AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 30/08/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 30/08/2011"

Transcript

1 AUSL RAVENNA Rassegna stampa del 30/08/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AUSL RAVENNA 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Disagi e problemi per i nuovi ticket? Segnalali nella rubrica dei commenti sul sito 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Nuovi ticket: una partenza tra file, dubbi e incertezze 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Nazionale Ticket, primo giorno di passione Ecco come fare per usare l'isee 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna "Ticket? Colpa di Errani non di Berlusconi" 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna "Imposizione del Governo? No, abusi della Regione" 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli La Regione tratta ancora sui ticket 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna ) OSPEDALE «Ottimo reparto di cardiologia, ma vanno migliorati i p... 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna «Speculazioni sulla morte di Laura» La sorella della vittima accusa Ancisi 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Tutti i recapiti per consegnare i moduli 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Cesena Autocertificazione: le indicazioni dell' Ausl 30/08/2011 Corriere di Romagna - Ravenna La Provincia unica diventa "Romagna city" 30/08/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Nuovi ticket, file per ritirare i moduli 30/08/2011 Corriere di Romagna Lettere al corriere 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Primo giorno con largo afflusso ma senza caos

3 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna "Esami accurati per la paziente" 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna "Magici Mondi" alla Classense 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli Ausl replica al medico "Quel codice verde non è mai stato rosso" AREA VASTA E REGIONE 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli Come cambia il ticket sanitario 30/08/2011 L'Informazione di Bologna 15mila chiamate a Cup SANITÀ NAZIONALE 30/08/2011 Corriere della Sera - ROMA Tbc, 52 i bimbi positivi si insedia la commissione 30/08/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE San Raffaele, debiti record da un miliardo e mezzo 30/08/2011 Corriere della Sera - MILANO L'OSPEDALE «DIFFUSO» 30/08/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE La battaglia del cavallo che liberò i malati di mente 30/08/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Il Paese dei bambini obesi L'Italia prima in Europa 30/08/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE La clinica dove si curano i piccoli con latte e poca tv 30/08/2011 Il Sole 24 Ore I debiti del San Raffaele sfiorano quota 1,5 miliardi 30/08/2011 La Repubblica - Palermo Sanità, scatta la revoca per la gara sulle forniture 30/08/2011 La Repubblica - Napoli Medicina, oltre quattromila ai test

4 30/08/2011 La Repubblica - Roma Al via la commissione La Polverini tranquillizza "Non c'è un'epidemia" 30/08/2011 La Repubblica - Roma Allarme Tbc, altri 18 bambini positivi Si allarga il periodo, cinque nati a febbraio 30/08/2011 La Repubblica - Genova Regione, il Galliera non cura il mal di pancia 30/08/2011 La Repubblica - Bologna Si possono consegnare i moduli anche in farmacia 30/08/2011 La Repubblica - Bologna Tutti in fila per l'autocertificazione tra sportelli assediati e telefoni in tilt 30/08/2011 La Repubblica - Bologna Ticket, Lusenti rassicura Pd e cattolici "Allo studio correttivi per le famiglie" 30/08/2011 La Repubblica - Nazionale Arriva dottor Skype cure, diagnosi e consulti navigano sullo smartphone 30/08/2011 La Stampa - NAZIONALE San Raffaele, bilancio choc una voragine di 1,5 miliardi 30/08/2011 Il Messaggero - roma Deceduta in ospedale indagati due medici 30/08/2011 Il Messaggero - roma Tbc, 52 i bambini contagiati positivi cinque nati a febbraio 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Bologna Cinquemila già in regola. Ma con l'isee 30/08/2011 Il Secolo XIX - GENOVA All'Asl3 arriva Grossi l'esperta dei numeri 30/08/2011 Il Secolo XIX - GENOVA «I RISARCIMENTI PER I DISAGI DELLA GRONDA PER IL NUOVO OSPEDALE DEL PONENTE» 30/08/2011 Il Secolo XIX - GENOVA Galliera-Burlando, alta tensione 30/08/2011 MF Mistero Deloitte sul San Raffaele

5 AUSL RAVENNA 17 articoli

6 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 3 (diffusione:165207, tiratura:206221) Disagi e problemi per i nuovi ticket? Segnalali nella rubrica dei commenti sul sito Disagi e problemi per i nuovi ticket? Segnalali nella rubrica dei commenti sul sito ravenna AUSL RAVENNA 6

7 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 2 (diffusione:165207, tiratura:206221) Nuovi ticket: una partenza tra file, dubbi e incertezze Primo giorno di rincari per visite, ricette ed esami. A creare problemi FRANCESCO MONTI Di FRANCESCO MONTI COME forse era prevedibile, l'esordio del nuovo sistema di ticket regionali è stato piuttosto faticoso. Ieri, giorno di entrata in vigore dei rincari su prescrizioni di farmaci, visite ed esami specialistici, l'ufficio relazioni con il pubblico dell'ausl e i vari sportelli informazioni dell'azienda hanno avuto il loro da fare per rispondere ai dubbi dei cittadini. A creare problemi è soprattutto il meccanismo di autocertificazione del reddito: da ieri, gli appositi moduli sono disponibili nelle sedi Ausl, agli sportelli Cup, nelle farmacie e negli ambulatori, ma anche nelle sedi di Caf, patronati, sindacati e associazioni di categoria. Ricordiamo che, al di sotto dei euro lordi, si è esenti da ticket su farmaci e visite, ma a dover essere calcolato è il reddito del nucleo familiare fiscale, composto da coniugi e familiari a carico. Deve essere presentato un modulo per ogni componente della famiglia. L'AZIENDA sanitaria - che parla di «maggior afflusso agli sportelli aziendali, ma senza particolari criticità» - fa sapere cho oltre 400 cittadini della provincia hanno già consegnato il modello di autocertificazione. E ricorda che chi è già esente dal ticket in base al reddito o all'età continuerà a non pagare. Lo stesso vale per i cittadini affetti da patologie croniche o invalidanti, per i quali, però, l'esenzione è limitata alle prescrizioni di specialistica ambulatoriale o di farmaci prescritti per la patologia che ha determinato la stessa esenzione. LE VOCI raccolte all'uscita del Centro medicina e prevenzione descrivono un certo disorientamento tra gli utenti, che cercano di raccapezzarsi tra fasce di reddito ed eventuali esenzioni. Alessandro Ruggeri non ha ancora provveduto a dotarsi del documento: «Ho chiesto qualche informazione, ma non ho ancora approfondito come vada calcolato il reddito. Non so se faccio parte della fascia di esenzione». Marco Fiore, invece, ha appena compilato il suo modulo di autocertificazione. «La procedura è un po' laboriosa - racconta - ma sono riuscito a sbrigarla. L'esenzione? Credo non riguardi me, sono al di sopra dei 36 mila euro». «Per ora ho solo dato un'occhiata ai cartelli informativi, ma non so molto di come funzionino i nuovi ticket - ammette Mirco Liverani. - Per quanto mi riguarda, non sono contrario a come sono state definite le fasce di reddito. L'autocertificazione? Ne so poco, ma dovrò informarmi presto. Spero sia un modo per ridurre code inutili». ANGELINA Rossi e il figlio Boris Gatta si sono presentati al Cmp per una visita prenotata da tempo (e quindi pagata secondo i vecchi criteri), ma ne hanno approfittato per ritirare gli appositi moduli. «Ora li leggeremo, e cercheremo di capire in che fascia di reddito rientriamo» spiegano. Ettore Baccarini, invece, ha già avuto un 'incontro ravvicinato' con il nuovo sistema: «Insomma devo portare sempre con me questo modulo? Che seccatura» sbuffa. «Stamattina sono stato in farmacia, e ho speso molto più del solito - aggiunge. - Purtroppo sono considerato tra i 'ricchi', cioè quelli che non rientrano nella fascia di esenzione. Anche perché il reddito familiare comprende anche quello di mia moglie, nonostante siamo in regime di separazione dei beni e presentiamo dichiarazioni dei redditi separate. Mi pare un'assurdità: io sono un pensionato, perché dobbiamo essere sempre noi a pagare?». PER Patrizia Bernardi, invece, non dovrebbe cambiare quasi nulla. «Sono invalida - dice - e quindi esentata dal ticket. Se poi verrà fuori che qualche provvedimento riguarda anche me, a quel punto mi porrò il problema». AUSL RAVENNA 7

8 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ed. Nazionale Pag. 18 (diffusione:165207, tiratura:206221) Ticket, primo giorno di passione Ecco come fare per usare l'isee La Regione ci ripensa e rivede i criteri per il calcolo dei redditi E' STATO un vero e proprio assalto al telefono quello che ha contraddistinto la giornata di ieri, la prima dell'introduzione dei ticket sanitari in Emilia Romagna. Il call center messo in piedi dalla Regione (numero verde ) ha risposto a più di telefonate nell'arco della giornata, con picchi di oltre chiamate tra le 10 e le 11 di ieri mattina. Sul campo (farmacie, punti di prenotazione, Caf e patronati) si sono registrati in Regione diversi disagi, legati più alla difficoltà di comprendere in modo chiaro tutti i passaggi della procedura di autocertificazione del reddito che ad ingorghi e 'assalti' agli sportelli. Intanto, migliaia di cittadi in regione hanno già consegnato il modulo compilato: solo a Bologna sono a quota AUSL RAVENNA 8

9 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 21 (diffusione:30000) Bartolini (Pdl): è la Regione che ha deciso il sistema per pagare ricette e visite sanitari, infatti punisce le famiglie e premia i single "Ticket? Colpa di Errani non di Berlusconi" «La Regione Emilia-Romagna non si smentisce mai: appena può penalizza le famiglie». Parole di Luca Bartolini, consigliere regionale Pdl, sull'entrata in vigore dei nuovi ticket sanitari su ricette farmaceutiche, visite, esami specialistici. "Il sistema per il pagamento dei ticket è stato deciso dalla Regione e non dal Governo - sottolinea Bartolini - infatti la rimodulazione varata da Vasco Errani non ha tenuto in minima considerazione la tutela delle famiglie, specie di quelle numerose. Infatti le fasce di reddito su cui viene calcolato l'ammontare del ticket si basa sul reddito familiare lordo. La Regione, al solito, preferisce favorire chi non ha famiglia o le coppie conviventi e le coppie di fatto. Esempio: se una persona che vive sola dichiara un reddito di 35mila euro è esentato dal pagare il ticket. Invece una famiglia di operai, marito e moglie che lavorano guadagnando 19mila euro a testa, e due figli da mantenere, è costretta a pagarlo. Non è giusto, non è un sistema equo e infatti come Pdl abbiamo chiesto con un'interrogazione alla Regione di rivedere i parametri per rimodulare il ticket. Magari si potrebbe introdurre l'isee o un quoziente familiare, sennò il pagamento del ticket è un provvedimento iniquo sbilanciato sulle spalle delle famiglie». AUSL RAVENNA 9

10 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 17 (diffusione:30000) Bazzoni (Pdl):"Falsità e demagogia" "Imposizione del Governo? No, abusi della Regione" RAVENNA - "Falsità e demagogia nelle decisioni della Giunta regionale sui ticket sanitari e nelle dichiarazioni dell'assessore Lusenti". Non usa giri di parole il consigliere regionale del Pdl Gianguido Bazzoni, secondo cui "i ticket sulle prestazioni sanitarie e sui farmaci sono presentati come un'imposizione malvagia del Governo che le Regioni ed i cittadini devono subire senza ragione". "In realtà - spiega Bazzoni - la gravissima crisi impone a tutti di valutare riduzioni di spese e il servizio sanitario non può chiamarsi fuori, visto che rappresenta quasi l'80% di tutte le spese della Regione. E' falso che i ticket vengano messi per un'imposizione del Governo; in realtà la regione Emilia-Romagna faceva già pagare un ticket uguale per tutti su pronto soccorso, laboratorio, visite specialistiche ecc. La novità, per quel che riguarda anche i farmaci, è che la Regione ha creato un meccanismo che penalizza le famiglie, dal momento che ha previsto esenzioni e gradualità del ticket in base al reddito familiare, in modo che anche redditi bassi, ma sommati, fanno scattare il pagamento. Si verifica così una situazione paradossale in cui il figlio 15enne di una coppia sposata con reddito di 20mila euro a testa paga il ticket (20+20= 40 che è superiore alla soglia esente dei 36 mila euro), mentre il figlio 15enne di una coppia non sposata regolarmente con un reddito di 35mila euro a testa (35+35 farebbe 70) non paga nessun ticket, così come non lo pagano i suoi genitori". Sul tema interviene anche Alberto Ferrero di Fli: "Noi di Fli - spiega - abbiamo sempre chiesto che si passasse al quoziente familiare, così che le famiglie, soprattutto quelle con persone a carico, avessero delle facilitazioni. In questo caso invece ed è decisamente scandaloso, si utilizza una sorta di quoziente familiare al contrario". AUSL RAVENNA 10

11 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 10 (diffusione:30000) L'assessore alla Sanità di via Aldo Moro, Carlo Lusenti, rivede il progetto delle fasce Isee La Regione tratta ancora sui ticket L'appello della Cgil: troviamo una soluzione più equa ROMA - I ticket "una misura odiosa, ma inevitabile a causa dei vincoli imposti dal governo" e dunque "bene ha fatto la Regione a modularne la riscossione in base al reddito. Lo ha detto ieri Vincenzo Colla, il segretario regionale della Cgil, che ha presentato ieri un piano per definire le fasce di reddito Irpef differenziate e il passaggio allo strumento dell'isee, considerato più equilibrato. Ma questo, puntualizza Colla, "è solo un motivo in più per bollare ancora una volta le scelte del governo, che non fa nulla contro l'evasione fiscale né tantomeno mette mano a una moderna legislazione sui diritti e i doveri delle coppie di fatto". "Pieno appoggio alla giunta", assicura il capogruppo del Pd in Regione, dopo le polemiche cha hanno investito l'esecutivo per modalità di calcolo delle esenzioni che penalizzano le coppie spostate e le famiglie numerose a favore di conviventi e single. Quanto all'introduzione dell'isee per il calcolo delle esenzioni, Monari conferma che sarà fatta una valutazione "per capire se sia lo strumento più adeguato - ha detto - per raggiungere l'obiettivo di una maggiore equità che favorisca le famiglie numerose. Non so nemmeno se l'isee sia lo strumento più adeguato: forse c'è bisogno addirittura di crearne uno ad hoc". "Stiamo già lavorando per mettere a punto uno strumento che introduca ancora maggiore equità", ha risposto in giornata Lusenti. Quelli imposti dal governo, ha detto l'assessore, "avrebbero causato un doppio danno. Al Servizio sanitario regionale, perché una parte delle prestazioni sarebbero andate al privato. E ai cittadini e alle famiglie piùdeboli". Per questo, ha spiegato Lusenti, "abbiamo deciso di rimodularli partendo dalla legge che regola la compartecipazione, con riferimento ai redditi familiari lordi". I tempi dettati dal governo "ci hanno portato a utilizzare lo strumento più immediato", cioè l'autocertificazione, ma in viale Aldo Moro si sta già lavorando per approdare a uno strumento più equo: "Uno strumento già previsto e ribadito il 23 agosto scorso, quando la Regione ha siglato un'intesa con le organizzazioni sindacali e le associazioni del tavolo per l'imprenditoria ricorda l'assessore - sull'applicazione delle nuove modalità di contribuzione alla spesa per i soggetti non esenti". In quell'occasione, i firmatari si sono impegnati "a condividere un percorso per individuare strumenti più puntuali di valutazione della condizione economico-patrimoniale di ciascuna famiglia, a cui fare riferimento per l'applicazione delle quote di partecipazione della spesa - ha detto Lusenti- partendo dallo strumento Isee". "Stiamo lavorando per mettere a punto uno strumento di maggiore equità", dice l'assessore Lusenti AUSL RAVENNA 11

12 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 15 (diffusione:165207, tiratura:206221) ) OSPEDALE «Ottimo reparto di cardiologia, ma vanno migliorati i p... ) OSPEDALE «Ottimo reparto di cardiologia, ma vanno migliorati i pasti» IN DATA 27 agosto sono stato dimesso dal reparto di cardiologia dell'ospedale di Ravenna e vorrei far sapere a tutti i lettori del giornale che il nostro reparto di cardiologia ha raggiunto l'eccellenza nella cura dei degenti. Tutti vengono trattati come persone, con rispetto, decoro e dignità. Un'attenzione particolare viene prestata anche alle persone anziane. Credo che il nostro ospedale, per quanto riguarda il reparto di cardiologia, possa tranquillamente reggere il confronto con i migliori ospedali. Il punto negativo riguarda invece i pasti, a mio avviso davvero davvero non all'altezza della struttura. Non mi spiego come in un reparto così al top per il servizio, possano essere serviti dei pasti del genere. Se da un lato credo sia giusto mettere in evidenza il livello della nostra cardiologia, dall'altro penso che si debba segnalare anche la lamentela per la qualità dei pasti offerti ai pazienti, in modo da stimolare il miglioramento della situazione attuale. Amos Bonetti Ravenna AUSL RAVENNA 12

13 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 12 (diffusione:165207, tiratura:206221) VIDEO CHOC E IL PD ATTACCA: «ORA SI SCUSI CON LA FAMIGLIA» «Speculazioni sulla morte di Laura» La sorella della vittima accusa Ancisi «UNO SPUDORATO e volgare utilizzo a fini politici di un evento doloroso». La bufera su Alvaro Ancisi non si placa. Dopo la diffusione del video 'taroccato' sui soccorsi della 28enne modenese Laura Cavazzuti, morta la notte del 25 giugno in ospedale dopo un malore per cause naturali mentre si trovava al bagno Toto di Marina di Ravenna, anche la famiglia della giovane grida tutta la propria indignazione. E lo fa attraverso una lettera scritta dalla sorella di Laura, che prima accusa Ancisi di avere strumentalizzato la vicenda «per sostenere la sua battaglia nei confronti dei locali balnerari di Marina di Ravenna», poi al capogruppo della Lista per Ravenna chiede di «non utilizzare mai più questo video», annunciando inoltre che «nei prossimi giorni contatterò la polizia postale al fine di ottenere la rimozione di ogni copia del video da internet e mi muoverò affinché tutte le copie presenti presso le televisioni vengano distrutte». Per la sorella di Laura, già l'ampia eco data dai media alla notizia della sua morte non aveva fatto altro che «aggiungere sofferenza, rabbia e soprattutto senso di violazione al dolore già immenso della mia famiglia». E la successiva diffusione del 'documentario', ripreso dai tg nazionale e oggi «fuori controllo», ha aggiunto «un senso si incredulità». E riguardo a una delle accuse che Ancisi aveva rivolto ai gestori del Toto nel video choc, cioè che mentre la giovane era agonizzante la gente continuava a ballare, la sorella precisa che il fatto «non ha provocato in me nemmeno un millesimo della rabbia e della tristezza che ho provato nel venire a conoscenza del video». E subito arrivano le prime reazioni da parte di esponenti di maggioranza, che invitano Ancisi a scusarsi. «Il danno ai familiari della ragazza - scrive Matteo Cavicchioli, capogruppo Pd, riferendosi al video definito «una sgradevole messa in scena» - è probabilmente irreparabile, ma credo che un formale atto di scuse si renda necessario. Ancisi è un politico esperto e saprà fare ciò che gli chiedo nella maniera più appropriata, senza ulteriori strumentalizzazioni. In caso le scuse non arrivino, provvederò a chiedergliele nel prossimo consiglio comunale». DURO anche Alberto Pagani, segretario dei Democratici di Ravenna: «Spero che, per Ancisi, questa sia una lezione che gli serva ad imparare a non strumentalizzare il dolore e le tragedie degli altri». «Non devo scusarmi di nulla - replica il leader di LpR, soprattutto non posso rispondere a una lettera che non ho ricevuto». E aggiunge: «Dell'onestà del mio operato di amministratore comunale rispondo alla mia coscienza e basta, non avendo alcun interesse da difendere» a differenza di «quelli che continuano ad attaccarmi e a offendermi, cercando di intimidirmi e zittirmi solo per avere voluto far conoscere la verità sul contesto in cui una ragazza ha trovato la morte in spiaggia». l. p. AUSL RAVENNA 13

14 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 2 (diffusione:165207, tiratura:206221) Tutti i recapiti per consegnare i moduli I moduli di autocertificazione del reddito vanno riconsegnati assieme alla copia del documento di identità. Possono essere inviati via fax ai numeri (distretto di Ravenna), (Faenza) e (Lugo), oppure tramite posta elettronica certificata (Pec) all'indirizzo ausl.ra.it. Possono inoltre essere consegnati direttamente in vari punti aziendali Ausl Image: /foto/6797.jpg AUSL RAVENNA 14

15 30/08/2011 QN - Il Resto del Carlino - Cesena Pag. 2 (diffusione:165207, tiratura:206221) TICKET Autocertificazione: le indicazioni dell' Ausl L'AUSL ha diffuso un vademecum sull'autocertificazione. -Va compilata da tutti coloro che NON sono esenti, da chi ha l'esenzione per patologia (per tutte le prestazioni e farmaci che non riguardano la stessa patologia), da ogni singolo componente del nucleo familiare (anche minori, per i quali firma il genitore). - Il modulo deve essere compilato in duplice copia e deve essere allegata sempre la fotocopia di un documento d'identità. Per i minori è sufficiente il documento di identità del genitore che autocertifica. - Per assistenza nella compilazione l'utente può avvalersi della consulenza di patronati, Caf, associazioni di categoria, ecc. - L'autocertificazione può essere consegnata, unitamente alla copia del documento, presso: a) tutti gli sportelli dell'ausl; b) i Caf e patronati; c) gli sportelli delle strutture sanitarie private convenzionate se il cittadino esegue le prestazioni presso una di queste strutture (Malatesta Novello, S. Lorenzino, Columbus, Terme S. Agnese, Arcade). NON può essere consegnata presso le farmacie, i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta. L'autocertificazione può anche essere inoltrata, unitamente a copia del documento d'identità: a) per raccomandata A.R. a: Ausl Cesena - viale Ghirotti Cesena (FC); b) per fax al numero c) per certificata a: AUSL RAVENNA 15

16 30/08/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 6 SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA La Provincia unica diventa "Romagna city" Balzani: «Basta una legge ordinaria» Mattarelli parla di «area metropolitana» RAVENNA. Parte dalla Costituzione per certificare che «se si vuole, si può fare». Per difendere la proposta di istituire la provincia unica della Romagna, il sindaco di Forlì Roberto Balzani cita la carta fondativa della Repubblica e chiama alla mobilitazione l'opinione pubblica per convincere la politica locale della validità dell'idea in termini di razionalizzazione dei servizi e di risparmio delle risorse. In città ha trovato il sostegno di Sauro Mattarelli, presidente Casa Oriani fautore di una Romagna City, del mondo repubblicano, della Uil e l'apertura del presidente della Provincia Claudio Casadio. «La Costituzione - precisa Balzani - è molto chiara, il mutamento delle circoscrizioni provinciali può avvenire su iniziative dei Comuni in accordo con la R e g i o n e e b a s t a u n a legge ord inaria votata d a l P a r l amento che in questo caso sarebbe poco più di una notif ica. È quindi u n a m e r a questione di volontà politica. Sembra un parad o s s o m a questa volta può essere veramente l'opinione pubblica a fare la differenza». Incassata l'ape rtura del presidente della Provincia Claudio Casadio, come già riportato dal Corriere il mese scorso, e di qualche esponente dell'opposizione, di parte del Pd forlivese e riminese, del mondo imprenditoriale e parzialmente del sindaco di Ravenna che dice «sulla proposta non si è buttato via», Balzani punta ora ad ottenere l'espressione favorevole dei consigli comunali. «I Comuni non possono nascondersi dietro difficoltà di tipo amministrativo. Spesso la politica è prigioniera di luoghi comuni e costruzioni mentali. Occorre superare ogni rigidità. Credo sia un progetto di grande importanza per lo Stato. Per la prima volta si lavora a una proposta non per dividere un territorio ma per unirlo». Pensa a un laboratorio politico il sindaco di Forlì, nel quale far nascere un a n u o v a s t r u t t u r a a m m i n istrativa che a p p l i c h i davvero pol i t i c h e i n u n'ottica di area vasta e n o n c o m e avviene ora, frutto, assicura, «di logiche di mediazione fra le città». A tratteggiare i c aratteri del nuovo so ggetto amministrativo ci pensa Sauro Mattarelli che allarga l'orizzonte e parla esplicitamente di «area metropolitana». «L'idea è quella di una Romagna City, frutto della razionalizzazione delle risorse in favore di sistemi urbanistici, logistici e culturali comuni. Penso a un progetto unificante come quello di Ravenna capitale europea della cultura». Una Romagna City che non teme la proposta di abolizione delle province e si distingue dall'idea della regione Romagna. «Siamo contrari alla regione Romagna perché è una risposta difensiva a un'esigenza di razionalizzazione. Personalmente sono favorevole all'abolizione delle province in favore di entità territoriali capaci di superare l'a ttuale sistema». Chiara Bissi Sauro Mattarelli Sopra, il palazzo della Provincia di Ravenna e il sindaco di Forlì Roberto Balzani AUSL RAVENNA 16

17 30/08/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 6 SANITA' Nuovi ticket, file per ritirare i moduli Critiche dall'opposizione: sarebbe stato meglio il quoziente familiare RAVENNA. t L'avvio ieri dei ticket sanitari in regione si è svolto senza particolari criticità. In provincia di Ravenna si è comunque registrato un prevedibile incremento nell'afflusso delle persone per il ritiro dei moduli per l'autoce rtificazione del reddito agli sportelli aziendali, ai punti informativi e agli urp. La maggior parte degli accessi ha riguardato richieste di chiarimento, che in qualche caso potrebbero aver determinato anche rallentamenti, ed il ritiro dei moduli. Oltre 400 cittadini hanno già consegnato ai servizi aziendali il modello di autocertificazione. I nuovi ticket sono infatti stabiliti in base a fasce di reddito che ogni cittadino dovrà autocertificare, attraverso un modulo da compilare per ogni componente del nucleo familiare, una sola volta. «E' bene sottolineare - fanno sapere dall'ausl di Ravenna - che ci sono due mesi di tempo per mettersi in regola con il pagamento dell'ev ent uale ticket aggiuntivo. In questa prima fase di applicazione, tutte le prestazioni e consegna di farmaci, vengono garantite a tutti i cittadini, anche se sprovvisti di autocertificazione, applicando il ticket precedentemente in vigore. Inoltre le nuove modalità non sono applicate a tutte le persone già esenti in base al reddito, all'età, alla patologia cronica e alle altre condizioni previste». Una nota a parte meritano invece i cittadini esenti per patologie croniche o invalidanti e per malattie rare, per i quali l'esenzione si limitava alle prestazioni ambulatoriale e di farmaci prescritti per il trattamento della patologia che ha determinato l'esenzione, e che da ieri per tutte le altre prestazioni dovranno presentare l'autocertificazione per garantire un corretto calcolo del ticket. Critico il consigliere comunale del Pdl Gianguido Bazzoni: «La Regione, per la solita demagogia, ha creato un meccanismo che penalizza le famiglie, prevedendo esenzioni e gradualità del ticket in base al reddito familiare, in modo che anche redditi bassi, ma sommati, fanno scattare il pagamento». Pertanto «si arriva al paradosso che il figlio 15enne di una coppia sposata con reddito di 20mila euro a testa paga il ticket, mentre il figlio di una coppia non sposata con un reddito di 35mila euro a testa non paga nessun ticket». Sul tema è intervenuto anche il coordinatore comunale di Futuro e Liberta, Alberto Ferrero che chiede di «passare ad un 'imposizione utilizzando il quoziente familiare, così che le famiglie, ed in particolar modo quelle con persone a carico abbiano delle facilitazioni evitando che sia la semplice sommatoria dei redditi dei vari componenti la famiglia a determinare il pagamento de ll 'imposta, non tenendo conto della sua effettiva composizione». E comunque un sistema molto più equo sarebbe stato quello dell'isee, che avrebbe fornito un'immagine molto più veritiera della situazione della famiglia. Ieri giornata "calda" nelle farmacie AUSL RAVENNA 17

18 30/08/2011 Corriere di Romagna Pag. 22 Provincia unica Guardiamo al futuro Lettere al corriere Numerosi eventi recenti hanno un segno inequivocabile: si tratta di questioni che hanno richiesto o richiedono, per essere affrontati con successo e lungimiranza, un approccio istituzionale romagnolo, aperto, integrato, legato al territorio ma anche a scenari molto più ampi, europei, globali. Sul versante commerciale e imprenditoriale, la costituzione di un ente fieristico della Romagna, con Rimini capofila; annessa a questo, la riorganizzazione dei trasporti: a cominciare dall'opportuna costituzione della holding degli aereoporti di Romagna (con Rimini e Forlì, ma sarebbe auspicabile anche un allargamento ad altre realtà entro una scala regionale ed extraregionale); sul versante dei saperi e della ricerca, la nuova concezione del multi campus romagnolo all'interno dell'alma Mater derivante dagli effetti dei decreti Gelmini (che invoca, al di là del mancato finanziamento del governo centrale, un nuovo protagonismo, anche delle istituzioni comunali e provinciali, nella valorizzazione dell'università e della ricerca applicata, nonché nel costruire nuovi assi tra innovazione e sistema produttivo) o, ancora, un'organizzazione del sistema della formazione professionale e della "rete politecnica" volta alla specializzazione e alle vocazioni territoriali entro un campo vasto di natura sistemica, con un forte coordinamento regionale. Ancora, sul versante delle questioni aperte, non prive di aspetti problematici: si lavora da tempo per riorganizzare su larga scala il sistema sanitario romagnolo tramite la cosiddetta "area vasta"; anche qui si è constatata, in maniera nitida, la necessità di un coordinamento più forte tra i comuni e le provincie (e forse sarebbe davvero interessante aprire un ragionamento su un'unica Ausl romagnola, all'insegna della qualità dei servizi al cittadino, della massima efficienza e della riduzione dei costi tramite investimenti e organizzazione delle spese tramite azioni di scala: credo si dovrebbe avviare uno studio di fattibilità rigoroso, pensando, prima di tutto, al bene dei cittadini fruitori dei servizi, e poi ad altre esigenze, con uno sguardo per così dire "dal basso"); ma da tempo si lavora anche sul versante del trasporto pubblico locale per un'unica azienda romagnola: al di là delle potenzialità, connesse anche a necessità legate al mantenimento dei servizi nella compatibilità di bilanci sempre più stretti (a causa degli errori di un governo nazionale fallimentare), si constatano difficoltà legate anche all'intreccio di vari livelli istituzionali. Ancora di un approccio di sistema romagnolo necessitano risorse straordinarie, e ad oggi non ancora sfruttate appieno entro una visione europea e nuovi orizzonti legati alla trasformazione repentina della società, come quelle legate al patrimonio culturale e ai suoi beni (da quelle raccolte nei Comuni più grandi a quelle disseminate in quelli più piccoli) ma anche al paesaggio e alla fruizione turistica (da quella della costa a quella naturalistica e connessa ai borghi dell'entroterra e della collina, al parco delle foreste casentinesi, e poi alle città d'arte e al patrimonio storico da scoprire o riscoprire un po' ovunque). Sempre più occorrono una visione larga e il coraggio di innovare: il laboratorio di Ravenna e della Romagna come capitale europea della cultura nel 2019 costituisce un affascinantissimo banco di prova e di sperimentazione per misurare la nostra capacità di "fare sistema" (ciò che suggerisce l'europa e che quasi impongono alcuni processi di scala globale). Si tratta solo di alcuni esempi che mostrano quanto possa essere utile e proficuo un ragionamento su una più forte strutturazione istituzionale, di scala romagnola, che superi le attuali tre provincie di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, all'interno di una rinnovata concezione della Regione stessa. Peraltro sono in corso, proprio su scala regionale, processi di innovazione importanti come la costituzione della città metropolitana a Bologna e i processi di sempre più stretto raccordo tra Modena e Reggio (con una possibile allargamento anche a Parma e Piacenza). Insomma sono in atto processi di movimento che la politica, non solo quella istituzionale, deve saper cogliere. Non è un caso dunque che importanti organizzazioni di categoria e sindacali abbiano già espresso pieno apprezzamento per l'idea della Provincia unica, oltre a singole personalità della politica e intellettuali, o che entro questa dimensione si muovano significative esperienze - guarda caso legate al campo della cultura e della valorizzazione del territorio - come il progetto URCA (Unione Regionale Cultura e Arte) - Cooperative in rete per la cultura, moderno ed originale modello organizzativo a "rete di imprese" AUSL RAVENNA 18

19 30/08/2011 Corriere di Romagna Pag. 22 messo a punto da FederCultura Turismo Sport e avviato proprio nell'area della Romagna (Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini, ma anche circondario Imolese), ove si registra una concentrazione eccezionale di cooperative culturali, aderenti a Confcooperative, o la rete delle Case museo dei poeti e degli scrittori di Romagna (recentemente approdato anche sul web: con un portale curato dalla Fondazione Casa di Oriani, da cui è possibile avere informazioni sulle attività delle diverse Case museo e sulle iniziative comuni: Si tratta di esempi che dal presente gettano lo sguardo al futuro, avendo a cuore la massima valorizzazione del nostro territorio superando confini e aprendosi con più decisione al contesto regionale, a quello nazionale ed internazionale. Il fatto che questo si incroci con gli attuali ragionamenti intorno ad una sempre più stretta interazione dei Comuni, associando molte delle loro funzioni o unendosi in forme inedite - non per tagliare costi (come il governo in maniera bislacca e senza visione d'insieme sostiene) ma per renderli più efficienti in tempi di crisi - ci dice che occorre assolutamente approfondire questi percorsi e in tempi ragionevolmente brevi. Si discute molte delle provincie in questo periodo, il Pd nazionale molto opportunamente ha proposto un processo di accorpamento e quella della Provincia unica romagnola - lanciata da Roberto Balzani, presente nel suo programma di mandato, scaturito da un ampio confronto, anche in seno al centro-sinistra, e che personalmente sostengo da tempo - appare davvero una possibilità concreta per mettere in atto questa idea: che, oltre a tantissimi cittadini e numerose organizzazioni, figure politiche e istituzionali come i riminesi Roberto Piva (consigliere regionale del PD) ed Emma Pettiti (unica candidata alla segreteria del PD riminese) o, da ultimo, il Presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio, ma a Ravenna anche una giovane rappresentante del PD come Serena Fagnocchi, la condividano, la reputino una proposta interessante e una "buona base di partenza", è davvero un buon segno. Non resta che proseguire. Con rigore e coraggio, e soprattutto sguardo al futuro. Chi intende conservare ciò che c'è o chi, per conservare, sostiene che la provincia sia fonte di identità (quando si sa che questi aspetti sono legati, semmai, ai Comuni, o ad altri spazi culturali e territoriali) o chi ancora sminuisce senza entrare nel merito delle questioni, credo debba essere invitato ad un maggiore realismo ma anche, al contempo, ad un rinnovato sforzo progettuale. Thomas Casadei Consigliere regionale PD Domenica 28 agosto. Alle 9: 30 inizia il lavoro del marinaio di salvataggio. Termina alle 18:30. Oggi doveva essere il giorno di sciopero dei salvataggi, invece erano loro a svolgere servizio in mare. Giornata dura, difficile, con un mare mosso molto pericoloso. Onde e correnti mettevano in difficoltà serie turisti e riminesi. In acqua ci sono tante persone da osservare nei loro movimenti, le loro bracciate nel mare in burrasca. - Ho visto il salvataggio salvare la vita a quei quattro bambini, li ha caricati sul moscone lottando tra le onde mettendo a rischio la sua stessa vita. E poi fischiava con il fischietto tutta la giornata per cercare di fare stare la gente più vicino alla riva, ma qualcuno non ascoltava!! Sono andato vicino alla torretta quando il salvataggio è rientrato e gli ho stretto la mano. Poteva essere mio figlio!! Ma se non c'erano loro oggi quanta gente sarebbe affogata? Racconta così un signore, bagnante che oggi ha visto questo con i suoi occhi. I salvataggi hanno dimostrato in questa giornata difficile tutta la loro professionalità. Una media di 6 interventi a salvataggio. Bambini salvati, anziani, giovani, adulti, coloro che erano in difficoltà serie. I salvataggi sono assolutamente indispensabili e non basta il solo brevetto. Per imparare ad uscire in mare aperto e mosso con il moscone occorrono almeno tre anni di sevizio in mare. Imparare a conoscerlo il mare, come varcare le onde e come recuperare una persona che rischia di affogare, e rientrare a riva evitando pure di toccare con il remo le persone che sono in acqua. Se non fossero stati presenti i salvataggi oggi sarebbe stata una giornata pessima per i signori bagnini. Sarebbero affogate tante persone. Giornate come quella di oggi devono fare riflettere tutti e ringraziare i marinai di salvataggio per la loro costanza e impegno nel lavoro svolto con serie capacità. Un cittadino riminese e un salvataggio Rimini Al momento in cui mi accingo a scrivere le mie solite cavolate, non è ancora dato sapere che cosa partorirà il tanto atteso incontro, fra il «nostro» non più amato premier Berlusconi e il «vero» premier, ancora per ora, Bossi, anche se non più celodurista. Ciò che invece si può tentare di prevedere, sono le conseguenze che si potrebbero scatenare all'interno del PdL e della Lega. «La Padania» titola a tutta pagina «Ha vinto la Lega. Le nostre richieste sono state accolte». I pidiellini, AUSL RAVENNA 19

20 30/08/2011 Corriere di Romagna Pag. 22 per contro, hanno affermato più volte che non ci stanno più a seguire, come cagnolini scodinzolanti, la Lega, facendo capire che, se così fosse, ci potrebbero essere pesanti ripercussioni all'interno del partito. In sintesi, potrebbe saltare il «tappo». A questo punto si deve presumere che, entrambe la fazioni siano ben armate, pronte ad intervenire duramente. E questo, per una parte, sarà sicuramente così, perchè se vince uno, perde l'altro. Non ci sono santi che tengano. E allora se vince la Lega si dovrebbe scatenare il terremoto in casa PdL e coloro che sotto sotto contestano, da tempo, il «nostro», dovrebbero uscire allo scoperto. Se vince il PdL, ecco che la stessa fine la dovrebbe fare Bossi, anche se molti segnali dicono chiaramente che la sua «fine» è vicina. Ma ci potrebbe essere una terza ipotesi. Uno scambio di favori che però scontenterebbe sia le basi della Lega che del PdL. Ecco, comunque sia, se le parole hanno ancora un loro significato, ma alle pagliacciate ci siamo abituati da tempo, questo è quanto potrebbe accadere. Vediamo. Restiamo in trepida attesa. Comunque sia, qualsiasi cosa accada, alla fine chi ci rimette veramente, è quel popolino che viene indicato come sovrano, solo quando fa comodo. Alessandro Marini Lugo di Romagna AUSL RAVENNA 20

21 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 17 (diffusione:30000) Primo giorno con largo afflusso ma senza caos RAVENNA - L'Ausl traccia un bilancio della prima giornata di introduzione dei nuovi ticket sanitari, caratterizzata, come prevedibile, da un maggior afflusso di persone agli sportelli aziendali, ai punti informativi e agli urp, ma non si sono registrate particolari criticità. Oltre 400 cittadini hanno già consegnato ai servizi aziendali il modello di autocertificazione. In questa prima fase di applicazione, tutte le prestazioni e consegna di farmaci, vengono garantite a tutti i cittadini, anche se sprovvisti di autocertificazione, applicando il ticket precedentemente in vigore. L'autocertificazione va compilata una sola volta per ogni componente del nucleo familiare, salvo eventuali modifiche della fascia di reddito. I dati saranno registrati nell'anagrafe sanitaria con il relativo codice di fascia di reddito. E' bene che in questa prima fase, i cittadini portino con sé al momento della richiesta di prestazioni, il modulo di autocertificazione. AUSL RAVENNA 21

22 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 16 (diffusione:30000) Le spiegazioni dell' Ausl sul ricovero della 47enne ravennate "Esami accurati per la paziente" hanno evidenziato patologie acute in atto. La paziente nel corso del percorso diagnostico eseguito è stata trattata con antidolorifici ed anti infiammatori ed alle circa la sintomatologia risultata notevolmente attenuata; la paziente ha rifiutato di essere ricoverata ed ha chiesto di essere dimessa. Anche questo contrasta con la sottolineatura che nell'articolo evidenziava che alla paziente non era stato proposto il ricovero dopo 9 ore di attesa. Dichiarare quindi una presenza di nove ore al Pronto Soccorso, dopo il percorso diagnostico complesso a cui è stata sottoposta la signora, pare francamente pretestuoso. Riguardo l'articolo pubblicato sulla Voce sabato 27 agosto dal titolo "La mia odissea al Pronto Soccorso" arriva la risposta dell'ausl di Ravenna che pubblichiamo integralmente. Il caso segnalato è stato trattato in modo adeguato. Non si è trattato di 9 ore di attesa o di sosta in Pronto Soccorso come si è inteso sottolineare apostrofando questo caso come malasanità. In questo caso è stato svolto un iter diagnostico-terapeutico articolato che è consistito nell'effettuazione di due consulenze specialistiche, esami radiologico, ecografico e di laboratorio, nonché nell'effettuazione di terapia antalgica, cioè di un pacchetto di prestazioni che richiede un'organizzazione complessa per essere eseguito in successione clinica corretta. Un simile percorso, se appropriatamente fosse stato svolto in regime ambulatoriale, avrebbe richiesto tempi molto superiori. La paziente giungeva con mezzo proprio alle ore del u.s. al Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero di Ravenna per una sintomatologia caratterizzata da dolore addominale ai quadranti inferiori, che si protraeva dal giorno precedente. Il Medico del Pronto Soccorso disponeva la terapia antidolorifica immediata e gli accertamenti diagnostici del caso, tra cui gli esami di laboratorio, la visita ginecologica, che non rilevava patologia acuta in atto di competenza, una radiografia dell'addome, visita chirurgica ed ecografia dell'addome. Tutte le suddette indagini non Prendiamo atto della risposta dell'ausl di Ravenna, sottolineando comunque come in nessuna parte dell'articolo si parli di "malasanità", né la signora abbia mai messo in dubbio la professionalità di medici ed infermieri sottolineando, piuttosto, il suo disagio nelle attese tra un esame e l'altro, in preda a dolori che lei stessa - nonostante non ci fossero 'patologie acute' in atto - ha definito lancinanti. AUSL RAVENNA 22

23 30/08/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 12 (diffusione:30000) "Magici Mondi" alla Classense RAVENNA - Parte venerdì prossimo, alla biblioteca Classense, "Magici Mondi", la rassegna che intende indagare su alcune modalità contemporanee di pratica pittorica. Cinque gli artisti in mostra: Mattia Battistini, Simone Gardini, Pierpaolo Miccolis, Francesco Petrosillo e Ettore Tripodi. La mostra è realizzata nell'ambito del progetto "Bimba mia Bimbo mio" promosso dalla Fondazione Dopo di Noi, in collaborazione con Cna Provinciale. Partner del progetto Comune di Ravenna, Provincia di Ravenna, Ausl, Fondazione Ravenna manifestazioni e Camera di Commercio. AUSL RAVENNA 23

24 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 25 (diffusione:30000) Avventura fantozziana: "Non è così" Ausl replica al medico "Quel codice verde non è mai stato rosso" CERVIA - L'Ausl di Ravenna contesta, punto per punto, il racconto del medico-turista, riportato su queste pagine, sull'"avventura fantozziana" prima al Punto di Primo Intervento del San Giorgio di Cervia, poi all' ospedale di Ravenna. "Non corrisponde al vero che il codice verde si sia tramutato in codice rosso, in questo caso, infatti, il paziente sarebbe stato trasferito all'ospedale di Ravenna con un'ambulanza del 118 e non con il taxi sanitario, trasporto secondario che si effettua solo per codici non di gravità - si legge nella velina dell' Ausl - Altro aspetto non corrispondente al vero riguarda le dichiarazioni sulla smobilitazione del Piano di Rinforzo estivo del personale. La dotazione di personale infermieristico in servizio il giorno 22 agosto, data a cui è riferito l'episodio, era quello programmato nel Piano di Rinforzo e, pertanto oltre all'abituale presenza base di un operatore infermiere, vi era la presenza di un operatore di rinforzo". Questa la ricostruzione dei fatti dell'azienda Sanitaria: "Il paziente si è rivolto al Punto di Primo Intervento il 22 agosto alle per un trauma cranico contusivo con ferita lacero contusa del cuoio capelluto, senza riferire perdita di coscienza. L'esame neurologico era negativo; pertanto il paziente è stato suturato e medicato, secondo una normale tempistica. Il medico di guardia ha richiesto il trasporto in ambulanza alle per via ordinaria trattandosi di un codice verde con obiettività neurologica negativa; dal trasporto infermi è stato comunicato che vi sarebbero stati tempi di attesa prolungati, pertanto la moglie del paziente ha chiesto se si potevano allontanare, ma veniva loro detto di rimanere entro l'ospedale. Quando poi è arrivata l'ambulanza alle il paziente non rispondeva alla chiamata; si è quindi chiamato il numero di cellulare riportato in scheda ed il paziente è giunto autonomamente dall'esterno della struttura - continua la ricostruzione - E' stato quindi trasportato a Ravenna dove ha eseguito una Tac cerebrale, negativa per lesioni traumatiche ed è ritornato a Cervia in ambulanza, da cui è stato dimesso alle con prescrizione di desutura dopo 8 giorni, terapia antibiotica e foglio di avvertenze per trauma cranico. Quanto all'approvvigionamento dei materiali di medicazione, che secondo quanto riportato, sarebbero stati mancanti, faremo un approfondimento con la guardia medica. Si segnala che gli approvvigionamenti sono regolamentati in modo sistematico con check list e non risulta che siano pervenute richieste di fornitura". San Giorgio L'Ausl replica al medico-turista AUSL RAVENNA 24

25 AREA VASTA E REGIONE 2 articoli

26 30/08/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 20 (diffusione:30000) Domanda/risposta Come cambia il ticket sanitario Tutto quello che c'è da sapere sulle nuove modalità CESENA - A seguito delle numerose richieste di informazioni rivolte ieri dai cittadini agli sportelli dell'azienda Usl di Cesena e al numero verde regionale, in merito alle modalità di compilazione dell'autocertificazione necessaria all'applicazione dei nuovi ticket per l'assistenza ambulatoriale specialistica e farmaceutica in vigore proprio da ieri, si ritiene utile fornire le precisazioni alle domande più frequenti. Tali specificazioni sono utilizzate anche per un aggiornamento in tempo reale del materiale informativo disponibile per il cittadino sul sito internet dell'ausl di Cesena (www.ausl-cesena.emr.it): si invitano pertanto i cittadini a controllare periodicamente anche le informazioni on line, o a rivolgersi al numero verde del Servizio sanitario regionale , con telefonata gratuita sia da fisso che da cellulare, nei giorni feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle 8,30 alle Chi deve compilare l'autocertificazione? Tutti coloro che NON sono esenti, chi ha l'esenzione per patologia (per tutte le prestazioni e farmaci che non riguardano la stessa patologia), ogni singolo componente del nucleo familiare (anche minori, per i quali firma il genitore) Come compilare l'autocertificazione? Il modulo deve essere compilato in duplice copia - deve essere allegata sempre la fotocopia del documento di identità (carta d'identità, passaporto, patente di guida, patente nautica, libretto pensione, patentino abilitazione conduzione impianti termici, porto d'armi). Per i minori è sufficiente il documento di identità del genitore che autocertifica. Per assistenza nella compilazione l'utente può avvalersi della consulenza di Patronati, CAF, Associazioni di categoria, ecc. Come consegnare l'autocertificazione? L'autocertificazione può essere consegnata unitamente ad una copia del documento presso: a) tutti gli sportelli aziendali sottoindicati b) i CAF e Patronati sottoindicati c) gli sportelli delle strutture sanitarie private convenzionate se il cittadino esegue le prestazioni presso una di queste strutture (Malatesta Novello, S. Lorenzino, Columbus, Terme S. Agnese, Arcade). Non può essere consegnata, invece, presso le Farmacie, i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di Libera Scelta. L'operatore che riceve il modulo vi appone il timbro, la data e firma su entrambe le copie. Consegna una copia all'utente e trattiene una copia. L'autocertificazione può anche essere inoltrata unitamente a copia del documento d'identità: a) per raccomandata A.R. a: AUSL Cesena - viale Ghirotti Cesena (FC) b) per fax al numero c) per certificata a: Si raccomanda di allegare copia del documento di identità Si può delegare un'altra persona per la consegna della propria autocertificazione? Qualora l'interessato sia impossibilitato alla consegna dell'autocertificazione ai punti di raccolta sopra indicati, può delegare una terza persona previa compilazione e sottoscrizione di delega. Il delegato, al momento della consegna, deve esibire un proprio documento di identità e il documento di identità del delegante/interessato. Dove si trovano i moduli per l'autocertificazione? Presso i seguenti Sportelli dell'azienda USL: Cesena Ospedale Bufalini presso Piastra Servizi - P.zzale Giommi, Punti informativi e portinerie - Viale Ghirotti, Ufficio Relazioni con il Pubblico - Viale Ghirotti, Cesena C.so Cavour 180: Sportello Unico, Cesena P.zza A. Magnani: Punto Informativo, Mercato Saraceno: Sportello Unico - Portineria Punto Informativo, San Piero in Bagno: Sportello Unico - Portineria Punto Informativo Savignano Ospedale Santa Colomba: Sportello Unico e Portineria/Punto Informativo Gambettola: Sportello Unico Cesenatico: Ospedale Marconi: Sportello Unico - Portineria Punto Informativo Sogliano: Sportello di Comunità c/o Studi Medici di Medicina Generale, P. Garibaldi 17. Presso i CAAF - Patronati -Sindacati e loro sedi periferiche. Presso le farmacie private e pubbliche territoriali. Presso gli ambulatori dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. Sul sito internet dell'azienda USL e della Regione Presso le strutture sanitarie private convenzionate con l'azienda Usl In fila al Cup dove si prenotano, e si pagano, visite ed esami al Bufalini AREA VASTA E REGIONE 26

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO 3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO c ESENZIONE TICKET. CONDIZIONI GENERALI Soggetti esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria Beneficiari Totalmente esenti CITTADINI DI ETÀ INFERIORE A SEI ANNI e appartenenti

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO DOMANDE E RISPOSTE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) A A1 A2 A3 A4 A5 A6 LA NUOVA MODALITA Qual è in sintesi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

Unità 3. Prenotare visite e analisi mediche. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 3. Prenotare visite e analisi mediche. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 3 Prenotare visite e analisi mediche CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come prenotare visite e analisi mediche parole relative alla prenotazione di visite

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

Farmaci e visite specialistiche. Farmaci e visite specialistiche

Farmaci e visite specialistiche. Farmaci e visite specialistiche Farmaci e visite specialistiche Farmaci e visite specialistiche Dal 29 agosto 2011 in Emilia Romagna Patronato INCA CGIL 1 Con la legge n. 111/2011 il Governo ha tagliato 834 milioni di euro annui dal

Dettagli

CRO:SANITA' 2011-07-28 16:52 SANITA': TICKET; D'ANNA, DIRETTIVE PRECISE SU APPLICAZIONE NAPOLI

CRO:SANITA' 2011-07-28 16:52 SANITA': TICKET; D'ANNA, DIRETTIVE PRECISE SU APPLICAZIONE NAPOLI CRO:SANITA' 2011-07-28 16:52 SANITA': TICKET; D'ANNA, DIRETTIVE PRECISE SU APPLICAZIONE NAPOLI (ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - "Ho diffidato il governatore della Campania Stefano Caldoro ad emanare una direttiva

Dettagli

I primi 100 giorni della Giunta Maroni

I primi 100 giorni della Giunta Maroni I primi 100 giorni della Giunta Maroni Il bilancio dei primi cento giorni della giunta Maroni non è positivo: la svolta promessa non c è stata, il nuovo corso è la continuazione di quello formigoniano.

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione 150 Segnaletica: bacheche e totem/espositori Bacheche Nel corso dell anno si è provveduto alla rimozione delle bacheche precedentemente collocate

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire meglio il testo. insieme di regole da rispettare. sono localizzati, si trovano

Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire meglio il testo. insieme di regole da rispettare. sono localizzati, si trovano Unità 3 Prenotare visite e analisi mediche In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come prenotare visite e analisi mediche parole relative alla prenotazione di visite e

Dettagli

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI

VISITE SPECIALISTICHE ED ESAMI VISITE SPECIALISTICHE ed ESAMI Come accedere alle visite specialistiche, agli accertamenti diagnostici e agli esami di laboratorio: documenti necessari, prenotazione, indirizzi e orari. Chi deve pagare

Dettagli

L Informa-Tutti sui servizi per. la salute in Emilia-Romagna

L Informa-Tutti sui servizi per. la salute in Emilia-Romagna L Informa-Tutti sui servizi per la salute in Emilia-Romagna IL NUOVO SERVIZIO INFORMATIVO CHE TI DICE dove andare cosa serve come fare quando hai bisogno di servizi sanitari e assistenza per te e per la

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

Tutte le prestazioni specialistiche prescritte su ricetta rossa, correttamente compilata, anche per assistiti provenienti da ASL di fuori regione.

Tutte le prestazioni specialistiche prescritte su ricetta rossa, correttamente compilata, anche per assistiti provenienti da ASL di fuori regione. IN FARMACIA si prenotano Tutte le prestazioni specialistiche prescritte su ricetta rossa, correttamente compilata, anche per assistiti provenienti da ASL di fuori regione. Le prestazioni saranno prenotate

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Dipartimento di Emergenza e Accettazione S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Ospedale San Paolo di Savona Guida ai Servizi Tel. 019 8404963/964

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 6 Al Pronto Soccorso CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso

Dettagli

1 formare volontari che si dedicheranno alle diverse attività della C.R.I.

1 formare volontari che si dedicheranno alle diverse attività della C.R.I. PRESENTAZIONE E OBIETTIVI DEL CORSO I corsi di reclutamento della C.R.I. sono strutturati secondo un sistema modulare, per permettere di entrare nell ente anche a quelle persone che non intendono dedicarsi

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI Comune di Montefiore Conca Provincia di Rimini Certificazione del 14/09/2002 COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI S e r v i z i o C i v i l e P e r g l i a l t r i. P e r t e. HAI L'ETÀ GIUSTA PER

Dettagli

L ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET IN BASE AL REDDITO

L ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET IN BASE AL REDDITO L ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET IN BASE AL REDDITO DOMANDE E RISPOSTE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) A A1 A2 L ESENZIONE TICKET IN BASE AL REDDITO Come si ottiene, in sintesi,

Dettagli

Il miglioramento delle cure urgenti

Il miglioramento delle cure urgenti Ogni anno più di 1 milione e 700 mila cittadini in Emilia-Romagna si rivolgono al pronto soccorso quando hanno un problema sanitario. È un numero che tende a crescere costantemente determinando spesso

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA

SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Modena, 05 agosto 2014 SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Le informazioni sul tuo stato di salute in forma protetta e riservata Fascicolo sanitario elettronico (FSE): Informazioni generali Che

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 118 - SCHEDA N.1 CHE COS È IL NUMERO 1-1-8 1-1-8 è il numero telefonico, unico su tutto il territorio nazionale, di riferimento per tutti i casi di richiesta di soccorso sanitario in una situazione di

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza Contenuti informativi Pagina 1 di 9 L accesso all informazione favorisce

Dettagli

GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA

GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA PRIMI RISULTATI DELL ANALISI QUALITATIVA a cura

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza ESSERE AIUTA

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 Giovedì, 06 marzo 2014 06/03/2014 Pagina 14 Salute, sport e divertimento in pillole per passare dal divano allo stile... 1 06/03/2014 Pagina 18

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE. si prenotano

P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE. si prenotano P.A. CROCE VERDE SESTRI LEVANTE in convenzione con ASL 4 CHIAVARESE CUP IN CROCE VERDE si prenotano Tutte le prestazioni specialistiche prescritte su ricetta rossa, correttamente compilata, anche per assistiti

Dettagli

Familiarità per il tumore della mammella

Familiarità per il tumore della mammella Familiarità per il tumore della mammella Informazioni sul percorso di valutazione del rischio familiare o ereditario e su eventuali interventi di diagnosi e cura Familiarità Per il tumore Della mammella:

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. riferimento per il cittadino

CARTA DEI SERVIZI. riferimento per il cittadino IL RUOLO DEI FAMIGLIARI IN MEDICINA INTERNA PER QUALE RAGIONE UNA PERSONA RICOVERATA DEVE VIVERE FUORI DALLA REALTÀ, COME IN UNA SORTA DI "GRANDE FRATELLO"? COME SI SPIEGA CHE I SUOI FAMILIARI NON POSSONO

Dettagli

Dopo 30 anni una nuova legge resiliente

Dopo 30 anni una nuova legge resiliente Dopo 30 anni una nuova legge resiliente In Regione Lazio arrivano l'agenzia, la Consulta del volontariato e nuovi obiettivi sul fronte della formazione. Ne abbiamo parlato con Carlo Rosa, responsabile

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI 1.Perchè la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010? Le lettere bonarie riguardano le esenzioni ticket sanitario

Dettagli

FIORE: CAMBIAMO MENTALITA' PER UNA SANITA' MIGLIORE. Scritto da Isabella Giorgio Mercoledì 25 Agosto 2010 18:36

FIORE: CAMBIAMO MENTALITA' PER UNA SANITA' MIGLIORE. Scritto da Isabella Giorgio Mercoledì 25 Agosto 2010 18:36 La questione Sanità in Puglia e il piano di rientro è stato il tema del primo appuntamento de Le interviste di rilievo, promosso dalla Presidenza del Consiglio di Cassano Murge. Un dibattito, quanto mai

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Caratteristiche dell indagine

Caratteristiche dell indagine L indagine condotta dall Associazione Vivere senza dolore Negli ultimi mesi si è parlato spesso di dolore in vari contesti, dove è stato possibile ascoltare la voce di esperti, medici, politici, aziende

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA

LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA A cura del Nucleo di coordinamento per la rete regionale dei servizi di genetica medica dell Emilia-Romagna Con il contributo di Laura Biagetti (Azienda Ospedaliera-Universitaria

Dettagli

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Dr. Alberto Carrera Responsabile Sistema Informativo Aziendale ASL1 Imperiese Dr. Roberto

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

TECNOLOGIA SEMPLICITÀ E LIBERTÀ PER I PAZIENTI. MoMED. health cloud

TECNOLOGIA SEMPLICITÀ E LIBERTÀ PER I PAZIENTI. MoMED. health cloud TECNOLOGIA SEMPLICITÀ E LIBERTÀ PER I PAZIENTI MoMED health cloud Finalmente ogni paziente può avere libero accesso ai propri dati clinici! Videopress s.r.l., leader nel settore dell informatica dal 1991,

Dettagli

PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari

PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari PREMESSA/RIFLESSIONI Da diversi anni, all interno della Fondazione

Dettagli

Ticket ed esenzioni in Veneto

Ticket ed esenzioni in Veneto Sanità, quantocicosti... Ticket ed esenzioni in Veneto Il ticket è il costo che la legge prevede a carico del cittadino per usufruire di prestazioni, quale contributo o partecipazione alla spesa sanitaria.

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti.

Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti. ok folder es.ticket 14-04-2008 16:56 Pagina 1 Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Scopri le nuove esenzioni dal ticket sui farmaci: un diritto per molti. www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012 Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Buongiorno. Anzitutto desidero esprimere un ringraziamento

Dettagli

l Inserto Esenzione ticket sanitari per motivi reddituali

l Inserto Esenzione ticket sanitari per motivi reddituali Argomenti: A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Esenzione ticket sanitari per reddito Assegni familiari e quote

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO Scopri un nuovo modo di stare bene Piazza Sant Agostino 1-20123 Milano www.cmsantagostino.it Pag. 1 di 7 INDICE 1. LA MISSION pag. 3 2. IL TARGET pag. 3 3. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket.

Oggetto: Deliberazione Giunta Regionale del 5 maggio 2009 n. 247 Partecipazione alla spesa sanitaria ticket. Regione Calabria Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Il Dirigente Generale Prot. n. Ai Direttori Generali e Commissari Straordinari Aziende Sanitarie ed Ospedaliere Al Presidente Fondazione

Dettagli

Service design per l Associazione medica Monteluce. Il tutto è più della somma delle singole parti

Service design per l Associazione medica Monteluce. Il tutto è più della somma delle singole parti Service design per l Associazione medica Monteluce. Il tutto è più della somma delle singole parti Anna Berardi Come citare quest articolo. Berardi, A. (2014). Service design per l Associazione medica

Dettagli

Dipartimento Medico Internistico 1

Dipartimento Medico Internistico 1 Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico Internistico 1 Guida ai Servizi Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico

Dettagli

Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da

Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da Piacenza e Rimini in trasferta a Bologna per chiedere

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

richiesta scritta del medico, dove sono indicate le medicine da comprare

richiesta scritta del medico, dove sono indicate le medicine da comprare Modulo Assistenza familiare Unità 2 Servizi Sanitari e Farmaci In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sulla ricetta medica del servizio sanitario nazionale parole relative

Dettagli

Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva

Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio di Medicina dello Sport e Promozione dell'attività Fisica Percorso di accesso alla visita di medicina sportiva Informazioni utili Dipartimento di Sanità Pubblica

Dettagli

Prenota. Facile. Sportelli CUP - CUPWeb - FarmaCUP - Nuovi servizi NEL TERRITORIO DI CESENA

Prenota. Facile. Sportelli CUP - CUPWeb - FarmaCUP - Nuovi servizi NEL TERRITORIO DI CESENA Prenota Facile Sportelli CUP - CUPWeb - FarmaCUP - Nuovi servizi NEL TERRITORIO DI CESENA Sportelli e nuovi servizi Sportelli CUP Prenota agli sportelli CUP MediCUP Prenota dal Medico di famiglia FarmaCUP

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

Innovazione nella PA, innovazione nel Paese

Innovazione nella PA, innovazione nel Paese Innovazione nella PA, innovazione nel Paese Forum P.A. - 10 maggio 2006 STEFANO PARISI Amministratore Delegato Fastweb S.p.A. Nella mia esperienza precedente ho lavorato nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

Riconoscere e gestire le urgenze in R.S.A.: adeguatezza degli invii in Pronto Soccorso

Riconoscere e gestire le urgenze in R.S.A.: adeguatezza degli invii in Pronto Soccorso Riconoscere e gestire le urgenze in R.S.A.: adeguatezza degli invii in Pronto Soccorso Dott. Francesco Russi Assistente D.E.A. Humanitas gavazzeni Bergamo Cominciamo bene dalla parte del P.S Non e possibile!!!

Dettagli

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio Flash** Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio di Laurie Israel* Uno degli aspetti più interessanti e soddisfacenti del mio lavoro è assistere le persone

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA DAL 1 GIUGNO 2007 FARMACI a) Pagano un ticket di 2 euro a confezione con un massimo di 4 euro per ricetta coloro che non rientrano nelle categorie esenti (vedi

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI)

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI) Lo staff è composto da dirigenti medici : dott. Egidio Barbi, Direttore Dipartimento di Pediatria Direttore: Prof. Alessandro Ventura S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott.

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 4/5/6/7 Aprile 2015 IL CITTADINO Lodi In ospedale cantieri avanti tutta (04/04/2015) Foroni respinge il matrimonio con pavia: «lodi autonoma» (04/04/2015) Lettere & opinioni

Dettagli

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA IN COPERTINA SULLE ALI DELLA SPERANZA Fare conoscere una malattia rara come l Epidermolisi Bollosa. Raccogliere fondi per la ricerca e sostenere la sperimentazione. Trasformare i sogni e i desideri dei

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 INDICE 1. Il ticket per assistenza farmaceutica a. ESENZIONI parziali totali 2. Ticket per prestazioni in PRONTO SOCCORSO 3. Ticket per prestazioni

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione 194 Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione L attività prevalente su cui si è incentrata l attività dello staff Comunicazione nel

Dettagli

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Guida ai Servizi Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli