ISTITUTO COMPRENSIVO DON STURZO CESARO PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO DON STURZO CESARO PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO DON STURZO CESARO PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE Anno Scolastico 2012/ / /15 Il docente referente ( Ins. Giorgio Lipari )

2 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE P R E M E S S A Il Progetto Visite Guidate e Viaggi d istruzione ha la finalità di promuovere una scuola nuova che estenda il proprio sapere aldilà dei singoli contenuti disciplinari, indirizzandosi verso i grandi valori dimostratisi umani ed universali attraverso la socializzazione dei bambini e dei ragazzi e l instaurazione di rapporti interpersonali anche al di fuori del consueto ambiente d appartenenza. Le Visite di istruzione rappresentano un punto fondamentale dell offerta formativa, esse costituiscono un momento molto intenso di socializzazione, di ampliamento e approfondimento culturale vissuto con i docenti in una dimensione nuova. A tal fine si propone l attuazione di visite guidate e viaggi d istruzione nel proprio ambiente e nel territorio regionale, nazionale ed europeo. A tal proposito si propongono, inoltre, i soggiorni studio in college in Inghilterra e in Francia

3 F I N A L I T A E D U C A T I V E Offrire agli alunni l opportunità di una visita guidata in località di interesse artistico culturale, con attinenza, possibilmente, ad alcuni percorsi didattici svolti; Educare alla condivisione di esperienze formative in ambito extra scolastico; Migliorare la socializzazione fra gli studenti della classe e dell istituto di appartenenza; Arricchire il rapporto relazionale docenti/allievi in contesti extra curriculari; Far conoscere realtà e situazioni nuove; Affinare gli interessi dei ragazzi ed il loro senso estetico; Accrescere la motivazione allo studio di una seconda lingua straniera; Favorire la formazione di una coscienza europea

4 O B I E T T I V I DI APPRENDIMENTO Riscoprire ed ampliare le conoscenze del territorio geografico e politico in cui viviamo. Rendere coscienti i ragazzi del patrimonio artistico e culturale e delle tradizioni storiche e popolari che ogni comunità possiede. Sensibilizzare gli alunni all importanza della salvaguardi e del rispetto dell ambiente e alla conservazione dei beni culturali. Avviare l alunno ad una prima consapevolezza della società pluralistica e multicolore in cui da adulto sarà chiamato ad operare. Accostare i ragazzi alle esperienze di vita inglese e francese inserendoli gradatamente nell atmosfera del paese ospitante e alla conoscenza diretta della lingua, per un migliore inserimento nella società moderna. DESTINATARI Tutte le classi che aderiranno alla proposta di una visita d istruzione. Si propone di definire una strategia d istituto nei seguenti termini: Sezioni di scuola dell Infanzia: solo uscite didattiche giornaliere, nell ambito di distanze brevi; - 3 -

5 Classi prime, seconde e terze scuola primaria: visita d istruzione di un giorno, inserita nella programmazione dei consigli di interclasse. Classi quarte e quinte scuola primaria: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di interclasse; Classi di scuola secondaria di 1 grado: viaggi d istruzione di cinque o sei giorni in territorio italiano o europeo, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di classe; MONTORAGGIO DEL PROGETTO (in ingresso, in itinere, in uscita ) screening iniziale per individuare la disponibilità di partecipazione; raccordo fra i docenti accompagnatori e stesura di un accordo normativo da sottoporre agli studenti e ai genitori; incontro fra gli alunni e lo staff di accompagnatori al fine di puntualizzare i criteri di comportamento e cogliere eventuali istanze; attività di monitoraggio conclusivo sull esperienza vissuta mediante questionari per i ragazzi e i docenti, con riferimento: - agli aspetti organizzativi - al programma svolto - al rapporto qualità/costi ulteriore monitoraggio finale relativo agli indicatori 2,3,4,5,6 sotto esposti. - 4-

6 Modalità di pubblicizzazione del progetto: Affissione in bacheca; Collocazione sul sito; Diffusione mediante fotocopie. Materiali prodotti nel progetto: Relazioni; Cartelloni; Album fotografico. Modalita di valutazione del successo del progetto attraverso gli indicatori di monitoraggio: 1. questionari finali di customer satisfation per allievi e docenti con indicatori di punteggio da 1 a 4 nei questionari finali sopra citati. 2. numero degli allievi partecipanti; 3. numero delle classi partecipanti; 4. valenza culturale; 5. pari opportunità per i partecipanti; 6. integrazione di allievi diversamente abili. SCALABILITA : un accompagnatore per ciascun gruppo classe oppure uno ogni 7 alunni; - 5

7 DURATA Inizio progetto: settembre fine progetto: maggio Risultati attesi e tempistica Mese /azione Sett. Ott. Nov. Dic. Gen. Feb. Mar. Apr. Mag. Screenig Ricerca Presentazione Fasi preparatorie Viaggio Monitoraggio finale RISORSE NECESSARIE Materiale didattico articolato che consenta un adeguata preparazione preliminare della gita nelle classi interessati, che fornisca le appropriate informazioni durante la visita e che stimoli la rielaborazione a scuola delle esperienze vissute. Docenti accompagnatori, che saranno individuati tra i docenti appartenenti alle classi frequentati dagli alunni partecipanti alla gita. 25 in previsione - 6 -

8 BENI E SERVIZI Ci si avvarrà dei mezzi di trasporto pubblici di linea, di pullman privati presi a noleggio, ma anche di opuscoli, dispense, fotocopie, videocassette e guide illustrate. Per la realizzazione del presente progetto si prevede una spesa di uro ,oo euro per pagamento pullman ecc. e circa 100 ore di attività aggiuntive per tutto il personale. GRUPPO DI PROGETTO Non esiste un gruppo di progetto apposito. La progettazione delle varie attività fa capo ai singoli consigli di intersezione. Interclasse e di classe. Il gruppo di progetto formato da tutti i collaboratori dei plessi scolastici di ogni ordine e grado ha il compito, tra l altro, di valutare proposte e richieste, offrire supporto organizzativo e documentale, predisporre il Piano delle attività, valutare eventuali preventivi richiesti, presentare proposte indicative per la definizione dei criteri generali da parte del Consiglio di Istituto. Il docente Referente Giorgio Lipari - 7 -

9 ISTITUTO COMPRENSIVO DON STURZO CESARO Tel. e Fax 095/ SEZIONE 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA SINTESI PROGETTO/ATTIVITA Denominazione del Progetto: VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE 1.2 Responsabile del progetto Il Responsabile del progetto: GIORGIO LIPARI 1.3 Obiettivi misurabili Descrivere gli obiettivi misurabili che si intendo perseguire, i destinatari a cui si rivolge, le finalità e le metodologie utilizzate. Illustrate eventuali rapporti con altre istituzioni. Riscoprire ed ampliare le conoscenze del territorio geografico e politico in cui viviamo. Rendere coscienti i ragazzi del patrimonio artistico e culturale e delle tradizioni storiche e popolari che ogni comunità possiede. Sensibilizzare gli alunni all importanza della salvaguardi e del rispetto dell ambiente e alla conservazione dei beni culturali. Avviare l alunno ad una prima consapevolezza della società pluralistica e multicolore in cui da adulto sarà chiamato ad operare. Accostare i ragazzi alle esperienze di vita inglese e francese inserendoli gradatamente nell atmosfera del paese ospitante e alla conoscenza diretta della lingua, per un migliore inserimento nella società moderna. DESTINATARI Tutte le classi che aderiranno alla proposta di una visita d istruzione. Si propone di definire una strategia d istituto nei seguenti termini: Sezioni di scuola Materna: solo uscite didattiche giornaliere, nell ambito di distanze brevi; Classi prime, seconde e terze elementari: visita d istruzione di un giorno, inserita nella programmazione dei consigli di interclasse. Classi quarte e quinte elementari: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di interclasse; Classi di scuola media: viaggi d istruzione di cinque o sei giorni in territorio italiano o europeo, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di classe.

10 1.4 Durata Descrivere l arco temporale nel quale il progetto si attua, illustrate le fasi operative individuando le attività da svolgere in un anno finanziario separatamente da quelle da svolgere in un altro. Inizio progetto: Ottobre fine progetto: giugno Risultati attesi e tempistica Mese /azione Sett. Ott. Nov. Dic. Gen. Feb. Mar. Apr. Mag. Screenig x Ricerca X Presentazione x Fasi preparatorie x x X x x Viaggio X x X Monitoraggio finale X 1.5 Risorse Umane Risorse interne: Docenti accompagnatori, che saranno individuati tra i docenti appartenenti alle classi frequentati dagli alunni partecipanti alla gita. 25 in previsione. Risorse esterne: Guide. Incarichi: Agenzie Viaggi. 1.6 Beni e servizi piano spese Indicare le risorse logistiche ed organizzative che si prevede di utilizzare per la realizzazione. Ci si avvarrà dei mezzi di trasporto pubblici di linea, di pullman privati presi a noleggio, ma anche di opuscoli, dispense, fotocopie, videocassette e guide illustrate. Per la realizzazione del presente progetto si prevede una spesa di uro ,00 euro per pagamento pullman ecc. e circa 100 ore di attività aggiuntive per tutto il personale. Cesarò lì 25/09/2012 IL RESPONSABILE DEL PROGETTO ( Ins. Giorgio Lipari )

11 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE P R E M E S S A Il Progetto Visite Guidate e Viaggi d istruzione ha la finalità di promuovere una scuola nuova che estenda il proprio sapere aldilà dei singoli contenuti disciplinari, indirizzandosi verso i grandi valori dimostratisi umani ed universali attraverso la socializzazione dei bambini e dei ragazzi e l instaurazione di rapporti interpersonali anche al di fuori del consueto ambiente d appartenenza. A tal fine si propone l attuazione di visite guidate e viaggi d istruzione nel proprio ambiente e nel territorio regionale, nazionale ed europeo. A tal proposito si propongono, inoltre, i soggiorni studio in college in Inghilterra e in Francia

12 F I N A L I T A E D U C A T I V E Offrire agli alunni l opportunità di una visita guidata in località di interesse artistico culturale, con attinenza, possibilmente, ad alcuni percorsi didattici svolti; Educare alla condivisione di esperienze formative in ambito extra scolastico; Migliorare la socializzazione fra gli studenti della classe e dell istituto di appartenenza; Arricchire il rapporto relazionale docenti/allievi in contesti extra curriculari; Far conoscere realtà e situazioni nuove; Affinare gli interessi dei ragazzi ed il loro senso estetico; Accrescere la motivazione allo studio di una seconda lingua straniera; Favorire la formazione di una coscienza europea

13 O B I E T T I V I Riscoprire ed ampliare le conoscenze del territorio geografico e politico in cui viviamo. Rendere coscienti i ragazzi del patrimonio artistico e culturale e delle tradizioni storiche e popolari che ogni comunità possiede. Sensibilizzare gli alunni all importanza della salvaguardi e del rispetto dell ambiente e alla conservazione dei beni culturali. Avviare l alunno ad una prima consapevolezza della società pluralistica e multicolore in cui da adulto sarà chiamato ad operare. Accostare i ragazzi alle esperienze di vita inglese e francese inserendoli gradatamente nell atmosfera del paese ospitante e alla conoscenza diretta della lingua, per un migliore inserimento nella società moderna. DESTINATARI Tutte le classi che aderiranno alla proposta di una visita d istruzione. Si propone di definire una strategia d istituto nei seguenti termini: Sezioni di scuola Materna: solo uscite didattiche giornaliere, nell ambito di distanze brevi; - 3 -

14 Classi prime, seconde e terze elementari: visita d istruzione di un giorno, inserita nella programmazione dei consigli di interclasse. Classi quarte e quinte elementari: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di interclasse; Classi di scuola media: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di classe; MONTORAGGIO DEL PROGETTO (in ingresso, in itinere, in uscita ) screening iniziale per individuare la disponibilità di partecipazione; raccordo fra i docenti accompagnatori e stesura di un accordo normativo da sottoporre agli studenti e ai genitori; incontro fra gli alunni e lo staff di accompagnatori al fine di puntualizzare i criteri di comportamento e cogliere eventuali istanze; attività di monitoraggio conclusivo sull esperienza vissuta mediante questionari per i ragazzi e i docenti, con riferimento: - agli aspetti organizzativi - al programma svolto - al rapporto qualità/costi ulteriore monitoraggio finale relativo agli indicatori 2,3,4,5,6 sotto esposti. - 4-

15 Modalita di valutazione del successo del progetto attraverso gli indicatori di monitoraggio: 1. questionari finali di customer satisfation per allievi e docenti: 2. numero degli allievi partecipanti; 3. numero delle classi partecipanti; 4. valenza culturale; 5. pari opportunità per i partecipanti; 6. integrazione di allievi diversamente abili. SCALABILITA : un accompagnatore per ciascun gruppo classe oppure uno ogni 7 alunni; DURATA Tutto l anno scolastico per le uscite didattiche e le visite guidate di mezza giornata o di una giornata intera. Il mese di aprile o maggio per i viaggi d istruzione. GRUPPO DI PROGETTO Non esiste un gruppo di progetto apposito. La progettazione delle varie attività fa capo ai vari Consigli di intersezione, interclasse e classe. Il referente del progetto insieme a collaboratori di plesso hanno il compito, tra l altro, di valutare proposte e richieste, offrire supporto organizzativo e documenta

16 - 5

17 Preventivo di spesa Per la realizzazione del presente progetto si prevede una spesa di pari a 2582,28 euro per acquisto materiale vario e circa 100 ore di attività aggiuntive per tutto il personale. Il gruppo di lavoro Il docente Referente 7 -

18 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA CESARO PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE Anno Scolastico 2003/2004 Il docente referente ( Ins. Giorgio Lipari )

19 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE ANNO SCOLASTICO 2003/2004 P R E M E S S A Il Progetto Visite Guidate e Viaggi d istruzione ha la finalità di promuovere una scuola nuova che estenda il proprio sapere aldilà dei singoli contenuti disciplinari, indirizzandosi verso i grandi valori dimostratisi umani ed universali attraverso la socializzazione dei bambini e dei ragazzi e l instaurazione di rapporti interpersonali anche al di fuori del consueto ambiente d appartenenza. Le Visite di istruzione rappresentano un punto fondamentale dell offerta formativa, esse costituiscono un momento molto intenso di socializzazione, di ampliamento e approfondimento culturale vissuto con i docenti in una dimensione nuova. A tal fine si propone per l anno scolastico 2003/2004 l attuazione di visite guidate e viaggi d istruzione nel proprio ambiente e nel territorio regionale, nazionale ed europeo. A tal proposito si propongono, inoltre, i soggiorni studio in college in Inghilterra e in Francia

20 F I N A L I T A E D U C A T I V E Offrire agli alunni l opportunità di una visita guidata in località di interesse artistico culturale, con attinenza, possibilmente, ad alcuni percorsi didattici svolti; Educare alla condivisione di esperienze formative in ambito extra scolastico; Migliorare la socializzazione fra gli studenti della classe e dell istituto di appartenenza; Arricchire il rapporto relazionale docenti/allievi in contesti extra curriculari; Far conoscere realtà e situazioni nuove; Affinare gli interessi dei ragazzi ed il loro senso estetico; Accrescere la motivazione allo studio di una seconda lingua straniera; Favorire la formazione di una coscienza europea

21 O B I E T T I V I Riscoprire ed ampliare le conoscenze del territorio geografico e politico in cui viviamo. Rendere coscienti i ragazzi del patrimonio artistico e culturale e delle tradizioni storiche e popolari che ogni comunità possiede. Sensibilizzare gli alunni all importanza della salvaguardi e del rispetto dell ambiente e alla conservazione dei beni culturali. Avviare l alunno ad una prima consapevolezza della società pluralistica e multicolore in cui da adulto sarà chiamato ad operare. Accostare i ragazzi alle esperienze di vita inglese e francese inserendoli gradatamente nell atmosfera del paese ospitante e alla conoscenza diretta della lingua, per un migliore inserimento nella società moderna. DESTINATARI Tutte le classi che aderiranno alla proposta di una visita d istruzione. Si propone di definire una strategia d istituto nei seguenti termini: Sezioni di scuola Materna: solo uscite didattiche giornaliere, nell ambito di distanze brevi; - 3 -

22 Classi prime, seconde e terze elementari: visita d istruzione di un giorno, inserita nella programmazione dei consigli di interclasse. Classi quarte e quinte elementari: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di interclasse; Classi di scuola media: viaggi d istruzione di cinque o sei giorni in territorio italiano o europeo, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di classe; MONTORAGGIO DEL PROGETTO (in ingresso, in itinere, in uscita ) screening iniziale per individuare la disponibilità di partecipazione; raccordo fra i docenti accompagnatori e stesura di un accordo normativo da sottoporre agli studenti e ai genitori; incontro fra gli alunni e lo staff di accompagnatori al fine di puntualizzare i criteri di comportamento e cogliere eventuali istanze; attività di monitoraggio conclusivo sull esperienza vissuta mediante questionari per i ragazzi e i docenti, con riferimento: - agli aspetti organizzativi - al programma svolto - al rapporto qualità/costi ulteriore monitoraggio finale relativo agli indicatori 2,3,4,5,6 sotto esposti. - 4-

23 Modalita di valutazione del successo del progetto attraverso gli indicatori di monitoraggio: 1. questionari finali di customer satisfation per allievi e docenti: 2. numero degli allievi partecipanti; 3. numero delle classi partecipanti; 4. valenza culturale; 5. pari opportunità per i partecipanti; 6. integrazione di allievi diversamente abili. SCALABILITA : un accompagnatore per ciascun gruppo classe oppure uno ogni 7 alunni; DURATA Inizio progetto: Ottobre 2003 fine progetto: giugno 2004 Risultati attesi e tempistica 2003/2004 Mese /azione Sett. 03 Ott. 03 Nov. 03 Dic. 03 Gen. 04 Feb. 04 Mar. 04 Apr. 04 Mag. 04 Screenig Ricerca Presentazione Fasi preparatorie Viaggio Monitoraggio finale 5 -

24 RISORSE NECESSARIE Materiale didattico articolato che consenta un adeguata preparazione preliminare della gita nelle classi interessati, che fornisca le appropriate informazioni durante la visita e che stimoli la rielaborazione a scuola delle esperienze vissute. Docenti accompagnatori, che saranno individuati tra i docenti appartenenti alle classi frequentati dagli alunni partecipanti alla gita. 25 in previsione BENI E SERVIZI Ci si avvarrà dei mezzi di trasporto pubblici di linea, di pullman privati presi a noleggio, ma anche di opuscoli, dispense, fotocopie, videocassette e guide illustrate. Per la realizzazione del presente progetto si prevede una spesa di uro ,oo euro per pagamento pullman ecc. e circa 100 ore di attività aggiuntive per tutto il personale. Il gruppo di lavoro Calaciura Giuseppe Costantino Fortunatina Montagno Sebastiano Natoli Giuseppa Rapisardi Ausilia Savoca carmela Sidoti Giuseppe Toscano Agostina Travaglianti Maria Valenti Francesca Il docente Referente Giorgio Lipari - 6

25 ISTITUTO COMPRENSIVO DON STURZO CESARO Tel. e Fax 095/ SEZIONE 1 Descrittiva SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A. S. 2003/04 SINTESI PROGETTO/ATTIVITA 1.1 Denominazione progetto Denominazione del Progetto: VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE 1.2 Responsabile del progetto Il Responsabile del progetto: GIORGIO LIPARI 1.3 Obiettivi Descrivere gli obiettivi misurabili che si intendo perseguire, i destinatari a cui si rivolge, le finalità e le metodologie utilizzate. Illustrate eventuali rapporti con altre istituzioni. Riscoprire ed ampliare le conoscenze del territorio geografico e politico in cui viviamo. Rendere coscienti i ragazzi del patrimonio artistico e culturale e delle tradizioni storiche e popolari che ogni comunità possiede. Sensibilizzare gli alunni all importanza della salvaguardi e del rispetto dell ambiente e alla conservazione dei beni culturali. Avviare l alunno ad una prima consapevolezza della società pluralistica e multicolore in cui da adulto sarà chiamato ad operare. Accostare i ragazzi alle esperienze di vita inglese e francese inserendoli gradatamente nell atmosfera del paese ospitante e alla conoscenza diretta della lingua, per un migliore inserimento nella società moderna. DESTINATARI Tutte le classi che aderiranno alla proposta di una visita d istruzione. Si propone di definire una strategia d istituto nei seguenti termini: Sezioni di scuola Materna: solo uscite didattiche giornaliere, nell ambito di distanze brevi; Classi prime, seconde e terze elementari: visita d istruzione di un giorno, inserita nella programmazione dei consigli di interclasse. Classi quarte e quinte elementari: viaggi d istruzione di due o tre giorni in territorio italiano, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di interclasse; Classi di scuola media: viaggi d istruzione di cinque o sei giorni in territorio italiano o europeo, in base alle indicazioni della maggioranza dei consigli di classe.

26 1.4 Durata Descrivere l arco temporale nel quale il progetto si attua, illustrate le fasi operative individuando le attività da svolgere in un anno finanziario separatamente da quelle da svolgere in un altro. Inizio progetto: Ottobre 2003 fine progetto: giugno 2004 Risultati attesi e tempistica 2003/2004 Mese /azione Sett Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Screenig x x Ricerca X Presentazione x x Fasi preparatorie X x x x x x Viaggio X x X Monitoraggio finale x 1.5 Risorse Umane Risorse interne: Docenti accompagnatori, che saranno individuati tra i docenti appartenenti alle classi frequentati dagli alunni partecipanti alla gita. 25 in previsione. Risorse esterne: Guide. Incarichi: Agenzie Viaggi. 1.7 Beni e servizi piano spese Indicare le risorse logistiche ed organizzative che si prevede di utilizzare per la realizzazione. Ci si avvarrà dei mezzi di trasporto pubblici di linea, di pullman privati presi a noleggio, ma anche di opuscoli, dispense, fotocopie, videocassette e guide illustrate. Per la realizzazione del presente progetto si prevede una spesa di uro ,00 euro per pagamento pullman ecc. e circa 100 ore di attività aggiuntive per tutto il personale. Cesarò lì IL RESPONSABILE DEL PROGETTO ( Ins. Giorgio Lipari )

27

SCHEDA DI PROGETTO. Anno Scolastico 2014-2015. Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA. Area di riferimento. Linguistico - espressiva

SCHEDA DI PROGETTO. Anno Scolastico 2014-2015. Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA. Area di riferimento. Linguistico - espressiva ISTITUTO COMPRENSIVO VIA DEI TORRIANI Via dei Torriani, 44-00164 ROMA SCHEDA DI PROGETTO Anno Scolastico 2014-2015 Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA Area di riferimento Linguistico - espressiva F.S. di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA Codice fiscale : 98156990172 SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare codice

Dettagli

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione Approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 4 del 20/12/2012 Premessa Le uscite didattiche,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO DI SINTESI/PIANIFICAZIONE

SCHEDA PROGETTO DI SINTESI/PIANIFICAZIONE Ministero dell Istruzione,Università e Ricerca Istituto Comprensivo Sancia D Angiò Via vesuvio Scuola dell Infanzia Primaria Sec. 1 grado Via Cattaneo,35-80040 - Trecase (Na) C.M. NAIC8GF006 C.F: 90087910635

Dettagli

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4.

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4. Istituto Omnicomprensivo Statale Beato Simone Fidati Scuola d Infanzia, Primaria, Secondaria primo grado e Secondaria Superiore (IPSIA) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180

Dettagli

Regolamento Visite e Viaggi

Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Premessa Come è noto sono state a tutt'oggi emanate numerose circolari in materia di visite guidate e viaggi di istruzione. Alla luce dell'esperienza

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO»

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» anno scolastico 2012/2013 PROGETTO GIORNALINO DI ISTITUTO DOCENTI REFERENTI DESTINATARI FINALITA' prof.sse Maria-Eleonora De Nisco Claudia Liberatore Alunni di tutte le

Dettagli

FORMAT PROGETTI FIS. Anno Scolastico. Motivazioni. Obiettivi Formativi. Mediazione didattica. Destinatari. Risorse Umane Strutturali: Risultati attesi

FORMAT PROGETTI FIS. Anno Scolastico. Motivazioni. Obiettivi Formativi. Mediazione didattica. Destinatari. Risorse Umane Strutturali: Risultati attesi ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.gov.it

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

SCHEMA PREVENTIVO DI PROGETTAZIONE PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE

SCHEMA PREVENTIVO DI PROGETTAZIONE PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE SCHEMA PREVENTIVO DI PROGETTAZIONE PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. INTRODUZIONE 2. FINALITA 3. OBIETTIVI MISURABILI 4. MODALITA DI SVOLGIMENTO 5. TEMPI 6. FASE OPERATIVA 7. MONITORAGGIO

Dettagli

ITC e TS VITTORIO EMANUELE II - BERGAMO SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2012/13 E.F. 2013

ITC e TS VITTORIO EMANUELE II - BERGAMO SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2012/13 E.F. 2013 ITC e TS VITTORIO EMANUELE II - BERGAMO SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2012/13 E.F. 2013 LINGUE Lettori, Certificazioni, Scambi Culturali e Soggiorni Linguistici - Progetto N 8 1.Denominazione del

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

PROGETTO C.I.C. TUSCANIA (indicare la denominazione del progetto)

PROGETTO C.I.C. TUSCANIA (indicare la denominazione del progetto) Denominazione: PROGETTO C.I.C. TUSCANIA (indicare la denominazione del progetto) Macroarea 1 : A B X C D E 1.Responsabile del Progetto: CAMPANARI FABRIZIO 2.Personale coinvolto: CAMPANARI FABRIZIO Dr.ssa

Dettagli

Istituto Comprensivo Sestri Est

Istituto Comprensivo Sestri Est Istituto Comprensivo Sestri Est via Ursone da Sestri, 5-16154 GENOVA (GE) Tel. (010) 6531858 * Fax (010) 6515147 e-mail: geic837008@istruzione.it pec: geic837008@pec.istruzione.it C.F. 95131650103 SCHEDA

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Allegato all Atto d indirizzo al Collegio dei docenti per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa.

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE Regolamento relativo a USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE su proposta del Collegio docenti del 20.5.14 per quanto attiene la parte organizzativo-didattica e delibera n 6del Consiglio

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO Sezione 1 DESCRITTIVA ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE URANO SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 1.1 Denominazione del Progetto Indicare Codice e denominazione del progetto LaboratoriaMENTE

Dettagli

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri F. Brunelleschi Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 PRESENTAZIONE DEL CORSO SERALE PROGETTO SIRIO Il CORSO SERALE A partire

Dettagli

Piano Offerta Formativa

Piano Offerta Formativa Piano Offerta Formativa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via Venezia,15 San Giovanni Teatino Chieti I plessi Scuola dell'infanzia Dragonara Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI DIANO MARINA ANNO SCOLASTICO 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI DIANO MARINA ANNO SCOLASTICO 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI DIANO MARINA ANNO SCOLASTICO 2008/09 SINTESI PROGETTO / ATTIVITÀ PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2008/2009 DATI IDENTIFICATIVI Denominazione del progetto: SCUOLE APERTE Papà

Dettagli

COLLEGAMENTO TRA PROGETTO E POF/RAV/PTOF

COLLEGAMENTO TRA PROGETTO E POF/RAV/PTOF SCHEDA PROGETTO Denominazione Istituto: Istituto Comprensivo Capaccio Paestum Titolo del progetto: Accoglienza e Continuità Tipologia delle attività: potenziamento recupero sostegno inclusione orientamento

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

Istituto Comprensivo F. De Sanctis - Cervinara. PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 Scheda illustrativa progetti

Istituto Comprensivo F. De Sanctis - Cervinara. PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 Scheda illustrativa progetti ISTITUTO COMPRENSIVO F. DE SANCTIS Sezione 1 Descrittiva Istituto Comprensivo F. De Sanctis - Cervinara PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 Scheda illustrativa progetti 1.1 Denominazione progetto Indicare

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento.

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento. ISTITUTO COMPRENSIVO ENRICO FERMI MONTOPOLI DI SABINA PIANO OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/2013 SINTESI DI PROPOSTA DI ATTIVITA - Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione attività Orientamento scolastico

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE

1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE 1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE 1.1 Il presente regolamento contiene i criteri per la programmazione e l'attuazione dei viaggi d'istruzione. Per l organizzazione e lo svolgimento dei viaggi si fa riferimento

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00 SCUOLA PRIMARIA PREMESSA I primi giorni di scuola per i bambini non solo delle classi prime rappresentano un esperienza significativa, densa di attese, di emozioni e, talora, di ansia. La scuola deve impegnarsi,

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI LEONARDO DA VINCI C.DA PERGOLO MARTINA FRANCA (TA) TELEFAX 080 4303352 EMAIL itcvinci@libero.it VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE REGOLAMENTO D ISTITUTO

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO T.VECELLIO Via T. Vecellio, 28 36030 SARCEDO tel. 0445/884178 Fax 0445/344270 e Mail: viic83800d@istruzione.it / Sito: www.icvecellio.it REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE,

Dettagli

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO Alghero,01 ottobre 2013. DENOMINAZIONE DEL PROGETTO Per casa il mondo RESPONSABILE DI PROGETTO

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO Alghero,01 ottobre 2013. DENOMINAZIONE DEL PROGETTO Per casa il mondo RESPONSABILE DI PROGETTO ISTITUTO COMPRENSIVO N 2 ALGHERO VIA TARRAGONA, 16 07041 ALGHERO TEL. 079/981638 FAX 079/9730062 C.F. 92128560908 - E-MAIL SSIC84600A@istruzione.it http://www.istitutocomprensivo2alghero.it SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA

PROTOCOLLO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA PROGETTO CONTINUITA e ORIENTAMENTO Continuità tra ordini di scuola All interno dell Istituto comprensivo assume una particolare rilevanza la continuità del processo educativo tra i tre ordini di scuola.

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti"

Istituto Tecnico Statale per il Turismo Francesco Algarotti Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti" REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE L Istituto Algarotti, nell ambito del Piano dell Offerta Formativa, ogni anno propone ai propri studenti Uscite

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE CAPUA 2 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE

DIREZIONE DIDATTICA STATALE CAPUA 2 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE DIREZIONE DIDATTICA STATALE CAPUA 2 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGETTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE Le visite guidate e la partecipazione a spettacoli e iniziative promosse da enti pubblici e privati,

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA Premessa L avvio di una nuova esperienza scolastica o il passaggio da una classe all altra dovrebbe avvenire senza cambiamenti bruschi, senza traumi, solo con l entusiasmo di intraprendere

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE ISTITUTO PROF.LE DI STATO PER L AGRICOLTURA E L AMBIENTE Via delle Cascine n. 11 50144 - FIRENZE Scheda di progetto prevista

Dettagli

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SICURA ATTIVITA DIDATTICHE MULTIMEDIALI PROGETTO BIBLIOTECA EDUCAZIONE AMBIENTALE EDUCAZIONE ALLA SALUTE

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SICURA ATTIVITA DIDATTICHE MULTIMEDIALI PROGETTO BIBLIOTECA EDUCAZIONE AMBIENTALE EDUCAZIONE ALLA SALUTE PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SICURA ATTIVITA DIDATTICHE MULTIMEDIALI PROGETTO BIBLIOTECA EDUCAZIONE AMBIENTALE EDUCAZIONE ALLA SALUTE Referente di progetto Traguardi di competenza Ins. Paradiso Carmelina

Dettagli

PROGETTO dialogo interculturale 2011-2012

PROGETTO dialogo interculturale 2011-2012 Pagina: 1 di 10 Parte 1 - Titolo del progetto Indicare la denominazione del progetto PROGETTO dialogo interculturale 2011-2012 Responsabile progetto e Gruppo di lavoro Indicare Il responsabile del progetto

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE Titolo: TURISTA CURIOSO TRA I TRULLI! Destinatari: bambini di 5 anni della scuola dell infanzia. Risorse professionali: docenti dell ordine di scuola Compito unitario:

Dettagli

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO

SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE DEL PROGETTO PROGETTO: (titolo) PROGETTO BIBLIOTECA EQUIPE DI PROGETTO INS. PAD A RIPAMONTI INS. PAD B DE SANTIS INS. PAD C COSTELLA STIMOLARE IL BAMBINO NELSUO PROCESSO DI CRESCITA, DAL PUNTO DI VISTA CONOSCITIVO,-COMUNICATIVO,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE VISITE GUIDATE E DEI VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLE VISITE GUIDATE E DEI VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Via Baranzate n. 8 20026 NOVATE MILANESE (MI) Tel. 02/3564884 Tel. 02/38201592 e fax 02/38202307 C.F. 80129670156 Cod. Mecc. MIIC8DB00D - E-MAIL : MIIC8DB00D@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE Premessa I viaggi d istruzione e le visite guidate, intesi quali strumenti per collegare l esperienza scolastica all ambiente esterno nei suoi aspetti

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto

Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto Istituto Tecnico Economico Statale Vilfredo Pareto Da anni l offerta formativa del nostro istituto è stata arricchita dall esperienza della realizzazione di imprese simulate e reali con la partecipazione

Dettagli

Progetto Continuità:

Progetto Continuità: DIREZIONE DIDATTICA 3 CIRCOLO SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) Prospetto analitico del progetto 2006/2007 Denominazione del progetto/attività: Progetto Continuità: 1. SCUOLA INFANZIA/NIDO-EXTRASCUOLA (Indicazioni

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI ISTITUTO COMPRENSIVO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I I. O. Griselli Via Roma, 55-56040 MONTESCUDAIO(PI) Tel. 0586/650053 - Fax 0586/650488 e-mail: istcomp.griselli@tiscali.it Web: www.istitutogriselli.it

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento RMIC83000Q GIUSEPPE MONTEZEMOLO SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo

Dettagli

a cura di Maria C. Quaglietta

a cura di Maria C. Quaglietta Scuola e famiglia s incontrano in occasione degli open day, giornate in cui il mondo della scuola si apre al territorio. Non soltanto presentare ai genitori l offerta formativa per i loro ragazzi, ma soprattutto

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA

ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA Scheda progetto prevista dall art. 2 c. 6 D. 44del 01/02/01 Da allegare al Programma Annuale SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax 0824.851030 e-mail icpontelandolfo@tiscali.it sito web www.icspontelandolfo.it

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 1.1 SOGGETTO PROPONENTE STUDENTE/I FUNZIONE STRUMENTALE DIPARTIMENTO/I 1.2 AMBITO/I CURRICOLARE 1

TITOLO DEL PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 1.1 SOGGETTO PROPONENTE STUDENTE/I FUNZIONE STRUMENTALE DIPARTIMENTO/I 1.2 AMBITO/I CURRICOLARE 1 PROGETTO N. (a cura della Segreteria) VOCE : (a cura della Segreteria) MOD. B Sezione 1 - Descrittiva TITOLO DEL PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 1.1 SOGGETTO PROPONENTE STUDENTE/I FUNZIONE STRUMENTALE

Dettagli

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011 Istituto Comprensivo Parziale E. Fermi Via E. Fermi 400 21044 Cavaria con Premezzo (Va) con sezioni di Scuola Secondaria di 1 grado di Cavaria e Jerago e Scuola Primaria di Cavaria, Jerago e Orago Tel:

Dettagli

PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM

PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM Centro Olimpico Federale Via dei Sandolini, 79 00122 Lido di Ostia/RM Tel. 06/56191513 Fax. 06/56191527 PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM IL RAPPORTO TRA SOCIETA E ISTITUTO SCOLASTICO Guida operativa per

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARESE Arese, 22 settembre 2013 Prot. n. 3233 / viaggi A tutto il personale docente e non docente IC Don Gnocchi Loro Sedi REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Premessa All Albo Le iniziative

Dettagli

PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D. 308/2006) Un cibo secondo natura

PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D. 308/2006) Un cibo secondo natura PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D. 308/2006) Un cibo secondo natura Un cibo secondo natura ASL TO5 CHIERI Data di avvio e conclusione Avvio il 01/07/2007 conclusione 04/06/2008

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Comune di Casalecchio di Reno ASILO NIDO R. VIGHI PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Per un progetto di territorio: uno spazio e un tempo per l incontro Anno educativo 2007/2008 A cura del Collettivo

Dettagli

Scheda di progetto prevista dall art. 2 comma 6 del DECRETO 1º febbraio 2001, nº44. Titolo Progetto

Scheda di progetto prevista dall art. 2 comma 6 del DECRETO 1º febbraio 2001, nº44. Titolo Progetto ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail CEIC0848004@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA,PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI DELIA. ANNO SCOLASTICO 2008/2009.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA,PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI DELIA. ANNO SCOLASTICO 2008/2009. ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA,PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI DELIA. ANNO SCOLASTICO 2008/2009. REFERENTE:ALAIMO FRANCESCA MARIA. CONDIZIONI CHE GIUSTIFICANO LA PROPOSTA DEL PROGETTO/ATTIVITA

Dettagli

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO PROGETTO SCAMBI CULTURALI E SOGGIORNI LINGUISTICI All interno del Regolamento per i viaggi di istruzione, il progetto Scambi Culturali e Soggiorni Linguistici presenta i seguenti aspetti specifici: 1.

Dettagli

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA Istituto Tecnico Statale L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ STUDENTESCA Linee guida per l implementazione delle seguenti forme di mobilità studentesca

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE / VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE / VIAGGI DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO VISITE GUIDATE / VIAGGI DI ISTRUZIONE Premessa Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione, rivestono un ruolo importante nella formazione dei giovani e costituiscono un

Dettagli

SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF)

SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto Il Progetto, denominato Educare con l arte, si articola in due Sezioni :

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI

5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI 5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI FUNZIONI STRUMENTALI: Sono funzioni strategiche nell organizzazione della scuola autonoma, che vengono assunte da docenti incaricati i quali, oltre alla

Dettagli

REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI

REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI Allegato 2 REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI FORMULARIO Avviso n. 7/2012 DIRITTI A SCUOLA Denominazione progetto DIRITTI A SCUOLA TIPO B finalizzato

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SIMAXIS -VILLAURBANA DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA ROMA, 2-09088 SIMAXIS (OR) - Tel. 0783 405013/Fax 0783 406452 C.F. 80005050952 - E-Mail

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L.FIBONACCI SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO REGOLAMENTO GITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L.FIBONACCI SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO REGOLAMENTO GITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO GITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Approvato all unanimità dal Collegio Docenti del 13 maggio 2014 Approvato all unanimità dal Consiglio di Istituto del 12 giugno 2014 Questo regolamento integra il

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^ Format progetto Alternanza Scuola Lavoro Anno Scolastico 2011-12 Attività previste per il percorso da realizzare nella fase di sensibilizzazione per le classi 2^ L attività di alternanza è prevista su

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA VESPRI SICILIANI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA VESPRI SICILIANI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA VESPRI SICILIANI SEDE DIREZIONE E SEGRETERIA Via Vespri Siciliani, 75 20146 Milano Tel. 02/884.44486 Fax 02/884.44487 Scuola dell Infanzia Via Soderini, 41-20146 Scuola

Dettagli

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015 / 2016 PROGETTO DI ISTITUTO ALLEGATO 2 - SCHEDA PLESSO DI SOLBIATE ARNO

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015 / 2016 PROGETTO DI ISTITUTO ALLEGATO 2 - SCHEDA PLESSO DI SOLBIATE ARNO SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015 / 2016 PROGETTO DI ISTITUTO ALLEGATO 2 - SCHEDA PLESSO DI SOLBIATE ARNO Orientamento alla musica X Scuola come luogo di apprendimento orientato all innovazione

Dettagli

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI Anno scolastico 2013-14 INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI L educatore è impegnato sì ad esplorare il volto dell altro, la sua domanda di umanità, di infinito, ma il riscontro di questa esplorazione

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CALVAGESE

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CALVAGESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BEDIZZOLE VIA MONS. A. BONTACCHIO, 4 25081 BEDIZZOLE (BS) TEL. 030 / 67.40.36 FAX 030 / 687.17.71 C.F. 93014390178 Indirizzo e-mail: bsic81300b@istruzione.it - Sito web:

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro

Alternanza Scuola-Lavoro ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Istituto D istruzione Superiore Liceo Classico Statale G.Leopardi San Benedetto del Tronto Progettazione del percorso Alternanza Scuola-Lavoro (Legge 53/2003, art. 4 D.LGS 77/2005)

Dettagli

LA CONTINUITA EDUCATIVA E L ORIENTAMENTO

LA CONTINUITA EDUCATIVA E L ORIENTAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015 LA CONTINUITA EDUCATIVA E L ORIENTAMENTO Un ponte per unire: in viaggio con Ulisse SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA- SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Venite

Dettagli

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE ATTIVITÀ PER L INCLUSIONE

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE ATTIVITÀ PER L INCLUSIONE Pagina 1 di 6 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. PROCEDURA 4.1 Programmazione (disabilità riconducibili alla tutela L.104) 4.2 Organizzazione del lavoro 4.3 Valutazione approfondita

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIANO DA CHIUSI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. Che cosa è il protocollo di accoglienza?

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIANO DA CHIUSI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. Che cosa è il protocollo di accoglienza? ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIANO DA CHIUSI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA Che cosa è il protocollo di accoglienza? E un documento deliberato dal Collegio dei Docenti, quale strumento per l attuazione del D.P.R.

Dettagli

Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764. E-Mail: dd25aprile.137circol@libero.

Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764. E-Mail: dd25aprile.137circol@libero. Istituto Comprensivo Via F. BORROMEO VIA F. BORROMEO, 53/57-00168 ROMA TEL./FAX 066281239-066145764 E-Mail: dd25aprile.137circol@libero.it Progetto a.s.2013/2014 Funzioni Strumentali Area 3 CONTINUITA

Dettagli

SI ricomincia che emozione!

SI ricomincia che emozione! ISTITUTO COMPRENSIVO C O M M E N D A Unione Europea PROGETTO ACCOGLIENZA Anno scolastico 2014-2015 T I T O L O P R O G E T T O SI ricomincia che emozione! AREE E DISCIPLINE COINVOLTE ITALIANO STORIA GEOGRAFIA

Dettagli

Dati generali. 1. Tema. 2. Beneficiari. Responsabile (i) operativo (i) del progetto (Nome, Cognome,formazione prof., funzione)

Dati generali. 1. Tema. 2. Beneficiari. Responsabile (i) operativo (i) del progetto (Nome, Cognome,formazione prof., funzione) Titolo del Progetto Tutti uguali Tutti diversi Dati generali Responsabile (i) operativo (i) del progetto (Nome, Cognome,formazione prof., funzione) Dott. Guido Mazzucco, psicologo psicoterapeuta, presidente

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE per scuola primaria e secondaria di primo grado

VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE per scuola primaria e secondaria di primo grado VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE per scuola primaria e secondaria di primo grado La scuola favorisce le uscite sul territorio in funzione della programmazione educativa e didattica al fine di aiutare

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc.

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc. ISTITUTO COMPRENSIVO C. ALVARO TREBISACCE APPENDICE C REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc. Allegato al Regolamento di Istituto Il Dirigente Scolastico Prof. Leonardo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento PEIC828004 I. C. I.SILONE-MONTESILVANO SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CICOGNINI RODARI. Anno scolastico 2014/2015

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CICOGNINI RODARI. Anno scolastico 2014/2015 Anno scolastico 2014/2015 Denominazione progetto Lettorato d inglese, spagnolo e tedesco per le classi 3 del Liceo Rodari. Responsabile del progetto Prof.ssa Maura Ferranti (responsabile d'area) Sintesi

Dettagli