Convegno DIMI 2009 Brescia 2 Aprile /16

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Convegno DIMI 2009 Brescia 2 Aprile 2009 1/16"

Transcript

1 Lavorazioni innovative della lamiera A. Attanasio Technologies and Manufacturing Systems Group Department of Mechanical and Industrial Engineering - Italy 1/16

2 L organico Strutturati Elisabetta Ceretti Aldo Attanasio Francesco Aggogeri Antonio Fiorentino Luca Giorleo Fiorenzo Peli Dottorandi Dario Braga Cristian Cappellini prof. Associato ricercatore catoe confermato ricercatore non confermato ricercatore non confermato ricercatore non confermato tecnico D Roberto Marzi (Luca Mazzoni) Assegnisti / Collaboratori Marco Mazzola Nicola Pellegrini 3 anno 1 anno 1 anno (in attesa di discussione della tesi) collaboratore Co.Co.Co. assegnista 2/16

3 Collaborazioni centri di ricerca Università italiane Politecnico di Torino Politecnico di Milano Università di Bergamo (Prof. Giardini) Università di Padova Università di Napoli Università della Calabria Università di Palermo Centri di ricerca esteri ERC NSM Ohio State t University it (Prof. Altan) WZL-IPT Aachen (Prof. Klocke) IBF Aachen (Prof. Hirt) ENSAM de Cluny Francia (Prof. Poulachon) Rutgers University (USA) Politecnico de Monterrey y( (Messico) Universitat de Girona (Spagna) Politecnico de Leirie (Portogallo) 3/16

4 Studio dell attrito: Pin On Disk (POD) Attrezzature/strumenti Prove realizzabili Stima del coefficiente d attrito (freddo e caldo) Prove di usura Ambiti di ricerca Valutazione dell attrito nelle operazioni di stampaggio e deformazione plastica a differenti temperature, pressioni e velocità Analisi dell influenza dei rivestimenti di stampi Analisi di resistenza ad usura 4/16

5 Caratterizzazione materiale: Nakazima o LDH test Attrezzature/strumenti Prove realizzabili Analisi della formabilità dei materiale: curve limite di formabilità (FLD) Valutazione dell'attrito Ambiti di ricerca Identificazione dei limiti di formabilità delle lamiere nelle operazioni di stampaggio Confronto tra lubrificanti 5/16

6 Attrezzature/strumenti Laboratorio di metrologia Laboratorio di Rapid Prototiping and Virtual Manufacturing Rugosimetro Calibri/micrometri/ Prove realizzabili Rilevamento e misura di superfici e profili Misura della finitura superficiale Ambiti di ricerca Reverse engineering e rapid prototyping 6/16

7 Ottimizzazione processi di deformazione plastica Attrezzature/strumenti Deform 2D/3D - software FEM Ring Rolling Stampaggio Massivo Laminazione obliqua (collaborazione con Tenaris-Dalmine) 7/16

8 Asportazione di truciolo Attrezzature/strumenti Tornio a CNC Fresatrice a CNC Sistema di lubrorefrigerazione minimale Simulazione del processo di tornitura (2D e 3D) 8/16

9 Asportazione di truciolo Lubrorefrigerazione Minimale (MQL) Test di durata utensile Influenza sull accuratezze dimensionale Influenza sugli stress residui nel pezzo Microlavorazioni Simulazioni FEM di micromilling e microdrilling 9/16

10 Estrusione Analisi FEM del processo Separazione dei flussi di materiale Studio della saldatura del materiale Prove sperimentali per la definizione delle condizioni di saldatura 10/16

11 Idroformatura tubi Attrezzature/strumenti Prove realizzabili Curve caratteristiche del materiale tramite bulge test Ambiti di ricerca Ottimizzazione dei parametri di processo Verifica sperimentale di modelli simulativi 11/16

12 Idroformatura lamiere Ottimizzazione del processo tramite analisi FEM Pressure [MPa] p 2, s 2 s 3 Individuazione parametri di processo da ottimizzare Definizione piano DOE Realizzazione simulazioni FEM (PAMSTAMP 2G) s 0 p 1, s 1 Punch Stroke [mm] /16

13 Idroformatura lamiere Ottimizzazione del processo tramite metodi numerici Individuazione della funzione obiettivo da minimizzare/massimizzare f(p) = f(p 1 ;p 2 ;s 1 ;s 2 ) = d max 10 + (t 0 t min ) Popt P1CG P3 d max P2 P1 Scelta dell algoritmo di minimizzazione/massimizzazione P0 Steepest Gradient Method Conjugate Gradient Method 13/16

14 Formatura incrementale della lamiera Processo Blankholder Frame Punch Die Tecniche di lavorazione (SPIF TPIF) Prodotti 14/16

15 Formatura incrementale della lamiera Geometria pezzo e percorso utensile Deve permettere l identificazione della formabilità della lamiera θ = costante Z ( θ ) = R [ cos( θ θ ) cos( θ )] Z DOE Parameter Values θ Technique SPIF TPIF positivo TPIF negativo 15/16

16 Formatura incrementale della lamiera Analisi FEM (PAMSTAMP 2G Deform 3D) 16/16

17 GTSL - TMSG Formatura incrementale della lamiera Acquisizione Forze Premilamiera P il i strumentato t t t Punzone strumentato 17/16

18 Formatura incrementale della lamiera Risultati Forze Fino a 40 (SPIF) o 30 (TPIF) il parametro θ non influenza le forze Oltre tali valori all aumentare di θ le forze crescono A pari profondità di lavorazione (θ) le forze richieste dalla tecnica TPIF sono maggiori che le forze richieste dalla tecnica SPIF. 18/16

19 Formatura incrementale della lamiera Spessori Gli spessori ottenuti risultano comparabili fra le differenti tecnologie 19/16

20 Formatura incrementale della lamiera Formabilità della lamiera La tecnica SPIF permette di ottenere maggior profondità di lavorazione e maggiori inclinazioni delle pareti laterali. α m ax θ=2 d m ax Maximum depth θ d max [mm] Maximum slope angle α MAX SPIF TPIF - TPIF + SPIF TPIF - TPIF * NA NA NA 20/16

21 Formatura incrementale della lamiera Formabilità della lamiera Bassi valori di θ permettono di ottenere profondità e inclinazioni laterali maggiori. 21/16

22 Formatura incrementale della lamiera Accuratezza geometrica La tecnica TPIF permette di ottenere geometrie più accurate, grazie soprattutto alla riduzione del fenomeno del ritorno elastico. SPIF θ=2 TPIF neg. θ=2 TPIF pos. θ=2 22/16

23 GTSL - TMSG Sviluppi futuri Azione di stretching applicata alla lamiera Utilizzo di un fascio laser: Riduzione ritorno elastico Lavorazione di materiali poco lavorabili (leghe di Magnesio) 23/16

24 Grazie per la cortese attenzione

Pin-on-Disk. Caratteristiche: Forza 0 10 kn Velocità 0 420 mm/s Temperatura 20 300 C 20 C (usura) Tipo di prove: Misura d attrito Prove d usura

Pin-on-Disk. Caratteristiche: Forza 0 10 kn Velocità 0 420 mm/s Temperatura 20 300 C 20 C (usura) Tipo di prove: Misura d attrito Prove d usura Pin-on-Disk Tipo di prove: Misura d attrito Prove d usura Caratteristiche: Forza 0 10 kn Velocità 0 420 mm/s Temperatura 20 300 C 20 C (usura) - Valutazione dell attrito nelle operazioni di stampaggio

Dettagli

Indice Prefazione XIII 1 Introduzione alle tecnologie di fabbricazione 2 Principi fondamentali della produzione per fonderia

Indice Prefazione XIII 1 Introduzione alle tecnologie di fabbricazione 2 Principi fondamentali della produzione per fonderia Indice Prefazione XIII 1 Introduzione alle tecnologie di fabbricazione 1 Introduzione 1 1.1 Processi tecnologici di trasformazione 2 1.1.1 Precisione nelle trasformazioni 5 1.2 Attributi geometrici dei

Dettagli

Introduzione alle tecnologie di fabbricazione Introduzione 1.1 Processi tecnologici di trasformazione 1.2 Attributi geometrici dei prodotti

Introduzione alle tecnologie di fabbricazione Introduzione 1.1 Processi tecnologici di trasformazione 1.2 Attributi geometrici dei prodotti Indice PREFAZIONE RINGRAZIAMENTI DELL EDITORE GUIDA ALLA LETTURA XIII XIV XV 1 Introduzione alle tecnologie di fabbricazione 1 Introduzione 1 1.1 Processi tecnologici di trasformazione 1 1.1.1 Precisione

Dettagli

Tecnologie Meccaniche flessibili per il Lean Manufacturing

Tecnologie Meccaniche flessibili per il Lean Manufacturing UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE Incontro U to A - Metodi e Strumenti per il Lean Product Development 4 Marzo 2011 Tecnologie Meccaniche flessibili per il Lean Manufacturing Attività di ricerca del

Dettagli

1. SOFT-TOOL FORMING 2. INCREMENTAL FORMING 3. UTILIZZO DELLA TEMPERATURA COME PARAMETRO DI PROCESSO IDROFORMATURA DI LAMIERE

1. SOFT-TOOL FORMING 2. INCREMENTAL FORMING 3. UTILIZZO DELLA TEMPERATURA COME PARAMETRO DI PROCESSO IDROFORMATURA DI LAMIERE Tecnologie innovative di formatura delle lamiere Le tradizionali tecnologie di stampaggio appaiono in stridente contrasto con i nuovi target richiesti dal mercato, caratterizzati da volumi di produzione

Dettagli

La deformazione plastica. La deformazione plastica. Lavorazioni per deformazione. Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura

La deformazione plastica. La deformazione plastica. Lavorazioni per deformazione. Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura La deformazione plastica La deformazione plastica Lavorazioni per deformazione Il processo di laminazione Estrusione e trafilatura La forgiatura 2 2006 Politecnico di Torino 1 Obiettivi della lezione Valutare

Dettagli

Attività Svolte. Ricercatore Ing. M. Sasso. Dottorandi Ing. M. Natalini. Collaboratore Ing. E. Mancini. Assegnista Ing. G.

Attività Svolte. Ricercatore Ing. M. Sasso. Dottorandi Ing. M. Natalini. Collaboratore Ing. E. Mancini. Assegnista Ing. G. Attività Svolte Ricercatore Ing. M. Sasso Assegnista Ing. G. Chiappini Dottorandi Ing. M. Natalini Collaboratore Ing. E. Mancini - Progettazione Meccanica - Studio di Prodotto-Processo - Analisi di Immagine

Dettagli

PROGETTAZIONE DI PRESSE MECCANICHE VERTICALI PER DEFORMAZIONE A FREDDO DI PARTICOLARI IN ACCIAIO DI GRANDI DIMENSIONI

PROGETTAZIONE DI PRESSE MECCANICHE VERTICALI PER DEFORMAZIONE A FREDDO DI PARTICOLARI IN ACCIAIO DI GRANDI DIMENSIONI PROGETTAZIONE DI PRESSE MECCANICHE VERTICALI PER DEFORMAZIONE A FREDDO DI PARTICOLARI IN ACCIAIO DI GRANDI DIMENSIONI Partendo dalla simulazione numerica dei processi di deformazione, Invernizzi Presse

Dettagli

Lavorazione delle lamiere

Lavorazione delle lamiere Lavorazione delle lamiere Lamiere Utilizzate nella produzione di carrozzerie automobilistiche, elettrodomestici, mobili metallici, organi per la meccanica fine. Le lamiere presentano una notevole versatilità

Dettagli

Lavorazione lamiera III

Lavorazione lamiera III Lavorazione lamiera III Imbutitura (deep drawing) Deformabilità delle lamiere Macchinari per la formatura delle lamiere Progettazione Considerazioni economiche Imbutitura (Deep Drawing) Nata nel 1700 non

Dettagli

ATTIVITA di RICERCA. nel settore Tecnologie e Sistemi di Lavorazione

ATTIVITA di RICERCA. nel settore Tecnologie e Sistemi di Lavorazione ATTIVITA di RICERCA nel settore Gruppo di ricerca Antoniomaria Di Ilio (prof. ordinario) Alfonso Paoletti (prof. associato) Renza Santilli (dottoranda) Enrico Panaccio (dottorando) PRINCIPALI TEMATICHE

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE

CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE Le lavorazioni meccaniche possono essere classificate secondo diversi criteri. Il criterio che si è dimostrato più utile, in quanto ha permesso di considerare

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria Industriale Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Realizzazione di un riflettore tramite un processo di stampaggio e di idroformatura Relatore: prof. Matteo

Dettagli

funzionale tecnologica di collaudo quote di grandezza quote di posizione in serie in parallelo combinata con quote sovrapposte in coordinate

funzionale tecnologica di collaudo quote di grandezza quote di posizione in serie in parallelo combinata con quote sovrapposte in coordinate QUOTATURA PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi CLASSIFICAZIONE punto di vista geometrico quote di grandezza quote di posizione quote di accoppiamento disposizione: sistemi di quotatura in serie in parallelo combinata

Dettagli

IL PROBLEMA DEL PRODURRE

IL PROBLEMA DEL PRODURRE IL PROBLEMA DEL PRODURRE IL CICLO TECNOLOGICO E I PROCESSI PRIMARI E SECONDARI Ing. Produzione Industriale - Tecnologia Meccanica Processi primari e secondari - 1 IL CICLO TECNOLOGICO Il ciclo tecnologico

Dettagli

Anno Accademico 2005-06

Anno Accademico 2005-06 Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali CORSO DI: DISEGNO MECCANICO (FI) CORSO DI: DISEGNO TECNICO IND.LE (PO) Anno Accademico 2005-06 Modulo 4: Tecnologie

Dettagli

La disciplina di Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni è coinvolta nel progetto di Sperimentazione Meccatronica,

La disciplina di Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni è coinvolta nel progetto di Sperimentazione Meccatronica, PROGRAMMA MINIMO COMUNE DI TECNOLOGIA MECCANICA ED ESERCITAZIONI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 La disciplina di Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni è coinvolta nel progetto di Sperimentazione Meccatronica,

Dettagli

STAMPAGGIO DELLE LAMIERE

STAMPAGGIO DELLE LAMIERE STAMPAGGIO DELLE LAMIERE Le lamiere sono ottenute mediante il processo di laminazione Prima di questo processo le caratteristiche del materiale possono essere considerate isotrope, con i grani cristallini

Dettagli

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) 1. Individuare le proprietà

Dettagli

SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI

SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI Antonio Scippa u macchine utensili u Ottimizzare i parametri per una lavorazione di fresatura su macchina a controllo numerico significa sfruttare in

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 3.8 Deformazione plastica LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Lavorazione a freddo della lamiera LIUC - Ingegneria Gestionale 2 Lavorazione a freddo delle lamiere È il processo

Dettagli

PROCESSI DI FORMATURA PLASTICA DI LAMIERE: PIEGATURA

PROCESSI DI FORMATURA PLASTICA DI LAMIERE: PIEGATURA PROCESSI DI FORMATURA PLASTICA DI LAMIERE: PIEGATURA 1 PIEGATURA È uno tra i più comuni metodi di lavorazione delle lamiere Utilizzata sia come processo a sé stante, sia in combinazione con altre operazioni

Dettagli

Lavorazione lamiera II

Lavorazione lamiera II Lavorazione lamiera II Piegatura della lamiera Stretch forming Bulging Rubber forming e idroformatura Spinning Formatura ad alta energia Formatura superplastica Altri metodi di formatura Piegatura della

Dettagli

Lavorazioni Meccaniche

Lavorazioni Meccaniche Short Master Lavorazioni Meccaniche 1 Edizione Modena, 18 marzo - 15 aprile 2015 Destinatari Area Industriale e Ricerca e Sviluppo (Manufacturing, Engineering, Pre Series Planning e Progettazione) in collaborazione

Dettagli

Ruolo dello stampaggio lamiera nel ciclo di sviluppo prodotto nell industria dell automobile

Ruolo dello stampaggio lamiera nel ciclo di sviluppo prodotto nell industria dell automobile Ruolo dello stampaggio lamiera nel ciclo di sviluppo prodotto nell industria dell automobile Engineering GEA S.r.l Via Pavia, 65 10090 Cascine Vica - Rivoli (Torino) 27/03/02 Diapositiva 1 Ciclo di sviluppo

Dettagli

Politecnico di Torino Dipartimento di Meccanica DAI PROVINI AI COMPONENTI

Politecnico di Torino Dipartimento di Meccanica DAI PROVINI AI COMPONENTI DAI PROVINI AI COMPONENTI Vi sono molti fattori che influenzano la resistenza a fatica; fra i fattori che riguardano il componente hanno particolare importanza: le dimensioni (C S ) la presenza di intagli

Dettagli

in funzione dell angolo γ in funzione della velocità di taglio Ft serve principalmente per la determinazione della potenza di taglio

in funzione dell angolo γ in funzione della velocità di taglio Ft serve principalmente per la determinazione della potenza di taglio in funzione dell angolo γ Ft serve principalmente per la determinazione della potenza di taglio in funzione della velocità di taglio Fa influenza inflessione utensile, contribuisce (poco) alla potenza

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 4.1 Lavorazioni per asportazione di truciolo LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Il principio del taglio dei metalli LIUC - Ingegneria Gestionale 2 L asportazione di truciolo

Dettagli

Schema generale laminazioni

Schema generale laminazioni Laminazione Processo di riduzione dell altezza o cambio di sezione di un pezzo attraverso la pressione applicata tramite due rulli rotanti. La laminazione rappresenta il 90% dei processi di lavorazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi) DISCIPLINA: TECNOLOGIA MECCANICA A.S. 2012/2013 di dipartimento individuale del/i docente/i...... per la/e classe/i 4^ TIM 1) PREREQUISITI Possedere conoscenze relative alle proprietà chimico-strutturali,

Dettagli

ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA

ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA 156 Introduzione ai processi di produzione metalmeccanica I processi di produzione metalmeccanica si possono classificare nelle tre grandi famiglie di seguito indicate.

Dettagli

I materiali. I materiali. Introduzione al corso. Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza. Le prove meccaniche distruttive

I materiali. I materiali. Introduzione al corso. Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza. Le prove meccaniche distruttive I materiali I materiali Introduzione al corso Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza Le prove meccaniche distruttive La meccanica dei materiali 2 2006 Politecnico di Torino 1 Obiettivi

Dettagli

Lavorazioni lamiera 1

Lavorazioni lamiera 1 Lavorazioni lamiera 1 Introduzione Caratteristiche lamiere Taglio lamiere Introduzione La formatura di lamiere involve pezzi con un alto rapporto di area su volume. In genere vengono impiegate lamiere

Dettagli

TRASMISSIONE DI POTENZA IN AMBITO ELICOTTERISTICO: ANALISI STATICA ED A FATICA DI UNA FUSIONE TRAMITE MODELLI AD ELEMENTI FINITI E PROVE STRUMENTALI.

TRASMISSIONE DI POTENZA IN AMBITO ELICOTTERISTICO: ANALISI STATICA ED A FATICA DI UNA FUSIONE TRAMITE MODELLI AD ELEMENTI FINITI E PROVE STRUMENTALI. Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica TRASMISSIONE DI POTENZA IN AMBITO ELICOTTERISTICO: ANALISI STATICA ED A FATICA DI UNA FUSIONE TRAMITE MODELLI AD ELEMENTI FINITI E PROVE STRUMENTALI. Relatore:

Dettagli

MATERIALI SINTERIZZATI

MATERIALI SINTERIZZATI MATERIALI SINTERIZZATI Sono ottenuti con la cosiddetta Metallurgia delle polveri, che consiste nella compattazione e trasformazione di materiali ridotti in polvere in un composto indivisibile. Sono utilizzati

Dettagli

Macchine e Sistemi Energetici

Macchine e Sistemi Energetici Macchine e Sistemi Energetici Coordinatore: Prof. Roberto Bettocchi Determinazione delle prestazioni per macchine motrici / operatrici Progettazione fluidodinamica di ventilatori, compressori e pompe SIMULAZIONE

Dettagli

Die-casting Steel Solution

Die-casting Steel Solution Die-casting Steel Solution for Corrado Patriarchi 1 Acciai da utensili destinati alla deformazione a caldo di metalli e le loro leghe mediante procedimenti di stampaggio, estrusione, pressofusione. Vengono

Dettagli

LABORATORIO MUSP. Manufacturing ad alte prestazioni. Macchine Utensili e Sistemi di Produzione. Prof. Michele Monno

LABORATORIO MUSP. Manufacturing ad alte prestazioni. Macchine Utensili e Sistemi di Produzione. Prof. Michele Monno LABORATORIO MUSP Macchine Utensili e Sistemi di Produzione Manufacturing ad alte prestazioni Prof. Michele Monno 28/03/2014 2 Associazioni Imprese Istituzioni Università 3 MUSP: Insieme per fare sistema

Dettagli

Centro Sviluppo Materiali

Centro Sviluppo Materiali Centro Sviluppo Materiali La Gestione di Materiali e Componenti come conoscenza associata di prodotto Elisabetta Amici Tecnologie ed Ingegneria di Prodotto Centro Sviluppo Materiali La conoscenza di un

Dettagli

MECCANICA DELLE MACCHINE

MECCANICA DELLE MACCHINE UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE Incontro U to A 4 Marzo 2011 MDM GRUPPO DI MECCANICA DELLE MACCHINE www.dipmec.univpm.it/meccanica MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE PROGETTAZIONE MECCANICA FUNZIONALE

Dettagli

Tecnologia MQL esterna

Tecnologia MQL esterna Tecnologia MQL esterna - Con riserva di modifiche - Sistemi per la lubrificazione minimale per utensili da taglio e asportazione di truciolo per superfici piane nei processi di stampaggio e per lubrificazioni

Dettagli

Acciaio per lavorazioni a caldo

Acciaio per lavorazioni a caldo Acciaio per lavorazioni a caldo Generalità BeyLos 2329 è un acciaio legato progettato per la realizzazione di matrici, stampi o punzoni o altri particolari che devono lavorare a temperature elevate. I

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Produzioni industriali. DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione. CLASSI: Terze Quarte PA

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Produzioni industriali. DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione. CLASSI: Terze Quarte PA ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO E. BERNARDI PADOVA Anno Scolastico 2014-2015 INDIRIZZO: Produzioni industriali DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione CLASSI: Terze

Dettagli

TECNOLOGIE DI FORMATURA DI LAMIERA

TECNOLOGIE DI FORMATURA DI LAMIERA Corso di Tecnologie Speciali II TECNOLOGIE DI FORMATURA DI LAMIERA Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale Lavorazioni

Dettagli

RICERCA SU ADESIVI STRUTTURALI: METODI DI PROGETTAZIONE E APPLICAZIONI

RICERCA SU ADESIVI STRUTTURALI: METODI DI PROGETTAZIONE E APPLICAZIONI RICERCA SU ADESIVI STRUTTURALI: METODI DI PROGETTAZIONE E APPLICAZIONI Ing. Andrea Spaggiari Dipartimento di Scienze e Metodi dell Ingegneria Università di Modena e Reggio Emilia Associazione Meccanica

Dettagli

LubX CV. Per velocità più elevate e maggiore produttività. Materiali termoplastici. LubX 07/2014

LubX CV. Per velocità più elevate e maggiore produttività. Materiali termoplastici. LubX 07/2014 LubX CV Per velocità più elevate e maggiore produttività 07/2014 LubX CV Materiali termoplastici Lasciatevi convincere dai fatti Nel 2012 Roechling presenta due materiali specifici per sistemi di trasporto

Dettagli

Acciaio per lavorazioni a caldo

Acciaio per lavorazioni a caldo Acciaio per lavorazioni a caldo Generalità BeyLos 2343 è un acciaio legato al cromo molibdeno, vanadio progettato per la realizzazione di matrici, stampi o punzoni o altri particolari che devono lavorare

Dettagli

Il ciclo di lavorazione

Il ciclo di lavorazione INTRODUZIONE AI CICLI DI LAVORAZIONE Rif. Bibliografico: Giusti-Santochi TECNOLOGIA MECCANICA e studi di fabbricazione Capitolo 9 1 Il ciclo di lavorazione DEFINIZIONE: Si dice CICLO DI LAVORAZIONE tutto

Dettagli

Prof. Elisabetta Ceretti Via Agostino Gallo, Brescia Italy Tel

Prof. Elisabetta Ceretti Via Agostino Gallo, Brescia Italy Tel Elisabetta Ceretti è nata a Brescia il 2 Febbraio del 1966. E Professore Ordinario di Tecnologie e Sistemi di Lavorazione presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell Università degli

Dettagli

Soluzioni innovative nella progettazione di ELETTROMANDRINI per High Speed Machining

Soluzioni innovative nella progettazione di ELETTROMANDRINI per High Speed Machining Laboratorio per l innovazione Soluzioni innovative nella progettazione di ELETTROMANDRINI per High Speed Machining Paolo Albertelli (paolo.albertelli@polimi.it) Politecnico di Milano ITIA CNR Capellini

Dettagli

Test di ingresso MECCANICA Classe 20A

Test di ingresso MECCANICA Classe 20A Test di ingresso MECCANICA Classe 0A 1. Tre corpi di massa rispettivamente m, m e 3m, collegati rigidamente fra loro con elementi di massa trascurabile, sono disposti in senso orario su una semicirconferenza

Dettagli

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO Il progetto, dalla parola latina proiectus, è un insieme di operazioni che hanno lo scopo di realizzare

Dettagli

LA LA SOCIETA ESEMPI DI PARTICOLARI MECCANICI RICAVATI DA GREZZO MONOLITICO

LA LA SOCIETA ESEMPI DI PARTICOLARI MECCANICI RICAVATI DA GREZZO MONOLITICO LA LA SOCIETA L.P.S. s.r.l., rappresenta la continuità attraverso il recente conferimento dalla L.P.S. s.n.c., fondata nel 1963 come azienda produttrice di una propria linea di raccorderia per tubi ad

Dettagli

FLUIDI PER LAVORAZIONE METALLI

FLUIDI PER LAVORAZIONE METALLI FLUIDI PER LAVORAZIONE METALLI Prodotti di elevato standard tecnologico per l industria metalmeccanica QUALITÀ E PERFORMANCE I fluidi emulsionabili utilizzati per la lavorazione dei metalli sono esposti

Dettagli

Estrusione e trafilatura

Estrusione e trafilatura Estrusione e trafilatura Estrusione Trafilatura Rastrematura Estrusione Diretta Indiretta Idrostatica Ad impatto Estrusione Sviluppata nel tardo 1700. I tipi principali sono: Estrusione diretta: l attrito

Dettagli

Group. The precision company SURFACE TECHNOLOGIES INTERNATIONAL. STI DryCoat System. Surface solutions by STI Group. Italiano

Group. The precision company SURFACE TECHNOLOGIES INTERNATIONAL. STI DryCoat System. Surface solutions by STI Group. Italiano Group SURFACE TECHNOLOGIES INTERNATIONAL The precision company STI DryCoat System Italiano Surface solutions by STI Group La redditività quale fattore di successo La competenza nella tecnologia dei rivestimenti

Dettagli

IL PROGETTO LOCOLITE LIBERTÀ DI PROGETTAZIONE E ALLEGGERIMENTO CON L ALLUMINIO:

IL PROGETTO LOCOLITE LIBERTÀ DI PROGETTAZIONE E ALLEGGERIMENTO CON L ALLUMINIO: di Anja Herrman Praturlon*, Mauro Comoglio*, Sergio Durante*, Jianguo Lin**, Consorzio Locolite FP7 Project. * Diad Group; ** Imperial College London LIBERTÀ DI PROGETTAZIONE E ALLEGGERIMENTO CON L ALLUMINIO:

Dettagli

Periferiche di hardcopy 2D e 3D

Periferiche di hardcopy 2D e 3D Knowledge Aided Engineering Manufacturing and Related Technologies Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Parma Periferiche di hardcopy 2D e 3D Motivazione sono necessari documenti permanenti,

Dettagli

Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia)

Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia) Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia) Quadro normativo La prima norma che trattava il dimensionamento di sistemi

Dettagli

La piegatura tangenziale si afferma.

La piegatura tangenziale si afferma. TruBend Center: La piegatura tangenziale si afferma. Macchine utensili / Utensili elettrici Tecnologia laser / Elettronica Piegatura senza precedenti. Indice Piegatura senza precedenti. 2 Funzioni convincenti.

Dettagli

IMPIEGO DI TEST TRIBOLOGICI NELLA MESSA A PUNTO DI LUBRIFICANTI PER MOTORI MARINI

IMPIEGO DI TEST TRIBOLOGICI NELLA MESSA A PUNTO DI LUBRIFICANTI PER MOTORI MARINI IMPIEGO DI TEST TRIBOLOGICI NELLA MESSA A PUNTO DI LUBRIFICANTI PER MOTORI MARINI Claudio Barzaghi XI Convegno di Tribologia Attrito, Usura e Lubrificazione in Campo Navale Napoli, 13 maggio 1 www.eni.it

Dettagli

PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI

PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI PROVA, SVILUPPO di SOFTWARE INGEGNERISTICO ITERA è una società

Dettagli

Innovazione nei Processi Tecnologici MATMEC-DIEM

Innovazione nei Processi Tecnologici MATMEC-DIEM Innovazione nei Processi Tecnologici MATMEC-DIEM Prof. Ing. Giovanni Tani Temi di ricerca Processi fusori Estrusione Tecnologia laser Macchine Utensili Processi per asportazione di truciolo Reverse Engineering

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

Lavorazioni e Disegno

Lavorazioni e Disegno Lavorazioni e Disegno 1 Assiemi meccanici Ogni particolare, ogni singolo pezzo è realizzato con: materiale diverso; tecnologia (o tecnologie) differenti. Il disegno delle parti ne deve tenere conto 2 Classificazione

Dettagli

Optimum Lubrication and cooling system Kw

Optimum Lubrication and cooling system Kw è un prodotto: PATENTED Optimum Lubrication and cooling system Kw Produttività Qualità Ecologia in Un Prodotto distribuito da: S.p.A. TOOLS ENGINEERING & MANUFACTURING Sistema Kw: principio di funzionamento

Dettagli

CLASSE 3 AM M [Stesura a.s. 2014-15]

CLASSE 3 AM M [Stesura a.s. 2014-15] PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE Monte ore annuo 165 Libro di Testo vol1 Pandolfo Degli Espositi Ed. Calderini Microstruttura dei metalli, proprietà tecnologiche, meccaniche. SETTEMBRE Proprietà

Dettagli

SKF EnCompass. Field Performance Programme. Ottimizzare le prestazioni dei cuscinetti. The Power of Knowledge Engineering

SKF EnCompass. Field Performance Programme. Ottimizzare le prestazioni dei cuscinetti. The Power of Knowledge Engineering SKF EnCompass Field Performance Programme Ottimizzare le prestazioni dei cuscinetti The Power of Knowledge Engineering Teoria che incontra la realtà Si potrebbe supporre che cuscinetti delle medesime dimensioni

Dettagli

LAVORAZIONI PER DEFORMAZIONE PLASTICA

LAVORAZIONI PER DEFORMAZIONE PLASTICA LAVORAZIONI PER DEFORMAZIONE PLASTICA Tratto da: Ceretti E., Maccarini G.; Plasticità e Lavorazioni per Deformazione Plastica; Università degli Studi di Brescia (Capitolo ) Santochi M., Giusti F.; Tecnologia

Dettagli

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO Perché si abbia la formazione del truciolo deve esserci un moto relativo utensile pezzo Sforzo di compressione dell utensile sul pezzo

Dettagli

Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio

Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio Riproduzione della frattura tramite simulazioni numeriche supportate da sperimentazioni di laboratorio Marco Domaneschi Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Politecnico di Milano Tubi commerciali in

Dettagli

Università di Pisa. Facoltà di Ingegneria

Università di Pisa. Facoltà di Ingegneria Università di Pisa Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione Corso di laurea in Ingegneria Aerospaziale Studio teorico e sperimentale del danneggiamento di

Dettagli

Attenti ai vetri. di Federica Conti

Attenti ai vetri. di Federica Conti STORIe 128 Attenti ai vetri I vetri costituiscono un elemento di grande importanza in un automobile, sia per quanto riguarda il comfort che per l estetica. Per garantirne la qualità e il corretto assemblaggio,

Dettagli

GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI

GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI Docente F. Veniali Tutor A. Gisario, I. Libri ORARIO Lezioni: Martedì 8:30-10:55 Aula 1 Mercoledì10:10-11:50 Question time: Sabato 26 Ottobre, 29 Novembre Martedì 16 Dicembre

Dettagli

Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici

Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici Superfici Reali e Nominali Ing. Alessandro Carandina Disegno Tecnico Industriale per Ingegneria Meccanica Disegno tecnico Informazioni qualitative (i vari tipi

Dettagli

finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione Federico Cartasegna Environment Park S.p.A.

finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione Federico Cartasegna Environment Park S.p.A. PVD - Applicazioni del plasma finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione i Federico Cartasegna Environment Park S.p.A. I processi PVD Proprietà dei rivestimenti

Dettagli

X BIENNIO IT TRIENNIO IT LSSA

X BIENNIO IT TRIENNIO IT LSSA ISTITUTO SUPERIORE ENRICO FERMI PROGRMMZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINRE a.s. 20/2016 INDIRIZZO SCOLSTICO: X BIENNIO IT TRIENNIO IT LSS DISCIPLIN: Scienze e tecnologie applicate ORE SETTIMNLI: 3 TOTLE NNULE

Dettagli

Tecnologie delle Costruzioni Aerospaziali

Tecnologie delle Costruzioni Aerospaziali i Aerospaziali LAVORAZIONI PER DEFORMAZIONE PLASTICA PARTE 1 Prof. Claudio Scarponi CLASSIFICAZIONE DEI PROCESSI DI LAVORAZIONE PER DEFORMAZIONE PLASTICA DEI METALLI I processi di lavorazione industriale

Dettagli

Disegno di Macchine. Lezione n 1 Introduzione al Corso. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing.

Disegno di Macchine. Lezione n 1 Introduzione al Corso. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 1 Introduzione al Corso Ruolo del Disegno Nell ambito dell ingegneria industriale ed in particolar

Dettagli

Disegno e Modellazione Tridimensionale delle Superfici esterne del RE 2005

Disegno e Modellazione Tridimensionale delle Superfici esterne del RE 2005 Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Disegno e Modellazione Tridimensionale delle Superfici esterne del RE 2005 Tesi

Dettagli

Corrado Patriarchi 1

Corrado Patriarchi 1 CorradoPatriarchi 1 2 PROGETTAZIONE SCELTA DELL ACCIAIO APPLICAZIONE QUALITA DELL ACCIAIO ESECUZIONE SUPERFICIALE 3 Per trattamento termico si intende una successione di operazioni mediante le quali una

Dettagli

Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi

Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi 1 41 Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi 8000 mq - in continua crescita è sponsor di ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MANAGEMENT DEGLI APPROVVIGIONAMENTI www.adaci.it www.adacitrevenezie.it I NOSTRI SERVIZI

Dettagli

Principio di controllo a Correnti Indotte

Principio di controllo a Correnti Indotte PRÜFTECHNIK NDT sviluppa soluzioni pratiche per controlli non distruttivi (NDT) durante la produzione e nel controllo finale per tutti i tipi di semilavorati, tubi metallici, barre e fili. PRÜFTECHNIK

Dettagli

Metrologia Tridimensionale a Raggi X

Metrologia Tridimensionale a Raggi X Tomografia a raggi X: l indagine 3D non distruttiva per componenti in carbonio strutturali La MeTriX 3D si pone come partner d avanguardia per tutti i servizi di metrologia e controllo qualità ad alto

Dettagli

Norma di riferimento EN 10297-1 Tubi in acciaio. tolleranze ristrette per impieghi meccanici

Norma di riferimento EN 10297-1 Tubi in acciaio. tolleranze ristrette per impieghi meccanici TAM Plus TAM Plus Norma di riferimento EN 10297-1 Tubi in acciaio senza saldatura ad elevata lavorabilità (HL) e tolleranze ristrette per impieghi meccanici TAM Plus è la gamma di tubi meccanici laminati

Dettagli

IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI.

IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI. IMPIANTO AUTOMATICO PER LA SALDATURA DI ESTRUSI DI ALLUMINIO PER APPLICAZIONI NAVALI. Tube Tech Machinery Marcello Filippini Il settore dei trasporti, specialmente i trasporti passeggeri con treni e navi,

Dettagli

A.S. 2012/13 Materia: Tecnologie meccaniche di prodotto e processo

A.S. 2012/13 Materia: Tecnologie meccaniche di prodotto e processo ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. NATTA - G.V. DEAMBROSIS LICEO SCIENTIFICO : OPZIONE SCIENZE APPLICATE ISTITUTO TECNICO Settore Tecnologico: INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - INDIRIZZO MECCANICA,

Dettagli

STIMA DI MASSIMA DEI LIMITI STRUTTURALI DI PARTI DI MOTORI DIESEL AD INIEZIONE DIRETTA PER L AERONAUTICA

STIMA DI MASSIMA DEI LIMITI STRUTTURALI DI PARTI DI MOTORI DIESEL AD INIEZIONE DIRETTA PER L AERONAUTICA STIMA DI MASSIMA DEI LIMITI STRUTTURALI DI PARTI DI MOTORI DIESEL AD INIEZIONE DIRETTA PER L AERONAUTICA Relatore: Prof. Ing. L. Piancastelli Correlatori: Prof. Ing. A. Liverani Prof. Ing. F. Persiani

Dettagli

antiphon MPM Lamiera laminata fonoassorbente per rumori che si propagano attraverso le strutture

antiphon MPM Lamiera laminata fonoassorbente per rumori che si propagano attraverso le strutture antiphon MPM Lamiera laminata fonoassorbente per rumori che si propagano attraverso le strutture Guadagnare in spazio e peso antiphon MPM offre due funzioni. Infatti non smorza soltanto il suono della

Dettagli

Metrologia, ispezioni e controllo qualità

Metrologia, ispezioni e controllo qualità Metrologia, ispezioni e controllo qualità Riferimento: capitolo 4 del Kalpakjian (seconda parte) Le tolleranze dei pezzi e il controllo sono fondamentali nel processo di produzione. Outline Metrologia

Dettagli

HPRS FINAL CONFERENCE. Utilizzo del metodo FEM nel progetto HPRS. Redatta da: Ing. Daniele Lai - IMAL

HPRS FINAL CONFERENCE. Utilizzo del metodo FEM nel progetto HPRS. Redatta da: Ing. Daniele Lai - IMAL HPRS FINAL CONFERENCE Utilizzo del metodo FEM nel progetto HPRS Redatta da: Ing. Daniele Lai - IMAL Descrizione sommaria del metodo FEM Dove è richiesta l analisi FEM L analisi FEM applicata all iniettore

Dettagli

Viale dell Industria, 50 Padova www.minitoolscoating.com

Viale dell Industria, 50 Padova www.minitoolscoating.com Presentazione Localizzazione Viale dell Industria, 50 Padova www.minitoolscoating.com minitoolscoating opera in tre settori Costruzione utensili per ingranaggi conici Servizio di affilatura di utensili

Dettagli

Lezione 4: I profili alari e le forze

Lezione 4: I profili alari e le forze Corso di MECCANICA DEL VOLO Modulo Prestazioni Lezione 4: I profili alari e le forze aerodinamiche Prof. D. P. Coiro coiro@unina.itit www.dias.unina.it/adag/ Corso di Meccanica del Volo - Mod. Prestazioni

Dettagli

GMG s.n.c. di Moretti Massimo & c. via XX settembre n 15 48024 Massa Lombarda (RA Tel/fax 0545 82966

GMG s.n.c. di Moretti Massimo & c. via XX settembre n 15 48024 Massa Lombarda (RA Tel/fax 0545 82966 Oggetto: progetto stampante solida per materiali ceramici Punti da rispettare 1) apparato a controllo numerico per formare oggetti tridimensionali in materiali sinterizzabili ad alta temperatura 2) sviluppo

Dettagli

Co-organizzatori: A PORTATA DI MANO. Torino Lingotto Fiere 16-17 aprile 2014 8ª edizione Fiera Internazionale

Co-organizzatori: A PORTATA DI MANO. Torino Lingotto Fiere 16-17 aprile 2014 8ª edizione Fiera Internazionale Co-organizzatori: SOLUZIONI COMPETITIVE A PORTATA DI MANO Torino Lingotto Fiere 16-17 aprile 2014 8ª edizione Fiera Internazionale 12.600 mq espositivi 3 aree tematiche 5 zone 230 espositori 700 marchi

Dettagli

TAKE CARE HAVE A COATING RIVESTIMENTO STAMPI PER LAVORAZIONI A FREDDO

TAKE CARE HAVE A COATING RIVESTIMENTO STAMPI PER LAVORAZIONI A FREDDO TAKE CARE HAVE A COATING RIVESTIMENTO STAMPI IL RIVESTIMENTO PVD RIVESTIMENTI HDP BREVI CENNI SULLA TECNOLOGIA DI DEPOSIZIONE PVD I trattamenti superficiali possono dividersi in due grandi categorie: trattamenti

Dettagli

1. Il processo di imbutitura

1. Il processo di imbutitura . Il processo di imbutitura.. Lo stampaggio della lamiera Con il termine di stampaggio si intende una serie di operazioni meccaniche tramite le quali, senza avere produzione di truciolo, si può ottenere

Dettagli

DELIVERING CUSTOMER VALUE PARTICOLARI STAMPATI A FREDDO E PARTICOLARI TAGLIATI AL LASER PARTICOLARI TORNITI E FRESATI TUBI PIEGATI E PROFILATI MOLLE

DELIVERING CUSTOMER VALUE PARTICOLARI STAMPATI A FREDDO E PARTICOLARI TAGLIATI AL LASER PARTICOLARI TORNITI E FRESATI TUBI PIEGATI E PROFILATI MOLLE Categorie di prodotti Soluzioni su misura per il cliente Innovazione Logistica Qualità Produzione Servizio al cliente Esperienza PARTICOLARI TORNITI E FRESATI TUBI PIEGATI E PROFILATI MOLLE PARTICOLARI

Dettagli

Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi

Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi 1 41 Lavorazioni meccaniche a 360 per conto terzi 8000 mq - in continua crescita I NOSTRI SERVIZI PROGETTAZIONE TAGLIO LASER PUNZONATURA TAGLIO CESOIA SCANTONATURA TAGLIO SEGHETTO TORNITURA FRESATURA FORATURA

Dettagli

Second life, vita accelerata e modellistica

Second life, vita accelerata e modellistica Accordo di Programma MiSE-ENEA Second life, vita accelerata e modellistica F. Vellucci, M. Pasquali ENEA, Unità di Progetto Ricerca di Sistema Elettrico Roma, 3 Luglio 2015 Second life - Definizione Auto

Dettagli