HOUSING TRISKEL ACCORDI OPERATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HOUSING TRISKEL ACCORDI OPERATIVI"

Transcript

1 HOUSING TRISKEL ACCORDI OPERATIVI 1/21

2 Indice documento. 1 Servizio Housing Triskel Introduzione Descrizione del servizio Servizi di base Facility Management Accesso fisico all IDC Gestione operativa Servizi opzionali Potenza elettrica supplementare Fornitura di un Rack con serratura Servizio di Firewall Management Punti LAN aggiuntivi Servizio di registrazione e mantenimento domini internet di 2 livello Assegnazione di indirizzi IP pubblici Gestione DNS Primario Gestione DNS Secondario Gestione Operativa Plus Cassetta di sicurezza blindata Customer Support Aree di competenza Customer Support Base Customer Support Esteso Canone orario Customer Support Estensione monitoraggio e manutenzione Infrastruttura di rete Introduzione Collegamento Internet su banda condivisa Banda Internet su collegamento dedicato Collegamento Internet su banda garantita VPN SLA e disponibilità del servizio Ruoli e responsabilità Condizioni economiche e contrattuali Attivazione del servizio Data di attivazione e durata contrattuale Modalità di fatturazione e di pagamento importi dovuti a TRISKEL Prezzi servizio /21

3 1 Servizio Housing Triskel 1.1 Introduzione L offerta Housing Triskel è rivolta ai Clienti che intendano utilizzare infrastrutture all avanguardia in termini di tecnologia, standard di sicurezza fisica e logica, ampia capacità di banda ed assistenza, per esternalizzare servizi/processi aziendali interni o rivolti alla propria clientela finale, riducendo costi d investimento e di risorse. Il servizio Housing Triskel prevede l ospitalità presso la Web Farm Triskel di uno o più server dedicati alle attività del cliente. Il cliente potrà aggiornare i contenuti del server direttamente dalla propria sede. Triskel provvede alla connessione del server a Internet con una banda dimensionata in base alle esigenze richieste dal cliente. Il servizio Housing Triskel riguarda esclusivamente l infrastruttura tecnologica di rete. Triskel con il presente contratto non si assume alcuna responsabilità circa l utilizzo improprio del servizio Housing Triskel e quant altro non inerente al servizio. 1.2 Descrizione del servizio Il servizio permette al cliente di alloggiare i propri server rackable all interno dei rack di proprietà di Triskel. L unità minima acquistabile è la singola rack unit. In questo caso, il Cliente potrà usufruire di tutti i servizi base e opzionali di seguito dettagliati. La singola Rack Unit è attrezzata con i seguenti servizi di base: - potenza massima assorbibile pari a 0,2 KW; - 1 punto lan per server; - 1 indirizzo ip pubblico per server. Nel caso in cui il Cliente abbia più server, questi saranno attestati sulla stessa subnet; 3/21

4 - possibilità di cross talking fra server ospitati su rack diversi (la comunicazione avviene tra porte sulla stessa subnet. La comunicazione tra subnet differenti dello stesso cliente è realizzata tramite regole su firewall, mentre nel caso di subnet di clienti diversi si può realizzare a progetto). Se il server ha necessità di maggiore potenza elettrica è necessario che il Cliente acquisti più Rack Unit. Ad esempio 1 server che occupi 1 sola Rack Unit, ma che abbia necessità di 400 W corrisponde a 2 Rack Unit. Se i server sono di tipo tower il numero di Rack Unit viene calcolato dividendo l altezza del server per 44,45 mm (altezza di una Rack Unit standard). Possono essere disposti più apparati tower dello stesso cliente l uno di fianco all altro purchè la somma delle larghezze di tali apparati non ecceda i 45 cm. Mediamente in un rack potranno essere disposte 2 o 3 macchine di tipo tower l una di fianco all altra. Di base è a carico del Cliente la fornitura, l installazione, il controllo e la gestione server, e delle altre apparecchiature ospitate presso i rack del Cliente, sia nelle componenti hardware che software (sistema operativo, software applicativi e licenze), nonché la responsabilità dei contenuti erogati tramite i propri server; l installazione fisica dei server è comunque supervisionata dal personale del Data center, nel rispetto delle policy definite da Triskel per i propri data center ed in ottemperanza alla normative di legge vigenti in materia di applicazione del punto 19 del DISCIPLINARE TECNICO IN MATERIA DI MISURE MINIME DI SICUREZZA di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 Giugno 2003 Codice in materia di protezione dei dati personali. 4/21

5 1.3 Servizi di base Facility Management Il servizio di Housing Triskel e attivo presso la sede di Padova attrezzata con sistemi e procedure di: a) Rivelazione fumi e spegnimento incendi: tutti gli ambienti della sede sono dotati di rilevatori antifumo e antincendio con segnalazione tempestiva al personale addetto. I dispositivi di spegnimento sono dimensionati e posizionati nel pieno rispetto delle normative di legge; b) Anti intrusione: è previsto un sistema di anti intrusione integrato con l impianto di rivelazione fumi e spegnimento incendi, con il sistema di telecamere IP, con il sistema di controllo accessi e con gli allarmi tecnologici. I sensori del sistema allocati all interno dell edificio saranno attivati e disattivati da segnali provenienti dal sistema di controllo accessi; c) Telecamere a circuito chiuso: le telecamere sono posizionate per il controllo del perimetro dell edificio, degli ingressi, delle porte interbloccate e di eventuali altre zone critiche. Il sistema telecamere IP sarà soggetto ad attivazione tramite motion detection ; d) Condizionamento: nell area I/T sono mantenute, sia in estate sia in inverno, le seguenti condizioni ambientali: - Temperatura ±1 C; - Umidità relativa: controllata (30 70 %). e) Continuità ed Emergenza: sono previsti dei gruppi di continuità (UPS) aventi batterie con autonomia di minuti a pieno carico; tale intervallo di tempo consente l attivazione del sistema di emergenza che a sua volta garantisce un autonomia di 48 ore (estendibili illimitatamente tramite rifornimento durante l attività) e capacità di asservire tutto il complesso. Gli UPS assicurano la continuità a tutti i dispositivi informatici; f) Controllo degli accessi fisici all IDC: con sorveglianza non armata in orario di ufficio, procedure di registrazione degli accessi e identificazione del personale che accede in nome e per conto dei Clienti, accesso alle sale sistemi controllato, controllo del perimetro con impianto 5/21

6 di rilevazione antiintrusione, procedure di sicurezza con identificazione ed assegnazione di responsabilità Accesso fisico all IDC L accesso all IDC di Triskel da parte delle persone autorizzate dal Cliente, è finalizzato a consentire a queste di operare in locale sui propri sistemi ed apparati, opportunamente identificati all interno dell IDC, nel rispetto delle norme di sicurezza dell IDC stesso. Di default, nell ambito del servizio Housing Triskel, è compreso un numero limitato di accessi (24 annui) con preavviso minimo di 3 gg lavorativi: - per attività di provisioning (Lun-Ven 9:00-18:00) ; - per attività di movimentazione merci (Lun Ven 9:00-16:15). Per poter accedere al Datacenter, il Cliente deve comunicare al Customer Service, per via formale (tramite ), la lista del personale cui consentire di norma l accesso, unitamente agli estremi della documentazione identificativa a corredo atta al riconoscimento. Il Customer Service poi fornirà questa comunicazione ai presidi di prossimità del DC. La lista può essere aggiornata dal Cliente mediante la produzione di una nuova lista che va in aggiornamento e sostituzione di quella precedente. L accesso al Datacenter è subordinato alla prenotazione e, successivamente, all identificazione del personale preventivamente abilitato. Eccezioni relative ad accessi di persone che non compaiono nella lista di chi è preautorizzato vengono gestite in via occasionale previa effettuazione di chiamata telefonica al Customer Care da parte del personale addetto del Cliente e comunicazione del/dei nominativo/i comprensivi degli estremi di identificazione atti al riconoscimento. Il personale addetto resta in attesa del visitatore occasionale. Una volta giunti presso l IDC deve aver luogo, prima di accedere alla Sala Sistemi, l identificazione. Ad operazioni di prassi completate con esito positivo, l accettazione chiamerà il responsabile che accompagnerà il personale all interno della Sala Sistemi e direttamente presso i sistemi del Cliente ivi ospitati. E fatto divieto al personale del Cliente di accedere, di effettuare rilevazioni, ricognizioni, 6/21

7 sopralluoghi e tanto più di metter mano con qualsivoglia mezzo in aree al di fuori dello spazio d allocazione dei propri sistemi. Lo spazio prospiciente i rack del Cliente deve essere mantenuto ad attività concluse libero ed ordinato, sgombro da qualsivoglia attrezzo, manualistica od altro, assicurandosi della corretta chiusura di tutte le porte o sportelli del/dei rack. Non si risponde per eventuali materiali, cartacei e non, lasciati negli spazi di passaggio e di movimento ai citati rack. Al termine delle operazioni, e prima delle prassi di uscita, va effettuata ai fini dello storico e della tracciabilità dell evento la compilazione del rapporto di accesso per attività operative seguendone le indicazioni e siglandolo. La policy di sicurezza dell IDC prevede che tutti i visitatori autorizzati vengano registrati in ingresso ed in uscita; inoltre, il personale di guardia è tenuto ad effettuare controlli per verificare che i visitatori autorizzati siano nelle aree a loro consentite Gestione operativa Il servizio di Gestione Operativa comprende l erogazione delle seguenti prestazioni: a) Esecuzione di attività pianificate relative al controllo degli impianti industriali e dello stato delle sale; b) Accompagnamento dei Clienti nelle sale per attività di manutenzione dei sistemi a fronte di anomalie rilevate o segnalate e controllo on site dell intervento di manutenzione; c) Spegnimento/riavvio del server: il Cliente, tramite apertura di un ticket al servizio di Customer Care, potrà richiedere l accensione/spegnimento del/dei Server di sua proprietà ospitato/i presso l IDC. La disponibilità del servizio è dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 18:00. Tutte le operazioni verranno effettuate solo su specifica richiesta telefonica da parte del cliente. Il cliente deve fornire username e password al momento della telefonata per consentire al personale dell IDC il lancio di una procedura per lo shutdown automatico del server. La predisposizione di tale procedura è a cura del Cliente. Non è prevista l immissione di comandi al server da parte degli operatori dell IDC. Il cliente non potrà in ogni caso chiedere che vengano eseguite azioni sulla macchina diverse da quelle previste 7/21

8 dal servizio, anche se telefonicamente guidate. Eccezione: Nel caso in cui lo spegnimento del server non possa avvenire tramite semplice spegnimento fisico come per i server Unix, il cliente deve creare un'utenza (distinta da quella con cui amministra il server) abilitata a riavviare il server e mettere a disposizione una procedura (script) che chiuda in maniera "sicura" tutte le applicazioni attive; d) Monitoraggio della disponibilità del server e degli apparati di rete non proattivo, mediante verifica dello stato di funzionamento della porta LAN sullo switch: controllo dello stato UP o DOWN a livello 2 delle porte di accesso verso i server ad opera del Network Operations Center (NOC). Il servizio non prevede oneri aggiuntivi oltre quelli del servizio base. 1.4 Servizi opzionali Potenza elettrica supplementare Il Cliente che abbia necessità di potenza elettrica supplementare dovrà acquistare il numero di Rack Unit necessarie (indipendentemente dal numero di rack unit occupate dal server) tenendo conto che ogni Rack Unit può disporre di 0,2 KW Fornitura di un Rack con serratura Tale opzione mette a disposizione del cliente un rack da collocare all interno del Datacenter. Vengono forniti rack standard da 19 (ovvero 60 cm) (larghezza,profondità,altezza: 600x1000x2280 mm o 600x800x2280 mm) o 22 (ovvero 80 cm) (800x1000x2280). La scelta del tipo di rack viene effettuata da Triskel tenendo conto delle esigenze del Cliente e delle policy del data center. L opzione comprende: a) la fornitura di serratura meccanica dedicata anteriore e posteriore applicata al singolo rack; b) una copia della chiave consegnata al cliente; c) una copia custodita dal personale di sala ai fini della manutenzione e dei servizi di gestione sulle macchine. 8/21

9 1.4.3 Servizio di Firewall Management Per garantire la sicurezza logica dei sistemi ospitati nei Datacenter di Triskel, viene fornito un servizio di firewall condiviso, con accessi ridondati alla rete Internet. Rete Internet Router Firewall Subnet Cliente Subnet Cliente 2 Subnet Cliente Nella configurazione base, la rule base del firewall di front end permette di avere traffico http ed https da qualunque indirizzo Internet verso tutti i Server del Cliente attestati sulla SUBNET. Ulteriori regole di packet filtering potranno essere attivate su richiesta solo in fase di attivazione del servizio compatibilmente con le policy di protezione stabilite dall IDC e previa accettazione del rischio da parte del Cliente. Successive modifiche saranno configurabili opzionalmente. Sarà inoltre possibile effettuare una attività di variazione al mese che comporti l inserimento e/o la variazione di al più 10 regole. 9/21

10 I servizi che possono essere utilizzati su richiesta del Cliente sul firewall condiviso di front-end dai singoli server del Cliente verso Internet sono illustrati nella seguente tabella: Protocollo Sorgente Destinazione Azione NTP Server Internet Permit SMTP/SMTPS Server Internet Permit DNS Server Internet Permit HTTP/HTTPS Server Internet Permit FTP/FTPS Server Internet Permit I servizi che possono essere erogati su richiesta del Cliente sui firewall condivisi di front-end per l accesso da qualsiasi indirizzo Internet verso singoli server o verso l intera subnet del Cliente sono illustrati nella seguente tabella: Protocollo Sorgente Destinazione Azione HTTP/HTTPS Internet Server Permit SMTP/SMTPS Internet Server Permit POP3/POP3S Internet Server Permit IMAP4/IMAPS Internet Server Permit FTP/FTPS Internet Server Permit LDAP/LDAPS Internet Server Permit DNS Internet Server Permit NTP Internet Server Permit RTSP (No Multicast) Internet Server Permit 10/21

11 E possibile la configurazione di servizi di amministrazione remota per le macchine in IDC, secondo la seguente tabella: Protocollo Sorgente Destinazione Azione SSH Internet Server Permit HTTPS Internet Server Permit E possibile inoltre aprire previa accettazione del rischio da parte del Cliente i seguenti servizi: Servizio Porta Descrizione PCAnywhere TCP Port 5631 Amministrazione remota Windows Terminal Server TCP Port 3389 Amministrazione remota Telnet TCP Port 23 Amministrazione remota La sicurezza a livello network è garantita dalla presenza di un sistema di Network Intrusion Detection (basato sul software Wathguard ), in grado di rilevare tipologie di attacchi mediante l esame a livello TCP delle sequenze di pacchetti provenienti dalla rete Internet. Il sistema si avvale di un database comprendente più 600 tipologie di attacco Signature, che viene continuamente aggiornato tramite Internet. Le policy di sicurezza dell IDC prevedono che: a) Dal Front-end Layer non è possibile avviare una comunicazione verso Internet se non per inviare posta elettronica (se attivato come servizio); b) Sui protocolli attivati non sono inseriti filtri o applicazioni che valutino e agiscano in base al contenuto di un determinato pacchetto (ad esempio: i messaggi di posta elettronica non vengono trattati o limitati dal sistema di firewalling) ad eccezione dell analisi che effettua l IDS (Intrusion Detection System) su determinati contenuti anomali; c) Sulla rete LAN possono essere attivati solo protocolli IPV4; d) Non è possibile attivare alcun protocollo di routing (es.: OSPF, EIGRP, RIP, ); 11/21

12 e) Di default non sono permesse comunicazioni tra Subnet di diversi Clienti ( cross talking ). In particolare, nella parte con numerazione pubblica è possibile realizzare il cross-talking su richiesta e senza oneri aggiuntivi; f) Non è possibile attivare comunicazioni da Internet verso la subnet con protocolli quali ICMP, TRACEROUTE, NETBIOS, NFS, SNMP, RPC; g) Di default non è permesso traffico Multicast Punti LAN aggiuntivi Il modello di offerta prevede 1 punto LAN per ogni server alloggiato nel Rack. E possibile richiedere ulteriori punti LAN, fino ad un massimo di 2 punti LAN per Server. Nota: 1 punto LAN è associato ad una ed una sola Subnet e non è possibile affasciare più punti LAN con protocolli di channeling. Se il Cliente intende collegare 1 o più server alla rete LAN in modalità ridondata, può utilizzare esclusivamente la modalità hot-standby, nella quale una scheda rimane attiva e l altra è in stand-by Servizio di registrazione e mantenimento domini internet di 2 livello L IDC cura le procedure amministrative per la registrazione ed il mantenimento (o il trasferimento da altro Provider, qualora il Cliente abbia già domini registrati) di domini Internet di secondo livello. Vengono gestite le procedure amministrative per la registrazione ed il mantenimento di domini di secondo livello nazionali (.it) o internazionali in accordo con quanto stabilito dalle normative vigenti. L'assegnazione del dominio di 2 livello (del tipo azienda.it) è gestita ed autorizzata dall'organismo delegato in Italia, ossia il Registro che fa capo al NIC (Network Information Center) gestito dallo IAT- CNR, verso i quali Triskel provvede a gestire i rapporti per conto dei propri Clienti. L'assegnazione di tali domini è concessa in funzione del soddisfacimento di alcuni requisiti stabiliti da un'apposita normativa disponibile alla voce Regole di Naming sul sito della R.A. La richiesta di assegnazione del dominio di secondo livello può essere esaudita esclusivamente dal Registro, in base ad una valutazione puntuale delle informazioni fornite dal Cliente. Pertanto, l'effettivo accoglimento delle richieste, non può essere garantito a priori da Triskel. 12/21

13 1.4.6 Assegnazione di indirizzi IP pubblici Questa opzione mette a disposizione indirizzi IP pubblici, per la visibilità dei server del Cliente sulla rete internet. Il Cliente può acquistare subnet da minimo 4 indirizzi, di cui 1 effettivamente configurabile nel Server. Nota: in generale il numero massimo di indirizzi IP assegnabili per Cliente è pari a 32. Qualora il Cliente richieda un numero di indirizzi IP pubblici superiore a 32, tale richiesta deve essere accompagnata dalla documentazione richiesta dal RIPE (modulo RIPE141). Triskel si farà carico di sottoporre tale documentazione al RIPE e solo a seguito di esito positivo provvederà ad assegnare al Cliente gli indirizzi richiesti. Triskel rimane titolare, in ogni caso, degli indirizzi IP pubblici assegnati e si riserva il diritto di riallocare gli indirizzi che non vengono effettivamente utilizzati. In caso di cessazione per qualsiasi causa del contratto con il cliente, tutti gli indirizzi assegnati a tale cliente andranno immediatamente restituiti a Triskel. Nel caso di aggiunte di blocchi di indirizzi è possibile che gli indirizzi inizialmente assegnati vengano ridefiniti Gestione DNS Primario In relazione ai domini di cui il Cliente richiederà registrazione/trasferimento, Triskel può gestire i suddetti domini e le eventuali sotto zone sui propri DNS Gestione DNS Secondario In tal caso Triskel assicura il servizio di DNS secondario ovvero duplica sul proprio DNS le informazioni relative al dominio del Cliente. Sulla rete Internet l insieme dei DNS autoritativi (primario+secondario) assicura la raggiungibilità dei servizi del Cliente definiti nella zona del dominio (servizi posta, portali,e così via.) in ottica di risoluzione di host. 13/21

14 1.4.9 Gestione Operativa Plus Il profilo di servizio è composto da due elementi - Gestione operativa di monitoraggio; - Esecuzione di attività pianificate Gestione operativa di monitoraggio La gestione operativa di monitoraggio viene effettuata attraverso un applicativo che verifica il tempo o la mancanza di risposta dei servizi erogati dal server e la sua raggiungibilità su interfaccia pubblica. Le attività previste sono le seguenti: - Controllo tramite i sistemi di management degli eventi e delle condizioni di alert; - Problem Solving di primo livello a fronte di eventi considerati bloccanti (critical fault) e loro segnalazione al Cliente; - Esecuzione di procedure di shutdown/reboot a fronte di richiesta del Cliente: a tale scopo il Cliente dovrà fornire preventivamente le credenziali (username/password) per consentire al personale della control room di lanciare la procedura di shutdown secondo i comandi nativi del Sistema Operativo. Eventuali procedure personalizzate da eseguire in concomitanza delle fasi di reboot/shutdown, contenenti per esempio comandi specifici di ambienti applicativi e/o middleware, dovranno essere predisposte dal cliente stesso e saranno eseguite su sua responsabilità Esecuzione di attività pianificate Il personale addetto al Presidio Operativo ha il compito di: - Eseguire le attività pianificate, definite e rilasciate tramite documentazione tecnica di supporto ed istruzioni operative ( Manuale Operativo ) per il monitoraggio del server; - Eseguire le istruzioni operative e il tracciamento dell operatività svolta tramite Diario di Bordo (definizione delle attività giornaliere pianificate) e registrazione di attività estemporanee. 14/21

15 Cassetta di sicurezza blindata All interno dell IDC di Triskel e possibile richiedere in uso una cassetta di sicurezza blindata utile nel caso in cui il Cliente voglia riporre oggetti particolarmente critici, come cassette di backup, o documenti. 1.5 Customer Support Aree di competenza Triskel assicura un servizio di assistenza con l obiettivo di supportare il Cliente nelle problematiche inerenti i servizi di Housing Triskel contrattualizzati. Il servizio di Customer Support riguarda le seguenti aree di competenza: a) Gestione delle segnalazioni di malfunzionamenti tecnici relativi ai servizi di Housing contrattualizzati. L operatore del Customer Support provvederà a: - Ricevere, qualificare e validare le chiamate, aprendo il relativo ticket; - Effettuare l analisi e la preliminare problem determination sulla base del problema evidenziato dal Cliente e con il supporto degli strumenti a disposizione per la rilevazione di eventuali anomalie nell erogazione dei servizi contrattualizzati, sia direttamente, qualora ciò sia possibile, o provvedendo ad attivare le opportune strutture di supporto tecnico; - Controllare lo stato di avanzamento del ticket, interfacciando le strutture di supporto tecnico ed il Cliente; - A seguito della segnalazione del supporto tecnico, informare il Cliente dell avvenuto ripristino del servizio, provvedendo alla chiusura del ticket. b) Gestione delle richieste inerenti i servizi contrattualizzati. L operatore del Customer Support provvederà a: - Ricevere, qualificare e validare le chiamate, aprendo il relativo ticket; 15/21

16 - Attivare il supporto interno dell IDC competente per la tipologia di attività richiesta (es.: richiesta di accesso fisico all IDC); - Chiudere il Ticket secondo le modalità definite nelle procedure dell IDC. c) Gestione delle richiesta di carattere amministrativo/commerciale. L operatore del Customer Support provvederà a: - Ricevere, qualificare e validare le chiamate, aprendo il relativo ticket; - Attivare il gruppo di supporto amministrativo dell IDC per la gestione del ticket; - Chiudere il ticket secondo le modalità definite nelle procedure dell IDC Customer Support Base Il servizio viene erogato attraverso un presidio specializzato atto a ricevere e prendere in carico, durante l orario di ufficio (dalle 9 alle 18 dal Lunedì al Venerdì), le segnalazioni del Referente Tecnico del Cliente (amministratore del server), o sua persona delegata, inoltrate attraverso una chiamata ad apposito numero telefonico Customer Support Esteso E possibile estendere la copertura oraria del servizio di Customer Support. Sono disponibili, tre profili opzionali: - Customer Support Esteso : copertura oraria: Lun-Ven ( ), festivi esclusi; - Customer Support Plus : Lun-Ven ( ), festivi esclusi e Sabato ( ), festivi esclusi; - Customer Support No-Stop : copertura oraria 7gg/7 H24. Per ciascuno dei tre profili si garantisce l assegnazione di un numero telefonico di emergenza operativo nell orario previsto dal profilo e l intervento presso l idc entro le quattro ore dalla ricezione della chiamata. 16/21

17 1.5.4 Canone orario Customer Support Per le attività di Customer Support relative ai profili Base ed Esteso vengono conteggiate le ore di lavoro necessarie alla chiusura del ticket secondo il processo descritto. Si individuano tre classi di intervento: - Orario ufficio: Lun - Ven ( ) - Extra ufficio: Lun - Ven ( , ) - Weekend: Sab - Dom ( ) Estensione monitoraggio e manutenzione E possibile estendere le attività di monitoraggio sulle unità in housing comprendendo le seguenti opzioni: Profilo Base Tipologia Assistenza Sostituzione cassetta di backup GIORNALIERA (5GG SU 7 Orario Ufficio) Monitoraggio server tramite icmp GIORNALIERA (7GG SU 7) Controllo a vista dei led di funzionamento GIORNALIERA (5GG SU 7 Orario Ufficio) Profilo Avanzato Verifica stato cpu e memoria Aggiornamento impronte virali Riavvio Server Verifica Event log di sistema Tipologia Assistenza GIORNALIERA (5GG SU 7 Orario Ufficio) SETTIMANALE (Orario Ufficio) MENSILE (Orario Ufficio) GIORNALIERA 17/21

18 Verifica presenza update sistema operativo Deframmentazione dischi periodica (5GG SU 7 Orario Ufficio) SETTIMANALE (Orario Ufficio) MENSILE (Orario Ufficio) 2 Infrastruttura di rete Introduzione Dal 2003 Triskel e' LIR (Local Internet Registry) registrata presso RIPE NCC e possiede un proprio Autonomous System. Questo permette l'ottenimento e l'assegnazione di indirizzi IP propri e indipendenti dai provider di connettività. Il routing da e verso i propri peers viene gestito tramite il protocollo BGP4, permettendo a Triskel di scegliere i propri fornitori di banda internet in base alle crescenti esigenze di scalabilità e ridondanza. Con tale configurazione infatti l'as di Triskel (e quindi tutti i server ospitati nella server farm), connesso alla Rete in più punti, beneficia del parallelismo dei Transit Provider in termini di prestazioni, e risulta raggiungibile anche nel caso in cui vengano a mancare tutte le connessioni a parte una Collegamento Internet su banda condivisa Il servizio Housing Triskel di base prevede la connessione alla rete internet tramite banda condivisa Banda Internet su collegamento dedicato Qualora il Cliente avesse la necessità di collegare i propri server a Internet tramite un collegamento di propria scelta, è possibile l attestazione del rilegamento richiesto (ADSL, HDSL, Fibra Ottica, ecc.) direttamente alla Serverfarm di Triskel verso un apparato di terminazione di proprietà del cliente o fornito direttamente da Triskel. Il collegamento non è attestato sulla AS di Triskel e risulta totalmente indipendente. 18/21

19 2.1.4 Collegamento Internet su banda garantita Su richiesta del Cliente è possibile riservare una quota di banda prelevata dai collegamenti attivi presso il datacenter. Questa modalità permette di beneficiare dell AS di Triskel pur avendo una garanzia di indipendenza sul traffico complessivo generato dalla struttura. Le garanzie di banda saranno derivate da quelle dei flussi dei transit provider a cui è connesso l AS VPN In caso di trasporto di dati sensibili il Cliente può richiedere l attivazione del servizio VPN. Tramite apposita configurazione di un apparato dedicato alla gestione del servizio sarà possibile configurare una rete privata virtuale tra il punto di accesso del Cliente e la Serverfarm di Triskel. 3 SLA e disponibilità del servizio I servizi di rete attivi presso il data center di Triskel sono di norma disponibili per 24 ore al giorno dal lunedì alla domenica. E prevista la disponibilità dei servizi in termini di up time contemporaneo di tutte le componenti concorrenti al servizio stesso tale da garantire la fruibilità del singolo servizio in percentuale non inferiore al 98% su base annuale. Da questo valore restano esclusi i tempi di fermo schedulati e quelli non direttamente controllabili da Triskel. 4 Ruoli e responsabilità Vengono definiti i seguenti ruoli e responsabilità per entrambe le parti: per Triskel: Account Manager: Cedric Boniolo Technical Manager: Michele Albertini, Carlo Carli Per Account Manager: Technical Manager: 19/21

20 5 Condizioni economiche e contrattuali 5.1 Attivazione del servizio L attivazione prevede la configurazione del servizio Housing Triskel e tutte le attività necessarie all avvio del meccanismo di billing e fatturazione. 5.2 Data di attivazione e durata contrattuale La data di attivazione del servizio, previa verifica di fattibilità, è prevista entro 30 giorni dalla firma del contratto. Il contratto di erogazione del servizio avrà la durata minima di 2 anni e sarà rinnovato tacitamente di anno in anno se non espressamente disdetto da una delle due parti 90 giorni prima della scadenza. 5.3 Modalità di fatturazione e di pagamento importi dovuti a TRISKEL La fatturazione dei canoni relativi al servizio è mensile e comprenderà i canoni conteggiati nel mese in fatturazione. Il pagamento delle fatture è previsto a 30 giorni data di emissione della fattura, a mezzo riba o bonifico bancario. 5.4 Prezzi servizio A fronte dell utilizzo dell infrastruttura tecnologica di Triskel nell ambito di quanto previsto dal servizio Housing Triskel sono previsti i seguenti prezzi: Servizio UM Canone Tipologia canone Housing Rack Unit Housing Triskel base singola Rack Unit Num Euro iva Mensile Estensione Rack con serratura x Rack unit A progetto Annuale Estensione Firewall Management x set 10 regole Euro 10 + iva Consumo Estensione Punti Lan aggiuntivi x Rack unit Euro iva Annuale 20/21

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC I servizi GARR - LIR e GARR - NIC gabriella.paolini@garr.it con il contributo di Daniele Vannozzi IAT-CNR Indice GARR-LIR Il GARR-LIR Chi gestisce gli Indirizzi IP Cos e un LIR Regole di assegnazione Assegnazione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Policy per fornitori

Policy per fornitori Policy per fornitori Con riferimento alla Decisione 32/2008 del Presidente dell EUI e in particolare degli articoli 4, 5 e 6 il fornitore è tenuto alla sottoscrizione della Dichiarazione dell impegno del

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Art. 1 Oggetto Il presente modulo di assunzione di responsabilità (di seguito

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1 UPS Communicator 1 Licenza d uso L'uso del SOFTWARE prodotto da Legrand (il PRODUTTORE) è gratuito. Procedendo di spontanea volontà all'installazione l UTENTE (persona fisica o giuridica) accetta i rischi

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 179/08, 205/08, 130/09 e 125/10 TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

Dettagli