Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi"

Transcript

1 LE BIOTECNOLOGIE VEGETALI: PRESENTE E FUTURO Chiara Tonelli Sebbene il termine biotecnologie si riferisca letteralmente all impiego di organismi viventi ( bio ) per produrre o modificare prodotti, nell accezione moderna si definiscono biotecnologie le tecniche di genetica molecolare e di ingegneria genetica degli organismi attraverso l utilizzo del DNA ricombinante. In agricoltura tali tecnologie hanno finora trovato applicazione in due settori: il breeding molecolare e le piante transgeniche. Dagli albori dell agricoltura gli esseri umani hanno utilizzato il naturale processo di scambio genico attraverso l incrocio di individui, varietà o specie, per costituire piante agrarie sempre più produttive e di alta qualità. In questo percorso plurisecolare i metodi del breeding classico, basati su incrocio e selezione, si sono sviluppati fino a integrare, a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, la genetica molecolare e l ingegneria genetica. Biotecnologie e metodi convenzionali di miglioramento, pur operando con metodi differenti, agiscono entrambi attraverso la modificazione genetica della pianta e perseguono lo stesso obiettivo, cioè la selezione di nuovi genotipi migliorati. Ne consegue che il termine organismi geneticamente modificati (OGM), con il quale vengono spesso indicate le piante transgeniche, sebbene entrato nell uso comune, sia 1

2 decisamente inappropriato dal punto di vista tecnico-scientifico, poiché tutte le varietà coltivate derivano da un processo di modificazione genetica. Quali sono allora le principali differenze tra breeding classico e biotecnologie? Innanzitutto, mentre il breeding classico si basa sulla ricombinazione casuale delle decine di migliaia di geni che caratterizzano un organismo vegetale, l approccio biotecnologico consente di selezionare o di inserire nel genoma della pianta un unica sequenza di DNA, in grado di conferire caratteristiche vantaggiose. Rispetto ai tradizionali programmi di incrocio e selezione, le biotecnologie permettono quindi un miglioramento mirato e preciso del genoma di una determinata specie, in quanto operando con singoli geni, lasciano inalterato il germoplasma originario, preservandone la diversità genetica e le caratteristiche vantaggiose. La tecnologia di transgenesi consente inoltre di ridurre significativamente i tempi di selezione degli individui migliorati e permette lo scambio di informazione genetica anche tra organismi sessualmente incompatibili, aumentando drasticamente le potenzialità offerte dalla cospicua biodiversità presente in natura ai fini del miglioramento delle piante coltivate. Le piante biotech di prima generazione L applicazione delle tecnologie del DNA ricombinante alle specie vegetali è relativamente recente. I primi programmi di BM sono stati sviluppati all inizio degli anni 80, mentre la prima pianta transgenica è stata prodotta in laboratorio nel 1983 (Herrera-Estrella et al., 1983). Il trasferimento di questa tecnologia alla coltivazione di pieno campo ha richiesto una decina di anni. Infatti, solo nel

3 è apparsa sul mercato statunitense la prima pianta transgenica, il pomodoro FlavrSavr TM, che sebbene presto ritirato dal commercio, ha di fatto aperto la strada alla coltivazione su larga scala delle piante biotech, iniziata intensivamente solo nel Da allora, la superficie mondiale coltivata a biotech è andata progressivamente aumentando, fino a raggiungere nel 2013 i 175 milioni di ettari, distribuiti in 29 paesi e coltivati da 18 milioni di agricoltori su una taglia media di meno di 10 ettari per azienda agricola: nel 2013 il 12% di tutte le coltivazioni mondiali derivava da piante ingegnerizzate (dati ISAAA 2013). A oggi le colture transgeniche più diffuse sono la soia (79% di tutta la soia coltivata), il mais (32%), il cotone (70%) e la colza (24%). A causa dell ampio dibattito pubblico sul ruolo delle piante geneticamente migliorate, attualmente sono presenti in commercio quasi solo tre tipologie di varietà transgeniche: piante resistenti agli erbicidi, piante resistenti agli insetti e quelle che assommano entrambi i caratteri. Il successo delle piante GM-HR e GM-IR, definite anche piante biotech di prima generazione, testimoniato dal crescente tasso di adozione in diverse parti del mondo, è principalmente dovuto alle capacità produttive di tali colture ed ai vantaggi economici che garantiscono all agricoltore. Si stima infatti che dal 1996 al 2009, l impiego di varietà biotech abbia generato un incremento netto di produzione pari ad oltre 83 milioni di tonnellate (mil ton) per la soia, a 130 mil ton per il mais, a 10 mil ton per il cotone, e a quasi 5 mil ton per la colza. A livello economico, la coltivazione di piante GM-HR e GM-IR ha originato, nello stesso arco temporale, un guadagno netto di circa 65 miliardi di dollari U.S.A., derivato principalmente dall incremento di resa e dalla riduzione dei costi di produzione (ridotta lavorazione del terreno, ridotto impiego di pesticidi ed erbicidi) (Brookes 3

4 and Barfoot, 2011). Significativamente, questi vantaggi economici non hanno interessato solo i grandi produttori dei paesi più industrializzati, ma anche molti piccoli agricoltori in aree del mondo considerate in via di sviluppo (Kathage and Qaim, 2012). L introduzione delle colture GM-HR e GM-IR ha avuto inoltre effetti benefici in termini ambientali e di sostenibilità. Nel periodo , l uso di piante resistenti all attacco di parassiti ha comportato il risparmio di 56mila tonnellate di insetticidi (Benbrook, 2012). Le colture biotech hanno offerto un importante contributo anche alla riduzione delle emissioni di gas serra, in particolare di anidride carbonica (CO 2 ). Il minor consumo di combustibili fossili per la trazione delle macchine agricole, associato al limitato numero di interventi colturali per l applicazione di erbicidi ed insetticidi, si è tradotto, nell anno 2009, in un risparmio in emissioni di CO 2 stimato in 1,36 miliardi di kg. Inoltre, l ampia diffusione della semina su sodo (assenza o drastica riduzione delle ripetute lavorazioni del terreno prima della semina), associata alle colture GM-HR, ha portato ad un ulteriore riduzione di 16,3 miliardi di kg di CO 2 rilasciati in atmosfera (Brookes and Barfoot, 2011). Alla luce del significativo contributo offerto dalla prima generazione di piante biotech al comparto agricolo, sussiste una grossa aspettativa per le potenzialità che la seconda generazione di piante transgeniche potrà apportare in termini di resa, di qualità e di sostenibilità delle produzioni agricole. Obiettivi primari dei programmi di ricerca di enti pubblici e aziende private sono, per l immediato futuro, la costituzione di nuove varietà biotech, caratterizzate da: un più sostenibile uso delle risorse (nutrienti ed acqua), un miglior adattamento ai cambiamenti climatici e un aumentato valore nutritivo. Un tipico adattamento 4

5 funzionale e morfologico alla carenza idrica è l accrescimento dell apparato radicale, che consente alla pianta di aumentare il volume di terreno esplorato, e quindi di incrementare la quantità d acqua assorbita. La dimensione del sistema radicale è pertanto un carattere di grande interesse per programmi di breeding volti alla costituzione di genotipi tolleranti la siccità (Steele et al., 2006). Un secondo importante carattere adattativo al deficit idrico è la riduzione della perdita d acqua dalle parti aeree della pianta attraverso il processo di traspirazione. Infatti, oltre il 90% dell acqua assorbita dalle radici viene persa per traspirazione attraverso piccole aperture, presenti sulla superficie delle foglie, denominati stomi (MacRobbie, 1998)(Morison et al. 2008). Un ulteriore esempio di adattamento delle piante agrarie ai cambiamenti climatici deriva dalla recente costituzione di varietà di riso resistenti alla sommersione. In Bangladesh e India, circa 4 milioni di tonnellate di riso, sufficienti per l alimentazione di 30 milioni di persone, sono perse a causa delle piogge e dello straripamento dei corsi d acqua nel periodo monsonico (McCullough et al. 2002). Sul cromosoma 9 del genoma di riso si trova il locus SUB1, in grado di conferire tolleranza alla sommersione (Neeraja et al. 2007; Xu et al. 2006). L analisi dettagliata del genoma di molte varietà di riso ha evidenziato che la regione cromosomica SUB1 non è presente nei genotipi più produttivi e più diffusi nella risicoltura Asiatica. E così iniziato, presso l International Research Rice Institute (IRRI, un vasto programma di BM per introdurre nelle cultivar locali il locus SUB1 e con esso la capacità di tollerare la sommersione. Uno dei risultati più significativi di questo programma è stato il trasferimento, in soli due anni, del locus SUB1 alla cultivar Swarna, una delle più produttive e diffuse in India (Neeraja et al. 2007). Prove di campo effettuate in regioni soggette a inondazioni 5

6 in India e Bangladesh hanno evidenziato che, benché non esistano differenze quantitative e qualitative nella produttività tra le due cultivar Swarna e Swarna- Sub1 in condizioni ottimali, quest ultima è in grado di garantire una produzione più che raddoppiata rispetto alla cultivar tradizionale qualora le piante di riso siano soggette ad un periodo di 10 giorni di sommersione totale durante la fase vegetativa (Septiningsih et al. 2009). Gli stress inducono un sostanziale riprogramma dell espressione genica che è stato ampiamente descritto e studiato. Tecnologie avanzate, NGS, DNAmicroarray o l RNA-seq, hanno consentito di definire un quadro complessivo delle risposte della pianta agli stress abiotici e di selezionare un vasto numero di geni candidati per applicazioni biotecnologiche (Mittler and Blumwald 2010). Una rapida risposta alla carenza idrica è rappresentata dalla chiusura delle piccole aperture presenti sulla superficie delle foglie denominati stomi, ad opera di due cellule altamente specializzate (cellule di guardia), per limitare la perdita d acqua per traspirazione (MacRobbie 1998). Il gene AtMYB60, codificante per un FT della famiglia MYB, è stato originariamente identificato in virtù della sua espressione nelle cellule di guardia degli stomi (Cominelli et al. 2005). La sua inattivazione determina una costitutiva riduzione dell apertura della rima stomatica, con una conseguente diminuzione del tasso di traspirazione (Galbiati et al. 2011). BIOTECNOLOGIE E QUALITA DEI PRODOTTI AGRICOLI Si stima che entro il 2050 la popolazione mondiale aumenterà dagli attuali 6,7 miliardi ad oltre 9.3 miliardi. Per far fronte alla crescente domanda di cibo si stima che la produzione agricola globale dovrà raddoppiare entro il 2030 (Bernstein et 6

7 al. 2010). Parallelamente agli incrementi quantitativi (food security) è necessario garantire anche un miglioramento qualitativo dei prodotti agricoli, tale da fornire alimenti più sani e di elevato valore nutritivo (food safety). Due sono in particolare le sfide che l incremento demografico pone a breeders e biotecnologi: i) lo sviluppo di alimenti arricchiti in vitamine e minerali (biofortificazione) per contrastare la malnutrizione e, ii) lo sviluppo di alimenti funzionali in grado di prevenire, attraverso la dieta, l insorgere di malattie croniche. Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno nel mondo 2 miliardi di persone nel mondo soffrono di carenza di ferro e ben bambini in età pre-scolare sono affetti da carenza di vitamina A. La vitamina A (o meglio il suo precursore b-carotene) si può trovare in zucche, carote, pomodori, patate dolci. In molti paesi di Africa e Sud-Est Asiatico, dove la dieta è basata prevalentemente su cereali, quali mais, riso o manioca, si ha un elevata incidenza di carenze vitaminiche, la più diffusa delle quali è quella della vitamina A (WHO 2009). La carenza di vitamina A causa inizialmente cecità notturna, fino ad arrivare alla cecità totale nel caso dei bambini. La mancanza di vitamina A determina anche una minore resistenza alle infezioni. Il numero di bambini affetti da cecità dovuta a carenza di vitamina A è compreso tra e ogni anno e si stima che bambini di età inferiore ai 5 anni muoiano annualmente per carenza di vitamina A (WHO 2009). 7

8 Per combattere le altre carenze vitaminiche si possono utilizzare diverse strategie. La distribuzione di integratori vitaminici e le campagne di fortificazione degli alimenti (cioè l aggiunta di vitamine nei prodotti alimentari) si sono rivelate di grande successo nei paesi industrializzati (Farre et al. 2010). Una valida alternativa è rappresentata dalla biofortificazione degli alimenti, ovverosia dalle strategie di miglioramento genetico per aumentare il contenuto di vitamine attraverso il breeding classico o le biotecnologie. Un esempio classico del contributo delle biotecnologie vegetali alla biofortificazione è il Golden Rice, una pianta di riso ingegnerizzata in modo da accumulare b-carotene nell endosperma del granello (Ye et al. 2000). Il Golden Rice 2 è in grado di produrre nel seme un quantitativo 23 volte superiore di b- carotene (37 mg/g) rispetto al Golden Rice originale, una quantità più che sufficiente per fornire il fabbisogno giornaliero di b-carotene (RDA: 500 mg per i bambini e 900 mg per gli adulti) con un consumo di circa g di riso, razione giornaliera media in quei Paesi in cui il riso rappresenta l alimento predominante della dieta (India, Bangladesh, Vietnam). Un recente studio clinico che ha coinvolto bambini cinesi di 6-8 anni ha dimostrato che il b-carotene nel Golden Rice 2 è in grado di fornire vitamina A in quantità pari agli integratori di b- carotene in capsula (Tang et al., 2012). Pertanto, l introduzione nella dieta del Golden Rice potrebbe apportare un notevole contributo alla risoluzione del problema della carenza di vitamina A, aiutando a prevenire le patologie ad essa associate. Il Golden Rice verrà messo gratuitamente a disposizione delle popolazioni asiatiche entro il 2015 (Fonte:www.irri.org). Dopo il Golden Rice, sono state prodotte altre piante arricchite in b-carotene, tra cui mais e manioca, 8

9 sia utilizzando il breeding classico (Harjes et al. 2008; Welsch et al. 2010; Yan et al. 2010), che l ingegneria genetica (Naqvi et al. 2009). Un altro esempio importante è rappresentato dal mais multivitaminico, ingegnerizzato in modo da contenere maggiori livelli di ben tre vitamine: b- carotene (provitamina A), acido folico e vitamina C (Naqvi et al. 2009). Altre strategie di biofortificazione basate su tecniche di ingegneria genetica sono state adottate per aumentare la concentrazione di sali minerali, quali ferro e zinco, la cui carenza è diffusa nei paesi in via di sviluppo. Si stima infatti che attualmente vi siano almeno 2 miliardi di persone che soffrono di carenza di ferro, che è causa di gravi debilitazioni fisiche, quali difetti di crescita nei bambini, anemia, stanchezza cronica e minore resistenza alle infezioni (Humble et al., 1993). Per curare l anemia da carenza di ferro i medici consigliano solitamente di consumare carne rossa e di assumere solfato di ferro spesso in combinazione con acido folico. Nei paesi in via di sviluppo e non solo, questo tipo di terapia è molto costosa. E stata così prodotta una varietà biotech di riso il cui contenuto in ferro nel seme è stato aumentato dai 10 mg/g, presenti nella varietà tradizionale, ai 67 mg/g ottenuti nella pianta geneticamente modificata (Wirth et al., 2009) Le biotecnologie e la prevenzione delle malattie croniche Una delle sfide più importanti che ci troveremo ad affrontare nei prossimi 50 anni sarà ridurre l impatto delle malattie croniche, cioè malattie cardiovascolari, cancro, diabete, obesità e malattie neurodegenerative, come l Alzheimer. La prossima generazione sarà probabilmente la prima generazione ad avere un aspettativa di 9

10 vita minore dei propri genitori e la causa principale risiede nella scorretta alimentazione e nel fatto che obesità e sovrappeso stanno diventando un problema epidemico in tutti i paesi europei e del mondo occidentale in genere (WHO 2005). Quando si parla di alimentazione scorretta ci si riferisce alla tipica dieta caratterizzata dal largo consumo di alimenti ricchi di grassi animali (carne, salumi, formaggi e cibi fritti), di zuccheri (torte, gelati, pasticcini, caramelle e bibite gassate) e da un consumo molto limitato se non addirittura nullo di frutta e verdura, alimenti ricchi di fibra e di fitonutrienti importanti per la nostra salute. Ciò che rende così salutari frutta e verdura sono i fitonutrienti in essi contenuti, come ad esempio i carotenoidi ed i polifenoli (Liu, 2003). Tra i polifenoli, le antocianine sono responsabili della colorazione rossa, blu e viola di frutta e verdura quali mirtilli, ribes, fragole, more, arance rosse, uva nera, ciliegie, radicchio rosso e cavolo rosso. Le antocianine si sono rivelate protagoniste anche nella prevenzione dei tumori. Nella ricerca pubblicata sulla rivista Nature Biotechnology, i ricercatori del John Innes Centre di Norwich (UK) hanno ingegnerizzato un frutto normalmente privo di antocianine, come il pomodoro, in modo da renderlo ricco di queste sostanze, attraverso l introduzione di due geni (DELILA e ROSEA1) in grado di attivare la sintesi di antocianine, precedentemente isolati dalla bocca di leone (Antirrhinum majus) (Butelli et al., 2008). Il pomodoro viola così ottenuto è risultato possedere un attività antiossidante quasi triplicata rispetto al frutto rosso convenzionale. Le proprietà antitumorali delle antocianine contenute in questo pomodoro sono state investigate in uno studio comparato effettuato su topi da laboratorio particolarmente proni a sviluppare forme tumorali, in quanto deprivati della proteina tumorale 53 (topi p53-), comunemente conosciuta come «guardiana del 10

11 genoma» contro i tumori (Donehower et al. 1992). Topi p53- sono stati alimentati con una dieta di controllo, una dieta arricchita con estratto di pomodoro rosso (10%), o con una dieta arricchita con estratto di pomodoro viola (10%). I risultati dello studio hanno evidenziato che l assunzione di pomodori viola è in grado di ritardare l insorgenza di tumori nei topi p53- e di prolungarne la vita media da 142 giorni, osservati per i topi alimentati con la dieta controllo o addizionata di estratto di pomodoro rosso, a ben 182 giorni (Butelli et al., 2008) Gli Omega-3 Gli acidi grassi Omega-3 sono noti come composti in grado di proteggere da malattie cardiovascolari e neuropsichiatriche (Harris 2012). Sebbene il pesce sia la fonte tradizionale di Omega-3 (in particolare di EPA e DHA), le risorse ittiche attualmente disponibili non sono in grado di sostenere la crescente domanda mondiale di Omega-3 ed è quindi necessario trovare fonti alternative di questi preziosi composti. A tale scopo, è stata ottenuta una varietà di soia nella quale sono stati inseriti due geni che codificano per enzimi in grado di convertire l acido a-linolenico (ALA), di cui la soia è particolarmente ricca, in acido stearidonico (SDA) (Eckert et al. 2006). CONCLUSIONI Sostenibilità dei sistemi produttivi e qualità della produzione sono due necessità ineludibili per l agricoltura del futuro. Nel breve periodo, il comparto agricolo si troverà difronte all ardua sfida di raddoppiare la produzione di cibo, per soddisfare le esigenze di una popolazione mondiale in costante aumento, pur 11

12 nell impossibilità di estendere ulteriormente la superficie agricola coltivata e nella necessità di ridurre le risorse utilizzate (acqua, fertilizzanti, agro-farmaci). Un secondo urgente obiettivo è quello di incrementare la qualità delle produzioni agricole, sia in termini nutrizionali che sanitari, al fine di contrastare i devastanti effetti della malnutrizione che oggigiorno si manifestano in molte aree del mondo. Il miglioramento genetico classico e l uso intelligente ed appropriato delle moderne biotecnologie possono e devono contribuire in modo sostanziale allo sviluppo di nuove varietà coltivate caratterizzate da un uso più razionale e sostenibile di acqua e fertilizzanti e da un elevato valore nutritivo. Gli esempi descritti nel presente capitolo evidenziano le enormi potenzialità offerte dalle biotecnologie vegetali e sottolineano il fondamentale contributo delle moderne tecnologie del DNA ricombinante alla sostenibilità in agricoltura ed alla sicurezza alimentare. Le diffuse paure che sono state artatamente diffuse in vari strati della popolazione hanno allarmato oltre ogni ragionevole cautela l impiego di piante geneticamente migliorate, limitando finora la produzione di nuovi alimenti più nutrienti e sicuri. Le cautele e diffidenze di parte della popolazione mondiale vanno accolte e messe alla prova sperimentale in modo che sospetti e paure si possano confrontare con dati sperimentali capaci di consentire a tutti i tipi di agricolture di esplicarsi e di occupare le tantissime nicchie di mercato, consentendo allo stesso tempo la tutela della biodiversità, la promozione di piante migliorate disegnate soprattutto per le grandi commodities, le agricolture di sussistenza ed a bassa intensità produttiva al fianco di coltivazioni tradizionali più vicine ai gusti ed alle abitudini alimentari delle diverse popolazioni. 12

13 Brookes G., and Barfoot P. (2011) GM crops: global socio-economic and environmental impacts , edited by P. E. Ltd, UK. Dorchester, UK. Clive J. (2013) Global Status of Commercialized Biotech/GM Crops: 2013., in ISAAA Brief No. 43. ISAAA International Service for the acquisition of agribiotech applications, Ithaca, NY. Mittler R., and Blumwald E. (2010) Genetic Engineering for Modern Agriculture: Challenges and Perspectives. Annu Rev Plant Biol 61: White P. J., and Broadley M. R. (2005) Biofortifying crops with essential mineral elements. Trends Plant Sci 12:

Smart Breeding: la nuova generazione di piante

Smart Breeding: la nuova generazione di piante Smart Breeding: la nuova generazione di piante MAS, selezione assistita da marcatori: una biotecnologia per il miglioramento genetico delle piante, ma senza i problemi dell ingegneria genetica. Novembre

Dettagli

Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana

Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana IL DNA L'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico (DNA) presente nelle cellule di

Dettagli

A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati)

A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) A proposito di... OGM (Organismi Geneticamente Modificati) a cura di: Arpav Area Tel. +39 0422 558515 Fax +39 0422 558516 e-mail: daptv@arpa.veneto.it

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito.

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. Biotecnologie ed OGM Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. piante OGM nel mondo. I maggiori produttori di OGM nel mondo sono USA, Argentina, Canada

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta?

Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta? Gli Ogm nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata od un opportunità non colta? Organizzato da Istituto Superiore di Sanità Impiego di Ogm nella produzione primaria: il punto di vista degli

Dettagli

Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano

Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano Guida rapida alle colture OGM e alle norme che le regolano INTRODUZIONE Introduzione L agricoltura dovrà affrontare sfide molto serie nei prossimi anni: da una popolazione globale in rapido aumento che

Dettagli

CLASSE 4^I ANNO 2011/12

CLASSE 4^I ANNO 2011/12 CLASSE 4^I ANNO 2011/12 - CHI SIAMO - COSA SONO - APPLICAZIONI PRATICHE - VANTAGGI - DIBATTITO - ASPETTI NORMATIVI - CONSIGLI DI LETTURA - FONTI Andrea Gasperini Lorenzo Godoli Giacomo Gigliotti Filippo

Dettagli

Applicazioni delle piante geneticamente modificate

Applicazioni delle piante geneticamente modificate Applicazioni delle piante geneticamente modificate Principali caratteri ingegnerizzabili miglioramento nel controllo di agenti patogeni e infestanti resistenza a patogeni (virus, batteri e funghi) resistenza

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo Alimentazione nel mondo Nord/Sud Una divisione economica più che geografica Situazione mondiale Il 35% dell intera popolazione della terra ha un alimentazione insufficiente, inferiore cioè a 2000 Kcal

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 L alimentazione è il più importante fattore ambientale

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary

GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary GM Soy: Sustainable? Responsible? Executive summary La consapevolezza crescente che molte moderne pratiche agricole non siano sostenibili spinge a cercare alternative che possano garantire la sicurezza

Dettagli

Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale

Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale Prodotto OLISTICO CERTIFICATO, studiato in tutte le sue componenti nutritive per garantire una dieta naturale The Natural Way s.n.c. via Fiorile, 34-44123 Ferrara (loc. Ravalle) - Italy tel. +39 335 5890910

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali

Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali ZANOLETTI Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali Premesso che: le società multinazionali stanno invadendo il mondo con Organismi geneticamente modificati (Ogm) "segretati",

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE BIOTECNOLOGIE INNOVATIVE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE BIOTECNOLOGIE INNOVATIVE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA SCIENTIFICO TECNOLOGICO BIOTECNOLOGIE AGRARIE DOCENTE FREDDI MARCELLA MONOENNIO CLASSE 5 CORSO E SEZIONE TECNICA

Dettagli

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI!

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! POTRA L EUROPA RINUNCIARE ALL INNOVAZIONE VARIETALE? LA NOSTRA VISIONE L innovazione legata alle sementi deve essere alla base della filiera alimentare, per stimolare lo sviluppo

Dettagli

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti Organismi Geneticamente Modificati Estratto da FederBio 2014 Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti In Italia è vietata la coltivazione di OGM, anche se non ne è

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Per la salute dei tuoi figli. Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute!

Per la salute dei tuoi figli. Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute! Per la salute dei tuoi figli Basta bambini obesi! Falli scoppiare di salute! Come far mangiare GRATIS frutta e verdura ai tuoi figli senza doverli forzare e senza passare ore a tavola ad implorarli di

Dettagli

OGM E BIOLOGICO: TRA MITI E REALTA

OGM E BIOLOGICO: TRA MITI E REALTA Parma, 18 febbraio 2011 OGM E BIOLOGICO: TRA MITI E REALTA Dario Dilillo Clinica Pediatrica AO Luigi Sacco Universitàdegli Studi di Milano Organismo Geneticamente Modificato (OGM) Organismo il cui materiale

Dettagli

Cosa sono? Come? Perchè?

Cosa sono? Come? Perchè? Cosa sono? Un organismo vivente si definisce Geneticamente Modificato (OGM), secondo la legislazione nazionale e comunitaria, quando " il materiale genetico è stato modificato in modo diverso da quanto

Dettagli

AGRICOLTURA. Quattro esempi di colture OGM Semi assassini Riso OGM in Cina Gli OGM vegetali nel mondo Grafici

AGRICOLTURA. Quattro esempi di colture OGM Semi assassini Riso OGM in Cina Gli OGM vegetali nel mondo Grafici AGRICOLTURA Quattro esempi di colture OGM Semi assassini Riso OGM in Cina Gli OGM vegetali nel mondo Grafici Colza resistente ai pesticidi Gli scienziati hanno trasferito nella colza un gene in grado di

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo?

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? SOSTENIBILITA Nel 'genome editing' la risposta alla sfida per l'agricoltura del futuro Roma, 24 set. (AdnKronos)

Dettagli

Background La storia (alcune date ed eventi significativi) Il mercato ed i prodotti

Background La storia (alcune date ed eventi significativi) Il mercato ed i prodotti Background La storia (alcune date ed eventi significativi) La genetica moderna inizia nel 1865 con le leggi formulate da Mendel sull'ereditarietà dei caratteri genetici; nel 1943 il DNA viene riconosciuto

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Carlo Vicari Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Unità didattica di apprendimento sul problema della fame nel mondo. Sottosezione di Geografia a

Dettagli

PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO. Attività B2 Verifica della presenza di sementi GM in agricoltura biologica

PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO. Attività B2 Verifica della presenza di sementi GM in agricoltura biologica PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO Attività B2 Rita Zecchinelli, CRA-SCS Sede di Tavazzano - Laboratorio 1 Capofila: CRA-SCS Sede di Tavazzano Laboratorio Unità operativa: Laboratorio Analisi

Dettagli

Viaggi di gusto IRASE UIL. Il latte vegetale. di Daniela Leone

Viaggi di gusto IRASE UIL. Il latte vegetale. di Daniela Leone Viaggi di gusto IRASE UIL Il latte vegetale di Daniela Leone Questo articolo prende in rassegna le caratteristiche dei diversi tipi di latte vegetale: da quelli più utilizzati, come quello di soia o di

Dettagli

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 ESPOSIZIONE UNIVERSALE (EXPO) EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 CENNI STORICI Cos è EXPO: EXPO = Esposizione Universale EXPO = esposizione a carattere INTERNAZIONALE. Ogni EXPO

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Le biotecnologie e l ingegneria genetica 1

Le biotecnologie e l ingegneria genetica 1 Le biotecnologie e l ingegneria genetica 1 Le biotecnologie... Molti prodotti alimentari, come il pane, il vino e lo yogurt, da migliaia di anni presenti sulle nostre tavole, sono vivi, perché nella loro

Dettagli

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House Carburante dalle alghe Qualche tempo fa sui quotidiani e nelle riviste scientifiche si accennava alla produzione di biodiesel da alghe; oggi torniamo in argomento per conoscere una tecnologia produttiva

Dettagli

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine FERTILIZZAZIONE RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE BIENNALE SU 4 VARIETÀ Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine L azoto è fondamentale per arrivare a rese soddisfacenti nei frumenti

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci?

OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci? OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci? Una corretta alimentazione, in tutte le fasi della vita, è il miglior modo di prevenire l osteoporosi. L osteoporosi deve essere

Dettagli

Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale

Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale Alla refezione scolastica spetta un compito elevato: offrire agli utenti (bambini, ragazzi) cibi di elevata composizione organolettica e nutrizionale Una sana alimentazione rappresenta il primo intervento

Dettagli

A tavola con la genetica. Miglioramento genetico e OGM

A tavola con la genetica. Miglioramento genetico e OGM A tavola con la genetica Miglioramento genetico e OGM MIGLIORAMENTO GENETICO Processo di modifica del patrimonio genetico al fine di migliorare le caratteristiche, utili all'uomo, delle specie coltivate

Dettagli

I QUESITI PIÙ FREQUENTI. 20 domande/risposte riguardanti gli OGM

I QUESITI PIÙ FREQUENTI. 20 domande/risposte riguardanti gli OGM I QUESITI PIÙ FREQUENTI 20 domande/risposte riguardanti gli OGM Cosa sono gli OGM? Gli OGM (Organismi Geneticamente Modificati) sono organismi artificiali, spesso di proprietà privata di una azienda. Sono

Dettagli

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Il periodo della gravidanza e dell allattamento sono particolarmente critici dal punto di vista alimentare-dietetico, in quanto la dieta incide in modo fondamentale sulla salute

Dettagli

Nutraceutici carenza di vitamine ha conseguneze drammatiche sulla salute: Corso di BIOTECNOLOGIE VEGETALI

Nutraceutici carenza di vitamine ha conseguneze drammatiche sulla salute: Corso di BIOTECNOLOGIE VEGETALI Corso di BIOTECNOLOGIE VEGETALI Biotecnologie applicate alla Nutrizione A cura di Pierdomenico Perata & Elena Loreti Nutraceutici L agricoltura è alla base nella nutrizione Una dieta bilanciata deve includere

Dettagli

La linea baby tutta biologica e tutta italiana.

La linea baby tutta biologica e tutta italiana. ALCE NERO BABY. GENERAZIONE BIO IL BUONO DEL BIOLOGICO DAL 1978 La linea baby tutta biologica e tutta italiana. Alce Nero, leader del biologico italiano da oltre trent anni, completa le sue linee di prodotto

Dettagli

Viaggio al centro della Biodiversità

Viaggio al centro della Biodiversità Liceo G.M. Colombini - Piacenza - indirizzo scientifico-tecnologico Biodiversità all interno di ogni specie e varietà dovute all azione dell uomo in ambito genetico Viaggio al centro della Biodiversità

Dettagli

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il SERVIZIO DI DIETOLOGIA AIED offre: Visite mediche specialistiche Elaborazione diete computerizzate personalizzate

Dettagli

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole LA FENIL CHETO NURIA O PKU Malattie Rare Informazioni per le scuole LA FENILCHETONURIA LA FENILCHETONURIA O PKU E LA PIU FREQUENTE MALATTIA CONGENITA DEL METABOLISMO DELLE PROTEINE GLI ERRORI CONGENITI

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA

GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA LE SCIENZE AGRARIE Tra OGM e agricolture alternative Firenze, 19 Aprile 2013 GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA Blanco Università degli Studi di Bari Aldo Moro A. La Dieta Mediterranea è caratterizzata dal

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Nozioni di base. cromosoma. 2. I cromosomi sono composti dal DNA. Ogni essere vivente è composto di cellule DNA. corpo cellulare

Nozioni di base. cromosoma. 2. I cromosomi sono composti dal DNA. Ogni essere vivente è composto di cellule DNA. corpo cellulare Nozioni di base cromosoma Ogni essere vivente è composto di cellule 2. I cromosomi sono composti dal DNA batterio cellula vegetale cellula muscolare cellula nervosa DNA corpo cellulare 1. I geni sono situati

Dettagli

A tavola con gli OGM. Mi stanno raccontando la verità?

A tavola con gli OGM. Mi stanno raccontando la verità? A tavola con gli OGM. Mi stanno raccontando la verità? Introduzione Gli Organismi Geneticamente Modificati (Ogm) sono un tema molto dibattuto negli ultimi anni: da una parte la comunità scientifica ha

Dettagli

mix di frutta & verdura

mix di frutta & verdura mix di frutta & verdura Uno dei modi migliori di concentrare il vostro fabbisogno giornaliero di frutta e verdura in un solo bicchiere. In effetti, assicurarvi di assumere tutta la frutta e la verdura

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Giuliano Mosca, Dipartimento Agronomia ambientale e Produzioni vegetali Università degli Studi di Padova 2.1 Introduzione Il frutto del

Dettagli

La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide

La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide Giuseppe Carli, Presidente Sezione colture industriali di ASSOSEMENTI Bergamo, 6 febbraio 2015 Il successo del mais il MAIS

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

Nella Ristorastione Scolastica

Nella Ristorastione Scolastica Nella Ristorastione Scolastica Marina Casazza 07/05/2014 Alimentazione vegetariana oggi LE RAGIONI PIU COMUNI: MOTIVI DI SALUTE MOTIVI ECOLOGICI MOTIVI FILOSOFICI E RELIGIOSI La motivazione SALUTISTICA

Dettagli

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore I TUMORI Il Rapporto Mondiale dell Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, dell Organizzazione Mondiale della Sanità, evidenzia come il cancro sia divenuto uno dei maggiori problemi per la sanità

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

Si conclude all Expo Milano il progetto della Libertas sport - cibo - salute 2015

Si conclude all Expo Milano il progetto della Libertas sport - cibo - salute 2015 ! 1 ottobre 2015 - Padiglione 73 - G17 Intesa Sanpaolo Si conclude all Expo Milano il progetto della Libertas sport - cibo - salute 2015 Enrico Fora direttore responsabile Libertas Sprint Si conclude nella

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Pesce al mercurio, carne alla diossina,

Pesce al mercurio, carne alla diossina, Pesce al mercurio, carne alla diossina, latte contaminato con inchiostro, mozzarelle blu, verdura e frutta con pesticidi: ma allora cosa possiamo mangiare? Martedì 16 ottobre 2012 Dr.ssa Vera Merzario

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

OGM e metodi di miglioramento genetico non invasivi: vantaggi e svantaggi

OGM e metodi di miglioramento genetico non invasivi: vantaggi e svantaggi OGM e metodi di miglioramento genetico non invasivi: vantaggi e svantaggi La selezione delle piante coltivate inizia con l abbandono da parte degli esseri umani della vita nomade, della caccia, della pesca

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Biotecnologie in agricoltura Realtà, sicurezza e futuro. a cura di Massimo Delledonne e Nicola Borzi

Biotecnologie in agricoltura Realtà, sicurezza e futuro. a cura di Massimo Delledonne e Nicola Borzi Biotecnologie in agricoltura Realtà, sicurezza e futuro a cura di Massimo Delledonne e Nicola Borzi Biotecnologie in agricoltura Realtà, sicurezza e futuro a cura di Massimo Delledonne e Nicola Borzi Assobiotec

Dettagli

Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT)

Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Gruppo di ricerca Sorveglianza del rischio alimentare Sorveglianza dell esposizione

Dettagli

Workshop Sinergie e innovazioni nell ortofloricoltura SINEFLOR. Dott. ssa Eleonora D Anna

Workshop Sinergie e innovazioni nell ortofloricoltura SINEFLOR. Dott. ssa Eleonora D Anna Workshop Sinergie e innovazioni nell ortofloricoltura SINEFLOR Dott. ssa Eleonora D Anna Il fuori suolo consente il superamento di fenomeni negativi quali la "stanchezza del terreno" e gli attacchi di

Dettagli

QUESTA BIODIVERSITA E IL PATRIMONIO STORICO DELL AGRICOLTURA

QUESTA BIODIVERSITA E IL PATRIMONIO STORICO DELL AGRICOLTURA I SEMI I semi sono un regalo della natura che i contadini, da sempre, si sono scambiati tra loro insieme a idee, conoscenze, cultura. QUESTA BIODIVERSITA E IL PATRIMONIO STORICO DELL AGRICOLTURA Gli agricoltori

Dettagli

l impatto degli OGM sull impresa agricola

l impatto degli OGM sull impresa agricola l impatto degli OGM sull impresa agricola dott. Gaetano Sinatti ASSOCIAZIONE TERRE DELL ADRIATICO via C. Pisacane, 32 60019 SENIGALLIA (AN) tel. 071-7930864 http://www.adrialand.it convegno OGM TRA SCIENZA

Dettagli

Alimentazione e nutrizione umana

Alimentazione e nutrizione umana Alimentazione e nutrizione umana Docente: Dipartimento: Indirizzo: Prof. Anna Tagliabue Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense Via Bassi, 21 20124 Pavia Telefono: 0382 987868/69 E-mail: Ricevimento:

Dettagli

Biocarburanti: un alternativa sostenibile?

Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Annalisa Zezza Istituto Nazionale di Economia Agraria zezza@inea.it Torvergata Roma 27 NOVEMBRE 2008 Il contesto aumento del prezzo dell energia e della dipendenza

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli