Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana"

Transcript

1 Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Anno XII Quaderno N Nuova Serie - ISSN SN DIRETTORE: E: Francesco co Sini DIREZIONE: E Omar Chessa sa - Maria Rosa Cimma - Michele Maria Comenale e Pinto - Domenico o D Orsogna Gian Paolo Demuro - Giovanni ni Lobrano - Attilio tilio Mastino - Pietro Pinna na - Antonio ni o Serra - Giovanni Maria Uda ENTRA ARCHIVIO IO STATISTICHE S ICHE ON LINE DAL 15 GENNAIO NAIO 2014 IL QUADERNO N. 11 [2013] Quaderno edito con il contributo di: DIPARTIMENTO TO DI GIURISPRUDENZA RU Reg. Trib. di Sassari N. 217 del

2 Memorie Ivs Antiqvvm - Древнее право Seminario di Diritto Romano Tradizione Romana Contributi D & Innovazione Note & Rassegne Monografie REDAZIONE della NUOVA SERIE Cronache Notizie Direttore responsabile: Francesco Sini In Memoriam Autori Redazione Comitato di direzione: Omar Chessa - Maria Rosa Cimma - Michele M. Comenale Pinto - Domenico D'Orsogna - Gian Paolo Demuro - Giovanni Lobrano - Attilio Mastino - Pietro Pinna - Antonio Serra - Giovanni Maria Uda Archivio Links Search Corrispondenti stranieri: Ivan A. Biliarsky (Sofia) Maria das Graças Pinto de Britto (Pelotas) Ricardo Combellas (Caracas) Fei Anling (Pechino) Leonid L. Kofanov (Mosca) Ija L. Majak (Mosca) Antun Malenica (Novi Sad) Esperanza Osaba (Bilbao) Costantinos G. Pitsakis (Komotini) Anton D. Rudokvas (San Pietroburgo) Teodor Sambrian (Craiova) Bronislaw W. Sitek (Olsztyn) Evgenji A. Sukhanov (Mosca) Xu Guodong (Xiamen) Segreteria di redazione: Cristiana M.A. Rinolfi Antonio Ibba (coordinamento) (informatica) Stefania Fusco Anam. Martin Garcia Ursula Mariani Isabella Mastino Adriana Muroni Storia si avvale di molteplici modalità e strumenti della comunicazione multimediale (ipertesti, video, audio etc.); tali strumenti possono essere proposti ed usati dagli autori per i loro contributi e per le loro segnalazioni. Continuando la "politica editoriale" di Open Access to Knowledge in the Sciences and Humanities, tutti i file pubblicati online in Storia, siano essi ipertesti in formato html, o video o audio, saranno accessibili gratuitamente in edizione integrale, senza alcuna restrizione, né registrazione preventiva. Quaderno edito con il contributo di: Dipartimento di Giurisprudenza Reg Trib. di Sassari N. 217 del

3 Memorie Ivs Antiqvvm - Древнее право Seminario di Diritto Romano Tradizione Romana Contributi D & Innovazione MONOGRAFIE Note & Rassegne Monografie Cronache Notizie In Memoriam Autori Redazione Archivio Diritto romano / Costituzioni imperiali & giurisprudenza Links Search MARIA ZABŁOCKA Università di Warszawa Romanistica polacca nel primo decennio del XXI secolo LE0 PEPPE Università Roma Tre Uso e ri-uso del diritto romano MARIA GABRIELLA ZOZ PAOLO FERRETTI Università di Trieste Note introduttive Rimskie drevnosti po Avlu Gelliò IJA L. MAJAK Università Statale di Mosca Lomonosov Abstract (inglese) e Riassunto (italiano) della monografia: I* LEONIDOVNA MA*K, Rimskie drevnosti po Avlu Gelliò: istorià, pravo Citizenship and Solidarity in the European Union

4 DOMENICO D ORSOGNA Università di Sassari Diversità culturale, cittadinanza, diritti dei migranti Il doppio Stato regolatore Profili costituzionali / teoria generale ANTONIO RIVIEZZO Università di Sassari Questioni preliminari Controlli interni / le nuove regole / autodisciplina FRANCESCO CUCCU Università di Sassari Il codice di autodisciplina Storia si avvale di molteplici modalità e strumenti della comunicazione multimediale (ipertesti, video, audio etc.); tali strumenti possono essere proposti ed usati dagli autori per i loro contributi e per le loro segnalazioni. Continuando la "politica editoriale" di Open Access to Knowledge in the Sciences and Humanities, tutti i file pubblicati on-line in Storia, siano essi ipertesti in formato html, o video o audio, saranno accessibili gratuitamente in edizione integrale, senza alcuna restrizione, né registrazione preventiva. Quaderno edito con il contributo di: Dipartimento di Giurisprudenza Reg Trib. di Sassari N. 217 del

5 Abstract (inglese) e Riassunto (italiano) della monografia: I* LEONIDOVNA MA*K, Rimskie drevnosti po Avlu Gelliò: istorià, pravo - Moskva, Argamak, S. ISBN Indice-Sommario Ija Leonidovna Majak Università Statale di Mosca M.V. Lomonosov Abstract & Riassunto SOMMARIO: 1. Abstract. 2. Riassunto. 1. Abstract (p ) This book is a study of historical sources. Although Aulus Gellius was a broadly educated rhetor rather than a historian, the Attic Nights contains a great deal of material on historical issues. To assess the material requires that the quality of Gellius' primary sources be evaluated. Dating from the 19th century at the latest, antecedent historiography took account of all source information used by Gellius, including concerning history in general. Nowadays, there is an appreciably increased source base, especially with respect to early Rome, a period of particular interest to us. Therefore, we have focused our attention on Gellius' primary sources on the earliest Roman history, the Kingdom and the Republic until the time of the Gracchi. We adhere to the scientific principles of source studies. First, we recognize that their goal is to establish how reliable and complete the information on the chosen subject is. Second, we beliewe that this can be achieved solely by the comprehensive use of all available sources not only those related to extremely important narrative tradition, but also other types and kinds of source information, i.e. historical artifacts, including the fine arts, epigraphic, linguistic, ethnographic, and other material. In this connection, we would like to give an overview of some recent discoveries found from the mid-20th century up to now. These include excavations of huts on Palatine dating back to the mid-8th century B.C.; the defensive wall and, consequently, the pomoerium of Romulus' City discovered in the 1980s; and the re-discovery of the Lupercal, whose location was lost after the 16th century (P. Romanelli; A. Carandini, P. Carafa etc). Those efforts were accompanied by studying and identifying the remnants of ancient cities of Latium, including Gabii (M. Bietti Sestieri). Successful discoveries were made by archeologists employing natural science methods and, especialiy, advanced technology such as electromagnetic GPR able to detect even small remains of subsurface objects at an immense depth. Exceptional progress in studying Roman antiquities is due to linguistic research, the finding of inscriptions, and deep insight into the texts of antic authors; primarily Livius, Dionysius, and others, on the part of outstanding scientists (E. Peruzzi, F. De Martino etc). Taking all of this into consideration, we first turned to Gellius' primary sources in the form of annalists' writings and, upon comparing the author's data with the above-mentioned discoveries, became convinced that his description of early Rome was, in

6 Pagina 6 di 10 substance, credible. In addition, we sorted out and analyzed remnants of priests' writings, canons, obligatory formulas, and prayers, and classified this material according to the evidence hierarchy suggested by F. Sini. These are authentic texts, their copies, or their credible renderings primarily by Roman legal scholars, often by priests. Additionally, Gellius' primary sources for the Attic Nights included senatus consulta and edicta magistratuum, which are documentary material and consequently guarantee that the Attic Nights is reliable as a source regarding Roman history and Roman law. The foregoing convinces us that the rhetor's work as a source concerning early Roman history is underestimated. Attitudes toward it will have to change. But there are things of no less significance. Since Gellius' primary sources are the same annals as those used by his predecessors, their writings (i.e. by Livius, Dionysius of Halicarnassus, and succeeding authors) should, in the part under review, be taken out of the category of nothing but tales and fantasies invented by Roman scholars. To put it another way, in spite of discrepancies and naive assertions occurring in them, works by the above-mentioned authors, in the main, ought not to be brushed aside, and the same opinion was shared as early as by B.G. Niebuhr. In view of the above, we find it practical to use the Attic Nights as a basis for addressing certain topical problems of early Roman history and Roman law: concepts of power and property, polis structures, res publica versus civitas, and, at last, gender-related topics. Finally, we would like to take the liberty of expressing some conclusions in relation to understanding the vector of Roman history as a whole. To one extent or another, polis structures in Rome and Italia had not become extinct but survived into the Late Empire; however, they underwent transformations. Rome ceased to possess such a fundamental characteristic of the polis as insularity, while Italic civitates, municipia, and coloniae lost such a characteristic as self-dependence or self-sufficiency. Rome kept its citizenship (civitas) open for aliens. This process actually started in the 4th century B.C. (civitas sine suffragio), but its beginning dates back far earlier, to Spurius Cassius' rogatio agraria. Unimplemented as it was, the rogation set a precedent and encouraged Roman legal thought. It was the openness of the Roman polis (civitas) that enabled Rome to create a superpower, the Empire, the cradle of great Mediterranean civilization, in contrast to the Greeks holding on to polis separatism. 2. Riassunto (p ) Nell'ambito della ricerca sulla storia di Roma e dell'italia antica spicca per importanza il filone dedicato ad Aulo Gellio. Tuttavia gli studi in lingua russa inerenti a questo insigne autore costituiscono ancora una parte troppo esigua. La maggioranza degli studiosi, ovviamente, considera Gellio come retore e studia le particolarità filologiche, linguistiche e stilistiche della sua opera. Le sue vaste conoscenze attirano l'attenzione degli studiosi del diritto, della pedagogia, nonché dei filosofi, degli storici, ecc. Tra i temi di ricerca spiccano per importanza la biografia del retore, compresa l'influenza su di lui dei suoi maestri, il suo posto nella cultura dell'epoca degli Antonini, le sue conoscenze giuridiche e la prassi giudiziaria. Non è sfuggito all'attenzione degli studiosi neanche il suo interesse verso la storia greco-romana. E' stato addirittura calcolato quante volte Gellio si rivolse alle tematiche di carattere storico, prendendo in considerazione l'insieme delle fonti da lui usate, il che ovviamente è molto importante. Tuttavia, date le preferenze riservate agli antichi modelli culturali soprattutto nel campo letterario rispetto a quelli più moderni mostrati da Gellio, che distinguevano l'epoca degli Antonini, nonché il nostro interesse verso l'età regia e verso le fonti della prima epoca repubblicana, ci permettiamo di dedicare la nostra particolare attenzione alle fonti primarie a cui attinse Gellio. A prescindere dall'analisi di queste fonti sarebbe impossibile l'analisi delle "Notti attiche" quale fonte storica, il che costituisce il principale obiettivo della nostra ricerca. Il nostro punto cardine sta alla base di tutto lo studio delle fonti storiche ed è quello di stabilire il grado di attendibilità e di completezza delle nozioni riportate dal nostro retore. Ciò diventa fattibile solamente a patto di rispettare le seguenti due condizioni: in primis bisogna utilizzare tutto l'insieme delle fonti esistenti e non scegliendone solo

7 Pagina 7 di 10 una parte; in secondis bisogna applicare un approccio complesso all'uso delle diverse tipologie delle fonti, integrando i dati delle fonti scritte con quelle dell'archeologia, linguistica, epigrafica, ecc. Dopo l'introduzione dove sono formulati gli obiettivi e le finalità della nostra ricerca monografica, che consiste nello stabilire il grado di attendibilità delle nozioni riportate da Gellio su storia e diritto dell'antica Roma dei primi secoli, segue il paragrafo sullo status quaestionis. Nel primo capitolo dedicato alle "Notti attiche" come fonte di nozioni di carattere storico, vengono definiti criteri di confronto della sincronia del progresso storico dei greci e dei romani (realizzazioni nel campo militare e culturale) nonché messa in evidenza la tematica principale delle "Notti attiche" ovvero quella delle guerre dei romani, dei loro condottieri, delle virtù belliche romane. Nei capitoli successivi vengono analizzate le fonti primarie di Gellio. Si tratta soprattutto dell'annalistica di tre generazioni degli annalisti. Il giudizio circa i loro dati viene preceduto da un breve excursus sull'evoluzione dell'approccio sistematico allo studio delle fonti storiche scaturito dalle ricerche di B.G. Niebuhr che gettò le basi dell'analisi critica delle fonti per proseguire verso l'ipercriticismo dell'inizio del XX secolo. Quest'ultimo potrebbe essere spiegato dal mancato incremento della base delle fonti nonché dal diffondersi in Europa delle idee agnostiche. Nel '900 l'ipercriticismo dalla moda si trasformò in un segno di "bon tan" influenzando la formazione di intere generazioni degli storici. A partire dalla metà del XX secolo la situazione cominciò a cambiare grazie alle scoperte delle capanne del VIII secolo a. C. sul Palatino e all'intensificarsi degli studi archeologici e linguistici delle città laziali nonché alle scoperte delle iscrizioni "sabine" del VII secolo a. C. Inoltre le ricerche nel campo dell'economia romana del professore Francesco De Martino e dei suoi successori portarono alla confutazione delle motivazioni degli annalisti che tendevano a collocare i conflitti dei II-I secoli a. C. a Roma agli albori della storia romana. Negli anni '70 del XX secolo è arrivata una nuova fase nello sviluppo dello studio delle fonti della storia romana. Ciò è notevolmente legato all'opera dell'insigne maestro E. Peruzzi, linguista ed epigrafista di grande talento, raffinato interprete della tradizione antica. Egli, grazie all'approccio complesso allo studio delle fonti, ha argomentato i primi tentativi dei greci micenei di stabilirsi in Italia, anche sui colli romani, comprovando grazie all'analisi linguistica la teoria di Niebuhr sulle origini dei plebei. Ha portato delle prove convincenti a favore dei rapporti tra Roma e i Gabi nel VIII secolo a. C., dell'apparizione della scrittura già all'inizio dell'epoca regia, dell'esistenza dei libri sacri di Numa Pompilio. A partire dagli anni 80 del '900 fino ad oggi si svolge una proficua opera di ricerca archeologica di molti studiosi italiani: come A. Carandini, P. Carafa ed altri, compresi i loro allievi. La scoperta della cinta muraria attribuibile a Romolo sul Palatino ad opera di Andrea Carandini ha comprovato i dati dell'antica tradizione sul pomerium di Romolo, sulla storicità della sua opera e quindi della sua persona. Inoltre lo stesso studioso è riuscito a ritrovare, sulle tracce del Lanciani, il Lupercale perduto dopo il XVI secolo ed ha formulato una plausibile ipotesi sulla trasformazione della casa di Ottaviano nel palazzo di Augusto. Le conclusioni di Carandini sono frutto di una profonda conoscenza delle opere degli antichi unita all'utilizzo nella ricerca archeologica dei dati delle discipline scientifiche (scienze del suolo, idrologia), innanzitutto della fisica, del metodo elettromagnetico georadar, che ha innalzato l'archeologia a un livello nuovo. Le innovazioni summenzionate hanno permesso a molti studiosi di riconoscere la presenza dei dati del tutto attendibili delle opere degli annalisti, persino di Valerio Anziate. Il capitolo successivo è dedicato ai documenti dei collegi sacerdotali in quanto fonti non soltanto di diritto romano, ma anche della storia di Roma antica. Nel capitolo viene trattato il problema della composizione e del contenuto delle iscrizioni sacre, oggetto del dibattito scientifico a partire dalla metà del XIX secolo (I.A. Ambrosch, V.I. Modestow), ripreso nella seconda metà del XX sec. F. Sini, emerito studioso italiano, ha elaborato una gerarchia dei documenti sacerdotali che si trovano nelle iscrizioni e nelle opere degli antichi sacerdoti-giuristi, e storici: le fonti primarie, le loro copie autentiche, i riassunti dettagliati delle fonti primarie. Accettando questa classificazione si potrebbe individuare il nucleo autentico degli scritti

8 Pagina 8 di 10 sacerdotali, comprese solenni formule obbligatorie e preghiere antiche. Inoltre nel capitolo sono citati esempi riportati da Gellio che spiegano le realtà dell'epoca antichissima inerenti alla vita sociale, ai riti religiosi, alle modalità di comportamento dei giovani richiamati alle armi, ecc. I capitoli successivi trattano le delibere degli enti statali ufficiali, menzionati da Gellio, soprattutto quelle del Senato. Dopo una breve descrizione del Senato, della sua composizione sociale, funzioni e poteri, l'attenzione si concentra sui termini che definiscono le opinioni e le decisioni rapportati con la tradizione giuridica. Bisogna ribadire che nel capitolo vengono trattati i dati sul consiglio del Senato, non menzionati dagli altri autori. Questi dati si basano sulle informazioni ricavate dalle fonti attendibili quali leggi, editti consolari, scritti degli studiosi del diritto, nonché vengono citati e commentati testi autentici. Si può parlare qui con sicurezza dell'attendibilità e della completezza delle fonti di Gellio. In seguito vengono analizzate le delibere dei magistrati, editti e decreti cui definizione viene fornita da Gaio. Gellio riporta il contenuto degli editti, sia per via delle citazioni dirette sia in forma dei riassunti dei testi appartenenti agli specialisti del diritto, ai famosi giuristi romani, il che garantisce l'attendibilità delle riportate delibere dei magistrati. Nelle "Notti attiche" figurano gli editti consolari che aggiungono tratti caratterizzanti dei poteri consolari confrontati con le nozioni degli altri autori antichi nonché editti degli edili curuli. Il relativo materiale non sempre è reperito personalmente dallo stesso Gellio, ma è estratto dalle attendibili opere dei giuristi romani, il che garantisce valore alle sue informazioni. Gellio prende in esame anche due editti pretoriali - importanti fonti del diritto romano. Entrambi appartengono all'ambito sacrale. Nel primo si tratta del rito del flamine Giove e della flaminica. Le nozioni sono prese dalle opere di Fabio Pittore, del giurista Masurio Sabino, dell'antiquario M. Terenzio Varrone nonché da un documento ufficiale, ovvero dal editto perpetuo pretorio le cui parole riguardo alla libertà del giuramento del flamine e delle sacerdotesse di Vesta vengono citate da Gellio. L'altro editto pretorio è menzionato da Gellio a proposito della possibilità di rivolgersi al tribunale piuttosto che pagare, una multa per uno schiaffo. Gellio si sofferma anche sul editto censorio sull'espulsione da Roma degli insegnanti non ligi alle tradizioni romane. Benché il contenuto dell'editto non è citato ma riassunto con le parole vicine al testo, la conclusione contiene un'autentica formula della nota censoria. Nelle "Notti Attiche" non sono trascurate neanche le deliberazioni del collegio dei tribuni della plebe, chiamati decreti. Facendo riferimento a Ateo Capitone Gellio riferisce sul decreto del collegio dei tribuni di indagare per conto dell' edile Ostilio Mancino contro una meretrice di nome Manilia nei confronti della quale quest'ultimo aveva fatto delle avance tanto insistenti quanto inutili. In questo caso il decreto viene riassunto ma non citato. Inoltre Gellio fa riferimento alle deliberazioni dei tribuni a favore di L. Cornelio Scipione Asiatico, estratte dagli antichi annali. Dopo Gellio cita il testo del decreto scritto, in occasione del proseguimento della stessa causa, da Tiberio Sempronio Gracco. In questo modo i dati presi in esame ci dimostrano tutto il valore delle informazioni fornite da Gellio che amplificano le nostre conoscenze del diritto romano, della prassi giudiziaria nonché delle vicende e personaggi storici dell'antica Roma. Nel riconoscere tutto ciò ha senso di analizzare i dati di Gellio sui problemi importanti ed attuali della storia antica romana. Mettiamo in rilievo alcuni di questi: il concetto del potere viene espresso con i termini manus, mancipium, potestas, imperium. Gellio fornisce i dati che ci permettono di comprendere le sfumature che li distinguono uno dall'altro, il loro funzionamento in vari ambienti sociali nonché la datazione approssimativa della loro apparizione. Le definizioni di Gellio di solito coincidono con quelle di Gaio anche se può succedere che Gellio dia informazioni più dettagliate ed esatte. In questo modo, ad esempio, potestas della donna sarebbe più corretto tradure, dal nostro punto di vista, come "volontà" o "diritto". Sono di grande importanza le osservazioni di Gellio sulla correlazione tra le parole potestas ed imperium, nonché l'espansione di quest'ultimo termine su tutto il vasto territorio sotto il potere romano. Ribadiamo che anche in questo capitolo da Gellio vengono usati dei materiali attendibili, tra cui fonti documentarie. Il secondo problema rilevante per gli storici e giuristi è legato alla proprietà. Sebbene all'epoca di Gellio ci fossero già in uso i termini dominium e proprietas, nelle "Notti attiche" il

9 Pagina 9 di 10 primo non si trova, mentre il secondo ha il significato di una proprietà, proprio. Tuttavia entrambe le definizioni della proprietà si usano da Gellio assai raramente. Egli menziona l'antica versione di ercto non cito e dominus. Nello stesso tempo Gellio usando le informazioni dei rinomati specialisti del diritto, dimostra l'esistenza nella società dell'antica Roma sia della proprietà privata, anche quella terriera, sia della proprietà pubblica, ovvero ager publicus, sia del tesoro pubblico (pecunia publica), nonché degli edifici e dei monumenti e degli schiavi. Un altro importante problema scientifico è rappresentato dalle strutture della polis a Roma e in Italia. Con ciò è strettamente legata la questione del rapporto tra civitas e res publica romana. Anche da questo punto di vista l'opera di Gellio si è rivelata molto ricca di informazioni. Raccontando delle vicende passate egli dà una definizione esatta di queste istituzioni. Nel capitolo si dedica attenzione alle varie definizioni della classica polis, ovvero civitas. E' del tutto motivato il modo di considerare la polis come una comunità civica con la forma di proprietà antica, come veniva comunemente accettato nella tradizione della ricerca storica sovietica, a conferma della tesi di Fustel de Coulanges che sosteneva la sua esclusività e particolarità nella storia. Dunque si afferma che fu proprio l'esistenza delle strutture della polis a definire le caratteristiche principali dell'epoca antica, tenendo conto che tutte le città italiche con il passare del tempo assumevano l'aspetto della medesima. Con la diffusione del potere romano in Italia le strutture della polis si sono conservate sia a Roma sia altrove. Queste strutture non erano sparite, ma si sono trasformate, perdendo una delle caratteristiche principali della polis: Roma rinunciava ad essere limitata, mentre le altre dopo aver aderito all'alleanza italico-romana perdevano la propria indipendenza. Nelle relazioni con Roma queste si ordinavano in base all' ottenimento o meno dei diritti della cittadinanza romana. Gellio ha anche indicato e spiegato come era cambiata nel periodo imperiale l'idea dell'importanza di tali istituti della polis quali colonie dei cittadini romani e municipi. I materiali riportati da Gellio confrontati ai dati di Festo aiutano a capire l'importanza de "l'apertura" romana che ha superato la chiusura tipica della polis ed ha contribuito alla formazione di una grande potenza mediterranea divenuta in seguito un impero. C'è da aggiungere che il processo di ammissione dei forestieri nell'ambiente romano viene fatto risalire di solito all'inizio del IV secolo a.c. Tuttavia come precedente può essere considerata la rogazione agraria di Spurio Cassio. Benché non avesse avuto successo stimolò comunque il pensiero giuridico dei romani. Nell'ultimo capitolo viene affrontata la questione inerente alla storia di genere. I personaggi femminili non sono ospiti frequenti delle fonti narrative ciò nonostante li troviamo nei racconti delle vicende antichissime nelle opere di Gellio. In primis, si tratta di Nicostrata, madre di Evandro, come simbolo dell'antichità; di sfuggita viene menzionata Amata, moglie del leggendario re Latino; in fine - Acca Larenzia in due versioni della tradizione: come donna di facili costumi, la moglie di Faustolo, che allattò Romolo e Remo, o come una giovane prostituta, messasi con Ercole, che, una volta diventata ricca grazie al suo mestiere avrebbe lasciato in eredità i suoi bene o a Romolo o al popolo romano. I dati delle fonti, Gellio compreso, permettono di intravvedere nell'allattatrice dei gemelli i tratti di una donna realmente esistita, mentre nella donna intrattenutasi con Ercole - un personaggio leggendario, probabile frutto di quella corrente della storiografia greca che ribadiva l'innata vicinanza di parentela dei greci con i romani. Negli scritti di Gellio troviamo anche Ersilia che, secondo un'antichissima versione locale della tradizione romana, fu una sabina rapita per sbaglio per diventare in seguito moglie di Romolo, il che si sarebbe riflesso in un testo autentico di una antichissima preghiera. Nella versione greca del mito Ersilia venne data in sposa a Ostilio, compagno di Romolo, almeno all'inizio. Si potrebbe dire che la storicità del primo re ci permette di ipotizzare che anche Ersilia fosse un vero personaggio storico e, in questo modo, di spiegare l'origine latina di Tullo Ostilio. Una volta Gellio rammenta la furiosa Tullia, figlia del sesto re, come antipode di Antigone, brava e buona figlia del re Edipo, il che caratterizza più la preparazione del retore che l'interesse verso la storia romana. Il retore menziona anche la vestale Tarazia, o Fufezia, personaggio storico, in quanto legata all'attività legislativa dei romani dell'inizio della Repubblica. Personaggio del tutto storico è anche citata da Gellio madre di P. Cornelio Scipione Africano il Vecchio,

10 Pagina 10 di 10 sebbene si tratta di un episodio mitologico della premonizione della sua nascita sotto forma di un serpente trovatosi nel letto. Facendo menzione del primo divorzio a Roma (230 a. C.), Gellio parla di realmente esistita brava ma non fertile sposa di Spurio Carvilio. Sovente le donne appaiono nelle opere di Gellio in modo anonimo e generalizzato come esempi di condotta moralmente impeccabile, visto che, nei primi secoli della Repubblica, una minima trasgressione veniva impietosamente punita dal marito. Comunque con il passare del tempo, stando all'opera di Gellio, si nota come la posizione della donna romana, non solo socialmente altolocata, come, in caso specifico, una sacerdotessa, ma anche quella di una plebea appartenente alla civitas, si rafforzava. Ciò viene testimoniato dalla difesa da parte del tribuno persino della meretrice Manilia che si era opposta alle avance dell'edile curule Ostilio Mancino (151 a.c.). È da notare che per volere di Augusto fu onorata con un monumento persino una schiava, madre di cinque gemelli. Bisogna ribadire tuttavia che il miglioramento della posizione della donna riguardava solo l'ambito della vita privata nonché aspetti economici, mentre nella vita pubblica e politica, vestali a parte, il ruolo delle donne rimaneva ancora più marginale di quello dei plebei. Bisogna ribadire la conclusione secondo la quale i dati sia documentari che annalistici contenuti nelle "Notti Attiche", confrontati con gli ultimissimi dati delle altre tipologie delle fonti, per la maggior parte possono essere considerati attendibili. Tuttavia ciò riguarda non solo l'opera di Gellio. Anche le opere degli altri annalisti (Livio, Dionisio) che utilizzavano le stesse fonti primarie, possono essere valutate diversamente rispetto a quanto affermano gli ipercritici. Queste opere narrative non devono essere giudicate come frutto di fantasia e quindi bisogna riconoscerle per la maggior parte degni di fiducia, ovvero farle tornare nel novero delle fonti storiche. Dunque è del tutto giusto affermare che le "Notti Attiche" è una fonte preziosa e in linea di massima affidabile sia per la storia di Roma antica che per quella del diritto romano.

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Anno XII - 2013 - Quaderno N. 11 - Nuova Serie - ISSN SN 1825-0300 DIRETTORE: E: Francesco co Sini DIREZIONE: E Omar Chessa sa - Maria Rosa

Dettagli

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Anno XII - 2013 - Quaderno N. 11 - Nuova Serie - ISSN SN 1825-0300 DIRETTORE: E: Francesco co Sini DIREZIONE: E Omar Chessa sa - Maria Rosa

Dettagli

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Anno XIII - 2014 - Quaderno N. 12 - Nuova Serie - ISSN 1825-0300 DIRETTORE: Francesco Sini DIREZIONE: Omar Chessa - Maria Rosa Cimma - Michele

Dettagli

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php? The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?channel=papers ISLL - ITALIAN SOCIETY FOR LAW AND LITERATURE ISSN 2035-553X Submitting a Contribution

Dettagli

Processo di referaggio collana punto org

Processo di referaggio collana punto org Caro Referee, grazie in anticipo per aver accettato di referare per la collana punto org. Il Suo è un ruolo delicato: appartiene a una comunità di studiosi, docenti e professionisti che forniscono ai colleghi

Dettagli

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA ROMA 23 OTTOBRE 2008 Vorrei ringraziare gli intervenuti, i relatori, le Istituzioni ed il GSE che con la sua collaborazione

Dettagli

1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti

1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Relazione finale del progetto: Laboratorio di scrittura 1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto intendeva fornire competenze lessicali, grammaticali

Dettagli

FORUM Strutture, funzioni e sviluppo degli impianti forensi in Italia (IV sec. a.c.- I sec. d.c.)

FORUM Strutture, funzioni e sviluppo degli impianti forensi in Italia (IV sec. a.c.- I sec. d.c.) FORUM Strutture, funzioni e sviluppo degli impianti forensi in Italia (IV sec. a.c.- I sec. d.c.) G.De Nittis, Il Foro di Pompei II, 1875, olio su tavola. Roma 9 10 dicembre 2013 9 dicembre, ore 9, Sapienza

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI»

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» 1 Caterina Samà via Gregorio Aracri, 24, Squillace 88069 (CZ), 0961 912117 / 338 1791895 e-mail : caterinasama@libero.it Al Magnifico Rettore dell

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79.

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. di Cristina Gazzetta Il libro che qui si segnala al lettore è il risultato

Dettagli

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale.

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale. a cura di Gabriella Guerci di Marzia Piccininno Negli ultimi anni il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha lavorato con grande impegno in ambito europeo, in particolar modo nel settore strategico

Dettagli

LINEE GUIDA SUL PLAGIO. (testo approvato nella seduta della Giunta di Facoltà del 20 novembre 2014)

LINEE GUIDA SUL PLAGIO. (testo approvato nella seduta della Giunta di Facoltà del 20 novembre 2014) LINEE GUIDA SUL PLAGIO (testo approvato nella seduta della Giunta di Facoltà del 20 novembre 2014) 1. Linee guida sul plagio Le presenti linee guida si prefiggono l obiettivo di rendere noti i comportamenti

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA Cl.LMG/01

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA Cl.LMG/01 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA Cl.LMG/01 Insegnamento di Istituzioni di diritto romano SSD IUS/18 CFU 14 - A.A. 2014-2015 Docente: prof. Franco Vallocchia Mail:

Dettagli

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà.

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà. DI Organizzazione delle informazioni. 1. Confrontare i quadri storici delle civiltà studiate. 2. Usare cronologie e carte storicogeografiche per rappresentare le conoscenze studiate. 1.1 Individuare la

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Giovanni

Dettagli

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010.

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. L occasione mi è gradita per ricordare che la Società Dante

Dettagli

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana

Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Rivista Internazionale di Scienze Giuridiche e Tradizione Romana Anno XII - 2013 - Quaderno N. 11 - Nuova Serie - ISSN SN 1825-0300 DIRETTORE: E: Francesco co Sini DIREZIONE: E Omar Chessa sa - Maria Rosa

Dettagli

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente.

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente. Che cos è un testo? Il termine testo (dal latino textus "intreccio, tessuto") sta ad indicare un insieme di parole, scritte od orali, strutturato in base alle norme di una certa lingua per comunicare un

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Il progetto. Il Fondo Pasquale D Elia

Il progetto. Il Fondo Pasquale D Elia Il progetto Grazie alla collaborazione tra l Università degli Studi di Roma Sapienza e l Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana è stato realizzato parte del catalogo relativo al Fondo

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: consapevolezza ed espressione culturale, le competenze sociali e civiche, imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce e usa le tracce storiche

Dettagli

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione Linee guida per l elaborato di laurea del corso di laurea in Scienze della formazione primaria Art. 1 Introduzione La tesi è parte integrante del

Dettagli

Guida all elaborazione della Tesi

Guida all elaborazione della Tesi Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche Corso di Laurea in Infermieristica Sedi Torino (Città della Salute, TO2, TO4) Guida all elaborazione

Dettagli

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente)

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente) OBIETTIVI Migliorare le capacitàdi svolgimento di un progetto autonomo di scrittura documentata. Consolidare le abilità di ricerca delle fonti. Rafforzare le abilitàdi organizzazione dei contenuti. Che

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA Un cinema fatto di contenuti e sperimentazione. Il cinema è un mondo composto da linguaggi differenti, ognuno nato per realizzare

Dettagli

Nome della rivista: Nome del direttore: Nome/i del/i condirettori: Indirizzo del sito web: Eventuale casa editrice:

Nome della rivista: Nome del direttore: Nome/i del/i condirettori: Indirizzo del sito web: Eventuale casa editrice: SCHEDA DI RILEVAZIONE SULLE RIVISTE DI SOCIOLOGIA ITALIANE Nome della rivista: Nome del direttore: Nome/i del/i condirettori: Indirizzo del sito web: Eventuale casa editrice: Componenti il comitato di

Dettagli

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la L'età di Augusto Con la battaglia di Azio (31 a.c. ) e la sconfitta di Antonio giunse a compimento la crisi della repubblica. Iniziò una nuova epoca: L'impero Ottaviano non volle apparire come un monarca

Dettagli

Guida all economia politica è il sito che le Edizioni Simone dedicano agli studenti di economia e a tutti coloro che s interessano della scienza

Guida all economia politica è il sito che le Edizioni Simone dedicano agli studenti di economia e a tutti coloro che s interessano della scienza 2 Guida all economia politica è il sito che le Edizioni Simone dedicano agli studenti di economia e a tutti coloro che s interessano della scienza economica (www.simone.it/economia), e in più a coloro

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA

Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA www.copyleft-italia.it www.aliprandi.org www.array.eu Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA qualche informazione su di me Copyleft-Italia: www.copyleft-italia.it Array

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Master of Arts in lingue e letterature Programma di studi approfonditi (60 crediti ECTS) Italiano. Piano di studi

Master of Arts in lingue e letterature Programma di studi approfonditi (60 crediti ECTS) Italiano. Piano di studi Università di Friburgo (Svizzera) Facultà di lettere Dipartimento di lingue e letterature Ambito Italiano www.unifr.ch/ital Master of Arts in lingue e letterature Programma di studi approfonditi (60 crediti

Dettagli

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello.

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Biografia e Opere Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Assunta Pieralli era di costituzione fragile e dall aspetto pallido

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

GREEK INTO ARABIC ERC Ideas Advanced Grant 249431

GREEK INTO ARABIC ERC Ideas Advanced Grant 249431 GREEK INTO ARABIC ERC Ideas Advanced Grant 249431 Dal greco all arabo Testi filosofici antichi, nuove tecnologie informatiche L European Research Council ha approvato nel 2010 il progetto Greek into Arabic.

Dettagli

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie attività a tutti i soggetti interessati, è un valore per tutte

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli

CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI - NAPOLI IL RIFERIMENTO BIBLIOGRAFICO: COSA CITARE, COME CITARE?

CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI - NAPOLI IL RIFERIMENTO BIBLIOGRAFICO: COSA CITARE, COME CITARE? CENTRO DI BIOTECNOLOGIE SETTORE DOCUMENTAZIONE BIOMEDICA A.O.R.N. A.CARDARELLI - NAPOLI IL RIFERIMENTO BIBLIOGRAFICO: COSA CITARE, COME CITARE? dott.ssa Barbara Andria IL RIFERIMENTO BIBLIOGRAFICO Sagone

Dettagli

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE 1 INDICE 1...3 La biblioteca e il catalogo...3 2...4 Tipi di cataloghi...4 3...6 Cenno sulle fonti d informazione...6 4...7 Catalogo e bibliografia...7 5...8

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 13 DEL 29.03.2012 IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 13 DEL 29.03.2012 IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 13 DEL 29.03.2012 OBBLIGO DI CONTRIBUZIONE SOCIO DI SRL IL QUESITO Alcuni miei clienti sono soci di srl e ricoprono l incarico

Dettagli

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali STEFANIA GITTO Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali ABSTRACT Quaderni Estensi n. 6 (2014), p. 43-45 STEFANIA GITTO, CeDoMus

Dettagli

Relazione sulla. SUA-CdS 2015-16

Relazione sulla. SUA-CdS 2015-16 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI Presidio della Qualità di Ateneo Polo Centrale Relazione sulla SUA-CdS 2015-16 17 giugno 2015 Sommario INTRODUZIONE... 3 1. Indicatori di accreditamento iniziale... 4 1.1

Dettagli

CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing

CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing Una scelta per insegnare e apprendere lingue e discipline Scuola secondaria di primo grado G.Borsi Livorno CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing

Dettagli

Non dimentichiamoci di Dio

Non dimentichiamoci di Dio Angelo Scola Non dimentichiamoci di Dio Libertà di fedi, di culture e politica Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06129-2 Prima edizione: marzo 2013 Prefazione

Dettagli

Il Portfolio Europeo delle Lingue

Il Portfolio Europeo delle Lingue Il Portfolio Europeo delle Lingue Una guida introduttiva per aziende, enti pubblici e associazioni in genere Il Portfolio Europeo delle Lingue propone standard internazionali che permettono di misurare

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo. Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava

Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo. Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava Affermazione nel Settecento Rischi & conseguenze Il primo giornale: The Spectator TRASFORMAZIONE

Dettagli

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV Presentazione di Antonio Zanon (Consorzio Biblioteche Padovane Associate) Biblioteca di Abano Terme Sala Consultazione 5 marzo 2009 Scopo della presentazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Al via il nuovo anno scolastico. Ecco tutte le novità Gelmini: Domani giornata storica Domani è una giornata

Dettagli

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7)

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7) PONTIFICIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «AUXILIUM» via Cremolino, 141-00166 ROMA tel. 06.61564226 fax. 06.61564640 e-mail: segreteria@pfse-auxilium.org ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LETTURA LA SCUOLA VA IN BIBLIOTECA: ATTIVITA' DI PROMOZIONE ALLA LETTURA RISERVATA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA RIVOLTO A alunni della scuola dell infanzia e loro insegnanti. POSTI DISPONIBILI

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 12 Scienze Giuridiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento... 3 Parte I: dati dell addetto alla ricerca...

Dettagli

La nostra soluzione integrata

La nostra soluzione integrata Avagliano ischool nasce dalla consolidata esperienza in campo editoriale di Avagliano editore, marchio di prestigio dell editoria libraria tradizionale che vanta più di trent anni di attività La casa editrice

Dettagli

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti.

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. Come sto andando in... analisi grammaticale Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. NON HO FATTO ERRORI IN... ARTICOLO

Dettagli

Dalla storia antica ai tempi moderni

Dalla storia antica ai tempi moderni Dalla storia antica ai tempi moderni Il termine project management oggi ampiamente diffuso nel mondo dell ICT (Information and Communication Technologies) fa, da sempre, riferimento alla organizzazione

Dettagli

Roberto Farnè Università di Bologna

Roberto Farnè Università di Bologna Roberto Farnè Università di Bologna Ora l apertura della parte scientifica a questi lavori, per capire innanzitutto il senso di questo appuntamento. Non abbiamo bisogno, nessuno di noi credo abbia bisogno

Dettagli

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES Il 150 dell unità d Italia rappresenta un evento di cruciale importanza per Torino e il Piemonte. La prima capitale d Italia, come già fece nel 1911 e nel 1961 per il Cinquantenario

Dettagli

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web Lorenzo Bernardi e Gianpiero Dalla Zuanna Dipartimento di Scienze Statistiche Nel 2011, l Ateneo di Padova ha introdottola procedura

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DECRETO MINISTERIALE N. 18 del 9 febbraio 2004 Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni ad opzione internazionale spagnola

Dettagli

Nuovi approcci per lo studio e la misurazione della povertà e dell esclusione sociale nelle regioni italiane

Nuovi approcci per lo studio e la misurazione della povertà e dell esclusione sociale nelle regioni italiane Bando Giovani Ricercatori Progetto di ricerca Nuovi approcci per lo studio e la misurazione della povertà e dell esclusione sociale nelle regioni italiane di Manuela Stranges Dipartimento di Economia e

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome.

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome. Nino Ucchino nasce in Sicilia nel 1952. Dall età di otto anni lavora come allievo nello studio del pittore Silvio Timpanaro. Da 14 a 21 anni studia all Istituto Statale d arte di Messina e poi per alcuni

Dettagli

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il sesto numero della newsletter LearnIT. In questo numero spiegheremmo lo sviluppo del i corsi LearnIT, la selezione dei

Dettagli

Modulo: I. Mi presento Livello: Alto

Modulo: I. Mi presento Livello: Alto 1. Mi presento Scrivere i propri dati, parlare di sé, ripasso basi di grammatica e ortografia Saluti, nome, cognome, parlare di sé e della propria personalità basi di ortografia Facsimile carta d identità

Dettagli

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 CONTENUTI. Drammaturgia dell oggetto... 5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO... 7 DESTINATARI... 7 OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE... 7 2 PREMESSA Dire

Dettagli

L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.

L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano. 2. Storia, politica, filosofia e arte nel Rinascimento Un esempio di prospettiva: L ultima cena di Leonardo L ultima cena fu dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1494 e il 1498 nel refettorio del convento

Dettagli

Archivi e Laboratorio Didattico. Descrizione di un modello

Archivi e Laboratorio Didattico. Descrizione di un modello Archivi e Laboratorio Didattico. Descrizione di un modello Antonio Brusa Università di Bari/Silsis di Pavia Milano, 19 ottobre 2006 Filottrano 17 aprile 2007 Fermo 29 gennaio 2008 I documenti omogenei:

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DI CRISTIANA MARIA ANASTASIA RINOLFI

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DI CRISTIANA MARIA ANASTASIA RINOLFI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DI CRISTIANA MARIA ANASTASIA RINOLFI - Laurea in Giurisprudenza nell anno accademico 1992-93, presso l Università degli Studi di Sassari, discutendo la tesi: «Contributo allo

Dettagli

Piano didattico annuale. Materia: STORIA. Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016

Piano didattico annuale. Materia: STORIA. Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016 IISS Cigna-Baruffi-Garelli Programmazione individuale Piano didattico annuale Materia: STORIA Biennio Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016 Classe (docente) 1^B (Fabio Gallesio) Contesto

Dettagli

Informatica applicata alle discipline umanistiche (ovvero: Informatica umanistica)

Informatica applicata alle discipline umanistiche (ovvero: Informatica umanistica) Proposta Informatica applicata alle discipline umanistiche (ovvero: Informatica umanistica) Da molto tempo, in concomitanza con la diffusione e lo sviluppo dei calcolatori elettronici digitali, l interesse

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO

AMBITO ANTROPOLOGICO ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO - SCUOLA PRIMARIA DI AVIO - AMBITO ANTROPOLOGICO classe 5^ Insegnante: Paola Martinelli Anno scolastico 2013/2014 STORIA Competenze 1 e 2 al termine del 3 biennio (classe 5^ scuola

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Beni Culturali Insegnamento: Applicazioni informatiche all archeologia Docente Giuliano De Felice S.S.D. dell insegnamento L-ANT/10 Anno

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

Prof. Avv. Andrea Longo

Prof. Avv. Andrea Longo Prof. Avv. Andrea Longo con Studio in Roma, Via Crescenzio 58 Tel. +39 06.6877480; Fax +39 06.6832318 Mobile +39 335.5451387 segreteria@studiolegalelongo.net email: a.longo@studiolegalelongo.net a.longo8@tin.it

Dettagli

Relazione finale. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti

Relazione finale. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Relazione finale Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto English Podcast è stato finalizzato alla registrazione di file audio o video di lezioni in

Dettagli

nome classe data la repubblica, la costituzione Quanti voti ha ricevuto la monarchia? Quanti la repubblica?...

nome classe data la repubblica, la costituzione Quanti voti ha ricevuto la monarchia? Quanti la repubblica?... Giugno 946, nasce la Repubblica Leggi il testo poi osserva la tabella con i dati del referendum e rispondi alle domande. Dopo la guerra era necessario creare uno Stato nuovo in cui venissero riconosciuti

Dettagli

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato Indicazioni a cura del Consiglio di Corso di Studio di Scienze della Formazione Primaria concernente la tesi, le attività di tirocinio e l esame finale. Art. 1 Oggetto Il presente documento disciplina

Dettagli

PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese

PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese DIMENSIONE CULTURA. Associazione culturale PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese PROGETTO DI DIDATTICA BIBLIOTECARIA E MUSEALE PER LE SCUOLE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica Ufficio Sesto DECRETO MINISTERIALE

Dettagli

LN758 Italian: Level One (Standard)

LN758 Italian: Level One (Standard) 2009 Examination (Language Centre) LN758 Italian: Level One (Standard) Instructions to candidates Time allowed: 1 hour 50 minutes This paper contains 3 sections: Each section is given equal weight. Dictionaries

Dettagli

Partecipazione ad Associazioni e Attività di ricerca. - 1998: socio AISDP ( Associazione Italiana Storici delle Dottrine Politiche)

Partecipazione ad Associazioni e Attività di ricerca. - 1998: socio AISDP ( Associazione Italiana Storici delle Dottrine Politiche) CURRICULUM VITAE Alessandra La Rosa Posizione Accademica: Ricercatore confermato in Storia delle dottrine politiche (SPS/02), settore concorsuale 14/B1, presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE. François de Singly

LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE. François de Singly LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE François de Singly Trasformazioni della famiglia Crescita tasso divorzio Calo matrimoni Modificazione morfologia della famiglia La

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e Storico-Artistiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento...

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

TRADIZIONI RELIGIOSE E ISTITUZIONI GIURIDICHE DEL POPOLO SARDO: IL CULTO DI S. COSTANTINO IMPERATORE TRA ORIENTE E OCCIDENTE

TRADIZIONI RELIGIOSE E ISTITUZIONI GIURIDICHE DEL POPOLO SARDO: IL CULTO DI S. COSTANTINO IMPERATORE TRA ORIENTE E OCCIDENTE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI TRADIZIONI RELIGIOSE E ISTITUZIONI GIURIDICHE DEL POPOLO SARDO: IL CULTO DI S. COSTANTINO IMPERATORE TRA ORIENTE E OCCIDENTE VI Seminario Internazionale di Studi con il

Dettagli

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA LA CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA Articolo 92 La Corte Internazionale di Giustizia costituisce il principale organo

Dettagli

Regolamento Vita da Studente

Regolamento Vita da Studente Regolamento Vita da Studente Premessa Per il nuovo anno scolastico 2015/2016, l iniziativa nazionale IoStudio la Carta dello Studente promossa dal MIUR e coordinata dalla Redazione IoStudio lancia nuove

Dettagli