Mercoledì 24 luglio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it"

Transcript

1 Mercoledì 24 luglio

2 2

3 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona - Costruire un Programma operativo regionale (Por) ispirato alla crescita e all innovazione, capace di riconfermare gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni che hanno portato l Unione europea a riconoscere le Marche come regione imprenditoriale Lo ha sollecitato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, in occasione dell avvio delle consultazioni con il territorio per predisporre il Por, in vista della programmazione del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) Presso il Polo universitario di Monte Dago di Ancona, un ampia rappresentanza di enti locali, associazioni sociali, produttive ed economiche, ha partecipato all evento promosso dalla Regione e coordinato dall assessore alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi. Il fatto di essere tra le primissime regioni italiane per impegno e spesa delle risorse europee ha detto Spacca - ci consente di presentare le nostre carte per ottenere, nella prossima programmazione, un ammontare che stimiamo possa collocarsi attorno al miliardo di euro. L appuntamento di oggi non deve essere vissuto solo come spasmodica ricerca di nuove risorse, in un momento di grande difficoltà per le finanze regionali e nazionali, ma come occasione per qualificare ulteriormente la nostra capacità di programmazione e di progettazione. Due le raccomandazioni del presidente: costruire progetti che valorizzino l attività di ricerca e innovazione e trasferimento tecnologico ( Dove purtroppo siamo indietro come regione e come Italia rispetto alla media europea ); concentrarli nell ambito della strategia della Macroregione Adriatico Ionica che sarà la principale strategia che l Europa perseguirà nei prossimi sette anni. Spacca ha sottolineato la necessità di recuperare competitività investendo maggiori risorse nei processi di innovazione, dove è investito una media dello 0,7% del Pil (0,4% di parte pubblica e 0,3% privata) contro un indicatore della Ue fissato al 3%. Questo significa che tutta la comunità regionale, parte pubblica e privata, deve impegnarsi maggiormente e costruire una strategia più forte rispetto al passato. Dobbiamo recuperare i ritardi degli anni scorsi, se vogliamo ritrovare competitività: una scelta essenziale per la regione più manifatturiera d Italia. Sul fronte della macroregione, Spacca ha ricordato che nel 2014 l Italia avrà la presidenza di turno della Ue. Sarà un occasione straordinaria poter gestire la presidenza proprio nella fase in cui saranno definiti i programmi strutturali della Ue. Nei prossimi tre anni, le Marche subiranno ulteriori tagli nazionali per 1,3 miliardi di euro ha concluso il presidente - Dovremo compensare questa difficoltà del nostro Stato centrale con altre modalità: sicuramente quella che ci viene offerta dalla Ue è la migliore in nostro possesso. Parte oggi il confronto con il partenariato per definire le linee guida della prossima programmazione dei fondi Ue ha rimarcato l assessore Giorgi - Iniziamo una fase di concertazione con il territorio per arrivare a un percorso comune che non può esulare da quelle che sono le linee programmatiche del governo regionale: politiche di sviluppo del lavoro, ma soprattutto sviluppo della ricerca, della nuova programmazione, dell infrastrutturazione, per la sostenibilità ambientale, per la valorizzazione del paesaggio e la crescita culturale. È un percorso che avviamo partendo dal dato che ci pone come una delle regioni più virtuose per l utilizzo dei fondi strutturali Ue. Ma questo non basta, perché dobbiamo implementare il nostro lavoro per accedere alle risorse europee, proprio perché questi finanziamenti sono diventati fondamentali per proseguire nel governo del territorio, visto la grande carenza e il taglio delle risorse da parte del governo nazionale. 3

4 Data: 15/ Diffusione: web MARCHE: GIORGI, REALIZZARE INSIEME NUOVA PROGRAMMAZIONE FONDI UE (ASCA) - Ancona, 15 lug - ''L'evento di giovedi' prossimo e' molto importante, avviamo infatti la fase di ascolto, concertazione e partenariato con tutti gli attori del territorio, per realizzare insieme la nuova programmazione dei fondi Ue dopo che la programmazione si chiude con le Marche al terzo posto per capacita' di gestione del FESR''. Cosi' Paola Giorgi, assessore alle Politiche comunitarie della Regione Marche, durante la conferenza stampa per presentare l'iniziativa dal titolo ''Marche. Una Regione Intelligente, Sostenibile e Inclusiva''. L'incontro, previsto il 18 luglio all'universita' Politecnica delle Marche - Polo Monte Dago di Ancona, intende aprire un confronto con gli attori del territorio per la costruzione del nuovo Programma del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014/2020. Alla conferenza stampa erano presenti Mauro Terzoni e Fabio Travagliati, rispettivamente responsabile e funzionario Autorita' di Gestione FESR e FSE Regione Marche. L'evento avra' carattere operativo - ha aggiunto l'assessore - sara' introdotto dal presidente Spacca e si articolera' su quattro workshop tematici dedicati a Pmi, green economy, cultura e turismo ed infine uno trasversale su aree interne e strumenti innovativi. Vogliamo un coinvolgimento ampio, dalle associazioni di categoria agli enti locali, ai semplici cittadini, per questo abbiamo creato anche un blog e una newsletter. Avremo un collegamento in video-conferenza con la Commissione Ue e 5 sindaci che faciliteranno il lavoro dei singoli tavoli, affinche' la giornata possa concludersi con un documento con le proposte operative su cui basare la nuova programmazione''. Giorgi ha ribadito ''siamo la terza Regione italiana come performance nella gestione dei fondi Ue ed e' una buona notizia che le Regioni piu' virtuose avranno piu' fondi in futuro, anche se va discusso con il Governo il livello di programmazione di questi maggiori fondi, che deve essere regionale. Altro aspetto molto positivo e' la creazione in seno alla Commissione affari europei della Conferenza delle Regioni, di una sottocommissione per i finanziamenti della Macro Regione adriatico ionica, che sara' presieduta dalle Marche''. 4

5 Data: 15/ Diffusione: web FONDI EUROPEI 2014/2020 CONFERENZA STAMPA IN REGIONE L ASSESSORE GIORGI: LE MARCHE TERZE IN ITALIA PER BRAVURA NELL UTILIZZO DEI FONDI EUROPEI FESR L ASSESSORE PRESENTA L EVENTO DI GIOVE- DÌ 18 LUGLIO SULL AVVIO DELLA COSTRUZIONE CONDIVISA DELLA PROG Paola Giorgi, assessore alle Politiche comunitarie della Regione Marche, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa di presentazione dell iniziativa dal titolo Marche. Una Regione Intelligente, Sostenibile e Inclusiva. L incontro, che si svolgerà il prossimo 18 luglio presso l Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, intende aprire un confronto con gli attori del territorio per la costruzione del nuovo Programma del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014/2020. Alla conferenza stampa erano presenti Mauro Terzoni e Fabio Travagliati, rispettivamente responsabile e funzionario Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche. L evento di giovedì prossimo è molto importante ha detto Giorgi avviamo infatti la fase di ascolto, concertazione e partenariato con tutti gli attori del territorio, per realizzare insieme la nuova programmazione dei fondi Ue dopo che la programmazione si chiude con le Marche al terzo posto per capacità di gestione del FESR. L evento avrà carattere operativo, sarà introdotto dal presidente Spacca e si articolerà su quattro workshop tematici: uno dedicato alle piccole e medie imprese, uno alla green economy, uno alla cultura e al turismo ed infine uno trasversale su aree interne e strumenti innovativi. Vogliamo un coinvolgimento ampio, dalle associazioni di categoria agli enti locali, ai semplici cittadini, per questo abbiamo creato anche un blog e una newsletter. Avremo un collegamento in video-conferenza con la Commissione Ue e cinque sindaci che faciliteranno il lavoro dei singoli tavoli, affinché la giornata possa concludersi con un documento con le proposte operative su cui basare la nuova programmazione. Siamo la terza Regione italiana come performance nella gestione dei fondi Ue ed è una buona notizia che le Regioni più virtuose avranno più fondi in futuro, anche se va discusso con il Governo il livello di programmazione di questi maggiori fondi, che deve essere regionale. Altro aspetto molto positivo è la creazione in seno alla Commissione affari europei della Conferenza delle Regioni, di una sottocommissione per i finanziamenti della Macro Regione adriatico ionica, che sarà presieduta dalle Marche. Continua a pag 6 5

6 Data: 15/ Diffusione: web Segue da pag 5 A riconoscimento del grande lavoro svolto dal presidente Spacca. L Assessore ha anche ricordato il bando di prossima approvazione, che riguarda le professionalità per la progettazione Ue. Uno strumento utile per agevolare l intercettazione delle 27 linee d intervento finanziario diretto che la Commissione Ue prevede accanto ai fondi strutturali.mauro Terzoni ha previsto che entro fine anno i programmi operativi delle Marche saranno pronti e ricordato l avvio del partenariato anche per il Fondo sociale europeo, per garantire la massima integrazione tra strumenti di sostegno al territorio. Costruire una regione intelligente, sostenibile ed inclusiva. È questo l obiettivo che la Regione Marche intende mettere in campo nel disegno delle politiche di sviluppo e coesione per il periodo 2014/2020. L incontro del 18 luglio A partire dalle ore 9.00, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, la Regione Marche aprirà uno spazio di confronto con gli stakeholders territoriali in vista della programmazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per il periodo 2014/2020. Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, del rettore dell Università Politecnica delle Marche, e dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea, la giornata, coordinata dall assessore regionale alle Politiche comunitarie Paola Giorgi, sarà aperta dalla relazione tecnica del responsabile dell Autorità di Gestione FESR della Regione Marche, Mauro Terzoni.A partire dalle ore i lavori si articoleranno in quattro workshop paralleli dedicati rispettivamente alle seguenti tematiche portanti per lo sviluppo regionale: ricerca, innovazione, competitività delle piccole e medie imprese ; energia, efficienza energetica, ambiente e clima, mobilità sostenibile ; agenda digitale, cultura, turismo ; più un quarto workshop che tratterà temi trasversali quali città, aree interne, strumenti finanziari innovativi. Si tratta di veri e propri laboratori di progettazione, introdotti da una relazione di orientamento da parte di funzionari e dirigenti regionali e condotti da facilitatori con esperienza e competenza in materia di programmazione comunitaria, tra cui cinque sindaci marchigiana a testimoniare la vicinanza fra le istituzioni locali e la Regione. La sessione pomeridiana sarà invece dedicata al confronto aperto e alla condivisione in seduta plenaria dei risultati e delle questioni emerse nelle sessioni parallele. Le conclusioni della giornata saranno affidate all assessore Giorgi. Il programma dettagliato dell incontro è consultabile sul portale dove sarà possibile effettuare la registrazione per la partecipazione all evento. 6

7 Data: 15/07/2013 Diffusione: web FONDI EUROPEI 2014/2020. L ASSESSORE GIORGI: MARCHE TERZE IN ITALIA PER BRAVURA NELL UTILIZZO DEI FONDI Paola Giorgi, assessore alle Politiche comunitarie della Regione Marche, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa di presentazione dell iniziativa dal titolo Marche. Una Regione Intelligente, Sostenibile e Inclusiva. L incontro, che si svolgerà il prossimo 18 luglio presso l Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, intende aprire un confronto con gli attori del territorio per la costruzione del nuovo Programma del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014/2020. All incontro erano presenti Mauro Terzoni e Fabio Travagliati, rispettivamente responsabile e funzionario Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche. L evento di giovedì prossimo è molto importante ha detto la Giorgi avviamo infatti la fase di ascolto, concertazione e partnariato con tutti gli attori del territorio, per realizzare insieme la nuova programmazione dei fondi Ue dopo che la programmazione si chiude con le Marche al terzo posto per capacità di gestione del FESR. L evento avrà carattere operativo, sarà introdotto dal presidente Spacca e si articolerà su quattro workshop tematici: uno dedicato alle piccole e medie imprese, uno alla green economy, uno alla cultura e al turismo ed infine uno trasversale su aree interne e strumenti innovativi. Vogliamo un coinvolgimento ampio, dalle associazioni di categoria agli enti locali, ai semplici cittadini, per questo abbiamo creato anche un blog e una newsletter. Avremo un collegamento in video-conferenza con la Commissione Ue e cinque sindaci che faciliteranno il lavoro dei singoli tavoli, affinché la giornata possa concludersi con un documento con le proposte operative su cui basare la nuova programmazione. Siamo la terza Regione italiana come performance nella gestione dei fondi Ue ed è una buona notizia che le Regioni più virtuose avranno più fondi in futuro, anche se va discusso con il Governo il livello di programmazione di questi maggiori fondi, che deve essere regionale. Altro aspetto molto positivo è la creazione in seno alla Commissione affari europei della Conferenza delle Regioni, di una sottocommissione per i finanziamenti della Macro Regione adriatico ionica, che sarà presieduta dalle Marche. A riconoscimento del grande lavoro svolto dal presidente Spacca Il 18 luglio a partire dalle ore 9.00, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, la Regione Marche aprirà uno spazio di confronto con gli stakeholders territoriali in vista della programmazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per il periodo 2014/2020. Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, del rettore dell Università Politecnica delle Marche e dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea, la giornata, coordinata dall assessore regionale alle Politiche comunitarie Paola Giorgi, sarà aperta dalla relazione tecnica del responsabile dell Autorità di Gestione FESR della Regione Marche, Mauro Terzoni. A partire dalle ore i lavori si articoleranno in quattro workshop paralleli dedicati rispettivamente alle seguenti tematiche portanti per lo sviluppo regionale: ricerca, innovazione, competitività delle piccole e medie imprese ; energia, efficienza energetica, ambiente e clima, mobilità sostenibile ; 7

8 Data: 18/07/2013 Diffusione: web PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE DEL FESR, LA REGIONE AVVIA LE CONSULTAZIONI CON IL TERRITORIO Costruire un Programma operativo regionale (Por) ispirato alla crescita e all innovazione, capace di riconfermare gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni che hanno portato l Unione europea a riconoscere le Marche come regione imprenditoriale Lo ha sollecitato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, in occasione dell avvio delle consultazioni con il territorio per predisporre il Por, in vista della programmazione del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) Presso il Polo universitario di Monte Dago di Ancona, un ampia rappresentanza di enti locali, associazioni sociali, produttive ed economiche, ha partecipato all evento promosso dalla Regione e coordinato dall assessore alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi. Il fatto di essere tra le primissime regioni italiane per impegno e spesa delle risorse europee ha detto Spacca - ci consente di presentare le nostre carte per ottenere, nella prossima programmazione, un ammontare che stimiamo possa collocarsi attorno al miliardo di euro. L appuntamento di oggi non deve essere vissuto solo come spasmodica ricerca di nuove risorse, in un momento di grande difficoltà per le finanze regionali e nazionali, ma come occasione per qualificare ulteriormente la nostra capacità di programmazione e di progettazione. Due le raccomandazioni del presidente: costruire progetti che valorizzino l attività di ricerca e innovazione e trasferimento tecnologico ( Dove purtroppo siamo indietro come regione e come Italia rispetto alla media europea ); concentrarli nell ambito della strategia della Macroregione Adriatico Ionica che sarà la principale strategia che l Europa perseguirà nei prossimi sette anni. Spacca ha sottolineato la necessità di recuperare competitività investendo maggiori risorse nei processi di innovazione, dove è investito una media dello 0,7% del Pil (0,4% di parte pubblica e 0,3% privata) contro un indicatore della Ue fissato al 3%. Questo significa che tutta la comunità regionale, parte pubblica e privata, deve impegnarsi maggiormente e costruire una strategia più forte rispetto al passato. Dobbiamo recuperare i ritardi degli anni scorsi, se vogliamo ritrovare competitività: una scelta essenziale per la regione più manifatturiera d Italia. Sul fronte della macroregione, Spacca ha ricordato che nel 2014 l Italia avrà la presidenza di turno della Ue. Sarà un occasione straordinaria poter gestire la presidenza proprio nella fase in cui saranno definiti i programmi strutturali della Ue. Nei prossimi tre anni, le Marche subiranno ulteriori tagli nazionali per 1,3 miliardi di euro ha concluso il presidente - Dovremo compensare questa difficoltà del nostro Stato centrale con altre modalità: sicuramente quella che ci viene offerta dalla Ue è la migliore in nostro possesso sono diventati fondamentali per proseguire nel governo del territorio, visto la grande carenza e il taglio delle risorse da parte del governo nazionale. 8

9 Data: 15/07/2013 Diffusione: web FONDI EUROPEI 2014/ CONFERENZA STAMPA IN REGIONE L'ASSESSORE GIORGI: LE MARCHE TERZE IN ITALIA PER BRAVURA NELL'UTILIZZO DEI FONDI EUROPEI FESR L'ASSESSORE PRESENTA L EVENTO DI GIOVEDÌ 18 LUGLIO SULL AVVIO DELLA COSTRUZIONE CONDIVISA DELLA PROGRAMMAZIONE DEI NUOVI FONDI UE DOPO IL SUCCESSO ROMANO DEL PRESIDENTE SPACCA CON LE MARCHE CHE PRESIEDONO LA SUBCOMMISSIONE DEL COMITATO DELLE REGIONI PER IL FINANZIAMENTO DELLA MACROREGIONE ADRIATICO-IONICA Paola Giorgi, assessore alle Politiche comunitarie della Regione Marche, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa di presentazione dell iniziativa dal titolo Marche. Una Regione Intelligente, Sostenibile e Inclusiva. L incontro, che si svolgerà il prossimo 18 luglio presso l Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, intende aprire un confronto con gli attori del territorio per la costruzione del nuovo Programma del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014/2020. Alla conferenza stampa erano presenti Mauro Terzoni e Fabio Travagliati, rispettivamente responsabile e funzionario Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche. L evento di giovedì prossimo è molto importante ha detto Giorgi avviamo infatti la fase di ascolto, concertazione e partenariato con tutti gli attori del territorio, per realizzare insieme la nuova programmazione dei fondi Ue dopo che la programmazione si chiude con le Marche al terzo posto per capacità di gestione del FESR. L evento avrà carattere operativo, sarà introdotto dal presidente Spacca e si articolerà su quattro workshop tematici: uno dedicato alle piccole e medie imprese, uno alla green economy, uno alla cultura e al turismo ed infine uno trasversale su aree interne e strumenti innovativi. Vogliamo un coinvolgimento ampio, dalle associazioni di categoria agli enti locali, ai semplici cittadini, per questo abbiamo creato anche un blog e una newsletter. Avremo un collegamento in video-conferenza con la Commissione Ue e cinque sindaci che faciliteranno il lavoro dei singoli tavoli, affinché la giornata possa concludersi con un documento con le proposte operative su cui basare la nuova programmazione. Siamo la terza Regione italiana come performance nella gestione dei fondi Ue ed è una buona notizia che le Regioni più virtuose avranno più fondi in futuro, anche se va discusso con il Governo il livello di programmazione di questi maggiori fondi, che deve essere regionale. Altro aspetto molto positivo è la creazione in seno alla Commissione affari europei della Conferenza delle Regioni, di una sottocommissione per i finanziamenti della Macro Regione adriatico ionica, che sarà presieduta dalle Marche. A riconoscimento del grande lavoro svolto dal presidente Spacca. 9

10 Data: 15/07/2013 Diffusione: web L Assessore ha anche ricordato il bando di prossima approvazione, che riguarda le professionalità per la progettazione Ue. Uno strumento utile per agevolare l intercettazione delle 27 linee d intervento finanziario diretto che la Commissione Ue prevede accanto ai fondi strutturali. Mauro Terzoni ha previsto che entro fine anno i programmi operativi delle Marche saranno pronti e ricordato l avvio del partenariato anche per il Fondo sociale europeo, per garantire la massima integrazione tra strumenti di sostegno al territorio. Costruire una regione intelligente, sostenibile ed inclusiva. È questo l obiettivo che la Regione Marche intende mettere in campo nel disegno delle politiche di sviluppo e coesione per il periodo 2014/2020. L INCONTRO DEL 18 LUGLIO A partire dalle ore 9.00, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche - Polo Monte Dago di Ancona, la Regione Marche aprirà uno spazio di confronto con gli stakeholders territoriali in vista della programmazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per il periodo 2014/2020. Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, del rettore dell Università Politecnica delle Marche, e dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea, la giornata, coordinata dall assessore regionale alle Politiche comunitarie Paola Giorgi, sarà aperta dalla relazione tecnica del responsabile dell Autorità di Gestione FESR della Regione Marche, Mauro Terzoni.A partire dalle ore i lavori si articoleranno in quattro workshop paralleli dedicati rispettivamente alle seguenti tematiche portanti per lo sviluppo regionale: ricerca, innovazione, competitività delle piccole e medie imprese ; energia, efficienza energetica, ambiente e clima, mobilità sostenibile ; agenda digitale, cultura, turismo ; più un quarto workshop che tratterà temi trasversali quali città, aree interne, strumenti finanziari innovativi. Si tratta di veri e propri laboratori di progettazione, introdotti da una relazione di orientamento da parte di funzionari e dirigenti regionali e condotti da facilitatori con esperienza e competenza in materia di programmazione comunitaria, tra cui cinque sindaci marchigiana a testimoniare la vicinanza fra le istituzioni locali e la Regione. La sessione pomeridiana sarà invece dedicata al confronto aperto e alla condivisione in seduta plenaria dei risultati e delle questioni emerse nelle sessioni parallele. Le conclusioni della giornata saranno affidate all assessore Giorgi.Il programma dettagliato dell incontro è consultabile sul portale <http:///> dove sarà possibile effettuare la registrazione per la partecipazione all evento. 10

11 Data: 19/07/2013 Diffusione: web LA REGIONE AVVIA CONSULTAZIONI COL TERRITORIO PER IL FESR ALL INSEGNA DELLA CRESCITA E L INNOVA- ZIONE ANCONA. 19 LUG. Costruire un Programma operativo regionale (Por) ispirato alla crescita e all innovazione, capace di riconfermare gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni che hanno portato l Unione europea a riconoscere le Marche come regione imprenditoriale Lo ha sollecitato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, in occasione dell avvio delle consultazioni con il territorio per predisporre il Por, in vista della programmazione del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) Presso il Polo universitario di Monte Dago di Ancona, un ampia rappresentanza di enti locali, associazioni sociali, produttive ed economiche, ha partecipato all evento promosso dalla Regione e coordinato dall assessore alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi. Il fatto di essere tra le primissime regioni italiane per impegno e spesa delle risorse europee ha detto Spacca ci consente di presentare le nostre carte per ottenere, nella prossima programmazione, un ammontare che stimiamo possa collocarsi attorno al miliardo di euro. L appuntamento di oggi non deve essere vissuto solo come spasmodica ricerca di nuove risorse, in un momento di grande difficoltà per le finanze regionali e nazionali, ma come occasione per qualificare ulteriormente la nostra capacità di programmazione e di progettazione. Due le raccomandazioni del presidente: costruire progetti che valorizzino l attività di ricerca e innovazione e trasferimento tecnologico ( Dove purtroppo siamo indietro come regione e come Italia rispetto alla media europea ); concentrarli nell ambito della strategia della Macroregione Adriatico Ionica che sarà la principale strategia che l Europa perseguirà nei prossimi sette anni. Segue a pag 11 11

12 Data: 19/07/2013 Diffusione: web Segue da pag 10 Spacca ha sottolineato la necessità di recuperare competitività investendo maggiori risorse nei processi di innovazione, dove è investito una media dello 0,7% del Pil (0,4% di parte pubblica e 0,3% privata) contro un indicatore della Ue fissato al 3%. Questo significa che tutta la comunità regionale, parte pubblica e privata, deve impegnarsi maggiormente e costruire una strategia più forte rispetto al passato. Dobbiamo recuperare i ritardi degli anni scorsi, se vogliamo ritrovare competitività: una scelta essenziale per la regione più manifatturiera d Italia. Sul fronte della macroregione, Spacca ha ricordato che nel 2014 l Italia avrà la presidenza di turno della Ue. Sarà un occasione straordinaria poter gestire la presidenza proprio nella fase in cui saranno definiti i programmi strutturali della Ue. Nei prossimi tre anni, le Marche subiranno ulteriori tagli nazionali per 1,3 miliardi di euro ha concluso il presidente Dovremo compensare questa difficoltà del nostro Stato centrale con altre modalità: sicuramente quella che ci viene offerta dalla Ue è la migliore in nostro possesso. Parte oggi il confronto con il partenariato per definire le linee guida della prossima programmazione dei fondi Ue ha rimarcato l assessore Giorgi Iniziamo una fase di concertazione con il territorio per arrivare a un percorso comune che non può esulare da quelle che sono le linee programmatiche del governo regionale: politiche di sviluppo del lavoro, ma soprattutto sviluppo della ricerca, della nuova programmazione, dell infrastrutturazione, per la sostenibilità ambientale, per la valorizzazione del paesaggio e la crescita culturale. È un percorso che avviamo partendo dal dato che ci pone come una delle regioni più virtuose per l utilizzo dei fondi strutturali Ue. Ma questo non basta, perché dobbiamo implementare il nostro lavoro per accedere alle risorse europee, proprio perché questi finanziamenti sono diventati fondamentali per proseguire nel governo del territorio, visto la grande carenza e il taglio delle risorse da parte del governo nazionale. 12

13 Data: 17/07/2013 Diffusione: web FONDI EUROPEI 2014/2020, LA REGIONE MARCHE APRE IL CONFRONTO CON IL TERRITORIO Giovedì 18 luglio 2013, presso l Università Politecnica delle Marche di Ancona, incontro-dibattito sul futuro della programmazione comunitaria e delle politiche di sviluppo e coesione Costruire una regione intelligente, sostenibile ed inclusiva. È questo l obiettivo che la Regione Marche intende mettere in campo nel disegno delle politiche di sviluppo e coesione per il periodo 2014/2020. Un obiettivo che, il 18 luglio prossimo, diventa il titolo di un importante momento di ascolto delle istanze e degli attori del territorio. A partire dalle ore 9.00, infatti, presso la Facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche Polo Monte Dago di Ancona, la Regione Marche aprirà uno spazio di confronto con gli stakeholders territoriali in vista della programmazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per il periodo 2014/2020. Dopo i saluti istituzionali del rettore dell Università Politecnica delle Marche Marco Pacetti, del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea, la giornata, coordinata dall Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Paola Giorgi, sarà aperta dalla relazione tecnica dell Autorità di Gestione FESR della Regione Marche Mauro Terzoni. 13

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Sarà l'auditoriurn 'Adriano Luzi' di Comunanza a ospitare domani la carovana di ascolto che la Regione

Dettagli

UE: CONFRONTO MARCHE-CROAZIA SU FONDI STRUTTURALI 2014-2020 SPACCA, UTILIZZO NELLA PROSPETTIVA MACROREGIONE ADRIATICO IONICA

UE: CONFRONTO MARCHE-CROAZIA SU FONDI STRUTTURALI 2014-2020 SPACCA, UTILIZZO NELLA PROSPETTIVA MACROREGIONE ADRIATICO IONICA Data: 14/11/2013 UE: CONFRONTO MARCHE-CROAZIA SU FONDI STRUTTURALI 2014-2020 SPACCA, UTILIZZO NELLA PROSPETTIVA MACROREGIONE ADRIATICO IONICA (ANSA) - ANCONA - Imprenditori e rappresentanti di Marche e

Dettagli

IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020

IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020 IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020 Paola Giorgi, Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Evento di lancio Por Fesr 14/20 Macerata, 25/03/2015 Le novità del POR Marche FESR

Dettagli

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà NEWSLETTER DICEMBRE 2009 IN QUESTO NUMERO... si parla di: EDITORIALE 01 La valutazione nel periodo di programmazione Fondi Strutturali 2007-2013 02 La valutazione del POR Competitività, 2007-2013 03 Il

Dettagli

Workshop. multi-stakeholder 19 ottobre 2015 Liceo Siotto, Cagliari, 14.30-18.30. Graziella Pisu

Workshop. multi-stakeholder 19 ottobre 2015 Liceo Siotto, Cagliari, 14.30-18.30. Graziella Pisu Workshop multi-stakeholder 19 ottobre 015 Liceo Siotto, Cagliari, 14.30-18.30 Graziella Pisu Riflessioni e agenda dell incontro di oggi Quadro di riferimento della S3 Processo di definizione e condivisione

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale Il Consiglio dell Unione europea ha adottato a dicembre 2013 il Regolamento relativo al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

I"finanziamenti"Europei" Un opportunità"di" crescita"per"le"imprese" locali" Forlì" "4"marzo"2016" Rassegna"Stampa"" "

IfinanziamentiEuropei Un opportunitàdi crescitaperleimprese locali Forlì 4marzo2016 RassegnaStampa I"finanziamenti"Europei" Un opportunità"di" crescita"per"le"imprese" locali" Forlì" "4"marzo"2016" Rassegna"Stampa"" " Pubblicato su Forlì24ore (http://www.forli24ore.it) 4 marzo 2016 - Forlì, Economia

Dettagli

Gaia: La Regione Intelligente

Gaia: La Regione Intelligente Gaia: La Regione Intelligente Le opzioni, il modello, il percorso Le opzioni Dobbiamo costruire una Regione aperta, fondata su ascolto, dialogo e trasparenza Bisogna porre al centro delle politiche i cittadini,

Dettagli

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR)

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) Torino, 20 novembre 2014 Europa 2020 Europa 2020 è un documento

Dettagli

Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino

Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino «L Idrovia rilancerà il welfare, ricerca e turismo», pag.20 La Nuova Ferrara Sull Idrovia ok all intesa tra Provincia e Comune, pag. 18 Estense.com Idrovia,

Dettagli

POR FESR LAZIO 2014-2020 Obiettivi generali ed opportunità. Castello Ducale, Sala Conferenze Fiano Romano, 25 Marzo 2015

POR FESR LAZIO 2014-2020 Obiettivi generali ed opportunità. Castello Ducale, Sala Conferenze Fiano Romano, 25 Marzo 2015 POR FESR LAZIO 2014-2020 Obiettivi generali ed opportunità Castello Ducale, Sala Conferenze Fiano Romano, 25 Marzo 2015 Le risorse per lo sviluppo La Regione Lazio intende attivare una politica di sviluppo

Dettagli

IL PIANO DI VALUTAZIONE DEL POR FESR MARCHE 2014-2020. (Giugno 2015)

IL PIANO DI VALUTAZIONE DEL POR FESR MARCHE 2014-2020. (Giugno 2015) IL PIANO DI VALUTAZIONE DEL POR FESR MARCHE 2014-2020 (Giugno 2015) Premessa Il nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali per il periodo 2014-2020 rappresenta un importante occasione per le Amministrazioni

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020 DOTAZIONE FINANZIARIA F.E.S.R. 2014/2020 965.844.740 Nel periodo 2007/2013 1.076.000.000 Criteri di concentrazione delle risorse per la

Dettagli

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013 Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori Rieti, 5 novembre 2013 Presentazione degli incontri territoriali Finalità degli incontri Dare continuità

Dettagli

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta #OPENFESR Dalle idee al commento del Programma Operativo FESR 2014-2020 La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta Raffaele Colaizzo

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione

Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione Promuovere gli investimenti per la crescita e l occupazione Presentazione del VI rapporto sulla coesione economica, sociale e territoriale in Europa 6 ottobre2014 Massimo Sabatini Politiche regionali e

Dettagli

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma Universitas Mercatorum Università telematica delle Camere di Commercio Italiane Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 Il 26 marzo 2010 il Consiglio Europeo ha approvato la proposta della Commissione Europea di lanciare Europa 2020, una nuova strategia per la crescita e l occupazione

Dettagli

La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili

La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili Bologna, 14 maggio 2014 Silvia Grandi Responsabile Servizio Intese Istituzionali e Programmi

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ La Strategia

Dettagli

REGIONE PIEMONTE DIREZIONE REGIONALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE POR FESR 2007/2013

REGIONE PIEMONTE DIREZIONE REGIONALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE POR FESR 2007/2013 REGIONE PIEMONTE DIREZIONE REGIONALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE POR FESR 2007/2013 COMITATO DI SORVEGLIANZA 11 GIUGNO 2015 Presentazione del RAE al 31 dicembre 2014 ASPETTI PRINCIPALI DEL RAE

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO PROGRAMMA D AZIONE 2006 - prime linee - Premessa La sottoscrizione

Dettagli

HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo

HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE MARCHE E UNIVERSITA DELLE MARCHE

PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE MARCHE E UNIVERSITA DELLE MARCHE PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE MARCHE E UNIVERSITA DELLE MARCHE La Regione Marche, nella persona dell Assessore all Istruzione, Diritto allo studio, Formazione Professionale, Lavoro ed Orientamento Dott.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020

PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 27 gennaio 2014 1 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI COMUNITARI SINTESI DEL PERCORSO E STATO DELL ARTE A. Negoziato Europeo Il 2 dicembre 2013 il Consiglio

Dettagli

Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio 2016. soges@sogesnetwork.eu www.sogesnetwork.eu

Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio 2016. soges@sogesnetwork.eu www.sogesnetwork.eu Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio 2016 Politica di coesione 2014-2020 Gli obiettivi di Europa 2020 Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva Crescita e occupazione Cambiamenti climatici e sostenibilità

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei Corso Tecnico di redazione di progetti Europei Politiche, programmi, bandi Dovrebbe essere innanzitutto chiaro che le risorse finanziarie messe a disposizione dal bilancio europeo attraverso i bandi servono

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015 LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015 Le opportunità: due grandi filoni diversi ma complementari I programmi

Dettagli

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO SPORTELLO EUROPA Comune di Fonte Nuova COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO I nostri uffici si trovano in via Palombarese 225 presso la delegazione del Comune di Fonte Nuova e sede del Centro

Dettagli

e delle imprese di servizi 2014/2015 Laurea magistrale in Servizio sociale e politiche sociali Fondi e finanziamenti Tipologie di Fondi Fondi pubblici: derivano dall attuazione di obiettivi politici locali

Dettagli

INTERVENTO del SOTTOSEGRETARIO ON. GIANCLAUDIO BRESSA MILANO 1 DICEMBRE 2014

INTERVENTO del SOTTOSEGRETARIO ON. GIANCLAUDIO BRESSA MILANO 1 DICEMBRE 2014 Stakeholder conference on the EU Strategy for the Alpine Region INTERVENTO del SOTTOSEGRETARIO ON. GIANCLAUDIO BRESSA MILANO 1 DICEMBRE 2014 Signora Commissaria Cretu, Signori Ministri, Signori Presidenti,

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015 L Agenda digitale del Piemonte 2 febbraio 2015 I punti di partenza La Digital Agenda europea è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020 Nella politica di coesione 2014-2020 il miglior

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE EUREKA Borse di dottorato di ricerca per l innovazione AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE La Regione Marche e le Università marchigiane hanno sottoscritto in data 28/5/2014 un protocollo d intesa, adottato

Dettagli

SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI

SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI 1. IL CONTESTO 1.1 Flusso entrate/uscite: il saldo negativo per l Italia I progetti finanziati dalla Commissione Europea sono una risorsa preziosa

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: Approvazione Linee guida per la predisposizione dei Piani triennali di ambito sociale obiettivi 2005-2007 LA VISTO il documento istruttorio, riportato in calce alla presente deliberazione, predisposto

Dettagli

Professionisti e accesso ai fondi: una strada in salita la partita è aperta - ai rappresentanti delle professioni tocca ora convincere le Regioni

Professionisti e accesso ai fondi: una strada in salita la partita è aperta - ai rappresentanti delle professioni tocca ora convincere le Regioni 24 Aprile 2014 Professionisti e accesso ai fondi: una strada in salita la partita è aperta - ai rappresentanti delle professioni tocca ora convincere le Regioni Da alcune settimane si è iniziato a parlare

Dettagli

Finanziare la Cultura e il Turismo a livello Nazionale e Regionale

Finanziare la Cultura e il Turismo a livello Nazionale e Regionale Finanziare la Cultura e il Turismo a livello Nazionale e Regionale Dott.ssa Letizia Donati donati@eurosportello.eu Eurosportello Confesercenti 9 ottobre 2015 I Fondi Strutturali per la Cultura e Turismo

Dettagli

Unione Europea. il FUTURO nella RETE. Rete Rurale Nazionale 2007.2013 - ITALIA. Rete di reti nel Network Europeo per lo Sviluppo Rurale

Unione Europea. il FUTURO nella RETE. Rete Rurale Nazionale 2007.2013 - ITALIA. Rete di reti nel Network Europeo per lo Sviluppo Rurale Unione Europea Rete Rurale Nazionale 2007.2013 - ITALIA Rete di reti nel Network Europeo per lo Sviluppo Rurale Indice Pag. 3 La politica di sviluppo rurale 2007.2013 Pag. 4 Pag. 5 Pag. 6 Pag. 7 Pag. 8

Dettagli

EUROPA 2020. TRE priorità. conoscenza e sull'innovazione; profilo delle risorse, più verde e più competitiva;

EUROPA 2020. TRE priorità. conoscenza e sull'innovazione; profilo delle risorse, più verde e più competitiva; EUROPA 2020 TRE priorità crescita intelligente sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione; crescita sostenibile promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI PROTOCOLLO D INTESA Tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e l Agenzia Nazionale per i Giovani in relazione alle attività e

Dettagli

Programmazione FSE 2014-2020: aggiornamento stato di attuazione

Programmazione FSE 2014-2020: aggiornamento stato di attuazione Regione Lazio Direzione regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, Diritto allo studio Programmazione FSE 2014-2020: aggiornamento stato di attuazione Roma, Giugno 2014 1. Programmazione

Dettagli

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, l intero Paese Logiche d intervento nell utilizzo dei Fondi Strutturali: Adattamento ed evoluzione. Pasquale D Alessandro DG REGIO Unità G3: Italia

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI La Regione Emilia-Romagna giunge all appuntamento con il nuovo periodo di programmazione dei

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

JEREMIE Settembre 2006

JEREMIE Settembre 2006 JEREMIE Settembre 2006 Presentazione Il Il FEI e le le politiche dell Unione Europea JEREMIE Conclusione 2 Il Fondo Europeo per gli Investimenti Creato nel 1994, il FEI fa parte del gruppo BEI ed è l istituzione

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR LA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 (Artt. 115-117 reg.to Comune) Strategia di Comunicazione entro 6 mesi dall adozione del POR e possibilità di una

Dettagli

La programmazione europea 2014-2020. potenzialità ed elementi di attenzione per le amministrazioni pubbliche

La programmazione europea 2014-2020. potenzialità ed elementi di attenzione per le amministrazioni pubbliche La programmazione europea 2014-2020 potenzialità ed elementi di attenzione per le amministrazioni pubbliche Sommario UE 2014-2020: quali risorse; Quali priorità; Aspetti di interesse per le PP.AA.; Come

Dettagli

Ordine degli Architetti

Ordine degli Architetti Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori Provincia - Barletta Andria Trani Assemblea iscritti Sala Convegni PALAZZO COVELLI Trani 28 29 MAGGIO 2015 Relazione del Presidente Trani,

Dettagli

L OSSERVATORIO NAZIONALE

L OSSERVATORIO NAZIONALE L OSSERVATORIO NAZIONALE DELL AGRITURISMO Formulare proposte per la determinazione dei criteri di classificazione delle aziende agrituristiche secondo criteri omogenei per l intero territorio nazionale

Dettagli

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche Il nuovo POR FESR a sostegno delle politiche energetiche degli attori regionali Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche 1 Il ciclo di

Dettagli

Domanda Pubblica Innovativa come leva per la competitività e la crescita: Open Data

Domanda Pubblica Innovativa come leva per la competitività e la crescita: Open Data Direzione Generale della Provincia Autonoma di Trento Incarico Speciale in materia di Innovazione Domanda Pubblica Innovativa come leva per la competitività e la crescita: Open Data Trento 27 febbraio

Dettagli

Programma Nazionale per la Ricerca 2015-2020: Guida alla lettura

Programma Nazionale per la Ricerca 2015-2020: Guida alla lettura @bollettinoadapt, 2 maggio 2016 Programma Nazionale per la Ricerca 2015-2020: Guida alla lettura di Chiara Mancini Tag: #ricerca #PNR #PianoNazionaleRicerca #innovazione #Horizon2020 #MIUR Lo scorso Primo

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

A2A per Brescia Apertura e Ascolto per costruire insieme valore

A2A per Brescia Apertura e Ascolto per costruire insieme valore A2A per Brescia Apertura e Ascolto per costruire insieme valore Brescia, 23 marzo 2015 Scenario I cittadini, in particolar modo nelle questioni afferenti l ambiente e la salute, svolgono un ruolo sempre

Dettagli

Sezione per l internazionalizzazione

Sezione per l internazionalizzazione Sezione per l internazionalizzazione Superare la recessione grazie all internazionalizzazione: oggi più che mai, nel mezzo di una profonda crisi finanziaria che non sembra minimamente allentare la sua

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

Le opportunità della politica di sviluppo rurale

Le opportunità della politica di sviluppo rurale Le opportunità della politica di sviluppo rurale Fonte Inea Forme innovative di integrazione in agricoltura per favorire l insediamento dei giovani nel settore primario ) La politica di sviluppo rurale

Dettagli

IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME

IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME Prospettive future per la regione Adriatica nella Cooperazione Territoriale Europea L Aquila 14 Aprile 2014 Avv. Paola Di Salvatore Autorità di Gestione Programma IPA Adriatic

Dettagli

Abruzzo 2015 Accordo di Programma. tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Abruzzo

Abruzzo 2015 Accordo di Programma. tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Abruzzo 1 Abruzzo 2015 Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Abruzzo Progetto speciale a sostegno dello sviluppo produttivo dei Distretti della Regione Abruzzo Pescara, 21

Dettagli

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO Regione Abruzzo AGENDA 21 LOCALE DELLE Rete Agende 21 Locali della Regione Abruzzo PIANO DI LAVORO della PROVINCIA DELL AQUILA PREMESSA L Agenda 21 è il documento messo a punto a livello mondiale durante

Dettagli

Finanziamenti Europei

Finanziamenti Europei 1 Finanziamenti Europei Quali sono i finanziamenti europei, gli incentivi messi a disposizione della UE, anche a fondo perduto, per la crescita dell economia attraverso il finanziamento di progetti imprenditoriali

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Tecnico delle attività ricettive ed assimilati (operanti in un sistema turistico locale)

CORSO DI FORMAZIONE Tecnico delle attività ricettive ed assimilati (operanti in un sistema turistico locale) REGIONE PUGLIA Area politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Formazione Professionale SOGGETTO ATTUATORE CORSO DI FORMAZIONE Tecnico delle attività ricettive ed assimilati (operanti

Dettagli

Il deficit fiscale di Venezia insulare: Venezia è ancora un progetto di interesse nazionale?

Il deficit fiscale di Venezia insulare: Venezia è ancora un progetto di interesse nazionale? Il deficit fiscale di Venezia insulare: Venezia è ancora un progetto di interesse nazionale? Pensare globalmente, agire localmente: i nuovi fondi strutturali europei per il periodo 2014-2020 Gian Angelo

Dettagli

RIPARTIRE DALLA SOSTENIBILITA - per una nuova generazione dei Piani Territoriali di Coordinamento delle Province

RIPARTIRE DALLA SOSTENIBILITA - per una nuova generazione dei Piani Territoriali di Coordinamento delle Province Le tecniche operative solitamente applicate in questa fase sono l intervista diretta a testimoni privilegiati (telefonica e/o verbale), e la ricerca con l ausilio di internet. I testimoni privilegiati

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Progetto. Seminario per la formazione congiunta degli operatori. Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali.

Progetto. Seminario per la formazione congiunta degli operatori. Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali. Progetto Seminario per la formazione congiunta degli operatori Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali Ida Leone 30-31 Gennaio 2013 Uno sguardo sui Fondi UE Fondo Europeo Agricoltura

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI IL PROGETTO Il progetto DONNE E SCIENZA: ricerca, innovazione e spin-off imprenditoriale è un percorso integrato

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

Il Programma MED 2014-2020

Il Programma MED 2014-2020 Il Programma MED 2014-2020 Obiettivo generale Promuovere una crescita sostenibile nel bacino mediterraneo favorendo pratiche innovative e un utilizzo ragionevole delle risorse (energia, acqua, risorse

Dettagli

Intesa Ance Salerno e Parco del Cilento per promuovere la filiera dell edilizia green

Intesa Ance Salerno e Parco del Cilento per promuovere la filiera dell edilizia green 1 Intesa Ance Salerno e Parco del Cilento per promuovere la filiera dell edilizia green Ance Salerno ed Ente Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, insieme per valorizzare la filiera dell edilizia

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI DELLE MARCHE

LA RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI DELLE MARCHE Data: 23/1/2013 Testata: Marche Guida Diffusione: web LA RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI DELLE MARCHE Fermo dedica la giornata del 25 gennaio al tema: MARCHE il CENTRO STORICO. Verso un nuovo modello

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato

5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato 5. IL PIANO FINANZIARIO 5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato La predisposizione del piano finanziario per il POR della Basilicata è stata effettuata sulla

Dettagli

l imprenditoria sociale

l imprenditoria sociale L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Mercato interno e servizi L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Presidente della Commissione europea, José

Dettagli

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO 5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO RAT - Linea d indirizzo Rapporti con il territorio Missione, visione e valori dell Ateneo: La Linea d indirizzo Rapporti con il territorio

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA PROGRAMMAZIONE REGIONALE UNITARIA 2007 2013 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROGETTAZIONE

Dettagli

POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA

POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA Punto 6 odg Presentazione della Strategia di Comunicazione del POR FSE Abruzzo 2014-2020 per l approvazione Giovedi, 11 Giugno 2015 Ore 10.30 Piazza Gardone

Dettagli

L agenda digitale europea

L agenda digitale europea Agenda digitale, alfabetizzazione e competenze digitali: verso un Piano nazionale per la cultura, la formazione e le competenze digitali Rosamaria Barrese * L agenda digitale europea L Agenda Digitale

Dettagli

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la VERBALE N. Il giorno 1 settembre dell anno 2015 (duemilaquindici), alle ore 8.30, presso la sala riunioni della sede di viale Italia 409, Sesto S.Giovanni (Mi), sotto la Presidenza del Dirigente Scolastico,

Dettagli

Aggiornamento: maggio 2015

Aggiornamento: maggio 2015 BOLOGNA CONSUMI RESPONSABILI Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Diffusione di orientamenti e pratiche di consumerismo socialmente responsabile per promuovere il capitale sociale del territorio,

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 ******************** Il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Regionale FESR Sicilia

Dettagli

delibera: - - GIO 2015, N. 593

delibera: - - GIO 2015, N. 593 - GIO 2015, N. 593 Nomina di un rappresentante della Regione Emilia-Romagna in seno al Consiglio di Amministrazione della Fondazione Arturo Toscanini di Parma a seguito di dimissioni (omissis) delibera:

Dettagli

Quadro finanziario pluriennale dell Unione europea (UE) per il periodo 2014-2020. Cristiano "R"ipoli

Quadro finanziario pluriennale dell Unione europea (UE) per il periodo 2014-2020. Cristiano Ripoli Quadro finanziario pluriennale dell Unione europea (UE) per il periodo 2014-2020 All interno di una «politica di coesione» (Politica di coesione 2014-2020)......mobilitare fino a 366,8 miliardi di euro

Dettagli

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020 Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione 1 Il contesto globale Accelerazione e intensificazione delle

Dettagli

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC)

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) Introduzione Il termine YEPP si riferisce all approccio e al metodo, riguardanti l empowerment dei giovani e lo sviluppo di comunità, che sono stati sviluppati

Dettagli