LANDART DIALOGHI CON IL BOSCO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LANDART DIALOGHI CON IL BOSCO"

Transcript

1 LANDART DIALOGHI CON IL BOSCO

2 LANDART Forma d arte contemporanea, nota anche come Earth Art, Earth Works («arte della terra», «lavori di terra»), nata verso il negli Stati Uniti e caratterizzata dall abbandono dei mezzi artistici tradizionali per un intervento diretto dell operatore nella natura e sulla natura. Il nome derivava da una mostra tenutasi a New York nel 68 in cui vi era un elemento che accumunava tutti i lavori, la terra. In tale scelta era insito un rifiuto del museo, come luogo dell opera d arte, e del mercato artistico: le opere hanno per lo più carattere effimero e restano affidate specialmente alla documentazione fotografica e video, a progetti, schizzi ecc. Gli artisti che hanno individuato nella natura la loro area operativa, infatti, non puntano tanto al risultato quanto al processo e alla realizzazione di un esperienza esemplare; donde l affinità che lega questo tipo di ricerca all arte concettuale e, più in generale, all arte di comportamento.

3 Fu il film Land Art, realizzato da Gerry Schum, a dare il nome al movimento artistico. Il titolo del film, nato come abbreviazione di LANDSCAPE ART (arte nel paesaggio) divenne un marchio per tutte le opere d arte realizzate nel paesaggio, e che utilizzavano il paesaggio come materiale. Schum, che ricoprì i ruoli di regista, produttore e operatore, cercava un nuovo spazio per l arte e pensava che la tv fosse adatta a democratizzare l arte: il film fu presentato come una esposizione televisiva alla quale parteciparono otto artisti americani e europei. Il film fu trasmesso un unica volta. A fianco, l opera di Jan Dibbets che consisteva nel riprendere un escavatrice che andava avanti e indietro su una spiaggia, mentre tracciava un trapezio. In tv il trapezio veniva percepito come un quadrato.

4 Spesso le opere di Land art si basano sulla serialità, l uso di forme minimali, semplici e a volte prevedono persino l utilizzo di materiali industriali. La prima opera di Land art è quella di Herbert Bayer quando viene incaricato nel 55 di realizzareun parco. L architetto realizza Earth Mound, una collina artificiale che cambia radicalmente la visione del paesaggio. Le opere in America sono spesso molto costose, modificano in modo aggressivo il terreno e sono molto più grandi, mentre in Europa le opere sono più semplici e più contenute nelle dimensioni. WALTER DE MARIA ambientò il suo celebre Lightning Field del 77 in un arida, selvaggia pianura del Nuovo Messico circondata da montagne. L opera consiste in una serie di sottili pali d acciaio, alti sei metri circa, disposti in file distribuite su una superficie di circa un chilometro quadrato. I pali si evidenziano riflettendo la luce dell alba e del tramonto, e durante i temporali attirano i fulmini, mettendo così in risalto la forza degli elementi. La risposta europea alle monumentali opere americane la dà l artista britannico RICHARD LONG, realizzando opere di Land art con la sola azione del camminare.

5 Richard Long, opere pittoriche

6 La Land Art nasce da un atteggiamento che si oppone al figurativismo della Pop Art e alle fredde geometrie della Minimal Art, e che, con il richiamo a temi ecologici, vuole contrapporsi al tecnicismo e all urbanesimo esasperati della società contemporanea. Tra gli artisti più noti gli statunitensi W. De Maria e R. Smithson, gli inglesi R. Long e B. Flanagan, gli olandesi M. Boezem e J. Dibbets. L opera è progettata in funzione del luogo nel quale sorgerà, tenendo presenti le caratteristiche ambientali per sottolinearne alcuni aspetti: questo tipo di opere sono oggi definite site specific. Alcune volte vengono utilizzati materie e materiali presenti sul posto nel quale l artista lascia il proprio segno. Talvolta le opere sono interventi nel/sul paesaggio che sottolineano il passare del tempo o, in altri casi, l opera si configura come recupero ambientale. Si ricordano i solchi tracciati in un campo di grano e sulla riva ghiacciata di un fiume, nonché lo scavo profondissimo effettuato nel deserto del Nevada, a opera, rispettivamente, degli statunitensi D. Oppenheim e M. Heizer; o anche i numerosi impacchettamenti con materiale plastico e corde di isole, monumenti e terreni a opera di Christo e Jeanne Claude.

7 CHRISTO e JEANNE-CLAUDE, The Gates, Risale al 2005 l installazione temporanea di una monumentale opera d arte realizzata da Christo e Jeanne-Claude a Central Park. Concepito già nel 1979 e respinto dall amministrazione di New York City nel 1981, il progetto fu approvato dall amministrazione Bloomberg nel L opera era composta di 7503 porte di vinile alte quasi 5 metri con pannelli di tessuto color zafferano, disposte su 37 chilometri di vialetti del parco. The Gates è una sorta di fiume color zafferano, e le persone che attraversano a piedi queste porte monumentali hanno l impressione di trovarsi un soffitto dorato sopra la testa. Interamente finanziata dalla coppia di artisti l installazione è rimasta al suo posto per sedici giorni, poi è stata rimossa e i materiali riciclati. Si è trattato di un evento storico, un esperienza piacevole e memorabile per gli abitanti della città e per i turisti.

8 ROBERT SMITHSON Nel 67 l artista ideò una serie di opere poi esposte in galleria, definite Nonsites. Consistevano in fotografie aeree o carte topografiche di un luogo particolare, di fronte alle quali si trovavano contenitori a forma di trapezio con terra, rocce, o altri elementi provenienti dal luogo rappresentato. I Nonsites erano espressione di una dialettica fra lo spazio esterno e quello interno. In un altra serie di opere che vennero esposte in galleria, Rock Salt and Mirror Square, dei pezzi di sale solidificati, posti su uno specchio, si scioglievano gradualmente. Nell aprile del 70 l artista iniziò a lavorare alla famosa Spiral Jetty in una zona industriale abbandonata dell Utah, dove si trovava il Great Salt Lake: si tratta di un enorme spirale nel lago, formata da tonnellate di terra e rocce. Prima di realizzarla, Smithson si documentò sulla mitologia, la biologia, la geologia e la storia della regione. In un saggio pubblicato in seguito, egli descrisse questo paesaggio devastato da cercatori d oro, di petrolio e dalle miniere. Tutte quelle strutture incoerenti mi davano grande piacere. Mettevano in risalto una serie di interventi umani, impantanati in speranze abbandonate. Quest opera, che pochi poterono vedere, è conosciuta attraverso fotografie e un film dell artista, dove vengono evidenziate le trasformazioni subite da quella parte di terra nel corso delle ere geologiche, mentre passato e futuro s intersecano e sovrappongono nella visione dell autore. https://www.youtube.com/watch?v=cg_ijp6lauc

9 Il pensiero di Smithson, espresso in parecchi saggi che ebbero notevole influenza, è incentrato sull idea di entropia: tutte le cose stanno perdendo energia e si disgregano, l universo ritornerà a uno stato dove la materia è indifferenziata. La terra e l uomo sono coinvolti in questo processo cosmico verso la dissoluzione: in questa visione pessimistica ogni idea di progresso non ha senso. Egli preferiva ambientare le sue opere in luoghi che rivelassero la loro storia geologica, i disastri e i sommovimenti nel corso dei millenni, ma anche la storia dello sfruttamento da parte dell uomo, come miniere o zone industriali abbandonate, squallide periferie che ricordavano i paesaggi desolati di alcuni scrittori di fantascienza. Per le sue opere più note, realizzate negli anni seguenti in spazi aperti, Smithson usò materiali come colla, cemento, vetro frantumato, asfalto, talvolta attirando su di sé le critiche degli ambientalisti, anche se in realtà egli si proponeva di risanare e recuperare gli spazi abbandonati e devastati dalla produzione industriale e auspicava per l arte un ruolo di mediatrice tra industria ed ecologia. Progetto per Spiral Jetty Yucatan Mirror Displacements

10 In Italia esperienze di Land art si sono avute soprattutto in rapporto con la corrente dell Arte Povera. Anche questi artisti utilizzano materiali poveri o in disuso (terra, legno, ferro, stracci, plastica, scarti industriali) con la volontà di ricreare un espressione originale, spesso con il ricorso alla forma dell installazione, come luogo della relazione tra opera e ambiente e a quella della performance un azione artistica, generalmente presentata a un pubblico, che spesso investe aspetti di interdisciplinarità. GLI ANTECEDENTI IN SINTESI Boccioni, all inizio del Novecento, aveva già ipotizzato un dialogo diretto tra la scultura e l ambiente in cui essa si trovava e in seguito è Duchamp a dare un primo contributo all arte ambientale quando, negli anni 30 a Parigi, appende al soffitto milleduecento sacchi di carbone rovesciati e vuoti un ambiente scuro che costringono il visitatore ad aggirarsi con una torcia in mano. Nel 1949 Lucio Fontana usa le lampade di Wood, un tipo particolare di sorgente fluorescente priva di polveri interne al tubo, inventata nel 1913, in grado di produrre la cosiddetta luce nera. Egli crea forme astratte e immateriali che provocano uno spaesamento nell osservatore. Negli anni 60 l opera di Pino Pascali 32 metri di mare può essere letta come opera ambientale perché l opera interagisce con lo spazio. Nel 59 Pinot Gallizio mette in scena un ambiente che chiama la caverna, l artista utilizza terra dipinta per ricoprire le pareti, il soffitto e il pavimento dello spazio espositivo, creando cosi una sorta di caverna primordiale. Pino Pascali, 32 metri di mare M.Duchamp. A destra, la caverna dell antimateria di Pinot Gallizio Lucio Fontana Negli ultimi anni la tecnologia ha offerto agli artisti nuove sorgenti luminose da utilizzare nei modi più disparati. I LED, in particolare, essendo potenti ma miniaturizzati, sono stati scelti per grandi interventi di land art e anche per installazioni adatte agli interni.

11 Un rappresentante del gruppo dell Arte Povera per il quale è fondamentale lavorare nella natura è Giuseppe Penone: egli ricerca con essa una relazione diretta, quasi fisica. In una delle sue prime opere, impresse la forma del suo corpo sulla corteccia di un albero: la sagoma fu conservata e inglobata dall albero nel processo di crescita. L albero è un elemento ricorrente nella produzione di Penone, in opere che sottolineano il passaggio del tempo. Secondo il suo modo di sentire non è tanto l uomo che si immerge nella vasta totalità della natura, ma è quest ultima che s infiltra nelle cose e le penetra. La memoria del bosco impregna il mondo naturale e diviene una visione fantastica della vita quotidiana. L identificazione con le forze naturali è evidenziata anche da opere come Patate o Zucche, forme vegetali riprodotte in bronzo, dove l artista ha modellato i tratti del proprio volto, in seguito mescolate a tuberi naturali. Questo sembra alludere a un desiderio di sparizione, alla negazione della propria identità. Le sue opere ricordano anche la tradizione manierista dei grotteschi per l atteggiamento ludico e fantastico, il confondersi di mondo vegetale e mondo umano. L idea di metamorfosi è fondamentale nella sua arte: presente sia nella tradizione germanica (il pensiero di Goethe) sia in quella italiana (Ovidio, Dante, la Dafne del Bernini).

12 ARTE SELLA Arte Sella è un iniziativa nata nel 1986 a Sella Valsugana, a 9 km. da Borgo Valsugana, in Trentino, per offrire ad artisti delle regioni dell arco alpino un occasione di vita e di lavoro in comune nella natura e per creare una sorta di museo all aperto. Dalla terza edizione si costituisce un comitato scientifico internazionale che invita gli artisti e valuta i progetti. Interessanti i criteri ai quali il Centro si sarebbe ispirato, così delineati: 1. L artista non è più il protagonista assoluto, come avveniva solo qualche anno prima con l esperienza della Land Art, caratterizzata da segni fortemente impressivi nel territorio. 2. La natura va difesa come scrigno della memoria dell individuo. 3. Il rapporto con l ecologia si modifica: la natura è interpretata nella sua essenza, è una fonte di sapere e di esperienza. 4. Le opere fanno parte di uno spazio e di un tempo specifici al luogo di intervento. Non fanno parte di un luogo circoscritto e privilegiano l uso di materiali organici non artificiali. Le opere escono dal paesaggio, lo abitano per poi tornare secondo i tempi della natura a farvi parte. L attività di Arte Sella continua tuttora. È stato creato un percorso di quattro chilometri nei boschi della valle che si arricchisce ogni anno di nuove opere, mentre altre sono state distrutte dagli elementi e riassorbite dalla terra. LA CATTEDRALE VEGETALE di Giuliano Mauri Dal catalogo Arte Sella 2001 : La Cattedrale Vegetale, ideata dall artista lombardo Giuliano Mauri, è il progetto principale dell edizione 2001 di Arte Sella nell ambito degli Incontri Internazionali Arte Natura ed è stata realizzata con l apporto fondamentale del Servizio Ripristino e Valorizzazione Ambientale della Provincia Autonoma di Trento. È ubicata nei pressi di Malga Costa ed ha le dimensioni di una vera cattedrale gotica composta da tre navate formate da ottanta colonne di rami intrecciati, alte dodici metri e di un metro di diametro; all interno di ognuna è stato messo a dimora un giovane carpino. Le piante cresceranno di circa 50 centimetri all anno. Con i tagli e le potature saranno adattate a formare fra qualche anno una vera e propria Cattedrale Vegetale. La struttura ha un rettangolo di base di 82 metri per 15, un altezza di 12 metri e copre un area di metri quadrati. Nel corso degli anni gli artifici costruiti per accompagnare la crescita delle piante marciranno e lasceranno completamente il posto ai carpini: allora la natura avrà preso il sopravvento. Rimarrà però indelebile la traccia del dialogo con l uomo che la natura non dimenticherà.

13 GIULIANO MAURI, altre opere Voliera per umani, Parco di Monza L albero dei cento nidi, Lecco Nel 1992 il progetto dell Albero dei cento nidi, una gigantesca quercia, isolata nell aperta campagna lodigiana, viene caricata dall artista di un centinaio di manufatti vegetali intrecciati, ognuno diverso, che si mimetizzano, ma non in misura completa, tra le fronde dell albero in primavera e in estate e danno di questo un immagine inedita nel lungo inverno di neve. La Casa della memoria, St. Louis, Missouri Nel 1997 al Laumeier Sculpture Park & Museum di St. Louis nel Missouri, ho impalcato una grande costruzione elicoidale, La casa della memoria, inerpica il cielo e produce un percorso abitativo. E più allarghi la base, più alzi il potenziale di sviluppo: un vortice gioioso di prati, di pascoli, di animali.

14 Non si può parlare di Land Art senza citare Joseph Beuys, nato nel 1921 in Germania, figura profetica ed emblematica, uno dei personaggi più significativi delle correnti concettualistiche della seconda metà del Novecento, precursore di problematiche ambientali, politiche e culturali. Fu anche fondatore del movimento dei Verdi in Germania, dell Organizzazione per la Diretta Democrazia e della Free International University. JOSEPH BEUYS, SCIAMANO DELL ARTE Durante la seconda guerra mondiale è pilota dell aviazione tedesca. Prende parte all offensiva tedesca contro i russi, ma il suo aereo viene abbattuto. Beuys riesce a salvarsi perché trovato, quasi assiderato, da un gruppo di tartari nomadi che lo curano ricoprendolo di grasso e pelli di feltro. Questa esperienza e la crisi di coscienza a essa legata condizioneranno la sua futura attività artistica. Le azioni concettuali, le installazioni, le performance sociali, naturalistiche ed ambientalistiche, diventano per l artista tedesco un impegno morale, didattico e politico. Attraverso le sue opere, trascendenti e geniali, e gli oggetti realizzati con l impiego di materiali come il feltro e il grasso, Beuys vuole generare consapevolezza critica nel pubblico, suscitare in ognuno una propria personale percezione del valore dell arte, ricongiungendosi al pensiero di Goethe una volta assicurata l esistenza, l uomo è creativo. In ogni sua opera è alla ricerca incessante di un armonia profonda con se stesso, gli uomini e la natura. Per l artista tedesco, l uomo è il custode di un energia in grado di modificare il mondo, dunque ciò che conta è la palingenesi, la scoperta individuale di questo potenziale d energia per trasformare il pianeta. Motore fondamentale di tale processo è la creatività.

15 Per diffondere la sensibilità ecologica tra la gente Beuys dà vita a quello che viene considerato il suo capolavoro. Si tratta del progetto Difesa della Natura che inizia nel 1982 e si protrae fin dopo la sua morte, avvenuta nel Esso consiste nella piantumazione di querce nella città di Kassel e di piante diverse e rare a Bolognano in Italia sculture vive. Occorreranno 300 anni perché le querce diventino il bosco immaginato da Beuys che è riuscito a trasformare un azione ordinaria come quella di piantare alberi in un grande rito collettivo capace di evocare i significati più profondidel rapporto fra l uomo e la natura, e di ripensare il ruolo sociale dell artista. Il credo di Beuys, la sua filosofia e i suoi slogan diffondono amore e fraterna collaborazione fra uomini liberi, valori di cultura, rispetto ambientale, integrazione interculturale e interdisciplinare: Arte =Vita, Ogni uomo è artista, La rivoluzione siamo noi, Difesa della Natura. La necessità della rivalutazione della parte naturale di noi per la formazione di un uomo nuovo, in armonia con se stesso e creativo, è il tema fondamentale del pensiero di Beuys, quale ritorna prepotentemente anche l idea romantica di natura, concepita come l Unità del Tutto, dove l uomo è un frammento di questa unità. Per Beuys, che si ispira a Steiner, oltre che a Schiller, Schelling, Goethe e ai romantici tedeschi, in tutte le cose, anche nei minerali, vive lo Spirito, che trova la sua massima espressione nell autocoscienza umana.

16 LANDART? Abbiamo dunque visto che il termine Land Art - e le opere a esso riconducibili- è variabile, complesso e denso di significati. Le prime forme di quella che sarebbe stata definita poi Land Art (ma che avrebbe compreso anche Earth Art, Eco Art e Art in Nature), nata nel crocevia culturale di New York e nei territori sconfinati dell'ovest americano, in seguito definisce una serie di artisti ed opere caratterizzati da approcci differenti, spesso contrastanti fra loro. Per questo aspetto la Land Art non può essere accettata come movimento, ma come una fitta e impalpabile trama di opere con affinità concettuali e che hanno l ambiente come oggetto. Questi progetti sono principalmente scultorei, in quanto creazioni tridimensionali o basati sulla performance, in quanto orientati verso un processo, un luogo, un tempo. Il fine di tali opere è di documentare il modo in cui il tempo e le forze naturali mutano gli oggetti e i gesti, alternando aggressività e senso di protezione nei confronti del paesaggio. Le opere riconducibili alla etichetta Land Art e all Arte Ambientale includono un ampia gamma di realizzazioni artistiche: progetti di scultura in un area specifica, che utilizzano i materiali dell ambiente per creare forme nuove o per modificare la nostra idea di paesaggio; programmi che inseriscono oggetti nuovi e inconsueti nel contesto naturale con scopi analoghi; attività individuali incentrate sul concetto dell azione del tempo sul paesaggio; interventi di gruppo con finalità sociali; quasi tutte le esperienze sono realizzate in situ (site specific). Nido di drago, opera di Land art di Marco Nones nella Foresta dei Draghi del Latemar (Predazzo. Gardoné)

17 Per cercare di individuare meglio le principali opere di Land Art e per comprendere l evoluzione che questo tipo di arte ha subito o altre forme artistiche che, in qualche modo, ha generato, si possono distinguere quattro principali gruppi di opere suddivisi in base al gesto principale che l artista intraprende per realizzarle e che costruisce una relazione con gli elementi naturali. MANIPOLARE AGGIUNGERE IMPRIMERE MOSTRARE IMMAGINARE

18 MANIPOLARE R.Long S. Meyer M.Heizer D.Oppenheim Artisti come Smithson, Oppenheim, De Maria e Heizer si dedicarono a pratiche finalizzate a smantellare l'oggetto artistico tradizionale, tra cui: l asportazione (tagli, buchi etc.), la durata (lo spazio mutante come fattore temporale), il deterioramento (decomposizione di materiali organici e inorganici), la sostituzione (trasferimento di materiali da un contesto all'altro), la dispersione (disegni prodotti dalla forza di gravità sotto forma di macchie, colate, frane, etc), la crescita (semina e raccolta), i segni (motivi temporanei e casuali realizzati su superfici pubbliche) il trasferimento di energia (decomposizione, sterilizzazione).

19 AGGIUNGERE Man Ray Christo e Jean Claude Anish Kapoor Gli artisti attraverso questa azione esprimono il tentativo di stabilire un legame tra l'ambiente e l'attività umana attraverso l'uso di materiali ed elementi artificiali ed estranei al luogo. Ne è esempio il lavoro di Christo e Jean Claude, con i loro impacchettamenti di monumenti e di luoghi naturali. Le loro opere furono spesso oggetto di critiche, per il fatto che non usassero materiali compatibili con l ambiente e che mettessero a rischio la purezza del contesto in cui operavano, richiamando l attenzione più su tutto il processo preparatorio che sul risultato senza permettere di conoscere meglio la natura. Christo, nelle sue opere prende ispirazione dall opera L enigma di Isidore Ducasse (dove una macchina per cucire è avvolta in una coperta con dello spago) di Man Ray. Utilizza l impacchettamento come maniera per rendere più evidente il mistero che avvolge l oggetto nella civiltà. Artista eclettica fu Nancy Holt, moglie di Robert Smithson, che realizza principalmente strutture con l idea di rinchiudere e circondare gli spettatori puntando sull idea di percezione dello spazio e dell ambiente. I pattern della luce solare e del chiaro di luna, gli allineamenti astronomici e o i riflessi dell acqua costituiscono una parte essenziale di molte sue sculture (Sun Tunnels). Nelle sue Buried Poem ( ), la Holt dedica a Micheal Heizer, Carl Andre, John Perrault o Robert Smithson delle poesie che poi sotterra in luoghi le cui caratteristiche fisiche, spaziali e atmosferiche siano legate ad ogni singolo destinatario a cui fa recapitare una mappa con cui poter trovare la poesia, corredata con foglie o campioni di rocce provenienti dai luoghi di sepoltura.

20 IMPRIMERE Ana Mendieta Richard Long L artista imprimendo instaura un rapporto intimo con la natura. Talvolta crea mediante il corpo, un legame con l ambiente organico basato sulla performance e le dimensioni della sue opere sono in relazione con quelle del corpo stesso. L attenzione per il legame primitivo e simbolico con la terra dà luogo a moderne forme di rito. Talaltra, invece, reagisce alla monumentalità della prima Land Art con opere effimere, tra cui le sculture nate dalla semplice azione di camminare negli spazi naturali, in cui si limita a riallineare elementi per segnalare il proprio passaggio. In altri casi il corpo diventa uno strumento per tracciare una mappa del paesaggio e l opera è la documentazione fotografica di tali percorsi. Si ricorda qui il lavoro di Ana Mendieta ( ) cubana di nascita e americana d adozione, nella serie Silueta (1979), intagli ed earthwork creati in paesaggi naturali in cui imprimeva la propria presenza nel paesaggio con fango, rocce, muschio, fiori, il cui significato si accompagnava ai riti individuali di guarigione, purificazione e trascendenza. Memorabili sono le performance di imprimatur sull erba del già citato Richard Long che cammina per giorni spesso in luoghi lontani dalla presenza umana. Queste esperienze le cui tracce sono documentate con mappe e fotografie in bianco e nero, sono spesso corredate a sculture realizzate con materiali naturali trovati nell ambiente. A line made by walking (1967) è la fotografia di una linea impressa sull erba camminando.ripetutamente avanti indietro in linea retta.

21 MOSTRARE A.Denes Tree Mountain A living time capsule H. Haacke Oltre a produrre innovazioni estetiche e formali la Land Art accelerò la ricercasull ambiente come ecosistema e depositario di un patrimonio sociale e politico. Gli artisti contestarono la visione della natura come risorsa sfruttabile all infinito: esplorandola come un sistema dinamico e interattivo, ne evidenziarono le analogie con le strutture sociali e politiche e l influenza reciproca. Le opere di questa sezione dimostrano che le relazioni dell uomo con l ambiente naturale sono basate non solo sulla percezione e sul piacere, ma anche sullo sfruttamento, sullo spreco e sulla distruzione. Inquinamento globale e alienazione sociale sono percepiti come conseguenze dello sviluppo industriale, dell espansione urbana, dell agricoltura intensiva e dell intervento scientifico nei fenomeni naturali. Le pratiche artistiche esaminate, che spaziano dalla scultura alla performance, propongono risposte che associano una critica incisiva e strategie pratiche risolutive perseguibili anche da un solo individuo. La poetica concettuale di Hans Haacke, si esprime nei primi anni Settanta con alcune sue opere che mostrano i pericoli o i danni provocati sull ambiente dall attività umana: ad esempio, Fog, Flooding, Erosion (1969) allude ai problemi legati ad un irrigazione artificiale eccessiva. Dopo i primi lavori dedicati alla rappresentazione di processi fisici e organici, lo sguardo di Haacke si è progressivamente spostato sul contesto socio-politico in cui l arte viene esposta e commercializzata. Un altra artista femminile le cui opere girano intorno a problematiche ecologiche, sociali e culturali e realizzate come sorgenti di effetti positivi sull ambiente, è Agnes Denes la cui opera più famosa è Wheatfield- A confrontation (1982), un campo di grano di 8000 metri quadrati, piantato e mietuto in pieno centro a Manhattan nell arco temporale di quattro mesi; le fotografie uniche testimoni dell opera, illustrano la presenza di siti storici dell isola come le Twin Towers o la Statua della Libertà. Un altro progetto monumentale è Tree Mountain-A Living time capsule (1982 progetto, 1992 realizzazione) un enorme montagna artificiale di forma ellittica in cui diecimila persone di tutto il mondo, piantarono altrettanti alberi presso una cava di ghiaia a Pinziö in Finlandia, seguendo un complesso schema matematico derivato dalla combinazione tra la sezione aurea e i pattern di ananas e girasoli. Questa opera è il più grande monumento sulla terra di portata internazionale e durata ineguagliabile.

22 IMMAGINARE H. Haacke L azione ci porta a una concezione del paesaggio inteso non come una realtà materiale, bensì come una metafora. Alcune opere evocano le strutture dei formal gardens, in cui le piante, la statuaria e le stravaganze architettoniche facevano parte di una ricca iconografia che esprimeva la cultura, la civiltà e la morte. Analogamente gli artisti contemporanei considerano l ambiente come una narrazione storica, che fornisce un repertorio di simboli efficaci utilizzabili anche per descrivere la società di oggi. Prendiamo a esempio l inglese Andy Goldsworthy che crea opere nel paesaggio usando materiali di recupero che plasma egli stesso con le sue mani e processi naturali, come il congelamento, che innesca per ottenere nuove forme che spesso hanno brevissima durata e che vengono documentate da foto o video.

23 IMMAGINI E IDEE

24

25

L evento finale è previsto per il mese di maggio 2016.

L evento finale è previsto per il mese di maggio 2016. Per il progetto Dialoghi con il Bosco gli studenti del Venturi guideranno i colleghi più piccoli attraverso un percorso che li condurrà alla realizzazione di opere di Land Art da installare nel Bosco della

Dettagli

Base di lavoro. Idea principale

Base di lavoro. Idea principale Base di lavoro Idea principale «Gli esseri viventi vivono in relazione tra loro e con l ambiente che li ospita, all interno di particolari ecosistemi dotati di un equilibrio ben preciso. Tutti gli organismi

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Il design come valore negli scambi economici tra paesi

Il design come valore negli scambi economici tra paesi Il design come valore negli scambi economici tra paesi Design come processo Il design nasce all inizio del secolo scorso con lo sviluppo della produzione industriale e come conseguenza della separazione

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Il viaggio: metafora di una visione interdisciplinare

Il viaggio: metafora di una visione interdisciplinare Il viaggio: metafora di una visione interdisciplinare Davide Papotti Università degli Studi di Parma Dipartimento ALEF - Antichistica Lingue Educazione Filosofia Quattro domande Il viaggio e la sua narrazione

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

Geberit dà spazio alle idee con un draft.

Geberit dà spazio alle idee con un draft. Geberit dà spazio alle idee con un draft. Praticamente ridisegnare il bagno, la proposta che Geberit ha rivolto ad una selezione di architetti di Roma chiamati a tracciare un veloce ed essenziale draft

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO Anno scolastico 2009 2010 Scuola Infanzia: Solferino e Cinquenoci c/o Solferino Insegnante referente: Fanizza Cosima Docenti coinvolti Aralla Fabrizia, Basile Petronilla,

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro,

Dettagli

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE La disciplina arte e immagine ha la finalità di sviluppare e potenziare nell alunno

Dettagli

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO giuseppe dal ferro ELABORAZIONE DI UN PROGETTO Gli anni dal 2002 al 2015 della Federazione tra le Università della terza età (Federuni) hanno elaborato, con il contributo di studio di docenti universitari,

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Disciplina di insegnamento: GEOGRAFIA COMPETENZE (dal profilo dello studente) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE

Dettagli

una storia di solidità e sicurezza

una storia di solidità e sicurezza G. CASE viene fondata nel 1996 da persone provenienti da esperienze pluriennali nel settore edilizio, che sentivano l esigenza di realizzare un progetto autonomo nel settore immobiliare delle seconde case

Dettagli

ORGANICISMO prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 26. L ORGANICISMO CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

ORGANICISMO prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 26. L ORGANICISMO CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE 26. L ORGANICISMO L ARCHITETTURA ORGANICA In apparente contrasto con l architettura funzionalista, l architettura organica è legata indissolubilmente al nome dell architetto americano Frank Lloyd Wright

Dettagli

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 PRIMA FASE: LO SVILUPPO SOSTENIBILE Le risorse della terra sono limitate I rifiuti e le emissioni inquinanti, in quanto prodotti dell uomo, hanno un impatto

Dettagli

LA BRICIOLA UNA DELICATA STORIA FRA AMBIENTE E LINGUAGGIO

LA BRICIOLA UNA DELICATA STORIA FRA AMBIENTE E LINGUAGGIO LA BRICIOLA UNA DELICATA STORIA FRA AMBIENTE E LINGUAGGIO ATTIVITA per TUTTO IL GRUPPO LA STORIA LA BRICIOLA Lettura e comprensione della storia. La narrazione richiederà più ripetizioni perché in rima

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

TITOLO OPERA: ESPLOSIONE DI MATERIA AUTORE: MATTEO LEONARDI CLASSE: V ^D LICEO ARTISTICO EGO BIANCHI CUNEO

TITOLO OPERA: ESPLOSIONE DI MATERIA AUTORE: MATTEO LEONARDI CLASSE: V ^D LICEO ARTISTICO EGO BIANCHI CUNEO TITOLO OPERA: ESPLOSIONE DI MATERIA AUTORE: MATTEO LEONARDI CLASSE: V ^D LICEO ARTISTICO EGO BIANCHI CUNEO La composizione materica ad alto rilievo è una rielaborazione in chiave geometrica di un esplosione

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare...

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... VOLUME 1 CAPITOLO 3 IL MARE E LE COSTE MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... onda... spiaggia... costa...

Dettagli

EDU NATALE: VACANZE CREATIVE AL MUSEO DEL NOVECENTO

EDU NATALE: VACANZE CREATIVE AL MUSEO DEL NOVECENTO NATALE: VACANZE CREATIVE AL MUSEO DEL NOVECENTO VACANZE CREATIVE AL MUSEO DEL NOVECENTO Itinerari creativi e didattici per i bambini e ragazzi tra i 6 e i 12 anni Dal 27 dicembre all 9 gennaio EDU900 la

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Scuola dell Infanzia qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd GEOGRAFIA qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Istituto Comprensivo Castell Arquato qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

Dettagli

W LE STAGIONI. Anno Scolastico 2011/2012. Delibera n.12 - Collegio dei Docenti 06/09/2010 - pagg. 8 PREMESSA

W LE STAGIONI. Anno Scolastico 2011/2012. Delibera n.12 - Collegio dei Docenti 06/09/2010 - pagg. 8 PREMESSA W LE STAGIONI Anno Scolastico 2011/2012 Delibera n.12 - Collegio dei Docenti 06/09/2010 - pagg. 8 PREMESSA Il ciclo delle stagioni è un opportunità da non perdere per sollecitare i bambini ad esplorare

Dettagli

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

Gamberame Nord Vaiano, Prato

Gamberame Nord Vaiano, Prato Gamberame Nord Vaiano, Prato NON FAR SCORRERE L ACQUA INUTILMENTE L IMPIANTO IDROELETTRICO DI GAMBERAME E IL SUO GIARDINO DELLE RINNOVABILI Roberto Gualtieri - presidente di H2E srl In questi periodi dove

Dettagli

COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO

COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO ASSOCIAZIONE PRO LOCO SANLURI ASSOCIAZIONE PRO LOCO VILLANOVAFORRU COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO RESTAURO E RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO VALORIZZAZIONE AMBIENTALE DELL

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA

IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA Il progetto In compagnia di tre amici, Elettra, Semino e Azzurro, andiamo a presentarvi le iniziative del progetto Idee

Dettagli

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO Scuola dell infanzia Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio. Segue un percorso correttamente sulla base di indicazioni

Dettagli

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Andare a scuola Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Gabriele De Micheli Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica

Dettagli

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa Progetto 5 anni Premessa Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco L esplorazione di questi elementi così diversi tra loro rappresenta un occasione per stimolare l immaginazione

Dettagli

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della SAPERI OBIETTIVI CONTENUTI STRUMENTI -La carta d identità. -sussidio didattico conoscenza della propria collana I quaderni identità sotto l aspetto spiga di Lucia somatico e della Russo, Cittadinanza e

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA GEOGRAFIA - TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE si orienta nello spazio conosciuto colloca elementi dell ambiente conosciuto secondo criteri spaziali si orienta nello spazio

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO Abbiamo effettuato una sorta di progettazione partecipata per individuare obiettivi ed attività da svolgere durante l esperienza sul campo, stimolando i ragazzi ad individuarli/proporli

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA Competenza 2 a. Usare punti di riferimento e indicazioni topologiche per descrivere posizioni di sé e degli oggetti nello spazio b. Rappresentare e collocare oggetti nello

Dettagli

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA Competenza 1 Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il linguaggio,

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

ARCHITETTAMI. Location per un fotografo PROGETTO REALIZZATO DA: ARCH. FRANCESCA PERATONI WWW.ARCHITETTAMI.COM

ARCHITETTAMI. Location per un fotografo PROGETTO REALIZZATO DA: ARCH. FRANCESCA PERATONI WWW.ARCHITETTAMI.COM MOODBOARD Cristiano, fotografo, ha bisogno di ripensare la location che ha appena acquistato. Lo spazio è piccolo, ma molto suggestivo per via delle volte a soffitto. Importanza fondamentale per un fotografo,

Dettagli

GAS Gruppi d Acquisto Solidali

GAS Gruppi d Acquisto Solidali GAS Gruppi d Acquisto Solidali Una proposta per un modo diverso e possibile Acquistare insieme per vivere bene Da una parte abbiamo i consumatori critici che cercano prodotti etici e compatibili, dall

Dettagli

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA A - ORIENTAMENTO Riconosce e indica la propria posizione e quella di oggetti dati, nello spazio vissuto, rispetto a diversi punti di riferimento. a1) Riconoscere

Dettagli

(Relatore di minoranza Codega) sulla. PROPOSTA DI LEGGE n. 229

(Relatore di minoranza Codega) sulla. PROPOSTA DI LEGGE n. 229 N. 229 A bis RELAZIONI DELLA VI COMMISSIONE PERMANENTE (ricerca scientifica e tecnologica, istruzione, beni e attività culturali, identità linguistiche e culturali, spettacolo e manifestazioni, attività

Dettagli

assaggifigurepaesaggi

assaggifigurepaesaggi Giorgia Fiorio Franco Fontana Ferdinando Scianna assaggifigurepaesaggi Snam Rete Gas per il paesaggio italiano PassaggiFigurePaesaggi 2010 Snam Rete Gas www.snamretegas.it Tutti i diritti riservati. Ogni

Dettagli

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques)

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques) COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques) Il metodo delle Costellazioni Familiari e Sistemiche nasce a metà degli anni '70 grazie al lavoro di Bert Hellinger, uno psicoterapeuta

Dettagli

Scuola dell infanzia. Percorsi proposti:

Scuola dell infanzia. Percorsi proposti: Museo Nazionale Preistorico Etnografico L. Pigorini w w w.pigorini/beniculturali.it Scuola dell infanzia Una serie di percorsi ludico-didattici rivolti in particolare alla scuola dell infanzia, per dare

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

Un Mondo di Luce: Immagini e Fantasia, Scienza e Tecnologia

Un Mondo di Luce: Immagini e Fantasia, Scienza e Tecnologia Un Mondo di Luce: Immagini e Fantasia, Scienza e Tecnologia Concorso per le Scuole Primarie e Secondarie di I grado di Genova in occasione dell Anno Internazionale della Luce 2015 Organizzazione: Universita

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE. DIDATTIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE a cura di : Lorella Pambianchi

SCHEDA DI PRESENTAZIONE. DIDATTIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE a cura di : Lorella Pambianchi SCHEDA DI PRESENTAZIONE UNITA DI LAVORO: L UOMO E L AMBIENTE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO: - raggruppare luoghi secondo elementi comuni - riconoscere le modificazioni apportate dall uomo nei vari ambienti

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. Muoversi consapevolmente nello spazio circostante,

Dettagli

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno elabora creativamente produzioni personali per esprimere sensazioni ed emozioni. Sperimenta strumenti e tecniche

Dettagli

GIOCARE. nel museo. laboratori per bambini a cura di

GIOCARE. nel museo. laboratori per bambini a cura di GIOCARE in biblioteca nel museo a scuola laboratori per bambini a cura di libro ci vuole un albero Giocare con il frottage La pelle del mondo è stata indagata da artisti e scienziati. Marx Ernst, pittore

Dettagli

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio,

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, Uno stile interamente affidato alla totale perfezione delle forme geometriche da cui è composto, la freddezza della pietra costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, fanno del design di questo orologio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA)

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA) SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA) Anno Scolastico 2012/13 dell Infanzia Paritaria Istituto Sacro Cuore 2 Denominazione IL MONDO SIAMO NOI: CONOSCIAMOLO E SALVAGUARDIAMOLO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^)

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^) COMPETENZE 1.Comprendere il legame uomo/territorio, origine della cultura antropologica. 2. Riconoscere l importanza culturale e sociale delle

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Paesaggio Capire che cos è la geografia e di che cosa si occupa. Saper distinguere tra geografia fisica e umana. Capire il mondo in cui viviamo attraverso le

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

IL PROFILO DEL SUOLO

IL PROFILO DEL SUOLO Cognome... Nome... IL PROFILO DEL SUOLO Se scaviamo una buca abbastanza profonda in un terreno, osserviamo che la parete tagliata presenta una successione di strati, di diverso colore e struttura, che

Dettagli

dal millenovecentonovantacinque

dal millenovecentonovantacinque E D I Z I O N I Dott. Nicola Borsetti Cav. Cesare Borsetti dal millenovecentonovantacinque Studio Borsetti s.r.l. Corso della Giovecca, 80-44121 Ferrara (Italia) Tel. (+39) 0532 210444 - Fax (+39) 0532

Dettagli

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell Universo. La scienza

Dettagli

Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific

Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific Docente: Simone Cametti cell 328 1546195 email simonecametti@hotmail.it

Dettagli

CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE

CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE CLASSE OBIETTIVI COMPETENZE PRIMA Osservare, descrivere e rappresentare la propria posizione nello spazio in relazione a punti di riferimento utilizzando gli

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DI AMBITO ABILITA CONOSCENZE ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO 1 ESPRIMERSI E COMUNICARE

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ

CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ RICONOSCERE E DESCRIVERE FENOMENI FONDAMENTALI DEL MONDO TECNOLOGICO - I bisogni primari dell uomo: gli oggetti,

Dettagli

L IMMAGINE DELLA TERRA

L IMMAGINE DELLA TERRA L IMMAGINE DELLA TERRA 1 Capitolo 1 L orientamento e la misura del tempo Paralleli e meridiani La Terra ha, grossomodo, la forma di una sfera e dunque ha un centro dove si incontrano gli infiniti diametri.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE SCUOLA DELL'INFANZIA ABILITA' CONOSCENZE COMPETENZE COMPITO AUTENTICO

Dettagli

"L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino". AMICI DI BRERA

L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino. AMICI DI BRERA Incontro con i genitori 27 gennaio 2011 Cooperativa sociale ONLUS A SPASSO PER MUSEI. IL MUSEO QUALE AMBIENTE DA ESPLORARE, SCOPRIRE, FREQUENTARE PER INCONTRARE ALCUNI ARTISTI E CONOSCERE LA LORO STORIA

Dettagli

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI L EVOLUZIONE IN PASSATO SI PENSAVA CHE LE SPECIE ANIMALI E VEGETALI CHE OGGI POPOLANO LA TERRA AVESSERO AVUTO SEMPRE LA FORMA ATTUALE. SI CREDEVA CIOE NELLA TEORIA DELCREAZIONISMO (NELLA CREAZIONE ORIGINALE)

Dettagli

ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future. «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale»

ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future. «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale» ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future Torino, 24 marzo 2015 Mauro D Aveni Ufficio Qualità Coldiretti Torino «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale» L AGRICOLTURA

Dettagli

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO Il Legno Arredo italiano il più efficiente e sostenibile in Europa: consumiamo

Dettagli

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO Dai disegni dei bambini e dal loro concetto di casa, spazio vissuto o luogo magico, inizia l esplorazione del palazzo che, così importante per dimensioni e storia, è stato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO Anno scolastico 2010/2011 CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Collocare nello spazio

Dettagli

Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta

Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta La terza edizione della Settimana del Pianeta Terra si svolgerà dal 18 al 25 ottobre

Dettagli

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA Il Museo Archeologico Aquaria è molto giovane ed è nato per l intraprendenza di un gruppo di appassionati di archeologia di Gallignano, piccola frazione di Soncino. Anche i

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO BUC VA ALLA SCUOLA MATERNA

PROGETTO DIDATTICO BUC VA ALLA SCUOLA MATERNA ASILO NIDO DON FORNASINI CASALECCHIO DI RENO ANNO SCOLASTICO 2004/2005 PROGETTO DIDATTICO BUC VA ALLA SCUOLA MATERNA OPERATRICI GIULIANA DE GREGORI (EDUCATRICE COMUNE DI CASALECCHIO) MARIA LORENZANO (EDUCATRICE

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MERCATO SARACENO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MERCATO SARACENO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MERCATO SARACENO CAPOLUOGO (SEZIONE C 3-4-5 ANNI) Insegnanti: Arrigoni Nadia - Cornieti Loredana DOCUMENTAZIONE PROGETTO: CON IL CIELO NEGLI OCCHI ANNO SCOLASTICO 2008/2009 AL PROGETTO

Dettagli

Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014

Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014 Area Protetta Provinciale GIARDINO BOTANICO MONTANO PRATORONDANINO Programma delle Attività Didattiche Anno Scolastico 2013/2014 2 PRESENTAZIONE Il Giardino Botanico di Pratorondanino, ideato nel 1979

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria. L alunno

Dettagli

GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA LEGGERE L ORGANIZZAZIONE DI UN TERRITORIO, UTILIZZANDO IL Utilizzare i principali concetti topologici per orientarsi nello spazio; Utilizzare

Dettagli

SCUOLA dell' INFANZIA: "FONTECHIARO" Sez. B a.s. 2011-2012

SCUOLA dell' INFANZIA: FONTECHIARO Sez. B a.s. 2011-2012 SCUOLA dell' INFANZIA: "FONTECHIARO" Sez. B a.s. 2011-2012 Inss.: Masci Luana - Del Gatto Paola Per i bambini, scoprire ciò che li circonda è sempre un avventura magica e piena di risorse. La realtà nella

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il linguaggio, gli strumenti e i principi

Dettagli

IL COLORE DELLE EMOZIONI

IL COLORE DELLE EMOZIONI LABORATORIO ESPRESSIVO IL COLORE DELLE EMOZIONI I bambini lo dicono con il colore PREMESSA Il ruolo che ha l adulto nello sviluppo affettivo di un bambino è determinante; il suo atteggiamento, le sue aspettative,

Dettagli