Pirelli & C. S.p.A. - Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pirelli & C. S.p.A. - Milano"

Transcript

1 Pirelli & C. S.p.A. - Milano Relazione Semestrale al 30 Giugno 2004

2 PIRELLI & C. Società per Azioni Sede in Milano, Via G. Negri n. 10 Capitale Sociale Euro ,60 Registro delle Imprese di Milano n Repertorio Economico Amministrativo n. 1055

3 1 INFORMAZIONI SULLA GESTIONE PIRELLI & C. S.p.A. - MILANO Relazione Semestrale al 30/06/ SOMMARIO Pagina. Andamento del Gruppo 4 Fatti di rilievo avvenuti nel semestre 6. Il Gruppo 11 Operazioni con parti correlate 19 Fatti di rilievo avvenuti dopo la fine del semestre 20 Prevedibile evoluzione dell attività per l esercizio in corso 22. Settore Cavi e Sistemi Energia 23. Settore Cavi e Sistemi Telecomunicazioni 29. Settore Pneumatici 36. Settore Immobiliare 45. Pirelli & C. Ambiente 49. Dati pro-forma 50. Pirelli & C. S.p.A. 54 LA CAPOGRUPPO - Prospetti contabili e commenti 58. Stato patrimoniale 59. Conto economico 63. Criteri di valutazione 65. Informazioni sullo stato patrimoniale 66. Informazioni sul conto economico 88 - Prospetti supplementari 98. Rendiconto finanziario 99. Variazioni del patrimonio netto 100. Movimenti nelle partecipazioni 101. Titoli quotati: raffronto con le quotazioni di borsa 107. Rivalutazioni contenute nelle immobilizzazioni 108 IL GRUPPO - Prospetti contabili consolidati e commenti 109. Stato patrimoniale 110. Conto economico 114. Forma e contenuto 116 Informazioni sullo stato patrimoniale 117. Informazioni sul conto economico 137. Altre informazioni Prospetti supplementari 145. Rendiconto finanziario 146. Variazioni del patrimonio netto 147. Raccordo tra i dati della Pirelli & C. S.p.A. e i dati del consolidato di Gruppo al 30/6/ Elenco delle imprese incluse nel Bilancio Consolidato 149 Relazione della Società di Revisione sulla revisione contabile limitata della Relazione semestrale al 30/06/

4 2 PIRELLI & C. S.p.A. Consiglio di Amministrazione Presidente Onorario Leopoldo Pirelli Presidente Vice Presidente Vice Presidente Amministratori Delegati e Direttori Generali Marco Tronchetti Provera Alberto Pirelli Carlo Alessandro Puri Negri Carlo Buora Giovanni Ferrario Amministratori Carlo Acutis * Gilberto Benetton Carlo De Benedetti * Gabriele Galateri di Genola Giuseppe Gazzoni-Frascara * Mario Greco Georg F. Krayer * Giulia Maria Ligresti Massimo Moratti Luigi Orlando Giovanni Perissinotto Giampiero Pesenti * Ennio Presutti * Maurizio Romiti ** Carlo Secchi * Vincenzo Sozzani Frank Vischer * * Amministratore indipendente ** Il dott. Maurizio Romiti ha rassegnato le dimissioni dal Consiglio di Amministrazione di Pirelli & C. S.p.A. con efficacia dal 15 settembre Segretario del Consiglio Carlo Montagna Collegio Sindacale Presidente Luigi Guatri Sindaci effettivi Roberto Bracchetti Paolo Francesco Lazzati Sindaci supplenti Franco Ghiringhelli Sebastiano Guido Direttori Generali Settore Cavi e Sistemi Energia Valerio Battista Settore Pneumatici Francesco Gori Amministrazione e Controllo Claudio De Conto Finanza Luciano Gobbi Società di Revisione PricewaterhouseCoopers S.p.A

5 3 INFORMAZIONI SULLA GESTIONE Andamento del Gruppo I primi sei mesi del 2004 mostrano per il Gruppo Pirelli & C. S.p.A. un significativo miglioramento di tutti gli indicatori economici e finanziari. A livello consolidato, i ricavi del Gruppo nel primo semestre ammontano ad Euro milioni, in crescita dell 8,3% rispetto allo stesso periodo del 2003 e con incrementi in tutti i settori di attività. Su base omogenea, al netto degli effetti dovuti ai cambi ed al prezzo dei metalli, i ricavi crescono del 5,1%. Il risultato operativo consolidato si attesta ad Euro 190 milioni con un incremento di circa il 34% sul valore del primo semestre 2003, pari ad Euro 142 milioni. L incidenza sul fatturato è pari al 5,3% in ulteriore crescita rispetto al 4,3% del primo semestre Va ricordato che il primo semestre 2003 aveva beneficiato degli effetti positivi della transazione conclusa con Ciena relativa alla controversia sull utilizzo di brevetti da parte di quest ultima per un valore di Euro 10 milioni. In questo primo semestre 2004, l effetto di Olimpia S.p.A. è stato positivo per Euro 52 milioni (negativo per Euro 45 milioni nei primi sei mesi del 2003) grazie ai dividendi di Telecom Italia S.p.A. contabilizzati al momento dell incasso avvenuto nel secondo trimestre 2004, in contrapposizione agli oneri finanziari di competenza del periodo. Il risultato netto consolidato è pari ad Euro 131 milioni contro una perdita di Euro 21 milioni del primo semestre Escludendo l effetto di Olimpia il risultato netto è pari ad Euro 79 milioni contro Euro 24 milioni. Il risultato netto di competenza è pari ad Euro 112 milioni contro una perdita di Euro 36 milioni.

6 4 La posizione finanziaria del Gruppo al 30 giugno 2004 è negativa per Euro milioni, in aumento rispetto ad Euro di fine 2003 ma in linea con gli obiettivi, tenuto conto della stagionalità dei business industriali, della distribuzione di dividendi (Euro 132 milioni), dell operazione che ha visto Pirelli esercitare il diritto di acquisto di oltre 47 milioni di azioni Telecom Italia S.p.A. (Euro 110 milioni) e della sottoscrizione dell aumento di capitale di Eurostazioni S.p.A. (Euro 33 milioni). L andamento delle attività industriali nel primo semestre mostra un significativo miglioramento del risultato operativo, grazie soprattutto alle performance del Settore Pneumatici, che ha fatto registrare il miglior trimestre negli ultimi dieci anni in termini di redditività, ed al raddoppio del risultato nel Settore Cavi e Sistemi Energia che beneficia sia delle azioni di riorganizzazione sia della focalizzazione sui segmenti a maggior valore. Nel Settore Cavi e Sistemi per Telecomunicazioni, ad una marcata pressione sui prezzi dei cavi e delle fibre ottiche si contrappone la crescita, in termini sia di volumi sia di redditività, delle nuove attività Telecom Systems il cui fatturato del primo semestre 2004 eguaglia il dato dell intero esercizio 2003 (circa Euro 28 milioni). Nel settore immobiliare il risultato comprensivo dei risultati pro quota da partecipazioni ammonta ad Euro 66 milioni, rispetto ad Euro 53 milioni dello stesso periodo del 2003, con una crescita del 24%.

7 5 La Capogruppo Pirelli & C. S.p.A. Il risultato netto della Capogruppo Pirelli & C. S.p.A. al 30 giugno 2004 evidenzia una perdita pari ad Euro 55 milioni rispetto ad una perdita di Euro 44 milioni del primo semestre Il risultato è stato determinato sostanzialmente da oneri finanziari e svalutazioni di partecipazioni, non controbilanciati dai dividendi delle controllate che, registrati per competenza, verranno recepiti nel bilancio al 31 dicembre Lo scorso anno il risultato beneficiava inoltre degli effetti positivi della transazione conclusa con Ciena relativa alla controversia sull utilizzo di brevetti da parte di quest ultima per un valore di Euro 10 milioni. Fatti di rilievo avvenuti nel semestre In gennaio Pirelli ha finalizzato l acquisto da Cisco Systems della quota del 10% di Pirelli Submarine Telecom Systems Holding B.V. ad essa ceduta nel 2000 per un controvalore di circa 75 milioni di dollari. Tale operazione è avvenuta a seguito dell esercizio da parte di Cisco Systems del diritto previsto dagli accordi perfezionati il 3 agosto 2000 a rivendere a Pirelli la suddetta quota per lo stesso ammontare. Pirelli pertanto detiene, dopo l operazione, l intera quota. In gennaio Pirelli si è aggiudicata due importanti contratti per la fornitura, attraverso il system integrator TCIL (Telecommunications Consultants of India), di km di cavi OPGW (Optical Ground Wire) e di servizi all utility algerina Sonelgaz. Attraverso questi due progetti, Sonelgaz sarà in grado di realizzare una nuova rete di telecomunicazioni a banda larga per la trasmissione di voce, dati e servizi multimediali che favorirà lo sviluppo dell Algeria.

8 6 In marzo Pirelli Cables Ltd consociata inglese di Pirelli Cavi e Sistemi Energia S.p.A. e Draka Holding N.V. hanno firmato un accordo di lungo periodo in base al quale Pirelli fornirà a Draka cavi a bassa tensione per il mercato inglese, destinati al cablaggio elettrico degli edifici civili ed industriali. Nel corso dei primi sette mesi del 2004 sono stati esercitati n warrant Pirelli & C. S.p.A (pari allo 0,29% di quelli emessi). Conseguentemente sono state emesse n azioni ordinarie con l incasso di Euro 0,6 milioni. Si è conclusa il 1 marzo 2004 l offerta pubblica di vendita e quotazione del Tecla Fondo Uffici, il primo fondo quotato ad apporto privato promosso da Pirelli Real Estate S.g.r. S.p.A., con una domanda che ha ecceduto l offerta del 44% ed una oversubscription sia nell ambito dell Offerta Pubblica che nel Collocamento Istituzionale, con oltre adesioni. Il prezzo di offerta è stato fissato in Euro 505 per quota. Il 29 marzo Pirelli RE e Morgan Stanley hanno firmato un accordo di principio che prevede la realizzazione di una piattaforma strategica dedicata all acquisizione ed alla gestione dei non performing loans (crediti in contenzioso garantiti da ipoteche). In data 6 agosto 2004 l intesa sopra menzionata è stata poi attuata con la firma di un accordo per la realizzazione della joint venture tra Pirelli RE e Morgan Stanley Real Estate Funds (MSREF) nel settore dei non performing loans, già definito nelle sue linee fondamentali nel primo semestre dell anno. In base all accordo SIB (MSREF) e Pirelli RE Credit Servicing si fonderanno creando il primo operatore in Italia nella gestione dei non performing loans. Tale società sarà partecipata da MSREF al 51% e da Pirelli RE al 49%, con un opzione di put&call sul 51% dal gennaio Pirelli RE acquisterà il 15% del portafoglio di non performing loans di circa 2,5 miliardi di Euro di gross book value di proprietà di MSREF.

9 7 L accordo prevede inoltre che a rafforzamento della partnership strategica MSREF acquisterà da Pirelli RE il 2,1% circa del suo capitale, ad un prezzo di Euro 28,9 per azione. Il closing dell intera operazione è previsto entro la fine del mese di novembre, subordinatamente all approvazione dell Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, nonché da parte di Banca Italia e dei Trustee delle cartolarizzazioni in essere. In data 5 aprile Pirelli Cavi e Sistemi Energia si è aggiudicata la realizzazione, per conto della società elettrica di Singapore SP Power Assets Ltd, di un collegamento chiavi in mano ad alta tensione, del valore di circa Euro 50 milioni, per il potenziamento della rete elettrica del paese asiatico. Il progetto il più importante assegnato in Asia nel 2004 contribuirà a far fronte all incremento della domanda di energia elettrica a Singapore, garantendo notevoli vantaggi in termini di compensazione dei picchi nella domanda di energia elettrica. In data 6 aprile Pirelli, attraverso la controllata Pirelli Finance Luxembourg S.A., ha esercitato il diritto ad acquistare n azioni ordinarie Telecom Italia (pari allo 0,46% del capitale sociale ordinario) al prezzo unitario di esercizio di Euro 2,12 per un controvalore di Euro 100 milioni circa, come previsto dal contratto di call option su titoli Telecom Italia stipulato nel novembre 2001 con JPMorgan. In data 8 aprile è stata perfezionata l acquisizione da Beni Stabili di 4 immobili a destinazione mista situati nel centro di Napoli, per un valore di Euro 46,1 milioni, gli immobili sono stati acquistati dalla società Tau, ceduta in data 29 giugno 2004 alla società di trading Orione partecipata da Pirelli RE con una quota di minoranza qualificata.

10 8 In data 28 aprile, presso la sede di Borsa Italiana, è stato presentato il Manuale dell Azionista Pirelli & C. S.p.A. che nasce con l intento di aggiornare i lettori sul sistema di governo d impresa (corporate governance) della Società: dall adesione integrale alle raccomandazioni del Codice di Autodisciplina delle società quotate, alla razionalizzazione della struttura societaria che ha trasferito in capo ad un unica holding operativa tutte le principali attività: dall adozione del Codice Etico alla messa a punto di un Sistema di Controllo Interno rigoroso e moderno e di un sistema di gestione ambientale e di corporate social responsibility fra i più avanzati; fino alla decisione di proporre all Assemblea una serie di modifiche allo Statuto per favorire ulteriormente la partecipazione di tutti gli Azionisti alla vita sociale. Tra queste, in particolare, quella volta ad introdurre il voto di lista per la nomina del Consiglio di Amministrazione. In data 29 aprile Pirelli & C. S.p.A. ha sottoscritto un aumento di capitale nella società Eurostazioni S.p.A. per Euro 33,3 milioni. Contemporaneamente Eurostazioni ha rimborsato il finanziamento soci in essere per un importo di Euro 33,4 milioni. In data 30 aprile Pirelli RE in joint venture con Morgan Stanley Real Estate Funds (67% MSREF, 33% Pirelli RE) ha perfezionato l acquisizione, per un valore di Euro 147,8 milioni, di 8 strutture commerciali situate nel centro e nel nord Italia, dalla superficie complessiva di oltre mq e concesse in locazione ad una primaria società attiva nella grande distribuzione. L operazione conclusa a seguito di una procedura competitiva rientra nella più ampia strategia di Pirelli RE di incremento degli investimenti diretti nel settore delle strutture con destinazione specifica retail & entertainment finalizzata alla costituzione di fondi immobiliari ad apporto specializzati in tale tipologia di immobili.

11 9 In data 6 maggio Alcatel e Pirelli hanno firmato un accordo che riguarda i rispettivi settori dei sistemi sottomarini per telecomunicazioni. L accordo prevede che Alcatel acquisti alcune attività di Pirelli in questo business e che le siano concessi alcuni diritti di proprietà intellettuale nel medesimo settore. Al contempo, Pirelli acquisterà una partecipazione del 5% nel business dei sistemi sottomarini per telecomunicazioni di Alcatel con un opzione incrociata di put&call. L operazione è stata perfezionata in data 26 agosto, dopo aver ottenuto il via libera dell Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato italiana. In data 21 giugno Generali Properties, Pirelli & C. Real Estate e Lehman Brothers hanno acquistato un portafoglio di 36 immobili dislocati su tutto il territorio nazionale (in città quali Torino, Udine, Mantova, Livorno, Lecce e Catania) e facenti parte del patrimonio di proprietà del Gruppo Generali, per un valore di Euro 272 milioni. L operazione è stata conclusa attraverso la società Solaris, partecipata con quote del 40% da Generali Properties e da Pirelli RE e al 20% da Lehman Brothers. Il 30 giugno ha preso il via Cloe Fondo Uffici, il primo fondo comune di investimento immobiliare ad apporto destinato ad investitori qualificati istituito e gestito da Pirelli RE SGR. Cloe Fondo Uffici è costituito da 39 immobili ad uso terziario-uffici per un valore di mercato di Euro 877,5 milioni, determinato dalla perizia degli esperti indipendenti CB Richard Ellis. Gli immobili sono collocati in posizioni centrali e semicentrali per oltre il 70% a Milano e Roma e per la restante parte nelle altre principali città italiane. La durata del fondo è fissata in sette anni (più eventuali altri tre per completare la liquidazione del patrimonio).

12 10 IL GRUPPO Il consolidato di Gruppo al 30 giugno 2004 si può riassumere come segue: (in milioni di euro) 30/06/ /06/ /12/2003. Vendite Margine operativo lordo % su vendite 10,2% 9,8% 9,4%. Risultato operativo % su vendite 5,3% 4,3% 4,0%. Risultato da partecipazioni 77 (22) (51). Risultato operat.comprens.del ris. da partecipaz Oneri/proventi finanziari (55) (74) (134). Oneri/proventi straordinari (7) (2) (9). Oneri fiscali (74) (65) (70). Risultato netto 131 (21) 4 % su vendite 3,7% n.s. 0,1%. Risultato netto di pertinenza di Pirelli & C. S.p.A. 112 (36) (39). Risultato netto di pertinenza per azione (in euro) 0,03 (0,01) (0,01). Patrimonio netto Patrimonio netto di pertinenza di Pirelli & C. S.p.A Patrimonio netto di pertinenza per azione (in euro) 0,99 1,01 0,99. Posizione finanziaria netta (attiva)/passiva Investimenti Spese di ricerca e sviluppo Dipendenti n. (a fine periodo) Stabilimenti n Azioni ordinarie di Pirelli & C.. S.p.A. (n. milioni) 3.326, , ,6. Azioni di risparmio di Pirelli & C. S.p.A. (n. milioni) 134,8 134,8 134,8. Totale azioni in circolazione 3.461, , ,4

13 11 Per una maggiore comprensione dell andamento del Gruppo nei suoi diversi settori di attività, si forniscono di seguito i dati economici e la posizione finanziaria netta suddivisi per settori di attività. (in milioni di euro) Cavi e Sistemi Energia Cavi e Sistemi Telecom Pneumatici AGGR. INDUSTR. 30/06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/2003. Vendite Margine operativo lordo (2) % su vendite 6,5% 5,3% 0,0% n.s. 14,8% 14,5% 10,2% 9,4%. Risultato operativo (15) (21) % su vendite 3,7% 2,1% n.s. n.s. 9,4% 8,5% 5,9% 4,4%. Risultato da partecipazioni - (1) (1). Ris.operat. comp. ris. partecipaz (15) (21) Oneri/proventi finanziari (15) (15) (6) (9) (19) (25) (40) (49). Oneri/proventi straordinari (1) 7 (1) 1-10 (2) 18. Oneri fiscali (14) (9) (1) - (51) (39) (66) (48). Risultato netto 24 9 (23) (29) % su vendite 1,7% 0,7% n.s. n.s. 5,1% 5,0% 2,6% 1,8%. Posiz.Fin. netta (attiva)/passiva (in milioni di euro) Aggregato industriale Pirelli & C. Real Estate Altro TOTALE 30/06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/ /06/2003. Vendite (17) (32) Margine operativo lordo (11) (2) % su vendite 10,2% 9,4% 10,2% 9,8%. Risultato operativo (29) * (22) % su vendite 5,9% 4,4% 5,3% 4,3%. Risultato da partecipazioni - (1) ** (45) 77 (22). Ris.operat. comp. ris. partecipaz (67) Oneri/proventi finanziari (40) (49) 2 (17) (25) (55) (74). Oneri/proventi straordinari (2) 18 (5) - (20) (7) (2). Oneri fiscali (66) (48) (13) (13) 5 (4) (74) (65). Risultato netto (4) (116) 131 (21) % su vendite 2,6% 1,8% 3,7% n.s.. Posiz.Fin. netta (attiva)/passiva * di cui ammortamenti goodwill su acquisti azioni Pirelli Spa Euro 13 milioni (Euro 13 milioni nel 2003) ** valutazione ad equity di Olimpia S.p.A. utile di Euro 52 milioni (perdita di Euro 45 milioni del 2003)

14 12. Vendite Pari ad Euro milioni hanno registrato un incremento del 8,3% rispetto a quelle della prima metà dell esercizio precedente (Euro milioni). Se si escludono gli effetti della variazione dei cambi (- 1,6%), del pareggiamento dei metalli nel business Energia (+ 4,8%), la variazione effettiva è pari a + 5,1%. La ripartizione per settore e per area geografica di destinazione è la seguente: Settore 1 sem sem Area Geografica 1 sem sem Cavi e Sistemi Energia 41% 40% Italia 22,0% 26,4% Cavi e Sistemi Telecom 6% 7% Resto Europa 44,2% 39,2% Nord America 9,5% 9,4% Pneumatici 45% 45% Centro e Sud America 13,5% 11,9% Immobiliare 8% 8% Australia, Africa e Asia 10,8% 13,1%. Margine operativo lordo Il margine operativo lordo è pari ad Euro 364 milioni (10,2% delle vendite), contro Euro 322 milioni del primo semestre 2003 (9,8% delle vendite).. Risultato operativo E pari ad Euro 190 milioni rispetto ad Euro 142 milioni del primo semestre Il rapporto sulle vendite è pari al 5,3% (4,3% nel 2003).

15 13 L aggregato delle attività industriali ha registrato un risultato di Euro 193 milioni pari al 5,9% delle vendite, contro Euro 135 milioni del primo semestre 2003 (4,4% delle vendite), con un incremento del 43%. Il settore immobiliare mostra un risultato pari ad Euro 26 milioni allineato al primo semestre del Nel risultato del primo semestre 2003 erano compresi gli effetti positivi della transazione conclusa con Ciena relativa alla controversia sull utilizzo di brevetti da parte di quest ultima (Euro 10 milioni). La variazione è principalmente imputabile a: Risultato operativo 30/6/ Effetto cambio (5). Prezzi (escluso metalli)/mix (17). Volumi 66. Costo unitario fattori produttivi (32). Efficienze 39. Ammortamenti 7. Altro (10) 48 Risultato operativo 30/6/ Risultato da partecipazioni La voce, che comprende l effetto del risultato delle società valutate con il metodo del patrimonio netto, presenta un saldo positivo di Euro 77 milioni contro una perdita di Euro 22 milioni del primo semestre 2003.

16 14 In particolare comprende l effetto di Olimpia S.p.A. che, grazie ai dividendi di Telecom Italia S.p.A. incassati e contabilizzati nel mese di maggio 2004, è stato positivo per Euro 52 milioni (perdita di Euro 45 milioni nel primo semestre 2003) e i risultati delle società del settore immobiliare positivi per Euro 40 milioni (Euro 24 milioni nel primo semestre 2003). L importo comprende inoltre la svalutazione della partecipazione in F.C. Internazionale Milano S.p.A. per Euro 10 milioni.. Oneri e proventi finanziari La voce presenta un saldo negativo di Euro 55 milioni contro Euro 74 milioni dello stesso periodo del 2003 in miglioramento rispetto all anno precedente per effetto sia dei maggiori dividendi incassati sia del minor indebitamento netto medio del periodo.. Oneri e proventi straordinari Il saldo oneri/proventi straordinari è negativo per Euro 7 milioni rispetto ad un saldo negativo pari ad Euro 2 milioni del primo semestre Risultato netto E positivo per Euro 131 milioni (dopo oneri fiscali per Euro 74 milioni) contro un risultato negativo di Euro 21 milioni del primo semestre 2003 (dopo oneri fiscali per Euro 65 milioni). La quota di risultato netto di competenza di Pirelli & C. S.p.A. al 30 giugno 2004 è positiva per Euro 112 milioni contro una perdita di Euro 36 milioni dei primi sei mesi del 2003.

17 15. Patrimonio netto Il patrimonio netto di competenza di Pirelli & C. S.p.A. al 30 giugno 2004 è pari ad Euro milioni (Euro 0,99 per azione) in aumento rispetto ad Euro milioni del 31 dicembre 2003 (Euro 0,99 per azione). Il totale del patrimonio netto passa da Euro milioni al 31 dicembre 2003 ad Euro milioni al 30 giugno 2004; le variazioni possono essere così sintetizzate: (in milioni di euro). Differenza da conversione 21. Risultato del periodo 131. Dividendi erogati a terzi pagati da: (132) - Pirelli & C. S.p.A. / Pirelli S.p.A. (109) - Pirelli & C. Real Estate (19) - Altre Società del Gruppo (4). Acquisto azioni proprie Real Estate (10). Altre variazioni (3) 7. Posizione finanziaria netta E passiva per Euro milioni ed in aumento rispetto agli Euro milioni al 31 dicembre 2003, ma in linea con gli obiettivi del periodo , tenuto conto degli effetti legati alla distribuzione di dividendi per Euro 132 milioni, all esercizio del diritto di acquisto di oltre 47 milioni di azioni Telecom Italia per Euro 110 milioni ed alla sottoscrizione dell aumento di capitale di Eurostazioni S.p.A. per Euro 33 milioni.

18 16 La variazione di Euro 302 milioni è spiegata dall analisi del flusso di cassa seguente:. Risultato operativo 190. Ammortamenti 174. Gestione netta investimenti: (169) - immateriali/materiali (123) - finanziari (46). Variazione capitale di funzionamento (88). Variazione fondi ed altro (6). Free cash flow 101 (in milioni di euro). Acquisizione azioni Telecom Italia (110). Oneri e proventi finanziari (55). Oneri e proventi straordinari (7). Oneri e proventi fiscali (74). Dividendi erogati (132). Altro (25). Cash flow netto (302). Variazioni del patrimonio netto 1. Totale variaz. patrimonio netto 1. Differenze da conversione (1). Variazione posizione finanziaria netta (302). Investimenti in beni patrimoniali Ammontano ad Euro 113 milioni contro Euro 119 milioni del primo semestre Il rapporto con gli ammortamenti è di 0,84 (0,85 nel 2003).

19 17. Spese di ricerca e sviluppo I costi sostenuti dal Gruppo, completamente spesati in conto economico, passano da Euro 104 milioni del primo semestre 2003 (3,4% sulle vendite dell aggregato industriale) ad Euro 106 milioni del primo semestre 2004 (3,2% sulle vendite dell aggregato industriale).. Dipendenti Pari a unità al 30 giugno 2004, contro unità del 31 dicembre 2003, in aumento di 783 unità. La variazione è composta dall aumento di 988 lavoratori temporanei (di cui 642 unità nel settore Pneumatici, 293 nel settore Cavi e Sistemi Energia e 53 unità nel settore Cavi e Sistemi Telecom) e dalla riduzione 205 unità relative a lavoratori con contratto a tempo indeterminato.. Stabilimenti Rimangono invariati rispetto al 31 dicembre 2003.

20 18 Operazioni con parti correlate Con riferimento alle comunicazioni Consob n del 20 febbraio 1997 e n del 27 febbraio 1998, aventi per oggetto i rapporti intrattenuti dalle imprese del Gruppo con le parti correlate, si informa che tutte le operazioni poste in essere, comprese quelle tra la Capogruppo e le sue controllate nonché tra le controllate stesse, rientrano nella gestione ordinaria del Gruppo, sono regolate a condizioni di mercato e non si rilevano operazioni di carattere atipico ed inusuale ovvero in potenziale conflitto di interesse. Gli effetti derivanti dai rapporti tra Pirelli & C. S.p.A. e le sue controllate, sono evidenziati nel bilancio della stessa Capogruppo e nella nota integrativa e, così come quelli relativi a rapporti tra le controllate, sono intereliminati ai fini della redazione del bilancio consolidato. Si segnalano, ai fini di una completa informativa, i rapporti in essere nel primo semestre 2004 tra il Gruppo Pirelli & C. S.p.A. ed il Gruppo Telecom S.p.A.. Tali rapporti rientrano nell ordinaria gestione, sono regolati a condizioni di mercato e non si rilevano operazioni di carattere atipico ed inusuale, ovvero in potenziale conflitto d interessi: ricavi per beni e servizi, relativi a forniture di cavi per telecomunicazioni e servizi resi da Pirelli & C. S.p.A., Shared Service Center S.c.r.l. e Pirelli & C. Real Estate S.p.A. (Euro 110 milioni); costi per beni e servizi, relativi essenzialmente a servizi telefonici, informatici e alla fornitura di energia elettrica (Euro 22 milioni); crediti, relativi alle forniture dei beni e servizi sopra descritti (Euro 73 milioni); debiti, relativi ai servizi telefonici, informatici ed alla fornitura di energia elettrica sopra descritti (Euro 26 milioni).

21 19 Fatti di rilievo avvenuti dopo la fine del semestre In data 8 luglio Rizzoli Corriere della Sera MediaGroup S.p.A. ha ceduto proquota agli altri partecipanti al patto di Sindacato di Blocco Azioni Pirelli & C. S.p.A. (ad eccezione di Sinpar S.A. che non ha esercitato il diritto di rilievo ad essa spettante), n azioni ordinarie Pirelli & C. S.p.A. e n warrant azioni ordinarie Pirelli & C. S.p.A dalla stessa già conferiti al patto. Il prezzo unitario, pari in conformità a quanto stabilito dal patto alla media delle quotazioni di Borsa registrate negli ultimi tre mesi, è stato di Euro 0,825 per ciascuna azione e di Euro 0,090 per ciascun warrant. In data 9 luglio Pirelli & C. ha acquistato n azioni di RCSMediaGroup S.p.A. poste in vendita da Gemina S.p.A., pari all 1,01% del capitale, per un controvalore complessivo di circa Euro 33 milioni. A seguito di tale operazione, Pirelli & C. detiene il 2,92% del capitale ordinario di RCSMediaGroup, interamente vincolato al Patto di Sindacato; il prezzo medio unitario delle azioni RCSMediaGroup nel portafoglio di Pirelli & C. è pari a 2,74 euro. In data 14 luglio Pirelli ha ceduto la propria partecipazione non di controllo (50%) in Afcab Holdings, azionista unico del produttore sudafricano di cavi per l energia African Cables Limited, alla società controllante Reunert Limited per una somma di Rand 165,75 milioni (circa Euro 22 milioni) realizzando una plusvalenza di circa Euro 7 milioni. Afcab Holdings era inizialmente una joint-venture tra Siemens e Reunert, gruppo sudafricano di elettronica. Pirelli aveva rilevato la partecipazione nel 1998, nell ambito dell acquisizione delle attività di Siemens nel settore cavi energia. Pirelli ha deciso di cedere la propria quota della società, di cui non aveva la gestione, preferendo focalizzarsi su mercati più strategici. L operazione sarà perfezionata una volta ottenuta l approvazione delle autorità competenti.

22 20 In data 23 luglio 2004, Spazio Industriale 2, joint venture tra Pirelli RE (25%) e Soros Real Estate Investors (75%), ha firmato un accordo preliminare per l acquisto da Excelsia Otto (società controllata dal fondo DB Real Estate Global Opportunities, gestito da Deutsche Bank e da CDC-IXIS) di 26 immobili ex Enel, per un importo di circa Euro 93 milioni. In data 28 luglio Pirelli & C. S.p.A. si è conclusa con pieno successo il collocamento presso investitori istituzionali italiani ed esteri di n azioni Pirelli & C. Real Estate S.p.A. (pari all 8,37% del capitale). Deutsche Bank AG London, incaricata di seguire il collocamento, ha reso noto a Pirelli & C. S.p.A. che la domanda di azioni Pirelli & C. Real Estate da parte degli investitori ha superato ampiamente l offerta e che il prezzo di collocamento è stato pari ad Euro 27,25 per azione. La plusvalenza lorda realizzata dal Gruppo nel bilancio consolidato ammonta ad oltre Euro 56 milioni; il regolamento dell operazione è avvenuto il 3 agosto In data 2 settembre il Ministero dell Economia e delle Finanze ha comunicato che a Pirelli Real Estate SGR sarà delegata la gestione di uno dei tre portafogli nei quali verrà suddiviso il fondo di investimento in immobili pubblici ad uso non residenziale di prossima costituzione e dal valore di mercato atteso tra Euro 3,5 e 4 miliardi.

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli