A CasaOz da ottobre i laboratori di narrazione e cucina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A CasaOz da ottobre i laboratori di narrazione e cucina"

Transcript

1 A CasaOz da ottobre i laboratori di narrazione e cucina Un iniziativa per aiutare i bambini più sfortunati e i loro familiari a ristabilire la normalità e l uscita dall isolamento sociale provocato dalle malattie attraverso una serie di attività formative. È questo l obiettivo dell Associazione CasaOz Onlus: offrire una casa per i bambini malati, fratellini e sorelline sane, genitori, figli di genitori malati. Saranno 2 i percorsi di formazione: uno per acquisire nozioni narrative, l altro include un percorso alla scoperta dell arte culinaria. Per quanto riguarda il primo, intitolato Se una notte d inverno Sherazade, l avvio è previsto per il prossimo 7 ottobre e si concluderà il 25 novembre a cura della Scuola Holden. Si tratta di 8 incontri in cui verrà trasmessa ai ragazzi la conoscenza della struttura del testo partendo dalla lettura, passando per la sua analisi e approdando nella stesura di un racconto. Sempre 8 saranno le lezioni culinarie tenute da Luca Marin dal 9 ottobre al 27 novembre. Diverso sarà invece lo scopo, ovvero quello di illustrare ai giovani gli aspetti nutritivi degli alimenti in modo divertente attraverso laboratori dedicati alla preparazione di un piatto. L Associazione CasaOz Onlus, attiva a Torino dal 2007, ha sede in corso Moncalieri 262 e rivolge i propri servizi di accoglienza, sostegno e accompagnamento ai bambini ed ai loro nuclei familiari che si trovino a vivere l esperienza della malattia, qualunque essa sia. Informazioni pratiche Da luglio 2011 sono attive anche le ResidenzeOz, 4 mini-appartamenti arredati e completi di accessori per le famiglie che vengono a Torino per far curare i propri figli presso gli ospedali della città. Sempre all interno della sede è attivo un progetto, condotto in partnership con l Associazione A.I.R. Down, che promuove iniziative di residenzialità extrafamiliare per adolescenti e giovani con disabilità, volto all educazione alla gestione autonoma di sé in vista di un pieno inserimento sociale. Dall inizio della sua attività CasaOz ha aiutato oltre 660 persone provenienti da 27 paesi diversi (in particolare Italia, Europa Est, Africa). Il funzionamento attuale di CasaOz è assicurato da uno staff qualificato e da circa 70 volontari che si avvicendano nell accompagnamento quotidiano delle attività. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo o scrivere una mail a fonte: torinofree.it 1 ottobre 2013

2 «Adrenalina» sul Baldo: il volo è senza barriere Tredicesima edizione della manifestazione che mette insieme sport e disabilità, anche con voli accompagnati in parapendio e una tavola rotonda Sport e disabilità saranno il leit - motiv della 13a edizione di «Adrenalina», la manifestazione dedicata al parapendio, in programma dal 2 al 13 ottobre prossimo tra Malcesine e il Monte Baldo, sulla sponda veneta del lago di Garda, per iniziativa della Funivia Malcesine - Monte Baldo con la collaborazione del Comune, della Regione del Veneto e del Consorzio turistico Lago di Garda. Al volo per tutti sarà dedicata, in particolare, la tavola rotonda inaugurale, dal tema «Adrenalina senza barriere - disabilità e sport per tutti», in programma mercoledì 2 ottobre al Palazzo dei Capitani di Malcesine con inizio alle 10,30. All'insegna di «Tutti in volo», inoltre, nel corso delle giornate di «Adrenalina» saranno organizzati voli accompagnati in parapendio per i disabili. Al confronto di mercoledì su sport, emozioni e disabilità, moderato dal presidente di Village4all Roberto Vitali, interverranno l'assessore al turismo del Veneto Marino Finozzi, il presidente delle Funivie Malcesine Stefano Passarini, il presidente del Consorzio di Promozione turistica Verona Paolo Artelio, il direttore della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano Fabrizio Spada, gli atleti Sandra Truccolo (arciera, due volte campionessa del Mondo, una volta d'europa, due volte medaglia d'oro ai Giochi paralimpici di Atlanta e di Sydney), Sofia Righetti (sciatrice, testimonial della manifestazione, che si sta allenando per i giochi paralimpici invernali del 2014), Marco Cherubini (presidente di «We Fly Team», l'unica pattuglia al mondo su velivoli ultraleggeri composta da piloti disabili) e Roberto Nicolis ideatore del progetto «La Grande Sfida», organizzata dal Centro Sportivo Italiano, iniziativa internazionale di gioco, sport, arte e cultura che fa incontrare le persone con disabilità con la comunità. L'assessore Finozzi sarà a Malcesine anche giovedì 3 ottobre, giornata della solidarietà, destinata al volo accompagnato per disabili. Nell'occasione è previsto un incontro con i responsabili delle associazioni regionali che si dedicano al parapendio e al volo libero, per valutare la possibilità di mettere in rete i «circuiti dell'aria» presenti in Veneto come ulteriore offerta della prima regione turistica d'italia, già da anni meta di campionati e di allenamenti di team internazionali. fonte: larena.it 1 ottobre 2013

3 Giornata mondiale Paralisi Cerebrale Infantile In occasione della giornata mondiale dedicata alla paralisi cerebrale infantile, mercoledì 2 ottobre al Circolo della Stampa di Milano in Corso Venezia 48, si terrà una conferenza sullo stato dell arte della ricerca per l utilizzo delle cellule staminali nella cura della patologia neurologica. L evento aperto alla partecipazione del pubblico, avrà inizio alle 10 e terminerà alle 16:30. La paralisi cerebrale infantile è la denominazione sotto cui vengono raggruppate diverse sindromi cliniche caratterizzate da un disturbo non progressivo della postura e del movimento. Tale disturbo è generalmente associato a una lesione del cervello in fase di maturazione ed è la causa più frequente di disabilità motoria nell infanzia. L incidenza delle paralisi cerebrali infantili è di 2-3 casi ogni 1000 nati vivi. In anni recenti, accanto al trattamento classico della patologia, ha preso corpo la possibilità di affrontare la malattia con un approccio innovativo, basato sull utilizzo delle cellule staminali. Numerosi sono gli studi clinici che, nel mondo, stanno seguendo questa strada e la conferenza farà il punto sui risultati e sulle aspettative in essi riposte. L evento aderisce al World Cerebral Palsy Day progetto internazionale che promuove la giornata mondiale di sensibilizzazione unitamente al sostegno di AFPCI Associazione italiana famiglie con Paralisi Cerebrale. L organizzatore scientifico della manifestazione è la SSCB Swiss Stem Cell Bank di Lugano biobanca dedicata alla conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale. Particolarmente attesi sono gli interventi della Dr.ssa Consuelo Mancias Guerra, dell Ospedale Universitario di Monterrey, Messico, e della la Dr.ssa Jessica Sun della Duke University di Durham (USA), responsabili di due tra i più promettenti trial clinici in corso finalizzati al trattamento della paralisi cerebrale infantile con le cellule staminali del cordone ombelicale. A introdurre le relazioni sui trial clinici sarà il Dr. Yvan Torrente, cofondatore del Centro Interdipartimentale per la ricerca con Cellule Staminali (UNISTEM) dell Università di Milano, che illustrerà il meccanismo terapeutico delle cellule staminali nel trattamento della Paralisi Cerebrale Infantile. Il Prof. Angelo Vescovi, infine, in veste di direttore del Centro Europeo di Ricerca sulle cellule staminali di Terni, parlerà dei primi risultati del trial clinico in corso con le cellule staminali nel trattamento della SLA. La Dr. Veronica Albertini, direttrice scientifica della Swiss Stem Cell Bank di Lugano, riassume le motivazioni e il significato della conferenza: Abbiamo organizzato questa giornata di approfondimento, e abbiamo voluto che non fosse riservata solo agli addetti ai lavori, perché ci sembra molto importante, in un momento caratterizzato dalle polemiche e dal clamore sollevati intorno al caso Stamina, dare visibilità e voce a studi clinici, a ricercatori, a medici che portano avanti con passione un lavoro serio e impegnativo, nel rispetto delle regole fissate dalla comunità scientifica internazionale. Siamo convinti continua la Dr.ssa Albertini che le cellule staminali e le terapie cellulari possano dare risposte importanti nella cura e nel miglioramento della qualità di vita di tanti ammalati. L evento milanese della giornata mondiale della paralisi cerebrale infantile offre pertanto un importante occasione per testimoniare direttamente l impegno e la vicinanza della comunità scientifica ai piccoli pazienti e ai loro genitori. Per informazioni: Mammole fonte: comunicati-stampa.com 1 ottobre 2013

4 "Parlami di Dio con i segni": un dvd con le preghiere in Lis PALERMO Dopo il successo del primo dvd sul percorso catechistico, richiesto da diverse diocesi italiane, adesso gli operatori della Caritas di Agrigento stanno lavorando alla loro seconda produzione multimediale tutta dedicata alle preghiere e alle parti liturgiche più salienti della S. Messa. Il primo dvd Segnami di Dio è un percorso catechistico in Lingua Italiana dei Segni, realizzato dalla Caritas diocesana di Agrigento in collaborazione con l'ufficio Catechistico Diocesano e il settore spirituale dell'ente Nazionale Sordi con il gruppo dei non udenti cattolici, dietro la stretta supervisione dell'ufficio Catechistico Nazionale della Cei. Dopo la sua realizzazione il dvd è stato inviato dal vescovo di Agrigento mons. Francesco Montenegro a tutte le diocesi d Italia con allegata una lettera. Successivamente a richiederlo sono stati diverse comunità di non udenti, Caritas e operatori di varie parti d Italia. Non sono mancati anche coloro che hanno effettuato solo delle donazioni che serviranno per la realizzazione del secondo dvd. Questo progetto è solo il primo passo di un cammino di fede in Lis che consentirà a tutti i non udenti di gioire della parola cristiana. La produzione, inserita nel progetto diocesano Caritas "Parlami di Dio con i Segni" spiega Matteo Corbo, referende per la disabilità di fondazione Mondo altro che è un braccio operativo della Caritas agrigentina -, nasce da un'esplicita richiesta pastorale presentata alla nostra diocesi dalla comunità dei Sordi Cattolici ed è significativo che il dvd sia stato realizzato proprio nell'anno della fede. Per il momento stiamo ulteriormente portando avanti un secondo dvd dedicato alle preghiera e agli aspetti liturgici della messa. La realizzazione dei dvd è il frutto di un confronto con le associazioni che cercano di capire quali sono le esigenze connesse alla partecipazione pastorale delle persone con disabilità. Per contribuire al progetto Parlami di Dio con i Segni si può effettuare anche una donazione utilizzando il c/c bancario di Banca Prossima intestato a diocesi di Agrigento - IBAN: IT 09 C Causale: Donazione Progetto Diocesano Caritas Parlami di Dio con i Segni. fonte: redattoresociale.it 1 settembre 2013

5 Reatech Italia lancia la "Settimana dell'inclusione": per imparare ad accogliere l'altro L'inclusione si costruisce fin dai banchi di scuola. Dal 7 al 12 ottobre iniziative nelle scuole di ogni ordine e grado per aiutare i giovani a scoprire che persone disabili e anziani non sono un peso ma una risorsa. "Accettare questa sfida fa vincere tutti e fa diventare migliori" ROMA - Albert Einstein era dislessico, Beethoven sordo, Marylin Monroe balbuziente. La lista di personaggi famosi che hanno saputo affrontare i propri limiti e superarli è notevole... eppure di fronte a una persona disabile o a un anziano malato molti giovani (e anche molti adulti) faticano ad accoglierli, a capirne i limiti e non sanno come relazionarsi con loro. Per questo Reatech Italia, la rassegna dedicata a persone che esigenze speciali che si terrà a Milano dal 10 al 12 ottobre 2013, propone alle scuole di ogni ordine e grado dal 7 al 12 ottobre 2013 la "Settimana dell'inclusione". Un percorso per riflettere, con l'obiettivo di spiegare ai bambini e ai ragazzi che "l'inclusione è una sfida, ma che accettare questa sfida fa vincere tutti, fa diventare migliori". "In Italia ci sono 4 milioni di disabili e oltre 7 milioni di anziani. Che cosa hanno in comune? Hanno esigenze speciali che li obbligano ad affrontare la vita in modo forse diverso dagli altri": le parole sono di Francesco Conci, direttore esecutivo di Fiera Milano Congressi organizzatore di Reatech Italia. "Ma ciò non significa che non abbiano qualcosa di importante da offrire agli altri. Perché ciascuno di noi è unico e irripetibile e può crescere nella relazione con gli altri, trovare aiuto ed offrirne. La nostra società deve riscoprire che le persone valgono non per ciò che sanno fare o ciò che possono produrre ma per ciò che sono. Crediamo che sia importante che questi valori vengano trasmessi ai più giovani, che si imparino anche a scuola. Per questo come Reatech Italia abbiamo deciso di lanciare un'iniziativa rivolta a tutti tipi di scuole che offrirà agli insegnanti supporti concreti per affrontare il tema della disabilità e dell'accettazione dell'altro e del diverso". Materiale didattico e tanti laboratori ed eventi. Reatech Italia proporrà alle scuole e agli insegnanti un percorso articolato che prevede la possibilità di lavorare in classe con gli alunni a partire da una serie di sussidi didattici e di spunti video e bibliografici che saranno messi a disposizione sul sito Gli insegnanti potranno poi chiedere ai ragazzi di realizzare degli elaborati (testi, immagini, video, presentazioni) che potranno essere postati sulla pagina Facebook Reatech-Italia: i più significativi saranno pubblicati su un grande wall virtuale in occasione dell'apertura della manifestazione dal 10 al 12 ottobre. Le classi che vorranno potranno poi visitare la manifestazione che è ad ingresso gratuito e partecipare alle molte iniziative che sono previste per le scuole: dalla giornata di sport paraolimpico a una mostra di pittura tattile, dalla pet therapy alla clown-terapia, senza dimenticare un fitto calendario di incontri che comprendono anche un convegno sulla sicurezza stradale e numerose testimonianze. Le scuole possono registrarsi compilando l'apposito format. La partecipazione è gratuita sia per le scuole che per i singoli visitatori. In particolare il blog Invisibili del Corriere della Sera affronterà il tema "Scuola e disabilità" con una serie di esperti del settore e con i docenti che vorranno partecipare al dibattito. Gli insegnanti che vogliono raccontare di persona la propria esperienza in occasione dell'evento possono segnalarlo all'indirizzo fonte: superabile.it 1 ottobre 2013

6 Parlare di sordità attraverso il cinema e gli audiovisivi «Volevamo suscitare nello spettatore stupore e interesse, attraverso l espressione artistica e la ricerca condotta dagli autori di tre film dedicati al tema della sordità». Così Emilia Del Fante spiega il senso della bella e riuscita iniziativa promossa il 21 settembre a Roma dalla FIADDA della Capitale (Famiglie Italiane per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), prima tappa di un profondo percorso di informazione e sensibilizzazione sulla disabilità uditiva Sono tutti film assai interessanti, dei quali anche il nostro giornale si è già ampiamente occupato a suo tempo, quelli scelti dalla FIADDA Roma (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), il 21 settembre scorso, per animare l interessante iniziativa denominata L estate di Giacomo Matilde Io, straniera?. Uno sguardo sulla sordità. Parliamone attraverso l audiovisivo, tenutosi con successo presso la Sala Deluxe della Casa del Cinema di Roma. «L evento spiega Emilia del Fante, presidente della FIADDA Roma è nato da un idea congiunta di Valeria Cotura e mia, con l obiettivo di trattare finalmente il tema della sordità, con un approccio che non fosse sanitario e ideologico, utilizzando uno strumento, quello cinematografico e dell audiovisivo a noi tanto caro, ovviamente anche allo scopo di affermare sempre e comunque le nostre posizioni riassumibili in poche parole come il diritto delle persone sorde alla parola -, cercando però di farlo in una maniera pacata, distaccandoci da quel clima urlato che spesso ha contraddistinto il dibattito degli ultimi anni in questo settore». L incontro patrocinato da Roma Capitale, dai Municipi II, X e XV della stessa, dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, dall UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) e dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap) ha potuto contare sulla presenza della deputata Ileana Argentin, del consigliere del Comune di Roma Gianluca Peciola, di Erica Battaglia, presidente della Commissione Politiche Sociali e della Salute del Comune stesso e di Dino Barlaam, presidente della FISH Lazio. Rappresentate al meglio, infine, erano anche le tre opere al centro della giornata, a partire dal regista Alessandro Comodin e dai protagonisti dell Estate di Giacomo, pellicola di inatteso, ma assai gradito successo del Erano poi presenti Vito Palmieri, regista del cortometraggio Matilde, già secondo classificato all edizione 2012 del concorso della FISH Sapete come mi trattano?, Matilde Da Silva, protagonista del film, con la sua famiglia, il maestro Luca Di Costanzo e a Luisa Mazzeo, presidente dell AGFA (Associazione Genitori con Figli Audiolesi), la Sezione di Bologna della FIADDA. E infine Alessandro Mastrantonio, regista del corto Io, straniera? del 2010, cosceneggiato dallo stesso insieme a Valeria Cotura, opera anch essa partecipante a Sapete come mi trattano? Ma torniamo a parlare dell iniziativa con Emilia Del Fante, cercando innanzitutto di capire meglio all interno di quale percorso essa si inserisca. «L evento del 21 settembre ci spiega non resterà certo fine a se stesso. L obiettivo, infatti, è quello di aprire una finestra di comunicazione in continua evoluzione per rappresentare e quindi sensibilizzare le Istituzioni e l opinione pubblica sulla disabilità uditiva, spesso vittima di stereotipi, pregiudizi e quindi di discriminazioni, proprio a causa di un informazione scorretta e imprecisa».

7 Come mai la scelta di tre film e non di un classico convegno, con relazioni di esperti e altri ospiti? «Non volevamo parlare di disabilità in uno stile canonico, conforme ad analoghe manifestazioni, piuttosto attraverso l espressione artistica e la ricerca condotta dai tre autori sul tema della sordità, volevamo suscitare nello spettatore stupore e vero interesse. Tre storie, tre età e contesti diversi, tre protagonisti che danno voce alle loro emozioni, alla voglia di vivere, di crescere, comunicare e di superare, quando altri lo creano, lo stigma della disabilità. L estate di Giacomo, Matilde e Io, straniera? hanno infatti il pregio di focalizzare l attenzione sui protagonisti che sono persone e che come tali vivono le loro emozioni e tensioni umane, concrete e quotidiane. Per questo ai tre autori spetta anche il merito in un momento in cui media, stampa e mondo artistico trattano sin troppo spesso la sordità in modo confuso e all insegna del pregiudizio di fissare l obiettivo su persone reali e narrarle nella loro spontaneità. Al di là, quindi, della creatività artistica, emergono forza e capacità di informazione e sensibilizzazione, con l uso dell audiovisivo che diventa fattore di crescita culturale e civile. Abbiamo insomma voluto comunicare una gran voglia di utopia». Obiettivo centrato? «Penso proprio di sì, anche perché il dibattito successivo alle proiezioni condotto da Giampiero Griffo, componente dell Esecutivo Mondiale di DPI (Disabled Peoples International) e da Valerio De Simone, giovane critico e assistente di Paolo Bertetto nel Corso di Arti e Scienze dello Spettacolo all Università La Sapienza di Roma pur meritando più tempo a disposizione e lasciando aperte dinamiche e spunti per ulteriori confronti, si è presentato intenso e anche pungente, del tutto lontano da schemi buonistici e acritici». Ci risulta, tra l altro, che la vostra stessa Associazione abbia prodotto recentemente un interessante spot «Sì, e l abbiamo presentato in apertura della giornata del 21 settembre. Si chiama Vuoi parlare con me?, lo ha diretto nel luglio scorso Alessandro Mastrantonio e sta diventando la nostra bella carta d identità di cui siamo assolutamente orgogliosi. Tutti possono visionarlo nel nostro sito, anch esso nato a luglio e ancora in via di costruzione o sul canale YouTube della FIADDA Roma. Lo spot ha suscitato nella sala un emozione profonda. Si tratta infatti di una promozione pacata, serena e dignitosa della nostra filosofia e lo stesso autore, in un suo intenso intervento, ha ribadito poi il concetto del diritto delle persone sorde alla parola». fonte: superando.it 3 ottobre 2013

8 La mela di AISM torna in piazza il 12 e 13 ottobre! Il 12 e il 13 ottobre 2013 i volontari dell Associazione Italiana Sclerosi Multipla saranno presenti in tremila piazze italiane per distribuire più di quattro milioni di mele. La Mela di AISM è un occasione importantissima per poter dare il proprio contributo alla lotta contro la sclerosi multipla, una patologia imprevedibile, cronica, progressivamente invalidante, che pone sfide durissime. Ogni 4 ore, infatti, in Italia una persona riceve la diagnosi di SM. Sono 68 mila le persone colpite da SM nel nostro paese. Granny Smith, Renette, Annurca, Red delicious, Golden delicious, Rome Beauty, Imperatore, Jonathan, Gloster, Elstar, Idared, Gala, Ozark Gold, Gravenstein. Tantissimi nomi che contraddistinguono le tipologie di mela, ma una sola aiuta la ricerca contro la sclerosi multipla: la mela di AISM. Quest anno con AISM ci sono gli attori Massimo Olcese e Adolfo Margiotta, che hanno prestato il propri volti all appello a scendere in piazza: «Dicendo "noi ci saremo" abbiamo semplicemente voluto aggiungere la nostra presenza insieme a quella di tanti italiani che il 12 e 13 ottobre verranno in piazza per sostenere l AISM. Vogliamo essere parte di un messaggio di solidarietà che guarda al futuro, che è propositivo soprattutto per tanti giovani e crede nei giovani. Un giovane non ha bisogno di vivere una vita a parte. Ma di vivere nel diritto di essere se stessi, con o senza SM la libertà è un grande valore per un attore e per un giovane». Saranno più di i volontari presenti nelle piazze grazie anche al sostegno di Associazione Nazionale Bersaglieri, Associazione Nazionale Carabinieri, i volontari della Protezione Civile, Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare, Segretariato Italiano Giovani Medici, Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, Unione Nazionale Sottufficiali Italiani, Associazione Nazionale del Fante e Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia. AISM sarà affiancata dal media sponsor Radio Lattemiele, la quale contribuirà con spazi di informazione sulla malattia, sui giovani e sulla ricerca scientifica. Anche Pompadour, marchio leader in Italia di infusi e tisane in bustine affiancherà AISM nelle piazze : per festeggiare i 100 anni di attività saranno distribuiti, assieme ai sacchetti, campioni di infuso di mela. Sostieni una giovane ricercatrice. Dall'1 al 20 ottobre è possibile, inviando un sms al numero solidale Con un piccolo gesto potrai dare un contributo alla ricerca di Fabrizia Guarnieri, che studia per scoprire le cause della malattia cronica, imprevedibile, che attacca il sistema nervoso centrale e colpisce soprattutto i giovani. La SM infatti colpisce per lo più tra i 20 e i 40 anni, in un periodo della vita pieno di sogni e progetti. Aiutaci a vincerla con la ricerca! fonte: aism.it 3 ottobre 2013

9 Soldini: «Le vite straordinarie dei non vedenti» Un viaggio ricco di stupore e umorismo alla scoperta di un mondo solo apparentemente buio, dove il concetto di bellezza acquista significati diversi e alcune esistenze straordinarie aspirano alla normalità. Un mondo dove l impensabile diventa possibile oltre le barriere dei luoghi comuni e il guardare si fa esperienza del tutto nuova. Se vi interessa questo viaggio, salite a bordo del documentario di Silvio Soldini, Per altri occhi, realizzato con Giorgio Garini e coprodotto dall italiana Lumière e Co. di Lionello Cerri. Il sottotitolo del film riassume lo spirito di ciò che vedrete: Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi. Vale a dire che non assisterete a un convenzionale lavoro sulla disabilità, ma al racconto delle vite un gruppo di determinati non vedenti capaci di "imprese straordinarie" come andare in barca a vela, sciare, scolpire, suonare, giocare a baseball, tirare con l arco e persino fotografare. Il film, proiettato all Anteo di Milano mercoledì 9 ottobre (sarà presente anche il velista Giovanni Soldini, che a occhi bendati ha sfidato i non vedenti in una regata), verrà trasmesso via satellite in altre sale italiane, proprio alla vigilia della Giornata Mondiale della Vista promossa ogni anno dall Organizzazione Mondiale della Sanità. «Il film è nato dopo aver conosciuto Enrico, fisioterapista non vedente racconta Soldini che durante alcune sedute mi ha schiuso le porte di un universo a me sconosciuto, popolato di persone allegre, vitali, dotate di abilità e talenti. Ho quindi iniziato a esplorare questo territorio con Giorgio Garini attraverso un libro di interviste e una serie di incontri che hanno portato alla selezione dei nostri "personaggi". Sono rimasto colpito da quanto frequentemente usino la parola "vedere" e da quanto la loro vita quotidiana sia paragonabile a uno sport estremo. La bellezza può consistere nel sentirsi addosso un paesaggio, nel percepire quello che non si vede, nell ascoltare una musica, nel toccare e nell essere toccati: grazie a questo documentario ho riscoperto quello che tutti noi sappiamo, ma troppo spesso dimentichiamo». «Le regolari immersioni nel documentario continua il regista mi permettono, rispetto alla finzione, di entrare più facilmente in realtà che ignoro, di approfondire alcuni temi e arricchirmi umanamente. Giovanni, Gemma, Loredana, Michela, Claudio, Luca, Felice, Piero, Enrico e Mario ci hanno generosamente spalancato le porte della loro vita regalandoci amicizia e la possibilità di comprendere meglio la loro esperienza». «La sfida più difficile aggiunge Garini è stata quella di realizzare un film lontano dai cliché sulla disabilità, mantenendo la stessa leggerezza suggerita dai protagonisti senza però banalizzare un problema che ti cambia la vita. Avendo a che fare con chi non ti vede, cambia profondamente il rapporto tra il cineasta e le persone raccontate, che non ti giudicano dall apparenza». Giovanni, che ha trascorso i primi 32 anni da vedente a altri 32 privo di vista, si dichiara pronto ad altri 32 anni ricchi di sorprese: «Non avrei mai creduto di poter fare tutto questo. Nel buio di momenti difficili ho ritrovato me stesso e ho scoperto che la vita ti lancia molte sfide, ma vale la pena di essere vissuta perché alla fine ti ripaga sempre». E Michela, moglie di Claudio, entrambi dotati di uno straordinario talento nel cogliere il lato comico e surreale della loro vita quotidiana, aggiunge tra un risata e l altra: «Il limite è sempre quello che ci poniamo noi e la sfida è alzare l asticella, consapevoli però che alcune cose non possiamo farle. Nessuno di voi mi presterebbe la sua macchina. Ma per quanto cambierei volentieri alcune carte della mia vita, mi è capitato in mano un bel mazzo: come finirà la partita lo scoprirò solo più avanti». fonte: avvenire.it 3 ottobre 2013

10 Solidarietà piccante. Un peperoncino per l autismo Si chiama così la manifestazione nazionale voluta dall Associazione Una breccia nel muro e dall Ospedale Bambino Gesù di Roma che dal 4 al 6 ottobre coinvolgerà varie città italiane, per sensibilizzare la popolazione sull autismo e raccogliere fondi tramite la distribuzione di ben cinquantamila piante di peperoncino a sostegno di progetti che migliorino la qualità di vita dei bambini affetti da autismo Dopo il successo ottenuto con l esordio, nel settembre dello scorso anno, tramite l iniziativa denominata Per l autismo scende in piazza il peperoncino, l Associazione romana Una breccia nel muro (Oltre l autismo) e l Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma stanno per riproporre, da venerdì 4 a domenica 6 ottobre, un analoga manifestazione nazionale, intitolata questa volta Solidarietà piccante. Un peperoncino per l autismo. Giornate di solidarietà per i bambini con disturbi dello spettro autistico, che coinvolgerà numerose città italiane, anche grazie alla collaborazione di alcune tra le principali organizzazioni che operano nel campo dell autismo e alla disponibilità di varie Associazioni sensibili al tema. «L intento come spiegano i promotori è in primo luogo quello di sensibilizzare la popolazione sull autismo, una sindrome poco nota o mal nota, anche riguardo alla sua diffusione: per questo, verranno distribuiti da numerosi volontari dei dépliant che illustrano con semplicità l autismo e indicano i segnali che possono portare a una diagnosi precoce. Un secondo intento è quello poi di raccogliere fondi a sostegno di progetti che offrano a bambini affetti da autismo percorsi terapeutici cognitivo-comportamentali, utili a migliorarne la qualità di vita, subito e in futuro». Nel corso dunque delle tre giornate sulle quali si articolerà l evento, a fronte di una piccola erogazione liberale, verranno distribuite ben cinquantamila piante di peperoncino all interno di aziende, centri commerciali, circoli sportivi e parrocchie, oltreché nelle piazze fonte: superando.it 3 ottobre 2013

11 VI Festival Nazionale di Teatro del Sordo A Senigallia il VI Festival Nazionale di Teatro del Sordo. Organizzato dall'ente Nazionale Sordi in collaborazione con Amat ed il patrocinio della Regione Marche, Provincia di Ancona e Comune di Senigallia, l evento si inserisce nel percorso di promozione della cultura e della lingua dei segni delle persone sorde (LIS). Il Festival Nazionale di Teatro del Sordo, in programma dal 4 al 6 ottobre al teatro La Fenice, mira a rendere l arte delle persone sorde fruibile e condivisibile, concependolo come un momento del percorso di integrazione ed inclusione sociale- spiega Diego Pieroni, presidente della sezione provinciale Ente Nazionale Sordi di Ancona- Si tratta di far emergere la tradizionale arte teatrale delle persone non udenti, sconosciuta al pubblico degli udenti, e dimostrare le loro capacità artistiche. Cinque gruppi teatrali provenienti da ogni parte di Italia si alterneranno sul palco, in altrettanti spettacoli, nel corso delle tre giornate del Festival. L evento, che per la prima volta si svolge sulla spiaggia di velluto a noi cara per la sensibilità dimostrataci, è un evento artistico di rilevanza culturale e sociale- continua Pieroni- L arte teatrale, per noi, è un mezzo di espressione e comunicazione che permette integrazione e socializzazione. "Infatti- sottolinea il vice sindaco Maurizio Memè- Il Festival è un momento di integrazione con la città che vuole lanciare un messaggio importante. Riconoscere il linguaggio dei segni come mezzo di comunicazione ufficiale a livello nazionale. Un passaggio fondamentale per l'integrazione e lo sviluppo sociale". Non solo spettacoli però nel corso del Festival. Agli oltre 450 ospiti provenienti da Lombardia, Piemonte, Toscana, Umbria, Liguria, La Spezia, Lazio e tante altre regioni, oltre le Marche, saranno messi a disposizione gli interpreti professionisti dell'associazione Nazionale Interpreti LIS delle Marche in modo da rendere l'evento e la città, completamente accessibile al di là di ogni barriera di comunicazione. Noi come tutti abbiamo bisogno di cultura a aggiunge il pres idente- Per questo nelle tre giornate non ci limiteremo al teatro. Gireremo la città e il suo territorio per conoscerlo ed apprezzare le sue tipicità". Il tutto in una forma particolare ed unica. I partecipanti al VI Festival Nazionale di Teatro del Sordo passeggeranno per le vie della città indossano un paio di guanti bianchi. Gli stessi che verranno consegnati al pubblico durante gli spettacoli quale simbolo del linguaggio dei segni. I guanti bianchi voglio sensibilizzare i cittadini in quella che per noi è una battaglia quotidiana, cioè promuovere e ufficializzare la lingua LIS, ma allo stesso tempo rimarcare l importanza dell uso delle mani per le persone non udenti- conclude- E siamo sicuri che Senigallia, città sostenibile e ospitale, in queste tre giornate lo sarà ancora di più. L apertura ufficiale del VI Festival Nazionale di Teatro del Sordo, che prevede diversi pacchetti e biglietti acquistabili sul sito è per venerdì 4 alle ore 16:30 con un omaggio alla città di Senigallia e il saluto delle autorità. A seguire tante altre iniziative e spettacoli fino alla chiusura, domenica alle ore 13:30, in cui saranno premiati i vincitori decretati da una giuria. fonte: viveresenigallia.it 3 ottobre 2013

12 Amici della Vespa e dell ANGSA Sono Augusto Gaudino, Carlo Morandi, Domenico Gelmi e Giuseppe Bezzon, che completeranno il 6 ottobre a Santhià (Vercelli) il loro Giro d Italia, denominato L autismo sale in Vespa, tutto corso a fianco dell ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), per sensibilizzare e informare sui disturbi dello spettro autistico, e anche per raccogliere fondi Sono ripartiti da Biella il 7 settembre e dopo avere attraversato l Italia fino alla Puglia e alla Calabria, hanno risalito la penisola, per approssimarsi alla tappa finale di domenica 6 ottobre a Santhià (Vercelli). Dopo il successo del 2011, che li aveva visti percorrere ben chilometri, questa volta Augusto Gaudino, 56 anni di Biella, del Vespa Club Camino Monferrato e Carlo Morandi, 63 anni di Vercelli, del Vespa Club Vercelli, stanno ultimando la loro sfida insieme a Domenico Gelmi, 64 anni, presidente del Vespa Club Malonno in Valcamonica e a Giuseppe Bezzon di Novara, 61 anni, che fa parte del Vespa Club Lele. Parliamo naturalmente di un iniziativa che ci aveva già assai favorevolmente colpito due anni fa, vale a dire L autismo sale in Vespa 2013, vero e proprio Giro d Italia patrocinato quest anno dal Vespa Club d Italia e dal Vespa World Club, oltreché sostenuto da numerosi Enti Pubblici e Privati, ma soprattutto interamente a fianco dell ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), per la quale è diventata via via una preziosa occasione di incontri in tutta Italia, con i Vespa Club, le autorità politiche e i rappresentanti locali di tale Associazione, per sensibilizzare e informare sui disturbi dello spettro autistico, e anche per raccogliere fondi. In questi giorni, ad esempio, in concomitanza con l arrivo a Montebelluna (Treviso) di questi amici della Vespa e dell ANGSA, sono stati organizzati dall ANGSA Veneto, in collaborazione con lo Sportello Autismo di Vicenza e la partecipazione dei Comuni di Montebelluna e di Bassano del Grappa (Vicenza), i seminari intitolati La scuola incontra l autismo: scienza ed educazione (presso l Istituto Comprensivo 1 di Montebelluna e il Liceo Brocchi di Bassano del Grappa), rivolti agli studenti per far conoscere bene gli aspetti scientifici ed educativi legati all autismo e come aiutare un compagno che viva questo tipo di difficoltà. A questo punto, un obiettivo importante già dichiarato dai promotori dell Autismo sale in Vespa è quello di farlo diventare un appuntamento fisso a cadenza biennale. fonte: superando.it 4 ottobre 2013

13 Viaggio al centro della terra per i disabili visivi I non vedenti dell'u.n.i.vo.c. in visita alla Grotte di Castellana FOGGIA - Sono scesi a più di 60 metri di profondità dalla terra per riscoprire le bellezze del territorio e superare la loro disabilità visiva. Hanno toccato con mano le forme delle stalagmiti, percepito il freddo delle stalattiti, accarezzato le bellezze dei fossili. E nel buio delle viscere del mondo hanno ritrovato tracce di una vista possibile, di percorsi culturali e naturalistici accessibili a tutti. Anche ai non vedenti. Come quelli dell'unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della sezione Provinciale di Foggia, che nei giorni scorsi hanno visitato le Grotte di Castellana, oltre tre chilometri di sentiero, di viaggio al centro della terra, che offrono ai turisti uno spettacolo naturale composto da stalattiti, stalagmiti, fossili, canyon e caverne. L INIZIATIVA - Per un giorno, dunque, 25 persone con disabilità visiva hanno potuto toccare con mano il ricco patrimonio naturalistico presente nelle Grotte di Castellana. L'iniziativa è stata promossa dall'u.n.i.vo.c. di Foggia nell'ambito di "Non Vedenti e Volontari alla Scoperta del Territorio", un progetto finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato Daunia attraverso il bando "Promozione del Volontariato". Ad accompagnare il gruppo di non vedenti nella particolare esplorazione delle grotte carsiche, tanti volontari da tempo impegnati in attività di socializzazione ed integrazione. Del resto, quella della socializzazione era una delle finalità del progetto nato per «testimoniare ancora una volta l operato dei nostri volontari da anni impegnati nel sostegno ai non vedenti, per rafforzare l aggregazione sociale e per sperimentare un percorso di promozione del volontariato» spiega Vito Pacillo, presidente dell'u.n.i.vo.c. foggiana. E grazie al supporto delle guide del consorzio C.A.S.A., nato per favorire il turismo dedicato ed accessibile, le persone con disabilità visiva hanno vissuto a pieno tutte le emozioni sensoriali che l ambiente ipogeo garantisce ai turisti. Il tutto, dopo una preparazione alla visita psico-senso-corporea, indispensabile per immergersi nell'ambiente sotterraneo sviluppando i sensi tattili, uditivi, sinestesici utili all'esplorazione. TURISMO PIÙ ACCESSIBILE - Ma oltre alla scoperta delle grotte carsiche, il gruppo di non vedenti ha visitato un altro dei luoghi più suggestivi della Puglia: Alberobello, che con i suoi caratteristici Trulli fa parte del Patrimonio dell'umanità Unesco. Il progetto, dunque, «ha permesso ai non vedenti di fruire di questi preziosi beni naturalistici e storico-artistici attraverso metodologie appropriate ed ha contribuito al superamento dell esclusione sociale della quale frequentemente soffrono i non vedenti» aggiunge Pacillo. Ma l'esperienza è servita anche per fare il punto della situazione sulla presenza di barriere architettoniche nei siti di interesse culturali. «Abbiamo incontrato grosse difficoltà durante la visita delle Grotte di Castellana. Anche se la fatica è stata ampiamente superata dalla positività ed unicità dell esperienza vissuta, va rilevato che è necessario rendere più accessibili le grotte alle persone con disabilità motorie e tra queste rientrano anche i non vedenti, poiché la loro minorazione visiva limita di molto la padronanza motoria. Ci auguriamo - conclude Pacillo - che a breve qualcosa si muova in tal senso». fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it 4 ottobre 2013

14 "Quando l'ahimé diventa hai me!". Torna la Giornata dei risvegli per la ricerca sul coma Il 7 ottobre primo appuntamento con la manifestazione promossa dall'associazione Gli amici di Luca, poi iniziative fino al 12. Incontri, teatro e convegni scientifici per riflettere sugli esiti di coma, gli stati vegetativi e le gravi cerebrolesioni ROMA - Dare voce alle famiglie di persone in stato vegetativo e grave cerebrolesione acquisita, sostenendole senza abbandonarle, gli aspetti innovativi nella terapia, l'alleanza terapeutica tra strutture sanitarie, istituzioni, famiglie e terzo settore, l'importanza e il sostegno della ricerca. Sono questi gli obiettivi della quindicesima edizione della "Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma - Vale la pena" organizzata dall'associazione Gli amici di Luca onlus di Bologna sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica. Il 7 ottobre del 1997 Luca fu dichiarato "risvegliato" dopo un coma ed uno stato vegetativo durato 8 mesi. Era in Austria, in terra straniera. Dopo la sua morte e dalla sua vicenda sono nati Gli amici di Luca e la Casa dei Risvegli Luca de Nigris e dal 1999 ogni anno questa data è il simbolo di quanti vivono con le loro famiglie una condizione di fragilità, con percorsi di cura non omogenei, con diritti spesso negati e di abbandono del familiare e del paziente nella fase post-acuta e dopo la dimissione dai presidi sanitari riabilitativi. La quindicesima "Giornata nazionale dei risvegli" ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Senato della Repubblica, del Ministero della Salute, della FIASO e FNOMCeO, della Croce Rossa Italiana, dell'anci, della Rete Italiana Città Sane, della Regione Emilia Romagna, del Comune e la Provincia di Bologna, dell'inail, di Exposanità, dell'ospedale Privato S. Viola, Legacoop e molte altre istituzioni pubbliche e soggetti privati. Alessandro Bergonzoni, da sempre testimonial dell'associazione, è sugli schermi delle tv e dei cinema italiani con la campagna di comunicazione "Quando l'ahimè diventa hai me!" patrocinata da Fondazione Pubblicità Progresso e diffusa grazie a Rai, Agis e Anec. "La Giornata nazionale dei risvegli - dice Fulvio De Nigris dell'associazione Gli amici di Luca, direttore del Centro studi per la Ricerca sul Coma nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris - ancora una volta attraverso iniziative e convegni scientifici cerca di far dialogare "chi sa di coma" e "chi vive il coma". Lo fa dal punto di vista delle associazioni che rappresentano i familiari, una componente di tutela delle famiglie e dei loro cari sempre più presente nei progetti di ricerca. Verranno presentati i risultati del progetto di ricerca Vesta (Italian observational study on vegetative state), coordinato da Roberto Piperno e il progetto europeo L.U.C.A. (Links United for Coma Awakening) di cui è capofila l'associazione Gli amici di Luca e Futura e che, con Belgio, Bulgaria, Spagna e Grecia intende mettere mano a scambi di buone pratiche per promuovere una "Giornata europea dei risvegli" nel Sono questi i punti di forza della Giornata nazionale dei risvegli di quest'anno assieme alla serata teatrale all'arena del Sole che vedrà per la prima volta insieme i due laboratori teatrali che operano nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Non bisogna dimenticare che queste attività partono dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, struttura pubblica dell'azienda Usl di Bologna che ne condivide gli obiettivi con l'associazione di volontariato Gli amici di Luca onlus, un progetto sostenuto dal Comune di Bologna e che ha continuamente bisogno di un forte sostegno politico e di condivisione per poter continuare la sua azione".

15 Gli appuntamenti del 7 ottobre. La Giornata nazionale dei Risvegli - 7 ottobre sarà anche occasione di festa e spettacolo. Si inizia alle ore 9.00 alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, dove volontari, operatori e famiglie ospiti della struttura accoglieranno il pubblico che vorrà condividere la mattinata festosa che tradizionalmente viene vissuta alla Casa dei Risvegli. Si svolgeranno attività ludico motorie condotte dagi operatori del CSI (Centro Sportivo Italiano) con il coinvolgimento di alcune classi di scuola primaria e successivamente si effettuerà il lancio sopra il cielo di Bologna di "messaggi per il risveglio" scritti dai bambini, attaccati a palloncini. Lo stesso accadrà in contemporanea in altre città grazie alla partecipazione delle associazioni aderenti al network La Rete (Associazioni riunite per il trauma cranico e le gravi cerebrolesioni acquisite). Alle ore 21, infine, debutta sul palco del Teatro Arena del Sole di Bologna "Il Paese delle Meraviglie e altre storie", la nuova performance realizzata dagli attori con esiti di coma che fanno parte dei laboratori e della compagnia "Gli amici di Luca" seguita da Nicola Bonazzi e Deborah Fortini del Teatro dell'argine e del gruppo teatrale "Dopo... di Nuovo" coordinato da Alessandra Cortesi operatore teatrale nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris. L'incontro con chi ha subito un trauma, l'incontro tra due gruppi di persone che hanno posto il teatro al centro del proprio percorso riabilitativo, l'incontro con la meraviglia di un quotidiano riappropriarsi della vita, l'incontro con il pubblico. La performance "Il paese delle meraviglie e altre storie" avrà proprio l'incontro come tema centrale. Un incontro che si realizzerà anche sul palco, tra le due realtà espressive che fanno capo alla Casa dei Risvegli Luca de Nigris. Infatti la compagnia "Gli Amici di Luca" e il gruppo teatrale "Dopo...di Nuovo", entrambe formate da persone con esiti di coma, dopo aver viaggiato in parallelo in questi ultimi anni, hanno deciso di realizzare assieme questo spettacolo, partendo dal materiale su cui hanno lavorato nell'ultima stagione co na la regia e drammaturgia della serata di: Nicola Bonazzi, Alessandra Cortesi,Andrea Paolucci e Vincenzo Picone. Il paese delle meraviglie è proprio quello della riappropriazione della vita quotidiana da parte di chi ne è stato, in qualche modo, usurpato, ripartendo da semplici gesti di apertura e accoglienza. L'ingresso è a offerta libera. Domenica 6 ottobre incontro tra sport e solidarietà. La Pallavolo San Lazzaro organizza alla Palestra Kennedy di San Lazzaro di Savena (Bo) la dodicesima edizione del Torneo Vale la pena mattina e pomeriggio con la finale e successiva premiazione verso le I convegni scientifici in programma. Le giornate dal 7 al 9 ottobre vedranno impegnati gli spazi della Casa dei Risvegli Luca De Nigris da numerose attività, tra cui il primo meeting del progetto europeo "LUCA" (Links united for coma awakenings), il progetto di cui è' capofila Gli amici di Luca e Futura, che coinvolge istituzioni provenienti da Belgio, Spagna, Bulgaria e Grecia. Il progetto mira a creare, partendo da un confronto a livello comunitario, la prima linea guida per la formazione professionale di persone uscite dal coma e con disabilità acquisita, oltre a sviluppare un calendario di iniziative per realizzare la prima Giornata europea dei Risvegli, prevista per il 2015 e dedicata ai diritti delle persone con gravi traumi acquisiti. È invece promosso da 24 Ordini dei medici italiani l'appuntamento di mercoledì 9 ottobre a Roma, all'auditorium del Ministero della Salute, dove verranno presentati i primi esiti del progetto "Vesta". Coordinato da Roberto Piperno, direttore dell'unità operativa complessa di medicina riabilitativa e Neuroriabilitazione all'ospedale Maggiore di Bologna e direttore della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, il progetto Vesta (Italian observational study on

16 vegetative state) vuole valutare l'incidenza dell'accuratezza diagnostica nel contesto clinico italiano, confrontandola con quella di altri paesi europei. Gli obiettivi sono molteplici: favorire una crescita di attenzione fra i professionisti, diffondere buone pratiche e anche individuare eventuali relazioni tra le modificazioni comportamentali minori dei pazienti e la percezione del benessere complessivo nel nucleo familiare. Venerdì 11 ottobre a Bologna, presso Villa Pallavicini, nel convegno "Con noi e dopo di noi" si farà invece il punto sugli aspetti sanitari, etico-giuridici, gestionali e sociali legati all'assistenza delle persone in stato di minore responsività. L'evento è organizzato dall'associazione "Insieme per Cristina", la Fondazione Ipsser e l'istituto petroniano studi sociali Emilia-Romagna. È infine previsto sabato 12 ottobre nella Cappella Farnese del Comune di Bologna il workshop interdisciplinare "Dopo lo stato vegetativo: le complicanze tardive nelle gravi cerebrolesioni acquisite", rivolto a medici chirurghi, neurologi, fisiatri, infermieri, operatori socio-sanitari, educatori, psicologi terapisti occupazionali, fisioterapisti e logopedisti. La mattina di lavoro è pensata come un momento di aggiornamento per i professionisti del settore. fonte: superabile.it 7 ottobre 2013

17 La regione non le finanzia più l'assistenza personale: parte la raccolta fondi L'iniziativa di Cinzia Rossetti, 42 anni, che a causa della tetraparesi spastica non è indipendente nelle funzioni essenziali della vita quotidiana. "Ho chiesto agli assessori regionali l'affido assistenziale, ma non mi hanno ascoltata" Le ha provate tutte, ora non le resta che gettare sul tavolo l'ultima carta, quella che mai avrebbe voluto giocarsi: la raccolta fondi. In gioco c'è la sua vita quotidiana, con le semplici ma fondamentali attività che da sola non riesce a svolgere: in gioco c'è, in altre parole, l'assistenza personale che le è indispensabile e su cui, finora, ha sempre potuto contare. La malattia, infatti, "non mi permette di svolgere in modo autonomo le funzioni essenziali della vita quotidiana - racconta in una lettera inviata il 4 settembre a tutti i consiglieri regionali della Lombardia - Sono fisicamente dipendente da una persona nell'espletare le attività di ogni giorno (alzarmi, lavarmi, vestirmi, mangiare, coricarmi); nell'utilizzo dei mezzi di trasporto; nell'adempimento di funzioni manuali; mi trovo in una situazione di handicap grave". Lei è Cinzia Rossetti, ha 42 anni, la tetraparesi spastica, una formazione universitaria alle spalle che, pur unita a master e tirocini, non è bastata a farle conquistare una stabilità lavorativa: "sono laureata in Scienze dell'educazione all'università Cattolica di Brescia, ho conseguito master e svolto tirocini per inseguire un lavoro che mi consentisse di vivere. I risultati sono stati contratti a progetto e collaborazioni occasionali; quest'anno ho solo un contratto di collaborazione annuale". La volontà non le manca, la grinta neanche: tanto che Cinzia Rossetti, appassionata di moda, sta provando anche a lanciarsi in quel settore, covando idee originali come l'agenzia torinese per modelle disabili "Fashion team". La passione non le manca, le idee neanche: purtroppo, sono le risorse che non si trovano, mentre le spese sono tante, soprattutto per chi, come lei, non può fare tutto sola... Fino allo scorso anno, Cinzia ha potuto "condurre una vita dignitosa e autonoma, grazie al finanziamento regionale per un progetto di Vita individualizzato ((L.162/98 e L. 328/2000)". Finanziamento che, però, dal 2013 è venuto a mancare. "Per quest'anno ho ricevuto dal mio Comune 6000 euro (fondi propri ) - riferisce Cinzia nella lettera - e un'ora al giorno di assistenza domiciliare dal lunedì al venerdì mattina". Il finanziamento comunale non è però sufficiente a coprire il costo annuale di assistente "e le mie entrate economiche (compresa indennità di accompagnamento) sono necessarie per pagare le spese quotidiane di vita. Dal mese di Ottobre 2013 non avrò più soldi per pagare lo stipendio e i contributi dell'assistente. Sono disperata e questa lettera ne è il segno - confessa agli assessori Cinza Rossetti - Ho anch'io una dignità, ma mi trovo costretta a scegliere tra una vita dignitosa e autonoma e una morte sociale. Chiedo ad ognuno di voi se qualcuno è disposto a prendermi in affido assistenziale, ossia se qualcuno è disposto a finanziare il mio progetto di vita contribuendo al pagamento di un'assistente personale". A seguito della lettera, è stata invitata, il 18 settembre scorso, ad esporre la propria situazione in Commissione Sanità e Assistenza ella Regione. "La Commissione - riferisce - si è impegnata ad attivare un gruppo di lavoro per garantire il diritto ad una vita indipendente anche alle persone con disabilità grave". Finora, però, niente di concreto è stato fatto, nessun assistente regionale ha riaccolto veramente la richiesta di "affido assistenziale", forse ritenendola una provocazione. "Ma non lo è - assicura Cinzia - Io ormai sono costretta a rivolgermi a chiunque possa aiutarmi. Per questo - conclude - sono oggi costretta ad attivare la campagna di raccolta fondi, tramite gli organi di stampa che vorranno ascoltarmi". fonte: superabile.it 8 ottobre 2013

18 Sostegno a disabili e loro famiglie La Regione sblocca 50 milioni La Giunta approva tre delibereper migliorare le Politiche sociali Oltre 50 milioni per le Politiche sociali, l altra faccia della Sanità. La giunta regionale ha approvato tre delibere. I provvedimenti riguardano il sostegno ai disabili e alle loro famiglie (17,5 milioni), i criteri per l assegnazione delle risorse agli enti gestori per gli interventi socio-sanitari a sostegno di anziani non autosufficienti (12 milioni) e l assegnazione delle risorse a sostegno della domiciliarità in lungo-assistenza previsti dal Fondo nazionale per le non autosufficienze (21,7 milioni). Nel caso delle persone con disabilità e delle loro famiglie, si tratta dei fondi che annualmente vengono assegnati agli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali. Significa assistenza domiciliare, sostegno socio-educativo alle persona, affidamento diurno o residenziale, assistenza residenziale e semiresidenziale nonché ai Progetti di vita indipendente. Le risorse per gli interventi socio-sanitari per anziani non autosufficienti vengono assegnate ai soggetti gestori delle funzioni socio-assistenziali in base alla popolazione «over 75» appartenenti all ambito di ciascun gestore rispetto al totale regionale di tale popolazione. Parliamo di assegni di cura, buono famiglia, cure domiciliari in lungoassistenza, letti di sollievo. Infine il Fondo nazionale per le non autosufficienze: progetti a sostegno della domiciliarità in lungoassistenza per anziani «over 65» non autosufficienti e per persone con disabilità non autosufficienti di età inferiore ai 65 anni. Fondi statali. «Con l approvazione del bilancio di assestamento ad agosto la Regione ha definito in 117,6 milioni le risorse da assegnare agli enti gestori dei servizi socioassistenziali per il 2013», spiega Cavallera. «L assestamento votato dalla maggioranza prevedeva risorse per le politiche sociali per complessivi 164,7 milioni - replica Reschigna, Pd -. Al 30 settembre 2013 di questi risultavano impegnati 8,4 milioni. Il fatto che oggi la giunta abbia liberato risorse per circa 51 milioni sui 156 rimanenti in bilancio rappresenta un risultato più che modesto». fonte: lastampa.it 8 ottobre 2013

19 Nessun cioccolato è buono così Sarà questo lo slogan della Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down, promossa da CoorDown per il 13 ottobre, durante la quale, in oltre duecento piazze italiane, verranno distribuite tante tavolette di cioccolato, in cambio di contributi utili a sostenere vari progetti, nel segno dell autonomia, dell inserimento lavorativo, dell integrazione scolastica e dell esercizio di voto, oltreché per sostenere la ricerca scientifica Promuove l integrazione e l autonomia, sostiene progetti di formazione e di inserimento lavorativo e contribuisce alla ricerca scientifica. In più è prodotto con cacao proveniente dalla rete del commercio equo e solidale. Insomma, nessun cioccolato è buono così! Inutile, però, cercarlo in commercio, perché sarà disponibile solo nelle piazze italiane nel weekend del 12 e 13 ottobre, come di consueto da oltre dieci anni. Anche quest anno, infatti, domenica 13 ottobre si celebrerà in oltre duecento piazze in tutta Italia la Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down, organizzata dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down). In tale occasione, i volontari offriranno la tavoletta/messaggio di cioccolato in cambio di un contributo per aiutare l attività sul territorio delle settantaquattro Associazioni aderenti al CoorDown. L evento sarà per altro preceduto da una serie di iniziative collaterali, nel corso della settimana precedente, tra cui convegni, spettacoli, mostre e seminari. L obiettivo della Giornata è sostanzialmente quello di affermare l importanza di una cultura della diversità e l unicità di ognuno, contro i tanti pregiudizi che ancora colpiscono le persone con disabilità, perché essere differenti è normale. In altre parole, le persone con sindrome di Down non sono tutte uguali. È quindi fondamentale conoscerle e metterle alla prova, per scoprire che molte di loro hanno enormi potenzialità e sono capaci di svolgere una professione con impegno e costanza, di studiare con soddisfazione e di praticare sport ad ottimi livelli. Si può dire quindi che un lavoro e un percorso scolastico di qualità non siano solo diritti, ma anche gli strumenti più importanti per garantire ai giovani con sindrome di Down una vita autonoma, una piena integrazione nella società e un futuro sereno e dignitoso. Oltre duecento, come detto, saranno dunque, domenica 13 e in alcune città anche sabato 12 le piazze che vedranno giovani con sindrome di Down, familiari e volontari delle Associazioni, impegnati per lo più in prossimità di chiese e centri commerciali, per dare informazioni sulla sindrome e per offrire, in cambio di un contributo, un messaggio speciale, volto a sostenere una serie di progetti. In particolare, si parla di autonomia abitativa per ragazzi e adulti, di formazione e accompagnamento all inserimento lavorativo, di integrazione scolastica e di verifica della corretta applicazione delle norme in materia, di educazione alla consapevolezza dell esercizio di voto in occasione delle elezioni e di ricerca scientifica. Nessun cioccolato è buono così è lo slogan scelto per una campagna di comunicazione golosa realizzata in collaborazione con l Agenzia Saatchi & Saatchi che fa il verso, con un po di ironia, ai visual delle pubblicità di celebri marchi di cioccolato.

20 A fianco infine di CoorDown, come accade ormai da cinque anni, vi è anche Deichmann Calzature, il cui sostegno passa anche attraverso un progetto di integrazione nel mondo del lavoro, grazie al quale ragazzi e ragazze con sindrome di Down possono avere la preziosa opportunità di essere collocati in maniera stabile presso l azienda, come avviene, ad esempio, nelle filiali di Mestre e Cinisello Balsamo (Milano). CoorDown Il Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down nasce nel 2003, in occasione della prima Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down, e rappresenta oggi l organismo ufficiale di confronto con tutte le Istituzioni, per quanto riguarda le problematiche e i diritti delle persone con la sindrome di Down. Lo scopo è quello di attivare azioni di comunicazione sociale, per far conoscere le potenzialità e tutelare i diritti delle persone con sindrome di Down, favorire l integrazione nella scuola, nel lavoro e nello sport, condividere esperienze tra le singole Associazioni, individuare e mettere in atto strategie comuni rispetto a problemi politici condivisi. Le Associazioni aderenti al coordinamento sono attualmente settantaquattro e ognuna mantiene la sua autonomia in relazione alle proprie attività e alla propria azione politica. Il CoorDown continua a promuovere ogni anno, nella seconda domenica di ottobre, la Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down. Il 21 marzo, inoltre, organizza e promuove in Italia la Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down. Le due ultime campagne di comunicazione (Integration Day e #DammiPiùVoce), realizzate entrambe insieme all agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi, hanno ricevuto numerosi prestigiosi premi al Festival della Creatività di Cannes, il più importante appuntamento mondiale sulla pubblicità (tutti i progetti di comunicazione sono disponibili e condivisibili sul canale YouTube di CoorDown). fonte: superando.it 9 ottobre 2013

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

1 Workshop NAZIONALE. Villa Pallavicini - Via M. E. Lepido, 196 - Bologna

1 Workshop NAZIONALE. Villa Pallavicini - Via M. E. Lepido, 196 - Bologna Istituto Petroniano Studi Sociali Emilia Romagna 1 Workshop NAZIONALE Venerdì 11 Ottobre 2013 CON NOI E DOPO DI NOI Assistenza e presa in carico delle persone in stato di minima responsività tra SUAP e

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione Presupposti PROGETTO SCUOLE L associazione Gli amici di Luca, visti i suoi intenti e gli ottimi risultati ottenuti l anno scorso con l inaugurazione del progetto, anche quest anno ha deciso di strutturare

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori CHI SIAMO LATUAIDEADIMPRESA è una community costituita da migliaia di studenti italiani, professori, imprenditori. E un progetto finalizzato

Dettagli

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili Fondazione Ariel 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili La Paralisi Cerebrale Infantile Una malatti a non prevenibile In Italia, un bambino su 500 nuovi nati è affetto da

Dettagli

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla La sclerosi multipla La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale spesso progressivamente invalidante. Un processo infiammatorio

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

IL REGALO PIÙ ATTESO. UN FUTURO DA PROGETTARE.

IL REGALO PIÙ ATTESO. UN FUTURO DA PROGETTARE. NATALE 2014 IL REGALO PIÙ ATTESO. UN FUTURO DA PROGETTARE. SCEGLI I BIGLIETTI D AUGURI DI AISM E DELLA SUA FONDAZIONE, PER UN MONDO LIBERO DALLA SCLEROSI MULTIPLA. NATALE 2014 Come Mondelez, anche tu puoi

Dettagli

Spirit of the mountain

Spirit of the mountain Spirit of the mountain BERGAMO MILANO PONTRESINA SESTRIERE VERONA CINQUE FESTIVAL, UN GRANDE NETWORK L IDEA L'Associazione Montagna Italia nasce nel 1996 con lo scopo di promuovere il turismo, il rispetto

Dettagli

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio. MAGGIO 2016 47 GIOVANI COINVOLTI DAL 2013 3 PROGETTI VIAGGI NEL SERVIZIO CIVILE COMUNE DI RIETI Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie Associazione Agenzia Arcipelago Onlus Comune di Campodimele Festival internazionale della fiaba UN PAESE INCANTATO VIII edizione 2016 (diretto da Giuseppe ERRICO) Racconti fiabeschi, mostre, laboratori

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Corsi di formazione per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Il cinema e le nuove tecnologie come strumenti di inclusione Oltre il muro Oltre il muro è un progetto

Dettagli

L IDEA. e far conoscere gli ambienti montani d Italia e del mondo.

L IDEA. e far conoscere gli ambienti montani d Italia e del mondo. L IDEA L'Associazione Montagna Italia nasce nel 1996 con lo scopo di promuovere il turismo, il rispetto dell'ambiente, i beni culturali, le manifestazioni e le località montane in Italia e all'estero,

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Abbiamo visto nell arco della mattinata,il percorso che fa un malato di SLA

Abbiamo visto nell arco della mattinata,il percorso che fa un malato di SLA Il Ruolo della Associazione a livello Nazionale ed in Piemonte Abbiamo visto nell arco della mattinata,il percorso che fa un malato di SLA Dal momento della diagnosi fino al progressivo peggioramento che

Dettagli

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C 1 INTRODUZIONE Ai bambini e alle bambine che a tre anni, fanno il loro

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

AISM SEZIONE DI BIELLA SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 3 volontari

AISM SEZIONE DI BIELLA SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 3 volontari AISM SEZIONE DI BIELLA SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 3 volontari Progetto IO AFFERMO, DUNQUE SONO: DALLA PERSONA CON PATOLOGIA AD ATTORE DEL PROPRIO FUTURO TERRITORIO DEL PIEMONTE I ragazzi che vogliono vivere

Dettagli

Disposizioni per garantire l accesso alle Cure palliative e alla Terapia del dolore (Legge 38 marzo 2010)

Disposizioni per garantire l accesso alle Cure palliative e alla Terapia del dolore (Legge 38 marzo 2010) Unione Giuristi Cattolici Italiani Sezione di Trani Renato Dell Andro (venerdì, 25 febbraio 2011 ) Disposizioni per garantire l accesso alle Cure palliative e alla Terapia del dolore (Legge 38 marzo 2010)

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Centro Polifunzionale per Disabili

CARTA dei SERVIZI. Centro Polifunzionale per Disabili CARTA dei SERVIZI Centro Polifunzionale per Disabili 1 INDICE 1. Presentazione 3 2. Lettera agli utenti 4 3. Chi siamo 5 4. Chi sono i nostri utenti 6 5. Équipe della struttura 8 6. Modalità d accoglienza

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

Autismo adulto e assistenza psichiatrica:

Autismo adulto e assistenza psichiatrica: in collaborazione con realizzato con il contributo del: Associazione regionale specifica per l Autismo Convegno Internazionale Autismo adulto e assistenza psichiatrica: un incontro ancora in costruzione

Dettagli

25 settembre 6 ottobre 2015 Mestre Venezia

25 settembre 6 ottobre 2015 Mestre Venezia Assessorato Coesione Sociale e Sviluppo Economico Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell Accoglienza Servizio Politiche Cittadine per l'infanzia e l'adolescenza 25 settembre 6 ottobre 2015 Mestre

Dettagli

Apriamo gli occhi sul mondo dei bambini. Per una nuova cultura della disabilità.

Apriamo gli occhi sul mondo dei bambini. Per una nuova cultura della disabilità. Apriamo gli occhi sul mondo dei bambini. Per una nuova cultura della disabilità. Sulla disabilità infantile, un nuovo punto di vista. ogni giorno ci prendiamo cura di 150 bambini E FAMIGLIE 3 sedi A MILANO

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI BARBARA PISCINA Animatrice pedagogica cell. 3286766227 e-mail barbara.piscina@fastwebnet.it PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il percorso di formazione vuole essere l occasione per riflettere

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il volontariato va a scuola

Il volontariato va a scuola Il volontariato va a scuola Il volontariato incontra i giovani, e lo fa nel luogo principe della loro formazione: la scuola. Grazie anche al Protocollo d Intesa con l Ufficio Scolastico Regionale per il

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Più valore alla terza età

Più valore alla terza età Più valore alla terza età UNA RISORSA PER LE FAMIGLIE Le Residenze Anni Azzurri sono nate per dare risposte efficaci a un esigenza sempre più sentita nella realtà di oggi: l assistenza agli anziani. In

Dettagli

Dirección: Quiroga y Taboada 1075, Nogoyá, Entre Ríos, Argentina. Tel:+94 (03435) 421883 Email: esc_esp_elarcadenoe@hotmail.com

Dirección: Quiroga y Taboada 1075, Nogoyá, Entre Ríos, Argentina. Tel:+94 (03435) 421883 Email: esc_esp_elarcadenoe@hotmail.com 2015 Dirección: Quiroga y Taboada 1075, Nogoyá, Entre Ríos, Argentina. Tel:+94 (03435) 421883 Email: esc_esp_elarcadenoe@hotmail.com La Scuola Privata di Istruzione Integrale N 8 El Arca de Noé è una istituzione

Dettagli

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014 L educazione è un diritto di tutti i bambini e ragazzi, che devono poterne fruire senza limitazioni Ma è anche un bene degli adulti, di tutti gli adulti che la difendono e la arricchiscono e con la partecipazione

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Roma, 09.01.2014 Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Gentilissimi, con la presente desideriamo inoltrarvi l invito per la XII Conferenza Internazionale

Dettagli

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE 16 maggio 2015 Milano, Arena Civica RECORD FOR ALL UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE RASSEGNA STAMPA COMUNICAZIONE comunicazione@labilita.org Associazione l abilità Onlus Via Pastrengo 16/18 20159 Milano

Dettagli

COLORI,FORME, IMMAGINI DEL SILENZIO

COLORI,FORME, IMMAGINI DEL SILENZIO ANGSA Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici Con il contributo di ELD Gruppo Europa della Libertà e Democrazia nel Parlamento Europeo COLORI,FORME, IMMAGINI DEL SILENZIO PERCORSI GRAFICO-ESPRESSIVO-ARTISTICI

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

Primo Festival dell Informatica Sociale Treviso, 3 e 4 ottobre 2015

Primo Festival dell Informatica Sociale Treviso, 3 e 4 ottobre 2015 Treviso, 10 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Primo Festival dell Informatica Sociale Treviso, 3 e 4 ottobre 2015 Prenderà il via sabato 3 ottobre fino a domenica 4 ottobre a Treviso il primo Festival dell

Dettagli

AUTISMO. PRESENTATO A ROMA OTTO PASSI AVANTI, PRIMO PROGETTO PILOTA SULLA DIAGNOSI PRECOCE

AUTISMO. PRESENTATO A ROMA OTTO PASSI AVANTI, PRIMO PROGETTO PILOTA SULLA DIAGNOSI PRECOCE Roma, 1 aprile 2015 Comunicato stampa AUTISMO. PRESENTATO A ROMA OTTO PASSI AVANTI, PRIMO PROGETTO PILOTA SULLA DIAGNOSI PRECOCE ROMA CAPITALE, ISS, OPBG E PEDIATRI INSIEME PER FARE FORMAZIONE GRATUITA

Dettagli

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE Il Progetto Vesta è uno studio osservazionale multicentrico su soggetti

Dettagli

il teatro per le scuole

il teatro per le scuole stagione teatrale 2014-2015 il teatro per le scuole STAGIONE LIRICA GUIDA ALL ASCOLTO E PROVA APERTA OPERA DOMANI XIX edizione STAGIONE TEATRALE GIORNATA DELLA MEMORIA SCUOLA DI TEATRO INCONTRI PER I PIÙ

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Associazione "Il Porto dei piccoli" ONLUS

Associazione Il Porto dei piccoli ONLUS PROPOSTA SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2013-1014 ASSOCIAZIONE IL PORTO DEI PICCOLI ONLUS Mare, gioco e cultura per i bambini in ospedale. L Associazione Il Porto dei piccoli ONLUS nata nel 2005 per volontà della

Dettagli

ABSTRACT PROGETTO CLASSE APERTA PER UNA SCUOLA SOCIALE

ABSTRACT PROGETTO CLASSE APERTA PER UNA SCUOLA SOCIALE ABSTRACT PROGETTO CLASSE APERTA PER UNA SCUOLA SOCIALE Descrizione dell iniziativa/progetto ed ambiti operativi di intervento L idea Nel nostro paese la partecipazione alla vita scolastica e sociale in

Dettagli

Immagine con sfondo bianco piccola

Immagine con sfondo bianco piccola Immagine con sfondo bianco piccola SGULP IN FIERA L'unica fiera per bambini dai 3 agli 11 anni, scuole e famiglie, con un giornale dedicato presente su 8 province e con 120.000 copie a settimana! Sgulp

Dettagli

La malattia è trasmissibile da genitore a figlio, con il 50% di probabilità.

La malattia è trasmissibile da genitore a figlio, con il 50% di probabilità. ASSOCIAZIONE SCLEROSI TUBEROSA ONLUS PROGETTO SUPERARE 2012 LA SCLEROSI TUBEROSA, M ALATTIA RARA: UN PROBLEM A M EDICO, SOCIALE, UM ANO LA SCLEROSI TUBEROSA E una malattia genetica che colpisce 1 individuo

Dettagli

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2012-2013 III Edizione NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA Consorzio Universitario Humanitas in Convenzione con in Collaborazione Scientifica con Consorzio

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

GOVERNANCE DEL MONITORAGGIO: CHI PRODUCE INFORMAZIONI, CHI LE RICEVE, A COSA SERVONO. L esperienza di cooperazione del terzo settore

GOVERNANCE DEL MONITORAGGIO: CHI PRODUCE INFORMAZIONI, CHI LE RICEVE, A COSA SERVONO. L esperienza di cooperazione del terzo settore GOVERNANCE DEL MONITORAGGIO: CHI PRODUCE INFORMAZIONI, CHI LE RICEVE, A COSA SERVONO L esperienza di cooperazione del terzo settore Fondazione Paideia FONDAZIONE PAIDEIA - CHI SIAMO L attività operativa

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Festival delle Scuole 2012

Festival delle Scuole 2012 Un piccolo teatro Un grande festival Festival delle Scuole 2012 Il più grande Concorso di Teatro Scolastico d Italia Concorso di Arti Visive per Bambini e Ragazzi un progetto in collaborazione con istituzioni

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni a Tutela delle persone con Autismo e Sindrome di Asperger

Federazione Nazionale delle Associazioni a Tutela delle persone con Autismo e Sindrome di Asperger Federazione Nazionale delle Associazioni a Tutela delle persone con Autismo e Sindrome di Asperger PAROLE CONTRO IL SILENZIO Le persone con l autismo l e le loro famiglie sono immerse nel silenzio. Il

Dettagli

Il ruolo del web per le Associazioni

Il ruolo del web per le Associazioni Il ruolo del web per le Associazioni Nuove opportunità di comunicazione e raccolta fondi Francesca De Spirito Responsabile Comunicazione & Ufficio Stampa AISM Parliamo di > La rete AISM on line > Il web

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA Anno scolastico 2012-2013 Presentazione Si riparte! L inizio di un nuovo anno scolastico è un momento impegnativo per i bambini e per i genitori che iniziano

Dettagli

Dichiarazione di Identità e missione

Dichiarazione di Identità e missione A S S O C I A Z I O N E d i V O L O N T A R I A T O Dichiarazione di Identità e missione Il gruppo di lavoro Il presente documento è stato redatto con la partecipazione di un gruppo di lavoro composto

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

Cos regole precise forma di donazione regolare estremamente diffusa nei paesi anglosassoni Payroll Giving donazione tramite busta paga Match Giving

Cos regole precise forma di donazione regolare estremamente diffusa nei paesi anglosassoni Payroll Giving donazione tramite busta paga Match Giving PAYROLL GIVING La storia di Francesca accomuna molte storie di malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica che non riescono più a camminare, a parlare, a ridere, aiutaci ad essere le loro gambe, la loro voce,

Dettagli

Evangelizzazione e... Arte e M usica. Liturgia. Iconografia. Multimedialità. Drammatizzazione. Narrazione. Arcidiocedi di Bari-Bitonto

Evangelizzazione e... Arte e M usica. Liturgia. Iconografia. Multimedialità. Drammatizzazione. Narrazione. Arcidiocedi di Bari-Bitonto Evangelizzazione e... Arte e M usica Liturgia Iconografia Multimedialità Laboratori della Fede Arcidiocedi di Bari-Bitonto Drammatizzazione Narrazione Laboratori della Fede tra tradizione e creatività

Dettagli

CIAK SI GUIDA. Torna il film festival della sicurezza stradale

CIAK SI GUIDA. Torna il film festival della sicurezza stradale CIAK SI GUIDA Concorso a premi organizzato dal Comune di Milano Polizia Municipale - Assessorato alla Sicurezza - Assessorato alla Famiglia Scuola e Politiche Sociali e da Editoriale Domus rivista Quattroruote

Dettagli

CON IL PATROCINIO MORALE PROGETTO DI FORMAZIONE AUTISMO: CONOSCERE, INCONTRARE, COMUNICARE

CON IL PATROCINIO MORALE PROGETTO DI FORMAZIONE AUTISMO: CONOSCERE, INCONTRARE, COMUNICARE 1 Associazione Nazionale Aperta/MENTE IL MONDO INTERNO Onlus ASSOCIAZIONE ITALIANA MAESTRI CATTOLICI Provincia di Napoli Soggetto qualificato per la formazione dal M.I.U.R. con D.M. del 10 luglio 2000

Dettagli

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

In collaborazione con ANPIS, AUSER, CSV di Bologna, DSM Bologna, DSM Ferrara, UNASAM. propongono il seminario

In collaborazione con ANPIS, AUSER, CSV di Bologna, DSM Bologna, DSM Ferrara, UNASAM. propongono il seminario In collaborazione con ANPIS, AUSER, CSV di Bologna, DSM Bologna, DSM Ferrara, UNASAM propongono il seminario Promuovere la salute mentale nella comunità: È utile lo sport? 1 Venerdì 15 dicembre 2006 (Bologna,

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2015 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla V edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus OSTELLO INTEGRATO VITA AUTONOMA CURATA PER PERSONE CON SINDROME DI DOWN L OSTELLO Totale 380 mq I NOSTRI tot. 8 camere PARTNER da letto tot. 22-24 posti

Dettagli

pubblicitario del film che proprio a Torino ha raccolto immensi pareri favorevoli uno tra i tanti quello di Vittorio Sgarbi - è stato realizzato

pubblicitario del film che proprio a Torino ha raccolto immensi pareri favorevoli uno tra i tanti quello di Vittorio Sgarbi - è stato realizzato 3 giugno 2013 AI GIOCHI DEL MARE IL VIDEO DI GIULIA MONTERA Praia a Mare (CS) Giulia è figlia della nostra terra. E con lei, lo sono tutti quelli che nella speranza trovano un motivo per alleviare le pieghe

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

INIZIATIVE EXTRASCOLASTICHE A CURA DI ASSOCIAZIONI E COOPERATIVE SOCIALI

INIZIATIVE EXTRASCOLASTICHE A CURA DI ASSOCIAZIONI E COOPERATIVE SOCIALI Attività sui diritti dell infanzia novembre 2015 INIZIATIVE EXTRASCOLASTICHE A CURA DI ASSOCIAZIONI E COOPERATIVE SOCIALI INIZIATIVE A CARATTERE CITTADINO PIDIDA LIGURIA, ARCIRAGAZZI, COOP IL BISCIONE,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado delle Province di Palermo, Agrigento, Messina e Trapani

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado delle Province di Palermo, Agrigento, Messina e Trapani Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado delle Province di Palermo, Agrigento, Messina e Trapani Oggetto: Presentazione e invito a partecipare alla IV edizione della manifestazione

Dettagli

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE L arrivo del Natale porta nella Scuola dell Infanzia inevitabili suggestioni di festa, di regali e di sorprese, esercita un fascino particolare nella

Dettagli

Progetto: D.C.A. D come Divulgazione C come Conoscenza A come Approfondimento

Progetto: D.C.A. D come Divulgazione C come Conoscenza A come Approfondimento Progetto: D.C.A. D come Divulgazione C come Conoscenza A come Approfondimento PREMESSA: I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) costituiscono al giorno d oggi un emergenza sanitaria che non sembra

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Malta. Master dei Talenti 2012 Liceo Scientifico Avogadro - Biella

Malta. Master dei Talenti 2012 Liceo Scientifico Avogadro - Biella Malta Master dei Talenti 2012 Liceo Scientifico Avogadro - Biella I protagonisti Mauro, Veronica, Sara, Elisa, Pietro La selezione I criteri principali per partecipare al progetto: 1. Media scolastica;

Dettagli

Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini. TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo

Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini. TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo Laboratorio teatrale Piero Gabrielli Roma M.I. Sarti, L. Bertoletti e R. Gandini TERRA INCOGNITA il teatro esplora l autismo 1 https://www.youtube.com/watch?v=cxa13kh3 jpu&spfreload=10 LINK DEL PROMO GIOCHI

Dettagli