PUBBLICITÀ AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PUBBLICITÀ AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA"

Transcript

1 NUMERO SPECIALE PUBBLICITÀ AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA luglio 2013 Pubblicità ai tempi della Guerra Fredda Supplemento al n. 40 di Altrestorie - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) - art. 1, comma 1, D.C.B. Trento - Periodico quadrimestrale registrato dal Tribunale di Trento il , n Direttore responsabile: Sergio Benvenuti - Distribuzione gratuita - Taxe perçue - ISSN

2 PUBBLICITÀ AI TEMPI DELLA per per GUERRA informazioni: FREDDA collezione di tel. tel. pubblicità tel aeronautiche di Luigino Caliaro cell. Museo dell Aeronautica Gianni cell. 348 Caproni, Trento Base Tuono, Passo Coe, Folgaria 7 luglio 1 settembre luglio luglio luglio Comune Comune Comune di di Folgaria Folgaria di Folgaria in in collaborazione in collaborazione con con con Iniziativa espositiva organizzata da Museo dell Aeronautica Gianni Caproni, Base Tuono, Comune di Folgaria, Fondazione Museo storico del Trentino, MUSE In collaborazione con Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica (GMT) Da un idea di Luigino Caliaro Curatela scientifica Luigino Caliaro con Neva Capra Coordinamento organizzativo Neva Capra e Luca Gabrielli Testi di Luigino Caliaro, Neva Capra, Alberto Mario Carnevale, Luigi Carretta, Flavio Chistè, Marco Giovanella, Maurizio Struffi Realizzazione grafica e stampa Publistampa, Pergine (Trento) Collaborazione all allestimento Ermanno Bragagna ed Erminio Bucella del Museo dell Aeronautica Gianni Caproni Comunicatori scientifici Paola Bottaro, Ilaria Postinghel, Roberta Tarabelli con Franca Ducati e Giovanni Spagnolli del Museo dell Aeronautica Gianni Caproni Servizio di custodia, biglietteria e bookshop Erminio Bucella con Luciano Bonvecchio, Ermanno Bragagna, Mario Dalsasso, Rodolfo Gius, Marco Murgia, Mariastella Tangari La mostra, allestita in parte presso il Museo dell Aeronautica Gianni Caproni di Trento e in parte presso Base Tuono, Folgaria, propone per la prima volta una parte limitata, ma significativa della collezione di pubblicità aeronautiche del periodo della Guerra Fredda raccolta da Luigino Caliaro. Appassionato di storia dell aviazione e, in particolare, di quella militare, Luigino Caliaro iniziò per caso questa raccolta nel 2002 nel corso di un AirShow negli Stati Uniti, quando acquistò una copia originale del 1943 di The Saturday Evening Post contenente l inserzione pubblicitaria di un caccia P-38 Lightning della Lockheed. Da allora la collezione si è notevolmente arricchita e si compone oggi di oltre pagine pubblicitarie, riguardanti un periodo che spazia dal secondo conflitto mondiale alla caduta del muro di Berlino nel L esposizione, rappresenta un valido supporto nella ricostruzione del periodo storico della Guerra Fredda, con riferimento a quanto accaduto nel settore aeronautico. In particolare, la sezione velivolistica allestita presso il Museo dell Aeronautica Gianni Caproni di Trento fornisce una panoramica di alcuni dei principali velivoli da combattimento. La scelta delle pubblicità esposte e la conseguente trattazione dei velivoli illustrati segue un ordine cronologico e tipologico, raggruppando velivoli della stessa classe, oppure trattando velivoli che hanno caratterizzato particolari momenti della storia aeronautica. La sezione missilistica del percorso allestita presso Base Tuono, Folgaria si sviluppa invece offrendo una panoramica di alcuni dei principali armamenti, raggruppati per categoria e impiego, che componevano l arsenale occidentale. La mostra Pubblicità ai tempi della Guerra Fredda nasce da un idea di Caliaro stesso che l ha patrocinata con generosità e competenza, scegliendo il Museo dell Aeronautica Gianni Caproni e Base Tuono quali primi soggetti istituzionali dove esporre la sua collezione, già divenuta motivo di grande interesse anche negli Stati Uniti. 2 Via Torre d Augusto, 35/ TRENTO Tel Fax ALTRESTORIE Periodico quadrimestrale di informazione Periodico registrato dal Tribunale di Trento il , n ISSN Comitato di redazione: Paola Bertoldi, Giuseppe Ferrandi, Patrizia Marchesoni, Rodolfo Taiani (segretario) Direttore responsabile: Sergio Benvenuti Numero speciale a cura di Rodolfo Taiani Progetto grafico e impaginazione: Graficomp Pergine (TN). Stampa: Publistampa Pergine (TN) La rivista, o gli arretrati, possono essere richiesti, fino a esaurimento delle copie, presso i recapiti della Fondazione Museo storico del Trentino. I lettori interessati ad acquistare o a informarsi sull insieme della pubblicazioni della Fondazione Museo storico del Trentino possono collegarsi all indirizzo internet o scrivere all indirizzo di posta elettronica

3 L espressione Guerra Fredda designa convenzionalmente il pe- La Guerra Fredda riodo che, dalla fine della Seconda guerra mondiale all inizio de- di Marco Giovanella gli anni novanta, ha visto gli Stati Uniti e i paesi aderenti alla NATO contrapporsi all Unione Sovietica e ai paesi aderenti al Patto di Varsavia su ogni piano, da quello politico a quello economico, da quello diplomatico a quello militare, per arrivare fino ai livelli sportivo, tecnologico e culturale. Il termine pare sia stato utilizzato nel 1945 dal celebre romanziere George Orwell il quale, ragionando sugli effetti devastanti della bomba atomica, previde un panorama in cui USA e URSS, non potendosi fronteggiare in una sfida diretta e concreta, avrebbero finito per dominare e assoggettare tutti gli altri paesi del mondo. Fu però nel 1947 che Guerra Fredda divenne ufficialmente sinonimo della situazione in corso, da quando cioè fu usato da Bernard Baruch, consigliere del presidente americano Franklin D. Roosevelt, e dal giornalista Walter Lippmann per delineare e segnalare l emergere di ostilità tra le due superpotenze alleate durante il secondo conflitto mondiale. Nel corso della fase conclusiva della Seconda guerra mondiale, Sta- ti Uniti, Unione Sovietica e Gran Bretagna si riunirono più volte per discutere l assetto politico e territoriale da dare all Europa dopo la sconfitta delle forze nazifasciste. Questi vertici misero in luce inconfutabilmente il superamento dell ordine multipolare ed eurocentrico che aveva contraddistinto i decenni precedenti. Due superpotenze erano pronte a contendersi l intero pianeta: da una parte l Unione Sovietica, dall altra gli Stati Uniti. Per quanto unite nella lotta contro il nazismo, esse avevano, infatti, una visione del mondo diversa, evidenziata da sistemi politici, economici e sociali opposti. E tra il 1945 e il 1953 una serie di episodi accentuò le contrapposizioni: la morte di Roosevelt, il rifiuto statunitense di concedere prestiti a Mosca, l esplosione della prima bomba atomica americana, l avanzata sovietica in Europa occidentale, il blocco di Berlino, l istituzione della NATO. Inoltre, l irrigidimento delle posizioni si espresse nell utilizzo da parte sia orientale che occidentale di toni fortemente ideologici. Solo la fine del conflitto coreano (1953) e la morte di Josip Stalin aprirono una parziale fase di distensione tra gli antagonisti. Ormai in grado di colpire gli Stati Uniti con i pro- 3

4 pri missili, Chruščëv volle però spostare la contesa su altri piani, in particolare su quelli ideologico e tecnologico, proprio per evitare il rischio di un confronto nucleare. Da questo punto di vista, il lancio dello Sputnik I non fu che la prima tappa di quella corsa allo spazio che costituirà elemento portante della Guerra Fredda almeno fino al 1975, anno della missione congiunta Apollo-Sojuz. Le relazioni fra le due superpotenze conobbero vari momenti difficili. Quello sicuramente più critico si verificò nell ottobre del 1962, quando la popolazione mondiale visse nella paura dello scoppio di una terza guerra mondiale nucleare. Chruščëv aveva, infatti, deciso l installazione a Cuba di missili a testata nucleare rivolti contro gli Stati Uniti. La risoluzione della crisi cubana, negoziata dal leader sovietico stesso e dal presidente americano John F. Kennedy, pose finalmente le premesse per il superamento della fase di più acceso confronto. Verso la fine degli anni sessanta si assistette a una graduale riduzione delle tensioni tra USA e URSS, la cosiddetta «distensione». Il dialogo fu favorito da alcune condizioni: il raggiungimento della parità strategica nonchè l incapacità di USA e URSS di mantenere il loro ruolo di potenze egemoni se non con la forza e il consolidamento di nuovi soggetti economici come il Giappone e la Comunità Economica Europea. Nonostante un periodo quasi decennale di accordi antiatomici, gli anni ottanta si aprirono all insegna della corsa agli armamenti e del riarmo atomico. Negli Stati Uniti, il presidente Ronald Reagan si adoperò per alzare sensibilmente il livello di sfida tecnologica e militare con l Unione Sovietica. Questa costante escalation del terrore fu accompagnata dalla decisione della NATO di schierare in Europa, entro il 1983, missili Pershing e Cruise come risposta all ammodernamento sovietico in materia missilistica. L ascesa al potere di Michail Gorbačëv nel 1985, segnò il punto di svolta: il nuovo leader sovietico mutò radicalmente le linee guida della politica estera e di sicurezza sovietica, accettando di fatto le condizioni americane in materia di controllo degli armamenti. Più di tutto, però, fu la decisione di non intervenire ulteriormente con la forza per mantenere al potere i regimi comunisti dell est europeo che segnò una completa ridefinizione degli interessi vitali sovietici. Con la caduta del muro di Berlino, nel 1989, ma soprattutto con la dissoluzione dell Unione Sovietica nel 1991, la Guerra Fredda poteva dirsi terminata. 4

5 1945 Ai vertici di Jalta (4-12 febbraio) e Potsdam (17 luglio-2 agosto), Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Sovietica, potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale, gettano le basi per il futuro assetto politico-territoriale dell Europa. 8 maggio: viene firmato a Berlino l atto di resa militare della Germania. Per la fine della Seconda guerra mondiale bisognerà attendere la resa del Giappone (14 agosto) marzo: il presidente USA Harry Truman annuncia una strategia di politica estera che si propone di contrastare le mire espansione dell avversario comunista nel mondo (Dottrina Truman). 5 giugno: il segretario di stato USA George Marshall annuncia un piano straordinario di aiuti per la ricostruzione dell Europa noto come European Recovery Program (Piano Marshall). 22 settembre: viene istituito il Cominform, organismo politico internazionale d informazione e collaborazione tra i partiti comunisti europei giugno: l Unione Sovietica blocca l accesso via terra a Berlino Ovest. Ha inizio il blocco di Berlino, che terminerà il 12 maggio aprile: dodici paesi ratificano il Patto Atlantico. Con la firma del Patto s istituisce l Organizzazione del Trattato del Nord-Atlantico (NATO) volta a sviluppare la cooperazione politica ed economica degli Stati membri e a favorire la consultazione multilaterale in materia di sicurezza. 23 maggio: nasce la Repubblica federale tedesca (RFT) (Bundesrepublik Deutschland o BRD). 1 ottobre: nasce la Repubblica popolare cinese (RPC). 7 ottobre: nasce la Repubblica democratica tedesca (RDT) (Deutsche Demokratische Republik o DDR) giugno: la Corea del Nord invade quella del Sud. Ha inizio la guerra di Corea, che terminerà il 27 luglio 1953 e che determinerà una delle fasi più acute della Guerra Fredda maggio: la Germania Occidentale entra a far parte della NATO. 14 maggio: nasce il Patto di Varsavia, alleanza militare tra i paesi socialisti dell Europa orientale, sotto la guida di Mosca ottobre: Gran Bretagna, Francia e Israele attaccano l Egitto. Ha inizio la crisi di Suez, che terminerà ventiquattro ore dopo grazie alle pressioni di USA e URSS all ONU, evitando così un conflitto internazionale. Cronologia essenziale della Guerra Fredda 4 novembre: intervento militare sovietico a Budapest per stroncare la rivolta scoppiata a fine ottobre marzo: vengono ratificati i trattati di Roma: nasce la Comunità Economica Europea (CEE). 4 ottobre: l URSS lancia il satellite Sputnik I, primo satellite artificiale a essere messo in orbita attorno alla terra. Quattro mesi dopo (31 gennaio 1958) gli americani lanceranno l Explorer I. Sono le prime tappe di quella che sarà una vera e propria corsa alla conquista dello spazio che impegnerà fino al 1975 i due contendenti novembre: il leader sovietico Nikita Chruščëv decide di aprire una crisi su Berlino chiedendo a Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia di ritirare i propri soldati entro sei mesi o di riconoscere il governo dell Est. In caso contrario, sarebbe stato bloccato l accesso alla città e ogni violazione avrebbe costituito un azione di guerra aprile: il cosmonauta sovietico Jurij Gagarin è il primo essere umano a raggiungere lo spazio sulla navetta Vostok I. 13 agosto: Il governo tedesco-orientale decide di erigere il muro di Berlino, che dividerà la città fino al 9 novembre ottobre: crisi dei missili di Cuba. Per tredici giorni, sei in particolare ad altissima tensione, il mondo trattiene il fiato per la paura di una terza guerra mondiale nucleare. La risoluzione della crisi rappresenta un passaggio cruciale della Guerra Fredda agosto: USA, URSS e Gran Bretagna siglano un trattato che mette al bando gli esperimenti atomici nell atmosfera e nello spazio (ma non quelli nel sottosuolo) agosto: incidenti nella Baia del Tonchino. Alcuni giorni più tardi, il Congresso americano autorizza l intervento militare americano in Vietnam. Solo il 27 maggio 1972 Stati Uniti e Vietnam del Nord sigleranno un accordo di pace. La guerra terminerà il 30 aprile 1975 con l entrata a Saigon delle truppe nord-vietnamite agosto: l invasione sovietica in Cecoslovacchia pone fine alla «Primavera di Praga» e al «socialismo dal volto umano» promosso dal presidente Alexander Dubček. 5

6 luglio: l astronauta americano Neil Armstrong è il primo uomo a mettere piede sulla Luna agosto: grazie alla Ostpolitik di Willy Brandt, RFT e URSS ratificano un patto di non aggressione. Bonn accetta i confini segnati dalla Seconda guerra mondiale aprile: l URSS invia la prima stazione spaziale in orbita attorno alla Terra, la Saljut I. 2 agosto: la Repubblica popolare cinese entra a far parte delle Nazioni Unite maggio: USA e URSS ratificano il trattato SALT I (Strategic Arms Limitation Talks) per la riduzione degli armamenti: la prima parte dell accordo limitava il numero di sistemi di missili anti-balistici ABM (Anti-Ballistic Missile) a un massimo di due per parte, la seconda fissava una soglia alle armi strategiche offensive degli USA e dell URSS novembre: vertice tra il leader sovietico Leonìd Brežnev e il presidente americano Gerald Ford. Si raggiunge l accordo per emendare il trattato SALT I: le due parti si sarebbero potute dotare di un solo sistema ABM. Inoltre, fu ridefinito il tetto massimo di vettori permessi luglio: missione congiunta USA-URSS nello spazio. 1 agosto: trentacinque paesi ratificano gli accordi di Helsinki, atti finali della prima Conferenza per la sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE). I firmatari s impegnano ad astenersi dall uso della forza e a rispettare la reciproca sovranità e l inviolabilità delle frontiere giugno: Brežnev e il presidente statunitense «Jimmy» Carter ratificano il trattato SALT II. L accordo fissa un tetto al numero complessivo di missili intercontinentali e a quelli di missili dotati di testate nucleari multiple. 27 dicembre: invasione sovietica in Afghanistan contro il governo di Hafizullah Amin, considerato amico degli americani. In risposta all azione di Mosca, Carter ritira il trattato SALT II (3 gennaio 1980) Diviene operativa la decisione del presidente USA Ronald Reagan, adottata in sede NATO nel 1979, di stanziare sul territorio europeo missili nucleari di media gittata (Pershing e Cruise) in risposta al dispiegamento da parte di Mosca di missili intermedi SS marzo: Reagan annuncia la decisione di dotarsi di un sistema di difesa strategica capace di proteggere il paese da un eventuale attacco nucleare (Iniziativa di difesa strategica o SDI-Strategic Defense Initiative) violando di fatto l accordo SALT I sui sistemi difensivi ABM marzo: Michail Gorbačëv è il nuovo segretario del Partito comunista sovietico. novembre: non sortisce nessun accordo il primo incontro a Ginevra tra Gorbačëv e Reagan per porre fine alla corsa agli armamenti gennaio: Gorbačëv propone pubblicamente un piano di riduzione graduale e bilanciata delle armi nucleari che porti alla loro definitiva rimozione entro il ottobre: il secondo incontro a Reykjavík tra URSS e USA si conclude senza accordi dicembre: USA e URSS ratificano il trattato INF (Intermediate Nuclear Forces) che prevede la rimozione dei missili a media gittata presenti in Europa (SS20, Pershing, Cruise) febbraio: Gorbačëv annuncia il ritiro delle truppe sovietiche dall Afghanistan. 29 maggio-2 giugno: vertice tra Reagan e Gorbačëv a Mosca novembre: le frontiere di Berlino vengono aperte. Crollo del muro di Berlino ottobre: la Germania viene ufficialmente riunificata luglio: scioglimento del Patto di Varsavia. 31 dicembre: dissoluzione dell Unione Sovietica e nascita della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI). 6

7 SEZIONE ESPOSITIVA PRESSO BASE TUONO FOLGARIA MISSILISTICA 7

8 8 A m di quota, nel Comune di Folgaria (Trentino), la Base NATO passo Coe-monte Toraro fu una delle dodici basi missilistiche dell Aeronautica Militare dispiegate nel Nord Italia negli anni sessanta nell ambito del sistema di difesa aerea NATO del Sud-Europa. È stata operativa dal 1966 al Facente capo al 66 Gruppo Intercettori Teleguidati del 7 Reparto di Vicenza, dipendente dalla 1 a Aerobrigata, la base secondo uno schema comune a tutte era articolata su tre aree. A Tonezza del Cimone, in territorio vicentino, c era l Area Comando e Logistica; sul monte Toraro (1.897 metri di quota) nel comune di Arsiero (VI) c era l Area Controllo; mentre a Passo Coe c era l Area di Lancio, che occupava 16 ettari di pascolo nella zona di malga Zonta, teatro dell eccidio nazista del 12 agosto La malga fu abbattuta perché compresa nel perimetro della base ed a poca distanza, nel 1962, fu edificato il Sacrario che ospita la commemorazione annuale. Le dodici basi avrebbero dovuto contrastare eventuali attacchi aerei da parte dei paesi del Patto di Varsavia. Il loro sistema d arma era basato sul missile Nike-Hercules (superficie-aria) armato con testate convenzionali e con testate nucleari. La Base NATO di passo Coe-monte Toraro è stata dunque uno dei presidi difensivi propri di quel periodo storico che ha preso il nome di Guerra Fredda, il conflitto ideologico, economico e politico tra l Est e l Ovest che ha segnato il secondo dopoguerra fino al crollo del muro di Berlino, nel La conversione ad usi civili L area della base Nato è stata riconsegnata al comune di Folgaria oltre dieci anni dopo la chiusura, ed è stata subito utilizzata come deposito e magazzino di attrezzature e materiali di ogni tipo, subendo un rapido e completo degrado. Nel 2009, nell imminenza della trasformazione di gran parte della ex base in un grande bacino per l innevamento programmato (realizzato dalla società degli impianti sciistici di Folgaria), l amministrazione comunale ha ripreso con determinazione l idea abbozzata vari anni prima ma poi abbandonata, di riportarvi un missile a documentazione storica. I contatti con lo Stato Maggiore dell Aeronautica Base Tuono e i missili testimoni della Guerra Fredda di Maurizio Struffi Militare sono stati ripresi dalla giunta nell autunno dello stesso anno, sostenuti dalla Fondazione Museo storico del Trentino. I risultati hanno superato le attese perché è emersa la possibilità di riportare a Passo Coe i missili e gli apparati di una delle tre sezioni di lancio di cui era composta l Area. Un programma ambizioso che tuttavia, grazie al sostegno finanziario della Provincia autonoma di Trento, ha preso corpo rapidamente. Ora la zona appare trasformata grazie a un ammirevole intervento di recupero ambientale. Un laghetto alpino e pendii verdi hanno cancellato ogni traccia di manufatti e piazzali in rovina, ed ai margini, sulle prime pendici di monte Maggio, si stagliano le sagome imponenti di tre missili Nike-Hercules in rampa di lancio di quella che, un tempo sezione Alpha, ora è diventata Base Tuono, all epoca nome in codice Nato dell intera Base. Oltre all hangar della sezione in cui erano alloggiati i missili, l unico manufatto rimasto è il corpo di guardia, in prossimità del bacino, che diverrà il centro di accoglienza dei visitatori e di gestione dell intera zona. Base Tuono, unica in Europa Base Tuono, esposizione museale unica in Europa, testimonia una pagina di storia. Vi sono esposti: tre missili Nike-Hercules ricollocati in posizione di lancio sulle loro rampe; un missile didattico collocato sul binario nell hangar (l A.M. lo usava per addestrare il personale); tre carri elettronici, che ospitavano i computer cui spettava l elaborazione dei dati inviati dai radar; quattro grandi apparati radar, dedicati all intercettazione del nemico ed alla guida dei missili; la strumentazione per il lancio dei missili (nel bunker); un missile Nike Ajax, precursore dell Hercules; il generatore ed il gruppo di continuità che assicuravano energia alla sezione di lancio; una torre di guardia, grande altana che presidiava le sezioni di lancio abilitate alla presenza delle testate nucleari; pannelli illustrativi della Guerra Fredda, della dislocazione dei missili in Italia, della sequenza di lancio, delle caratteristiche della Base. MISSILI

9 il missile come deterrente pubblicita ai tempi della guerra fredda A metà degli anni 50, grazie agli stanziamenti per lo sviluppo di nuove armi (passati da qualche milione di dollari, nel 1953, a oltre un miliardo nel 1957), nacque la forza balistica intercontinentale americana. Venne così a crearsi una nuova forza strategica deterrente, basata su missili con capacità nucleare e diverso raggio d azione. Missili denominati rispettivamente SRBM-Short Range Ballistic Missile, con gittata entro i km; MRBM-Medium Range Ballistic Missile, gittata tra i e i km, con capacità di lancio sia da postazione fissa che mobile; IRBM-Intermediate-Range Ballistic Missile, gittata tra i e i km, e ICBM-Intercontinental Ballistic Missile quelli a lungo raggio, ossia con gittata oltre i km e con lancio esclusivamente da appositi siti fissi o da silos sotterranei. 9 Immagine pubblicitaria anno rivista TIME MISSILI

10 l atlas: primo missile balistico intercontinentale pubblicita ai tempi della guerra fredda Nonostante uno sviluppo a dir poco travagliato, il CONVAIR ATLAS fu, nel 1960, il primo missile balistico intercontinentale a divenire operativo. Ne furono costruiti circa 350 in varie versioni e furono ritirati dal servizio nel Il missile, a due stadi, era lungo a seconda delle versioni tra i 23 e i 27 metri, pesava tra i e i kg e aveva una gittata di oltre km. Successivi sviluppi del missile portarono all impiego dell ATLAS come vettore di lancio per le imprese spaziali, con successo superiore a quello militare. 10 MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista NEWSWEEK In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME

11 i missili balistici lanciati da sottomarini pubblicita ai tempi della guerra fredda Nei primi anni 60 entrarono in servizio i primi missili SLBM-Submarine-Launched Ballistic Missile, concepiti per essere lanciati sia da navi di superficie che da una nuova categoria di sommergibili. Il primo fu l SSM-N REGULUS, prodotto dalla Vought che però, dopo pochi anni, fu sostituito dall UGM 27 POLARIS della Lockheed. Quest ultimo, perfezionato in varie versioni, rimase operativo fino alla metà degli anni 70. Anche la Marina Militare italiana, nel corso dei primi anni 60, modificò l incrociatore lanciamissili Giuseppe Garibaldi e la Vittorio Veneto in funzione di tali armi, tuttavia i missili destinati all Italia non vennero mai consegnati. In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista NEWSWEEK In alto a destra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME In basso a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME 11 MISSILI

12 il thor: primo missile balistico pubblicita ai tempi della guerra fredda Sviluppato a metà degli anni 50, il Douglas THOR è stato il primo dei missili balistici a medio raggio a diventare operativo con l USAF nel 1957 e il primo a essere consegnato alla RAF inglese, unica Forza Aerea occidentale a dotarsene. I THOR furono ritirati nel A differenza del missile contemporaneo pariclasse JUPITER, il THOR aveva dimensioni ridotte; la possibilità di trasportarlo sui velivoli cargo dell USAF ne consentiva inoltre un veloce posizionamento. Lo JUPITER, costruito dalla Chrysler, fu fornito anche all Italia, che ne dispiegò una trentina nel 1960 presso alcune basi decentrate in Puglia, assoggettate al comando della 36 a Aerobrigata Interdizione Strategica di Gioia del Colle. I missili furono ritirati dopo soli tre anni di attività. 12 MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME In alto a destra: immagine pubblicitaria anno rivista MISSILE & ROCKETS In basso: immagine pubblicitaria anno rivista SCIENTIFIC AMERICAN

13 il titan: primo missile strategico operativo pubblicita ai tempi della guerra fredda Con il Martin TITAN, nel 1959, l USAF arrivò a disporre di un missile intercontinentale realmente effettivo a lungo raggio, capace di portare testate nucleari. Ciò contribuì a far conseguire agli USA per alcuni anni la superiorità sull URSS nel campo strategico missilistico. 13 Immagine pubblicitaria anno rivista TIME MISSILI

14 il titan oltre l atmosfera terrestre pubblicita ai tempi della guerra fredda Il TITAN aveva la caratteristica di essere lanciato direttamente da un silos sotterraneo, evitando così la lunga e delicata manovra di sollevamento verticale, com era invece necessario per gli altri missili dell epoca. La sua validità, oltre che dalla consistente produzione (ne furono costruiti oltre 350 in varie versioni) e dalla lunga permanenza in servizio (oltre quarant anni), fu ulteriormente ribadita dal successo come vettore di lancio spaziale. Infatti, grazie alla loro affidabilità e capacità di carico variabile a seconda del tipo di utilizzo, i missili TITAN potevano immettere in orbita fino a venti tonnellate di materiale scientifico. Per il loro lancio furono utilizzati i silos della base militare di Vanderberg, in California. Per la cronaca, l ultimo lancio spaziale in cui è stato utilizzato il vettore TITAN 4B risale al 19 ottobre MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista SPACE DIGEST In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista WESTERN AVIATION

15 il minuteman: l evoluzione del missile strategico pubblicita ai tempi della guerra fredda La famiglia dei missili MINUTEMAN rappresentò l estrema evoluzione del concetto di vettore strategico a lungo raggio lanciato dal continente americano. Operativo dal 1963, questo missile fu continuamente aggiornato. Attualmente l USAF ne conta 500 circa, tutti della versione MINUTEMAN III, la più potente sia come gittata che come potere distruttivo, potendo portare tre testate nucleari indipendenti (MIRV-Multiple Independently targetable Reentry Vehicles), in grado di colpire altrettanti obiettivi simultaneamente. In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista SCIENTIFIC AMERICAN In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME In basso a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista NEW YORKER 15 MISSILI

16 i missili nucleari lanciati da rampa mobile pubblicita ai tempi della guerra fredda Il Martin MGM-1 MATADOR fu il primo missile da crociera nucleare guidato a corto raggio a entrare in servizio con l USAF (nel 1953). L SM-62 SNARK, della Northrop, fu invece un missile a lungo raggio che divenne operativo nel Il missile poteva essere lanciato da rampe mobili ma dopo soli due anni venne sostituito dai missili ICBM-Intercontinental Ballistic Missile. L MGR-1 HONEST JOHN, lanciato da un autocarro appositamente modificato, è stato invece il primo missile d artiglieria tattico con capacità nucleare, o convenzionale, con gittata oscillante tra i 10 e i 50 km. Venne fornito a numerosi Paesi europei, tra cui l Italia, che mise in linea l arma con la 3ª Brigata Missili dell Esercito Italiano. 16 MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista FORTUNE In alto a destra: immagine pubblicitaria anno rivista NEWSWEEK In basso a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista FORTUNE

17 lo SKYbOlt: missile balistico aviolanciato pubblicita ai tempi della guerra fredda Sviluppato a partire dal 1960, il Douglas AGM-68 SKYBOLT è stato il primo rappresentante della nuova classe di missili balistici aviolanciati ALBM-Air-Launched Ballistic Missile. Venne concepito per essere utilizzato dai grandi bombardieri strategici come l americano B-52 e l inglese Avro Vulcan, tuttavia, dopo una prima serie di lanci senza successo e in considerazione degli alti costi di sviluppo, nel 1962 l intero programma venne cancellato. Ne erano stati costruiti 100. Sia gli Stati Uniti che il Regno Unito preferirono concentrarsi sullo sviluppo del programma missilistico Polaris il quale, grazie al fatto di essere lanciato da sottomarini in immersione, consentiva tra l altro una flessibilità e furtività d impiego indiscutibilmente più elevata rispetto a un missile lanciato da un velivolo. In alto: immagine pubblicitaria anno rivista TIME In basso a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista FLIGHT In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME 17 MISSILI

18 i missili da crociera pubblicita ai tempi della guerra fredda Un missile da crociera (italianizzazione dell inglese cruise missile ), propulso da un motore per tutta la durata del volo, a differenza di un missile balistico percorre una traiettoria guidata da un proprio computer che ne controlla autonomamente la rotta. Uno dei principali rappresentanti di questa categoria è il MDD TOMAHAWK, tutt oggi operativo. Tuttavia, pur potendo imbarcare una testata nucleare, grazie alla sua estrema precisione di guida asservita da GPS, il TOMAHAWK lanciato da navi della flotta americana è utilizzato esclusivamente con testate convenzionali. I recenti conflitti che hanno impegnato le forze NATO hanno infatti dimostrato l efficacia e la precisione di questi missili, utilizzati per colpire selettivamente bersagli particolarmente importanti. 18 MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista AVIATION WEEK & SPACE TECHNOLOGY In alto a destra: immagine pubblicitaria anno rivista AVIATION WEEK & SPACE TECHNOLOGY In basso: immagine pubblicitaria anno rivista AVIATION WEEK & SPACE TECHNOLOGY

19 il ridimensionamento del missile nucleare pubblicita ai tempi della guerra fredda Verso la fine degli anni 80, con il diminuire della tensione tra le due superpotenze, anche i costosissimi e ambiziosi programmi missilistici nucleari subirono un certo ridimensionamento. è nota la vicenda dei missili balistici PERSHING II, di gittata superiore ai km, schierati per un breve periodo presso alcune basi in Europa. Anche l Italia venne interessata dal programma e, non senza numerose polemiche, un certo numero di PERSHING venne schierato a Comiso, in Sicilia. Nel 1991 però, con il crollo dell impero sovietico, l importanza strategica della base venne meno e i pochi missili presenti furono ritirati. Progettato come arma stand-off (ossia utilizzabile senza entrare nel raggio d azione della difesa antiaerea nemica) per i bombardieri strategici dell USAF, l AGM-69 SRAM è stato un missile a testata nucleare con un raggio d impiego di circa 200 km. Entrato in servizio nei primi anni 70, ha equipaggiato i bombardieri B-52, B-1B e FB- 111A della Forza Aerea americana e fu ritirato negli anni In alto: articolo pubblicitario anno rivista NEWSWEEK In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista TIME MISSILI

20 l avvento dei missili antiaerei pubblicita ai tempi della guerra fredda Verso la fine degli anni 50, nel panorama aeronautico iniziarono ad apparire i primi missili ariaaria lanciati dai velivoli da caccia. Ci si era infatti resi conto come l armamento basato su mitragliatrici e cannoni dei caccia dell epoca fosse assolutamente insufficiente per contrastare le grandi formazioni di bombardieri. Furono così messi a punto missili a corto raggio a guida infrarossa (a inseguimento del calore), a medio raggio radar-guidati oltre a complessi missili aria-aria nucleari come l AIR-2 GENIE, con l intento di compensare l eventuale scarsa precisione dello stesso con la potenza dell esplosione nucleare. 20 MISSILI In alto a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista FLYING In basso a destra: immagine pubblicitaria anno rivista SPACE AERONAUTICS In basso a sinistra: immagine pubblicitaria anno rivista PROCEEDINGS

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA

CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA 1 LUGLIO 2012 CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA ANNIVERSARIO BATTAGLIONE AVIATORI L'AERONAUTICA MILITARE ITALIANA nasce il 6 novembre del 1884 quando il Ministero della Guerra del Regno D Italia

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Allegato A ELENCO INDIRIZZI

Allegato A ELENCO INDIRIZZI Allegato A A ELENCO INDIRIZZI SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli Affari Militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ufficio del Consigliere Militare MINISTERO DELLA

Dettagli

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA Già nel 1882 la Val Resia era militarmente vincolata agli imperi Austro-Ungarico e Tedesco. Data la sua collocazione sulla linea di confine, la Val Resia era considerata un

Dettagli

Udine bombardata una mostra all Archivio di Stato di Udine

Udine bombardata una mostra all Archivio di Stato di Udine Udine bombardata una mostra all Archivio di Stato di Udine di Laura Cerno * INTRODUZIONE La propaganda del regime fascista così si esprimeva sulla stampa specializzata, in merito all' eventuale possibilità

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI

Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI A SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli affari militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI

Dettagli

Le trasformazioni degli anni '50 e '60

Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Episodio 6 Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Momenti di riflessione e Test di verifica Il secondo dopoguerra si apre nel segno di un profondo desiderio di pace e giustizia, evidenziati dalla nascita

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M D GMIL IV 15 0348596 Roma 3 agosto 2009 PDC: Col. Giovanni SANTORELLI tel.: 5.0440 (06517050440)

Dettagli

Preliminari di guerra

Preliminari di guerra Preliminari di guerra Le vittorie diplomatiche di Hitler Marzo 1938. L Austria viene annessa al Reich (ANSCHLUSS) Questione dei Sudeti. Accordi di Monaco (29-30 settembre 1938) Entro il marzo 1939 tutta

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

AXIS AND ALLIES. A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI :

AXIS AND ALLIES. A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI : AXIS AND ALLIES Il Gioco A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI : ITALIA,GERMANIA e GIAPPONE ( Nazioni dell Asse)

Dettagli

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma www.ferroviedellostato.it Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani La storia dell Alta Velocità inizia

Dettagli

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora !1 Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E Storia L Italia dopo l unificazione Prof.ssa Fulvia Spatafora I problemi del Regno d Italia I grandi

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti

Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti di Achille Albonetti Una premessa. Gli Stati, come le persone, hanno responsabilità proporzionali alle loro qualità e al loro

Dettagli

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA CASA BIANCA Ufficio stampa PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA NOSTRA MISSIONE Il discorso del Presidente riafferma l obiettivo

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

Francia Aeronautica e Spazio 2012

Francia Aeronautica e Spazio 2012 Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Francia Aeronautica e Spazio 2012 Ufficio di Parigi 44, rue Paul Valéry 75116 Paris Tel.: + 33 1 53 75 70 00 - Fax:

Dettagli

COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE COMUNICATO STAMPA COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE

COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE COMUNICATO STAMPA COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE L Esercito Marciava attraversa il Lazio Dal 16 al 19 maggio i villaggi allestiti dall Esercito a Cassino, Roma e Viterbo per commemorare il centenario della Grande Guerra con mostre, mezzi storici, concerti

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo della montagna Duca degli Abruzzi Torino: il più importante del mondo a colloquio con Aldo Audisio http://www.museomontagna.org/it/home/index.php Il Museo

Dettagli

Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959

Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959 Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959 Atene (Grecia) Chicago, Illinois (USA) Ricostruzione del volo fino al momento del disastro aereo Resoconto delle testimonianze Estratti dal verbale del Civil Aeronautics

Dettagli

SEDE DI MILANO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE MILANO ASSICURAZIONI

SEDE DI MILANO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE MILANO ASSICURAZIONI CENTENARIO GRANDE GUERRA SUGLI ALTIPIANI DI FOLGARIA LAVARONE LUSERNA 11 / 14 SETTEMBRE 2015 Ricorre quest anno il centenario della Prima guerra mondiale (1915-1918); un evento che ha cambiato la storia

Dettagli

Salone Aeronautico Nazionale sui Droni. ROMA DRONE Urbe 2015. 2a edizione. www.romadrone.it

Salone Aeronautico Nazionale sui Droni. ROMA DRONE Urbe 2015. 2a edizione. www.romadrone.it ROMA DRONE Urbe 2015 Salone Aeronautico Nazionale sui Droni 2a edizione www.romadrone.it Roma, Aeroporto dell'urbe 29-30-31 maggio 2015 PRESENTAZIONE Negli ultimi anni, in Italia si è assistito ad un vero

Dettagli

L America potrebbe vincere una guerra nucleare contro la Russia?

L America potrebbe vincere una guerra nucleare contro la Russia? L America potrebbe vincere una guerra nucleare contro la Russia? Durante la Guerra Fredda gli Stati Uniti erano pronti a sacrificare 40 milioni di americani per distruggere la Russia Anni 50 e primi anni

Dettagli

VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera

VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera 68 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 2/ 2013 Volare. Sogno utopistico dell uomo da secoli, missione primaria oggi di chi, da pilota in Aeronautica Militare, svolge

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

Approfondimento Diritto e attività agricola europea

Approfondimento Diritto e attività agricola europea Approfondimento Diritto e attività agricola europea La globalizzazione Il termine globalizzazione indica, in primo luogo, il processo economico, sociale, politico e culturale attraverso il quale i mercati

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 68 della GIUNTA del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Accettazione in donazione (ex art. 783 del Codice Civile) di beni mobili da collocare

Dettagli

Un po di Storia: l Idroscalo di Orbetello A Brunetta

Un po di Storia: l Idroscalo di Orbetello A Brunetta Un po di Storia: l Idroscalo di Orbetello A Brunetta L idroscalo di Orbetello era una base aerea per gli idrovolanti dalla Regia Marina che operavano del medio Tirreno. Negli anni trenta la sua fama aumentò

Dettagli

510.211.3 Ordinanza del DDPS concernente il servizio di volo dell Aggruppamento dell armamento

510.211.3 Ordinanza del DDPS concernente il servizio di volo dell Aggruppamento dell armamento Ordinanza del DDPS concernente il servizio di volo dell Aggruppamento dell armamento del 15 maggio 2003 (Stato 3 giugno 2003) Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e

Dettagli

Il 16 settembre è stata inaugurata a Roma la mostra organizzata dalla Marina Militare

Il 16 settembre è stata inaugurata a Roma la mostra organizzata dalla Marina Militare L ingresso principale sul Lungotevere delle Navi dove si trovano le ancore delle due corazzate austriache della prima guerra mondiale: Viribus Unitis e Tegetthoff. Il 16 settembre è stata inaugurata a

Dettagli

A T T E N Z I O N E. Attenzione, articolo contenente fotografie crude, violente. Visionare solo se non sensibili.

A T T E N Z I O N E. Attenzione, articolo contenente fotografie crude, violente. Visionare solo se non sensibili. A T T E N Z I O N E Attenzione, articolo contenente fotografie crude, violente. Visionare solo se non sensibili. MORTI O NON MORTI! (PARTE PRIMA) Nel Golfo Persico sono state esplose circa 940.000 pallottole

Dettagli

Convenzione sull istituzione di un controllo di sicurezza nel campo dell energia nucleare

Convenzione sull istituzione di un controllo di sicurezza nel campo dell energia nucleare Testo originale Convenzione sull istituzione di un controllo di sicurezza nel campo dell energia nucleare 0.732.021 Conchiusa a Parigi il 20 dicembre 1957 Approvata dall Assemblea federale il 3 ottobre

Dettagli

Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI

Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI 2014 Finalità della biblioteca La biblioteca del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto si propone di raccogliere, conservare e valorizzare

Dettagli

GALILEI 2003 RELAZIONE FINALE. Relazione Finale Galilei 2003. Esercitazione di protezione civile nell ipotesi di incidente aereo

GALILEI 2003 RELAZIONE FINALE. Relazione Finale Galilei 2003. Esercitazione di protezione civile nell ipotesi di incidente aereo Esercitazione di protezione civile nell ipotesi di incidente aereo GALILEI 2003 RELAZIONE FINALE Data di stampa 15/11/2003 1 INDICE 1. INTRODUZIONE 2. SCOPI ED OBIETTIVI 3. CRONOLOGIA DEGLI AVVENIMENTI

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione In epoca moderna la scelta dello spazio teatrale si è indirizzata verso la definizione e la creazione di edifici particolari, che

Dettagli

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI 1 1.1 Comune di Cismon, Cismon. Fabbrica ex Lancia. (ora in parte adibita a fungaia) ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI LUOGO. Cismon, OGGETTO. Fabbrica ex

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

borsa europea grande guerra

borsa europea grande guerra Promosso da In occasione di Organizzato da Con la collaborazione di Con il patrocinio di Comune di Gorizia borsa europea TURISMO STORICO grande guerra Foto proprietà E.I - Museo Storico del 7 Reggimento

Dettagli

3.1 ARTICOLAZIONE DELLE SPESE DELLA DIFESA 3.2 FORMAZIONE DEL BILANCIO 3.3 LE SERIE STORICHE 3.4 COSTI 3.5 CONCLUSIONI/CONSIDERAZIONI

3.1 ARTICOLAZIONE DELLE SPESE DELLA DIFESA 3.2 FORMAZIONE DEL BILANCIO 3.3 LE SERIE STORICHE 3.4 COSTI 3.5 CONCLUSIONI/CONSIDERAZIONI PARTE III L ECONOMIA 3.1 ARTICOLAZIONE DELLE SPESE DELLA DIFESA 3.2 FORMAZIONE DEL BILANCIO 3.3 LE SERIE STORICHE 3.4 COSTI 3.5 CONCLUSIONI/CONSIDERAZIONI 3.1 Articolazione delle spese della Difesa Le

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

GUIDA DEGLI. obiettivi SEGRETI

GUIDA DEGLI. obiettivi SEGRETI 1 - Campagna dell Asse 1.1 - Sidi Barrani GUIDA DEGLI obiettivi SEGRETI Assicurare accampamento di appoggio nascosto Al centro della mappa, protetto dalle montagne, troverai un accampamento di supporto

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA AEROPORTI FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA L aeroporto del capoluogo toscano ha inaugurato nel dicembre scorso la nuova aerostazione passeggeri con la quale, in attesa del prolungamento della pista e del complessivo

Dettagli

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione XIII Premessa alla terza edizione XV Premessa alla seconda edizione XVII Premessa alla prima edizione XIX Abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il

Dettagli

Ingegneri in Finmeccanica

Ingegneri in Finmeccanica Ingegneri in Finmeccanica Lavorare oggi in Finmeccanica significa essere a contatto diretto con le migliori tecnologie del mondo, nella realtà italiana che investe di più in Ricerca e Sviluppo e che fa

Dettagli

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese Dal 500 fino alla pace di Westfalia che mette fine alla guerra dei Trent anni (1618-48), Francia e Impero si sono scontrati, in Italia e nell area tedesca, per la supremazia in Europa. Impedendo agli Asburgo

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR La scuola e l università hanno oggi il compito, non sempre facile, di preparare i giovani per

Dettagli

IL GIAPPONE RIPRENDE LA CORSA AL RIARMO

IL GIAPPONE RIPRENDE LA CORSA AL RIARMO IL GIAPPONE RIPRENDE LA CORSA AL RIARMO LE TENSIONI CON CINA E COREA DEL NORD PORTANO AD UNA REVISIONE DEI PROGRAMMI DELLA JAPANESE SELF DEFENSE FORCE (JSDF) di Giuliano Da Frè 54 INFORMAZIONI DELLA DIFESA

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015 Prof.ssa Roberta Tadini Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano ASCOLTARE IN MODO ATTIVO E PARTECIPE. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla VII edizione... Abbreviazioni... I COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla VII edizione... Abbreviazioni... I COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI INDICE SOMMARIO Prefazione alla VII edizione... Abbreviazioni... pag. V VII I COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA Principi fondamentali... 3 PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI Titolo I Rapporti civili...

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Diramazione fino a livello di Comando di corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M_D GMIL II 5 1 2012 0248948 Roma, 4 giugno 2012

Dettagli

IL GRANDE IMBROGLIO DI MARE NOSTRUM

IL GRANDE IMBROGLIO DI MARE NOSTRUM a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 771 IL GRANDE IMBROGLIO DI MARE NOSTRUM 22 settembre 2014 INDICE 2 Introduzione Mare

Dettagli

Atti Parlamentari 7373 Camera dei Deputati. Cota, Reguzzoni, Dal Lago (A.C. 9/1094- A-R/2) che recita, tra l altro:

Atti Parlamentari 7373 Camera dei Deputati. Cota, Reguzzoni, Dal Lago (A.C. 9/1094- A-R/2) che recita, tra l altro: Atti Parlamentari 7373 Camera dei Deputati in questi giorni si è sviluppato un acceso dibattito, anche all interno della maggioranza di Governo, circa i fondi da attribuire alle Regioni del Mezzogiorno

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Diramazione fino a livello di Comando di Corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M_D GMIL1 II 5 1 0416819 All.: 1; ann.: //. Roma,

Dettagli

Treviso Sant Angelo (TSF/LIPH)

Treviso Sant Angelo (TSF/LIPH) Treviso Sant Angelo (TSF/LIPH) STORIA L aeroporto di Treviso nacque dalla necessità di dotare il locale Aeroclub di una pista su cui far posare i propri aeromobili. Ottenne la qualifica di aeroporto civile

Dettagli

Ines Cavelli. 1945-1954 UNIONE EUROPEA: perché? Intrighi politici sulla via dell integrazione europea

Ines Cavelli. 1945-1954 UNIONE EUROPEA: perché? Intrighi politici sulla via dell integrazione europea Ines Cavelli 1945-1954 UNIONE EUROPEA: perché? Intrighi politici sulla via dell integrazione europea Alla mia piccola, preziosa famiglia. INDICE La situazione economica della Francia...10 La situazione

Dettagli

Assegnista di Ricerca ASI. Unità Relazioni Nazionali e Internazionali

Assegnista di Ricerca ASI. Unità Relazioni Nazionali e Internazionali Curriculum Vitae Informazioni personali Nome Cognome Rachele de Rosa Data di nascita 05/07/1967 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Assegnista di Ricerca ASI. Bando ASI n.15/2010 ASI Assegnista

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963. Dirigente - Settore Polizia Locale e Attività Produttive

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963. Dirigente - Settore Polizia Locale e Attività Produttive INFORMAZIONI PERSONALI Nome Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia COMUNE DI AVELLINO Dirigente - Settore Polizia

Dettagli

Progetti operativi Una ricerca di storia: la Prima guerra mondiale

Progetti operativi Una ricerca di storia: la Prima guerra mondiale Explorer e Windows Mail Progetti operativi Una ricerca di storia: la Prima guerra mondiale 1. Usare Internet per una ricerca Sempre più spesso Internet viene usato come un pratico e veloce sostituto di

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

1. Decostituzionalizzazione del principio del ripudio della guerra;

1. Decostituzionalizzazione del principio del ripudio della guerra; Delega al Governo per la revisione delle leggi penali militari di pace e di guerra e per l adeguamento dell ordinamento giudiziario militare. (A.C. 5433) Premessa Attraverso questo disegno di riforma,

Dettagli

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita)

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) L indagine L indagine sul pubblico dell arte contemporanea, condotta dal Centro Studi e Ricerche dell Associazione

Dettagli

SPECIFICA DI POLIZZA ASSICURATIVA CUMULATIVA PER IL SERVIZIO AEREO DELLA GUARDIA DI FINANZA

SPECIFICA DI POLIZZA ASSICURATIVA CUMULATIVA PER IL SERVIZIO AEREO DELLA GUARDIA DI FINANZA Guardia di Finanza REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO AEREO - Ufficio Logistico - Sezione Logistica Aerea/Drappello Carbolubrificanti e Servizi di base Via Pratica di IVlare, 45 - Pomezia (RM) -

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

VECTOR SPA INTERNATIONAL FORWARDERS

VECTOR SPA INTERNATIONAL FORWARDERS VECTOR SPA INTERNATIONAL FORWARDERS CHI SIAMO??? La Vector viene fondata nel 1978 con sede a Busto Arsizio e già dopo due anni, nel 1980, ottiene la licenza I.A.T.A. Nel 1990 l azienda sviluppa il nuovo

Dettagli

2011 2012: DUE ANNI IMPORTANTI

2011 2012: DUE ANNI IMPORTANTI 2011 2012: DUE ANNI IMPORTANTI Gli Stati Uniti, l Europa la Russia, la Cina e la Primavera Araba di Achille Albonetti Tutti gli anni sono importanti per la politica estera. Da essa dipendono due valori

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

Anno 1973 In data 21 dicembre il V. Brig. Valter Cainero, al completamento del Corso di Specialisti di elicottero svoltosi presso la Scuola Specialisti dell Aeronautica Militare di Caserta, ha conseguito

Dettagli

Medio Oriente e mondo islamico

Medio Oriente e mondo islamico Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico L UNITà IN BREVE Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico 1. Guerre mondiali, sionismo e risveglio musulmano Nel 1914, l impero ottomano aveva perso tutti i suoi

Dettagli

CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85. La rincorsa frenata

CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85. La rincorsa frenata CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85 La rincorsa frenata 1 Anni di piombo e solitudini europee Inizio anni Settanta: profonda crisi. Fine della produzione di massa, della domanda pubblica

Dettagli

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 A DESTRA, PALAZZO VENEZIA; IN FONDO, PALAZZETTO VENEZIA CHE SARA INTERAMENTE SMONTATO E RIMONTATO ALCUNE DECINE DI METRI PIU INDIETRO PER DARE SPAZIO

Dettagli

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA di Ada Fichera 70 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 1/2014 Un antichità avvolgente e un fascino singolare connotano

Dettagli

In Patagonia (Argentina, provincia di Rio Negro) esiste un ampio e suggestivo lago dal fantastico nome di Nahuel Huapì (Isola della Tigre).

In Patagonia (Argentina, provincia di Rio Negro) esiste un ampio e suggestivo lago dal fantastico nome di Nahuel Huapì (Isola della Tigre). Breve reportage storico, documentale e fotografico realizzato da Fabiana Lucia TOMBA e Franco CIOCE In Patagonia (Argentina, provincia di Rio Negro) esiste un ampio e suggestivo lago dal fantastico nome

Dettagli

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Advisory Council for Aviation Research and Innovation in Europe - Italia Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Executive Summary Marzo 2014 Realising Europe s vision for aviation Strategic Research

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

ETIHAD AIRWAYS E ALITALIA PRESENTANO DUE AEREI PER DIFFONDERE IL MESSAGGIO DI EXPO 2015 NEL MONDO

ETIHAD AIRWAYS E ALITALIA PRESENTANO DUE AEREI PER DIFFONDERE IL MESSAGGIO DI EXPO 2015 NEL MONDO 20 ottobre 2014 ETIHAD AIRWAYS E ALITALIA PRESENTANO DUE AEREI PER DIFFONDERE IL MESSAGGIO DI EXPO 2015 NEL MONDO Alitalia, il maggiore vettore italiano, ed Etihad Airways, la compagnia aerea nazionale

Dettagli

PIANO di BATTAGLIA del Gen. MARSHALL

PIANO di BATTAGLIA del Gen. MARSHALL PIANO di BATTAGLIA del Gen. MARSHALL (Pubblicato su Rassegna Militare dell Esercito n. 2/2008) Nel giugno 1947, un ufficiale di stato maggiore americano espone la sua strategia per riorganizzare l Europa,

Dettagli

Economia e Gestione delle Imprese Editoriali

Economia e Gestione delle Imprese Editoriali LIBERA UNIVERSITÀ MARIA SS. ASSUNTA Economia e Gestione delle Imprese Editoriali A.A. 2012 2013 Docente: Prof. Gennaro Iasevoli La Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG), fondata nel 1950, rappresenta

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Pubblica Informazione Informazioni della Difesa

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Pubblica Informazione Informazioni della Difesa STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Pubblica Informazione Informazioni della Difesa I GARIBALDINI DELL ARGONNE di Piero Crociani Allo scoppio della Grande Guerra, nell agosto 1914, molti italiani emigrati

Dettagli

Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari

Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari (OEPM-DDPS) 514.101 del 9 dicembre 2003 (Stato 1 gennaio 2010) Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli

L immaginario tecnologico 2

L immaginario tecnologico 2 L immaginario tecnologico 2 Storia dell Informatica e della Comunicazione Digitale Federico Gobbo federico.gobbo@uninsubria.it Università dell Insubria, Varese CC Alcuni diritti riservati. A.A. 2009-10

Dettagli