MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL"

Transcript

1 Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI UDINE DICEMBRE 2014 Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali Area degli interventi sociali e dell'integrazione socio-sanitaria Servizio sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali 1

2 Rilevazione ed elaborazione dati a cura di: Osservatorio delle Politiche Sociali - di Udine Ref. Eloisia Goriup Dicembre

3 PROFILO MINORI AMBITO 3.2 CARNIA MINORI CERTIFICATI L.104/ Tab. 1 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, anni Valori assoluti Tab. 2 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, anni , per sesso. Valori assoluti Tab. 3 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, al 30/09/2013 per classe d età. Valori assoluti e percentuale di e provinciale per classe d età Tab. 4 - Alunni certificati iscritti alle scuole statali aventi sede nell distrettuale 3.2 Carnia e in provincia di Udine negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014. Valori assoluti Tab. 5 Ore settimanali di sostegno nelle scuole statali aventi sede nell distrettuale 3.2 Carnia e in provincia di Udine negli anni scolastici 2010/11, 2011/12, 2012/13 e 2013/14. Valori assoluti Tab Alunni certificati iscritti alle scuole statali aventi sede o plesso nei comuni dell 3.2 Carnia nell anno scolastico 2013/2014. Valori assoluti Tab.7 - Alunni certificati per tipologia di gravità (art.3 comma 1 L.104/92 Handicap lieve e art.3 comma 3 L.104/92 Handicap grave) nelle scuole statali della provincia di Udine e dell distrettuale 3.2 Carnia, anno scolastico 2013/2014. Valori assoluti Tab. 8 - Alunni certificati iscritti alle scuole paritarie della di Udine e dell distrettuale 3.2 Carnia, negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014. Valori assoluti NOTA METODOLOGICA

4 MINORI CERTIFICATI L.104/92 Tab. 1 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, anni Valori assoluti. COMUNE AMARO 3 AMPEZZO 1 ARTA TERME CAVAZZO CARNICO 1 CERCIVENTO 1 COMEGLIANS ENEMONZO FORNI AVOLTRI FORNI DI SOPRA FORNI DI SOTTO LAUCO LIGOSULLO OVARO 1 1 PALUZZA PAULARO PRATO CARNICO 1 2 PREONE 1 RAVASCLETTO 1 RAVEO RIGOLATO SAURIS SOCCHIEVE 2 1 SUTRIO 1 2 TOLMEZZO TREPPO CARNICO VERZEGNIS VILLA SANTINA ZUGLIO Totale di Udine Regione FVG Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati ASS e La Nostra Famiglia. Dati riferiti al 30/09 di ciascun anno. NOTA: E stata rilevata, con riferimento agli anni , una sottostima dei minori certificati: l aumento registrato nel 2013 è dunque in parte connesso ad un maggior numero di certificazioni emesse, in parte ad un aggiornamento dei sistemi informativi dell ASS. Tab. 2 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, anni , per sesso. Valori assoluti Maschi Femmine Totale Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati ASS e La Nostra Famiglia. Dati riferiti al 30/09 di ciascun anno. 4

5 Tab. 3 - Minori certificati L.104/92 residenti nei Comuni dell distrettuale 3.2 Carnia, al 30/09/2013 per classe d età. Valori assoluti e percentuale di e provinciale per classe d età. COMUNE 0-2 anni 3-5anni 6-10 anni anni anni Totale 18 anni e minori oltre AMARO AMPEZZO 1 1 ARTA TERME CAVAZZO CARNICO 1 1 CERCIVENTO COMEGLIANS 1 ENEMONZO 1 1 FORNI AVOLTRI 1 1 FORNI DI SOPRA FORNI DI SOTTO LAUCO LIGOSULLO OVARO PALUZZA 1 1 PAULARO PRATO CARNICO PREONE RAVASCLETTO RAVEO RIGOLATO SAURIS SOCCHIEVE 2 SUTRIO 2 2 TOLMEZZO TREPPO CARNICO VERZEGNIS VILLA SANTINA ZUGLIO Ambito Tolmezzo di Udine Regione FVG Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati ASS e La Nostra Famiglia. Dati riferiti al 30/09 di ciascun anno Tab. 4 - Alunni certificati iscritti alle scuole statali aventi sede nell distrettuale 3.2 Carnia e in provincia di Udine negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014. Valori assoluti. Ordine scuola a.s. 2010/2011 a.s. 2011/2012 a.s 2012/2013 a.s 2013/2014 SCUOLE DELL'INFANZIA SCUOLE PRIMARIE GRADO GRADO Totale Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati USR FVG - Ufficio VIII Ambito territoriale provincia di Udine. 5

6 Tab. 5 Ore settimanali di sostegno nelle scuole statali aventi sede nell distrettuale 3.2 Carnia e in provincia di Udine negli anni scolastici 2010/11, 2011/12, 2012/13 e 2013/14. Valori assoluti. Ordine scuola SCUOLE DELL'INFANZIA a.s. 2010/2011 a.s. 2011/2012 a.s 2012/2013 a.s 2013/ ,5 132 SCUOLE PRIMARIE , GRADO , GRADO ,5 117 Totale ,0 691 Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati USR FVG - Ufficio VIII Ambito territoriale provincia di Udine. Tab Alunni certificati iscritti alle scuole statali aventi sede o plesso nei comuni dell 3.2 Carnia nell anno scolastico 2013/2014. Valori assoluti. COMUNE INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA SECONDARIA I GR II GR Totale AMARO 0 AMPEZZO 2 2 ARTA TERME CAVAZZO CARNICO 0 CERCIVENTO 1 1 COMEGLIANS 0 ENEMONZO FORNI AVOLTRI 1 1 FORNI DI SOPRA 0 FORNI DI SOTTO 1 1 LAUCO 0 LIGOSULLO 0 OVARO 1 1 PALUZZA 3 3 PAULARO 3 3 PRATO CARNICO 1 1 PREONE 0 RAVASCLETTO 0 RAVEO 0 RIGOLATO 0 SAURIS 0 SOCCHIEVE 0 SUTRIO 2 2 TOLMEZZO TREPPO CARNICO 0 VERZEGNIS VILLA SANTINA ZUGLIO 0 Totale % certificati su tot iscritti 1,7 1,2 2,5 1,0 1,5 di Udine % certificati su tot iscritti 1,5 2,4 3,0 1,3 2,0 Regione FVG % certificati su tot iscritti 1,3 2,4 3,0 1,5 2,1 Fonte: Regione elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati USR FVG - Ufficio VIII Ambito territoriale provincia di Udine. Dati al 31/12/

7 Tab.7 - Alunni certificati per tipologia di gravità (art.3 comma 1 L.104/92 Handicap lieve e art.3 comma 3 L.104/92 Handicap grave) nelle scuole statali della provincia di Udine e dell distrettuale 3.2 Carnia, anno scolastico 2013/2014. Valori assoluti. Ordine scuola Art.3 co.1 L.104/92 Art.3 co.3 L.104/92 Totale alunni certificati di cui di cui di cui SCUOLE DELL'INFANZIA SCUOLE PRIMARIE GRADO GRADO Totale Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati USR FVG - Ufficio VIII Ambito territoriale provincia di Udine. Tab. 8 - Alunni certificati iscritti alle scuole paritarie della di Udine e dell distrettuale 3.2 Carnia, negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014. Valori assoluti. Ordine scuola SCUOLE DELL'INFANZIA a.s. 2010/2011 a.s. 2011/2012 a.s 2012/2013 a.s 2013/ SCUOLE PRIMARIE GRADO 2 GRADO Totale Fonte: elaborazione CRDA-SISS di Udine su dati Ufficio Scolastico Regionale. 1 7

8 NOTA METODOLOGICA Di seguito vengono indicate le fonti di origine di ciascuna tipologia di dati qui presentati e alcune note metodologiche per guidarne l utilizzo. Minori certificati ASS - Neuropsichiatria Infantile e La Nostra Famiglia Il numero dei minori certificati L.104/92, è dato dalla somma dei dati forniti dalle Aziende per i Servizi Sanitari e di quelli della Nostra Famiglia. Le informazioni così sintetizzate sono riferite al numero di minori certificati al 30 settembre di ciascun anno e in carico ai rispettivi servizi e sono presentate disaggregate a livello di Comune di residenza del minore. Alunni certificati iscritti alle scuole statali e ore di sostegno - Ufficio Scolastico Regionale I dati si riferiscono agli alunni certificati L.104/92 iscritti nelle scuole statali ed hanno come fonte i quattro Uffici di territoriale (Udine, Gorizia, Trieste e Pordenone) dell USR FVG. Le informazioni sono presentate disaggregate per ordine di scuola (infanzia, primarie, secondarie di 1 grado e secondarie di 2 grado) negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014. Non sono qui compresi i dati relativi agli alunni certificati frequentanti la scuola Primaria presso L Associazione La Nostra Famiglia di Pasian di Prato, regolata da specifica Convenzione tra l Associazione stessa e l Ufficio Scolastico Regionale del FVG - Direzione Regionale. Oltre al numeri di certificati iscritti ai diversi ordini scolastici viene riportato, per le sole scuole statali, il dato relativo alle ore di sostegno complessivamente assegnate: sono le ore attribuite agli insegnanti di sostegno, insegnanti specializzati, previsti dalla Legge 517/77, assegnati in piena contitolarità con gli altri docenti, alle classi in cui sono inseriti alunni disabili. Il rapporto tra monte ore di sostegno e numero di alunni certificati è, a livello complessivo provinciale, approssimativamente pari a 2, ovvero 1 insegnante (cattedra a tempo pieno) ogni 2 alunni certificati. Le ore equivalenti a una cattedra a tempo pieno sono: 25 ore per la scuola dell infanzia, 24 ore per la scuola primaria, 18 ore per le scuole secondarie di primo e secondo grado. L assegnazione delle ore ai singoli Istituti, intesi di ogni ordine e grado, viene fatta in base ai posti di sostegno che annualmente il MIUR mette a disposizione dell USR (Ufficio Scolastico Regionale), che a sua volta assegna un contingente di posti alle singole province (USP) in base alle iscrizioni degli alunni disabili al SIDI (anagrafe ministeriale). L Ufficio Scolastico provinciale provvede ad assegnare annualmente i posti di sostegno, dopo aver consultato il GLIP (gruppo di lavoro interistituzionale provinciale), che condivide, per l anno scolastico entrante, i criteri di assegnazione del monte ore settimanale di sostegno alle singole scuole, sulla base della valutazione delle condizioni relative agli alunni disabili iscritti. Sarà poi la Commissione operativa, GLHO (Gruppo di Lavoro per l Handicap Operativo provinciale), formata da insegnanti e dirigenti scolastici, a valutare ogni singolo alunno sulla base della documentazione presentata e del piano educativo individuale (PEI), assegnando le relative ore. Minori certificati scuole paritarie - Ufficio Scolastico Regionale I dati si riferiscono agli alunni certificati L.104/92 iscritti nelle scuole paritarie ed hanno come fonte l Ufficio Scolastico Regionale. Le informazioni sono presentate disaggregate per ordine di scuola (infanzia, primarie, secondarie di 1 grado e secondarie di 2 grado) negli anni scolastici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014 con un dettaglio di sulla base della sede dell istituto scolastico. Per le scuole paritarie non vi è l assegnazione di ore di sostegno come per le scuole statali, ma è previsto un rimborso spese annuale sulla base del numero di alunni disabili presenti. Non è inoltre disponibile il dato relativo alla gravità dell alunno. I dati relativi agli alunni certificati L.104/92 iscritti sia alle scuole statali, che a quelle non statali della provincia (tab 4-8) sono stati elaborati per distrettuale con riferimento al Comune sede di plesso scolastico o di scuola e non sulla base della residenza dei minori, come invece sono stati rilevati i dati delle Aziende per i Servizi Sanitari e de La Nostra Famiglia (tab 1-3). Se per i primi ordini scolastici (infanzia e primaria) può esserci una certa approssimazione tra i dati provenienti dalle due fonti, per gli 8

9 ordini successivi, data anche la mobilità scolastica territoriale degli alunni, i due dati non risultano comparabili. Si segnala, inoltre, che sono stati monitorati a livello provinciale complessivamente 115 ragazzi certificati ai sensi della L.104/92, frequentanti, nell anno formativo 2013/2014, i corsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) attivati sul territorio della provincia di Udine presso gli enti di formazione accreditati. Questo dato va ad integrare quello relativo ai certificati frequentanti le scuole secondarie di secondo grado. 9

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.1 Gemonese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.1 Sacile MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO MINORI ANNO 2013/2014 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE SOCIALI DELLA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.2 Tarcento MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.1 Gemonese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.3 Cividalese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.3 Cividalese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006)

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA 33028 TOLMEZZO (UD) Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) Pag. 1 di 12 Il presente report

Dettagli

Popolazione, giovani e lavoro in Carnia osservatorio della montagna friulana

Popolazione, giovani e lavoro in Carnia osservatorio della montagna friulana Popolazione, giovani e lavoro in Carnia osservatorio della montagna friulana 1 Popolazione, giovani e lavoro in Carnia 1 La popolazione residente in Carnia al censimento del 2011 raggiunge le 38.554 unità.

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI. Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI. Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1. Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.2 Trieste MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ - SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER

MATERIALI DI LAVORO PER Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.3 Muggia San Dorligo della Valle - Dolina MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ - SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.1 Duino Aurisina MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ - SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE

Dettagli

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015 La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo Gennaio 2015 osservatorio della montagna friulana ANALISI SOCIO ECONOMICA DELLA MONTAGNA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA gennaio 2015 Via Morpurgo 4-33100

Dettagli

I dati sulla disabilità

I dati sulla disabilità I dati sulla disabilità In applicazione alla Legge 104/92 viene effettuato l accertamento della presenza di handicap in situazione di gravità. Complessivamente nell anno 2004 nella U.S.L. 5 sono stati

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

Ambito distrettuale della Carnia 3.21

Ambito distrettuale della Carnia 3.21 Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali PDZ 2013-2015 Ambito distrettuale della Carnia 3.21 Materiali di lavoro per la stesura del profilo di comunità Marzo 2012 In collaborazione

Dettagli

Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia

Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia Materiali di lavoro per la costruzione del profilo di comunità PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Circolare n. 347 Trieste, 08 giugno 2013

Circolare n. 347 Trieste, 08 giugno 2013 LICEO ARTISTICO e ISTITUTO STATALE D ARTE Enrico e Umberto NORDIO Distretto scolastico n. XVII - 34143 TRIESTE Via Calvola, 2 - Tel. (040) 30.06.60 - Fax (040) 31.16.46 - Cod. Fisc. 80019860321 Circolare

Dettagli

Regolamento per i servizi di assistenza scolastica qualificata e di trasporto scolastico a favore degli studenti diversamente abili frequentanti gli

Regolamento per i servizi di assistenza scolastica qualificata e di trasporto scolastico a favore degli studenti diversamente abili frequentanti gli Regolamento per i servizi di assistenza scolastica qualificata e di trasporto scolastico a favore degli studenti diversamente abili frequentanti gli istituti scolastici superiori di secondo grado della

Dettagli

5 La popolazione disabile

5 La popolazione disabile 5 La popolazione disabile Problematiche inerenti alle fonti dei dati sulla disabilità L Osservatorio per le politiche sociali dell Amministrazione Provinciale ha intrapreso un complesso lavoro di censimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio III

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio III Prot. n. AOODRCAL17520 Catanzaro,17/10/2013 Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali Provinciali della Calabria Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Statali di Istruzione Secondaria di II grado della Calabria

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GRUPPO DI LAVORO PER L HANDICAP. Art. 1 - Istituzione del Gruppo di Lavoro sull'handicap dell'i.c. di Belvedere M.mo.

REGOLAMENTO DEL GRUPPO DI LAVORO PER L HANDICAP. Art. 1 - Istituzione del Gruppo di Lavoro sull'handicap dell'i.c. di Belvedere M.mo. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia-Scuola Primaria- Scuola Secondaria Statale Padre G. Puglisi VIA G.FORTUNATO, 10 87021 BELVEDERE M. MO (CS) Tel. e Fax 0985/82923 - E mail: csic8as00c@istruzione.it

Dettagli

GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO DEGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP

GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO DEGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP ISTITUTO COMPRENSIVO E. CURTI GEMONIO Pagina 1 di 6 GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO DEGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP Entro i termini e i criteri previsti dalla legge, sulla base del numero di

Dettagli

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione Componenti : Buono Scuola, Disabilità, Integrazione al reddito Destinatari Studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti corsi a gestione ordinaria presso

Dettagli

Convegno Nazionale 25 26 settembre 2009 COMUNE DI VIGEVANO LA FAMIGLIA CON PERSONA DISABILE INTERVENTO OLISTICO

Convegno Nazionale 25 26 settembre 2009 COMUNE DI VIGEVANO LA FAMIGLIA CON PERSONA DISABILE INTERVENTO OLISTICO Convegno Nazionale 25 26 settembre 2009 COMUNE DI VIGEVANO LA FAMIGLIA CON PERSONA DISABILE INTERVENTO OLISTICO L AIUTO SCOLASTICO LA FAMIGLIA Dott. Eugenia Rossana Fabiano Dirigente Scolastico Fase di

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ufficio IV dirigenti scolastici e personale della scuola

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ufficio IV dirigenti scolastici e personale della scuola Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ufficio IV dirigenti scolastici e personale della scuola Prot.n.AOODRPU 6009 Bari, 26 agosto 2013 il dirigente: C.Nappi Ai Dirigenti degli

Dettagli

GAL EUROLEADER S. CONS. A R.L.

GAL EUROLEADER S. CONS. A R.L. integrato Posizione in graduatoria Tipo di progetto umero domanda di aiuto Data domanda di aiuto Richiedente Localizzazione dell'intervento Costo previsto (euro) Costo totale ammesso (euro) Aiuto concedibile

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Direzione Generale Prot. MIURAOODRLO R.U. 22232 Milano, 9 dicembre 2009 Ai Signori Dirigenti degli UU.SS.PP. della Lombardia Ai Signori Dirigenti delle Istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado della Lombardia

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola Secondaria di I grado M.M.Boiardo - Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA FINALITA Questo documento contiene informazioni, principi, criteri ed indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per l inclusione degli alunni

Dettagli

VADEMECUM PER L INSEGNANTE DI SOSTEGNO

VADEMECUM PER L INSEGNANTE DI SOSTEGNO VADEMECUM PER L INSEGNANTE DI SOSTEGNO a cura di Irene Baratella Funzione Strumentale per l Integrazione dell I.C. B. Bizio di Longare (VI) - a.s. 2006-2007 aggiornato dalle Funzioni Strumentali delle

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI 1 Art. 1 oggetto 1.1 - Il presente Regolamento disciplina l assegnazione, agli Istituti secondari di secondo grado

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI SERVIZI DEDICATI AGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Nuove norme in materia di diritto allo studio degli alunni con disabilità e di insegnanti di sostegno

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Nuove norme in materia di diritto allo studio degli alunni con disabilità e di insegnanti di sostegno Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1561 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI FARINA Nuove norme in materia di diritto allo studio degli alunni con disabilità e

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

LE PRECEDENZE PER L HANDICAP

LE PRECEDENZE PER L HANDICAP MOBILITA PER L A.S. 2013/2014 CCNI 11 MARZO 2013 O.M. n. 9 del 13 marzo 2013 LE PRECEDENZE PER L HANDICAP NOTA BENE LE NOVITÀ INTRODOTTE PER L A.S. 2013/2014 Campo di applicazione del sistema delle precedenze

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO SULL HANDICAP DI CIRCOLO/ISTITUTO I.S.I.S. Leonardo Da Vinci di Firenze martedì 5 marzo 2013

IL GRUPPO DI LAVORO SULL HANDICAP DI CIRCOLO/ISTITUTO I.S.I.S. Leonardo Da Vinci di Firenze martedì 5 marzo 2013 IL GRUPPO DI LAVORO SULL HANDICAP DI CIRCOLO/ISTITUTO I.S.I.S. Leonardo Da Vinci di Firenze martedì 5 marzo 2013 Il Referente per l Integrazione Ufficio Scolastico Territoriale di Firenze Giuseppe Panetta

Dettagli

(Riservato agli aspiranti che hanno conseguito l abilitazione dopo il 31/07/2014, secondo quanto disposto dal D.M. 03/06/2015 n.

(Riservato agli aspiranti che hanno conseguito l abilitazione dopo il 31/07/2014, secondo quanto disposto dal D.M. 03/06/2015 n. Modello B GRADUATORIE DI CIRCOLO E D'ISTITUTO DEL PERSONALE DOCENTE PER GLI ANNCOLASTICI 2014/2015, 2015/2016 e 2016/17 MODELLO DCELTA DELLE ISTITUZIONCOLASTICHE (Riservato agli aspiranti che hanno conseguito

Dettagli

Prot. MIUR AOO DRLO R.U. n. 18319 Milano, 1.10.2009. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole ed Istituti di ogni ordine e grado della REGIONE Lombardia

Prot. MIUR AOO DRLO R.U. n. 18319 Milano, 1.10.2009. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole ed Istituti di ogni ordine e grado della REGIONE Lombardia Prot. MIUR AOO DRLO R.U. n. 18319 Milano, 1.10.2009 Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole ed Istituti di ogni ordine e grado della REGIONE Lombardia p.c. Al Dirigente Scolastico I.C. di Dresano scuola polo

Dettagli

Bisogni e risposte coordinate d intervento provinciale dei servizi promossi dalla rete dei C.T.I. per la provincia a supporto alle scuole.

Bisogni e risposte coordinate d intervento provinciale dei servizi promossi dalla rete dei C.T.I. per la provincia a supporto alle scuole. Conferenza-SEMINARIO di servizio Normativa Bisogni Educativi Speciali: identificare linee comuni operative. Bisogni e risposte coordinate d intervento provinciale dei servizi promossi dalla rete dei C.T.I.

Dettagli

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE LA NUOVA TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER LA TERZA FASCIA Decreto Ministeriale n. 27 del 15.3.2007 SCHEDE LA NUOVA TABELLA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA FASCIA

Dettagli

Il DIRIGENTE P. IENNACO

Il DIRIGENTE P. IENNACO Prot. n. 19665 Torino 29 giugno 2009 Circ. n. 322 Ai Dirigenti Scolastici Istruzione secondaria di II grado Torino e Provincia Oggetto: C.C.N.I. del 26/6/2009 concernente le utilizzazioni e le assegnazioni

Dettagli

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16 Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Dirigenze scolastiche statali a.s. 2015/16 Provincia Direzione didattica Istituto comprensivo Scuola

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA (SASS) DEL COMUNE DI CARLOFORTE

LINEE GUIDA PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA (SASS) DEL COMUNE DI CARLOFORTE Allegato 4 AREA CULTURA DEMOGRAFICI SERVIZI SOCIALI COMUNE DI CARLOFORTE PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS UFFICIO SERVIZI SOCIALI LINEE GUIDA PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA (SASS)

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI COMUNE DI SAN FERDINANDO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AREA AMMINISTRATIVA- DEMOGRAFICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA,

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Provincia di Trieste Area Servizi

Dettagli

Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE

Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE Unità Operativa n. 4 Area IV Ufficio I Ufficio Scuola Primaria e Infanzia Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE VISTO il dlg.vo 297/1994 e succ.modifiche ed integrazioni; VISTA la legge 124/99 VISTO

Dettagli

PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012

PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012 \ PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI CAMPORGIANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2011/2012 Vista la L.R. 32 del 26.7.02 Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia

Dettagli

A livello generale, in base alla Normativa di riferimento, la valutazione degli alunni BES deve:

A livello generale, in base alla Normativa di riferimento, la valutazione degli alunni BES deve: ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI QUINTO DI TREVISO SCUOLA PRIMARIA e SECONDARIA di I GRADO Via Donatori del Sangue, 1-31055 Quinto di Treviso - Tel. 0422/379357 - Fax 0422/479476 e-mail: segreteria@icquintotv.gov.

Dettagli

Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO

Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELL UMBRIA Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PREMESSA Relativamente

Dettagli

MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 LE PRECEDENZE PER L HANDICAP

MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 LE PRECEDENZE PER L HANDICAP MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 PERSONALE DOCENTE LE PRECEDENZE PER L HANDICAP LE PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE PER L A.S. 2016/2017 Il sistema delle precedenze è regolamentato:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia - Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Prot. n. NOTE ORGANIZZATIVE PER UNA CORRETTA GESTIONE

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione In riferimento alla normativa vigente (leggi 104/92, 170/2010 e direttiva del Miur sui BES del 27/12/2012) si è costituito dallo scorso a.s.

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Dalla lettura alla stesura

Dalla lettura alla stesura Dalla lettura alla stesura Elenco dei documenti (documenti diagnostici) DOCUMENTAZIONE Richiesta di accertamento per un/a alunno/a (allegato1a) Diagnosi Funzionale (allegato 2B) Valutazione Funzionale

Dettagli

OGGETTO: INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI ATTRAVERSO L INSEGNAMENTO DI SOSTEGNO

OGGETTO: INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI ATTRAVERSO L INSEGNAMENTO DI SOSTEGNO Al Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca INTERROGAZIONE a risposta scritta OGGETTO: INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI ATTRAVERSO L INSEGNAMENTO DI SOSTEGNO Premesso che:

Dettagli

DICHIARA. che..l.. sig. a cui chiede di ricongiungersi, si trova nel seguente rapporto di parentela : coniuge / genitore / figlio/a con il/la docente

DICHIARA. che..l.. sig. a cui chiede di ricongiungersi, si trova nel seguente rapporto di parentela : coniuge / genitore / figlio/a con il/la docente DICHIARAZIONE PERSONALE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE PERSONALE DOCENTE (Art.2 L. 04/01/1968 n.15, art.3 L. 127/97, D.P.R. n.403/98 e art.15 L.12/11/2011 n.183) l... sottoscritt nat a ( ) il, docente con

Dettagli

1 Assistenza specialistica per gli alunni diversamente abili

1 Assistenza specialistica per gli alunni diversamente abili SCHEDA DI RIEPILOGO Contributi alunni DVA LA SCUOLA/ DD/ IC/ SMS/ ISTITUTO Via N. Cap Zona tel. fax e-mail 1 DELL INFANZIA A Statale B Paritaria 2 PRIMARIA A Statale B Paritaria 3 SECONDARIA DI I GRADO

Dettagli

I dati del sistema scolastico nel Lazio

I dati del sistema scolastico nel Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio anno scolastico 2013-2014 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via L. Pianciani,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Relazioni internazionali e lingue straniere Incontro con le OO. SS. del 21 dicembre 2010 DOCUMENTO

Dettagli

5. Risultati scolastici nelle scuole statali

5. Risultati scolastici nelle scuole statali 5. Risultati scolastici nelle scuole statali 5.1 Ritardo-parità-anticipo nella scuola secondaria di primo e secondo grado In questo terzo rapporto sulla scuola si è deciso di proseguire l analisi relativa

Dettagli

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione

DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione ALLEGATO A alla ibera n. DOTE SCUOLA - Percorsi di Istruzione Componente : buono scuola Studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti corsi a gestione ordinaria presso le scuole primarie, secondarie

Dettagli

e.p.c. Alla Regione Veneto Direzione Istruzione VENEZIA Al Dirigente Ufficio VI Al Dirigente Ufficio IV SEDE

e.p.c. Alla Regione Veneto Direzione Istruzione VENEZIA Al Dirigente Ufficio VI Al Dirigente Ufficio IV SEDE Prot. MIUR.AOODRVE.UFF.III/ 4511/D11 Venezia, 18 aprile 2013 Ai Dirigenti Uffici Scolastici territoriali Ai Dirigenti Scolastici Direzioni Didattiche e Istituti Comprensivi e.p.c. Alla Regione Veneto Direzione

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA GESTIONE DELL ATTIVITA DI SOSTEGNO (PER STUDENTI IN SITUAZIONE DI HANDICAP)

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA GESTIONE DELL ATTIVITA DI SOSTEGNO (PER STUDENTI IN SITUAZIONE DI HANDICAP) NORME UNI EN ISO 9001:2008 Pag. 1 di 6 GESTIONE L ATTIVITA DI Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA' 4 PROCEDURA 4.1 Definizione delle modalità procedurali 4.2 Modalità di verifica

Dettagli

CRITERI PER L AMMISSIONE DELLE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA- PRIMARIA- SECONDARIA di 1 GRADO.

CRITERI PER L AMMISSIONE DELLE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA- PRIMARIA- SECONDARIA di 1 GRADO. ISTITUTO COMPRENSIVO COMO LAGO Scuola Infanzia Primaria Secondaria I Via Brambilla 49-22100 Como tel. 031/308552 e-mail: COIC809002@PEC.ISTRUZIONE.IT uffici coic809002@istruzione.it c.f. 95064880131 CRITERI

Dettagli

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Dossier statistico 2013 a cura di In collaborazione con: Presentazione Il dossier illustra in forma grafica la consistenza, in Friuli Venezia Giulia, del Terzo

Dettagli

ACCORDI DI PROGRAMMA

ACCORDI DI PROGRAMMA ACCORDI DI PROGRAMMA Regolamento modalità e criteri per l individuazione dell alunno come soggetto in situazione di handicap ai sensi dell art.35, comma 7, L. 27/12/2002 n 289 È un processo che va: - dalla

Dettagli

TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) TRIANGOLAZIONE:

TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) TRIANGOLAZIONE: TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) Rilevazione dei dati principali TRIANGOLAZIONE: dell anno scolastico

Dettagli

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE VISTA la legge regionale 27 marzo 1996, n. 18 e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare l articolo 6, comma 1 della stessa; VISTA la legge 8

Dettagli

1 PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO A PARTIRE DAI BANCHI DI SCUOLA

1 PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO A PARTIRE DAI BANCHI DI SCUOLA ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CATANIA E ASSESSORATO REGIONALE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE AZIENDA USL 3 DI CATANIA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SCOLASTICHE DEL

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 MACRO OBIETTIVO 7 Codici indicatori: 7.6.1 PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 Programma: Mantenimento e Implementazione del Sistema per supportare le istituzioni scolastiche nella promozione della

Dettagli

P.E.I. Piano Educativo Individualizzato. Anno Scolastico 201 /

P.E.I. Piano Educativo Individualizzato. Anno Scolastico 201 / P.E.I Piano Educativo Individualizzato Anno Scolastico 201 / COMPONENTI DEL GRUPPO DI LAVORO Scuola Dirigente Scolastico Docente/i di sostegno Docenti curriculari Azienda Sanitaria Enti Locali Famiglia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE N. 354. Norme sull informazione e sull educazione sessuale nelle scuole. Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE N. 354. Norme sull informazione e sull educazione sessuale nelle scuole. Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 354 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ALBERTA DE SIMONE Norme sull informazione e sull educazione sessuale nelle scuole Presentata

Dettagli

QUESTIONARIO PER ASSISTENTI EDUCATORI

QUESTIONARIO PER ASSISTENTI EDUCATORI Pagina1 QUESTIONARIO PER ASSISTENTI EDUCATORI PROFILO ANAGRAFICO 1. SESSO M F Età PROFILO PROFESSIONALE 2. Presta servizio come educatore in una sola scuola o più scuole? In una sola scuola in n. scuole

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria RICONOSCIMENTO DEI CREDITI ORARI a.a. 2015/16 Tirocinio Nuovo Ordinamento Approvato dal Consiglio di Corso di Studio

Dettagli

MONITORAGGIO PROTOCOLLO D INTESA 2011-16 RILEVAZIONE A.S. 2012-13 CTI MONZA B. CENTRO-EST-OVEST 2012-13

MONITORAGGIO PROTOCOLLO D INTESA 2011-16 RILEVAZIONE A.S. 2012-13 CTI MONZA B. CENTRO-EST-OVEST 2012-13 MONITORAGGIO PROTOCOLLO D INTESA 2011-16 RILEVAZIONE A.S. 2012-13 Il monitoraggio dell applicazione del Protocollo d Intesa 104 è stato somministrato alle scuole statali e paritarie della provincia di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani, 32 00185 Roma

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani, 32 00185 Roma Circolare n. 1 Roma, 28 gennaio 2014 (prot. 2792 del 28/1/2014) Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado del Lazio Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali di, Frosinone, Latina,

Dettagli

Presentazione. Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015

Presentazione. Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015 Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015 Presentazione Il personale della scuola ha la possibilità di partecipare alla mobilità annuale, cioè di poter

Dettagli

7. Domanda di ammissione al nido per figli gemelli p. 5. 9. Madre in gravidanza (con certificazione medica) p. 2

7. Domanda di ammissione al nido per figli gemelli p. 5. 9. Madre in gravidanza (con certificazione medica) p. 2 CRITERI, PUNTEGGI E MODALITA DI VALUTAZIONE PER LA REDAZIONE DELLA GRADUATORIA DI AMMISSIONE AL NIDO D INFANZIA Approvati con Deliberazione di Giunta Comunale n. 49 del 3 maggio 2007 A. COMPOSIZIONE NUCLEO

Dettagli

IL DIRIGENTE VISTO VISTE VISTA VISTA VISTI. MPI AOOUSPRM. Registro Ufficiale Roma, 21.08.2015 prot. n- 19539 USCITA

IL DIRIGENTE VISTO VISTE VISTA VISTA VISTI. MPI AOOUSPRM. Registro Ufficiale Roma, 21.08.2015 prot. n- 19539 USCITA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio VI - Ambito territoriale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma - sito: http://www.atpromaistruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge

Dettagli

Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione

Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione Contributi di approfondimento Seminario residenziale per lo Staff regionale e i Nuclei provinciali Gianna Barbieri 3 4 marzo 2015 Salsomaggiore Terme, Parma Il

Dettagli

SOS servizi in Alto Friuli

SOS servizi in Alto Friuli SOS servizi in Alto Friuli Gemona del Friuli, 12 Marzo 2015 Sos Servizi in Alto Friuli 1 Il futuro assetto territoriale UTI N. COMUNI POPOLAZIONE SUPERFICIE DENSITA CARNIA 28 38.554 1.223,9 31,50 ALTO

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE DI SUPPORTO

CENTRO TERRITORIALE DI SUPPORTO CENTRO TERRITORIALE DI SUPPORTO C/o I.I.S F.S. Nitti Via Anzio snc 85100 POTENZA Tel. 0971/45390 fax. 0971/441638 pzis023004@istruzione.it pzis023004@pec.istruzione.it Progetto Sportello Provinciale per

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione SEZIONE SITUAZIONE ANAGRAFICA SEZIONE STATO GIURIDICO (barrare la casella relativa) A. B. C. D. E. Dirigente scolastico di istituto statale di istruzione secondaria superiore, di Convitto nazionale o di

Dettagli

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA D M 27/12/2012 e CM n. 8 del 6/3/2013 per l anno scolastico 2015-16 Proposta dal GLI d istituto in data 26-05-2015 Deliberato dal collegio dei docenti in data 04-06-2015

Dettagli

I dati del sistema scolastico nel Lazio

I dati del sistema scolastico nel Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio anno scolastico 2014-2015 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via L. Pianciani,

Dettagli

VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI

VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI sul tema: ORGANICO DI DIRITTO del personale docente a.s. 2007/08 Relatrice: Maria Luisa Altomonte IL SISTEMA SCOLASTICO STATALE IN EMILIA ROMAGNA LE - 1 Le sedi

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione A.S. 2012/13 - PARTE I - ANALISI DEI PUNTI DI FORZA E DI CRITICITÀ

Piano Annuale per l Inclusione A.S. 2012/13 - PARTE I - ANALISI DEI PUNTI DI FORZA E DI CRITICITÀ Prot. n 5090 C/23 del 22.06.2013 Piano Annuale per l Inclusione A.S. 2012/13 - PARTE I - ANALI DEI PUNTI DI FORZA E DI CRITICITÀ A. Rilevazione dei BES presenti: N 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Prot. n. 4286 Venezia, 27 giugno 2005

Prot. n. 4286 Venezia, 27 giugno 2005 MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO - DIREZIONE GENERALE Calle dei Miracoli - Cannaregio 6071-30131 VENEZIA Ufficio III - Politiche del

Dettagli

Progetto Comes, sostegno all handicap

Progetto Comes, sostegno all handicap TITOLO Progetto Comes, sostegno all handicap TEMPI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 Destinatari Minori disabili (fascia d età 3/14 anni) frequentanti la scuola dell obbligo, affetti da patologie varie: ipoacusia,

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO IV Reclutamento, assegnazione, gestione e formazione delle risorse umane

Dettagli

I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia

I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia 1 luglio 2015 #lavoro Rassegna Stampa Messaggero Veneto2lug2015 Il Piccolo 2lug2015 TG3 RAI FVG 1lug2015 I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia Anche in Friuli Venezia Giulia il mercato del lavoro

Dettagli

N. 423 DEL 09.09.2008

N. 423 DEL 09.09.2008 N. 423 DEL 09.09.2008 ASILI NIDO - APPROVAZIONE PROGETTO PER L INSERIMENTO DI BAMBINI CON DISABILITÀ NEGLI ASILI NIDO COMUNALI - ANNO SCOLASTICO 2008/2009 LA GIUNTA COMUNALE Vista la Legge Regionale 27/94

Dettagli

La Legge n. 170/2010 e il Decreto attuativo. Quali ricadute nella scuola? Tamara Zappaterra, Università di Firenze

La Legge n. 170/2010 e il Decreto attuativo. Quali ricadute nella scuola? Tamara Zappaterra, Università di Firenze La Legge n. 170/2010 e il Decreto attuativo. Quali ricadute nella scuola? Tamara Zappaterra, Università di Firenze 1 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di Disturbi Specifici di Apprendimento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado I. Nievo Comuni di Cinto Caomaggiore Gruaro - Pramaggiore

Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado I. Nievo Comuni di Cinto Caomaggiore Gruaro - Pramaggiore OGGETTO: Schema di sintesi del Protocollo per l accoglienza e l inserimento degli alunni stranieri, proposto dalla Commissione Intercultura, a.s. 2008-2009 Capitolo di protocollo ISCRIZIONE AMBITO AMMINISTRATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ Istituto Statale di Istruzione Superiore Devilla Dessì La Marmora - Giovanni XXIII Via Donizetti, 1 Via Monte Grappa, 2-07100 Sassari, Tel 0792592016-210312 Fax 079 2590680 REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

BES e PEI :Corso pratico e teorico per l inclusione scolastica

BES e PEI :Corso pratico e teorico per l inclusione scolastica Agenzia per la valorizzazione dell individuo nelle organizzazioni di servizio Corso di formazione BES e PEI :Corso pratico e teorico per l inclusione scolastica Sito internet: www.avios.it E-mail: avios@avios.it

Dettagli