Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi"

Transcript

1 LE BIOTECNOLOGIE VEGETALI: PRESENTE E FUTURO Chiara Tonelli Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi viventi ( bio ) per produrre o modificare prodotti, nell accezione moderna si definiscono biotecnologie le tecniche di genetica molecolare e di ingegneria genetica degli organismi attraverso l utilizzo del DNA ricombinante. In agricoltura tali tecnologie hanno finora trovato applicazione in due settori: il breeding molecolare e le piante transgeniche. Dagli albori dell agricoltura gli esseri umani hanno utilizzato il naturale processo di scambio genico attraverso l incrocio di individui, varietà o specie, per costituire piante agrarie sempre più produttive e di alta qualità. In questo percorso plurisecolare i metodi del breeding classico, basati su incrocio e selezione, si sono sviluppati fino a integrare, a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, la genetica molecolare e l ingegneria genetica. Biotecnologie e metodi convenzionali di miglioramento, pur operando con metodi differenti, agiscono entrambi attraverso la modificazione genetica della pianta e perseguono lo stesso obiettivo, cioè la selezione di nuovi genotipi migliorati. Ne consegue che il termine organismi geneticamente modificati (OGM), con il quale vengono spesso indicate le piante transgeniche, sebbene entrato nell uso comune, sia 1

2 decisamente inappropriato dal punto di vista tecnico-scientifico, poiché tutte le varietà coltivate derivano da un processo di modificazione genetica. Quali sono allora le principali differenze tra breeding classico e biotecnologie? Innanzitutto, mentre il breeding classico si basa sulla ricombinazione casuale delle decine di migliaia di geni che caratterizzano un organismo vegetale, l approccio biotecnologico consente di selezionare o di inserire nel genoma della pianta un unica sequenza di DNA, in grado di conferire caratteristiche vantaggiose. Rispetto ai tradizionali programmi di incrocio e selezione, le biotecnologie permettono quindi un miglioramento mirato e preciso del genoma di una determinata specie, in quanto operando con singoli geni, lasciano inalterato il germoplasma originario, preservandone la diversità genetica e le caratteristiche vantaggiose. La tecnologia di transgenesi consente inoltre di ridurre significativamente i tempi di selezione degli individui migliorati e permette lo scambio di informazione genetica anche tra organismi sessualmente incompatibili, aumentando drasticamente le potenzialità offerte dalla cospicua biodiversità presente in natura ai fini del miglioramento delle piante coltivate. Le piante biotech di prima generazione L applicazione delle tecnologie del DNA ricombinante alle specie vegetali è relativamente recente. I primi programmi di BM sono stati sviluppati all inizio degli anni 80, mentre la prima pianta transgenica è stata prodotta in laboratorio nel 1983 (Herrera-Estrella et al., 1983). Il trasferimento di questa tecnologia alla coltivazione di pieno campo ha richiesto una decina di anni. Infatti, solo nel

3 è apparsa sul mercato statunitense la prima pianta transgenica, il pomodoro FlavrSavr TM, che sebbene presto ritirato dal commercio, ha di fatto aperto la strada alla coltivazione su larga scala delle piante biotech, iniziata intensivamente solo nel Da allora, la superficie mondiale coltivata a biotech è andata progressivamente aumentando, fino a raggiungere nel 2013 i 175 milioni di ettari, distribuiti in 29 paesi e coltivati da 18 milioni di agricoltori su una taglia media di meno di 10 ettari per azienda agricola: nel 2013 il 12% di tutte le coltivazioni mondiali derivava da piante ingegnerizzate (dati ISAAA 2013). A oggi le colture transgeniche più diffuse sono la soia (79% di tutta la soia coltivata), il mais (32%), il cotone (70%) e la colza (24%). A causa dell ampio dibattito pubblico sul ruolo delle piante geneticamente migliorate, attualmente sono presenti in commercio quasi solo tre tipologie di varietà transgeniche: piante resistenti agli erbicidi, piante resistenti agli insetti e quelle che assommano entrambi i caratteri. Il successo delle piante GM-HR e GM-IR, definite anche piante biotech di prima generazione, testimoniato dal crescente tasso di adozione in diverse parti del mondo, è principalmente dovuto alle capacità produttive di tali colture ed ai vantaggi economici che garantiscono all agricoltore. Si stima infatti che dal 1996 al 2009, l impiego di varietà biotech abbia generato un incremento netto di produzione pari ad oltre 83 milioni di tonnellate (mil ton) per la soia, a 130 mil ton per il mais, a 10 mil ton per il cotone, e a quasi 5 mil ton per la colza. A livello economico, la coltivazione di piante GM-HR e GM-IR ha originato, nello stesso arco temporale, un guadagno netto di circa 65 miliardi di dollari U.S.A., derivato principalmente dall incremento di resa e dalla riduzione dei costi di produzione (ridotta lavorazione del terreno, ridotto impiego di pesticidi ed erbicidi) (Brookes 3

4 and Barfoot, 2011). Significativamente, questi vantaggi economici non hanno interessato solo i grandi produttori dei paesi più industrializzati, ma anche molti piccoli agricoltori in aree del mondo considerate in via di sviluppo (Kathage and Qaim, 2012). L introduzione delle colture GM-HR e GM-IR ha avuto inoltre effetti benefici in termini ambientali e di sostenibilità. Nel periodo , l uso di piante resistenti all attacco di parassiti ha comportato il risparmio di 56mila tonnellate di insetticidi (Benbrook, 2012). Le colture biotech hanno offerto un importante contributo anche alla riduzione delle emissioni di gas serra, in particolare di anidride carbonica (CO 2 ). Il minor consumo di combustibili fossili per la trazione delle macchine agricole, associato al limitato numero di interventi colturali per l applicazione di erbicidi ed insetticidi, si è tradotto, nell anno 2009, in un risparmio in emissioni di CO 2 stimato in 1,36 miliardi di kg. Inoltre, l ampia diffusione della semina su sodo (assenza o drastica riduzione delle ripetute lavorazioni del terreno prima della semina), associata alle colture GM-HR, ha portato ad un ulteriore riduzione di 16,3 miliardi di kg di CO 2 rilasciati in atmosfera (Brookes and Barfoot, 2011). Alla luce del significativo contributo offerto dalla prima generazione di piante biotech al comparto agricolo, sussiste una grossa aspettativa per le potenzialità che la seconda generazione di piante transgeniche potrà apportare in termini di resa, di qualità e di sostenibilità delle produzioni agricole. Obiettivi primari dei programmi di ricerca di enti pubblici e aziende private sono, per l immediato futuro, la costituzione di nuove varietà biotech, caratterizzate da: un più sostenibile uso delle risorse (nutrienti ed acqua), un miglior adattamento ai cambiamenti climatici e un aumentato valore nutritivo. Un tipico adattamento 4

5 funzionale e morfologico alla carenza idrica è l accrescimento dell apparato radicale, che consente alla pianta di aumentare il volume di terreno esplorato, e quindi di incrementare la quantità d acqua assorbita. La dimensione del sistema radicale è pertanto un carattere di grande interesse per programmi di breeding volti alla costituzione di genotipi tolleranti la siccità (Steele et al., 2006). Un secondo importante carattere adattativo al deficit idrico è la riduzione della perdita d acqua dalle parti aeree della pianta attraverso il processo di traspirazione. Infatti, oltre il 90% dell acqua assorbita dalle radici viene persa per traspirazione attraverso piccole aperture, presenti sulla superficie delle foglie, denominati stomi (MacRobbie, 1998)(Morison et al. 2008). Un ulteriore esempio di adattamento delle piante agrarie ai cambiamenti climatici deriva dalla recente costituzione di varietà di riso resistenti alla sommersione. In Bangladesh e India, circa 4 milioni di tonnellate di riso, sufficienti per l alimentazione di 30 milioni di persone, sono perse a causa delle piogge e dello straripamento dei corsi d acqua nel periodo monsonico (McCullough et al. 2002). Sul cromosoma 9 del genoma di riso si trova il locus SUB1, in grado di conferire tolleranza alla sommersione (Neeraja et al. 2007; Xu et al. 2006). L analisi dettagliata del genoma di molte varietà di riso ha evidenziato che la regione cromosomica SUB1 non è presente nei genotipi più produttivi e più diffusi nella risicoltura Asiatica. E così iniziato, presso l International Research Rice Institute (IRRI, un vasto programma di BM per introdurre nelle cultivar locali il locus SUB1 e con esso la capacità di tollerare la sommersione. Uno dei risultati più significativi di questo programma è stato il trasferimento, in soli due anni, del locus SUB1 alla cultivar Swarna, una delle più produttive e diffuse in India (Neeraja et al. 2007). Prove di campo effettuate in regioni soggette a inondazioni 5

6 in India e Bangladesh hanno evidenziato che, benché non esistano differenze quantitative e qualitative nella produttività tra le due cultivar Swarna e Swarna- Sub1 in condizioni ottimali, quest ultima è in grado di garantire una produzione più che raddoppiata rispetto alla cultivar tradizionale qualora le piante di riso siano soggette ad un periodo di 10 giorni di sommersione totale durante la fase vegetativa (Septiningsih et al. 2009). Gli stress inducono un sostanziale riprogramma dell espressione genica che è stato ampiamente descritto e studiato. Tecnologie avanzate, NGS, DNAmicroarray o l RNA-seq, hanno consentito di definire un quadro complessivo delle risposte della pianta agli stress abiotici e di selezionare un vasto numero di geni candidati per applicazioni biotecnologiche (Mittler and Blumwald 2010). Una rapida risposta alla carenza idrica è rappresentata dalla chiusura delle piccole aperture presenti sulla superficie delle foglie denominati stomi, ad opera di due cellule altamente specializzate (cellule di guardia), per limitare la perdita d acqua per traspirazione (MacRobbie 1998). Il gene AtMYB60, codificante per un FT della famiglia MYB, è stato originariamente identificato in virtù della sua espressione nelle cellule di guardia degli stomi (Cominelli et al. 2005). La sua inattivazione determina una costitutiva riduzione dell apertura della rima stomatica, con una conseguente diminuzione del tasso di traspirazione (Galbiati et al. 2011). BIOTECNOLOGIE E QUALITA DEI PRODOTTI AGRICOLI Si stima che entro il 2050 la popolazione mondiale aumenterà dagli attuali 6,7 miliardi ad oltre 9.3 miliardi. Per far fronte alla crescente domanda di cibo si stima che la produzione agricola globale dovrà raddoppiare entro il 2030 (Bernstein et 6

7 al. 2010). Parallelamente agli incrementi quantitativi (food security) è necessario garantire anche un miglioramento qualitativo dei prodotti agricoli, tale da fornire alimenti più sani e di elevato valore nutritivo (food safety). Due sono in particolare le sfide che l incremento demografico pone a breeders e biotecnologi: i) lo sviluppo di alimenti arricchiti in vitamine e minerali (biofortificazione) per contrastare la malnutrizione e, ii) lo sviluppo di alimenti funzionali in grado di prevenire, attraverso la dieta, l insorgere di malattie croniche. Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno nel mondo 2 miliardi di persone nel mondo soffrono di carenza di ferro e ben bambini in età pre-scolare sono affetti da carenza di vitamina A. La vitamina A (o meglio il suo precursore b-carotene) si può trovare in zucche, carote, pomodori, patate dolci. In molti paesi di Africa e Sud-Est Asiatico, dove la dieta è basata prevalentemente su cereali, quali mais, riso o manioca, si ha un elevata incidenza di carenze vitaminiche, la più diffusa delle quali è quella della vitamina A (WHO 2009). La carenza di vitamina A causa inizialmente cecità notturna, fino ad arrivare alla cecità totale nel caso dei bambini. La mancanza di vitamina A determina anche una minore resistenza alle infezioni. Il numero di bambini affetti da cecità dovuta a carenza di vitamina A è compreso tra e ogni anno e si stima che bambini di età inferiore ai 5 anni muoiano annualmente per carenza di vitamina A (WHO 2009). 7

8 Per combattere le altre carenze vitaminiche si possono utilizzare diverse strategie. La distribuzione di integratori vitaminici e le campagne di fortificazione degli alimenti (cioè l aggiunta di vitamine nei prodotti alimentari) si sono rivelate di grande successo nei paesi industrializzati (Farre et al. 2010). Una valida alternativa è rappresentata dalla biofortificazione degli alimenti, ovverosia dalle strategie di miglioramento genetico per aumentare il contenuto di vitamine attraverso il breeding classico o le biotecnologie. Un esempio classico del contributo delle biotecnologie vegetali alla biofortificazione è il Golden Rice, una pianta di riso ingegnerizzata in modo da accumulare b-carotene nell endosperma del granello (Ye et al. 2000). Il Golden Rice 2 è in grado di produrre nel seme un quantitativo 23 volte superiore di b- carotene (37 mg/g) rispetto al Golden Rice originale, una quantità più che sufficiente per fornire il fabbisogno giornaliero di b-carotene (RDA: 500 mg per i bambini e 900 mg per gli adulti) con un consumo di circa g di riso, razione giornaliera media in quei Paesi in cui il riso rappresenta l alimento predominante della dieta (India, Bangladesh, Vietnam). Un recente studio clinico che ha coinvolto bambini cinesi di 6-8 anni ha dimostrato che il b-carotene nel Golden Rice 2 è in grado di fornire vitamina A in quantità pari agli integratori di b- carotene in capsula (Tang et al., 2012). Pertanto, l introduzione nella dieta del Golden Rice potrebbe apportare un notevole contributo alla risoluzione del problema della carenza di vitamina A, aiutando a prevenire le patologie ad essa associate. Il Golden Rice verrà messo gratuitamente a disposizione delle popolazioni asiatiche entro il 2015 (Fonte:www.irri.org). Dopo il Golden Rice, sono state prodotte altre piante arricchite in b-carotene, tra cui mais e manioca, 8

9 sia utilizzando il breeding classico (Harjes et al. 2008; Welsch et al. 2010; Yan et al. 2010), che l ingegneria genetica (Naqvi et al. 2009). Un altro esempio importante è rappresentato dal mais multivitaminico, ingegnerizzato in modo da contenere maggiori livelli di ben tre vitamine: b- carotene (provitamina A), acido folico e vitamina C (Naqvi et al. 2009). Altre strategie di biofortificazione basate su tecniche di ingegneria genetica sono state adottate per aumentare la concentrazione di sali minerali, quali ferro e zinco, la cui carenza è diffusa nei paesi in via di sviluppo. Si stima infatti che attualmente vi siano almeno 2 miliardi di persone che soffrono di carenza di ferro, che è causa di gravi debilitazioni fisiche, quali difetti di crescita nei bambini, anemia, stanchezza cronica e minore resistenza alle infezioni (Humble et al., 1993). Per curare l anemia da carenza di ferro i medici consigliano solitamente di consumare carne rossa e di assumere solfato di ferro spesso in combinazione con acido folico. Nei paesi in via di sviluppo e non solo, questo tipo di terapia è molto costosa. E stata così prodotta una varietà biotech di riso il cui contenuto in ferro nel seme è stato aumentato dai 10 mg/g, presenti nella varietà tradizionale, ai 67 mg/g ottenuti nella pianta geneticamente modificata (Wirth et al., 2009) Le biotecnologie e la prevenzione delle malattie croniche Una delle sfide più importanti che ci troveremo ad affrontare nei prossimi 50 anni sarà ridurre l impatto delle malattie croniche, cioè malattie cardiovascolari, cancro, diabete, obesità e malattie neurodegenerative, come l Alzheimer. La prossima generazione sarà probabilmente la prima generazione ad avere un aspettativa di 9

10 vita minore dei propri genitori e la causa principale risiede nella scorretta alimentazione e nel fatto che obesità e sovrappeso stanno diventando un problema epidemico in tutti i paesi europei e del mondo occidentale in genere (WHO 2005). Quando si parla di alimentazione scorretta ci si riferisce alla tipica dieta caratterizzata dal largo consumo di alimenti ricchi di grassi animali (carne, salumi, formaggi e cibi fritti), di zuccheri (torte, gelati, pasticcini, caramelle e bibite gassate) e da un consumo molto limitato se non addirittura nullo di frutta e verdura, alimenti ricchi di fibra e di fitonutrienti importanti per la nostra salute. Ciò che rende così salutari frutta e verdura sono i fitonutrienti in essi contenuti, come ad esempio i carotenoidi ed i polifenoli (Liu, 2003). Tra i polifenoli, le antocianine sono responsabili della colorazione rossa, blu e viola di frutta e verdura quali mirtilli, ribes, fragole, more, arance rosse, uva nera, ciliegie, radicchio rosso e cavolo rosso. Le antocianine si sono rivelate protagoniste anche nella prevenzione dei tumori. Nella ricerca pubblicata sulla rivista Nature Biotechnology, i ricercatori del John Innes Centre di Norwich (UK) hanno ingegnerizzato un frutto normalmente privo di antocianine, come il pomodoro, in modo da renderlo ricco di queste sostanze, attraverso l introduzione di due geni (DELILA e ROSEA1) in grado di attivare la sintesi di antocianine, precedentemente isolati dalla bocca di leone (Antirrhinum majus) (Butelli et al., 2008). Il pomodoro viola così ottenuto è risultato possedere un attività antiossidante quasi triplicata rispetto al frutto rosso convenzionale. Le proprietà antitumorali delle antocianine contenute in questo pomodoro sono state investigate in uno studio comparato effettuato su topi da laboratorio particolarmente proni a sviluppare forme tumorali, in quanto deprivati della proteina tumorale 53 (topi p53-), comunemente conosciuta come «guardiana del 10

11 genoma» contro i tumori (Donehower et al. 1992). Topi p53- sono stati alimentati con una dieta di controllo, una dieta arricchita con estratto di pomodoro rosso (10%), o con una dieta arricchita con estratto di pomodoro viola (10%). I risultati dello studio hanno evidenziato che l assunzione di pomodori viola è in grado di ritardare l insorgenza di tumori nei topi p53- e di prolungarne la vita media da 142 giorni, osservati per i topi alimentati con la dieta controllo o addizionata di estratto di pomodoro rosso, a ben 182 giorni (Butelli et al., 2008) Gli Omega-3 Gli acidi grassi Omega-3 sono noti come composti in grado di proteggere da malattie cardiovascolari e neuropsichiatriche (Harris 2012). Sebbene il pesce sia la fonte tradizionale di Omega-3 (in particolare di EPA e DHA), le risorse ittiche attualmente disponibili non sono in grado di sostenere la crescente domanda mondiale di Omega-3 ed è quindi necessario trovare fonti alternative di questi preziosi composti. A tale scopo, è stata ottenuta una varietà di soia nella quale sono stati inseriti due geni che codificano per enzimi in grado di convertire l acido a-linolenico (ALA), di cui la soia è particolarmente ricca, in acido stearidonico (SDA) (Eckert et al. 2006). CONCLUSIONI Sostenibilità dei sistemi produttivi e qualità della produzione sono due necessità ineludibili per l agricoltura del futuro. Nel breve periodo, il comparto agricolo si troverà difronte all ardua sfida di raddoppiare la produzione di cibo, per soddisfare le esigenze di una popolazione mondiale in costante aumento, pur 11

12 nell impossibilità di estendere ulteriormente la superficie agricola coltivata e nella necessità di ridurre le risorse utilizzate (acqua, fertilizzanti, agro-farmaci). Un secondo urgente obiettivo è quello di incrementare la qualità delle produzioni agricole, sia in termini nutrizionali che sanitari, al fine di contrastare i devastanti effetti della malnutrizione che oggigiorno si manifestano in molte aree del mondo. Il miglioramento genetico classico e l uso intelligente ed appropriato delle moderne biotecnologie possono e devono contribuire in modo sostanziale allo sviluppo di nuove varietà coltivate caratterizzate da un uso più razionale e sostenibile di acqua e fertilizzanti e da un elevato valore nutritivo. Gli esempi descritti nel presente capitolo evidenziano le enormi potenzialità offerte dalle biotecnologie vegetali e sottolineano il fondamentale contributo delle moderne tecnologie del DNA ricombinante alla sostenibilità in agricoltura ed alla sicurezza alimentare. Le diffuse paure che sono state artatamente diffuse in vari strati della popolazione hanno allarmato oltre ogni ragionevole cautela l impiego di piante geneticamente migliorate, limitando finora la produzione di nuovi alimenti più nutrienti e sicuri. Le cautele e diffidenze di parte della popolazione mondiale vanno accolte e messe alla prova sperimentale in modo che sospetti e paure si possano confrontare con dati sperimentali capaci di consentire a tutti i tipi di agricolture di esplicarsi e di occupare le tantissime nicchie di mercato, consentendo allo stesso tempo la tutela della biodiversità, la promozione di piante migliorate disegnate soprattutto per le grandi commodities, le agricolture di sussistenza ed a bassa intensità produttiva al fianco di coltivazioni tradizionali più vicine ai gusti ed alle abitudini alimentari delle diverse popolazioni. 12

13 Brookes G., and Barfoot P. (2011) GM crops: global socio-economic and environmental impacts , edited by P. E. Ltd, UK. Dorchester, UK. Clive J. (2013) Global Status of Commercialized Biotech/GM Crops: 2013., in ISAAA Brief No. 43. ISAAA International Service for the acquisition of agribiotech applications, Ithaca, NY. Mittler R., and Blumwald E. (2010) Genetic Engineering for Modern Agriculture: Challenges and Perspectives. Annu Rev Plant Biol 61: White P. J., and Broadley M. R. (2005) Biofortifying crops with essential mineral elements. Trends Plant Sci 12:

FOOD AND WATER FOR LIFE

FOOD AND WATER FOR LIFE FOOD AND WATER FOR LIFE 1.000.000.000 di persone soffrono la fame, la malnutrizione e la sete Milioni di persone soffrono per malattie associate al sovraalimentazione o per nutrizione di scarsa qualità

Dettagli

Quale cibo per il futuro?

Quale cibo per il futuro? Quale cibo per il futuro? C. Forni Laboratorio di Botanica e Fitotecnologie Università degli Studi di Roma Tor Vergata forni@uniroma2.it Frascati Scienza 22 9 14 1 Le piante sono costituite da tante molecole

Dettagli

Per ulteriori informazioni, contattare: Colleen Parr al numero (214) 665-1334, o via e-mail, all indirizzo colleen.parr@fleishman.

Per ulteriori informazioni, contattare: Colleen Parr al numero (214) 665-1334, o via e-mail, all indirizzo colleen.parr@fleishman. Per ulteriori informazioni, contattare: Colleen Parr al numero (214) 665-1334, o via e-mail, all indirizzo colleen.parr@fleishman.com La prevista seconda ondata di crescita e sviluppo delle colture biotecnologiche

Dettagli

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Uno dei problemi inerenti lo sviluppo del progresso scientifico e tecnologico, che sarà di seguito affrontato per gli importanti risvolti che presenta per lo sviluppo

Dettagli

PRO CONTRO GENETICAMENTE MODIFICATO ORGANISMO

PRO CONTRO GENETICAMENTE MODIFICATO ORGANISMO ORGANISMO GENETICAMENTE MODIFICATO PRO CONTRO LA FAME NEL MONDO Il maggior utilizzo degli Ogm consentirà una maggiore produttività dei raccolti, garantendo cibo in abbondanza anche ai paesi più arretrati

Dettagli

Le colture biotecnologiche registrano dodici anni di eccezionale crescita a due cifre MANILA, FILIPPINE

Le colture biotecnologiche registrano dodici anni di eccezionale crescita a due cifre MANILA, FILIPPINE Le colture biotecnologiche registrano dodici anni di eccezionale crescita a due cifre I benefici socio-economici diventano evidenti tra gli agricoltori poveri di risorse MANILA, FILIPPINE (13 febbraio

Dettagli

Alimenti funzionali e medicina preventiva. Dr. Katia Petroni Università degli Studi di Milano Dipartimento di Bioscienze

Alimenti funzionali e medicina preventiva. Dr. Katia Petroni Università degli Studi di Milano Dipartimento di Bioscienze Alimenti funzionali e medicina preventiva Dr. Katia Petroni Università degli Studi di Milano Dipartimento di Bioscienze Cause principali di morte nel mondo, 2005 Altre malattie croniche 9% Traumi 9% Malattie

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Seconda parte: piante geneticamente modificate.

Biotecnologie ed OGM. Seconda parte: piante geneticamente modificate. Biotecnologie ed OGM Seconda parte: piante geneticamente modificate. frankenfood! Come si costruisce il Frankenfood? piante OGM Gli organismi geneticamente modificati secondo la tecnologia del DNA

Dettagli

Smart Breeding: la nuova generazione di piante

Smart Breeding: la nuova generazione di piante Smart Breeding: la nuova generazione di piante MAS, selezione assistita da marcatori: una biotecnologia per il miglioramento genetico delle piante, ma senza i problemi dell ingegneria genetica. Novembre

Dettagli

Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana

Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana IL DNA L'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico (DNA) presente nelle cellule di

Dettagli

MAS MARKER ASSISTED SELECTION SELEZIONE ASSISTITA DEI MARCATORI. Carmine Correale

MAS MARKER ASSISTED SELECTION SELEZIONE ASSISTITA DEI MARCATORI. Carmine Correale MAS MARKER ASSISTED SELECTION SELEZIONE ASSISTITA DEI MARCATORI Carmine Correale CHE COS E La Selezione Assistita dei Marcatori (MAS Marker Assisted Selection) è una tecnica che accelera e semplifica la

Dettagli

MAS -Marker Assisted Selection SELEZIONE ASSISTITA DA MARCATORI

MAS -Marker Assisted Selection SELEZIONE ASSISTITA DA MARCATORI MAS -Marker Assisted Selection SELEZIONE ASSISTITA DA MARCATORI CHE COS E La Selezione Assistita da Marcatori (MAS, Marker Assisted Selection) è una tecnica che accelera e semplifica la selezione delle

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito.

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. Biotecnologie ed OGM Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. piante OGM nel mondo. I maggiori produttori di OGM nel mondo sono USA, Argentina, Canada

Dettagli

Povertà rurale e Biotecnologie: not in my name di Maria Fonte

Povertà rurale e Biotecnologie: not in my name di Maria Fonte Povertà rurale e Biotecnologie: not in my name di Maria Fonte Sviluppo agricolo e povertà rurale nell era della globalizzazione Il contributo della Facoltà di Agraria Portici 27 marzo 2006 Possono le biotecnologie

Dettagli

LA RICERCA PARTECIPATA IN AGRICOLTURA

LA RICERCA PARTECIPATA IN AGRICOLTURA Intervento di: SALVATORE CECCARELLI Genetista, Consulente in miglioramento genetico ICARDA (International Center for Agricultural Research in the Dry Areas Aleppo, Siria) LA RICERCA PARTECIPATA IN AGRICOLTURA

Dettagli

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ Secondo le Nazioni Unite, circa 25 mila persone muoiono di fame tutti i giorni, soprattutto bambini e anziani. Per ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ, è prioritario affrontare la questione della terra, del

Dettagli

.Morire di fatica e di fame

.Morire di fatica e di fame .Morire di fatica e di fame cause di mortalità indigenza malattie infettive ed epidemie morti per parto e guerre Il cancro era raro e si pensava che l origine fosse genetico o virale e si rapportasse poco

Dettagli

nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV

nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV Un corretto stile di vita è importante sia per il mantenimento dello stato di salute e la prevenzione delle malattie sia per rallentare il peggioramento

Dettagli

PATTO DELLA SCIENZA. Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare. La biodiversità

PATTO DELLA SCIENZA. Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare. La biodiversità PATTO DELLA SCIENZA Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare Dagli anni '60 a oggi la popolazione mondiale è cresciuta da 3 a più di 7 miliardi. Ciò ha comportato una domanda crescente di

Dettagli

A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati)

A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) a cura di: Arpav Area Tel. +39 0422 558515 Fax +39 0422 558516 e-mail: daptv@arpa.veneto.it

Dettagli

GLI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI IN AGRICOLTURA E IL RELATIVO QUADRO NORMATIVO

GLI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI IN AGRICOLTURA E IL RELATIVO QUADRO NORMATIVO GLI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI IN AGRICOLTURA E IL RELATIVO QUADRO NORMATIVO Premessa Il dibattito sull impiego degli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) in agricoltura e nell alimentazione

Dettagli

sintesi del rapporto brief 37 Stato mondiale delle varietà biotech/gm commercializzate nel 2007

sintesi del rapporto brief 37 Stato mondiale delle varietà biotech/gm commercializzate nel 2007 i s a a a International Service for the Acquisition of Agri-biotech Applications sintesi del rapporto brief 37 Stato mondiale delle varietà biotech/gm commercializzate nel 2007 Autore Clive James Presidente,

Dettagli

Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta?

Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta? Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta? Organizzato da Istituto Superiore di Sanità Impiego di Ogm nella produzione primaria: il punto di vista degli

Dettagli

Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute

Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute B.S. Magna Cum Laude, in Chimica, UCLA 1969 M.D., Harvard Medical School 1973 Ph.D.

Dettagli

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI OTALL Il salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza alimentare Cosa abbiamo nel piatto: Tecnologie, Ambiente, Educazione, Sicurezza PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI Claudia

Dettagli

Corso di Laurea: Biotecnologie per la Qualità e la Sicurezza dell Alimentazione

Corso di Laurea: Biotecnologie per la Qualità e la Sicurezza dell Alimentazione Corso di Laurea: Biotecnologie per la Qualità e la Sicurezza dell Alimentazione Corso: Biotecnologie genetiche vegetali (6 CFU) (5 CFU Lezioni + Laboratorio) Docente: Prof. Antonio Blanco email: antonio.blanco@uniba.it

Dettagli

I_I03.s Alimentazione

I_I03.s Alimentazione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I03.s Alimentazione Versione breve Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Prof.ssa Marisa Porrini Docente di Nutrizione Applicata del

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

COSA MANGIAMO IN INVERNO

COSA MANGIAMO IN INVERNO Testata: www.repubblica.it data: 16 novembre2013 COSA MANGIAMO IN INVERNO L indagine ha valutato l'assunzione di vitamina C (Acido L-ascorbico) attraverso gli alimenti consumati da un campione di circa

Dettagli

GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE

GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE Gli acidi grassi omega 3 rappresentano una risorsa fondamentale per la nostra salute, in grado di svolgere numerose funzioni preventive e terapeutiche. Rappresentano un

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

Conservare l ambiente per

Conservare l ambiente per Conservare l ambiente per difendere la salute Soroptimist Club Monza 18 febbraio 2015 Claudia Sorlini Già prof. Ordinario di Microbiologia Agraria Università di Milano Presidente Comitato Scientifico per

Dettagli

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo Alimentazione nel mondo Nord/Sud Una divisione economica più che geografica Situazione mondiale Il 35% dell intera popolazione della terra ha un alimentazione insufficiente, inferiore cioè a 2000 Kcal

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

BIOTECNOLOGIE SOSTENIBILI PER L'AGRICOLTURA ITALIANA

BIOTECNOLOGIE SOSTENIBILI PER L'AGRICOLTURA ITALIANA BIOTECNOLOGIE SOSTENIBILI PER L'AGRICOLTURA ITALIANA Il miglioramento genetico vegetale rappresenta uno dei settori attraverso i quali è possibile aumentare competitività e sostenibilità del sistema agricolo

Dettagli

CLASSE 4^I ANNO 2011/12

CLASSE 4^I ANNO 2011/12 CLASSE 4^I ANNO 2011/12 - CHI SIAMO - COSA SONO - APPLICAZIONI PRATICHE - VANTAGGI - DIBATTITO - ASPETTI NORMATIVI - CONSIGLI DI LETTURA - FONTI Andrea Gasperini Lorenzo Godoli Giacomo Gigliotti Filippo

Dettagli

Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano

Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano INTRODUZIONE Introduzione L agricoltura dovrà affrontare sfide molto serie nei prossimi anni: da una popolazione globale in rapido aumento che

Dettagli

Biotecnologie ed OGM

Biotecnologie ed OGM Biotecnologie ed OGM Quarta parte: animali geneticamente modificati; problematiche scientifiche relative all uso degli OGM, in particolare delle piante GM. animali OGM mutant mouse p53 Le cavie mutanti

Dettagli

L IMPEGNO MONSANTO Coltivare e crescere

L IMPEGNO MONSANTO Coltivare e crescere L IMPEGNO MONSANTO Coltivare e crescere LETTERA DAL PRESIDENTE tutti:una ris Cibo per La nostra è un epoca di grandi opportunità. La società si trova a fronteggiare numerose sfide correlate all ambiente,

Dettagli

Applicazioni delle piante geneticamente modificate

Applicazioni delle piante geneticamente modificate Applicazioni delle piante geneticamente modificate Principali caratteri ingegnerizzabili miglioramento nel controllo di agenti patogeni e infestanti resistenza a patogeni (virus, batteri e funghi) resistenza

Dettagli

Il progresso tecnico in agricoltura. agricoltura. le dimensioni del progresso tecnico in

Il progresso tecnico in agricoltura. agricoltura. le dimensioni del progresso tecnico in Il progresso tecnico in agricoltura le dimensioni del progresso tecnico in agricoltura gli effetti del progresso tecnico (il caso del progresso tecnico risparmiatore dei costi) la nuova rivoluzione tecnologica

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate.

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. www.politicheagricole.it più colore alla tua vita www.inran.it Indagini recenti ci confermano un dato purtroppo costante negli ultimi anni: il calo nei consumi

Dettagli

GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary

GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary La consapevolezza crescente che molte moderne pratiche agricole non siano sostenibili spinge a cercare alternative che possano garantire la sicurezza

Dettagli

MenSana. Le scelte istituzionali del menu scolastico

MenSana. Le scelte istituzionali del menu scolastico 26 febbraio 2015 Presentazione di una novità MenSana. Le scelte istituzionali del menu scolastico Daniela Iurilli Naturopata nutrizionista Perfezionata in Nutrizione e Dietetica Applicata Titolo Le radici

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Tratto da Burgio et al. -2004- Natural Vegetation Management to Improve Parasitoids in Farming System. Encyclopedia of Pest Management. Dekker Ed.

Tratto da Burgio et al. -2004- Natural Vegetation Management to Improve Parasitoids in Farming System. Encyclopedia of Pest Management. Dekker Ed. Tratto da Burgio et al. -2004- Natural Vegetation Management to Improve Parasitoids in Farming System. Encyclopedia of Pest Management. Dekker Ed. New York Vavilov Institute Research of Plant Industry.

Dettagli

Alimentazione umana e genetica

Alimentazione umana e genetica INTERVENTO DEL PROF. FRANCESCO SALA Professore ordinario di Botanica e di Biotecnologie Alimentazione umana e genetica CURRICULUM Francesco Sala, nato a Legnano (Mi) il 31.08.1938, si è laureato in Farmacia

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

TECNOLOGIA DEL DNA RICOMBINANTE (o trasformazione genetica)

TECNOLOGIA DEL DNA RICOMBINANTE (o trasformazione genetica) TECNOLOGIA DEL DNA RICOMBINANTE (o trasformazione genetica) Si ottengono organismi transgenici o geneticamente modificati (OGM) Modificazione mirata (si trasferisce solo il gene oggetto di interesse) Si

Dettagli

Come consigliare la giusta. terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007

Come consigliare la giusta. terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007 Come consigliare la giusta terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007 Programmare terapie antiossidanti Al fine di migliorare la propria qualità della vita è essenziale determinare il livello dello stress

Dettagli

PANE E POMODORO: WHAT ELSE? MANUELA GIOVANNETTI

PANE E POMODORO: WHAT ELSE? MANUELA GIOVANNETTI PANE E POMODORO: WHAT ELSE? MANUELA GIOVANNETTI Centro Interdipartimentale di Ricerca Nutraceutica e Alimentazione per la Salute NUTRAFOOD, Università di Pisa Research Center NUTRAFOOD, University of Pisa,

Dettagli

WP2-Efficienza d uso dei nutrienti minerali (e riduzione degli apporti di fertilizzanti al suolo)

WP2-Efficienza d uso dei nutrienti minerali (e riduzione degli apporti di fertilizzanti al suolo) WP2-Efficienza d uso dei nutrienti minerali (e riduzione degli apporti di fertilizzanti al suolo) Fabio Francesco Nocito, DiProVe - UNIMI Lodi, 8 giugno 2011 Elementi essenziali per le piante Macronutrienti:

Dettagli

Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale

Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale The Natural Way s.n.c. via Fiorile, 34-44123 Ferrara (loc. Ravalle) - Italy tel. +39 335 5890910

Dettagli

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 L alimentazione è il più importante fattore ambientale

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

L AGRICOLTURA BIOLOGICA

L AGRICOLTURA BIOLOGICA L AGRICOLTURA BIOLOGICA L agricoltura biologica è un metodo di produzione definito dal punto di vista legislativo a livello comunitario con il Regolamento CEE 2092/91 (ora Reg. 834/07 e Reg. 889/08), e

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA VILLA PAOLINA ASTI 8 settembre 2015 La popolazione mondiale è cresciuta di 250 milioni di persone in 1600 anni 9 miliardi mentre ora cresce drasticamente. dal 1950

Dettagli

Viaggi di gusto IRASE UIL. Il latte vegetale. di Daniela Leone

Viaggi di gusto IRASE UIL. Il latte vegetale. di Daniela Leone Viaggi di gusto IRASE UIL Il latte vegetale di Daniela Leone Questo articolo prende in rassegna le caratteristiche dei diversi tipi di latte vegetale: da quelli più utilizzati, come quello di soia o di

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

TRADIZIONE E NUOVE TECNOLOGIE

TRADIZIONE E NUOVE TECNOLOGIE la classe 3^E del Liceo Scientifico L. Da Vinci presenta TRADIZIONE E NUOVE TECNOLOGIE VERSO GLI OGM anno scolastico 2005-2006 Nuovi geni e nuove proteine, organismi geneticamente modificati e piante transgeniche,

Dettagli

OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili

OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili La scelta e la qualità del cibo che consumiamo quotidianamente influenza il nostro benessere e la nostra salute. Abbiamo incontrato

Dettagli

Agricoltura sostenibile. Sette principi per un nuovo modello che metta al centro le persone

Agricoltura sostenibile. Sette principi per un nuovo modello che metta al centro le persone Sette principi per un nuovo modello che metta al centro le persone MAGGIO 2015 Sette principi per un nuovo modello che metta al centro le persone La visione di Greenpeace per l agricoltura del futuro Greenpeace

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita.

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. Acidi grassi omega-3 altamente concentrati dal mare. In vendita nelle farmacie e nelle drogherie. 2 Acidi grassi omega-3 grassi di importanza vitale Numerosi studi

Dettagli

Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA. Anno scolastico 2013/2014. Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri

Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA. Anno scolastico 2013/2014. Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA Anno scolastico 2013/2014 DI UNA SANA E CORRETTA ALIMENTAZIONE Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri Istituto Zooprofilattico

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

CIBI A KM 0 A KM 0 O A FILIERA CORTA MENO INQUINAMENTO SALVAGUARDIA ECOSISTEMA

CIBI A KM 0 A KM 0 O A FILIERA CORTA MENO INQUINAMENTO SALVAGUARDIA ECOSISTEMA CIBI A KM 0 A KM 0 O A FILIERA CORTA MENO INQUINAMENTO SALVAGUARDIA ECOSISTEMA fino a 1000 chili di CO 2 in un anno IN MENO (Da uno studio della Coldiretti ) MENO COSTI-MENO C02 TRASPORTO BREVE evitando

Dettagli

Biotecnologie vegetali e ricerca spaziale

Biotecnologie vegetali e ricerca spaziale Biotecnologie vegetali e ricerca spaziale Giorgio Morelli Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione MOF-Fondi 21 maggio 2004 Alcune piante per il sostentamento della vita nello spazio

Dettagli

Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione

Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione 4 dicembre 2014 Palazzo Reale, Milano Dottor Claudio Verusio - Dottor Maurizio Tomirotti CD CIPOMO Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Carlo Vicari Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Unità didattica di apprendimento sul problema della fame nel mondo. Sottosezione di Geografia a

Dettagli

Per la salute dei tuoi figli. Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute!

Per la salute dei tuoi figli. Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute! Per la salute dei tuoi figli Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute! Come far mangiare GRATIS frutta e verdura ai tuoi figli senza doverli forzare e senza passare ore a tavola ad implorarli di

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE BIOTECNOLOGIE INNOVATIVE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE BIOTECNOLOGIE INNOVATIVE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA SCIENTIFICO TECNOLOGICO BIOTECNOLOGIE AGRARIE DOCENTE FREDDI MARCELLA MONOENNIO CLASSE 5 CORSO E SEZIONE TECNICA

Dettagli

Organismi Geneticamente Modificati. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti

Organismi Geneticamente Modificati. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti Organismi Geneticamente Modificati Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti In Italia è vietata la coltivazione di OGM, anche se non ne è vietata l importazione. La

Dettagli

Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali

Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali ZANOLETTI Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali Premesso che: le società multinazionali stanno invadendo il mondo con Organismi geneticamente modificati (Ogm) "segretati",

Dettagli

Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna.

Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna. Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna. Pasquale Buonocore pasquale.buonocore@entecra.it Dieta

Dettagli

I vantaggi della biotecnologia. Valutazioni scientifiche sul ruolo della biotecnologia agricola in un mondo più sano e sicuro

I vantaggi della biotecnologia. Valutazioni scientifiche sul ruolo della biotecnologia agricola in un mondo più sano e sicuro I vantaggi della biotecnologia Valutazioni scientifiche sul ruolo della biotecnologia agricola in un mondo più sano e sicuro Le colture migliorate attraverso la biotecnologia agricola vengono coltivate

Dettagli

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti Organismi Geneticamente Modificati Estratto da FederBio 2014 Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti In Italia è vietata la coltivazione di OGM, anche se non ne è

Dettagli

Biomasse: come trasformare l energia solare in biocarburanti. Rino Cella Dipartimento di Genetica e Microbiologia

Biomasse: come trasformare l energia solare in biocarburanti. Rino Cella Dipartimento di Genetica e Microbiologia Biomasse: come trasformare l energia solare in biocarburanti Rino Cella Dipartimento di Genetica e Microbiologia La comparsa della fotosintesi ossigenica circa 3 miliardi di anni fa fornì a cianobatteri

Dettagli

Diagnosi prenatale di malattie geneticamente trasmissibili. Trasferimento genico. Terapia genica DNA per l ambiente

Diagnosi prenatale di malattie geneticamente trasmissibili. Trasferimento genico. Terapia genica DNA per l ambiente Diagnosi prenatale di malattie geneticamente trasmissibili Distrofia muscolare Fibrosi cistica Corea di Huntington Trasferimento genico Insulina Ormone della crescita Eritropoietina Terapia genica DNA

Dettagli

VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge-

VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge- VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge- La nostra missione è stata fin dall inizio quella di essere una forza per il bene nel mondo. L iniziativa Nourish the Children ci consente di fare una differenza

Dettagli

Cambiamenti climatici e agricoltura

Cambiamenti climatici e agricoltura Cambiamenti climatici e agricoltura Stefano Pisani I cambiamenti climatici che si stanno verificando negli ultimi anni potrebbero aprire nuovi scenari sull agricoltura. Alcune regioni del mondo ci guadagnerebbero,

Dettagli

Le ricadute sull ambiente delle scelte alimentari

Le ricadute sull ambiente delle scelte alimentari Le ricadute sull ambiente delle scelte alimentari Dr. Roberta Sonnino e dr. Ana Moragues Faus, Cardiff School of Planning and Geography, Cardiff University Le scelte alimentari: il contesto Tendenza a

Dettagli

Mercati di riferimento per le imprese science-based

Mercati di riferimento per le imprese science-based Mercati di riferimento per le imprese science-based 1 Tipologie di Imprese biotech Orientate alla ricerca Orientate allo sviluppo - Content companies - Platform companies - Service companies - Commodoty

Dettagli

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche,

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e delle tradizioni

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina L anemia sideropenica (cause ed effetti) FERRO (Fe) TIPOLOGIE NELL ORGANISMO Ferro funzionale: emoglobina, mioglobina, enzimi i respiratori i Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto:

Dettagli