newsletter dell Università degli Studi di Siena

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "newsletter dell Università degli Studi di Siena"

Transcript

1 i lettera del personale tecnico amministrativo dell Università degli Studi di Siena Anno VI - n. 2, marzo/aprile 2006 unis nforma Silvano Focardi è il nuovo rettore dell Ateneo Sommario Focardi eletto con 515 preferenze Il ringraziamento alla comunità accademica Gli incontri con le Istituzioni Le dimissioni di Piero Tosi dalla carica 5 per mille alla ricerca di Ateneo Silvano Focardi è il nuovo rettore dell Università di Siena. Focardi ha ricevuto nei giorni scorsi la nomina ufficiale, da parte del Ministro dell Istruzione, Università e Ricerca e si è quindi insediato nella carica. Il nuovo rettore ha inviato una lettera di ringraziamento a tutta la comunità accademica; inoltre, sul sito internet d Ateneo, è disponibile un video-messaggio rivolto a tutta la comunità universitaria. L elezione di Silvano Focardi è avvenuta con il ballottaggio che si è svolto lo scorso 22 marzo, nel corso della terza giornata di votazioni. L anticipato insediamento del professor Focardi è dovuto alle dimissioni di Piero Tosi dalla carica di rettore dell Ateneo. codice fiscale newsletter dell Università degli Studi di Siena

2 Speciale - Elezione del rettore Silvano Focardi è stato eletto con 515 preferenze «Grazie a tutti voi», le prime parole del neoeletto rettore Un lungo applauso ha accolto Silvano Focardi, neoeletto rettore dell Ateneo senese, al termine del ballottaggio con l altro candidato Antonio Cardini. Il professor Focardi, subito dopo l acclamazione del decano dell Ateneo Baccio Baccetti, ha pronunciato il suo primo discorso da Magnifico. «Per prima cosa desidero ringraziare i professori Baccio Baccetti e Remo Martini, la commissione elettorale, il seggio e tutti coloro che hanno collaborato a questa complessa e difficile elezione. La cosa bella è che è stata veramente una battaglia serena, tranquilla, fatta con degli amici che avevano tutti come obiettivo il bene dell Università. Un ringraziamento particolare - ha aggiunto il nuovo rettore Focardi - lo rivolgo a tutti voi, perchè al raggiungimento di questo risultato hanno contribuito in maniera determinante tutte le componenti dell Università. E questa credo sia la vittoria vera di queste elezioni». Silvano Focardi è il nuovo rettore dell Università di Siena. Focardi ha ricevuto in questi giorni la nomina ufficiale da parte del Ministro dell Istruzione, Università e Ricerca. L elezione di Silvano Focardi è avvenuta con il ballottaggio che si è svolto lo scorso 22 marzo, e l acclamazione è giunta al termine del conteggio dei voti che ha visto la vittoria di Silvano Focardi sul professor Antonio Cardini, l altro candidato giunto al ballottaggio. Il professore di Scienze ha ottenuto 515 voti, contro le 382 preferenze raccolte da Antonio Cardini. Il ballottaggio si è svolto nel corso della terza giornata di votazioni per Elezione del rettore: i numeri delle votazioni L elezione del nuovo rettore è stata scandita in tre diversi turni elettorali. La comunità accademica è andata alle urne per la prima volta l 8 marzo. Antonio Cardini ha ottenuto 231 voti; Silvano Focardi 214 voti; Alberto Auteri 207 voti; mentre Antonio Vicino, Romano Dallai e Giovanni Grasso hanno ottenuto rispettivamente 169, 103 e 32 voti. Il quorum previsto non è stato raggiunto neanche nel corso della seconda votazione del 15 marzo. Alla fine dello spoglio Silvano Focardi ha ottenuto 283 voti, Antonio Cardini 243, Alberto Auteri ne ha ottenuti 219, ad Antonio Vicino sono andati 199 e a Romano Dallai 55 voti. L elezione del professore Silvano l elezione del nuovo rettore dell Università di Siena, così come previsto dal decreto di indizione emanato lo scorso gennaio da Baccio Baccetti, professore decano dell Università degli Studi di Siena. Silvano Focardi entra in carica per lo scorcio dell anno accademico 2005/2006 e vi rimarrà per il quadriennio accademico 2006/2010. L anticipato insediamento è avvenuto a seguito delle dimissioni dalla carica di rettore presentate dal professor Piero Tosi. Silvano Focardi si è presentato alla comunità accademica con una lettera - che pubblichiamo a lato - e un video-messaggio. Focardi a rettore dell Ateneo senese è avvenuta con il ballottaggio fra lo stesso professor Focardi e Antonio Cardini, il 22 marzo. A eleggere Silvano Focardi sono stati 436 tra docenti, rappresentanti dei ricercatori e degli studenti nei consigli di facoltà, e 786 tecnici e amministrativi, il cui voto è stato conteggiato in proporzione di 1 a 10 (79 voti). 2

3 Speciale - Elezione del rettore Focardi ringrazia tutta la comunità accademica A pochi giorni dall elezione il professor Silvano Focardi ha inviato una lettera di ringraziamento ai docenti, al personale tecnico e amministrativo e agli studenti dell Università degli Studi di Siena. Pubblichiamo di seguito il testo integrale della lettera. «Carissimi, sono passati quattro giorni dalla votazione con la quale mi avete eletto Rettore della nostra Università e, dopo un attimo di riflessione, scrivo alcune righe per ringraziarvi della fiducia che avete voluto accordarmi. Qualunque sia il mio destino, credo che non potrò mai scordare la calorosa accoglienza con la quale molti di Voi mi hanno salutato all ingresso nell Aula Magna nel momento della proclamazione del risultato. La votazione ha avuto un esito estremamente significativo; quasi 1300 di Voi, su 1900 che hanno votato, hanno scritto il mio nome nella scheda. Un Il primo video-messaggio arriva via Internet Sul sito dell Università è possibile vedere e ascoltare il primo videomessaggio con il quale Focardi parla a tutta la comunità accademica. patrimonio di consensi questo che, in un momento così delicato per il nostro Ateneo, assume un significato di grandissimo rilievo. Un patrimonio che non disperderò, cercando di realizzare il programma che avevo proposto e che è stato oggetto di approfondimenti ed integrazioni nei numerosi confronti che hanno preceduto le votazioni. Il mio ringraziamento è rivolto in particolare a tutti coloro che hanno partecipato a questa lunga e delicata prova; il loro comportamento dimostra il grande attaccamento alla nostra Università ed il desiderio di superare nel modo migliore questo difficile momento. Un grazie particolare lo rivolgo ai miei compagni di viaggio, che hanno condiviso con me questa lunga campagna elettorale, e che nei dibattiti hanno contribuito in maniera significativa a migliorare il mio programma approfondendo alcune problematiche che avevo poco considerato o valutato. La loro collaborazione, come anche le loro idee e la loro esperienza, saranno per me un elemento importante nel cammino che mi appresto ad affrontare. Uno sguardo ora alla realtà che mi trova già immerso nel dopo elezioni. Il succedersi degli avvenimenti mi costringe ad accelerare la fase preparatoria all'insediamento in maniera così rapida da non avere il tempo di una meditazione che sarebbe forse stata importante. Cercherò di agire nel modo migliore, fidando nelle mie capacità e nel mio istinto, nel rispetto di quei concetti con i quali mi avete affidato il mandato e che sono alla base del mio programma ma anche della mia vita. Ho già iniziato gli incontri nelle Facoltà e organizzerò prima possibile quelli con il Consiglio Studentesco e con il personale Tecnico e Amministrativo. Inizio oggi gli incontri ufficiali con le Istituzioni Senesi e con quelle del nostro territorio. Sto avviando il processo di nomina dei miei collaboratori, che avverrà gradualmente in un arco di tempo ancora non definito e con la progressione che riterrò opportuna. Come pensavo, e mi accorgo forse ancora più di come pensavo, il 22 marzo non è stato il punto di arrivo, ma solo il punto di partenza. Il cammino si presenta lungo ed insidioso, ma la simpatia con la quale la mia nomina è stata accolta anche nella Città e nel Territorio fanno ben sperare. Andiamo quindi avanti e guardiamo con fiducia al futuro che cercheremo di costruire insieme. Un cordiale saluto e buon lavoro a tutti. Silvano Focardi». 3

4 Speciale - Elezione del rettore In Ateneo a colloquio con i giornalisti Incontro ufficiale al Rettorato, lo scorso 28 marzo, tra il nuovo rettore Silvano Focardi e la stampa cittadina e regionale. Durante l incontro il rettore ha ribadito i punti fondamentali del proprio programma, spiegando gli interventi immediati in merito al potenziamento del Piano di Ateneo per la Ricerca, all intensificazione dei rapporti con l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio e alla stabilizzazione del personale amministrativo. Nel corso dell affollato incontro sono stati affrontati altri punti programmatici del nuovo rettorato, tra i quali figurano lo sviluppo delle relazioni tra Università e Azienda ospedaliera e le linee di gestione dei poli distaccati di Arezzo, Grosseto e Colle di Val d Elsa che Focardi intende dirigere in base a soluzioni omogenee con la sede universitaria centrale di Siena. Il curriculum e il programma elettorale Il curriculum vitae completo e il programma elettorale del professor Silvano Focardi si trovano sul sito di Ateneo agli indirizzi: riculum_focardi.pdf e Iniziati gli incontri con le Istituzioni È fitta di incontri l agenda del neoeletto rettore che in questi giorni ha incontrato i vertici delle istituzioni cittadine. Silvano Focardi ha voluto realizzare un primo momento di dialogo e confronto con i rappresentanti di Comune, Provincia, Banca Monte dei Paschi e Fondazione Mps (nella foto) e Ardsu. Nel corso di questi incontri è stata tracciata una prima analisi della situazione attuale e sono stati delineati, a grandi linee, i programmi e i progetti che vedono coinvolti l Ateneo e le istituzioni locali. Tale collaborazione e condivisione di intenti costituisce uno degli obiettivi principali del mandato rettorale di Focardi che, nel suo programma, sottolinea come «la particolare dimensione, la collocazione e la storia dell Università a Siena, rendono imprescindibile una costante collaborazione tra l Università stessa e le varie istituzioni del territorio, al fine di garantire i massimi vantaggi di una evoluzione dell Ateneo con la realtà che lo circonda». Nel corso di questi incontri particolare attenzione è stata rivolta alle problematiche relative alla ricerca, alla sanità e al rapporto fra città e studenti. La conferma del direttore amministrativo e la nomina di pro rettore e Commissione consultiva Durante l incontro con i giornalisti il rettore ha comunicato di voler confermare Loriano Bigi nel ruolo di direttore amministrativo dell Ateneo e ha annunciato la nomina del professor Vittorio Santoro a pro rettore. Tra le novità introdotte da Focardi c è anche l istituzione di una Commissione consultiva tecnico-amministrativa, un organo ausiliario che svolgerà attività di controllo sugli atti amministrativi. I componenti della Commissione consultiva saranno i professori Gian Domenico Comporti, Andrea Fineschi, Andrea Monorchio, Carlo Maviglia e la dottoressa Luciana Granai De Robertis. Il professor Focardi ha inoltre chiamato a capo della segreteria Marina Chilin, attualmente responsabile dell ufficio Affari generali degli studenti. 4

5 Tosi, le dimissioni in una lettera inviata al Ministero e all Ateneo Lo scorso 24 marzo il professore Piero Tosi ha inviato una lettera al Ministro dell Istruzione, Università e Ricerca, a tutto ai docenti, al personale tecnico amministrativo e agli organi di Ateneo, con la quale ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di rettore. Ecco il testo della lettera. «Due giorni fa l Università di Siena ha eletto il nuovo Rettore. Ho accolto con piacere la nomina di Silvano Focardi quale mio successore nell Ufficio che ho avuto il privilegio di ricoprire per lungo tempo e sono certo che egli saprà governare l Università avvalendosi del contributo di tutti e con quello spirito di forte unità e di servizio che credo sia indispensabile per adempiere a questo incarico. L elezione del Rettore cade in un momento assai difficile per me. Sono stato coinvolto in una vicenda giudiziaria, a tutti nota, di cui non comprendo le ragioni. Contro le ipotesi di reato che sono state formulate (sottolineo che sono un indagato, non un giudicato) e gli incomprensibili provvedimenti che sono stati assunti nei miei confronti ho già attivato ogni istanza di difesa e sono pronto a ogni iniziativa per stabilire la verità, che non potrà che vedere riconosciute la mia buona fede e la mia correttezza, nei tempi più brevi possibile. Con dolente orgoglio ho registrato, in queste settimane, la vicinanza del corpo accademico, del personale tecnico e amministrativo, delle forze sindacali, degli studenti, della Conferenza dei Rettori e dei Direttori amministrativi delle Università italiane, delle Autorità cittadine, regionali e nazionali e di privati cittadini. E tale consolazione, se non cancella l offesa, rende almeno meno amara la fase finale del mio Ufficio. Nell Università ho creduto e credo; sono stato e sono convinto che le sorti individuali di coloro che le circostanze gravano di responsabilità siano comunque meno importanti del prestigio dell Istituzione, della sua missione educativa e del suo alto profilo. Ed è per questa ragione che, immediatamente dopo l elezione del nuovo Rettore, ho rassegnato le mie dimissioni dall incarico di Rettore. In un mondo abitato sempre più da parole vuote e da offese gratuite, questo mio gesto vuole essere la dimostra- zione concreta di una profonda e sentita coerenza che vive dei fatti e degli stili personali: la stessa coerenza che ha ispirato ogni mio atto e ogni mia presa di posizione in tutti questi anni. È un gesto che è per me fonte di sofferenza acuta, perché coincide con il tempo in cui patisco una profonda ingiustizia, per me inaccettabile; ma è un gesto che sento di dover compiere per quello stesso spirito che ha animato il mio servizio, svolto senza ombre e con appassionato entusiasmo. Spetterà ad altri il compito del bilancio, per il quale occorrerà la giusta distanza e l indipendenza di giudizio di chi vorrà redigerlo. A me corre solo il dovere di servire fino in fondo l Università e - ora che le è stata data una nuova guida - affidare a questa, da subito, il suo futuro, che auspico luminoso. Sia questo il segno di una dignitosa coerenza e un gesto di attaccamento all Istituzione, che vorrete accogliere, insieme con il caldo abbraccio a tutti coloro - docenti, studenti e personale tecnico e amministrativo - che in questi anni hanno lavorato con me per l Università. Piero Tosi». L annuncio in conferenza stampa «Ho inviato al Ministro - sono le prime parole di Tosi - le mie dimissioni da rettore dell Università di Siena. Dimissioni che sono state date puntualmente in coerenza con quanto mi ero ripromesso e avevo anche annunciato. Devo dire che questo l ho fatto anche contro il parere dei miei avvocati, ma chi mi conosce sa che io sono una persona che alla coerenza tiene molto e quindi ho inteso rispettare questo mio principio». Dopo questa dichiarazione Tosi ha reso pubblico il testo della lettera di dimissioni dalla carica di rettore. Congendandosi, infine, ha sottolineando che le dimissioni rappresentano un segno di attaccamento all istituzione, che si accompagna a un caloroso saluto e a un abbraccio a tutti coloro che hanno lavorato con lui negli anni per l Università. 5

6 Tabella A - Incrementi mensili (lordi) della retribuzione tabellare (valori in euro da corrispondere per 13 mensilità) Posizione economica dal 1/1/2004 dal 1/2/ EP7 61,82 79,91 EP6 59,16 76,47 EP5 56,61 73,17 EP4 53,87 69,62 EP3 50,26 64,97 EP2 47,22 61,03 EP1 44,00 56,87 D7 50,60 65,41 D6 48,61 62,83 D5 46,70 60,35 D4 44,87 57,99 D3 42,84 55,38 D2 40,81 52,75 D1 39,06 50,48 C7 41,76 53,98 C6 40,27 52,05 C5 38,83 50,19 C4 37,45 48,41 C3 35,71 46,16 C2 34,14 44,13 C1 33,39 43,16 B6 37,06 47,90 B5 35,50 45,88 B4 34,00 43,95 B3 32,56 42,08 B2 30,98 40,04 B1 28,87 37,31 Tabella C - Indennità di Ateneo Cat./ Pos. economica (valori annui in euro) Incremento dal 31/12/2005 Indennità d Ateneo dal 31/12/2005 EP4-7 86, ,17 EP , ,80 D 62, ,06 C 54, ,57 B 51, ,06 Contratto, firmato il biennio economico 2004/05 Lo scorso 28 marzo è stato firmato in via definitiva, dall Aran e dalle Confederazioni e Organizzazioni sindacali, il contratto del II biennio economico del personale non docente del comparto Università. Il contratto si riferisce al periodo 1 gennaio dicembre L aumento medio complessivo, a regime, sarà di circa 98 euro. Riassumiamo alcuni dei punti del nuovo contratto e le novità che in tempi brevi interesseranno i dipendenti delle Università. Gli importi mensili della retribuzione tabellare sono incrementati come indicato nella tabella A. Gli importi annui lordi degli stipendi tabellari sono rideterminati come riportato dalla tabella B; L indennità di Ateneo, incrementi e nuovi importi annui lordi, sono indicati nella tabella C; Le risorse previste dai fondi per i trattamenti accessori sono ulteriormente incrementate; I buoni pasto sono aumentati ad almeno 7 euro; Per i collaboratori ed esperti linguistici il trattamento complessivo annuo lordo, a decorrere dal 1 febbraio 2005, è di ,12 euro. Due settimane delle ferie maturate nel corso dell anno possono essere utilizzate nei 18 mesi successivi dal termine dell anno di maturazione. «Questo aumento consente la crescita della retribuzione media complessiva del 5,01%, - si legge nel comunicato dell Aran - così come definito nell accordo del 27 maggio 2005 fra Governo e Organizzazioni sindacali». Il testo integrale del contratto, con le altre disposizioni introdotte, è disponibile sul sito web Tabella B - Nuova retribuzione tabellare (valori in euro per 12 mensilità) Pos. economica dal 1/1/2004 dal 1/2/2005 EP , ,87 EP , ,40 EP , ,76 EP , ,20 EP , ,43 EP , ,05 EP , ,66 D , ,61 D , ,59 D , ,27 D , ,18 D , ,54 D , ,07 D , ,40 C , ,25 C , ,60 C , ,81 C , ,49 C , ,51 C , ,35 C , ,23 B , ,32 B , ,34 B , ,64 B , ,75 B , ,26 B , ,63

7 Le notizie dal Q.it Il sistema anti-spamming di Ateneo Andamento filtraggio antispam - marzo 2006 Pagina realizzata in collaborazione con il Centro per l Informatica e la Telematica Utile da sapere Non sottoposti a filtraggio Posti in quarantena Da mittente permessi Soddisfacenti i criteri Nel gergo Internet lo spamming consiste nell invio di messaggi pubblicitari di posta elettronica (spam) che non siano stati in alcun modo richiesti. Il Centro universitario per l Informatica e la Telematica (Q.it) ha predisposto un servizio che aiuta a ridurre considerevolmente la presenza di questi messaggi nelle caselle degli utenti; i messaggi ritenuti spam dal software Precise mail vengono dirottati in un apposito spazio disco (quarantena) e la loro presenza notificata via e- mail al destinatario per l eventuale recupero di messaggi buoni, ma non giudicati tali dall esclusiva analisi tecnica compiuta dal software. Trascorsi 21 giorni dalla notifica i messaggi non sono più recuperabili. Il servizio è disponibile alla pagina web https://mailsrv.unisi.it/pmas/index.html e vi si accede inserendo il proprio indirizzo e la password normalmente usata per la posta elettronica; occorre quindi selezionare view quarantined messages per visualizzare i messaggi in quarantena; create, update or review your allow list per inserire indirizzi o domini che non saranno filtrati dal software antispam e create, update or review your block list per inserire invece indirizzi o domini internet i cui messaggi verranno definitivamente scartati. Per escludere il servizio e ricevere tutti i messaggi si deve cliccare invece su set your preferences, occorre poi selezionare opt out: do not scan my for spam, e cliccare su update basic preferences. Posta elettronica, come funziona il servizio anti-spam La politica di gestione dello spam tramite blacklist investe server terzi che conservano nei loro database liste di indirizzi IP sospettati di inviare messaggi indesiderati; tali liste vengono compilate sulla base di criteri variabili tra i gestori di questo tipo di servizio. I messaggi inviati a indirizzi del dominio che fruisce di tale servizio da server inclusi nelle cosiddette blacklist vengono rinviati direttamente al mittente. La politica di gestione dello spam tramite l apposito software utilizzato dall Università di Siena si basa, invece, sull analisi di certe caratteristiche tecniche del messaggio - parole contenute, formattazione, numero dei destinatari... - alle quali viene attribuito un punteggio in base a criteri da noi non modificabili: quando il punteggio supera un valore di soglia prestabilito il messaggio viene classificato come spam e messo in quarantena. 7

8 5per1000 Una firma e un numero per la ricerca Inserendo il codice fiscale dell Ateneo e firmando, è possibile destinare il 5 per mille, delle imposte già pagate, all Università Le attività del CRAL Da quest anno, per la prima volta, è possibile devolvere una quota dell imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) alla Ricerca scientifica e all Università per contribuire, in maniera efficace e senza oneri aggiuntivi per il contribuente, all erogazione da parte dell Ateneo di borse di studio per giovani ricercatori o per sviluppare le attività di ricerca dell Ateneo. L opzione del 5 per mille consente al contribuente di decidere di destinare finanziamenti - su fondi già accantonati dallo Stato - alla ricerca di Ateneo. Il 5 per mille all Ateneo Il contribuente può quindi destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sull Irpef al finanziamento della ricerca e dell Università. Cosa è necessario fare per destinare il 5 per mille all Ateneo Ecco le operazioni necessarie: 1) occorre apporre la firma nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e della Università dei modelli di dichiarazione (CUD 2006; 730/1- bis redditi 2005; UNICO persone fisiche 2006); 2) quindi inserire il codice fiscale dell Ateneo: per 1000 all ATENEO COME INFORMARSI Ulteriori informazioni sono disponibili alle pagine web: Informazioni possono essere richieste al Front Office di Ateneo: tel (2289) Inaugurato l Internet Point al policlinico Le Scotte Una vera e propria officina digitale: presso il piano didattico del policlinico Le Scotte è stato aperto un Internet point (apertura dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18). Presso la struttura è possibile, tra le altre attività, collegarsi a Internet da postazione fissa e portatile, digitalizzare e usufruire di altri importanti servizi web avanzati. 5 per mille, un importante atto di responsabilità La Conferenza dei rettori italiani (Crui) lo ha definito un importante atto di responsabilità. È il provvedimento del 5 per mille, previsto dalla Finanziaria 2006, un finanziamento aggiuntivo deciso direttamente dai contribuenti. La scelta di destinazione del 5 per mille dell Irpef si aggiunge a quella che è possibile fare per l 8 per mille: le due scelte non sono in alcun modo alternative fra loro, pertanto i contribuenti possono esprimerle entrambe. Articoli realizzati con la collaborazione dell Ufficio Fiscale di Ateneo Unisinforma Lettera al personale tecnico e amministrativo è un supplemento a l Università di Siena Lettera d informazione Direttore responsabile: Maurizio Boldrini Redazione: P. Caroni, D. Cundrò Hanno collaborato: M.T. Albanese, A. Gorini, D. Orsini, S. Piselli, S. Susini Via Banchi di Sotto, 55 Tel. 0577/ Fax 0577/ Stampa: Tipografia Pistolesi Registrazione presso il Tribunale di Siena n. 448 del 12/11/1984 8

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Personale dei comparti:

GUIDA OPERATIVA. Personale dei comparti: GUIDA OPERATIVA Personale dei comparti: Modalità di calcolo del monte ore dei permessi sindacali di spettanza delle organizzazioni sindacali rappresentative e della RSU nei luogo di lavoro Novembre 2013

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

FAQ Bando Professori visitatori didattica

FAQ Bando Professori visitatori didattica FAQ Bando Professori visitatori didattica Sommario 1. Qual è l obiettivo principale del bando Professori visitatori didattica? 2. Entro quando è possibile presentare proposta? 3. Chi può presentare domanda?

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO COMPILAZIONE SCHEDA DI ACCESSO

CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO COMPILAZIONE SCHEDA DI ACCESSO SERVIZIO FORMAZIONE E SVILUPPO R. U. CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO Guida per i frequentatori dei laboratori Per ogni frequentatore che deve accedere ai laboratori di Ateneo

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

STATUTO TITOLO 1 IDENTITÀ, MISSIONE, OGGETTO DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA.

STATUTO TITOLO 1 IDENTITÀ, MISSIONE, OGGETTO DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA. STATUTO DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA TITOLO 1 IDENTITÀ, MISSIONE, OGGETTO DELL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA Definizioni 1. Ai fini dello Statuto, dei Regolamenti e degli atti dell Ateneo

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Regolamento per l'elezione dei rappresentanti dei dipendenti al consiglio di fondazione

Regolamento per l'elezione dei rappresentanti dei dipendenti al consiglio di fondazione Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva LPP Swiss Life, Zurigo (Fondazione) Regolamento per l'elezione dei rappresentanti dei dipendenti al consiglio di

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte.

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte. ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012 Le domande e le risposte. La Commissione elettorale 1. Componenti della Commissione Elettorale e scrutatori. Comunicazione all'amministrazione I componenti

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO QUICK GUIDE ESAMI DI STATO Le operazioni da eseguire sono semplici e lineari, ma è opportuno ricordarne la corretta sequenza nella quale vanno eseguite. Flusso delle operazioni da eseguire: 1. Inserimento

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O 1. Costituzione In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - Promuovere le politiche di pari

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO del Personale del Comparto Università quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007 A seguito del parere favorevole espresso dal Comitato di Settore

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

SE MI LASCI NON CRESCI

SE MI LASCI NON CRESCI F.S.E. Fai Scuola con l'europa Evento di lancio del nuovo POR FSE 2014-2020 REGOLAMENTO CONCORSO VIDEO SE MI LASCI NON CRESCI RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO Regolamento del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli