Paulus V Burghesius Romanus. Il Duomo di Milano è un opera corale, nata NON C E FUTURO SENZA SOLIDARIETA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Paulus V Burghesius Romanus. Il Duomo di Milano è un opera corale, nata NON C E FUTURO SENZA SOLIDARIETA"

Transcript

1 NON C E FUTURO SENZA SOLIDARIETA Vorrei incominciare il mio intervento portandovi i saluti del card. Dionigi Tettamanzi, con il quale mi trovavo fino a poco tempo fa. Per tutta la giornata, infatti, l Arcivescovo ha incontrato con me alcuni vicari episcopali di zona e decani per riprendere i risultati delle ultime visite pastorali effettuate. La cosa interessante è che anche in questa occasione si è ripetuto un simpatico gesto a cui ormai ho già assistito più volte in questi mesi. Al termine dell incontro, un decano, salutando l Arcivescovo, gli ha consegnato una busta dicendo: «Ieri nella mia parrocchia abbiamo celebrato la patronale dei Santi Pietro e Paolo: ecco l offerta per il Fondo Famiglia Lavoro che i miei parrocchiani hanno raccolto durante la festa». Il consuntivo della raccolta delle offerte che tra poco il presidente del Fondo, mons. Testore, è pertanto da aggiornare Sempre come premessa, vorrei confidarvi un pensiero che mi è venuto mentre passavo poco fa vicino al Duomo. Quando in gennaio si discuteva alla presenza dell Arcivescovo che è molto attento anche ai particolari delle iniziative diocesane - con quale logo identificare il Fondo, si era escluso di ricorrere all immagine del Duomo, ritenendola troppo ovvia e generica (in realtà, un richiamo sui depliant e sui manifesti, è stato poi inserito ). Pensandoci bene, però, il Duomo può davvero rappresentare con chiarezza il senso di questa iniziativa. Non so se vi siete mai domandati chi abbia fatto il Duomo. Non c è il nome di un architetto o di un artista. Non c è neppure un richiamo al committente dell opera, come esiste e lo dico con tutto il rispetto dovuto - sulla basilica di San Pietro a Roma, dove proprio in mezzo alla facciata spicca Paulus V Burghesius Romanus. Il Duomo di Milano è un opera corale, nata dall apporto piccolo o grande di tutti, appartenenti alle molte generazioni che si sono succedute lungo i secoli. Ancora oggi ed è un particolare molto significativo esiste una regola della Fabbrica del Duomo per cui l artista che realizza una nuova statua non può firmare la propria opera e, se lo fa, il suo nome viene cancellato Sì, il Duomo rappresenta bene un opera di condivisione e di solidarietà tra tutti.

2 Riferendomi ora al volume del Cardinale, vorrei soffermarmi sul legame affermato come necessario dall indovinato titolo tra futuro e solidarietà. Penso sia importante, prima di delineare questa relazione, chiarire il senso dei due concetti: futuro e solidarietà. Si tratta, infatti, di termini non univoci. Partirei dal concetto di solidarietà. In modo molto schematico ritengo si possano individuare due accezioni di questo termine. Il primo modo di intendere la solidarietà è descritto molto bene e con grande precisione e passione nel libro del Cardinale, in particolare nel secondo capitolo: La solidarietà e il suo fondamento. La solidarietà viene qui intesa come l espressione e la realizzazione concreta di quella trama di relazioni che costituisce la persona, le formazioni sociali in cui ciascuno sviluppa la propria personalità (a partire dalla famiglia), la società nel suo insieme. La persona, infatti, ricorda il Cardinale, è «dono, un essere che ha ricevuto molto in un certo senso tutto se stesso - dagli altri» (p. 28). Da qui, continua la riflessione dell Arcivescovo, nasce il fatto che tutti si è solidalmente condebitori gli uni degli altri e che, pertanto, dal debito nasce un dovere di agire in solidarietà (cf pp ). E facile ritrovare sotteso alle riflessioni dell Arcivescovo, un richiamo evidente alle dottrine del personalismo, che nel dopoguerra è stato decisivo per una ricostruzione della società europea dopo i disastri del secondo conflitto mondiale (esemplare in questo senso è un interessantissima pubblicazione di don Carlo Gnocchi che a ottobre sarà proclamato beato datata 1946, significativamente intitolata: Restaurazione della persona umana), personalismo che ha dato ispirazione alla nostra stessa carta costituzionale. Basti ricordare l art. 2, che il Card. Tettamanzi cita alle pp : «La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale». Riascoltando il dettato costituzionale viene spontaneo domandarsi: come può essere che la solidarietà sia un dovere? Non è, al contrario, espressione di uno slancio di generosità, di spontaneità, di un moto di 2

3 compassione, di una decisione di dare o fare qualcosa per gli altri a titolo assolutamente libero e gratuito? Si può essere obbligati alla solidarietà? Queste domande evidenziano una seconda concezione di solidarietà, che spontaneamente sentiamo più ovvia e del resto siamo tutti figli del nostro tempo e respiriamo la stessa aria, la stessa mentalità corrente (o dominante?) -. Ma questo secondo modo di concepire la solidarietà, in apparenza più spontaneo e affascinante, ha come fondamento non più la persona, ma l individuo. Un individuo autoreferenziale, che non viene da nessuno e non va verso nessuno, che è libertà assoluta, che non ha doveri, ma solo diritti, che dalla società e dallo stato solo pretende, senza dare. Un individuo che quando è destinatario della richiesta dei diritti/pretese altrui perché qualcuno dovrà pure soddisfarli tenta di scaricare su altri i propri compiti ( io non c entro, non è il mio turno, lo dica al mio capo, ecc.), richiede leggi a tutela non del cittadino fruitore ma di sé e della propria categoria e, se proprio resta qualche responsabilità, ricorre a una assicurazione. Sono sicuro di essere facile profeta nel prevedere un progressivo aumento di giuridismo nella nostra società, a tutela non del cittadino in quanto titolare di diritti, ma di coloro che sono dall altra parte in quanto caricati del dovere di corrispondere ai diritti, a partire dalla stessa amministrazione pubblica di ogni tipo. Infatti solo se alla base della convivenza sociale ci sono la persona e i legami di solidarietà, si può comprendere come la Repubblica non possa che essere impegnata come afferma l art. 3 a «rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese». E di conseguenza a diminuire le leggi e a favorire un aumento di fiducia, di partecipazione, di solidarietà tra i cittadini. Se, invece, come ormai è e forse sarà sempre più, la società è fatta dalla somma di individui autoreferenziali, la Repubblica non potrà che incrementare le norme destinate, da una parte, a tutelare chi deve fornire prestazioni, dall altra, a costringere in qualche modo tutti a mantenere un minimo di coesione sociale di cui nessuno avverte più la necessità. 3

4 Rileggere la prima parte della costituzione italiana in questi tempi è direi persino sconvolgente. Tenendo conto del comune sentire di oggi, è ancora possibile affermare che la Repubblica italiana sia «fondata sul lavoro» (art. 1)? E che, pertanto, l art. 4 affermi: «La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto» e che questo impegno della Repubblica abbia come controparte il fatto che «Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, una attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società»? Non è al contrario ovvio che il lavoro sia per l individuo solo un mezzo, purtroppo il più delle volte necessario, per fare soldi e poter così gestire e spendere a piacimento la propria libertà e il proprio tempo libero? Mi fermo qui, in queste considerazioni forse un po pessimistiche, ma penso vere. In ogni caso, in una società fatta di individui autoreferenziali, la solidarietà non può che essere intesa che come una realtà esteriore, aggiunta, emotiva ed estemporanea e non come il fondamento stesso del vivere civile. Vorrei ora parlare del futuro. Si afferma: non c è futuro senza solidarietà; possiamo allora chiederci: quale futuro non ci sarebbe senza solidarietà? Da quanto fin qui si è detto dovrebbe risultare ovvio che la mancanza di solidarietà metterebbe in questione il futuro della persona e della società e certo anche della Repubblica italiana, almeno come è stata concepita dai padri costituenti. Ma non ci sarebbe neppure il futuro dell individuo. Sì, perché quell individuo autoreferenziale e solitario, intimamente convinto della propria onnipotente libertà non può e non potrà stare in piedi se non in quanto sostenuto da una rete di solidarietà. Rete che per fortuna c è ancora: e qui correggo una lettura troppo pessimistica della società italiana di oggi. Sto pensando alle giovani generazioni uscite dalla guerra, cha hanno fatto la ricostruzione, sono state protagoniste del boom economico e demografico degli anni 60, hanno comprato casa negli anni 70, hanno sposato i figli negli anni 80 e 90 spesso dando loro la casa e il lavoro e tuttora sono la riserva di risorse economiche e affettive che tengono in piedi l Italia. Anche affettive perché, e spesso lo vediamo in questi giorni negli oratori estivi 4

5 gestiti dalle nostre parrocchie, chi tiene in qualche modo unita la famiglia, chi mette insieme i cocci di drammi familiari, chi sopperisce a crisi finanziarie familiari, chi gestisce e fa crescere i ragazzi sono proprio i nonni. Ma quando gli attuali genitori diventeranno nonni, che cosa succederà? E una domanda che anche il Cardinale ha proposto alla Chiesa ambrosiana un paio di anni fa, riferendosi in questo caso alla trasmissione della fede e dei valori cristiani, attualmente spesso garantita appunto dai nonni. E un domani? Se solo la solidarietà può garantire il futuro e il futuro di tutti e di ciascuno, allora occorre impegnarsi circa la solidarietà. Come? Il volume del Cardinale offre diversi spunti riferiti a molti ambiti sociali: l economia e la finanza, la famiglia, l azienda, i migranti, i giovani. Ci possiamo, però, limitare a due considerazioni di carattere generale. La prima è la sottolineatura della necessità di impegnarsi maggiormente in termini culturali ed educativi perché la nostra società torni a essere solidale nel senso più ampio e più profondo del termine. Solo così può avere futuro. Si tratta quindi non di darsi da fare per avere dalla società una risposta più generosa in termini di soldi e di persone da destinare a situazioni di bisogno, ma di vivere la normalità dei rapporti economici, culturali, sociali, politici nella consapevolezza che esiste tra tutti un interdipendenza di valori, di mete e - perché no? anche di interessi comuni, interdipendenza che si nutre di un ambiente in cui si respira fiducia e solidarietà, interdipendenza che una volta si chiamava bene comune. Se si vuole, occorre tornare proprio a quei «doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale» di cui parla la costituzione repubblicana. E necessario, quindi, in questa linea uno sforzo culturale ed educativo concretizzato anche in forme di esemplarità - da parte di tutti, a favore delle giovani e anche delle meno giovani generazioni e pure di chi entra a far parte temporaneamente o definitivamente della nostra società, provenendo da un altra cultura e nazionalità. Tutti siamo carenti in questo, anche la Chiesa e il mondo cattolico. Facendo un po di autocritica, ritengo che esso si è tendenzialmente limitato in questi anni ad agire in due direzioni: proporre giustamente e con forza determinati valori; impegnarsi quasi esclusivamente, 5

6 vedendolo come il proprio ambito naturale di azione, nel cosiddetto terzo settore. Si è così di fatto accolta la seconda nozione di solidarietà, quella del gesto generoso, che supplisce alle carenze della società, ma non cambia le sue dinamiche ingiuste, né si sporca le mani gestendo i suoi meccanismi interni. Per tornare ai nostri oratori e ai nostri gruppi giovanili, occorre riconoscere che per troppo tempo si sono indirizzati i nostri giovani migliori verso professioni ad alto contenuto umanitario, con forti investimenti emotivi e anche ritorni di gratificazioni motivazionali se non economiche, dimenticando che la società si costruisce non solo nei centri di accoglienza, nelle comunità di recupero, negli ospedali o nelle scuole, ma anche nelle imprese, nella tecnologia, nella finanza, nella politica. La seconda considerazione, che vorrei esporre in riferimento alla costruzione di un futuro collegato con la solidarietà, può sembrare in contrasto con quanto fin qui detto. Si tratta dell invito a non sottovalutare le espressioni della solidarietà del secondo tipo. Certo, inviare un sms per aiutare i terremotati o fare un offerta per un adozione a distanza di un bimbo africano, può essere il gesto di un momento, guidato dall emozione, che non scalfisce valori e stili di vita egoistici di un individuo e anzi può fornirgli un pericoloso alibi per continuare come prima ( tutto sommato una buona azione l ho fatta anch io ). Ma potrebbe essere l occasione per compiere qualche passo verso la direzione giusta. Magari anche solo una persona su cento, inviando un sms per i terremotati può essere portata a riflettere sul fatto che nella vita c è chi sta peggio di noi, che quello che è successo a loro potrebbe capitare anche a me, che la vita è una realtà troppo fragile e preziosa per essere gettata via, ecc. O facendo un adozione a distanza, pensare che esiste anche l Africa, che ci sono bambini che soffrono e che non hanno il minimo per vivere, che qualche volta non sono poi così a distanza da noi, e così via. No, la solidarietà spicciola e forse un po troppo a buon mercato, non va disprezzata o sottovalutata. Potrebbe essere un segno prezioso per cambiare qualcosa di profondo. Del resto il Vangelo dice che anche un bicchiere d acqua dato a un piccolo, a un discepolo del Signore, avrà la sua ricompensa (cf Mt 10, 42). 6

7 E a proposito di Vangelo, non dobbiamo dimenticare che solo la solidarietà ci assicurerà il futuro che conta, che è quello ultimo e definitivo. Il cap. 25 del Vangelo di Matteo ci presenta, infatti, il giudizio finale, un giudizio che può apparire persino troppo laico : non verremo giudicati sulla fede, sulla pratica religiosa, neppure sulla giustizia, sull onestà, sulla fedeltà, ecc. Semplicemente ci verrà detto: avevo fame e mi avete dato o non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato o non mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete o non mi avete accolto, nudo e mi avete o non mi avete vestito, malato e mi avete o non mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti o non siete venuti a trovarmi (cf Mt 25, 31-46). Forse uno sguardo che intraveda sullo sfondo della nostra vita di ogni giorno questo futuro, ci aiuterebbe maggiormente a vivere bene il presente e ad impegnarci fattivamente per un autentica solidarietà. + Carlo R. M. Redaelli 7

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Dai cantieri alle linee diocesane

Dai cantieri alle linee diocesane DUOMO DI MILANO, 28 MAGGIO 2013 Dai cantieri alle linee diocesane Convocazione Diocesana del Clero e intervento dell Arcivescovo Supplemento RIVISTA DIOCESANA MILANESE Mensile della Diocesi di Milano ANNO

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Progetto di Zona 2012-2014

Progetto di Zona 2012-2014 Agesci Zona Udine Progetto di Zona 2012-2014 tempo (kronos o il tempo che scorre) Entusiasmo e leggerezza Responsabilità limite (kairos o il tempo giusto per) L insostenibile leggerezza dell essere Capi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Lavorare in gruppo Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Premessa La conoscenza del gruppo e delle sue dinamiche, così come la competenza nella gestione dei gruppi, deve prevedere

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

UD 1.1 - LE NORME SOCIALI

UD 1.1 - LE NORME SOCIALI UD 1.1 - LE NORME SOCIALI Vivere in un mare di norme La nostra vita si svolge in un mondo di norme affermava in un suo famoso libro il grande filosofo protagonista del ventesimo secolo Norberto Bobbio.

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

la comunità educante

la comunità educante la comunità educante angelo Scola cardinale arcivescovo di milano la comunità educante Nota sulla proposta pastorale del triennio 2011-2014 isbn 978-88-6894-017-1 Il bene della famiglia Per confermare

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate.

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese Dicembre 1995 - Dicembre 2005 Don Ugo Proserpio 10 da anni Parroco a Novate Dicembre 2005 10 anni tra noi di don Ugo 11 La comunità delle suore Serve

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione

Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione Arcidiocesi di Salerno Campagna Acerno CONVEGNO PASTORALE DIOCESANO 16-17-18 giugno 2015 Scoperchiarono il tetto dalla parte dov era Gesù (Mc 2,4) Sinodalità Conversione Missione STRUMENTO DI LAVORO alla

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Linee orientative per la gestione dei beni negli Istituti di vita consacrata e nelle Società di vita apostolica

Linee orientative per la gestione dei beni negli Istituti di vita consacrata e nelle Società di vita apostolica Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più (Lc 12, 48) Linee orientative

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Dare buoni consigli non basta: formare la coscienza

Dare buoni consigli non basta: formare la coscienza Dare buoni consigli non basta: formare la coscienza Ivo Seghedoni * Formarsi senza imparare a vivere «Formazione» è un termine polisemico, una nozione dal significato non univoco nella nostra tradizione

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo COREA Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo Breve presentazione del contesto sociale in cui si lavora Il contesto socio-culturale della Corea sperimenta

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

La santità al femminile

La santità al femminile Chiavari, 25 settembre 2010. La santità al femminile Introduzione Prima di parlare di santità al femminile, vorrei dedicare la prima parte della nostra riflessione alla santità e alla sua condizione nella

Dettagli

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO

SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO DIOCESI DI ROMA CONVEGNO DIOCESANO 2009 SI APRIRONO LORO GLI OCCHI LO RICONOBBERO E LO ANNUNZIARONO APPARTENENZA ECCLESIALE E CORRESPONSABILITÀ PASTORALE RELAZIONI DI SINTESI 1 SINTESI DELLE RELAZIONI

Dettagli