Piano per il rilascio dei servizi SPCoop

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano per il rilascio dei servizi SPCoop"

Transcript

1 R.T.I. EDS Italia S.p.A./ AlmavivA S.p.A. Sistema Pubblico di Connettività - Coop (Lotto 2) Piano per il rilascio dei servizi SPCoop Tipo Documento: Piano Sistema Pubblico di Connettività - Coop (Lotto 2) Il presente documentoo costituisce il Piano di rilascio dei servizi per il progetto Sistema Pubblico di Connettività Coop. Ver. Elabora Verifica 1.1 A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) Approva A. Menghini Ref. Contratto RTI (HP) P. Rossini Ref. Contratto (AlmavivA) Data emissione Descrizione delle modifiche Eliminato il paragrafo 5, a seguito della verifica con DigitPA. 1.0 A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Luise (HP ES) M.P. Pantoli (AlmavivA) A. Menghini Ref. Contratto RTI (HP) P. Rossini Ref. Contratto (AlmavivA) Nascita del documento. Stato del Documento Uso Approvato Pag. 1 di 26 Confidenziale Riservato RTI HP AlmavivA, DigtPA,Amministrazioni

2 Sommario 1 GENERALITÀ Scopo del documento Struttura del documento Applicabilità Assunzioni Riferimenti Definizioni e Acronimi I SERVIZI SPC COOP Servizi di Interoperabilità Evoluta Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Servizio di Posta Elettronica Certificata Servizio di Cooperazione Applicativa Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fase 2-3-4: Predisposizione, Composizione e Coordinamento, Integrazione e Pubblicazione Le Altre fasi Servizi di Sicurezza applicativa Servizio Firewall XML Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi Help Desk Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) QUADRO DI UTILIZZO DEI SERVIZI ATTIVITÀ DI MIGRAZIONE Attori coinvolti Amministrazione DigitPA Fornitore che termina l erogazione dei servizi Fornitore subentrante Fasi della migrazione Fasi della migrazione di un servizio Generalità su formati e supporti delle componenti rilasciate Servizi di Interoperabilità Evoluta...22 Stato del Documento Approvato Pag. 2 di 26

3 4.4.1 Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Archiving Unified Messaging Servizio di Posta Elettronica Certificata Servizio di Cooperazione Applicativa Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fasi Le Altre fasi Servizi di Sicurezza applicativa Servizio Firewall XML Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi Help Desk Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale)...26 Stato del Documento Approvato Pag. 3 di 26

4 1 GENERALITÀ 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO Il presente documento descrive le attività predisposte per la Migrazione dei Servizi in erogazione nell ambito del Contratto Quadro n. 5/2007 SPC Servizi di Interoperabilità evoluta e cooperazione e sicurezza applicativa Lotto 2 dal RTI HP ES AlmavivA verso altro fornitore. Le modalità operative e le indicazioni contenute nel documento mirano da un lato ad assicurare la corretta erogazione dei servizi fino alla fine dell inquadramento contrattuale SPC coop, dall altro costituiscono una preziosa fonte di informazione che DigitPA e le Amministrazioni potranno utilizzare con il fornitore subentrante agli stessi o ad analoghi servizi. L intento di fondo rimane quello di portare il minore impatto possibile sulla continuità e la qualità percepita dall utente dei servizi oggetto della migrazione, anticipando le soluzioni adatte per tutte le eventuali problematiche collegate alle attività di migrazione dei servizi stessi nel nuovo sistema di fornitura. 1.2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO Il documento è organizzato come segue: Capitolo 1 Quadro riepilogativo dei servizi SPC coop Capitolo 2 Quadro sintetico dei volumi dei servizi per Amministrazione in esercizio al 31/03/2012 Capitolo 3 Organizzazione delle attività predisposte per la migrazione dei servizi 1.3 APPLICABILITÀ I contenuti del presente documento si applicano alle attività previste per la Migrazione dei Servizi in erogazione nell ambito del Contratto SPC Contratto Quadro n. 5/2007 SPC Servizi di Interoperabilità evoluta e cooperazione e sicurezza applicativa Lotto 2 e dei correlati Contratti Esecutivi attivi nell ultimo trimestre di vigenza contrattuale del Contratto Quadro. 1.4 ASSUNZIONI Il presente documento si riferisce ai soli servizi collaudati ed in erogazione alla data di chiusura del Contratto Quadro. Stato del Documento Approvato Pag. 4 di 26

5 1.5 RIFERIMENTI Codice Contratto Quadro SPC coop Contratto Quadro n. 5/2007 Titolo 1.6 DEFINIZIONI E ACRONIMI Definizione/Acronimo DigitPA SPC Descrizione Ex CNIPA Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema Pubblico di Connettività Stato del Documento Approvato Pag. 5 di 26

6 2 I SERVIZI SPC COOP I servizi oggetto del Contratto Quadro SPC Coop sono: 1. Servizi di Interoperabilità Evoluta o Servizio di Posta Elettronica Esclusiva o Servizio di Posta Elettronica Certificata o Servizio di Videocomunicazione Collaborativa 2. Servizio di Cooperazione Applicativa 3. Servizi di Sicurezza applicativa o Servizio Firewall XML o Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione 4. Servizi professionali a supporto o Servizi professionali di assistenza o Servizi di formazione Oltre ai servizi precedentemente elencati, il contratto annovera come parte integrante degli stessi Infrastrutture e strumenti per l erogazione dei servizi, che si articolano in: Help Desk Sistema di controllo dei Livelli si Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Nel paragrafi successivi è riportata una breve descrizione dei servizi in erogazione ed oggetto di migrazione e delle modalità con cui questa verrà effettuata. Non sarà quindi considerato il servizio: Servizio di Videocomunicazione Collaborativa che non essendo stato oggetto di richiesta da parte di alcuna Amministrazione non è stato collaudato. Non sono considerati, per la loro natura, oggetto di migrazione: Servizi professionali a supporto (servizi di assistenza e di formazione) Help Desk (a meno della lista delle segnalazioni ancora aperte) Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Stato del Documento Approvato Pag. 6 di 26

7 Consistendo, i primi, nella fornitura di figure professionali a giornata, e in servizi di supporto alla gestione dei servizi contrattuali e non servizi a se stanti, gli altri. 2.1 SERVIZI DI INTEROPERABILITÀ EVOLUTA Servizio di Posta Elettronica Esclusiva Il servizio di Posta Elettronica Esclusiva ha come obiettivo quello di consentire agli utenti dell Amministrazione di scambiare posta elettronica sia internamente alla stessa, sia con altri utenti di altre Amministrazioni e sia con Internet. La soluzione prevista per l erogazione del servizio di PEE, nell ambito del servizio di pubblica connettività, è composta dalle seguenti componenti architetturali: Posta Elettronica, all interno della quale ospitare le mailbox degli utenti ed applicare, in aggiunta ai servizi perimetrali, ulteriori livelli di sicurezza legati alla scansione Anti-Virus ed all Anti-Spam; Servizi Perimetrali o Posta Perimetrale, attraverso la quale erogare funzionalità di Mail Relay SMTP, Anti-Virus ed Anti-Spam ed in grado di realizzare una separazione tra l organizzazione di posta elettronica realizzata per l Amministrazione ed Internet. A livello applicativo è consentita l'interconnessione e lo scambio di posta elettronica tra diversi domini di Amministrazioni ed Internet nel rispetto dei requisiti di sicurezza mediante l utilizzo di meccanismi antivirus ed antispam. La soluzione adottata per l erogazione del servizio assume come standard di riferimento i seguenti RFC: per i messaggi di tipo testuale SMTP (RFC 2821, RFC 822, RFC 1123, RFC 2156); per i messaggi crittografati e firmati digitalmente MIME S/MIME (RFC 2045, RFC 2046, RFC 2047, RFC 2048, RFC 2049, RFC 2633); nel caso sia richiesta la garanzia di consegna del messaggio al destinatario DSN (RFC 1891). Inoltre, per garantire livelli di sicurezza elevati si è scelto di implementare le due componenti, Posta Elettronica e Servizi Perimetrali, su due piattaforme differenti. I servizi perimetrali sono erogati utilizzando ambiente OpenSource Linux e server di posta PostFix mentre, l organizzazione di posta elettronica è basata sulla piattaforma di messaging Microsoft Exchange Server 2007 in architettura a 64 bit. Il servizio di posta elettronica è caratterizzato dalle seguenti funzionalità: gestione di rubriche e degli appuntamenti; gestione dei contatti; accesso alle rubriche via LDAP; schedulazione e sincronizzazione di appuntamenti con partecipanti inclusi nella rubrica del server di posta; gestione liste di distribuzione; Stato del Documento Approvato Pag. 7 di 26

8 dimensione del 90% delle caselle pari a 300 MB ciascuna; dimensione del rimanente 10% delle caselle pari a 1 GB ciascuna; backup giornaliero dei messaggi di posta elettronica; sincronizzazione, via protocollo NTP, con una fonte di tempo ufficiale di rete; accesso alla spedizione di messaggi ed alla casella postale da parte di ciascun utente solo previo riconoscimento delle credenziali dell utente stesso; accesso alle caselle attraverso i protocolli SMTP, POPv3, IMAPv4, ovvero, a richiesta, alla loro versione basata su TLS; accesso alle caselle attraverso protocollo HTTP, HTTPS ed interfaccia Web; fruibilità anche per il tramite di PDA e Smart Phone in una modalità multicanale (wap, gprs, umts); controllo antivirus sui server di posta perimetrale e di posta elettronica; controllo antispam sui server di posta perimetrale e di posta elettronica Specificità del servizio di posta Per il servizio di Posta Elettronica Esclusiva sono previste le seguenti caratteristiche che in aggiunta alle funzionalità base personalizzano ulteriormente il servizio: Erogazione on site che consiste nell erogazione del servizio presso la sede del Cliente, intesa sia come residenza delle infrastrutture del RTI specifiche per il Cliente, che per la disponibilità di figure professionali in loco. Archiving La funzionalità aggiuntiva di Archiving utilizza il prodotto Symantec Enterprise Vault e svolge le seguenti due funzioni: Journaling, ovvero la cattura e archiviazione di tutti i messaggi di posta entranti e uscenti dall Amministrazione utilizzando, oltre alle funzionalità proprie del prodotto, dei server dedicati MS Exchange di journaling. L accesso ai dati del Journaling è consentito solo in base a credenziali amministrative utilizzate, ad esempio, in caso di accertamenti giudiziari. L utente non ha accesso ai dati presenti nell Archiving. Archiviazione dei messaggi meno recenti presenti nelle mailbox, in base al superamento di un valore percentuale di occupazione delle stesse concordato con l Amministrazione, e sostituzione con shortcut che consentono, previa autenticazione, l accesso e l eventuale ripristino dei messaggi originali da parte dell utente sia da client che tramite webmail. E disponibile anche una interfaccia web per l accesso diretto all archivio e funzioni di ricerca. L archiviazione dei dati del Journaling e dell Archiviazione avviene su dispositivo di memorizzazione non alterabile utilizzando un dispositivo EMC 2 CAS Centera. Per disporre di un backup giornaliero dei dati, è utilizzato un secondo dispositivo di uguale capacità sul quale vengono replicati i nuovi contenuti in modo asincrono con uno scostamento massimo di Stato del Documento Approvato Pag. 8 di 26

9 minuti. Il secondo dispositivo può assumere il ruolo del primo dispositivo in caso di necessità, mediante una procedura specifica. Lo spazio messo a disposizione per l Archiviazione è pari a 10 volte la dimensione della mailbox. La conservazione dei dati del Journaling e dell Archiviazione è stata garantita per l intera durata contrattuale. Unifed Messaging Il servizio di Unified Messaging ha come obiettivo quello di consentire agli utenti dell Amministrazione titolari di casella di posta elettronica esclusiva di inviare e ricevere per il tramite del client di posta anche FAX e SMS e di ricevere messaggi vocali come allegati di un messaggio di posta: l erogazione del servizio è effettuata tramite l applicazione Kofax Communication Server. L infrastruttura è composta da componenti che gestiscono diverse funzioni: Line Server che interfaccia direttamente le linee isdn; Comunication Server che si occupa principalmente della conversione dei messaggi di posta in fax ed sms, e viceversa; Application Server tramite il connettore Kofax/LINK-SMTP gestisce la comunicazione con l infrastruttura di posta elettronica. L utilizzo del connettore Kofax/LINK-SMTP rappresenta una soluzione più aperta verso infrastrutture di posta elettronica di diversa natura e non prevede l installazione di alcun connettore sul sistema di posta che tramite la definizione di regole di routing SMTP comunicherà col connettore per: l invio e la ricezione di FAX; l invio e la ricezione di SMS; la ricezione di messaggi vocali come allegati ad un messaggio di posta elettronica. L accesso al servizio da parte dell utenza è controllato e limitato grazie ad una gestione delle utenze di Kofax tramite un processo denominato Directory Synchronization in cui si definiscono associazioni smtp utente-numero fax/voce Servizio di Posta Elettronica Certificata Il servizio di Posta Elettronica Certificata ha come obiettivo di consentire agli utenti dell Amministrazione di scambiare messaggi di posta elettronica, internamente ad essa o con altri Gestori PEC, fornendo garanzie in merito all invio ed alla effettiva consegna nella casella di posta certificata del destinatario, secondo la normativa vigente in materia di PEC e disciplinata dal DPR n 68 del 11 Febbraio 2005 e dal DM del 2 Novembre 2005 del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie. Pertanto, il servizio Posta Elettronica Certificata intende fornire: Stato del Documento Approvato Pag. 9 di 26

10 la garanzia dell invio; la garanzia del recapito; l opponibilità a terzi della provenienza e recapito del messaggio. Il sistema di Posta Elettronica Certificata, per ogni messaggio inviato e ricevuto dai sistemi PEC del Gestore Mittente e Destinatario, genera le ricevute che attestano l invio, la ricezione e la consegna dei messaggi e/o le anomalie di invio, ricezione e consegna. Inoltre, per fornire l opponibilità a terzi della provenienza e del recapito dei messaggi, tutte le transazioni legate al flusso di posta elettronica certificata devono essere archiviate. La soluzione prevista per l erogazione del servizio di PEC, nell ambito del servizio di pubblica connettività, è composta dalle seguenti componenti architetturali situate all interno del Centro Servizi: Posta Elettronica Certificata, all interno della quale sono: o ospitate le caselle di posta elettronica degli utenti; o implementati i ruoli di Punto di Accesso, Punto di Ricezione e Punto di Consegna; o ed applicati, in aggiunta ai servizi perimetrali, ulteriori livelli di sicurezza legati alla scansione Anti-Virus. Servizi Perimetrali o Posta Perimetrale, attraverso la quale sono erogate funzionalità di Mail Relay SMTP, Anti-Spam ed Anti-Virus ed in grado di realizzare una separazione tra l organizzazione di Posta Elettronica Certificata realizzata per l Amministrazione ed Internet. A livello applicativo è consentita l'interconnessione e lo scambio di posta elettronica tra diversi domini di Amministrazioni ed Internet nel rispetto della normativa vigente in materia di Posta Elettronica Certificata nonché dei requisiti di sicurezza mediante l utilizzo di meccanismi antivirus ed antispam. La soluzione adottata per l erogazione del servizio assume come standard di riferimento i seguenti RFC: per i messaggi di tipo testuale SMTP (RFC 2821, RFC 822, RFC 1123, RFC 2156); per i messaggi crittografati e firmati digitalmente MIME S/MIME (RFC 2045, RFC 2046, RFC 2047, RFC 2048, RFC 2049, RFC 2633); nel caso sia richiesta la garanzia di consegna del messaggio al destinatario DSN (RFC 1891); RFC 1847 (Security Multiparts for MIME: Multipart/Signed and Multipart/Encrypted); RFC 1891 (SMTP Service Extension for Delivery Status Notifications); RFC 1912 (Common DNS Operational and Configuration Errors); RFC 2252 (Lightweight Directory Access Protocol (v3): Attribute Syntax Definitions); Stato del Documento Approvato Pag. 10 di 26

11 RFC 2315 (PKCS\7: Cryptographic Message Syntax Version 1.5); RFC 2633 (S/MIME Version 3 Message Specification); RFC 2660 (The Secure HyperText Transfer Protocol); RFC 2821 (Simple Mail Transfer Protocol); RFC 2822 (Internet Message Format); RFC 2849 (The LDAP Data Interchange Format (LDIF) Technical Specification); RFC 3174 (US Secure Hash Algorithm 1 - SHA1); RFC 3207 (SMTP Service Extension for Secure SMTP over Transport Layer Security); RFC 3280 (Internet X.509 Public Key Infrastructure Certificate and Certificate Revocation List - CRL Profile). Inoltre, per garantire livelli di sicurezza elevati si è scelto di implementare le due componenti, Posta Elettronica Certificata e Servizi Perimetrali, su due piattaforme differenti. I servizi perimetrali sono erogati utilizzando ambiente OpenSource Linux e server di posta PostFix mentre, l organizzazione di posta elettronica certificata è basata sulla piattaforma di messaging Microsoft Exchange Server 2003 con l aggiunta del software Posta Elettronica Certificata ver Il servizio di Posta Elettronica Certificata è caratterizzato dalle seguenti funzionalità: gestione liste di distribuzione; dimensione delle caselle di posta elettronica pari ad 1 GB ciascuna; backup giornaliero dei messaggi di posta elettronica nella finestra temporale notturna, in modo tale da non ridurre le prestazioni dei sistemi durante le normali ore di lavoro; sincronizzazione, via protocollo NTP, con una fonte di tempo ufficiale di rete; accesso alla spedizione di messaggi ed alla casella postale da parte di ciascun utente solo previo riconoscimento delle credenziali dell utente stesso; accesso alle caselle utilizzando esclusivamente connessioni basate su TLS (IMAPS, POP3S, HTTPS) e connessioni che prevedono l attivazione di un colloquio sicuro durante la comunicazione (es. SMTP STARTTLS); accesso alle caselle attraverso protocollo HTTPS ed interfaccia Web; fruibilità anche per il tramite di PDA e Smart Phones in una modalità multicanale (wap, gprs, umts); controllo antivirus sui server di posta elettronica certificata; controllo antispam sui server di posta perimetrale; conformità alla normativa vigente sulla posta elettronica certificata DPR 11 febbraio 2005 n. 68 Regolamento concernente disposizioni per l utilizzo della Stato del Documento Approvato Pag. 11 di 26

12 posta elettronica certificata e DM 2 novembre 2005 del Ministro per l Innovazione e le Tecnologie Regole tecniche per formazione, la trasmissione, e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata e sue successive modificazioni e integrazioni. Per il servizio di Posta Elettronica Certificata è prevista la sola erogazione centralizzata. 2.2 SERVIZIO DI COOPERAZIONE APPLICATIVA Il Servizio di Cooperazione Applicativa consiste essenzialmente nella gestione di tutte le attività necessarie alla predisposizione di servizi applicativi basati su applicazioni, siano esse applicazioni preesistenti che di nuova progettazione, che l Amministrazione intende far interagire con servizi applicativi presenti sul Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione (SPC), secondo le regole tecniche e le modalità previste per la cooperazione applicativa che descrivono l ambito del Sistema Pubblico di Cooperazione (SPC coop). Il Servizio di Cooperazione Applicativa si articola nelle seguenti fasi: Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Fase 2 Predisposizione Fase 3 Composizione e coordinamento Fase 4 Integrazione e Pubblicazione Fase 5 Esercizio e Manutenzione Fase 6 Manutenzione evolutiva (MEV) Fase 1 Messa a disposizione della Porta di Dominio (PDD) Il termine porta di dominio (PDD) è inteso nel senso più ampio di tutti i componenti infrastrutturali hardware e software necessari affinché i servizi possano interagire integrandosi in una infrastruttura di cooperazione applicativa. La porta di dominio funge da proxy riguardo alle richieste provenienti dai fruitori, e delle risposte fornite dagli erogatori, gestendo le informazioni di pertinenza, contenute nella busta di e-gov, header Intestazione e di WS-Security. In particolare essa ha i compiti: In fase di trasmissione: o Verificare la correttezza della busta di e-gov; o Autorizzare l accesso al servizio; o Indirizzare il modulo di back-end che eroga il servizio ( servizio di back-end). In fase di ricezione: o Autorizzare l invocazione del servizio; o Generare la busta di e-gov; Garantire la sicurezza sul canale mediante SSL v3; Garantire la sicurezza sul messaggio ove prevista dall accordo di servizio. Stato del Documento Approvato Pag. 12 di 26

13 Nella fruizione di servizi una porta di dominio può trovarsi ad operare in due condizioni: Come porta applicativa quando nello scambio dati recita il ruolo di erogatore di servizi; Come porta delegata, quando essa recita il ruolo di fruitore del servizio. Dal punto di vista architetturale, sono previste: due configurazioni (Base ed Avanzata) a seconda dei requisiti tecnici, funzionali e di sicurezza previsti; più fasce di riferimento a seconda dei requisiti prestazionali. Configurazione BASE (Gestione Busta e-gov, tracciatura, diagnostici, Soap with Attachments, Sicurezza base SSL, Clustering e config. RAID) AVANZATA (BASE + requisiti della sicurezza Wsse) Fascia di riferimento Numero accessi simultanei PDD 1 Sino a Sino a Oltre Sino a Sino a Oltre Tabella 1: Configurazioni PDD Fase 2-3-4: Predisposizione, Composizione e Coordinamento, Integrazione e Pubblicazione In corrispondenza di tali fasi sono collocate le attività relative allo sviluppo e alla pubblicazione del software necessario per implementare la cooperazione applicativa. Nella fase 2 ( Predisposizione ) vengono realizzati (effettuando il wrapping di componenti esistenti o realizzandone di nuovi) i componenti applicativi corrispondenti alle funzionalità elementari; nella successiva fase 3 ( composizione ) i suddetti componenti applicativi predisposti nella fase 2 sono integrati e composti fra di loro allo scopo di sviluppare moduli applicativi in grado di realizzare le funzionalità amministrative complete che si intendono rendere disponibili su SPC coop attraverso servizi applicativi. Nella eventualità in cui più Amministrazioni abbiano intenzione di costituire congiuntamente un dominio di cooperazione per uno o più servizi applicativi, la fase di composizione ed integrazione dei servizi applicativi può essere completata dal Servizio di Coordinamento degli stessi (orchestrazione). Nella fase 4 di Integrazione e Pubblicazione le funzionalità amministrative, implementate attraverso i moduli predisposti nella fase 3, sono integrate con la porta di dominio e, tramite l utilizzo delle funzioni della stessa, sono presentate su SPC coop come servizi applicativi (erogazione) od utilizzate per accedere a servizi applicativi già disponibili (fruizione). Stato del Documento Approvato Pag. 13 di 26

14 2.2.3 Le Altre fasi Le ulteriori fasi che compongono la Cooperazione Applicativa sono: Fase 5 Esercizio e Manutenzione Fase 6 Manutenzione evolutiva (MEV) La Fase 5 corrisponde al rilascio in esercizio dei servizi e dei moduli applicativi risultanti dalle fasi precedenti e alla gestione operativa dei medesimi su SPC coop. In questa fase viene erogata la manutenzione ordinaria MAC dei moduli e servizi rilasciati a decorrere dal termine del periodo di garanzia di tre mesi dal rilascio in esercizio, secondo i requisiti e le modalità definite ed aggiornate nel tempo dall Amministrazione (ciclo di vita degli Accordi di Servizio e dei servizi applicativi). Nella fase 6 viene erogata, a richiesta dell Amministrazione, la manutenzione evolutiva dei servizi e dei moduli applicativi eventualmente realizzati. Per essa, riguardo alla migrazione dei servizi, ci si può rifare essenzialmente a quanto riportato per la fase 2 al paragrafo precedente. 2.3 SERVIZI DI SICUREZZA APPLICATIVA Servizio Firewall XML Il firewall XML implementa la sicurezza applicativa grazie ad un apparato che può analizzare, filtrare, convalidare la struttura, crittografare e decrittografare, firmare ed effettuare la verifica della firma, effettuare la termination SSL, eseguire il controllo degli accessi, e inoltre consentire la gestione dei diagnostici e la tracciatura di tutte le operazioni che vengono svolte sui messaggi. Più in particolare, il Firewall XML è in grado di fornire funzioni e controlli per la sicurezza e la gestione in ambito SOA e cooperazione applicativa quali: Autenticazione dei Web Services; Support della WS Security: encryption, firma digitale; Trasformazioni XML; Gestione del protocollo di trasporto; Mascheramento e virtualizzazione dei WSDL; Verifica e gestione del contenuto del body del messaggio. Il servizio prevede: la predisposizione e gestione di strumenti per il filtraggio del traffico di rete a livello applicativo, secondo un insieme di regole definite, aggiornabili e verificabili; l elaborazione e aggiornamento delle regole su indicazione dell Amministrazione, con l obiettivo di consentire il transito di tutto e solo il traffico di dati in ingresso ed uscita Stato del Documento Approvato Pag. 14 di 26

15 secondo regole predeterminate e impedire tutto il traffico che non rispetti dette regole, tenendone traccia ove ciò accada. A tale scopo, nell ambito del servizio, vengono effettuate le attività specialistiche e di conduzione relative a: progettazione della integrazione della infrastruttura firewall XML con l architettura di rete e di sicurezza dell Amministrazione; approvvigionamento, installazione, configurazione e messa in opera degli apparati presso la sede e nell ambito della rete dell Amministrazione; elaborazione delle regole di sicurezza indicate dall Amministrazione da inserire sui firewall; supporto all Amministrazione per l analisi di rischi e minacce derivanti dall introduzione delle nuove regole e supporto relativo all implementazione di best practices e metodi per lo sviluppo applicativo; conduzione dal servizio dal Centro Servizi ed in particolare: o inserimento e gestione delle regole di sicurezza sui firewall; o gestione remota dei sistemi firewall, gestione delle console, registrazione delle violazioni, attività di manutenzione ordinaria ed evolutiva; o monitoraggio e backup Servizio di identificazione, autenticazione e autorizzazione Il servizio consiste nella gestione delle funzioni di Identificazione, Autenticazione ed Autorizzazione (IAA) degli utenti all uso dei sistemi informatici dell Amministrazione, con modalità conformi ai requisiti di sicurezza richiesti dalle normative vigenti. Il sistema IAA comprende la gestione delle credenziali degli utenti (user management e provisioning) e il controllo degli accessi ai sistemi informatici, in cui il riconoscimento dell utente avviene attraverso credenziali basate su userid e password, smart card contenenti certificati digitali, CNS/CIE (Carta di Identità Elettronica). Inoltre il sistema consente di assumere le funzioni di Autorità Locale di Dominio nell ambito del sistema di gestione delle identità federate SPC coop, e cioè: funzioni di Identity Provider; funzioni di Attribute Authority relativamente a ruoli lavorativi di identità persona e a privilegi applicativi dipendenti da specifici servizi applicativi SPC coop; funzioni di Profile Authority. La fornitura del servizio prevede, da un lato, l integrazione di politiche, processi e procedure (assicurati da personale specializzato che opera prevalentemente presso il Centro Servizi) e, dall altro, la messa in opera dell infrastruttura HW e SW per la gestione di: utenze dei sistemi informatici, ruoli, autorizzazioni, profili di autorizzazione degli utenti in base al ruolo, utenze dei sistemi dell Amministrazione (comprese, quando richiesto, le utenze amministrative dei server o interne dell Amministrazione). La gestione dell utenza prevede la definizione, modifica e cancellazione degli utenti e dei relativi permessi automaticamente e in maniera coordinata nell ambito dei diversi sottosistemi operativi, in funzione degli eventi caratteristici del ciclo di vita; Stato del Documento Approvato Pag. 15 di 26

16 Accesso centralizzato e web single sign on per dare la possibilità all utente, in base alle funzioni che deve svolgere, di accedere a tutte le applicazioni e ai sistemi compresi nel servizio di IAA utilizzando un login unico. 2.4 INFRASTRUTTURE E STRUMENTI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI Help Desk Il servizio prevede l assistenza all Amministrazione per il supporto tecnico, la risoluzione dei malfunzionamenti, le modifiche e l inserimento di nuovi utenti (servizio IAA) e la manutenzione del sistema, attraverso la messa a disposizione all utenza di un numero verde per l interazioni con gli operatori preposti al servizio nonché di un sistema di registrazione delle richieste (Trouble Ticket) per il tracciamento delle stesse e del workflow di risoluzione dei malfunzionamenti segnalati Sistema di controllo dei Livelli di Servizio Il sistema di controllo dei livelli di servizio (SLAM) raccoglie in maniera automatizzata tutte le misurazioni effettuate sugli apparati e sui sistemi utilizzati per la fornitura dei servizi ed elabora il riferimento per il calcolo dei livelli di servizio nel periodo di osservazione. A questo sistema è delegata l archiviazione delle misure effettuate e dei risultati ottenuti per l intera durata del contratto; il sistema produce i report contrattualmente richiesti per stimare la conformità dei servizi ai livelli stabiliti e tutta la documentazione che complementa i risultati di sintesi e realizza l impianto documentale specifico per ciascuna Amministrazione. Poiché i report prodotti sono stati resi disponibili alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico il report Sistema di Rendicontazione sull utilizzo dei servizi Il Sistema di Rendicontazione sull Utilizzo dei Servizi (SRUS) ha il compito di rendere disponibili alle Amministrazioni le informazioni sull utilizzo dei servizi erogati nell ambito del contratto attraverso una serie di report statistici, informativi e di riepilogo. Poiché i report prodotti sono stati resi disponibili alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico il report Sistema di Pubblicazione in modalità web (Portale) Il Portale dei Servizi rappresenta sia un punto d accesso ai report prodotti principalmente dai sistemi SLAM e SRUS sia il contenitore della documentazione fornita alle Amministrazioni durante l esercizio contrattuale. Stato del Documento Approvato Pag. 16 di 26

17 Come per i report, poiché i documenti prodotti sono stati già resi disponibili alle Amministrazioni, non ci sono elementi oggetti di migrazione. Tuttavia, su richiesta, qualora la singola Amministrazione ne faccia richiesta entro la scadenza contrattuale, il RTI potrà nuovamente produrre uno specifico documento. Stato del Documento Approvato Pag. 17 di 26

18 3 QUADRO DI UTILIZZO DEI SERVIZI Servizio Posta Elettronica Esclusiva Unified messaging Posta elettronica certificata Numero Amministrazioni che utilizzano il servizio 7 Unità di misura Numero caselle Volumi Di cui: 1 Numero utenze Numero caselle Quantità in modalità on site ( con funzioni di archiving) caselle di posta centralizzata 8 14 Di cui: Numero porte Porta di dominio 4 PDD fascia 4 6 PDD fascia 5 4 PDd fascia 6 Firewall Xml 5 Apparati 8 IAA 4 Utenti Tabella 2: Utilizzo servizi Stato del Documento Approvato Pag. 18 di 26

19 4 ATTIVITÀ DI MIGRAZIONE 4.1 ATTORI COINVOLTI Le attività di migrazione dei servizi vedono come attori coinvolti i soggetti contrattualmente legati dal contratto di fornitura dei servizi in ambito SPC coop e i soggetti contrattualmente legati dal contratto di fornitura dei medesimi servizi (seppure in una nuova articolazione dei servizi stessi non sovrapponibile alla vecchia) nel nuovo ambito contrattuale. Dunque, possono essere identificati quali attori coinvolti nella migrazione: Amministrazione DigitPA o Fornitore che termina l erogazione dei servizi Fornitore subentrante Amministrazione Si intende l Amministrazione fruitrice di un determinato servizio oggetto di migrazione. Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore Amministrazione, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio DigitPA Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore DigitPA, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio Fornitore che termina l erogazione dei servizi È il fornitore dei servizi rispetto al Contratto Quadro SPC Coop e va inteso come il RTI HP ES - AlmavivA. Nella descrizione delle attività di migrazione dei servizi sono evidenziati ruoli e responsabilità attribuite all attore Fornitore che termina l erogazione del servizio, nonché le attività a suo carico, per quello specifico processo di migrazione del servizio Fornitore subentrante È il nuovo fornitore che, stipulando un contratto con le Amministrazioni, prende in carico i servizi attualmente erogati nell ambito del contratto SPC coop, alle condizioni contrattuali definite. Il ruolo e la responsabilità del fornitore subentrate sono legati al nuovo contratto da questo stipulato con il DigitPA e le Amministrazioni per l erogazione dei servizi. Ciò implica, in molti casi, la presa in carico di componenti rilasciati a DigitPA ed alle Amministrazioni dal Stato del Documento Approvato Pag. 19 di 26

20 fornitore che termina l erogazione dei servizi: in questo senso il fornitore subentrante può esser visto, indirettamente, come un attore del processo di migrazione dei servizi. Le azioni attribuite al fornitore subentrante nei paragrafi descrittivi delle attività di migrazione dei servizi sono da intendersi quindi quali azioni svolte per conto del DigitPA, su sua esplicita indicazione ed autorizzazione. 4.2 FASI DELLA MIGRAZIONE Fasi della migrazione di un servizio Il processo di migrazione, da un fornitore ad un altro, di un servizio IT in outsourcing si articola essenzialmente nelle seguenti fasi principali: 1. Fase preliminare; 2. Fase di rilascio. Di seguito sono descritte le attività principali che caratterizzano ognuna delle fasi. Cronologicamente le fasi si susseguono nell ordine in cui sono proposte sopra. Fase preliminare: Pianificazione generale delle attività per il rilascio delle componenti del servizio all atto della cessazione dell erogazione; Predisposizione del piano di dettaglio per la migrazione dei servizi; Pianificazione delle attività di consulenza, quale supporto al fornitore subentrante nell implementazione (Giornate erogate nell ambito del servizio di consulenza); Predisposizione della documentazione. Fase di rilascio: Rilascio (al DigitPA e/o all Amministrazione) delle componenti del servizio (configurazionali, architetturali e dati) contrattualmente di proprietà del DigitPA e/o dell Amministrazione, su supporti concordati; Coordinamento della sincronia delle azioni di migrazione (che lo richiedono) tra fornitore che termina l erogazione del servizio, fornitore subentrante, DigitPA e/o amministrazioni (servizio di consulenza). 4.3 GENERALITÀ SU FORMATI E SUPPORTI DELLE COMPONENTI RILASCIATE Sia i servizi oggetto di migrazione dall inquadramento contrattuale SPC coop al nuovo modello contrattuale sia i servizi SPC coop senza una corrispondenza nel nuovo ambito, la cui erogazione viene interrotta al termine del contratto, comportano il rilascio al DigitPA ed alle Amministrazioni interessate di opportune componenti, quelle necessarie alla migrazione o alla Stato del Documento Approvato Pag. 20 di 26

PEC. La posta elettronica certificata

PEC. La posta elettronica certificata Servizi Applicativi su Internet PEC La posta elettronica certificata Parzialmente tratte da Regole tecniche del servizio di trasmissione di documentiinformatici mediante posta elettronica certificata Normativa

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è un servizio di posta elettronica che garantisce un elevato grado di affidabilità e sicurezza. Esso consente al Cliente

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è il servizio di posta elettronica con valore legale realizzato da InfoCamere. Esso consente al Cliente di disporre di

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

del servizio di trasmissione di documenti

del servizio di trasmissione di documenti 2 maggio 25 Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti del CNIPA il 2/5/25 Pagina di 5 2 maggio 25 INDICE MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4 4 OBIETTIVI

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato. Manuale operativo del. Consiglio Nazionale del Notariato. per il servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC)

Consiglio Nazionale del Notariato. Manuale operativo del. Consiglio Nazionale del Notariato. per il servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC) Tipo del Consiglio Nazionale del Notariato per il servizio di Posta Consiglio Nazionale del Notariato del Consiglio Nazionale del Notariato per il servizio di Posta Versione 3.1 Pagina 1 di 66 Tipo del

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 2.1 Data: 28/02/2013 Pag. 1/1 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 2.1 Data: 28/02/2013 Pag. 2/2 Redazione / Verifica / Approvazione

Dettagli

Allegato 11 - Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Allegato 11 - Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 1.3 Data: 11.07.2008 Pag. 1/55 Allegato 11 - Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Presidente e Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 1.3 Data: 11.07.2008 Pag. 2/55

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 5.1 Data: 10.06.2015 Pag. 1/63 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 5.1 Data: 10.06.2015 Pag. 2/63 Redazione / Verifica / Approvazione

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 4.0 Data: 14.03.2014 Pag. 1/63 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 4.0 Data: 14.03.2014 Pag. 2/63 Redazione / Verifica / Approvazione

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE DECRETO 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA A PROCEDURA RISTRETTA N. 1/2006 PER L AFFIDAMENTO, NEL RISPETTO DEL

CAPITOLATO TECNICO GARA A PROCEDURA RISTRETTA N. 1/2006 PER L AFFIDAMENTO, NEL RISPETTO DEL Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2b alla lettera d invito CAPITOLATO TECNICO GARA A PROCEDURA RISTRETTA N. 1/2006 PER L AFFIDAMENTO, NEL RISPETTO DEL D.LGS. N.

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 5.0 Data: 02.03.2015 Pag. 1/63 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Paolo Venturini Rev. 5.0 Data: 02.03.2015 Pag. 2/63 Redazione / Verifica /

Dettagli

SERVIZIO PEC LINEE GUIDA

SERVIZIO PEC LINEE GUIDA SERVIZIO PEC LINEE GUIDA Pagina n. 1 Premessa:: LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E UN MEZZO DI TRASPORTO, VELOCE, SICURO E CON VALIDITA LEGALE. NON E UN METODO DI AUTENTICAZIONE DEI DOCUMENTI TRASMESSI.

Dettagli

Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche

Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche Dipartimento Matematica Facoltà di Scienze Università degli Studi di Trento Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche Dott. Enrico Zimuel Secure Software Engineer http://www.zimuel.it

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC.

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Avviso di mancata consegna L avviso, emesso dal sistema, per indicare l anomalia

Dettagli

Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Ministero della Giustizia

Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Ministero della Giustizia 1. Che cos è? La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica (che utilizza i protocolli standard della posta elettronica tradizionale) mediante il quale al mittente viene fornita,

Dettagli

SERVIZIO PEC LINEE GUIDA

SERVIZIO PEC LINEE GUIDA Allegato n. 02 SERVIZIO PEC LINEE GUIDA Pagina n. 1 PRIMA DI COMINCIARE: NOTA BENE: LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E UN MEZZO DI TRASPORTO, VELOCE, SICURO E CON VALIDITA LEGALE. NON E UN METODO DI AUTENTICAZIONE

Dettagli

MANUALE UTENTE FORMULA PEC

MANUALE UTENTE FORMULA PEC MANUALE UTENTE FORMULA PEC Stampato il 03/12/10 16.22 Pagina 1 di 22 REVISIONI Revisione n : 00 Data Revisione: 01/04/2010 Descrizione modifiche: Nessuna modifica Motivazioni: Prima stesura Stampato il

Dettagli

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1 Indice dei contenuti GENERALITÀ 1. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA FORMAZIONE DEI DOCUMENTI 2. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA GESTIONE DEI DOCUMENTI 3. COMPONENTE ORGANIZZATIVA DELLA SICUREZZA 4. COMPONENTE

Dettagli

Caratteristiche dei servizi.

Caratteristiche dei servizi. Caratteristiche dei servizi. Aggiornamento: Febbraio 3, 2015 intercom s.r.l via piantà 8, 28010 vaprio d agogna NO T +39 0321 996479 F +39 0321 996247 info@intercom.it http://intercom.it 1. Servizio di

Dettagli

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Descrizione della soluzione Autore EXEntrica srl Versione 1.3 Data 27. Jun. 2007 Pagina 1 di 11 Glossario Open Source MTA LDAP SMTP SMTP/S POP

Dettagli

Il nuovo servizio di Posta Elettronica di Ateneo ZIMBRA-CINECA. Giancarlo Peli. Area Sistemi Direzione Informatica Università degli Studi di Verona

Il nuovo servizio di Posta Elettronica di Ateneo ZIMBRA-CINECA. Giancarlo Peli. Area Sistemi Direzione Informatica Università degli Studi di Verona Il nuovo servizio di Posta Elettronica di Ateneo ZIMBRA-CINECA Giancarlo Peli Area Sistemi Direzione Informatica Università degli Studi di Verona Descrizione del Progetto 1 L'attuale sistema di gestione

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.)

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.) LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.) INDICE 1) cenni generali e riferimenti normativi 2) caratteristiche e vantaggi della P.E.C. a) la sicurezza b) il risparmio e la rapidità di trasmissione c) valore

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

Lombardia Informatica s.p.a. Lombardia Informatica S.p.A. Manuale Operativo per il Servizio di Posta Elettronica Certificata

Lombardia Informatica s.p.a. Lombardia Informatica S.p.A. Manuale Operativo per il Servizio di Posta Elettronica Certificata Codice documento: LISPA-PEC-MO#01 Revisione: 1 Stato: Emesso Data di revisione: 21-ott-2010 NOME DATA Redatto da: Gianluca Gallia 24-set-2010 Verificato da: Doriana Pepoli 14-ott-2010 Verificato da: Luigi

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Descrizione della soluzione Autore EXEntrica srl Versione 1.0 Data 25. Sep. 2006 Pagina 1 di 10 Indice Glossario... 3 La posta elettronica certificata

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Pag. 1 di 42 Servizio di Posta elettronica Certificata Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Funzione 1 7-2-08 Firma 1)Direzione Sistemi 2)Direzione Tecnologie e Governo Elettronico

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

LegalCert Remote Sign

LegalCert Remote Sign 1 2 InfoCert Profilo Aziendale InfoCert - un Partner altamente specializzato nei servizi di Certificazione Digitale e Gestione dei documenti in modalità elettronica, in grado di garantire la piena innovazione

Dettagli

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID)

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID) Sistema per l interscambio dei dati (SID) Specifiche dell infrastruttura per la trasmissione delle Comunicazioni previste dall art. 11 comma 2 del decreto legge 6 dicembre 2011 n.201 Sommario Introduzione...

Dettagli

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizio PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche, con servizi

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Procedura ristretta n. 2/2006 per l affidamento della progettazione, realizzazione e gestione di componenti di cooperazione applicativa,

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

K-Archive. Conservazione Sostitutiva

K-Archive. Conservazione Sostitutiva K-Archive per la Conservazione Sostitutiva Descrizione Prodotto Per informazioni: MKT Srl Corso Sempione 33-20145 Milano Tel: 02-33104666 FAX: 20-70039081 Sito: www.mkt.it Email: ufficio@mkt.it Copyright

Dettagli

COMPENDIO PEC INTRODUZIONE NORMATIVA NGS Service s.n.c.

COMPENDIO PEC INTRODUZIONE NORMATIVA NGS Service s.n.c. COMPENDIO PEC INTRODUZIONE La Posta Elettronica Certificata (denominata anche Posta Certificata o PEC) è il nuovo sistema di posta che fornisce al mittente garanzie sulla trasmissione,ricezione e sicurezza

Dettagli

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Dipartimento per gli Affari di Giustizia Direzione Generale della Giustizia Penale Decreto Dirigenziale Articolo 39 D.P.R. 14 Novembre 2002, N. 313 Decreto Dirigenziale del 5 dicembre 2012 recante le regole

Dettagli

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico Il Punto d accesso viene definito dalla normativa sul Processo Telematico (D.M.Giustizia 21/2/2011 n. 44 e ss. mm. ii.) come struttura tecnologica-organizzativa

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE LegalMail - Posta Elettronica Certificata E il servizio che consente la trasmissione certificata dei messaggi di posta elettronica secondo le indicazioni

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI AREA CIVILE POLISWEB Piano delle verifiche

Dettagli

L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica

L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica Prof. Stefano Pigliapoco L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica s.pigliapoco@unimc.it Posta Elettronica (PE) [DPCM 31/10/2000]:

Dettagli

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi 1 Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi on line Lotto 4 - ID 1403 Roma, 11 aprile 2016 2 Indice 1. Servizi disponibili 2. Progettazione, Sviluppo, MEV di portali, siti e applicazioni web

Dettagli

Software Servizi Web UOGA

Software Servizi Web UOGA Manuale Operativo Utente Software Servizi Web UOGA S.p.A. Informatica e Servizi Interbancari Sammarinesi Strada Caiese, 3 47891 Dogana Tel. 0549 979611 Fax 0549 979699 e-mail: info@isis.sm Identificatore

Dettagli

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata Descrizione della soluzione White paper Autore EXEntrica srl Versione 1.5 Data 17/10/2008 Copyright 2007 EXEntrica srl Pag 1 di 7

Dettagli

DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO. VERIFICATO: G. Allegrezza E. Cavallo REGISTRO DELLE MODIFICHE

DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO. VERIFICATO: G. Allegrezza E. Cavallo REGISTRO DELLE MODIFICHE TITOLO DOCUMENTO TIPO DOCUMENTO EMESSO DA Manuale Operativo Telecom Italia Trust Technologies S.r.l. DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO 14/10/2014 0 REDATTO: A.M. Fino R. Pomarico VERIFICATO: G. Allegrezza

Dettagli

Primo accesso al sistema, vincoli nuova password 5. Esempio di accesso attraverso Interfaccia Webmail 7

Primo accesso al sistema, vincoli nuova password 5. Esempio di accesso attraverso Interfaccia Webmail 7 Sommario Introduzione alle novità 2 PREREQUISITI Porte di comunicazione da abilitare 2 PREREQUISITI - Installazione del certificato 2 Primo accesso al sistema, vincoli nuova password 5 Modalità di accesso

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per

Dettagli

Legalmail. La Posta Elettronica Certificata con valore legale

Legalmail. La Posta Elettronica Certificata con valore legale Legalmail La Posta Elettronica Certificata con valore legale Posta Elettronica con valore legale Cos è la PEC L'uso sempre più frequente della Posta Elettronica Certificata, in sostituzione dei tradizionali

Dettagli

Manuale gestione Porta di Dominio OpenSPCoop 1.1

Manuale gestione Porta di Dominio OpenSPCoop 1.1 i Manuale gestione Porta di Dominio ii Copyright 2005-2008 Link.it srl Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti i diritti sono riservati. Non è permesso

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione

Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione 1 Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata, Conservazione Sostitutiva: gli strumenti per la dematerializzazione Pisa, 25 ottobre 2010 2 Visione d insieme FIRMA DIGITALE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)

La Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) La Posta Elettronica Certificata () Definizione La Posta Elettronica Certificata è un sistema di posta elettronica con la quale si fornisce al mittente documentazione elettronica, con valore legale, attestante

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per la Configurazione della Porta di Dominio 1 2.1 Verifica dell applicazione di gestione

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom

Manuale Operativo. Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom ver.: 2.3 del: 19/05/2015 MOP_PEC_01 Pagina 1 di 49 Indice SEZIONE I INFORMAZIONI GENERALI 5 1 INTRODUZIONE 5 1.1 Modifiche introdotte

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

SERVICE BROWSER. Versione 1.0

SERVICE BROWSER. Versione 1.0 SERVICE BROWSER Versione 1.0 25/09/2008 Indice dei Contenuti 1. Scopo del documento... 3 2. Introduzione... 3 3. Accordi di Servizio... 4 4. Servizi... 5 5. Servizio: Schede Erogatori... 8 6. Servizio:

Dettagli

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica i Architettura Tecnica ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Scopo del documento 1 1.1 Abbreviazioni..................................................... 1 2 Overview 1 2.1 La PdD........................................................

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema pubblico

Dettagli

POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO. Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007

POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO. Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007 POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007 1 POSTA ELETTRONICA TRADIZIONALE e POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA 2 POSTA ELETTRONICA

Dettagli

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Lotto 2 - Interoperabilità Allegato C/1 INDICE PROGETTO TECNICO INDICE DEL PROGETTO 1 SERVIZI PER L'INTEROPERABILITÀ NEL DOMINIO DELLA RETE UNITARIA

Dettagli

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it Sintesi Convenzione Aruba Grazie all'accordo stretto da Confcommercio-Imprese per l Italia con Aruba Pec, gestore di posta elettronica certificata accreditato presso il CNIPA in data 12/10/2006, gli Associati

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

La generazione del documento informatico firmato online:

La generazione del documento informatico firmato online: La generazione del documento informatico firmato online: Formazione, sottoscrizione e trasmissione dei documenti informatici. L esperienza con il Comune di Parma Stefano Conforto Sertorelli Business Development

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Manuale Operativo del Servizio di Posta Elettronica Certificata Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Codice documento:

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

IL PARTNER INFORMATICO PER AZIENDE E PROFESSIONISTI

IL PARTNER INFORMATICO PER AZIENDE E PROFESSIONISTI IL PARTNER INFORMATICO PER AZIENDE E PROFESSIONISTI P.E.C. POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA 2 SOMMARIO: DEFINIZIONE DI P.E.C. IL VALORE LEGALE A COSA SERVE COME VA USATA COME SI CONFIGURA SUL PC 3 DEFINIZIONE

Dettagli

Scheda Prodotto. LEGALMAIL componenti aggiuntive. Posta Elettronica Certificata

Scheda Prodotto. LEGALMAIL componenti aggiuntive. Posta Elettronica Certificata Scheda Prodotto LEGALMAIL componenti aggiuntive Posta Elettronica Certificata ll cliente che aderisce al Servizio Legalmail ha la possibilità di richiedere l attivazione di una serie di componenti opzionali,

Dettagli

Manuale Tecnico. per l utente del servizio di Posta Elettronica Certificata v.4.4.

Manuale Tecnico. per l utente del servizio di Posta Elettronica Certificata v.4.4. Manuale Tecnico per l utente del servizio di Posta Elettronica 1 1. Introduzione...3 2. Requisiti minimi...3 3. La Posta Elettronica Certificata (PEC)...3 3.1 Schema di funzionamento... 4 4. Caratteristiche

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

Posta certificata e sicura. Infor System s.r.l.

Posta certificata e sicura. Infor System s.r.l. Posta certificata e sicura La posta elettronica... sta sostituendo, a poco a poco, la posta cartacea tuttavia le comunicazioni ufficiali rimangono su carta, ignorando il T.U. sulla doc. amministrativa

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

PEC - CONVENZIONE ONLINE

PEC - CONVENZIONE ONLINE PEC - CONVENZIONE ONLINE SOMMARIO CHI SIAMO... 2 Certificazioni Conseguite... 2 CLIENTE... 3 PREMESSA... 3 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA... 3 Caratteristiche Principali... 3 Caratteristiche CASELLE PEC...

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro. Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Il Codice dell Amministrazione Digitale Capo IV - Trasmissione

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata Estratto Manuale Operativo

Servizio di Posta elettronica Certificata Estratto Manuale Operativo Servizio di Posta elettronica Certificata Estratto Manuale Operativo Modalità di Accesso al Servizio e istruzioni per configurazione client Outlook Express PEC @certemail.it Posta Elettronica Certificata

Dettagli

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI

Dettagli

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Manuale Operativo del Servizio di Posta Elettronica Certificata Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Codice documento:

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 9 - Allegato al manuale di gestione PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1. Composizione del piano Il piano di conservazione oltre

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI POLISWEB Specifiche tecniche Versione 4.1

Dettagli

GLI AVVOCATI E LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

GLI AVVOCATI E LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA GLI AVVOCATI E LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA L'e-mail è ormai lo strumento di comunicazione elettronica più utilizzato per lo scambio di informazioni. La posta elettronica o e-mail (acronimo di Electronic

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata Manuale Operativo

Servizio di Posta elettronica Certificata Manuale Operativo Servizio di Posta elettronica Certificata Manuale Operativo Redatto da: Stefano Ciccarese Resp. Ufficio Archiviazione Documentale 23/10/2012 Data Verificato da: Giampero Dore Responsabile Sistema Qualità

Dettagli

La Firma Digitale e la Posta Elettronica Certificata. Centro Tecnico RUPAR Puglia - Tecnopolis Csata Chiara Valerio Bari, 14 dicembre 2006

La Firma Digitale e la Posta Elettronica Certificata. Centro Tecnico RUPAR Puglia - Tecnopolis Csata Chiara Valerio Bari, 14 dicembre 2006 La Firma Digitale e la Posta Elettronica Certificata Centro Tecnico RUPAR Puglia - Tecnopolis Csata Chiara Valerio Bari, 14 dicembre 2006 INNOVAZIONE DELLA P.A. Quadro normativo Il Codice dell Amministrazione

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali

Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali ll cliente che aderisce al Servizio Legalmail ha la possibilità di richiedere l attivazione di una serie di componenti opzionali, gratuite e a pagamento,

Dettagli

(Allegato C ) Allegato C. Misure di sicurezza. Il presente allegato descrive le caratteristiche della

(Allegato C ) Allegato C. Misure di sicurezza. Il presente allegato descrive le caratteristiche della (Allegato C ) Allegato C Misure di sicurezza Il presente allegato descrive le caratteristiche della piattaforma e le misure adottate per garantire l'integrita' e la riservatezza dei dati scambiati e conservati,

Dettagli

RicohPA Allegato Tecnico

RicohPA Allegato Tecnico RicohPA Allegato Tecnico Indice 1. Introduzione... 2 2. Riferimenti Normativi... 3 3. Il Servizio RicohPA... 4 4. Caratteristiche Soluzione RICOH P.A.... 10 5. Livelli di servizio (S.L.A.)... 11 6. Il

Dettagli

La PEC e interoperabilità di protocollo

La PEC e interoperabilità di protocollo La PEC e interoperabilità di protocollo Contenuti (1) La Pec La PEC nella normativa Gli attori coinvolti Utenti Gestori La rete di comunicazione Il documento informatico Il punto di vista dell utente Il

Dettagli

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI - Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI Appendice 1 - Pagina 1 di 11 Indice SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI... 1 1. SCOPO... 3 2. DESCRIZIONE INFRASTRUTTURA SINTEL E NECA...

Dettagli