COMUNE DI PIOLTELLO CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PIOLTELLO CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012"

Transcript

1 COMUNE DI PIOLTELLO CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012 Prima di iniziare i lavori di questo Consiglio Comunale lasciamo la parola al Segretario per l appello nominale. SEGRETARIO COMUNALE Buonasera a tutti! Procedo con l appello. La seduta è costituita validamente con la presenza di diciotto Consiglieri Comunali. Sono presenti anche gli Assessori Berardi, Gaiotto è assente questa sera, Pistocchi, Fallini, Finazzi e Bottasini. Si può procedere con la discussione dei punti all Ordine del Giorno. Grazie, Segretario. Prima di iniziare volevo ringraziare tutti per l aiuto che mi è stato dato in questi giorni, soprattutto il Segretario, signor Sindaco, gli uffici, perché per me è la prima volta essere qui oggi a sostituire il Presidente al quale faccio il mio grande in bocca al lupo che credo sia condiviso da tutti noi. Vorrei fare anche un applauso al Presidente Lepore viste le vicissitudini che sta vivendo, dal punto di vista della salute. Iniziamo con il primo punto all Ordine del Giorno. 1

2 COMUNE DI PIOLTELLO PUNTO N. 1 O.d.G. CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012 INTERPELLANZA PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD INERENTE AL SOTTOPASSO PEDONALE DI VIA MONZA La parola al Consigliere Colì. CONSIGLIERE COLI Buonasera a tutti, grazie Presidente! Premesso che è stato aperto un nuovo sottopasso pedonale che collega le frazioni di Limito e Seggiano lungo via Monza, in frazione Seggiano è stato installato un ascensore per consentire ai diversamente abili e in generale alle persone con difficoltà di deambulazione l accesso al sottopasso. Detto ascensore è stato posizionato su un marciapiede sprovvisto di apposito scivolo e comunque non raggiungibile da attraversamenti pedonali debitamente segnalati. Valutato che l impiego di detto ascensore è, quindi, reso improbabile per l evidente presenza di barriere architettoniche: Considerato che i lavori di ristrutturazione del sottopasso rientravano nell Accordo di Programma per la realizzazione di nuova Stazione di Porta. CHIEDO Se l Amministrazione sia al corrente della situazione sopra descritta. Quale soggetto nell ambito dell Accordo di Programma abbia progettato e realizzato l ascensore e a chi spettasse il collaudo dell opera. 2

3 Se l ascensore sia stato collaudato in queste condizioni di accesso limitato congiuntamente al sottopasso o separatamente. Se sia intenzione dell Amministrazione porre rimedio alla situazione. Grazie, Consigliere Colì. Per la risposta passo la parola all Assessore Fallini. ASSESSORE FALLINI La storia di questo sottopasso è un po lunga e complicata perché, in base all Accordo di Programma che è stato sottoscritto nell ottobre del 1996, è stato previsto a carico delle ferrovie l impegno a realizzare a proprie cure e spese l adeguamento per la fruizione del sottopasso anche da parte dei portatori di handicap. Nel corso dell esecuzione lavori e sono stato affidati da R.F.I mediante pubblico appalto all impresa Delieto, la stessa si è prima dimostrata inadempiente e poi è fallita, quindi, tutta la questione è rimasta ferma per un bel po di tempo. Per cui, le ferrovie R.F.I. ha provveduto alla risoluzione consensuale del contratto ma i lavori si sono fermati. Al fine di completare e rendere nuovamente fruibile il manufatto, che è rimasto abbandonato per un paio di anni, il Comune si è reso disponibile a sostituire nell organizzazione, nella identificazione di una impresa chi doveva completare le opere, per cui, è stata affidata alla ditta Malegori il completamento delle opere. Il progetto era stato fatto da parte di ITALFER, il verbale per la consegna dei lavori è stato sottoscritto l 8 aprile del 2011 e sono stati ultimati i lavori il 30 luglio. Devo dire che, rispetto a quanto affermato nell Interpellanza, non è vero che non è accessibile nè l ascensore nè le scale del sottopasso perché, come si vede dall immagine, nel percorso tracciato è possibile 3

4 scendere in sicurezza sia uscendo dall ascensore sia uscendo dalle scale. Dobbiamo tenere conto che non era possibile fare un attraversamento provvisorio sulla curva, tra la via Monza e la via la Stazione perché sarebbe stato estremamente pericoloso, per cui, questa è una soluzione temporanea. La soluzione definitiva si avrà appena riusciremo ad avere i soldi, avere i fondi per la realizzazione della ristrutturazione completa della via Alla Stazione perché in quel caso si potrà pensare a una ristrutturazione complessiva e vi faccio vedere quale è il progetto preliminare già approvato dalla Giunta oltre un anno fa che è rimasto fermo per le solite ragioni, Patto di Stabilità. Questa è come verrà quella zona una volta che verrà ristrutturata, la via Monza è in verticale e l ascensore in giallo, in basso a destra, poi ci sono le scale, diventerà tutta pedonale, ci sarà l attraversamento rialzato in sicurezza in modo da mettere tutto a posto. Naturalmente, non siamo in grado di adottare questa soluzione per questioni economiche e perché il progetto è già approvato. D altra parte, pensare di lasciare tutto chiuso fino a che non ci saranno i fondi per sistemarlo definitivamente sembrava davvero un handicap per tutti i cittadini che reclamavano la riapertura, giustamente, di quel sottopasso. Si è pensato a quella soluzione tampone in attesa di poter sistemare questo. Credo di aver risposto a tutte le domande, la piattaforma, l ascensore è stata realizzata, installata e certificata dalla ditta FILMAS a cui è stato assegnato in sub-appalto il lavoro da parte di Malegori. Avrei finito! Grazie, Assessore Fallini. La parola al Consigliere Colì per dire se è soddisfatto o meno della risposta. 4

5 CONSIGLIERE COLI Sono soddisfatta perché ho capito che è un problema che verrà risolto nel tempo quando si troveranno i soldini. Il fatto è che l ascensore è quasi sempre, anzi sempre, non funzionante, poi mi domando come fa un autobus a fermarsi proprio dove c é lo scivolo. In mancanza dell autobus ci sono sempre parcheggiate le automobili, come potete vedere dalle foto che ho scattato. Quello scivolo in questo momento potrebbe essere una soluzione ma non lo è, in quanto, non si può mai usare e l ascensore devo dire e ridire che oltre a non funzionare è presa di mira da atti vandalici dove delle belle persone ci urinano dentro, non solo nell ascensore ma anche nel sottopasso. Questo problema delle barriere architettoniche mi sembra che abbiate a cuore e sia in via di risoluzione, forse un attimo di attenzione in più per la sicurezza potrebbe essere auspicabile. Grazie, Consigliere Colì. Passiamo al secondo punto all Ordine del Giorno. 5

6 COMUNE DI PIOLTELLO PUNTO N. 2 O.d.G. CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012 INTERROGAZIONE PRESENTATA DAI GRUPPI CONSILIARI LISTA BASILE X FUTURO E LIBERTA E GIOVANI PER PIOLTELLO UDC INERENTE LO STATO DI DEGRADO DELLA VECCHIA FABBRICA SITA FRA LE VIE CORREGGIO/BRESCIA La parola al Consigliere Biolchini. CONSIGLIERE BIOLCHINI Grazie, Presidente! Interrogazione: Presenza di amianto Il 28 aprile si è celebrata la giornata mondiale delle vittime dell amianto. La vecchia fabbrica fatiscente con coperture in eternit sita fra via Correggio e via Brescia a Pioltello si trova da molti anni in uno stato di non utilizzo, di visibile abbandono e di degrado. CONSIDERATO CHE - La comunità scientifica è concorde nell indicare quanto l amianto sia particolarmente nocivo e cause di tumori ed enfisemi ai polmoni, sia per chi ha lavorato con questo pericolassimo materiale, sia per chi semplicemente ne è entrato in contatto. - Che il mancato trattamento specializzato del materiale in eternit è causa di grave inquinamento ambientale dato dallo sfaldamento e diffusione aerea delle polveri di amianto. - Che numerose sono le segnalazioni da parte dei residenti della zona che vivono l incubo della contaminazione da amianto. - Che i medesimi residenti lamentano da tempo che il fabbricato sia ricettacolo di ratti, scarafaggi e insetti in genere che minacciano la salute pubblica dei cittadini, nonché di apportare danni e fastidi a tutti coloro che transitano in loco 6

7 CONSTATATO CHE - Garantire la salute dei cittadini e la tutela del territorio sono fondamentali doveri dall Amministrazione Comunale VISTO CHE - I Comuni possono svolgere un ruolo attivo nel rispetto delle disposizioni legislative in materia di amianto. - Che secondo la stampa si sarebbe già verificato nella zona suddetta dei decessi legati all amianto. - Che recentemente un cittadino è stato colpito da due lastre di circa 2 metri cadute dall edificio abbandonato riportando un trauma cranico con distorsione cervicale SI CHIEDE AL SINDACO E ALL ASSESSORE COMPETENTE Quali urgenti misure ed iniziative si intendono adottare in merito nell ambito delle rispettive prerogative e facoltà per garantire e tutelare l incolumità e la salute dei cittadini. Grazie, Consigliere Biolchini. La parola per la risposta all Assessore Fallini. ASSESSORE FALLINI Anche su questa risposta la storia è piuttosto lunga, ho dovuto recuperare informazioni che forse il Consigliere Biolchini, che ai tempi era Vice Sindaco dell Amministrazione, forse conosceva meglio di me. Partiamo da parecchio lontano su questa cosa. Il complesso di cui stiamo parlando è di proprietà del Movimento Fraternità ed è ubicato in via Correggio, è composto da due edifici entrambi con un accesso dal cortile interno, il primo che sta sul fronte strada e corrispondente al civico 12 ed è il fabbricato B articolato su due livelli e prospiciente un area a cortile privato. 7

8 Il secondo interno, è prospettante su un giardino pubblico lungo il lato est e sta al civico n. 10, anch esso su due livelli. La prima pratica approvata agli atti risale al 1999, pratica edilizia con concessione per la ristrutturazione del fabbricato corrispondente al civico n. 10 di via Correggio, fabbricato A. La corrispondente concessione edilizia è stata rilasciata al Movimento Fraternità in data 30 giugno 1999 per la ristrutturazione dell edificio da destinare a centro di accoglienza. L inizio dei lavori è stato il 5 luglio del 2000, un anno dopo, grosso modo! In data 13 giugno 2002 è stata presentata dal Movimento Fraternità una istanza che chiedeva la proroga dei termini per l ultimazione dei lavori, di cui la concessione di cui dicevo prima. L istanza non è stata accolta dell ufficio perché oramai era fuori da tutti i termini possibili e immaginabili. Non è pervenuta nessuna comunicazione di ultimazione dei lavori pur essendo decorsi i termini per l esecuzione. Nella relazione tecnica allegata al progetto, che era stata presentata in data marzo del 1999 vi è la descrizione dello stato di fatto da cui si capisce lo stato e le funzioni insediate, sia nell edificio B del civico 12, non oggetto del primo piano di intervento, e nella relazione si precisa che per entrambi gli interventi il primo piano risulta inagibile. Nella fattispecie, il primo piano dell edificio B risulta essere stato dichiarato inagibile con l ordinanza del 29 novembre 1997, come del resto il primo piano dell edificio A che ha poi subìto anche un incendio. In data 2 giugno del 1999 è stata rilasciata, sempre allo stesso Movimento Fraternità, l autorizzazione di edilizia in sanatoria, ai sensi dell articolo 13 della legge 47 per le modifiche interne ed esterne sugli edifici B al piano terra e al primo piano e A al primo piano, mentre per il piano terra veniva ripristinato l uso precedente. Con riferimento all ordinanza del 17 settembre del 1998 si ordinava la rimessa in pristino allo stato di progetto approvato per entrambi gli edifici. 8

9 Permane lo stato di inagibilità del primo piano di entrambi gli edifici. Nel giugno del 2002 è stata inviata al Movimento Fraternità una diffida per l adozione di tutti gli accorgimenti volti ad evitare la caduta di materiale su suolo pubblico e privato visto il pessimo stato di conservazione del complesso, in conseguenza della relazione del servizio della Polizia Locale del 10 maggio 2002 per la segnalazione di situazioni di pericolo dovuti al distacco e alla caduta di materiale di cui al fabbricato di cui sopra. Nel marzo 2006 si è dato avvio a un procedimento a carico della proprietà e degli occupanti che, a seguito di un sopralluogo avvenuto nel mese di febbraio, comprendeva anche lo stato della copertura del tetto. Nel luglio del 2006 è stata emessa un ordinanza che comprendeva la rimozione di tutti gli elementi pericolanti compresi gli elementi della copertura in eternit, fermo restando tutte le problematiche complesse relative alla proprietà dell immobile. Agli atti ci sono due perizie, una del maggio del 2006 e una del luglio del 2006 da parte del soggetto obbligato all ordinanza, cioè il Movimento Fraternità, in cui si dichiarava di eseguire interventi di messa in sicurezza e di mantenere in salvaguardia il complesso nonché di aver eseguito tutti gli interventi di pulizia e di sistemazione tali da eliminare i pericoli interni ed esterni che risultavano dalle perizie. Vi è un altra nota del settembre 2006 in cui si precisa, sempre da parte del soggetto obbligato, che gli interventi di risanamento risultano impossibili. In data 23 giugno del 2009 è stata emessa una diffida, la n. 83, per gli interventi di messa in sicurezza della copertura e per le procedure in merito all eternit, valutazione dello stato di conservazione delle coperture ai sensi della normativa vigente regionale, fondata sul metro di calcolo e sul censimento secondo il piano regionale amianto della Regione Lombardia. Nell agosto del 2009 è stato riscontrato con presentazione della documentazione in materia, di valutazione dello stato di conservazione dell eternit in copertura che però doveva essere aggiornato, come previsto dall A.S.L., circa gli interventi in programma. 9

10 Si precisa che l esito della valutazione comportava l intervento di bonifica entro tre anni. Non risultando pervenuto quanto richiesto si è chiesto in data 4 gennaio 2010 alla Polizia Locale di procedere alla segnalazione all Autorità giudiziaria, fermo restando gli obblighi ai sensi del vigente regolamento che rimangono in capo alla proprietà, gli obblighi di manutenzione degli edifici. Nonostante gli incontri con uno dei soggetti interessati non essendo stato presentato un programma di intervento, la Polizia Locale ha proceduto a segnalare all Autorità giudiziaria il mancato rispetto di quanto previsto sopra, fermo restando la normativa specifica in materia di amianto. In data 3 gennaio 2011 è stato eseguito un nuovo sopralluogo all esterno dell edificio al fine di verificare la situazione di degrado in cui versava il fabbricato in relazione agli atti già emessi. Seguito del sopralluogo di cui sopra la proprietà è stata nuovamente diffidata nel 28 aprile 2011 ad eseguire tutti gli interventi al fine di tutelare la salute pubblica e privata e l incolumità ed evitare situazioni di rischio, tra cui la rimozione di tutte le porzioni pericolanti e fatiscenti con la rimozione di tutti i materiali contenenti eternit. Vi è stato un sopralluogo nel gennaio 2011, la relazione del sopralluogo è stata trasmessa alla Polizia Locale al fine di sollecitare l intervento dell autorità giudiziaria per edifici con l applicazione dell articolo 677 del Codice Penale per gli edifici che minacciano rovina. La Polizia Locale ha provveduto nel maggio 2011 a richiedere l emissione del sequestro degli immobili ai sensi dell articolo 321 del Codice Penale. A maggio del 2011 è stata emessa una nuova ordinanza contingibile ed urgente, n. 74, relativa a problemi di igiene e sanità dovuti alla presenza di scarafaggi presso gli immobili confinanti volta ad eliminare la problematica mediante la disinfestazione e la disinfestazione è stata eseguita. L 11 maggio scorso, 2012, siamo arrivati ai tempi nostri, è pervenuta una nota dell A.S.L. Provincia di Milano 2, Servizio di Igiene Pubblica, a seguito di richiesta di intervento da parte dell Amministrazione Comunale in merito alla verifica delle condizioni 10

11 igienico sanitarie da cui emerge la richiesta di ordinanza sindacale, oltre che per lo sgombero dei materiali di pulizia e disinfestazione, anche per la rimozione immediata della copertura in eternit. In data 24 maggio, a seguito della nota dell A.S.L. di cui sopra, è stata emessa comunicazione di avvio del procedimento finalizzata alla rimozione dei materiali depositati, alla pulizia dei luoghi con asportazione di carcasse di volatili che stanno lì dentro, alla programmazione di interventi mirati alla disinfestazione degli scarafaggi, derattizzazione, alla rimozione e smaltimento delle coperture contenenti amianto. La storia, come avete sentito è parecchio lunga e complicata, il problema è che la controparte è un muro di gomma, nel senso che fai le ordinanze e non succede niente a parte qualche disinfestazione che viene fatta forse perché costa poco, forse perché è meno impegnativa che non la ristrutturazione. Dopo tutta questa lunga storia due sono gli elementi importanti, la denuncia all Autorità giudiziaria per non aver rispettato tutte le ordinanze e le normative in merito e la richiesta di sequestro preventivo degli immobili, che sono i due elementi che ci possono mettere nelle condizioni di cambiare la situazione. Stando così le cose l ultimo avvio del procedimento che è stato fatto poco meno di un mese fa, alla scadenza dei termini siccome non sta succedendo niente si trasformerà anche questo in ordinanza ma questo non vuol dire che il problema verrà risolto nel senso che o interviene, a questo punto, la Magistratura ponendo dei punti fermi sulla questione, oppure oltre a fare l ordinanza non possiamo sostituirci al responsabile, avessimo un sacco di soldi si potrebbe pensare di fare un intervento in danno ma in queste condizioni per noi è impossibile sostituirci a loro. Grazie, Assessore Fallini! La parola al Consigliere Biolchini per dichiararsi soddisfatto o meno e motivare in due minuti di risposta. 11

12 CONSIGLIERE BIOLCHINI Ringrazio l Assessore per aver fatto la cronistoria della vicenda ma a me veniva di suggerire interveniamo e sostituiamoci in qualche modo al Movimento Fraternità e poi ci rivaliamo perché è una vicenda che si trascina da 11 anni, sappiamo, chiediamo che venga quantificato l esborso che, credo, sia soprattutto legato alla rimozione dell amianto come costo particolare dopo di che interveniamo noi. Chiedo non dico di abbattere l edificio ma rimuoviamo l amianto che si trova sull edificio, dopo di che ci rivaliamo nei confronti del Movimento Fraternità. Altrimenti, visto che siamo di fronte a un muro di gomma e che conoscendo tutti le lentezze del nostro sistema giudiziario rischiamo di non uscire da questa vicenda. ASSESSORE FALLINI Come ho già detto, Biolchini, se avessimo i soldi per farlo ci avremmo già pensato, non abbiamo fatto un preventivo ma a occhio delle dimensioni stiamo parlando di qualche centinaia di migliaia di euro. Oggi non siamo in condizione di poter fare questa cosa anche perché il Patto di Stabilità ce li computerebbe come un uscita immediata, quindi, per noi diventerebbe problematico. Oggi non siamo veramente in grado, altrimenti, lo avremmo già fatto perché quando ho fatto ricostruire tutta questa cosa mi sono reso conto che stiamo parlando di quindici anni in cui le cose si sono succedute in cui sono stati fatti interventi piccoli, minimi giusto per tamponare la situazione sulla questione igieniche, ma sul resto non è fatto sostanzialmente niente. Grazie, Assessore Fallini. Passiamo al punto n. 3 all Ordine del Giorno. 12

13 COMUNE DI PIOLTELLO PUNTO N. 3 O.d.G. CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012 INTERPELLANZA PRESENTATA DAI GRUPPI CONSILIARI LISTA BASILE X FUTURO E LIBERTA E GIOVANI PER PIOLTELLO UDC INERENTE IL SISTEMA DELLE TARIFFE CIMITERIALI La parola al Consigliere Basile. CONSIGLIERE BASILE Buonasera a tutti e grazie Presidente Galimberti! Premesso - che nell ultimo periodo alcuni cittadini di Pioltello hanno segnalato costi per l esumazione delle salme superiore a euro 500, che per il suddetto importo incidono in maniera significativa i costi fissi comunali Considerato - che gli stessi gli stessi interventi nei Comuni limitrofi arrivano a costare anche un terzo della somma pagata dai cittadini di Pioltello chiediamo al Sindaco e all Assessore competente - se quanto segnalato risponde al vero ed in caso affermativo il motivo di tale discrepanza degli importi tra gli importi dello stesso servizio offerto tra i Comuni di Pioltello e i Comuni limitrofi. - Come il Sindaco e la Giunta ritengono di intervenire in merito e per risolvere tale indubbia criticità. Grazie, Consigliere Basile! La parola per la risposta al Sindaco! 13

14 SINDACO Buonasera a tutti! Questa Interpellanza dà l occasione per parlare di un tema piuttosto serio che è quello dei Cimiteri. Normalmente, non si discute di questo tema, i motivi sono tanti ma, in realtà, perché non interessa a tutti quelli che.. ma questa cosa non è vera perché abbiamo scoperto, sappiamo che sono moltissime le persone che quotidianamente si recano ai Cimiteri e li frequentano. Vi è tutta una biografia che ci richiama anche all uso dei Cimiteri per dire che abbiamo avuto occasione di discutere di un tema lanciato in maniera ingiusta sulla stampa da un signore, poi entreremo nel merito per capire come e perché ha lanciato questa cosa, ma anche ripreso da questa Interpellanza dove vi sono una serie di elementi che sono stati evidenziati attraverso la non conoscenza del problema che è grave perché devo dire che il Comune di Pioltello è l unico Comune nella zona che espone i costi delle attività cimiteriali. I prezzi di quel tipo di pratiche vengono esposti perché riteniamo sia corretto, anche per un motivo di trasparenza, non sono così gli altri Comuni, visto che si fa riferimento agli altri Comuni. Mi si chiede, siccome questo signore ha dichiarato di aver speso oltre 500 euro, per la precisione quel signore ha speso 568 euro che è il costo di estumulazione dal loculo frontale che vale 113 euro, recupero della salma indecomposta che vale 103 euro, la cassa degli indecomposti che vale 197 euro e l inumazione con scavo a macchina che vale 155 euro. Come capite, la somma di queste azioni fa 568 euro. Si dice nell Interpellanza che il Comune di Pioltello è nel circondario il Comune che costa di più. Dico che è il Comune che costa dimeno, pensate che differenza di valutazione, io ho i numeri in mano di quanto costa a Vignate, Segrate, Gorgonzola, Cologno, Cassina, Cassano d Adda, a Carugate eppure un signore lo ha scritto sul giornale, per cui, sarà vero. No, non è vero, ha scritto delle cose false. Ha detto delle cose false. In altri tempi uno potrebbe adire per vie legali per tutelare il buon nome della propria Amministrazione, credo che quello sia uno dei passi che si possono fare, ma quando lo fa un Consigliere Comunale che non fa lo 14

15 sforzo di documentarsi non va bene perché se si prende per buono ciò che dichiara un cittadino questo non va bene. Ho voluto leggere quali sono le fasi che compongono il costo perché è da qui che si deduce qualche cosa tant é che l errore nasce dal fatto che a Cernusco il recupero della salma indecomposta costa 100 euro. Sapete perché? Perché tutte le altre operazioni sono comprese in costi che l Amministrazione paga su altri budget di gestione del Cimitero. Intendiamoci bene: la dichiarazione che viene fatta da quel signore che dice a Cernusco costa 130 euro, sì un pezzettino di tutta l operazione perché di tutto il resto se ne fa carico l Amministrazione, perché hanno un tipo di gestione diverso dal nostro. Non la vogliamo fare lunga, evidentemente, bastava informarsi e ne saremmo venuti a capo. Colgo l occasione di questa Interpellanza per dire un altra cosa, il problema del Cimitero è molto serio tant é che a Pioltello, come con tutti gli altri Cimiteri di questa zona, sono stati fatti anche oggetto di vari furti, sono stati compiuti vari furti, anche i tetti di rame sono stati rubati. Abbiamo già provveduto ormai da un anno e mezzo ad assegnare con gare d appalto la realizzazione dei nuovi tetti, ovviamente, siamo anche qui nelle pastoie del Patto di Stabilità e siamo fermi, ma questo è un punto che fa emergere maggiormente il problema. Di questo dobbiamo valutare che cosa fare, stiamo valutando attraverso un progetto di lavorare e realizzare una project financing per occuparci della gestione complessiva dei Cimiteri, proprio perché non avremmo le risorse per cominciare a mettere mano ai loculi. Nel Cimitero di Pioltello abbiamo un back up ancora di un anno/un anno e mezzo, poi avremo esaurito tutti i posti per cui questo sarà un ulteriore problema e noi dovremo capire se in un anno e mezzo riusciremo a mettere insieme le risorse che, normalmente, sono un milione e mezzo di euro per realizzare nuovi lotti cimiteriali. Da qui scaturisce anche un idea progettuale che è quella che stiamo lanciando per capire se realizzare, così come stanno facendo negli altri Comuni, a Gorgonzola si parla di una cittadella, lì fanno e cose 15

16 in grande, evidentemente, hanno i soldi, ma qui le questioni sono più articolate, per cui, tenteremo di mettere insieme questa problematica con una modalità un po più aderente a un idea di sobrietà ma anche un idea di economicità. Ad esempio, qui diamo anche risposte diverse, sapete che a Pioltello risiedono anche tante persone di diversa nazionalità, anche di etnia araba e che spesso ci chiedono un certo tipo di sepoltura, per cui, stiamo cercando anche di essere una città multietnica e che si assume in carico anche alcune risposte che vanno in quella direzione, questo è il senso. Ringrazio gli estensori dell Interpellanza perché mi hanno dato la possibilità di dire anche altro, nel contempo, ho cercato di spiegare quali sono i motivi che hanno fatto sì che si arrivasse a quelle dichiarazioni sui giornali. Grazie! Grazie, signor Sindaco! La parola al Consigliere Basile per dichiararsi soddisfatto o meno. CONSIGLIERE BASILE Molto brevemente, sono soddisfatto, ma occorrono un paio di premesse. Intanto, quando si presenta un Interpellanza, un Interrogazione varrebbe la pena di uscire dalla logica della lesa maestà, non è che qui nessuno vuole screditare nessuno se si pone una domanda. Se avessimo avuto tutte le risposte è di tutta evidenza che non avremmo presentato un Interpellanza, un Interrogazione in cui si pone una domanda ma avremmo presentato un Ordine del Giorno o una Mozione. Non essendo in possesso di tutta la documentazione abbiamo chiesto all Amministrazione di renderci edotti della dinamica sul Comune di Pioltello. Questo è quello che succede ed è normale che sia così, quando un gruppo consiliare presenta una domanda fa un Interpellanza. Se avesse tutti gli elementi chiederebbe un altra cosa e farebbe un Ordine del Giorno o una Mozione. Detto questo, i nostri gruppi consiliari avevano chiesto ai cittadini che avevano segnalato la questione 16

17 di presentare la documentazione, che è stata vista dai nostri gruppi consiliari e dai Consiglieri che hanno presentato l Interpellanza, di fondo la questione non è certamente inveritiera. Il cittadino a Pioltello ha un esborso di 570 euro per quel sevizio, nel Comune di Cernusco l esborso per il cittadino è di 130 euro. La questione non è che il servizio a Portello costa X e a Cernusco Y, ma al cittadino costa 570 a Pioltello e a Cernusco costa una somma, come dicevamo nell Interpellanza, nettamente interiore, bastava spiegare, ed è questo il senso per cui abbiamo presentato l Interpellanza, che vi è un sistema di gestione del servizio completamente differente per problemi, con tutta probabilità, economici. Mi sembra assolutamente importante che in Consiglio Comunale si sia affrontato anche questo tipo di problema. Grazie! Grazie, Consigliere Basile. Passiamo al punto n. 4 all Ordine del Giorno. 17

18 COMUNE DI PIOLTELLO PUNTO N. 4 O.d.G. CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 GIUGNO 2012 INTERPELLANZA PRESENTATA DAI GRUPPI CONSILIARI LISTA BASILE X FUTURO E LIBERTA e GIOVANI X PIOLTELLO _ U.D.C. INERENTE LA RISTRUTTURAZIONE DELLE VIE DI FUGA DELL ACQUA PIOVANA IN VIA SAN FRANCESCO ANG. VIA MILANO La parola al Consigliere Biolchini. CONSIGLIERE BIOLCHINI Di nuovo grazie, Presidente! Premesso - Che il viale San Francesco in prossimità del Rondò di via Milano, direzione Cernusco sul Naviglio, nei pressi del ponte ciclopedonale già oggetto di nostra segnalazione per l assoluto stato di degrado presenta costantemente stati di allagamento in occasione di ogni minima perturbazione Considerato - Che tale strada è soggetta a traffico intenso di auto e moto in molte ore della giornata nel corso della settimana inclusi sabato e domenica. - Che anche le più elementari norme di sicurezza paiono lontanissime da uno standard qualitativo accettabile Evidenziato - Che tale disagio non solo reca pericolosità alle auto e soprattutto moto in circolazione per fenomeni di aquaplaning, ma rischia di infrangere la sicurezza di pedoni presenti sui marciapiedi adiacenti. 18

19 - Che in una città come Pioltello non è accettabile che una strada di prima rilevanza versi in queste condizioni Chiediamo al Sindaco e all Assessore competente con risposta scritta da trasmettere ai richiedenti prima della discussione in Consiglio Comunale - se l Amministrazione Comunale è a conoscenza di tale grave disagio e stato di pericolo per l incolumità dei veicoli e dei pedoni - se si è pronti nel breve periodo ad intervenire efficacemente per la ristrutturazione delle vie di fuga dell acqua piovana Grazie, Consigliere Biolchini. La risposta verrà data dall Assessore Finazzi. ASSESSORE FINAZZI Buonasera! Il problema esiste, è inutile dire che non esista. Prima il problema era sulla corsia ovest, quella su Milano ed è stato risolto. In seguito ai lavori sui sotto servizi per l interramento della cassanese, si è verificato da un po di tempo a questa parte il problema sulla corsia est, quella che va verso Cernusco. Qui facciamo una piccola premessa, i problemi delle caditoie e della fognatura sono da anni per legge demandati ad AMIACQUE, non è più il Comune di Pioltello che come una volta andava a pulire le caditoie, tirava su i tombini, tutto è demandato ad AMIACQUE su nostra segnalazione. Le pulizie, in genere, si fanno il 25% ogni anno in modo tale che la pulizia avvenga una volta ogni quattro anni delle caditoie. E già stato segnalato per questo tipo di problema questi e altri due problemi inerenti più che alla pulizia, ma non è tanto la pulizia quanto un problema strutturale è già stato segnalato ad AMIACQUE tanto è vero che il giorno 4 abbiamo avuto un incontro con il Vice Presidente di AMIACQUE Cerea ed un suo tecnico e adesso stanno studiando un sistema il sistema dove è 19

20 l intoppo, tanto è vero che anche questa mattina sono passato dì vi era il lago prontamente rilevato. Siamo sul pezzo e quanto prima speriamo di rimuovere dove è l intoppo, non c è mai stato fino a qualche mese fa, in seguito ai lavori è stato fatto, comunque, grazie per la segnalazione e speriamo di risolverlo quanto prima. Grazie, Assessore Finazzi. La parola al Consigliere Biolchini per dichiararsi soddisfatto o meno. CONSIGLIERE BIOLCHINI In questo caso sì perché mi sembra sia stato preso in carico il problema. Ci auguriamo perché i rischi, come abbiamo segnalato, soprattutto tanto per le auto perché mi è capitato di assistere anche a un bel testacoda, ci sono per i motociclisti per cui nei limiti del possibile se riuscite a fare presto sarebbe cosa buona e giusta. Grazie! Grazie, Consigliere Biolchini. Passiamo al punto n. 5 all Ordine del Giorno. 20

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 La sicurezza nelle stazioni. L impegno di RFI nel consolidamento della rete territoriale. Roma 27 giugno 2006 Disagio sociale 1. L altro ed il diverso 2. Aree di disagio sociale

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli