INDAGINE MANAGERITALIA:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDAGINE MANAGERITALIA:"

Transcript

1 INDAGINE MANAGERITALIA: L OPINIONE DEI MANAGER SUL RAPPORTO TRA SCUOLA E MONDO DEL LAVORO settembre 2015 Presentata a Milano il 2 ottobre in occasione del convegno food4minds per

2 Indagine Manageritalia: l opinione dei manager sul rapporto tra scuola e mondo del lavoro Executive Summary Nella prima metà di settembre 2015 Manageritalia in vista del convegno food4minds (Milano 2 ottobre 2015) e del relativo progetto per fare sinergia tra scuola e lavoro ha effettuato un indagine sui manager sul rapporto scuola e lavoro. Nell indagine di AstraRicerche per Manageritalia, effettuata su un campione di quasi (1.160) dirigenti italiani del settore privato, i manager bocciano il sistema formativo italiano. L opinione sul sistema formativo italiano Pensano, infatti, che la scuola italiana non sia meritocratica, non premi, valorizzi e metta in evidenza le qualità degli studenti migliori (68,3%). Una bocciatura che si amplia pensando che il 40% degli intervistati nega che prepari i giovani in modo valido, secondo le necessità del mondo del lavoro (37,1%) contro il 22% che lo afferma. Parlando invece di quello che serve al Paese dicono che ci deve essere una valorizzazione della formazione continua durante tutta la vita del lavoratore (97,5%) e che ci devono essere più diplomati che entrano nel mercato del lavoro, ma poi ampliano la loro formazione in base alle necessità delle aziende e le loro attitudini (94,3%). Dicono con forza che serve più dialogo tra la Scuola/Università e il mondo del lavoro per seguirne meglio le esigenze (97,7%, ben il 76,5% indica che è molto d accordo) e maggiore qualità dei docenti, anche tramite nuovi criteri di selezione (97,1%, con molto al 75,8%) e aggiornamento e qualificazione (97,1%, molto per il 72,7%). Chiedono anche maggior riconoscimento, anche da parte degli italiani, del ruolo e dell importanza del sistema formativo (95,6%, il 69,8% molto). 2

3 Ai giovani suggeriscono soprattutto: di svolgere piccoli lavori, anche non coerenti con il tipo di studio, durante la Scuola superiore/università per capire il mondo del lavoro (74,3%), di studiare all estero, anche solo con l Erasmus, durante l Università (71,6%). Quasi la metà (45,4%) suggerisce di non fermarsi alla laurea, ma scegliere un master/formazione post universitaria. Dei giovani entrati in azienda negli ultimi anni bocciano, giudicandole inferiori alle attese, soprattutto le soft skills realizzative tipo proattività, imprenditorialità, gestione del tempo e organizzazione e capacità di decidere (81,7%, con un 28,2% molto deluso da quanto riscontrato), quelle relazionali e manageriali tipo capacità di relazione, dialogo, confronto, lavoro di gruppo ecc. (79,3%) e quelle cognitive tipo analisi, sintesi e problem solving (76,5%). A seguire giudicano sempre insufficienti le competenze linguistiche (75%, ben il 29,1% le trova molto inferiori alle attese), la cultura in generale (68,9%) e le competenze digitali estese capacità di capire la tecnologia e soprattutto il suo funzionamento, non solo di usarla (59,4%). Le aziende fanno autocritica Anche le aziende in un certo senso si bocciano. Infatti, il 31% non monitora le esigenze del mercato del lavoro e il 36% lo fa in modo saltuario. Solo il 33% lo fa in modo sistematico. Una carenza confermata dal fatto che solo il 32% fa regolarmente bilanci di competenze, il 36% li fa in modo saltuario. Bilanci di competenze che per chi li fa servono correttamente per definire di formazione e sviluppo (68,5%), per definire le nuove risorse da inserire in azienda ( 47%) e/o i piani di carriera (41%). Disarmante poi il fatto che, pur in presenza di un mondo del business così discontinuo, mutevole e rapido, solo 65% delle aziende dica di conoscere molto o abbastanza le caratteristiche (conoscneze, competenze, attitudini, ) delle persone che dovrà introdurre nel prossimo anno. Una percentuale che crolla se riferita ai prossimi tre anni (50%) e ancor più ai prossimi dieci anni (19%). 3

4 L impegno e il progetto di Manageritalia Veniamo ora all impegno di Manageritalia per favorire maggiore sinergia scuola e aziende. Un iniziativa che parte con un progetto pilota che coinvolge piccole/medie imprese e Scuole superiori. Il percorso analizza le aziende del territorio, per capire che tipo di figure professionali servono oggi e/o serviranno in futuro e le fa poi collaborare con le Scuole per arricchire i programmi di studio, per un successivo più facile inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. In merito a questo progetto i manager sono entusiasti e un ampia maggioranza ne approva le azioni principali: stage di qualità win-win per giovane e azienda (95% li reputa molto o abbastanza validi), percorsi di alternanza scuola/lavoro (85%), sinergia tra manager e docenti per orientare i piani formativi (84%) e portare i manager a scuola per testimoniare il mondo del lavoro attuale (82%). Anche se poi valutano con uno scarto del 20% circa la loro sostenibilità per l azienda. E le motivazioni sono soprattutto il tempo dei manager (54%) e i necessari e non facili accordi sull agenda con le scuole (45%). Tra vantaggi di una diffusione di questa iniziativa sull intero territorio nazionale evidenziano il miglior orientamento dei giovani agli aspetti core di uno specifico settore (97% molto più abbastanza) e in generale verso il funzionamento delle aziende (97%). A seguire sempre con un effetto molto positivo e ampio vengono: la sinergia tra scuola e mondo del lavoro che darebbe più competitività al sistema (91%), la maggiore attrattività verso gli studenti delle scuole coinvolte (88%), l aumento di impiegabilità dei giovani coinvolti (82%), il miglioramento dell attività dei docenti (81%) e del processo di ricerca e selezione degli studenti da parte dell azienda (76%). Tirando le somme l impegno di Manageritalia su questo fronte e con queste modalità ottiene un consenso altissimo. L ampissima maggioranza (92%) lo ritiene molto (52%) o abbastanza (40%) coerente con l attività della federazione e con la valorizzazione del ruolo. 4

5 food4minds (ricerca quantitativa settembre 2015) ALLEGATO STATISTICO per

6 Questa ricerca REALIZZATA DA ASTRARICERCHE PER MANAGERITALIA REALIZZATA A SETTEMBRE 2015 TRAMITE INTERVISTE ON LINE SOMMINISTRATE CON IL METODO C.A.W.I. (COMPUTER AIDED WEB INTERVIEWING) A UN CAMPIONE DI MANAGER (DIRIGENTI E QUADRI) ASSOCIATI A MANAGERITALIA - 2 -

7 Il contesto: giovani e disoccupazione Parliamo dei giovani in Italia, con particolare riferimento a coloro che hanno terminato o stanno per terminare il percorso di studi e si avvicinano al mondo del lavoro Per ognuna delle seguenti affermazioni indichi in quale misura è d accordo Totale campione = soggetti - 3 -

8 Il contesto: giovani e disoccupazione 0% 50% 100% IL TEMA DELLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE DOVREBBE ESSERE UNA ASSOLUTA PRIORITÀ PER IL DECISORE PUBBLICO (GOVERNO, PARLAMENTO, AMMINISTRAZIONE PUBBLICA, ETC.) 83,4% 15,0% LA FORMAZIONE SCOLASTICA ANDREBBE VISTA COME INVESTIMENTO PER L'INTERO SISTEMA PAESE, NON SOLO COME UNA QUESTIONE DI OGNI SINGOLO STUDENTE E FUTURO LAVORATORE 83,2% 14,6% CREDO CHE UNO STUDENTE/LAVORATORE BEN FORMATO NON SOLO ABBIA PIÙ OPPORTUNITÀ PER SÉ MA SIA ANCHE IN GRADO DI DARNE DI PIÙ AD ALTRI LAVORATORI (A PARI LIVELLO O CON STUDI/PROFESSIONALITÀ INFERIORI) GRAZIE AL MAGGIORE INDOTTO CHE CREERÀ 69,9% 25,6% 4,1% IL TEMA DELL'ABBANDONO SCOLASTICO (INTERRUZIONE DEL PERCORSO DI STUDI PRIMA DEL COMPLETAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE) DOVREBBE ESSERE UNA ASSOLUTA PRIORITÀ PER IL DECISORE PUBBLICO 60,0% 30,4% 6,9% IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE GIOVANILE È TALMENTE ELEVATO CHE POSSIAMO GIÀ DIRE ORA, SENZA DOVER ASPETTARE I PROSSIMI ANNI, CHE UNA GENERAZIONE DI ITALIANI È IN GRAN PARTE 'LAVORATIVAMENTE BRUCIATA' IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE GIOVANILE IN BASE ALL'ANDAMENTO PREVISTO DELL'ECONOMIA E ALL'EFFETTO DELLE POLITICHE PUBBLICHE E PRIVATE TRA 10 ANNI SARÀ SENSIBILMENTE MINORE RISPETTO AD ADESSO IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE GIOVANILE IN BASE ALL'ANDAMENTO PREVISTO DELL'ECONOMIA E ALL'EFFETTO DELLE POLITICHE PUBBLICHE E PRIVATE TRA 5 ANNI SARÀ SENSIBILMENTE MINORE RISPETTO AD ADESSO 8,0% 4,0% 26,6% 32,4% 40,0% 43,4% 43,1% 34,3% 19,3% 8,4% 5,7% 12,0% 6,1% 14,4% molto abbastanza così così poco per niente - 4 -

9 Il contesto: idee generali su scuola, lavoro, società Per ognuna delle seguenti affermazioni indichi in quale misura è d accordo Totale campione = soggetti - 5 -

10 Il contesto: idee generali su scuola, lavoro, società 0% 50% 100% I PAESI CHE INVESTONO DI PIÙ IN FORMAZIONE SONO PAESI CHE CRESCONO DI PIÙ A LIVELLO ECONOMICO 62,6% 31,4% 5,0% I PAESI CHE INVESTONO DI PIÙ IN FORMAZIONE SONO PAESI SOCIALMENTE PIÙ GIUSTI, CHE POSSONO LIMITARE LE ECCESIVE DIFFERENZE ECONOMICHE E SOCIALI INTERNE 45,5% 39,1% 3,0% 12,1% È FONDAMENTALE CAMBIARE LA SCUOLA ITALIANA SECONDO CRITERI DI ASSOLUTA MERITOCRAZIA DEGLI STUDENTI 37,6% 42,2% 16,0% LA SCUOLA ITALIANA ATTUALMENTE NON È MERITOCRATICA, NON PREMIA GLI STUDENTI MIGLIORI, NON LI VALORIZZA, NON NE METTE IN EVIDENZA LE QUALITÀ 29,1% 39,2% 24,5% 5,4% 3,8% È FONDAMENTALE CHE LA MERITOCRAZIA NON VADA A SCAPITO DEGLI STUDENTI CON PIÙ DIFFICOLTÀ (NESSUNO DEVE RESTARE INDIETRO) 33,9% 33,9% 20,5% 7,9% LO SCOPO DEL SISTEMA FORMATIVO DEVE ESSERE QUELLO DI DARE SOLO MOLTE CONOSCENZE GENERICHE E ALCUNE CONOSCENZE SPECIFICHE (DI SETTORE)PERCHÉ QUELLO CHE CONTA È L'ESPERIENZA/LA CONOSCENZA CHE SI SVILUPPERÀ NELLE AZIENDE 11,1% 27,5% 29,8% 23,3% 8,3% IL SISTEMA FORMATIVO ITALIANO PREPARA I GIOVANI IN MODO VALIDO, SECONDO LE NECESSITÀ DEL MONDO DEL LAVORO 21,6% 39,9% 30,3% 6,8% molto abbastanza così così poco per niente - 6 -

11 Cosa serve al Sistema Paese Il sistema Paese ha bisogno di Totale campione = soggetti - 7 -

12 Cosa serve al Sistema Paese 0% 50% 100% UNA VALORIZZAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA, DURANTE TUTTA LA VITA DEL LAVORATORE 67,4% 30,1% PIÙ DIPLOMATI CHE ENTRANO NEL MERCATO DEL LAVORO MA POI AMPLIANO LA LORO FORMAZIONE IN BASE ALLE NECESSITÀ DELL'AZIENDE E ALLE LORO ATTITUDINI 58,2% 36,1% 3,4% PIÙ DIPLOMATI CON CAPACITÀ GIÀ SPENDIBILI NEL MERCATO DEL LAVORO UNA PIÙ ALTA PARTE DI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORI CHE ARRIVANO AL DIPLOMA UNA PIÙ ALTA PARTE DI STUDENTI UNIVERSITARI CHE ARRIVANO ALLA LAUREA (COME VALORE PERCENTUALE) PIÙ DIPLOMATI IN SCUOLE TECNICHE-PROFESSIONALI 44,4% 37,9% 36,6% 29,3% 44,0% 35,6% 34,7% 39,2% 10,1% 4,1% 22,0% 3,8% 23,9% 3,8% 27,4% PIÙ LAUREATI IN FACOLTÀ SCIENTIFICHE 38,7% 28,6% 30,3% PIÙ LAUREATI (COME VALORE ASSOLUTO: GRAZIE A PIÙ UNIVERSITARI E/O PIÙ COMPLETANTI IL PERCORSO) PIÙ LAUREATI IN FACOLTÀ ECONOMICHE 29,4% 16,8% 27,5% 37,0% 28,5% 48,3% 4,0% 5,3% PIÙ LAUREATI IN FACOLTÀ UMANISTICHE 9,6% 15,9% 51,8% 14,5% 8,3% Decisamente vero Piuttosto vero Né vero né falso Piuttosto falso Decisamente falso - 8 -

13 Cosa deve cambiare nel Sistema Formativo Al Sistema Formativo italiano serve Totale campione = soggetti - 9 -

14 Cosa deve cambiare nel Sistema Formativo 0% 50% 100% MAGGIOR DIALOGO TRA IL MONDO DELLA SCUOLA/ UNIVERSITÀ E IL MONDO DEL LAVORO PER INDIVIDUARE LE ESIGENZE DI UN MONDO DEL LAVORO SEMPRE PIÙ 76,5% 21,2% MAGGIORE QUALITÀ DEI DOCENTI, ANCHE TRAMITE NUOVI CRITERI DI SELEZIONE DEI PROFESSORI 75,8% 21,3% MAGGIORE QUALITÀ DEI DOCENTI, ANCHE TRAMITE IL LORO AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE 72,7% 24,4% UN MAGGIOR RICONOSCIMENTO ANCHE DA PARTE DEGLI ITALIANI (DALLE FAMIGLIE ALLE AZIENDE) DEL RUOLO E DELL' IMPORTANZA DEL SISTEMA FORMATIVO 69,8% 25,8% 4,1% UN AGGIORNAMENTO SOSTANZIALE DEI METODI DI INSEGNAMENTO 58,2% 33,7% 7,4% UN AGGIORNAMENTO SOSTANZIALE DEI PROGRAMMI DI STUDIO (A PARITÀ DI 'MATERIE') PER RENDERLI PIÙ SPENDIBILI, PIÙ PRATICI, PIÙ UTILI DAL PUNTO DI VISTA 54,0% 32,1% 11,6% UN AGGIORNAMENTO DELLE MATERIE INSEGNATE, INTRODUCENDONE DI NUOVE ED ELIMINANDONE/ LIMITANDONE ALCUNE 39,2% 39,8% 18,5% molto abbastanza così così poco per niente

15 Lo stato attuale: un consiglio a un giovane A un giovane in Italia quali delle seguenti suggerirebbe? Totale campione = soggetti

16 Lo stato attuale: un consiglio a un giovane 0% 20% 40% 60% 80% 100% Svolgere piccoli lavori anche non afferenti il corso di studi durante il periodo di studi per abituarsi all'impegno richiesto dal mondo del lavoro, ai suoi ritmi, alle sue regole formali e Studiare all'estero durante l'università almeno un anno (ad esempio con il programma Erasmus) 74,3% 71,6% Studiare all'estero durante la scuola secondaria superiore 46,6% Non fermarsi alla Laurea, ma scegliere un master/formazione post universitaria 45,4% Proseguire con una Laurea di Secondo Livello, e poi cercare lavoro 37,9% Proseguire dopo la scuola superiore con una Laurea di Primo Livello, e poi cercare lavoro 19,2% Fare la scuola secondaria superiore (un Istituto tecnicoprofessionale) e poi cercare lavoro 18,7% Fare tutta l'università all'estero 13,6% Fare la scuola secondaria superiore (un Liceo) e poi cercare lavoro 4,1%

17 Skills: quando devono essere ottenute Di seguito può trovare un elenco di capacità e competenze. Indichi il momento formativo in cui ogni capacità deve essere appresa ad un livello adatto alle comuni esigenze aziendali Totale campione = soggetti

18 Skills: quando devono essere ottenute 0% 50% 100% HARD SKILLS/COMPETENZE SPECIALISTICHE SPECIFICHE DEL CORSO DI STUDI 4,2% 23,0% 72,1% SOFT SKILLS RELAZIONALI E MANAGERIALI (CAPACITÀ DI RELAZIONARSI, DI DIALOGO, DI CONFRONTO, DI LAVORO DI GRUPPO, DI LEADERSHIP, DI CONVINCIMENTO E DI MOTIVAZIONE DEGLI ALTRI) 7,1% 54,8% 36,3% SOFT SKILLS REALIZZATIVE (PROATTIVITÀ, SPIRITO IMPRENDITORIALE, GESTIONE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE, CAPACITÀ DI DECIDERE) SOFT SKILLS COGNITIVE (CAPACITÀ DI ANALISI, DI SINTESI, DI PROBLEM SOLVING, ) COMPETENZE DIGITALI ESTESE: CAPACITÀ DI CAPIRE LA TECNOLOGIA, NON SOLO DI USARLA MA DI CAPIRNE IL FUNZIONAMENTO (PUR SENZA DOMINARLO), CAPACITÀ DI BASE DI 'CODING' (CREARE SEMPLICI SOLIDE COMPETENZE DI BASE: SCRITTURA, LETTURA IN ITALIANO, MATEMATICA, LOGICA, 4,2% 3,0% 13,5% 32,5% 53,0% 60,3% 58,5% 26,6% 54,5% 8,8% 37,0% 7,0% 29,1% 7,8% COMPETENZE LINGUISTICHE: INGLESE O ALTRA LINGUA 47,0% 38,9% 12,2% COMPETENZE DIGITALI DI BASE: UTILIZZO DEL COMPUTER E DELLA RETE, STRUMENTI COME WORD, EXCEL, POWERPOINT 43,4% 43,0% 11,9% CULTURA GENERALE: LETTERATURA, ARTE, STORIA, GEOGRAFIA, 28,3% 62,0% 8,7% Scuole superiori primarie ( medie ) o prima (elementari) Scuole superiori secondarie (licei o istituti tecnico/ professionali) In parte alle scuole superiori secondarie, in parte all'universi Università

19 Skills: the gap Di seguito può trovare lo stesso elenco di capacità e competenze che ha appena letto. Pensi ora ai giovani entrati in azienda negli ultimi anni e valuti, in media, le loro competenze Totale campione = soggetti

20 Skills: the gap 0% 50% 100% COMPETENZE DIGITALI DI BASE: UTILIZZO DEL COMPUTER E DELLA RETE, STRUMENTI COME WORD, EXCEL, POWERPOINT 5,0% 60,1% 31,7% 3,2% HARD SKILLS/COMPETENZE SPECIALISTICHE SPECIFICHE DEL CORSO DI STUDI 3,3% 37,6% 44,0% 15,2% COMPETENZE DIGITALI ESTESE: CAPACITÀ DI CAPIRE LA TECNOLOGIA, NON SOLO DI USARLA MA DI CAPIRNE IL FUNZIONAMENTO (PUR SENZA DOMINARLO), CAPACITÀ DI BASE DI 38,8% 43,2% 16,2% SOLIDE COMPETENZE DI BASE: SCRITTURA, LETTURA IN ITALIANO, MATEMATICA, LOGICA, 31,3% 57,3% 11,0% CULTURA GENERALE: LETTERATURA, ARTE, STORIA, GEOGRAFIA, 29,7% 46,3% 22,6% COMPETENZE LINGUISTICHE: INGLESE O ALTRA LINGUA 22,6% 45,9% 29,1% SOFT SKILLS COGNITIVE (DI ANALISI, DI SINTESI, DI PROBLEM SOLVING, ) 23,2% 58,9% 17,6% SOFT SKILLS RELAZIONALI E MANAGERIALI (CAPACITÀ DI RELAZIONARSI, DI DIALOGO, DI CONFRONTO, DI LAVORO DI GRUPPO, DI LEADERSHIP, DI CONVINCIMENTO E DI MOTIVAZIONE 18,7% 55,3% 24,0% SOFT SKILLS REALIZZATIVE (PROATTIVITÀ, SPIRITO IMPRENDITORIALE, GESTIONE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE, CAPACITÀ DI DECIDERE) 16,6% 53,5% 28,2% Superiori alle attese e alle necessità Un po' inferiori alle attese e alle necessità Adeguate alle attese e alle necessità Molto inferiori alle attese e alle necessità

21 La conoscenza delle necessità del mercato La Sua azienda monitora le nuove e mutevoli necessità del proprio mercato in termini di competenze? Totale campione = soggetti

22 La conoscenza delle necessità del mercato Non so 6,6% Sì, regolarmente 33,0% No, non viene fatto 24,7% Sì, in modo saltuario 35,7%

23 I bilanci di competenze in azienda Nella Sua azienda si fanno bilanci delle competenze attuali possedute dai dipendenti/collaboratori? Totale campione = soggetti

24 I bilanci di competenze in azienda Non so 1,7% Sì, regolarmente 32,0% No, non vengono fatti 31,7% Sì, in modo saltuario 34,6%

25 L'utilizzo dei bilanci di competenze in azienda E come sono utilizzati? Ai rispondenti in aziende ove si fanno bilanci delle competenze attuali possedute dai dipendenti/collaboratori = 772 soggetti = il 66.6% del campione

26 L'utilizzo dei bilanci di competenze in azienda 0% 20% 40% 60% 80% 100% Per definire i percorsi di formazione e sviluppo 68,5% Per definire le nuove risorse da inserire in azienda 47,3% Per definire i piani di carriera 40,7% Non vengono utilizzati 2,6% Non so 3,5%

27 La validità di alcune azioni della iniziativa Manageritalia Parliamo di una iniziativa di Manageritalia che sta per avviarsi con un progetto pilota che coinvolge piccole/medie imprese e Scuole superiori. Il programma analizza le aziende del territorio, per capire che tipo di figure professionali servono oggi e/o serviranno in futuro. Il programma poi fa collaborare queste aziende con le Scuole per arricchire i programmi di studio, per un successivo più facile inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, sempre con il coordinamento e la supervisione di Manageritalia. Per ognuna delle seguenti possibilità indichi quanto la reputa valida Totale campione = soggetti

28 La validità di alcune azioni della iniziativa Manageritalia 0% 50% 100% STAGE DI QUALITÀ OVVERO CON VANTAGGIO SIA PER L'AZIENDA CHE PER IL GIOVANE (PER IL GIOVANE E PER L'AZIENDA) 56,5% 38,4% PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO, DOVE GLI STUDENTI HANNO UN CERTO NUMERO DI ORE A SETTIMANA DI PROGETTI IN AZIENDA 45,7% 39,1% 10,6% 3,5% SVILUPPARE UNA SINERGIA TRA MANAGER E DOCENTI PER ORIENTARE I PIANI FORMATIVI 40,9% 42,8% 11,9% ANDARE COME MANAGER D'AZIENDA A FARE TESTIMONIANZE A SCUOLA, PER RACCONTARE AI RAGAZZI IL MONDO DEL LAVORO 44,7% 37,5% 4,6% 12,2% molto abbastanza così così poco per niente

29 La validità e la sostenibilità aziendale di alcune azioni della iniziativa Manageritalia molto + abbastanza Stage di qualità ovvero con vantaggio sia per l'azienda che per il giovane (per il giovane e per l'azienda) Percorsi di alternanza scuola/lavoro, dove gli studenti hanno un certo numero di ore a settimana di progetti in azienda Valida Sostenibile 94.9% 71.1% 84.8% 55.8% Sviluppare una sinergia tra manager e docenti per orientare i piani formativi 83.8% 54.8% Andare come manager d'azienda a fare testimonianze a scuola, per raccontare ai ragazzi il mondo del lavoro 82.2% 68.2% molto Stage di qualità ovvero con vantaggio sia per l'azienda che per il giovane (per il giovane e per l'azienda) Percorsi di alternanza scuola/lavoro, dove gli studenti hanno un certo numero di ore a settimana di progetti in azienda Andare come manager d'azienda a fare testimonianze a scuola, per raccontare ai ragazzi il mondo del lavoro Valida Sostenibile 56.5% 26.5% 45.7% 14.4% 44.7% 23.2% Sviluppare una sinergia tra manager e docenti per orientare i piani formativi 40.9% 12.6%

30 AstraRicerche via Abbondio Sangiorgio Milano Tel. (+39) Fax (+39)

I MANAGER BOCCIANO LA SCUOLA ITALIANA: NON FA CRESCERE IL PAESE

I MANAGER BOCCIANO LA SCUOLA ITALIANA: NON FA CRESCERE IL PAESE I MANAGER BOCCIANO LA SCUOLA ITALIANA: NON FA CRESCERE IL PAESE Proprio per questo Manageritalia ha presentato oggi a Milano, nel corso del convegno food4minds, un progetto volto a creare sinergia tra

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

SCUOLA E LAVORO: COLMIAMO IL GAP

SCUOLA E LAVORO: COLMIAMO IL GAP Formazione SCUOLA E LAVORO: COLMIAMO IL GAP Un progetto per evidenziare l importanza delle competenze per crescere. Il Gruppo Donne Manager di Manageritalia Milano dà il via a un programma concreto per

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANGELO CANOSSI, GARDONE VAL TROMPIA La scelta

Dettagli

Formazione tecnico-scientifica e lavoro: l'esperienza dei giovani Il punto di vista di 1460 giovani tra i 15 e i 29 anni

Formazione tecnico-scientifica e lavoro: l'esperienza dei giovani Il punto di vista di 1460 giovani tra i 15 e i 29 anni Formazione tecnico-scientifica e lavoro: l'esperienza dei giovani Il punto di vista di 1460 giovani tra i 15 e i 29 anni Obiettivo Indagare il ruolo e l importanza della formazione tecnico-scientifica

Dettagli

Il Sapere Essere nei bisogni formativi del Terzo Settore: un indagine esplorativa a Milano e provincia

Il Sapere Essere nei bisogni formativi del Terzo Settore: un indagine esplorativa a Milano e provincia Il Sapere Essere nei bisogni formativi del Terzo Settore: un indagine esplorativa a Milano e provincia a cura di Vincenzo Russo, Davide Jabes e Cinzia Sciangula dell Università IULM di Milano 1 Premessa

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e lavoro NOTA di contesto: la scuola attiva da anni un

Dettagli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli ORIENTARE GLI ORIENTATORI di Andrea Cammelli N egli ultimi anni abbiamo cominciato ad occuparci sempre più spesso di orientamento, portando la preziosa esperienza accumulata dal Consorzio Interuniversitario

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Al via il nuovo anno scolastico. Ecco tutte le novità Gelmini: Domani giornata storica Domani è una giornata

Dettagli

Materiali didattici «Eco-innovazioni» UN GIOCO DI RUOLO SULL ECO-INNOVAZIONE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Eco-innovazioni» UN GIOCO DI RUOLO SULL ECO-INNOVAZIONE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Eco-innovazioni» UN GIOCO DI RUOLO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L IDEA I temi dell eco-innovazione sono complessi, multidisciplinari e intersettoriali. Per i ragazzi può quindi

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999;

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999; Protocollo d intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato Ministero) e Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (di seguito

Dettagli

- 23-24 anni 17,4 25-26 anni 69,6 27 anni e oltre 13,0 età media alla laurea 26,6 Cittadini stranieri (%)

- 23-24 anni 17,4 25-26 anni 69,6 27 anni e oltre 13,0 età media alla laurea 26,6 Cittadini stranieri (%) anno di laurea: 2008 tipo di corso: laurea specialistica a ciclo unico Ateneo: Foggia Facoltà: Giurisprudenza PROFILO DEI LAUREATI Numero dei laureati 23 Hanno compilato il questionario 19 1. ANAGRAFICO

Dettagli

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI Rapporto GIOVANI E LAVORO La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare

Dettagli

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano FocusReport3 agosto 2014 KIBS: il percorso della conoscenza Filcams-CGIL Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Secondo i dati forniti dall Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio Industria Artigianato

Dettagli

Formazione manageriale in Trentino

Formazione manageriale in Trentino Formazione manageriale in Trentino Linee strategiche Dal 2002 il sistema istituzionale trentino ha avviato una serie di esperienze di alta formazione nel settore turistico che, seppure in mutati assetti

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati Indagine su imprese e assicurazioni Report dei risultati ITA045 Maggio 2012 Management summary_1 BACKGROUND E OBIETTIVI Il Giornale delle Assicurazioni, in occasione del convegno Assicurazioni e Sistema

Dettagli

Programma Gioventù in Azione 2007-2013

Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Questionario rivolto agli Enti pubblici, Gruppi informali, Organizzazioni e Giovani partecipanti coinvolti nel Programma GiA in FVG Udine, 30 gennaio 2012 L indagine

Dettagli

Provincia Autonoma TRENTO

Provincia Autonoma TRENTO Provincia Autonoma TRENTO 1 INDICE :::::::::::::: 1. Introduzione a. processo di ascolto 2. Principali temi emersi 3. Le buone pratiche regionali 2 Introduzione 1La Provincia Autonoma di Trento ha attivato

Dettagli

La scuola italiana della provincia di Bolzano

La scuola italiana della provincia di Bolzano AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Italienisches Bildungsressort Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Departimënt Educazion y formaziun

Dettagli

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma Appena concluso l Esame di Stato 2015, i loro curricula sono già nella banca dati AlmaDiploma, lo strumento on line di valorizzazione dei

Dettagli

La Transizione scuola lavoro

La Transizione scuola lavoro La Transizione scuola lavoro Come facilitare la transizione scuola lavoro dei giovani diplomati Dott.ssa Rita Allia Dott.ssa Cristina Lecci SIFI Società Industria Farmaceutica Italiana - SpA Catania, 28

Dettagli

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Codice Meccanografico istituto principale: CLTD00701D Codice meccanografico secondario (risultante da organico) CLPS00701N

Dettagli

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Istituto Tecnico Commerciale Laparelli Foiano della Chiana Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Mercoledì 16 Gennaio 2013 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Amministrazione finanza e marketing

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale REPORT EX ANTE 2015 Servizio civile nazionale Genere Età Titolo di studio Eventuali studi in corso IL CAMPIONE Genere VA Maschi 17 Femmine 45 TOTALE 62 Età degli intervistati 22 21 20 20 21 20 19 19-22anni

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA Marco Betti @marcobetti_ Alberto Gherardini @albgherardini IL RAPPORTO 2013 Obiettivo: Raccogliere e sistematizzare

Dettagli

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I curricula di 43mila neodiplomati viaggiano on line: voto e crediti acquisiti, conoscenze linguistiche e informatiche, stage ed esperienze

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Valentina Montesarchio Vice Segretario Generale Unioncamere del Veneto Unioncamere del Veneto e Regione del Veneto stanno definendo le attività per la prosecuzione

Dettagli

INDAGINE SUI DIPLOMATI ITSOS

INDAGINE SUI DIPLOMATI ITSOS Chi risponde La condizione professionale 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 Studente Studente Lavoratore Lavoratore regolare Lavoratore precario In cassa integrazione Disoccupato In cerca di prima occ. Casalingo Inattivo

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

GELMINI E TREMONTI: 8 MILIARDI IN MENO ALLA NOSTRA SCUOLA

GELMINI E TREMONTI: 8 MILIARDI IN MENO ALLA NOSTRA SCUOLA GELMINI E TREMONTI: 8 MILIARDI IN MENO ALLA NOSTRA SCUOLA I governi di destra hanno fatto cassa tagliando per anni proprio in questo settore vitale; noi, al contrario, investiamo sulla scuola per ottenere

Dettagli

Giovani laureate in cammino tra università e carriera

Giovani laureate in cammino tra università e carriera Giovani laureate in cammino tra università e carriera Sintesi III Rapporto Bachelor Parte 1 Centro Studi e Ricerche Bachelor - Bachelor Selezione Neolaureati Future Manager Alliance Bachelor - Future Manager

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Percorso di orientamento sui saperi minimi (P.O.S.M.)

Percorso di orientamento sui saperi minimi (P.O.S.M.) Percorso di orientamento sui saperi minimi (P.O.S.M.) Il progetto nasce da una collaborazione fra la Facoltà di Economia e l ITCS G.Oberdan di Treviglio nell ambito delle attività di orientamento di entrambe

Dettagli

http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/visualizza.php...

http://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/visualizza.php... Selezionato: cambia anno di laurea: 2011 tipo di corso: laurea specialistica/magistrale Ateneo: Torino Facoltà/Dipartimento/Scuola: tutte gruppo disciplinare: geobiologico classe di laurea: biotecnologie

Dettagli

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Le istituzioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Genova, 16 marzo 2006 Via Balbi, 1a - 16126 GENOVA Tel. 010/2095962 Fax 010/2095961 e-mail: cared@unige.it Master

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori DIFFONDERE Responsabilità, competizione, merito, confronto, creatività: LATUAIDEADIMPRESA nasce per diffondere i valori della cultura

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI 2 GRADO TECNICA E PROFESSIONALE Paolo Sarpi Scuola ESABAC Sede legale: via Brigata Osoppo -33078 San Vito al Tagliamento (PN) tel. 0434/80496 tel.0434/80372 fax 0434/833346

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI IL PROGETTO Il progetto DONNE E SCIENZA: ricerca, innovazione e spin-off imprenditoriale è un percorso integrato

Dettagli

I DIPLOMATI ECDL NEL MONDO DEL LAVORO

I DIPLOMATI ECDL NEL MONDO DEL LAVORO I DIPLOMATI ECDL NEL MONDO DEL LAVORO L articolo presenta i risultati di un indagine campionaria condotta, a luglio 22, sulla popolazione di coloro che hanno acquisito il diploma ECDL essendo già occupati

Dettagli

workshop Creare valore al di là del profitto

workshop Creare valore al di là del profitto workshop Creare valore al di là del profitto RASSEGNA STAMPA 29 30 settembre 2014 TESTATA: SOLE24ORE.COM DATA: 29 SETTEMBRE 2014 I Cavalieri del lavoro premiano l innovazione 29 settembre 2014 Luigi Roth

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Il futuro parte da qui.

Il futuro parte da qui. Istituto Europeo di Studi Superiori S.c.s. - ONLUS Palazzo delle Notarie piazza Prampolini 2/a 42121 Reggio Emilia Tel. 0522 423155 segreteria@iess.it Il futuro parte da qui. Per informazioni e iscrizioni

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II Orientamento per il successo scolastico e formativo Il RUOLO DELLA SECONDARIA II seconda parte 2011/2012 ruolo orientativo della secondaria II una scuola che ha un RUOLO DI REGIA Sostiene i propri studenti

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE

SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE SINTESI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DALLE ASSOCIAZIONI SUL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL INTEGRAZIONE 2015-2020 PREMESSA Il documento è stato inviato alle Associazioni

Dettagli

Consulta le note metodologiche. Collettivo selezionato. Collettivo selezionato. Collettivo

Consulta le note metodologiche. Collettivo selezionato. Collettivo selezionato. Collettivo Selezionato: anno di laurea: 2013 tipo di corso: laurea di primo livello Ateneo: Calabria Facoltà/Dipartimento/Scuola: Studi umanistici (Dip.) gruppo disciplinare: tutti classe di laurea: lingue e culture

Dettagli

2 luglio 2015. Sesto Censimento del Profilo e della Situazione Occupazionale dei Laureati della Scuola Galileiana di Studi Superiori

2 luglio 2015. Sesto Censimento del Profilo e della Situazione Occupazionale dei Laureati della Scuola Galileiana di Studi Superiori 2 luglio 2015 Sesto Censimento del Profilo e della Situazione Occupazionale dei Laureati della Scuola Galileiana di Studi Superiori INTRODUZIONE SEZ. 1: UNIVERSITÁ SEZ. 2: SGSS SEZ.3: POST LAUREA SEZ.

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Ricerca preliminare

Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Ricerca preliminare Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Il progetto EP4PC Ricerca preliminare 1 Aprile 2010 Background Simulation Intelligence è stata incaricata dal Committente di realizzare

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ZANON

ISTITUTO TECNICO ZANON SCUOLA APERTA sabato 23 novembre 2013 sabato 7 dicembre 2013 sabato 25 gennaio 2014 ore 15.00 18.00 www.itzanon.gov.it ISTITUTO TECNICO ZANON DAL 1866 LA SCUOLA DELL INNOVAZIONE UDINE - P.le Cavedalis,

Dettagli

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi Giovani e lavoro Data: 31 luglio 2012 La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di

Dettagli

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze della Formazione Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE Premessa CONFINDUSTRIA - CGIL, CISL, UIL TAVOLO SU FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE La formazione è una delle leve cardine per il rilancio di un'efficace politica di sviluppo, dei diritti

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT

ECONOMIA E MANAGEMENT CORSO DI LAUREA TRIENNALE A.A. 2015 / 2016 COSA STAI CERCANDO? LUIGI MARENGO DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Le solide basi teoriche, la vocazione internazionale e l orientamento in parte specialistico dal

Dettagli

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro.

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro. Adotta il futuro ovvero Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro Promosso e realizzato da: Ufficio Scolastico Provinciale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 30 settembre 2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 30 settembre 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA Ufficio Stampa Rassegna stampa Roma 30 settembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università scuola24.ilsole24ore.com Italia ancora indietro in abbandoni, disoccupazione

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Compiti innovati Porre attenzione allo sviluppo delle componente manageriale della professione;

Compiti innovati Porre attenzione allo sviluppo delle componente manageriale della professione; 1.2.3.2.0 - Direttori e dirigenti del dipartimento organizzazione, gestione delle risorse umane e delle relazioni industriali Le professioni classificate in questa unità definiscono, dirigono e coordinano

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS

Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS Avviso 2015D-01 del 14/03/2015 Avviso di selezione per 3 posizioni organizzative di quadro presso la Fondazione BBS La Fondazione Bologna University Business School (di seguito BBS o Scuola ) rappresenta

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

La porta d accesso alle aziende

La porta d accesso alle aziende Laurea Magistrale Economia e Management La porta d accesso alle aziende Presidente: Prof. Maria Francesca Renzi (renzi@uniroma3.it) (lm.economia.management@uniroma3.it ) Indice Obiettivi Struttura e articolazione

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado 5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado Percorso didattico: Accogliere e orientare Autore Corrado Marchi e Franca Regazzoni Scuola Scuola secondaria di secondo grado Classi Prima, terza, quarta

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici L interazione tra scuola, impresa e territorio L alleanza con i soggetti economico-sociali, le imprese

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore La Nuova Secondaria Superiore Una Riforma complessiva Con l approvazione del Consiglio dei Ministri del 4 febbraio nasce la Nuova Scuola Secondaria Superiore. E la prima riforma complessiva del secondo

Dettagli

La generazione I. Valori e atteggiamenti delle nuove generazioni verso l internazionalità: Sei Paesi a confronto

La generazione I. Valori e atteggiamenti delle nuove generazioni verso l internazionalità: Sei Paesi a confronto La generazione I Valori e atteggiamenti delle nuove generazioni verso l internazionalità: Sei Paesi a confronto L Osservatorio sull internazionalizzazione delle scuole e la mobilità studentesca L Osservatorio,

Dettagli

PROFILO DEI LAUREATI. 1. ANAGRAFICO Collettivo. 2. ORIGINE SOCIALE Collettivo selezionato. Collettivo selezionato. Numero dei laureati 25

PROFILO DEI LAUREATI. 1. ANAGRAFICO Collettivo. 2. ORIGINE SOCIALE Collettivo selezionato. Collettivo selezionato. Numero dei laureati 25 ALMA LAUREA anno di laurea: 2014 tipo di corso: laurea specialistica/magistrale Ateneo: Bari Facoltà/Dipartimento/Scuola: Bioscienze, biotecnologie e biofarmaceutica (Dip.) gruppo disciplinare: geo-biologico

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE E ORIENTAMENTO: IL FUTURO DELLA SCUOLA

AUTOVALUTAZIONE E ORIENTAMENTO: IL FUTURO DELLA SCUOLA AUTOVALUTAZIONE E ORIENTAMENTO: IL FUTURO DELLA SCUOLA di Andrea Cammelli fondatore nel 1994 e direttore del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea I l Profilo dei Diplomati 2014 rappresenta una risposta

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Più evidente quest anno il disallineamento dovuto al numero di alcuni profili professionali o alle loro competenze

Dettagli

Mercoledì degli Associati. Opportunità di business per le Aziende UCIF. Milano, 20 novembre 2013. Federata

Mercoledì degli Associati. Opportunità di business per le Aziende UCIF. Milano, 20 novembre 2013. Federata Mercoledì degli Associati Opportunità di business per le Aziende UCIF Milano, 20 novembre 2013 Federata Nascita del progetto UCIF rappresenta da 40 anni il settore italiano della Finitura, tramite i relativi

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 ALLEGATO 1 Progettazione del percorso Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 1. Analisi dei bisogni formativi. Il progetto Alternanza scuola-lavoro è un

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE (Ex Liceo Scientifico Tecnologico) Liceo delle Scienze Applicate ovvero l evoluzione della più importante sperimentazione degli ultimi venti anni, quella del Liceo

Dettagli

www.liceoeconomicosociale.it Una finestra sui LES 1

www.liceoeconomicosociale.it Una finestra sui LES 1 www.liceoeconomicosociale.it Una finestra sui LES 1 IL LICEO ECONOMICO-SOCIALE IL LICEO DELLA CONTEMPORANEITÀ Sottoscrizione Accordo di Rete dei Licei Economico-sociali della Toscana 25 marzo 2013 Il sito

Dettagli

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo Quesito 1 In linea generale ritieni positiva la tendenza di molti paesi europei a cercare di proteggere alcuni settori ritenuti strategici per

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

4 I LAUREATI E IL LAVORO

4 I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 30 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli