Settore sociosanitario. Personale dello Stato. Imprese di pulizia. Assicurazione invalidità. Pagina 3. Importanti traguardi raggiunti pagina 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore sociosanitario. Personale dello Stato. Imprese di pulizia. Assicurazione invalidità. Pagina 3. Importanti traguardi raggiunti pagina 4"

Transcript

1 Giornale dell Organizzazione cristiano-sociale ticinese 10 luglio Anno LXXX - N franchi 1 - G.A.A Lugano Redazione Il Lavoro - Via Balestra Lugano Tel Fax Prossimo numero: 24 luglio 2008 Pagina 3 Settore sociosanitario Importanti traguardi raggiunti pagina 4 Imprese di pulizia Appalti a chi sottoscrive il Ccl pagina 5 Personale dello Stato Ancora chiamati alla cassa pagina 6 Assicurazione invalidità Calcoli paradossali pagina 7

2 2 SINDACATO ATTUALITÀ 10 luglio 2008 SALARI E RINCARO Il padronato svizzero soffre gli sbalzi di temperatura Meinrado Robbiani Non hanno tardato molto a farsi sentire gli effetti del primo caldo. Nel pronunciarsi anticipatamente sulle discussioni che si snoderanno in autunno attorno al tema dell adeguamento dei salari, il Presidente dell Unione svizzera degli imprenditori, Rudolf Staempfli, ha messo le mani innanzi sostenendo che il rincaro non andrebbe pienamente compensato. Un bersaglio errato. Se simili affermazioni riguardassero le retribuzioni dei manager non ci sarebbe nulla da obiettare. Sarebbe anzi una dimostrazione di ricuperato pudore, abbondantemente tartassato nel più recente passato. Se ci si riferisce invece -come è purtroppo il caso - al salario dei dipendenti, la reazione non può che essere che di sdegno e di indignazione. Dopo un periodo di crescita consistente dell economia, che non si è ancora tradotta in una parallela rivalutazione degli stipendi, mettere in discussione lo stesso rincaro è una provocazione urtante. L affermazione è tanto più inammissibile poiché al Presidente dell Unione degli imprenditori non sfugge certo che la ripresa dell inflazione sta mettendo a dura prova il reddito delle famiglie. Sbaglia inoltre bersaglio se intende contenere l inflazione facendone pagare il prezzo ai lavoratori. Non sono certo i lavoratori la fonte dell inflazione. Un padronato coerente affronterebbe piuttosto con vigore il mondo finanziario che, con le sue aberrazioni speculative, è all origine di una buona parte degli odierni aumenti dei prezzi. Ticino ancor più penalizzato. Il messaggio del padronato è tanto più urtante in Ticino, dove è rilevabile un significativo ritardo rispetto alle medie salariali nazionali. Nella nostra regione, l evoluzione delle retribuzioni subisce perdippiù la pressione derivante da una accresciuta e agevolata reperibilità di manodopera al di là della frontiera. Nel nostro Cantone va perciò innescato un percorso di programmato assorbimento del divario rispetto alle altre regioni del Paese, del tutto inconciliabile con le mire del presidente dell Unione degli imprenditori. Si tratta d altronde di un obiettivo che oltrepassa le considerazioni congiunturali; va cioè impostata, da un angolatura strutturale, un azione di ricupero retributivo proiettato sul medio termine. Un impegno prioritario. Già in apertura del 2008, l OCST ha additato il tema salariale quale priorità del suo impegno. Una riflessione interna ha consentito di precisare i contorni della politica salariale che dovrà guidare l impegno del sindacato per i prossimi anni. Ne farà perciò un tema di discussione e di negoziato con le associazioni padronali cantonali. Queste devono sapere sin d ora che la posizione assunta dal padronato nazionale non lascia prefigurare nulla di buono. L OCST si attende cioè un atteggiamento ben diverso dagli imprenditori ticinesi. CORSO ECDL Start European Computer Driving License In collaborazione con ENAIP Svizzera Periodo Frequenza 2 sere alla settimana Durata 78 ore così suddivise 18 ore utilizzo del computer e gestione file 24 ore elaborazione testi 24 ore fogli elettronici 12 ore reti & comunicazioni Costo Soci OCST Fr Non soci Fr Skills Card Fr esami ECDL Fr CORSO DI SEGRETARIATO Periodo 26 settembre marzo 2009 Frequenza tutti i venerdì, 9-12 e Durata 130 ore Programma Aggiornamento informatico Dattilografia Corrispondenza commerciale Contabilità di base Contabilità pratica - Banana Costo Soci OCST Fr Non soci Fr CORSO DI PREPARAZIONE AL DIPLOMA CANTONALE DI CONTABILITÀ Periodo Frequenza lunedì sera dalle alle 21. Durata 60 ore Costo Soci OCST Fr Non soci Fr Serata informativa lunedì 8 settembre 2008 alle ore 18 nel Salone OCST, Lugano CORSO BIENNALE PER CUSTODE DI IMMOBILI In collaborazione con ENAIP Svizzera Periodo dal 22 settembre 2008 Frequenza lun e mer sera + sabato mattina Durata 2 anni, 4 semestri, 398 ore Esami 2010 Programma Manutenzione di immobile: 88 ore Tecniche di pulizia: 80 lezioni Riscaldamento, aerazione e clima: 36 ore Installazioni idrauliche: 36 ore Installazioni elettriche: 36 ore Protezione ambientale: 10 ore Giardinaggio: 88 ore Gest. aziendale e amm.: 12 ore Comunicazione: 12 ore Costo complessivo Fr Via S. Balestra Lugano Tel. 091 / Fax 091 / CORSI INTENSIVI DI LINGUE LINGUESTATE 2008 Corsi di inglese e tedesco Periodo 21 luglio 31 luglio dalle alle agosto 29 agosto dalle 9.00 alle o dalle alle Frequenza 9-12 oppure Durata due settimane, 30 ore Costo Soci OCST Fr Non soci Fr Corsi intensivi di italiano per stranieri Periodo dal 1. settembre Frequenza tutte le mattine, un mese Costo Soci OCST Fr Non soci Fr

3 10 luglio 2008 SINDACATO ATTUALITÀ 3 Un contratto collettivo per i lavoratori interinali Uno strumento tanto più vitale nelle regioni di frontiera Meinrado Robbiani IL SYNA DICE SÌ AL NUOVO CONTRATTO Un primo passo importante Syna, primo sindacato interprofessionale della Svizzera, ha detto Sì al nuovo Ccl per il settore interinale. Il lavoro temporaneo con oltre 250 mila lavoratrici e lavoratori interinali ogni anno, acquisisce sempre più importanza. A maggior ragione, preme regolare tra i partner sociali le condizioni di lavoro con un Ccl per il settore interinale. L attuale Ccl presenta un novum nella storia dei contratti collettivi di lavoro svizzeri. Per la prima volta, un Ccl non regola le condizioni di lavoro in un azienda o in un settore, bensì in vari settori e sono le condizioni di lavoro (attraverso un agenzia di lavoro interinale) ad essere determinanti. Il sindacato Syna sostiene l intento di regolare le condizioni di lavoro in modo collettivo, nonostante siano ancora desiderabili alcuni miglioramenti dal punto di vista delle retribuzioni materiali. «Da regolare sono soprattutto le condizioni di lavoro dei dipendenti nei settori scoperti da convenzioni collettive», afferma Arno Kerst, Vicepresidente del Syna. «Si tratta di regolare tra le parti sociali condizioni di lavoro precarie ed il presente contratto è un primo passo importante in questa direzione». Chi sono i lavoratori interinali? Il lavoro interinale è una forma di lavoro flessibile in cui il reclutamento di personale avviene tramite un agenzia che assume il dipendente e lo colloca presso un altra azienda. Per queste caratteristiche particolari, fino ad ora i lavoratori interinali erano soggetti solo ai contratti collettivi decretati di obbligatorietà generale. Cioè quelli dichiarati per legge obbligatori per tutta la categoria. Quali sono le novità introdotte dal nuovo contratto collettivo per i lavoratori interinali? Il nuovo contratto firmato tra i sindacati, tra cui il Syna, e Swisstaffing, l associazione mantello delle agenzie interinali, introduce delle novità importanti. I lavoratori interinali che operano in settori nei quali esiste un contratto collettivo di lavoro regionale, nazionale o anche aziendale (ma solo se importante), beneficiano delle condizioni stabilite in questo contratto in particolare negli ambiti della definizione di salari e indennità, degli orari di lavoro, delle vacanze e delle relative regolamentazioni e del pensionamento flessibile. Per i lavoratori interinali che non possono Far tesoro di esperienze Se da un lato vi sono sul mercato del lavoro (soprattutto giovani) dipendenti interinali per propria libera scelta, dall altro lato vi sono anche numerosi dipendenti (in età avanzata) costretti a partecipare al mondo del lavoro avvalendosi dei servizi di agenzie temporanee. Con il Ccl ora negoziato per tutte e due le categorie, ora sono regolate importanti condizioni di lavoro come, per esempio, i salari minimi e l assicurazione d indennità giornaliera in caso di malattia. Allo stesso tempo si dovrà garantire che le disposizioni in materia di salario e di orario di lavoro fissate nel presente Ccl vengano rispettate. Arno Kerst riassume come segue: «Con il Ccl, che attende dal Consiglio federale il conferimento del carattere obbligatorio generale, bisogna far tesoro di esperienze. Esso non deve e non sarà strumento per estendere ulteriormente condizioni di lavoro interinale involontarie o di aggirare esistenti Ccl in vigore. Per il Syna questa è piuttosto l occasione di migliorare in modo persistente le condizioni di lavoro nel settore dell impiego interinale». fare riferimento ad un contratto collettivo valido nel settore in cui operano, tutti questi aspetti, compresa la definizione dei salari minimi, vengono regolati all interno di questo nuovo contratto collettivo per i lavoratori interinali. Quest ultimo inoltre contempla delle misure specifiche nell ambito della formazione continua, della previdenza professionale e dell assicurazione malattia. È stato necessario introdurre queste misure per la particolare condizione del lavoratore interinale il quale spesso viene assunto per periodi che non superano i 3 mesi e determinati diritti maturano proprio superati quei termini. Finalmente, grazie all impegno di Syna e OCST, i numerosi lavoratori che fanno capo a queste agenzie saranno maggiormente tutelati. Il contratto collettivo per i lavoratori interinali concordato sul piano nazionale è un risultato di indubbia validità. Consentirà di coprire e regolare in modo più uniforme le condizioni di lavoro di un settore dove la precarietà del rapporto di lavoro è sovente dilatata da condizioni di lavoro altrettanto insoddisfacenti. Il contratto non annullerà la precarietà del rapporto di lavoro interinale ma contribuirà a proteggere maggiormente i lavoratori e le lavoratrici sia nelle condizioni materiali, sia nelle coperture assicurative e previdenziali. Lo strumento contrattuale risulterà tanto più decisivo nelle regioni, come il Ticino, dove il lavoro interinale si è agganciato alla libera circolazione, gonfiandosi e mettendo a disposizione delle imprese un volume consistente di manodopera a prestito. La vicinanza alla frontiera, oltre a consentire un rapido aumento della dimensione del lavoro interinale, comporta pure un più accentuato pericolo di pressione sulle condizioni retributive e di lavoro. Il contratto collettivo è perciò uno strumento di migliore tutela dei lavoratori e di protezione contro i rischi di dumping salariale in rapporto alla libera circolazione. L importanza del contratto collettivo è però anche riconducibile ad un ulteriore aspetto; contribuisce ad istaurare relazioni di dialogo e di collaborazione tra le parti sociali. Potranno così essere costruiti spazi di confronto e di cooperazione tra le organizzazioni sindacali e le agenzie di lavoro interinale. Su questo terreno l OCST ha mosso ripetuti passi negli scorsi anni, chiamando a raccolta le agenzie attive in Ticino e sollecitando l avvio di un lavoro in comune in vista di una migliore gestione del settore. È ora auspicabile che questi passi preliminari, poggiando su un contratto collettivo, possano sfociare in iniziative e misure che consentano di ridurre ulteriormente il legame tra lavoro interinale e precarietà. Avete bisogno di cure e assistenza (SPITEX) a domicilio? Allora rivolgetevi al SACD Servizio di utilità pubblica! Grazie alla collaborazione con Ticino Soccorso, digitando il numero telefonico summenzionato, verrete indirizzati all ente attivo nel vostro comprensorio SCuDo - Servizio Cure a Domicilio del Luganese Associazione per l'assistenza e la cura a domicilio del Mendrisiotto e Basso Ceresio MAGGIO - Associazione per l'assistenza e la cura a domicilio Malcantone Vedeggio Servizio d'assistenza e cura a domicilio della Regione Tre Valli ABAD - Associazione Bellinzonese per l'assistenza e cura a Domicilio ALVAD Associazione Locarnese e Valmaggese di assistenza e cura a domicilio

4 4 SINDACATO ATTUALITÀ 10 luglio 2008 Settore sociosanitario Importanti traguardi raggiunti per il personale Pagina a cura di Renato Ricciardi SERVIZI PRIVATI DI ASSISTENZA E CURA A DOMICILIO Obiettivo: un contratto collettivo cantonale Un contratto collettivo di lavoro anche per il personale dei servizi privati di assistenza e cure a domicilio. Questo è l obiettivo del sindacato dopo l incontro con i rappresentanti di nove servizi e dell Associazione ticinese dei servizi privati di assistenza e cura domiciliare svoltosi a Lugano lo scorso 11 giugno. Come noto la Commissione tripartita in materia di libera circolazione delle persone aveva riscontrato nell ambito dei controlli delle condizioni di lavoro di tredici servizi privati di cure domiciliari importanti differenze rispetto al trattamento riconosciuto al personale dei sei SACD che applicano i due contratti collettivi vigenti invitando le parti sociali a discutere un ccl di categoria in assenza del quale la stessa Commissione avrebbe proposto al Consiglio di Stato l emanazione d imperio di un contratto normale. Durante l incontro convocato dai sindacati le parti presenti hanno potuto esprimere punti di vista, aspettative e obiettivi in modo Verso un ccl unico per i Sacd del Sopra e del Sottoceneri? La spinta verso un unico contratto collettivo di lavoro per il personale dei sei SACD del Sopraceneri e del Sottoceneri dà i primi risultati. Il tema era stato discusso insieme ad altri aspetti lo scorso anno negli incontri voluti dalle commissioni interne del personale dei sei servizi con i comitati dei Sacd e i rappresentanti sindacali. Se, da parte nostra, siamo contrari alla proposta avanzata sul piano politico di creare un unico ente cantonale di assistenza e cura a domicilio, vediamo favorevolmente un contratto cantonale unico per i sei Sacd in particolare perché può costituire una ragionevole semplificazione, rafforzare l unità d intenti della comunità contrattuale verso l autorità politica e l opinione pubblica e migliorare le condizioni del personale. Le direzioni dei Sacd sopra e sottocenerini hanno ora elaborato una bozza di contratto unico che mette insieme i due contratti vigenti (Rosacd e Ccl del Sopraceneri). Il progetto sarà sottoposto ai sei comitati e successivamente discusso con i sindacati. È evidente per l OCST che il futuro contratto dovrà portare vantaggi per tutte le parti contraenti. In ogni caso dovrà essere tema di una trattativa dove saranno coinvolte anche le commissioni del personale. aperto e costruttivo. È stato condiviso l obiettivo di costituire una comunità contrattuale che promuova gli interessi dei servizi privati del personale nei confronti dell autorità politica, degli assicuratori malattia e del pubblico. È pure stata riconosciuta la necessità di lavorare verso un armonizzazione delle condizioni di lavoro per evitare una impropria concorrenza tra i servizi e di rafforzare l immagine di un settore che opera in modo complementare a quello pubblico in favore dei pazienti pur non beneficiando di contributi pubblici. Prossimo passo: il 23 luglio si terrà un secondo incontro che sarà dedicato alla discussione di un progetto di contratto collettivo di lavoro. La costituzione di una comunità contrattuale stabile è per l OCST l obiettivo della trattativa con i sacd privati per garantire al personale che lavora nel settore privato dell assistenza e cura a domicilio adeguate condizioni di lavoro e norme a tutela dei dipendenti. Diritto alle indennità notturne e festive durante le vacanze e la malattia Dopo l accordo raggiunto con la direzione dell Eoc sul riconoscimento del diritto alle indennità per lavoro notturno e festivo durante le vacanze e la malattia per il personale ospedaliero che lavora regolarmente a turni, i sindacati hanno sollecitato le altre parti contraenti del settore sociosanitario perché sia adottata un analoga decisione. Le commissioni paritetiche delle case per anziani, delle cliniche private, delle istituzioni sociali e dei servizi di cura a domicilio hanno iniziato la discussione sulle condizioni di applicazione del principio della sentenza del Tribunale federale all origine della richiesta sindacale nei diversi settori e sugli effetti finanziari. Proprio per tenere conto di questo ultimo aspetto i funzionari del DSS competenti per ogni settore sono stati associati alla discussione. Una decisione è attesa presto. La direzione dell Eoc ci ha nel frattempo informato che sono state pianificate tutte le attività necessarie (interfaccia programmi, esportazioni dati, test, ecc.) e che procederà al versamento delle indennità dovute ai collaboratori interessati con lo stipendio di ottobre. Rimane da stabilire se nel diritto rientra anche l indennità per picchetto. Ricordiamo che il diritto sussiste anche per i lavoratori che sono stati alle dipendenze dell Eoc nel periodo dal 2003 al L OCST è a disposizione per ulteriori informazioni. ISTITUZIONI SOCIALI Per l estensione della comunità contrattuale Le parti contraenti del contratto collettivo di lavoro (Ccl) del personale delle istituzioni sociali (Atis e i sindacati OCST e Vpod) hanno inviato una lettera congiunta alla ventina di istituzioni attive nel settore dell andicap e dell educazione dei minorenni e non ancora firmatarie per proporre l adesione al Ccl. Il sindacato ha richiamato l importanza di una comunità contrattuale solida e rappresentativa per promuovere buone condizioni di lavoro per i collaboratori, ma anche difendere le finalità proprie di ciascuna istituzione che ne fa parte. Tra gli obiettivi della comunità contrattuale figura pure il sostegno della formazione professionale dei dipendenti con importanti contributi finanziari. In settembre si terrà un incontro informativo per i responsabili delle istituzioni. Decisioni della Commissione paritetica In una recente seduta la commissione paritetica del settore ha discusso altri importanti temi dell allegato 8 del Ccl che le parti si stanno impegnando ad approfondire. È stato assegnato alla Supsi un mandato per uno studio sulle condizioni di lavoro di tutte le figure professionali (OSS e OSA compresi) e di salute dei dipendenti all interno delle istituzioni e per valutare i cambiamenti intervenuti in relazione all introduzione dei mandati di prestazione e alle trasformazioni intervenute sul piano organizzativo. Altri temi in corso di approfondimento: l analisi costi e prestazioni delle diverse coperture di cassa pensione dei dipendenti e la retribuzione degli stagiaires.

5 10 luglio 2008 SINDACATO ATTUALITÀ 5 Imprese di pulizia e Facility services Appalti solo a chi sottoscrive il Ccl Nando Ceruso Nel quadro dei contratti collettivi cantonali, OCST e SIC Ticino nei prossimi giorni notificheranno agli Enti pubblici e alle grandi imprese l accordo contrattuale raggiunto con le imprese di pulizia e Facility services del Cantone Ticino. Le due organizzazioni sindacali evidenzieranno che il contratto collettivo di lavoro (Ccl), voluto espressamente dalle parti padronali e sindacali per mettere ordine e regole chiare nel settore delle pulizie, favorirà un progressivo miglioramento dell organizzazione e della qualità del lavoro nel ramo delle imprese di pulizia. Servirà altresì a dare un profilo più solido e professionale delle imprese di pulizia attraverso le iniziative che saranno sviluppate nell ambito della formazione e nel miglioramento tecnico e qualitativo delle imprese. Il Contratto collettivo, sottoscritto dai datori di lavoro delle più importanti imprese di pulizia attive nel Cantone, rappresenta un baluardo contro la deregolamentazione selvaggia, il dumping sociale e salariale, quindi anche contro lo sfruttamento del personale e il lavoro nero. Agli enti pubblici e alle grandi imprese è fatto notare che il Contratto collettivo non è benefico solo per il personale, ma che lo stesso è uno strumento di collaborazione tra le parti sociali, che contribuisce a migliorare l organizzazione del lavoro accentuandone la qualità e il servizio. In tale contesto, gli Enti pubblici e le grandi imprese saranno sollecitate ad assegnare i lavori di pulizia solo alle imprese qualificate e firmatarie del contratto collettivo. In tal modo contribuiranno a garantire un equo trattamento del personale e ad accelerare la diffusione del contratto collettivo, evitando situazioni di dumping sociale e salariale estremamente negative anche per l economia cantonale. Le azioni di sensibilizzazione dell'ocst e della SIC sono orientate ad evitare possibili conflitti sindacali, che inevitabilmente si estenderebbero anche a quegli enti pubblici e aziende che assegneranno i lavori alle imprese di pulizie che eludono i diritti contrattuali del personale di pulizia. LAVORO SALUTE Amianto, sapere per non allarmarsi Con il termine amianto si intende un gruppo di minerali naturali a struttura fibrosa. Le fibre che lo compongono sono resistenti al fuoco, agli acidi e alle sollecitazioni a trazione. In passato l amianto era molto apprezzato, soprattutto nell edilizia, per la sua resistenza al fuoco e al calore. È un materiale presente un po dappertutto, tanto che con i metodi di analisi attuali è possibile rilevarne piccolissime quantità un pò ovunque. La presenza di fibre di amianto nell aria è dovuta in parte al fenomeno naturale di erosione delle rocce superficiali o deriva da un precedente uso industriale. L aria che respiriamo contiene solitamente meno di 300 fibre d'amianto inalabili per metro cubo. Con il tempo si è scoperto che se inalate, le fibre d amianto possono causare malattie gravi e per questo bisogna evitare assolutamente l esposizione alle polveri. La pericolosità risiede nella sua capacità di sfaldarsi in fibre sottilissime e inalabili quando viene lavorato o manipolato. Anche se in Svizzera, a causa della sua pericolosità, l uso dell amianto è bandito dal 1990, ci sono ancora molti prodotti e manufatti contenenti questo materiale. Applicazioni Grazie alle sue straordinarie qualità l amianto è stato ampiamente utilizzato dal 1930 nei settori industriali e tecnologici. Per decenni è stato considerato un materiale estremamente versatile e ha trovato applicazione in molti campi. Veniva utilizzato per realizzare pannelli, lastre e compound (masse) per la protezione antincendio e l isolamento termico, nelle pastiglie dei freni e nelle frizioni per l industria automobilistica; in virtù della sua elevata resistenza termica e chimica è stato impiegato anche nelle guarnizioni. (...continua) Rete InfoAmianto La Rete Info Amianto ha il compito di elaborare, proporre e coordinare misure adeguate nel campo dell informazione sulla pericolosità potenziale dell amianto e sulle misure appropriate per smaltirlo. Fornisce risposte a numerosissime richieste ed ha messo in funzione una procedura di accertamento per rilevare la presenza di amianto sul territorio. Interviene con sopralluoghi dove si effettuano lavori di rimozione di materiale contenente amianto, organizza corsi di formazione, fornisce materiale didattico e risposte idonee ai quesiti della popolazione e degli addetti ai lavori. Info ASSEMBLEA DEL PERSONALE NLM Buone notizie in arrivo? Marco Pellegrini Lo scorso 7 luglio si è tenuta l assemblea dei dipendenti della Navigazione lago Maggiore per discutere le strategie future alfine di trovare un possibile accordo con la direzione. Dopo lunga e accesa discussione all unanimità si è giunti alle seguenti conclusioni: tutte le azioni di disturbo sono per il momento sospese in quanto il Ministero dei Trasporti ha risposto ad un sollecito dei sindacati chiedendo un incontro alfine di discutere le diverse problematiche che rimangono ancora inevase e più specificatamente l aumento salariale di fr mensili. Le parti si incontreranno il prossimo 16 luglio. Si auspica che possano trovare, a soddisfazioni di tutti, un intesa. Se ciò non dovesse avvenire i sindacati già a partire dal giorno seguente inizieranno nuovamente con azioni di disturbo. All incontro per l OCST era presente il collega Gianpietro Leonardi.

6 6 SINDACATO ATTUALITÀ 10 luglio 2008 Risanamento delle finanze Personale dello Stato ancora chiamato alla cassa La cosa sta diventanto un po monotona: sarà mancanza di fantasia o accanimento da parte del Consiglio di Stato? Lorenzo Jelmini Il 2 luglio, nel corso di un incontro con le organizzazioni sindacali che rappresentano i dipendenti dell amministrazione cantonale, il Consiglio di Stato ha presentato le misure previste per il risanamento delle finanze cantonali. Tra i provvedimenti che s intende adottare vi sono pure quelli che avranno ripercussioni sul personale, in particolare il mancato riconoscimento integrale del rincaro. L OCST non può accettare che ancora una volta i dipendenti dell amministrazione cantonale vengano chiamati alla cassa per risanare le finanze del nostro Cantone. Ci s interroga se nel Consiglio di Stato vi sia semplicemente una mancanza totale di fantasia che impedisce di trovare misure alternative, o se, al contrario, siamo confrontati con un accanimento da parte del Governo cantonale nei confronti dei suoi dipendenti. Inaccettabile in particolare il mancato adeguamento al caro vita. La mancata concessione dell adeguamento al rincaro, attuata ormai da diversi anni, non solo ha intaccato in misura significativa il potere d acquisto, ma continuerà ad eroderlo anche negli anni a venire. Non va del resto dimenticato che dalle statistiche sui salari dei dipendenti pubblici risulta che i salari lordi dei dipendenti pubblici in Ticino sono già nettamente inferiori rispetto a quelli versati negli altri Cantoni svizzeri. Spiace rilevare che la politica del personale attuata dal Consiglio di Stato in questi anni sia costantemente e unicamente improntata sulla riduzione dei costi. Questo non permette di valorizzare l attività dell amministrazione cantonale penalizzando, di conseguenza, la qualità dei servizi che lo Stato è tenuto ad offrire alla popolazione ed all economia di questo Cantone. INTERROGAZIONE PARLAMENTARE Non dimentichiamo i lavoratori indipendenti Recenti studi hanno evidenziato come quella dei lavoratori indipendenti sia una nuova fascia di lavoratori che spesso sfugge alla legislazione di tutela del lavoro. Partendo dalla recente decisione del Consiglio di Stato di non concedere gli assegni famigliari anche ai lavoratori indipendenti, Gianni Guidicelli chiede di elaborare una radiografia delle prestazioni sociali erogate a questa categoria di lavoratori per poi valutare l'opportunità di chiedere il riconoscimento anche ai lavoratori indipendenti il diritto agli assegni famigliari. il messaggio no del 27 maggio 2008 il Consiglio di Stato «Con propone una nuova Legge cantonale sugli assegni di famiglia che riprende unicamente le disposizioni obbligatorie previste dalla nuova legge federale, la cui entrata in vigore è prevista per il 1. gennaio Il Consiglio di Stato rinuncia in particolare ad introdurre il diritto agli assegni familiari anche per i lavoratori indipendenti, che la normativa federale lascia alla libera scelta dei cantoni. È questa una scelta discutibile se si considera che l obiettivo dovrebbe essere quello di concedere per ogni figlio un assegno, indipendentemente dallo statuto del lavoratore. La nuova legge prevede ad esempio in questa direzione il diritto all assegno intero anche a chi lavora in forma parziale e il diritto anche alle persone senza attività lucrativa, entro certi limiti di reddito. Bisogna inoltre ricordare come le trasformazioni in atto nel mondo del lavoro hanno portato ad un notevole aumento dei lavoratori indipendenti, che spesso operano in contesti economici difficili e con redditi modesti. Un recente studio eseguito per la SUPSI dai ricercatori F. Losa e E. Soldini (Working but poor in Ticino, 2006) ha rilevato come il gruppo professionale più a rischio di povertà sia quello degli indipendenti senza impiegati, di cui quasi il 20 per cento non riesce ad avere un reddito sufficiente per porsi e porre la propria famiglia al riparo dalla povertà. Secondo A. Lepori e Ch. Marazzi (Forme di lavoro e qualità della vita. Inchiesta sugli effetti sociali della flessibilità del mercato del lavoro in Ticino, 2002), in Svizzera il fenomeno del lavoro indipendente è aumentato notevolmente, e sembra rappresentare la punta più avanzata, con tassi di lavoratori indipendenti più elevati rispetto agli altri paesi europei. Nel 2000 essi rappresentavano circa il 18 per cento del totale delle persone occupate e dal 1991 il loro numero è aumentato del 49 per cento. In Ticino questo tasso si situa attorno al 19 per cento. Sempre secondo Lepori-Marazzi il fenomeno dell aumento dei lavoratori indipendenti tocca in maniera predominante il settore terziario, con un aumento del 53 per cento: sono più anziani dei salariati (presenti nella fascia di età che va dai 40 ai 54 anni), prevalentemente uomini e di nazionalità svizzera (pp ). Si tratta di una fascia di lavoratori che sfugge il più delle volte alla legislazione di tutela del lavoro ed è privata di alcune garanzie sociali di cui godono i lavoratori «fissi». Nella valutazione quindi dell opportunità di riconoscere anche a questa categoria di lavoratori il diritto agli assegni familiari, sarebbe utile conoscere alcuni dati sul versamento di prestazioni integrative del reddito, che non risultano dai rendiconti annuali. Mi permetto pertanto formulare al Consiglio di Stato la seguente domanda: quanti lavoratori indipendenti beneficiano delle seguenti prestazioni sociali e in quale ordine di grandezza? prestazioni assistenziali, assegni integrativi e di prima infanzia, sussidi per il pagamento dei premi dell assicurazione malattia, borse di studio».

7 10 luglio 2008 SINDACATO ATTUALITÀ 7 I PARADOSSI DELL UFFICIO ASSICURAZIONE INVALIDITÀ Sei invalido? Guadagnerai più di prima! Meinrado Robbiani Agiudicare da ripetute decisioni dell Ufficio Assicurazione Invalidità (AI), c è da chiedersi se il suo compito, oltre a favorire prioritariamente il mantenimento nel mondo del lavoro, consista nel verificare con rigore l eventuale diritto a prestazioni assicurative oppure nel cercare in qualsiasi modo e con qualsiasi pretesto di rifiutarle. Questo scostamento dalla sua naturale e corretta funzione è desumibile da decisioni che, se non ledessero persone già in difficoltà di salute, rientrerebbero nella sfera del ridicolo e dell assurdo. Un esempio illuminante. Ecco un esempio emblematico. Un lavoratore, precedentemente occupato quale operaio in una fabbrica, si vede riconoscere ufficialmente dall AI una completa inabilità lavorativa per la professione esercitata, con tanto di sigillo del medico di riferimento dell Ufficio stesso. Nel contempo, come avviene sovente, lo si riconosce tuttavia abile a svolgere in alternativa un attività semplice, leggera e poco qualificata. Gli viene persino precisato che, dal profilo medico, deve trattarsi di una attività che implichi un ridotto caricamento della colonna vertebrale, che consenta una frequente variazione della posizione (non più di un ora seduti o eretti), che non richieda una vista perfetta e che non comporti spostamenti eccessivi. L Ufficio AI non si accontenta tuttavia di questa conclusione. Non pago, comunica all interessato, il cui salario ammontava a circa franchi, che in futuro, per un attività così dettagliatamente profilata, potrebbe percepire un reddito di poco inferiore ai franchi. Dalle statistiche nazionali deduce infatti che per un attività di questa natura (leggera, semplice, non qualificata e gravata dalle accennate difficoltà di salute, alle quali aggiungere anche l età del lavoratore) è possibile conseguire un reddito poco distante dai franchi. Fuori dal mondo! Questo illuminante esempio non può che lasciare allibiti. C è da chiedersi in quale mondo viva l AI. Si muove come se gli impieghi con le caratteristiche accennate abbondino a dismisura e come se basti girare l angolo per imbattersi in una lunga fila di imprese in febbrile attesa di dipendenti menomati da difficoltà di salute. Ha inoltre la spudoratezza di dare per acquisito che un lavoratore con difficoltà di salute possa tranquillamente ambire a impieghi ben più rimunerati di quella svolta in condizioni normali di salute. La domanda iniziale si riconferma: dove vive l Ufficio AI? Il compiacimento dell AI. La situazione è tanto più paradossale poiché si può essere certi che l Ufficio AI non mancherà di compiacersi per un simile exploit. Non riscontrandosi nessuna perdita di salario, poiché il reddito conseguibile da invalido è stimato persino superiore a quello percepito da valido, non viene riconosciuto nessun diritto ad una eventuale rendita (nemmeno ad una rendita parziale); per l AI si prospetta un risparmio benvenuto. Può inoltre gloriarsi di avere additato ad un lavoratore con difficoltà di salute uno sbocco lavorativo meglio retribuito rispetto al passato. Neppure il più geniale collocatore riuscirebbe a offrire una prospettiva tanto allettante. Cosa chiedere di più? Una farsa persistente. Che il buonsenso possa venire meno è una esperienza nella quale si incappa purtroppo frequentemente. In casi come quello accennato non è però solo questione di buonsenso. Ne va di mezzo la credibilità stessa dell AI, ridotta in simili frangenti ad una farsa. La battaglia avviata dall OCST per estirpare distorsioni di questo genere, che è stata portata anche nel parlamento federale e in quello cantonale, non può perciò che continuare. A tutela di chi è costretto a fare capo all AI e a salvaguardia della finalità di questa assicurazione sociale che i suoi stessi funzionari stanno snaturando. Il Gran Consiglio accoglie una mozione dei deputati OCST Gianni Guidicelli Durante l ultima seduta il Gran Consiglio ha discusso della mozione inoltrata nel novembre del 2006 dai colleghi Giuliano Butti, Renato Ricciardi e dal sottoscritto, che chiedeva un intervento del Consiglio di Stato presso l autorità federale per porre rimedio ad una decisione scellerata del Tribunale Federale nell ambito della determinazione del grado d invalidità (Il Lavoro n. 17 del 3 novembre 2006). In estrema sintesi ricordiamo che il grado d invalidità è determinato mettendo a confronto il reddito che l assicurato avrebbe potuto ottenere nella sua professione senza il danno alla salute, con il guadagno che potrebbe ancora conseguire in un attività confacente al suo stato di salute; la differenza è il danno economico e, espresso in percentuale, rappresenta il grado d invalidità. Il Tribunale Federale, in una sentenza dell agosto del 2006 che abbiamo definito scellerata, ha ritenuto che per valutare il reddito conseguibile in un attività confacente si debba far riferimento ai salari medi svizzeri e non più a quelli ticinesi. Questa situazione ha creato una palese discriminazione nei confronti dei ticinesi poiché è risaputo come i salari versati in Ticino siano sensibilmente inferiori a quelli svizzeri. Concretamente quindi gli assicurati ticinesi non si vedono riconoscere prestazioni o rendite AI, oppure vengono concesse in forma ridotta, in modo del tutto artificioso e che non corrispondono al reale grado d invalidità. Questo fatto ha anche ripercussioni sulle finanze del nostro cantone poiché queste persone devono poi inevitabilmente far capo alle prestazioni assistenziali per garantirsi il sostentamento. L OCST ha reagito immediatamente con un atto parlamentare a Berna del nostro segretario cantonale Robbiani, e con una mozione all indirizzo del Consiglio di Stato, da parte dei deputati OCST al Gran Consiglio. L atto parlamentare di Robbiani è stato accolto dal Consiglio Federale che ha promesso un suo intervento per definire il salario di riferimento applicabile agli assicurati ticinesi, ma ciò non è ancora avvenuto. È quindi stato quanto mai opportuno che il parlamento ticinese, all unanimità, abbia accolto la mozione dei deputati OCST e che di conseguenza il Consiglio di Stato intervenga presso l autorità federale per sollecitare questa nuova direttiva. Terremo informati i nostri lettori sull evoluzione che avrà questa tematica che ha visto l OCST impegnata e determinata a più livelli per ovviare ad una palese ingiustizia nei confronti delle persone che per malattia o infortunio perdono la loro capacità di guadagno.

8 8 SERVIZIO GIURIDICO 10 luglio 2008 IL CASO Furto in gioielleria con licenziamento Giuliano Butti* Una nostra associata da due anni era alle dipendenze di un rinomato negozio di vendita di gioielli e orologi del Mendrisiotto, in qualità di venditrice qualificata, svolgendo con professionalità e passione la propria attività lavorativa. Nel corso dell estate di qualche anno fa, in seguito ad un furto avvenuto nel negozio, veniva notificata alla dipendente una lettera di licenziamento immediato, in quanto accusata di negligenza grave. Secondo il datore di lavoro, la lavoratrice, sola in negozio, si sarebbe incautamente fidata a mostrare alcuni orologi a dei clienti, che hanno sottratto un paio di esemplari, approfittando dell ingresso in negozio di altri clienti. Il datore di lavoro pretendeva anche il risarcimento della merce rubata. L associata, evidentemente, si è rivolta all OCST per ricevere assistenza e patrocinio. Senza indugio, il nostro Servizio Giuridico è intervenuto con un articolato scritto indirizzato al datore di lavoro, sostenendo che la lavoratrice era da considerarsi vittima dell evento e che il licenziamento in tronco costituiva una misura ingiusta e inadeguata. La causa grave, che legittima il licenziamento con effetto immediato, secondo l OCST non era assolutamente ipotizzabile nella fattispecie. Visto l atteggiamento intransigente del datore di lavoro, si è reso necessario adire l Autorità giudiziaria, intraprendendo un lungo iter, conclusosi con una sentenza del Tribunale d Appello, che ha visto il datore di lavoro completamente soccombente. Si è trattato di un caso lungo e molto complicato. Trattandosi di un licenziamento in tronco ingiustificato, la dipendente postulava anche il riconoscimento di un indennità, così come prevede il Codice delle Obbligazioni. Inoltre, se fosse stata accolta la tesi del datore di lavoro, la nostra assistita avrebbe perso il diritto alle prestazioni assicurative, relative ad un inabilità al lavoro insorta in seguito all evento. Infine, la gravidanza, nel frattempo iniziata, correva il rischio di trasformarsi da un sentimento di gioia, in un motivo ulteriore di preoccupazione. Il Pretore, con la sentenza di primo grado, accoglieva le richieste OCST, ma nello stesso tempo condannava la lavoratrice a risarcire 2/3 del valore della merce rubata. Il datore di lavoro ricorreva in appello, postulando la modifica della sentenza di primo grado per la parte a lui sfavorevole. Contemporaneamente l OCST ricorreva in appello per ottenere la modifica della decisione pretorile, nella misura in cui riconosceva un risarcimento in favore del datore di lavoro. Con la sentenza della Seconda camera civile del Tribunale d Appello sono state accolte integralmente le richieste OCST. È stato annullato il rimborso parziale del valore della merce sottratta, in quanto il datore di lavoro non aveva messo in atto tutte le misure idonee a favorire l attività professionale della dipendente, che, lavorando sola in negozio, per di più con la porta aperta per ordine del datore di lavoro, non disponeva minimamente dei mezzi necessari e atti a controllare tutte le situazioni, che si potevano verificare. La complessa vertenza si è conclusa positivamente per la nostra associata. Un affrettato licenziamento in tronco per presunti motivi gravi, l improvvisa privazione dello stipendio, una richiesta di risarcimento danni, una subdola malattia e una gravidanza in un momento tanto delicato costituivano una miscela esplosiva dalle conseguenze inimmaginabili, fortunatamente disinnescate dalla professionalità e competenza del Servizio giuridico OCST. Grazie al sindacato, la lavoratrice ha ottenuto, non solo una piena riabilitazione nella sua professione, ma soprattutto giustizia, con un risarcimento per licenziamento abusivo pari ad una mensilità di stipendio, oltre a tutte le altre prestazioni previste dalla legge, sia per la malattia che per la gravidanza e il parto. *Coordinatore Cantonale Assistenza giuridica OCST Concorso fotografico «I lavoratori e i loro strumenti» lancia anche quest anno un concorso fotografico sul tema «I lavoratori e i loro strumenti» riservato ai lettori del L OCST nostro giornale. L obiettivo è quello di raccogliere le immagini più belle che verranno periodicamente pubblicate sul giornale Il Lavoro. Inviateci le foto più rappresentative le migliori 12 foto verranno pubblicate sul calendario OCST del 2009 e riceveranno un premio con le seguenti modalità: 1 premio fr , 2 premio fr , dal 3 al 12 premio fr Regolamento del concorso. I dipendenti dell OCST e i loro familiari non sono ammessi al concorso. Per partecipare è sufficiente inviare un immagine mai pubblicata inerente al tema insieme al tagliando sottostante compilato. Le immagini ricevute non saranno restituite. Ciascun concorrente può partecipare con un massimo di 3 immagini di cui è autore e titolare dei diritti. L autore stesso si preoccuperà di chiedere l autorizzazione alla pubblicazione alla direzione dell azienda in cui la foto è stata scattata. Ogni partecipante autorizza la pubblicazione, sia su internet sia sui mezzi stampa. Le foto devono essere inviate unitamente al tagliando sottostante compilato entro venerdì 26 settembre 2008 alla redazione de Il Lavoro, via Balestra 19, 6900 Lugano o via a: indicando i dati personali e il titolo della fotografia. Concorso fotografico «I lavoratori e i loro strumenti» Nome Cognome Partecipo al concorso con la foto intitolata Via Nap Località La foto è stata scattata presso l azienda Tel La mia partecipazione al concorso è conforme al regolamento Luogo e data Firma Compilare e inviare insieme alla fotografia a: Il Lavoro, redazione, Via Balestra 19, 6901 Lugano

9 10 luglio 2008 SINDACATO ATTUALITÀ 9 Persino PostReg lo ammette La liberalizzazione riduce i posti d impiego Lo ammette pure PostReg presentando il suo rapporto annuale. Ma non solo, anche la qualità del servizio peggiora. I nostri timori vengono ampiamente confermati! Lorenzo Jelmini La Posta taglia, i privati non assumono. PostReg, dunque, ci dà ragione anche se in questo caso dispiace doverlo costatare. Avremmo certamente preferito essere contraddetti, ma alla fine l Autorità di regolazione postale (PostReg), che dipende dal Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni, l ha dovuto ammettere nel presentare il suo rapporto annuale. La liberalizzazione del mercato postale, dunque, non ha prodotto posti d impiego, anzi li ha ridotti! «Nonostante l utile record di 802 milioni di franchi, si può leggere nel rapporto, la Posta Svizzera è spinta a tagliare ulteriori posti di lavoro e a esternalizzarne altri a causa dell evoluzione tecnologica e della necessità di razionalizzare». Lo scorso anno il numero degli occupati nel mercato postale svizzero è diminuito. L'organo di vigilanza del mercato postale elvetico ha riscontrato continue riduzioni di posti d impiego presso la Posta. Nel 2007 il gigante giallo impiegava persone, in meno rispetto all anno precedente. Ma questi ridimensionamenti, sottolinea PostReg, non vengono compensati interamente. Difatti, solo un centinaio i nuovi dipendenti sono stati assunti dagli operatori privati nello stesso periodo. È arrivata la conferma. Mancava, dunque, solo la conferma ma, evidentemente, si poteva prevedere che la liberalizzazione del mercato postale non portasse nulla di buono all occupazione. Potranno ora andare fieri i compagni socialisti Leuenberger e Gygi per aver sostenuto questa nuova impostazione. Non bisogna, peraltro, dimenticare che oltre ad aver ridotto i posti d impiego sono state anche peggiorate le condizioni contrattuali e salariali dei collaboratori. Purtroppo, sia sul fronte occupazione sia su quello delle condizioni lavorative non abbiamo ancora toccato il fondo. I progetti ancora in fase di attuazione, come REMA e Ymago, non hanno prodotto tutte le conseguenze che rischiano di peggiorare il quadro finale. Anche il servizio peggiora. I problemi, purtroppo, non sono solo sul fronte dell impiego. Nel suo rapporto PostReg ha fornito una valutazione anche alle prestazioni fornite nell ambito del servizio universale, così come previsto nelle sue mansioni. Anche in questo caso il risultato non è positivo, anzi. Nel rapporto si può, infatti, leggere che nel settore postale, il servizio universale continua a essere garantito su tutto il territorio ma con un livello di qualità sicuramente meno elevato rispetto agli anni precedenti. In particolare le prestazioni del servizio universale quali il recapito lettere, pacchi e giornali in abbonamento sono peggiorate e sono raddoppiate le lettere di posta B recapitate in ritardo. Gygi, dalla Posta alle FFS. In queste condizioni, potete ben immaginare che la nomina di Ulrich Gygi alla guida delle Ferrovie federali e la conseguente partenza dalla Posta non ci toglie il sonno, anzi. Semmai ci dispiace solo per i colleghi delle ferrovie! L OCST invita i Frontalieri alla Riunione che si terrà a Porlezza Venerdì 11 luglio 2008 alle ore nel Salone della Comunità Montana in via Cuccio 8 Come fare la scelta dell assicurazione malattia? Quali regole per ritirare il Capitale del II Pilastro? Quali novità per le pensioni? ESTERNALIZZAZIONI ANCHE IN SWISSCOM Swisscom scarica il personale di Simag Lorenzo Jelmini La direzione di Swisscom è intenzionata a esternalizzare l attività di Simag, l unità che si occupa della gestione tecnica e commerciale degli immobili. Un operazione inutile che avrà pesanti ripercussioni per gli oltre 300 collaboratori. Simag (Swisscom Immobilien ag) è l unità che si occupa della gestione degli immobili e della sistemazione degli uffici destinati al personale di Swisscom e delle aziende di sua proprietà come pure dell amministrazione immobiliare per clienti esterni. Questa società, appartenente al gruppo Swisscom, è già stata oggetto di ristrutturazione alcuni anni fa con il passaggio alla multinazionale Iss sa di tutte le collaboratrici addette alle pulizie e i collaboratori che svolgevano funzione di portineria nei numerosi immobili di proprietà Swisscom. Già allora i dipendenti hanno subito pesanti peggioramenti delle condizioni contrattuali. Con questo nuovo progetto, denominato «Scirocco» e partito inizialmente come riorganizzazione di SIMAG, la direzione di Swisscom intende ora scorporare integralmente l attività di Facility Management e trovare un partner che sia disposto a riprendere la totale attività attualmente svolta da SIMAG. La decisione definitiva sarà adottata presumibilmente all'inizio del La direzione ammette, peraltro che il mercato del Facility Management è attrattivo e presenta interessanti tassi di crescita. Tuttavia, trattandosi di una attività differente da quella principale di Swisscom, non la si vuole mantenere all interno del gruppo. Per gli oltre 300 collaboratori non si prevede nulla di buono. Un progetto di questa natura non viene attuato se non per risparmiare sui costi e dunque sui salari e sulle condizioni contrattuali dei dipendenti. Non vi è nessuna garanzia che i dipendenti possano essere assunti da chi riprenderà le attività fin ora svolte da SIMAG. Una cosa è comunque già sin d ora certa: le ripercussioni sull occupazione saranno pesanti mentre chi potrà beneficiare dell eventuale assunzione presso un altra società non potrà più contare sulle condizioni contrattuali e salariali previste dal CCL di Swisscom. L OCST ha voluto tempestivamente reagire di fronte a questo ennesimo smantellamento e con un comunicato inviato alla stampa ha informato di non poterlo accettare soprattutto sapendo che avviene presso un impresa pubblica che certamente non ha l urgenza di risparmiare nuovamente sulle spalle dei collaboratori se si considera, in particolare, gli utili conseguiti annualmente. Le conseguenze di un tale progetto ricadranno pure sulla qualità del servizio che, occorre ricordare, viene svolto a favore degli altri collaboratori attivi presso Swisscom. In particolare si teme possano venir a mancare la qualità delle prestazioni, le conoscenze accumulate negli anni e verrebbe, inoltre, intaccato il livello di sicurezza interno.

10 10 LAVORO OPPORTUNITÀ 10 luglio 2008 ANNUNCI DI LAVORO Internet: RICERCHE DI COLLABORATORI cucitrici anche prima esperienza, max 25 anni. Camiro SA, Balerna. Tel posatore esperto di marmi, ditta del Luganese. Tel scalpellino per lavori a mano (regolatura a mano, punta ecc.) operaio di cava con esperienza su macchine da perforazione idrauliche. Posto di lavoro Arvigo. Solo con requisiti indicati. Tel badante a ore, per persona anziana a Biasca. Tel , Danila. cameriera, bella presenza, Gambarogno. Tel abili cucitrici, ditta ASSOS, v. Bresce 1, San Pietro Stabio, tel cuoco diplomato per ristorante scolastico nel Luganese, da settembre. Con o senza permesso. Tel ; fax: gessatore, OCST Bellinzona, tel , sig. Mellace. impiegata al 50%, lavori generali d ufficio. CH o domicilio. Curriculum e pretese salariali a: brava cucitrice per pantaloni, Noga Mode, tel brave cucitrici su macchine industriali con esperienza su lineari e su tagliacuci/overlock. max. 42 anni, automunite. Tel Cruna SA, via Milano 1, 6830 Chiasso. pasticciere panettiere, tel macchinista industriale per occhielli a goccia e bottoni a pressione, con esperienza; cucitrice industriale capo finito, esperta. Dresdensia, Pregassona. Tel cucitrici e stiratrici. Consitex S.A., via Laveggio 16, Mendrisio. Fax , tel Per le posizioni seguenti curriculum a: Tel: operatore telefonico, ottima conoscenza parlata lingua italiana, spagnola e/o portoghese per azienda nel Mendrisiotto. Possibilità di lavoro part time; baby sitter con esperienza e provata affidabilità per famiglia nel Luganese. Impiego part time nei pomeriggi; governante con referenze, per famiglia nel Luganese, giornata intera; operaia, massimo 38 anni, a giornata, per industria nel Mendrisiotto, indispensabile esperienza operaio stampatore manutentore con conoscenze di base di elettromeccanica per industria nel Mendrisiotto; impiegate di vendita per negozio accessori moda e benessere, giovani, brillanti, motivate. Zona Sopraceneri. Foglio Ufficiale N. 51 del 24 giugno infermieri/e; operatori/trici sociosanitari; assistenti di cura; ausiliari di cura, con diploma e attestati. Casa per anziani Cà Rezzonico, via A. O. Torricelli 30, 6900 Lugano. Info: tel Foglio Ufficiale N. 52 del 27 giugno un/a sorvegliante per refezione scolasticascuola elementare, CH o domicilio, attestato docente o assistente sociale o formazione equivalente. Municipio Porza. Scadenza: 28 luglio. Info: tel o perito supplente degli immobili locativi, cittadinanza CH. Municipio Gordola. Scadenza: 21 luglio. comandante polizia intercomunale Minusio-Muralto, CH. Municipio Muralto, c.p. 352, 6602 Muralto. Scadenza: 21 luglio ore 14. Info: tel Foglio Ufficiale N. 53 del 1 luglio educatore (80%) Fondazione Istituto von Mentlen, v. Ospedale 4, CP 1236, 6502 Bellinzona. Scadenza: Info: OFFERTE DI COLLABORAZIONE impiegata amministrativa e aiuto contabile 30enne, permesso G,(50-60%) zona Mendrisiotto. Tel ; cuoco dipl. o aiuto cuoco, 22.enne per mense scolastiche. Tel ingegnere ambientale, buone conoscenze informatiche Software specifici campo idraulico, buon inglese. Tel operaio 32.enne specializzato costruzioni metalliche o metalmeccanica. Zona Sottoceneri. Tel Francesco. manovale, aiuto muratore, imbianchino, con esperienza, zona Luganese. Tel ; coll. domestica, signora esperta stiro e pulizie, referenze. Tel lavoro in mense, esperta, ev. part time, Luganese e Mendrisiotto. Tel venditore qualificato esperto, zona Luganese e Mendrisiotto, anche part-time. Conoscenze lingue nazionali + inglese, informatica. Tel impiegata 1/2 giornata, ragazza esperienza decennale. Tel pomeriggio. operaio generico, tel , Daniel. signora 40enne, madre lingua russo, traduzioni italiano-russo e viceversa. Tel elettricista impianti civili, ragazzo serio e volenteroso, zona Mendrisiotto. Tel barista, cameriera ev. operaia, zona Sottoceneri. Tel impiegato tecnico, esperto, Microsoft Certified Professional. Tel esperto protezioni e scorte, massima discrezione. Tel muratore specializzato, zona Mendrisiotto. fabbro, 23enne, con esperienza, zona Sottoceneri. Tel parrucchiera diplomata con esperienza, tel addetto informatico specializzato vendita e riparazione, installazioni piccole reti LAN - internet PSTN e ADSL. Tel custode,cuoco o aiuto cuoco esperto e affidabile, zona Luganese. Tel impiegato logistica, responsabile magazzino, esperto. Tel ; cuoco diplomato ev. aiuto cuoco, 22.enne, in mense scolastiche o case anziani. Tel autista esperto, patente C, francese buono, zona Sottoceneri. Tel aiuto domestico, esperta, 2 volte a settimana, zona Mendrisiotto. Tel operaio, aiutante sala, aiutante cucina, permesso. Tel piastrellista esperto, zona Sottoceneri. Tel coll. domestica, assistenza anziani, ev. notti, o altri lavori, zona Luganese. Tel venditrice o cameriera, part-time, permesso G, Word-Excel. Tel operaio metalmeccanico,burattatrice zona Stabio/Mendrisio. Tel fabbro, con esperienza. Tel o laureata in lavoro sociale, esperienze ramo sociale e sanitario. Tel ; giovane impiegato, spagnolo lingua madre, ottimo I. Tel ; perito tessile, 35enne, esperto gestione ordini, personale, clienti, magazzino, ev. altri settori. Tel (ore pasti). operaio, autista, magazziniere, esperto, patente B e mulettista, zona Mendrisiotto. Tel , studentessa universitaria per lavoro parttime, cameriera, barista, commessa, impiegata. Tel cuoco esperto, preferibilmente in mense. Tel , impiegata o commessa, part-time, G, Lingue: I, F, Ing., esperta. Tel geometra, esperto, 36enne, massima flessibilità. Tel ; infermiera dipl.crs, esperta, aiuto domiciliare anziani, o in istituti privati, zona Luganese. Tel ; tirocinio come pittore, 18enne. Tel assistente cura, OSS e aiuto anziani, esperienza, referenze. Tel apprendistato impiegata di commercio, ragazza 20enne italiana. Tel tecnica gestione aziendale, pref. parttime. Tel capo cantiere,esperienza pluridecennale in condomini e palazzine. Tel venditrice e cassiera, esperienza. Full o part-time. Tel aiuto giardiniere o operaio fabbrica. Tel ausiliario cure o piastrellista, esperienza. Tel o infermiere professionale, esperienza ventennale. Tel addetta settore sicurezza, customer service, laureata economia e commercio, con esperienza. chimico, con esperienza controllo qualità meropenem. Tel barista o cameriere, 35enne. Tel pittore, esperienza, disponibilità immediata. Tel ; impiegata contabile amministrativa, 25enne, esperta, zona Mendrisiotto. Tel enne elettricista, esperienza nel settore. Tel responsabile/venditore/magazziniere, dinamico, volenteroso. Tel impiegata commercio, esperienza, ottimi D, I, F, E e Sp, diploma informatica SIZ, parttime (40%). operaio metalmeccanico, zona Mendrisio Tel , enne, impiegata o altro, urgentemente, zona Mendrisiotto. Tel giovane cameriera con esperienza, zona Sottoceneri. Tel giovane venditore, pref. settore moda e abbigliamento, buone conoscenze informatiche. Tel ; traduzione in tedesco dall italiano, inglese, francese e spagnolo. Tel pizzaiolo esperto, tel

11 10 luglio 2008 SINDACATO VENDITA 11 RICHIESTA DI INTERVENTO DELL ISPETTORATO DEL LAVORO L OCST collabora con l ispettorato del lavoro per combattere gli abusi IL PUNGOLO Quando lo sponsor stoppa l informazione Nando Ceruso Approfittiamo del nostro organo di informazione, IL LAVORO, per informare in modo dettagliato sulle discriminazioni che sta subendo il personale di vendita della nostra Regione. Purtroppo la stampa libera (?), molto attenta agli sponsor che riempiono paginate di pubblicità, troppo spesso non trova spazio per diffondere notizie che interessano e toccano direttamente migliaia di lavoratori e lavoratrici, quindi la politica e l economia cantonale. Ad esser cattivi, ma non troppo, si può tranquillamente affermare che lo sponsor viene prima dei problemi collettivi cantonali. Di questo ci si rende conto soprattutto, quando si toccano temi scottanti che interessano grandi imprese che investono paginate di pubblicità su quotidiani di comodo e addomesticati, che al momento opportuno sanno annacquare molto bene, fino a renderle nulle, notizie ritenute scomode per lo sponsor. La scarsa enfasi data ai problemi collegati al dumping sociale e salariale diffuso in diversi settori industriali, ma in particolare nel settore della vendita, lascia dunque intravedere uno sponsor molto attivo non solo sulle politiche speculative del personale, ma anche sul mercato sommerso dei bavagli e delle museruole. Da ciò l importanza di avere la stampa sindacale che può diffondere le notizie nude e crude sulla realtà che sta vivendo il mondo del lavoro in una società sempre più deregolamentata e male globalizzata, nella quale si gonfiano a dismisura i guadagni faraonici di manager arroganti e fanfaroni, mentre si assiste all impoverimento preoccupante di una fascia sempre più ampia di lavoratori e lavoratrici. Nel nostro Cantone, che si trova esposto a una sorta di invasione di manager e imprenditori spregiudicati e senza tanti scrupoli (spesso scimmiottati da imprenditori e manager nostrani) tale situazione la stiamo constatando giorno dopo giorno. Da ciò l impegno sempre più costante e incisivo dell OCST, per ergere un baluardo contro nuove forme di abuso e sopruso manageriale e padronale che, a lato di salari manageriali esosamente fuori misura e di lauti profitti imprenditoriali, stanno mettendo in ginocchio i lavoratori e le lavoratrici con le loro famiglie. La presa di posizione dell OCST sul settore del commercio e della vendita, testualmente riportata sotto, è il segno evidente delle situazioni di disagio, economico e sociale, che stanno vivendo i lavoratori e le lavoratrici di un settore molto importante nel quadro dell economia cantonale. cristiano-sociale ticinese (OCST) ha svolto nelle scorse L Organizzazione settimane un azione sistematica di avvicinamento del personale di vendita occupato in alcuni rinomati centri commerciali (Grancia e Serfontana), che aveva anche lo scopo di raccogliere indicazioni più capillari sulle condizioni di lavoro vigenti nei rispettivi negozi. Questo rilevamento è ora sfociato nell inoltro all Ispettorato del lavoro di una lista di 68 negozi, nei quali è chiesto di esperire le opportune verifiche sulle condizioni di lavoro e salariali. L intervento dell Ispettorato cantonale del lavoro deve consentire di controllare in dettaglio le condizioni di lavoro, così da potere ottenere il rispetto delle condizioni d uso vigenti in Ticino. Condizioni di lavoro e retribuzioni. L OCST constata una accresciuta impreparazione e spregiudicatezza di una parte del management, che si rivela sempre più orientata allo sfruttamento delle risorse umane senza peraltro coglierne i contraccolpi negativi in termini di motivazione e di produttività. La diffusa reticenza a sottoscrivere i contratti collettivi di lavoro è sintomo tangibile della volontà di utilizzare il personale come puro strumento di profitto e di sottoporlo a condizioni restrittive. Ciò fa sì che numerose venditrici, con responsabilità famigliari, si trovino spesso non coperte dalle prestazioni sociali e previdenziali, quindi in una situazione di disagio economico e nei casi limite anche sotto il livello di povertà. Non altrettanto può dirsi delle retribuzioni dei manager, sulle quali non gravano certo le pressioni al ribasso riscontrabili per i salari del personale di vendita. Contratti precari e organizzazione del lavoro. La situazione è tanto più deteriorata dal profilo dello statuto dei dipendenti. Sono ulteriormente proliferate le formule atipiche di lavoro, quali il lavoro ad ore e su chiamata. Vi fanno in particolare ricorso le medie e grandi imprese della distribuzione. Le formule più flessibili di lavoro sono connaturali ad un organizzazione del lavoro che mira a dimensionare l impiego di personale a dipendenza dei cicli diurni e settimanali di afflusso della clientela. Ne consegue una diffusione della precarietà, che mette a disagio e a repentaglio la posizione del personale. La pianificazione del lavoro, spesso nemmeno conforme ai disposti della Legge federale del lavoro, sta generando un deprecabile scardinamento della vita sociale e famigliare del personale di vendita, in particolare quello che deve conciliare i compiti e le responsabilità famigliari con la vita lavorativa. In tale contesto si denota la superficialità e la disinvoltura con la quale i quadri dirigenti (spesso impreparati per la gestione delle risorse umane e in materia di diritto del lavoro) trattano e considerano il personale di vendita. Rappresentanza del personale. La tutela del personale è resa più difficoltosa dalle notevoli carenze dal profilo della sua rappresentanza all interno delle aziende. I tradizionali organismi di rappresentanza (commissioni del personale, consigli di fondazione per la previdenza professionale) sono insufficientemente sviluppati e, quando esistono, hanno una incidenza quasi nulla, non da ultimo poiché vi siedono soprattutto quadri aziendali che assecondano le direzioni. Non esistono canali consolidati di rappresentanza e di coinvolgimento del personale sui problemi aziendali che li concernono quali la pianificazione del lavoro, la sicurezza, la tutela e la protezione della personalità e della salute, i temi assicurativi e previdenziali. Lotta contro gli abusi e regolamentazione contrattuale. L OCST intende perciò continuare a battersi per mettere ordine nell incresciosa giungla che si è venuta a creare nel settore del commercio e della vendita. L importanza e la dimensione di questo settore esigono una regolamentazione uniforme, a garanzia di condizioni di lavoro e salariali adeguate. La presenza prevalente di personale femminile induce anche a considerare con particolare attenzione l organizzazione del lavoro, nell intento di renderla maggiormente compatibile con le esigenze familiari delle dipendenti. L OCST, chiedendo l intervento dell Ispettorato del lavoro, desidera rafforzare ulteriormente l impegno e l azione in difesa del personale di vendita.

12 12 SCUOLA LAVORO 10 luglio 2008 Cosa farò da grande? Una professione entusiasmante...farò l Informatico «Il settore IT (information Technologies) in Svizzera è in difficoltà a causa della mancanza di specialisti». Questa una notizia diffusa nelle scorse settimane che ci dà l occasione per parlare della professione di informatico: un lavoro creativo e interessante che, inoltre, dà buone opportunità di occupazione. Ma chi è un informatico e in che cosa consiste il suo lavoro? Consiste nello studio, la progettazione, lo sviluppo, l implementazione, il supporto e la gestione di sistemi informativi ed in particolare software (i programmi) e hardware (il supporto fisico) di un computer. Un informatico quindi può lavorare in tutti i settori dell economia e in tutte le aziende dove sia necessario elaborare delle informazioni: da un centro di ricerca sulle biotecnologie a una banca; da una piccola azienda manifatturiera ad un ospedale; da un giornale a un sindacato; da un set cinematografico ad una biblioteca. In alcuni casi gestirà la rete aziendale ed aiuterà i colleghi a risolvere i loro problemi informatici; in altri casi creerà dei programmi che consentono di risolvere dei problemi specifici di un azienda o generali di un settore. Che caratteristiche deve avere un aspirante informatico? Oltre a tanta passione, creatività, una spiccata capacità di analisi dei problemi e uno spirito logico e metodico. Il compagno di vita di un informatico, il suo computer, infatti è una macchina che fa dei calcoli (la traduzione in italiano della parola «computer» è «calcolatore»). Questo significa che non esistono problemi che non abbiano una soluzione logica, anche perchè il computer non saprebbe crearne di altro tipo. Un aspirante informatico deve inoltre essere disposto ad imparare l inglese, che è la lingua della maggior parte dei linguaggi di programmazione e delle fonti di informazione in questo campo. Ma dove si può studiare per diventare informatico? Si può fare un apprendistato di quattro anni che comprende la frequenza dei corsi (a tempo pieno il primo anno) e il tirocinio in azienda. Alla fine di questo percorso si ha la possibilità di conseguire la maturità professionale per accedere alle Scuole universitarie professionali. Si possono poi conseguire l Attestato professionale federale di informatico o il titolo di informatico diplomato. Come alternativa si può accedere, dopo la scuola superiore, all università o alle Scuole universitarie professionali. Abbiamo intervistato un ragazzo che ha deciso di iniziare i suoi studi di informatica all Università della Svizzera italiana, un ambiente vivace e internazionale. Francesco Rigotti Studiare informatica è un sogno realizzato Che cosa studi? Sono uno studente della facoltà di informatica presso l Università della svizzera italiana (USI). Ho completato da poche settimane il bachelor in informatica e a settembre inizierò il master in Intelligent Systems sempre all USI. Perchè hai scelto questo indirizzo di formazione? Come è strutturato? L'informatica è sempre stata un mio grande interesse che, come per quasi tutti i miei colleghi, è iniziato con i videogiochi. Poi crescendo e maturando mi sono reso conto che con un computer si possono fare un numero inifinto di cose in più. Quando dovevo scegliere dove studiare informatica ho visto che all USI era appena nata una facoltà con delle caratteristiche particolari, uniche in tutta l area svizzera ed italiana. Sto parlando del fatto che questa è una facoltà dove, avendo classi limitate a non più di 20 iscritti, gli studenti sono seguiti con molta più attenzione che in università con classi da 200 persone; inoltre tra i nostri professori c è un gran numero di esperti mondiali. Il piano di studi è organizzato in modo tale da combinare sempre teoria e pratica in ogni semestre. Accanto ai corsi teorici c è sempre un atelier. Si tratta di un corso speciale con lo scopo di mettere in pratica la teoria che impariamo negli altri corsi. Nell ultimo semestre l atelier scompare per far posto al Bachelor project, un progetto corrispondente della tesina di bachelor che c è nelle altre facoltà, con la differenza che da noi vale moltissimo, ben 18 ECTS. Ognuno è libero di scegliere cosa fare come progetto, si possono accettare progetti proposti dai professori, o si può sottoporre un proprio progetto al Consiglio di facoltà, che dovrà decidere se accettare. Il risultato di ogni progetto è sempre un programma destinato ad aiutare altri informatici nel loro lavoro di ricerca e sviluppo o ad essere utilizzato da persone che lavorano in un altro ambito. Il percorso è molto impegnativo? Su questo non c è dubbio! Sia per la complessità che per la quantità degli argomenti che copriamo nei corsi. Basti pensare che gente come me, che durante il liceo non studiava mai dopo le 19, si è trovata di colpo a lavorare circa 16 ore al giorno nel primo anno di studi. L altra faccia della medaglia è che la quantità di competenze assimilate è veramente incredibile. Che caratteristiche deve avere un informatico? Un informatico deve avere prima di tutto una grande passione per il suo lavoro e deve essere disposto a lavorare davvero duramente. Al contrario di quanto crede moltissima gente, l informatico necessita di molta creatività e non solo di buon ragionamento e concentrazione. Che sbocchi professionali ti sono stati prospettati? In molte università e facoltà diverse, l impostazione di insegnamento è di fornire agli studenti le capacità necessarie per svolgere alcuni tipi di professioni diverse. Nella nostra facoltà, come nelle altre facoltà dell USI, l approccio è differente; si cerca infatti di insegnare agli studenti quelle capacità necessarie a poter svolgere qualsiasi lavoro e per crearsi una propria professionalità. Ad esempio alcuni ragazzi che hanno completato il bachelor da noi l anno scorso, hanno fondato una loro azienda. Anch io e alcuni miei amici vorremmo farlo. Come ti trovi nella facoltà di informatica dell Usi? Tra di noi c è l abitudine di lavorare in gruppo fino a notte fonda. Lavorando così tanto insieme ci si conosce sempre di più. In questi tre anni sono nate delle splendide amicizie con alcuni miei compagni di studi, tanto che abbiamo appunto deciso di lavorare insieme anche in futuro nella nostra azienda. In che cosa vorresti specializzarti? L intelligenza artificiale è un mio chiodo fisso. Sin da bambino desideravo costruire i robots che vedevo nei film alla TV. Ovviamente ora ho una maggiore consapevolezza di cosa sia l intelligenza artificiale, e posso assicurare che è ancora più interessante. Qui all USI è stato da poco aperto il master in Intelligent Systems (Sistemi Intelligenti), che offre una serie di esperti mondiali ed uno dei più grandi laboratori di robotica della svizzera grazie alla collaborazione con la SUPSI. Ancora una volta ho preferito questa facoltà alle alternative svizzere ed italiane.

13 10 luglio 2008 ATTUALITÀ EDILIZIA 13 CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SSIC-TI DI GORDOLA Un occasione da cogliere al volo Info Centro Formazione Professionale Via S.ta Maria Gordola Tel , Fax La formazione continua è un opportunità da sfruttare sia per i lavoratori, che possono aumentare le proprie conoscenze e ottenere una qualifica più alta, sia per i datori di lavoro, che possono affidarsi a dipendenti sempre più competenti. E proprio da un iniziativa della Società impresari costruttori è nato negli anni 70 il Centro di formazione professionale di Gordola, in cui trova spazio la formazione, con certificazione di qualità, per le professioni nel ramo dell edilizia. Abbiamo incontrato l arch. Paolo Ortelli (foto sopra), direttore del Centro, che ci ha parlato dei nuovi progetti e delle nuove opportunità di formazione. «Nel mese di settembre avrà inizio la nuova formazione, offerta per la prima volta in italiano, per Impresario costruttore. Si tratta di una formazione che si sviluppa sull arco di tre anni, organizzata in 14 moduli, che consente di ottenere le conoscenze necessarie per gestire un impresa edile e accedere all esame professionale federale di impresario costruttore. Nei diversi moduli si approfondisce la gestione di un impresa: il personale, la contabilità, la promozione, l acquisizione del lavoro; il diritto, l edilizia, la costruzione di vie di comunicazione e la logistica. Gli utenti possono anche decidere di seguire solo alcuni moduli e di ciascuno si potrà fare un esame ed ottenere una certificazione valida per 8 anni ai fini del completamento del curriculum di studi». Chi può accedere a questa formazione? È una formazione che è consigliata a tutte le persone che hanno ruoli di conduzione in impresa. Mentre per chi ha l obiettivo di sostenere l esame federale d impresario costruttore esistono dei requisiti minimi quali: Il titolo di tecnico dell edilizia (SSSTE), quello di Capo muratore con attestato federale e quello di disegnatore edile o del genio civile (AFC) con comprovata esperienza pluriennale di attività in impresa. È importante sottolineare come, il titolo di Geometra conseguito in Italia, previa richiesta di equipollenza in Svizzera, è parificato ad un AFC come disegnatore e quindi è in grado di soddisfare i requisiti». Per i lavoratori meno qualificati quali sono le altre offerte formative? Che altre possibilità ci sono? «Da anni il CFP garantisce una serie di corsi di formazione di base per lavoratori non qualificati, corsi di qualifica per l ottenimento dell AFC per muratori (praticanti muratori), corsi di formazione per capi squadra e per capi muratori, nonchè tutta una serie di corsi specialistici per l ottenimento delle patenti di gruista, autogruista, licenze di brillamento e corsi macchine. Alcune novità di quest anno sono l attivazione di un corso per l esecuzione professionale di tetti in piode o il corso di lettura piani» Perchè la vostra associazione ha investito così tanto nella formazione? «Avere dipendenti formati e preparati ad affrontare le novità che il mercato sempre più dinamico propone è nel pieno interesse dei nostri associati. Le professioni nell edilizia implicano ormai una gamma molto vasta di conoscenze di tecniche e materiali, ma anche delle leggi e delle norme di sicurezza. Proprio in questo campo stiamo facendo molti sforzi per diffondere nelle imprese e nei singoli lavoratori una vera e salda cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni in cantiere». Come vede il futuro della formazione professionale nel suo settore? Sarei felice che sia i datori di lavoro che i lavoratori prendessero coscienza dell importanza della formazione continua per lo sviluppo duraturo dell impresa e la crescita professionale dei dipendenti e che in questo ambito si sviluppasse tra loro una maggiore cooperazione». BRS La formazione è l investimento più proficuo Non bisogna dimenticare che l ottenimento di un attestato di capacità dà l opportunità di migliorare la propria posizione professionale e la propria qualifica. Quali sono le procedure più corrette per eseguire una casseratura? Come si leggono correttamente i piani? Come si esegue un lavoro di muratura a vista? Sono tutte operazioni complesse e fondamentali che non tutti hanno avuto l opportunità di imparare a eseguire nel migliore dei modi. E quale migliore occasione di investire alcuni giorni per approfondire le proprie conoscenze e migliorare la qualità del proprio lavoro? Per non parlare dei problemi della sicurezza: quanti incidenti e infortuni potrebbero essere evitati con una breve formazione. È importante quindi che i lavoratori si confrontino con i datori di lavoro sul tema della formazione e che insieme colgano l opportunità di un miglioramento professionale. Il Centro di formazione professionale.

14 14 ATTUALITÀ SVIZZERA 10 luglio 2008 PUBBLICAZIONE DI M. BERNASCONI Il federalismo fiscale Già all inizio di quest anno (Il Lavoro n. 1 del 24 gennaio) ci eravamo complimentati con Marco Bernasconi che, titolare di uno studio di consulenza tributaria e Professore all Usi, alla Supsi e alla Bocconi di Milano si era nuovamente laureato, questa volta in Scienze storiche con una tesi dedicata a Monsignor Del-Pietro. Nelle scorse settimane, durante un incontro cui hanno partecipato, oltra all autore, Fabrizio Panzera, storico, Alberto Cova, professore di storia economica, e Remigio Ratti, professore universitario, è stato presentato il libro tratto proprio dalla tesi di laurea. Il titolo: «Federalismo fiscale, l esempio del Ticino ». Nel libro si ripercorre lo sviluppo della politica fiscale nella seconda metà del secolo scorso, che si gioca in un equilibrio fra la Confederazione, che vuole attirarsi risorse, e i Cantoni, che vogliono difendere la propria autonomia e diversità. Il federalismo fiscale, è stato detto durante la discussione, è una forma di applicazione della sussidiarietà perchè responsabilizza la base. La discussione si è anche soffermata sulle enormi differenze fra il sistema italiano e quello elvetico. SPORT Il frontaliere che corre in moto Angelo Conti, il frontaliere muratore di Dongo (CO) con la passione delle due ruote, anche quest anno ha partecipato al Tourist Trophy, la leggendaria corsa che si corre sull isola di Man. Questo è il secondo anno che la sua domanda viene accettata, il TT non è una gara a iscrizione, per parteciparvi la direzione della corsa deve dare l ok. Angelo grazie a tutte le competizioni che ha vinto nel corso degli anni ha visto la sua domanda accettata. Angelo raccontaci com è andata quest anno. Purtroppo durante le prove ho avuto un piccolo incidente, sono finito con la mia moto in una scarpata, niente di grave per fortuna, una lussazione alla spalla, ma ho potuto comunque correre. Mi sono piazzato quarantesimo, non sembrerebbe un gran risultato, ma il solo fatto di partecipare e arrivare al traguardo, è una gran bella soddisfazione, la posizione in classifica alla fine ha un importanza relativa. L emozione che provi in questa gara vera, affrontare quel tracciato per correre e non solo per vincere ti dà sensazione meravigliose, indescrivibili. Il Tourist Trophy è una gara mitica e senza tempo, si corre dal lontano Si svolge tra la fine di maggio e la prima settimana di giugno su un circuito di circa 60 chilometri sull isola di Man. Il TT non è solo velocità, coraggio, adrenalina e competizione, è solidarietà tra piloti, condivisione di valori, passione, autenticità, è tutto quello che l emozione «moto» può racchiudere. Ad Angelo, che è riuscito a conciliare l impegno di un lavoro duro e faticoso, quello del muratore, con la sua grande passione, la moto, l augurio di poter continuare a realizzare i suoi sogni. ASSOCIAZIONE INSTALLATORI ELETTRICISTI TICINESI Cerimonia di premiazione dei neodiplomati Presso il Centro di formazione professionale SSIC a Gordola, l AIET e la Commissione professionale paritetica nel ramo delle installazioni elettriche ticinesi hanno proceduto venerdì 4 luglio 2008 alla tradizionale proclamazione dei risultati degli esami di fine tirocinio nelle tre professioni del ramo delle installazioni elettriche, alla presenza dei rappresentanti della Divisione della formazione professionale, dei docenti SPAI e AIET, dei membri di Comitato AIET e della Commissione paritetica cantonale, nonché tutti i giovani neo-diplomati con genitori e amici. Oltre alla consegna d un omaggio a tutti i 91 neo-diplomati, il Presidente dell AIET, signor Gianni Albertoni, e il Segretario della CPC, signor Dario Tettamanti, hanno distribuito un premio ai migliori diplomati nelle tre professioni, come pure 1 medaglia d oro (media finale sopra il 5.5), 5 medaglie d argento (media finale 5,3 5.4) e 15 medaglie di bronzo (media finale 5,0 5,2) ai neo-diplomati Montatori elettricisti. Medaglia d oro Federico Ragazzi, Peccia (5,6), Inelectra SA, Locarno. Medaglie d argento Andrea Milesi, Agno (5,4), Lumen SA, Agno; Raffaele Scarinzi, Pura (5,4), Ronchetti Roberto, Pregassona; Brenno Richina, Medeglia (5,4), Franchini Edmondo SA, Lamone; Paride Andreocchi, Losone (5,3), Pinoja Benedetto SA, Losone; Marco Albieri, Cugliate Fabiasco (I) (5,3). Medaglie di bronzo Simone Castellazzi, Pellio Intelvi, (I) (5,2); Davide Graniero, di Rodero (I) (5,2), Atel Impianti SA, Mendrisio; Luca Caniato, Gazzada Shianno (I) (5,2); Ryan Gobbi, Airolo (5,2), Riva Maurizio, Piotta; Antonio Pupo, Stabio (5.2), Spinelli SA, Massagno; Aaron Mainetti, Cresciano (5,1), Tettamanti & Rodoni SA, Biasca; Luca Boselli, Arcisate (I) (5,1); Sebastiano Serio, Malnate (I) (5,1); Gianni Petucco, Laino (I) (5,1); Simone Mainini, Cuveglio (I) (5,1); Fabio Cimini, Castione (5,1), Atel Impianti SA, Bellinzona; Emanuele Cimella, Como (I) (5,0), Etavis SA, Pregassona; Carlos Pedro Pereira Oliveira, Contone (5,0), Elettro Hauser Sagl, Contone; Christian Bonadei, Roveredo (GR) (5.0), Mondini elettrogilà SA, Roveredo (GR); Massimiliano Manfredi, Venegono Sup. (I) (5.0).

15 10 luglio 2008 INFO BALCANI 15 Pagina a cura di Slavko Bojanic SKUPO LJETOVANJE Rekviziti i rekreacija stoje bogatstvo Stotine kuna za uzivanje na plazi Sandra Veljkovic, Romana Kovacevic Barisic Osim cijene najma apartmana ili hotelskog i drugog smještaja, troškova putovanja i prehrane, tijekom ljetovanja puno novca naprosto «ispari» na dodatne rekvizite i aktivnosti. Sindikalni izraèuni govore o oko tisuæu kuna za potrepštine prosjeène èetveroèlane obitelji. Izle avanje udvoje. Na hrvatskoj obali još su uvijek u manjini plaze na kojima se naplaæuje ulaz, iako ih je svake godine sve više. Neke su plaze koncesionari prekrcali lezaljkama i suncobranima prisilivši tako kupaèe da unajme svoje mjesto pod suncem, kao što je sluèaj u Dubrovniku na plazi Banje i kod hotela Exceslior. A cijene unajmljivanja suncobrana i lezaljki te dodatnih rekvizita kreæu se u velikom rasponu od 10 kuna za suncobran u Makarskoj, Trogiru, Splitu, Hvaru, Omišu... do 900 kuna za sat voznje na jet-skiju u Puli. U Rapcu se suncobrani i lezaljke iznajmljuju za 25 kuna po danu, pedaline za 70 kuna po satu, USATO SICURO GARANZIA DI QUALITÀ ALFA ROMEO GTV 3.0 V6 24V '112 km Fr. 9'900. BMW 320d Touring Caravan autom '868 km Fr. 25'500. CITROEN Xsara 2.0i 16V VTS '279 km Fr. 8'500. FIAT Idea V Swiss '700 km Fr. 10'500. FORD Fiesta 1.2i 16V Style '955 km Fr. 3'900. MERCEDES-BENZ SLK 230 Kompressor Cabriolet '738 km Fr. 31'900. MINI One '536 km Fr. 13'500. NISSAN Almera 2.2 DI business '370 km Fr. 13'400. NISSAN Micra 1.4 tekna '200 km Fr. 16'900. NISSAN Primera 2.0 acenta '781 km Fr. 26'000. NISSAN X-Trail2.2DCI Col.P pr4wd '950 km Fr. 34'900. OPEL Combo Van Comfort 1.7 DTI '418 km Fr. 13'500. RENAULT Clio V Privilège '600 km Fr. 10'600. RENAULT Mégane 1.9dCi Dynamique '500 km Fr. 11'900. CONCESSIONARIA PRINCIPALE LUGANO-PREGASSONA Tel Filiale: LAMONE-CADEMPINO Tel Sfr = KN 100 Sfr = KN sandoline po 30 kuna na sat za jednu osobu, a 40 kuna za isto vrijeme za dvije osobe. Sat u èamcu za šest osoba iznosi 150 kuna. U Baški na Krku izlezavanje za dvoje pod suncobranom košta od 50 do 70 kuna. Sat pedaline u oba mjesta 60 kuna. Deset minuta voznje padobranom zakvaèenim za gliser u Novom Vinodolskom je 250, a u Crikvenici 350 kuna. Ako se vozi par, cijena je u oba mjesta 450 kuna, voznja za troje je 600, a èetvero 700 kuna. Deset minuta skijanja na vodi u Novom košta 150, a u Crikvenici 250 kuna. Deset minuta voznje na «tubi» naplaæuje se u Novom 60, a u Crikvenici 70 kuna. Sat odbojke na pijesku u Novom košta 40, a u Crikvenici 50 kuna. Deset minuta jet-skija u Novom za jednu osobu je 250, a za dvije osobe 350 kuna. Svima onima koji na domaæim plazama za tjedan dana lješkarenja na lezaljci ispod suncobrana po osobi u najjeftinijem scenariju izdvajaju i do 200 kuna, slaba je utjeha da su lezaljke u Hrvatskoj, u usporedbi s ostalim mediteranskim turistikim zemljama, zapravo prilièno jeftine. Najskuplja Francuska. Prema rezultatima istrazivanja turistièke agencije Expedia, lezaljka u prosjeku stoji 6,07 eura. Najskuplja je u Francuskoj 12,5 eura, a slijedi Italija sa 7,55 eura. U Grèkoj se pak za dan proveden na lezaljci mora izdvojiti 4,10 eura, u Španjolskoj 4,30, no cijene jako variraju s obzirom na plazu i regiju na Kanarima stoji 3,5 eura, dok je na Mallorci 1,5 eura skuplja. Turska je tek 50 centi skuplja od Hrvatske, gdje unajmljivanje lezaljke u prosjeku stoji 5 eura dnevno. Opatija jeftinija od juga Udubrovaèkom Excelsioru, Bellevueu ili Argentini sedam noæenja s doruèkom stoji više od kn. Po skupoæi slijedi Hvar u Adriani, koja nema pet zvjezdica, sedam noæenja s doruèkom u agencijskom aranzmanu je 9500 kn. U preureðenoj hvarskoj Amfori isti aranzman naplaæuju 6400 kn, koliko i u luksuznom splitskom Grand Hotelu Lav. No, u opatijskim visokokategornicima, poput Mozarta, Mille-nija i Ambasadora, cijene su osjetno nize, za polupansion treba najviše 4700 kn. (Ra. K.) Rad na 40 stepeni Bojana Vuèenoviæ Radnike koji èitav radni dan provedu na otvorenom i na temperaturama koje se posljednjih dana blize 40. podioku na Celzijevoj skali, jedino njihovi poslodavci (svojom dobrom voljom) mogu na neki naèin zaštiti od rada na ovako visokim temperaturama. Najizlozeniji nepodnošljivo visokim temperaturama su graðevinci, radnici na pijacama i u roštiljnicama, a najteze je svakako radnicima koji rade na postavljanju asfalta. Tako je jedan od oèajnih radnika izraèunao da temperatura asfalta, vanjska temperatura i temperatura tijela zajedno dostignu 250 stepeni! Najveæi problem je što nadlezne institucije nemaju nikakve zakonske mjere zaštite, kojim bi se radnici saèuvali od izlozenosti nepogodama. Jedino što nadlezni mogu je da apeluju na poslodavce da osmisle kako da naprave smjene da bi ti ljudi izbjegli onaj dio dana kada su temperature najviše. Svjedoci smo da æe veoma mali broj poslodavaca skratiti radno vrijeme radnicima «samo» zbog jakog sunca, jer je profit ipak na prvom mjestu. Radnici æute i rade, jer moraju i ne smiju da se bune ako zele da zadrze posao. Osim apela, tim istim poslodavcima bi trebalo nametnuti pravilnik kojim æe se jasno propisati da ti ljudi ne bi trebalo da budu na vrelom asfaltu na vrelim temperaturama. Profit i rokovi zaista su zanemarivi u odnosu na ljudski zivot. IZ BIH STAMPE Saša Cavrag Petricevacka crkva Na donatorskom rucku za obnovu u ratu porušene katolicke crkve svetog Ante Padovanskog u banjaluckom naselju Petricevac prikupljeno je više od dva i po miliona maraka. Ova cifra prikupljenog novca je za svaku pohvalu. On ce biti ulozen u obnovu crkve koja je imala i imace ponovo prvo vjersku, a zatim i svaku drugu vrijednost za grad na Vrbasu, Republiku Srpsku i Bosnu i Hercegovinu. Kad bude obnovljen hram vjernici ce moci u njemu da se okupljaju u vecem broju i da mole svetog Antu, koji je zaštitnik izgubljenog covjeka, da još više pomogne ljudima da pronadu istinski put pomirenja i suzivota. Medutim, donatorski rucak i konferenciju treba posmatrati i iz politickog ugla. Ovim cinom prvenstveno RS, a samim tim i BiH, u svijet su poslali pozitivnu poruku da na ovim prostorima mrznji, sukobima, nepovjerenju polako, ali sigurno više nema mjesta. Pozivu Katolicke crkve odazvale su se distance vlasti u BiH i tako pokazale da kad zele i hoce moze sve - obnova vjerskih hramova, ubrzane reforme za brzi ulazak BiH u EU, stvaranje ambijenta za privlacenje investitora, bolji standard... Ne treba zaboraviti da je i Vlada Hrvatske pokazala da brine o Hrvatima i donirala novac za obnovu crkve. Ne ulazeci u to ko je koliko novca donirao ili ponudio pomoc na primjer u gradevinskom materijalu ili neki drugi oblik, donatorski rucak je opravdao svoju namjeru - pocinjemo da pomazemo jedni drugima bez obzira iz kojeg nacionalnog korpusa dolazimo.

16 16 AAPI 10 luglio 2008 ETÀ D ARGENTO a cura dell Associazione Anziani Pensionati Invalidi L EDITORIALE Bagno sì, ma in tutta sicurezza Claudio Franscella* Prendere il sole nelle località in riva al lago, a bordo fiume o nelle località di mare e fare il bagno sono alcuni dei piaceri che rigenerano la salute. Il moto ondoso, il sale e i minerali presenti nell acqua, ma anche il movimento senza sforzo sono tonificanti per la muscolatura, per la circolazione e il metabolismo. Ma anche il lago, i fiumi e il mare possono essere traditori se non valutiamo alcuni piccoli accorgimenti. Quale presidente della commissione fiumi sicuri del cantone Ticino mi permetto di darvi alcuni suggerimenti per farsi un bel bagno senza correre rischi: 1. evitare di fare il bagno se non si è in perfette condizioni psicofisiche; 2. non forzare il fisico arrivando allo stremo, anche se si è buoni nuotatori; 3. dopo una lunga esposizione al sole, è meglio entrare in acqua gradualmente, bagnando prima la nuca, l addome e il petto. Dopo il colpo di sole il bagno va evitato; 4. lasciare trascorrere almeno tre ore dall ultimo pasto prima di fare il bagno, per essere sicuri che il processo della digestione sia completato; 5. non entrare in acqua se spirano forti venti, se vi è una forte corrente, se l acqua è molto fredda. Attenzione perché spesso il mare, il lago ma soprattutto i fiumi sembrano falsamente tranquilli; 6. se non si sa nuotare farsi il bagno esclusivamente in acque molto basse e sotto il controllo visivo di qualcuno che sappia nuotare. Rispettate queste regolette e fate appello al vostro buon senso e alla conoscenza dei vostri limiti, dopodiché potete bagnarvi senza alcun problema. Buona estate! LA VIGNETTA Segretario cantonale AAPI Primo agosto e il cappellino rossocrociato Festeggiamo le nostre origini. Partecipiamo alle commemorazioni ed esponiamo, tutti, le bandiere. Giacomo Falconi* Leggende o meno, la storia ci dice chiaramente che gli abitanti dei Cantoni primitivi, che si riunirono al praticello del Grütli, erano animati da grande Fede, dal desiderio di libertà e dal bisogno di solidarietà reciproca. Manifestiamo anche noi questi ideali, impegnandoci a partecipare a una delle tante manifestazioni commemorative e a esporre la bandiera alla propria abitazione. Chi ne avesse la possibilità, partecipi alla commemorazione della Diocesi di Lugano, organizzata dalla Parrocchia di Airolo, sul passo del San Gottardo. La «Via delle genti» è il posto ideale per commemorare il Natale della Patria, perché simbolo della coesione svizzera durante la seconda guerra mondiale e punto d incontro di lingue e culture diverse. Partecipare alla Festa nazionale significa testimoniare la propria identità. È spiacevole il fatto che quest anno al Grütli, a causa del comportamento irrazionale di certi gruppi, non sarà presente, come da tradizione, un Consigliere federale. Non è con l intransigenza che si onora la Patria, ma con il riconoscimento e il rispetto. È invece piacevole la mozione dei Granconsiglieri Udc al Consiglio di Stato, per introdurre l obbligatorietà dell insegnamento dell inno nazionale a scuola. Sono totalmente favorevole, perchè tocca nel vivo la nostra identità. E se sulla maglia della squadra nazionale svizzera di calcio non figura più la croce bianca, noi portiamo un cappellino rossocrociato. *Presidente cantonale AAPI

17 10 luglio AAPI CANTONALE AAPI Soggiorno ben riuscito a Cervia ETÀ D ARGENTO a cura dell Associazione Anziani Pensionati Invalidi Il soggiorno estivo organizzato dall AAPI, che si è tenuto a Cervia dal 4 al 14 giugno, è riuscito molto bene. Nonostante il tempo non sempre tendente al bello il soggiorno si è svolto regolarmente e a piena soddisfazione di tutti i partecipanti. Numerose sono state le possibilità di svago e intrattenimento. Molto apprezzate le lunghe partite a bocce sulla spiaggia, le bellissime passeggiate, la ginnastica in acqua, le partite alle carte e le serate danzanti. Molto gradita la visita del segretario cantonale Claudio Franscella che con la sua presenza ha dimostrato tutta l attenzione dell AAPI-OCST per queste proposte estive. Un particolare ringraziamento va alla signora Claudia Righetti che ha saputo, quale capogruppo, organizzare al meglio le numerose attività proposte. All anno prossimo! IL PENSIERO DI DON CONRAD Nel rispetto della vita e della dignità umana Il rispetto della vita e della dignità umana è il fondamento stesso dell etica. Ogni medico deve impegnarsi a garantire la vita umana in tutti i modi possibili. Il suo comportamento si ispira al giuramento di Ippocrate che dice, tra l altro: «Giuro che guidato dalla mia esperienza e dal mio sapere, prescriverò agli ammalati il regime e le cure più idonee salvaguardandoli da ogni male e da ogni danno» Nel caso della persona anziana, la qualità di vita che può essere prospettata dal punto di vista medico è oggi assicurata ben oltre i limiti del passato. Ciò non significa che ciascuno non debba essere il medico di se stesso. Un tempo ci si insegnava come mortificare i sensi, soprattutto la gola, che voleva dire, saper evitare ogni abuso e ogni eccesso per mantenere un buon equilibrio fisico e spirituale. Ma quando una malattia terminale viene a togliere ogni ragionevole speranza di vita, il diritto a una fine dignitosa dev essere coscienziosamente preparato. Il credente potrà ricordare con gratitudine l insegnamento della Chiesa che afferma: «L interruzione di procedure mediche onerose, pericolose, straordinarie e sproporzionate rispetto ai risultati attesi, può essere legittima» (Catechismo, n 2278). Il che significa che il credente spiritualmente ben preparato potrà affermare serenamente con il Santo Padre Giovanni Paolo II, «Lasciatemi andare alla casa del Padre». AGENDA Locarno Martedì 16 settembre gita di una giornata a Lecco (luoghi manzoniani). Iscrizioni: tel IL PENSIERO Un uomo non è vecchio Finchè i rimpianti Non sostituiscono i sogni John Barrymore

18 18 10 luglio 2008 Giovedì 5 giugno 2008 sono state quasi 200 le persone che hanno partecipato alla corsa speciale organizzata con successo dall AAPI (Associazione Anziani Pensionati Invalidi) sul battello «Lugano», ammiraglia della flotta della Società Navigazione del Lago di Lugano (SNL). L escursione sul lago dell AAPI è una delle 250 corse speciali di ogni tipo che privati (per esempio banchetti in occasione di matrimoni), associazioni (assemblee generali, ecc.) e aziende (cene di fine anno, ecc.) commissionano nell arco dell anno alla Società Navigazione del Lago di Lugano. Il fatto che le corse speciali possano essere effettuate a ogni ora del giorno e della notte (senza essere tenuti all orario di chiusura dei ristoranti di terra), l affidabilità e la cortesia dei collaboratori della SNL, la versatilità dei battelli e la qualità del servizio del ristoratore di bordo, Styl Restaurant, sono le «carte da visita» vincenti della SNL. Inoltre la grande quantità di corse speciali effettuate nell arco di tutto l anno è anche prova che le tariffe sono alla portata di un pubblico assai vasto. Le corse regolari giornaliere pubblicate nell orario ufficiale da aprile a ottobre rimangono l attività principale della SNL. Oltre alle agevolazioni tariffali usuali (Abbonamenti Generali e 1/2 Prezzo), i Ticinesi possono viaggiare sui battelli di linea della SNL a tariffe scontate, facendo uso del loro Abbonamento Arcobaleno, della Lugano Card oppure dello Swiss Family Boat Pass (l abbonamento ½ prezzo per le famiglie). Buoni sconto sono ottenibili al terminale dei bus TPL in centro Lugano (pensilina Botta), dove la Società Navigazione del Lago di Lugano è presente all Info-Point. Novità 2008: quest anno l attività delle corse regolari non si fermerà a ottobre, ma il lago potrà essere ammirato dai battelli anche durante l inverno Un battello SNL circolerà tra Lugano e Gandria e la SNL darà così un valido sostegno allo sviluppo della stagione tradizionalmente meno turistica nella nostra regione. Oltre alle corse speciali e regolari dei battelli, la Società Navigazione del Lago di Lugano opera per conto terzi nel settore della costruzione/riparazione di impianti a lago (dragaggio fondali, costruzione pontili, ecc.) ed è l unica impresa in possesso dell indispensabile autorizzazione federale per effettuare trasporti pericolosi sul lago (per esempio il trasporto di olio da riscaldamento). L attività della SNL non si ferma al lago. La Società Navigazione del Lago di Lugano gestisce le due Autolinee Lugano Campione d Italia e Lugano Gandria. Questo ramo d attività fa della SNL un punto di riferimento per tutti gli operatori, perché la SNL, oltre ad operare in Svizzera e in Italia, è attiva sia nel trasporto turistico, sia in quello sistematico, che sono regolati da norme legislative differenti. Il 2008 verrà ricordato dalla SNL per il prestigioso giubileo dei 100 anni di servizio della piccola motonave «Vedetta». Essa è testimone della storia della navigazione sul Lago di Lugano e viene conservata dalla SNL nel suo stato originale. Il programma degli eventi organizzati dalla SNL e tante altre informazioni possono essere consultati nel nuovissimo sito Via Tesserete Canobbio Tel Fax Riacquistate la vostra indipendenza vendita, assemblaggio, montaggio, manutenzione, riparazione per impianti di trasporto in genere Generazione d argento BORIS ANARETTI IMPRESA DI PITTURA STRADA DRA PESA 6968 SONVICO (CH) NATEL TEL

19 10 luglio MENDRISIO AAPI ETÀ D ARGENTO a cura dell Associazione Anziani Pensionati Invalidi Grande successo della passeggiata a Coira Piergiorgio Guidali Sono proseguiti festosamente i festeggiamenti per il venticinquesimo anniversario della fondazione AAPI-OCST. Grazie allo zelo del nostro presidente Carlo Fontana coadiuvato dal comitato della regione del mendrisiotto, si è tenuta martedì 24 giugno la trasferta nella città di Coira. Partenza di buon mattino per un ottantina di iscritti, in una giornata di bel tempo e caldo. A Coira, dove ad attenderci davanti alla cattedrale c erano il vescovo Mons. Huonder e il vescovo emerito, Mons. Grab, abbiamo potuto visitare la magnifica cattedrale. Dopo un ottimo pranzo siamo partiti per Pfäfers, località sopra Bad Ragaz, dove abbiamo potuto visitare l abbazia del paese. Un appuntamento importante, poiché in questa chiesa si trovano diversi dipinti del nostro conterraneo Giorgio di Meride. Poi ritorno con nel cuore una bella giornata. Grazie alla sezione AAPI del Mendrisiotto e a tutti i partecipanti per la collegialità tenuta durante questa trasferta. Arrivederci alla prossima occasione. LOCARNO Arte, storia, cultura e natura in Emilia Romagna La mattina del 27 maggio la comitiva AAPI di Locarno inizia la trasferta di 5 giorni in Emilia Romagna con destinazione Lido degli Estensi. Al primo giorno abbiamo visitato la bella città di Ferrara con il suo rinomato centro storico. Si è potuto ammirare e conoscere i grandi avvenimenti storici di questa cittadina, riconosciuta dall Unesco, per il valore di un paesaggio urbano e naturalistico unico al mondo. Nella mattinata del giorno successivo abbiamo visitato l Abbazia di Pomposa il cui campanile, molto alto e con i colori misti tra giallo e rosso tipici del cotto. Un patrimonio di storia e arte nella cultura del medioevo padano. Si è proceduto poi per Comacchio, capitale del Parco Delta del Po, località che con il suo bel canale e i numerosi caratteristici ponti pedonali richiama, per certi aspetti, Murano. Il terzo giorno abbiamo visitato Ravenna, città storica unica al mondo. Nel pomeriggio trasferimento a Viserba di Rimini per visitare l «Italia in miniatura». Quarto giorno dedicato all escursione in motonave in una delle Oasi floro-faunistiche più ricche d Italia. Il quinto giorno, nella mattinata, a malincuore, si lascia Lido degli Estensi per rientrare in Ticino, consapevoli di aver passato cinque giorni meravigliosi, innanzitutto per il tempo sempre bello, ed anche per aver vissuto insieme momenti di cordialità con un arricchimento di storia, arte e natura.

20 20 10 luglio 2008 Pagina a cura di Angela M. Carlucci* Libera circolazione delle persone e mercato del lavoro Dal punto di vista economico, l Accordo sulla libera circolazione delle persone acquista notevole rilevanza per il nostro Paese. L economia elvetica dipende dal reclutamento di manodopera estera, sia altamente qualificata come gli specialisti, che scarseggiano in Svizzera e sono molto richiesti a livello internazionale che meno qualificata. L Accordo permette, inoltre, anche alle imprese svizzere di distaccare più facilmente i propri dipendenti negli Stati membri dell UE. La situazione è pertanto rafforzata doppiamente: sia a vantaggio della produzione che dell occupazione. L Accordo acquisterà, infine, un importanza maggiore a medio termine, poiché l offerta di manodopera diminuirà in Svizzera per ragioni demografiche. Fiducia e sicurezza innanzitutto Il comitato direttivo di Travail.Suisse, di cui fa parte il Syna, sostiene il rinnovo e l estensione dell Accordo sulla libera circolazione delle persone con l Unione europea. Al fine di garantire anche il sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori, il Consiglio federale deve assolutamente responsabilizzarsi in materia e garantire fiducia e sicurezza. Ciò non può che passare attraverso l aumento del numero dei controlli, assumendosi i costi dei controlli presso i datori di lavoro svizzeri nei settori con contratti di lavoro a carattere di obbligatorietà generale e attraverso il risanamento rapido dell assicurazione contro la disoccupazione senza tagli alle prestazioni elargite. Convincere lavoratrici e lavoratori a sostenere il Sì e dunque esprimersi favorevolmente al rinnovo e all estensione della libera circolazione delle persone non sarà cosa facile. Il Parlamento svizzero, con la decisione di formare un pacchetto unico conducendo due decisioni ad un unica presa di posizione, non rende la cosa più semplice. Misure decisive per ristabilire la fiducia La libera circolazione delle persone deve essere sufficientemente salvaguardata attraverso lo strumento di protezione contro il dumping salariale e sociale. Il Consiglio federale è tenuto ad agire in materia di politica interna, assumendosi le proprie responsabilità e affrontare con decisione i punti seguenti, affinché le lavoratrici ed i lavoratori approvino nuovamente l Accordo sulla libera circolazione delle persone: In rapporto al dinamismo del mercato del lavoro e della forte immigrazione, il numero dei controlli deve essere aumentato a unità sin dall inizio del La Confederazione deve assumersi i costi legati ai controlli sugli impieghi di breve durata presso datori di lavoro svizzeri nei settori che che beneficiano di convenzioni collettive a carattere di obbligatorietà generale. La consigliera federale Leuthard ha accolto, presso la Commissione di politica estera del Consiglio nazionale, la richiesta di Travail.Suisse dando garanzie vincolanti al riguardo. L assicurazione contro la disoccupazione deve essere risanata rapidamente ed in modo durevole, senza alcuna decurtazione delle prestazioni. Ciò appare di centrale importanza in previsione di un peggioramento congiunturale. Solamente un assicurazione contro la disoccupazione sana e forte offre la sicurezza necessaria alle lavoratrici ed ai lavoratori. * Politiche sindacali internazionali Politiche sociali e migratorie Sindacato interprofessionale Syna GIOVANI MIGRANTI E TIROCINIO Intraprendere nuove vie per lottare contro la discriminazione Per molti giovani la transizione tra scuola e mondo professionale è un periodo molto difficile. Una grande discriminazione viene esercitata sui giovani alla ricerca di un posto di tirocinio che portano nomi a chiara connotazione straniera. La Confederazione, i Cantoni e le organizzazioni mantello si sono impegnate in seno al progetto Transizione, proposto dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali dell istruzione pubblica, a prendere insieme alcune misure in modo che almeno il 95 per cento dei giovani adulti ottengano un certificato professionale nel Questo progetto potrà avere successo solo se vi sarà un miglioramento, per i giovani provenienti da ambienti migratori, nell accesso al mercato dei posti di tirocinio. Per questo è necessario, accanto alla sensibilizzazione, definire misure appropriate anche da parte delle aziende formatrici. La discriminazione è ingiusta e inefficace La discriminazione esercitata contro certi gruppi di giovani non è solamente ingiusta poiché basata su pregiudizi ma anche inefficace. Infatti impedisce all azienda di reclutare i giovani più capaci. Spesso la discriminazione avviene non a proposito ma a causa della mancanza di conoscenze da parte dei selezionatori. Varrebbe la pena fare quindi uno sforzo presso le aziende formatrici visto che è loro interesse selezionare i giovani più capaci. Nella sua qualità di organizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori, il Syna invita la Confederazione, i Cantoni e le organizzazioni del mondo del lavoro a rispettare l impegno preso ad incrementare il tasso di formazione. Non sarà possibile raggiungere l obiettivo del 95 per cento se non si evita ogni tipo di discriminazione al momento di accordare i posti di tirocinio. Bisogna imboccare nuove vie Il progetto Transizione organizzato dai Cantoni, ha l obiettivo di escogitare delle misure proprie alla lotta contro la discriminazione in cooperazione con gli uffici federali interessati (Ufficio federale della formazione professionale e l Ufficio federale della migrazione). Bisogna quindi prendere in esame vari approcci: Elaborare e offrire degli strumenti semplici che permettano delle procedure di candidatura anonime Sensibilizzare le federazioni di settore e le associazioni professionali tramite una campagna nazionale e delle linee direttrici Invitare le aziende formatrici a sottomettersi a delle quote o a concepire, per loro, degli incentivi Domandare agli uffici cantonali della formazione professionale di fare delle raccomandazioni, e alle federazioni dei vari settori di redigere una carta Stabilire una check-list in vista della selezione degli apprendisti (per esempio, includendo sistematicamente degli stage d iniziazione nelle procedure di candidatura) Discutere della tematica della discriminazione e delle paure a cui è legata nella formazione di base e nella formazione continua dei formatori professionali.

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 07/08/2015 A Data Scadenza 24/08/2015 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015 PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015 A seguito delle riunioni con le strutture regionali, sono state approfondite le tematiche relative al rinnovo

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Direzione scolastica congiunta per gli istituti scolastici di Medio Malcantone, Croglio Monteggio, Ponte Tresa, Pura e Sessa

Direzione scolastica congiunta per gli istituti scolastici di Medio Malcantone, Croglio Monteggio, Ponte Tresa, Pura e Sessa Concorso per l assunzione di un/a direttore/direttrice scolastico/a con un grado di occupazione al 100% per le scuole elementari e dell infanzia dall anno scolastico 2015-2016 Il Municipio di Novaggio

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal.

Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal. Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal. Da ora tutto sarà più semplice. Con Sympany. Sympany: l assicurazione simpaticamente diversa. Sympany

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Analisi e proiezioni finanziarie per i singoli Comuni

Analisi e proiezioni finanziarie per i singoli Comuni ALLEGATO 5 Analisi e proiezioni finanziarie per i singoli Comuni Scenario di investimento minimo (progetti di prima priorità) Confronto tra la proiezione finanziaria dei singoli Comuni 2001-2009 e lo scenario

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Riceve quanto le spetta?

Riceve quanto le spetta? Italiaans / Italian Lei lavora temporaneamente nel settore edilizio olandese Riceve quanto le spetta? Informazioni per i lavoratori stranieri e per i lavoratori interinali Queste informazioni sono state

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero.

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero Milano, 31/1/13 1. Premessa - 2. L art. 32 L. 183/10-3. La riforma Fornero - L art. 28 DL 179/12. 1. Premessa Il contratto a termine detiene un

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Istituto Nazionale Previdenza Sociale COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Regolazione del rapporto di lavoro A cura di Coordinamento e Supporto alle attività connesse al Fenomeno Migratorio Marzo 2007 INDICE

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli