(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Gargano, Maggioni; sono presenti n. 39 consiglieri).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Gargano, Maggioni; sono presenti n. 39 consiglieri)."

Transcript

1 Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: adozione del programma intergrato di intervento relativo al comparto ABB SACE, compreso tra le vie Baioni, Pinetti, Crescenzi, Pescaria (Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Gargano, Maggioni; sono presenti n. 39 consiglieri). PRESIDENTE: Prima di dare la parola all Assessore, mi è pervenuta richiesta di sospensiva, ai sensi dell art. 53, comma 2, presentata dal consigliere Belotti, quindi, sempre per lo stesso articolo, comma 5, possono parlare oltre al proponente un consigliere a favore e due consiglieri contro la questione sospensiva, e poi in base alla votazione si prosegue. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Noi avevamo già annunciato in sede di Commissione una richiesta di sospensione dell iter riguardante l ex SACE. La nostra è una proposta che non vuole danneggiare la SACE ma, al tempo stesso, non pregiudica il quartiere e viene incontro alle esigenze legittime dei residenti, senza compromettere l occupazione garantita dalla SACE con il suo centro ricerca. Questo elemento del centro ricerca è stato ribadito per la sua importanza più volte in sede di Commissione, quindi noi ne prendiamo atto e proprio su questo aspetto cerchiamo di fare una proposta di buonsenso. Non è una proposta ostruzionistica, è una proposta di buonsenso che si basa sul senso di partecipazione che quest Amministrazione ha sempre voluto portare avanti, e quindi di attenzione verso un movimento di residenti, serio e al tempo stesso molto partecipato, con oltre tremila firme riguardo a questo piano di intervento. La proposta fa riferimento alla normativa vigente e alla possibilità di perequare o, se vogliamo chiamarlo in un modo più semplice, di traslocare quella volumetria che il progetto ha ottenuto in qualità di premio, tra virgolette, proprio riguardo al mantenimento del centro ricerche e, quindi, del livello occupazionale. Abbiamo già visto altri casi, ad esempio per il progetto di ristrutturazione dello stadio comunale oppure per il progetto relativo allo stadio fuori Bergamo, in cui l Amministrazione comunale ha avanzato la sua offerta di 15 milioni di valore in metri cubi nella zona della Celadina o in altre zone della città, e quindi noi chiediamo che questi 15 mila metri cubi che sono stati dati in premio alla proprietà o ai presentatori del progetto del piano intervento ex SACE vengano dislocati in altra area, come previsto dalla normativa vigente. In questo modo noi riusciremmo a ottenere, come ho detto prima, due aspetti positivi. Innanzitutto si livellano le torri, perché la richiesta di traslocare i 15 mila metri cubi, ovvero circa 5 mila metri quadrati, corrisponderebbe più o meno a otto piani, infatti chiediamo che vengano portate le due torri 1

2 da dieci a sei piani e da nove a cinque piani, ottenendo un livello, come previsto dal piano regolatore, conforme alla zona circostante, al quartiere di villette e case bifamiliari della Conca Fiorita. Al tempo stesso, non vediamo quali problemi potrebbe avere la SACE o chi per essa, di fronte a un identico valore in altra area. Noi contiamo molto sul buonsenso di quest Amministrazione, sul senso di partecipazione di quest Amministrazione, e contiamo molto sui precedenti di quest Amministrazione riguardo alla perequazione. Speriamo veramente di poter vedere concesso questo premio da un altra parte. È ovvio che serve un certo lasso di tempo per trattare con i proprietari dell area e i progettisti, però non ci corre dietro nessuno; non penso che abbiamo dietro un branco di cani affamati che ci sta inseguendo, e quindi penso che qualche giorno o al massimo qualche settimana (quanto meno per sedersi responsabilmente intorno a un tavolo) li possiamo spendere, nell interesse della SACE, ma soprattutto del quartiere. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Sono a favore della sospensione. Il dito più veloce del consigliere Belotti mi ha preceduto. A nome del Gruppo Misto devo avanzare appunto una richiesta di sospensiva della delibera ABB SACE e di rinvio della stessa nel contesto del PGT per alcune motivazioni. Se mi concede qualche minuto le espongo. PRESIDENTE: Sono i cinque minuti previsti dal regolamento. Non oltre. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Non vogliamo fare una richiesta a vanvera, perché è troppo importante, soprattutto per la mancanz a di una doverosa visione globale del contesto urbano della Conca Fiorita, perché è un diritto della comunità civile vedere impostate e risolte al meglio le proprie esigenze di qualità di vita e di convivenza sociale. Vi è la necessità assoluta di riconsiderazione urbanistica, nel rispetto dei luoghi, attraverso una trattazione globale che prenda in esame contemporaneamente anche altri ambiti presenti in zona. E insensato proseguire ad approvare i PII in una forsennata corsa, procedendo all esame di interventi separati, a meno che si voglia venire incontro a famelici appetiti speculativi. E necessario valutare un ambito più vasto della sola SACE, includendo la futura conversione dello stadio, della Reggiani, della ISMES, della Zani, che potrebbero prevedere volumetrie residenziali e terziarie enormi. Conseguentemente l esame della questione paesistica e del problema delle altezze richiede ulteriori considerazioni per molti motivi. 2

3 La nostra città è tutta paesaggio storico, anche la zona della Conca Fiorita. Vogliamo tutelare i valori storici e culturali nel nostro paesaggio? Sono necessari davvero nuovi volumi a ridosso dei centri storici? Sono da tenere in conto gli effetti sociali di una nuova tipologia così lontana dalle tradizioni locali. Ora, come d abitudine, si giudica l opera di architettura, avulsa dal suo contesto, indifferente a motivazioni sociali e indistintamente collocata in qualsiasi parte della città e del territorio. La questione dei due edifici di dieci piani merita un attenzione specifica; siamo di fronte a altezze di 2,5 volte quelle previste dal PRG. In Commissione edilizia presentammo rilievi aereofotogrammitici per confrontare le quote massime del piano SACE con quello dell area Sant Agostino. Siamo quasi alla pari. Ciò è assurdo! Il danno dello sfregio paesistico è evidente e innegabile, in stridente contrasto con il bacino ambientale, oltre che con i più recenti indirizzi di tutela paesistica e architettonica nazionale, nonché con il comune buonsenso. Altro che preservazione dello skyline di città alta! La concessione di queste altezze porterebbe ineluttabilmente ad altre nocive emulazioni, con inevitabili ulteriori concessioni per qualunque edificazione futura in ogni luogo della città. Osservo ancora che l incremento delle volumetrie è concretamente pura speculazione e mercificazione della città e che il progetto comporta l aumento delle volumetrie residenziali di circa 15 mila metri cubi, con una previsione di circa 400 abitanti teorici, quindi con una densità abitativa di gran lunga superiore a quella già prevista dal PRG. Consideriamo ancora che il procedimento di esclusione della valutazione VAS per il PII ABB SACE, che è necessario secondo il DGR 6420 del 27/12/2007, sia privo di documentazione adeguata, di oggettiva dimostrazione, e non corretto (direi addirittura scorretto) per assenza (come da verbale) di alcuni componenti competenti in materia ambientale, quali rappresentanti ARPA, consorzio Parco dei Colli, rappresentanti regionali dei beni culturali non sto a nominarli tutti solo Italia Nostra, Lega Ambiente e WWF. Si dice che fanno parte della Conferenza ma non sono mai presenti, né in questa, né in quelle che abbiamo approvato in passato. Si parla di valutazione di parametri relativi ai principi inquinanti atmosferici, ai flussi di traffico, ma senza alcun riferimento metodologico oggettivo. Poi nell intervento dimostrerò che ci sono ma sono soltanto di parte. Si ignora la verifica eseguita dall operatore sull incremento di traffico previsto a causa dei circa 400 abitanti teorici in più, per l aumento residenziale degli addetti alle strutture commerciali e degli utenti. Inoltre non si tiene in alcun conto l aumento di traffico che si verificherà con la prevista risalita verso Sant Agostino, il parcheggio relativo, nonché con i futuri nuovi insediamenti cui ho già accennato. La documentazione è identica in tutti i particolari a quella di altri PII approvati o in approvazione, vedi quello dell ex ENEL, con un vero procedimento di copia incolla 3

4 PRESIDENTE: Consigliere concluda! CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Mi lasci concludere. PRESIDENTE: Il suo tempo è già finito da un pezzo, siamo andati oltre. Per favore basta! Ho spento il microfono, quindi è inutile. Avrà tutto il tempo dopo. Consigliere Corrà, Lei vuole intervenire contro la pregiudiziale? (Il consigliere Girola interviene fuori microfono). PRESIDENTE: No, non ho pazienza! E scaduto il tempo e nessuno se ne può approfittare. E spento il microfono, quindi non si registra nulla, consigliere Girola. Mi dispiace ma il mio compito è guidare il Consiglio, non farmi guidare! (Il consigliere Girola interviene nuovamente fuori microfono). PRESIDENTE: Consigliere Girola, per favore basta! CONSIGLIERE RAG. CORRÀ: Sono contrario alla sospensione. Anche l ultimo intervento di Girola mi sembra che sia solo una ripetizione di quanto già detto nella Commissione pertinente. 4

5 Di questa cosa se ne sta discutendo sulla stampa e nei dibattiti da ben sei mesi; ci sono state riunioni esaustive in III Commissione e a me che non faccio parte della III Commissione, ma che ho partecipato svariate volte, sembra che le posizioni siano state tutte ben delineate e spiegate. Non capisco l evento di stasera e per quale ragione viene chiesta la sospensione; non c è nulla di nuovo rispetto al dibattito precedente, quindi non c è un elemento che mi fa ragionare sul perché. Il discorso dell occupazione alla SACE. Io dico solo che già in passato, con un altra Amministrazione, si è impedito l ampliamento che avrebbe incrementato, o almeno mantenuto, l occupazione. Oggi la società fa una richiesta di un area per attività di ricerca a livello europeo, in un momento di grave crisi economica, dove è tremendamente importante che sia salvaguardata l occupazione, e non capisco perché si mettano di mezzo questioni che non c entrano. Per quanto riguarda il discorso dei volumi e quant altro, già se ne è discusso in III Commissione e se ne dibatterà questa sera in Consiglio, quindi si ritorna sull argomento. PRESIDENTE: I due a favore della sospensiva hanno parlato, un consigliere contro ha parlato non so la consigliera Gallone, che è iscritta, se vuole parlare contro la sospensiva, altrimenti non posso darle la parola. Non c è nessun altro che vuole intervenire, ovviamente contro la sospensiva? (Il consigliere Belotti interviene fuori microfono). PRESIDENTE: No, non può intervenire, Belotti. Lei la deve smettere di intervenire quando vuole. Ha detto la sua, adesso basta! Che poi, secondo lei, il consigliere Corrà non abbia capito è un altro paio di maniche. Pongo in votazione la questione sospensiva. Chi è favorevole alla questione sospensiva presentata dal consigliere Belotti vota a favore, chi è contrario vota contro. Si proceda alla votazione. Il Presidente mette quindi in votazione palese la richiesta di rinvio della trattazione dell'argomento in oggetto, come richiesto dal consigliere Belotti. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 1 consigliere astenuto (Amati), n. 17 voti favorevoli, n. 21 voti contrari (Aversa, Bertoli, Bonalumi, Brembilla Bruni, Corrà, Crescini, Gargano, Ghisalberti, Maggioni, Marchesi M.Carolina, Mologni, Morgano, Ongaro, Paganoni, Paparo, Riccardi, Rota, Santoro, Scanzi, Varinelli). Il Presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che la preindicata richiesta è stata respinta a maggioranza dei votanti. 5

6 (Il consigliere Belotti interviene fuori microfono). PRESIDENTE: Consigliere Belotti, lei non può intervenire quando lo ritiene opportuno. La smetta! Chiaro? (Escono dall'aula i consiglieri Amati, D'Aloia, Moro; sono presenti n. 36 consiglieri). ASSESSORE DOTT. GROSSI: Credo che con tutto quello che si è detto, scritto e anche anticipato durante il dibattito precedente su questo programma integrato di intervento valga la pena essere assolutamente schematici e, semmai, mi riserverò, in sede di replica, rispetto alle osservazioni che scaturiranno dal dibattito, di fornire qualche elemento più approfondito. Questa proposta, come voi sapete, riguarda la riconversione di un comparto produttivo posto in via Baioni, con una superficie territoriale incrementata rispetto a quella che era prevista dal piano regolatore, perché ha finito per includere anche un altra situazione produttiva obsoleta, una superficie lorda di pavimento esistente di circa 33 mila metri quadri, occupata da capannoni industriali, e un volume insistente sull area di 158 mila metri cubi. Oggi la situazione presenta una superficie coperta, pari all 83 per cento. Questo è il dato di partenza. La proposta, o meglio il progetto urbanistico, prevede una riqualificazione mediante la realizzazione di un nuovo insediamento con destinazione residenziale, terziaria e produttiva. Faccio notare che, rispetto al piano regolatore, una di queste tre destinazioni, quella produttiva, a suo tempo non era stata prevista, e costituisce un elemento di controtendenza del cui valore i Consiglieri comunali devono tenere conto. Ovviamente viene demolito tutto quello che oggi insiste su quest area, per poi realizzare (con diversi corpi di fabbrica, con diversi edifici) una superficie inferiore, per circa 3 mila metri quadri. Quindi, oltre alla riduzione volumetrica, che si attesta intorno al 30 per cento rispetto all esistente, che è un dato record della storia delle trasformazioni urbanistiche di questa città, si realizza anche una diminuzione della superficie lorda di pavimento perché ci si attesta su 30 mila metri quadri rispetto ai 33 esistenti. Questi sono due dati che dobbiamo tenere assolutamente in conto, perché è vero che esistono dei riferimenti al piano regolatore, ma esistono anche riferimenti rispetto alle situazioni di fatto, e noi sappiamo che le situazioni di fatto in questa città generalmente non sono quasi mai diminuite in tutte le vicende trasformative che sono state vissute in questo mandato, come nel precedente, all interno di questo Consiglio comunale. 6

7 La distribuzione delle diverse attività credo che sia a voi abbastanza nota. Viene mantenuta, difformemente da quello che è stato detto qualche minuto fa, la dimensione dell intervento residenziale, perché siamo esattamente in linea con quello che era previsto nel piano regolatore, e l incremento citato si scarica esclusivamente sull attività terziaria, industriale e di ricerca. Quindi il delta che è stato ricordato poco fa, di 11 mila metri quadri in termini di peso insediativo, riguarda solo l attività produttiva e non l attività residenziale. Questo è un altro elemento di cui dobbiamo tenere conto. La proposta, nelle sue caratteristiche morfologiche e urbanistiche, è ben nota, e si basa sull interpretazione coerente delle linee guida presenti nel documento approvato recentemente dal Consiglio comunale, e infatti realizza un impronta al suolo di circa il 28 per cento (quindi passiamo dalla situazione di un area coperta all 83 per cento che viene poi ricoperta solo al 28 per cento), con la realizzazione oltre che di grandi spazi di verde profondo anche di piazza, cosiddetta dura, per favorire quella tendenza, che già era stata in qualche modo sostenuta nel documento di inquadramento, e cioè la valenza di spazi pubblici in un rapporto che non deve mai essere inferiore del 50 per cento, rispetto alla superficie territoriale, di tutti gli interventi urbanistici di questa città. Voglio ricordare poi che la proposta realizza una serie di standard qualitativi: parchi-giardini, la piazza coperta, parcheggi a raso coperti; in particolare quelli coperti hanno una dimensione di circa 6 mila metri quadri, e questo vuol dire avere a disposizione un contingente importante di parcheggi coperti all interno di una situazione che oggi non è fortemente dotata. Ricordo che, come già detto prima, vengono realizzate piazze per circa 6 mila metri quadri, un asilo nido, una sala polivalente di 1200 metri quadri, così come peraltro richiesto a suo tempo dalla Circoscrizione, servizi per il culto, edilizia convenzionata all affitto, per circa 3 mila metri quadri. A tutto questo va aggiunta la risistemazione di tutto il comparto, l area del Campo Utili, secondo un progetto di riattrezzamento e di ridefinizione degli spazi, che potrà essere meglio illustrato dal mio collega Fabio Rustico, in quanto tutta la ridefinizione di questi spazi, che era peraltro un opera prevista all interno del piano delle opere pubbliche, ha seguito delle indicazioni che sono provenute dal settore di cui lui è responsabile. La questione delle altezze. Probabilmente sono obbligato a tornarci, ma voglio dire che rispetto a una proposta iniziale, che non aveva fatto i conti con una serie di misurazioni puntuali e che il processo di affinamento che deve essere svolto su queste proposte ha suggerito di diminuire, oggi dal punto di vista tecnico, per quanto concerne la Commissione urbanistica, l ufficio di piano e i consulenti architettonici del piano, esse non dovrebbero costituire un elemento negativo rispetto al suo posizionamento nel paesaggio. Faccio anche notare che si partiva da una discontinuità urbanistica dell insediamento industriale rispetto alla situazione circostante, e quindi la proposta non poteva che cercare di dargli un senso nuovo, e cioè il senso di trovare nuove occasioni di centralità, di riammagliamento, di miglioramento di quelli che sono gli spazi pubblici all interno del quartiere, oltre che (anche se questo può far sorridere, ma è vero) migliorare anche alcuni coni panoramici nei confronti di città alta. (Il consigliere Belotti interviene fuori microfono). 7

8 PRESIDENTE: Belotti, per favore, lasci esprimere le opinioni. Lei avrà il tempo per esprimere le sue, perché nessuno la interrompe mai. ASSESSORE DOTT. GROSSI: Belotti, a differenza sua, io non esprimo posizioni personali e neanche di pancia; di solito sono abituato a farmi orientare da persone a cui l Amministrazione mi consente di delegare l approfondimento di tutti i procedimenti, e siccome sono persone che ci siamo scelti responsabilmente, siamo responsabilmente tenuti a prendere in considerazione le cose che ci dicono. Quindi non posso entrare in una discussione di natura estetica rispetto a quelle che sono le sue suggestioni o le sue superstizioni; è un problema che deve stare nelle mani dei tecnici, anche se giustamente la politica deve tenere anche conto che questi processi di modernizzazione devono fare anche i conti con tutta una serie di necessarie gradualità. Comunque, globalmente, il senso della proposta è questo. Come ho detto prima è stata fortemente dibattuta, illustrata, contestata, apprezzata, a seconda dei diversi ambiti in cui è stata presentata. Oggi riteniamo matura la sua approvazione, in considerazione di una cosa che qui ha ricordato il consigliere Corrà e che vorrei ci ricordassimo tutti, e cioè che in momenti come questo non c è un problema di accelerazione, tra l altro rispetto a un provvedimento che ormai è stato pubblicato ed è perfettamente coerente con il piano di governo del territorio, ma vi è un fatto più contingente e più stringente, e cioè che per interventi di questi tipo, se sono coerenti con una logica generale che sta nel documento di piano, sarebbe assolutamente sbagliato ritardarne l adozione o l approvazione perché non faremmo nulla per mettere in moto qualche meccanismo, qualche volano di natura economica che credo faccia bene al sistema cittadino e provinciale, in questo momento. ASSESSORE SIG. RUSTICO: Proverò, come in Commissione, a ripercorrere quali sono state le tappe che hanno portato ad immaginare questa ridefinizione del cosiddetto Campo Utili. Più di due anni fa è stato fatto un censimento di tutte le strutture sportive che ci sono all interno del territorio della città di Bergamo, censimento che ha dato continuità a un lavoro fatto nel 1999; abbiamo voluto integrare in questo studio anche le strutture non comunali (strutture private, oratoriali, di enti di promozione turistica e sportiva), proprio per permettere di avere una visione più chiara possibile di quelle che sono le offerte che la città propone. Questo censimento ha portato alla luce delle carenze e ha messo in luce quelle che potrebbero essere le prospettive, sia nella realizzazione dei futuri piani delle opere pubbliche sia per quanto riguarda la necessità delle manutenzioni. 8

9 Per arrivare agli elementi che hanno un po contraddistinto questa proposta bisogna fare una premessa. Una delle motivazioni che ha condizionato la progettualità del Campo Utili è stata quella di poter finalmente dare una risposta al bisogno di strutture sportive nel territorio di città alta. Quindi, questo è stato il punto di partenza di questa riflessione. Sappiamo benissimo che nel dibattito assembleare e in Commissione ci sono state delle critiche che andavano nella direzione di volere dipingere questa proposta come una proposta che andava a diminuire l offerta sportiva e quindi, in modo riduttivo, dava l idea di un impianto sportivo più legato al parco. Io, proprio per questo motivo, ci tengo a dire che tra l ipotesi che stiamo portando avanti e l ipotesi passata, addirittura con la prima ci sarebbe l incremento di una disciplina. I ragionamenti che sono stati portati avanti sono nati da questo censimento, quindi non da valutazioni soggettive o di preferenza, ma sono valutazioni che hanno trovato un incrocio tra domanda e offerta e hanno cercato di dare delle risposte concrete. Un altra caratteristica di questa proposta è il fatto di immaginare le strutture sportive, all interno del Campo Utili, in una dimensione di attiguità e di sintonia molto forte con il parco e con la vicina green way. Credo di poter dire che la collocazione delle strutture, in modo tale da riuscire a ricavare anche una vasta area di parco verde, vada nella direzione valorizzante e non, come da qualcuno è stato dipinto, in una direzione limitante. In questa proposta quindi troveranno sede le stesse discipline. C è stata un istanza da parte del territorio in merito al campo di atletica, che in una prima ipotesi veniva a mancare. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità a valutare quest istanza, ma tengo anche a precisare che questa proposta è stata vagliata dalla federazione di atletica e che sono state fatte valutazioni a fronte di un investimento forte che si sta facendo nel campo di via delle Valli, e quindi l idea di non investire nell atletica lì era frutto di responsabilità amministrativa. Io capisco che qualcuno possa dire che realizzando la pista si potrebbe generare è vero, ma purtroppo oggi siamo in un momento in cui il percorso deve essere inverso. Bisogna riuscire a capire quali sono le domande e le offerte e capire quali sono i servizi che mancano e che hanno una sicura risposta. Detto questo, siamo anche disposti a trovare una collocazione per una dimensione non agonistica, quindi non legata all atletica leggera. Io noto che purtroppo il tema è poco apprezzato Altri elementi che hanno caratterizzato il dibattito in Commissione riguardano gli orientamenti e i progetti. Io ci tengo a dire che qualsiasi progetto stiamo presentando è ancora una bozza e che qualunque progetto di struttura sportiva necessita di un vaglio della commissione architettonica del CONI, che avrà nelle sedi e nei tempi opportuni la possibilità di segnalare eventuali scorrettezze. Ultimo elemento che è stato fonte anche di vivaci scontri in Commissione. L ipotesi di spostare la boxe all interno della stecca, chiamiamola così, è nata da una richiesta della stessa società sportiva, che palesava l esigenza di spazi aggiuntivi per la loro attività. Come ben sapete, in quello spazio, ampliamenti non se ne possono fare, perché sarebbe illegale, ed è anche per questo motivo che abbiamo cercato di immaginare una ricollocazione generale con tutte le misure e gli spazi necessari all interno della stecca. Questo ci tengo a dirlo per sottolineare il perché di questa decisione. 9

10 CONSIGLIERE PROF.SSA GALLONE: Consentitemi una digressione. Avrei voluto intervenire in merito alla richiesta di sospensiva del collega Belotti, che sosteniamo in maniera assolutamente decisa, perché secondo me stasera si è persa l occasione di compiere, per una volta, una scelta senza colore, una scelta condivisa, una scelta di buonsenso, una scelta in nome di quella saggezza che era il leitmotiv della campagna elettorale di questa Amministrazione. Mi dispiace che il collega Corrà e glielo dico pacatamente non abbia compreso il senso di questa nostra richiesta, perché per una volta veramente ho visto il collega Belotti essere estremamente pacato, serio, tranquillo, non fare alcuna provocazione, e la nostra richiesta non voleva assolutamente entrare nel merito della possibilità di interdire dei posti di lavoro o unaa riqualificazione del produttivo dell area ex SACE, ma voleva veramente essere un momento di riflessione su un intervento che sta facendo discutere molto. Non è un caso, come dicevo in Commissione, di campanilismo di quartiere, ma è una situazione di buonsenso senza colore. Noi chiedevamo di fermare un attimo le bocce fino a che non veniva approvato il PGT. Un inciso sull intervento dell assessore Rustico. Io mi chiedo se dopo cinque anni dobbiamo basarci su un censimento. Non erano già sotto gli occhi di tutti, da molto molto tempo, le criticità rispetto agli impianti sportivi? Penso al Campo Utili, al palazzetto, allo stadio, alle piscine Italcementi, alle palestre, ai campi per tutti i vari sport. Forse bastava una pianificazione iniziale e cominciare a lavorare priorità dopo priorità. Ma queste sono scelte! Allora adesso entro nel merito di questo intervento. L intervento SACE rientra negli ambiti di trasformazione del documento di inquadramento dei piani di intervento approvato, nostro malgrado, dal Consiglio comunale. Ancora una volta l applicazione dello strumento urbanistico dei piani integrati di intervento gioca un ruolo determinante, consentendo la deroga di quanto previsto dall attuale piano regolatore generale. E sarebbe poco male se gli interventi previsti andassero a migliorare il territorio e non si rivelassero invece ogni volta pesanti ed invasivi, e soprattutto non andassero a svuotare di senso il nuovo documento di piano, che in realtà è un buon documento, con una filosofia assolutamente apprezzabile, condivisibile, pur sicuramente con degli eventuali correttivi. Secondo noi, ancora una volta, risulta poco plausibile che dopo la presentazione del nuovo PGT si proceda ancora con piani integrati di interventi in variante al piano regolatore vigente, e il nostro pensiero è supportato dal fatto che i residenti e la Circoscrizione, in maniera trasversale, con un documento contrario all intervento, votato all unanimità, dal centro-destra e dal centro-sinistra, lamentano la presenza di eccessive volumetrie per residenze e attività economiche. Anche il professor Secchi che, ricordo, fu uno degli estensori del vecchio piano regolatore generale in dismissione, con il piano norma della SACE aveva raccomandato il rispetto delle altezze, che non dovevano superare i quattro piani. Invece qui si è deciso di alzare di ben più dei quattro piani. Forse non sono torri, ma sono comunque palazzoni alti, di sicuro per nulla compatibili con il contesto della Conca Fiorita. Noi non vogliamo che, in cambio delle risorse economiche derivanti da ciò che l operatore privato verserà al Comune per sistemare il Campo Utili e per fare altre opere pubbliche di urbanizzazione, debba farne le 10

11 spese il territorio della Conca Fiorita, che fa parte della città di Bergamo e non è un quartiere a parte, è una parte speciale della città di Bergamo e si ritroverà, a nostro avviso, con il paesaggio rovinato. Se non avessimo fatto un regalo a questi operatori perché ci darebbero tre milioni di euro di opere di urbanizzazione in cambio? Noi chiediamo ancora, anche stasera, dopo averlo fatto a più riprese in Commissione, di rispettare la configurazione di un quartiere, di una zona particolare della città che si è sviluppata con altezze massime di tre piani proprio per rispettare un contesto così particolare, così speciale, come dicevo prima, contornato com è dai colli. Dopo avere visto le simulazioni in diapositiva io richiedo un altra volta: ma Bergamo sente davvero la necessità di questi innalzamenti alla base dei colli? È stata ulteriormente abbassata di un piano la torre più alta, ma è stata innalzata di uno tutta la struttura della SACE. La richiesta è di mantenere la struttura della SACE come era prima (visto che è già alta cinque piani) e prevedere una diminuzione di metri cubi; oppure, come è stato a più voci richiesto, a partire dal consigliere Belotti, di individuare un altra area che necessiti, al contrario, di interventi per realizzare le volumetrie necessarie. Quello che si lamenta da più parti e a cui anche noi ci associamo è il difetto, forse, di avere accordato una premialità eccessiva, cioè il venti per cento. Forse sarebbe bastato applicare un cinque, sei, massimo dieci per cento, e si sarebbero forse potuti eliminare quei cinque mila metri cubi di volumetria che vengono contestati. Che poi per il futuro della SACE sia previsto un progetto di riconversione industriale assolutamente nulla questio! Anzi, è prevista una revisione delle strategie aziendali con rafforzamento del beneficio sulla città, meno attività produttiva, più attività di innovazione, in una logica che sicuramente arricchisce il tessuto urbano. Benissimo, ben venga! Questo è un aspetto che sosteniamo, che apprezziamo, sul quale siamo assolutamente d accordo, ma che comunque può essere tranquillamente scollegato dall intervento del piano integrato e che comunque non dà garanzie, perché a noi risulta che non ci sia un accordo scritto e una garanzia in merito alla durata di questi posti di lavoro. Poi sicuramente saranno garantiti vita natural durante, però non ci risulta che ci sia un impegno scritto ad oggi. Sulle volumetrie dei palazzoni, ribadisco che in Circoscrizione, all unanimità, i Consiglieri hanno espresso tutti il medesimo parere e unanimemente si sono sentiti inascoltati. Basterebbe leggere e fare riferimento al testo del documento prodotto dalla Circoscrizione per capire che l ascolto non c è stato. È stato concesso solo qualche intervento palliativo e il parere della Circoscrizione e dei residenti non deve essere assunto solo come una protesta di quartiere, ma come preoccupazione di tutta la città per un criterio generale di preservazione dell armonia di un territorio. Quindi cerchiamo di ascoltare, cerchiamo di ripensare, cerchiamo di intervenire. Secondo me potremmo essere ancora in tempo, perché ripensare non vuol dire essere sconfitti ma dimostrare saggezza. Perché, potendo scegliere - lo ripeterò anche per il prossimo piano integrato di intervento - non si decide di fare cose belle al posto di cose brutte? 11

12 Forse noi interveniamo - ha ragione l assessore Grossi - più di pancia, anzi forse più di cuore, ma io ritengo che l amore per la città non debba avere colore, né debba sottomettersi a questioni esclusivamente tecnico-economiche. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Come avevo già anticipato in III Commissione e ho ripetuto piuttosto energicamente poco fa, la riqualificazione del complesso SACE non può essere progettata senza includere il più vasto ambito della Conca Fiorita e dei quartieri limitrofi. È una questione essenziale su cui devo insistere e prego i colleghi Consiglieri che ne prendano atto e ci facciano veramente un pensiero sopra. Bisogna riorganizzare questo territorio in modo razionale, funzionale, rispettoso del delicato e prezioso contesto architettonico e paesistico in cui si colloca. Non possiamo commettere anche qui dei delitti urbanistici, scusatemi l espressione, e continuare nell approvazione di PII tra loro scollegati. La concessione delle altezze richieste porterà poi ineluttabilmente a nocive emulazioni, con ulteriori concessioni di questo tipo per qualunque edificazione e in qualunque collocazione. Adesso vengo a una questione che viene continuamente ripresa, cioè SACE e posti di lavoro, e vorrei spiegare al collega Corrà - non si offenda - che forse sta seguendo una sua concezione che non risponde al vero. Cercherò di dimostrarlo. Questo PII è stato presentato e difeso da Giunta e maggioranze come l accoglimento di specifiche richieste della ABB SACE, che subordinerebbe la sua presenza in città e la salvaguardia di posti di lavoro alla generosa concessione di volumetrie espressa nel progetto. (Un consigliere interviene fuori microfono). CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: O la stampa è stata manipolata da qualcuno altrimenti perché abbandona la sala. Perché parlo io? La sua difesa a oltranza si è concentrata su questo argomento: se si boccia il PII la SACE se ne va. Ma è una tesi pretestuosa! Sappiamo che la SACE non è proprietaria dell area già dal 1999 e, da allora, paga un affitto che scadrà nel 2011, sempre che il proprietario lo rinnovi, e non entrerà in possesso della nuova sede prevista dalla riqualificazione. Ciò emerge da un intervista pubblicata da L eco di Bergamo in data 4 maggio 2008 e rilasciata dal direttore generale della divisione ABB SACE, Giampiero Frisio. Frisio dichiara - sono parole sue - l estraneità dell azienda rispetto alla richiesta di volumetrie del PII e sottolinea che la risistemazione della sede, pur essendo gradita, non è una priorità. Evidenzia che per il loro centro di ricerca e sviluppo sarebbero più che sufficienti tre o massimo quattro piani, e anzi specifica che bastano otto o dieci mila metri quadrati di superficie e tre mila metri quadrati di pianta. Sono parole di Frisio riportate su L eco, a firma del giornalista S.A., che non so chi sia. 12

13 Ma il progetto ne indica cinque. Come mai, se alla SACE non servono e non li ha chiesti? A che cosa si vogliono destinare? Quindi le ambizioni speculative sull area non appartengono alla SACE e uno scellerato scambio tra i metri cubi (quindici mila in più) e i posti di lavoro non è possibile e non può essere contrabbandato come indispensabile. L azienda non minaccia di lasciare la città, anzi auspica di rimanervi, pur restando nel vago, e non reclama una nuova sede. Del resto non può garantire di restare in Conca Fiorita, visto che è in affitto. Ma ci sembra che l Amministrazione comunale sorvoli su questo dettaglio, presa dall ansia di regalare spropositate volumetrie alla proprietà - non alla SACE - in cambio di ignoti vantaggi per la città. Soluzioni concrete e fattibili per trattenere la ditta in città non ne vengono dalla Giunta. Non si pensa di ricorrere (e noi abbiamo presentato un emendamento in proposito), se giuridicamente possibile, a garanzie tipo fideiussioni, con validità di almeno dieci anni, che vincolino la SACE a mantenere in loco i posti di lavoro promessi? (Il consigliere Tentorio interviene fuori microfono). PRESIDENTE: No, scusa Tentorio, il Consiglio comunale non si tiene per la presenza della stampa, per cui prego di andare avanti. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Io sospetto che sia stata convocata artatamente fuori. L edilizia convenzionata. La Circoscrizione 4 ha chiesto di destinare all edilizia convenzionata, per affitto o acquisto, almeno il venti per cento delle slp residenziali. In proposito abbiamo presentato un altro emendamento. Ebbene, la convenzione legata al PII destina solo un miserrimo e risibile sei per cento, circa quattordici appartamenti, esclusivamente per locazione a canone agevolato, per un massimo di dieci anni. Alla luce della discutibile tesi sulla ripopolazione delle città, che la Giunta ha fatto sua per giustificare l imminente cementificazione di Bergamo, chiediamo: è questo lo sforzo per attrarre in città giovani coppie? Lasciateci dubitare della sua efficacia. Campo Utili. Un operazione molto vantaggiosa per la proprietà. Appare come un meraviglioso regalo alla città. La trasformazione del Campo Utili in parco/campo sportivo è impostata per accrescere l appetibilità delle nuove residenze, oltre che a sottrarre la quasi totalità del panorama di città alta e dei colli. Godranno anche dell affaccio su un bel giardino e, guarda caso, il costo di questa risistemazione assorbirà quasi tutti gli oneri di urbanizzazione. Una semplice manutenzione straordinaria del Campo Utili costerebbe altrettanto? Almeno un paio di preventivi diversi li avremmo dovuti valutare. 13

14 Veniamo al problema dell esclusione della VAS. La verifica è stata fatta in maniera superficiale e arbitraria. Gli studi presentati dai progettisti hanno preso in considerazione tre soli aspetti di quelli normalmente necessari, e adesso li consideriamo. Effetti introdotti dal traffico. Si prevedono incrementi, nelle ore di punta mattutine e serali, del 10 per cento in via Baioni (totale 1200 veicoli), del 306 per cento in via Pinetti (circa 250 veicoli) io abito lì e attualmente ne passeranno trenta al giorno; si passerà poi al 15 per cento in via Crescenzi (circa 700 veicoli) e non si considera il traffico che sarà indotto dal parcheggio previsto per l impianto di risalita di Sant Agostino. È ovvio che tutti gli automezzi in più, per evitare le colonne su via Baioni e Crescenzi, invaderanno le stradine secondarie del quartiere, peggiorandone sicurezza e vivibilità. E sono stradine, come la via Angelini e la via San Narno (dove abita anche il consigliere Baraldi), di soli sei metri. Figuriamoci che cosa succederà qui. Le uniche varianti viabilistiche suggerite sono alcune rotatorie, mentre la tramvia della Val Brembana, se mai si farà e quando, riguarderà i pendolari e non i nuovi residenti di zona, e dunque non sarà di sollievo rispetto al problema qui posto. Ma da dove arrivano i dati relativi alla mobilità, nella tabella allegata al documento di esclusione VAS? Siete sicuri che riguardano il PII SACE? Relazione sull impatto acustico. Già oggi, su tutta l area che ci interessa, si supera la soglia di rumore consentita a causa del traffico attuale; potete scaricare da internet tutti questi dati che non sono stati forniti ai Consiglieri. Si dice che i climatizzatori dei nuovi edifici non disturberanno grazie agli aggiornamenti costruttivi. Speriamo, perchè ciascuno di questi arriva a 73 decibel. Si dice che saranno interrati, ma non si dice dove e come. Poi, con un balzo illogico, si conclude che non essendo previste dal PII nuove strade non ci saranno aumenti di traffico e quindi di rumore. Relazione sulla compatibilità geologica PRESIDENTE: finita. No, mi spiace, il regolamento non l ho fatto io. Se ognuno pretende di parlare quando vuole non è più CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Ma quando gli altri mi interrompono e mi sospendono lei non dice niente. PRESIDENTE: L ha interrotta il consigliere Tentorio cinque secondi. 14

15 Adesso, datemi atto almeno di questo va bene che il mio a volte è un brutto mestiere, però abbiate pazienza. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: È importante. PRESIDENTE: Lo so che è importante. Ha cinque minuti per la dichiarazione di voto dopo. CONSIGLIERE DOTT. GIROLA: Mi conceda, non parlo a vanvera. PRESIDENTE: Nessuno parla a vanvera qui dentro, consigliere Girola. Mi spiace. Consigliere Baraldi, prego. CONSIGLIERE RAG. BARALDI: Visto che non ho sentito affermare dagli assessori che la palestra di Bergamo Boxe non è abusiva, come affermato più volte in pubblico dagli stessi, e visto che avevo presentato un interrogazione urgente su questo quesito, che vedo che non viene messa all ordine del giorno, allora ritorno a parlare di questo quesito. Vorrei sentire qui in aula dagli assessori competenti, urbanistica e sport, che la palestra della Bergamo Boxe non è mai stata abusiva. Questa parola la voglio sentire per non fare quello che vorrei, quindi sarà meglio che lo diciate. Questo è il primo quesito. Il secondo quesito è questo: ditemi quali impianti sportivi di proprietà pubblica per discipline esistono in questa parte della città. Nessuno, a parte lo stadio comunale e il Campo Utili! Il Campo Utili era stato preso per costruirci molti impianti sportivi di varie specialità. Tutti pensano che a me interessa la pista di atletica, ma io non ci penso nemmeno e non ho mai detto che la pista di atletica lì mi stava bene!. Ne basta una di pista di atletica, perché non è come un campo di calcio dove giocano 22 persone per volta; nella pista di atletica possono arrivare 300, 500, 800 persone che 15

16 si allenano nelle varie specialità e ne basta una, anche perché oggi costa parecchi quattrini, con i materiali sintetici. Quindi a me proprio non interessa, e siccome modestamente me ne intendo un pochino e queste cose le ho studiate anche precedentemente, pretendo che consideriate il fatto che nel centro della città - perché si tratta del centro della città, checché se ne dica - non esistono impianti sportivi perché ci sono solo quelli degli oratori. Se dite che non è vero guardatevi in giro. Quindi, non capisco perché circa la metà di questi 48 mila metri quadrati bisogna regalarli a quelli che abitano al di là della strada per fare un altro parco pubblico. Ma stiamo scherzando? Qui bisogna che facciate un po di passi indietro, secondo noi. Questi 48 mila e rotti metri devono servire per i giovani, per gli sportivi della città, visto che non ci sono altri impianti sportivi, a parte il palazzetto dello sport che è una palestra... Quindi sarà meglio che pensiate di nuovo a questa vicenda, visto che onestamente questa Amministrazione non è che possa dire di avere investito dei quattrini per questo settore. E ora che l impianto generale Utili venga messo a disposizione dello sport bergamasco e di una parte della città. A me non interessa la pista di atletica. Dovrei essere il primo a dire che ne voglio un altra, invece non me ne frega niente perché non è una cosa utile in questo momento visto che ce n è già una, però un altra piscina pubblica a me non me ne può fregare di meno se ce ne è qualcuna privata, a me interessa che ce ne sia una pubblica da questa parte della città che porterebbe meno traffico di attraversamento per andare alla piscina di Italcementi dall altra parte. Serve una piscina, specialmente per quelli che fanno attività agonistica e per le scuole primarie di Bergamo, che dal 1991 fanno i corsi di nuoto obbligatori durante le ore scolastiche; questa, modestamente, è una mia invenzione del ed era con me come collega il nostro Sindaco infatti con la Giunta Galizzi abbiamo iniziato questo percorso a favore dei bambini delle scuole primarie perché in Italia, che è una nazione immersa nell acqua da cima a fondo, è ora di finirla di vedere quelli della mia età con il galleggiante! Tutti devono sapere nuotare come camminare. Allora una piscina da questa parte serve, eccome se serve e anche altre cosette che non sto qui a dire. Aspetto sempre che uno dei due Assessori - mi basterebbe il signor Grossi che è grosso - mi dica qui in mezzo a tutti, così resta a verbale, che non è vero, che ha detto una bugia. Se non è così vedremo come va a finire. Ricordo anche che questa palestra è stata fatta in parte con il denaro pubblico e in parte dalla Bergamo Boxe, e mi sembra un po una faciloneria buttarla giù dopo cinque anni, e non perché hanno chiesto di farla più grande certo, io capisco che Bergamo Boxe potrebbe avere anche questa aspirazione, ma il punto è che i soldi pubblici, dopo solo cinque anni, non vanno buttati. Questa è la realtà. Quindi io ci penso e vedremo. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Sinceramente l amarezza è piuttosto forte, anche nel vedere che veramente la maggioranza ha un livello politico molto basso. Di fronte a una proposta di buonsenso presentata in Commissione, proposta che è stata inviata il giorno seguente all Assessore e al Sindaco, dai quali non si è avuta neanche risposta, e che è 16

17 stata ripresentata questa sera, sentire che la maggioranza prende come portavoce, mi perdoni consigliere Corrà, uno che non ha capito nulla PRESIDENTE: No, per cortesia, non utilizzi queste espressioni. Secondo lei non ha capito niente per favore, non scendiamo a questi livelli. Lei ha la presunzione di sapere che cosa uno sa? Ha portato le sue motivazioni, potrà non condividerle ma non può permettersi di dire a un Consigliere che non ha capito niente. Lei non condivide le posizioni del consigliere Corrà, che è un altra cosa. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Non ha capito niente della proposta. Certo che se non mi fanno neanche finire la frase e adesso ci si mette anche lei, Presidente Di fronte a una proposta di questo tipo la maggioranza deve (Intervengono i consiglieri Maggioni e Redondi fuori microfono). PRESIDENTE: Per favore, consiglieri, silenzio. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Visto che il consigliere Maggioni è sempre in giro, gli dica di andarsene fuori ancora un momento. PRESIDENTE: Il consigliere Maggioni sta dove ritiene più opportuno di stare e non compete a lei dirgli dove andare. 17

18 CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Il discorso è che di fronte a una proposta di quel tipo non si può dire di no in quel modo, travisare completamente il contenuto della proposta e dire che verranno pregiudicati i posti di lavoro quando era l esatto contrario, ed era ben chiarito nella proposta, che non è stata distribuita. Io non so se c era il consigliere Corrà in Commissione quella volta Quindi, siamo veramente amareggiati per l irresponsabilità di quest Amministrazione nei confronti dei cittadini, perché l Assessore dice: ci siamo affidati ai tecnici e agli esperti. Assessore, sono gli stessi tecnici ed esperti che avevano dato il loro assenso sui diciassette piani? Per curiosità! I diciassette piani sono stati segati non dai suoi tecnici ed esperti ma dai cittadini, perché se non ci fosse stata la reazione dei cittadini voi sareste ancora sul nido del cuculo a parlare di modernità della città e di simboli di sviluppo. E poi è sinceramente offensivo venire a parlare di miglioramento dei coni visivi. Quanto meno si omettano queste cose, quanto meno non si venga a prendere in giro la gente, perché se il cono visivo che citava Lei è quello che hanno già fatto vedere in Commissione, se il miglioramento del cono visivo è questo, complimenti! più che un cono ci sembra un tubo, ma un tubo chiuso e non aperto. Quindi ormai è chiaro che quella dell altezza è una vostra fobia intellettuale e, mettiamola in senso positivo, una mania intellettuale o, meglio, speculativa. Non si fa più la speculazione, come un tempo, orizzontale; si fa la speculazione verticale con il beneplacito anche di quelle forze politiche che si definiscono, o meglio si credono, ecologiste e ambientaliste. La tutela paesaggistica della città è un valore importante. Forse qui ce ne siamo dimenticati. Voi state violentando Bergamo, state violentando la storia urbanistica di cento anni stiamo parlando ovviamente di città bassa con l erezione di questi vostri funghi; storia che è stata caratterizzata dalla lungimiranza, responsabilità e tutela di città alta da parte dei progettisti e delle Amministrazioni, da cento anni a questa parte. Quindi, con questo modo di fare, voi state regalando il sole ai pochi privilegiati degli attici che spunteranno qua e là e state regalando l eclissi permanente di sole, e anche di luna purtroppo, alle centinaia di residenti intorno a queste belle torri. Il quartiere della Conca Fiorita è un quartiere di casette mono o bifamiliari, con due o tre piani al massimo. Sinceramente mi immagino l annuncio che potrà esserci sul giornale di chi, dopo essersi costruito la casettina, con una vita di sacrifici, metterà l annuncio sul giornale per poterla vendere. Io immagino una cosa del tipo: vendesi casetta bifamiliare in via Crescenzi e limitrofe per amanti dell ombra, indicata per allergici ai raggi solari. Io forse la compro perché sono bianco come un cadavere, però sinceramente questa logica urbanistica rappresenta un insulto per la città, per la storia della città, rappresenta una presa in giro verso i cittadini, e rappresenta, invece, un bel tornaconto per qualche società. Neanche l Assessore però, nella sua replica, ha detto niente sulla questione della perequazione. Siamo così rimbambiti noi a fare una proposta che anche i tecnici e anche diversi consiglieri smorza anche te, dai! 18

19 ASSESSORE SIG.RA CARNEVALI: Prima di tutto sia gentile. PRESIDENTE: No, assessore Carnevali, almeno lei no! Stia al suo posto. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Prima uno che si mette qua, poi l Assessore che va via e ora lei con il telefonino. E allora? PRESIDENTE: Non è il suo cellulare e non riusciva a spegnerlo. Tutto lì. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Lo butti giù dalla finestra. PRESIDENTE: No, non butta giù dalla finestra un bel niente. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Fa specie che l Assessore su una proposta del genere non abbia ancora detto niente. Per favore, vuoi rispondere su questa questione sì o no? PRESIDENTE: Quando ci sarà la replica risponderà, va bene? Lei finisca il suo discorso. 19

20 CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Adesso, Presidente, entra nel merito anche di quello che dico io? Ma non lo so! PRESIDENTE: Il Consiglio comunale è sospeso per dieci minuti. I capigruppo vengano immediatamente in conferenza dei capigruppo. Alle ore 21,20 il Presidente sospende la seduta. Il Presidente, dopo aver accertato che si trovano in aula gli stessi 36 consiglieri presenti al momento della sospensione dell'adunanza, riprende la seduta alle ore 21,45. CONSIGLIERE RAG. BELOTTI: Sinceramente, io l avrò detto in tono forte e imperativo, ma non in tono volgare. Comunque riformulo la domanda. L esimio assessore all urbanistica, dottor Valter Grossi, fa a tutti noi la cortesia di spiegare perché non è possibile rimandare di giorni - non stiamo parlando di mesi o, quanto meno, ci dice se è possibile sedersi attorno a un tavolo almeno una volta (però con una certa grinta e determinazione, non come degli zerbini) con la proprietà della Conca Fiorita srl e con la dirigenza della SACE, in modo da cercare di contemplare le esigenze degli uni e degli altri? Lo ribadiamo per l ennesima volta: la proposta che abbiamo fatto non è ostruzionistica; ostruzionistica è stata la risposta della maggioranza, perché non è arrivata nessuna risposta. Quindi noi pensiamo che come senso di responsabilità verso la cittadinanza, verso i Consiglieri comunali, anche quelli che rompono spesso (e mi ci metto in prima fila), ma soprattutto verso tutti quei residenti e quei cittadini che si sono impegnati perché credono nel futuro del proprio quartiere, ci debba essere data una risposta. E chiediamo anche un altra cosa all Assessore. Nel suo intervento ha fatto riferimento a delle volumetrie sul residenziale, dicendo che sono diminuite; a noi risulta che da quasi 40 mila metri cubi si sia passati a 50 mila e 196. Quindi non è la stessa cosa; sono 10 mila metri cubi in più, ovvero 3 mila metri quadrati, ovvero 6 piani circa. I dati sono importanti ed è importante che siano dati in modo corretto. 20

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula il consigliere Maggioni; sono presenti n. 38 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula il consigliere Maggioni; sono presenti n. 38 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 58 avente per oggetto: riconoscimento del debito fuori bilancio per danni occorsi ai sigg.ri Neri Cristina, Mastrigli Gabriele e Mastrigli

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Sezione di Bergamo. Prot.n.10575. Egr.sig. SINDACO. Comune di RANICA 24121 BERGAMO. Fax 035 511214. AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA

Sezione di Bergamo. Prot.n.10575. Egr.sig. SINDACO. Comune di RANICA 24121 BERGAMO. Fax 035 511214. AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA Prot.n.10575 Sezione di Bergamo Egr.sig. SINDACO Comune di RANICA. 24121 BERGAMO Fax 035 511214 AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI DEL COMUNE DI RANICA E, p.c

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti.

L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti. L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti. Premessa La scuola Arcobaleno (www.scuolaarcobaleno.org) si trova dal 1994 nel quartiere

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 OGGETTO: Comune di Torino. Intervento di ristrutturazione del Palazzo del Lavoro Italia 61. Indirizzi dell Ente di gestione L anno duemilanove

Dettagli

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA 1 -Che fare, se non si nasce Venditori? Non necessariamente si nasce venditori. Non necessariamente a chi non nasce venditore, però, è impedito di imparare a vendere. Certo,

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Codice ente 35006 DELIBERAZIONE N. 3 DEL 03.03.2004 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: RICHIESTA DELL'IMMERGAS SPA DI VARIANTE URBANISTICA

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 58 avente per oggetto: Bilancio di previsione 2002. Variazione di assestamento generale. (Durante la discussione entrano in aula i consiglieri

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO!

PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO! PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO! Al telefono si sente la voce contrariata di un giovane. Pronto, pronto, buongiorno signorina, parlo con Supertel?. Si, buongiorno,

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

MANUALE DEL SOMMINISTRATORE INVALSI 2015-2016

MANUALE DEL SOMMINISTRATORE INVALSI 2015-2016 MANUALE DEL SOMMINISTRATORE INVALSI 2015-2016 Nella tabella 1 è indicato, per ciascuno strumento di rilevazione, il tempo previsto per la sua somministrazione. Il tempo si conteggia dal momento in cui,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 1 LUGLIO 2015 APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO PER IL CONSIGLIO COMUNALE - RINVIO. L anno duemilaquindici il giorno uno del mese di luglio, alle

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. Passiamo al quarto punto all ordine del giorno: Modifica cespiti patrimoniali.

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

Art. 1 - Finalità... 2. Art. 2 - Interventi edilizi... 2. Art. 3 - Interventi per favorire il rinnovamento del patrimonio edilizio esistente...

Art. 1 - Finalità... 2. Art. 2 - Interventi edilizi... 2. Art. 3 - Interventi per favorire il rinnovamento del patrimonio edilizio esistente... REGIONE VENETO Legge regionale 8 luglio 2009, n. 14 1 INTERVENTO REGIONALE A SOSTEGNO DEL SETTORE EDILIZIO E PER FAVORIRE L UTILIZZO DELL EDILIZIA SOSTENIBILE E MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 12 LUGLIO

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli