Versione documento: T-GPSPLAYER/101/09 Versione FW: Versione HW: Versione SW: - 1 -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Versione documento: T-GPSPLAYER/101/09 Versione FW: Versione HW: Versione SW: - 1 -"

Transcript

1 Manuale Generale

2 Versione documento: T-GPSPLAYER/101/09 Versione FW: Versione HW: Versione SW: Lingua: Italiano - 1 -

3 INDICE INDICE...2 INSTALLAZIONE...4 CONFIGURAZIONE...18 CODEC DVRS Parametri generali...19 Controllo orologio datario...21 Configurazione Parametri Telecamere...22 Fasce orarie...26 Mascheratura e Activity Detection...29 Configurazione Ingressi...31 Configurazione Uscita Monitor...33 Configurazione parametri di Rete...35 Configurazione parametri PPP...36 Manutenzione...37 Eventi di allarme del DVRS Comandi DVRS Stati DVRS CENTRALE DI ALLARME CEN2100 E DEFENDER...41 Configurazione...41 Generale...43 Parametri di rete...44 Manutenzione...44 Configurazione CPU...46 Calendario...49 Configurazione Tastiere...49 Configurazione UP...52 Configurazione Ingressi...54 Configurazione Uscite...61 Configurazione Inseritori...63 Configurazione Aree...65 Configurazione Gruppi di Uscite...68 Configurazione UCP/SM...69 Configurazione UCP/SM Ingressi...71 Configurazione Gruppi di Utenti...82 Configurazione Utenti...83 Configurazione Fasce Orarie...85 Configurazione Funzioni...86 Configurazione Sirene...87 Configurazione Gruppo And Sensori...91 Configurazione Ronda...92 Configurazione Numeri telefonici...93 Configurazione Identificativo...95 Configurazione MMS...96 Stati CEN...98 Telecomandi CEN GESTIONE CODEC VIDEO SCELTA DEL FORMATO DI VISUALIZZAZIONE

4 VISUALIZZAZIONE A SCHERMO PIENO CONTROLLO TELECAMERE ELIMINAZIONE COLLEGAMENTO TELECAMERA - SPICCHIO ATTIVAZIONE REGISTRAZIONI SUL COMPUTER IMMAGINI REGISTRATE ESPORTAZIONE FILMATI

5 Installazione Il passo primario è l installazione del programma. Fare doppio click con il mouse sul file di installazione. Per procedere con l installazione cliccare sul pulsante selezione della cartella in cui installare l applicazione: che porta alla schermata di Nonostante sia possibile scegliere liberamente la cartella in cui installare l applicazione, si suggerisce di usare quella consigliata. Cliccare sul pulsante per procedere con l installazione

6 Si consiglia di eseguire l installazione completa facendo clic sul pulsante. Quindi viene chiesto dove si vuole che vengano inseriti i collegamenti al programma: Si consiglia di accettare la cartella proposta facendo clic sul pulsante

7 Il menù propone se si vuole che venga inserita un icona di avvio sul desktop: Anche in questo caso si consiglia di accettare facendo clic sul pulsante. Prima di procedere il software di installazione visualizza il quadro riassuntivo delle opzioni di installazione scelte: Per procedere all installazione cliccare sul pulsante

8 A questo punto inizia il trasferimento dei file.. Al termine viene visualizzato il messaggio: Cliccare sul pulsante

9 Dopo aver avviato il programma, generare i dispositivo sul quale si vuole agire. All avvio del programma verrà proposta la schermata: Cliccando sui tasti direzionali (indicati dalle frecce rosse) otterremo una schermata che ci mostrerà la composizione del sistema (utile ad esempio se non si vogliono controllare dei dispositivi video). La schermata proposta sarà del tipo: - 8 -

10 Ora sarà necessario aggiungere nella lista delle fonti i dispositivi che intendiamo gestire Ciccando con il tasto destro del mouse su Fonti si aprirà un menù a tendina: A questo punto scegliere il dispositivo che si intende aggiungere. Dopo di che sarà necessario impostare le Proprietà di connessione del dispositivo. Occorrerà ciccare con il tasto destro del mouse sul nome del dispositivo e scegliere Proprietà: - 9 -

11 Per le centrali CEN2100 e CEN8-248 fornite di connessione LAN si aprirà la schermata: A questo punto impostare le specifiche di connessione del dispositivo al quale si intende connettersi. Nome.permette di inserire una descrizione del dispositivo per poterlo meglio rintracciare all interno della struttura Indirizzo IP. Inserire l indirizzo di rete, univoco, del dispositivo Porta. Socket di comunicazione, inserire Allineamento stati.. Se selezionato, il sistema invierà periodicamente una richiesta dello stato impianto. Periodo allineamento stati Permette di impostare il tempo dell intervallo di richiesta stati Cod. accesso Codice di accesso remoto all impianto, di default Bypass segreteria Non utilizzato per connessione via LAN Ritardo chiusura (sec) Non utilizzato per connessione via LAN

12 Se la centrale CEN8-248 è collegata in modalità USB, occorre cliccare con il tasto destro sull icona Cen8-248 e selezionare Aggiungi - Seriale: A questo punto impostare le specifiche di connessione del dispositivo al quale si intende connettersi, cliccando con il tasto destro del mouse sull icona Cen8-248 e selezionando Proprietà. Nome.permette di inserire una descrizione del dispositivo per poterlo meglio rintracciare all interno della struttura Allineamento stati.. se selezionato il sistema invierà periodicamente una richiesta dello stato impianto Periodo allineamento stati permette di impostare il tempo dell intervallo di richiesta stati Cod. accesso Codice di accesso remoto all impianto, di default Bypass segreteria Non utilizzato per connessione via USB Ritardo chiusura (sec) Non utilizzato per connessione via USB Indirizzo Codice impianto impostato nella centrale in fase di configurazione (menu Identificativo Codice impianto) Porta inserire il numero della porta COM che viene utilizzata per il collegamento (Il numero della porta verrà visualizzato sul menù Gestione periferiche del computer)

13 N.B. Si ricorda di installare i Driver USB (forniti nel CD di installazione) relativi al nuovo hardware. BaudRate indica la velocità di trasferimento dati. Selezionare Parità Selezionare NONE DataBit Selezionare 8 StopBit Selezionare 1 Se invece la centrale CEN8-248 è collegata tramiter modem telefonico, occorre cliccare con il tasto destro sull icona Cen8-248 e selezionare Aggiungi Numero telefonico (in caso di modem PSTN) oppure Numero telefonico GSM. Aggiungere l indice del numero telefonico (può essere 0001 o 0002)

14 Selezionare le proprietà dei numeri telefonici e inserire i numeri. Occorre quindi inserire nelle fonti uno o più modem telefonici

15 Impostare le proprietà del modem. Nome.permette di inserire una descrizione del dispositivo per poterlo meglio rintracciare all interno della struttura Porta inserire il numero della porta COM che viene utilizzata per il collegamento (Il numero della porta verrà visualizzato sul menù Gestione periferiche del computer) BaudRate indica la velocità di trasferimento dati. Valore di default Parità Selezionare NONE DataBit Selezionare 8 StopBit Selezionare 1 Tipo modem.. Selezionare se il modem è PSTN a toni, PSTN a impulsi, GSM. Numero ring.. Numero di ring di attesa prima di attivare la chiamata entrante

16 Controlla stato DSR.. Abilitazione al controllo dello stato del segnale DSR sulla linea seriale di controllo del modem. Modo funzionamento modem.. Definire se il modem è abilitato in sola chiamata, solo ascolto, oppure chiamata e ascolto. Numero per prendere la linea.. Si utilizza nel caso in cui il modem sia connesso ad un centralino telefonico, serve per impostare il numero per ottenere la linea esterna. Comandi AT personalizzati.. Servono per poter configurare il modem tramite dei comandi AT di inizializzazione. A questo punto impostare le specifiche di connessione del dispositivo al quale si intende connettersi, cliccando con il tasto destro del mouse sull icona Cen8-248 e selezionando Proprietà. Nome.permette di inserire una descrizione del dispositivo per poterlo meglio rintracciare all interno della struttura Allineamento stati.. se selezionato il sistema invierà periodicamente una richiesta dello stato impianto Periodo allineamento stati permette di impostare il tempo dell intervallo di richiesta stati Cod. accesso Codice di accesso remoto all impianto, di default Bypass segreteria Non utilizzato per connessione via USB Ritardo chiusura (sec) Non utilizzato per connessione via USB Indirizzo Codice impianto impostato nella centrale in fase di configurazione (menu Identificativo Codice impianto)

17 Se invece il dispositivo è del tipo DVRS4 o DVRS4IA: A questo punto impostare le specifiche di connessione del dispositivo al quale si intende connettersi. Nome.permette di inserire una descrizione del dispositivo per poterlo meglio rintracciare all interno della struttura Indirizzo IP. Inserire l indirizzo di rete, univoco, del dispositivo. Se l indirizzo IP del DVRS4 non è mai stato modificato inserire Porta inserire 1234 UsernameInserire 1111 PasswordInserire 1111 Log abilitati L opzione consente, quando contrassegnata, di memorizzare su un file di log tutti i comandi scambiati tra computer e DVRS4. Si suggerisce di contrassegnarlo solo in caso di malfunzionamenti in modo da poter inviare alla GPS standard il file di log per analisi

18 Dopo aver impostato tutte le proprietà di connessione ciccando con il tasto destro sul nome del dispositivo selezionare l azione Connetti: L avvenuta connessione od ogni cambio di stato dei dispositivi verranno rappresentati graficamente nell albero fisico con icone che ne rappresentano il tipo e lo stato corrente secondo una convenzione di colori descritta nella legenda stati

19 Configurazione Codec DVRS4 Il DVRS4 può essere programmato direttamente dal centro di controllo. Facendo clic sul pulsante si attiva la schermata di inserimento dei dati di configurazione: Per evitare di programmare il DVRS4 con valori errati, effettuare l acquisizione dei parametri Hwrdware dal DVRS4 come prima operazione. Per fare questo, nella finestra Comandi in alto a destra, selezionare e cliccare sul pulsante ; i parametri di configurazione del DVRS4 vengono trasferiti sul computer. A questo punto è possibile procedere con la modifica dei parametri di configurazione. I dati di configurazione del DVRS4, dopo eventuale modifica, possono essere: Salvati in un file per essere esportati su un altro sistema. Per fare questo selezionare l opzione e cliccare sul pulsante selezionare nella finestra di interfaccia che si apre, la cartella e il nome del file in cui salvare la configurazione. Con questa tecnica è possibile importare la programmazione da file selezionando l opzione e facendo clic sul pulsante. Salvati nel database per questo specifico DVRS4 (ogni dispositivo ha una tabella propria). Per fare questo selezionare l opzione e cliccare sul pulsante. Il salvataggio dei dati nel database consentirà, qualora se ne presenti la necessità, la sostituzione di una unità DVRS4 (guasta) con una nuova che potrà essere riprogrammata in modo identico a quella che viene rimossa. Il ripristino avviene in due fasi; prima si esegue il caricamento dei dati dal database selezionando l opzione e facendo clic sul pulsante

20 e successivamente, dopo aver selezionato l opzione pulsante. facendo clic sul Salvati nel database come dispositivo DVRS4 generico (di default). Per fare questo selezionare l opzione e cliccare sul pulsante. Successivamente questa programmazione potrà essere ricaricata selezionando l opzione e facendo clic sul pulsante per essere usata come configurazione di base per ulteriori dispositivi DVRS4 che si andranno ad aggiungere nel sistema. Inviati al dispositivo DVRS4 per programmarlo. Per fare questo selezionare l opzione e cliccare sul pulsante. La finestra parametri generali è organizzata in Parametri Generali, Controllo PTZ e orologio datario. Parametri generali I parametri generali sono costituiti da: Nome Nome del dispositivo; informazione di sola lettura; contiene il livello di aggiornamento del software del DVRS4. Password. Password per accedere al DVRS4. Identificativo. Codice univoco del DVRS4. Potrebbe essere necessario nel caso in cui il centro di controllo debba accedere a DVRS4 appartenenti a sottoreti diverse e che per caso abbiano lo stesso indirizzo di rete (sottorete). Firma digitale La firma digitale viene inserita, quando si genera un file per esportazione di filmati da visualizzare su altro computer. Eventuali manipolazioni del file saranno segnalate in fase di play (con GPSplayer). Keep Live. Il DVRS4 può verificare se la comunicazione con il computer è attiva e cercare di ripristinarla se cade. Contrassegnare la check-box e impostare il valore 20. Keep Play Destinato ad usi futuri, non contrassegnare. Riavvii... Informazione di sola lettura, è un contatore che incrementa ad ogni riavvio del DVRS4 (a seguito di mancanza di alimentazione o

21 per comandi che presuppongono il riavvio del dispositivo). Un numero di riavvii elevato può indicare problemi di alimentazione o del dispositivo. Presenza Hard Disk 0 Il DVRS4 può essere configurato con due dischi fissi (HD0, HD1) Spuntare la check-box quando è presente il disco 0. Capacità HD 0 Informazione di sola lettura, fornisce la capacità del disco 0. Presenza Hard Disk 1 Spuntare la check-box quando è presente il disco 1. Capacità HD 1 Informazione di sola lettura, fornisce la capacità del disco 1. EPLD... Informazione di sola lettura, fornisce la versione di questo componente. FPGA... Informazione di sola lettura, fornisce la versione di questo componente. Controllo PTZ Il controllo PTZ fa riferimento alla programmazione della linea seriale di comunicazione tra il DVRS4 e le telecamere con telemetria (speed dome o brandeggianti); sono costituiti da: Tipo Seriale PTZ Permette di selezionare attraverso un menu a tendina il tipo di interfaccia seriale utilizzata per il collegamento tra DVRS4 e telecamera. Cliccare sulla freccia della combo-box e selezionare la porta usata per il collegamento (normalmente RS485A). Velocità Seriale PTZ.. Consente di assegnare la velocità di comunicazione della linea seriale verso la telecamera. Parità PTZ.. Consente di assegnare la parità della linea di comunicazione verso la telecamera (di solito Nessuna). Word Size PTZ... Consente di assegnare la lunghezza del carattere nella comunicazione verso la telecamera (di solito 8). Stop Bit PTZ Consente di assegnare il numero di bit di stop nella comunicazione verso la telecamera (di solito 1)

22 Controllo Seriale PTZ Consente di assegnare il controllo di flusso nella comunicazione verso la telecamera (di solito Nessuno). Controllo orologio datario Fuso Orario. Assegna il fuso orario del DVRS4. Il DVRS4 potrebbe essere installato in un paese con fuso orario diverso da quello del centro di controllo (computer). Consente di associare alle registrazioni l ora (del paese dove è installato il DVRS4). Ora Solare. Contrassegnare se si vuole il passaggio automatico tra ora legale e ora solare. Set Orario. Consente di impostare data e ora. Questa operazione può essere fatta in due modi: Impostando data con un clic sul pulsante e inserendo l ora:, op- e poi inviando i valori al DVRS4 con un clic sul pulsante pure inviando data e ora del computer con un clic su. Chiedi Orario Consente di leggere, per verifica, i valori correnti di data e ora del DVRS

23 Configurazione Parametri Telecamere La finestra configurazione telecamere consente di programmare i parametri relativi a ciascuna delle telecamere collegabili al DVRS4. Selezionare la telecamera con un click sul pulsante della combo-box di selezione: Per ciascuna telecamera si possono programmare i seguenti parametri: TLC Abilitata. Check box di abilitazione telecamera. Se la check box non è contrassegnata la telecamera viene ignorata dal DVRS4 e sarà visualizzata dal centro con lo stato non installata. Tipo.. Il DVRS4 gestisce gli standard PAL e NTSC. Per modificare il tipo fare click sulla freccia ed effettuare la selezione. Indirizzo dome. Indirizzo (0 255) della telecamera (speed dome). Serve per l invio dei comandi PTZ; inserire il valore corrispondente a quello assegnato alla speed dome selezionata. Frame Rate.. Definisce il numero di frame/sec acquisiti dal DVRS4. Può variare tra 1 e 25. Oscuramento... Definisce in secondi la soglia di allarme di oscuramento telecamera

24 Pre Allarme... Definisce in secondi la durata dello spezzone video di preallarme (funzionalità play pre/post-allarme). Titolo.. Titolo telecamera. La descrizione inserita in questo campo viene visualizzata sull albero delle sorgenti video. Formato Risoluzione immagini per le registrazioni sul disco locale del DVRS4. Per selezionare la risoluzione fare click sulla freccia ed effettuare la selezione: Sono previste le risoluzioni seguenti: D x 576 pixels 4CIF x CIF x 288 CIF x 288 SIF x 288 QCIF x 144 Protocollo dome. Identifica il protocollo della telecamera. Sono implementati i seguenti protocolli: 0. Samsung 1. Riservato per future implementazioni 2 Videoloss... Definisce in secondi la soglia di allarme per mancanza segnale video (telecamera guasta o scollegata). Si consiglia di impostare questo parametro a 5 10 sec. In questo modo l icona che rappresenta la telecamera (nella mappe grafiche, nella struttura fisica e in quella logica) darà evidenza di presenza del segnale video e l utente potrà evitare di richiedere flussi da telecamere che non sono collegate o sono guaste. Campionamento audio Definisce la frequenza di campionamento del segnale audio (più è alta la frequenza di campionamento migliore è la qualità audio). Per modificare la frequenza di campionamento fare click sulla freccia ed effettuare la selezione. Post Allarme... Definisce in secondi la durata dello spezzone video di postallarme (funzionalità play pre/post-allarme). Qualità.. Definisce la qualità dell immagine ovvero il livello di compressione per le immagini registrate sul disco locale del DVRS4. Per selezionare la qualità dell immagine fare click sulla freccia ed effettuare la selezione: Sono previsti 5 livelli di qualità identificati come: FASTEST Qualità molto bassa ma massimo numero di immagini dal sistema di codifica/decodifica mpeg4. Può produrre imperfezioni di visualizzazione (quadrettatura). FAST. Qualità discreta con elevato numero di immagini dal sistema di codifica/decodifica mpeg

25 Può produrre qualche imperfezione di visualizzazione (quadrettatura). NORMAL.. Qualità normale (consigliata); buon compromesso tra qualità e numero di immagini dal sistema di codifica/decodifica mpeg4. GOOD... Qualità buona a discapito della potenza di elaborazione del DVRS4 e del decoder mpeg4 (potrebbe richiedere maggiore potenza del computer su cui gira l applicazione di visualizzazione) BEST. Qualità massima e conseguente ulteriore richiesta di elevata potenza di elaborazione. Rate Contro Mode... Modo di utilizzo della rete (banda richiesta). Sono previsti tre modi: VBR. Variable Bit Rate; mantiene costante la qualità dell immagine usando tutta la banda necessaria sulla rete. ABR. Average Bit Rate. Il DVRS4 in questa modalità cerca di mantenere un valore di occupazione di banda, nel lungo periodo, uguale a quello impostato nella variabile Bit Rate pur consentendo variazioni istantanee quando necessario. CBR. Constant Bit Rate. Il DVRS4 mantiene rigorosamente costante l occupazione di banda della rete al valore impostato nella variabile Bit Rate. Bit Rate... Max Bit Rate.. Valore nominale di utilizzo della rete (banda). Valore massimo di occupazione della rete (banda). Qualità LAN... Definisce la qualità dell immagine ovvero il livello di compressione per le immagini inviate sulla rete LAN. Formato LAN... Risoluzione immagini inviate sulla rete LAN. Sulla base di prove sperimentali di valutazione soggettiva della qualità e fluidità dell immagine, associate a misure di traffico dati, è stato possibile realizzare una tabella che compara, a parità di prestazioni video, il traffico necessario per il trasferimento delle immagini, per i vari tipi Rate Control Mode, di Bit Rate e di Max Bit Rate

26 Frame Rate Frame Rate Frame Rate Mbit/s (per TLC): filmato demo Mbit/s (per TLC): immagine statica Qualità Formato R.C.Mode Bit Rate Max BR 25 Normal CIF VBR ,75 0,27 12,5 Normal CIF VBR ,50 0,21 5 Normal CIF VBR ,30 0,15 2,5 Normal CIF VBR ,26 0,28 1 Normal CIF VBR ,10 0,10 Mbit/s (per TLC): filmato demo Mbit/s (per TLC): immagine statica Qualità Formato R.C.Mode Bit Rate Max BR 25 Normal CIF ABR ,85 0,85 12,5 Normal CIF ABR ,54 0,53 5 Normal CIF ABR ,30 0,30 2,5 Normal CIF ABR ,25 0,25 1 Normal CIF ABR ,10 0,10 Mbit/s (per TLC): filmato demo Mbit/s (per TLC): immagine statica Qualità Formato R.C.Mode Bit Rate Max BR 25 Normal CIF CBR ,85 0,85 12,5 Normal CIF CBR ,54 0,51 5 Normal CIF CBR ,27 0,27 2,5 Normal CIF CBR ,16 0,16 1 Normal CIF CBR ,07 0,07 Si evince che per filmati a 25 fps il Rate Control Mode più efficiente è il VBR, per filmati a 12.5 fps è il ABR, per filmati <5 fps è il CBR. Essendo basata su dati soggettivi, la tabella sopra riportata ha sola valenza indicativa. Per flussi video in formato D1, le prove hanno evidenziato che la migliore efficienza si ottiene con i dati elencati nella seguente tabella. Mbit/s (per TLC): filmato demo Mbit/s (per TLC): immagine statica Frame Rate Qualità Formato R.C.Mode Bit Rate Max BR 25 Normal D1 VBR ,49 0,22 12,5 Normal D1 VBR ,31 0,21 5 Normal D1 VBR ,16 0,11 2,5 Normal D1 ABR ,14 0,14 1 Normal D1 ABR ,10 0,10 Essendo basata su dati soggettivi, la tabella sopra riportata ha sola valenza indicativa

27 Fasce orarie La registrazione delle telecamere avviene sulla base di un programmatore settimanale, con gestione di giorni speciali (festività, ferie, ecc. ). La registrazione può essere continua oppure attivata da allarme (ingresso/activity/network), definendo le restrizioni di accesso alle immagini in determinate fasce orarie. La programmazione fasce orarie viene attivata con un clic sul pulsante : Ogni telecamera ha una propria programmazione indipendente dalle altre. Con un clic sul pulsante di selezione (in alto) viene visualizzato l elenco delle telecamere, selezionare quella di cui si vuole eseguire la programmazione. Sono definiti quattro tipi di giorno: feriali, prefestivi, festivi, altro. A ciascun giorno della settimana è possibile assegnare uno dei suddetti tipi. Facendo clic sul pulsante vicino a ciascun giorno della settimana si apre un menu a tendina in cui selezionare il tipo da attribuire a qual giorno

28 Ogni tipo è suddiviso in 24 fasce orarie. Gli intervalli orari sono liberamente programmabili. Per cambiare l intervallo orario di una fascia, fare doppio clic sulla fascia (nella prima colonna) oppure selezionare la fascia e cliccare sul pulsante sinistra): (in basso a quindi inserire l intervallo orario. Se la fascia impostata si sovrappone alle fasce adiacenti, i limiti di queste ultime vengono riassegnati in modo da essere compatibili con il nuovo valore inserito. Per ciascuna fascia occorre a questo punto assegnare il tipo di registrazione che si intende applicare: Selezionare uno per volta (o con selezione multipla mediante clic e trascina con il mouse) gli intervalli orari e applicare il modo di registrazione desiderato contrassegnando con il segno le opzioni in basso

29 Sono previsti i seguenti modi di registrazione: C Registrazione Continua NOREC Nessuna registrazione I Registrazione su Input alarm (allarme ingresso di scheda DVRS4) A Registrazione su Activity Detection N Registrazione su allarme di rete (richiesta dal sistema SCS) R Abilita l invio di immagini live su rete (per visualizzazione Remota) L Abilita l uscita video sul monitor locale (al DVRS4) MA Applica alle immagini la maschera di privacy A MB Applica alle immagini la maschera di privacy B MC Applica alle immagini la maschera di privacy C Nota: Le opzioni R e L non sono riferite alla registrazione delle immagini ma consentono di porre limitazioni alla visualizzazione delle immagini (per aspetti di privacy). Attenzione: per vedere le immagini live nel centro (sui Client o sui Player) o per la registrazione sul computer occorre che sia abilitato l invio di immagini live su rete (opzione R). Anche l attivazione delle uscite di allarme per segnalare un allarme di movimento (Acttivity Detection) movimento (Acttivity Detection) è subordinata all abilitazione dell activity detection da fasce orarie (secondo la maschera di rilevamento selezionata) NON assegnare registrazioni se il codec non munito di Hard Disk Per i giorni che non rispettano la programmazione settimanale è prevista la gestione di giorni speciali. Sono definiti 16 giorni speciali o meglio 16 intervalli a cui assegnare direttamente il tipo (Feriale, Festivo, ). Per assegnare il giorno di inizio fare doppio clic sulla colonna DA : Facendo clic sul pulsante giorno iniziale: vicino alla data DA, si apre una finestra di selezione del Se si deve programmare un intervallo di giorni (per esempio per il periodo di ferie) fare doppio clic sulla colonna A e poi clic sul pulsante vicino alla data A quindi inserire l ultimo giorno dell intervallo. Se si tratta di un giorno singolo non occorre programmare la colonna A

30 Per gli intervalli definiti assegnare infine il tipo facendo clic sul pulsante Tipo. nella colonna Terminata la configurazione fasce orarie fare clic sul pulsante. Mascheratura e Activity Detection Il DVRS4 consente la possibilità di effettuare mascherature delle immagini delle telecamere sia per aspetti di privacy sia per aspetti associati alla funzione di Activity Detection che il DVRS4 implementa. L inserimento delle maschere viene attivato con un clic sul pulsante ; si apre la seguente schermata: L immagine video è suddivisa in 44 x 36 rettangoli che chiameremo blob. Il blob è l unità elementare di mascheratura. La sua dimensione in pixel dipende dalla risoluzione (il DVRS4 esegue una operazione di scalatura automatica). Si possono impostare tre maschere di activity chiamate Maschera A, Maschera B e Maschera C. In ciascuna maschera è possibile inserire porzioni di immagine definite di Privacy e altre porzioni di immagine sensibili al movimento. Le zone sensibili sono quattro, hanno forma qualsiasi e sono chiamate Zona Attività 1, Zona Attività 2, Zona Attività 3, Zona Attività 4 e sono rappresentate con colori diversi per una immediata identificazione. Ogni Zona di Attività ha una propria configurazione caratterizzata dai seguenti parametri: Sensibilità Su ciascun blob, ad ogni frame, viene determinata la luminosità media (in modo da neutralizzare il rumore della telecamera); se la variazione della luminosità del blob, rispetto al frame precedente, è superiore al valore espresso nel parametro Sensibilità allora il blob

31 viene conteggiato tra quelli affetti da variazione. La Sensibilità può variare tra 0 e 100 (100 = massima sensibilità). Area. Definisce quale percentuale di area deve essere interessata alla variazione di luminosità per generare un allarme di Activity Detection. Esprime il valore percentuale del rapporto tra il numero di blob che ha subito variazione di sensibilità e il numero totale dei blob che compongono l area. Può variare tra 1 e 100 (1 = massima sensibilità). Area Max. Se la percentuale di area oggetto di variazione supera il valore impostato nel parametro Area Max allora il sistema ignora la variazione. Questo parametro consente di eliminare i falsi allarmi causati da accensione/spegnimento illuminazione, o da variazioni di luce esterna (alba, tramonto). Può variare tra 1 e 100 (Si consiglia di mettere un valore superiore a 50). Durata Definisce per quanto tempo devono essere verificate le condizioni precedenti (entrambe) per generare un allarme di Activity Detection. Può variare tra 0 e 100 (decimi di secondo; 0 = massima velocità di rilevazione allarme ma anche alta probabilità di falsi allarmi; si consiglia di adottare un valore = 2 o superiore). Cliccare sul pulsante per richiamare l immagine ed eseguire la mascheratura. Per selezionare il tipo di zona da inserire fare clic sull opzione corrispondente. Mascheratura pixel by pixel Quando è presente il segno di spunta sulla casella Disegna singolo pixel è possibile colorare la zona con clic e trascina del tasto sinistro del mouse sull immagine (come con Microsoft Paint). Per cancellare parti di mascheratura eseguire il clic e trascina con il tasto destro del mouse (oppure attivare l opzione Cancella ed eseguire la cancellazione con clic e trascina del tasto sinistro del mouse). Disegna Singolo Pixel Quando manca il segno di spunta sulla casella Disegna singolo pixel, con clic e trascina del tasto sinistro del mouse, si disegna la mascheratura per rettangoli (con clic e trascina del tasto destro si cancella l area selezionata). Durante la mascheratura della scena ripresa dalla telecamera è possibile effettuare il controllo dei parametri impostati. Per fare questo procedere nel seguente modo: 1. Impostare i parametri di Sensibilità, Area, Area Max e Durata. (per es. 90, 5, 80, 0) 2. Disegnare la maschera di activity come descritto sopra 3. Richiamare la visualizzazione dell immagine ripresa dalla telecamera facendo clic sul pulsante. 4. Fare clic sul pulsante per inviare il comando di esecuzione del controllo dell activity Nella finestra di activity appare in alto, sovra-impressa all immagine, una barra ed un numero che riportano il valore di activity riscontrato

32 E possibile a questo punto muovere un oggetto (o una persona) nell area sensibile, verificare il valore di activity prodotto, modificare eventualmente i parametri, inviarli al DVRS4 facendo clic sul pulsante, ripetere eventualmente queste operazioni fino ad ottenere la configurazione desiderata. Questa operazione di verifica dell activity è possibile solo sulla maschera A. Nel caso le Maschere B e C siano utilizzate, adottare la Maschera A per l individuazione dei parametri che poi applicherete alle Maschere B e C. La casella Tutti consente di attivare/rimuovere la visualizzazione di tutte e quattro le zone di activity contemporaneamente. ATTENZIONE: Si ricorda che per la taratura e per l attivazione della funzione di Activity Detection occorre prima configurare la registrazione su activity nelle fasce orarie del DVRS4 (e inviare al DVRS4 questa configurazione). E possibile sospendere l analisi e quindi l eventuale generazione dell allarme di activity mettendo fuori servizio ogni singola telecamera. Configurazione Ingressi La configurazione ingressi si presenta nel modo seguente: Il DVRS4 ha quattro ingressi di allarme e un ingresso di comando. L ingresso di comando viene utilizzato per allarmare l unità. Quando l unità è allarmata una transizione

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Software centralizzazione per DVR

Software centralizzazione per DVR Software centralizzazione per DVR Manuale installazione ed uso 2 INTRODUZIONE Il PSS (Pro Surveillance System) è un software per PC utilizzato per gestire DVR e/o telecamere serie VKD. Tramite esso è possibile

Dettagli

WEBTX 01/02/04 / TIP5012 Manuale Installazione & Programmazione

WEBTX 01/02/04 / TIP5012 Manuale Installazione & Programmazione WEBTX 01/02/04 / TIP5012 Manuale Installazione & Programmazione SICURIT Alarmitalia S.p.a. Via Gadames 91 - MILANO (Italy) Tel. (02) 38070.1 (ISDN) Fax (02) 3088067 http://www.sicurit.it E-mail: info@sicurit.it

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE ENTERPRISE 2006 INTERFACCIA GRAFICA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DI SISTEMI 1019 MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Enterprise-ITA-27-05-2008 2006 1 Sommario Introduzione... 3 Release... 3 Principali caratteristiche...

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web Eureka Web Connessione remota a centrali via Web Luglio 2013 2 Connessione remota a centrali via Web INDICE ACCESSO E UTILIZZO DEL PANNELLO DI CONTROLLO DI EUREKA WEB IMPOSTAZIONE DI EUREKA WEB Impostazione

Dettagli

S T R U M E N T I & S E R V I Z I

S T R U M E N T I & S E R V I Z I Via S. Silvestro, 92 21100 Varese Tel + 39 0332-213045 212639-220185 Fax +39 0332-822553 www.assicontrol.com e-mail: info@assicontrol.com C.F. e P.I. 02436670125 STRUMENTI & SERVIZI per il sistema qualità

Dettagli

SOFTWARE DI GESTIONE PSS

SOFTWARE DI GESTIONE PSS Rev. 1.0 SOFTWARE DI GESTIONE PSS Prima di utilizzare questo dispositivo, si prega di leggere attentamente questo manuale e di conservarlo per future consultazioni. Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta S.

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO N@Video è un software progettato per l utilizzo in rete e ottimizza il rapporto tra risorse hardware e prestazioni. è un sistema aperto, modulare, ampliabile, aggiornabile e rende semplice la creazione

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Vi preghiamo di leggere attentamente queste istruzioni prima di installare il software e di lavorare con esso. Ver.3.0.0 1 rev.

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004 VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004 4 canali stand-alone Page 1 Indice: 1. Caratteristiche 2. L apparecchio a. Fronte b. Retro c. Telecomando 3. Installazione a. Installazione dell hard disk b. Collegamento

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Guida alla configurazione

Guida alla configurazione NovaSun Log Guida alla configurazione Revisione 3.1 28/06/2010 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 1 di 16 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 2 di 16 Contenuti Il presente documento

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Max Configurator v1.0

Max Configurator v1.0 NUMERO 41 SNC Max Configurator v1.0 Manuale Utente Numero 41 17/11/2009 Copyright Sommario Presentazione... 3 Descrizione Generale... 3 1 Installazione... 4 1.1 Requisiti minimi di sistema... 4 1.2 Procedura

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Dipartimento Studi e Legislazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628

Dettagli

CMS Manuale. 2. Installazione del software

CMS Manuale. 2. Installazione del software CMS Manuale 1. Panoramica Questo software può essere collegato direttamente al DVR tramite Internet senza il supporto di server intermedio. E 'user-friendly e può essere collegato rapidamente. Fumctions

Dettagli

Manuale di configurazione CONNECT GW

Manuale di configurazione CONNECT GW Modulo gateway FA00386-IT B A 2 10 Manuale di configurazione CONNECT GW INFORMAZIONI GENERALI Per connettere una o più automazioni al portale CAME Cloud o ad una rete locale dedicata e rendere possibile

Dettagli

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso 2 SendMedMalattia v. 1.0 Pagina 1 di 25 I n d i c e 1) Introduzione...3 2) Installazione...4 3) Prima dell avvio di SendMedMalattia...9 4) Primo Avvio: Inserimento dei dati del Medico di famiglia...11

Dettagli

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S685 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO... 3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP... 3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Convertitore di rete NETCON

Convertitore di rete NETCON MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA TCP/IP PER SISTEMI REVERBERI Convertitore di rete NETCON RMNE24I0 rev. 1 0708 I N D I C E 1. Scopo... 4 2. Descrizione... 4 3. Collegamenti elettrici del dispositivo...

Dettagli

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 PV_0001 Rev. A Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 Pronti via! "Pronti... via!" è una raccolta di informazioni interattive, che permette una consultazione rapida delle principali informazioni necessarie all'utilizzo

Dettagli

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga).

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga). Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 10-03-2011 Messaggio n. 6143 Allegati n.1 OGGETTO:

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

Telefono DECT Gigaset A510

Telefono DECT Gigaset A510 Telefono DECT Gigaset A510 Manuale di Configurazione Il telefono Gigaset A510IP è un terminale DECT che supporta lo standard SIP per la comunicazione con centralini IP. Può dunque essere integrato nel

Dettagli

PowerLink Pro. Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE. Nota :

PowerLink Pro. Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE. Nota : PowerLink Pro Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE Il PowerLink Pro permette di visualizzare e gestire il sistema PowerMax Pro tramite internet. La gestione è possibile da una qualunque

Dettagli

HikVision. Creazione e gestione di collegamenti con sistemi TVCC HikVision DVR/Network Camera

HikVision. Creazione e gestione di collegamenti con sistemi TVCC HikVision DVR/Network Camera HikVision Creazione e gestione di collegamenti con sistemi TVCC HikVision DVR/Network Camera Febbraio 2015 2 Creazione e gestione di collegamenti con sistemi TVCC HikVision DVR/Network Camera INDICE EUREKA

Dettagli

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC 345020-345021 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso 10/11-01 PC 2 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti minimi Hardware 4 1.2 Requisiti minimi Software

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

ARTECO-SOFTWARE & DISPOSITIVI IP. Guida all utilizzo del software Arteco e dei Dispositivi IP compatibili. Versione 3.2.19.784

ARTECO-SOFTWARE & DISPOSITIVI IP. Guida all utilizzo del software Arteco e dei Dispositivi IP compatibili. Versione 3.2.19.784 Guida all utilizzo del software Arteco e dei Dispositivi IP compatibili Versione 3.2.19.784 Rev. Compatibility List 2012-07-16 Pag. 1 Il seguente documento contiene indicazioni per la configurazione ottimale

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Samsung Auto Backup FAQ

Samsung Auto Backup FAQ Samsung Auto Backup FAQ Installazione D: Ho effettuato il collegamento con l Hard Disk esterno Samsung ma non è successo nulla. R: Controllare il collegamento cavo USB. Se l Hard Disk esterno Samsung è

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE 1. Introduzione 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione 3. Accessi Successivi al Menù Gestione 4. Utilizzo

Dettagli

Videoregistratore Digitale 4 Canali 25 ips @ D1

Videoregistratore Digitale 4 Canali 25 ips @ D1 BUDDY DVR by Videoregistratore Digitale 4 Canali 25 ips @ D1 Guida Rapida di Installazione ITA V. 1.0-201311 1 SOMMARIO Guida Rapida di Installazione 1. Log-In al DVR Introduzione alle principali funzioni...3

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Pircam. Corso Tecnico 1.1

Pircam. Corso Tecnico 1.1 Pircam Corso Tecnico 1.1 Argomenti 1. Informazioni generali sul sistema PIRCAM 2. Note applicative e cose da sapere 3. Specifiche Pircam 4. Specifiche ATS1238 PEB 5. Installazione Pircam 6. Installazione

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android

Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android Pagina:1 Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android RH-TCC1 RH-BCC1 RH-DCC1 RH-DCC2 Telecamere IP Full HD 1080p RH-SD20IR Telecamere IP Full HD 1080p Speed dome Pagina:2 Introduzione Le

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

Il software gratuito GMS-Lite consente il collegamento a max. 10 DVR per un totale di 36 telecamere visualizzate.

Il software gratuito GMS-Lite consente il collegamento a max. 10 DVR per un totale di 36 telecamere visualizzate. Software freeware per DVR ZR-DHC Software per reti Ethernet GMS-Lite 0/0/009- G//I Caratteristiche principali Il software gratuito GMS-Lite consente il collegamento a max. 0 DVR per un totale di telecamere

Dettagli

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO PS Remote Control Rel.2.0 Ver 2.0.0 SOFTWARE DI MONITORAGGIO E CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO MANUALE UTENTE di Angrilli Ing. Davide Via Iseo, n.4/b 65010 Spoltore (PE) Tel/fax 0854972260

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini Guida rapida Vodafone Internet Key Box Mini Ideato per Vodafone QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.1 1 10/10/07 14:39:10 QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.2 2 10/10/07 14:39:11 Benvenuti nel mondo della connessione

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

ITALIANO PHONE-VS. Manuale per l utente

ITALIANO PHONE-VS. Manuale per l utente ITALIANO PHONE-VS Manuale per l utente ÍNDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 INSTALLAZIONE ED AVVIO... 1 3 ATTIVAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 4 CONFIGURAZIONE DELLE CONNESSIONI... 6 5 CONNESSIONE... 9 5.1 SCHERMATA

Dettagli

Employee Letter. Manuale DatabICS

Employee Letter. Manuale DatabICS Employee Letter Manuale DatabICS Manuale DatabICS 22023799 Versione 1.0 12.10.2012 Andreas Merz 1.1 29.10.2012 Andreas Merz 1.2 06.11.2012 Andreas Merz 1.3 08.11.2012 Andreas Merz 1.4 19.02.2013 Andreas

Dettagli

TELECAMERA IP DA ESTERNO con IR (cod. CP391 )

TELECAMERA IP DA ESTERNO con IR (cod. CP391 ) MANUALE UTENTE CP391 TELECAMERA IP DA ESTERNO con IR (cod. CP391 ) 1. Installazione 1.1 Collegamento Prima di effettuare qualsiasi operazione assicurarsi che tutti i dispositivi siano scollegati dall alimentazione.

Dettagli

Videoregistratori Serie DH

Videoregistratori Serie DH Pagina:1 DVR per telecamere analogiche, 960H, HD-SDI Manuale programma ViewCam Come installare e utilizzare l App per dispositivi mobili Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto

Dettagli

Connessioni e indirizzo IP

Connessioni e indirizzo IP Connessioni e indirizzo IP Questo argomento include le seguenti sezioni: "Installazione della stampante" a pagina 3-2 "Impostazione della connessione" a pagina 3-6 Installazione della stampante Le informazioni

Dettagli

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4)

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) MANUALE DEL SOFTWARE DI CONFIGURAZIONE IMQ APPROVED CERTIF. N :CA12.00048 (PMT200) CA12.00049 (PMT202) Sw20xa02 del 01.09.2000 INDICE GENERALE Installazione

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P

VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P VCC-HD2300/HD2300P VCC-HD2100/HD2100P Accedere alla telecamera dal browser Web Componenti della schermata in diretta Pannello di controllo Pannello degli strumenti Operazioni con la schermata in diretta1/10

Dettagli

GuardallEye (iphone) Mobile Client Software Manuale Utente (V1.0)

GuardallEye (iphone) Mobile Client Software Manuale Utente (V1.0) GuardallEye (iphone) Mobile Client Software Manuale Utente (V1.0) Grazie per aver scelto il nostro prodotto GuardallEye (iphone) mobile client software. Si prega di leggere attentamente il manuale per

Dettagli

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012 INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE Eseguire il file di SetupCentraliCombivox.exe, selezionando la lingua e la cartella di installazione. SetupCentraliCom bivox.exe Durante l installazione, è possibile creare un

Dettagli

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0)

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) PalmViewCAM POWERLINE DIGITAL VIDEO RECORDER MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) Vi ringraziamo per aver scelto il nostro prodotto. Vi invitiamo a leggere attentamente il presente manuale di istruzioni

Dettagli

PRX-MP404 PRX-MP409 manuale d uso

PRX-MP404 PRX-MP409 manuale d uso www.protexitalia.it PRX-MP404 PRX-MP409 manuale d uso videoregistratori digitali MPEG-4 Digital Video Recorder 1 PRX-MP404 PRX-MP409 ELENCO FUNZIONI Indice......2 Capitolo 1: Generalità DVR...4 Capitolo

Dettagli

Manuale EacqCE. Versione manuale 3.0.2. Copyright 2011 MMS Srl. Manuale EacqCE Pagina 1

Manuale EacqCE. Versione manuale 3.0.2. Copyright 2011 MMS Srl. Manuale EacqCE Pagina 1 Manuale EacqCE Versione manuale 3.0.2 Copyright 2011 MMS Srl Manuale EacqCE Pagina 1 Sommario Sommario... 2 Informazioni generali... 3 Introduzione... 3 Installazione del programma... 4 Primo avvio del

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2) GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 7 Funzionalità... 8 Anagrafica... 9 Registrazione

Dettagli

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE Guida AlienMobile ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE 1 Centrali anti-intrusione Indice dei contenuti Indice dei contenuti................................

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

Network Camera. Guida applicativa 1.5 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro.

Network Camera. Guida applicativa 1.5 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro. A-EAK-100-55 (1) Network Camera Guida applicativa 1.5 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro. 2012 Sony Corporation Indice Introduzione

Dettagli

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government NexusPub APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) NexusPub è stato realizzato con il contributo tecnologico di 0 rev. 10.2.1_010714

Dettagli

TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000

TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000 TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000 TELEDIAGNOSI SU CNC S4000 CON COLLEGAMENTO TRAMITE MODEM SU LINEA TELEFONICA Questa opzione ha lo scopo di effettuare l assistenza tecnica a distanza tramite

Dettagli

Videoregistratori di rete Serie DN

Videoregistratori di rete Serie DN Pagina:1 Videoregistratori di rete Serie DN NVR per telecamere IP Manuale programma Smart Meye Come installare e utilizzare l App per dispositivi mobili Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale

Dettagli

Manuale Operativo P2P Web

Manuale Operativo P2P Web Manuale Operativo P2P Web Menu Capitolo 1 Configurazione dispositivo... Errore. Il segnalibro non è definito. 1.1 Configurazione funzione P2P dispositivo... 2 Capitolo 2 Operazioni P2P Web... Errore. Il

Dettagli

EASY VISION - VIDEOREGISTRATORI IBRIDI

EASY VISION - VIDEOREGISTRATORI IBRIDI EASY VISION - VIDEOREGISTRATORI IBRIDI EASY VISION SICEP arrichisce la gamma dei prodotti dedicati alla videosorveglianza presentando la serie EasyVision, un videoregistratore a 4 ingressi video, con sistema

Dettagli

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010 BavInAzienda Manuale di Attivazione Edizione Maggio 2010 Manuale Attivazione BavInAzienda - Maggio 2010 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione

Dettagli

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file ECDL Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Contenuto del modulo Per iniziare Il desktop Organizzare i file Semplice editing Gestione della stampa Esercitazioni 1 Per iniziare (1) Per iniziare a

Dettagli

Network Camera. Guida applicativa 1.6 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro.

Network Camera. Guida applicativa 1.6 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro. A-EAK-100-56 (1) Network Camera Guida applicativa 1.6 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro. 2012 Sony Corporation Indice Introduzione

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE

PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE 1 Indice 1. Installazione App Android pag.3 2. Menù Impostazioni pag.4 2.1. Comunicazione pag.5 2.2. Configurazioni pag.6 2.3. Grafica Pagine pag.7 2.4. Lavoro pag.8

Dettagli

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S450 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP...3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Networking Wireless con Windows XP

Networking Wireless con Windows XP Networking Wireless con Windows XP Creare una rete wireless AD HOC Clic destro su Risorse del computer e quindi su Proprietà Clic sulla scheda Nome computer e quindi sul pulsante Cambia Digitare il nome

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-17 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-17 "Altri metodi

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

Start > Pannello di controllo > Prestazioni e manutenzione > Sistema Oppure clic destro / Proprietà sull icona Risorse del computer su Desktop

Start > Pannello di controllo > Prestazioni e manutenzione > Sistema Oppure clic destro / Proprietà sull icona Risorse del computer su Desktop Installare e configurare una piccola rete locale (LAN) Usando i Protocolli TCP / IP (INTRANET) 1 Dopo aver installato la scheda di rete (seguendo le normali procedure di Aggiunta nuovo hardware), bisogna

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Box

Guida rapida Vodafone Internet Box Guida rapida Vodafone Internet Box Benvenuti nel mondo della connessione dati in mobilità di Vodafone Internet Box. In questa guida spieghiamo come installare e cominciare a utilizzare Vodafone Internet

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA Descrizione Generale E un programma di supervisione in grado di comunicare, visualizzare, memorizzare e stampare i consumi dell

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli