PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche."

Transcript

1 Prefazione Guida alla documentazione 1 SIMATIC S7-1500, ET 200MP, ET 200SP, ET 200AL, ET 200pro, ET 200eco PN Manuale di guida alle funzioni Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2 Rappresentazione dei valori analogici 3 Collegamento di trasduttori di misura 4 Termocoppie 5 Collegamento di carichi/attuatori 6 Funzioni supportate 7 Moduli analogici High-Speed 8 06/2014 A5E AC

2 Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli di rischio. PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. AVVERTENZA il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte o gravi lesioni fisiche. CAUTELA indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare lesioni fisiche non gravi. ATTENZIONE indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali. Nel caso in cui ci siano più livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello più elevato. Se in un avviso di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, può anche essere contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali. Personale qualificato Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione può essere adoperato solo da personale qualificato per il rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virtù della sua formazione ed esperienza, è in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili pericoli. Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens Si prega di tener presente quanto segue: AVVERTENZA I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi d impiego previsti nel catalogo e nella rispettiva documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto, un magazzinaggio, un installazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione appropriati e a regola d arte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione. Marchio di prodotto Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi può violare i diritti dei proprietari. Esclusione di responsabilità Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti. Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche vengono inserite nelle successive edizioni. Siemens AG Industry Sector Postfach NÜRNBERG GERMANIA A5E AC P 07/2014 Con riserva di modifiche Copyright Siemens AG Tutti i diritti riservati

3 Prefazione Scopo della documentazione Nella presente documentazione sono descritti argomenti generali che non riguardano un prodotto specifico. Oltre alle informazioni introduttive relative all'elaborazione del valore analogico, il presente manuale contiene i seguenti argomenti: Collegamento di trasduttori di misura agli ingressi analogici Collegamento di attuatori/carichi alle uscite analogiche Compensazione della temperatura del giunto freddo Calibrazione di un modulo analogico Opzioni di diagnostica di un modulo analogico Moduli analogici high-speed Nozioni di base necessarie Per poter comprendere la documentazione si presuppongono le seguenti conoscenze: Conoscenze generali nel campo della tecnica di automazione Conoscenze dell'elaborazione del valore analogico (tecnologia analogica) Conoscenze del sistema di automazione industriale SIMATIC Conoscenze sull'uso di STEP 7 (TIA Portal) Campo di validità della documentazione Il presente manuale è valido come documentazione di base per tutte le unità di ingressi e uscite analogici delle famiglie di prodotti S7-1500, ET 200MP, ET 200SP, ET 200AL, ET 200pro e ET 200eco PN. Modifiche rispetto alla versione precedente Rispetto alla versione precedente (edizione 12/2013) sono state apportate le seguenti modifiche/integrazioni: Estensione del campo di validità al sistema di periferia decentrata ET 200AL Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 3

4 Prefazione Convenzioni STEP 7: nella presente documentazione il nome "STEP 7" viene utilizzato come sinonimo di "STEP 7 a partire dalla versione V12 (TIA Portal)" e versioni successive. La presente documentazione contiene illustrazioni dei dispositivi descritti. Le riproduzioni possono differire nei particolari dal prodotto fornito. Osservare le note contrassegnate nel modo seguente: Nota Un'avvertenza contiene importanti informazioni su una parte di documentazione alla quale occorre prestare particolare attenzione. Ulteriore supporto Ulteriori informazioni relative ai prodotti SIMATIC sono disponibili in Internet. Anche le relative documentazioni si trovano in Internet. La documentazione tecnica relativa ai singoli prodotti SIMATIC e sistemi è disponibile in Internet (http://www.siemens.com/simatic-tech-doku-portal). Il catalogo online e il sistema di ordinazione online si trovano in Internet (http://mall.automation.siemens.com): Indicazioni di sicurezza Siemens commercializza prodotti di automazione e di azionamento per la sicurezza industriale che contribuiscono al funzionamento sicuro di impianti, soluzioni, macchinari, apparecchiature e/o reti. Questi prodotti sono componenti essenziali di una concezione globale di sicurezza industriale. In quest ottica i prodotti Siemens sono sottoposti ad un processo continuo di sviluppo. Consigliamo pertanto di controllare regolarmente la disponibilità di aggiornamenti relativi ai prodotti. Per il funzionamento sicuro di prodotti e soluzioni Siemens è necessario adottare idonee misure preventive (ad es. un concetto di protezione di cella) e integrare ogni componente in un concetto di sicurezza industriale globale all avanguardia. Considerare in questo contesto anche i prodotti impiegati da altri costruttori. Per ulteriori informazioni sulla sicurezza industriale, vedere qui (http://www.siemens.com/industrialsecurity). Per restare informati sugli aggiornamenti cui vengono sottoposti i nostri prodotti, suggeriamo di iscriversi ad una newsletter specifica del prodotto. Per ulteriori informazioni, vedere qui (http://support.automation.siemens.com). 4 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

5 Indice del contenuto Prefazione Guida alla documentazione Nozioni utili sulla tecnologia analogica Panoramica Precisione/risoluzione Normalizzazione dei valori analogici Denormalizzazione dei valori analogici Errore di linearità Precisione di ripetibilità Limite errore di esercizio ed errore di base Errore di temperatura Soppressione frequenza disturbo Interferenze di modo comune (UCM) Interferenze di modo normale (USM) Soppressione della tensione di disturbo Diafonia tra i canali Diagnostica Stato del valore Tempo di conversione di un modulo analogico Tempo di ciclo di un modulo analogico Tempo di assestamento e di risposta delle unità di uscite analogiche Livellamento Carico con convertitori di misura a 2 fili Rappresentazione dei valori analogici Panoramica Rappresentazione delle aree di ingresso Rappresentazione delle aree di uscita Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 5

6 Indice del contenuto 4 Collegamento di trasduttori di misura Panoramica Collegamento di ingressi analogici con collegamento MANA Collegamento di ingressi analogici senza collegamento MANA Collegamento di trasduttori di tensione Collegamento di trasduttori di corrente Collegamento di termoresistenze e resistenze Collegamenti di termocoppie Termocoppie Scelta delle termocoppie Struttura e funzionamento delle termocoppie Compensazione della temperatura del giunto freddo Panoramica Compensazione tramite il giunto freddo interno Compensazione tramite il canale di riferimento del modulo Compensazione canale di riferimento del gruppo Compensazione tramite temperatura di riferimento fissa Compensazione tramite temperatura di riferimento dinamica Compensazione esterna o non eseguita Tipo di compensazione RTD (0) Collegamento di carichi/attuatori Panoramica Collegamento di carichi/attuatori Funzioni supportate Calibrazione dei moduli analogici Panoramica Calibrazione dei moduli analogici Interruzione della calibrazione Reset delle impostazioni di fabbrica dei moduli analogici Moduli analogici High-Speed Nozioni di base Moduli ST e moduli HS a confronto Indice analitico Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

7 Guida alla documentazione 1 Introduzione La documentazione dei prodotti SIMATIC ha una struttura modulare e contiene argomenti relativi al sistema di automazione. La documentazione completa per i sistemi S7-1500, ET 200MP, ET 200SP, ET 200AL, ET 200pro e ET 200eco PN è costituita dai relativi manuali di sistema, di guida alle funzioni e del prodotto. Panoramica della documentazione supplementare relativa all'argomento 'Elaborazione del valore analogico' La seguente tabella riporta ulteriori documentazioni che completano la presente descrizione per l'elaborazione del valore analogico. Tabella 1-1 Documentazione relativa all'argomento '' Argomento Documentazione Informazioni importanti Descrizione del sistema Manuale di sistema Sistema di automazione S (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Manuale di sistema Sistema di periferia decentrata ET 200SP (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Manuale di sistema Sistema di periferia decentrata ET 200MP (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Manuale di sistema ET 200AL distributed I/O system (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Istruzioni operative Sistema di periferia decentrata ET 200pro (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Istruzione operative Sistema di periferia decentrata ET 200eco PN (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Operazioni preliminari Montaggio Collegamento Messa in servizio Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 7

8 Guida alla documentazione Argomento Documentazione Informazioni importanti Configurazione di controllori immuni ai disturbi Manuale di guida alle funzioni Configurazione dei controllori immuni ai disturbi (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Nozioni di base Compatibilità elettromagnetica Protezione antifulmini Modulo analogico Manuale del rispettivo modulo analogico Collegamento Parametri Dati tecnici Set di dati dei parametri Tabelle dei valori analogici Manuali SIMATIC In Internet (http://www.siemens.com/automation/service&support) si possono scaricare gratuitamente tutti i manuali attuali relativi ai prodotti SIMATIC. 8 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

9 Nozioni utili sulla tecnologia analogica Panoramica Introduzione Lo scopo di questo capitolo è di spiegare all'utente le principali grandezze caratteristiche delle unità di ingressi e uscite analogici partendo dalle basi della tecnologia analogica. Le spiegazioni e gli esempi forniti nelle pagine seguenti rappresentano un riferimento ai manuali specifici del modulo analogico in uso e intendono agevolarne l'utilizzo. Segnali analogici e binari I segnali binari possono assumere solo due stati, stato 1 (tensione presente) o stato 0 (tensione mancante). Oltre ai segnali binari, nella tecnica di controllo devono spesso essere letti, elaborati ed emessi anche segnali analogici. Rispetto ai segnali binari, i segnali analogici assumono un numero qualsiasi di valori all'interno di una determinata area. Le grandezze analogiche possono essere ad es.: Temperatura Pressione Numero di giri Livello di riempimento Valore ph Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 9

10 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.1 Panoramica Trasduttori di misura I controllori possono elaborare valori analogici solo sotto forma di schema di bit. A tal fine i trasduttori di misura collegabili al modulo analogico rilevano le grandezze fisiche, ad es. pressione o temperatura. Il valore analogico viene misurato dal modulo di ingressi analogici sotto forma di corrente, tensione o resistenza. Perché la CPU possa elaborare il valore della corrente o della tensione rilevato, un convertitore analogico-digitale integrato nell'unità di ingressi analogici lo converte in un valore intero a 16 bit. A seconda del tipo di misura è possibile utilizzare i seguenti trasduttori di misura: Trasduttori di tensione Trasduttori di corrente Convertitore di misura a 2 fili Convertitore di misura a 4 fili Trasduttori di resistenza Connettore a 4 fili Connettore a 3 fili Connettore a 2 fili Termocoppie Per ulteriori informazioni sul collegamento dei diversi tipi di trasduttori agli ingressi analogici vedere il capitolo Collegamento di trasduttori di misura (Pagina 67). Esempio Per il rilevamento di un numero di giri viene utilizzato un trasduttore di misura che converte il campo del numero di giri di giri/min in un campo di tensione di V. Con un numero di giri misurato di 865 giri/min il trasduttore di misura emette un valore di tensione di 3,3 V. Il valore di tensione risultante si calcola nel modo seguente: Graficamente il valore della tensione rilevato si può rappresentare nel modo seguente: Figura 2-1 Rilevamento del numero di giri 10 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

11 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.1 Panoramica Conversione analogico-digitale Una CPU elabora le informazioni solo in formato digitale. Di conseguenza il valore analogico viene convertito in uno schema di bit. La conversione viene eseguita attraverso un CAD (convertitore analogico-digitale) integrato nell'unità di ingressi analogici. Nei prodotti SIMATIC il risultato di questa conversione per la CPU viene elaborato sempre come parola di 16 bit. Il CAD utilizzato digitalizza il segnale analogico da rilevare e ne approssima il valore in forma di una curva a gradini. I parametri più importanti di un CAD solo la relativa risoluzione e la velocità di conversione. 1 2 Figura 2-2 Valore analogico Valore digitale Approssimazione di un andamento analogico mediante una curva a gradini con risoluzione bassa e alta Conversione digitale-analogico Dopo che il segnale è stato elaborato nella CPU, un convertitore DAC (digitale-analogico) integrato converte il segnale analogico in un valore di corrente o di tensione. Il valore del segnale di uscita risultante corrisponde alla grandezza di uscita con cui vengono comandati gli attuatori analogici. Si può trattare ad es. di piccoli servoazionamenti o valvole proporzionali. Per ulteriori informazioni sul collegamento degli attuatori vedere il capitolo Collegamento di carichi/attuatori (Pagina 106). Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 11

12 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.1 Panoramica Grandezze caratteristiche importanti dei moduli analogici Per la scelta del modulo analogico adeguato sono particolarmente importanti, oltre al tipo e al campo di misura, l'accuratezza, la risoluzione e il tempo di conversione. Per alcuni campi di impiego, ad es. impianti che occupano spazi estesi, sono importanti anche la tensione di modo comune (Common Mode) e la separazione di potenziale tra i canali. Le grandezze caratteristiche qui elencate vengono approfondite nelle pagine seguenti. Elaborazione di segnali analogici La figura seguente mostra l'elaborazione dei segnali analogici in un PLC. Figura Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

13 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.2 Precisione/risoluzione 2.2 Precisione/risoluzione La risoluzione di un modulo analogico dipende dal convertitore utilizzato e dal suo circuito esterno. Il segnale analogico da acquisire o da emettere viene approssimato attraverso una curva a gradini. La risoluzione indica in quanti incrementi il valore analogico si suddivide su questa curva a gradini. Più alta è la risoluzione di un modulo, più bassi sono gli incrementi e più sensibilmente viene digitalizzato il segnale analogico. Approssimazione di un valore analogico Le figure seguenti mostrano l'approssimazione del valore analogico attraverso una curva a gradini. Se la risoluzione è bassa la curva vera e propria può essere approssimata solo grossomodo al segnale analogico (figura a sinistra), mentre con una risoluzione maggiore l'approssimazione migliora (figura a destra). 1 2 Valore analogico Valore digitale Figura 2-4 Approssimazione di un andamento analogico mediante una curva a gradini Rappresentazione del campo di misura con una risoluzione di 13 e 16 bit Se un modulo dispone di una risoluzione di 13 bit (= 12 bit + segno), un valore di misura unipolare viene suddiviso complessivamente in 2 12 = 4096 incrementi. Se il campo di misura va da 0 a 10 V il più piccolo valore rappresentabile, l'incremento, è di 10 V/4096, ovvero di 2,4 mv. Un modulo con risoluzione di 16 bit (= 15 bit + segno) fornisce un incremento di 0,3 mv. Se la risoluzione aumenta di un bit, il numero degli incrementi raddoppia mentre la larghezza di un incremento viene dimezzata. Se la risoluzione aumenta da 13 a 16 bit, il numero degli incrementi si ottuplica da 4096 a Con una risoluzione di 13 bit il valore minimo rappresentabile pertanto è 2,4 mv. Con una risoluzione di 16 bit invece il valore è 0,3 mv. Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 13

14 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.2 Precisione/risoluzione Campi di misura Quando rappresenta il campo di misura la CPU SIMATIC S7 distingue tra il campo nominale, il campo di sovra/sottocomando, l'overflow e l'underflow. Sulla base di questa distinzione si stabilisce se il valore di misura rientra nel campo specificato nei dati tecnici o lo ha superato. I campi overflow e underflow sono riservati al rilevamento degli errori. Con una risoluzione di 16 bit i incrementi teoricamente possibili vengono distribuiti in un campo di tensione di 11,852 V. Per la risoluzione di un campo di misura di 10 V restano quindi a disposizione incrementi. il che equivale a un valore minimo rappresentabile di 0,3617 mv (vedere tabella). Tabella 2-1 Esempio di risoluzione del campo di misura V di un modulo SIMATIC S7 Valore (incrementi) Campo di misura della corrente Decimale V Campo ,852 V Overflow ,759 V Campo di sovracomando ,0 V Campo nominale ,5 V 1 361,7 μv 0 0 V Non rilevante per questo esempio poiché non sono possibili valori negativi Campo di sottocomando Underflow Per una rappresentazione digitalizzata delle aree di ingresso, divisa in aree di ingresso bipolari e unipolari, consultare la sezione Rappresentazione delle aree di ingresso (Pagina 64). Per una rappresentazione digitalizzata delle aree di uscita, divisa in aree di uscita bipolari e unipolari, consultare la sezione Rappresentazione delle aree di uscita (Pagina 65). Una panoramica di tutti i campi di misura utilizzabili con i diversi moduli analogici è riportata nel manuale del prodotto specifico. 14 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

15 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.2 Precisione/risoluzione Campo di sovra e di sottocomando Nelle operazioni di regolazione con gradini elevati del segnale può accadere che la curva di assestamento di quest'ultimo abbandoni per qualche istante, fino al raggiungimento del setpoint, il campo nominale. I campi di sovra/sottocomando prevengono che con l'abbandono del campo nominale vengano emesse segnalazioni di errore. Tuttavia quando il segnale oltrepassa il campo di sovra/sottocomando e raggiunge quello dell'overflow o dell'underflow, viene diagnosticato lo stato di errore "Overflow" e "Underflow". Il campo di sovra/sottocomando corrisponde quindi a un campo di tolleranza compreso tra il campo nominale e l'overflow - underflow. Per maggiori informazioni sul tempo di assestamento consultare il capitolo Tempo di assestamento e di risposta delle unità di uscite analogiche (Pagina 54). La seguente immagine illustra il campo nominale, il campo di sovracomando e l'overflow di un campo di misura unipolare. Durante la fase di assestamento il segnale abbandona brevemente il campo nominale. 1 te t1 t2 Segnale di uscita analogico Tempo transitorio di assestamento del segnale sul setpoint Il modulo termina la conversione sul morsetto del canale di uscita analogico ed emette il segnale Il segnale si è assestato e la grandezza di uscita analogica specificata è raggiunta Precisione di un modulo analogico La precisione di un modulo analogico viene indicata in valore percentuale o assoluto, ad es. in K o C, e caratterizza l'errore complessivo del rilevamento del valore di misura. In conformità con la norma internazionale IEC 61131, sulla quale si basa anche la norma europea EN 61131, vengono indicati il limite di errore di base a 25 C e il limite di errore di esercizio. Una descrizione dettagliata del limite di errore d'esercizio e del limite di errore di base si trova nella sezione Limite errore di esercizio ed errore di base (Pagina 23). Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 15

16 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.2 Precisione/risoluzione Correlazione tra risoluzione e precisione Per ottenere una determinata precisione (errore d'esercizio) deve essere indicata una determinata risoluzione. Esempio Errore di misura attraverso la digitalizzazione con una risoluzione di 8 e 14 bit Il campo di misura di un modulo analogico è compreso tra 0 e 10 V. Una risoluzione di 8 bit rappresenta complessivamente 256 valori. Ciò corrisponde a un salto di tensione minimo possibile di 39 mv ovvero dello 0,4 % riferito al valore finale del campo di misura. Una risoluzione di 14 bit rappresenta complessivamente valori. Ciò corrisponde a un salto di tensione minimo possibile di 0,61 mv ovvero dello 0,006 % riferito al valore finale del campo di misura. Le indicazioni percentuali rilevate in questo modo sono contemporaneamente i valori teorici Best Case per il limite di errore d'esercizio. Con una risoluzione di 8 bit e un campo di misura di V non è quindi possibile ottenere una precisione migliore dello 0,4%. A seconda della realizzazione della tecnica di attivazione, nella pratica questo valore sarebbe nettamente peggiore. Calcolo dell'errore di misura massimo Con il campo di misura di un modulo analogico da 0 a 10 V e un limite di errore di esercizio di ±0,5 % nell'intero campo della temperatura l'errore di misura massimo si calcola nel modo seguente: 10 V 0,5/100 = 50 mv Pertanto l'errore di misura massimo è di ±50 mv. Di conseguenza, per l'ingresso analogico ogni tensione nell'intero campo d'ingresso comprende un'indeterminazione di ±50 mv. Una tensione da misurare di 3,5 V può essere quindi rappresentata con un valore qualsiasi compreso tra 3,45 V e 3,55 V. Una descrizione dettagliata del limite di errore d'esercizio e del limite di errore di base si trova nella sezione Limite errore di esercizio ed errore di base (Pagina 23). 16 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

17 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.3 Normalizzazione dei valori analogici 2.3 Normalizzazione dei valori analogici Normalizzazione Per la rielaborazione dei valori analogici digitalizzati è spesso necessario calcolare la grandezza di processo effettiva in luogo degli incrementi (ad es. 10 V = incrementi) La conversione di un campo valori (ad es fino a incrementi) nella grandezza fisica originale (ad es litri) viene definita normalizzazione o anche graduazione. Blocchi standardizzati Per la normalizzazione dei valori analogici STEP 7 offre il blocco di programma adatto. Il blocco SCALE è compreso nella fornitura di STEP 7 e consente l'inserimento di un valore limite superiore e inferiore (ad es. da 0 a 500 litri). Esempio Nell'esempio seguente si ipotizza la misura del livello di riempimento di una cisterna la cui capacità è di 500 litri. Il trasduttore di misura impiegato misura una tensione di -10 V a cisterna vuota e una tensione di +10 V a cisterna piena. Il modulo analogico trasforma il campo di tensione -10 V V nel campo di valori e lo converte nella grandezza originale litri con il blocco di programma SCALE. Figura 2-5 Normalizzazione nel blocco di programma SCALE Il valore analogico sull'ingresso IN viene letto direttamente dal modulo o da un'interfaccia dati in formato INT. Tramite l'ingresso LO_LIM si determina il valore limite inferiore (0 litri) della grandezza fisica e tramite HI_LIM quello superiore (500 litri). L'uscita OUT emette il valore normalizzato (grandezza fisica) come numero reale (LO_LIM <= OUT <= HI_LIM). Sull'ingresso BIPOLAR è possibile definire se debbano essere convertiti soltanto i valori positivi oppure anche quelli negativi. Quando al parametro viene inoltrato un operando con lo stato '0', si ha una normalizzazione unipolare. Un operando con lo stato '1' genera una normalizzazione bipolare. Se si verificano errori durante l'esecuzione (ad es. overflow) l'uscita RET_VAL emette un codice di errore, se non se ne verificano emette il valore '0'. Per maggiori informazioni sul blocco SCALE consultare la Guida in linea di STEP 7. Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 17

18 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.3 Normalizzazione dei valori analogici Campo di misura unipolare e bipolare Nell'esempio la misura del livello di riempimento è stata effettuata entro un campo di misura bipolare. Il trasduttore di misura fornisce in questo caso, oltre alla tensione positiva, anche quella negativa. Poiché il volume del serbatoio viene mappato sul campo di a incrementi, la misura del livello di riempimento viene effettuata con una risoluzione doppia (Δ) rispetto al campo di misura unipolare. Nota Trasduttori di misura La misura nel campo di misura bipolare presuppone che il trasduttore di misura impiegato supporti questa funzione. Figura 2-6 Campo di misura bipolare Nel campo di misura bipolare il livello di riempimento viene misurato con una risoluzione doppia (Δ) rispetto a quella utilizzata nel campo unipolare. Figura 2-7 Campo di misura unipolare 18 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

19 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.4 Denormalizzazione dei valori analogici 2.4 Denormalizzazione dei valori analogici Denormalizzazione Per l'emissione dei valori analogici normalizzati è spesso necessaria la conversione del valore analogico calcolato dal programma utente nel campo valori dell'unità di uscite analogiche. Questo tipo di conversione viene definito denormalizzazione o descalazione. Blocchi di denormalizzazione Per la denormalizzazione dei valori analogici STEP 7 offre il blocco di programma adatto. Il blocco UNSCALE è compreso nella fornitura di STEP 7 e consente l'inserimento di un valore limite superiore e inferiore nell'ambito del quale oscilla il valore di programma. Esempio Il valore analogico da 0,0 a 100,0 % calcolato dal programma utente deve essere convertito, avvalendosi del blocco UNSCALE, nel campo di valori da a Con l'emissione del valore denormalizzato su un'unità di uscite analogiche, il modulo comanda un attuatore analogico (ad es. una valvola di regolazione). L'attuatore deve essere comandato, con un valore di programma dello 0 %, con il valore minimo (-10 V o -20 ma) e, con un valore di programma del 100 %, con il valore massimo (+10 V o +20 ma). Figura 2-8 Denormalizzazione nel blocco di programma UNSCALE Il valore calcolato dal programma deve essere inoltrato in formato REAL (IN). Tramite l'ingresso LO_LIM si determina il valore limite inferiore (0,0 %) e tramite HI_LIM il valore limite superiore (100,0 %) all'interno del quale si muove il programma. L'uscita OUT emette il valore denormalizzato in formato INT. Sull'ingresso BIPOLAR è possibile definire se debbano essere convertiti soltanto i valori positivi oppure anche quelli negativi. Quando al parametro viene inoltrato un operando con lo stato '0', si ha una normalizzazione unipolare. Un operando con lo stato '1' genera una normalizzazione bipolare. In caso di errore l'uscita RET_VAL emette un codice di errore, nel caso di un'esecuzione esente da errori emette invece il valore '0'. Per maggiori informazioni sul blocco UNSCALE consultare la Guida in linea di STEP 7. Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC 19

20 Nozioni utili sulla tecnologia analogica 2.4 Denormalizzazione dei valori analogici Campo di misura unipolare e bipolare La seguente figura mostra la normalizzazione per un attuatore che viene comandato con il valore minimo 0 (0 V o 0 ma) quando il valore del programma è 0 % e con il valore massimo (10 V o 20 ma) quando il valore del programma è del 100 % (+27648). Figura 2-9 Campo di misura unipolare La seguente figura mostra la normalizzazione per un attuatore che viene comandato con il valore minimo 0 (-10 V o -20 ma) quando il valore del programma è 0 % (-27648) e con il valore massimo (+10 V o +20 ma) quando il valore del programma è del 100 % (+27648). Figura 2-10 Campo di misura bipolare 20 Manuale di guida alle funzioni, 06/2014, A5E AC

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP Prefazione Guida alla documentazione dell'et 200SP 1 SIMATIC ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Manuale del prodotto Panoramica del prodotto 2 Parametri/area di indirizzi 3 Dati tecnici 4 Set

Dettagli

Unità di ingressi digitali. DI 16x24VDC BA (6ES7521-1BH10-0AA0) SIMATIC

Unità di ingressi digitali. DI 16x24VDC BA (6ES7521-1BH10-0AA0) SIMATIC Unità di ingressi digitali DI 16x24VDC BA (6ES7521-1BH10-0AA0) SIMATIC S7-1500/ET 200MP Unità di ingressi digitali DI 16x24VDC BA (6ES7521-1BH10-0AA0) Manuale del prodotto Prefazione Guida alla documentazione

Dettagli

SIMATIC. Sistema di controllo del processo PCS 7 SIMATIC Management Console - Aggiornamento del software. Aggiornamento software 1

SIMATIC. Sistema di controllo del processo PCS 7 SIMATIC Management Console - Aggiornamento del software. Aggiornamento software 1 Aggiornamento software 1 SIMATIC Sistema di controllo del processo PCS 7 SIMATIC Management Console - Aggiornamento del software Manuale di installazione Valido solo per l'aggiornamento del software SIMATIC

Dettagli

Documentazione WinCC/WebUX - SIMATIC HMI. WinCC V7.3 SE incl. Update 1 Documentazione WinCC/WebUX - WebUX - Descrizione 1.

Documentazione WinCC/WebUX - SIMATIC HMI. WinCC V7.3 SE incl. Update 1 Documentazione WinCC/WebUX - WebUX - Descrizione 1. WebUX - Descrizione 1 Uso di WebUX 2 SIMATIC HMI WinCC V7.3 SE incl. Update 1 Manuale di sistema Stampa della Guida in linea 09/2014 A5E34377170-AB Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento

Dettagli

Esecuzione dell'installazione automatica

Esecuzione dell'installazione automatica Nozioni di base sull'installazione automatica 1 Installazione automatica con il modo Record/Play 2 Installazione automatica dalla riga di comando 3 Elenco dei parametri 4 Esecuzione dell'installazione

Dettagli

Tipi di sessione WebEx. SINUMERIK 810D / 840Di / 840D. eps Network Services Tipi di sessione WebEx SC5.0. White Paper 11/2006 --

Tipi di sessione WebEx. SINUMERIK 810D / 840Di / 840D. eps Network Services Tipi di sessione WebEx SC5.0. White Paper 11/2006 -- 1 SINUMERIK 810D / 840Di / 840D eps Network Services White Paper 11/2006 -- Istruzioni di sicurezza Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità

Dettagli

PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche.

PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. Sistema di periferia decentrata ET 200eco SIMATIC Periferia decentrata Sistema di periferia decentrata ET 200eco Istruzioni operative Prefazione Panoramica del prodotto 1 Montaggio 2 Collegamento 3 Progettazione

Dettagli

L interfaccia innovativa per la connessione punto a punto. IO-Link: integrazione ottimale di sensori ed attuatori. Industrial Communication

L interfaccia innovativa per la connessione punto a punto. IO-Link: integrazione ottimale di sensori ed attuatori. Industrial Communication Industrial Communication L interfaccia innovativa per la connessione punto a punto : integrazione ottimale di sensori ed attuatori siemens.com/io-link Comunicazione completa fino all ultimo metro: l interfaccia

Dettagli

CONVERTITORI DIGITALE/ANALOGICO (DAC)

CONVERTITORI DIGITALE/ANALOGICO (DAC) CONVERTITORI DIGITALE/ANALOGICO (DAC) Un convertitore digitale/analogico (DAC: digital to analog converter) è un circuito che fornisce in uscita una grandezza analogica proporzionale alla parola di n bit

Dettagli

ADX. Misuratore di coppia. Manuale Utente Ver. 2.10. (Da versione FW 1.20 in poi) 1 / 1

ADX. Misuratore di coppia. Manuale Utente Ver. 2.10. (Da versione FW 1.20 in poi) 1 / 1 ASA-RT srl -- Strada del Lionetto, 16/a 10146 Torino ITALY Tel: +39 011 796 5360884 333r.a.. Fax: +39 011712 19835705 339 E_mail: info@asa-rt.com Url: www.asa-rt.com ADX Misuratore di coppia Manuale Utente

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

SEGNALI ANALOGICI. Guida Pratica all uso dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale e loro gestione tramite PLC

SEGNALI ANALOGICI. Guida Pratica all uso dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale e loro gestione tramite PLC APPUNTI DI AUTOMAZIONE SEGNALI ANALOGICI Guida Pratica all uso dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale e loro gestione tramite PLC A cura di Marco Dal Prà Versione n. 04 del 1 Dicembre

Dettagli

Acquisizione di segnali per l elaborazione digitale.

Acquisizione di segnali per l elaborazione digitale. Acquisizione di segnali per l elaborazione digitale. Il segnale generato dai trasduttori in genere non è idoneo per la diretta elaborazione da parte dell unità di governo che realizza un algoritmo di controllo,

Dettagli

Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35

Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35 Accessori Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35 Scheda tecnica WIKA AC 80.03 Applicazioni Costruzione di macchine e impianti Banchi prova Misura di livello Applicazioni industriali

Dettagli

Conversione dati (A/D) e (D/A) Sommario

Conversione dati (A/D) e (D/A) Sommario I.T.I.S. "Antonio Meucci" di Roma Conversione dati (A/D) e (D/A) a cura del Prof. Mauro Perotti Anno Scolastico 2009-2010 Sommario Introduzione...3 1. Conversione D/A...3 1.1 Il DAC a resistori pesati...

Dettagli

Convertitore analogico digitale (ADC) a n bit riceve in ingresso un segnale analogico e lo codifica in un segnale digitale a n bit

Convertitore analogico digitale (ADC) a n bit riceve in ingresso un segnale analogico e lo codifica in un segnale digitale a n bit ingressi analogici Conversione A/D Convertitore analogico digitale (ADC) a n bit riceve in ingresso un segnale analogico e lo codifica in un segnale digitale a n bit Ogni codice binario rappresenta il

Dettagli

Introduzione all analisi dei segnali digitali.

Introduzione all analisi dei segnali digitali. Introduzione all analisi dei segnali digitali. Lezioni per il corso di Laboratorio di Fisica IV Isidoro Ferrante A.A. 2001/2002 1 Segnali analogici Si dice segnale la variazione di una qualsiasi grandezza

Dettagli

1 - I segnali analogici e digitali

1 - I segnali analogici e digitali 1 1 - I segnali analogici e digitali Segnali analogici Un segnale analogico può essere rappresentato mediante una funzione del tempo che gode delle seguenti caratteristiche: 1) la funzione è definita per

Dettagli

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche PREMESSA In questa lezione verranno illustrate la classificazione delle diverse tipologie di trasduttori utilizzati nei sistemi di controllo industriali ed i loro parametri caratteristici. CLASSIFICAZIONE

Dettagli

Presentazione. Corso teorico-pratico programmazione PLC. Scopo del corso. Prerequisiti

Presentazione. Corso teorico-pratico programmazione PLC. Scopo del corso. Prerequisiti Presentazione Scopo del corso Acquisire conoscenze di base alla programmazione di PLC orientati al controllo di macchine industriali, sistemi, processi... Approccio progettuale Prerequisiti Conoscenze

Dettagli

04/2004 A5E00264164-01

04/2004 A5E00264164-01 Prefazione SIMATIC Premesse Descrizione del compito SM331; AI 8 x 12 Bit Struttura meccanica dell impianto di esempio Collegamento elettrico Getting Started Parte2: Tensione e PT100 Progettazione con SIMATIC

Dettagli

PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche.

PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. Prefazione Guida alla consultazione 1 SIMATIC Vista generale del sistema 2 Integrazione nel sistema di automazione 3 A Service & Support Manuale di guida alle funzioni 01/2013 A5E31637995-AA Avvertenze

Dettagli

SINEAX V604s Convertitore di segnale della classe premium

SINEAX V604s Convertitore di segnale della classe premium Contatore di energia DC Misura di potenza Monitoraggio della carica Monitoraggio differenziale Misura di temperatura ridondante Adattamento dei segnali Monitoraggio di gradienti/valori limite SINEAX V604s

Dettagli

Microcontrollore. Ora invece passiamo a spiegare come funzionano i convertitori A/D interni ai microcontrollori

Microcontrollore. Ora invece passiamo a spiegare come funzionano i convertitori A/D interni ai microcontrollori Microcontrollore Il microcontrollore è un sistema a microprocessore completo,integrato in un unico chip, progettato per avere la massima autosufficienza e versatilità. Infatti visto il loro prezzo esiguo,

Dettagli

CONTATORI DEL GAS E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE DEL VOLUME

CONTATORI DEL GAS E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE DEL VOLUME Allegati Specifici - Allegato MI-002 CONTATORI DEL GAS E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE DEL VOLUME Ai contatori del gas e ai dispositivi di conversione del volume descritti qui di seguito, destinati ad essere

Dettagli

Esperimentazioni di Fisica 3 AA 2013-2014. Tracking ADC. M. De Vincenzi

Esperimentazioni di Fisica 3 AA 2013-2014. Tracking ADC. M. De Vincenzi Esperimentazioni di Fisica 3 AA 2013-2014 Tracking ADC M. De Vincenzi 1 Introduzione La digitalizzazione di segnali analogici si realizza tramite dispositivi che vengono detti ADC (acronimo per Analog

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti

Dettagli

SIMATIC Ident. Sistemi di lettura di codici SIMATIC MV420 / SIMATIC MV440. Istruzioni operative sintetiche. Answers for industry.

SIMATIC Ident. Sistemi di lettura di codici SIMATIC MV420 / SIMATIC MV440. Istruzioni operative sintetiche. Answers for industry. SIMATIC Ident Sistemi di lettura di codici SIMATIC MV420 / SIMATIC MV440 Istruzioni operative sintetiche Edizione 10/2012 Answers for industry. SIMATIC Ident Sistemi di lettura di codici Istruzioni operative

Dettagli

SIMATIC S7-SCL V5.3 per S7-300/400

SIMATIC S7-SCL V5.3 per S7-300/400 s SIMATIC S7-SCL V5.3 per S7-300/400 Getting Started Edizione 0/2005 Primi passi L'esempio contemplato da questo prodotto non rappresenta una descrizione autonoma, bensì costituisce una parte del manuale

Dettagli

SENSORI E TRASDUTTORI

SENSORI E TRASDUTTORI SENSORI E TRASDUTTORI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it/fmraimondi Lezioni del corso di Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi 1 LA STRUMENTAZIONE DI MISURA OCCORRENTE PER UN SISTEMA

Dettagli

9.15 Protezione da fulmini e sovratensioni per circuiti a sicurezza intrinseca

9.15 Protezione da fulmini e sovratensioni per circuiti a sicurezza intrinseca 9.15 Protezione da fulmini e sovratensioni per circuiti a sicurezza intrinseca Negli impianti industriali chimici e petrolchimici durante la produzione, il trattamento, lo stoccaggio e il trasporto di

Dettagli

+ 0V. Alimentazione elettrica V CC 12 30 ripple compreso. ma V. Precisione di posizionamento % 0,003 incl. Oversampling. ma V. ma V.

+ 0V. Alimentazione elettrica V CC 12 30 ripple compreso. ma V. Precisione di posizionamento % 0,003 incl. Oversampling. ma V. ma V. 89 410/115 ID EWM-S-AA SCHEDA CON SETUP DIGITAlE PER Il CONTROllO DI POSIZIONE DEllA CORSA CON FEEDbACk ANAlOGICO IN ANEllO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO SEGNALE

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di ingresso binari BE/S. Questo manuale

Dettagli

1 - I segnali analogici e digitali

1 - I segnali analogici e digitali 1 - I segnali analogici e digitali Segnali analogici Un segnale analogico può essere rappresentato mediante una funzione del tempo che gode delle seguenti caratteristiche: 1) la funzione è definita per

Dettagli

4 - Pressostati e vacuostati

4 - Pressostati e vacuostati Sommario - Pressostati e vacuostati Pressostati e vacuostati elettronici Nautilus Guida alla scelta................................... pagine da / a /5 b Generalità.......................................

Dettagli

Serie PicoLog 1000. Guida all'uso. pl1000.it r2 Copyright 2013 Pico Technology Ltd. Tutti i diritti riservati.

Serie PicoLog 1000. Guida all'uso. pl1000.it r2 Copyright 2013 Pico Technology Ltd. Tutti i diritti riservati. Serie PicoLog 1000 Guida all'uso Guida all'uso della serie PicoScope 1000 I Indice 1 Introduzione...1 1 Informazioni generali...1...2 2 Avvertenze sulla sicurezza 3 Informazioni legali...3...4 4 Accessori...4

Dettagli

SENSORI e TRASDUTTORI. Corso di Sistemi Automatici

SENSORI e TRASDUTTORI. Corso di Sistemi Automatici SENSORI e TRASDUTTORI Sensore Si definisce sensore un elemento sensibile in grado di rilevare le variazioni di una grandezza fisica ( temperatura, umidità, pressione, posizione, luminosità, velocità di

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

SIMATIC. Component Based Automation SIMATIC imap STEP 7 AddOn, Creazione di componenti PROFINET. Prefazione

SIMATIC. Component Based Automation SIMATIC imap STEP 7 AddOn, Creazione di componenti PROFINET. Prefazione SIMATIC Component Based Automation SIMATIC Component Based Automation SIMATIC imap STEP 7 AddOn, Creazione di componenti PROFINET Manuale di progettazione Prefazione Creazione di componenti PROFINET con

Dettagli

Sistema di memorizzazione 4

Sistema di memorizzazione 4 4 4.1 Aree di memoria e ritenzione 4.1.1 Aree di memoria della CPU Le tre aree di memoria della CPU Memoria della CPU CPU Memoria di caricamento CPU (si trova sulla MMC) MMC Memoria di sistema Memoria

Dettagli

Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692

Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692 Elementi di protezione circuitale per alimentatori Moduli di protezione serie 1692 2 Elementi di protezione circuitale per alimentatori Sommario Moduli di protezione serie 1692 Cenni generali................................................................................3

Dettagli

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slide) è protetto dalle leggi sul copyright e dalle disposizioni dei trattati internazionali. Il titolo e i copyright relativi alle slides

Dettagli

Aspetti energetici. Capitolo 2

Aspetti energetici. Capitolo 2 Capitolo 2 Aspetti energetici 2.1 2.1 Introduzione Un impianto è costituito da componenti uniti fra di loro tramite collegamenti nei quali avviene un trasferimento di potenza esprimibile attraverso il

Dettagli

Introduzione alle misure con moduli multifunzione (DAQ)

Introduzione alle misure con moduli multifunzione (DAQ) Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Introduzione alle misure con moduli multifunzione (DAQ) Ing. Andrea Zanobini - Maggio 2012 Dipartimento

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Edizione 07.2014 610.00260.60.600 Manuale d'uso originale Italiano Istruzioni per l'uso Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Indice 1 Riguardo alle presenti istruzioni... 3 1.1 Conservazione della

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

la conversione digitale/analogica

la conversione digitale/analogica Conversione A/D-D/A Esiste la possibilità di mettere in comunicazione un dispositivo analogico con uno digitale. -Un segnale analogico è un segnale che varia con continuità, al quale possono essere associate

Dettagli

Sistemi di lettura di codici SIMATIC MV420 / SIMATIC MV440 Istruzioni operative sintetiche

Sistemi di lettura di codici SIMATIC MV420 / SIMATIC MV440 Istruzioni operative sintetiche 1 Sistemi di lettura di codici Istruzioni operative sintetiche Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate

Dettagli

SCOPO FUNZIONALE DELL'APPARECCHIO

SCOPO FUNZIONALE DELL'APPARECCHIO H2X_2 H2X02 = 5 Vac H2X2 = 230 Vac H2X22 = 24 Vac H2X32 = 24 Vdc OHMETRO CON DUE SOGLIE DI ALLARME DOTAZIONE All'interno dell'imballaggio sono presenti:! manuale d'uso! avvertenze! dispositivo! due staffe

Dettagli

Misuratore di potenza per fibre ottiche Sorgente luminosa per fibre ottiche

Misuratore di potenza per fibre ottiche Sorgente luminosa per fibre ottiche FOM, FOS 850, FOS 1300, FOS 850/1300 Misuratore di potenza per fibre ottiche Sorgente luminosa per fibre ottiche Foglio di istruzioni Introduzione Il misuratore FOM (Fiber Optic Meter - misuratore per

Dettagli

SISTEMA DI ACQUISIZIONE DATI PC-BASED

SISTEMA DI ACQUISIZIONE DATI PC-BASED SISTEMA DI ACQUISIZIONE DATI PC-BASED Un tipico sistema di acquisizione dati di tipo PC-based ha quattro componenti hardware fondamentali (Fig.1): una morsettiera, un cavo, un dispositivo DAQ (Data Acquisition

Dettagli

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270 A: Quadri elettrici OBIETTIVI DEL Conoscere i principali apparecchi di comando, segnalazione e protezione degli impianti elettrici. Conoscere il CAD elettrico. Saper descrivere le caratteristiche degli

Dettagli

Condizionatori di segnale Serie 931. Dati tecnici

Condizionatori di segnale Serie 931. Dati tecnici Serie 931 Dati tecnici Indice/Cenni generali sulla linea di prodotti Introduzione ai condizionatori di segnale...........................................4 Spiegazione del numero di catalogo...............................................6

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

TDSP sistema di monitoraggio vibrazioni

TDSP sistema di monitoraggio vibrazioni Divisione Strumentazione TDSP sistema di monitoraggio vibrazioni CEMB S.p.A. - Via Risorgimento, 9-23826 Mandello del Lario (LC) - Italy - CEMB/TDSP SISTEMA/VERSION 1 /05-10-10 Tel. +39 0341 706111 - -

Dettagli

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Indice dei contenuti. L'amplificatore...3. L'amplificatore operazionale - Premesse teoriche....5 3. Circuito equivalente... 5

Dettagli

PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI

PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI IPSIA A. PONTI GALLARATE anno scolastico 2002/2003 BLOCCO TEMATICO: MACCHINE ELETTRICHE MAC01 MAC02 MAC03 MAC04 MAC05 MAC06 MAC07

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Motori Motore passo-passo Stadio di potenza PWM Sincrono Stadio di potenza del motore passopasso. Blocchi funzionali. Set point e generatore PWM

Motori Motore passo-passo Stadio di potenza PWM Sincrono Stadio di potenza del motore passopasso. Blocchi funzionali. Set point e generatore PWM RC1 Blocchi funzionai Motori a corrente continua Generatori Circuiti per il controllo dei motori in CC Motori a corrente alternata Circuiti per il controllo dei motori in CA Motori passo-passo Circuiti

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Sensori: Proprietà Generali

Sensori: Proprietà Generali Sensori: Proprietà Generali Trasduttore: Trasduttore / Transducer (dal latino trasducere = condurre attraverso) dispositivo fisico progettato per trasformare grandezze appartenenti a un sistema energetico

Dettagli

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware 1. Introduzione. I segnali binari. La parola informatica deriva dal termine francese informatique: è la fusione di due parole information e automatique che significa

Dettagli

Differenziazione sistemi dinamici

Differenziazione sistemi dinamici Il controllo di sistemi ad avanzamento temporale si basa sulle tecniche di controllo in retroazione, ovvero, elabora le informazione sullo stato del processo (provenienti dai sensori) in modo sa inviare

Dettagli

I sistemi di controllo possono essere distinti in due categorie: sistemi ad anello aperto e sistemi ad anello chiuso:

I sistemi di controllo possono essere distinti in due categorie: sistemi ad anello aperto e sistemi ad anello chiuso: 3.1 GENERALITÀ Per sistema di controllo si intende un qualsiasi sistema in grado di fare assumere alla grandezza duscita un prefissato andamento in funzione della grandezza di ingresso, anche in presenza

Dettagli

onlinecomponents.com

onlinecomponents.com Modulo per INTERBUS Loop 2 con quattro uscite digitali Scheda tecnica 5988A 12/1999 Questa scheda tecnica deve essere utilizzata con riferimento al manuale per l'utente Configurazione ed installazione

Dettagli

Dispositivi di controllo di sicurezza

Dispositivi di controllo di sicurezza Gertebild ][Bildunterschrift_Stillstandswchter Dispositivo di controllo di motore fermo Certificazioni Zulassungen Caratteristiche del dispositivo Gertemerkmale Uscite a relé a conduzione forzata: 2 contatti

Dettagli

Incertezza delle misure e metodi di controllo

Incertezza delle misure e metodi di controllo Corso di Formazione APC MONITORAGGIO DI SPOSTAMENTI NEL SOTTOSUOLO E PRESSIONI INTERSTIZIALI SOTTO FALDA Incertezza delle misure e metodi di controllo Lucia Simeoni Università degli Studi dell Aquila Dipartimento

Dettagli

Istruzioni per l utilizzo 06/2015. LOGO! App V3.0. LOGO! 8 e LOGO! 7

Istruzioni per l utilizzo 06/2015. LOGO! App V3.0. LOGO! 8 e LOGO! 7 Istruzioni per l utilizzo 06/2015 LOGO! App V3.0 LOGO! 8 e LOGO! 7 Responsabilità e Garanzie Responsabilità e Garanzie Note Gli esempi applicativi non sono vincolanti e non pretendono di essere esaustivi

Dettagli

Indice 3-1. Sensori di prossimità agli ultrasuoni

Indice 3-1. Sensori di prossimità agli ultrasuoni Indice Informazioni generali Guida alla selezione rapida.................. pagina 3-2 Definizioni tecniche e terminologia........... pagina 3-3 Prodotti Serie 873P Uscita analogica o discreta....... pagina

Dettagli

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento Guida tecnica N. 7 Il dimensionamento di un azionamento 2 Guida tecnica N. 7 - Il dimensionamento di un azionamento Indice 1. Introduzione... 5 2. L azionamento... 6 3. Descrizione generale di una procedura

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Obiettivi Specifici d Apprendimento Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 99 Gestione di progetto 132 99 *Tecnologie informatiche e

Dettagli

Introduzione all Analisi dei Segnali

Introduzione all Analisi dei Segnali Tecniche innovative per l identificazione delle caratteristiche dinamiche delle strutture e del danno Introduzione all Analisi dei Segnali Prof. Ing. Felice Carlo PONZO - Ing. Rocco DITOMMASO Scuola di

Dettagli

Taratura di un multicanale

Taratura di un multicanale COSO DI LABOATOIO DI FISICA A Scopo dell esperienza è la verifica della relazione lineare tra il canale individuato da un analizzatore multicanale (M.C.A.) e la carica elettrica media relativa a segnali

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI ESAME DI SAO DI ISIUO POFESSIONALE A.S. 2000/2001 Indirizzo: ECNICO DELLE INDUSIE ELEONICHE ema di: ELEONICA, ELECOMUNICAZIONI E APPLICAZIONI Il candidato, formulando di volta in volta tutte le ipotesi

Dettagli

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC Istruzioni di servizio Edizione: AC Nr. d ordinazione: 6SE7087-2CX87-0FB0 Di queste istruzioni di servizio sono fornibili edizioni nelle seguenti

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Informatica Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Sistemi di numerazione Non posizionali: numerazione romana Posizionali: viene associato un peso a ciascuna posizione all interno della rappresentazione

Dettagli

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio LABORATORIO PROVE Descrizione del Servizio 1. PREMESSA... 3 2. LE DIRETTIVE COMUNITARIE... 4 3. IL LABORATORIO PROVE... 5 3.1. PROVE DI COMPATIBILITÀ E SUSCETTIBILITÀ ELETTROMAGNETICA... 5 3.2. PROVE DI

Dettagli

ATTENZIONE! AVVERTIMENTO!

ATTENZIONE! AVVERTIMENTO! ATTENZIONE! Questo strumento è stato progettato in conformità alle norme di sicurezza CEI EN 61010 per prevenire infortuni all operatore se correttamente e propriamente usato. Tuttavia, nessuna progettazione

Dettagli

attrezzatura varia 5.4 celle di carico 5.4.1 celle di carico pag. 392

attrezzatura varia 5.4 celle di carico 5.4.1 celle di carico pag. 392 attrezzatura varia 5.4 celle di carico 5.4.1 celle di carico pag. 392 392 5.4.1 celle di carico tecnotest unità di controllo digitale monotronic monotronic - centralina digitale a microprocessore AD 005

Dettagli

IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO

IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO Una volta terminata la fase d'installazione dell'impianto, bisogna effettuare il collaudo dello stesso per verificarne il corretto funzionamento. Il certificato di

Dettagli

Trasmissione Dati. Trasmissione Dati. Sistema di Trasmissione Dati. Prestazioni del Sistema

Trasmissione Dati. Trasmissione Dati. Sistema di Trasmissione Dati. Prestazioni del Sistema I semestre 03/04 Trasmissione Dati Trasmissione Dati Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Ogni tipo di informazione può essere rappresentata come insieme

Dettagli

ADATTATORI INGRESSI DIRETTI CODICI BINARI D2BIN-M e D2BIN-S

ADATTATORI INGRESSI DIRETTI CODICI BINARI D2BIN-M e D2BIN-S ADATTATORI INGRESSI DIRETTI CODICI BINARI D2BIN-M e D2BIN-S CONSIDERAZIONI GENERALI L adattatore principale D2BIN-M e quelli supplementari D2BIN-S sono la soluzione ideale per interfacciare ingressi diretti,

Dettagli

Encoder assoluto. ETR (intervallo di temperature esteso)

Encoder assoluto. ETR (intervallo di temperature esteso) L-9517-9422-01-B Encoder assoluto ETR (intervallo di temperature esteso) Encoder ottico assoluto senza contatto: non richiede batterie Funzionamento in una gamma di temperature da -40 a +80 C Ampie tolleranze

Dettagli

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I)

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 5.1 GENERALITÀ 2 5.2 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE 5 5.2.1 Termistori motore 5 5.2.2 INT 69 VS 5 5.2.3 INT 69 RCY 6

Dettagli

Alcuni parametri di scelta dei trasduttori Criteri generali: Banda passante Segnale fornito Compatibilità strutturale e di installazione Costo...

Alcuni parametri di scelta dei trasduttori Criteri generali: Banda passante Segnale fornito Compatibilità strutturale e di installazione Costo... Alcuni parametri di scelta dei trasduttori Criteri generali: Banda passante Segnale fornito Compatibilità strutturale e di installazione Costo... 1 tipici per misure strutturali: Potenziometri LVDT Estensimetri

Dettagli

Un sistema di controllo può essere progettato fissando le specifiche:

Un sistema di controllo può essere progettato fissando le specifiche: 3. Specifiche dei Sistemi Un sistema di controllo può essere progettato fissando le specifiche: nel dominio del tempo (tempo di salita, tempo di assestamento, sovraelongazione, ecc.); nel dominio della

Dettagli

Trasmettitore di pressione in miniatura Modello M-10, versione standard Modello M-11, versione con membrana affacciata

Trasmettitore di pressione in miniatura Modello M-10, versione standard Modello M-11, versione con membrana affacciata Misura di pressione elettronica Trasmettitore di pressione in miniatura Modello M-10, versione standard Modello M-11, versione con membrana affacciata Scheda tecnica WIKA PE 81.25 Applicazioni per ulteriori

Dettagli

RISONIC Ultrasonic Transit Time Sigla: RIMOUSTT Articolo N : 0067751.001. 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6

RISONIC Ultrasonic Transit Time Sigla: RIMOUSTT Articolo N : 0067751.001. 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6 Sigla: Articolo N : 0067751.001 Disegno quotato Proiezione verticale Proiezione laterale Montaggio Dimensioni in mm 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6 Applicazione Il modulo Ultrasonic

Dettagli

Sistemi di misura del contenuto. di serbatoi TLI WEKA. Un azienda del gruppo. Certificati a norma ISO 9001:2000. Certificati a norma PED 97/23/CE

Sistemi di misura del contenuto. di serbatoi TLI WEKA. Un azienda del gruppo. Certificati a norma ISO 9001:2000. Certificati a norma PED 97/23/CE WEKA Sistemi di misura del contenuto di serbatoi TLI Certificati a norma ISO 9001:2000 Certificati a norma PED 97/23/CE Un azienda del gruppo Certificati a norma ATEX 94/9/CE Sistema modulare Specifiche

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

Perché Codificare i Dati? Codifica dei Dati. Tecniche di Codifica del Segnale. Cooperazione Trasmettitore- Ricevitore

Perché Codificare i Dati? Codifica dei Dati. Tecniche di Codifica del Segnale. Cooperazione Trasmettitore- Ricevitore Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Codifica dei Dati Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Perché Codificare i

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

Cuscinetti radio-assiali con sistema integrato di misurazione. Avvio e diagnosi MON 18

Cuscinetti radio-assiali con sistema integrato di misurazione. Avvio e diagnosi MON 18 Cuscinetti radio-assiali con sistema integrato di misurazione Avvio e diagnosi MON 18 Questa pubblicazione è stata redatta con la massima attenzione, i dati in essa contenuti sono stati controllati accuratamente.

Dettagli

Programmable Logic Controllers - PLC

Programmable Logic Controllers - PLC Programmable Logic Controllers - PLC Introduzione! Negli anni sessanta i sistemi di automazione e controllo potevano essere implementati solo tramite circuiti a relè oppure con dispositivi allo stato solido

Dettagli