Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore"

Transcript

1 Abstract Tribunale Bologna , n ISSN Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore 09 maggio 2016 Livio Perra Nel presente lavoro si analizzeranno le tutele e i diritti dei passeggeri dei voli aerei, in particolare nei casi di negato imbarco, cancellazione, ritardo del volo e sistemazione in classe superiore o inferiore. La disciplina che tutela i passeggeri per i casi di cancellazione e ritardi nei voli aerei è prevista nel Regolamento 11 febbraio 2004 (2004/261/CE). I regolamenti europei pongono norme direttamente vincolanti per gli Stati membri, gli individui e le organizzazioni. La disciplina europea esige che il passeggero sia informato sui propri diritti, sopratutto nel caso venga negato l imbarco o cancellato un volo o il volo subisca un ritardo di almeno due ore [articolo 14], stabilisce una particolare attenzione per le persone con mobilità ridotta o con esigenze particolari [articoli 9 e 11]. Oggetto del regolamento [articolo 1] sono i diritti minimi dei passeggeri nei casi di negato imbarco a passeggeri non consenzienti, cancellazione del volo, ritardo del volo. Essi sono irrinunciabili e non possono essere limitati con clausole derogatorie e restrittive del contratto di trasporto, se ciò avviene o se manca l informativa sui diritti ed il passeggero accetta una compensazione inferiore a quella prevista dal regolamento, egli può avviare le necessarie procedure giudiziali per ottenere una compensazione integrativa [articolo 15]. L applicazione del regolamento all aeroporto di Gibilterra dal 2004 è sospesa per le controversie tra Spagna e Regno Unito sulla sovranità sul territorio dove l aeroporto è situato, fino al prodursi degli effetti degli accordi del 1987 tra i due Stati nella data che essi comunicheranno al Consiglio [articolo 1]. Il regolamento si applica [articolo 3]: i). soltanto ai passeggeri trasportati da aeromobili a velatura fissa motorizzata; ii). ai passeggeri in partenza da un aeroporto di uno Stato membro soggetto al trattato; iii). ai passeggeri in partenza da un aeroporto di un paese terzo se la destinazione è un aeroporto di uno Stato membro soggetto al trattato e non hanno ricevuto benefici o compensazione pecuniaria e assistenza nel paese terzo, quando il vettore aereo è comunitario; iv). ai passeggeri titolari di biglietti emessi nel quadro di un programma Frequent Flyer o di altri programmi commerciali dei vettori aerei o degli operatori turistici; v). ai passeggeri trasferiti da un vettore aereo o da un operatore turistico ad un altro volo, indipendentemente dal motivo; vi). ad ogni vettore aereo che opera un volo nell ambito di un contratto con un passeggero o per conto di un altro soggetto, che ha concluso un contratto con il passeggero. Il regolamento non si applica [articolo 3]: i). ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa inferiore non accessibile al pubblico; ii). nell ipotesi di circuito tutto compreso quando esso è cancellato per motivi diversi dalla cancellazione 1

2 del volo. Tribunale Bologna , n ISSN I passeggeri devono avere una prenotazione e presentarsi all accettazione con modalità stabilite e all ora precedentemente indicata per iscritto (anche per via elettronica) dal vettore, operatore turistico o agente di viaggio autorizzato, se non indicata l ora, entro quarantacinque minuti prima della partenza. I diritti spettanti ai passeggeri previsti dal regolamento sono: i) diritto a compensazione pecuniaria; ii) diritto a rimborso o all imbarco su un volo alternativo; iii) diritto ad assistenza. Il diritto a compensazione pecuniaria [articolo 7] è parametrato in base alla distanza (con il metodo della rotta ortodromica, la base di calcolo è l ultima destinazione per la quale il passeggero subisce un ritardo all arrivo rispetto all orario previsto, per il negato imbarco o per la cancellazione del volo). La compensazione pecuniaria è pari a: a) 250 euro per le tratte aeree entro i 1500 chilometri; b) 400 euro per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri; c) 600 euro per le altre tratte aeree che non rientrano nei casi precedenti. Il vettore aereo può ridurre del 50% la compensazione pecuniaria dove ai passeggeri è offerto di raggiungere la destinazione finale con un volo alternativo se l orario di arrivo non supera: a) due ore per le tratte aeree fino a 1500 km; b) tre ore per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per le altre tratte aeree comprese fra 1500 e 3500 km; c) quattro ore, per tutte le tratte aeree che non rientrano nei casi precedenti, La compensazione pecuniaria deve essere corrisposta: a) in contanti; b) con trasferimento bancario elettronico, versamenti o assegni bancari; c) con buoni di viaggio e/o altri servizi, previo accordo firmato dal passeggero. L articolo 8 stabilisce che al passeggero è offerta la scelta tra: a) il rimborso entro sette giorni del prezzo pieno del biglietto, al prezzo al quale è stato acquistato, in contanti, con trasferimento bancario elettronico, con versamenti o assegni, o previo accordo firmato dal passeggero con buoni viaggio e/o altri servizi, per le parti di viaggio non effettuate o effettuate se il volo è divenuto inutile rispetto al programma di viaggio iniziale del passeggero, e se del caso un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale, appena possibile [si applica anche ai passeggeri dei voli rientranti in un servizio tutto compreso, se non sussiste il diritto al rimborso di cui alla direttiva 90/314/CEE]; b) l imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale, in condizioni equiparabili, appena possibile; c) l imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale, in condizioni comparabili, in una data successiva di suo gradimento, in base alla disponibilità di posti; Se il vettore aereo offre al passeggero l imbarco su un volo per un aeroporto di destinazione diverso, deve farsi carico delle spese di trasferimento del passeggero dall aeroporto di arrivo all aeroporto per il quale era 2

3 effettuata la prenotazione o ad una destinazione vicina, concordata con il passeggero. All articolo 9 è previsto il diritto ad assistenza, cioè il passeggero ha diritto a titolo gratuito: a) a pasti e bevande in relazione alla durata dell attesa; b) alla sistemazione in albergo quando necessari uno o più pernottamenti o un ulteriore soggiorno, oltre a quello previsto dal passeggero; c) al trasporto tra l aeroporto e il luogo di sistemazione (albergo o altro); d) ad effettuare due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o posta elettronica. I casi di cui si occupa il regolamento (2004/261/CE) sono: i) il negato imbarco [articolo 4]; ii) la cancellazione del volo [articolo 5]; iii) il ritardo [articolo 6]; iv) la sistemazione in classe superiore o inferiore [articolo 10]. Nel caso del negato imbarco [articolo 4] il vettore deve: a) fare, in primo luogo, appello ai volontari disposti a rinunciare alla prenotazione in cambio di benefici da concordare. I volontari beneficiano, inoltre, del diritto al rimborso o all imbarco su un volo alternativo [ex articolo 8]; b) se il numero dei volontari non è sufficiente per consentire l imbarco dei restanti passeggeri, il vettore aereo può negare l imbarco a passeggeri non consenzienti. Tali passeggeri avranno diritto all immediata compensazione pecuniaria [dell articolo 7] e al rimborso o all imbarco su un volo alternativo [dell articolo 8] e all assistenza [dell articolo 9]. Nel caso della cancellazione del volo [articolo 5] ai passeggeri: a) è offerto il rimborso o l imbarco su un volo alternativo [articolo 8]; b) sono offerti a titolo gratuito pasti e bevande in relazione alla durata dell attesa, [articolo 9, paragrafo 1, lettera a)], due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o posta elettronica [articolo 9, paragrafo 2] e nel caso in cui il volo alternativo è rinviato di almeno un giorno rispetto all orario di partenza previsto per il volo cancellato la sistemazione in albergo e il trasporto tra l aeroporto e il luogo di sistemazione [articolo 9, paragrafo 1, lettere b) e c)]; c) spetta la compensazione pecuniaria del vettore aereo [articolo 7], salvo i casi che: 1. i passeggeri siano stati informati della cancellazione del volo con un preavviso di due settimane; 2. i passeggeri siano stati informati della cancellazione del volo tra le due settimane e i sette giorni prima dell orario di partenza previsto e sia stato loro offerto di partire con un volo alternativo non fissato prima di due ore dell orario di partenza di quello prenotato o che raggiunga la destinazione finale entro le quattro ore successive all orario d arrivo previsto per quello prenotato 3. i passeggeri siano stati informati della cancellazione del volo con un preavviso inferiore ai sette giorni e sia stato loro offerto di partire con un volo alternativo con partenza non prima di un ora dell orario di partenza previsto e che raggiunga la destinazione finale entro due ore dall orario d arrivo previsto 4. il vettore aereo non è tenuto a pagare una compensazione pecuniaria se dimostra che la cancellazione del volo è dovuta a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso. 3

4 Con l informazione della cancellazione del volo, sono indicate le possibili alternative di trasporto. Il vettore deve dimostrare (onere della prova) il se e il quando dell avvertimento della cancellazione. Nel caso del ritardo [articolo 6] di almeno due ore per le tratte aeree fino a 1500 km, di almeno tre ore per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per le altre tratte aeree comprese tra 1500 e 3500 km e di quattro o più ore per tutte le altre tratte aeree, l articolo 6, prevede che il vettore aereo presti ai passeggeri: a) a titolo gratuito, pasti e bevande in relazione alla durata dell attesa [articolo 9, paragrafo 1, lettera a)], due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o posta elettronica [articolo 9, paragrafo 2] e quando l orario di partenza è rinviato di almeno un giorno rispetto all orario di partenza in precedenza previsto, sistemazione in albergo e trasporto tra l aeroporto e il luogo di sistemazione [articolo 9, paragrafo 1, lettere b) e c)]; b) quando il ritardo è di almeno cinque ore, il rimborso entro sette giorni del prezzo pieno del biglietto al prezzo acquistato, in contanti, con trasferimento bancario elettronico, versamenti o assegni, o previo accordo firmato dal passeggero con buoni viaggio e/o altri servizi, per le parti di viaggio non effettuate o effettuate se il volo è divenuto inutile rispetto al programma di viaggio iniziale del passeggero, e inoltre, se del caso un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale, appena possibile [articolo 8, paragrafo 1, lettera a)]. L articolo 10 si occupa della sistemazione in classe superiore o inferiore: i) nel caso di sistemazione in una classe superiore di un passeggero a quella del biglietto aereo acquistato, il vettore non può esigere alcun pagamento supplementare; ii) nel caso di sistemazione in una classe inferiore di un passeggero a quella del biglietto aereo acquistato, il vettore deve rimborsare entro sette giorni (in contanti, con trasferimento bancario elettronico, versamenti o assegni, o previo accordo firmato dal passeggero con buoni viaggio e/o altri servizi): a) il 30% del prezzo del biglietto per le tratte aeree fino a 1500 km; b) il 50% del prezzo del biglietto per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km, esclusi i collegamenti fra il territorio europeo degli Stati membri e i dipartimenti francesi d oltre mare, e per le altre tratte aeree comprese tra 1500 e 3500 km; c) il 75% del prezzo per le tratte aeree non annoverate nelle precedenti, compresi i collegamenti fra il territorio europeo degli Stati membri e i dipartimenti francesi d oltremare. Il regolamento non pregiudica i diritti al risarcimento supplementare: si detrarrà il risarcimento ottenuto a norma del regolamento, ciò non si applica ai volontari [articolo 4] che hanno rinunciato alla prenotazione [articolo 12], né i diritti di cui alla direttiva 90/314/CEE [riguardante i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso ]. Articolo pubblicato in: Diritto dei consumatori TAG: Trasporto marittimo ed aereo, Consumatore Avvertenza La pubblicazione di contributi, approfondimenti, articoli e in genere di tutte le opere dottrinarie e di commento (ivi comprese le news) presenti su Filodiritto è stata concessa (e richiesta) dai rispettivi autori, titolari di tutti i diritti morali e patrimoniali ai sensi della legge sul diritto d'autore e sui diritti connessi (Legge 633/1941). La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico delle predette opere (anche in parte), in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della menzionata Legge 633/1941. È consentito scaricare, prendere visione, estrarre copia o stampare i documenti pubblicati su Filodiritto nella sezione Dottrina per ragioni esclusivamente personali, a scopo informativo-culturale e non commerciale, esclusa ogni modifica o alterazione. Sono parimenti consentite le citazioni a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purché accompagnate dal nome dell'autore dell'articolo e dall'indicazione della fonte, ad esempio: Luca Martini, La discrezionalità del sanitario nella qualificazione di reato perseguibile d'ufficio ai fini dell'obbligo di referto ex. art 365 cod. pen., in "Filodiritto" 4

5 (http://www.filodiritto.com), con relativo collegamento ipertestuale. Se l'autore non è altrimenti indicato i diritti sono di Inforomatica S.r.l. e la riproduzione è vietata senza il consenso esplicito della stessa. È sempre gradita la comunicazione del testo, telematico o cartaceo, ove è avvenuta la citazione. 5

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO AMBITO DI APPLICAZIONE ED INFORMAZIONI ESSENZIALI Il trasporto aereo è regolato dalla normativa comunitaria e dalle convenzioni internazionali applicabili nonché dal Codice

Dettagli

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 Questo avviso contiene importanti informazioni in merito ai diritti dei passeggeri

Dettagli

fenomeno dell overbooking

fenomeno dell overbooking Overbooking È una tecnica di vendita in forza della quale i vettori di linea accettano prenotazioni per un numero di passeggeri superiore a quello che può essere trasportato dall aeromobile fenomeno dell

Dettagli

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei

Dettagli

Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261

Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261 Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 11 febbraio 2004, n. 261 Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio dell'11 febbraio 2004 che istituisce regole comuni in materia

Dettagli

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo QUALI TUTELE SONO PREVISTE IN CASO DI CANCELLAZIONE DEL VOLO? (Regolamento 281/2004) RIMBORSO del prezzo del biglietto

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 17.2.2004 L 46/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) N. 261/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'11 febbraio 2004 che istituisce regole

Dettagli

Overbooking e negato imbarco

Overbooking e negato imbarco IL TRASPORTO AEREO Prenotazione e tariffe I voli sono classificabili in voli di linea, previsti dagli orari delle compagnie aeree, e voli "charter", ossia voli a carattere occasionale noleggiati da organizzazioni

Dettagli

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità)

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) INTRODUZIONE L overbooking aereo si presenta quando il numero dei passeggeri con regolare prenotazione (confermata),

Dettagli

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Regolamento del Consiglio che stabilisce norme comuni relative ad un sistema di compensazione per negato imbarco nei trasporti aerei di linea. Pubblicata nella G.U.C.E.

Dettagli

POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003. adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 (2003/C 125 E/04)

POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003. adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 (2003/C 125 E/04) 27.5.2003 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 125 E/63 POSIZIONE COMUNE (CE) N. 27/2003 adottata dal Consiglio il 18 marzo 2003 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n..../2003 del Parlamento

Dettagli

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI TRASPORTO AEREO Il contratto di trasporto aereo è un contratto per adesione (1341-1342 cod.civ.): il passeggero accetta in blocco le condizioni generali riprodotte in uno schema negoziale uniforme. - Il

Dettagli

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce!

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce! Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus L Europa ci unisce! Se viaggi in Aereo I principali diritti dei passeggeri: Persone con disabilità e a mobilità ridotta Imbarco negato Cancellazione Lunghi ritardi

Dettagli

Ordinanza. Contesto normativo. 3 I considerando 14 e 15 del regolamento n. 261/2004 enunciano quanto segue:

Ordinanza. Contesto normativo. 3 I considerando 14 e 15 del regolamento n. 261/2004 enunciano quanto segue: Corte di Giustizia UE, Quinta Sezione, ordinanza 14 novembre 2014, causa C-394/14 (*) «Rinvio pregiudiziale Regolamento di procedura Articolo 99 Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Ritardo prolungato

Dettagli

Provvedimento 24 Febbraio 2006 per i Professionisti - Chiarimenti Vari, aggiornati al 20 novembre 2006

Provvedimento 24 Febbraio 2006 per i Professionisti - Chiarimenti Vari, aggiornati al 20 novembre 2006 Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Provvedimento 24 Febbraio 2006 per i Professionisti - Chiarimenti Vari, aggiornati al 20 novembre 2006 1. Modalità di identificazione - attributo D03

Dettagli

Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce

Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO LEONARDO DA VINCI DI MILAZZO Educazione al Consumo Consapevole: Economia, Turismo, e-commerce Associazione dei Consumatori IL MELOGRANO COS È UN PACCHETTO TURISTICO?

Dettagli

Carta dei Diritti del Turista

Carta dei Diritti del Turista Comitato Regionale Veneto PortaDiritti Consigli utili per scelte consapevoli Carta dei Diritti del Turista Quante volte accingendoci a sottoscrivere un contratto, ad acquistare un bene, ad usufruire di

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE. (Quinta Sezione) 14 novembre 2014. Nella causa C-394/14. contro. LA CORTE (Quinta Sezione),

ORDINANZA DELLA CORTE. (Quinta Sezione) 14 novembre 2014. Nella causa C-394/14. contro. LA CORTE (Quinta Sezione), ORDINANZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 14 novembre 2014 «Rinvio pregiudiziale Regolamento di procedura Articolo 99 Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Ritardo prolungato di un volo Diritto dei

Dettagli

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS Dal 1 marzo 2013 è in vigore il Regolamento (UE) n. 181/2011, che stabilisce i diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus, prevedendo,

Dettagli

CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13

CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13 CORTE DI GIUSTIZIA UE, NONA SEZIONE, 4 SETTEMBRE 2014 CAUSA C-452/13 «Rinvio pregiudiziale - Trasporto aereo - Regolamento (CE) n. 261/2004 - Articoli 2, 5 e 7 - Diritto a compensazione pecuniaria in caso

Dettagli

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Allegato alla delibera del Consiglio Direttivo n. 9941 del 20 dicembre 2006 Regolamento missioni sul

Dettagli

CONSUMATORI TURISTI. Diritti del consumatore turista. by CODACONS. by CODACONS

CONSUMATORI TURISTI. Diritti del consumatore turista. by CODACONS. by CODACONS CONSUMATORI TURISTI DIRITTI DEL CONSUMATORE TURISTA E LE CONSEGUENZE LEGATE AL MANCATO RISPETTO DELLA NORMATIVA SULLA SANITÀ ED IGIENE NELLE STRUTTURE RICETTIVE I VIAGGI Eventi e Situazioni: NEGATO IMBARCO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Parte Prima I SERVIZI TURISTICI Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO 1. Il viaggio e le sue trasformazioni: da semplice trasporto di persone ad attività turistica. Il viaggio

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 26 febbraio 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Articoli 6 e 7 Volo con una o più coincidenze Riscontro di un ritardo all arrivo

Dettagli

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei 2 A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei principali aeroporti italiani, l ENAC, Ente Nazionale per l Aviazione Civile, ha provveduto a congelare alla compagnia MyAir la licenza, in base

Dettagli

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996)

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) Introduzione - Premessa Nel contesto della Politica di tutela del consumatore dell Unione Europea, richiamata in particolare nella Direttiva sui Viaggi

Dettagli

La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione

La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione La tutela del passeggero nel processo di liberalizzazione Avvocato Gianluca Lo Bianco Direttore Analisi Giuridiche e Contenzioso ENAC Il Reg. (CE) n. 261/2004 Il reg. (CE) n. 261/2004 dell 11 febbraio

Dettagli

Lettura Trasporto aereo: normative internazionali

Lettura Trasporto aereo: normative internazionali Trasporto aereo: normative internazionali La Convenzione di Varsavia Ratificata e resa esecutiva in Italia con la legge 19 maggio 1932 n. 841, la convenzione: 1. regola in particolare la responsabilità

Dettagli

Trasporto aereo di persone

Trasporto aereo di persone Trasporto aereo di persone ART. 1678 c.c. delinea la figura generale valida per qualsiasi tipo di trasporto ART. 940 cod. nav.. DISCIPLINA IL SOTTOTIPO Contratto di trasporto di persone per via aerea e

Dettagli

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005 Spesso, nel corso del lavoro quotidiano, ci imbattiamo in situazioni che richiedono la conoscenza di alcune norme a tutela del viaggiatore e, per estensione, di noi stessi in quanto professionisti del

Dettagli

Condizioni generali di vendita Soap

Condizioni generali di vendita Soap Condizioni generali di vendita Soap A. Definizioni Soap si intende Soap di Marco Borsani, con sede in Corso Roma 122, Cesano Maderno MB, tel. +39 347 5087246, P.Iva 07815570960, società proprietaria del

Dettagli

Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti

Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti Condizioni di contratto ed al tre informazioni importanti CONDIZIONI DI CONTRATTO ED ALTRE INFORMAZIONI IMPORTANTI SI INFORMANO I PASSEGGERI CHE EFFETTUANO UN VIAGGIO CON DESTINAZIONE FINALE O UNO STOP

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO STRALCIO DEL COMUNICATO UFFICIALE N.303 del 21 ottobre 2013 PRESIDENZA N.6 DELIBERA N.21/2013 Il Presidente federale, visti vista considerata considerata ritenuto ravvisata

Dettagli

Sommario REGOLAMENTO DI SCALO OPERAZIONI AEROPORTUALI. 1. Introduzione... 2

Sommario REGOLAMENTO DI SCALO OPERAZIONI AEROPORTUALI. 1. Introduzione... 2 REV. 1 PAG. 1/8 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Funzione dell Addetto al Check-In in caso di voli Overbooking/ Ritardati/Cancellati... 2 1.0 Elevato Ritardo... 2 2.0 OVERBOOKING... 3 3.0 Cancellazione

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE

COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n.

Dettagli

NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014

NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014 NEWSLETTER DI DIRITTO DEI CONSUMATORI E CONTENZIOSO n. 3 del 26 settembre2014 : I DIRITTI DEI PASSEGGERI NELL ESPERIENZA ITALIANA SOMMARIO (I) Premessa... 1 (II) Il giudice competente per territorio...

Dettagli

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Finnair Oyj contro Timy Lassooy

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Finnair Oyj contro Timy Lassooy Page 1 of 12 CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE YVES BOT presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C-22/11 Finnair Oyj contro Timy Lassooy [domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Korkein oikeus (Finlandia)]

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel.

Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel. Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel. INTRODUZIONE Todomodo Multisolution Travel del Gruppo La Terra Srl con

Dettagli

Corte di Giustizia Europea. Terza Sezione. Sentenza 13 ottobre 2011

Corte di Giustizia Europea. Terza Sezione. Sentenza 13 ottobre 2011 Corte di Giustizia Europea Terza Sezione Sentenza 13 ottobre 2011 «Rinvio pregiudiziale Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Art. 2, lett. l) Compensazione pecuniaria per i passeggeri in caso di

Dettagli

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI Il pacchetto turistico così come definito dal Codice del Turismo è la combinazione di almeno due elementi, tra i quali quello principale è sicuramente rappresentato

Dettagli

Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto 1 Ambito di applicazione 1. Le presenti Condizioni generali di contratto si applicano a tutti gli ordini effettuati in Europa e in Svizzera tramite lo shop online sulle

Dettagli

Corte di Giustizia UE : i passeggeri dei voli possono chiedere il risarcimento per negato imbarco.

Corte di Giustizia UE : i passeggeri dei voli possono chiedere il risarcimento per negato imbarco. Corte di Giustizia UE : i passeggeri dei voli possono chiedere il risarcimento per negato imbarco. Ancora più tutelati i consumatori per i viaggi in aereo. I passeggeri di voli comprendenti più tratte

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO OGGETTO Con la sottoscrizione del presente contratto Lei richiede di essere abilitato all utilizzo dei servizi di prenotazione alberghiera resi dalla 2B4 S.r.l. (d ora

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 4 ottobre 2012 (*) «Trasporti aerei Regolamento (CE) n. 261/2004 Compensazione pecuniaria dei passeggeri in caso di negato imbarco Nozione di negato imbarco Esclusione

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 dicembre 2008 (*) «Trasporto aereo Regolamento (CE) n. 261/2004 Art. 5 Compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione del volo Esonero dall

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini avranno il significato di seguito

Dettagli

(Concertato con la delegazione sindacale di Area il 22/12/2008) (Delibera Giunta Comunale 211 del 30/12/2008)_)

(Concertato con la delegazione sindacale di Area il 22/12/2008) (Delibera Giunta Comunale 211 del 30/12/2008)_) AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Servizio Amministrazione del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38311 Fax 0545 38442 marinid@unione.labassaromagna.it REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTA

Dettagli

Condizioni Generali di vendita

Condizioni Generali di vendita Condizioni Generali di vendita 1. PREMESSA - NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO: Premesso che: a) il Decreto Legislativo n. 206 del 06/09/2005 Codice del Consumo dispone a protezione del consumatore che l

Dettagli

Roma, 18 febbraio 2009. Alle Direzioni regionali LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI OGGETTO:

Roma, 18 febbraio 2009. Alle Direzioni regionali LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI OGGETTO: Roma, 18 febbraio 2009 Protocollo: 17619/RU Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI OGGETTO: Chiarimenti in merito all applicazione della deroga di cui all

Dettagli

Regolamento Anno 2014

Regolamento Anno 2014 Regolamento Anno 2014 1 Servizio Offerto Avionord sotto l egida ELIMONZA Un Servizio dell Autodromo (di seguito Avionord) in occasione dell 85 Gran Premio d Italia di Formula 1 offre due tipologie di servizi:

Dettagli

Centro Europeo Consumatori Italia. Viaggiare in Europa MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DG AMTC EUROPEAN COMMISSION DG SANCO

Centro Europeo Consumatori Italia. Viaggiare in Europa MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DG AMTC EUROPEAN COMMISSION DG SANCO Centro Europeo Consumatori Italia Viaggiare in Europa MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DG AMTC EUROPEAN COMMISSION DG SANCO Centro Europeo Consumatori Italia Viaggiare in Europa xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali

Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali Approvato con delibera della Giunta camerale n. 58 dd. 16.04.2012 Pubblicato

Dettagli

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO Approvazione: Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 30/1/2012. Modifiche e integrazioni: Deliberazioni Consiglio Comunale n. 49 del

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006

Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006 Gazzetta Ufficiale N. 54 del 6 Marzo 2006 DECRETO LEGISLATIVO 27 gennaio 2006, n.69 Disposizioni sanzionatorie per la violazione del Regolamento (CE) n. 261/2004 che istituisce regole comuni in materia

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI

COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6

Dettagli

- Responsabilità civile, valida per tutto il mondo (tranne U.S.A. e Canada), che copre i danni ai clienti per

- Responsabilità civile, valida per tutto il mondo (tranne U.S.A. e Canada), che copre i danni ai clienti per ASSICURAZIONI PERSONALI DELLE GUIDE "Nell'esercizio delle specifiche rispettive attività, le responsabilità professionali e patrimoniali nei confronti dei clienti dell'associazione si intendono assunte

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12)

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) 1 «Jacopo Barozzi» REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) Art. 1 FINALITA I viaggi di istruzione devono scaturire

Dettagli

AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale

AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale Articolo 1 Orario di lavoro 1. L orario normale di lavoro è di 40 ore settimanali corrispondenti a 8 ore al giorno

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN

REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN ORGANIZZAZIONE TECNICA Mirco Santi Viaggi S.r.l. Via Torino, n. 151/A 30172 Mestre (VENEZIA) - Aut. Provincia di Venezia nr. 4/2005 prot. 10765 del 15/02/2005

Dettagli

dal 01 al 04 Novembre 2015

dal 01 al 04 Novembre 2015 con dal 01 al 04 Novembre 2015 03/11 TOUR AZIENDE VINICOLE/GREGOIRE Dopo la prima colazione, si raggiunge la sede della Gregoire per visitare gli impianti di produzione dei loro macchinari specializzati

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0185690.28-12-2012-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0185690.28-12-2012-U CONVENZIONE SULLE MODALITA DI SVOLGIMENTO DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI DI CUI ALL ART. 3, COMMA 3, DEL D.P.R. N. 322 DEL 1998 DEL SERVIZIO DI PAGAMENTO CON MODALITA TELEMATICHE, IN NOME E PER CONTO DEL

Dettagli

A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE

A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE A CONFRONTO LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER L INOSSERVANZA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI CHE VIAGGIANO IN AEREO, IN TRENO, IN AUTOBUS E IN NAVE Il complesso mondo dei trasporti, per la sua transnazionalità,

Dettagli

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI 4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI Di Francesca D'Antuono (stagista presso Europe Direct e Eurodesk - Provincia di Pordenone) È giunta alla sua sesta edizione la Giornata

Dettagli

5 associazioni dei consumatori insieme per tutelarti ed informarti sui tuoi diritti. Il trasporto aereo

5 associazioni dei consumatori insieme per tutelarti ed informarti sui tuoi diritti. Il trasporto aereo 5 associazioni dei consumatori insieme per tutelarti ed informarti sui tuoi diritti. Il trasporto aereo Introduzione Il settore del trasporto aereo ha conosciuto una rapida espansione ed evoluzione negli

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER CONTRATTI VIAGGI-STUDIO.

CONDIZIONI GENERALI PER CONTRATTI VIAGGI-STUDIO. CONDIZIONI GENERALI PER CONTRATTI VIAGGI-STUDIO. ORGANIZZATORE-NORME APPLICABILI: IL PACCHETTO TURISTICO OGGETTO DEL CONTRATTO E' ORGANIZZATO DA ATTICA VIAGGI S.R.L. RIVIERA MATTEOTTI 5 ADRIA (RO) - AUT.

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

---------------------------------------. =. ADR NOTARIATO SRL. =. ---------------------------------------

---------------------------------------. =. ADR NOTARIATO SRL. =. --------------------------------------- ---------------------------------------. =. ADR NOTARIATO SRL. =. --------------------------------------- REGOLAMENTO DELLA CAMERA DI CONCILIAZIONE NOTARILE -.-.- I - Definizione 1) La Camera di Conciliazione

Dettagli

DELIBERA N. 664/06/CONS

DELIBERA N. 664/06/CONS DELIBERA N. 664/06/CONS Regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza (Proposta di modifiche) Articolo

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO DIECICENTO è soggetto organizzatore di viaggi, vacanze o giri turistici tutto compreso, che sono commercializzati direttamente o per il

Dettagli

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 Circolare n. 13 IDR/cg 10 aprile 2012 DIRETTIVA UE N. 2011/83/UE - MODIFI- CHE ALLA DISCIPLINA RELATIVA AI DIRITTI DEI CONSUMATORI Il 25 ottobre 2011 il Parlamento

Dettagli

Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania

Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania Traduzione 1 Accordo di cooperazione tecnica e scientifica tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Unita di Tanzania 0.974.273.2 Conchiuso il 21 ottobre 1966 Entrato in vigore il 21 ottobre 1966

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 222 04.09.2014 Professionisti: accettazione dei pagamenti con carta di debito Chi non è dotato di bancomat rischia la mora del creditore. Categoria:

Dettagli

Condizioni generali di prenotazione

Condizioni generali di prenotazione OFFERTA SPECIALE Condizioni generali di prenotazione 1. Introduzione Le presenti condizioni generali costituiscono parte integrante del contratto stipulato con ICEtravel Srl Via Mauro Macchi, 28 20124

Dettagli

ANEK LINES Condizioni Generali

ANEK LINES Condizioni Generali ANEK LINES Condizioni Generali Condizioni di trasporto I Passeggeri, i Loro bagagli ed i veicoli sono trasportati in conformità alle seguenti direttive : a) Convenzione Internazionale di Atene del 1974

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina del trattamento di trasferta e dei rimborsi

Dettagli

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 63 del 21 dicembre 2011. Modificato ed integrato con deliberazioni del

Dettagli

1) Assunzione in servizio dei volontari.

1) Assunzione in servizio dei volontari. Circolare del 13 marzo 2015. Disposizioni in materia di assunzione in servizio e gestione dei volontari del servizio civile nazionale impegnati nel Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO Emanato con Decreto Rettorale n. 15, prot. n. 2214/A3 del 09 marzo 2012 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO INDICE Art. 1 - Servizio biblioteca Art. 2 Orari del Servizio Biblioteca

Dettagli

Giudice di Pace: alle cause per risarcimento danni da sinistro stradale con lesioni personali si applica il rito ordinario

Giudice di Pace: alle cause per risarcimento danni da sinistro stradale con lesioni personali si applica il rito ordinario Giudice di Pace: alle cause per risarcimento danni da sinistro stradale con lesioni personali si applica il rito ordinario 09 marzo 2007 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO UFFICIO DEL GIUDICE

Dettagli

www.cleam.it informazionicleam@gmail.com 0932/1910480 fax 0932/1700069 cell:324 0721364

www.cleam.it informazionicleam@gmail.com 0932/1910480 fax 0932/1700069 cell:324 0721364 Il presente regolamento disciplina gli aspetti relativi all attivazione, alla frequenza ed alla gestione del MASTER CLEAM SPECIALISTA FITNESS- PESONAL TRAINER (d ora in poi Master ) e, ove non diversamente

Dettagli

Anna Teresa Paciotti. Conclusioni dell Avvocato Generale. Yves Bot. presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C 22/11. Finnair Oyj. contro.

Anna Teresa Paciotti. Conclusioni dell Avvocato Generale. Yves Bot. presentate il 19 aprile 2012 (1) Causa C 22/11. Finnair Oyj. contro. Compensazione per negato imbarco Il negato imbarco non può essere ragionevolmente giustificato invocando circostanze eccezionali Conclusioni dell Avvocato Generale Yves Bo tpresentate il 19 aprile 2012

Dettagli

Agenzie di viaggio e turismo

Agenzie di viaggio e turismo LEGGE REGIONALE 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. 3.4.2000 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 15 (Testo coordinato con la L.R. 17 gennaio 2005 n.

Dettagli

29 marzo 4 Aprile 2016

29 marzo 4 Aprile 2016 in PARTENRSHIP CON ACENTRO presenta e propone : TROFEO Logos di Primavera Formula da definire OITAVOS Dunes Golf Resort CASCAIS, LISBONA 29 marzo 4 Aprile 2016 SPECIAL PACKAGE SOCI LOGOS (minimo 20 partecipanti)

Dettagli

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F.

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F. Timbro Protocollo APERTURA AGENZIA VIAGGIO E TURISMO AREA COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE Sportello Unificato per il Commercio Servizio Attività Economiche e di Servizio SUAP Pianificazione Commerciale

Dettagli

TITOLO VII Altri usi

TITOLO VII Altri usi TITOLO VII Altri usi CAPITOLO 1 PRESTAZIONI VARIE D OPERA E SI SERVIZI (*) CAPITOLO 2 USI MARITTIMI (*) (*) non è stata rilevata o segnalata l esistenza di usi CAPITOLO 3 USI NEI TRASPORTI TERRESTRI ITER

Dettagli

POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2

POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2 POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2 I VIAGGI.3 Vetrina delle offerte viaggio - Agenzia viaggi telefonica Viaggi Studio in tutto il mondo Agenzia viaggi telefonica

Dettagli

REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE

REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE l Unità NUOVA INIZIATIVA EDITORIALE SpA In liquidazione Sede Legale: Via Ostiense, 131/L 00154 Roma REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE Il presente documento stabilisce i termini e le procedure della due diligence

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO II CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE* L anno, il giorno del mese di.in.. nello Studio.,

Dettagli

Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto Ai sensi dell art. 6 del d.lgs 111/95 i clienti hanno diritto di ricevere copia del contratto di compravendita del pacchetto turistico. 1) PREMESSA NOZIONE DI PACCHETTO

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO A PREMI PER ESTRAZIONE DENOMINATO BANCA GENERALI UN CAMPIONE PER AMICO 2011 PROMOSSO DA BANCA GENERALI S.p.A.

REGOLAMENTO CONCORSO A PREMI PER ESTRAZIONE DENOMINATO BANCA GENERALI UN CAMPIONE PER AMICO 2011 PROMOSSO DA BANCA GENERALI S.p.A. REGOLAMENTO CONCORSO A PREMI PER ESTRAZIONE DENOMINATO BANCA GENERALI UN CAMPIONE PER AMICO 2011 PROMOSSO DA BANCA GENERALI S.p.A. SOGGETTO PROMOTORE: Banca Generali S.p.A. (di seguito anche la Banca )

Dettagli

DS PRIVILÈGE REGOLAMENTO D ADESIONE

DS PRIVILÈGE REGOLAMENTO D ADESIONE DS PRIVILÈGE REGOLAMENTO D ADESIONE Premessa «DS Privilège» è stato creato dalla società Citroën Italia Spa, Società per Azioni con capitale sociale di Euro 2.400.000,00 interamente versato e sede sociale

Dettagli

COMUNE DI JESOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

COMUNE DI JESOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI JESOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO ANNO 2013 Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento, adottato nell

Dettagli

TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO

TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO TRASPORTO AEREO E TUTELA DEI PASSEGGERI CONFERENZA SITA LIBERALIZZAZIONE E CRISI DEL MERCATO Roma, 18 novembre 2010 Norme di riferimento Regolamento (CE) n. 889/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI

SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI 1. L Agenzia di Viaggi (di seguito denominata ADV) si impegna a rispettare le indicazioni delle CC.MM. n. 291 del 14/10/1992

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE A

SCHEDA DI ADESIONE A SCHEDA DI ADESIONE A ALL OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO OBBLIGATORIA TOTALITARIA ai sensi degli articoli 106, comma 1-bis, e 109 del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 (l Offerta Obbligatoria ) promossa da Marco

Dettagli

(Atti legislativi) REGOLAMENTI

(Atti legislativi) REGOLAMENTI 17.12.2010 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 334/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1177/2010 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 24 novembre 2010 relativo ai diritti

Dettagli

D.M. 25 maggio 2012, n. 141 Modifiche ed integrazioni al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 18 febbraio 2011, n. 52, avente ad oggetto il Regolamento recante istituzione

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli