QuikRead. Strep A. Cat. No ITALIAN

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QuikRead. Strep A. Cat. No. 06152 36021-4 ITALIAN"

Transcript

1 QuikRead Strep A Cat. No ITALIAN

2 Spiegazione dei simboli Italiano Per uso diagnostico in vitro Codice Numero di lotto Utilizzare entro/scadenza Stabilità flaconcino aperto Non reutilizzare Store at C Conser va zione Consultare le istruzioni per l uso Produttore Contenuto Capsule reagenti per Strep A Reagente di estrazione Reagente di estrazione 2 Tampone di reazione Controllo positivo Origine: coniglio Origine: humana Antigene Contiene sodio azide Xn, nocivo, contiene sodio azide 0. <.0 % T, tossico, contiene nitrito di sodio R: Tossico se ingerito 2

3 QuikRead Strep A Cat. No Istruzioni per l uso 3

4 Italiano QuikRead Strep A Uso previsto e indicazioni per l uso QuikRead Strep A è previsto per la rilevazione di Streptococcus pyogenes (Streptococcus di gruppo A o Strep A) da campioni faringei provenienti da pazienti sospettati di avere una faringite da Strep A. Il test è eseguito tramite il QuikRead /QuikRead 0 Instrument. Solo per uso diagnostico in vitro. 2 Premessa La faringite acuta, o mal di gola, è un motivo comune per visitare un medico,2,3,4. Il mal di gola è comunemente imputabile a una risposta infiammatoria dovuta a un infezione virale o batterica 2,3. Lo Streptococcus pyogenes è la causa batterica più comune 3. Gli Streptococchi di gruppo A sono batteri ß-emolitici gram-positivi che, oltre al mal di gola, causano svariati altri tipi di infezione, da lieve a grave 5. I sintomi del mal di gola da Strep A sono simili a quelli del mal di gola causati da altri agenti 2,4. Il mal di gola da Strep A colpisce maggiormente i bambini in età scolastica e i giovani 2,3,5. Un mal di gola da Strep A non curato dura di solito meno di dieci giorni,3. Il contagio può avvenire nel corso della malattia e per circa una settimana dopo 3. La terapia antibiotica riduce la durata dei sintomi,6. Poiché i sintomi individuali non possono essere utilizzati per una diagnosi accurata del mal di gola da Strep A, la diagnosi deve essere basata su dati clinici ed epidemiologici, supportati da test di laboratorio 2,3,4. 3 Principio del test Il QuikRead Strep A è un test immunoturbidimetrico che utilizza microparticelle coattate con anticorpi anti Strep A di coniglio. Gli antigeni di Strep A presenti nel campione reagiscono con le microparticelle e il cambiamento risultante nella torbidità della soluzione è misurato dal QuikRead Instrument. Il campione faringeo è prelevato con un tampone faringeo QuikRead Strep A in dacron. In seguito, il tampone è posto in una cuvetta vuota, in cui si aggiungono i reagenti di estrazione e 2. Il colore rosso del reagente di estrazione 2 vira al giallo-arancio e, in tal modo, indica l inizio dell estrazione. La soluzione tampone (0,8 ml) è aggiunta sopra agli altri reagenti e al tampone faringeo. La soluzione vira al rosso, indicando il successo della neutralizzazione. I reagenti sono precalibrati e la lettura del cut-off è codificata sulla scheda magnetica fornita con ogni kit. Il QuikRead instrument indica la presenza di Strep A entro i limiti misurabili, visualizzando la scritta POSITIVO STREP A. 4 Contenuto del kit QuikRead Strep A Contenuto Capsule reagenti Strep A Reagente di estrazione Reagente di estrazione 2 Tampone di reazione Controllo positivo Cuvette Tamponi faringei QuikRead Strep A Scheda magnetica Istruzioni per l uso Cat. N test 2 x 25 6 ml 6 ml 00 ml ml I reagenti contengono sodio azide. Il reagente di estrazione contiene acido acetico, mentre il reagente di estrazione 2 contiene nitrito di sodio. Consultare la sezione 6 Avvertenze e precauzioni. 4

5 5 Materiali richiesti ma non forniti QuikRead Instrument / QuikRead 0 Instrument - QuikRead Instrument con ml Dispensatore o - QuikRead 0 Instrument con ml Dispensatore o - QuikRead 0 Instrument senza Dispensatore + QuikRead 0.8 ml Dispensatore (Strep A) Cat. N Avvertenze e precauzioni Informazioni su salute e sicurezza Solo per uso diagnostico in vitro. Non fumare, mangiare o bere nelle aree in cui si maneggiano i campioni o i reagenti del kit. Indossare indumenti protettivi e guanti monouso mentre si maneggiano i campioni o i reagenti del kit e lavarsi bene le mani subito dopo. In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente con abbondante acqua e consultare un medico. A seguito di contatto cutaneo, lavare immediatamente con abbondante acqua. Non respirare il prodotto vaporizzato. Allontanare il prodotto da acidi e materiali infiammabili. Le capsule reagenti Strep A contengono <% di sodio azide come conservante. Il sodio azide è nocivo se inalato, ingerito o a contatto con la pelle. Sussiste un pericolo di danno per la salute dopo esposizione prolungata. Non fumare, mangiare o bere nei locali in cui si maneggiano i campioni o i reagenti del kit. Indossare indumenti e guanti monouso. Evitare il contatto con la pelle e gli occhi. A seguito di contatto cutaneo, lavare immediatamente con abbondante acqua. I reagenti liquidi e reidratati contengono <0,% di sodio azide, che non è considerata una concentrazione nociva. La sodio azide libera gas tossici, se a contatto con acidi. Le azidi possono reagire con tubature metalliche, formando composti esplosivi. La reazione dell azide può essere evitata risciacquando abbondantemente con acqua prima di smaltire i reagenti. Il reagente di estrazione 2 contiene nitrito di sodio ed è tossico. La frase di rischio (R) appropriata è: R25 Tossico per ingestione. Tutti i campioni dei pazienti devono essere trattati come materiale potenzialmente infetto. Il rovesciamento di materiale potenzialmente infetto deve essere rimosso immediatamente con carta assorbente e le aree contaminate devono essere pulite con un disinfettante standard o con alcol etilico al 70%. I materiali utilizzati per pulire gli sversamenti, compresi i guanti, devono essere smaltiti come rifiuto biologicamente tossico. Evitare rilasci nell ambiente. Fare riferimento alle istruzioni e/o al materiale speciale contenuto nelle schede dei dati sulla sicurezza. Smaltimento: consultare la sezione 8 Raccomandazioni per lo smaltimento. Precauzioni analitiche Non utilizzare i reagenti dopo la data di scadenza. Non superare il periodo di stabilità previsto per i reagenti aperti. Utilizzare solo tamponi faringei in dacron forniti con il kit QuikRead Strep A. Altri tamponi possono influire sul rendimento del test. Non mischiare i componenti o le schede magnetiche di diversi numeri di lotto o di diversi test. Le capsule reagenti Strep A sono di colore rosa per distinguerle da altri analiti. Le capsule reagenti Strep A non devono essere esposte all umidità. Chiudere attentamente il tubo di alluminio subito dopo il prelievo del numero di capsule reagenti occorrente. Per il test dello Strep A assicurarsi di utilizzare la scheda magnetica corretta. 5

6 La scheda magnetica non deve essere piegata, esposta a liquidi o a forti campi magnetici. Non toccare le superfici piatte e pulite sulla parte inferiore della cuvetta (parte ottica). Scartare qualsiasi cuvetta con impronte digitali. Le cuvette sono monouso: non lavarle o riutizzarle. Non schizzare liquido sulla superficie esterna della cuvetta. Assicurarsi di utilizzare il dispensatore QuikRead da 0,8 ml. Assicurarsi che la pompa del dispensatore sia adeguatamente pulita prima di utilizzare un nuovo kit di reagenti. Prima dell uso, controllare sempre che non ci siano bolle d aria nel tubo del dispensatore. Prima dell uso effettivo, rimuovere le eventuali bolle d aria dispensando almeno una volta il tampone di reazione. Non schizzare liquido all interno del pozzetto di misurazione dello strumento. 7 Conservazione dei reagenti Conservare tutti i reagenti a C. Non congelare. Tra C i reagenti sono stabili per 2 mesi dopo la prima apertura o fino alla data di scadenza del lotto, se precedente. Il periodo di conservazione segnato sull etichetta del kit è garantito soltanto nelle seguenti condizioni. 8 Raccolta dei campioni. Prelevare un campione faringeo con un tampone in dacron fornito con il kit QuikRead Strep A. 2. Inserire il tampone in una cuvetta QuikRead pulita e se necessario marcare il tampone con il numero identificativo del paziente. Prima di eseguire il test il tampone può essere conservato per 48 ore a C. 9 Utilizzo del dispensatore QuikRead da 0,8 ml Il dispensatore dispensa accuratamente 0,8 ml. Avvitare strettamente il dispensatore alla bottiglia del tampone. Assicurarsi del funzionamento del dispensatore dispensando alcune volte il tampone ed eliminandolo successivamente. La bottiglia del tampone contiene tampone in eccesso per questo scopo. Premere il bottone verso il basso con una pressione delicata. Evitare che il bottone ritorni indietro rapidamente. Una dispensazione corrisponde a 0,8 ml di tampone. Per evitare contaminazioni, utilizzare il dispensatore solo con il QuikRead Strep A. Il dispensatore è fornito con etichette indicanti i test per i quali può essere utilizzato. Dopo aver disimballato il dispensatore, applicare l etichetta indicante il test per il quale si utilizzerà il dispensatore, sul dispensatore stesso. Per ulteriori informazioni consultare il manuale delle istruzioni del dispensatore. 0 Procedura del test Prima dell uso tutti i reagenti devono essere portati a temperatura ambiente ( C). Prima di iniziare il test, leggere la sezione 6 Avvertenze e precauzioni. Inoltre, prima di iniziare un test, leggere e rispettare le istruzioni per l uso del QuikRead Instrument. Si noti che qualsiasi materiale commerciale annesso non rimpiazza le istruzioni per l uso cartacee, ma fornisce un informazione aggiuntiva che contribuisce alla comprensione del concetto QuikRead. 0. Preparazione dei campioni. Aggiungere due gocce del reagente di estrazione incolore nella cuvetta con il campione (consultare sezione 8 Raccolta dei campioni ). 2. Aggiungere due gocce del reagente di estrazione 2 rosso. La soluzione nella cuvetta vira verso un colore giallo-arancio. 3. Agitare il tampone faringeo nella soluzione per 30 secondi e lasciarlo in soluzione per almeno minuto e mezzo, ma non più di 5 minuti. 4. Dispensare 0,8 ml di tampone nella cuvetta, utilizzando il dispensatore QuikRead da 0,8 ml. 5. Agitare con forza il tampone, estrarlo dal liquido e premerlo contro la parete interna della cuvetta per rilasciare tutto il liquido. In seguito, estrarre il tampone dalla cuvetta prestando attenzione a non schizzare la soluzione sulla superficie esterna della cuvetta. Controllare che la soluzione sia rossa. Non procedere se la soluzione rimane giallo-arancio (=acida). Consultare la sezione 6 Avvertenze e precauzioni Sodio azide. 6

7 6. Chiudere strettamente la cuvetta con una capsula reagente Strep A. Non premere verso il basso la parte interna di colore rosa della capsula reagente. Non toccare le superfici piatte pulite nella parte inferiore della cuvetta (parte ottica). La soluzione è stabile fino a quattro (4) ore. 0.2 Procedura per il test I sottotitoli corrispondono ai messaggi visualizzati sullo schermo dello strumento. Pronto per lettura card Leggere la scheda magnetica facendola scorrere attraverso la fessura del lettore con la banda magnetica verso l operatore. Pronto per l uso Strep A Non procedere se la soluzione del campione è giallo-arancio. Inserire la cuvetta contenente la soluzione ROSSA del campione, preparata in precedenza, nel pozzetto di misurazione dello strumento. Misurazione del bianco Lo strumento misura il bianco del campione. Tempo massimo necessario pari a 40 secondi. Non toccare la cuvetta nel pozzetto di misurazione durante la misurazione. Aggiungere reagente Rimuovere la cuvetta. Premere verso il basso la parte interna rosa della capsula (utilizzando, per esempio, un dito o una penna). Ciò rilascerà il reagente Strep A essiccato nella cuvetta. 2. Ritirare la cuvetta dal pozzetto di misurazione e miscelare molto rapidamente i contenuti agitando vigorosamente la cuvetta. La soluzione diventa di un colore rosso lattiginoso. Agitare la cuvetta... Lo schermo mostra per quanto tempo deve essere agitata la cuvetta (circa cinque secondi). I punti animati indicano il ritmo di agitazione vigorosa. Un agitazione troppo lenta può causare il messaggio d errore Errata aggiunta del reagente. Ripetere il test. In questo caso è necessario eseguire un nuovo test. Inserire la cuvetta per la misurazione Inserire la cuvetta nel pozzo di misurazione dello strumento. Se la cuvetta è reinserita troppo presto, apparirà il messaggio d errore cancellato o Cuvetta inserita troppo presto. Se la cuvetta è reinserita in ritardo (>0 secondi), apparirà il messaggio d errore Cuvetta inserita in ritardo. In entrambi i casi è necessario eseguire un nuovo test. Misurazione 80 s Lo strumento misura la concentrazione dell antigene dello Strep A per 80 secondi. Lo schermo visualizza il tempo rimanente a partire da 80 secondi. Non rimuovere la cuvetta dal pozzetto di misurazione prima che il risultato sia visualizzato e memorizzato. Una rimozione prima del tempo della cuvetta terminerà la misurazione immediatamente e cancellerà il risultato visualizzato. 7

8 POSITIVO STREP A o NEGATIVO STREP A Il risultato appare sullo schermo quando la misurazione è completata. Esecuzione autoverifica Attendere... Alla rimozione della cuvetta, il QuikRead 0 Instrument esegue automaticamente un autoverifica. Se l autoverifica non è eseguita con successo, eliminare il risultato del test precedente. Dopo un autoverifica eseguita con successo sullo schermo apparirà: Pronto per l uso Strep A Per iniziare un nuovo test, inserire una cuvetta contenente il campione estratto nel pozzetto di misurazione. 0.3 Brevi istruzioni per l uso Dopo il campionamento, inserire il tampone faringeo in una cuvetta QuikRead pulita. 2 Aggiungere due (2) gocce del reagente di estrazione incolore e due (2) gocce del reagente di estrazione 2 rosso nella cuvetta contenente il tampone faringeo. La soluzione vira a un colore giallo-arancio. Incubare per due (2) minuti agitando il tampone per i primi 30 secondi. 3 Dispensare 0,8 ml di tampone nella cuvetta. La soluzione vira nuovamente al rosso. NOTA: Non procedere se la soluzione del campione rimane giallo-arancio (acida). Consultare sezione 6 Avvertenze e precauzioni. 4 Agitare con forza il tampone faringeo, estrarlo dal liquido e premerlo contro la parete interna della cuvetta per rilasciare tutto il liquido e poi estrarlo dalla cuvetta. Eliminare il tampone faringeo. Chiudere con una capsula reagente Strep A. 5 La misurazione del bianco richiede al massimo 40 secondi. 6 Aggiungere il reagente premendo verso il basso la parte interna rosa della capsula. Rimuovere la cuvetta e agitare vigorosamente. Reinserire la cuvetta nel pozzetto di 7 misurazione. 8 Lo strumento misura la concentrazione dell antigene dello Strep A per 80 secondi. 9 Leggere il risultato. 0.4 Interpretazione dei risultati del test Se lo strumento visualizza il testo POSITIVO STREP A, il campione contiene concentrazioni di antigeni di Strep A entro l intervallo di misurazione. Se lo strumento visualizza la scritta NEGATIVO STREP A, il campione non contiene concentrazioni rilevabili di antigeni di Strep A. Controllo di qualità Si raccomanda un utilizzo regolare di controlli. Controllo positivo Aggiungere due gocce del controllo positivo QuikRead Strep A fornito nel kit. Dispensare 0,8 ml di tampone e chiudere strettamente la cuvetta con una capsula reagente Strep A, senza premere verso il basso la parte interna rosa. Continuare il test come descritto nella sezione 0.2 Procedura per il test. Lo strumento dovrebbe visualizzare il testo POSITIVO STREP A. 8 Controllo negativo Dispensare il tampone in una provetta da test separata. Immergere un tampone QuikRead Strep A nel buffer e poi inserirlo in una cuvetta QuikRead. Continuare il test come descritto nella sezione 0. Preparazione dei campioni. Lo strumento dovrebbe visualizzare il testo NEGATIVO STREP A.

9 2 Intervallo di misurazione e valori attesi Intervallo di misurazione Il test rileva quantità di antigene corrispondenti a 0 5 CFU/tampone faringeo. Valori attesi Una stima ragionevole della prevalenza dell infezione da Strep A in una popolazione di adulti con faringite acuta è pari a 5 0%, mentre in una popolazione pediatrica con faringite acuta è pari a 20 25% 3. In una popolazione sana, lo Streptococcus pyogenes non dovrebbe essere presente. Esiste, tuttavia, la possibilità che vi siano portatori asintomatici del batterio 5. 3 Caratteristiche delle performance Sensibilità e specificità La performance clinica di QuikRead Strep A è stata valutata in uno studio multicentrico su campioni provenienti da 62 pazienti. In tre diversi ambulatori medici è stato prelevato un campione faringeo con un tampone QuikRead Strep A in dacron. I pazienti con sintomi da faringite erano di età compresa tra i 2 e i 8 anni. Lo stesso tampone è stato usato per inoculare una piastra Streptocult, prima di eseguire il test QuikRead Strep A. Dopo l inoculo, è stato applicato un disco di bacitracina al terreno Streptocult come descritto nelle istruzioni per l uso. La piastra Streptocult è stata poi inviata a un laboratorio microbiologico per colture successive e per l identificazione di batteri. Le colonie di streptococco ß-emolitico sviluppatesi nella piastra sono state confermate con i reagenti commerciali di tipizzazione disponibili. Inoltre, sono state registrate sia la densità di crescita sia la presenza di streptococchi ß-emolitici diversi dal gruppo A. Il test QuikRead Strep A è stato effettuato su tampone faringeo in base alle istruzioni per l uso contenute nel kit. I risultati mostrano che QuikRead Strep A ha una sensibilità dell 82% e una specificità del 98% rispetto alla tipizzazione con coltura e colonia. I risultati sono presentati in Tabella. Quando i dati dello studio sono stati limitati a 29 pazienti con meno di 5 anni e con probabile infezione da Strep A, il test QuikRead Strep A aveva una sensibilità dell 85% e una specificità del 00%. I risultati sono presentati in Tabella 2. Tabella Tabella 2 Pazienti 2 8 anni Coltura positiva Coltura negativa Pazienti 2 4 anni QuikRead Strep A QuikRead Strep A 44 2 positivi positivi QuikRead Strep A QuikRead Strep A 0 06 negativi negativi Sensibilità 8.5 % ( %)* Sensibilità Specificità 98. % ( %)* Specificità Concordanza 92.6 % Concordanza PPV (valore PPV (valore predittivo positivo) 95.7 % predittivo positivo) NPV (valore NPV (valore predittivo negativo) 9.4 % predittivo negativo) Coltura positiva Coltura negativa % ( %)* 00 % ( %)* 93.8 % 00 % 90.6 % *Intervallo di confidenza al 95% *Intervallo di confidenza al 95% Quando è stata riportata la sensibilità del test con QuikRead Strep A, in base alla densità delle colonie di Streptococco di gruppo A nelle piastre, sono state ottenute le seguenti cifre: Tabella 3 Tabella 4 Pazienti 2 8 anni Numero di colonie/ piastra Tutti Sensibilità di QuikRead Strep A 92.5 % 90.9 % 83.7 % 8.5 % Pazienti 2 4 anni Numero di colonie/ piastra Tutti Sensibilità di QuikRead Strep A 97.4 % 95.2 % 87.2 % 84.6 % 9

10 Riproducibilità di QuikRead Strep A Sono stati ripetutamente analizzati tre campioni: uno di questi non conteneva l antigene dello Streptococcus pyogenes, uno lo conteneva in quantità corrispondenti a un campione con positività bassa e uno, invece, in quantità corrispondenti a un campione con positività elevata. I campioni sono stati testati una volta al giorno per cinque giorni. I risultati sono presentati in Tabella 5 7. Tabella 5 Riproducibilità di QuikRead Strep A Giorno Giorno 2 Giorno 3 Giorno 4 Giorno Negativo neg neg neg neg neg neg neg neg neg neg Positività bassa pos pos pos pos pos pos pos pos pos pos Positività elevata pos pos pos pos pos pos pos pos pos pos I risultati indicano un elevata riproducibilità del test. 4 Effetto prozona Non era evidente alcun effetto prozona quando sono stati testati campioni con elevate concentrazioni dell antigene di Streptococcus pyogenes. 5 Sostanze interferenti Reattività incrociata I seguenti organismi sono stati testati per identificare possibili reazioni incrociate 7 : Streptococcus B ATCC 2386 Streptococcus C ATCC 2388 Streptococcus F ATCC 2393 Streptococcus G ATCC 2394 Staphylococcus aureus (Cowan) ATCC 2598 Candida albicans ATCC 4053 Neisseria sicca ATCC Pseudomonas aeruginosa ATCC Haemophilus influenzae type B ATCC 9795 Streptococcus pneumoniae ATCC 6303 Branhamella catarrhalis Ceppo clinico Il test ha indicato che QuikRead Strep A non possiede reattività incrociata con nessuno di questi organismi. Altri fattori interferenti Se il QuikRead Instrument visualizza il messaggio Campione instabile. Ripetere il test il campione potrebbe contenere sostanze che interferiscono con la misurazione. Rimuovere la cuvetta e sostituirla nel pozzetto di misurazione. Se il QuikRead Instrument visualizza ripetutamente Campione instabile. Ripetere il test, eliminare la cuvetta e prelevare un campione nuovo. I campioni che contengono sostanze interferenti non possono essere testati dal metodo QuikRead Strep A. 6 Limitazioni del metodo Procedure di test diverse rispetto a quelle specificate in queste istruzioni per l uso potrebbero fornire risultati incerti. È necessario una raccolta adeguata del campione per ottenere risultati del test affidabili. Il campionamento con tamponi faringei diversi da quelli forniti con il kit può indurre risultati falsi. I campioni che contengono l antigene in concentrazioni inferiori al limite di rilevazione del test mostrano un risultato negativo. Il test non separa gli individui con infezione acuta dai portatori asintomatici. I risultati devono essere interpretati alla luce dei segni e dei sintomi del paziente e in base agli attuali criteri diagnostici

11 7 Tracciabilità Il test QuikRead Strep A è standardizzato tramite l utilizzo di un antigene preparato dal ceppo ATCC Raccomandazioni per lo smaltimento Si raccomanda di autoclavare (h a 2 C) tutto il materiale utilizzato prima dello smaltimento. Lo smaltimento di tutti i campioni e di altri materiali del test deve essere eseguito in conformità con la legge nazionale e locale. Il materiale plastico, la carta e le parti di cartone (tranne la scheda magnetica) sono riciclabili separatamente. I tubi di alluminio che contengono le capsule reagenti sono smaltiti come metallo riciclabile. Essendo la scheda magnetica in plastica PVC non riciclabile, deve essere smaltita come rifiuto generico. I reagenti forniti, se utilizzati in accordo alle norme della Buona pratica di laboratorio, nonché nel rispetto delle norme igieniche del lavoro e delle seguenti istruzioni per l uso, non dovrebbero presentare rischi per la salute. 9 Brevetti FI B; EP B; US 6,49,866; PL 83800; FI 0543 B; EP B; US 6,358,753; AU ; IL Risoluzione dei problemi Problema Possibile causa Azione correttiva Risultato negativo inatteso Campionamento con tipo sbagliato di tampone faringeo Utilizzare solo tamponi faringei forniti con il kit. Campionamento in posto sbagliato Fare attenzione al campionamento. Risultato positivo inatteso Volume incorretto del tampone di reazione La cuvetta è sporca. Bolle d aria nel tubo del dispensatore Utilizzare solo il dispensatore QuikRead da 0,8 ml. Lavare regolarmente il dispensatore. Prelevare un nuovo campione e rifare nuovamente il test. Non toccare le superfici piatte pulite nella parte inferiore della cuvetta. Dispensare almeno una volta prima dell uso. Per la risoluzione dei problemi, consultare anche le istruzioni per l uso del QuikRead/QuikRead 0 Instrument.

12 2

13 References Literatur Bibliographie Литература Bibliografia Riferimenti bibliografici Βιβλιογραφία Literatura Irodalomjegyzék Litteratur Kirjallisuus Del Mar CB, Glasziou PP, Spinks AB. Antibiotics for sore throat (Cochrane review). In: The Cochrane Library, Issue 2, Chichester, UK: John Wiley & Sons Ltd. 2 Bisno AL, Peter GS, Kaplan EL. Diagnosis of Strep throat in adults: Are Criteria Really Good Enough? Clin Infect Dis 2002; 35: Ebell MH, Smith MA, Barry HC, Ives K, Carey M. The rational clinical examination. Does This Patient Have Strep A Throat? JAMA 2000; 284: Bisno AL, Gerber MA, Gwaltney JM Jr, Kaplan EL, Schwartz RH. Practise Guidelines for the Diagnosis and Management of Group A Streptococcal Pharyngitis. CID 2002; 35: Cunningham MW. Pathogenesis of Group A Streptococcal Infections. Clin Microbiol Rev 2000; 3(3): Snellman LW, Stang HJ, Stang JM, Johnson DR, Kaplan EL. Duration of Positive Throat Cultures for Group A Streptococci After Initiation of Antibiotic Therapy. Pediatrics, 993; 9: Data on file, Orion Diagnostica Oy. 8 McIsaac WJ, Kellner JD, Aufricht P, Vanjaka A, Low DE. Empirical Validation of Guidelines for the Management of Pharyngitis in Children and Adults. JAMA, 2004;29:

14 Printed 4/20 QuikRead is a registered trademark of Orion Diagnostica Oy. Orion Diagnostica Oy Koivu-Mankkaan tie 6 B P.O.Box 83, FI-020 Espoo, Finland Telephone Telefax

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca

LA SICUREZZA IN LABORATORIO. di F. Luca LA SICUREZZA IN LABORATORIO di F. Luca IN LABORATORIO NORME DI COMPORTAMENTO X. NON correre. NON ingombrare con gli zaini lo spazio intorno ai banconi di lavoro o in prossimità delle uscite X. NON mangiare

Dettagli

Test Monofase di Ovulazione Strisce (Urina) - Autodiagnosi

Test Monofase di Ovulazione Strisce (Urina) - Autodiagnosi Test Monofase di Ovulazione Strisce (Urina) - Autodiagnosi MANUALE D USO ATTENZIONE: Gli operatori devono leggere e capire completamente questo manuale prima di utilizzare il prodotto. 0197 ITALIANO 2

Dettagli

7900003 24 test Circulating Tumor Cell Control Kit

7900003 24 test Circulating Tumor Cell Control Kit 7900003 24 test Circulating Tumor Cell Control Kit 1 IMPIEGO PREVISTO Per uso diagnostico in vitro Il Kit CELLSEARCH Circulating Tumor Cell Control è stato formulato per essere utilizzato come controllo

Dettagli

WITNESS DIROFILARIA. Dirofilaria immitis.

WITNESS DIROFILARIA. Dirofilaria immitis. WITNESS DIROFILARIA WITNESS DIROFILARIA INFORMAZIONI GENERALI La dirofilariosi cardiaca del cane è una malattia a diffusione mondiale ed è causata da un nematode filariforme denominato Dirofilaria immitis.

Dettagli

ABX CRP REA A91A00692BIT Revisione 07/11/2011. Denominazione della sostanza: Codice della sostanza: Rif. HORIBA Medical: 0501015 (R1 + R2 + R3)

ABX CRP REA A91A00692BIT Revisione 07/11/2011. Denominazione della sostanza: Codice della sostanza: Rif. HORIBA Medical: 0501015 (R1 + R2 + R3) Scheda di sicurezza Conforme al regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH), Allegato II ABX CRP REA A91A00692BIT Revisione 1. Identificazione della sostanza e dell'azienda produttrice 1.1. Identificazione della

Dettagli

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %.

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %. Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 46 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Anti-Xga coombsreactive Policlonale, umano IgG Allegato III Autocertificazione del produttore Struttura

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA LT 0 Pag. : 1 di 6 Redatta da: Giancarlo Paganico Verificata da: Giancarlo Paganico Approvato da: DUO COPIA N... N. REV. PAGG. PRINCIPALI MODIFICHE DATA 1 2 3 4 5 Pag. : 2 di 6 INDICE 1. PREMESSA 3 2.

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome del prodotto: SODIUM ACETATE Solution Nome del corredo: SOLiD(TM) FRAGMENT SEQUENCING BUFFER KIT

Dettagli

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH)

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH) Data di revisione: 2012 03 28 Versione: 5.0 1. Identificazione del preparato e della società produttrice Prodotto otto: ISH Accessories (Buffers, Wash Buffers, Mounting Solutions) Codice prodotto to: AB-0001,

Dettagli

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S )

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE Frasi di Rischio ( R ) e Consigli di Prudenza ( S ) ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S ) La Legge 29 Maggio 1974, N 0 256 obbliga tutti i fabbricanti di prodotti aventi determinate caratteristiche

Dettagli

Informazioni di Sicurezza del materiale- foglio 1 Envirolyte ANK-Anolyte Neutro (91/155/EWG)

Informazioni di Sicurezza del materiale- foglio 1 Envirolyte ANK-Anolyte Neutro (91/155/EWG) Informazioni di Sicurezza del materiale- foglio 1 Envirolyte ANK-Anolyte Neutro (91/155/EWG) Sezione 1: Identificazione del Prodotto e Produttore Nome Commerciale: ANK-Anolyte Neutro Fabbricante/Fornitore:

Dettagli

Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici

Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici Paola Tomao ISPESL-Paola Tomao 1 Manipolazione sicura Integrità dei contenitori per i campioni biologici (provette, capsule petri, contenitori

Dettagli

Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici

Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici Manipolazione sicura Stoccaggio, conservazione, trasporto di campioni biologici Paola Tomao ISPESL-Paola Tomao 1 Integrità dei contenitori per i campioni biologici (provette, capsule petri, contenitori

Dettagli

LIQUIDO ELETTROLITICO

LIQUIDO ELETTROLITICO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA DITTA 1.1 Identificazione del preparato Nome del prodotto: 1.2 Usi previsti: liquido elettrolitico per marcatura/incisione su metalli 1.3 Identificazione della

Dettagli

Procedura di campionamento per clienti esterni

Procedura di campionamento per clienti esterni Procedura di campionamento per clienti esterni Rev Data emissione Motivo/Modifica 00 30/04/2013 Prima emissione 01 28/02/2014 Aggiunti riferimenti normativi sul campionamento, come da oss. ACCREDIA del

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA pagina 1/5 1. Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale: 1.2 Utilizzi rilevanti identificati della sostanza o miscela e utilizzi sconsigliati

Dettagli

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R Le sigle R e S sempre presenti sulle etichette dei prodotti chimici utilizzati in laboratorio rappresentano rispettivamente una definizione dei rischi specifici connessi con l impiego della sostanza chimica

Dettagli

Dott. Antonella Martini

Dott. Antonella Martini Self help dimostrazioni pratiche V corso di approfondimento professionale per il Pediatra 19-22 novembre 2007 Dott. Antonella Martini Pdf Rm E Test rapido per l antigene dello treptococco beta emolitico

Dettagli

Material Safety Data Sheet

Material Safety Data Sheet Material Safety Data Sheet Human Placental Lactogen (HPL) ELISA Catalog Number: 20-HPLHU-E01 pagina 1/8 Standard 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificazione

Dettagli

STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI

STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI Indice. Introduzione Scopo Campo di Applicazione Luogo esecuzione delle prove di laboratorio

Dettagli

Esperimenti per gioco. Progetto realizzato dagli alunni del liceo O.M. Corbino.

Esperimenti per gioco. Progetto realizzato dagli alunni del liceo O.M. Corbino. Esperimenti per gioco Progetto realizzato dagli alunni del liceo O.M. Corbino. Il progetto ha lo scopo di avvicinare i ragazzi al mondo della scienza tramite lo svolgimento di semplici esperienze di laboratorio

Dettagli

Prodotti in fibra continua di vetro

Prodotti in fibra continua di vetro SEZIONE 0. INFORMAZIONI GENERALI Questi prodotti sono articoli ai sensi dell Articolo 3.3 del regolamento (CE) No. 1907/2006 (REACH). Non contengono sostanze destinate a essere rilasciate in condizioni

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Edizione riveduta no : 6. Responsab. della distribuzione

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Edizione riveduta no : 6. Responsab. della distribuzione Pagina : 1 êc { C : Corrosivo 8 : Sostanza corrosiva. Pericolo M» Produttore Responsab. della distribuzione Avenue Albert Einstein, 15 Avenue Albert Einstein, 15 1348 Louvain-la-Neuve Belgium 1348 Louvain-la-Neuve

Dettagli

presenta Il nuovo test rapido sulle intolleranze alimentari

presenta Il nuovo test rapido sulle intolleranze alimentari presenta Il nuovo test rapido sulle intolleranze alimentari Cos è il Food-Detective? E un test rapido per la rilevazione delle intolleranze alimentari E un test sicuro ed affidabile E un test che si esegue

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE AF SCHEDA DI SICUREZZA Preparato da: s.r.l. Data revisione: 03 giugno 2008 Numero revisione: 01 Revisione precedente: 03 settembre 2003 Stato del documento: Definitivo 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E

Dettagli

Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti

Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti INTRODUZIONE I prodotti chimici possono essere usati in modo sicuro se l utilizzatore identifica tutti i pericoli possibili e prende le dovute precauzioni

Dettagli

DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA

DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA DETERSIVO IN POLVERE pl 6/7sc SCHEDA DI SICUREZZA 01. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' pag. 1/4 Nome commerciale Detersivo in polvere per lavatrice con scaglie di sapone. Impieghi Detersivo

Dettagli

PIANO Lauree Scientifiche (CHIMICA)

PIANO Lauree Scientifiche (CHIMICA) PIANO Lauree Scientifiche (CHIMICA) Università degli Studi di Napoli Federico II PRODUZIONE DI SAPONE DA OLI ESAUSTI PREMESSA Si effettua una reazione chimica, l idrolisi basica di un estere, per ottenere

Dettagli

in vitro e condurre diagnosi cliniche ausiliarie dell infertilità e autovalutazione della fertilità e

in vitro e condurre diagnosi cliniche ausiliarie dell infertilità e autovalutazione della fertilità e Kit per individuazione conta Spermatica (metodo colorimetrico) Istruzioni d uso INTRODUZIONE Il presente kit viene usato per individuare qualitativamente la conta spermatica del seme umano in vitro e condurre

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg)

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg) 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Informazioni sul prodotto Marchio : Società : GE Silicones 260 Hudson River Road 12188 Waterford Telefono : Telefax : +49 (0)214/3072397

Dettagli

Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1

Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1 Scheda dati di sicurezza conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1 SDS n.: 27618 WWEU09000481 revisione: 06.11.2009 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Identificazione della

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA pagina 1/5 Beauty ortho B Data di stampa: 5 ottobre 2015 1. Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale: Beauty Ortho B 1.2 Utilizzi

Dettagli

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo PREVENZIONE PROTEZIONE individuazione ed eliminazione dei pericoli alla fonte adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo 2 NORME GENERALI DI

Dettagli

Scheda dei dati di sicurezza (a norma CEE 91/155)

Scheda dei dati di sicurezza (a norma CEE 91/155) Scheda dei dati di sicurezza (a norma CEE 91/155) Scheda dei dati di sicurezza (a norma CEE 91/155) SPACHTFIX stucco poliestere bicomponente valida da: 09/2002 1. Identificazione della sostanza, della

Dettagli

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni

* RISCHIO CHIMICO alcune definizioni * * RISCHIO CHIMICO alcune definizioni Ai sensi dell art. 222 del D.Lgs. 81/08 e smi si intendono per agenti chimici: tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato

Dettagli

SCHEDA SICUREZZA MATERIALI

SCHEDA SICUREZZA MATERIALI SCHEDA SICUREZZA MATERIALI 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Nome preparato: FALGRO TABLET Utilizzo del preparato: Regolatore della crescita orticola per uso professionale

Dettagli

Formazione Coordinatori RSA Trento 08 giugno 2010. Stoccaggio, conservazione e trasporto di campioni biologici

Formazione Coordinatori RSA Trento 08 giugno 2010. Stoccaggio, conservazione e trasporto di campioni biologici Formazione Coordinatori RSA Trento 08 giugno 2010 dr. Ruggero Carminati, dott.ssa Monica Bonenti Stoccaggio, conservazione e trasporto di campioni biologici Manipolazione sicura Integrità dei contenitori

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE. Polvere disperdibile per uso in bagni podali per ruminanti

1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE. Polvere disperdibile per uso in bagni podali per ruminanti 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE Nome Kling-on Blue Descrizione Fornitore Polvere disperdibile per uso in bagni podali per ruminanti Forum Products Ltd 41 51 Brighton Road Redhill

Dettagli

Istruzioni per l uso IVD Matrix HCCA-portioned

Istruzioni per l uso IVD Matrix HCCA-portioned Istruzioni per l uso IVD Matrix HCCA-portioned Matrice purificata per spettrometria di massa a tempo di volo con desorbimento e ionizzazione laser assistita da matrice (MALDI-TOF-MS). I prodotti CARE sono

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' NOME COMMERCIALE: OLIO ESSENZIALE ARANCIO AMARO Codice commerciale: OL.ES.11 Tipo di prodotto ed impiego:

Dettagli

Sicurezza nella lavorazione dei metalli

Sicurezza nella lavorazione dei metalli Sicurezza nella lavorazione dei metalli Informazioni per la sicurezza nell'affilatura del metallo duro Composizione del materiale I prodotti di metallo duro contengono carburo di tungsteno e cobalto. Altre

Dettagli

Esposizione ad agenti biologici

Esposizione ad agenti biologici Esposizione ad agenti biologici Il Titolo X corrisponde al Titolo VIII del D.Lgs. 626/94 di attuazione della direttiva 90/679/CEE, relativa alla protezione di lavoratori contro i rischi derivanti dall

Dettagli

Pagina: 1/5 Scheda di sicurezza ai sensi della direttiva comunitaria 91/155/EWG. 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Pagina: 1/5 Scheda di sicurezza ai sensi della direttiva comunitaria 91/155/EWG. 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Pagina: 1/5 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Dati del prodotto Denominazione commerciale:pmfresh Utilizzazione della Sostanza / del Preparato : Sostanza per la pulizia

Dettagli

Frasi H informazioni sui rischi

Frasi H informazioni sui rischi 2 Analisi chimica strumentale Frasi H informazioni sui rischi Pericoli fisici H200 Esplosivo instabile. H201 Esplosivo; pericolo di esplosione di massa. H202 Esplosivo; grave pericolo di proiezione. H203

Dettagli

CellSolutions General Cytology Preservative

CellSolutions General Cytology Preservative CellSolutions General Cytology Preservative Codice di catalogo: C-101 (10 ml fiala) C-101-25 (25 x 10 ml fiale) C-101-200 (8 x 25 x 10 ml fiale) C-101-500 (20 x 25 x 10 ml fiale) C-101L (1 L) C-101G (4

Dettagli

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO... Pagina 1 di 8 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 3.1 Definizioni...2 3.2 Abbreviazioni...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...2

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione secondo l allegato I: Sodio Clorato 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI Ai sensi del Reg. (CE) 1907/2006 e Reg. (CE) 453/2010 SCHEDA SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: DET. PIATTI LIMONE FLEUR. ML. 1250 CODICE

Dettagli

Ricerca Legionella nei campioni di acqua

Ricerca Legionella nei campioni di acqua 1 1. Scopo e campo di applicazione 2. Diagramma di flusso 3. Riferimenti normativi 4. Descrizione attività 5. Comunicazione dei risultati ed archiviazione 6. Allegati redatto da: R.Galdi verificato da:

Dettagli

Innu-Science NU-Flow

Innu-Science NU-Flow 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale Innu-Science NU-Flow 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela

Dettagli

Guida all utilizzo dell autoiniettore. one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso.

Guida all utilizzo dell autoiniettore. one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso. Guida all utilizzo dell autoiniettore one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso. Introduzione a one.click Questa è una guida sintetica all

Dettagli

FluoroSpheres Codice n. K0110

FluoroSpheres Codice n. K0110 FluoroSpheres Codice n. K0110 Quinta edizione Sfere di calibrazione per il monitoraggio giornaliero della citometria a flusso. Il kit contiene i reagenti per 40 calibrazioni. (105800-003) K0110/IT/TJU/2010.11.03

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo

BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo INTRODUZIONE PROPPER BI-OK è un sistema per il controllo biologico dei cicli di sterilizzazione con

Dettagli

COMBI IFE URINE TRI, K, L, MIC/MAC 40t - 05750330 viene fornito con i seguenti componenti:

COMBI IFE URINE TRI, K, L, MIC/MAC 40t - 05750330 viene fornito con i seguenti componenti: COMBI IFE URINE TRI, K, L, MIC/MAC 40t - 05750330 viene fornito con i seguenti componenti: Codice ID Cod. forn. Unità Q.tà Descrizione MSDS 05750335 200301 PZ 1 SAS-1 IFE-4 GEL KIT 200301 05750259 210300

Dettagli

PEARL VIA F.LLI CERVI 75 50010 CAMPI B.ZIO (FI)

PEARL VIA F.LLI CERVI 75 50010 CAMPI B.ZIO (FI) 50010 CAMPI B.ZIO (FI) SCHEDA DI SICUREZZA White Pearl 10.01.2006 1. Identificazione del prodotto e Ragione Sociale Indicazione del prodotto: Nome commerciale: Codice Commerciale: Tipo di prodotto ed impiego:

Dettagli

Impiego in laboratorio

Impiego in laboratorio Impiego in laboratorio Sommario Velcorin Impiego in laboratorio Pagina 3 5 Introduzione Pagina 3 Misure precauzionali Pagina 3 Procedimento (metodo sensoriale) Pagina 4 Procedimento (metodo microbiologico)

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: GUAINA STRONG VERDE - Monocomponente 1.2 Utilizzazione del preparato: Impermeabilizzante liquido a base di resine acriliche. 1.3 Produttore:

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Data ultima revisione: 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1/5 K5331 Vial 2 HER2 FISH pharmdx Kit K5333 Vial 2 TOP2A FISH pharmdx Kit K5599 Vial 2 Histology FISH Accessory

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati 1.3. Informazioni

Dettagli

IMMUVIEW TEST PER LA RICERCA DELL ANTIGENE URINARIO DI S. PNEUMONIAE E L. PNEUMOPHILA ITALIANO

IMMUVIEW TEST PER LA RICERCA DELL ANTIGENE URINARIO DI S. PNEUMONIAE E L. PNEUMOPHILA ITALIANO IMMUVIEW TEST PER LA RICERCA DELL ANTIGENE URINARIO DI S. PNEUMONIAE E L. PNEUMOPHILA ITALIANO Para otras lenguas Para outros lenguas Für andere Sprachen Pour d autres langues Per le altre lingue For andre

Dettagli

SCHEDA di SICUREZZA. Clean ROAD BIO. Rimotore di residui di Idrocarburi su asfalti.

SCHEDA di SICUREZZA. Clean ROAD BIO. Rimotore di residui di Idrocarburi su asfalti. SCHEDA di SICUREZZA Clean ROAD BIO Rimotore di residui di Idrocarburi su asfalti. Detergente sversamenti 1. idrosolubile non infiammabile a bassa schiumosità, ideato per rimozione di consiglia prodotto

Dettagli

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso.

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso. Istruzioni per la pulizia e la conservazione dei pavimenti PANDOMO Terrazzo Indicazioni preliminari Una cura periodica e adeguata, così come una protezione specifica dei pavimenti pandomo TerrazzoBasic,

Dettagli

Scheda di sicurezza CANDOGEN 2B SCHEDA DI SICUREZZA

Scheda di sicurezza CANDOGEN 2B SCHEDA DI SICUREZZA SCHEDA DI SICUREZZA 1.0 IDENTIFICAZIONE PRODOTTO E SOCIETA' 1.1 Nome commerciale 1.2 Impieghi Riducente per l industria tessile. 1.3 Produttore ed assistenza DATT CHIMICA SRL Via Clerici, 16 22070 Bulgarograsso

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/5 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: VIVACTIV PERFORMANCE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Scheda Dati di Sicurezza BLATTOXUR GEL - GIUGNO 2010 PAGINE TOTALI 5 - Pagina 1 /5 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDETIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA Nome: BLATTOXUR GEL Presidio medico chirurgico

Dettagli

U.O. SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DIRETTORE

U.O. SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DIRETTORE RISCHIO BIOLOGICO Gestione Aziendale di caso di influenza da virus A/H1N1 percorso di biosicurezza PIACENZA 4 16 Settembre 2009 U.O. SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE D.Lgs 81/08 Titolo X DIRETTORE

Dettagli

: Bioshout Sciogli Macchia

: Bioshout Sciogli Macchia 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ MISCELA E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Informazioni sul prodotto Nome del prodotto Utilizzazione della sostanza/della miscela : : Smacchiatore Società : S.C. Johnson Italy

Dettagli

RISCHIO CHIMICO NELLE ATTIVITA DI PULIZIA

RISCHIO CHIMICO NELLE ATTIVITA DI PULIZIA RISCHIO CHIMICO NELLE ATTIVITA DI PULIZIA Unità didattica 3 CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA DEI LAVORATORI RISCHIO CHIMICO IL RISCHIO ESISTE LADDOVE CI SIA UNA ESPOSIZIONE AD UN QUALUNQUE AGENTE CHIMICO.

Dettagli

Scheda dati di sicurezza Conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1

Scheda dati di sicurezza Conforme a (CE) n. 1907/2006-ISO 11014-1 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Definizione del prodotto: Uso previsto: Elementi identificatori della società/impresa: Responsabile della scheda di sicurezza Numero

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA NEW IPA SUPER DE-ICER 300ML

SCHEDA DI SICUREZZA NEW IPA SUPER DE-ICER 300ML SCHEDA DI SICUREZZA NEW IPA SUPER DE-ICER 300ML 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA NOME DEL PRODOTTO: PARTE No.: NEW IPA SUPER DE-ICER 300ML SDI300 FORNITORE: 2. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE

Dettagli

Scienze laboratorio: I RISCHI

Scienze laboratorio: I RISCHI Queste note pratiche presentano i rischi che si incontrano durante le esercitazioni di laboratorio e i comportamenti corretti da tenere. Seguire queste indicazioni servirà non solo a ridurre il rischio

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA (In accordo alla direttiva 91/155/CE e s.m.i.) P016 Intonaco Cementizio Fibrorinforzato 1/8 1. Identificazione del preparato e del produttore 1.1 Identificazione

Dettagli

1. Prodotto / preparazione e dati del produttore

1. Prodotto / preparazione e dati del produttore 1. Prodotto / preparazione e dati del produttore Identificazione del prodotto: Nome commerciale : Produttore : Isel - Automation Tel.: 0049-6672-898-0 Am Leibolzgraben 16 Fax.: 0049-6672-898-888 36132

Dettagli

CHLAMYDIA Ag. MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante.

CHLAMYDIA Ag. MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. CHLAMYDIA Ag PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Per il campione da

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti Scheda di Sicurezza per: Temp Bond Clear Base Paste Kerr Italia SpA Nome Commerciale del Prodotto: Temp Bond Clear Base Paste SCHEDA DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva Comunitaria 91/155 Sezione I -

Dettagli

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS)

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Come si legge un etichetta L etichetta di un agrofarmaco deriva dalla valutazione di numerosi studi effettuati sul prodotto inerenti aspetti

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Pagina: 1 Data di compilazione: 24/04/2012 N revisione: 1 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: Codice di

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA Pag. 1 di 5... SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 10113 del 27/07/1999) Ditta: 2. Composizione - Informazioni sui componenti Carattere chimico Contiene

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI PASTE PIGMENTARIE COLOR KIT

SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI PASTE PIGMENTARIE COLOR KIT SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI PASTE PIGMENTARIE COLOR KIT REV. 1-2015 COLOR KIT Descrizione del Prodotto Sistema tintometrico manuale per il professionista, contiene tutti gli elementi necessari

Dettagli

TRASPORTO DEL SANGUE E DEI CAMPIONI BIOLOGICI MEDIANTE CONTENITORI IDONEI

TRASPORTO DEL SANGUE E DEI CAMPIONI BIOLOGICI MEDIANTE CONTENITORI IDONEI TRASPORTO DEL SANGUE E DEI CAMPIONI BIOLOGICI MEDIANTE Via San Carlo, 13 Arluno (Milano) 4 marzo 2014 2 Introduzione Le attività connesse con la spedizione ed il trasporto di sostanze infettive o potenzialmente

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA

SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA Secondo normativa 1907/2006/EC, Articolo 31 Stampata il 24.11.2008 Revisione 24.11.2008 1. Identificazione prodotto NOME COMMERCIALE: VpCI 329 Olio protettivo

Dettagli

INFEZIONI DA MENINGOCOCCO: INFORMAZIONI PER I CITTADINI

INFEZIONI DA MENINGOCOCCO: INFORMAZIONI PER I CITTADINI INFEZIONI DA MENINGOCOCCO: INFORMAZIONI PER I CITTADINI S.I.S.P. - U.O.S. Epidemiologia e Profilassi Malattie Infettive Dr.ssa Andreina Ercole La meningite batterica Evento raro, nei paesi industrializzati,

Dettagli

COMBI SAS IgG-IEF (1 Ab) (10x10) 05750753 viene fornito con i seguenti componenti:

COMBI SAS IgG-IEF (1 Ab) (10x10) 05750753 viene fornito con i seguenti componenti: COMBI SAS IgG-IEF (1 Ab) (10x10) 05750753 viene fornito con i seguenti componenti: Codice ID Cod. forn. Unità Q.tà Descrizione MSDS 05757522 102201 PZ 1 SAS-MX IGG-IEF GEL KIT 102201 STAINING DISHES 05750101

Dettagli

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSERVARE SOTTO CHIAVE - FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI - LONTANO DA LOCALI ABITAZIONE - LONTANO

Dettagli

Serie 7. The Future Starts Now. ph / mv / Temp. phmetro portatile ph7. Cond. / Temp. Conduttimetro portatile COND7. ph / mv / Cond. / Temp.

Serie 7. The Future Starts Now. ph / mv / Temp. phmetro portatile ph7. Cond. / Temp. Conduttimetro portatile COND7. ph / mv / Cond. / Temp. Serie 7 phmetro portatile ph7 Conduttimetro portatile COND7 Multiparametro portatile PC7 ph / mv / Temp. Cond. / Temp. ph / mv / Cond. / Temp. The Future Starts Now Serie 7 _ Ver. 1.2a 09/2013 Indice dei

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA pagina 1/6 1. Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale: 1.2 Utilizzi rilevanti identificati della sostanza o miscela e utilizzi sconsigliati

Dettagli

Applicazione linee guida nella fase preanalitica. Graziella Saccani

Applicazione linee guida nella fase preanalitica. Graziella Saccani Applicazione linee guida nella fase preanalitica Graziella Saccani Tra i maggiori problemi preanalitici, le procedure di raccolta, trasporto, trattamento e conservazione del campione rappresentano le maggiori

Dettagli

APPLICABILE DAL 1 GIUGNO 2015

APPLICABILE DAL 1 GIUGNO 2015 CLASSIFICAZIONE E CARATTERISTICHE DEI RIFIUTI A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 Guida alla classificazione dei rifiuti Se un rifiuto è classificato con codice CER pericoloso assoluto, esso è pericoloso senza

Dettagli

Il Rischio Biologico Relatore Dr. Mattia Gargano Cosa è il Rischio Biologico? E la possibilità di contrarre durante l espletamento della propria attività lavorativa: INFEZIONI (penetrazione e la moltiplicazione

Dettagli

Scheda di sicurezza SALE RICRISTALLIZZATO INDUSTRIALE SENZA ANTIMPACCANTE

Scheda di sicurezza SALE RICRISTALLIZZATO INDUSTRIALE SENZA ANTIMPACCANTE Versione del 05.06.2009 Sostituisce la versione dell 01.04.2009 Pagina 1 di 5 Sezione 1: Identificazione del prodotto/della preparazione e del fornitore Descrizione del prodotto o della preparazione: Articolo:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/6 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: ACIDE D,L-MALIQUE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA MATERIALE Conforme al Regolamento Europeo N 453/2010 Uso dentale

SCHEDA DI SICUREZZA MATERIALE Conforme al Regolamento Europeo N 453/2010 Uso dentale 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione del prodotto Codice Prodotto: DH/71106 Denominazione Prodotto: LC Descrizione prodotto: Cemento temporaneo per faccette

Dettagli

Allegato 04 Guida alla corretta effettuazione del prelievo e raccolta materiale biologico

Allegato 04 Guida alla corretta effettuazione del prelievo e raccolta materiale biologico egato 04 Pag. 1 di 8 del 20/09/2012 La finalità delle indagini microbiologiche è quella di diagnosticare le infezioni ed accertare i patogeni in causa, attraverso indagini dirette e /o colturali ( identificazione

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Reattivo B di Voges Proskauer 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC

Dettagli

Scheda di Dati di Sicurezza secondo (CE) n. 1907/2006- ISO 11014-1

Scheda di Dati di Sicurezza secondo (CE) n. 1907/2006- ISO 11014-1 Scheda di Dati di Sicurezza secondo (CE) n. 1907/2006- ISO 11014-1 pagine 1 di 5 Loctite 5070 SDB n. : 157264 V002.1 revisione: 23.07.2010 Stampato: 15.11.2010 Nome commerciale: Loctite 5070 1. Identificazione

Dettagli

Pagina di dati di sicurezza conforme Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH)

Pagina di dati di sicurezza conforme Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) Pagina di dati di sicurezza conforme Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) Pagina: 1 / 5 Pagina di dati di sicurezza conforme Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

Test Monofase Menopausa

Test Monofase Menopausa Test Monofase Menopausa MANUALE D USO ATTENZIONE: Gli operatori devono leggere e capire completamente questo manuale prima di utilizzare il prodotto. 0197 ITALIANO 2 PRINCIPIO La menopausa è la cessazione

Dettagli