagli

Content Distribution Networks Digital Rights Management

Content Distribution Networks Digital Rights Management Content Distribution Networks Digital Rights Management Angelo Duilio Tracanna LabOne Italia S.r.l. Amministratore Delegato angelo.tracanna@labone.net 23 Novembre 2005 LabOne Stati uniti Brasile Italia

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7200

Centralino telefonico OfficeServ 7200 Centralino telefonico OfficeServ 7200 Samsung OfficeServ 7200 costituisce un unica soluzione per tutte le esigenze di comunicazione di aziende di medie dimensioni. OfficeServ 7200 è un sistema telefonico

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO

MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO Ordine degli Studi a.a. 20/202 MASTER DI II LIVELLO IN ESPERTO DI NETWORKING E RETI IP MULTISERVIZIO L Università degli Studi dell Aquila, in collaborazione con Reiss Romoli, propone la riedizione del

Dettagli

Image Manager. Miliardi di documenti Acquisire. Consultare Proteggere. Supporto al processo decisionale, ovunque

Image Manager. Miliardi di documenti Acquisire. Consultare Proteggere. Supporto al processo decisionale, ovunque Miliardi di documenti Acquisire Consultare Proteggere Supporto al processo decisionale, ovunque pagina 2 L efficacia del vostro business dipende da decisioni prese in modo accurato. E le decisioni dipendono

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag.

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Milano, ottobre 2004 1 La società e le sue attività Presente

Dettagli

Video Comunicazione su Rete Internet

Video Comunicazione su Rete Internet Video Comunicazione su Rete Internet 1 Introduzione alla comunicazione video su rete Internet. La rapida evoluzione dell Information Technology negli ultimi anni ha contribuito in maniera preponderante

Dettagli

INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA...

INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA... CAPITOLATO TECNICO Appendice 1 DESCRIZIONE TECNICA DEGLI ATTUALI SISTEMI ED AMBIENTI E DEI RELATIVI PRODOTTI SOFTWARE COSTITUENTI LO SCENARIO TECNOLOGICO DI RIFERIMENTO Pagina 1 INDICE 1 PREMESSA... 3

Dettagli

SOLUZIONI DI MEMORIZZAZIONE INNOVATIVE PER LE AZIENDE

SOLUZIONI DI MEMORIZZAZIONE INNOVATIVE PER LE AZIENDE SOLUZIONI DI MEMORIZZAZIONE PER LE AZIENDE SOLUZIONI DI MEMORIZZAZIONE INNOVATIVE PER LE AZIENDE PANORAMICA SUI PRODOTTI Le soluzioni Network Appliance, che includono prodotti hardware, software e servizi,

Dettagli

Master di II livello. Networking e Reti IP multiservizio. Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it

Master di II livello. Networking e Reti IP multiservizio. Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it Master di II livello Networking e Reti IP multiservizio Coordinatore del Master Prof. Fabio Graziosi fabio.graziosi@univaq.it Master Networking e Reti IP multiservizio L Università degli Studi dell Aquila,

Dettagli

Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata

Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Sistemi Web distribuiti geograficamente e sistemi per Web content delivery Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Delivery su scala geografica Il content/service provider ha due possibilità

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti.

Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti. Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti. La 3S Telematica offre servizi di consulenza, progettazione, realizzazione e gestione di reti informatiche con particolare risvolto legato alla

Dettagli

RETI PRIVATE VIRTUALI: STATO DELL ARTE E SCENARI EVOLUTIVI

RETI PRIVATE VIRTUALI: STATO DELL ARTE E SCENARI EVOLUTIVI RETI PRIVATE VIRTUALI: STATO DELL ARTE E SCENARI EVOLUTIVI Nell ambito delle tecnologie e dei sistemi per l utilizzo sicuro dei sistemi informatici in rete, quello delle reti private virtuali, o VPN (Virtual

Dettagli

quanto è veloce la tua infrastruttura cloud?

quanto è veloce la tua infrastruttura cloud? m arz o 2 0 14 Nel complesso scenario delle variegate offerte cloud risulta spesso difficile comprendere le reali differenze in termini di prezzi, prestazioni, affidabilità e clausole dei contratti di

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. IBM and Business

Dettagli

Brochure Cisco Security

Brochure Cisco Security Brochure Cisco Security La sicurezza oggi è ancora più importante Gli approcci tradizionali alla sicurezza avevano un solo scopo: proteggere le risorse in rete da rischi e malware provenienti dall esterno.

Dettagli

Software Defined Networks di Riccardo Florio

Software Defined Networks di Riccardo Florio Software Defined Networks di Riccardo Florio Dopo anni di innovazioni tecnologiche, che si sono orientate fondamentalmente verso l'incremento di prestazioni prima e di funzionalità successivamente, i trend

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

Offerta SUPERStreaming

Offerta SUPERStreaming (allegato B) Offerta SUPERStreaming - Introduzione Unitedcom ha la missione di soddisfare le esigenze di business delle aziende, migliorandone le performance grazie a servizi innovativi di gestione delle

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

LINKSYS LANCIA LINKSYS ONE, SOLUZIONE PER LE COMUNICAZIONI AZIENDALI COMPLETA, SEMPLICE E ACCESSIBILE PER LE PICCOLE IMPRESE

LINKSYS LANCIA LINKSYS ONE, SOLUZIONE PER LE COMUNICAZIONI AZIENDALI COMPLETA, SEMPLICE E ACCESSIBILE PER LE PICCOLE IMPRESE Ufficio Stampa: Investor Relations: Linksys Fleishman Hillard Italia Cisco Melodie Testelin Francesca Tolimieri/Laura Meroni Ken Bond +00 33 1 58 04 31 02 + 39 02 318041 +14085266001 mtestelin@cisco.com

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

Un caso di successo: TIM

Un caso di successo: TIM Un caso di successo: TIM Flavio Lucariello Servizi Informatici/Architettura TIM Coordinatore Progettazione Reti Aziendali Presenza TIM nel Mondo Case Study Iniziativa TIM Italia per la creazione di un

Dettagli

INTERNET INTRANET EXTRANET

INTERNET INTRANET EXTRANET LEZIONE DEL 17/10/08 Prof.ssa Antonella LONGO In un sistema WEB possono esserci tre configurazioni possibili: internet, intranet ed extranet. La differenza viene fatta dalla presenza o meno di firewall

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Le soluzioni Cisco di business continuity

Le soluzioni Cisco di business continuity Le soluzioni Cisco di business continuity Un efficace piano di business continuity dovrebbe includere: Analisi del rischio: analisi dei processi produttivi, costi dei downtime e del ripristino Piano di

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 http://www.sinedi.com ARTICOLO 18 DICEMBRE 2007 LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 Come ogni anno, Gartner, la società americana di ricerche e d informazione sulle tecnologie, ha identificato dieci

Dettagli

CONEXANT ANNUNCIA L ACQUISIZIONE DI NETPLANE SYSTEMS, PRODUTTORE LEADER DI SOFTWARE DI RETE CARRIER-CLASS PER INFRASTRUTTURE INTERNET

CONEXANT ANNUNCIA L ACQUISIZIONE DI NETPLANE SYSTEMS, PRODUTTORE LEADER DI SOFTWARE DI RETE CARRIER-CLASS PER INFRASTRUTTURE INTERNET CONEXANT ANNUNCIA L ACQUISIZIONE DI NETPLANE SYSTEMS, PRODUTTORE LEADER DI SOFTWARE DI RETE CARRIER-CLASS PER INFRASTRUTTURE INTERNET L acquisizione accelererà l ingresso di Conexant nel mercato del network

Dettagli

Cloud - + = complessità produttività risparmio

Cloud - + = complessità produttività risparmio Cloud - + = complessità produttività risparmio 1 Introduzione. Nel 1969, Leonard Kleinrock, uno degli scienziati a capo dell'arpanet project (Advanced Research Projects Agency Network), progetto che mise

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Legnano, 24 maggio 2012 Risorse computazionali 2041 The Time, 2011 I nuovi dispositivi Videocamera Console

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7200

Centralino telefonico OfficeServ 7200 Centralino telefonico OfficeServ 7200 Samsung OfficeServ 7200 Lite è un sistema di comunicazione ideale per aziende di medie dimensioni. OfficeServ 7200 Lite introduce una soluzione All-in-One che realizza

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti. 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti. 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo I Sistemi Distribuiti Un Sistema Distribuito è un insieme di processori indipendenti

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

Ritardi e perdite di pacchetti Caso di studio: la rete FastWeb

Ritardi e perdite di pacchetti Caso di studio: la rete FastWeb Ritardi e perdite di pacchetti Caso di studio: la rete FastWeb Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

La trasformazione in atto nei Data center

La trasformazione in atto nei Data center La trasformazione in atto nei Data center Data Center Hands On Milano, 13 marzo 2012 Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it I nuovi dispositivi Videocamera Console & Player Tablet Smart TV Dual screen

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione. Allegato A CAPITOLATO TECNICO. 1 di 23

Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione. Allegato A CAPITOLATO TECNICO. 1 di 23 Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato A CAPITOLATO TECNICO 1 di 23 INDICE PREMESSA... 4 RIFERIMENTI... 4 1. Servizi di Trasporto Always On Flat Accessi Asimmetrici

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Contact Center. solutions

Contact Center. solutions Contact Center solutions Rafforzate le relazioni con i clienti e proteggete i profitti Il contact center è l interfaccia principale che la vostra organizzazione presenta alla sua risorsa più preziosa:

Dettagli

Realizzazione di una rete dati IT

Realizzazione di una rete dati IT Realizzazione di una rete dati IT Questo documento vuole semplicemente fornire al lettore un infarinatura di base riguardo la realizzazione di una rete dati. Con il tempo le soluzioni si evolvono ma questo

Dettagli

Progettazione Reti IP. Corso Progetto di Impianti

Progettazione Reti IP. Corso Progetto di Impianti Progettazione Reti IP Corso Rete Pubblica IP Driver della progettazione della rete pubblica IP Piano di sviluppo elaborato sulla base dei programmi commerciali definiti dalle forze di Vendita; Stato di

Dettagli

Siamo presenti in diversi mercati, con offerte verticalizzate e ottimizzate sui settori di competenza.

Siamo presenti in diversi mercati, con offerte verticalizzate e ottimizzate sui settori di competenza. + = SLAM NOC SOC Streaming Consulting Telecoms & Media Aereospace & Defence Government 3D Simulation DSM Energy & Industries Finance Fashion SLAM Consulting SLAM Consulting Siamo presenti in diversi mercati,

Dettagli

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI LA TUA GUIDA NELLE TELECOMUNICAZIONI TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI Operatore pubblico. ST è titolare

Dettagli

SISTEMA DI PREFETCHING CLIENT-SIDE PER TRAFFICO WEB

SISTEMA DI PREFETCHING CLIENT-SIDE PER TRAFFICO WEB UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Progetto per il corso di Ingegneria del Web SISTEMA DI PREFETCHING CLIENT-SIDE PER

Dettagli

CLUSIT- Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica

CLUSIT- Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica CLUSIT- Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica Focus sulla fornitura MSSP e Servizi SOC Il caso I.NET, gruppo British Telecommunications Plc Stefano Quintarelli 16 giugno, 2003 I.NET Nata nel

Dettagli

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione BANCA VIRTUALE/1 Il termine indica un entità finanziaria che vende servizi finanziari alla clientela tramite le tecnologie dell informazione e della comunicazione, senza ricorrere al personale di filiale

Dettagli