IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELL I.T.C. BONELLI DI CUNEO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELL I.T.C. BONELLI DI CUNEO"

Transcript

1 IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELL I.T.C. BONELLI DI CUNEO VISTO il DPCM del 7 giugno 1995 VISTA la direttiva del 21 luglio 1995 n. 254 VISTA la C.M. del 4 ottobre 1995 n. 317 con il riconoscimento della necessità di informare l'organizzazione dell'istituto organizzazione a criteri di efficienza, efficacia e flessibilità con l intento specifico di garantire la massima obiettività ed equità nell erogazione del servizio scolastico e al fine di assicurare l opportuna trasparenza dell informazione, nella ricerca di una gestione partecipata della scuola attraverso l apporto di tutte le componenti della comunità educativa approva la presente CARTA DEI SERVIZI Elaborata ed approvata dal Collegio dei Docenti dell'istituto in data I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 1

2 1- IDENTITÀ DELL ISTITUTO L istituto F. A. Bonelli è stato fondato nel 1865, come seconda scuola d istruzione secondaria superiore di Cuneo. Nato come Istituto Tecnico per Geometri, ha poco dopo affiancato il corso di studi per ragionieri, continuando l abbinamento ragionierigeometri per più di cento anni. Nel 1982 è stata effettuata la scissione dei due corsi e da allora il Bonelli è diventato specificamente Istituto Tecnico Commerciale. La crescita degli iscritti si è rivelata esponenziale: negli ultimi anni il numero degli studenti si è assestato attorno ai Il bacino di utenza è rappresentato dal distretto scolastico di Cuneo, anche se solo il 30% degli iscritti è residente nella città, mentre il restante 70% è rappresentato da studenti pendolari che provengono dalle vallate cuneesi. Le classi iniziali I e e III e sono formate secondo il criterio del sorteggio, per fasce di rendimento scolastico; le altre classi sono la prosecuzione delle precedenti. 2- ACCREDITAMENTO L I.T.C. Bonelli è accreditato presso la Regione Piemonte dal 16 giugno 2003: la gestione organizzativa interna è strutturata sulla base di procedure coerenti con i parametri descritti dal manuale sinottico della Regione Piemonte I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 2

3 3- OFFERTA EDUCATIVA Per tale contenuto si fa riferimento sia alla finalità formativa sia alla preparazione professionale degli studenti. Relativamente alla prima, per alcuni aspetti prioritari nel biennio, s intende ricercare e favorire la formazione di giovani dalla personalità equilibrata e dall atteggiamento positivamente critico e costruttivo rispetto alle problematiche reali quotidiane. Si ritiene che tale obiettivo possa essere raggiunto contribuendo a stimolare negli adolescenti la maturazione individuale, sia sul piano dell accettazione del proprio sé in crescita, sia sul piano del rapporto con il mondo esterno (adulti, società, scuola) Con particolare attenzione e sensibilità verso la prevenzione del disagio giovanile si potrà ricorrere all ausilio di persone esperte nel settore della comunicazione a livello psicologico, ma soprattutto il massimo impegno deve essere rivolto a migliorare il rapporto docente-allievo e a superare le strategie didattiche spersonalizzanti. Sotto l aspetto culturale-intellettivo, ancora, accertato con specifiche misurazioni iniziali a livello delle competenze di base logico-espressive, ciascun docente si impegna a stimolare l acquisizione da parte di ogni studente di uno stile cognitivo e di apprendimento proficuo, nel rispetto degli interessi e delle personalità individuali. Il metodo che s intende favorire, fatta salva la libertà d insegnamento d ogni docente, è quello che stimola la partecipazione attiva dello studente, in modo che, guidato a distanza, possa diventare egli stesso protagonista del proprio processo formativo. Relativamente alla preparazione professionale, obiettivo di punta nel triennio, l Istituto offre la possibilità di optare fra tre tipi di indirizzi: I. Indirizzo giuridico economico aziendale (IGEA): esso rinnova il profilo professionale tradizionale del ragioniere, potenziando la sua formazione economico-aziendalistica e scientifico-matematica. Rilascia il Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale II. Indirizzo MERCURIO con ampliamento delle competenze nel campo informatico. Rilascia il Diploma di Ragioniere e Perito Programmatore I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 3

4 III. Indirizzo con specializzazione linguistico-commerciale (ERICA): introduce lo studio di una terza e di una quarta lingua straniera, potenziando la preparazione nel campo linguistico. Rilascia il Diploma di Perito Aziendale Corrispondente in Lingue Estere 4- RISORSE MATERIALI ED UMANE Le dotazioni dell Istituto comprendono: -n. 5 laboratori di informatica -n. 2 laboratori linguistici -n. 1 laboratorio di scienze -n. 1 laboratorio di Fisica e Chimica -n. 2 laboratori di trattamento testi -n. 1 sala audiovisivi -n. 1 biblioteca -n. 2 palestre attrezzate -n. 1 aula multimediale Le fonti di finanziamento per sostenere le spese di funzionamento dell Istituto sono costituite da: 1) tasse scolastiche (di cui una parte è distolta per sostenere le spese assicurative degli studenti) 2) finanziamenti del Ministero della Pubblica Istruzione variabili in rapporto al numero delle classi autorizzate alle risorse disponibili 3) fondi erogati da Enti locali (Regione Provincia) 4) interessi attivi (da c/c bancari e postali) 5) finanziamenti da banche ed aziende mirati alla realizzazione di specifici progetti; Il personale operativo all interno dell Istituto è costituito da: Il Dirigente Scolastico Docenti (in numero oscillante tra 100 e 120) Direttore dei Servizi Generali Amministrativi Personale di segreteria (in numero di 9) Collaboratori Scolastici (in numero di 15) Due Assistenti tecnici I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 4

5 5- DEFINIZIONE DEI PROGRAMMI E DEGLI IMPEGNI A- AREA DIDATTICA Ciascun insegnante di quest Istituto, affermato e reciprocamente riconosciuto il diritto alla libertà di insegnamento, s impegna a dare il massimo contributo personale per garantire un servizio scolastico adeguato alle esigenze formative e culturali degli alunni e si rende responsabile della qualità delle attività educative proposte. Il docente è occupato in attività di carattere individuale e collegiale. Sotto il primo aspetto presta il proprio servizio in attività di insegnamento in senso stretto, secondo un orario di diciotto ore che viene articolato settimanalmente sulla base di quanto previsto per ciascuna disciplina e secondo la progettazione dell'istituto. Esercita altresì compiti funzionali all insegnamento quali la preparazione delle lezioni, la correzione degli elaborati, la cura dei rapporti individuali con la famiglia e l adeguamento della propria formazione professionale con l attività di aggiornamento. Nella scelta dei libri di testo viene assunto come criterio di riferimento la validità culturale e la funzione educativa degli stessi nel quadro, però della massima stabilità possibile delle adozioni. Nell assegnazione dei compiti da svolgere a casa, è riconosciuta la necessità di rispettare razionali tempi di studio degli alunni. Per quanto riguarda più specificatamente l impegno di progettazione e programmazione dell attività educativa e di quella didattica, ciascun insegnante dovrà attenersi al piano dell offerta formativa che è approvato ogni anno dal collegio dei docenti. Sotto il secondo profilo delle sue competenze il docente è partecipe dell attività degli organi collegiali previsti dalla legge. I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 5

6 COLLEGIO DEI DOCENTI Le funzioni del Collegio dei Docenti sono tanto di tipo deliberante quanto di tipo propulsivo e propositivo. In ordine alle funzioni deliberanti di questo organo e con particolare riferimento all attuazione del progetto educativo di istituto spetta al collegio, ovviamente nel rispetto del principio della libertà di insegnamento costituzionalmente sancito dall art. 33 Cost.: individuare ed aggiornare gli obiettivi formativi sia di tipo strettamente cognitivo che di tipo educativo; indicare criteri che assicurino la massima omogeneità nell opera di valutazione degli allievi; organizzare le attività di recupero e di sostegno da realizzarsi durante l anno scolastico; fissare le modalità concrete attraverso le quali sviluppare i rapporti scuola-famiglia; disporre l adeguamento dei programmi di insegnamento alle esigenze che via via si manifestano nel rispetto delle limitazioni derivanti dagli ordinamenti statali. Il Collegio nella programmazione, nell organizzazione e nell attuazione del progetto educativo opera secondo quanto previsto dalla legge 15 marzo 97, n 59. In ordine poi ai poteri consultivi e propositivi si rammentano come particolarmente importanti quelli relativi ai criteri cui attenersi per la formulazione di proposte per promuovere l aggiornamento dei docenti. Il Collegio provvede all approvazione delle proposte di adozione dei libri di testo, formulate dai docenti. CONSIGLIO DI CLASSE Sempre avendo come riferimento il conseguimento di quegli obbiettivi che qualificano il piano dell offerta formativa, tralasciando ovviamente di elencare le altre funzioni dalla legge assegnate a quest organo, il consiglio di classe deve: individuare e definire gli obbiettivi che, trascendendo la specificità delle singole discipline, sono ad esse comuni; indicare standards di insegnamento al fine di rendere il più possibile omogenee e tra loro compatibili le metodologie didattiche seguite dai docenti; I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 6

7 individuare gli strumenti di verifica e di misurazione dell apprendimento; in attuazione delle direttive provenienti dal Collegio dei docenti, adottare le misure necessarie per l attività di sostegno e di recupero. DIPARTIMENTO PER DISCIPLINE Al fine di rendere il più possibile uniforme l attività didattica, tra i diversi corsi dell Istituto, opera un coordinamento disciplinare tra docenti che insegnano la medesima materia. Tale coordinamento indica per ciascuna delle discipline gli obbiettivi didattici da perseguire per ogni anno scolastico, gli obbiettivi minimi per una valutazione di sufficienza, la proposta di adozione di libri di testo nonché di acquisto da parte dell Istituto di nuovi strumenti didattici. B- RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEGLI STUDENTI Si richiamano gli studenti di questo Istituto alla profusione del massimo impegno nello studio ed alla regolarità della frequenza. Si richiede loro l osservanza del Regolamento d Istituto cui si rinvia. Viene riconosciuta dal corpo degli insegnanti la valenza formativa dello Statuto delle studentesse e degli studenti (D P R 249 del 24 giugno 1998), che in particolare riconosce agli studenti: 1. Il diritto di esprimere liberamente le proprie idee, di organizzarsi per realizzare progetti e proposte e di disporre di strutture adeguate od assemblee ed incontri. 2. Il diritto di partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola, al fine di formulare proposte in ordine alle finalità e alle tematiche dell attività scolastica. 3. Il diritto alla effettiva disponibilità e funzionalità delle strutture scolastiche. 4. Il diritto di partecipare attivamente alla stesura del regolamento di Istituto. 5. Il diritto all informazione sulle normative che regolano la vita scolastica. I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 7

8 6. Il diritto ad una trasparenza generale nella valutazione che si deve esplicare sia in una conoscenza a priori dei criteri di valutazione sia in un informazione immediata sulle motivazioni di ogni singolo giudizio. I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 8

9 C- SERVIZI AMMINISTRATIVI Nell erogazione di servizi amministrativi l istituto si impegna ad assicurare: celerità delle procedure trasparenza dell informazione flessibilità degli orari della segreteria e contatto con il pubblico. Per quanto, in particolare, attiene alle iscrizioni ed al rilascio di certificati, l istituto intende organizzarsi come segue: la distribuzione dei moduli di iscrizione è effettuata a vista, nei giorni previsti, dal personale ausiliario nei locali all ingresso della scuola la segreteria deve provvedere allo svolgimento delle procedure di iscrizione immediatamente dopo aver ricevuto la consegna delle domande il rilascio dei certificati è effettuato nel normale orario di apertura entro il termine massimo di tre giorni lavorativi per quelli di iscrizione e di cinque per quelli con valutazioni e giudizi gli attestati e i documenti sostitutivi del diploma devono essere consegnati a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dei risultati finali i documenti di valutazione di 1 quadrimestre degli alunni devono essere consegnati a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dei risultati finali gli uffici di segreteria rispettano il seguente orario di apertura: tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 12,30 lunedì martedì giovedì dalle ore 15,00 alle ore 16,00 martedì dalle ore 19,00 alle ore 20,00 l ufficio del Dirigente Scolastico riceve al pubblico sia su appuntamento telefonico sia secondo il seguente orario: 09,00 / 12,00 15,00 / 16,00 l Istituto al fine di garantire il massimo livello di informazione, si impegna a esporre l orario di lavoro dei dipendenti ed a predisporre appositi spazi come bacheca sindacale e bacheca per gli studenti l Istituto si impegna, infine a dare adeguata pubblicità al Regolamento di Istituto mediante affissione nei locali di ingresso della scuola I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 9

10 6- PROCEDURA DEI RECLAMI Al fine di consentire il massimo di trasparenza nei rapporti con l utenza, consentendo a quest ultima di intervenire non solo in modo propositivo, ma anche per denunciare tutte quelle situazioni nelle quali il comportamento di coloro che operano nella scuola si discosti dagli obblighi inerenti lo svolgimento della loro funzione o comunque non rispetti gli impegni assunti nella presente Carta, si indica di seguito la procedura per proporre reclami ed ottenere sugli stessi un esauriente risposta. I reclami possono essere proposti tanto oralmente quanto per iscritto. Nella prima ipotesi il proponente dovrà comunque, sia pure in un momento successivo, sottoscrivere una dichiarazione nella quale oltre all indicazione delle proprie generalità siano sintetizzati gli estremi del fatto lamentato. Il reclamo formulato in forma scritta o anche via fax dovrà sempre indicare le generalità del proponente, il suo indirizzo, un esposizione del fatto per il quale il reclamo è proposto e la sottoscrizione. Non saranno presi in considerazione alcuna i reclami non sottoscritti Attraverso il reclamo, al fine di assumere maggiori elementi di conoscenza, il proponente può esercitare il diritto di accesso agli atti amministrativi ai sensi della L. 7/8/1990 n.241, riservandosi di integrare le ragioni del reclamo stesso. Sul fatto denunciato verrà, a cura del Dirigente Scolastico, aperta un indagine nel corso della quale dovrà necessariamente essere ascoltato l operatore scolastico interessato dal reclamo, il quale valuterà l opportunità di depositare una propria memoria scritta. Esperita l indagine, e comunque non oltre i termini di quindici giorni dal ricevimento del reclamo sottoscritto, sarà cura del Dirigente Scolastico inviare risposta scritta al proponente. Su tutti i reclami ricevuti durante l anno scolastico nonché sulle risposte inviate e sui relativi provvedimenti lo stesso formulerà una relazione che sarà presentata al Collegio dei docenti. I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 10

11 INTERVENTI DIDATTICO EDUCATIVI La scuola promuove interventi didattico-educativi per gli allievi che, nel corso dell anno scolastico, manifestano un livello di preparazione non adeguato in una o più discipline. Gli interventi saranno attivati, con una cadenza periodica, in seguito alle segnalazioni dei Consigli di classe. I docenti coordinatori dei Consigli provvedono alla raccolta delle segnalazioni e alla loro trasmissione alla Funzione Strumentale per gli interventi didatticointegrativi, eletta dal Collegio dei Docenti. La stessa provvede all attivazione degli interventi e alla loro organizzazione. Gli allievi che necessitano di interventi didattico-integrativi vengono segnalati tempestivamente alla famiglia che deve comunicare alla Scuola se intende usufruire degli interventi programmati dalla Scuola o provvedere direttamente. La scuola garantisce, altresì, lo sportello didattico di recupero in caso di necessità ATTIVITA PARASCOLASTICHE La scuola, al di fuori dell orario scolastico curriculare, promuove numerose attività formative, quali: biblioteca laboratorio teatrale spettacoli cinematografici scambi culturali con scuole estere o nazionali school link stages di inserimento aziendale corsi di orientamento per le classi quinte tirocini post-diploma attività complementari ed integrative CIC gruppi sportivi sportello didattico I.T.C. Bonelli Carta dei servizi 11

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento Carta dei Servizi Scolastici ITI Buonarroti Trento PREMESSA La Carta dei Servizi dell I.T.I. Buonarroti è il documento che riassume i principi ispiratori delle attività della scuola e rende esplicite tali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana. ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE M A C E D O N I O M E L L O N I Viale Maria Luigia, 9/a 43125 Parma Tel 0521.282239 Fax 0521.200567 info@itemelloni.gov.it www.itemelloni.gov.it PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci GINNASIO LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI Principi fondamentali La carta dei servizi

Dettagli

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ Dis. n. 216 La Carta dei Servizi UGUAGLIANZA Si accettano le domande d iscrizione prescindendo da qualunque forma di esclusione per motivi sociali o familiari. Si accolgono

Dettagli

Istituto "Michele Giua" - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI

Istituto Michele Giua - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI PREMESSA Articolo 1 L Istituto considera finalità generali del proprio operare pedagogico i principi di cui agli artt. 3, 33, 34, della Costituzione Italiana. Articolo 2 La seguente carta

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE A. MODIGLIANI PADOVA

LICEO ARTISTICO STATALE A. MODIGLIANI PADOVA LICEO ARTISTICO STATALE A. MODIGLIANI PADOVA via Scrovegni 30-35131 Padova Tel.: 049 875 6076 Fax: 049 875 5338 E-mail: info@liceomodigliani.it - c.f. 80014680286 PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO

Dettagli

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO Parte I - PRINCIPI FONDAMENTALI CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino trae i suoi principi fondamentali dagli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Dettagli

CRITERI SCRUTINI E VALUTAZIONI FINALI

CRITERI SCRUTINI E VALUTAZIONI FINALI CRITERI SCRUTINI E VALUTAZIONI FINALI 1 Criteri specifici per lo scrutinio finale Sulla base delle deliberazioni degli anni precedenti, in base alla normativa vigente, tenuto conto che il voto di condotta

Dettagli

PRESIDENZA E AMMINISTRAZIONE: Via Prolungamento Piazza Gramsci - Tel. 0836/571753 - e-mail: presmartano@tin.it - martuff@tin.it

PRESIDENZA E AMMINISTRAZIONE: Via Prolungamento Piazza Gramsci - Tel. 0836/571753 - e-mail: presmartano@tin.it - martuff@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE Via Prolungamento Piazza Gramsci Tel. e Fax: 0836/575455 e-mail: itcmartano@lycosmail.com Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore "Salvatore Trinchese" http://utenti.tripod.it/martanoscuole

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità.

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità. Prot. N 6008 C/24-d del 22/11/2014 Carta dei servizi ANNO SCOLASTICO 2014-15 PREMESSA La Carta dei Servizi ha come ispirazione i seguenti articoli della Costituzione italiana: Art.3: Tutti i cittadini

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE SCOLASTICA Prof.ssa Mariagrazia Mastrangelo Durante

Dettagli

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE Via Caronda, 224 - Catania Carta dei servizi della scuola INDICE Indice...2 Nota Preliminare...3 Servizi Amministrativi...4 Condizioni ambientali della scuola...5 Fattori di

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA ART. 1 - NATURA E FINALITA La Scuola comunale dell infanzia concorre, nell ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione integrale della personalità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA Liceo Classico Statale "Pitagora" Piazza Umberto I, 15 0962/905731 Fax 0962/20922 Cod. Fisc. 81004910790790 e-mail: KRPCO2000L@istruzione.it sito web www.liceopitagoracrotone.it 88900 CROTONE CARTA DEI

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

Alla riuscita del progetto educativo generale di integrazione concorrono collegialmente una molteplicità di risorse:

Alla riuscita del progetto educativo generale di integrazione concorrono collegialmente una molteplicità di risorse: Il MATTEI PER L INTEGRAZIONE DEI DIVERSAMENTE ABILI L Istituto opera da diversi anni sul nostro territorio con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione,

Dettagli

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI L Istituto Comprensivo Gentile da Foligno si compone della scuola primaria (plesso di Fiamenga, via Lago di Cecita) e della scuola secondaria di

Dettagli

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti Offerta formativa Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Socio-Psicopedagogico Via Bonistallo, 73-50053 EMPOLI Tel. 0571-80614/81696 Fax 0571-82189/946803 Indirizzo ERICA Indirizzo ERICA SPORT Indirizzo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM Località Villaggio 84047 CAPACCIO (SA) - C.M. SAIC8AZ00C Tel. 0828725413/0828724471 Fax. 0828720747/0828724771 e-mail SAIC8AZ00C@istruzione.it Ascolta i bambini

Dettagli

Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti"

Istituto Tecnico Turistico Statale Andrea Gritti Carta dei Servizi A.S. 2004 / 2005 Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti" Via Muratori, 7 - Mestre (VE) Tel. 041/5350505 E-mail: segreteria@istitutogritti.it http://www.istitutogritti.it CARTA

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN. Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN. Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado PREMESSA La scuola oggi deve affrontare il tema delle relazioni, dell incontro con

Dettagli

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità)

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità) PREMESSA La presente Carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art. 149 del Trattato dell Unione Europea e costituisce un documento di

Dettagli

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A Rette IIntterscollasttiica dell XIIII Muniiciipiio dii ROMA Accordo di Rete delle scuole del XII Municipio di R O M A Testo approvato dall Assemblea dei Dirigenti nella seduta del 28 Settembre 2010 Accordo

Dettagli

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo. Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.it Sito: www.istitutomattei.it INDICE Chi siamo Profilo culturale,

Dettagli

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Piazzale San Sepolcro, 4100 Parma Tel. 051/8176 Fax 051/0641 e-mail albertina@sanvitale.net Web www.sanvitale.net Dove siamo Sede: Piazzale San Sepolcro,

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO 8Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26 6. LA VALUTAZIONE La valutazione è momento centrale nella pratica educativa e nel processo di apprendimento degli studenti, e riguarda molti aspetti della vita scolastica. Il Collegio dei Docenti indica

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

INDICE. Revisione 6 del 10.04.14. L Amministratore Unico Dott.ssa Antonia Cioccoloni. Pagina 2 di 11

INDICE. Revisione 6 del 10.04.14. L Amministratore Unico Dott.ssa Antonia Cioccoloni. Pagina 2 di 11 Pagina 1 di 11 INDICE 1 - PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA...3 IL CONTESTO SOCIALE, CULTURALE ED ECONOMICO DEL TERRITORIO... 3 2 - LIVELLO STRATEGICO...4 2.1 - MISSION DELL ISTITUTO... 4 2.2 OBIETTIVI ED IMPEGNI...

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ISTITUZIONI MUSICALI AFAM LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Generalità) Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi

Dettagli

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO 4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO Il sistema scolastico deve essere efficace ed efficiente affinché l alunno raggiunga il successo formativo e sia in grado di decodificare ed interagire in modo

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ FRA SCUOLA E FAMIGLIA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ FRA SCUOLA E FAMIGLIA Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Landriano Via B. Brecht, 1 27015 Landriano (PV) Tel. 038264103 Fax 038264143 - sito web: www.iclandriano.gov.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA. Sezione prima. Disposizioni generali. Art. 1

LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA. Sezione prima. Disposizioni generali. Art. 1 LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA Sezione prima Disposizioni generali Art. 1 1. E istituita in Roma la Libera Università degli Studi S. Pio V, di seguito denominata Università.

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL INCLUSIONE/INTEGRAZIONE SCOLASTICA (approvato dal Consiglio d Istituto con verbale n. 354 del 14 maggio 2014)

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL INCLUSIONE/INTEGRAZIONE SCOLASTICA (approvato dal Consiglio d Istituto con verbale n. 354 del 14 maggio 2014) ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MEUCCI 73042 CASARANO (LE) ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Informatica e Telecomunicazioni Elettronica e Elettrotecnica Meccanica Meccatronica ed Energia LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PAESE Viale Panizza 4-31038 - PAESE (TV) TEL. 0422.959057 - FAX 0422.959459 - Codice Fiscale 94131860267 e-mail: tvic868002@istruzione.it pec: tvic868002@pec.istruzione.it sito:

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi è la dichiarazione degli impegni che l Istituto Canossiano Madonna del Grappa

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Nel nostro Paese si è legati ancora ad un modello culturale che tende spesso a contrapporre il sapere al saper fare, la conoscenza teorica alle competenze tecniche e pratiche,

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore F. Corni Liceo e Tecnico COD. MIUR: MOIS018002 C.F.: 94177210369

Istituto di Istruzione Superiore F. Corni Liceo e Tecnico COD. MIUR: MOIS018002 C.F.: 94177210369 CRITERI DI VALUTAZIONE Approvato in Collegio Docenti 15/10/2013 CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA CONDOTTA Indicatori: Rispetto del regolamento di Istituto, delle persone e dell ambiente scolastico Assiduità

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

PROGETTAZIONE PIANO DI PROGETTO. Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI

PROGETTAZIONE PIANO DI PROGETTO. Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI PIANO DI PROGETTO PROGETTO RESPONSABILE PROGETTO OUT Orientamento in uscita e stage formativo WALTER ORNAGHI Studentesse e studenti del IV e V anno dell Istituto DESTINATARI Docenti di scienze sociali

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

MODALITA DI COMUNICAZIONE SCUOLA-GENITORI

MODALITA DI COMUNICAZIONE SCUOLA-GENITORI Pag. 1 di pag. 5 NORME UNI EN ISO 9001 : 2008 MODALITA DI COMUNICAZIONE SCUOLA-GENITORI INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA 4. PROCEDURA 4.1 Obiettivi e tempi della comunicazione

Dettagli

DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-2015 CLASSE: 2 D

DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-2015 CLASSE: 2 D DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-20 CLASSE: 2 D Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No Gli obiettivi disciplinari dell anno

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G. L. LAGRANGE Sezioni associate ITI G.L. LAGRANGE - IPSAR G. BRERA Via A. Litta Modignani, 65-20161 MILANO Tel. 02 66222804/54 Fax 02 66222266 PROTOCOLLO DI

Dettagli

DOCUMENTO SULLA VALUTAZIONE

DOCUMENTO SULLA VALUTAZIONE Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca Istituto d'istruzione Superiore Statale Balilla Pinchetti via Monte Padrio, 12 23037 Tirano (SO) Indirizzo di PEC: sois008005@pec.istruzione.it-

Dettagli

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011.

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l'autonomia Scolastica Ufficio VI C.M. n.17 MIURAOODGOS

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARCHIMEDE Via Cento n. 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 80073690374 Tel 051 821832/823651 Fax 051 825226 E-Mail: informazioni@isis-archimede.it Sito

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA 1 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto comprensivo don Rinaldo Beretta" Scuola secondaria di primo grado Salvo D Acquisto 20030 PAINA DI GIUSSANO - VIA A. MANZONI, 50 TEL.

Dettagli

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S.

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. 2003-2004------------------------------------------ VISTO

Dettagli

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione Linee guida per l elaborato di laurea del corso di laurea in Scienze della formazione primaria Art. 1 Introduzione La tesi è parte integrante del

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1 PARTE TERZA I SERVIZI AMMINISTRATIVI ORARIO DI APERTURA DELL ISTITUTO art. 3.1 3.3 SERVIZI AMMINISTRATIVI

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA La scuola Primaria si propone di introdurre i bambini nel mondo della conoscenza, maturando in ciascuno la capacità di esprimere le proprie esperienze attraverso la lettura, la scrittura,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE e SOCIETA ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI (SIAE)

PROTOCOLLO D INTESA tra MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE e SOCIETA ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI (SIAE) PROTOCOLLO D INTESA tra MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE e SOCIETA ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI (SIAE) Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59, e in particolare l art.21 che consente alla scuola dell

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO PADRE VITTORIO FALSINA Via Scuole, 14 25045 Castegnato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga. la seguente legge: Art.

La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga. la seguente legge: Art. La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga la seguente legge: Art. 1 Comma 1. Per affermare il ruolo centrale della scuola nella società

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità anno scolastico 2008 2009 IC SAN GIOVANNI IL. P.E.C. pag.1 ISTITUTO

Dettagli

CUSTOMER STUDENTI 1-4 ANNO A.S. 2013/14 REVISIONE DEL 10/06/2014 Firma RSGQ

CUSTOMER STUDENTI 1-4 ANNO A.S. 2013/14 REVISIONE DEL 10/06/2014 Firma RSGQ servizio segreteria e personale ATA CUSTOMER STUDENTI 1-4 ANNO A.S. 20 REVISIONE DEL 10/06/2014 Firma RSGQ CUSTOMER STUDENTI CLASSI 1-4 Stato dell edificio scolastico e degli arredi (es. banchi, sedie,

Dettagli

CREDITO SCOLASTICO credito scolastico punteggio attribuzione punteggio massimo crediti candidati interni candidati esterni

CREDITO SCOLASTICO credito scolastico punteggio attribuzione punteggio massimo crediti candidati interni candidati esterni SISTEMA DEI CREDITI CREDITO SCOLASTICO E CREDITO FORMATIVO Il credito scolastico tiene conto del profitto strettamente scolastico dello studente, il credito formativo considera le esperienze maturate al

Dettagli

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE DIREZIONE DIDATTICA PAOLO VETRI - RAGUSA PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Commissione Inclusione Alunni BES Gruppo di Lavoro per l Inclusione (GLI) Anno scolastico

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione In riferimento alla normativa vigente (leggi 104/92, 170/2010 e direttiva del Miur sui BES del 27/12/2012) si è costituito dallo scorso a.s.

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2013/2014 Approvato nel Collegio dei Docenti del 13 giugno 2014 1 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

SCUOLA COLLEGIO CONVITTO. celana. Via Papa Giovanni XXIII, 2/A 24030 - Celana di Caprino B.sco Tel. 035 781002 www.scuolacollegiocelana.

SCUOLA COLLEGIO CONVITTO. celana. Via Papa Giovanni XXIII, 2/A 24030 - Celana di Caprino B.sco Tel. 035 781002 www.scuolacollegiocelana. SCUOLA COLLEGIO CONVITTO celana Via Papa Giovanni XXIII, 2/A 24030 - Celana di Caprino B.sco Tel. 035 781002 www.scuolacollegiocelana.com e-mail: SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno Scolastico 2010-2011

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Il progetto di riordino dell istruzione tecnica intende rilanciare a pieno titolo gli Istituti Tecnici quale migliore risposta della scuola alla crisi, perché favorisce

Dettagli

All'albo della scuola e sul sito web

All'albo della scuola e sul sito web Prot. n. 4684 Roma, 28 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E p.c. Al Consiglio d istituto Alle famiglie Agli alunni Al personale ATA All'albo della scuola e sul sito web OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015 M.I.U.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I. Morra Codice Meccanografico: MTIS009001 Servizi Socio-Sanitari - Servizi Commerciali Produzioni Industriali e Artigianali - Chimica, Materiali e Biotecnologie

Dettagli

5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI

5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI 5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI Famiglia e scuola devono collaborare per favorire insieme il processo di educazione dei ragazzi, nel reciproco rispetto di ruoli e compiti. La scuola non può

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER PROGETTI A VALENZA REGIONALE PER ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSI DA SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO RIVOLTI A PREADOLESCENTI E ADOLESCENTI PUNTO

Dettagli

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA D M 27/12/2012 e CM n. 8 del 6/3/2013 per l anno scolastico 2015-16 Proposta dal GLI d istituto in data 26-05-2015 Deliberato dal collegio dei docenti in data 04-06-2015

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia PIANO DI LAVORO ANNUALE PROF. CINZIA FAVRETTO Classe II R Materia Economia Aziendale Anno scolastico 2015/2016 Obiettivi generali da raggiungere

Dettagli

DIPARTIMENTO LICEO ECONOMICO SOCIALE VERBALE N.1

DIPARTIMENTO LICEO ECONOMICO SOCIALE VERBALE N.1 DIPARTIMENTO LICEO ECONOMICO SOCIALE VERBALE N.1 Nei giorni nove, dieci e undici settembre 2013 alle ore 9,00, nei locali dell IIS Telesi@ in Viale Minieri, si è riunito il Dipartimento del Liceo Economico

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO Ai Revisori dei Conti Alle RSU dell Istituto Sede Spett.le A.R.A.N. Via del Corso, 476 00186 Roma integrativo@pec.aranagenzia.it Spett.le C.N.E.L. Viale Davide Lubin, 2 00196 Roma trasmissionecontratti@cnel.it

Dettagli

Progetto Educativo d Istituto

Progetto Educativo d Istituto LICEO SCIENTIFICO Paritario LICEO delle SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Paritario ISAAC NEWTON Progetto Educativo d Istituto P.E.I. A.S. 2014/2015 0 INDICE 1. Introduzione. pag. 2 2. Finalità e

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "ALBERT EINSTEIN" ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI e SCIENTIFICO TECNOLOGICO PERFEZIONAMENTO ENERGETICO-AMBIENTALE CORSO SERALE e EDUCAZIONE PER ADULTI 00168 ROMA -

Dettagli

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015 8 CIRCOLO DIDATTICO "A. ROSMINI" Corso Italia, 7-76123 ANDRIA C.F. 90000300724 Tel 0883/246459 - Fax 0883/292770 email: baee05600t@istruzione.it Sito web: www.circolodidatticorosmini.gov.it pec baee05600t@pec.istruzione.it

Dettagli

ISCRIZIONI per l a.sc. 2016/2017

ISCRIZIONI per l a.sc. 2016/2017 Comunicazione n. 281 Vicenza, 11.2.2016 LICEO STATALE A.PIGAFETTA VIA P. CORDENONS, 1 36100 Vicenza Tel. 0444/543884 Fax 0444/326027 Ai Genitori e agli studenti delle classi PRIME - SECONDE TERZE - QUARTE

Dettagli

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MESTICA Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 CARTA DEI SERVIZI A.s. 2014/2015 Premessa La

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli