Il Comune ha finito i soldi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Comune ha finito i soldi"

Transcript

1 Anno 2010 n. 2 Periodico di informazione trimestrale a cura del comune di Filottrano Il Comune ha finito i soldi E una frase ricorrente che alcuni cittadini pronunciano in buona fede, ma più spesso a motivo di accusa nei confronti dell Amministrazione Comunale che non realizza un opera pubblica o non elargisce un contributo. Vorrei rassicurare tutti quanti che il Comune non ha finito i soldi. Anche quest anno, come leggerete più dettagliatamente nelle pagine interne, è stato approvato un bilancio consuntivo relativo all anno 2009 con un saldo di amministrazione attivo di oltre ,00 euro di cui circa ,00 disponibili e che potrebbero essere spesi. Ho detto che potrebbero essere spesi non che possono. Infatti a causa dell ormai famigerato patto di stabilità, una norma statale imposta dalla normativa europea che con difficoltà riesco a comprendere, pur avendo soldi in cassa non è possibile spenderli, né accendere mutui per finanziare opere pubbliche. Da qui anche il motivo dei ritardi nei pagamenti ai fornitori. Tutto ciò al fine di non superare un determinato tetto di spesa. Se questo ha un senso per i Comuni indebitati non ne ha alcuno per quelli che non hanno debiti come Filottrano. Le conseguenze dello sforamento sono molto pesanti: la diminuzione dei trasferimenti dei fondi dello Stato all Ente, il divieto di assunzione di personale oltre che il divieto di ricorrere al credito. La manovra del Governo apportata con il decreto legge n. 78 del 31/05/10 ha introdotto ulteriori restrizioni a danno dei Comuni che, pur essendo gli Enti più virtuosi della Pubblica Amministrazione e quelli in prima linea nella soddisfazione dei bisogni dei cittadini, sono stati chiamati ad affrontare ulteriori sacrifici per sanare il deficit dello Stato. Per cercare di far quadrare i conti ecco quindi il ricorso alla tanto vituperata vendita dei beni immobili di proprietà dei Comuni, i cui ricavati possono essere spesi immediatamente a differenza di altre somme. Il momento non è certamente dei più propizi per il mercato immobiliare e comunque una volta alienati tutti si ritorna punto a capo. Stanti le cose in questa maniera e salvo modifiche al decreto legge, che al momento in cui scrivo non sono prevedibili anche se auspicabili e chieste a gran voce da tutti i Sindaci d Italia, per il futuro saranno necessari tagli ulteriori al bilancio in quei settori di non fondamentale importanza. Purtroppo sono sacrifici che siamo chiamati a compiere non per la dissennatezza di chi amministra Filottrano, ma in ottemperanza ad una legge statale, la cui violazione porterebbe conseguenze ben più A tutte le famiglie Poste italiane-tariffa pagata Pubblicità Diretta DCO/DCI AN aut.n.52 del 05/05/2003 gravi, almeno sulla carta. Non vorrei infatt i, che come troppe volte avviene in Italia, ai Comuni ben amministrati, non venga concesso alcun riconoscimento e che vengano invece equiparati a coloro che non hanno ben operato. E chiaro che cercheremo di rispettare la legge limitando al minimo i tagli. Confido, nel caso sarà necessario, nella comprensione dei cittadini, derivante dalla conoscenza dei motivi che addurranno tali scelte. Il sindaco Francesco Coppari

2 Periodico trimestrale Anno XXIV n. 1 - aprile 2010 Aut. Trib. Ancona n. 22 del Direttore Francesco Coppari Direttore Responsabile Daniela Stallone Comitato di Redazione Ivana Ballante Claudio Coppari Progetto grafico Massimo Meschini Stampa Aniballi Grafiche s.r.l. - Ancona Redazione Sede Municipale di Filottrano Questa pubblicazione viene mandata a indirizzi AVVISO CONSEGNA ARTICOLI Il materiale per il prossimo numero di Filottrano Notizie dovrà essere consegnato entro il 3/settembre/2010. Gli articoli non devono tassativamente superare le 3000 battute,salvati con estensione.doc (Word), possono essere spediti via posta elettronica all indirizzo o presentati su floppy disk direttamente presso la Biblioteca comunale Emilio Bianchi. Il materiale fotografico o in originale o su file jpg a 300 dpi di risoluzione può essere inviato insieme all articolo alla mail sopra indicata o presentato direttamente in biblioteca comunale.il comitato di redazione non pubblicherà gli articoli fuori misura. Il Comitato di Redazione L ANAGRAFE AL Popolazione residente Nati 34 Morti 37 Immigrati 71 Emigrati 45 Popolazione residente Nuclei familiari 3659 Matrimoni rito civile 2 Matrimonio rito religioso 2 Le indennità degli amministratori Prendo spunto da una interpellanza presentata da un gruppo consiliare di minoranza con la quale è stata chiesta una autoriduzione del compenso degli amministratori. Tale proposta era già stata avanzata in campagna elettorale dalla lista civica che forma l attuale gruppo di minoranza promotore dell istanza e fu sonoramente bocciata dagli elettori unitamente al candidato Sindaco. I cittadini capirono che si trattava, allora come oggi, di una proposta demagogica e volta ad acquisire facili consensi che prevedibilmente non sono venuti. Né io né gli assessori abbiamo qualcosa da nascondere o di cui vergognarsi per le indennità che percepiamo, che certo non si possono definire principesche per l impegno costante profuso nell amministrazione dell Ente e per le responsabilità che ne derivano. La mia indennità netta è di 1.500,00 mensili mentre gli assessori percepiscono, soltanto alcuni peraltro, una indennità massima di circa 800,00 mensili. Esse non sono state mai aumentate nel corso degli ultimi anni anche se era possibile farlo. Le indennità di missione vengono rinunciate e quasi sempre vengono utilizzati i mezzi propri per trasferimenti connessi alle necessità dell Ente. Le spese di rappresentanza degli amministratori sono pressoché nulle. Non ci sentiamo proprio di appartenere alla casta, né di gravare o di campare a sbafo sulle spalle della cittadinanza. Non ci identifichiamo di certo nei politici di professione che siedono in parlamento od in consiglio regionale e percepiscono svariate migliaglia di euro. Cerchiamo di ben amministrare e di risolvere le quotidiane necessità della cittadinanza. Le indennità, nel nostro caso, costituiscono nulla più che l equo compenso dell impegno e della dedizione profuse. Il sindaco Francesco Coppari Il comitato di redazione risponde Approfittiamo delle osservazioni di Elisa Pasquini nel precedente numero del giornalino per inaugurare questa nuova rubrica, che sarà presente nel giornalino ogniqualvolta il comitato di redazione ha la necessità di rispondere a sollecitazioni o di comunicare con i lettori. Nell articolo dal titolo Nuovo Filottrano notizie Elisa effettua delle proposte per migliorare il giornale e delle critiche costruttive sull operato del Comitato. Alcuni passaggi presenti nell articolo però ci hanno fatto sorgere il sospetto che le modalità di predisposizione del giornalino non sono molto conosciute dai lettori ed è per questo che intendiamo soffermarci su alcuni dei punti sollevati: Il giornalino deve avere almeno 4 uscite annue. I ritardi che si sono verificati subito dopo le elezioni comunali e nell ultima pubblicazione sono dovuti essenzialmente ai tempi tecnici per la nomina del comitato di redazione e per la legge della par-condicio nelle elezioni Regionali; La composizione del comitato e le funzioni sono disciplinate da un apposito regolamento approvato tempo fa. Una sua eventuale revisione è in corso di discussione presso la commissione Affari Generali. Il Comitato non è composto da due persone ma da quattro che sono: il Sindaco; il responsabile del periodico; un rappresentate della maggioranza; uno della minoranza; Gli articoli che vengono pubblicati sono quel- li che le forze politiche, le associazioni, i centri culturali e i privati inviano al giornale. Nei numeri prodotti dall insediamento del nuovo Comitato di Redazione non è stata effettuata nessuna esclusione di nessun tipo e di conseguenza nessuna discriminazione; Pur concordando sull auspicio di avere una sempre maggiore qualità e chiarezza di esposizione negli articoli, non possiamo non evidenziare che questo non dipende tanto dal Comitato, che funge per molti aspetti più da arbitro che da giocatore, ma principalmente da chi invia il materiale; La differenza di standard tipografico che si è registrata in particolare nei numeri che hanno subito ritardi è stata dettata unicamente dall esigenza di pubblicare tutti gli articoli che erano pervenuti senza aumentare le pagine, che ricordiamo sono a blocchi di 4, con conseguente aggravio di costi. L argomento è stato comunque affrontato anche nel corso dell ultima riunione e nel limite del possibile si cercherà di utilizzare per tutti lo stesso Font; Nell auspicare un sempre maggior coinvolgimento anche per poter dar vita in futuro a nuove forme di fruizione dei contenuti, rassicuriamo Elisa e tutti i lettori che qualsiasi suggerimento sarà analizzato dal Comitato di redazione sempre con la massima attenzione soprattutto quando questo è volto ad aumentare la partecipazione e la qualità. 2

3 Lettera a Michele. Grazie! Caro Michele,sono passati ormai sei anni da quell aprile 2004 quando abbiamo avuto il piacere di nominartti Ambasciatore Ideale della Città di Filottrano. Mai titolo fu più azzeccato per un campione che, in tutti questi anni, ha tenuto alto e diffuso il nome della nostra Città. E tutta Filottrano, caro Michele,insieme alla Tua famiglia e al Tuo Fan Club,sempre e ora al Giro d Italia 2010, ha pedalato con Te. Abbiamo tutti seguito, chi da casa e chi lungo i tragitti, con passione e ansia le Tue fatiche. Ti abbiamo visto sudare in salita e puntare sempre dritto alla meta. Ci siamo commossi per la strameritata vittoria della tappa dell Aprica, non a caso la tappa più dura del Giro!Abbiamo tutti sperato fino all ultimo con Te di vederti su quel podio al centro dell Arena di Verona, seguendo con trepidazione il duello finale con Nibali. Purtroppo,per soli 12 secondi non ci sei riuscito! Ma questo per noi è un dettaglio. TU SEI LA NOSTRA MAGLIA ROSA! Una maglia che avresti più che meritato e non solo per le Tue indiscutibili abilità atletiche ma anche per le Tue doti umane apprezzate da chiunque: spontaneità, fantasia, e simpatia. Sei riuscito a sorridere e ironizzare anche dopo prove snervanti e nei momenti in cui avresti magari preferito allontanare la telecamera. Mi viene in mente il Processo alla Tappa del 26 maggio (17 Tappaarrivo Pejo Terme) quando, di tutta risposta alla conduttrice che esordiva con un Hai guadagnato un secondo!, hai commentato con un Bè buono, dai!! un secondo alla volta meglio un secondo guadagnato che uno perso! E proprio questo spirito che Ti rende speciale: non hai mai rinunciato ad essere te stesso! Ai trionfi del passato, quest anno hai aggiunto altri successi che ricordo,sperando di non tralasciare niente: 7 al Giro Sardegna, 9 alla Classica Sarda, 2 alla Tirreno Adriatica (pari tempo con il primo classificato Garzelli), 1 posto alla Settimana Lombarda, 6 al Giro del Trentino. Nonostante le fatiche di queste corse, non Ti sei risparmiato ed hai affrontato da indiscusso protagonista il Giro di Italia, un giro che hai conquistato con le Tue sole forze, fisiche e mentali, a differenza di chi ha avuto la fortuna di avere un gruppo compatto alle spalle. Complimenti Michele da parte mia, dal Sindaco Coppari, dalla Giunta e dai Tuoi concittadini grazie di cuore per le emozioni che ci hai regalato e per quelle che ci regalerai! E per concludere alla Paolo Belli Pedala, non fermarti mai, pedala più forte che puoi, la vita è una montagna, dietro ogni curva c è tanta fatica ma la vita è un impresa infinita Pedala, pedala e poi girati, ne vale la pena, guarda la strada che hai fatto è la più bella che c è. Vice Sindaco Ivana Ballante Il nostro Giovanni Santarelli e la Scienza Toponomastica Dopo la Battaglia di Filottrano, Giovanni Santarelli ha presentato lo scorso 10 giugno presso la sala della Biblioteca Emidio Bianchi, con la partecipazione del Sindaco Avv. Francesco Coppari, della sottoscritta e di un numeroso pubblico, un altra grande opera dal titolo Filottrano: le contrade raccontano. Toponomastica e onomastica dal mille ai nostri giorni. Graditissima la presenza anche del Prof. Gilberto Piccinini, Presidente della Deputazione di Storia Patria per le Marche che ha voluto inserire la pubblicazione, frutto del lavoro di un valido studioso, degno di essere conosciuto ed apprezzato ben oltre i confini della sua città nella collana degli Studi e Testi. ll nostro autore ha sfidato questa volta una materia scientifica, la toponomastica, una disciplina che, camminando affianco alla storia, ci aiuta a capire la genesi ed i significati di nomi di luoghi ove l uomo ha lasciato segni indelebili del suo passaggio. Molti i nomi che ci sono familiari e che usiamo anche quotidianamente senza sapere il loro perché. Molti i nomi che, talvolta corrotti o trasformati dall uso, nel succedersi delle lingue e delle culture, sono stati tramandati fino ai giorni nostri. Ed è sulle tracce della nostra storia che ha sapientemente camminato Giovanni Santarelli, avvalendosi anche della preziosa collaborazione della cara e compianta Prof.ssa Maria Teresa Camilloni, cui peraltro l opera è dedicata. L autore, dopo la brillante idea nata quasi vent anni fa, proprio mentre stava esaminando nella nostra Biblioteca Comunale una tesi di laurea del Dott. Luciano Saraceni ove venivano indicati nomi di contrade della Filottrano del 700, attraverso scrupolose ricerche archivistiche e bibliotecarie nonché sopralluoghi, perlustrazioni e testimonianze, ha svelato il significato storico di ben 194 toponomi, offrendo la grande opportunità di approfondirne la conoscenza. Quest opera è un viaggio che ci conduce attraverso i secoli spaziando dalle spiegazioni dei nomi delle contrade a quelli di monumenti, strade, fiumi, castelli, monasteri, fonti e personaggi filottranesi. Giovanni Santarelli ha colmato un vuoto: mancava infatti fino ad oggi un opera di sintesi dell ampia gamma dei nostri nomi di luogo mancava insomma un opera omnia di toponomastica filottranese. Non possiamo che essere profondamente grati al nostro instancabile ricercatore. Se oggi basta sfogliare una pagina, o consultare comodamente un indice, per rispondere alla domanda perché si chiama così, questo lo dobbiamo al prezioso lavoro che Giovanni Santarelli, con pazienza, curiosità, vivacità intellettuale, ha svolto per Filottrano. Assessore alla Cultura Ivana Ballante 3

4 Bilancio di previsione 2010 e bilancio consuntivo 2009 Progetto A9 città sicura Il 13 Aprile 2010 il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione 2010 e la relativa relazione previsionale e programmatica. Tale bilancio è condizionato dalla legge finanziaria che, in presenza di un blocco sul fronte delle entrate tributarie fino al 2011 e di una diminuzione dei trasferimenti statali ci impone di risparmiare condizionando le scelte politiche specialmente sulla parte corrente che rimane sempre più compressa. Il nostro Comune deve rispettare il patto di stabilità che ha l obiettivo di ridurre la spesa degli Enti Locali. Nel bilancio sono racchiuse le esigenze dei cittadini che occorre soddisfare con servizi,con opere,con strutture e non è facile perché si hanno molte incertezze sulle entrate e tante certezze sulle uscite. Quindi poco resta nella discrezionalità dell ente che comunque deve far fronte ai servizi importanti della collettività. Si è cercato di contenere il più possibile gli aumenti delle tariffe dei servizi a domanda individuale, mediamente + 3% che non riesce a coprire nemmeno l aumento effettivo del costo reale del servizio. Al SOCIALE abbiamo destinato il 21,36% del totale delle spese correnti questo per cercare di venire incontro alle famiglie in difficoltà. Un bilancio di previsione 2010 che prevede un totale dell entrata e di spesa di Si è cercato di fare scelte politiche in base alle più pressanti necessità e nel rispetto del programma elettorale proposto ai cittadini. Il 29/04/2010 il Consiglio ha esaminato ed approvato il consuntivo E stato fatto il possibile,è stato rispettato il piano delle opere pubbliche ad eccezione della copertura dei campi da tennis questo a causa di una emergenza verificatesi nell edificio delle scuole elementari che ci ha costretti ad impegnare ingenti somme per la messa in sicurezza di quei locali. Si è riusciti a finanziare l asilo nido, è stato creato un nuovo spazio riabilitativo per i pazienti affetti da patologie mentali,sono stati messi a disposizione delle associazioni i locali,sono stati garantiti gratuitamente i servizi a rete e gli arredi. Sono state soddisfatte le esigenze della scuola, delle parrocchie, della casa di riposo, delle associazioni di volontariato e culturali. Si è avuto un aumento delle Spese legali dovute per contrastare il progetto della Provincia di Ancona di realizzare la discarica nel nostro territorio. Il bilancio consuntivo dell anno 2009 si è chiuso con un avanzo e con il faticoso rispetto del patto di stabilità. Parte dell avanzo totale di ,96 rimane vincolato mentre la restante parte di ,03 rimane disponibile ed utilizzabile secondo i limiti imposti dal patto di stabilità. Non si è ricorso all indebitamento e non sono stati contratti nuovi mutui. Questo consuntivo si può definire virtuoso perchè rispetta tutte le norme di legge vigenti in materia. Assessore al Bilancio Nunzio Pasquini Il Comune di Filottrano ha aderito alla società Sic 1 Srl che ha elaborato il progetto A9 Città sicura con lo scopo di offrire ai comuni soci uno strumento tecnologico di video-sorveglianza e di registrazione delle immagini,anche di notte,per contrastare l attività delittuosa. Questo sistema garantisce la massima sicurezza delle zone coinvolte creando una cintura di Comuni che lavorano fianco a fianco per i cittadini. Identificati i luoghi sensibili e le vie di accesso e fuga dalla città vi si inseriscono sistemi tecnologici di rilevazione intelligente che sono in grado di produrre allarmi. Ad ogni allarme,la visualizzazione viene inviata ad unica centrale di controllo dove un operatore decide se promuovere l allarme al secondo livello oppure di controllare la situazione o di annullarlo. Se l allarme viene promosso al secondo livello tutto il sistema si allerta e vengono inviate alle Forze dell ordine continue informazioni in modo che possano intervenire entro 20 minuti dall atto criminoso. Le centrali di controllo istallate nei vari Comuni hanno la funzione di registrazione. Questo progetto è stato caldeggiato dal Prefetto di Ancona in seno al Comitato provinciale per l ordine e la sicurezza pubblica del 14/03/2007. La Sic 1, incaricata della realizzazione e gestione del progetto, ha : 1) fornito ed istallato l apparecchiatura hardware e software ; 2) raccolto la documentazione necessaria per la elaborazione del progetto esecutivo; 3) effettuato sopralluoghi nei siti per verificare la fattibilità delle istallazioni e per individuare la tipologia di telecamera, di sensori,ecc; 4) istallato le apparecchiature individuate; 5) tenuto il corso di gestione operativa del sistema al personale di questo Comune. Attualmente funzionano 14 telecamere ma le riprese non sono ben chiare per un problema di banda per il quale la ditta sta completando i lavori necessari per poter poi eseguire il collaudo entro questo mese di Giugno. La Sic 1 deve provvedere alla manutenzione del sistema e a garantire il corretto e continuo funzionamento. La manutenzione è gratuita per il 4 primo anno a decorrere dalla data del collaudo, successivamente è di 3.100,00 all anno IVA compresa. Per l utilizzo della banda di connettività, che permette la trasmissione dei dati è previsto un corrispettivo annuo di 1.200,00. La spesa a carico del nostro Comune è di ,10 che corrisponde al 50% del progetto mentre il resto è pagato con finanziamento regionale. Di questa cifra il Comune ha pagato ,64 per i lavori eseguiti e per il materiale fornito il resto verrà liquidato quando il sistema sarà collaudato e funzionante. Inoltre, il Comune ha pagato ,03 per allacci Enel, materiale elettrico, plinti, pali, ecc. La nostra situazione è similare a quella di quasi tutte le altre amministrazioni della Provincia di Ancona a noi vicine territorialmente e che hanno aderito a questo progetto. Assessore P.M. Nunzio Pasquini

5 Le resistenze rimosse Il PCI ha sempre imposto un uso proprietario e propagandistico di una Resistenza mitizzata di cui, grazie ai suoi partigiani, si è proclamato unico attore. Uso finalizzato ad avere quella legittimazione nel sistema democratico che la sua natura totalitaria gli negava. Senza dimenticare che uno degli obiettivi dei comunisti è stato la conquista del potere secondo il modello sovietico. Per questi motivi ritengo che si debba parlare di Resistenze al plurale, che, anche se non decisive sul piano militare, hanno avuto grande valore morale e politico nel processo di rinascita democratica dell Italia. Il modo più giusto, quindi, per celebrare il 25 Aprile e la Liberazione di Filottrano è onorare soprattutto le Resistenze rimosse dalla predominante storiografia comunista - agevolata dall inconsistenza culturale DC, a partire dai libri scolastici - perché fatte da uomini non comunisti. La Resistenza dei partigiani di diverso orientamento e di personaggi come Pizzoni e Cadorna, fondamentali nella guida della stessa e nei rapporti con gli Alleati. La Resistenza contro i tedeschi di nostri militari a Cefalonia, abbandonati a sé stessi dopo l 8 settembre 43, di cui morti combattendo, trucidati o annegati. La Resistenza dei nostri militari internati nei lager tedeschi. Non considerati come prigionieri ma come traditori e banditi, quindi esposti ad ogni vendetta. Privi di tutela ed assistenza e utilizzati come schiavi nelle fabbriche belliche. Hanno preferito soffrire - almeno il 10% è morto di fame, malattie e sotto i bombardamenti - pur di non combattere al fianco dei nazifascisti. Mio padre è stato uno di loro. Rimpatriato nel settembre 45, ha saputo solo allora che mio nonno era deceduto durante la Battaglia di Filottrano, costretto dai tedeschi a trasportare munizioni. Per loro il Governo non aveva organizzato nemmeno un servizio postale per comunicare con le famiglie! La Resistenza dei ragazzi in divisa della generazione sfortunata. In , con morti, hanno affiancato gli Alleati come combattenti nel Corpo di Liberazione (con un tetto imposto di ) o come ausiliari o nelle Aggiornamenti sulla nostra R.S.A. retrovie. Ciò dopo un lento travaglio e la conversione attraverso la via crucis dalle sabbie africane alla ghiacciata steppa russa e dopo aver compreso sulla loro pelle l immane tragedia del fascismo. Si sono gettati il passato alle spalle e hanno scommesso la vita per un altra Italia. Eppure nei libri scolastici, come immagine simbolo dei nostri militari, è stata proposta per decenni la locandina del film Tutti a casa! E un popolo maturo quello che riconosce ai giovani il diritto di apprendere la storia vera, solo così maestra di vita, senza rimozioni o adattamenti politici. Solo onorando tutte le Resistenze, il 25 Aprile e il 9 Luglio possono assurgere a celebrazioni mature e di riconciliazione e a monito affinché le tragedie del passato non si ripetano. Consigliere Coppari per Filottrano Dott. Nazzareno Paolucci Bonus gas ed energia In seguito ad una nostra protesta, nel mese di Novembre 2009 il Dott. Mingione, Direttore dell Asur Zona Territoriale n. 5, con un comunicato stampa rassicurava tutta la cittadinanza filottranese che il 26 aprile 2010, i lavori di ristrutturazione della nostra R.S.A., chiusa da ben 5 anni, sarebbero terminati. In un successivo incontro avvenuto il 25 marzo, tenutosi nella nostra Sede Comunale alla presenza dei Dirigenti, Progettisti e collaudatori è stato presentato il crono programma per la fase finale della ristrutturazione e l effettiva messa in funzione della R.S.A. I lavori delle imprese ad oggi sono effettivamente terminati. Entro giugno 2010 saranno completati i collaudi. Nella Gazzetta Ufficiale del 23/04/2010 è stata pubblicata la gara d appalto degli arredi con scadenza 11/05/2010. Essi verranno montati entro agosto Sono già in atto le procedure di rito per la dotazione organica del personale medico, infermieristico e assistenziale. L apertura della struttura è prevista entro il mese di settembre L Assessore alla Sanità Dott.ssa Cristina Cenci Si ritiene fare cosa gradita, informare i nostri concittadini sugli nterventi, per il Bonus Energia e Gas a sostegno delle famiglie in difficoltà, previsti dalla manovra anticrisi del Governo, pubblicizzati anche da alcune emittenti televisive. Consiste nella riduzione delle tariffe per l energia elettrica e per il gas per uso domestico da parte di famiglie che dispongono di un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente), cioè la versione riveduta e corretta del vecchio redditometro, non superiore a euro. L agevolazione spetta anche alle famiglie con almeno 4 figli a carico e con Isee non superiore a euro. La riduzione è prevista anche per l utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche e non è vincolata a situazioni di disagio economico. Le domande vanno presentate, dal 01/07/2010, previa compilazione dell apposito modulo, presso i CAF ( Centri di Assistenza Fiscale) convenzionati con L Ente, ed occorre allegare la dichiarazione Isee e la fotocopia di un documento di riconoscimento. Per le eventuali informazioni, gli interessati possono rivolgersi anche presso l Ufficio Servizi Sociali del Comune di Filottrano, nei giorni e negli orari di ricevimento del pubblico. L Assessore alle Politiche Sociali Dott.ssa Cristina Cenci 5

6 Nuova scuola materna L incarico alla ditta aggiudicataria è stato revocato. La seconda ditta in graduatoria ha accettato l esecuzione dei lavori. Si sta procedendo alla relazione dello stato di consistenza delle opere eseguite e con la verifica della regolarità di esse. I lavori ripartiranno prevedibilmente agli inizi del prossimo mese di settembre. Non esiste alcun contenzioso giudiziario con i tre proprietari del terreno espropriato. Uno ha accettato subito l indennità di esproprio così come determinata dal Comune. I due rimanenti hanno attivato un procedura stragiudiziale prevista dalla legge senza alcun valore vincolante per le parti qualora l esito non fosse da loro accettato. A seguito di essa, il terzo arbitro nominato dal Presidente del Tribunale ha stimato il valore dei due terreni espropriati in ,00 complessivi. Nessuna delle parti, né i proprietari dei terreni né il Comune ha accettato il verdetto della procedura. Pertanto i proprietari che volessero vedere riconosciuto il loro asserito diritto dovrebbero ricorrere alle competenti autorità giudiziarie che non necessariamente potrebbero confermare l esito della procedura. Con uno Una bella domenica di sport di essi si è raggiunto un accordo formalizzato con la delibera di Giunta n. 76 del 17/05/2010 che prevede la retrocessione al suddetto di una fascia di m.11 di terreno e il pagamento della parte rimanente al prezzo agricolo così come già in origine determinato dal Comune. Con l ultimo proprietario sono in corso trattative. Il Sindaco Francesco Coppari La Polisportiva Atletica EXTRA Filottrano ha magistralmente organizzato la quarta edizione del Trofeo Extra che si è tenuta domenica 30 maggio e che ha visto sfilare tantissimi atleti per le vie della nostra Città. Oltre ad essere stata una gran bella corsa podistica con centinaia di partecipanti fra uomini e donne, si è celebrata una festa dello sport vera e propria, grazie al lavoro del Gruppo Podistico EXTRA guidato dal Presidente Sani ed al contributo della protezione Civile, della Croce Rossa, della Società dello Stivale nonché al Patrocinio del Comune di Filottrano. Di nuovo un successo per la Polisportiva Atletica EXTRA dimostrato dal fatto che ogni anno i partecipanti sono sempre più numerosi, per la gratificazione di un Gruppo Podistico che si sta consolidando e vede aumentare l interresse di tutti per la qualità delle proposte offerte durante tutto l anno. Perciò un sincero grazie da parte dell Amministrazione Comunale alla Polisportiva Atletica EXTRA ed in particolare ai quattro amministratori e fondatori, Silvestroni Roberto, Coppari Leonardo, Papa Matteo e Stefano Sani che ormai da anni, riescono a soddisfare la voglia di sport e di divertimento non solo dei filottranesi, dai più giovani ai meno giovani, ma anche di molti ragazzi che vengono da fuori, facendo così un ottima pubblicità anche alla Città di Filottrano. L Assessore allo Sport Juri Ragonio Perle urbanistiche filottranesi Nell indifferenza quasi generale si stanno consumando due (ennesimi) scempi del territorio e del paesaggio filottranesi. Peggiori, se possibile, di un corso del popolo sciaguratamente ripensato, rispetto al progetto originale, con marciapiedi che sembrano studiati ad arte per far inciampare e cadere qualche anziano, costringere chi ci passa a singolari file indiane e assistere agli slalom fra le auto di neonati in carrozzina. Peggiori, se possibile, dell infelice proposito di dare il colpo di grazia a giardini pubblici, già in stato comatoso, sbancandoli per costruirvi un improbabile parcheggio. Stiamo parlando di Centofinestre e di Piazza Dante (piazza delle erbe). Luogo (ex) incantevole il primo e potenzialmente bellissimo il secondo. Chi ha avuto la ventura di passarci, in questi ultimi giorni di maggio, sa bene di cosa stiamo parlando. Scempi, dicevamo, operati dalla precedente amministrazione il primo, dall attuale il secondo, entrambi sotto il segno di un sindaco che non vuole (o non riesce a) liberarsi dall abbraccio soffocante del suo predecessore ed attuale assessore all urbanistica. Con la preoccupazione, nel primo caso, che dopo la sfortunata scomparsa della marchesa Rangoni Machiavelli (che sapevamo impegnata in prima persona a garantire, quantomeno, l estetica del progetto), oltre a vedere intrinsecamente oltraggiato uno dei più bei panorami filottranesi, si debba correre anche il rischio delle solite brutture da condominio di periferia, tipiche dell edilizia di questi tempi. Con il fastidioso sospetto, nel secondo caso, (è vox populi, ma speriamo che non sia vero) che, forse per porre rimedio a qualche errore di progettazione nella recente ristrutturazione della locale Banca di Credito Cooperativo, i filottranesi debbano essere privati di una delle poche possibili viste rimaste a una cittadina che ne è stata già abbondantemente spogliata. Pensate ai paesi del circondario, tutti in collina come il nostro, pensate ai panorami cui è possibile assistere da quelli, poi pensate a Filottrano! Con l alternativa di dispiacervi e protestare o, come troppo spesso accade, purtroppo, fregarvene e rifugiarvi nel privato. Due ultime considerazioni. La prima: leggete i nomi della coppia di progettisti e direttori lavori sul cartellone a Centofinestre, poi, magari dopo una veloce ricerca su Google, potreste scoprire di trovarli collegati a dipendenti e consulenti del Comune. La seconda: poiché è innegabile che anche in questo caso l interesse della comunità venga sacrificato a favore di privati e che, volendo escludere altri possibili motivi, tutti peggiori, ciò venga fatto per ragioni di cassa, è evidente che la incapacità di questa amministrazione di trovare fonti alternative di finanziamento, più volte denunciata, la porti a questa continua e disgraziata svendita del territorio. Che è di tutti. Filottrano avrebbe bisogno di ben altro. Gruppo consiliare PROGETTO FILOTTRANO Gianfranco Giretti 6

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli