Piano per il rilascio dei servizi SPCoop

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano per il rilascio dei servizi SPCoop"

Transcript

1 R.T.I. EDS Italia S.p.A./ AlmavivA S.p.A. Sistema Pubblico di Connettività - Coop (Lotto 2) Piano per il rilascio dei servizi SPCoop Tipo Documento: Piano Sistema Pubblico di Connettività - Coop (Lotto 2) Il presente documentoo costituisce il Piano di rilascio dei servizi per il progetto Sistema Pubblico di Connettività Coop. Ver. Elabora Verifica 1.1 A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) Approva A. Menghini Ref. Contratto RTI (HP) P. Rossini Ref. Contratto (AlmavivA) Data emissione Descrizione delle modifiche Eliminato il paragrafo 5, a seguito della verifica con DigitPA. 1.0 A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Menghini Ref. Contratto RTI (HP) P. Rossini Ref. Contratto (AlmavivA) Nascita del documento. Stato del Documento Uso Approvato Pag. 1 di 26 Confidenziale Riservato RTI HP AlmavivA, DigtPA,Amministrazioni

2 Sommario 1 GENERALITÀ Scopo del documento Struttura del documento Applicabilità Assunzioni Riferimenti Definizioni e Acronimi I SERVIZI SPC COOP Servizi di Interoperabilità Evoluta Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Servizio di Posta Elettronica Certificata Servizio di Cooperazione Applicativa Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fase 2-3-4: Predisposizione, Composizione e Coordinamento, Integrazione e Pubblicazione Le Altre fasi Servizi di Sicurezza applicativa Servizio Firewall XML Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi Help Desk Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) QUADRO DI UTILIZZO DEI SERVIZI ATTIVITÀ DI MIGRAZIONE Attori coinvolti Amministrazione DigitPA Fornitore che termina l erogazione dei servizi Fornitore subentrante Fasi della migrazione Fasi della migrazione di un servizio Generalità su formati e supporti delle componenti rilasciate Servizi di Interoperabilità Evoluta...22 Stato del Documento Approvato Pag. 2 di 26

3 4.4.1 Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Archiving Unified Messaging Servizio di Posta Elettronica Certificata Servizio di Cooperazione Applicativa Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fasi Le Altre fasi Servizi di Sicurezza applicativa Servizio Firewall XML Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi Help Desk Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale)...26 Stato del Documento Approvato Pag. 3 di 26

4 1 GENERALITÀ 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO Il presente documento descrive le attività predisposte per la Migrazione dei Servizi in erogazione nell ambito del Contratto Quadro n. 5/2007 SPC Servizi di Interoperabilità evoluta e cooperazione e sicurezza applicativa Lotto 2 dal RTI HP ES AlmavivA verso altro fornitore. Le modalità operative e le indicazioni contenute nel documento mirano da un lato ad assicurare la corretta erogazione dei servizi fino alla fine dell inquadramento contrattuale SPC coop, dall altro costituiscono una preziosa fonte di informazione che DigitPA e le Amministrazioni potranno utilizzare con il fornitore subentrante agli stessi o ad analoghi servizi. L intento di fondo rimane quello di portare il minore impatto possibile sulla continuità e la qualità percepita dall utente dei servizi oggetto della migrazione, anticipando le soluzioni adatte per tutte le eventuali problematiche collegate alle attività di migrazione dei servizi stessi nel nuovo sistema di fornitura. 1.2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO Il documento è organizzato come segue: Capitolo 1 Quadro riepilogativo dei servizi SPC coop Capitolo 2 Quadro sintetico dei volumi dei servizi per Amministrazione in esercizio al 31/03/2012 Capitolo 3 Organizzazione delle attività predisposte per la migrazione dei servizi 1.3 APPLICABILITÀ I contenuti del presente documento si applicano alle attività previste per la Migrazione dei Servizi in erogazione nell ambito del Contratto SPC Contratto Quadro n. 5/2007 SPC Servizi di Interoperabilità evoluta e cooperazione e sicurezza applicativa Lotto 2 e dei correlati Contratti Esecutivi attivi nell ultimo trimestre di vigenza contrattuale del Contratto Quadro. 1.4 ASSUNZIONI Il presente documento si riferisce ai soli servizi collaudati ed in erogazione alla data di chiusura del Contratto Quadro. Stato del Documento Approvato Pag. 4 di 26

5 1.5 RIFERIMENTI Codice Contratto Quadro SPC coop Contratto Quadro n. 5/2007 Titolo 1.6 DEFINIZIONI E ACRONIMI Definizione/Acronimo DigitPA SPC Descrizione Ex CNIPA Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema Pubblico di Connettività Stato del Documento Approvato Pag. 5 di 26

6 2 I SERVIZI SPC COOP I servizi oggetto del Contratto Quadro SPC Coop sono: 1. Servizi di Interoperabilità Evoluta o Servizio di Posta Elettronica Esclusiva o Servizio di Posta Elettronica Certificata o Servizio di Videocomunicazione Collaborativa 2. Servizio di Cooperazione Applicativa 3. Servizi di Sicurezza applicativa o Servizio Firewall XML o Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione 4. Servizi professionali a supporto o Servizi professionali di assistenza o Servizi di formazione Oltre ai servizi precedentemente elencati, il contratto annovera come parte integrante degli stessi Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi, che si articolano in: Help Desk Sistema di controllo dei Livelli si Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Nel paragrafi successivi è riportata una breve descrizione dei servizi in erogazione ed oggetto di migrazione e delle modalità con cui questa verrà effettuata. Non sarà quindi considerato il servizio: Servizio di Videocomunicazione Collaborativa che non essendo stato oggetto di richiesta da parte di alcuna Amministrazione non è stato collaudato. Non sono considerati, per la loro natura, oggetto di migrazione: Servizi professionali a supporto (servizi di assistenza e di formazione) Help Desk (a meno della lista delle segnalazioni ancora aperte) Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Stato del Documento Approvato Pag. 6 di 26

7 Consistendo, i primi, nella fornitura di figure professionali a giornata, e in servizi di supporto alla gestione dei servizi contrattuali e non servizi a se stanti, gli altri. 2.1 SERVIZI DI INTEROPERABILITÀ EVOLUTA Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Il servizio di Posta Elettronica Esclusiva ha come obiettivo quello di consentire agli utenti dell Amministrazione di scambiare posta elettronica sia internamente alla stessa, sia con altri utenti di altre Amministrazioni e sia con Internet. La soluzione prevista per l erogazione del servizio di PEE, nell ambito del servizio di pubblica connettività, è composta dalle seguenti componenti architetturali: Posta Elettronica, all interno della quale ospitare le mailbox degli utenti ed applicare, in aggiunta ai servizi perimetrali, ulteriori livelli di sicurezza legati alla scansione Anti-Virus ed all Anti-Spam; Servizi Perimetrali o Posta Perimetrale, attraverso la quale erogare funzionalità di Mail Relay SMTP, Anti-Virus ed Anti-Spam ed in grado di realizzare una separazione tra l organizzazione di posta elettronica realizzata per l Amministrazione ed Internet. A livello applicativo è consentita l'interconnessione e lo scambio di posta elettronica tra diversi domini di Amministrazioni ed Internet nel rispetto dei requisiti di sicurezza mediante l utilizzo di meccanismi antivirus ed antispam. La soluzione adottata per l erogazione del servizio assume come standard di riferimento i seguenti RFC: per i messaggi di tipo testuale SMTP (RFC 2821, RFC 822, RFC 1123, RFC 2156); per i messaggi crittografati e firmati digitalmente MIME S/MIME (RFC 2045, RFC 2046, RFC 2047, RFC 2048, RFC 2049, RFC 2633); nel caso sia richiesta la garanzia di consegna del messaggio al destinatario DSN (RFC 1891). Inoltre, per garantire livelli di sicurezza elevati si è scelto di implementare le due componenti, Posta Elettronica e Servizi Perimetrali, su due piattaforme differenti. I servizi perimetrali sono erogati utilizzando ambiente OpenSource Linux e server di posta PostFix mentre, l organizzazione di posta elettronica è basata sulla piattaforma di messaging Microsoft Exchange Server 2007 in architettura a 64 bit. Il servizio di posta elettronica è caratterizzato dalle seguenti funzionalità: gestione di rubriche e degli appuntamenti; gestione dei contatti; accesso alle rubriche via LDAP; schedulazione e sincronizzazione di appuntamenti con partecipanti inclusi nella rubrica del server di posta; gestione liste di distribuzione; Stato del Documento Approvato Pag. 7 di 26

8 dimensione del 90% delle caselle pari a 300 MB ciascuna; dimensione del rimanente 10% delle caselle pari a 1 GB ciascuna; backup giornaliero dei messaggi di posta elettronica; sincronizzazione, via protocollo NTP, con una fonte di tempo ufficiale di rete; accesso alla spedizione di messaggi ed alla casella postale da parte di ciascun utente solo previo riconoscimento delle credenziali dell utente stesso; accesso alle caselle attraverso i protocolli SMTP, POPv3, IMAPv4, ovvero, a richiesta, alla loro versione basata su TLS; accesso alle caselle attraverso protocollo HTTP, HTTPS ed interfaccia Web; fruibilità anche per il tramite di PDA e Smart Phone in una modalità multicanale (wap, gprs, umts); controllo antivirus sui server di posta perimetrale e di posta elettronica; controllo antispam sui server di posta perimetrale e di posta elettronica Specificità del servizio di posta Per il servizio di Posta Elettronica Esclusiva sono previste le seguenti caratteristiche che in aggiunta alle funzionalità base personalizzano ulteriormente il servizio: Erogazione on site che consiste nell erogazione del servizio presso la sede del Cliente, intesa sia come residenza delle infrastrutture del RTI specifiche per il Cliente, che per la disponibilità di figure professionali in loco. Archiving La funzionalità aggiuntiva di Archiving utilizza il prodotto Symantec Enterprise Vault e svolge le seguenti due funzioni: Journaling, ovvero la cattura e archiviazione di tutti i messaggi di posta entranti e uscenti dall Amministrazione utilizzando, oltre alle funzionalità proprie del prodotto, dei server dedicati MS Exchange di journaling. L accesso ai dati del Journaling è consentito solo in base a credenziali amministrative utilizzate, ad esempio, in caso di accertamenti giudiziari. L utente non ha accesso ai dati presenti nell Archiving. Archiviazione dei messaggi meno recenti presenti nelle mailbox, in base al superamento di un valore percentuale di occupazione delle stesse concordato con l Amministrazione, e sostituzione con shortcut che consentono, previa autenticazione, l accesso e l eventuale ripristino dei messaggi originali da parte dell utente sia da client che tramite webmail. E disponibile anche una interfaccia web per l accesso diretto all archivio e funzioni di ricerca. L archiviazione dei dati del Journaling e dell Archiviazione avviene su dispositivo di memorizzazione non alterabile utilizzando un dispositivo EMC 2 CAS Centera. Per disporre di un backup giornaliero dei dati, è utilizzato un secondo dispositivo di uguale capacità sul quale vengono replicati i nuovi contenuti in modo asincrono con uno scostamento massimo di Stato del Documento Approvato Pag. 8 di 26

9 minuti. Il secondo dispositivo può assumere il ruolo del primo dispositivo in caso di necessità, mediante una procedura specifica. Lo spazio messo a disposizione per l Archiviazione è pari a 10 volte la dimensione della mailbox. La conservazione dei dati del Journaling e dell Archiviazione è stata garantita per l intera durata contrattuale. Unifed Messaging Il servizio di Unified Messaging ha come obiettivo quello di consentire agli utenti dell Amministrazione titolari di casella di posta elettronica esclusiva di inviare e ricevere per il tramite del client di posta anche FAX e SMS e di ricevere messaggi vocali come allegati di un messaggio di posta: l erogazione del servizio è effettuata tramite l applicazione Kofax Communication Server. L infrastruttura è composta da componenti che gestiscono diverse funzioni: Line Server che interfaccia direttamente le linee isdn; Comunication Server che si occupa principalmente della conversione dei messaggi di posta in fax ed sms, e viceversa; Application Server tramite il connettore Kofax/LINK-SMTP gestisce la comunicazione con l infrastruttura di posta elettronica. L utilizzo del connettore Kofax/LINK-SMTP rappresenta una soluzione più aperta verso infrastrutture di posta elettronica di diversa natura e non prevede l installazione di alcun connettore sul sistema di posta che tramite la definizione di regole di routing SMTP comunicherà col connettore per: l invio e la ricezione di FAX; l invio e la ricezione di SMS; la ricezione di messaggi vocali come allegati ad un messaggio di posta elettronica. L accesso al servizio da parte dell utenza è controllato e limitato grazie ad una gestione delle utenze di Kofax tramite un processo denominato Directory Synchronization in cui si definiscono associazioni smtp utente-numero fax/voce Servizio di Posta Elettronica Certificata Il servizio di Posta Elettronica Certificata ha come obiettivo di consentire agli utenti dell Amministrazione di scambiare messaggi di posta elettronica, internamente ad essa o con altri Gestori PEC, fornendo garanzie in merito all invio ed alla effettiva consegna nella casella di posta certificata del destinatario, secondo la normativa vigente in materia di PEC e disciplinata dal DPR n 68 del 11 Febbraio 2005 e dal DM del 2 Novembre 2005 del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie. Pertanto, il servizio Posta Elettronica Certificata intende fornire: Stato del Documento Approvato Pag. 9 di 26

10 la garanzia dell invio; la garanzia del recapito; l opponibilità a terzi della provenienza e recapito del messaggio. Il sistema di Posta Elettronica Certificata, per ogni messaggio inviato e ricevuto dai sistemi PEC del Gestore Mittente e Destinatario, genera le ricevute che attestano l invio, la ricezione e la consegna dei messaggi e/o le anomalie di invio, ricezione e consegna. Inoltre, per fornire l opponibilità a terzi della provenienza e del recapito dei messaggi, tutte le transazioni legate al flusso di posta elettronica certificata devono essere archiviate. La soluzione prevista per l erogazione del servizio di PEC, nell ambito del servizio di pubblica connettività, è composta dalle seguenti componenti architetturali situate all interno del Centro Servizi: Posta Elettronica Certificata, all interno della quale sono: o ospitate le caselle di posta elettronica degli utenti; o implementati i ruoli di Punto di Accesso, Punto di Ricezione e Punto di Consegna; o ed applicati, in aggiunta ai servizi perimetrali, ulteriori livelli di sicurezza legati alla scansione Anti-Virus. Servizi Perimetrali o Posta Perimetrale, attraverso la quale sono erogate funzionalità di Mail Relay SMTP, Anti-Spam ed Anti-Virus ed in grado di realizzare una separazione tra l organizzazione di Posta Elettronica Certificata realizzata per l Amministrazione ed Internet. A livello applicativo è consentita l'interconnessione e lo scambio di posta elettronica tra diversi domini di Amministrazioni ed Internet nel rispetto della normativa vigente in materia di Posta Elettronica Certificata nonché dei requisiti di sicurezza mediante l utilizzo di meccanismi antivirus ed antispam. La soluzione adottata per l erogazione del servizio assume come standard di riferimento i seguenti RFC: per i messaggi di tipo testuale SMTP (RFC 2821, RFC 822, RFC 1123, RFC 2156); per i messaggi crittografati e firmati digitalmente MIME S/MIME (RFC 2045, RFC 2046, RFC 2047, RFC 2048, RFC 2049, RFC 2633); nel caso sia richiesta la garanzia di consegna del messaggio al destinatario DSN (RFC 1891); RFC 1847 (Security Multiparts for MIME: Multipart/Signed and Multipart/Encrypted); RFC 1891 (SMTP Service Extension for Delivery Status Notifications); RFC 1912 (Common DNS Operational and Configuration Errors); RFC 2252 (Lightweight Directory Access Protocol (v3): Attribute Syntax Definitions); Stato del Documento Approvato Pag. 10 di 26

11 RFC 2315 (PKCS\7: Cryptographic Message Syntax Version 1.5); RFC 2633 (S/MIME Version 3 Message Specification); RFC 2660 (The Secure HyperText Transfer Protocol); RFC 2821 (Simple Mail Transfer Protocol); RFC 2822 (Internet Message Format); RFC 2849 (The LDAP Data Interchange Format (LDIF) Technical Specification); RFC 3174 (US Secure Hash Algorithm 1 - SHA1); RFC 3207 (SMTP Service Extension for Secure SMTP over Transport Layer Security); RFC 3280 (Internet X.509 Public Key Infrastructure Certificate and Certificate Revocation List - CRL Profile). Inoltre, per garantire livelli di sicurezza elevati si è scelto di implementare le due componenti, Posta Elettronica Certificata e Servizi Perimetrali, su due piattaforme differenti. I servizi perimetrali sono erogati utilizzando ambiente OpenSource Linux e server di posta PostFix mentre, l organizzazione di posta elettronica certificata è basata sulla piattaforma di messaging Microsoft Exchange Server 2003 con l aggiunta del software Posta Elettronica Certificata ver Il servizio di Posta Elettronica Certificata è caratterizzato dalle seguenti funzionalità: gestione liste di distribuzione; dimensione delle caselle di posta elettronica pari ad 1 GB ciascuna; backup giornaliero dei messaggi di posta elettronica nella finestra temporale notturna, in modo tale da non ridurre le prestazioni dei sistemi durante le normali ore di lavoro; sincronizzazione, via protocollo NTP, con una fonte di tempo ufficiale di rete; accesso alla spedizione di messaggi ed alla casella postale da parte di ciascun utente solo previo riconoscimento delle credenziali dell utente stesso; accesso alle caselle utilizzando esclusivamente connessioni basate su TLS (IMAPS, POP3S, HTTPS) e connessioni che prevedono l attivazione di un colloquio sicuro durante la comunicazione (es. SMTP STARTTLS); accesso alle caselle attraverso protocollo HTTPS ed interfaccia Web; fruibilità anche per il tramite di PDA e Smart Phones in una modalità multicanale (wap, gprs, umts); controllo antivirus sui server di posta elettronica certificata; controllo antispam sui server di posta perimetrale; conformità alla normativa vigente sulla posta elettronica certificata DPR 11 febbraio 2005 n. 68 Regolamento concernente disposizioni per l utilizzo della Stato del Documento Approvato Pag. 11 di 26

12 posta elettronica certificata e DM 2 novembre 2005 del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie Regole tecniche per formazione, la trasmissione, e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata e sue successive modificazioni e integrazioni. Per il servizio di Posta Elettronica Certificata è prevista la sola erogazione centralizzata. 2.2 SERVIZIO DI COOPERAZIONE APPLICATIVA Il Servizio di Cooperazione Applicativa consiste essenzialmente nella gestione di tutte le attività necessarie alla predisposizione di servizi applicativi basati su applicazioni, siano esse applicazioni preesistenti che di nuova progettazione, che l Amministrazione intende far interagire con servizi applicativi presenti sul Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione (SPC), secondo le regole tecniche e le modalità previste per la cooperazione applicativa che descrivono l ambito del Sistema Pubblico di Cooperazione (SPC coop). Il Servizio di Cooperazione Applicativa si articola nelle seguenti fasi: Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fase 2 Predisposizione Fase 3 Composizione e coordinamento Fase 4 Integrazione e Pubblicazione Fase 5 Esercizio e Manutenzione Fase 6 Manutenzione evolutiva (MEV) Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Il termine porta di dominio (PDD) è inteso nel senso più ampio di tutti i componenti infrastrutturali hardware e software necessari affinché i servizi possano interagire integrandosi in una infrastruttura di cooperazione applicativa. La porta di dominio funge da proxy riguardo alle richieste provenienti dai fruitori, e delle risposte fornite dagli erogatori, gestendo le informazioni di pertinenza, contenute nella busta di e-gov, header Intestazione e di WS-Security. In particolare essa ha i compiti: In fase di trasmissione: o Verificare la correttezza della busta di e-gov; o Autorizzare l accesso al servizio; o Indirizzare il modulo di back-end che eroga il servizio ( servizio di back-end). In fase di ricezione: o Autorizzare l invocazione del servizio; o Generare la busta di e-gov; Garantire la sicurezza sul canale mediante SSL v3; Garantire la sicurezza sul messaggio ove prevista dall accordo di servizio. Stato del Documento Approvato Pag. 12 di 26

13 Nella fruizione di servizi una porta di dominio può trovarsi ad operare in due condizioni: Come porta applicativa quando nello scambio dati recita il ruolo di erogatore di servizi; Come porta delegata, quando essa recita il ruolo di fruitore del servizio. Dal punto di vista architetturale, sono previste: due configurazioni (Base ed Avanzata) a seconda dei requisiti tecnici, funzionali e di sicurezza previsti; più fasce di riferimento a seconda dei requisiti prestazionali. Configurazione BASE (Gestione Busta e-gov, tracciatura, diagnostici, Soap with Attachments, Sicurezza base SSL, Clustering e config. RAID) AVANZATA (BASE + requisiti della sicurezza Wsse) Fascia di riferimento Numero accessi simultanei PDD 1 Sino a Sino a Oltre Sino a Sino a Oltre Tabella 1: Configurazioni PDD Fase 2-3-4: Predisposizione, Composizione e Coordinamento, Integrazione e Pubblicazione In corrispondenza di tali fasi sono collocate le attività relative allo sviluppo e alla pubblicazione del software necessario per implementare la cooperazione applicativa. Nella fase 2 ( Predisposizione ) vengono realizzati (effettuando il wrapping di componenti esistenti o realizzandone di nuovi) i componenti applicativi corrispondenti alle funzionalità elementari; nella successiva fase 3 ( composizione ) i suddetti componenti applicativi predisposti nella fase 2 sono integrati e composti fra di loro allo scopo di sviluppare moduli applicativi in grado di realizzare le funzionalità amministrative complete che si intendono rendere disponibili su SPC coop attraverso servizi applicativi. Nella eventualità in cui più Amministrazioni abbiano intenzione di costituire congiuntamente un dominio di cooperazione per uno o più servizi applicativi, la fase di composizione ed integrazione dei servizi applicativi può essere completata dal Servizio di Coordinamento degli stessi (orchestrazione). Nella fase 4 di Integrazione e Pubblicazione le funzionalità amministrative, implementate attraverso i moduli predisposti nella fase 3, sono integrate con la porta di dominio e, tramite l utilizzo delle funzioni della stessa, sono presentate su SPC coop come servizi applicativi (erogazione) od utilizzate per accedere a servizi applicativi già disponibili (fruizione). Stato del Documento Approvato Pag. 13 di 26

14 2.2.3 Le Altre fasi Le ulteriori fasi che compongono la Cooperazione Applicativa sono: Fase 5 Esercizio e Manutenzione Fase 6 Manutenzione evolutiva (MEV) La Fase 5 corrisponde al rilascio in esercizio dei servizi e dei moduli applicativi risultanti dalle fasi precedenti e alla gestione operativa dei medesimi su SPC coop. In questa fase viene erogata la manutenzione ordinaria MAC dei moduli e servizi rilasciati a decorrere dal termine del periodo di garanzia di tre mesi dal rilascio in esercizio, secondo i requisiti e le modalità definite ed aggiornate nel tempo dall Amministrazione (ciclo di vita degli Accordi di Servizio e dei servizi applicativi). Nella fase 6 viene erogata, a richiesta dell Amministrazione, la manutenzione evolutiva dei servizi e dei moduli applicativi eventualmente realizzati. Per essa, riguardo alla migrazione dei servizi, ci si può rifare essenzialmente a quanto riportato per la fase 2 al paragrafo precedente. 2.3 SERVIZI DI SICUREZZA APPLICATIVA Servizio Firewall XML Il firewall XML implementa la sicurezza applicativa grazie ad un apparato che può analizzare, filtrare, convalidare la struttura, crittografare e decrittografare, firmare ed effettuare la verifica della firma, effettuare la termination SSL, eseguire il controllo degli accessi, e inoltre consentire la gestione dei diagnostici e la tracciatura di tutte le operazioni che vengono svolte sui messaggi. Più in particolare, il Firewall XML è in grado di fornire funzioni e controlli per la sicurezza e la gestione in ambito SOA e cooperazione applicativa quali: Autenticazione dei Web Services; Support della WS Security: encryption, firma digitale; Trasformazioni XML; Gestione del protocollo di trasporto; Mascheramento e virtualizzazione dei WSDL; Verifica e gestione del contenuto del body del messaggio. Il servizio prevede: la predisposizione e gestione di strumenti per il filtraggio del traffico di rete a livello applicativo, secondo un insieme di regole definite, aggiornabili e verificabili; l elaborazione e aggiornamento delle regole su indicazione dell Amministrazione, con l obiettivo di consentire il transito di tutto e solo il traffico di dati in ingresso ed uscita Stato del Documento Approvato Pag. 14 di 26

15 secondo regole predeterminate e impedire tutto il traffico che non rispetti dette regole, tenendone traccia ove ciò accada. A tale scopo, nell ambito del servizio, vengono effettuate le attività specialistiche e di conduzione relative a: progettazione della integrazione della infrastruttura firewall XML con l architettura di rete e di sicurezza dell Amministrazione; approvvigionamento, installazione, configurazione e messa in opera degli apparati presso la sede e nell ambito della rete dell Amministrazione; elaborazione delle regole di sicurezza indicate dall Amministrazione da inserire sui firewall; supporto all Amministrazione per l analisi di rischi e minacce derivanti dall introduzione delle nuove regole e supporto relativo all implementazione di best practices e metodi per lo sviluppo applicativo; conduzione dal servizio dal Centro Servizi ed in particolare: o inserimento e gestione delle regole di sicurezza sui firewall; o gestione remota dei sistemi firewall, gestione delle console, registrazione delle violazioni, attività di manutenzione ordinaria ed evolutiva; o monitoraggio e backup Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Il servizio consiste nella gestione delle funzioni di Identificazione, Autenticazione ed Autorizzazione (IAA) degli utenti all uso dei sistemi informatici dell Amministrazione, con modalità conformi ai requisiti di sicurezza richiesti dalle normative vigenti. Il sistema IAA comprende la gestione delle credenziali degli utenti (user management e provisioning) e il controllo degli accessi ai sistemi informatici, in cui il riconoscimento dell utente avviene attraverso credenziali basate su userid e password, smart card contenenti certificati digitali, CNS/CIE (Carta di Identità Elettronica). Inoltre il sistema consente di assumere le funzioni di Autorità Locale di Dominio nell ambito del sistema di gestione delle identità federate SPC coop, e cioè: funzioni di Identity Provider; funzioni di Attribute Authority relativamente a ruoli lavorativi di identità persona e a privilegi applicativi dipendenti da specifici servizi applicativi SPC coop; funzioni di Profile Authority. La fornitura del servizio prevede, da un lato, l integrazione di politiche, processi e procedure (assicurati da personale specializzato che opera prevalentemente presso il Centro Servizi) e, dall altro, la messa in opera dell infrastruttura HW e SW per la gestione di: utenze dei sistemi informatici, ruoli, autorizzazioni, profili di autorizzazione degli utenti in base al ruolo, utenze dei sistemi dell Amministrazione (comprese, quando richiesto, le utenze amministrative dei server o interne dell Amministrazione). La gestione dell utenza prevede la definizione, modifica e cancellazione degli utenti e dei relativi permessi automaticamente e in maniera coordinata nell ambito dei diversi sottosistemi operativi, in funzione degli eventi caratteristici del ciclo di vita; Stato del Documento Approvato Pag. 15 di 26

16 Accesso centralizzato e web single sign on per dare la possibilità all utente, in base alle funzioni che deve svolgere, di accedere a tutte le applicazioni e ai sistemi compresi nel servizio di IAA utilizzando un login unico. 2.4 INFRASTRUTTURE E STRUMENTI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI Help Desk Il servizio prevede l assistenza all Amministrazione per il supporto tecnico, la risoluzione dei malfunzionamenti, le modifiche e l inserimento di nuovi utenti (servizio IAA) e la manutenzione del sistema, attraverso la messa a disposizione all utenza di un numero verde per l interazioni con gli operatori preposti al servizio nonché di un sistema di registrazione delle richieste (Trouble Ticket) per il tracciamento delle stesse e del workflow di risoluzione dei malfunzionamenti segnalati Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Il sistema di controllo dei livelli di servizio (SLAM) raccoglie in maniera automatizzata tutte le misurazioni effettuate sugli apparati e sui sistemi utilizzati per la fornitura dei servizi ed elabora il riferimento per il calcolo dei livelli di servizio nel periodo di osservazione. A questo sistema è delegata l archiviazione delle misure effettuate e dei risultati ottenuti per l intera durata del contratto; il sistema produce i report contrattualmente richiesti per stimare la conformità dei servizi ai livelli stabiliti e tutta la documentazione che complementa i risultati di sintesi e realizza l impianto documentale specifico per ciascuna Amministrazione. Poiché i report prodotti sono stati resi disponibili alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico il report Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Il Sistema di Rendicontazione sull Utilizzo dei Servizi (SRUS) ha il compito di rendere disponibili alle Amministrazioni le informazioni sull utilizzo dei servizi erogati nell ambito del contratto attraverso una serie di report statistici, informativi e di riepilogo. Poiché i report prodotti sono stati resi disponibili alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico il report Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Il Portale dei Servizi rappresenta sia un punto d accesso ai report prodotti principalmente dai sistemi SLAM e SRUS sia il contenitore della documentazione fornita alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale. Stato del Documento Approvato Pag. 16 di 26

17 Come per i report, poiché i documenti prodotti sono stati già resi disponibili alle Amministrazioni, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico documento. Stato del Documento Approvato Pag. 17 di 26

18 3 QUADRO DI UTILIZZO DEI SERVIZI Servizio Posta Elettronica Esclusiva Unified messaging Posta elettronica certificata Numero Amministrazioni che utilizzano il servizio 7 Unità di misura Numero caselle Volumi Di cui: 1 Numero utenze Numero caselle Quantità in modalità on site ( con funzioni di archiving) caselle di posta centralizzata 8 14 Di cui: Numero porte Porta di dominio 4 PDD fascia 4 6 PDD fascia 5 4 PDd fascia 6 Firewall Xml 5 Apparati 8 IAA 4 Utenti Tabella 2: Utilizzo servizi Stato del Documento Approvato Pag. 18 di 26

19 4 ATTIVITÀ DI MIGRAZIONE 4.1 ATTORI COINVOLTI Le attività di migrazione dei servizi vedono come attori coinvolti i soggetti contrattualmente legati dal contratto di fornitura dei servizi in ambito SPC coop e i soggetti contrattualmente legati dal contratto di fornitura dei medesimi servizi (seppure in una nuova articolazione dei servizi stessi non sovrapponibile alla vecchia) nel nuovo ambito contrattuale. Dunque, possono essere identificati quali attori coinvolti nella migrazione: Amministrazione DigitPA o Fornitore che termina l erogazione dei servizi Fornitore subentrante Amministrazione Si intende l Amministrazione fruitrice di un determinato servizio oggetto di migrazione. Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore Amministrazione, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio DigitPA Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore DigitPA, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio Fornitore che termina l erogazione dei servizi È il fornitore dei servizi rispetto al Contratto Quadro SPC Coop e va inteso come il RTI HP ES - AlmavivA. Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore Fornitore che termina l erogazione del servizio, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio Fornitore subentrante È il nuovo fornitore che, stipulando un contratto con le Amministrazioni, prende in carico i servizi attualmente erogati nell ambito del contratto SPC coop, alle condizioni contrattuali definite. Il ruolo e la responsabilità del fornitore subentrate sono legati al nuovo contratto da questo stipulato con il DigitPA e le Amministrazioni per l erogazione dei servizi. Ciò implica, in molti casi, la presa in carico di componenti rilasciati a DigitPA ed alle Amministrazioni dal Stato del Documento Approvato Pag. 19 di 26

20 fornitore che termina l erogazione dei servizi: in questo senso il fornitore subentrante può esser visto, indirettamente, come un attore del processo di migrazione dei servizi. Le azioni attribuite al fornitore subentrante nei paragrafi descrittivi delle attività di migrazione dei servizi sono da intendersi quindi quali azioni svolte per conto del DigitPA, su sua esplicita indicazione ed autorizzazione. 4.2 FASI DELLA MIGRAZIONE Fasi della migrazione di un servizio Il processo di migrazione, da un fornitore ad un altro, di un servizio IT in outsourcing si articola essenzialmente nelle seguenti fasi principali: 1. Fase preliminare; 2. Fase di rilascio. Di seguito sono descritte le attività principali che caratterizzano ognuna delle fasi. Cronologicamente le fasi si susseguono nell ordine in cui sono proposte sopra. Fase preliminare: Pianificazione generale delle attività per il rilascio delle componenti del servizio all atto della cessazione dell erogazione; Predisposizione del piano di dettaglio per la migrazione dei servizi; Pianificazione delle attività di consulenza, quale supporto al fornitore subentrante nell implementazione (Giornate erogate nell ambito del servizio di consulenza); Predisposizione della documentazione. Fase di rilascio: Rilascio (al DigitPA e/o all Amministrazione) delle componenti del servizio (configurazionali, architetturali e dati) contrattualmente di proprietà del DigitPA e/o dell Amministrazione, su supporti concordati; Coordinamento della sincronia delle azioni di migrazione (che lo richiedono) tra fornitore che termina l erogazione del servizio, fornitore subentrante, DigitPA e/o amministrazioni (servizio di consulenza). 4.3 GENERALITÀ SU FORMATI E SUPPORTI DELLE COMPONENTI RILASCIATE Sia i servizi oggetto di migrazione dall inquadramento contrattuale SPC coop al nuovo modello contrattuale sia i servizi SPC coop senza una corrispondenza nel nuovo ambito, la cui erogazione viene interrotta al termine del contratto, comportano il rilascio al DigitPA ed alle Amministrazioni interessate di opportune componenti, quelle necessarie alla migrazione o alla Stato del Documento Approvato Pag. 20 di 26

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche II contenuto del presente documento costituisce materiale riservato e soggetto a copyright. 1 di 39 REDATTO DA < Amici Cinzia > Firma Data 18/01/2011

Dettagli

PostaCertificat@ GUIDA UTENTE PER IL CITTADINO

PostaCertificat@ GUIDA UTENTE PER IL CITTADINO Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 2 PROGETTO POSTACERTIFICAT@... 4 3 LA POSTACERTIFICAT@... 5 3.1 COME RICHIEDERE LA POSTACERTIFICAT@... 5 3.2

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli