Torino avrà un Garante per l infanzia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Torino avrà un Garante per l infanzia"

Transcript

1 Anno 6, n. 55 (1162) - lunedì 19 marzo Edizione delle ore 17,30 Anno 6, n. 55 (1162) - lunedì 19 marzo Edizione delle ore 17,30 Licenziato dalla Sala Rossa il 6 marzo, il provvedimento istituisce una figura di garanzia, pienamente autonoma Torino avrà un Garante per l infanzia Torino, prima città in Italia, avrà un Garante dei diritti per l infanzia e l adolescenza: una figura di garanzia, che svolgerà l attività in piena autonomia e nel rispetto dei diritti di tutti i minori. Il provvedimento è stato licenziato il 6 marzo dalla Sala Rossa. La sua radice risale alla Convenzione sui diritti del fanciullo (New York 1989), in quella di Strasburgo del 1996 e nei Principi di Parigi, approvati dall Assemblea generale delle Nazioni Unite (1993), in cui venivano sanciti per le bambine e i bambini i diritti civili (istruzione, salute, famiglia) e politici. Il capoluogo piemontese, dunque, è la prima città in Italia ad avere questa figura, istituita in oltre quaranta Paesi, tra cui Francia, Portogallo e Polonia come organo naziona- Istituita la commissione Antimafia È passata con 38 voti favorevoli e un astenuto la delibera che istituisce la Commissione speciale di promozione della cultura della legalità e del contrasto ai fenomeni Mafiosi. Il sindaco, dopo aver dichiarato di essere lieto per i tempi brevi in cui è stata formalizzata la commissione, ha posto l accento sulla tutela della legalità come condizione fondamentale per una società democratica che voglia riscuotere l assenso dai cittadini. Fassino ha ricordato, inoltre, che quest anno, per far crescere la cultura della legalità nella nostra città sulla scorta del successo della biennale della Democrazia, verrà inaugurata a vent anni dalle stragi di Capaci e di via D Amelio la Biennale della Legalità, un occasione di riflessione giuridica culturale. Occorre ha detto Piero Fassino in conclusione mettere in campo tutte le iniziative utili contro le infiltrazioni di stampo mafioso. Fare un azione di vigilanza. Ed ha ricordato come nella nostra città in questi anni sono state fatte grandi opere nella tutela della legge senza alcuna contaminazione. La commissione ha come presidente Roberto Tricarico e vicepresidente Paola Ambrogio. Inoltre, ne fanno parte Fosca Nomis, Michele Paolino, Giuseppe Sbriglio, Marco Grimaldi, Fabrizio Ricca, Federica Scanderebech, Vittorio Bertola. (ag) Senso unico in via Villa Da mercoledì 21, in accordo con la Circoscrizione 9 e la Polizia Municipale, sarà modificata la viabilità di via Villa. Per favorire un miglior scorrimento del traffico sarà istituito il senso unico da via Onorato Vigliani a corso Maroncelli. le, Belgio, Germania e Spagna come organismo regionale. La nuova autorità garantirà e sosterrà azioni dirette ad assicurare il rispetto e la garanzia dei diritti di cui sono titolari i minori, dando così attuazione a quanto sancito dalla legge nazionale 112, approvata il 12 luglio 2011 e dalla legge regionale 31 datata 9 dicembre 2009 (la Regione, pur avendo già istituito questa figura, non l ha ancora nominata). Il Garante, inoltre, monitorerà azioni e provvedimenti adottati dall Amministrazione comunale nei settori dell infanzia e dell adolescenza, potrà intraprendere iniziative di informazione, sensibilizzazione, e vigilanza, segnalando alle autorità competenti situazioni di violazione e di rischio. L istituzione di questa figura risponde, inoltre, alle finalità e ai principi dello Statuto di Torino: rimuovere e contrastare le cause di emarginazione, con particolare attenzione alla tutela dei minori e delle famiglie. La centralità dell infanzia è un elemento fondamentale dell azione e degli interventi della Città - ha sottolineato Mariagrazia Pellerino, assessore alle Politiche educative -. La nomina del garante è un ulteriore tassello nella costruzione di una Città sempre più a misura dei bambini. Già nel 1990, insieme ad altri sessanta comuni di tutto il mondo, Torino aveva sottoscritto la Carta delle Città Educative, un documento con il quale si impegnava ad assumere una politica di formazione, promozione e sviluppo di tutti i suoi cittadini, a cominciare dai più piccoli. Il Garante sarà nominato dal sindaco, dopo aver consultato la Conferenza dei capigruppo, e resterà in carica per tre anni, incarico rinnovabile una sola volta. Quando lo riterrà opportuno, e comunque almeno una volta all anno, riferirà al sindaco, alla giunta e alle commissioni sulle attività svolte e le iniziative intraprese. Non ci saranno costi aggiuntivi per il suo staff, che sarà composto da funzionari comunali, sul modello del Garante per i detenuti. Anche la sua indennità non supererà quella percepita da quest ultima autorità che si aggira sui 25mila euro. Il ruolo del Garante - ha aggiunto Pellerino - sarà quello di mettere in rete le azioni della Città, assumendo come sguardo quello dei bambini e delle bambine nelle politiche sui trasporti, sull urbanistica, l educazione, ma anche in quelle culturali, delle infrastrutture e dell organizzazione dei tempi della città. Con l istituzione di questa figura, ci proponiamo di creare un dialogo virtuoso tra la politica, le istituzioni, la società, attraverso l associazionismo, che si occupa di infanzia e di adolescenza, e il mondo della giustizia e magistratura che pure si occupa di minori. L Italia ha concluso Fassino, istituendo la figura del garante per l infanzia, sottolinea il valore che la Repubblica assegna ai diritti dei minori e il carattere prioritario che tale tema ha nelle politiche del welfare. Torino è, tra le prime città italiane, impegnata da tempo a offrire una vasta rete di servizi dai nidi alle materne, a quelli scolastici e parascolastici. Mariella Continisio

2 Pagina 2 Anno 6, n. 55 (1162) - lunedì 19 marzo Edizione delle ore 17,30 L ex sindaco e suor Giuliana designati da Fassino al consiglio generale della Compagnia di San Paolo Chiamparino a confronto con i capigruppo Cinquanta minuti di confronto con i capigruppo consiliari della Sala Rossa e con il presidente del Consiglio comunale Giovanni Maria Ferraris, questa mattina, per Sergio Chiamparino e suor Giuliana Galli, designati dal sindaco Piero Fassino a far parte del Consiglio generale della Compagnia di San Paolo, organismo in fase di rinnovo delle cariche che entro fine aprile, i primi di maggio, eleggerà i vertici ed entrerà così in una nuova fase operativa. Toni distesi nel corso del colloquio a porte chiuse e nell incontro stampa finale, con l ex primo cittadino e suor Giuliana già veterana, al secondo mandato - per gli argomenti pregnanti di Palazzo Civico come il ruolo della fondazione ex bancaria nell emergere delle nuove povertà, negli investimenti per lo sviluppo della città, nel credito alle imprese e nelle scelte future di Banca Intesa San Paolo, una delle poche ad assicurare un EcoBuild a Londra, Piemonte protagonista dividendo agli azionisti, in questo periodo di crisi. Consapevole che, ai sensi del regolamento, i rappresentanti non hanno vincolo di mandato, ma contribuiscono alla formazione dell orientamento collettivo, Chiamparino (che si schermisce quando lo si indica già come presidente in pectore) ha spiegato come in questi giorni sia soprattutto impegnato a leggere, studiare, imparare: "Quand ero sindaco la Compagnia - ha sottolineato si è mostrata strategica per lo sviluppo del territorio e per la coesione sociale con interventi in campo culturale, importanti per la crescita del turismo, e ad assicurare risorse per bisogni sociali ai quali le istituzioni pubbliche non avrebbero potuto dare risposte adeguate. Tema questo ripreso da suor Giuliana, che ha ricordato come la Compagnia sia nata cinque secoli fa, ben prima della banca, attenta verso i poveri e oggi impegnata a ridurre il divario sociale e a inglobare i nuovi cittadini in questo distretto cosmopolita. Concordi entrambi come sia necessaria una politica di investimenti e come il fare rete a livello nazionale possa contribuire a massimizzare le strategie delle Fondazioni. Gianni Ferrero A Londra dal 20 al 22 marzo si terrà Ecobuild, il più grande e- vento al mondo per il design e la costruzione eco-sostenibile. La Camera di commercio di Torino partecipa presentando per la prima volta all estero ECOmpanies, progetto di sostegno sui mercati internazionali per le a- ziende piemontesi dei settori ambiente ed energia. ECOmpanies è un programma della Camera di commercio gestito dal Centro Estero per l Internazionalizzazione, di cui la Città di Torino è tra i soci. Nato nel 2012, ha selezionato circa 40 aziende eccellenti per offrire loro nuove opportunità di business, aiutarle a rispondere alle commesse internazionali, incoraggiarne l aggregazione, innalzarne le competenze. ECOmpanies guida i buyer nel contatto con le imprese, attive in particolare nei comparti trattamento aria, acqua, terra, rifiuti, insonorizzazione, energie rinnovabili, servizi. All interno dello stand piemontese Polight, Polo di Innovazione Edilizia Sostenibile e Idrogeno coordinato da Environment Park, sarà presente con la soluzione di tetto modulare ideata e brevettata dalla VASS Technologies. Le coperture modulari multistrato, standardizzate e prefabbricate, rendono l installazione veloce (un giorno anziché 2-3 settimane con la soluzione tradizionale) e rappresentano una piattaforma ideale per integrare ulteriori funzioni in ottica smartbuilding (integrazioni di funzioni come fotovoltaico, solare termico, elementi di illuminazione, diffusori audio e altri). La rete europea Enterprise Europe Network organizzerà un evento di brokeraggio tecnologico destinato ad aziende, Università o Centri di ricerca interessati a collaborazioni tecnologiche, otto le aziende piemontesi iscritte. Michele Chicco

3 Anno 6, n. 55 (1162) - lunedì 19 marzo Edizione delle ore 17,30 Pagina 3 A Torino la prima scuola di calcio femminile Sarà il primo in Italia ed avrà sede a Torino il Centro Tecnico Calcistico Femminile organizzato direttamente dal Coordinamento Regionale del Settore Giovanile e Scolastico. I tecnici della Federazione Italiana Giuoco Calcio cercano bambine che hanno un età tra i 6 e i 10 anni per poterle formare gratuitamente e, magari, per scoprire che fra loro ci sono già le future campionesse di calcio dal tocco di palla perfetto e magico. Ma, nel contempo, proprio per far crescere il vivaio delle giovani promesse si cercano anche adulti (tecnici, dirigenti, insegnanti e genitori) che a vario titolo dovranno occuparsi della preparazione fisica e mentale delle bambine. Inoltre, i genitori delle aspiranti Golden Girls verranno a loro volta sostenuti e ascoltati da uno psicologo. L obiettivo che la Federazione si propone - spiega il responsabile federale regionale Marco Pianotti - è quello di dare alle tante bambine appassionate dal gioco del calcio le medesime possibilità dei coetanei maschi; cosa che ad oggi già avviene in molti altri Paesi. Considerata la situazione italiana sarà essenziale interve- nire a tutto tondo, sia da un punto di vista tecnico che formativo. Il presidente Gianni Rivera (presente questa mattina a Palazzo civico) ci ha dato fiducia, la Città di Torino ci sta dando la massima collaborazione, altro non ci rimane dunque che lavorare e dare il massimo per creare un centro d eccellenza. Questo progetto di qualità - sottolinea l assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino, Stefano Gallo, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione - andrà a sommarsi alle tante iniziative messe in campo dal sistema sportivo torinese e aggiunge ulteriori contenuti e significato alla candidatura di Torino a Capitale Europea dello Sport per il Nostro scopo principale dice l assessore - è infatti sostenere e favorire quei progetti che accompagnano, attraverso la pratica sportiva, una corretta crescita dei più giovani che rappresentano una delle fasce più delicate e, nel contempo, importanti e ricche di potenzialità della nostra società. Per questo non posso che confermare il mio pieno sostegno al neonato Centro Tecnico Calcistico Femminile di Torino. Ringrazio la Città di Torino - dice il presidente Gianni Rivera - che oggi ci ospita e contribuisce alla nascita in modo serio, convinto e non formale alla realizzazione di questo progetto. Il calcio ha bisogno di trasmettere messaggi di serietà, di rispetto delle regole, di eticità e, in quest ottica lavorare con l amministrazione comunale è senz altro indice di garanzia. Insieme dobbiamo lavorare affinché le ragazze che vogliono avvicinarsi al calcio abbiano questa possibilità. Speriamo - ha aggiunto l ex golden boy rossonero, che qualche giorno fa ha ricevuto il premio Uefa riservato ai grandi del Calcio che questo primo centro tecnico torinese non sia il solo, ma che in Italia ne nascano altri. Raffaela Gentile Gianni Rivera: Torino partecipa in modo convinto e non formale alla nuova iniziativa. L adesione della Città è indice di garanzia per l iniziativa Gianni Rivera, Stefano Gallo e Marco Pianotti Boosta, Alfierino dell anno Mercoledì 21 marzo l associazione ex allievi del liceo classico Vittorio Alfieri nominerà Davide Dileo, più conosciuto come Boosta e co-fondatore dei Subsonica, Ex Allievo Alfierino 2012 : Boosta, oltre ad aver fondato il gruppo e ad esserne il tastierista, è conosciuto anche come produttore, scrittore, compositore e autore, presentatore televisivo e radiofonico, cantante. Il riconoscimento, che è giunto alla sua terza edizione, sarà consegnato nell aula magna del liceo in corso Dante 80 alle 10,30 di mercoledì dal presidente dell associazione ex allievi Fabrizio Antonielli d Oulx e dal preside Riccardo Gallarà: la cerimonia servirà anche a far conoscere meglio dai giovani che oggi frequentano il prestigioso liceo torinese un ex allievo pervenuto al successo, nel corso di un dibattito moderato da Nicolò de Rienzo, anch egli ex alfierino e scrittore. A fine mattinata la proiezione di Surfin' Torino, il documentario realizzato da Boosta con la collaborazione di Chiara Pacilli che racconta la trasformazione e il cambiamento di pelle della città di questi ultimi anni sull onda delle musiche di Fratelli di Soledad, Africa Unite, Mau Mau, lo stesso Boosta, Subsonica, Karamamma, Persiana Jones ed altri, e con la straordinaria partecipazione di Carlo Fruttero. Alle 18 ulteriore appuntamento al Circolo dei Lettori dove Di Leo, ancora con Nicolò de Rienzo, racconterà in un incontro pubblico la sua attività di musicista e di scrittore. Davide Dileo è nato a Torino nel Dopo aver conseguito la maturità all Alfieri e aver studiato pianoforte al Conservatorio, nel 1996 dà vita con altri musicisti torinesi ai Subsonica: la band ha realizzato sei album e ha tenuto centinaia di concerti ottenendo molti premi, tra cui due MTV European Awards. Nel corso della sua carriera Boosta è stato remixer e DJ internazionale, ha scritto come autore brani per Mina e Malika Ayane, ha realizzato i romanzi Diana blu, Un'ora e mezza e Un buon posto per morire e il già citato documentario Surfin' Torino. Padre di due bambine, è anche direttore artistico di Bookstock, lo spazio dedicato ai ragazzi dal Salone del Libro. Ezio Verna Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Rossella Alemanno, Eliana Bert, Paola Ceresa, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata.

4

5 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Il Comune di Torino, prima città in Italia ad averlo adottato, lo redige da tre anni. Nel 2010 un volume di affari di 2,9 miliardi di euro A confronto sul Bilancio Consolidato Un volume d affari che sfiora i tre miliardi di euro e una forza lavoro che conta quasi 23mila addetti. Un pool di enti non profit e società, di cui il Comune di Torino detiene tutto o in parte il pacchetto azionario, i cui risultati d'esercizio vengono aggregati al rendiconto di Palazzo civico e costituiscono il bilancio consolidato del Gruppo locale pubblico Città di Torino. Oggi, nel corso di un convegno ospitato nell aula magna della Facoltà di Economia, è stato presentato quello relativo all anno 2010 che, come nelle due precedenti versioni (il Comune di Torino, prima città in Italia ad averlo adottato, lo redige da tre anni) è curato dal settore Partecipazioni della Città di Torino, in collaborazione con il Dipartimento di Management della Facoltà di Economia, sezione di Ragioneria "Giovanni Ferrero", l Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e il Csi Piemonte. Veniamo ai numeri del Consolidato 2010 che - come ha sottoli- Accompagnare la città che si trasforma Una porta aperta sulle trasformazioni della città, dove confrontarsi, informarsi, capire come Torino si attrezza per affrontare il futuro. È questo l Urban Center Metropolitano, il nuovo spazio informativo di piazza Palazzo di Città 8. A PAGINA 3 neato l assessore al Bilancio, Gianguido Passoni, intervenendo sul tema Il bilancio consolidato all interno della riforma della contabilità pubblica consentono di ottenere un quadro completo dei dati su risorse finanziare investite e risultati economici ottenuti: informazioni che permettono di valutare complessivamente l operato dell ente. Nel 2010 il volume d affari del Gruppo è stato pari a 2,9 miliardi di euro e ha comportato un risultato netto d esercizio con perdite per 90 milioni di euro, in analogia con quanto registrato nel In un anno, il livello di indebitamento del Gruppo è cresciuto moderatamente, passando dai 4566 milioni del 2009 ai 4699 milioni del 2010, mentre sono stati effettuati investimenti per circa 700 milioni di euro. Salito di qualche unità anche il numero degli occupati, che dai del 2009 sono diventati nel 2010, con un costo medio del lavoro pari a euro (contro i euro del 2009). Tra le novità del Consolidato 2010, da segnalare l inclusione di 7 nuovi enti non profit (Agenzia per la Mobilità Metropolitana, Ato 3 Torinese, Ato Rifiuti, Cit Consorzio Intercomunale Torinese, Csi Piemonte Consorzio per il Sistema Informativo, Associazione Museo dell Automobile Carlo Biscaretti di Ruffia di Torino e Fondazione Cascina Roccafranca). Mentre, per quanto riguarda i dati delle società partecipate, il nuovo bilancio tiene conto del passaggio delle quote societarie di Amiat dal 99% al 100%, della scissione di Gtt in Infra.To che ha determinato la nascita della nuova società Infra. To partecipata al 100% dal Comune, di Trm che è passata dal 9-2,9% al 95,076%, del cambio della percentuale di partecipazione di Finanziaria Sviluppo Utilities (FSU) e Finanziaria Città di Torino (FCT) in Iren a seguito della fusione di Iride con Enìa. avvenuta nel mese di luglio 2010 (la percentuale è scesa per FSU dal 51% circa al 33,3%, per FCT dall 11% circa al 7,4%). SEGUE A PAGINA 2 All'asta immobili comunali per 11 milioni e mezzo di euro Palazzo civico mette all'asta immobili per 11 milioni e mezzo di euro. Questa mattina il disco verde dalla Giunta a una delibera presentata dall'assessore al Bilancio e al Patrimonio, Gianguido Passoni, con cui l'amministrazione comunale pone in vendita undici beni, tra terreni, box auto, alloggi e altri fabbricati. Tra gli immobili comunali oggetto d'asta figurano la palazzina in stile liberty di tre piani, con cortile, giardino e box auto, di via Principi d'acaja 12 (base d'asta a due milioni e 800mila euro), due alloggi (uno di 108 mq. in via Susa 30 con base d asta a 214mila euro, l altro al secondo piano di piazza della Repubblica 1 a base d asta 100mila euro), la proprietà di superficie 99- ennale in sottosuolo su 82 box auto con accesso da corso Umbria 16a e 16b (base d asta un milione e 240mila euro), due terreni in strada Valpiana (base d'asta 94mila e 500 euro). Infine, l'ex sede del Comando Vigili del Fuoco di corso Regina Margherita 126/128 (7mila mq. base d'asta 6 milioni e 20mila euro). (mge)

6 Pagina 2 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Fassino: Siamo tra i comuni italiani quello che più dedica una parte delle proprie risorse agli investimenti. Proprio per questo da tempo chiediamo la revisione del patto di stabilità A Torino non governiamo solo la quotidianità Attraverso il Bilancio consolidato della Città di Torino sottolinea il sindaco di Torino, Piero Fassino - emerge un Comune che è amministrato secondo criteri di trasparenza ed efficienza, sia per quanto riguarda la spesa, sia per il reperimento delle risorse. Siamo tra i comuni italiani quello che più dedica una parte delle proprie risorse agli investimenti. Proprio per questo da tempo chiediamo la revisione del patto di stabilità che non distingue tra spesa corrente e investimenti. In questi ultimi anni si è caricato sui Comuni un onere finanziario sempre più grande che sta diventando insopportabile. E evidente che anche i Comuni devono contribuire al risanamento delle finanze pubbliche ma, è altrettanto vero che i Comuni devono essere messi nelle condizioni di poter assolvere alle loro funzioni, assicurando ai cittadini i servizi essenziali e, nel contempo, poter fare gli investimenti che servono allo sviluppo della città. A Torino noi non governiamo solo la quotidianità. Negli anni abbiamo investito molto, basti pensare, ad esempio, alla metropolitana, all interramento dell intero sistema ferroviario, al termovalorizzatore, al teleriscaldamento, agli impianti olimpici. Da questo documento emerge una città che dedica un capitolo di spesa consistente alla cultura il quale disegna un profilo nuovo della città rendendola attrattiva da un punto di vista turistico, quindi determinando a sua volta un ritorno economico. E, ancora, che una buona quota della spesa del Comune di Torino è dedicata ai servizi essenziali per le famiglie: asili nido, scuole materne, assistenza domiciliare agli anziani, sostegno alle persone deboli e portatori di qualche disabilità. In estrema sintesi conclude il sindaco Fassino - si evince dal Bilancio consolidato che la macchina comunale è impegnata a governare Torino e ad offrire ai cittadini servizi e investimenti che guardano alla crescita e allo sviluppo della città. Questo documento commenta l assessore Gianguido Passoni - è una fotografia che illustra in un ottica di trasparenza le cose fatte, ma serve anche per capire come affrontare questa fase di A confronto sul Bilancio Consolidato (dalla prima pagina) Complessivamente, l area di consolidamento del bilancio ha riguardato 12 società partecipate e 21 enti non profit e, come detto, evidenzia la situazione finanziaria e patrimoniale, nonché il risultato economico conseguito nel corso del 2010 dalla capogruppo Comune di Torino, dalle società e dalle aziende non profit partecipate, considerandole come un unica entità. Attenzione ed interesse verso il consolidamento del bilancio sono cresciute negli ultimi anni, E stato ricevuto ieri pomeriggio a Palazzo civico dal sindaco Piero Fassino il console generale degli Stati Uniti d America a Milano, Kyle R. Scott. (mc) crisi che attraversa il settore privato, ma che sta colpendo pesantemente anche il settore pubblico. Il bilancio consolidato pubblico permette di misurare le differenze, gli effetti e le azioni antirecessive che il Comune può fare per questa città. Guardando al presente possiamo dire che le strette del Governo sugli investimenti e sul debito ridurranno naturalmente gli investimenti i quali sono una ricchezza territoriale. Il Governo ha scelto di ridurre i servizi, fermare gli investimenti e aumentare l imposizione, ciò è un effetto aggregato negativo che andremo a verificare nel prossimo bilancio, poiché la stretta sulla finanza pubblica della manovra Monti a- vrà senza dubbio un effetto reale sull economia, sugli investimenti, sull occupazione non solo privata ma anche pubblica. Raffaela Gentile perché spiega l assessore Passoni - offrendo un quadro chiaro del rapporto tra enti pubblici e società partecipate in termini di costi, ricavi, crediti e debiti, esso fornisce una risposta ai cittadini e alla loro crescente esigenza di avere a disposizione documenti completi e leggibili per esercitare il controllo politico su quegli amministratori ai quali, con il loro voto, hanno affidato il compito di gestire l ente pubblico. Il bilancio consolidato aggiunge il responsabile delle politiche finanziarie di Palazzo civico è senza dubbio uno strumento utile per tutti i portatori di interessi territoriali, dagli amministratori locali ai funzionari dell amministrazione, dai manager delle aziende pubbliche ai cittadini. Alla presentazione del Consolidato 2010 del Gruppo pubblico locale Città di Torino sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Piero Fassino, il rettore dell Università di Torino, Ezio Pelizzetti, il preside della Facoltà di Economia, Sergio Bortolani, e Aldo Milanesi, presidente dell Ordine dei dottori commercialisti. Mauro Gentile

7 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Pagina 3 Accompagnare la città che si trasforma Una porta aperta sulle trasformazioni della città, dove confrontarsi, informarsi, capire come Torino si attrezza per affrontare il futuro. È questo l Urban Center Metropolitano, il nuovo spazio informativo di piazza Palazzo di Città 8. Un luogo che si occupa dello scheletro di Torino, quella teoria di linee e spazi sul territorio in cerca d equilibrio che è materia dell urbanistica e dell architettura, e prefigura scenari possibili, progetti in itinere, a partire da un passato luminoso e da un presente non sempre edificante in cerca di riqualificazione. L Urban Center Metropolitano ospita un esposizione permanente ma in continuo aggiornamento, cicli di incontri, dibattiti e mostre temporanee, un punto informativo dedicato alla metamorfosi della città. Domani il sindaco Fassino e il direttore dell Urban Center Carlo Olmo inaugureranno lo spazio alle ore 18 - sapendo di offrire ai cittadini la possibilità di portare il proprio contributo alla cura della città attraverso un punto di ascolto qualificato. Torino, negli ultimi quindici anni, ha radicalmente trasformato il suo territorio. Ha riconvertito grandi aree industriali in quartieri residenziali, riqualificato i grandi quartieri operai sorti negli anni della crescita industriale, accresciuto il patrimonio verde ha affermato il sindaco -. In sintesi, ha adeguato il suo territorio alle nuove esigenze economiche e sociali, recuperando spazi occupati da enormi stabilimenti in disuso. Questo percorso non è ancora terminato, e già si prospetta un nuovo modello di città, di smart city: sostenibile, intelligente, ad alto contenuto tecnologico, modello che guiderà le scelte future dell Amministrazione comunale. L Urban Center è una straordinaria opportunità per comunicare e accompagnare le trasformazioni in atto, ma anche l idea di città che abbiamo in mente, in modo semplice ed efficace, non soltanto agli addetti ai lavori. È importante che i cittadini possano avere un luogo dove esprimere le proprie opinioni, essendo consapevoli di quanto è stato fatto e di quanto si vuole fare per migliorare la qualità urbanistica e architettonica, un tema centrale nel più ampio mosaico della qualità della vita. L apertura della sede pubblica di Urban Center Metropolitano ha dichiarato Carlo Olmo è un nuovo passo fondamentale, dopo la nascita del progetto nel grazie alla Città di Torino, alla Compagnia di San Paolo e a Torino Internazionale, l organizzazione della mostra Torino 011. Biografia di una città che nel 2008 ha portato alle Ogr oltre 30 mila persone, e il passaggio ad associazione indipendente nel In questi anni, Urban Center ha lavorato su molti progetti a scala architettonica e urbanistica rilevanti per il futuro dell area metropolitana torinese, sia attraverso l attività di supporto e accompagnamento alle amministrazioni e ad altri soggetti economici, sociali e culturali sia mettendo in campo azioni di conoscenza, inclusione e dialogo sui temi dell architettura e della trasformazione urbana. La nuova sede è uno spazio vivo e mutevole, da frequentare periodicamente per scoprire i nuovi progetti, per seguire i cicli di letture, le proiezioni, gli incontri. Lo spazio pubblico di Urban Center, ambiziosamente, nasce come luogo dove conoscere e discutere le culture della città e della sua trasformazione. Foto di M. D Ottavio Coltiva il tuo urban center, fai crescere la tua città è lo slogan che accompagna l apertura della sede, che si renderà concreto con il dono di una piantina di violette a tutti i partecipanti all inaugurazione. Il luogo prescelto è davanti a Palazzo civico, la casa della città l ha definita Ilda Curti, assessore all Urbanistica -, l agorà pubblica dove si incontrano i diversi interessi, dove si prendono le decisioni per il bene della comunità. Le città sono organismi viventi e come tutti gli esseri viventi cercano di adattarsi ai mutamenti del mondo. Qui ci sono le straordinarie competenze e la fantasia di tanti giovani architetti che lavorano nello staff del progetto, che affrontano la complessità per renderla digeribile e alla portata di tutti.. Mauro Marras L Urban Center Metropolitano ospita un esposizione permanente e un punto informativo dedicato alla metamorfosi della città Foto redazione web

8 Pagina 4 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Anteprima del film The Lady domani sera al cinema Massimo, sulla lotta per la libertà della Birmania. Interverrà il sindaco Fassino Il coraggio di Aung in un film di Besson Domani, mercoledì 21 marzo, alle ore 20.30, nella Sala 1 del cinema Massimo (via Verdi 18), si terrà l'anteprima a Torino del film The Lady del regista francese Luc Besson sulla vita della leader birmana Aung San Suu Kyi. Il sindaco Piero Fassino introdurrà la serata e discuterà il tema della pellicola insieme a Paolo Pobbiati, coordinatore E- stremo Oriente Pacifico di Amnesty International Italia, già presidente dell organizzazione internazionale nel nostro Paese e a Giovanni Andornino, docente di Relazioni internazionali dell'asia orientale all'università di Torino. Fassino, Inviato Speciale dell Unione Europea per la Birmania dal 2007 all agosto del 2011, è stato tra i primi ad aderire alla campagna 'Send a message' per sensibilizzare l opinione pubblica a sostegno di Aung San Suu Kyi, leader dell'opposizione birmana - candidata alle elezioni in Myanmar (Birmania) il 1 aprile prossimo - e del suo movimento democratico che, da oltre 20 anni, combatte per il riconoscimento delle libertà civili e politiche. Piero Fassino, molto vicino ad Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace 1991, ha sempre dimostrato nei suoi confronti grande stima e rispetto. Per tutti coloro che credono nella libertà, Aung San Suu Kyi rappresenta la tenacia e il coraggio di un popolo oppresso sottolinea Fassino -: una donna che con coraggio, determinazione e intelligenza sta svolgendo un ruolo prezioso per il suo Paese e per l affermazione dei diritti fondamentali delle persone. È la protagonista della nuova pagina della storia birmana. Noi tutti guardiamo con speranza e trepidazione alle elezioni del prossimo mese: la sua nomina in Parlamento potrà dare un ulteriore impulso al dialogo e alla transizione democratica. La candidatura di Aung San Suu Kyi alle elezioni birmane ricorda il Sindaco - è lo sbocco di un processo politico che, da oltre un anno, ha visto crescenti atti di apertura e di evoluzione. Questo conferma quanto non fosse sufficiente una strategia fondata solo sulle sanzioni, ma si dovesse anche promuovere, e favorire, ogni occasione di dialogo e di apertura che potesse spingere il regime ad aprirsi verso un processo di riconciliazione nazionale a beneficio di una transizione democratica. Il 21 giugno del 2011, durante una visita ufficiale in Birmania, Piero Fassino ha consegnato ad Aung San Suu Kyi la cittadinanza onoraria conferitale dal Consiglio comunale di Torino nel 2010 e, quest anno, per il giorno che tutto il mondo dedica alle donne e ai loro diritti, l 8 marzo, le ha inviato gli auguri a nome della Città scrivendole: "Le siamo vicini e accompagneremo e sosterremo il suo impegno per una Birmania democratica". Luisa Cicero Il racconto epico della pacifica lotta della Birmania The lady è la straordinaria storia di Aung San Suu Kyi e di suo marito, Michael Aris. Si tratta anche del racconto epico della pacifica lotta della donna al centro del movimento democratico birmano. Una storia di devozione e di comprensione umana sullo sfondo dei disordini politici che continuano tutt oggi. La stesura di The lady ha richiesto tre anni di lavoro a Rebecca Frayn. Sono stati l inesauribile determinazione e lo straordinario coraggio di Aung San Suu Kyi, sola, in lotta contro un regime brutale e tirannico a spingere Michelle Yeoh e Luc Besson a portare sullo schermo il suo incredibile percorso. "Quando mi è arrivata la sceneggiatura di Rebecca Frayn nel 2007, ho pensato che non si trattasse solo di una storia d amore e sacrifico estremamente commovente, ma che mi venisse offerto un ruolo che non potevo rifiutare - ha detto in un intervista l attrice Michelle Yeoh. "Ho sempre pensato che ci fosse una mancanza di forti personaggi femminili nel cinema". La produttrice Virginie Besson- Silla concorda: "In un ora avevo finito di leggere la sceneggiatura. Ho capito subito che la Europa- Corp Company doveva assolutamente produrlo. Se sai di doverti dedicare completamente a un progetto per un paio d anni, deve lasciarti subito a bocca aperta. Il fatto che fosse una donna a dimostrare il proprio eroismo era ancora più commovente, dato che generalmente sono gli uomini a venire rappresentati come personaggi eroici. Non c erano dubbi, dovevamo fare questo film. Attraverso interviste con figure chiave vicine a Aung San Suu Kyi è stata in grado di ricostruire per la prima volta la vera storia dell eroina nazionale birmana. Regia di Luc Besson, durata: uscita in Italia: 23 marzo - Distribuzione - Good Films. (lc)

9 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Pagina 5 Lavoro e welfare non sono mondi separati Il quadro che al momento si presenta davanti a noi è molto complesso ha affermato oggi pomeriggio il vicesindaco Tom Dealessandri intervenendo al convegno Gli operatori sociali davanti alla crisi economica. La nebbia dei servizi che si è svolto alla Fondazione Paideia, in piazza Solferino 9. L incontro ha rappresentato un occasione di confronto per cercare soluzioni ai disagi provocati dall attuale crisi economica che, inevitabilmente, porta con sé un aumento delle disuguaglianze e dell esclusione sociale; un momento di riflessione sull importanza delle reti di solidarietà, fondamentali per continuare ad assicurare la coesione sociale. Attualmente chi si occupa del sociale non si trova ad affrontare una crisi passeggera come nel passato ha proseguito il vicesindaco -. Siamo in una situazione di emergenza perché la spesa pubblica è fortemente ridotta. È quindi fondamentale ridefinire il perimetro entro cui agire cercando, soprattutto, di coinvolgere tutti gli attori e di portare i privati a investire nel sociale. Lavoro e welfare sono due politiche che non più possono essere affrontate separatamente. Dobbiamo lavorare ha concluso - per far interagire pubblico e privato per continuare a garantire un adeguata offerta di servizi ai cittadini. (eb) Calcio Femminile, dove rivolgersi I tecnici della Federazione Italiana Gioco Calcio cercano bambine che hanno un età tra i 6 e i 10 anni per poterle formare gratuitamente. Iscrizioni: Coord. Reg.le FIGC-Settore Giovanile e Scolastico Piemonte e Valle d'aosta (Resp. Marco Pianotti) Via Volta 9, Torino - tel , , Attività: Per lo svolgimento delle attività le bambine dovranno presentare il certificato medico di idoneità alla pratica sportiva Quando: Tutti i sabati, ore Primo Incontro: Sabato 24 Marzo 2012, ore Dove: A.S.D. CIT TURIN LDE (società pilota a livello regionale per il Calcio Femminile), corso Ferrucci 63/A - Torino È fondamentale cercare di coinvolgere tutti gli attori e di portare i privati a investire nel sociale. Lo ha detto il vicesindaco a un convegno degli operatori sociali Iren per la Città Aem Torino Distribuzione: pronto intervento 24h su 24 Aem Torino Distribuzione, la Società del Gruppo Iren che provvede alla gestione, al rinnovo e allo sviluppo delle reti di distribuzione dell energia elettrica a Torino e Parma, assicura in città il servizio di Pronto Intervento 24 ore su 24, coordinato dalla moderna Sala Telereti, avvalendosi di quattordici squadre operative che contano complessivamente su una trentina di specialisti, a cui si aggiungono i tecnici delle Società esterne. Il Pronto Intervento di Aemd, che risponde al numero verde , si occupa della individuazione e risoluzione tempestiva degli eventuali disservizi sulla rete urbana di distribuzione dell'energia elettrica, segnalati dall innovativo sistema di telecontrollo o dai Cittadini. Cura anche il servizio di Pronto Intervento per gli impianti di Illuminazione Pubblica ed i semafori cittadini. Aemd è impegnata in un articolato piano di rinnovo delle reti elettriche cittadine per assicurare elevati e sempre crescenti livelli di qualità nei campi della progettazione, realizzazione e manutenzione delle reti, come attestato anche dall Autorità per l energia elettrica e il gas che, negli ultimi anni, ha più volte premiato la società per il miglioramento del livello di continuità del servizio elettrico. Ogni anno, Aem Torino Distribuzione, che nel 2010 ha registrato ricavi per 143 milioni di euro, con un margine operativo lordo di oltre 70 milioni e un utile netto di oltre 22 milioni di euro, distribuisce a Torino oltre 3300 Gwh di energia elettrica. Energia in Italia: nel 2012 domanda di nuovo in calo La domanda di energia in Italia scenderà nel 2012 a 183,2 milioni di tep (tonnellate equivalenti petrolio), ritornando in pratica ai livelli del 1999 e segnando una contrazione del 7% rispetto al massimo storico, raggiunto nel È quanto ipotizzato dall Associazione italiana economisti dell energia, l organismo indipendente no-profit che riunisce alcuni dei maggiori esperti di economia del settore, per bocca del direttore dell Osservatorio energia, Vittorio D Ermo, durante il consueto appuntamento organizzato dall Aiee, Il settore energetico nel 2011 e le prospettive per il Fra le cause, secondo l Aiee, una bassa crescita economica, la deindustrializzazione e, in parte, una maggiore efficienza energetica. Nel corso dell evento, che ogni anno fornisce una fotografia del settore, sono stati anche presentati i dati relativi al mese di gennaio 2012, che confermano il trend negativo: la domanda di energia ha fatto registrare un calo dell 1,5%, con il petrolio a -5,9% e il gas a - 4,4%.

10 Pagina 6 Anno 6, n. 56 (1163) - martedì 20 marzo Edizione delle ore 19,30 Domani, in occasione della Giornata internazionale contro il razzismo promossa dall Onu, si terrà la prima Catena umana per sensibilizzare sui temi del razzismo e della discriminazione Mole testimonial antirazzismo No a tutti i razzismi è lo slogan che campeggia da questa sera, e per quattro sere, sulla Mole Antonelliana a testimonianza dell impegno della città di Torino contro tutte le forme di discriminazioni. Domani, in occasione della Giornata internazionale contro il razzismo promossa dall Onu, in contemporanea in 35 città italiane, si terrà la prima Catena umana al fine di sensibilizzare e informare sui temi del razzismo e della discriminazione. La celebrazione di questa giornata ha l obiettivo di indirizzare gli sforzi degli individui e delle nazioni verso l eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale, realizzando l ideale espresso nel primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani: Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Appuntamenti istituzionali Mercoledì 21 marzo Ore 10,30 - Mole Antonelliana: l'assessore Spinosa partecipa alla catena umana organizzata in occasione della Giornata Mondiale contro il Razzismo promossa dalle Nazioni Unite. Ore 11,30 - Palazzo Civico, Sala delle Colonne: l'assessore Lavolta interviene, con i vertici di AMIAT, alla conferenza stampa di presentazione degli interventi sugli oli esausti. Ore 15 - Milano, Palazzo Marino: l'assessore Pellerino incontra il Vice Sindaco di Milano Maria Grazia Guida. Ore 15,30 - Via Cavagnolo 9: l'assessore Curti interviene al seminario "Minori Rom e Sinti, a scuola per imparare", organizzato dall'ic statale "Leonardo da Vinci". Ore 17,30 - Palazzo Civico: il Sindaco interviene alla riunione del tavolo delle associazioni politiche giovanili. Ore 18 - Via Milano 2/a: il Sindaco e gli assessori Lavolta e Curti sono presenti all'inaugurazione della nuova sede di Urban Center Metropolitano. Ore 18,30 - Via Nino Costa 8: il Sindaco, il Vice Sindaco e l'assessore Tedesco partecipano alla festa per il 20 compleanno del centro congressi "Torino Incontra". Ore 20,30 - Cinema Massimo: il Sindaco assiste all'anteprima del film "The Lady, l'amore per la libertà" e partecipa alla tavola rotonda di presentazione sulla situazione in Birmania. Giovedì 22 marzo Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. A Torino la Catena Umana - organizzata grazie alla collaborazione della Città di Torino, della Provincia e della Regione Piemonte - avrà luogo intorno alla Mole Antonelliana a partire dalle ore e rappresenterà un ulteriore occasione di partecipazione e coinvolgimento del territorio per rafforzare il percorso di costruzione della Rete territoriale contro tutte le discriminazioni. Studenti, insegnanti, rappresentanti di istituzioni, enti ed associazioni, semplici cittadini e cittadine si prenderanno per mano in un simbolico abbraccio al monumento simbolo della nostra città per testimoniare l'impegno contro tutti i razzismi e le discriminazioni fondate sull'origine etnica, sulla religione, sul genere, sull'orientamento sessuale, sull'età e sulla disabilità. E importante aver scelto la Mole, un monumento che fu costruito per essere sede della sinagoga di Torino ha sottolineato l assessore alle Pari Opportunità della Città, Mariacristina Spinosa - perché il germe dell antisemitismo e della discriminazione più in generale, come dimostra il brutale attentato di Tolosa di ieri, è ancora dilagante in Europa e nel mondo. L aver promosso questa giornata dimostra come Torino è più che mai Capitale dei Diritti e della lotta alle discriminazioni. Piera Villata Ore 9 - Aula Magna dell'università: il Sindaco porta il saluto al convegno "Geometria sulle varietà algebriche", organizzato per celebrare i 70 anni di Alberto Conte. Ore 10 - Intesa San Paolo, via Santa Teresa 1/g: il Sindaco ed il Vice Sindaco partecipano al convegno "Quale futuro per le grandi Multiutility?". Ore 11 - Roma, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: l'assessore Tisi partecipa ad un incontro per la gestione della nuova "Social Card". Ore 11,15 Circolo del Lettori L assessore Lavolta partecipa alla conferenza stampa di presentazione del Digital Experience Festival. Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Rossella Alemanno, Eliana Bert, Paola Ceresa, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata.

11 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 Alberto Musy colpito in un agguato Fassino: Proviamo angoscia e sgomento L avvocato Musy, 46 anni, capogruppo Udc in Consiglio comunale, stava tornando a casa dopo aver accompagnato due delle sue quattro figlie a scuola. Operato alle Molinette, è stato dichiarato fuori pericolo Alberto Musy, esponente torinese dell'udc e capogruppo del Terzo Polo a Palazzo Civico nel Consiglio comunale rinnovato dalle elezioni nella primavera scorsa, è stato ferito gravemente con alcuni colpi di pistola stamattina nel cortile della sua abitazione, in via Barbaroux, 35, a poche centinaia di metri dal Municipio. L avvocato Musy, 46 anni, stava tornando a casa dopo aver accompagnato due delle sue quattro figlie a scuola. A tendergli l agguato è stato una persona che indossava un casco integrale. Soccorso e portato in ospedale, le sue condizioni sono state giudicate molto gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita. Il primo bollettino medico da parte dei medici dell'ospedale Molinette, dove è ricoverato, è stato rassicurante, pur considerando la prognosi che rimane riservata. Operato in tarda mattinata, è stato dichiarato fuori pericolo. Il prossimo pronunciamento dei sanitari è atteso in serata. Appena appresa la notizia del ferimento il sindaco Piero Fassino si è recato in ospedale, dove ha incontrato i famigliari e parlato con i medici: Proviamo angoscia e sgomento per un atto di violenza efferata e inaudita. ha Digital Festival, domani la presentazione Possono le tecnologie digitali migliorare realmente la qualità della vita delle persone? Possono creare posti di lavoro? Possono migliorare l efficienza dei servizi di pubblica utilità? Possono accrescere la competitività del sistema Paese? Quanto si è concretizzata ad oggi l Agenda Digitale e di che cosa si tratta esattamente? A queste domande, e a molte altre ancora, intende rispondere il Digital Experience Festival, la manifestazione che prenderà il via a Torino il prossimo 25 maggio, nell ambito del calendario di eventi promosso da Torino Smart City e che si concluderà il 2 giugno, dopo nove giorni fitti di incontri, eventi e dibattiti che animeranno le Officine Grandi Riparazioni, il Lingotto e l Environment Park, contaminando la città. Domani alle ore 11,15 al Circolo dei Lettori la presentazione del programma. detto Fassino - Quali che siano le dinamiche di questo attentato, in attesa che gli accertamenti degli organi inquirenti ci consentano di capire di più, non vi può che essere la condanna più netta verso un gesto criminale. Tutta la città è vicina con affetto alla famiglia di Alberto, in questo momento di attesa. Insieme al primo cittadino sono giunti in corso Bramante amici, consiglieri comunali, esponenti politici, compreso il segretario nazionale dell'udc Pieferdinando Casini. Alberto Musy si è laureato in giurisprudenza a Torino conseguendo una seconda laurea a Berkeley, negli Stati Uniti, nel Si è occupato di studi inerenti al tema del modello giuridico angloamericano in Italia, dedicandosi anche ad approfondimenti sul trust e sull'efficienza della giustizia civile. Prima di stabilirsi definitivamente nella città della Mole, aveva lavorato a Milano come avvocato civilista. Oltre alla professione forense, insegna diritto comparato all'università del Piemonte orientale. Aveva insegnato alla Bocconi, all'académie de Nantes, alla Benjamin N. Cardozo School of Law di New York e in altre università straniere. Alle 14 si è riunita la conferenza dei capigruppo esprimendo ferma condanna del gravissimo episodio di violenza che ha colpito il collega e che nulla può giustificare. Nella seduta straordinaria, presieduta da Giovanni Maria Ferraris, è intervenuto il sindaco: Al momento ha spiegato Fassino gli inquirenti indagano in tutte le direzioni, senza escludere né accreditare alcuna pista. Alle 17,30 un nuovo bollettino medico. La prognosi rimane riservata, l esponente politico è mantenuto in coma farmacologico. Alle ferite causate dai proiettili si è aggiunto un forte trauma cranico causato forse da un gradino dove, cadendo, avrebbe battuto il capo. L operazione, infatti, ha riguardato anche la rimozione di un ematoma cerebrale. Gianni Ferrero, Michele Chicco

12 Pagina 2 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 Al via una campagna dell Amiat per la raccolta in due circoscrizioni degli oli alimentari esausti. Lavolta: Invitiamo i cittadini a raccogliere queste sostanze e a conferirle all Amiat per il loro riciclo Oli alimentari, non buttateli ma riciclateli Presentata oggi una sperimentazione condotta da Amiat per la raccolta degli oli alimentari esausti che coinvolge le Circoscrizioni 2 e 3, accompagnata da una campagna di comunicazione che invita i cittadini a non gettare tali sostanze nel lavandino ma di raccoglierle in contenitori e di conferirle negli ecocentri. L immissione di oli esausti nel sistema idrico, infatti, ostacola il funzionamento dei depuratori, danneggia le piante perché ostacola il passaggio dell acqua alle radici, può finire nelle falde inquinando l acqua potabile e, se l olio finisce in mare, ostacola la penetrazione dei raggi solari in profondità. Anche una piccola quantità di olio rappresenta un danno per l ambiente e per questo l Amiat si è mossa promuovendo una sperimentazione che, se riuscirà nel suo intento, sarà estesa ad altre zone della città. Siamo il capoluogo con la più alta percentuale di raccolta differenziata ha detto oggi l assessore all Ambiente Enzo Lavolta duran- te la conferenza stampa e vogliamo fare di più e meglio. Tutto ciò che permette di aumentare la raccolta differenziata è bene accetto. Nel 2011 gli ecocentri hanno raccolto 15 tonnellate di olio, circa 20 grammi per cittadino. È ancora poco. La sperimentazione prevede la raccolta da parte di due distinte società la Sepi di Settimo Torinese nella Circoscrizione 2 e l Eco. energia di Prato nella Circoscrizione 3. Nel primo caso la raccolta avviene presso la Cascina Giaione e coinvolge mille famiglie del quartiere circostante, nel secondo riguarda 10- mila clienti di Carrefour che conferiranno gli oli presso i punti vendita della catena di supermercati. In questo caso, l olio raccolto sarò trasferito a Bressanone, dove Eco. energia gestisce una centrale di cogenerazione che produce energia e calore senza trasformazione chimica degli oli: un sistema ecologico e pulito per produrre energia, certificato dal ministero per l Ambiente, che l assessore Lavolta spera di portare presto anche a Torino. Invitiamo i cittadini a raccogliere queste sostanze e a conferirle all Amiat per il loro riciclo. Ogni goccia di olio può inquinare gravemente l ambiente: basti pensare che un litro d olio può inquinare fino a un milione di litri d acqua potabile. Ogni sostanza che si sottrae al riciclo rappresenta una minaccia per l ambiente e una risorsa non riutilizzata. (mm) Come funziona la campagna di raccolta oli esausti Grazie alla disponibilità dell ipermercato Carrefour, è stato possibile collocare il primo punto di raccolta nel piazzale del Centro Commerciale omonimo di C.so Monte Cucco 108 a Torino. Qui, presso il punto distributivo che verrà allestito nei giorni 29, 30 e 31 marzo, dalle 10,30 verranno distribuiti ai cittadini i contenitori Olly da tre litri, ognuno con il relativo depliant informativo. L iniziativa verrà pubblicizzata attraverso volantini informativi, che verranno veicolati nelle cassette postali dei residenti nella Circoscrizione 3, allegati al depliant contenente le offerte commerciali dell ipermercato Carrefour. Altri 5000 volantini verranno distribuiti davanti all ipermercato nei giorni immediatamente precedenti la consegna dei contenitori. La seconda iniziativa vede invece il coinvolgimento della società SEPI e prevede la distribuzione porta a porta di un contenitore - dotato di apposito filtro per l olio - a circa 1000 famiglie residenti negli stabili adiacenti Cascina Giajone, sede della Circoscrizione 2. Personale Amiat, munito di tesserino di riconoscimento, consegnerà presso le utenze il contenitore da 2,5 litri insieme al depliant informativo in orario 9-16, fornendo ai residenti le informazioni su modalità e punti di raccolta. Una settimana prima della distribuzione una locandina negli androni dei condomini avviserà i residenti del passaggio del personale A- miat. Chi non si trovasse in casa al momento della distribuzione, potrà ritirare successivamente il contenitore dal prossimo 16 aprile 2012 presso l Ufficio Informa2 di Cascina Giajone, negli orari indicati sulla locandina. Oltre che presso tutti gli ecocentri cittadini (dove già dal 2010 i torinesi possono conferire l olio alimentare - dotandosi di propri contenitori come taniche o altri imballaggi rigidi in vetro o plastica per liquidi) verrà attivato anche un punto di raccolta degli oli vegetali esausti all interno di Cascina Giajone, in Via Guido Reni 102.

13 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 Pagina 3 Strisce sicure per gli over 60 Si è tenuta ieri nella sala delle Colonne di Palazzo Civico l'assemblea del Consiglio dei Seniores, presiduta da Cesare Palanzona che, tra i punti all'ordine del giorno, poneva tra le priorità il progetto Strisce sicure. L'incontro è iniziato con un excursus sui terribili incidenti stradali che troppo spesso coinvolgono i pedoni, anche se dal 2010 il Nuovo Codice della Strada ha stabilito che l'automobilista è tenuto a rallentare non solo davanti a un pedone che sta attraversando sulle strisce, ma anche davanti a chi è in procinto di farlo. La san- zione, per chi trasgredisce, comporta una multa da 154 a 613 euro e la sottrazione di otto punti dalla patente. In tal modo anche l'italia si è equiparata alla normativa già in vigore nella maggior parte dei paesi dell'ue. Ma i Codici non servono se non si educano i cittadini a conoscerli e osservarli. A tal fine il Consiglio dei Seniores propone alla Città di Torino di divenire promotrice del progetto Strisce Sicure, da mettere a punto d'intesa con Prefettura, Vigili Urbani, Polizia stradale, Carabinieri, Automobile Club e il Miur. Poiché la maggioranza dei pedoni travolti Pasqua con il Meeting over 14 a Pra Catinat sulle strisce pedonali sono anziani e bambini, si pensa anche a un coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado e dei massmedia per divulgare il più possibile l'iniziativa. Il Consiglio dei Seniores propone anche che venga proclamata,in autunno, la giornata Strisce sicure; che ci sia un maggior presidio degli attraversamenti perdonali a opera di volontari e forze dell'ordine e una distribuzione capillare degli articoli 190 e 191 del Codice della strada a pedoni e automobilisti. Paola Ceresa il Consiglio dei Seniores propone alla Città di Torino di divenire promotrice del progetto Strisce Sicure, d'intesa con Prefettura, Vigili Urbani, Polizia stradale, Carabinieri, Automobile Club e il Miur E stato prorogato fino al 27 marzo il termine per iscriversi al Meeting over 14. DownLOAD relations: che c è di nuovo,? che si svolgerà dal 6 al 9 aprile a Pracatinat. L iniziativa, promossa dai Servizi Educativi della Città e rivolta ai ragazzi dai 14 anni e agli adulti, affronta le complessità dell essere cittadini nell era digitale in un contesto di relax e divertimento. Un tema complesso, che chiama in causa figli, genitori, insegnanti, educatori e cittadini. L altra novità è la flessibilità del programma: si potranno scegliere solo due giorni (6 8 mattina) a un costo ridotto (60 euro per gli studenti, 90 per gli adulti), anziché le tre giornate in cui si svolgeranno i lavori. L evento sarà un opportunità per le giovani generazioni, perennemente connessi a Facebook e Twitter, di dire la loro su un tema coinvolgente qual è Internet e, per gli adulti (genitori, insegnanti, educatori), l occasione di confrontarsi sui cambiamenti determinati dalla rivoluzione digitale sia nei modi di apprendere, sia nei contesti educativi (casa, scuola, centri sociali, oratori). Il meeting sarà il primo momento di un percorso di progettazione per esplorare alcune ipotesi insieme ai partecipanti. Successivamente, anche attraverso gli stessi social network, si svilupperanno alcuni aspetti problematici emersi e condivisi da adulti e ragazzi. Le discussioni avviate saranno le basi su cui lavorare in iniziative successive delle Città e di Pracatinat. Le iscrizioni dovranno pervenire alla segreteria organizzativa (info per costi e scheda iscrizione: , fax ; E previsto un servizio gratuito di trasporti da Torino a Pracatinat e ritorno, solo su prenotazione. Mariella Continisio Sequestrata merce contraffatta Questa mattina gli Agenti del Nucleo di Polizia municipale del quartiere San Paolo Cenisia - Cit Turin hanno sequestrato sul mercato di piazza Benefica decine di paia di scarpe e numerosi giubbotti invernali e estivi con marchi contraffatti. In contemporanea i Vigili della Sezione Nizza - Lingotto - Mirafiori hanno sequestrato capi di abbigliamento e accessori di marchi famosi falsificati, dopo aver fermato un automobile guidata da un cittadino senegalese. L uomo, dopo accertamenti,è risultato essere presente sul territorio italiano in clandestinità ed è stato denunciato all Autorità Giudiziaria. (gs)

14 Pagina 4 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 L attrice Chiara Francini è madrina d eccezione: battezzerà l evento e ne sarà protagonista per l intera settimana sino al 25 aprile Da Sodoma a Hollywood numero 27 Il 19 aprile si aprirà la 27a edizione del Torino GLBT Film Festival Da Sodoma a Hollywood con Chiara Francini madrina d eccezione che battezzerà l evento cinematografico e ne sarà protagonista per l intera settimana sino al 25 aprile. L attrice fiorentina, rivelazione dell'anno alla 68a edizione della Mostra Internazionale d Arte Cinematografica di Venezia con il Premio Biraghi, è tra i nuovi volti del cinema italiano e presto la vedremo nel nuovo film dei fratelli Vanzina, Buona giornata. A Torino avrà un doppio ruolo: sarà madrina dell intera manifestazione e farà parte della giuria del Concorso lungometraggi. Ho sempre seguito con attenzione ha dichiarato Francini - il Festival e le sue proposte cinematografiche. I miei amici gay che lo hanno frequentato ne hanno sempre detto un gran bene. Ora finalmente potrò partecipare in prima persona e godermi una settimana di cinema fuori dagli schemi. Un rapporto quello con i gay che l attrice ha avuto sempre molto vicino tant è che uno dei film che l ha lanciata è stato Un altro pianeta (2008) di Stefano Tummolini. Dentro di me, anche se sono toscana, mi sento un gay napoletano maschio. E ho nei confronti dei gay un trasporto vero, una corrispondenza d amorosi sensi. Credo, ricambiato. Ho tanti amici gay che mi hanno accompagnato nel mio percorso di crescita, anche come attrice ha ricordato la Francini, che non esita a dichiarare come in Italia al riguardo ci sia ancora molta strada da fare. Siamo nell era paleolitica ha sottolineato la Francini, l influsso del Vaticano è troppo ingombrante. Soprattutto quando sono via, a Londra o a Los Angeles, la differenza salta subito agli occhi. Ad esempio il mio fidanzato è svedese e ho scoperto che la vescova della sua città è lesbica,sposata con una donna, ma nessuno si è mai permesso di obiettare nulla. Ho anche amici, in coppia da anni, che sono andati all estero per sposarsi esasperati dal fatto che non potessero coronare il loro amore in Italia. La condizione dei gay qui da noi è considerata un eccezione, un fatto stravagante e se ne ha un immagine deformata, parziale, a volte anche ridicola. All estero è considerata una cosa normale, come è ovvio che sia. Intanto il cinema si schiera contro il bullismo nelle scuole. Mentre in Irlanda Colin Farrel presta il proprio volto e la propria popolarità aderendo alla campagna contro il bullismo omofobico organizzata da "Belong To", anche il Torino GLBT Film Festival "Da Sodoma a Hollywood" (19 25 aprile) partecipa alla "Giornata del silenzio", fissata per il prossimo 20 aprile, con la serata Bullismo, al centro del bersaglio. La "Giornata del silenzio" è da diciassette anni, in aprile, un appuntamento imprescindibile nelle scuole medie e superiori degli Stati Uniti ed è dedicata alla sensibilizzazione sul tema del "bullismo omofobico". Il Festival partecipa simbolicamente a questa importante iniziativa organizzando per la serata del 20 aprile, in contemporanea con gli Stati Uniti e durante il GLBT Film Festival, una serie di proiezioni che affrontano la difficile problematica del sempre più crescente numero di ragazzi che dichiara la propria omosessualità prima dei quattordici anni ed è, per questo, soggetto a forme di discriminazione e violenza. Gino Strippoli Raccontami gli eventi e le curiosità "Raccontami" percorsi d'arte e cultura a Torino è il nuovo ciclo d' incontri organizzato dall'associazione Outsider in collaborazione con Motore di Ricerca della Città di Torino per scoprire gli eventi, le mostre e tutte le curiosità che rendono Torino una città unica e speciale. Quest'anno da marzo ad aprile è previsto un nuovo percorso di tre giorni, aperto a tutti, che ruota intorno al curioso mondo dei cartoni animati della Warner Bros. L'iniziativa propone venerdì 23 marzo, dalle 10 alle 12, una introduzione sul tema dei cartoons intitolato "That's all folks"; venerdì 30 marzo, alle 10, la visita al Museo del Cinema e venerdì 6 aprile, dalle 10 alle 12, la rielaborazione ed il racconto dell'esperienza. Gli incontri si svolgeranno presso l'associazione Outsider, in via Cottolengo, 12. Le iscrizione stanno per chiudere pertanto gi interessati si affrettino a prenotasi telefonando allo

15 Anno 6, n. 57 (1164) - mercoledì 21 marzo Edizione delle ore 18,30 Pagina 5 Premio Punto Acqua Smat ad A come Ambiente Cade regolarmente ogni 22 marzo la giornata mondiale dell'acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite. L'acqua è fonte di vita e di sopravivenza e anche se all'apparenza sembra inesauribile, purtroppo è sempre più rara e preziosa. Per festeggiare questa fondamentale risorsa il gruppo SMAT di Torino ha organizzato, in collaborazione con Cineambiente, il Premio Punto Acqua Smat Il premio sarà assegnato domani alle 10 al cinema Massimo di via Verdi, 18 a tre Comuni, uno per gruppo ripartito sulla base del numero di abitanti, che hanno maggiormente utilizzato il Punto Acqua Smat installato sul proprio territorio. Il Museo A come Ambiente, che ospita nel suo giardino la prima fontana frizzantina Smat della città di Torino, si è distinto per l'utilizzo del chiosco conseguendo il premio per la sezione dei comuni oltre i abitanti. A ritirare il premio sarà l assessore Enzo Lavolta, presidente del Museo. Durante l evento, le scuole che hanno prodotto elaborati e percorsi didattici sull'acqua potranno presentare i propri lavori. Inoltre nel corso della manifestazione sarà presentata ufficialmente la Carta d'identità dell'acqua di Torino: il documento contiene i valori medi dei parametri più significativi dell'acqua di rete. La campagna dell'acqua intende infatti sottolineare ulteriormente la sicurezza e la qualità dell'acqua del rubinetto, quale risorsa a Km0, economica e di tutti. (pc) Un girotondo contro l indifferenza e il razzismo Uno dei tre premi al Museo A come Ambiente, a ritirarlo sarà Enzo Lavolta Migliaia di mani si sono intrecciate questa mattina per lanciare un messaggio di pace e di speranza. Anche Torino, nella ricorrenza della Giornata Mondiale contro il Razzismo e in concomitanza con altre 34 città Italiane, ha organizzato la prima Catena Umana per testimoniare l impegno contro tutti i tipi di razzismo, di discriminazioni, siano esse fondate sull origine etnica, sul genere, sull orientamento sessuale, sull età o sulla religione. Un variegato popolo anti-razzista fatto di studenti, insegnanti, rappresentanti di istituzioni, enti e associazioni, semplici cittadini e cittadine si sono presi per mano e hanno circondato, in un simbolico abbraccio, la Mole Antonelliana, per manifestare pubblicamente il rifiuto del razzismo e della xenofobia. Proprio per sottolineare l importanza di questi diritti, l assessore alle Pari Opportunità della Città, Mariacristina Spinosa, ha letto l articolo 21 della Carta Europea dei diritti fondamentali. Inoltre l assessore nel suo intervento, oltre a portare il saluto della Città ha dichiarato che è necessario parlare di diritti, per dire no a tutti i razzismi ed è fondamentale l'integrazione, che però non va banalizzata ma costruita giorno per giorno con il contributo di tutti''. Una mattinata intensa animata da canti, poesie, letture di articoli tratti dalle principali normative in materia di diritti, sono stati la testimonianza e l impegno di Torino contro tutte le discriminazioni. Piera Villata Alcuni momenti della manifestazione. Sopra, Mariacristina Spinosa Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Rossella Alemanno, Eliana Bert, Paola Ceresa, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata.

16

17 Anno 6, n. 58 (1165) - giovedì 22 marzo Edizione delle ore 18,45 Anno 6, n. 58 (1165) - giovedì 22 marzo Edizione delle ore 18,45 Un tema strategico e di grande attualità quello delle ex-municipalizzate affrontato in un seminario organizzato da Equiter e Torino Nord Ovest Quale futuro per le multiutility? Questa mattina, nella Sala Congressi di Intesa San Paolo, si è svolto un seminario - organizzato da Equiter e TorinoNordOvest - sul futuro delle multiutility. All incontro, introdotto da Giuseppe Berta (Università Bocconi Torino Nord Ovest) e da Sandro Baraggioni (Antilia Torino Nord-Ovest), hanno partecipato Piero Fassino, Sindaco della Città, Andrea Beltratti, presidente del Consiglio di Gestione Intesa San Paolo e Daniele Manca, Assessore al Bilancio di Milano. SEGUE A PAGINA 2 Digital experience, a Torino il festival dell innovazione Una ridefinizione delle regole d ingaggio con il modo delle imprese è necessaria, per trovare nuove modalità di collaborazione. Penso che nel nostro territorio esistano competenze poco visibili, aziende innovative che hanno deciso di investire su se stesse e sull ambiente imprenditoriale che rappresentano. Sono questi i principali interlocutori del Progetto Torino Smart City, che renderemo visibili attraverso una serie di iniziative promosse dalla Fondazione Tsc a partire dalla fine di maggio. L assessore Enzo Lavolta, durante la presentazione del Digital Experience Festival, che si è svolta questa mattina al Circolo dei Lettori, ha così commentato la collaborazione tra Città di Torino, Fondazione Torino Smart city e Seat pagine Gialle che porterà alla realizzazione della 3 edizione del Digital Experience Festival a Torino. Il Digital Festival sarà collocato all interno del Festival Le Città Visibili Smart Festival, iniziativa che animerà dal 24 maggio al 5 giugno (Giornata Mondiale per l Ambiente) la città di Torino e rappresenterà una vetrina importante dell innovazione, con il territorio piemontese in pole position per la qualità delle sue start up e della ricerca. Il Digital è un importante appuntamento migrato a Torino da Milano, dove si sono svolte le prime due edizioni, ideato e promosso dall associazione culturale Luoghi di Relazione, con il fondamentale contributo di Seat Pagine Gialle. Guardavamo da tempo a Torino come a una città estremamente ricettiva ai temi dell innovazione e della cultura digitale, sottolinea Sergio Poma, dg dell associazione. Grazie a relazioni sul territorio abbiamo iniziato a sondare alcuni mesi or sono la possibilità di portare il Digital E- xperience Festival a Torino e l entusiasmo che abbiamo riscontrato, oltre all impegno e alla disponibilità concreta di Istituzioni come la Città e la Camera di Commercio di Torino e di aziende come Seat Pagine Gialle, ci ha convinto che eravamo sulla giusta strada. Il Digital affronta il tema SEGUE A PAGINA 2

18 Pagina 2 Anno 6, n. 58 (1165) - giovedì 22 marzo Edizione delle ore 18,45 Nel nostro Paese continua a mancare un soggetto industriale di livello nazionale in grado di integrare le migliori esperienze Quale futuro per le multiutility? (dalla prima pagina) Un tema strategico e di grande attualità quello delle exmunicipalizzate, società che oggi rappresentano una realtà industriale importante. Non bisogna però dimenticare che, nonostante il vasto processo di riconfigurazione che ha interessato le aziende pubbliche e la nascita di realtà multibusiness di livello regionale e sovraregionale, continua a mancare nel nostro Paese un soggetto industriale di livello nazionale in grado di integrare le migliori esperienze. Accanto ai grandi operatori nazionali Eni, Enel e Edison, che da tempo hanno impostato una strategia multi-business, con una consolidata presenza anche sui mercati internazionali, si collocano quattro aziende A2A, Hera, Iren e Acea leader per fatturato, dimensioni e presenza sul territorio che, tuttavia, come ha sintetizzato il sindaco Fassino: sono troppo piccole per essere Un patrimonio il rapporto col territorio Le multiutility più importanti nel panorama nazionale, ovvero la lombarda A2A, l emiliana Hera, la laziale ACEA ed IREN che ha al suo interno le città di Torino, Genova, Parma, Piacenza e Reggio Emilia hanno dimensioni che, e può sembrare un paradosso, sono troppo grandi per essere piccole e troppo piccole per essere grandi, e c è quindi l esigenza di ripensare alla loro collocazione sul mercato ed alle dimensioni necessarie per operare in modo competitivo utilizzando il grande patrimonio di know how e le capacità tecnologiche che possiedono. L'aggregazione delle multiutility è un progetto di politica industriale di rilievo nazionale, e non si può rischiare di diventare un territorio di caccia per società di altri paesi europei che i processi di aggregazione li hanno fatti e sono quindi molto più grandi delle nostre. Si deve quindi procedere e decidere se puntare a fusioni globali o per business, ma senza perdere il rapporto con il territorio che è un patrimonio vero di queste società di servizi. Un esempio dei vantaggi possibili sarebbe la costituzione tra IREN, HERA e A2A di un grande soggetto per lo smaltimento ed il trattamento dei rifiuti: sarebbe il primo in Italia ed il terzo in Europa. Piero Fassino grandi e troppo grandi per essere piccole. Da qui la necessità di creare nuovi soggetti di più grandi dimensioni in grado di competere sul mercato Europeo, dove già molte aziende hanno realizzato significative aggregazioni. Eliana Bert Digital experience, a Torino il festival dell innovazione (segue dalla prima pagina) dell influenza delle tecnologie digitali sulla vita delle persone, influenza positiva in termini di qualità della vita e di nuove opportunità di lavoro e in termini di sviluppo economico e sociale del territorio. Un osservatorio, dunque, su scala nazionale, indagato attraverso la declinazione di quattro filoni d indagine: Digital for Business, ovvero il rapporto tra nuove tecnologie e impresa, Digital for Job, l impatto del digitale sul mondo del lavoro, Digital for Creativity, l applicazione delle nuove tecnologie nel mondo dei creativi, e Digital for People, oc- casioni d incontro rivolti al grande pubblico. Tra gli appuntamenti da segnalare, Create 24, una gara creativa basata su un tema svelato soltanto all inizio della competizione: i partecipanti hanno 24 ore di tempo per declinare in modo creativo il tema prescelto, attraverso l uso di strumenti digitali. E Job Matching, una giornata di incontri tra offerta e richiesta di competenze digitali. Le Città Visibili ha concluso Enzo Lavolta sarà un grande momento di comunicazione e disseminazione culturale legato al tema delle Smart city, uno degli obiettivi è la sollecitazione dello sviluppo di una smartcitizenship diffusa, attraverso l innesco di un processo culturale che possa diffondere e sedimentare buone pratiche legate alla sostenibilità, l Ict, l innovazione e la ricerca. Renderemo visibile le eccellenze spesso invisibili che contraddistinguono il tessuto produttivo, culturale ed economico della Città, valorizzando le tante esperienze intelligenti che crescono lontano dai riflettori. E costruiremo un modello vivibile della città, raccontando per la prima volta attraverso un evento culturale il nuovo progetto di città che perseguiamo. Mauro Marras

19 Anno 6, n. 58 (1165) - giovedì 22 marzo Edizione delle ore 18,45 Pagina 3 Cascina Fossata, bando in scadenza Mancano cinque giorni alla scadenza per la manifestazione d interesse a eseguire progetti di riqualificazione nella cascina Fossata in Borgata Vittoria, ma già filtra la notizia che il bando approvato dalla Giunta comunale il 22 dicembre scorso sta riscuotendo un buon interesse da parte di operatori del no profit. Buon segno, secondo l assessore all urbanistica Ilda Curti, che questa mattina ha incontrato, in Sala Carpanini, i commissari di Palazzo Civico della seconda e quarta Commissione, impegnati ad approvare il licenziamento per la Sala Rossa di una mozione presentata dal consigliere Enzo Liardo l autunno scorso al fine di sollecitare interventi di bonifica e contrastare lo stato di abbandono di quel contesto, attiguo peraltro a un plesso di scuola elementare. Dopo la scadenza di martedì prossimo dunque, la commissione giudicatrice indicherà il nome dell organizzazione che potrà finalmente restituire l immobile a funzioni di nuova generazione, La Cascina Fossata (Foto CittAgorà) ovvero promuovere iniziative di agricoltura urbana e di housing sociale. L attuale proprietario il 23 dicembre ha firmato davanti al notaio un rogito attraverso il quale si impegna a cedere gratuitamente, pulita e in uno stato decoroso, la struttura a chi si impegnerà nell intervento di riqualificazione. Si profila quindi un futuro alquanto prossimo dove il degrado sarà sconfitto da un prototipo innovativo di sostenibilità ambientale e sociale e, al quale, Palazzo Civico guarda con grande attenzione. Siatene certi, ha detto in sostanza l assessore Curti in conclusione, i bimbi della Franchetti, all avvio del prossimo anno scolastico, vedranno fiduciosi - al posto della fatiscenza di oggi - le staccionate di un cantiere al di là del quale saranno impegnati muratori operosi. Gianni Ferrero Gli operatori no profit hanno ancora cinque giorni per manifestare il proprio interesse ad eseguire lavori di riqualificazione dell immobile Smat festeggia la giornata mondiale dell acqua Smat, la società multiutility di gestione dell acquedotto di Torino, ha scelto la Giornata mondiale dell acqua, che si celebra oggi, per premiare i comuni più virtuosi e per presentare la Carta d Identità dell acqua di Torino, il documento che contiene i valori medi dei parametri più significativi dell acqua di rete. Giunto alla seconda edizione, il premio Punto Acqua Smat premia i comuni il cui Punto Acqua abbia registrato la maggiore quantità di litri erogati nell anno Quest anno i premi sono andati a Buriasco, San Maurizio Canavese e al Museo A come Ambiente. Nel corso della premiazione, questa mattina al cinema Massimo, le Foto G. Mariotti scuole che hanno fatto un percorso didattico sul tema del risparmio idrico hanno presentato i loro lavori. Alla cerimonia hanno partecipato gli assessori all Ambiente di Regione, Provincia e Comune. L assessore Enzo Lavolta ha ritirato il premio per il Museo A Come Ambiente, in qualità di presidente del Museo, insieme al direttore Carlo Degiacomi. Scopo di Smat è di valorizzare l acqua di rete e ridurre il consumo in bottiglia che ha un impatto ambientale notevole per la quantità di plastica da riciclare, per la produzione di imballaggi e per l impatto del trasporto. Consumare l acqua del rubinetto significa dunque avere una particolare attenzione all ambiente. Oggi i Punti Acqua Smat sono 61. Nel 2011 erano 56 e hanno erogato quasi 26 milioni di litri d acqua naturale e gasata. L uso dell acqua di rete aha permesso un risparmio di 17 milioni di bottiglie in plastica, pari a 516mila kg di plastica e a una riduzione di CO2 di oltre 6mila tonnellate. (mm)

20 Pagina 4 Anno 6, n. 58 (1165) - giovedì 22 marzo Edizione delle ore 18,45 Il preside della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali festeggiato oggi nell aula magna dell Università in occasione del suo 70esimo compleanno Buon Compleanno, professor Conte! Questa mattina hanno lasciato per un paio d ore gli algoritmi e le equazioni, le derivate e le funzioni, per festeggiare il settantesimo compleanno di Alberto Conte, preside della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali. Nessun posto nell aula magna dell Università, in via Po, era libero. Chiamati a Torino per una sessione di fini ragionamenti sulla geometria delle varietà algebriche, i matematici di diversi atenei europei proseguiranno i lavori fino a domani sera al Dipartimento di biologia di via Accademia Albertina. In platea molte le teste brizzolate di professori e le zazzere di giovani studenti che non hanno voluto mancare di far sentire l affetto della comunità universitaria torinese, accanto ai rappresentanti delle istituzioni in primis il sindaco Fassino, - al chiarissimo divulgatore. Allievo di Alessandro Terracini e Davide De Maria, Conte si è laureato in matematica nel 1965 all Università di Torino, divenendo ben presto assistente, quindi professore incaricato dal 1967 e ordinario di geometria dal È stato inoltre presidente dell'unione matematica italiana dal 1994 al 2000 ed è membro dell'accademia delle Scienze. Vice rettore e prorettore vicario, Conte è stato inoltre vicepresidente della Fondazione Teatro Regio dal 1996 al A ricordare la comune affinità politica e l impegno civile è stato il sindaco Fassino, amico di Conte da oltre quarant anni: Non parlo di Alberto come matematico, non mi competerebbe. Ricordo l impegno in Consiglio comunale, dal 85 al 90 in una stagione di temperie politica anticipatrice della trasformazione della città che sarebbe venuta negli anni a seguire. Ho apprezzato la sua saggezza, la straordinaria cortesia, il garbo, tenace sui principi personali è sempre rispettoso delle opinioni altrui. Marco Gilli, neorettore del Politecnico, che ha detto di apprezzare come Università e Ateneo di corso Duca degli Abruzzi collaborino da tempo facendo di Torino una straordinaria città universi- Shopping di Primavera il 15 aprile Shopping di Primavera Vetrine Fiorite è l iniziativa promossa dall Associazione Commercianti Tripoli Stadio Olimpico che si svolgerà domenica 15 aprile nell area compresa tra piazza Montanari, via Boston (da via Tripoli a corso Agnelli), via San Marino (da via Gorizia a corso Agnelli)-.La manifestazione, oltre alla promozione commerciale, si pone come obiettivo la riqualificazione del territorio cercando di favorire l aggregazione sociale. Infatti, oltre l attività di vendita che vedrà la partecipazione di 80 operatori tra commercianti, produttori agricoli e artigiani, l iniziativa prevede anche dei momenti a carattere culturale e sociale con protagonisti le scuole della zona e le associazioni di volontariato. Le vie e le vetrine saranno allestite e abbellite con addobbi floreali dagli stessi commercianti. (G.Str.) taria di levatura internazionale, ha detto che per lui le porte del Politecnico resteranno sempre aperte. Diversi e brillanti, non scevri da comicità, i messaggi di allievi notissimi letti in aula magna, come quello Piergiorgio Odifreddi, impegnato in queste settimane oltre Atlantico o del cugino cantautore Paolo Conte, con cui condivide i natali astigiani. Odifreddi ha sottolineato come, trasferendosi a Torino appena diplomato all istituto per geometri di Cuneo dov era compagno di Flavio Briatore, l Università grazie a Conte gli abbia aperto orizzonti culturali inimmaginabili per un giovane di provincia. L illustre cugino ha voluto invece ricordare come ragazzo, pur di fede milanista, trascorresse volentieri le domeniche insieme ad Alberto e al nonno Geppe al vecchio Filadelfia ad assistere alle prodezze calcistiche di Guglielmo Gabetto perennemente con la maglietta fuori dai calzoni. E, in chiusura di messaggio il divertissement che ha strappato l'applauso corale: Me lo devi sempre raccontare caro Alberto con quale criterio matematico sul disco della roulette sono stati sparpagliati proprio e solo quei 37 numeri. Il professor Conte è autore di oltre un centinaio di pubblicazioni e ricopre attualmente l incarico di direttore delle collane scientifiche della Bollati Boringhieri. Nel 2000 è stato insignito della Medaglia d'oro dei benemeriti della scienza e della cultura dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi Gianni Ferrero

Il Bilancio Consolidato della Città di Torino

Il Bilancio Consolidato della Città di Torino Il Bilancio Consolidato della Città di Torino Renzo Mora, Claudia Garino, Stefania Maranetto, Stefania Scarpulla Torino, 20 marzo 2012 Master in Management delle Aziende Ospedaliere e Sanitarie Locali

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 28 luglio 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 28 luglio 2015 Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 03292/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Innovazione e Sviluppo Aree Pubbliche - Sanità amministrativa GC 0 CITTÀ DI TORINO

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 dicembre

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 107 Seduta del 11/06/2012 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2

Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2 Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 15 dicembre 2012

Dettagli

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi conferenza stampa TORINO fa SCUOLA Urban Center Metropolitano, 27 maggio 2015 un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi Il rinnovamento della

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 31 maggio 2016

Dettagli

Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti. Torino 21 marzo 2012

Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti. Torino 21 marzo 2012 Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti Torino 21 marzo 2012 NORMATIVA EUROPEA Regolamento CE 1774/2002 che vieta l impiego degli oli esausti nell alimentazione animale

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica

Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica Referendum del 2 Giug 1945 Il voto alle donne Le donne elette all assemblea costituente Il ruolo delle donne nella

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Articolo 1 Finalità. Articolo 2 Azioni e funzioni del Garante

Articolo 1 Finalità. Articolo 2 Azioni e funzioni del Garante 73 Articolo 1 Finalità LEGGE REGIONALE 16 marzo 2007 n. 9 Disciplina dell Ufficio del Garante regionale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza (Bollettino Ufficiale 28 marzo 2007 n. 7, parte prima)

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (modificato con delibera di C.C. n. 77 del 26.10.2015) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 PRINCIPI L Amministrazione

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2014 03604/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti MP 1/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 18 marzo 2014 Convocata la Giunta presieduta dal Vicesindaco Elide TISI,

Dettagli

Vice Direzione Generale Gabinetto del Sindaco e Servizi Culturali 2007 00178/026 SETTORE MUSEI /GP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Vice Direzione Generale Gabinetto del Sindaco e Servizi Culturali 2007 00178/026 SETTORE MUSEI /GP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Vice Direzione Generale Gabinetto del Sindaco e Servizi Culturali 2007 00178/026 SETTORE MUSEI /GP 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 23 gennaio 2007 OGGETTO: COSTITUZIONE NUOVO ISTITUTO

Dettagli

La RIQUALIFICAZIONE URBANA

La RIQUALIFICAZIONE URBANA La RIQUALIFICAZIONE URBANA Due esperienze sul territorio torinese Alessia Gianoncelli Erica Melano Marco Rappazzo URBAN2 a Mirafiori Nord CONTRATTO di QUARTIERE in via Arquata Programmi di riqualificazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI PERCORSI DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ Anno scolastico 2007/2008 L educazione alla legalità ha trovato spazio nella progettazione della scuola secondaria di

Dettagli

VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO

VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 8 ottobre 2013 Convocata

Dettagli

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE All attenzione del Dirigente Scolastico del Liceo Classico Adolfo Pansini, prof. Salvatore Pace Oggetto: Progetto Scriviamo... CAMBIAMO Introduzione Il sottoscritto, Salvatore Salzano, Presidente Nazionale

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

LA CASA DI NONNA ITALIA

LA CASA DI NONNA ITALIA dai 9 anni SERIE BLU scuola primaria LA CASA DI NONNA ITALIA UN RACCONTO SULLA COSTITUZIONE AUTORE: P. Valente SCHEDE DIDATTICHE: P. Valente ILLUSTRAZIONI: M. Bizzi PAGINE: 128 PREZZO: 7,50 ISBN: 978-88-472-1409-5

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE IL E IL SERVIZIO CIVILE POSITION PAPER Approvato dall assemblea del 14-15 Dicembre 2013 INTRODUZIONE Il Forum Nazionale dei Giovani nella transizione italiana Il Forum Nazionale dei Giovani ha, in questi

Dettagli

RECENSIONE DEL DOCUMENTARIO HOME

RECENSIONE DEL DOCUMENTARIO HOME RECENSIONE DEL DOCUMENTARIO HOME Il giorno 12 dicembre 2013, insieme alla mia classe, mi sono recato nell aula della 3 E per la visione del documentario Home. Inizialmente credevo che fosse uno di quei

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di Polverara Provincia di Padova Consiglio Comunale dei Ragazzi Premessa La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia (28.11.89) ratificata a tutt'oggi da ben 191 paesi, racchiude

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 5 aprile 2016

Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 5 aprile 2016 Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 5 aprile 2016 Convocata la Giunta presieduta dal Sindaco Piero Franco Rodolfo FASSINO, sono presenti gli Assessori:

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

La scuola e il mondo del lavoro:

La scuola e il mondo del lavoro: QUANDO LA FIABA DIVENTA REALTÀ Chi cammina da solo arriva primo. Chi cammina insieme agli altri arriva lontano. Padre Botta Cristina Aiuti La prima fase dell iniziativa del Collegio Un idea per l EUR,

Dettagli

COMUNE DI PARMA SEGRETERIA GENERALE

COMUNE DI PARMA SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI PARMA SEGRETERIA GENERALE DELIBERAZIONE N. GC-2015-388 18/12/2015 DELLA GIUNTA COMUNALE IN DATA L anno 2015, questo giorno Diciotto (18) del mese di Dicembre alle ore 13:50 in Parma si è riunita

Dettagli

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE MC.DEC/7/14/Corr.1 1 Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Consiglio dei ministri Basilea 2014 ITALIAN Original: ENGLISH Secondo giorno della ventunesima Riunione Giornale MC(21)

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 marzo 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 marzo 2015 Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01168/130 Area Adolescenti, Giovani e Pari Opportunità Servizio Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GC 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 28 luglio 2015 Convocata la Giunta presieduta dal

Dettagli

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI ORIGINI Dopo l approvazione della proposta della città di Almeria per il recupero del suo centro storico, nel giugno del 2008, nel contesto

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 dicembre 2014 Convocata la Giunta presieduta

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 4 agosto 2015 Convocata la Giunta

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 9 febbraio 2016 Convocata la Giunta presieduta dal Vicesindaco Elide TISI,

Dettagli

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014 www.lorenapesaresi.eu Il PD nel PSE per l Europa Lavoro. Il PSE vuole una nuova politica industriale, la promozione di tecnologie verdi e tutele per i lavoratori; rilancio

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 31 marzo 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 31 marzo 2015 Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 01337/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Innovazione e Sviluppo Aree Pubbliche Sanità Amministrativa GC 4 CITTÀ DI TORINO

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

08-MAR-2013. www.coobiz.it

08-MAR-2013. www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.freeonline.org 04-APR-2013 www.avedisco.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 18-APR-2013 www.lodinotizie.it Nelle scuole primarie

Dettagli

Gamberame Nord Vaiano, Prato

Gamberame Nord Vaiano, Prato Gamberame Nord Vaiano, Prato NON FAR SCORRERE L ACQUA INUTILMENTE L IMPIANTO IDROELETTRICO DI GAMBERAME E IL SUO GIARDINO DELLE RINNOVABILI Roberto Gualtieri - presidente di H2E srl In questi periodi dove

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni AIC Contro le povertà, agire insieme L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni Ottobre 2008 Quaderno n 12 Sommario Introduzione Utilità del metodo sistemico per risolvere un problema ricorrente

Dettagli

Cosa sono i Global Goals?

Cosa sono i Global Goals? Cosa sono i Global Goals? I Global Goals conosciuti anche con il nome di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) sono 17 obiettivi contenuti in un grande piano d azione su cui

Dettagli

Premiazioni alunni del Rapisardi : menzione speciale nel Progettare una Smart city. Gli studenti consegnano una lettera al Sindaco

Premiazioni alunni del Rapisardi : menzione speciale nel Progettare una Smart city. Gli studenti consegnano una lettera al Sindaco Premiazioni alunni del Rapisardi : menzione speciale nel Progettare una Smart city. Gli studenti consegnano una lettera al Sindaco CALTANISSETTA Si è svolta ieri, nel Foyer del Teatro regina Margherita,

Dettagli

Comune di Paduli Provincia di Benevento

Comune di Paduli Provincia di Benevento Comune di Paduli Provincia di Benevento Regolamento di funzionamento del Forum dei giovani di Paduli (BN) per la partecipazione giovanile, in attuazione della carta europea della partecipazione dei giovani

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking,

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking, Presentazione Apertura centro antiviolenza Catia Doriana Bellini di Perugia Perugia, Palazzo dei Priori - Sala dei Notari Giovedì 6 marzo 2014 ore 17.30 Intervento introduttivo Lorena Pesaresi Assessore

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 17 novembre 2015 Convocata la Giunta presieduta dal Sindaco Piero

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO La percezione del cambiamento della città negli ultimi vent anni IDENTITÀ GRAFICA: NOODLES Copertina: Ottobre 2015 Un progetto a cura di: Indagine realizzata da:

Dettagli

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Il 6 dicembre 2013, grazie alla collaborazione tra il Liceo Scientifico G. Galilei e L Associazione AMU-Azione per un Mondo Unito

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

IL MEZZOGIORNO PER L EUROPA

IL MEZZOGIORNO PER L EUROPA ROMA, 26 GENNAIO 2011 IL MEZZOGIORNO PER L EUROPA Nel corso del Vertice Euro del 26 ottobre 2011 l Italia ha assunto formalmente l impegno di accelerare e riqualificare l utilizzo dei Fondi Comunitari

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile.

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. C.C. n. 12 del 14/04/2010 Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. Il Sindaco-Presidente riferisce che: 1. nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato

Dettagli

The Environmental Technologies Eve

The Environmental Technologies Eve The Environmental Technologies Eve Milano, 24-27 gennaio 2006 24-27 gennaio 2006 Aria di rinnovamento a TAU, che diventa INTERNATIONAL Da quest anno la mostra si presenta completamente rinnovata: nuova

Dettagli

CITTADINANZA e COSTITUZIONE

CITTADINANZA e COSTITUZIONE CITTADINANZA e COSTITUZIONE I Classe UdA interdisciplinare : (Ed. all Affettività ed Ed. alla Cittadinanza) Stiamo insieme -La famiglia e la scuola: norme, regole/ Freschi e puliti : regole per una corretta

Dettagli

VDG Servizi Amministrativi 2013 01502/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali MP 3 CITTÀ DI TORINO

VDG Servizi Amministrativi 2013 01502/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali MP 3 CITTÀ DI TORINO VDG Servizi Amministrativi 2013 01502/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali MP 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 aprile 2013 Convocata

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2011

BILANCIO SOCIALE 2011 BILANCIO SOCIALE 2011 Estratto del Bilancio Sociale 2011 1 Il Consorzio Farsi Prossimo è costituito da 11 cooperative sociali (al 31/12/2011), che operano sul territorio della Diocesi di Milano, unite

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 26 novembre 2013 Convocata

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 20 gennaio

Dettagli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli ORIENTARE GLI ORIENTATORI di Andrea Cammelli N egli ultimi anni abbiamo cominciato ad occuparci sempre più spesso di orientamento, portando la preziosa esperienza accumulata dal Consorzio Interuniversitario

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: BIO-logica-MENTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione Culturale [E] 04- Educazione al cibo OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

IO GIOCO CON LEALTA UN PROGETTO DIDATTICO SPORTIVO

IO GIOCO CON LEALTA UN PROGETTO DIDATTICO SPORTIVO PRESENTANO IO GIOCO CON LEALTA UN PROGETTO DIDATTICO SPORTIVO Motivazioni Perché questo progetto Da una rapida analisi del rapporto tra società, dinamiche comportamentali e discipline sportive emerge chiaramente

Dettagli

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Un caso di successo e integrazione tra passione e rapporto col territorio Mariamargherita Scotti Fondazione Piaggio Breve

Dettagli

SMART MEETINGS. Incontri per capire come sarà la città del futuro

SMART MEETINGS. Incontri per capire come sarà la città del futuro SMART MEETINGS Incontri per capire come sarà la città del futuro Progetto promosso da Assessorato alla Cultura, Creatività, Innovazione e Smart City In collaborazione con Assessorato all Urbanistica, Urban

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

"In Testa ai miei pensieri"

In Testa ai miei pensieri "In Testa ai miei pensieri" Documento tecnico e proposte operative per l adolescenza a Bologna documento cittadino Premessa Il presente documento è il frutto del confronto che si è avviato all interno

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n 45 del 09/04/2011 Oggetto: PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ENERGETICA PROPOSTA DA WASTE RECYCLING PER

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 02994/033 Servizio Suolo e Parcheggi MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 02994/033 Servizio Suolo e Parcheggi MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 02994/033 Servizio Suolo e Parcheggi MP 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 14 luglio 2015 Convocata la Giunta presieduta dall Assessore Stefano

Dettagli