bruno barba * Il candomblé tra tradizione e transculturazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "bruno barba * Il candomblé tra tradizione e transculturazione"

Transcript

1 bruno barba * Il candomblé tra tradizione e transculturazione È un mondo che vive di simboli, rituali, miti. Un mondo che riproduce rapporti di potere e di equilibrio africani in un contesto americano, metropolitano e postmoderno. Il candomblé era una religione di neri, praticata da africani e mulatti feticisti e primitivi così si pensava ai primi del Novecento, in piena epoca positivistica -; con il passare del tempo si è trasformato in un mondo e in una religione universale, accompagnando l assunzione, da parte della cultura brasiliana, di tanti elementi dalle più svariate provenienze. Ma c è di più: se il candomblé, che è il sincretismo afro-brasiliano per eccellenza, il più noto - grazie soprattutto alla magia dei romanzi di Jorge Amado - ha saputo temperare di sé l intera cultura di un paese, è pur vero che ha saputo determinare mode, imposto maniere di pensare, creato simbologie e persino suggerito modi di organizzare gerarchie, economia e società. La musica, la letteratura e non soltanto quella di Amado il cibo (la deliziosa e speziata comida baiana) manifestazioni quali la capoeira, il Carnevale, persino il calcio, con i suoi movimenti di bacino, tutto, in Brasile sembra parlarci del candomblé, e di Africa. Religione dinamica, in continuo movimento e trasformazione, il candomblé è tuttavia religione tradizionale in quanto permeata di mistero e segreto. Le tradizioni che si perdono nel Golfo di Guinea e che poi sono state rielaborate nella zona di Bahia, ricchissima di piantagioni e quindi di schiavi -, venivano, fino a qualche tempo fa, tramandate oralmente. Oggi il codice di comportamento, le formule rituali, le parole delle cantigas, i miti che riguardano gli orixás, ovvero le divinità protagoniste della religione, vengono trascritti e raccolti in preziosi quaderni. Saper scrivere, oltre che saper raccogliere, diventa ragione di potere. Il carisma, quello tradizionale, quello che permetteva ai sacerdoti del culto di avere tanti adepti, non può più essere esercitato * Ricercatore di Antropologia all Università di Genova, Dipartimento di Scienze Politiche. Si occupa da più di vent anni di meticciato culturale e sincretismo religioso: in particolare dell analisi delle dinamiche di incontro e sintesi tra popoli, culture e religioni avvenute in Brasile, dello studio della religione afrobrasiliana del candomblé e dei suoi rituali, simbologie, adattamenti.

2 in mancanza di quella che la società moderna chiama visibilità sociale. La legge del santo, quell imperscrutabile volontà divina, certo permane, ma arricchita dalla capacità interpretativa del pai o della mãe de santo. Il marchio africano, indissolubile e sempre visibile, si deve quindi far accompagnare dalla penna di qualcuno. In altri termini, per farsi largo nel complicatissimo mercato religioso brasiliano, il candomblé, che soprattutto nelle grandi città soffre della concorrenza dei culti pentecostali e delle altre chiese protestanti, ricchissime e potentissime, deve far leva sulla propria capacità seduttiva, inventando nuove strategie di penetrazione. La storia della formazione delle religioni afro, è già, se vogliamo, una potente arma di seduzione. Se è vero che il meticciato culturale brasiliano è da molti preso a modello per una nuova maniera possibile di immaginare il futuro, un futuro fatto di dialogo, di elaborazione continua, di interscambi tra le culture, ispirato a una sorta di antropofagia culturale e simbolica, è altrettanto certo che la nascita del sincretismo - che è la traduzione in termini religiosi del meticciato - racconta del superamento dell incomunicabilità. Un processo, questo, ancor più miracoloso se pensiamo a dove nelle piantagioni, e in che epoca approssimativamente tra il 1550 e il questa evoluzione ha preso il via. Dall unione carnale tra il padrone e la schiava negra è nato il mulatto, colui che fonda il Brasile biologico; dall unione creativa e interpretativa tra i riti africani degli schiavi e la religione cattolica dei portoghesi nasce invece il candomblé. Gli schiavi nel Nuovo Mondo avevano perso i loro punti di riferimento e le loro credenze negli spiriti della natura erano in grave pericolo. Gli orixás non li avevano protetti a sufficienza dalle sofferenze, anche perché, allontanati dai luoghi consacrati dove si credeva risiedessero (la foresta, l albero, il fiume, la pietra), la forza di questi dei si era affievolita. Ma fu, per paradossale che sembri, proprio l incontro con i santi del cattolicesimo restitusce vita e forza agli orixás. In fondo santi, madonne, Gesù Cristo, tutti assomigliavano - non è magia questa? - alle divinità africane. Già allora si rivelò quella capacità, tutta brasiliana, di attrarre gli opposti; il desiderio di essere tutti e di nessuno (una sorta di sindrome di Gabriela), una strategia di non scelta (ancora Amado, e la sua Dona Flor); si chiama oggi jeitinho questa maniera di fingere, di cercare un aggiustamento e una soluzione per tutto. Così per ogni santo cattolico ci sarà un orixá che corrisponde, per storia di vita o per caratteristiche fisiche; così, là, nella piantagione, si può fingere la conversione al

3 cattolicesimo, o meglio ancora si può ricreare una nuova realtà, veramente americana. Non mi sembra di esagerare proponendo che è proprio questa capacità di trasformare le tragedie della storia (quelle che potrebbero sembrare tragedie) in opportunità a connotare il Brasile. Pensiamo al Brasile-nazione che nasce nella piantagione della sofferenza; alla favela che da luogo di emarginazione è diventata il laboratorio creativo per eccellenza di un Brasile che rinasce; e ancora, al Carnevale, bistrattata e criticatissima manifestazione di sperpero di denaro una sorta di potlach moderno che ancora arricchisce il turismo e l esportazione, nell immaginario collettivo, del modello Brasile, economicamente non quantificabile, ma sicuramente molto produttiva. Il candomblé nasce grazie e soprattutto alla creatività di un mondo, un ambiente, una cultura che, come di dice Fernado Ortiz compie una tranculturazione, ovvero passa oltre a una mera giustapposizione di elementi, o peggio alla cancellazione di una cultura a scapito di un altra; al contrario il termine vuole designare movimento e quindi la creazione di un modello che non appartiene né all Africa né all Europa, né agli schiavi né ai padroni, né ai bianchi né ai neri, né ai feticisti né ai cattolici. Osservare una cerimonia religiosa afro-brasiliana fa comprendere come e quanto questo spirito di adattamento sia radicato nella comunità. Se la trance, lo stato alterato di coscienza, rappresenta l avvenimento culminante di ogni rituale, il momento in cui avviene la comunione con gli dei e quindi la rappresentazione, nelle danze e nell abbigliamento, di queste entità, il capo del gruppo compie atti, si rende protagonista di atteggiamenti e ricopre funzioni che esulano da quelle che dovrebbero essere tipiche mansioni religiose. Durante la trance, che, ricordiamolo, è gestita proprio dallo chef del terreiro (il luogo del culto) e dalle sue aiutanti, il pai de santo è a tutti gli effetti un sacerdote. Quando compie la divinazione con le conchiglie consacrate (jogo de buzios), quando prescrive ai fedeli i sacrifici di animali o i preparati (ebó, volgarmente macumbe ) per fortificare le divinità, quando decide il calendario festivo o le ristrutturazioni del luogo di culto, ecco che diventa un oculato, saggio ed esigente amministratore. Non bisogna dimenticare che fin dall inizio, attorno alla metà del XIX secolo e poi all inizio del Novecento, quando la comunità negra, nonostante l abolizione della schiavitù, era vessata, demonizzata e oltremodo discriminata, i terreiros, che per i bianchi erano antri di perversione e superstizione, in realtà non erano altro che rifugi, che offrivano sicurezza e protezione per gli ex

4 schiavi e i loro discendenti. E questa funzione si è protratta, ammodernandosi, ovviamente, fino ad oggi. Iansã, la dea guerriera che sfodera la spada, Ogum il coraggioso combattente Iemanjá la madre, la diva del mare, Exu scostumato e osceno eppure principio del sesso e quindi della vita, Oxum la vanitosa si specchia fiera della sua bellezza: erano sì loro, gli orixás, i protagonisti e i protettori della diaspora, ma nulla sarebbe stati capaci di fare e nessuno di proteggere, se non fossero intervenuti - accanto alle matrone negre di Bahia - i pais de santo intrepidi, i capi, i referenti, gli amministratori oculati. Senza decontestualizzare troppo significati e ruoli, se i cattolici pensano esista un angelo protettore di ogni persona, gli adepti del candomblé credono che ogni persona possegga il proprio orixá, il santo cui identificarsi. Quando il pai de santo rivela al fedele la corrispondenza con uno dei sedici orixás di cui si è conservato il ricordo in Brasile, scatta il meccanismo dell immedesimazione. Quale potere infinito si può nascondere in quest atto, in questo presunto sapere. Vedendo proiettata nell orixá la propria personalità, e ricevendone la visita durante la trance di possessione, il fedele acquisisce autostima, fiducia, forza. La seduta con il pai de santo assume i contorni e i significati moderni di una seduta psicanalitica. I terreiros, che sono di grandezza e sontuosità differente, che possono essere costruiti in città oppure, ed è assolutamente preferibile, nella foresta, a contatto con la natura e quindi si crede, con l africanità, sebbene immaginata, sono organizzati secondo una rigida gerarchia che, al di là dell apparente informalità, nascondono spesso tensioni, conflitti, gelosie. Logico, si tratta delle gestione del potere, anche sessuale e non soltanto economico: il pai de santo gode di privilegi che distribuisce ai notabili (soprattutto agli ogás, ovvero iniziati particolarmente eminenti) e ai suoi accoliti. Con l aumentare del numero degli adepti, il sacerdote tende a demandare alcune incombenze ad alti dignitari del suo gruppo, conservando per sé esclusivamente quello di dialogare con gli dei, ovvero il sacro rito della divinazione, distribuendo così potere e favori. Entrare a far parte del ristretto gruppo dei collaboratori del pai de santo, è pertanto un importantissimo mezzo di ascesa sociale. Se in effetti, il padre (o la madre) del centro rappresenta il capo spirituale, anzi, il genitore di tutti i propri filhos (così, figli vengono chiamati gli adepti), è altresì vero che in quanto uomo o donna fa trasparire preferenze, antipatie, affetti anche

5 sconvenienti e quindi, in senso metaforico, incestuosi. Vi sono personaggi, come mãe Stela dell Axé Opó Afonjá a Bahia, o mãe Sylvia di San Paolo, robuste e imponenti da sembrare vere e proprie regine africane, che sono state chiacchieratissime per la loro spregiudicatezza. Sono vere e proprie imprenditrici, che gestiscono denaro, progettano iniziative pubbliche in accordo con le autorità locali (raccolte di fondi, istituzioni di scuole per l infanzia). Il candomblé rende visibili. O meglio ancora rende : tanti altri sacerdoti che ho incontrato a San Paolo, Salvador, Recife, São Luis, Rio, partiti da umilissimi origini e possibilità, sono diventati sacerdoti famosi grazie alle ricchezze accumulate nel tempo. Volantini, biglietti da visita, inserzioni sui quotidiani servono a promuovere le attività religiose; e milioni di brasiliani, tra cui politici, attori di novelas, atleti, cantanti, professionisti di vario genere si sottopongono al rito della divinazione, che è a pagamento e che costituisce la maggior fonte di entrate per un terreiro. Il volere degli dei che si disvela in quel lancio di 16 conchiglie consacrate offre in realtà un imperdibile chance per dominare il proprio cliente. Chi si trova davanti a quella prova è arrivato fino a lì seguendo un percorso di sofferenza: ha problemi di salute, di affetti, o di denaro. È debole al cospetto del sacerdote, che lo ha in pugno: facendo leva su presunte doti magiche, meglio sulla sua capacità di introspezione psicologica, arricchita, sempre, da una buona dose di carisma, il pai de santo gioca come al gatto con il topo. Nella migliore delle ipotesi, aiuta davvero il povero malcapitato e comunque, entra a conoscenza di segreti indicibili - ; nella peggiore sfrutta subdolamente questo potere, estorcendo denaro, o informazioni utili, o ancora, creando una dipendenza fortissima. Il cliente si vede assegnare l orixás, apprende quali impedimenti eventualmente ostacolano il suo successo nel lavoro, conosce i nuovi nemici, apprende come conquistare la donna che ama. Il prezzo è tanto più caro quanto maggiore è la possibilità economica dell interlocutore: le mães e i pais de santo costano, ma sanno essere giusti. Il fedele tanto l iniziato quanto colui che è appena venuto a conoscenza dei meccanismi della religione e che per un certo periodo si muove soltanto ai margini è deferente, rispettoso, obbediente nei confronti del proprio capo spirituale. Se è vero che sacerdoti di candomblé sono in genere persone cariche di umanità e altruismo, lo spettro del successo nella società globale inficia un poco l onestà e il disinteresse del quadro. Il gradimento del capo spirituale, amministratore economico e organizzatore

6 del centro, è indissolubilmente legato al successo, ovvero alla soddisfazione del fedele. Il prestigio si misura anche dal rilievo dato dai media alle figure del sacerdote, dal numero di adepti dei rispettivi terreiros, dalla dimensione e dal fasto dell ambiente. Basata sul principio del do ut des - che è l illusione della magia - la religione del candomblé vive sul principio di reciprocità e sulla capacità di modificare il destino umano. Come si attua questo intervento, questa possibilità? Propiziando con opere, sacrifici, offerte (in una parola: comprando) l intervento divino. La maggiore o minore quantità di denaro (o di altro bene) determina il successo di qualunque iniziativa, la soddisfazione della propria richiesta. Eppure chi conosce i candomblés garantisce sulla serietà della religione. Il rituale è piuttosto complesso, massima la richiesta di impegno e devozione, cordiale il clima di fraternità. Il legame con l Africa, anche se a volte strumentalizzato per ragioni ideologiche la riscoperta dell identità negra genuino e assolutamente fecondo, oltre che suggestivo. E poi, se non fosse abbastanza tutto questo, c è un dato che fa pensare. Alla fine di ogni festa in onore degli orixás, che si tiene solitamente nei fine settimana, anche i più poveri della favela possono mangiare carne, grazie al banchetto finale durante il quale si consumano le carni degli animali (polli, capretti, talvolta tori) sacrificati per far mangiare le divinità. Per molti questa grande distribuzione alimentare è ancor oggi, nel terzo millennio, l unica occasione di assumere proteine animali. E sarebbe questa una religione barbara e primitiva?

7 BIBLIOGRAFIA -Amado Jorge, Dona Flor e i suoi due mariti, Garzanti, Milano, 1977 (tit. orig. Dona Flor e Seus Dois Maridos, Jorge Amado, 1966),Gabriella garofano e cannella, Einaudi, Torino, 1989 (tit. orig. Gabriela cravo e canela, Jorge Amado, 1958) -Amselle Jean Loupp, Logiche meticce. Antropologia dell identità in Africa e altrove, Bollati Boringhieri, Torino, 1999 (tit.orig. Logique mètisses, Payot, Paris, 1990) -Audinet J., Il tempo del meticciato, Queriniana, Brescia, 2001 (tit.orig. Le temps du mètissage, Paris, Editions de l Atelier, 1999) -Barba Bruno, Il gioco dei buzios, Xenia, Milano, 1999, Brasil Meticcio, il Segnalibro, Torino, 2004, Bahia, la Roma Negra di Jorge Amado, Unicopli, Milano, Barba Bruno, Faldini Luisa, Prandi Reginaldo, Sincretismo o africanizzazione? Dinamiche delle religioni brasiliane, Ecig, Genova, Bastide Roger, Le Americhe nere, Firenze, Sansoni, Firenze 1970 (ti.orig. Les Amériques Noires, Payot, Paris, 1967), Noi e gli altri, Jaca Book, Milano 1990 (tit.orig. Le prochain e le lontain, Cujas, Paris, 1970), O candomblé da Bahia, São Paulo, Companhia das Letras, São Paulo, 2001 (tit.orig. Le Candomblé de Bahia, rite nagô, Mounton & Co., Paris, 1958), O sagrado selvagem, Schwarcz, São Paulo, Braga Julio, O jogo de búzios: um estudo de adivinhação no candomblé, Brasiliense, São Paulo, Canclini Nestor, Culture ibride. Strategie per entrare e uscire dalla modernità, Guerini e associati, Milano, 1998 (tit. orig. Culturas hìbridas, Grijalbo, 1990) -Canevacci Massimo, Sincretismi, Costa & Nolan, Milano, Fabietti Ugo, L identità etnica, Carocci, Roma, Faldini Pizzorno Luisa (a cura di), Sotto le acque abissali, Aracne, Firenze, 1995 (a cura di) Religione e magia. Culti di possessione in Brasile, Utet, Torino, Ferretti Sergio Figueiredo, Repensando o sincretismo, Edusp/Fapema, São Paulo, 1995, Sincretismo Afrobrasiliano e resistenza culturale. In Barba B., Faldini L., Prandi R., Sincretismo o africanizzazione, Dinamiche delle religioni brasiliane, Ecig, Genova, 2002

8 -Finazzi-Agrò Ettore, Strani Tropici. La costruzione dello spazio brasiliano. In Tropicalismi, Agalma, Rivista di studi culturali e di estetica, Meltemi, Roma, 2005, p. 23 -Freyre Gilberto, Casa-grande e senzala. Formação da familia brasileira sob o regime de economia patriarcal, José Olympio, Rio de Janeiro, de Hollanda Sergio, Radici del Brasile, Giunti, Firenze, 2000 (tit.or. Raìzes do Brasil, José Olimpio, Rio de Janeiro, 1956) -Lévi Strass Claude, Tristi Tropici, il Saggiatore, Milano, 1978 (tit.orig. Tristes Tropiques, Librrairie Plon, Paris, 1955), Saudades de São Paulo, Companhia das letras, São Paulo, Ortiz Fernando, Contrappunto del tabacco e dello zucchero, Rizzoli, Milano, 1982 (tit. orig. Contrapunteo cubano del tabaco y el azúcar, 1940) -Prado Paolo, Ritratto del Brasile. Saggio sulla tristezza brasiliana, Bulzoni, Roma, 1995 (tit.orig. Retrato do Brasil, São Paulo, Duprat-Mayen?a, 1928) -Prandi Reginaldo, Os Candombles de São Paulo, Hucitec, São Paulo, 1991., Mitologia dos Orixás, Companhia das Letras, São Paulo, Remotti Francesco, Le antropologie degli altri. Saggi di etno-antropologia, Paravia, Torino, Ribeiro Darcy, Le Americhe e le civiltà, Einaudi, Torino, 1975 (tit. orig. As Américas e a Civilização, Civilização Brasileira, 1970), O povo brasileiro, Companhia das Letras, São Paulo, Rodrigues Raimundo Nina, O animismo fetichista dos negros bahianos, Reis & Company, Salvador, Vallado Armando, Iemanjá. A grande mãe africana do Brasil, Pallas, Rio de Janeiro, Verger Pierre, Lendas africanas dos orixás, Salvador, Corrupio, Salvador, Viana Hermano, Il mistero del samba. Contaminazioni e fantasmi dell autenticità, Costa & Nolan, Genova-Milano, 1998 (tit.orig. O misterio do samba, Zahar, Rio de Janeiro, 1995) -Zweig Stefen, Brasil, um país do futuro, L&PM Editores, Porto Alegre, 2006

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA RELIGIONE CATTOLICA L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei percorsi scolastici il valore della cultura religiosa e il contributo che i principi del cattolicesimo

Dettagli

Educare con le favore

Educare con le favore Educare con le favore Come inventare e raccontare storie per aiutare i bambini a crescere felici Massimo Fancellu Gli e-book di Àgape www.agapeconsulting.it Raccontare favole ai bambini Come inventare

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Religione Classe: I AM A.S. 2015-2016 Docente: Emanuela Cerato PREMESSA Anche quest anno la programmazione risulterà aderente ai

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PLESSI : Molinelli, Pantano e Orsomarso INSEGNANTI :Biondi Beatrice - D Aprile Carmelina - Di Santo Tiziana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

ESSERE GENITORI OGGI

ESSERE GENITORI OGGI ESSERE GENITORI OGGI II Ciclo di incontri a sostegno della genitorialità 6 0 INCONTRO: Almese 10 Dicembre 2008 TEMA: FAVOLANDO 1 All ingresso del museo dei bambini di Boston c è questa iscrizione: Qui

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri

Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri C ERA UNA VOLTA ULISSE Narrami, o Musa dell eroe multiforme, che tanto vagò dopo che distrusse la rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri OMERO, ODISSEA traduzione di G.A.PRIVITERA

Dettagli

Quando l uomo scoprì di esistere

Quando l uomo scoprì di esistere laboratorio Prerequisiti 1 conoscere i contenuti relativi alla preistoria collocare i contenuti appresi nello spazio e nel tempo comprendere e conoscere il concetto-chiave di cultura Obiettivi riflettere

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

facile Idoli dal miracolo PRIMO PIANO Le sètte in Brasile 4 P O P O L I E M I S S I O N E - N O V E M B R E 2 0 1 1

facile Idoli dal miracolo PRIMO PIANO Le sètte in Brasile 4 P O P O L I E M I S S I O N E - N O V E M B R E 2 0 1 1 4_9_primopiano_novembre_11:BozzaPOPOLI 26/10/11 12:44 Pagina 4 PRIMO PIANO Le sètte in Brasile Idoli dal miracolo facile 4 P O P O L I E M I S S I O N E - N O V E M B R E 2 0 1 1 4_9_primopiano_novembre_11:BozzaPOPOLI

Dettagli

Sono state ideate e condotte 4 letture animate per la scuola Infanzia e Primaria ed altrettanti 4 incontri per l'utenza libera.

Sono state ideate e condotte 4 letture animate per la scuola Infanzia e Primaria ed altrettanti 4 incontri per l'utenza libera. Cristina Sedioli V. Marconi, 15 Montiano (FC) Tel: 0547-314074; 347-7354539 E-mail: cristina.sedioli@alice.it Al Sindaco Fabio Molari Resoconto del progetto Che avventura la lettura Percorsi narrativi

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme.

I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme. I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme. I numeri della Provincia di Madrid, cioè della Spagna. I Redentoristi in Spagna (che storicamente formano la Provincia

Dettagli

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta.

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta. DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

Se non ci siete stati, non potete mancare. Con stima e creanza, Cultura e Resistenza. Nando Citarella

Se non ci siete stati, non potete mancare. Con stima e creanza, Cultura e Resistenza. Nando Citarella Venti di Etnie: compie venti anni il format Etnie, le vacanze etniche per eccellenza, a Marina di Camerota, Cilento (25 agosto - 1 settembre), organizzazione tecnica Milena Giannoni e direzione artistica

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.Galilei www.istitutocomprensivosgt.it CURRICOLO D ISTITUTO a. s. 2012 / 2013 CLASSE : 5 anni SCUOLA INFANZIA Consapevolezza ed espressione culturale / imparare a imparare.

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

Etnocentrismo e relativismo culturale. Lezione

Etnocentrismo e relativismo culturale. Lezione Etnocentrismo e relativismo culturale Lezione ETNOCENTRISMO ETNOCENTRISMO È IL TERMINE TECNICO CHE DESIGNA UNA CONCEZIONE PER LA QUALE IL PROPRIO GRUPPO (IN-GROUP) È CONSIDERATO IL CENTRO DI OGNI COSA,

Dettagli

are a un webinar su p animatori dei percorsi di preparazion ne al matrimonio? eminario web per formare gli onio e alla famiglia della CEI.

are a un webinar su p animatori dei percorsi di preparazion ne al matrimonio? eminario web per formare gli onio e alla famiglia della CEI. Vuoi partecipa are a un webinar su Formazione Online per p animatori dei percorsi di preparazion ne al matrimonio? CHE COS E? Un sem eminario web per formare gli animatori in base aglili Orientamenti pastorali

Dettagli

UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI

UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI TSC: L alunno si confronta con l esperienza religiosa e distinge la specificità di salvezza del Cristianesimo; identifica

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona Introduzione alla nuova edizione - Non ha Dio come padre chi non ha la Chiesa come madre. La celebre intuizione di san Cipriano

Dettagli

Questionario tipi umani

Questionario tipi umani Questionario tipi umani Dare solo una risposta, indicandola con una crocetta, ad ogni item in relazione al livello corrispondente. A - Mi riesce spiacevole realizzare un lavoro non diretto da me. - Se

Dettagli

2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 COS È LA RELIGIONE? Funzionalismo: la religione è fattore di integrazione sociale (Parsons) Prospettiva del conflitto: Le religioni sono il prodotto di lotte: inter-religiose

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 6 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 6 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... VLUME 3 CPITL 6 MDUL D LE VENTI REGINI ITLINE LE MERICHE 1. Parole per capire lla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: altopiano... ambiente naturale... foresta di conifere...

Dettagli

Indice. Introduzione... 5

Indice. Introduzione... 5 ECCOCI signore_eccoci signore 26/10/10 12.56 Pagina 199 Indice Introduzione.......................................... 5 Alcuni interrogativi.................................... 7 La lettura della tradizione................................

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Sul tema della leadership già a partire dai primi anni del novecento sono stati sviluppati diversi studi, che consideravano

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

India : una terra tanto grande quanto misteriosa!

India : una terra tanto grande quanto misteriosa! India : una terra tanto grande quanto misteriosa! Il nome India fu dato dai colonizzatori inglesi alle terre attraversate dal fiume Indo. Il territorio Il parco nazionale reale di Chitwan Nel parco vivono:

Dettagli

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani Segni e simboli nei sacramenti "In quanto essere corporale e spirituale insieme, l'uomo esprime e percepisce le realtà spirituali attraverso segni e simboli materiali" (CCC, n. 1146). Gesù, con i segni

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

Preghiera per la famiglia

Preghiera per la famiglia Domenica 4 ottobre 2009 a San Fidenzio: Chiesa e famiglia: verso una maggior corresponsabilità Preghiera per la famiglia Fa o Signore che nella nostra casa quando si parla, sempre ci si guardi negli occhi.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SS. TRINITA Anno scolastico 2012-2013 Presentazione Si riparte! L inizio di un nuovo anno scolastico è un momento impegnativo per i bambini e per i genitori che iniziano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA PROGRAMMAZION DISCIPLINAR PR COMPTNZ PRIMO BINNIO LICO SCINTIFICO OPZION SCINZ APPLICAT ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BINNIO disciplina: INSGNAMNTO RLIGION CATTOLICA docenti: PACHRA RICCARDO C O M

Dettagli

GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA

GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA scelta ragionata dallo Zibaldone Introduzione di Dante Lepore cm. 14x21, pp. 100 Offerta minima 10 *** Leopardi mette in guardia dal ruolo nefasto della

Dettagli

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt.

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt. CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo Lectio Divina (1 Pt.2,1-5; 3,15) Vocazione e missione della comunità cristiana: il cammino degli

Dettagli

VESTIRE GLI ITALIANI

VESTIRE GLI ITALIANI CANTIERI DI STORIA VI La storia contemporanea in Italia oggi: ricerche e tendenze Forlì 22-24 settembre 2011 www.sissco.it VESTIRE GLI ITALIANI Coordinatrice Emanuela Scarpellini, Università degli Studi

Dettagli

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento Bibliografia Piccola bibliografia di riferimento COSTA padre Eugenio CELEBRARE CANTANDO Manuale pratico per l animatore musicale nella liturgia Edizioni San Paolo (1994) Cinisello Balsamo (Milano) Chi

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Facoltà di Psicologia Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità VOCI DI COPPIE MIGRANTI DAL

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. RELIGIONE CATTOLICA Classi 1 che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l'uomo Identità personale relazione con l'altro: la famiglia, gli amici, la scuola, il mondo. Racconto biblico della

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Follow me into the nature.seguimi nella natura

Follow me into the nature.seguimi nella natura Follow me into the nature.seguimi nella natura PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO 2014-2015 INFANZIA 1 PERCORSI DIDATTICI PROPOSTI CONOSCERE LA NATURA E L AMBIENTE: AMICO ALBERO IL MERAVIGLIOSO MONDO

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

ARTICOLO 4 di Veronica Longhini

ARTICOLO 4 di Veronica Longhini ARTICOLO 4 di Veronica Longhini NESSUN INDIVIDUO POTRA ESSERE TENUTO IN STATO DI SCHIAVITU O DI SERVITU ; LA SCHIAVITU E LA TRATTA DEGLI SCHIAVI SARANNO PROIBITE SOTTO QUALSIASI FORMA Il fenomeno della

Dettagli

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo.

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo. 'II peccato Immaginate che un caro amico vi regali un palazzo pieno di splendidi oggetti. È tutto vostro e potete godervelo! In cambio Egli vi chiede una sola cosa: "Per piacere, non gettarti dal torrione

Dettagli

Lo studio digitale. Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete

Lo studio digitale. Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete Lo studio digitale Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete Roberto Maragliano Università degli Studi Roma Tre r.maragliano@gmail.com Le tecnologie possono essere viste come veicoli.

Dettagli

ricerca di relazioni sociali e affettive fuori dalla famiglia, con i coetanei; è

ricerca di relazioni sociali e affettive fuori dalla famiglia, con i coetanei; è L adolescenza è una fase di sviluppo che copre approssimativamente il periodo che va dagli 11 ai 22 anni. La parola pubertà è spesso utilizzata per denotare manifestazioni fisiche dello sviluppo sessuale.

Dettagli

FIABE, FAVOLE E FANTASIA

FIABE, FAVOLE E FANTASIA SCUOLA DELL INFANZIA SACRO CUORE DI NOVARA LABORATORIO DI STORIE FIABE, FAVOLE E FANTASIA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONE COCCINELLE (BAMBINI DI 4 ANNI) INSEGNANTE: BRUGNONE MARIA Il progetto laboratoriale

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

CODICE ETICO RSA Casa San Gaetano

CODICE ETICO RSA Casa San Gaetano CODICE ETICO RSA Casa San Gaetano Opera Don Guanella PREMESSA La Casa San Gaetano di Caidate di Sumirago ha tra i sui servizi un R.S.A. accreditata al SSR la cui attività è finalizzata a realizzare prestazioni

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DELLA RELIGIONE CATTOLICA PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DELLA RELIGIONE CATTOLICA PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE. TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DELLA RELIGIONE CATTOLICA PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE. APPENDICE: INTEGRAZIONI ALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA D INFANZIA E PER IL

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014 I LICEO EUROPEO FINALITA FORMATIVE: L alunno deve riconoscere che la domanda di assoluto è presente in ogni uomo e quindi come la religione sia fortemente ancorata alla dimensione esistenziale dell uomo

Dettagli

Nido Integrato Pesciolino Rosso

Nido Integrato Pesciolino Rosso Trivignano - Venezia Via Chiesa 18/C 30174 Tel. Fax 041-909271 - Scuola Paritaria - sito internet: WWW.REGINAPACE.IT Scuola dell Infanzia REGINA DELLA PACE Nido Integrato PESCIOLINO ROSSO PROGETTO EDUCATIVO

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli