La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione"

Transcript

1 La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione Avvocato Gianluca Lo Bianco Direttore Analisi Giuridiche e Contenzioso ENAC

2 Il Reg. (CE) n. 261/2004 Il reg. (CE) n. 261/2004 dell 11 febbraio 2004 ha disposto una rafforzata protezione dei passeggeri coinvolti in disservizi del trasporto aereo prevedendo, a carico dei vettori, un obbligo standardizzato di assistenza gratuita nei confronti di tutti i passeggeri coinvolti in una serie di eventi come negato imbarco cancellazione del volo ritardo prolungato e, nei casi previsti, anche nell offerta di una compensazione pecuniaria. 1

3 Fonti A integrazione della disciplina dettata dal codice civile in ordine alla responsabilità del vettore aereo (art c.c.) le disposizioni dettate nella parte aeronautica del codice della navigazione (artt. 941 e ss.), recentemente riformata; in particolare art. 947 c. nav. impedimenti del vettore. 2

4 Art. 947 c. nav. impedimenti del vettore L art. 947 c. nav., in caso di inadempimento del vettore, riconosce al passeggero i diritti previsti dalla normativa comunitaria in caso di negato imbarco, di soppressione o ritardo nella partenza, di interruzione del viaggio, anche per cause di forza maggiore. La predetta norma individua, inoltre, nell ENAC l organismo responsabile dell applicazione della normativa comunitaria che disciplina anche le modalità di presentazione dei reclami da parte dei passeggeri e irroga le sanzioni amministrative previste per legge. 3

5 Limitazione degli obblighi L unica fattispecie in cui è prevista una limitazione degli obblighi che incombono sul vettore aereo operativo è riconducibile ai casi in cui un evento è dovuto a circostanze eccezionali, come peraltro previsto dalla Convenzione di Montreal. 4

6 Definizione delle circostanze eccezionali Tuttavia, come è facile immaginare, considerata la eterogeneità della categoria circostanze eccezionali, sono sorti forti contrasti sull applicabilità di tale fattispecie. In merito, ai fini dell esegesi di tale disposizione, bisogna innanzitutto muovere dal considerando n. 14 del reg. (CE) n. 261/2004 che, richiamando la Convenzione di Montreal, definisce le circostanze eccezionali: instabilità politica; condizioni meteorologiche incompatibili con l effettuazione del volo in questione; rischi per la sicurezza; improvvise carenze del volo sotto il profilo della sicurezza; scioperi che si ripercuotono sull attività di un vettore aereo operativo. 5

7 Obbligo standardizzato di assistenza gratuita Il reg. (CE) n. 261/2004 predispone una rafforzata protezione dei passeggeri coinvolti in disservizi del trasporto aereo prevedendo, a carico dei vettori aerei, un obbligo standardizzato di assistenza gratuita nei confronti di tutti i passeggeri coinvolti nel disservizio. Tale assistenza consiste in offerta di ristoro, pernottamento, voli alternativi, rimborso di biglietto e, nei casi previsti, anche nell offerta di una compensazione pecuniaria. 6

8 Carta dei Diritti del Passeggero ENAC Stilata per la prima volta nel 2001 è arrivata ora in Italia alla 6 a edizione. È una sintesi ed una guida di riferimento alla normativa in materia di trasporto aereo, che aiuta il passeggero a muoversi in caso di disservizi. L ultima edizione tiene conto, tra l'altro, delle disposizioni europee sui diritti dei passeggeri diversamente abili, delle normative in materia di sicurezza e sorveglianza sugli operatori, del regolamento per il trasporto dei liquidi a bordo degli aeromobili, nonché della recente sentenza della Corte di Giustizia Europea del novembre 2009 sul risarcimento ai passeggeri in caso di ritardo prolungato. 7

9 ENAC organismo responsabile dell applicazione delle sanzioni In Italia, a seguito di legge delega 18 aprile 2005, n. 62, veniva adottato il d. lgs. 27 gennaio 2006, n. 69, recante «disposizioni sanzionatorie per le violazioni al reg. (CE) n. 261/2004» e col quale si individuava nell ENAC l Organismo responsabile dell applicazione delle sanzioni medesime. 8

10 Art. 12 del reg. n. 261/2004 Come si evince dalla semplice lettura dell art. 12 del reg. (CE) n. 261/04, al passeggero è riconosciuto il diritto ad ottenere un risarcimento c.d. supplementare ossia ulteriore rispetto a quello previsto dalla disciplina comunitaria. Lo scopo della disciplina comunitaria è quello di assicurare una tutela minima a favore del passeggero che non condizioni, in alcun modo, la possibilità di ottenere ulteriori somme. 9

11 Giurisprudenza della Corte di Giustizia 10

12 Linee guida della Corte di Giustizia su responsabilità del vettore La Corte di Giustizia, con una decisione che ha avuto una larga eco tra gli interpreti, ha tracciato una sorta di linee guida rispetto all estensione della sfera di responsabilità del vettore nel verificarsi di circostanze eccezionali che possano incidere sulla sicurezza dei voli (Corte Giust. CE Sez. IV 22 dicembre 2008, n. 549). Elenco contenuto nel considerando 14 è meramente indicativo. Problema tecnico emerso nel corso di una manutenzione o la carenza di manutenzione di un aeromobile non è circostanza eccezionale. 11

13 Art. 5, 3: obbligo di assistenza del vettore Peraltro, tali circostanze eccezionali rilevano solo ai fini della corresponsione della compensazione pecuniaria dovuta in caso di cancellazione del volo, come previsto nell art. 5, 3, a nulla rilevando rispetto agli obblighi di assistenza che il vettore è sempre ed in ogni caso tenuto ad adempiere, quali l avviso in tempo utile ai passeggeri della cancellazione del volo e la riprotezione su altro volo o il rimborso del biglietto. 12

14 Ritardo nel trasporto aereo e diritto alla compensazione pecuniaria Corte di Giustizia UE, Grande Sez., 23 ottobre 2012, Cause C- 581/10 e C-629/10 Precedenti Sentenza Sturgeon (C. Giust. UE 19 novembre 2009) I passeggeri dei voli ritardati che raggiungono la loro destinazione finale tre ore o più dopo l orario di arrivo originariamente previsto hanno diritto alla compensazione pecuniaria (importo compreso tra 250 e 600 Euro in ragione della lunghezza della tratta), salvo che il ritardo sia dovuto a circostanze eccezionali. 13

15 Equiparazione del disagio subito in caso di ritardo prolungato e cancellazione del volo In base al principio della parità di trattamento, i passeggeri di voli ritardati e quelli di voli cancellati devono essere considerati in situazioni paragonabili ai fini della compensazione pecuniaria prevista dal reg. (CE) n. 261/04; Tali passeggeri subiscono un disagio simile, ossia una perdita di tempo pari o superiore a tre ore rispetto alla programmazione originaria del loro volo; Esclusione se il ritardo prolungato è dovuto a circostanze eccezionali. 14

16 Corte di Giustizia dell Unione Europea (Terza Sezione) Sentenza nella causa C-139/11 22 novembre 2012 Compensazione e assistenza ai passeggeri - Negato imbarco, cancellazione del volo Ritardo prolungato Termine di ricorso Nessuna disposizione del regolamento 261/2004 precisa il termine entro il quale devono essere promosse le azioni dirette ad ottenere il rispetto dei diritti garantiti da detto regolamento. Il termine entro il quale devono essere promosse le azioni dirette ad ottenere il versamento delle compensazioni previste dagli articoli 5 e 7 del regolamento 261/2004 è determinato dal diritto nazionale di ciascuno Stato membro. Per l Italia l insegnamento della Corte non conduce ad applicare un termine diverso da quello fissato dalla Convenzione di Montreal (2 anni) stante il rinvio operato in generale dall art. 941 c. nav. e, in particolare, dell art. 949-ter c. nav. in materia di prescrizione. 15

17 Corte di Giustizia dell Unione Europea (Terza Sezione) Sentenza nella causa C-12/11 31 gennaio 2013 Nozione di circostanze eccezionali Obbligo di prestare assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione di un volo per circostanze eccezionali Sussiste Circostanze eccezionali: fuori dalla norma, circostanze che sfuggono all effettivo controllo per la loro natura o per la loro origine. Le circostanze eccezionali esimono il vettore aereo dal suo obbligo di corrispondere la compensazione pecuniaria, ma grava sul vettore l obbligo di prestare assistenza a prescindere da quale sia l evento che ha causato la cancellazione del volo. Non vi è alcuna limitazione, né temporale né pecuniaria, in caso di circostanze eccezionali, dall obbligo del vettore aereo di prestare assistenza ai passeggeri. Diritto del passeggero al rimborso della somma che, alla luce delle circostanze del caso concreto, risultano necessarie, appropriate e ragionevoli. 16

18 Corte di Giustizia dell Unione Europea (Grande Sezione) Sentenza nella causa C-11/11 26 febbraio 2013 Volo con una o più coincidenze Riscontro ritardo all arrivo della destinazione finale Ritardo di durata pari o superiore a tre ore Sentenza Sturgeon - Diritto dei passeggeri a compensazione pecuniaria Ritardo di un volo non è di per sé oggetto di alcuna definizione contenuta nell art. 2 del regolamento 261/2004. In caso di volo con una o più coincidenze, ai fini della compensazione pecuniaria, è determinante soltanto il ritardo riscontrato rispetto all orario di arrivo previsto alla destinazione finale. La compensazione pecuniaria non è subordinata al ritardo nella partenza (art. 6 regolamento 261/2004). 17

19 Corte di Giustizia dell Unione Europea (Nona Sezione) Sentenza nella causa C-452/13 4 settembre 2014 Diritto a compensazione pecuniaria in caso di ritardo prolungato di un volo ovvero di durata pari o superiore a tre ore Durata del ritardo Nozione di orario di arrivo Orario di arrivo effettivo Per determinare l entità del ritardo subito dai passeggeri di un volo Apertura di almeno uno dei portelloni dell aeromobile Passeggeri possono lasciare il velivolo. 18

20 Corte di Giustizia dell Unione Europea (Quinta Sezione) Ordinanza nella causa C-394/14 14 novembre2014 Diritto a compensazione pecuniaria in caso di ritardo prolungato di un volo ovvero di durata pari o superiore a tre ore- Circostanze eccezionali I problemi tecnici possono essere considerati circostanze eccezionali, a condizione che siano collegati a un evento che non è inerente al normale esercizio dell attività del vettore aereo e che sfugge al suo effettivo controllo L urto di una scaletta mobile d imbarco deve essere considerato un evento inerente al normale esercizio dell attività del vettore aereo 20

21 Conclusioni - Considerazioni La tutela dei diritti del passeggero: 1) il reg. 261/04 ha realizzato un vero e proprio Statuto dei diritti del passeggero; 2) in caso di cancellazione del volo o ritardo prolungato, ove non ricorrano circostanze eccezionali, si determina una presunzione di colpa in capo al vettore che può essere vinta da quest ultimo solo ove riesca a dimostrare che tali circostanze esulino dalla propria sfera di controllo. 21

22 Approfondimenti Gianluca Lo Bianco, Le sanzioni amministrative per violazione dei diritti degli utenti-passeggeri in Le sanzioni in materia di trasporto marittimo, aereo, terrestre e Codice della strada, Torino, G. Giappichelli Editore,

Ordinanza. Contesto normativo. 3 I considerando 14 e 15 del regolamento n. 261/2004 enunciano quanto segue:

Ordinanza. Contesto normativo. 3 I considerando 14 e 15 del regolamento n. 261/2004 enunciano quanto segue: Corte di Giustizia UE, Quinta Sezione, ordinanza 14 novembre 2014, causa C-394/14 (*) «Rinvio pregiudiziale Regolamento di procedura Articolo 99 Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Ritardo prolungato

Dettagli

NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014

NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014 NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014 : I DIRITTI DEI PASSEGGERI NELL ESPERIENZA ITALIANA SOMMARIO (I) Premessa... 1 (II) Il giudice competente per territorio...

Dettagli

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI Il pacchetto turistico così come definito dal Codice del Turismo è la combinazione di almeno due elementi, tra i quali quello principale è sicuramente rappresentato

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE. (Quinta Sezione) 14 novembre 2014. Nella causa C-394/14. contro. LA CORTE (Quinta Sezione),

ORDINANZA DELLA CORTE. (Quinta Sezione) 14 novembre 2014. Nella causa C-394/14. contro. LA CORTE (Quinta Sezione), ORDINANZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 14 novembre 2014 «Rinvio pregiudiziale Regolamento di procedura Articolo 99 Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Ritardo prolungato di un volo Diritto dei

Dettagli

TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO

TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO Roma, 18 novembre 2010 Norme di riferimento Regolamento (CE) n. 889/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo QUALI TUTELE SONO PREVISTE IN CASO DI CANCELLAZIONE DEL VOLO? (Regolamento 281/2004) RIMBORSO del prezzo del biglietto

Dettagli

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006

Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006 Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006 DECRETO LEGISLATIVO 27 gennaio 2006, n.69 Disposizioni sanzionatorie per la violazione del Regolamento (CE) n. 261/2004 che istituisce regole comuni in materia

Dettagli

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI TRASPORTO AEREO Il contratto di trasporto aereo è un contratto per adesione (1341-1342 cod.civ.): il passeggero accetta in blocco le condizioni generali riprodotte in uno schema negoziale uniforme. - Il

Dettagli

CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13

CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13 CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13 «Rinvio pregiudiziale - Trasporto aereo - Regolamento (CE) n. 261/2004 - Articoli 2, 5 e 7 - Diritto a compensazione pecuniaria in caso

Dettagli

Trasporto aereo di persone

Trasporto aereo di persone Trasporto aereo di persone ART. 1678 c.c. delinea la figura generale valida per qualsiasi tipo di trasporto ART. 940 cod. nav.. DISCIPLINA IL SOTTOTIPO Contratto di trasporto di persone per via aerea e

Dettagli

fenomeno dell overbooking

fenomeno dell overbooking Overbooking È una tecnica di vendita in forza della quale i vettori di linea accettano prenotazioni per un numero di passeggeri superiore a quello che può essere trasportato dall aeromobile fenomeno dell

Dettagli

Volo cancellato o ritardo aereo: la compagnia deve indennizzare il passeggero salvo 'circostanze eccezionali'

Volo cancellato o ritardo aereo: la compagnia deve indennizzare il passeggero salvo 'circostanze eccezionali' Volo cancellato o ritardo aereo: la compagnia deve indennizzare il passeggero salvo 'circostanze eccezionali' Per la Corte europea, anche in caso di problemi tecnici imprevisti, la compagnia è tenuta all'indennizzo,

Dettagli

A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE

A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE Il complesso mondo dei trasporti, per la sua transnazionalità,

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO AMBITO DI APPLICAZIONE ED INFORMAZIONI ESSENZIALI Il trasporto aereo è regolato dalla normativa comunitaria e dalle convenzioni internazionali applicabili nonché dal Codice

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Articoli 6 e 7 Volo con una o più coincidenze Riscontro di un ritardo all arrivo

Dettagli

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 Questo avviso contiene importanti informazioni in merito ai diritti dei passeggeri

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*) «Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Art. 5 Compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione del volo Esonero dall

Dettagli

Overbooking e negato imbarco

Overbooking e negato imbarco IL TRASPORTO AEREO Prenotazione e tariffe I voli sono classificabili in voli di linea, previsti dagli orari delle compagnie aeree, e voli "charter", ossia voli a carattere occasionale noleggiati da organizzazioni

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 31 gennaio 2013 *

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 31 gennaio 2013 * SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 31 gennaio 2013 * «Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Nozione di circostanze eccezionali Obbligo di prestare assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione

Dettagli

Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore

Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore Abstract Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore 09 maggio

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Parte Prima I SERVIZI TURISTICI Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO 1. Il viaggio e le sue trasformazioni: da semplice trasporto di persone ad attività turistica. Il viaggio

Dettagli

CT 49012/11 Avv. Ferrante CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA OSSERVAZIONI del GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA, in persona dell Agente designato

CT 49012/11 Avv. Ferrante CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA OSSERVAZIONI del GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA, in persona dell Agente designato CT 49012/11 Avv. Ferrante CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA OSSERVAZIONI del GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA, in persona dell Agente designato per il presente giudizio, domiciliato presso l Ambasciata

Dettagli

Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261

Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261 Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261 Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio dell'11 febbraio 2004 che istituisce regole comuni in materia

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 17.2.2004 L 46/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) N. 261/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'11 febbraio 2004 che istituisce regole

Dettagli

L attore ha prenotato un volo previsto per il 20 dicembre 2005 da Shanghai (Cina) a Barcellona (Spagna).

L attore ha prenotato un volo previsto per il 20 dicembre 2005 da Shanghai (Cina) a Barcellona (Spagna). Corte di Giustizia UE: trasporto aereo, cancellazione del volo, termine per proporre ricorso e responsabilità dei vettori per perdita dei bagagli Nota a Corte di Giustizia dell Unione Europea, Sentenza

Dettagli

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Finnair Oyj contro Timy Lassooy

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Finnair Oyj contro Timy Lassooy Page 1 of 12 CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C-22/11 Finnair Oyj contro Timy Lassooy [domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Korkein oikeus (Finlandia)]

Dettagli

Oggetto: definizione della controversia XXX/ OKCOM XXX.

Oggetto: definizione della controversia XXX/ OKCOM XXX. Determinazione dirigenziale n. 15 del 24 dicembre 2014 Oggetto: definizione della controversia XXX/ OKCOM XXX. IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i.,

Dettagli

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS Dal 1 marzo 2013 è in vigore il Regolamento (UE) n. 181/2011, che stabilisce i diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus, prevedendo,

Dettagli

Anna Teresa Paciotti. Conclusioni dell Avvocato Generale. Yves Bot. presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C 22/11. Finnair Oyj. contro.

Anna Teresa Paciotti. Conclusioni dell Avvocato Generale. Yves Bot. presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C 22/11. Finnair Oyj. contro. Compensazione per negato imbarco Il negato imbarco non può essere ragionevolmente giustificato invocando circostanze eccezionali Conclusioni dell Avvocato Generale Yves Bo tpresentate il 19 aprile 2012

Dettagli

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce!

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce! Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus L Europa ci unisce! Se viaggi in Aereo I principali diritti dei passeggeri: Persone con disabilità e a mobilità ridotta Imbarco negato Cancellazione Lunghi ritardi

Dettagli

Autorità di Regolazione dei Trasporti: dal 4 luglio in vigore il Regolamento sulla tutela dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

Autorità di Regolazione dei Trasporti: dal 4 luglio in vigore il Regolamento sulla tutela dei passeggeri nel trasporto ferroviario. Autorità di Regolazione dei Trasporti: dal 4 luglio in vigore il Regolamento sulla tutela dei passeggeri nel trasporto ferroviario. Con la emanazione del Regolamento (CE ) n. 1371/2007 (entrato in vigore

Dettagli

Esclusione della responsabilità del vettore aereo per inadempimento all obbligo di trasporto di passeggeri

Esclusione della responsabilità del vettore aereo per inadempimento all obbligo di trasporto di passeggeri Esclusione della responsabilità del vettore aereo per inadempimento all obbligo di trasporto di passeggeri SOMMARIO: 1. Norme regolatrici della responsabilità del vettore aereo. - 2.Segue. Il Regolamento

Dettagli

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei 2 A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei principali aeroporti italiani, l ENAC, Ente Nazionale per l Aviazione Civile, ha provveduto a congelare alla compagnia MyAir la licenza, in base

Dettagli

LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010

LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010 LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010 Le altre novità dell articolo 10 del D.L.78/2009 Numerose le modifiche tributarie introdotte dall articolo 10 del D.L.78/2009 che interessano

Dettagli

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 31 28.03.2012-31/GPF/FS/om TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

Dettagli

Avv. Alfonso Mignone

Avv. Alfonso Mignone Avv. Alfonso Mignone CONSIDERAZIONI INTORNO AL NUOVO REGOLAMENTO COMUNITARIO SULLA PROTEZIONE DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO VIA MARE E PER VIE NAVIGABILI INTERNE Il 18 dicembre 2012 è entrato in vigore

Dettagli

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005 Spesso, nel corso del lavoro quotidiano, ci imbattiamo in situazioni che richiedono la conoscenza di alcune norme a tutela del viaggiatore e, per estensione, di noi stessi in quanto professionisti del

Dettagli

POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003. adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 (2003/C 125 E/04)

POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003. adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 (2003/C 125 E/04) 27.5.2003 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 125 E/63 POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003 adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n..../2003 del Parlamento

Dettagli

Circolare Informativa n 16/2014

Circolare Informativa n 16/2014 Circolare Informativa n 16/2014 Cassa integrazione e compatibilità con lo svolgimento di attività lavorativa Casi di decadenza Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag. 3 1) Comunicazione preventiva pag. 3 2)

Dettagli

Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce

Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO LEONARDO DA VINCI DI MILAZZO Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce Associazione dei Consumatori IL MELOGRANO COS È UN PACCHETTO TURISTICO?

Dettagli

Gli avvocati dei lavoratori e delle imprese su collaborazioni, contratti a termine e ius variandi: en garde!

Gli avvocati dei lavoratori e delle imprese su collaborazioni, contratti a termine e ius variandi: en garde! Gli avvocati dei lavoratori e delle imprese su collaborazioni, contratti a termine e ius variandi: en garde! DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81 Art. 19 comma 1 Apposizione del termine e durata massima

Dettagli

Corso di Diritto dei Trasporti di ALFREDO ANTONINI (Edizioni Giuffrè, Milano, 2004) APPENDICE DI AGGIORNAMENTO

Corso di Diritto dei Trasporti di ALFREDO ANTONINI (Edizioni Giuffrè, Milano, 2004) APPENDICE DI AGGIORNAMENTO Corso di Diritto dei Trasporti di ALFREDO ANTONINI (Edizioni Giuffrè, Milano, 2004) APPENDICE DI AGGIORNAMENTO La materia dei trasporti è in continua evoluzione, sia sotto il profilo dell innovazione normativa

Dettagli

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE DPR 131/86 1 Prassi C.M. 11.7.91 n. 37; Circ. Agenzia delle Entrate 22.1.2008 n. 3 Giurisprudenza Cass. 5.2.90 n. 1963

Dettagli

sull Imposta di soggiorno

sull Imposta di soggiorno 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull Imposta di soggiorno Approvato con Deliberazione del C.C. n. 56 del 21.12.2011 Modificato con Deliberazione del C.C. n. 70 del 21.12.2012 Modificato con Deliberazione

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

IL RITARDO AEREO NELLA RECENTE GIURISPRUDENZA COMUNITARIA

IL RITARDO AEREO NELLA RECENTE GIURISPRUDENZA COMUNITARIA IL RITARDO AEREO NELLA RECENTE GIURISPRUDENZA COMUNITARIA Maria Paola La Spina * Corte di giustizia dell Unione Europea (nona sezione), 4 settembre 2014 Causa C-452/13 Gli articoli 2, 5 e 7 del regolamento

Dettagli

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Regolamento del Consiglio che stabilisce norme comuni relative ad un sistema di compensazione per negato imbarco nei trasporti aerei di linea. Pubblicata nella G.U.C.E.

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it Rivista giuridica Registrata presso il Tribunale di Catania ISSN 2039-6937 OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA

www.ildirittoamministrativo.it Rivista giuridica Registrata presso il Tribunale di Catania ISSN 2039-6937 OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA www.ildirittoamministrativo.it Rivista giuridica Registrata presso il Tribunale di Catania ISSN 2039-6937 OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE GENNAIO FEBBRAIO 2015

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*) «Trasporti aerei Regolamento (CE) n. 261/2004 Compensazione pecuniaria dei passeggeri in caso di negato imbarco Nozione di negato imbarco Esclusione

Dettagli

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI 4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI Di Francesca D'Antuono (stagista presso Europe Direct e Eurodesk - Provincia di Pordenone) È giunta alla sua sesta edizione la Giornata

Dettagli

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX Determinazione dirigenziale n. 2 del 18 febbraio 2015 Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e

Dettagli

LA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO MINIMO

LA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO MINIMO 107 ARGOMENTO LA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO MINIMO 1. Traccia Tizio e Caio sono comproprietari di un edificio in località Mentana. Il primo, dopo avere di propria iniziativa provveduto ad alcune spese per

Dettagli

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità)

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) INTRODUZIONE L overbooking aereo si presenta quando il numero dei passeggeri con regolare prenotazione (confermata),

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 17 marzo 2016 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 17 marzo 2016 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 17 marzo 2016 (*) «Trasporti aerei Regolamento (CE) n. 261/2004 Articolo 7 Compensazione dei passeggeri in caso di cancellazione o di ritardo di più di tre ore di

Dettagli

R E L A Z I O N E. Dunque lo schema di decreto legislativo:

R E L A Z I O N E. Dunque lo schema di decreto legislativo: DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISCIPLINA SANZIONATORIA PER LE VIOLAZIONI DELLE DISPOSIZIONI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 1371/2007, RELATIVO AI DIRITTI E AGLI OBBLIGHI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO FERROVIARIO.

Dettagli

Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea

Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea di Valentina Bazzocchi Dopo la celebre sentenza Pupino 1, la Corte di giustizia

Dettagli

Delibera n. 114/ 2015

Delibera n. 114/ 2015 Delibera n. 114/ 2015 Chiusura del procedimento sanzionatorio avviato con Delibera 70/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. ai sensi del decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante la disciplina

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011

LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011 LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011 PREMESSA 2bite adotta questa Carta dei Servizi in osservanza dei principi stabiliti dalla direttiva sulla qualità e carta dei servizi di telecomunicazione stabiliti

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010 Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi IL QUESITO Il giudice, a conclusione di una causa tra me ed

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012. Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012. Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012 Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO Quale è il trattamento fiscale delle somme riconosciute

Dettagli

(domande di pronuncia pregiudiziale proposte dal Bundesgerichtshof e dallo Handelsgericht Wien)

(domande di pronuncia pregiudiziale proposte dal Bundesgerichtshof e dallo Handelsgericht Wien) Cause riunite C-402/07 e C-432/07 Christopher Sturgeon e altri contro Condor Flugdienst GmbH e Stefan Böck e Cornelia Lepuschitz contro Air France SA (domande di pronuncia pregiudiziale proposte dal Bundesgerichtshof

Dettagli

OVERBOOKING AEREO Responsabilità del vettore aereo colposa o dolosa? Valentina Ilaria Felisi Silvia Tognetti

OVERBOOKING AEREO Responsabilità del vettore aereo colposa o dolosa? Valentina Ilaria Felisi Silvia Tognetti OVERBOOKING AEREO Responsabilità del vettore aereo colposa o dolosa? Valentina Ilaria Felisi Silvia Tognetti Le compagnie aeree sono solite accettare prenotazioni per un volo al di sopra delle capacità

Dettagli

Christopher Sturgeon, Gabriel Sturgeon, Alana Sturgeon. Condor Flugdienst GmbH (causa C-402/07) Stefan Böck, Cornelia Lepuschitz

Christopher Sturgeon, Gabriel Sturgeon, Alana Sturgeon. Condor Flugdienst GmbH (causa C-402/07) Stefan Böck, Cornelia Lepuschitz SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 19 novembre 2009 (*) «Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Artt. 2, lett. l), 5, 6 e 7 Nozioni di ritardo e di cancellazione del volo Diritto alla compensazione

Dettagli

Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014

Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014 Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 8 del mese di settembre, alle ore 11.00, in Torino presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle

Dettagli

di Sandro De Gotzen (in corso di pubblicazione in Le Regioni, 2014)

di Sandro De Gotzen (in corso di pubblicazione in Le Regioni, 2014) Discontinuità argomentativa nei giudizi su norme regionali di reinquadramento del personale di enti di diritto privato e di diritto pubblico regionali (nota a sent. 202 del 2014) di Sandro De Gotzen (in

Dettagli

A relazione dell'assessore Cavallera: Premesso che:

A relazione dell'assessore Cavallera: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU44 31/10/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 7 ottobre 2013, n. 10-6456 Art.6 comma 8 L.184/83: approvazione criteri in materia di interventi a sostegno delle adozioni di minori

Dettagli

Documento di studio e approfondimento.

Documento di studio e approfondimento. Documento di studio e approfondimento. Insufficiente versamento del saldo dovuto con riferimento alla dichiarazione dei redditi; ravvedimento parziale, conseguenze 1. La fattispecie 1.1 Premessa Le disposizioni

Dettagli

Trasporto Aereo e Tutela dei Passeggeri

Trasporto Aereo e Tutela dei Passeggeri SEMINARIO Trasporto Aereo e Tutela dei Passeggeri Avv. Enrico Mormino Responsabile Area Legale Assaeroporti 1 dicembre 2010 1 VETTORE - Articolo 776 cod. nav. sono ammessi ad effettuare a titolo oneroso

Dettagli

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni Circolare n. 11 Muravera, 16/09/2015 Ai Docenti Agli ATA Loro Sedi E p.c. Al Dsga Agli Atti Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni La vigilanza è un obbligo che investe tutto

Dettagli

Aloja&Partners. Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231

Aloja&Partners. Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Aloja&Partners Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Aloja&Partners Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Consulenza penale alle aziende ex D.lgs. 231/01 1.1 Attività di consulenza e gestione

Dettagli

LA CORTE (Terza Sezione),

LA CORTE (Terza Sezione), COMUNITARIO Ritardo o cancellazione del volo, i diritti dei passeggeri La nozione di circostanza eccezionale nella recente sentenza della Corte di Giustizia Eglitis e Ratnieks [Corte Europea - Sentenza

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 12 maggio 2011 *

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 12 maggio 2011 * EGLĪTIS E RATNIEKS SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 12 maggio 2011 * Nel procedimento C-294/10, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell art. 267 TFUE,

Dettagli

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Corso di Diritto civile, A.A. 2014-2015 Prof. Giuseppe Vettori 7 ottobre 2014 Mario Mauro I contratti di distribuzione I contratti di distribuzione

Dettagli

Revisione dei diritti dei passeggeri del trasporto aereo - FAQ

Revisione dei diritti dei passeggeri del trasporto aereo - FAQ COMMISSIONE EUROPEA MEMO Bruxelles, 13 marzo 2013 Revisione dei diritti dei passeggeri del trasporto aereo - FAQ Qual è la situazione attuale? Il successo dell'europa nell'affermare e difendere i diritti

Dettagli

OGGETTO: Mutui: tutela del cliente

OGGETTO: Mutui: tutela del cliente Informativa per la clientela di studio N. 78 del 29.06.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Mutui: tutela del cliente Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Secondo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI ALLE COSE. 1. Premessa... Pag. 133. Sezione I

INDICE SOMMARIO. Capitolo Secondo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI ALLE COSE. 1. Premessa... Pag. 133. Sezione I Capitolo Primo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI IN GENERALE 1. Premessa e piano della trattazione... Pag. 1 2. Assicurazione danni ed assicurazione vita (rinvio)...» 3 3. Il principio indennitario...» 4

Dettagli

Roma, 05 novembre 2008

Roma, 05 novembre 2008 RISOLUZIONE N.423/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 05 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Deduzioni dalla base imponibile IRAP di

Dettagli

Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014. Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX

Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014. Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014 Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i., Norme generali

Dettagli

Delibera n. 3 2015. Oggetto: Definizione della controversia GU14 106/2014 XXX /BT ITALIA XXX

Delibera n. 3 2015. Oggetto: Definizione della controversia GU14 106/2014 XXX /BT ITALIA XXX Verbale n. 3 Adunanza del 3 febbraio 2015 L anno duemilaquindici il giorno tre del mese di febbraio alle ore 11,00 in Torino, presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle adunanze,

Dettagli

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori stranieri non accompagnati e di giovani migranti MODALITA DI ATTUAZIONE Art. 1 NORME REGOLATRICI La partecipazione

Dettagli

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 14/04/2014 Oggetto: Informativa n. 3. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Sanzioni per lavoro nero

Dettagli

Delibera n. 71 /2015

Delibera n. 71 /2015 Delibera n. 71 /2015 Avvio del procedimento per l adozione di provvedimenti sanzionatori di cui al decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante la disciplina sanzionatoria per le violazioni delle

Dettagli

Regolamento sull Imposta di Soggiorno

Regolamento sull Imposta di Soggiorno Comune di COSTABISSARA Provincia di VICENZA Regolamento sull Imposta di Soggiorno (Approvato con deliberazione Consiliare n. 62 del 22 dicembre 2014) Articolo 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

WT SRLS. www.icarointernet.it CARTA DEI SERVIZI

WT SRLS. www.icarointernet.it CARTA DEI SERVIZI WT SRLS www.icarointernet.it CARTA DEI SERVIZI Sommario PREMESSA... 3 PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 Eguaglianza... 3 Continuità... 3 Diritto di Informazione... 3 Partecipazione... 3 Efficienza ed Efficacia...

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E

RISOLUZIONE N. 195/E RISOLUZIONE N. 195/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Modalità di esercizio delle variazioni IVA in

Dettagli

La giurisprudenza costituzionale nei rapporti tra Stato e Regioni

La giurisprudenza costituzionale nei rapporti tra Stato e Regioni IMMIGRAZIONE La giurisprudenza costituzionale nei rapporti tra Stato e Regioni Regione Campania Legge della Regione Campania 8 febbraio 2010, n. 6 recante Norme per l inclusione sociale, economica e culturale

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 11 aprile

Dettagli

CIRCOLARE N. 11/E. Roma, 12 marzo 2010

CIRCOLARE N. 11/E. Roma, 12 marzo 2010 CIRCOLARE N. 11/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 marzo OGGETTO: Regolarizzazione delle omissioni relative al monitoraggio degli investimenti esteri e delle attività estere di natura finanziaria.

Dettagli

DELIBERA DL/018/15/CRL/UD del 4 febbraio 2015. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA A. M. / TISCALI xxx (LAZIO/D/739/2013) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO

DELIBERA DL/018/15/CRL/UD del 4 febbraio 2015. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA A. M. / TISCALI xxx (LAZIO/D/739/2013) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO DELIBERA DL/018/15/CRL/UD del 4 febbraio 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA A. M. / TISCALI xxx (LAZIO/D/739/2013) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO NELLA riunione del 4 febbraio 2015; VISTA la legge 14

Dettagli

OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso

OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso RISOLUZIONE N. 6/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 24 gennaio 2007 OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso Con l interpello

Dettagli

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI.

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. 1. Le assicurazioni contro i danni. L interpretazione degli articoli 1904-1918 del Codice civile mediante il criterio

Dettagli

La territorialità IVA dei servizi

La territorialità IVA dei servizi 065609CFC0709_642a646.qxd 25-06-2009 17:19 Pagina 642 La territorialità IVA dei servizi Le modifiche introdotte dalla direttiva 2008/8/Ce Sandro Cerato Greta Popolizio Partners Studio Sinthema Vicenza,

Dettagli

LA NUOVA CIRCOLARE ENAC SUI REQUISITI ASSICURATIVI APPLICABILI AI VETTORI AEREI E AGLI ESERCENTI DI AEROMOBILI E RELATIVO REGIME SANZIONATORIO

LA NUOVA CIRCOLARE ENAC SUI REQUISITI ASSICURATIVI APPLICABILI AI VETTORI AEREI E AGLI ESERCENTI DI AEROMOBILI E RELATIVO REGIME SANZIONATORIO LA NUOVA CIRCOLARE ENAC SUI REQUISITI ASSICURATIVI APPLICABILI AI VETTORI AEREI E AGLI ESERCENTI DI AEROMOBILI E RELATIVO REGIME SANZIONATORIO Francesco Gaspari * SOMMARIO: 1. La normativa comunitaria

Dettagli

1. Il licenziamento collettivo prima della modifica dell art.24 della L.223/91: nozione e ambito di applicazione.

1. Il licenziamento collettivo prima della modifica dell art.24 della L.223/91: nozione e ambito di applicazione. DOTT. SABRINA PAGANI - PARTNER AVV. ROBERTO RESPINTI - PARTNER Milano, 4 Dicembre 2014 Licenziamenti collettivi e Dirigenti: novità in vigore dal 25.11.2014. (Legge 30 Ottobre 2014 n. 161 che estende l

Dettagli

Corte di Giustizia Europea. Terza Sezione. Sentenza 13 ottobre 2011

Corte di Giustizia Europea. Terza Sezione. Sentenza 13 ottobre 2011 Corte di Giustizia Europea Terza Sezione Sentenza 13 ottobre 2011 «Rinvio pregiudiziale Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Art. 2, lett. l) Compensazione pecuniaria per i passeggeri in caso di

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 1 marzo 2013. Prot. n.

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 1 marzo 2013. Prot. n. CIRCOLARE N. 2/E Direzione Centrale Normativa Roma, 1 marzo 2013 Prot. n. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Circolare

Dettagli