COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO (ATS) MONTELLO E COLLI ASOLANI ALLEGATO 6.2: MISURA 313, AZIONE 3 SCHEDA INTERVENTO E SCHEDA PROGETTO A GESTIONE DIRETTA SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA ATS PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO PROGETTO INTEGRATO D AREA RURALE (PIA-R) MONTELLO E COLLI ASOLANI id. N MISURA 313 Incentivazione attività turistiche AZIONE 5 Integrazione offerta turistica Intervento: Progetto di promozione e integrazione dell offerta turistica dell area del Montello e Colli Asolani con le iniziative complessivamente promosse dalla Regione Veneto. 1. Descrizione della misura/azione. L Azione interviene per contribuire a finanziare le attività informative, promozionali e pubblicitarie per favorire la comunicazione integrata del territorio nell area del Montello e Colli partendo dall attrattività delle zona che lo stesso PIA-R contribuisce a migliorare e valorizzare. Questa Azione è evidentemente in relazione non solo con le altre Azioni della Misura 313 ma anche con altre Misure del PIA-R, quelle legate all ospitalità in agriturismo (Mis. 311 Az. 2) o alla valorizzazione del patrimonio rurale (Mis. 323/A Azioni ). Il presente progetto si propone di sviluppare e ampliare le strategie di comunicazione relative al territorio nell area del Montello e Colli Asolani, in modo coordinato con la, in particolare con il Piano Turistico Provinciale al fine di PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5

2 promuovere all esterno un immagine coordinata ed integrata di valorizzazione del territorio trevigiano. L azione vuole sostenere sempre secondo un approccio di sistema, in grado di coordinare e mettere in rete l azione di tutti gli operatori interessati - attività informative e promozionali, consistenti nella realizzazione di campagne informative e pubblicitarie, nella realizzazione di workshop con gli operatori turistici, nella partecipazione a fiere specializzate, nella creazione di eventi dedicati e di educational tour per giornalisti e operatori, presentando l area come contesto omogeneo, caratterizzato dall offerta integrata di beni culturali, ambientali, storici e di attrazioni turistiche. Elemento caratterizzante l intervento proposto è la realizzazione di un unico progetto integrato di comunicazione gestito dall ATS e la realizzazione di un calendario unico degli eventi e delle mostre e manifestazioni dell area coordinato con la rete eventi della. Ciò rappresenta un salto di qualità rispetto al passato in quanto l unico progetto con immagine coordinata e diretto a proporre l offerta turistica dell area del PIA-R nella sua unitarietà appare condizione idonea ad evitare quei fenomeni di duplicazione di iniziative e dispersione di risorse che talvolta si sono registrati. 1.2 Obiettivi. Complementare all azione di promozione e commercializzazione unitarie dell offerta turistica dell area del Montello e Colli Asolani risulta essere anche una più diffusa azione di informazione e comunicazione del territorio. In relazione all obiettivo specifico del PSR per il Veneto Incentivare le attività e i servizi turistici nelle aree rurali, l azione ha l obiettivo operativo, in termini di realizzazioni, di promuovere attività informative, promozionali e pubblicitarie, coordinate e integrate a livello di area, per accrescerne la conoscenza. Di seguito si indicano i principali obiettivi perseguiti dall Azione: - il miglioramento della qualità dell offerta di turismo rurale, in particolare sotto il profilo dell informazione e della comunicazione ai potenziali fruitori della stessa; - il potenziamento dei servizi e delle infrastrutture finalizzati a promuovere e a qualificare l accesso dei turisti alle aree oggetto degli interventi; - la creazione e lo sviluppo di servizi e progetti finalizzati a promuovere, secondo criteri e metodologie innovative, l incontro fra domanda e offerta di turismo rurale; - l integrazione fra l offerta turistico-enogastronomica delle aree rurali e l offerta turistica tradizionale Ambito territoriale di applicazione L intero territorio degli 8 Comuni dell ambito territoriale designato del PIA-R Montello e Colli Asolani. L elenco dei Comuni ammissibili è il seguente: Asolo, Cornuda, Crocetta del Montello, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Volpago del Montello. PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 2

3 2. SOGGETTI RICHIEDENTI COMUNE DI CORNUDA 2.1. Indicazione soggetto e conferma requisiti Comune di Cornuda con sede in Piazza Giovanni XXIII n. 1 CF P.IVA quale Soggetto Capofila e Responsabile Amministrativo e Finanziario (RAF) della Associazione Temporanea di Scopo (ATS) denominata Piano Integrato d Area Rurale (PIA-R) Montello e Colli Asolani Criteri di ammissibilità dei soggetti richiedenti Competenza territoriale sull area interessata all intervento Per i richiedenti ad esso assoggettati, rispetto del regime de minimis ai sensi del Reg (CE) n. 1998/ INTERVENTI AMMISSIBILI 3.1 Tipo di interventi 2.1. Tipo di interventi Iniziative di promozione ed integrazione dell offerta turistica. 3.2 Condizioni di ammissibilità degli interventi Gli interventi proposti devono soddisfare le seguenti condizioni di ammissibilità: 1. riferimento al territorio di competenza del soggetto richiedente. 2. Gli interventi promuovono il collegamento fra l offerta turistico-ricettiva, culturale, sportiva, enogastronomica del Veneto e le zone di produzione di prodotti tipici e di qualità; sono rivolti agli operatori del settore turistico e possono comprendere: - azioni di promozione di itinerari enogastronomici; - visite alle zone e ai luoghi di produzione dei prodotti agricolo-alimentari tipici e di qualità; - azioni di promozione dell enogastronomia regionale presso i circuiti turistico-culturali. a. Integrazione e coordinamento con iniziative già realizzate da altri soggetti pubblici o privati nel settore del turismo e del turismo rurale. b. Presentazione di un Piano delle iniziative di integrazione dell offerta turistica contenente i seguenti elementi: - descrizione degli obiettivi specifici con riferimento agli obiettivi e alle strategie del PIA- R Montello e Colli asolani; - descrizione delle motivazioni, anche in relazione alle esigenze di complementarietà, integrazione e coordinamento con iniziative già realizzate da altri soggetti pubblici o privati nel settore del turismo e del turismo rurale; - descrizione degli interventi previsti; PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 3

4 - cronoprogramma delle attività/operazioni; - piano finanziario dettagliato delle spese Impegni e prescrizioni operative Tutte le iniziative e gli strumenti informativi attivati nell ambito e a supporto degli interventi finanziati dalla presente misura, anche in relazione agli eventuali obblighi specifici di informazione a carico dei soggetti beneficiari (cartelloni e targhe informative, materiali e supporti informativi.) o comunque alle attività informative messe in atto con le risorse del PSR, devono essere realizzate secondo le disposizioni previste dalla apposite Linee guida per l informazione e l utilizzo dei loghi approvate con Decreto n. 13 del 19 giugno 2009 della Direzione Piani e programmi settore primario, disponibili sul sito Internet della Regione, nella sezione (Economia > Agricoltura-Foreste > Sviluppo Rurale > Programmazione > Informazione e pubblicità). E obbligatorio l inserimento del marchio turistico regionale, di cui al punto 9 del citato Decreto n. 13/2009. La quota di spesa a carico del beneficiario per la realizzazione degli interventi non potrà derivare da sponsorizzazioni Spese ammissibili Le spese ammissibili sono: 1. Organizzazione di seminari, incontri, educational tour e workshop per giornalisti ed operatori economici 2. iniziative di informazione, relativi a: progettazione, elaborazione tecnica stampa, riproduzione e distribuzione, realizzazione siti Web. 3. Organizzazione e partecipazione a manifestazioni, eventi dedicati e fiere specializzate, con riferimento alle seguenti voci di spesa: quota di iscrizione alla manifestazione, affitto, allestimento e manutenzione dell area espositiva; trasporto ed assicurazione dei prodotti e dei materiali; interpretariato; compensi e rimborsi per personale a tempo determinato a supporto delle iniziative. Spese generali PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 4

5 Sono ammissibili nei limiti e condizioni previsti dal documento di Indirizzi procedurali (Allegato A alla DGR 4083 del 29 dicembre 2009 e successive modifiche ed integrazioni, paragrafo 5.3.2) In tali limiti rientrano anche le eventuali spese per l acquisto di prodotti per attività di degustazione. Le spese per viaggi, vitto e alloggio relative al personale a tempo determinato sono ammesse nei limiti stabiliti per i dipendenti della Regione Veneto. Non sono ammissibili le spese relative al personale dipendente. 4. PIANIFICAZIONE FINANZIARIA 4.1 Importo messo a bando L importo complessivo messo a bando è pari a ,00 euro (centomila).??????? 4.2 Livello ed entità dell aiuto Il livello di aiuto è pari al 50% della spesa ammissibile. Agli aiuti previsti a favore dei richiedenti ad esso assoggettati, si applicano le condizioni di cui al regime de minimis ai sensi del Regolamento (CE) n. 1998/ Termini e scadenze per l esecuzione degli interventi Sono eleggibili le spese che sono state effettuate successivamente alla data della presentazione di domanda di aiuto. Gli interventi devono essere realizzati entro 30 mesi con decorrenza dalla data di pubblicazione del decreto di finanziabilità delle operazioni sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e comunque entro il Termini e scadenze per l esecuzione degli interventi Sono eleggibili le spese che sono state effettuate successivamente alla data della presentazione di domanda di aiuto. Il termine massimo per la realizzazione dell intervento ammesso è di trenta mesi con decorrenza dalla data di pubblicazione del decreto di finanziabilità delle operazioni sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e comunque entro il DOMANDA DI AIUTO 5.1 Modalità e termini per la presentazione della domanda di aiuto Al fine di accedere agli aiuti previsti dalla presente Misura, la domanda di aiuto dovrà essere presentata ad AVEPA Sportello Unico Agricolo di Treviso Centro Direzionale Nautilus Via Castellana n Treviso entro il mese di marzo 2012, con allegata la documentazione elencata al successivo paragrafo Documentazione da allegare alla domanda di aiuto Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione: PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 5

6 copia del documento d'identità in corso di validità, qualora la sottoscrizione della domanda non avvenga con le altre modalità previste dal comma 3 dell'articolo 38 del DPR n. 445/2000; Copia del provvedimento che approva la presentazione della domanda. Piano delle iniziative di integrazione dell offerta turistica. Tutti i documenti sopra indicati sono considerati essenziali e pertanto la loro mancata presentazione unitamente alla domanda di aiuto comporta la non ammissibilità della domanda. 6. DOMANDA DI PAGAMENTO 6.1 Modalità e termini per la presentazione della domanda di pagamento Ai fini del pagamento di acconti o del saldo del contributo, il beneficiario dovrà presentare, in allegato alla domanda di pagamento la documentazione di cui al successivo paragrafo Documentazione da allegare alla domanda di pagamento Alla domanda di pagamento dovrà essere allegata la seguente documentazione: Relazione tecnica finale che descriva fasi e modalità di esecuzione dell intervento ed il conseguimento degli obiettivi previsti Elenco della documentazione a giustificazione della spesa sostenuta (secondo la modulistica predisposta da AVEPA) Copia dei giustificativi di pagamento (fatture, bonifici, ricevute bancarie, assegni di c/c bancario o postale non trasferibili estratti conto bancari o postali...); Copia delle eventuali convenzioni sottoscritte Copia di tutto il materiale prodotto in formato cartaceo e digitale. 7. INFORMAZIONI E RIFERIMENTI Per l attuazione degli interventi l ATS Montello e Colli Asolani adotterà le modalità previste ai punti A e B del paragrafo 1.4 Indirizzi Procedurali di cui all Allegato A alla DGR 4083 del ALLEGATI TECNICI Scheda progetto PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 6

7 SCHEDA PROGETTO A GESTIONE DIRETTA ATS PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO PROGETTO INTEGRATO D AREA RURALE (PIA-R) MONTELLO E COLLI ASOLANI id. N MISURA 313 Incentivazione attività turistiche AZIONE 5 Integrazione offerta turistica Intervento: Progetto di promozione e integrazione dell offerta turistica dell area del Montello e Colli Asolani con le iniziative complessivamente promosse dalla Regione Veneto. ALLEGATO TECNICO 1.1. Descrizione generale Con la seguente proposta/progetto, s intende valorizzare il territorio ed i prodotti dell area MONTELLO e COLLI ASOLANI attraverso l organizzazione di una serie di eventi integrati con lo sport, l eno-gastronomia e la promozione dei luoghi scenario della prima Guerra Mondiale. Nello specifico: 1. IL TURISMO SPORTIVO E LA MOUNTAIN BIKE NELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI 2. ASOLO DOCG GOLF CUP INTERVENTO 3 - PROGETTAZIONE ED IDEAZIONE DI ITINERARI PER LA VALORIZZAZIONE ENOGASTRONOMICA E CULURALE DELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI: LA VIA DELL OLIO E DEL VINO DEL MONTELLO E COLLI ASOLANI; L ITINERARIO DELLA GRANDE GUERRA. Intervento 1 - IL TURISMO SPORTIVO E LA MOUNTAIN BIKE NELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI Il progetto ha come scopo quello di promuovere il territorio dell area oggetto del PIA-R Montello e Colli Asolani come una sport destination, attraverso una importante presenza media in ambito UE e attraverso la presenza e la promozione in eventi nazionali ed europei dei bikers che hanno una connotazione fortemente italy oriented e/o di altri eventi di promozione della destinazione sportiva Montello e Colli Asolani. Negli ultimi anni in Europa il prodotto Italy Bike ha avuto una grande diffusione, soprattutto per la clientela ciclistica, da sempre amante dei prodotti Made in Italy e dell Italia come luogo di destinazione per turismo cicloturistico ed enogastronomico. PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 7

8 Il nostro obiettivo è quello di rafforzare il brand CLUB DI PRODOTTO TREVISO LA PROVINCIA DELLO SPORT, facendolo diventare una delle destinazioni preferite per i cicloturisti e per i bikers italiani ed europei e, più in generale, per gli amanti della vacanza attiva. Le operazioni di supporto a tale iniziativa saranno: - Creazione di materiale grafico promozionale - Campagna promozionale attraverso Internet ad oltre utenti UE e nazionali interessati al ciclismo ed alla vacanza attiva con il Club di Prodotto; - Presenza di stand promozionale ad eventi di MBK e del turismo attivo in UE ed in Italia. - Campagna promozionale e pubblicitaria su riviste di settore - Presenza di materiale promozionale alla Fiere specializzate del settore in ambito UE ed Italia; - Presenza di cartoline promozionali di Marca Treviso nel pacco gara di ogni atleta iscritto agli eventi sportivi promossi ed organizzati nell area Montello e Colli Asolani; - Invito a giornalisti a partecipare agli eventi MBK e dello sport promossi ed organizzati nell area Montello e Colli Asolani; - Fornitura di prodotti enogastronomici del territorio per promuovere il cibo e il vino della zona del Montello e dei Colli Asolani. Intervento 2 ASOLO PROSECCO DOCG GOLF CUP 2012 Si tratta di un evento da realizzarsi a Montebelluna, oramai giunto alla ribalta internazionale e da più parti riconosciuto come uno dei più significativi eventi di promozione turistica integrata. La rappa Montebellunese dell Asolo Prosecco docg Golf Cup, si propone di promuovere e far degustare il prodotto Prosecco Superiore docg assieme ai prodotti tipici della provincia di Treviso in particolare del Territorio oggetto del PIA-R nel segmento del golf in Italia, Europa. Il nostro fine è raggiungere un target mirato di clientela con alta capacità di spesa, propensi a viaggiare e scoprire sempre luoghi nuovi sia per giocare a golf ma soprattutto per apprezzare le eccellenza dell enogastronomia e dell arte che il territorio dell alta marca può offrire. Il valore derivante dall afflusso di turisti-golfisti sarà sicuramente essere significativo come del resto evidenziato dallo studio dell università Ca Foscari di Venezia sui dati delle precedenti edizioni. INTERVENTO 3 - PROGETTAZIONE ED IDEAZIONE DI ITINERARI PER LA VALORIZZAZIONE ENOGASTRONOMICA E CULURALE DELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI: LA VIA DELL OLIO E DEL VINO DEL MONTELLO E COLLI ASOLANI; L ITINERARIO DELLA GRANDE GUERRA. L intervento mira a valorizzare l ambito dell area oggetto del PIA-R con azione di particolare aggressione sui mercati internazionali con una forte integrazioni con le azioni poste in nessere in questi anni da Regione e per il tramite del Consorzio Marca Treviso. IL tutto con particolare attenzione ai temi dell enograstonomia e della cultura (Grande Guerra in particolare). PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 8

9 1.3. Localizzazione dell intervento L intero territorio degli 8 Comuni dell ambito territoriale designato del PIA-R Montello e Colli Asolani : Asolo, Cornuda, Crocetta del Montello, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Volpago del Montello Dati del soggetto richiedente Comune di Cornuda con sede in Piazza Giovanni XXIII n. 1 CF P.IVA quale Soggetto Capofila e Responsabile Amministrativo e Finanziario (RAF) della Associazione Temporanea di Scopo (ATS) denominata Piano Integrato d Area Rurale (PIA-R) Montello e Colli Asolani. L attività sarà affidata dall ATS al Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso in quanto Struttura Associata di promozione riconosciute dalla Regione Veneto ai sensi dell art. 7 della legge regionale n. 33 del 4 novembre 2002 con il compito di promuovere e commercializzare il prodotto turistico del territorio della. 2. INTERVENTI PREVISTI Queste le azioni previste: Ambito e tematismo Azione Presentazione Descrizione IL TURISMO SPORTIVO E LA MOUNTAIN BIKE NELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI Educational tour per giornalisti Predisposizione e studio grafico dell operazione promozionale a supporto degli eventi MBK e del Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport programmati nell area Stampa e distribuzione di locandine promozionali riguardanti il ciclismo e la bicicletta nella zona di montello e Colli Asolani e del Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport Presenza pubblicitaria e publi-redazionale su riviste americane nel settore bici, con particolare riferimento gli eventi sportivi promossi dal Club di Prodotto. Presenza materiale promozionale alle fiere di settore partecipate dal Consorzio Organizzazione di viaggio promozionale per giornalisti in occasione degli eventi PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 9

10 ASOLO PROSECCO DOCG GOLF CUP 2012 Consulenze incarichi ed Partecipazione a fiere ed eventi Partecipazione a fiere ed eventi sportivi promossi dal Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport Compensi per personale a supporto dello sviluppo delle iniziative locali Realizzazione di materiale promozionale e visual per le aree VIP e le aree Expo agli eventi sportivi promossi e partecipati dal Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport Adesione e partecipazione expo turistici ed eventi sportivi promossi dal Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport Promozione del turismo enogastronomico locale attraverso la fornitura di prodotti tipici del territorio durante gli eventi sportivi promossi dal Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport Realizzazione newsletter dedicata alla promozione della vacanza attiva promossa dal Club di Prodotto Treviso la provincia dello Sport progettazione, elaborazione tecnica e grafica, ideazione testi, traduzione, stampa, riproduzione e distribuzione supporti cartacei e multimediali Organizzazione partecipazione manifestazioni e a realizzazione siti Web proseccogolfcup.com ed implementazione con realizzazione di banner pubblicitari speciali per il golf allestimento dell aree espositive nelle tappe del roadshow PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 10

11 fieristiche, con riferimento alle seguenti voci di spesa trasporto ed assicurazione dei prodotti e dei materiali con carrelli frigo e mezzi adatti Interpretariato compensi e rimborsi per personale a tempo determinato a supporto delle iniziative Acquisto di prodotti tipici enogastronomici Progettazione ed ideazione di itinerari per la valorizzazione enogastronomica e culurale dell Area montello e Colli Asolani: La via dell Olio e del Vino del Montello e Colli Asolani; l Itinerario della Grande Guerra Organizzazione di seminari, incontri e altri eventi progettazione ed ideazione di itinerari per la valorizzazione enogastronomica della area: La via dell Olio e del Vino del Montello e Colli Asolani. Creazione di escursioni alla scoperta di questi itinerari, visite in cantina e in realtà rurali Implementazione siti Web e : sito web o pagine specifiche per gli itinerari sopracitati, scaricabili in gps, con tutte i supporti di servizi in loco; promozione con azioni di web marketing acquisto spazi pubblicitari e pubbli-redazionali su riviste e carta stampata: per la promozione in riviste di settore enogastronomico con relativa offerta turistica correlata realizzazione di cartellonistica: per la tracciabilità del territorio stesso e l identificazione di percorsi permanenti Organizzazione di educational tour e workshop sul tema enogastronomici a livello internazionale che possa essere punto di incontro, scambio e business per gli operatori della filiera locale e gli PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 11

12 Organizzazione e partecipazione a manifestazioni fieristiche, con riferimento alle seguenti voci di spesa operatori esterni oltre che per l utente finale con correlato breve educational tour per selezione tour operator specializzati e giornalisti stranieri. Sostegno per realizzazione evento in vista del Centenario dallo scoppio della Grande Guerra (produzione cinematografica o televisiva in collaborazione con Treviso Film Commission e Regione Veneto) quota di iscrizione alla manifestazione, affitto, allestimento e manutenzione dell area espositiva; trasporto ed assicurazione dei prodotti e dei materiali: beni di consumo alimentari con conseguenti necessità di mantenimento in frighi, cucine ecc Interpretariato compensi e rimborsi per personale a tempo determinato a supporto delle iniziative Risultati attesi: Attraverso queste attività si propone e ci si aspetta di produrre una ricaduta durevole ed effettiva sul territorio dell Area PIA-R Montello e Colli Asolani. Infatti accanto alle iniziative di richiamo occorre fidelizzare i visitatori ed i turisti attraverso delle attività permanenti che rimangano e costituiscano dei servizi di offerta veri e propri. Pertanto, il primo obiettivo è incrementare la presenza ed i visitatori di un 3% annuo, monitorando effettivamente che tale afflusso provenga delle attività messe in atto. Il secondo e contestuale obiettivo è animare ed integrare le attività economiche esistenti con l utilizzo di personale e strutture di offerta. In ciò si identifica un incremento dell occupazione nel territorio in oggetto di almeno 14\20 unità al fine del percorso progettuale. Lo scopo inoltre è di incentivare quelle piccole attività collaterali, per ora solo integrative del reddito, come attività imprenditoriali vere e proprie PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 12

13 CRONO-PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ/OPERAZIONI Intervento 1 IL TURISMO SPORTIVO E LA MOUNTAIN BIKE NELL AREA MONTELLO E COLLI ASOLANI Inizio attività X Realizzazione evento X X X X X X Chiusura attività X rendicontazione Intervento 2 ASOLO PROSECCO DOCG GOLF CUP Inizio attività X Realizzazione evento X X X X X X Chiusura attività X rendicontazione Intervento 3 Progettazione ed ideazione di itinerari per la valorizzazione enogastronomica e culurale dell Area montello e Colli Asolani: La via dell Olio e del Vino del Montello e Colli Asolani; l Itinerario della Grande Guerra Inizio attività X Realizzazione evento X X X X X X Chiusura attività X rendicontazione 1 Riferimento ai trimestri a partire dalla data di assegnazione del contributo PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 13

14 3. PIANIFICAZIONE FINANZIARIA 3.1. Importo totale di spesa: euro , Contributo richiesto: euro ,00 4. PIANO FINANZIARIO DETTAGLIATO DELLE SPESE. Per la realizzazione del progetto è previsto il sostenimento delle seguenti spese ((i dettagli delle singole voci sono riportati nelle descrizioni): Voci di spesa previste importo 2 1. CATEGORIA DI SPESA: iniziative di comunicazione, relativi a progettazione, elaborazione tecnica e grafica, ,00 ideazione testi, traduzione, stampa, riproduzione e distribuzione supporti cartacei e multimediali realizzazione siti Web acquisto spazi pubblicitari e pubbli-redazionali su riviste e carta stampata realizzazione di cartellonistica spazi e servizi radiotelevisivi CATEGORIA DI SPESA: 1.250,00 Organizzazione di seminari, incontri e altri eventi. CATEGORIA DI SPESA: Organizzazione e partecipazione a manifestazioni fieristiche, con riferimento alle seguenti voci di spesa: quota di iscrizione alla manifestazione, affitto, ,00 allestimento e manutenzione dell area espositiva; trasporto ed assicurazione dei prodotti e dei materiali interpretariato; compensi e rimborsi per personale a tempo determinato a supporto delle iniziative SPESE GENERALI ,00 2 Indicare l importo al netto di IVA. PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 14

15 TOTALE SPESE ,00 Per tale studio/ricerca è prevista una spesa complessiva di ,00 più IVA con un contributo previsto del 50% pari ad ,00=; L ATS Montello e Colli Asolani provvederà con proprie disponibilità finanziarie ad anticipare il pagamento della spesa complessiva prevista per gli studi della presente azione fino ad un massimo di ,00 più iva se dovuta, in quanto il contributo a valere sul PSR sarà introitato dall ATS solo successivamente alla approvazione della domanda di pagamento da parte di Avepa corredata della documentazione relativa alla spesa sostenuta e dei giustificativi di pagamento. Modalità e tempi di realizzazione degli interventi Sulla base di quanto descritto nella Scheda Intervento per l attuazione degli interventi l ATS Montello e Colli Asolani adotterà le modalità previste ai punti A e B del paragrafo 1.4 Indirizzi Procedurali di cui all Allegato A alla DGR 4083 del mentre gli interventi dovranno essere realizzati entro trenta mesi dalla data di pubblicazione del decreto di finanziabilità delle operazioni sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e comunque entro il PIA-R MONTELLO E COLLI ASOLANI Scheda intervento a gestione diretta ATS Misura 313 Azione 5 15

Allegato alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione del GAL Polesine Adige n. 41 del 28/03/2013*

Allegato alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione del GAL Polesine Adige n. 41 del 28/03/2013* FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 007-03 Asse 4 - LEADER - Attuazione Strategia di Sviluppo

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007 2013 ASSE 4 LEADER

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007 2013 ASSE 4 LEADER FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvato dal CDA del GAL della Pianura Veronese con delibera n. 5 del 0.08.03 PROGRAMMA

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007 2013 ASSE 4 LEADER

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007 2013 ASSE 4 LEADER FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvato dal CDA del GAL della Pianura Veronese con delibera 42 del 05.07.2013 PROGRAMMA

Dettagli

Misura 421 Cooperazione interterritoriale e transnazionale Azione 2 Cooperazione Transnazionale Progetto MeDIETerranea

Misura 421 Cooperazione interterritoriale e transnazionale Azione 2 Cooperazione Transnazionale Progetto MeDIETerranea Allegato alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione del GAL Polesine Adige n. 46 del 8/03/03 FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone

Dettagli

Misura 421 Cooperazione interterritoriale e transnazionale Azione 2 Cooperazione Transnazionale Progetto MeDIETerranea

Misura 421 Cooperazione interterritoriale e transnazionale Azione 2 Cooperazione Transnazionale Progetto MeDIETerranea Allegato alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione del GAL Polesine Adige n. 45 del 8/03/03* FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone

Dettagli

COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso

COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO (ATS) MONTELLO E COLLI ASOLANI ALLEGATO 6.1: MISURA 313, AZIONE 3 SCHEDA INTERVENTO E SCHEDA PROGETTO A GESTIONE DIRETTA SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA ATS PROGRAMMA

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 7 del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Bassa Padovana con delibera n.14 del 10/06/013 PROGRAMMA

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 6 Del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA GAL Bassa Padovana con delibera n. del 09.. PROGRAMMA

Dettagli

COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso

COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO (ATS) MONTELLO E COLLI ASOLANI ALLEGATO N. 6.5 SCHEDA INTERVENTO E LA SCHEDA PROGETTO RELATIVA ALL INTERVENTO A REGIA PER LA MISURA 313, AZIONE 4 CON BENEFICIARIO LA PROVINCIA

Dettagli

LE VIE DELLA SERENISSIMA.

LE VIE DELLA SERENISSIMA. G.A.L. Antico Dogado Via C. Colombo, 4-30010 Lova di Campagna Lupia (VE) - Tel. 041 461157 Fax 041 5184086 mail: info@galdogado.it PEC: galdogado@pec.it www.galdogado.it C.F. 92152130289 Deliberazione

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

(cod. 03) GAL PATAVINO SCARL

(cod. 03) GAL PATAVINO SCARL FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal BANDO PUBBLICO GAL Patavino con delibera n. 5 del 0 novembre 01 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali UNIONE EUROPEA REGIONE DEL VENETO Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali BANDO PUBBLICO GAL Approvato con Delibera del Cda del Gal della Pianura Veronese n. 51

Dettagli

Proposta di Scheda intervento a regia GAL Allegato 1

Proposta di Scheda intervento a regia GAL Allegato 1 Proposta di Scheda intervento a regia GAL Allegato Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 007-03 Asse 4 Leader Cod. 09-VE-E - Venezia - GAL Venezia Orientale (VeGAL) Programma di Sviluppo Locale Itinerari,

Dettagli

ALLEGATO A alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 41 del 23 settembre 2013

ALLEGATO A alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 41 del 23 settembre 2013 Regione del Veneto Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse 4 Leader GAL Terre di Marca Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 per Borghi e Campagne SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con deliberazione

Dettagli

Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012

Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012 PSR 2007-2013 Asse 4 Leader Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012 Lusia, 15 novembre 2011 Il PSL del GAL Polesine Adige PERCORSI RURALI

Dettagli

Obblighi di informazione e pubblicità

Obblighi di informazione e pubblicità Allegato A al Decreto n. 04 del 17 maggio 2016 pag. 1/17 PSR Veneto 2014-2020 Obblighi di informazione e pubblicità Linee Guida per i beneficiari 1 Allegato A al Decreto n. 04 del 17 maggio 2016 pag. 2/17

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER. Cod. 13 GAL BALDO - LESSINIA

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER. Cod. 13 GAL BALDO - LESSINIA BANDO PUBBLICO GAL Approvato con deliberazione del Consiglio di amministrazione del GAL n. 39 del 05.08.203 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-203 ASSE 4 LEADER Cod. 3 GAL BALDO - LESSINIA Programma di

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

INDICE. 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA /AZIONE 1.1 Descrizione generale pag. 3 1.2 Obiettivi pag. 3 1.3 Ambito territoriale di applicazione pag.

INDICE. 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA /AZIONE 1.1 Descrizione generale pag. 3 1.2 Obiettivi pag. 3 1.3 Ambito territoriale di applicazione pag. REGIONE DEL VENETO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER ATTUAZIONE STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE GAL DELL ALTA MARCA TREVIGIANA Soc. Cons. a r.l. PROGRAMMA DI SVILUPPO LOCALE 2007-2013 SAPORI,

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (UE) 1305/2013 Regione Toscana Bando Sottomisura 3.2 Attività di informazione e promozione All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) OBIETTIVO La Regione

Dettagli

CANTIERE2020 COSTRUIAMO INSIEME IL NUOVO PROGRAMMA DI SVILUPPO DEL GAL AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROGETTI CHIAVE

CANTIERE2020 COSTRUIAMO INSIEME IL NUOVO PROGRAMMA DI SVILUPPO DEL GAL AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROGETTI CHIAVE CANTIERE2020 COSTRUIAMO INSIEME IL NUOVO PROGRAMMA DI SVILUPPO DEL GAL AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROGETTI CHIAVE Dopo la positiva esperienza della prima fase di vita (2008 luglio 2014, portati

Dettagli

PIANO DI AZIONE LOCALE FARE SQUADRA PER L APPENNINO BOLOGNESE GRUPPO DI AZIONE LOCALE BOLOGNAPPENNINO

PIANO DI AZIONE LOCALE FARE SQUADRA PER L APPENNINO BOLOGNESE GRUPPO DI AZIONE LOCALE BOLOGNAPPENNINO RICHIESTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DA REALIZZARSI IN MODALITÀ REGIA DIRETTA IN CONVENZIONE CON IL GAL APPENNINO BOLOGNESE A VALERE SULLA MISURA 413.7 OPERAZIONE

Dettagli

AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005

AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005 ALLEGATO 2 AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005 Beneficiari Enti locali, soggetti pubblici, società o fondazioni immobiliari a prevalente capitale pubblico che

Dettagli

GAL CONSORZIO SVILUPPO LUNIGIANA LEADER

GAL CONSORZIO SVILUPPO LUNIGIANA LEADER CODICE MISURA: 133 TITOLO: Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentari CONTRIBUTO: 200.000,00

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA AVVISO Criteri e modalità di presentazione delle istanze relative al sostegno di iniziative e manifestazioni culturali, artistiche, musicali, coreutiche, teatrali, ricreative,

Dettagli

- a voti unanimi espressi in forma di legge; delibera

- a voti unanimi espressi in forma di legge; delibera Bollettino Ufficiale n. 14/I-II del 03/04/2012 / Amtsblatt Nr. 14/I-II vom 03/04/2012 154 79221 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

Art. 1 Soggetti beneficiari del contributo

Art. 1 Soggetti beneficiari del contributo Allegato parte integrante Criteri Criteri e modalità per la concessione di contributi a soggetti organizzatori di manifestazioni fieristiche ai sensi dell articolo 67 della legge provinciale sul commercio

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

Allegato 1 alla D.G.R. n. del

Allegato 1 alla D.G.R. n. del Allegato 1 alla D.G.R. n. del MISURA INVESTIMENTI Programma Nazionale di Sostegno (PNSV) FINALITÀ AMBITO DI APPLICAZIONE E DURATA DELLA MISURA SOGGETTI AMMISSIBILI AL SOSTEGNO COMUNITARIO TIPOLOGIE DI

Dettagli

CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE REGOLAMENTO ATTUALMENTE NON ATTIVO

CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE REGOLAMENTO ATTUALMENTE NON ATTIVO CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE REGOLAMENTO ATTUALMENTE NON ATTIVO REGOLAMENTO CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE Art. 1 Finalità

Dettagli

Sezione I Identificazione della misura

Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 4.7- Promozione e marketing turistico 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento Asse 4 Sistemi locali di sviluppo 4. Codice

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico: Carni Bovine

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico: Carni Bovine Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 Reg. (CE) 1698/2005 Regione Toscana Bando Misura 133 Attività di informazione e promozione All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico:

Dettagli

SOTTOMISURA 3.2. Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno.

SOTTOMISURA 3.2. Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno. SOTTOMISURA 3.2 Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno. La Sottomisura concede un sostegno, a copertura dei costi derivanti da attività

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

Linea A- SCHEDA DI PROGETTO. (DELIBERA n.309 del 16/04/2012)

Linea A- SCHEDA DI PROGETTO. (DELIBERA n.309 del 16/04/2012) Linea di intervento 5.3 Attivazione di iniziative mirate di marketing finalizzate a promuovere le risorse endogene e ad attrarre investimenti esterni nei settori avanzati c (DELIBERA n.309 del 16/04/2012)

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 ALLEGATO D AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 Dipartimento Attività Produttive, Politiche

Dettagli

SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA

SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA G.A.L. Antico Dogado Via C. Colombo, 4-30010 Lova di Campagna Lupia (VE) - Tel. 041 461157 Fax 041 5184086 mail: info@galdogado.it PEC: galdogado@pec.it www.galdogado.it C.F. 92152130289 SCHEDA INTERVENTO

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I Obiettivi specifici del Piano turistico triennale 2011/2013 Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 Risorse stanziate nel

Dettagli

L OSSERVATORIO NAZIONALE

L OSSERVATORIO NAZIONALE L OSSERVATORIO NAZIONALE DELL AGRITURISMO Formulare proposte per la determinazione dei criteri di classificazione delle aziende agrituristiche secondo criteri omogenei per l intero territorio nazionale

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione di progetti di comunicazione turistica da parte dei Comuni del Lazio (DGR n.718 del 28/10/2014) A titolo esemplificativo

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA INFORMATIVE, PROMOZIONALI E PUBBLICITARIE DI CUI AL PUNTO 4 DEL PARAGRAFO 3.2 DELLA SCHEDA INTERVENTO A REGIA

PIANO DELLE ATTIVITA INFORMATIVE, PROMOZIONALI E PUBBLICITARIE DI CUI AL PUNTO 4 DEL PARAGRAFO 3.2 DELLA SCHEDA INTERVENTO A REGIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2007-2013 PROGETTO INTEGRATO D AREA RURALE (PIA-R) MONTELLO E COLLI ASOLANI id. N. 1836457 MISURA 313 INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITÀ TURISTICHE AZIONE 4 INFORMAZIONE

Dettagli

ALLEGATO N. 6.4 SCHEDA INTERVENTO E SCHEDA PROGETTO RELATIVA ALL INTERVENTO A REGIA PER LA MISURA 323/A, AZIONE 4 CON BENEFICIARIO IL COMUNE DI

ALLEGATO N. 6.4 SCHEDA INTERVENTO E SCHEDA PROGETTO RELATIVA ALL INTERVENTO A REGIA PER LA MISURA 323/A, AZIONE 4 CON BENEFICIARIO IL COMUNE DI COMUNE DI CORNUDA Provincia di Treviso SOGGETTO CAPOFILA E RESPONSABILE AMMINISTRATIVO FINANZIARIO (RAF) DELLA ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO (ATS) MONTELLO E COLLI ASOLANI www.comune.cornuda.tv.it/ats-pia_r.htlm

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 2227 del 06 novembre 2012

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 2227 del 06 novembre 2012 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Promozione Turistica Integrata Presidente Luca Zaia X Vicepresidente Marino Zorzato X Assessori Renato Chisso X Roberto Ciambetti X Luca Coletto

Dettagli

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 MISURA 114 UTILIZZO DEI SERVIZI DI CONSULENZA AZIONE 1 Servizi di consulenza agricola rivolti agli imprenditori agricoli 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA 1.1

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015

REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015 REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015 Codice DB1815 D.D. 5 dicembre 2014, n. 607 Realizzazione di azioni di promozione, comunicazione e web-marketing. Affidamento alla societa' in house Sviluppo Piemonte Turismo

Dettagli

CONVENZIONE. tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT. TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo

CONVENZIONE. tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT. TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo ALLEGATO A CONVENZIONE tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo dei Centri di Assistenza Tecnica e iniziative per l ammodernamento

Dettagli

Art. 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Art. 1 (Finalità e ambito di applicazione) REGOLAMENTO di ESECUZIONE dell articolo 8, comma 72, della legge regionale 18 gennaio 2006, n. 2, (legge finanziaria 2006), riguardante i criteri e le modalità di presentazione delle domande, di erogazione

Dettagli

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue. OGGETTO: Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo misura investimenti. Regolamento (CE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando annualità 2016. DGR/CR n. 96 del 19/11/2015. NOTA PER LA TRASPARENZA:

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE 1. Oggetto e finalità L Assessorato all Ambiente

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento 140 79470 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del 13 aprile 2012, n. 710 Approvazione dei criteri e modalità per il finanziamento dei

Dettagli

POR Campania 2000-2006 Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.7. Sezione I Identificazione della misura

POR Campania 2000-2006 Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.7. Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 4.7- Promozione e marketing turistico 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento Asse 4 - Sviluppo Locale 4. Descrizione della

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

ALLEGATO A1. Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo

ALLEGATO A1. Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo ALLEGATO A1 Al modulo di domanda del bando pubblico per la presentazione di domande di finanziamento Informazione nel settore agricolo Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 Asse IV Leader

Dettagli

Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura

Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura SOTTOMISURA 321/A Servizi essenziali e infrastrutture rurali AZIONE 4 PSR SICILIA 2007/2013 SOTTOMISURA 321/A4 Punti di accesso info-telematici

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO ANNO 2015 1 Articolo 1 - Finalità Il Centro Estero Umbria, al fine di agevolare l internazionalizzazione

Dettagli

SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE

SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE SISTEMA TURISTICO LOCALE SULCIS IGLESIENTE - PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS - PIANO DI ATTIVITA 2009 ASSE 3.2.C. SVILUPPO DELL AGGREGAZIONE CONTRIBUTI PER LA COMPARTECIPAZIONE A PROGETTI FINALIZZATI A

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE FONDO LATTE. FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO E GARANZIA FINO ALL'80% PER SOSTENERE GLI INVESTIMENTI, IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITÀ E DEI DEBITI COMMERCIALI NEL SETTORE

Dettagli

PARTECIPAZIONE AL BANDO PUBBLICO DELLA REGIONE VENETO

PARTECIPAZIONE AL BANDO PUBBLICO DELLA REGIONE VENETO PARTECIPAZIONE AL BANDO PUBBLICO DELLA REGIONE VENETO FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2007-2013 ASSE 4 MOBILITA SOSTENIBILE LINEA DI INTERVENTO 4.4 PISTE CICLABILI DGRV 1724 DEL 29 SETTEMBRE 2014 PROGETTO:

Dettagli

Le reti di imprese e. della Regione Liguria VIVAIO FORESTALE PIAN DEI CORSI

Le reti di imprese e. della Regione Liguria VIVAIO FORESTALE PIAN DEI CORSI Le reti di imprese e Il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Liguria VIVAIO FORESTALE PIAN DEI CORSI Rialto, 21 aprile 2016 ELEMENTI COSTITUTIVI DEL CONTRATTO DI RETE: NECESSARI Presenza di più imprenditori

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

PROGETTO BIKE TOURIST IN CIOCIARIA

PROGETTO BIKE TOURIST IN CIOCIARIA PROGETTO BIKE TOURIST IN CIOCIARIA Premessa Il progetto Bike Tourism nasce dalla consapevolezza di ricercare nel territorionuove forme di turismo sostenibile, nell'ottica di una diversificazione delle

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 20/11 DEL 3.6.2014

DELIBERAZIONE N. 20/11 DEL 3.6.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Asse IV, Linea d Attività 4.2.4.d. Rimodulazione Progetto Sviluppo Distretti Turistici di qualità per la promozione dell offerta turistica regionale dei comuni identitari,

Dettagli

DD.418 dell 11 marzo 2013 CONTRIBUTI ANNUALI. Guida per la rendicontazione finale ai fini dell erogazione del saldo

DD.418 dell 11 marzo 2013 CONTRIBUTI ANNUALI. Guida per la rendicontazione finale ai fini dell erogazione del saldo DD.418 dell 11 marzo 2013 CONTRIBUTI ANNUALI Guida per la rendicontazione finale ai fini dell erogazione del saldo Aspetti generali di Rendicontazione finanziaria L importo che deve essere rendicontato

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE l Assessorato al Turismo del Comune di Cagliari accoglie progetti per l organizzazione degli

Dettagli

TURISMO. Decreto N. 185 del 22-07-2013. Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA

TURISMO. Decreto N. 185 del 22-07-2013. Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA TURISMO Dirigente: PERUZZINI ALBERTO Decreto N. 185 del 22-07-2013 Responsabile del procedimento: Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA Ordinario [X ] Immediatamente

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino budget disponibile: 200.000 euro termine per la presentazione dei progetti

Dettagli

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione Premessa Il presente documento regola le modalità di rendicontazione, ai fini dell

Dettagli

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0

Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione. Versione 1.0 Guida alla procedura informatica Gestione progetti per la Ristrutturazione degli Enti di Formazione Versione 1.0 ANNO 2007 INDICE INTRODUZIONE... 3 CAP 1. REQUISITI E MODALITA DI ACCESSO... 4 CAP 1.1 MODALITA

Dettagli

Invito a presentare proposte per l animazione degli eventi Settimana DESS 2014 Per una buona Educ-Azione in Genova 24-27 novembre.

Invito a presentare proposte per l animazione degli eventi Settimana DESS 2014 Per una buona Educ-Azione in Genova 24-27 novembre. Invito a presentare proposte per l animazione degli eventi Settimana DESS 2014 Per una buona Educ-Azione in Genova 24-27 novembre. Premessa Regione Liguria, consapevole della necessità di continue e incisive

Dettagli

Bando Patrocini 2015

Bando Patrocini 2015 Scadenza: 16/07 Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere la cultura del dono, offrendo servizi che consentano di riconoscere e soddisfare

Dettagli

Comunicazione di concessione del finanziamento Descrizione categorie di spesa Interventi strutturali Acquisto attrezzature e dotazioni Spese generali Interventi immateriali spese avvio attività PRESCRIZIONI

Dettagli

No, si può partecipare solo con un progetto: o come singolo o in ATI.

No, si può partecipare solo con un progetto: o come singolo o in ATI. 1 Un azienda di medie dimensioni vorrebbe partecipare ad un progetto con una ATI (ed essere quindi propulsiva per il progetto collettivo) ed allo stesso tempo investire risorse per un progetto singolo.

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B DENOMINATA Offerta tecnica GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA

Dettagli

I sottoscritti: a) (Impresa proponente) . nato a il.., in qualità di.. legale. rappresentante della società. con sede legale in - Via

I sottoscritti: a) (Impresa proponente) . nato a il.., in qualità di.. legale. rappresentante della società. con sede legale in - Via INTERVENTI A FAVORE DELLE PMI E DEGLI ORGANISMI DI RICERCA - SPORTELLO DELL'INNOVAZIONE ALLEGATO A - CONTENUTI RICHIESTI NELL'ATTO FORMALIZZAZIONE DEL PARTNERIATO I sottoscritti: a) (Impresa proponente).

Dettagli

Anni 2015 e 2016. Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014)

Anni 2015 e 2016. Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014) Allegato B Anni 2015 e 2016 Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio (Art. 2 L.R. 7 /2014) Modalità e criteri per la concessione delle risorse Art. 1 Finalità e risorse 1. La Regione

Dettagli

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 120.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus

Dettagli

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati.

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati. Regolamento concernente la concessione di finanziamenti a favore delle Amministrazioni comunali del Friuli Venezia Giulia, dei Centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali (CAT) autorizzati e

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Azione di sostegno alle Università e Centri di Ricerca pubblici pugliesi

REGIONE PUGLIA. Azione di sostegno alle Università e Centri di Ricerca pubblici pugliesi REGIONE PUGLIA Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione Azione di sostegno alle Università e Centri di Ricerca pubblici pugliesi per incentivare la protezione della proprietà intellettuale (cd.

Dettagli

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Allegato A All Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio Servizio

Dettagli

ASSESSORATO TURISMO BARI

ASSESSORATO TURISMO BARI 16716 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 124 del 28-9-2006 ASSESSORATO TURISMO BARI Bando di gara affidamento servizi per partecipazione a fiere, mostre ed eventi (Determinazione del Dirigente

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di imprese - Azione 2 Progetto realizzato da: Con il contributo

Dettagli

PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori"

PSR: Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori" La misura 112 concede un aiuto all insediamento dei giovani agricoltori attraverso l attivazione di un piano di sviluppo aziendale e l utilizzo di

Dettagli

La gestione finanziaria dei progetti

La gestione finanziaria dei progetti Progettazione sociale ed europea per le Associazioni Culturali La gestione finanziaria dei progetti Torino 18 Marzo 2014 1 Pianificazione economico finanziaria Uno dei momenti della pianificazione è la

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER BANDO PUBBLICO GAL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSE 4 LEADER Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione del GAL n. 18 del 13.07.2010 Cod. 13. GAL BALDO LESSINIA Programma di

Dettagli

100 milioni di euro per i nuovi bandi

100 milioni di euro per i nuovi bandi Seminario - Lamezia Terme - venerdì 28 gennaio 2011 100 milioni di euro per i nuovi bandi Misure 1.2.1 e 1.2.3 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale BANDI 121-123 ISTRUZIONI

Dettagli

ALLEGATO _B_ Dgr n. 199 del 12/02/2008 Pagina 200 di 218

ALLEGATO _B_ Dgr n. 199 del 12/02/2008 Pagina 200 di 218 ALLEGATO _B_ Dgr n. 199 del 12/02/2008 Pagina 200 di 218 MISURA : 132- PARTECIPAZIONE A SISTEMI DI QUALITÀ ALIMENTARE 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA/SOTTOMISURA/AZIONE 1.1- Descrizione generale La misura

Dettagli