nel DECISION MAKING delle MALATTIE VALVOLARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "nel DECISION MAKING delle MALATTIE VALVOLARI"

Transcript

1 L ECOCARDIOGRAFIA nel DECISION MAKING delle MALATTIE VALVOLARI Michele Oppizzi Dipartimento di Cardiologia i Università Vita e Salute

2 FISIOPATOLOGIA delle MALATTIE VALVOLARI MALATTIA VALVOLARE DISFUNZIONE VD INSUFF. TRICUSPIDALICA FUNZIONALE -> scompenso dx SOVRACCARICO di VOLUME / PRESSIONE VENTRICOLO SX -> disfunzione sistolica -> disfunzione diastolica IPERTENSIONE POLMONARE -> malattia vascolare polm. DILATAZIONE ATRIALE SX -> fibrillazione atriale -> tromboembolie scompenso sx

3 Dalla MALATTIA VALVOLARE allo SCOMPENSO DX TERMINALE alla MALATTIA del VENTRICOLO SX alla MALATTIA VASCOLARE alla MALATTIA dell ATRIO SX POLMONARE -> fibrillazione ill i atriale -> tromboembolie Ogni tappa è alle COMPLICANZE SISTEMICHE prima REVERSIBILE poi IRREVERSIBILE

4 FISIOPATOLOGIA delle MALATTIE VALVOLARI INSUFFICIENZA MITRALICA AORTICA SOVRACCARICO di VOLUME DILATAZIONE DISFUNZIONE SISTOLICA del VENTRICOLO SX

5 FISIOPATOLOGIA delle MALATTIE VALVOLARI STENOSI AORTICA SOVRACCARICO di PRESSIONE IPERTROFIA DISFUNZIONE DIASTOLICA del VENTRICOLO SX

6 RUOLO dell ECOGRAFIA 1. DIAGNOSI del TIPO di MALATTIA VALVOLARE -> dd soffio cardiaco 2. QUANTIFICAZIONE della GRAVITA -> timing controlli -> timing chirurgia -> effetti terapia medica 3. QUANTIFICAZIONE 4. TIPO di INTERVENTO delle RIPERCUSSIONI su: riparativo / sostitutivo ventricoli, atri, pressione polmonare -> tecniche differenti -> timing chirurgia -> diversa sopravv. a -> rischio operatorio, prognosi a distanza distanza dsa a

7 1. DIAGNOSI del TIPO di VALVULOPATIA: ricadute terapeutiche INSUFFICIENZA MITRALICA INSUFFICIENZA AORTICA STENOSI AORTICA SPESSO RIPARABILE + RARAMENTE RIPARABILE AORTA ASCENDENTE SOSTITUZIONE VALVOLARE PERCUTANEA?

8 2. QUANTIFICAZIONE della GRAVITA : ricadute terapeutiche LIEVE MODERATA SEVERA OSSERVAZIONE CONTROLLI ogni 4-5 anni CONTROLLI ANNUALI CONTROLLI A 6 MESI CONSIDERARE TERAPIA INTERVENTISTICA / CHIRURGICA

9 3. QUANTIFICAZIONE delle RIPERCUSSIONI: rimodellamento cardiaco ed ipertensione polmonare MORFOLOGIA e FUNZIONE del VD PRESSIONE POLMONARE MORFOLOGIA del VS Massa Dimensioni Volumi FUNZIONE del VS Sistolica Diastolica Pressioni VOLUME ATRIO SX COMMENTO: 1) dati attendibili 2) ottenuti in maniera non invasiva senza radiazioni

10 3. RIPERCUSSIONI EMODINAMICHE SOVRACCARICO di VOLUME COMPENSATO > DIAMETRI VOLUMI DIASTOLICI EDD > 55 mm EDV > 150 ml SCOMPENSATO > DIAMETRI VOLUMI SISTOLICI ESD > 45 mm ESV > 70 ml <EF < 50%

11 3. RIPERCUSSIONI EMODINAMICHE SOVRACCARICO di PRESSIONE IPERTROFIA ADATTATIVA IPERTROFIA MALADATTATIVA MASSA MIOCARDICA > 150 gr/mq DISFUNZIONE DIASTOLICA AUMENTO dell ATRIO SX > 50 ml

12 FUNZIONE SISTOLICA del VS EF = EDV - ESV EDV gittata sistolica precarico NORMALE > 55% MODERATAMENTE RIDOTTA 35-45% SEVERAMENTE RIDOTTA < 35%

13 FUNZIONE DIASTOLICA

14 La MALATTIA VALVOLARE è un PROBLEMA ANATOMICO che RICHIEDE un TRATTAMENTO MECCANICO L APPROPRIATEZZA del TIMING del TRATTAMENTO MECCANICO dipende da: RISCHIO della STORIA NATURALE RISCHIO del TRATTAMENTO MECCANICO

15 ETA PATOLOGIE ASSOCIATE STATO di COMPENSO ABILITA EQUIPE INDICAZIONE A TRATTAMENTO INTERVENTISTICO TIPO ed ENTITA di COINVOLGIMENTO del CUORE TIPO di INTERVENTO POSSIBILITA di RIPARAZIONE In CONTINUA EVOLUZIONE

16 L ECOGRAFIA è INDISPENSABILE per: a) VALUTARE la POSSIBILITA di RIPARAZIONE b) DECIDERE sulla TECNICA: chirurgica o percutanea c) DECIDERE il TIPO di INTERVENTO CHIRURGICO

17 TIPO di INTERVENTO: trend attuali 1. PLASTICA VALVOLARE ogni volta in cui sia possibile MAGGIORE e MIGLIORE SOPRAVVIVENZA a DISTANZA -> indicazione basata sull ecografia 2. CHIRURGIA MINI-INVASIVAINVASIVA -> accesso chirurgico limitato -> necessità di descrizione morfologica precisa 3. POSSIBILITA di INTERVENTI PERCUTANEI

18 STENOSI AORTICA

19 IDENTIKIT dei PZ con STENOSI AORTICA 1. SPESSO ANZIANI 2. CAD nel 30% dei casi 3. COPATOLOGIE frequenti 4. Nei giovani i AORTA BICUSPIDE

20 FISIOPATOLOGIA STENOSI AORTICA lipotimie, sincopi < GITTATA CARDIACA STENOSI AORTICA IPERTROFIA VENTRICOLARE SX AFTER- LOAD MISMATCH angina CAD DISCREPANZA APPORTO/ CONSUMO ALTERATA FUNZIONE DIASTOLICA dispnea ALTERATA FUNZIONE SISTOLICA CAD

21 INFORMAZIONI ECOCARDIOGRAFICHE 1. DIAGNOSI -> diagnosi differenziali 2. ENTITA -> timing chirurgico 3. IDENTIFICAZIONE dei PZ a RISCHIO - GRADO di IPERTROFIA MASSA MIOCARDICA -> rischio operatorio e a distanza - FUNZIONE VENTRICOLARE -> rischio operatorio e a distanza - ATEROMASIA AORTICA -> rischio di ictus

22 DIAGNOSI ECOGRAFICA 1. ALTERATA MORFOLOGIA della VALVOLA fibrosi, calcificazioni 2. AREA VALVOLARE RIDOTTA 3. GRADIENTE transvalvolare

23 ENTITA GRADIENTE m AVA ENTITA GRADIENTE m AVA AVA indicizzata LIEVE < > 0.9 MODERATA SEVERA > 40 < 1 < 0.6

24 DECISION MAKING ECOGUIDATO STENOSI AORTICA SEVERA ASINTOMATICA CHIRURGIA CASI SELEZIONATI CONTROLLI 6 mesi

25

26 IDENTIFICAZIONE dei PAZIENTI a RISCHIO 1. AUMENTO ECCESSIVO della MASSA MIOCARDICA 2. SEVERA DISFUNZIONE SISTOLICA 3. AORTA ASCENDENTE CALCIFICA

27 AUMENTO ECCESSIVO della MASSA MIOCARDICA

28 AUMENTO ECCESSIVO della MASSA MIOCARDICA CONSEGUENZE: < RISERVA CORONARICA Angina DISFUNZIONE DIASTOLICA Dispnea MASSA vn uomo < 135 g/mq vn donne < 110 g/mq DILATAZIONE ATRIALE SX Fibrillazione atriale ARITMIE Morte improvvisa

29 MASSA MIOCARDICA e MORTALITA OSPEDALIERA Mehta RH. JCTS 2001;122:919

30 MASSA MIOCARDICA e SOPRAVVIVENZA EVENT-FREE a DISTANZA

31 DISFUNZIONE SISTOLICA: calcolo EF EF = EDV ESV / EDV Cut off < 40%

32 DISFUNZIONE SISTOLICA: quesiti 1. La DISFUNZIONE SISTOLICA porta ad una SOTTOSTIMA del GRADIENTE -> di che entità è la stenosi aortica? 2. QUALE E il RISCHIO OPERATORIO? -> >il pz è operabile? -> la prognosi migliora con l intervento?

33 DISFUNZIONE SISTOLICA: quesiti EF < 40% AVA TEST alla DOBUTAMINA

34 CAUSE di DISFUNZIONE SISTOLICA AFTERLOAD MISMATCH EF MIGLIORA subito CAD ASSOCIATA Up to 60% IBERNATO ESITI IMA STORDITO fibrosi EF MIGLIORA non subito MIOCARDIOPATIA VALVOLARE EF NON MIGLIORA

35 DISFUNZIONE SISTOLICA: test alla dobutamina TEST alla DOBUTAMINA GRADIENTE diviene CRITICO FUNZIONE VENTRICOLARE Valutazione globale del pz INTERVENTO PARERI CONTROVERSI TERAPIA MEDICA

36 DISFUNZIONE SISTOLICA: rischio operatorio e prognosi DOBU + meglio di DOBU DOBU operati: elevata mortalità operatoria ed a distanza ma meglio che terapia medica I = dobu + II = dobu -

37 AORTA INCLAMPABILE: i termini del problema INTERVENTO per SOSTITUZIONE AORTICA CLAMPAGGIO AORTICO DISLOCAZIONE di ATEROMA (pz anziano) EMBOLIA CEREBRALE (stroke)

38 OUTCOME dei PZ con STROKE MORTALITA 25-30%; non diminuita Le COMPLICANZE NEUROLOGICHE sono RESPONSABILI del 20% delle MORTI DURATA MEDIA ICU 10 giorni DANNO NEUROLOGICO PERMANENTE circa 30% COSTO ANNUALE $

39 AORTA INCLAMPABILE: come evitare lo stroke ECOCARDIOGRAMMA TE PRE-OP VISUALIZZAZIONE ATEROMASIA AORTICA DIFFUSA

40 Pz ANZIANI Freq. COPATOLOGIE Freq. CHF ELEVATO RISCHIO CHIRURGICO AORTA INCLAMPABILE

41 Le NUOVE SOLUZIONI SOSTITUZIONE PERCUTANEA (TAVI) SOSTITUZIONE AORTICA TRANSAPICALE

42 CONTROINDICAZIONI TAVI

43 INSUFFICIENZA AORTICA

44 PREMESSA di ANATOMIA AORTA ASCENDENTE TRATTO TUBULARE RADICE AORTICA Annulus Seni di Valsalva l Osti coronarici Valvola aortica

45 1) MALATTIE della AORTA -Tratto tubulare -Seni di Valsalva DILATAZIONE AORTA INSUFFICIENZA AORTICA CAUSE di INSUFFICIENZA AORTICA 2) MALATTIE della VALVOLA Congenite Degenerative Postendocardite Reumatiche INSUFFICIENZA AORTICA valvola valvola normale malata

46 FISIOPATOLOGIA dell INSUFFICIENZA AORTICA INSUFFICIENZA AORTICA DILATAZIONE VS IPERTROFIA ECCENTRICA Fase asintomatica DISFUNZIONE VS SINTOMI

47 FISIOPATOLOGIA delle MALATTIE dell AORTA ALTERAZIONI della COMPOSIZIONE della TONACA MEDIA > FRAGILITA della PARETE DILATAZIONE DISSECAZIONE ROTTURA

48 RISCHIO di ROTTURA di AORTA e LEGGE di LAPLACE Dimensioni dell aorta RISCHIO di ROTTURA PRESSIONE ARTERIOSA x RAGGIO SPESSORE (COMPOSIZIONE) della PARETE AORTICA Malattie che alterano la composizione della matrice

49 1. PZ SPESSO ASINTOMATICO per LUNGO TEMPO iao ben tollerata dilatazione ao asc. non da sintomi 2. SOFFIO CARDIACO DIASTOLICO -> a volte mal udibile IMPORTANZA dell ECOGRAFIA dellecografia

50 INFORMAZIONI ECOCARDIOGRAFICHE 1. DIAGNOSI di INSUFFICIENZA AORTICA 2. IDENTIFICAZIONE della CAUSA: valvola o aorta ascendente e MORFOLOGIA della VALVOLA AORTICA -> tipo di intervento 3. ENTITA dell INSUFFICIENZA lieve, moderata, media, severa -> timing operatorio 4. RIPERCUSSIONI sulla MORFOLOGIA e sulla FUNZIONE VENTRICOLARE SX diametri e volumi ef -> timing operatorio -> rischio operatorio; prognosi a distanza

51 1. DIAGNOSI PRESENZA di JET di COLORE: - DIASTOLICO - TURBOLENTO -a PARTENZA dalla VALVOLA AORTICA verso l EFFLUSSO SX

52 2. IDENTIFICAZIONE della CAUSA 1a DOMANDA: L insufficienza aortica è primitiva o secondaria ad una patologia dell aorta ascendente nt? PRIMITIVA SECONDARIA SOSTITUZIONE SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTA ASCENDENTE

53 DIAGNOSI ECOCARDIOGRAFICA MALATTIA VALVOLARE DILATAZIONE SENI di V.

54 2. IDENTIFICAZIONE della CAUSA: 2a DOMANDA La patologia aortica interessa i seni di Valsalva o il tratto tubulare dell aorta ascendente? SENI di VALSALVA AORTA ASCEND. BENTALL DAVID reimpianto coronarie SOSTITUZIONE AORTA ASCENDENTE INTERVENTO PIU COMPLICATO e RISCHIOSO

55 DIMENSIONI dell AORTA ASCENDENTE A = anulus B = seni di Valsalva C = giunzione sino-tubulare D = aorta ascendente VALORI NORMALI VALORI NORMALI A: mm B,C,D: < 35 mm

56 2. IDENTIFICAZIONE della CAUSA: 3a DOMANDA La valvola aortica è riparabile o va sostituita? CRITERI di RIPARABILITA

57 MORFOLOGIA - EZIOLOGIA VALVOLA NORMALE VALVOLA MALATA -Aorta bicuspide -Postendocardite -Degenerativa -Reumatica -Etc VALVOLA RIPARABILE VALVOLA da SOSTITUIRE

58 ATTENZIONE all AORTA BICUSPIDE!!!! DIFETTO di FIBRILLINA EVOLUZIONE DILATAZIONE dell INSUFFICIENZA AORTA PIU RAPIDA ASCENDENTE aneurismi aeus dissecazione rottura MALATTIE CARDIACHE ASSOCIATE coartazione ao difetti inter-ventr.

59 QUANDO E il MOMENTO di OPERARE? AORTA ASCENDENTE > 50 mm > 45 mm high h risk VENTRICOLO SX dilatato Edd mm Esd mm riduzione EF < 50-55% VALVOLA Insufficienza severa

60 RISCHIO di ROTTURA MALATTIE della TONACA MEDIA ALTRI mm DIAMETRO AORTICO

61 MALATTIE del AORTA COLLAGENE BICUSPIDE PAZIENTI ad ALTO RISCHIO

62 L ECOCARDIOGRAMMA nel DECISION MAKING AORTA ASCENDENTE NORMALE VALVOLA MALATA GRADO di RIGURGITO LIEVE SEVERO MODERATO CONTROLLI ANNUALI * Edd > 70 Esd > 55 VENTRICOLO + DILATAZIONE NORMALE VENTRICOLARE * CONTROLLO a 6 MESI INTERVENTO sulla VALVOLA

63 L ECOCARDIOGRAMMA nel DECISION MAKING VALVOLA RIPARABILE INTERVENTO sulla VALVOLA VALVOLA NON RIPARABILE INTERVENTO RIPARATIVO SOSTITUZIONE VALVOLARE

64 DECISION MAKING AORTA DILATATA: quanto AORTA DILATATA mm mm > 50 mm ALTRI MARFAN AO BICUSPIDE CONTROLLI CONTROLLO SOSTITUZIONE ANNUALI a 6 MESI AORTA ASC.

65 DECISION MAKING AORTA DILATATA: dove RADICE TRATTO TUBULARE AORTICA INTERVENTO + COMPLESSO INTERVENTO + FACILE RISCHIO MAGGIORE Reimpianto coronarie Cosa fare della valvola aortica

66 TIPO di INTERVENTO sulla RADICE AORTICA VALVOLA MALATA VALVOLA SANA PROTESI TUBULARE PROTESI TUBULARE + VALVOLATA REIMPIANTO VALVOLA INTERVENTO di BENTALL NATIVA -> terapia anticoagulante -> no terapia anticoagulante

67 Nei MARFAN NON DOVERE ASSUMERE T. ANTICOAGULANTE E UN GRANDE VANTAGGIO RISCHIO di EMATOMI nel VITREO RISCHIO di EMARTRI GIOVANI RISCHIO di ROTTURA di AORTA

68 INSUFFICIENZA MITRALICA

69 dispnea IPERTENSIONE POLMONARE fibrillazione atriale DILATAZIONE ATRIO SX INSUFFICIENZA MITRALICA DILATAZIONE VENTRICOLO SX dispnea DISFUNZIONE VENTRICOLO SX

70 CAUSE e MECCANISMI di INSUFFICIENZA MITRALICA Movimento dei lembi NORMALE AUMENTATO RISTRETTO diast RISTRETTO sist Prolasso P l Retrazione R t i corde d Rottura di corde Fibrosi, calcificaz. DEGENERATIVA REUMATICA ENDOCARDITICA ESITI ENDOC. RIPARAZIONE SOSTITUZIONE T Tethering th i Dilatazione VS POST-IMA DCM RIPARAZ eff.

71 L INSUFFICIENZA MITRALICA è DOVUTA a MOLTE CAUSE che COMPORTANO INTERVENTI CHIRURGICI e PROGNOSI DIFFERENTI DEGENERATIVA FUNZIONALE REUMATICA -INTERVENTI -INTERVENTI -RIPARAZIONI + SEMPLICI PALLIATIVI COMPLESSE -PROGNOSI -ALTO RISCHIO -spesso SOSTITUZ. OTTIMA -RISULTATI a distanza VALVOLARE SUBOTTIMALI

72 DIAGNOSI RIGURGITO del COLOR dal VS all AS VALVOLA MALATA VALVOLA NORMALE PATOLOGIA STRUTTURALE PATOLOGIA FUNZIONALE

73 GRAVITA VENTRICOLO SX Dimensioni Volumi EF ENTITA IPERTENSIONE POLMONARE Vn < 30 mm Hg VOLUME ATRIALE SX Vn < 50 ml ESTENSIONE del JET nell ATRIO lieve,moderata, media,severa e a

74 ATTENZIONE EF SOVRASTIMA!!!! EF = EDV - ESV EDV MOTIVI: VALORI < 55% SONO INDICE di SIGNIFICATIVA COMPROMISSIONE 1) EDV maggiore; ESV minore 2) ALTERAZIONE FASE di CONTRAZIONE ISOMETRICA

75 CONSEGUENZE sulla SOPRAVVIVENZA della RIDOTTA EF

76 INDICAZIONE CHIRURGICA GRAVITA del RIGURGITO POSSIBILITA di RIPARAZIONE FUNZIONE VS Condizioni del pz Patologie associate

77 QUANDO ANDARE dal CHIRURGO? L INSUFFICIENZA E SEVERA e: L EF incomincia a SCENDERE < 60% Il VENTRICOLO SX incomincia a DILATARSI (ESD > 40 mm) COMPARE la FIBRILLAZIONE ATRIALE La PRESSIONE POLMONARE SUPERA i 50 mm Hg

78 Che INTERVENTO FARE? -> è POSSIBILE RIPARARE la VALVOLA? QUALE E il RISCHIO?

79 PERCHE è MEGLIO RIPARARE la VALVOLA? 1) La RIPARAZIONE della VALVOLA E SPESSO POSSIBILE 2) La RIPARAZIONE ha una PROGNOSI MIGLIORE della SOSTITUZIONE perché: - evita i rischi della scoagulazione - non riduce la funzione ventricolare - assenza di teratogenicità t ità

80 % POSSIBILITA di RIPARARE la VALVOLA Circa 95% Circa 70% Circa 30% DEGENERATIVE ISCHEMICHE REUMATICHE

81 PATOLOGIA DEGENERATIVA Spesso GIOVANI, DONNE, ASINTOMATICHE VENTRICOLO NORMALE INTERVENTO PROFILATTICO: BASSO RISCHIO; RISULTATO della PLASTICA MITRALICA OTTIMO, APPROCCIO ESTETICO

82 PROLASSO MITRALICO PATOLOGIA del COLLAGENE ALLUNGAMENTO CORDE TENDINEE PROLASSO del LEMBO GRADO VARIABILE di RIGURGITO Stress ROTTURA di CORDE Endocardite RIGURGITO SEVERO

83 IM DEGENERATIVA PROLASSO ROTTURA di CORDE PROGNOSI PEGGIORE INDICAZIONE CHIRURGICA + RAPIDA

84 SEDE del PROLASSO / ROTTURA di CORDE PROLASSO / FLAIL di P2 LESIONI MULTIPLE sui 2 LEMBI RIPARAZIONI RIPARAZIONI FACILI + DIFFICILI - indicazione + precoce - tutti i centri cch - solo alcuni centri - mini-invasivi - non mini-invasivi -ottimi i risultati ti - risultati ti imperfetti

85 INTERVENTI LEMBO ANTERIORE LEMBO POSTERIORE EDGE to EDGE RESEZIONE QUADRANGOLARE + ANULOPLASTICA IMPIANTO CORDE ARTIF.

86 APPROCCIO TRADIZIONALE (sternotomia) APPROCCIO MININVASIVO

87 INSUFFICIENZA MITRALICA ISCHEMICA: IDENTIKIT del PAZIENTE ANZIANI SEVERA DISFUNZIONE VENTRICOLARE secondaria ad un PREGRESSO IMA PRESENZA di COPATOLOGIE SPESSO NECESSARIO anche CABG MOLTO SINTOMATICI SPERANZA di VITA RIDOTTA NONOSTANTE TERAPIA MEDICA PIENA

88 MECCANISMO della INSUFFICIENZA MITRALICA FUNZIONALE ischemica dilatativa MIOCARDIOPATIA DILATAZIONE VS SPOSTAMENTO laterale ed apicale dei PAPILLARI TENSIONE delle CORDE tethering RIDOTTA CHIUSURA d i RIDOTTA CHIUSURA dei LEMBI

89 DIAGNOSI ECOCARDIOGRAFICA di INSUFFICIENZA MITRALICA ISCHEMICA / FUNZIONALE VENTRICOLO EF BASSA DILATATO (volumi aumentati) ti) < 35-40% ASINERGIE REGIONALI VALVOLA MORFOLOGICAMENTE NORMALE ma DISLOCATA SOTTOSTIMA del RIGURGITO

90 RICADUTE TERAPEUTICHE VALVOLA POCO DEFORMATA VALVOLA MOLTO DEFORMATA JET SEMPLICE JET COMPLESSO ANULOPLASTICA RIPARAZIONI COMPLESSE SVM SOTTODIMENSIONATA

91 ECHO-GUIDED SURGICAL OPTIONS LV REMODELING Chronic IMR Mechanism APICAL POSTERIOR GLOBAL Asymmetric malapposition edge DOR PLICATION CSD, PLV, HTx

92 I TERMINI del PROBLEMA dell APPROCCIO CHIRURGICO INTERVENTO ad ALTO RISCHIO Ef ridotta Pz anziano Copatologie RISULTATI NON SEMPRE PERFETTI Il problema è il ventricolo INTERVENTO PALLIATIVO: EFFICACE sui SINTOMI ma PER ORA NESSUNA DIMOSTRAZIONE di MIGLIORAMENTI PROGNOSTICI

93 POSSIBILITA di TRATTAMENTO PERCUTANEO

94

Valvulopatie. Stenosi Mitralica Insufficienza Mitralica

Valvulopatie. Stenosi Mitralica Insufficienza Mitralica Valvulopatie Stenosi Mitralica Insufficienza Mitralica Stenosi Mitralica:Eziologia Patologia ormai rara nei paesi sviluppati:nella quasi totalità dei casi è di origine reumatica. Predilige il sesso femminile

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

L approccio chirurgico

L approccio chirurgico Università degli Studi di Genova Cattedra e Scuola di Specializzazione di Cardiochirurgia Direttore Prof. G.C. Passerone Insufficienza Mitralica L approccio chirurgico Tommaso Regesta Insufficienza mitralica

Dettagli

+ + + + - + + + - - + + - - - + + - - +

+ + + + - + + + - - + + - - - + + - - + A R E A C A R D I O C H I RUR G I A Approccio morfo-funzionale al trattamento degli aneurismi dell aorta ascendente associati ad insufficienza valvolare aortica Figura 4 - Opzioni chirurgiche nel trattamento

Dettagli

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA di I Livello 23-24-25 Gennaio 2014 Palermo Grand Hotel Piazza Borsa PRIMO GIORNO 23 GENNAIO 2014 8,30 Registrazione dei partecipanti e consegna del materiale didattico ECM Presentazione

Dettagli

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto DIPARTIMENTO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Salerno Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto Card iochiru rgia Dipartimento Cuore ANATOMIA DELLE

Dettagli

Ecocardiochirurgia: in quali situazioni l accoppiata. è indispensabile? Antonio Mantero. Az. Ospedaliera Polo Universitario San Paolo

Ecocardiochirurgia: in quali situazioni l accoppiata. è indispensabile? Antonio Mantero. Az. Ospedaliera Polo Universitario San Paolo Ecocardiochirurgia: in quali situazioni l accoppiata l è indispensabile? Antonio Mantero Az. Ospedaliera Polo Universitario San Paolo . il naturale spazio di interazione culturale tra cardiologi, cardiochirurghi,

Dettagli

ECOCARDIOGRAFIA CLINICA BASE

ECOCARDIOGRAFIA CLINICA BASE ECOCARDIOGRAFIA CLINICA BASE 1 Giornata Mercoledì 05 Marzo 2014 09,00-11,00 - Serie di Relazioni su Tema Preordinato Presentazione del Seminario Fisica degli Ultrasuoni Dott. P. Trambaiolo /A. Posteraro

Dettagli

Chirurgia valvolare: Quali nuovi dati deve trasmettere il Clinico al Chirurgo

Chirurgia valvolare: Quali nuovi dati deve trasmettere il Clinico al Chirurgo Sinagoghè Glaukias Update in Imaging Chirurgia valvolare: Quali nuovi dati deve trasmettere il Clinico al Chirurgo G.Casolo Dipartimento Cardiologico Ospedale di Careggi Firenze Panorama attuale della

Dettagli

Tetralogia di Fallot

Tetralogia di Fallot Tetralogia di Fallot Mortalità 0-5% - sindromici,, anomalie associate Reinterventi 10% (?) - Insufficienza polmonare - Stenosi residue / ricorrenti - DIV residuo - Endocarditi - Aritmie (blocco AV 2%)

Dettagli

Cardiomiopatia Ipertrofica. www.anestesia.tk

Cardiomiopatia Ipertrofica. www.anestesia.tk Cardiomiopatia Ipertrofica Malattia miocardica primitiva Geneticamente determinata Ampio spettro di presentazione morfologica, fisiopatologica, i i molecolare l Prevalenza 1/500 della popolazione generale

Dettagli

Le Malattie Valvolari

Le Malattie Valvolari Corso di Patologia Sistematica I Le Malattie Valvolari Dott. Marco Zimarino Direttore: Prof. Raffaele De Caterina Aula 3 Edificio C Aula 3 Edificio C Aorta s Valori Normali (mmhg) Pressioni sistolica 90

Dettagli

Compromissione respiratoria nelle malattie valvolari cardiache. Dott. Eliezer Joseph Tassone

Compromissione respiratoria nelle malattie valvolari cardiache. Dott. Eliezer Joseph Tassone Compromissione respiratoria nelle malattie valvolari cardiache Dott. Eliezer Joseph Tassone Valvulopatie: l entità del problema Incremento del numero di persone appartenenti alle fasce di età più avanzata

Dettagli

INSUFFICIENZA MITRALICA

INSUFFICIENZA MITRALICA CORSO INTEGRATO DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI E RESPIRATORIE VALVULOPATIE MITRALICHE Prof.ssa M. De Feo INSUFFICIENZA MITRALICA INSUFFICIENZA MITRALICA Incompleta chiusura dell ostio mitralico cui segue

Dettagli

Protesi valvolari. Figura 1. Jones M, Eidbo EE, JACC, 1989. Morfologie del flusso in diversi tipi di protesi. Protesi meccaniche

Protesi valvolari. Figura 1. Jones M, Eidbo EE, JACC, 1989. Morfologie del flusso in diversi tipi di protesi. Protesi meccaniche 1 Protesi valvolari La protesi valvolare ideale dovrebbe consentire un flusso transvalvolare il più fisiologico possibile (figura 1), dovrebbe avere una lunga durata, non dare emolisi e non essere trombogenica.

Dettagli

CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE. Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m.

CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE. Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m. CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m. CARATTERISTICHE FISICHE DELL AMBIENTE DI MONTAGNA riduzione

Dettagli

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto DIPARTIMENTO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Salerno Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto Card iochiru rgia Dipartimento Cuore ANATOMIA DELLE

Dettagli

I SOFFI CARDIACI approfondimenti

I SOFFI CARDIACI approfondimenti Semeiotica e Metodologia Clinica 5 I SOFFI CARDIACI approfondimenti A cura di FV Costa & C.Ferri Soffi cardiaci 1. DEFINIZIONE: Rumori cardiaci generati da moti vorticosi del flusso ematico, di durata

Dettagli

SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010. Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella

SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010. Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010 Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella CASO CLINICO M.D., donna di 73 aa, ipertensione arteriosa

Dettagli

VALVULOPATIE ANATOMIA VALVOLARE Le valvole cardiache sono le strutture che separano fra di loro le camere cardiache (atri e ventricoli) e queste ultime dai grandi vasi (aorta ed arteria polmonare). Le

Dettagli

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Stenosi polmonare www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Arteria polmonare L arteria polmonare è il vaso sanguigno che porta il sangue dal ventricolo destro ai polmoni dove

Dettagli

STUDIO DELLE VALVULOPATIE AORTICHE

STUDIO DELLE VALVULOPATIE AORTICHE AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA U.O. Ambulatori Cardiologici Specialistici di Screening e Pre-ospedalizzazione STUDIO DELLE VALVULOPATIE AORTICHE Federica Sambugaro VALVOLA AORTICA Aspetto normale Parasternale

Dettagli

INSUFFICIENZA AORTICA

INSUFFICIENZA AORTICA 1 INSUFFICIENZA AORTICA Valutazione anatomica I meccanismi alla base dell insufficienza aortica possono essere primitivi, cioè dovuti a un danno delle cuspidi, o secondari, cioè dovuti ad un alterazione

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA CHE COS E LA VALVOLA AORTICA La valvola aortica e' posta tra il ventricolo sinistro e l'arteria aorta. Il ventricolo sinistro e' la parte del cuore che ha il compito di pompare

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: che cosa e? Il tuo medico ti ha detto che sei ammalato di scompenso cardiaco.... Ma che

Dettagli

La valvulopatia aortica

La valvulopatia aortica La valvulopatia aortica Parte I dr. Antonio Panza Prof. Giuseppe Di Benedetto Valvola aortica Anatomia Anulus aortico Lembi valvolari Seni di Valsalva Giunzione sinotubulare Elementi anatomici coinvolti

Dettagli

STENOSI MITRALICA. 5 mm) Ispessimento esteso per 1/3 della lunghezza delle corde

STENOSI MITRALICA. 5 mm) Ispessimento esteso per 1/3 della lunghezza delle corde STENOSI MITRALICA Valutazione anatomica La valvola mitralica è facilmente esplorabile con tecnica ecocardiografica sia dall'approccio parasternale che apicale. La causa di gran lunga più frequente della

Dettagli

lavoro cardiaco senza compromettere la perfusione coronarica (Harkin) Anni 60: spostamento di volume intravascolare con palloni di latex

lavoro cardiaco senza compromettere la perfusione coronarica (Harkin) Anni 60: spostamento di volume intravascolare con palloni di latex CONTROPULSATORE AORTICO Anni 50: la perfusione coronarica avviene prevalentemente durante la diastole Anni 60: l aspirazione di sangue arterioso durante la sistole con reinfusione durante la diastole riduce

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA CHIRURGIA MININVASIVA

APPLICAZIONI DELLA CHIRURGIA MININVASIVA APPLICAZIONI DELLA CHIRURGIA MININVASIVA La cardiochirurgia mini-invasiva può essere impiegata nel trattamento delle patologie dell adulto sia congenite che acquisite. Attualmente nel Dipartimento Cardiotoracovascolare

Dettagli

Il problema delle calcificazioni. Este 29.11.2013

Il problema delle calcificazioni. Este 29.11.2013 Il problema delle calcificazioni Este 29.11.2013 il tratto extracranico delle arterie carotidi si presta in maniera ottimale allo studio mediante eco-color-doppler I miglioramenti tecnologici apportati

Dettagli

Le valvulopatie. Valvola Mitrale. Insufficienza Mitralica - Eziologia. Insufficienza Mitralica. scaricato da www.sunhope.it

Le valvulopatie. Valvola Mitrale. Insufficienza Mitralica - Eziologia. Insufficienza Mitralica. scaricato da www.sunhope.it Le valvulopatie Parte I: Mitrale e Tricuspide Valvola Mitrale La mitrale separa atrio e ventricolo sinistri. È composta da due lembi: uno anterolaterale, e uno posteromediale. Nell adulto l area valvolare

Dettagli

Scompenso cardiaco / Insufficienza cardiaca. Definizioni:

Scompenso cardiaco / Insufficienza cardiaca. Definizioni: Scompenso cardiaco / Insufficienza cardiaca. Definizioni: Scompenso cardiaco: Stato fisiopatologico nel quale il cuore è incapace di pompare sangue nella misura dei bisogni metabolici in condizioni di

Dettagli

Linee guida in ecocardiografia

Linee guida in ecocardiografia Linee guida in ecocardiografia Maria Cuonzo Cardiologia Utic Ospedale M. Sarcone Terlizzi Poche metodologie hanno subito una applicazione così vasta ed una diffusione cosi capillare nella pratica clinica

Dettagli

Linee guida per la codifica delle procedure TAVI e degli altri interventi strutturali transcatetere sulle valvole cardiache

Linee guida per la codifica delle procedure TAVI e degli altri interventi strutturali transcatetere sulle valvole cardiache Linee guida per la codifica delle procedure TAVI e degli altri interventi strutturali transcatetere sulle valvole cardiache Premessa A seguito della richiesta da parte della Dott.ssa Marina Davoli, Direttore

Dettagli

L Ascoltazione del Cuore Toni cardiaci fisiologici e patologici. www.fisiokinesiterapia.biz

L Ascoltazione del Cuore Toni cardiaci fisiologici e patologici. www.fisiokinesiterapia.biz L Ascoltazione del Cuore Toni cardiaci fisiologici e patologici www.fisiokinesiterapia.biz FOCOLAI DI AUSCULTAZIONE ANATOMICI E ELETTIVI M- F. MITRALE > itto T- F.TRICUSPIDE > IV spazio intercostale (S.I.),

Dettagli

LA PRESSIONE ARTERIOSA

LA PRESSIONE ARTERIOSA LA PRESSIONE ARTERIOSA La pressione arteriosa è quella forza con cui il sangue viene spinto attraverso i vasi. Dipende dalla quantità di sangue che il cuore spinge quando pompa e dalle resistenze che il

Dettagli

INSUFFICIENZA MITRALICA

INSUFFICIENZA MITRALICA 1 INSUFFICIENZA MITRALICA Valutazione anatomica L insufficienza mitralica può riconoscere due origini: primitiva, cioè dovuta a una,alattia della valvola, secondaria, quando l apparato valvolare è indenne

Dettagli

APPROPRIATEZZA IN ECOCARDIOGRAFIA. MARIA CUONZO Cardiologia UTIC AUSL BA Terlizzi

APPROPRIATEZZA IN ECOCARDIOGRAFIA. MARIA CUONZO Cardiologia UTIC AUSL BA Terlizzi APPROPRIATEZZA IN ECOCARDIOGRAFIA MARIA CUONZO Cardiologia UTIC AUSL BA Terlizzi SOGGETTO CON CMD NOTA IN COMPENSO PREGRESSO DOLORE TORACICO Quale esame stato richiesto con appropriatezza? SOGGETTO CON

Dettagli

VETIMAGING DR.GABELLINI GIOVANNI

VETIMAGING DR.GABELLINI GIOVANNI STATO: APERTO ESPORTATO IL: 21 MAG 2015 14:30 VETIMAGING DR.GABELLINI GIOVANNI service di diagnostica per immagini e cardiologia veterinaria TEL 3298872139 EMAIL ecovetcdvr@gmail.com. vetimagingrimini@gmail.com

Dettagli

Le Malattie Valvolari

Le Malattie Valvolari Corso di Patologia Sistematica I Le Malattie Valvolari Dott. Marco Zimarino Cattedra di Cardiologia Direttore: Prof. Raffaele De Caterina Edificio C Aula 3 CICLO CARDIACO a. Contr. isovolumica b. Contr.

Dettagli

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto

Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto DIPARTIMENTO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Appunti di Cardiochirurgia Direttore: Prof. Giuseppe Di Benedetto Dipartimento Cuore Anatomia cardiaca II parte dr. Antonio

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI E RESPIRATORIE VALVULOPATIE MITRALICHE

CORSO INTEGRATO DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI E RESPIRATORIE VALVULOPATIE MITRALICHE CORSO INTEGRATO DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI E RESPIRATORIE VALVULOPATIE MITRALICHE Prof.ssa M. De Feo Stenosi Mitralica Stenosi mitralica Progressivo restringimento dell area valvolare con ostruzione al

Dettagli

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE L ipertensione è la più comune malattia cardiovascolare. Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio

Dettagli

Valvulopatie cardiache

Valvulopatie cardiache Valvulopatie cardiache Vizi valvolari aortici Stenosi Insufficienza Forme combinate Stenosi aortica:definizione OSTRUZIONE DEL FLUSSO EMATICO ATTRAVERSO LA VALVOLA AORTICA DURANTE LA SISTOLE VENTRICOLARE

Dettagli

Ross. procedure. completa

Ross. procedure. completa Ross/Konno procedure Ross procedure completa ROSS vantaggi / svantaggi Protesi non trombogenica No Anticoagulazione Emodinamica Ideale Resistenza Infezioni Nessuna sostanza conservante Possibile Crescita?

Dettagli

Sessione 3.2 La terapia chirurgica

Sessione 3.2 La terapia chirurgica Modulo 3 La prevenzione secondaria Sessione 3.2 La terapia chirurgica durata: 30 min. 0 di 17 Obiettivi di apprendimento della sessione delineare le tecniche chirurgiche necessarie al controllo delle recidive

Dettagli

CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA Corso teorico-pratico (livello intermedio/avanzato)

CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA Corso teorico-pratico (livello intermedio/avanzato) CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA Corso teorico-pratico (livello intermedio/avanzato) Razionale del Corso Il Corso è di livello intermedio/avanzato, rivolto a Medici Specialisti in Cardiologia, Medicina Interna

Dettagli

Cateterismo cardiaco e coronarografia

Cateterismo cardiaco e coronarografia Cateterismo cardiaco e coronarografia Nel suo significato più ampio indica l inserzione di un catetere all interno delle cavità cardiache (destra e sinistra). Viene eseguito per: analizzare campioni di

Dettagli

VALVULOPATIE. Esiti di cardite reumatica sulla valvola mitrale

VALVULOPATIE. Esiti di cardite reumatica sulla valvola mitrale VALVULOPATIE Le anomalie strutturali e i disturbi della funzione valvolare cardiaca portano alla VALVULOPATIA CARDIACA, termine generico che include un insieme di entità eziologiche, ciascuna caratterizzata

Dettagli

CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA

CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA Programma di aggiornamento professionale in cardiologia e cardiochirurgia 24 marzo - 14 aprile - 15 aprile 19 maggio - 9 giugno AUDITORIUM CASA DI CURA

Dettagli

La stenosi valvolare aortica

La stenosi valvolare aortica CORSO INTEGRATO DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI E RESPIRATORIE VALVULOPATIE AORTICHE Prof.ssa M. De Feo Anatomia della valvola aortica Nella forma piu semplice la valvola aortica è costituita da tre lembi

Dettagli

Il rischio cardioembolico

Il rischio cardioembolico L ICTUS CEREBRALE: Alcuni aspetti di diagnosi e terapia Cardiologica Il rischio cardioembolico Cattedra di Cardiologia, Clinica Cardiologica Università degli Studi dell Insubria, Ospedale di Circolo e

Dettagli

L ESEMPIO DELLA VALVOLA CARDIACA TRANSCATETERE

L ESEMPIO DELLA VALVOLA CARDIACA TRANSCATETERE L ESEMPIO DELLA VALVOLA CARDIACA TRANSCATETERE VALVOLA CARDIACA TRANSCATETERE L ASSESSMENT Caratteristiche del dispositivo medico: le protesi valvolari aortiche trascatetere in commercio presentano alcune

Dettagli

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica.

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 4 CARDIOPATIA ISCHEMICA E DILATATIVA La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. ISCHEMIA È un processo generale che può interessare qualsiasi

Dettagli

Appunti di Cardiochirurgia Capitolo 5 Patologie valvolari acquisite

Appunti di Cardiochirurgia Capitolo 5 Patologie valvolari acquisite Appunti di Cardiochirurgia Capitolo 5 Patologie valvolari acquisite pagina 1 Appunti di Cardiochirurgia Capitolo 5 Patologie valvolari acquisite 1 Appunti di Cardiochirurgia Capitolo 5 Patologie valvolari

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLO SCOMPENSO CARDIACO MARCO SICURO SC CARDIOLOGIA OSPEDALE U. PARINI - AOSTA

EZIOPATOGENESI DELLO SCOMPENSO CARDIACO MARCO SICURO SC CARDIOLOGIA OSPEDALE U. PARINI - AOSTA EZIOPATOGENESI DELLO SCOMPENSO CARDIACO MARCO SICURO SC CARDIOLOGIA OSPEDALE U. PARINI - AOSTA L insufficienza cardiaca (HF) è una sindrome clinica complessa che può dipendere da qualunque disturbo cardiaco

Dettagli

INFERMIERISTICA IN CARDIOLOGIA WWW.SLIDETUBE.IT

INFERMIERISTICA IN CARDIOLOGIA WWW.SLIDETUBE.IT INFERMIERISTICA IN CARDIOLOGIA Scompenso cardiaco Sindrome in cui non c è adeguata risposta cardiaca alla richiesta tissutale Sintomi e segni tipici ed evidenza obiettiva di una disfunzione miocardica

Dettagli

CARDIOPATIE VALVOLARI

CARDIOPATIE VALVOLARI CARDIOPATIE VALVOLARI Stenosi: restringimento dell orifizio valvolare e incremento della pressione nella cavità a monte Insufficienza:alterazione alterazione della chiusura della valvola con conseguente

Dettagli

INTRODUZIONE STENOSI AORTICA

INTRODUZIONE STENOSI AORTICA INTRODUZIONE La stenosi valvolare aortica, indipendentemente dalla sua eziologia, genera ripercussioni che interessano la valvola mitrale e il ventricolo sinistro, realizzando un quadro fisiopatologico

Dettagli

Stenosi aortica. Sinergia Gemelli-Fondazione Giovanni Paolo per intervento mini invasivo a Campobasso L equipe di Cardiochirurgia di Carlo Maria De Filippo, in collaborazione con il professor Massimo Massetti

Dettagli

Si palpa con il paziente supino o in decubito laterale sinistro.

Si palpa con il paziente supino o in decubito laterale sinistro. Ispezione: si va a vedere sulla parete toracica il sollevamento protosistolico del VS, di breve durata, di piccola ampiezza (itto della punta: V spazio intercostale sull emiclaveare*, area < 3 cm) che

Dettagli

della Valvola Mitrale

della Valvola Mitrale Informazioni sul Rigurgito Mitralico e sulla Terapia con Clip della Valvola Mitrale Supporto al medico per le informazioni al paziente. Informazioni sul Rigurgito Mitralico Il rigurgito mitralico - o RM

Dettagli

EVENTI MECCANICI DEL CUORE: IL CICLO CARDIACO

EVENTI MECCANICI DEL CUORE: IL CICLO CARDIACO EVENTI MECCANICI DEL CUORE: IL CICLO CARDIACO Lezione 17 1 LE VALVOLE CARDIACHE Sono lamine flessibili e resistenti di tessuto fibroso rivestito da endotelio I movimenti dei lembi valvolari sono passivi

Dettagli

10 Congresso Nazionale

10 Congresso Nazionale 10 Congresso Nazionale medico - infermieristico MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto L ecografia nell arresto cardiaco Adele Borghi Cardiologia Pediatrica

Dettagli

Funzione miocardica Algoritmo fisiologico Resistenze vascolari sistemiche (postcarico)

Funzione miocardica Algoritmo fisiologico Resistenze vascolari sistemiche (postcarico) Anestesia nei pazienti con cardiopatia valvolare Un articolo eccellente per ricchezza di contenuti e chiarezza dell esposizione. Gli algoritmi riassuntivi delle singole patologie riportate nelle figure

Dettagli

II CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA

II CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA II CORSO DI CARDIOLOGIA AD IMPRONTA CARDIOCHIRURGICA Programma di aggiornamento professionale in cardiologia e cardiochirurgia 1 dicembre - 19 gennaio - 23 febbraio 23 marzo - 20 aprile AUDITORIUM CASA

Dettagli

PERCORSO CLINICO SULL APPROPRIATEZZA DELLA PRESCRIZIONE DELL ECOCARDIOGRAMMA

PERCORSO CLINICO SULL APPROPRIATEZZA DELLA PRESCRIZIONE DELL ECOCARDIOGRAMMA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE - RIETI SAN CAMILLO DE LELLIS - RIETI STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA Primario-Direttore: S. Orazi AMBULATORIO DI ECOCARDIOGRAFIA Responsabile: Dott. Franco Evangelista

Dettagli

CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE

CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE www.clinicaveterinariagransasso.it www.veterinaryechocardiography.eu TRATTAMENTO DEL DOTTO ARTERIOSO PERVIO (PDA) Patent Ductus Arteriosus

Dettagli

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello vietati ai cardiopatici inducono dipendenza pericolosi per il cuore sostanze dopanti sono stati segnalati gravi eventi cardiovascolari, inclusi

Dettagli

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare?

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? L Orizzonte di Lorenzo Nostro figlio ha un problema al cuore. Che fare? Bergamo 3/10/2010 Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? A. Borghi

Dettagli

Corso per soccorritori volontari L APPARATO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA. Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA

Corso per soccorritori volontari L APPARATO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA. Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA Corso per soccorritori volontari L APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA DEFINIZIONE: INSIEME DI ORGANI CHE CONCORRONO ALLA MEDESIMA

Dettagli

Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti

Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti CAD VALVULOPATIA MIOCARDIOPATIA ecocardiografia + +++ ++ SPECT +++ - - MRI ++ + +++

Dettagli

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena?

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? Stretching Beneficio attività sportive: Rinforzo muscolare 1. RINFORZO MUSCOLARE (STABILITA ) 2. ALLUNGAMENTO E STRETCHING (FORZA E DISTRIBUZIONE

Dettagli

I SOFFI CARDIACI. Page 1

I SOFFI CARDIACI. Page 1 I SOFFI CARDIACI Rumori cardiaci generati da moti vorticosi del flusso ematico. durata superiore rispetto a quella dei toni cardiaci fisiologici, dovuti alla chiusura delle valvole (tricuspide/bicuspide

Dettagli

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Centro Cardiovascolare Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina Area Vascolare AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Processo patologico L aterosclerosi è una malattia lenta e progressiva delle arterie

Dettagli

QUANTIZZAZIONE DELLA LA STENOSI AORTICA

QUANTIZZAZIONE DELLA LA STENOSI AORTICA 1 QUANTIZZAZIONE DELLA LA STENOSI AORTICA L ecocardiografia bidimensionale permette un adeguata valutazione dell anatomia valvolare aortica, ma la quantizzazione del vizio è affidata essenzialmente alla

Dettagli

ALLEGATO 1 - II parte

ALLEGATO 1 - II parte CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL Codice Definizione di malattia Codice esenzione 394 MALATTIE DELLA

Dettagli

Insufficienza mitralica degenerativa: classificazione, indicazione chirurgica e tecniche riparative

Insufficienza mitralica degenerativa: classificazione, indicazione chirurgica e tecniche riparative Insufficienza mitralica degenerativa: classificazione, indicazione chirurgica e tecniche riparative Giuseppe Visicchio Mitral valve diseases are like women; they more you study the less you understand

Dettagli

Chiusura dell auricola: Perché? A quali pazienti?

Chiusura dell auricola: Perché? A quali pazienti? Cardio-Nursing TORINO 25 27 OTTOBRE 2012 Chiusura dell auricola: Perché? A quali pazienti? Francesco Fisichella Chiusura dell auricola sinistra sinistra con device Perché? Premessa LA F.A. CRONICA N.V.

Dettagli

GIORNATA CONTRO LA FIBRILLAZIONE ATRIALE. 3 ottobre 2015 Verona / Palermo

GIORNATA CONTRO LA FIBRILLAZIONE ATRIALE. 3 ottobre 2015 Verona / Palermo CONTRO LA 3 ottobre 2015 Verona / Palermo 2015 POSTER - LOCANDINA 32015 OTTOBRE VERONA - P.zza Cittadella PALERMO - P.zza Bologni 10:00-18.00 32015 OTTOBRE VERONA - P.zza Cittadella PALERMO - P.zza Bologni

Dettagli

Il carcinoma del polmone è associato a una sopravvivenza globale a 5 anni del 10-12%

Il carcinoma del polmone è associato a una sopravvivenza globale a 5 anni del 10-12% Il carcinoma del polmone è associato a una sopravvivenza globale a 5 anni del 10-12% Al momento della diagnosi solo il 10-15% dei soggetti con carcinoma del polmone ha una forma localizzata. Di questi,

Dettagli

INDICAZIONI ALL ESAME ECOCARDIOGRAFICO. Savona 11 novembre 2008

INDICAZIONI ALL ESAME ECOCARDIOGRAFICO. Savona 11 novembre 2008 INDICAZIONI ALL ESAME ECOCARDIOGRAFICO Savona 11 novembre 2008 Linee guida ACC/AHA 1997 update 2003 E chiaro che la professione medica gioca un ruolo significativo nella valutazione critica dell uso delle

Dettagli

Anatomia Coronarica ed elementi di base della Coronarografia

Anatomia Coronarica ed elementi di base della Coronarografia Anatomia Coronarica ed elementi di base della Coronarografia Marco Zimarino Istituto di Cardiologia Dipartimento di Cardiologia e Cardiochirurgia Università degli Studi di Chieti Pericardio Miocardio Spazio

Dettagli

I TRAUMI DEL TORACE. www.fisiokinesiterapia.biz

I TRAUMI DEL TORACE. www.fisiokinesiterapia.biz I TRAUMI DEL TORACE www.fisiokinesiterapia.biz La principale causa di una emergenza toracica è rappresentata dai traumi toracici. Nel mondo occidentale il 20-25% delle morti traumatiche sono dovute ad

Dettagli

Regione Veneto Azienda ULSS 6 Vicenza. Ospedale Civile S. Bortolo

Regione Veneto Azienda ULSS 6 Vicenza. Ospedale Civile S. Bortolo VICENZA Regione Veneto Azienda ULSS 6 Vicenza Ospedale Civile S. Bortolo Dipartimento AREA MEDICA 1^ Direttore Dr. Giorgio Vescovo MEDICINA INTERNA PER INTENSITA DI CURE LA MEDICINA INTERNA OGGI. COMPLESSA..

Dettagli

Martedì 2 maggio 2006

Martedì 2 maggio 2006 preliminare 13-03-2006 14:05 Pagina 4 Martedì 2 maggio 2006 14.00 INAUGURAZIONE DEL CONGRESSO Saluto delle Autorità FIBRILLAZIONE ATRIALE: UP TO DATE Moderatori: P. Terrosu (Sassari), P. Scipione (Ancona)

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire.

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Il cuore : è un muscolo grande all'incirca come il pugno della propria mano. pesa circa 500

Dettagli

Indice. Prefazione Presentazione dell edizione italiana

Indice. Prefazione Presentazione dell edizione italiana 00 Crawford I-XIV 5-07-2004 14:35 Pagina V Indice Prefazione Presentazione dell edizione italiana XI XIII 1. Cardiopatia ischemica 1 Aneurisma del ventricolo sinistro 3 Angina pectoris instabile 4 Angina

Dettagli

Anomalie congenite. Michele Gallina. Cenni di embriologia

Anomalie congenite. Michele Gallina. Cenni di embriologia Anomalie congenite Michele Gallina Cenni di embriologia 1 Cenni di embriologia 2 Il cuore in altri esseri viventi ATRIO VENTRICOLO 3 Cardiopatie congenite Sono presenti alla nascita. Parlare solo di quelli

Dettagli

Dott. Giovanni Ferrari

Dott. Giovanni Ferrari Manifestazioni cardiache delle malattie neurologiche acute Comobrain Ottobre 2009 Dott. Giovanni Ferrari Dimensioni del problema George Khechinashvili, 2002 Analisi multivariata della mortalità

Dettagli

STENOSI VALVOLARE AORTICA

STENOSI VALVOLARE AORTICA STENOSI VALVOLARE AORTICA STENOSI VALVOLARE AORTICA Introduzione Nel soggetto normale l area valvolare aortica è circa 3 cm 2, per cui alti flussi possono attraversare l aorta senza che si verifichi in

Dettagli

CURRICULUM VITAE DEL DR CORRADO TAGLIERI

CURRICULUM VITAE DEL DR CORRADO TAGLIERI CURRICULUM VITAE DEL DR CORRADO TAGLIERI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo n4 via degli Scipioni 20129 Milano Telefono 02 29519407 E-mail Nazionalità corrado.taglieri@ospedaleniguarda.it italiana Data

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE www.modilite.info MODILITE In Italia la patologia nodulare tiroidea è piuttosto frequente ed è spesso asintomatica. Circa l 80% dei noduli tiroidei sono benigni

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA MALATTIE dell APPARATO CARDIO-VASCOLARE L IMPORTANZA DEL PROBLEMA DEL CARDIOPATICO ALLA GUIDA La letteratura internazionale fornisce indicazioni secondo le quali la maggior

Dettagli

Quando i sintomi vengono interpretati

Quando i sintomi vengono interpretati Quando i sintomi vengono interpretati Ricordo quando il mio Professore di Semeiotica Medica parlandoci delle cause che determinano la fibrillazione atriale disse: rammentate che la fibrillazione atriale

Dettagli

CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA

CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA Rivolto a medici di pronto soccorso, medici dell emergenza territoriale, medici d urgenza, anestesisti rianimatori, cardiologi. Premessa: l ecografia

Dettagli

Università degli Studi di Pavia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN CARDIOLOGIA PIANO DI ADDESTRAMENTO PROFESSIONALIZZANTE A.A.

Università degli Studi di Pavia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN CARDIOLOGIA PIANO DI ADDESTRAMENTO PROFESSIONALIZZANTE A.A. Università degli Studi di Pavia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN CARDIOLOGIA Direttore: Prof. Peter J. Tel: 0382.0367 Fax:0382.03002 e-mail: peter.schwartz@unipv.it Segreteria: Elisa Scarparo Tel: 0382.26061

Dettagli