SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012"

Transcript

1 II Prova scritta Tema 1 SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012 Premessi brevi cenni sulle operazioni di trasferimento di azienda nelle società di capitale, tratti il candidato degli aspetti civilistici e fiscali degli adempimenti relativi a detta operazione, soffermandosi sugli aspetti contrattuali dei contratti di locazione in corso. Tema 2 Premessi brevi cenni sulle funzioni del Collegio Sindacale, si soffermi il candidato su quelle consultive e tratti dei pareri obbligatori richiesti a detto organo dalle norme del codice civile o da norme speciali. Tema 3 (estratto) Premessi brevi cenni sulla figura del curatore, analizzi il candidato i poteri ed i doveri del medesimo nell ambito della procedura fallimentare.

2 ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA I sessione 2012 II prova scritta Tema n. 1 Premessi brevi cenni sulle funzioni e sui requisiti del Collegio sindacale nelle società per azioni e in quelle a responsabilità limitata, tratti il candidato della figura del sindaco unico. Tema n. 2 Premessi brevi cenni sulle società a responsabilità limitata, tratti il candidato delle società uninominali con particolare riferimento alla figura dell imprenditore artigiano. Tema n. 3 (estratto) Responsabilità, obblighi e doveri, sotto l aspetto civile, fiscale e fallimentare, degli amministratori, con particolare riferimento agli amministratori che continuano l impresa dopo la perdita del capitale sociale.

3 NOVEMBRE 2011 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista TEMA SORTEGGIATO Il candidato illustri la responsabilità degli amministratori e dei sindaci di una società per azioni in caso di riduzione del capitale per perdite. TRACCE NON ESTRATTE NON PUBBLICATE SUL SITO DELLA SAPIENZA GIUGNO 2011 TEMA 3 Il candidato illustri le differenze concettuali e giuridiche tra crisi d impresa e stato di insolvenza. In particolare dovranno essere definite le caratteristiche i limiti e dunque la significatività dei dati di bilancio per il loro accertamento. TRACCE NON ESTRATTE NON PUBBLICATE SUL SITO DELLA SAPIENZA

4 NOVEMBRE 2010 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista II prova scritta traccia 1 Il candidato illustri le principali caratteristiche degli strumenti risolutivi delle crisi d impresa previsti dalla vigente legge fallimentare ed in particolare: piano di risanamento accordi di ristrutturazione del debito concordato preventivo Si traccino inoltre le principali differenze tra concordato preventivo e concordato fallimentare. si illustri infine la struttura e il contenuto del piano di attestazione del professionista incaricato. traccia 2 Il candidato illustri le competenze dell assemblea dei soci nelle società di capitali soffermandosi in particolare su le principali differenze in funzione dei sistemi tradizionale, monistico e dualistico le validità costitutive e deliberative le problematiche relative alla nullità ed annullabilità delle delibere soffermandosi ad esaminare gli atti compiuti nel frattempo dalla Società traccia 3 Il candidato illustri le principali esigenze e forme di accesso al credito disponibili per le aziende, descrivendo i relativi contratti. Illustri inoltre il ruolo e gli effetti delle garanzie ai fini dell accesso al credito, anche alla luce di Basilea 2.

5 GIUGNO 2010 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista TEMA N. 2 (ESTRATTO) L AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA E GLI ENTI LOCALI HANNO A DISPOSIZIONE NUMEROSI STRUMENTI PER ACCELERARE LA RISCOSSIONE DELLE TASSE E DEI TRIBUTI. IL CANDIDATO ESPONGA LA POSSIBILITA DI CONCORDARE CON IL SOGGETTO INCARICATO DELLA RISCOSSIONE LE MODALITA DI ADEMPIMENTO DELLE OBBLIGAZIONI TRIBUTARIE. SI ESAMINI IN PARTICOLARE L ISTITUTO DEL FERMO AMMINISTRATIVO E IL PREAVVISO DI FERMO AMMINISTRATIVO E SI APPROFONDISCANO STRUMENTI DI TUTELA DEL PRIVATO E RIPARTO DELLA GIURISDIZIONE. TEMA N. 1 LE LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIALI: - LEGALI; - STATUTARIE; - E, IN PARTICOLARE, CONVENZIONALI. TEMA N. 3 IL CANDIDATO PREDISPONGA UN PROGRAMMA DI LIQUIDAZIONE EX ART. 104 DELLA LEGGE FALLIMENTARE. ESAMINI, INOLTRE, LA RICHIESTA DI UN ESERCIZIO PROVVISORIO DELL IMPRESA O DI AFFITTO DELL AZIENDA O DI UN RAMO D AZIENDA, CONSIDERANDO CHE UN INTERRUZIONE DELL ATTIVITA ECONOMICA POSSA RECARE DANNO NEI CONFRONTI DEI CREDITORI.

6 NOVEMBRE 2009 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista TEMA 3 (ESTRATTO) Il candidato illustri natura e compiti dell Organismo di Vigilanza di cui al d.lgs. 231/2001 TEMA 1 Il candidato illustri natura e contenuto del giudizio sul bilancio nella revisione contabile obbligatoria TEMA 2 Il candidato illustri natura e significato del principio di cui al n. 1 dell art bis cod. civ., secondo il quale la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività, nonché tenendo conto della funzione economica dell elemento dell attivo o del passivo considerato GIUGNO 2009 TEMA 3 (estratto) Il candidato illustri i presupposti, gli adempimenti e le responsabilità di amministratori e sindaci nell ipotesi in cui vengano accertate perdite di esercizio. TEMA 1 Il candidato rediga l atto di cessione della quota posseduta dal socio A nella società Alfa indicando anche i costi di registrazione dell atto. I dati utili ai fini della registrazione dell atto sono i seguenti: Società Alfa S.r.l. con sede in Roma, Via del Castro Laurenziano 1, C.F , iscritta al Registro delle imprese di Roma , con capitale sociale di euro diviso in quote come segue: Socio A euro Socio B euro Socio C euro La socio A cede la sua quota al prezzo di euro TEMA 2 Le funzione del Collegio Sindacale nelle società per azioni, quando non incaricato del controllo contabile. Il candidato si soffermi in particolare sul contenuto della Relazione all Assemblea ex art.2429 c.c.

7 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2008 La valutazione di un marchio ai fini del successivo conferimento in conto aumento capitale sociale. Riflessi civilistici e fiscali nel bilancio della società conferitaria. Il candidato illustri sinteticamente il principio di territorialità ai fini IVA, descrivendone gli effetti e gli adempimenti relativi. L'azione revocatoria ordinaria e fallimentare: aspetti specifici e comparativi. GIUGNO 2008 Dopo aver descritto poteri di gestione, di rappresentanza, obblighi e responsabilità degli amministratori delle società per azioni con sistema tradizionale, il candidato tratti dell'azione di responsabilità dei creditori sociali nonché di quella individuale del socio e del terzo, che possono essere proposte contro gli amministratori. Il candidato illustri sinteticamente il principio di territorialità ai fini IVA, descrivendone gli effetti e gli adempimenti relativi. Si descriva la funzione della liquidazione delle società, nonché il suo procedimento con particolare attenzione agli aspetti fiscali e ai doveri e poteri dei liquidatori.

8 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2007 Le immobilizzazioni immateriali a vita definita: valutazione economica e civilistica secondo la normativa del codice civile italiano. Il candidato, dopo aver illustrato i citati argomenti, predisponga un esempio di valutazione civilistica ed economica di un marchio. La valutazione civilistica nelle partecipazioni in società controllate e collegate. Il candidato presenti, con dati a scelta, opportuni esempi numerici sui metodi di valutazione del costo e del patrimonio netto. Il controllo della Società da parte del soggetto economico. In particolare, il candidato, dopo aver illustrato la nozione del controllo, commenti: a) l'ipotesi del controllo con un'aliquota di capitale sociale inferiore al 50%; b) l'ipotesi del controllo senza investimento diretto del capitale (creazione di un gruppo); c) il caso del controllo senza investimento di capitale. MAGGIO 2007 Le rimanenze di prodotti finiti e merci: aspetti contabili, civilistici, economici e fiscali. Il candidato presenti un esempio numerico con dati a scelta. Le funzioni e le responsabilità del collegio sindacale nelle società per azioni. Il Candidato illustri, con riferimento alle società per azioni, le principali categorie di azioni, specificando i diritti patrimoniali e amministrativi. Descriva, inoltrte, sempre con riferimento alle società per azioni, la natura e le caratteristiche degli strumenti finanziari partecipativi emessi a seguito di apporti di opera o di servizi.

9 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2006 TEMA ESTRATTO Azioni proprie; le ragioni della disciplina civilistica, il trattamento contabile e la rappresentazione in bilancio TEMI NON ESTRATTI 1. Illustri il candidato le funzioni del collegio sindacale e dell organo di revisione contabile in una società per azioni non quotata. Caso pratico: il candidato esponga gli argomenti che devono essere trattati nella Relazione del Collegio Sindacale al bilancio dell esercizio. 2. Illustri il candidato la disciplina concernente l istituto della trasformazione, distinguendo tra trasformazione omogenea e trasformazione eterogenea. Caso pratico: si approfondisca la trasformazione di una associazione riconosciuta in una società a responsabilità limitata. GIUGNO 2006 Il candidato illustri il trattamento contabile delle immobilizzazioni immateriali soffermandosi in particolare sui criteri di valutazione e sugli obblighi informativi previsti dal codice civile. La funzione di tutela: il ruolo del collegio sindacale e dell'organo di revisione contabile nelle società per azioni non quotate. Responsabilità connesse. Individui, altresì, il candidato i contenuti fondamentali della relazione del collegio sindacale all'assemblea. Il candidato, dopo aver illustrato i documenti che compongono la domanda di concordato di cui all'art. 161 della nuova Legge Fallimentare, illustri le caratteristiche essenziali della relazione del professionista di cui all'art. 161 della Legge Fallimentare, tenuto conto, in particolare, del fatto che essa deve attestare "la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del piano".

10 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2005 Dopo aver sinteticamente descritto le modalità di funzionamento del "Consolidato fiscale nazionale" il candidato esamini la nozione di "partecipazione rilevante" utilizzata nell'applicazione di tale regime confrontandola con quella di partecipazione di controllo e/o collegamento prevista dal codice civile. Successivamente determini, motivando le ragioni della scelta, il perimetro di consolidamento ottimale per un gruppo di società che si trovi alla data dell'opzione per il consolidato nella seguente situazione: Controllante : utile per l'intero periodo di opzione (+ 2000) Controllata 1 : perdita per l'intero periodo di opzione (-2500) Controllata 2 : utile per l'intero periodo d'opzione (+ 600), liquidità sufficiente per distribuire i dividendi Controllata 3 : utile per l'intero periodo d'imposta (+1500) presenza di perdite fiscali deducibili relative ad esercizi precedenti al periodo di effetto dell'opzione pari a (-800) Il candidato, dopo aver esaminato la disciplina del Collegio Sindacale nelle società per azioni e nelle società a responsabilità limitata, illustri doveri e responsabilità del Collegio, redigendo infine la relazione sul bilancio di esercizio nel caso di una srl ove al Collegio Sindacale sia stato assegnato anche il controllo contabile. Premessi brevi cenni sui presupposti e sugli elementi caratterizzanti le procedure concorsuali minori, esamini e commenti il candidato le principali novità introdotte dal D.L. 14 marzo 2005 n. 35 (c.d. decreto per la competitività ) convertito in L. 14 maggio 2005 n. 80, con riferimento alle varie forme di corporate reorganisation (concordato preventivo, concordato stragiudiziale, accordi di ristrutturazione dei debiti) ed all istituto della revocatoria fallimentare. Esamini, altresì, il candidato i riflessi fiscali delle differenze positive emergenti da dette forme di definizione. GIUGNO 2005 Il candidato illustri la disciplina della liquidazione volontaria di una società a responsabilità limitata secondo il dettato civilistico. Esamini parallelamente gli adempimenti richiesti dalla normativa tributaria, evidenziando eventuali differenze con quanto previsto per le società non in liquidazione. Esponga infine alcune considerazioni riguardo alle decisioni che il liquidatore di una società dovrebbe assumere nel caso in cui l attivo patrimoniale risultasse insufficiente ad assicurare l integrale soddisfacimento dei creditori Il candidato illustri i doveri e le responsabilità del Collegio Sindacale alla luce delle recenti modifiche introdotte dal D.Lgs 6/2003, mettendo in risalto eventuali differenze tra ciò che il dettato normativo prevede per le società a responsabilità limitata e le società per azioni. Indichi i contenuti della relazione annuale dei Sindaci di una società a responsabilità limitata ove al collegio sindacale sia stata assegnata anche la funzione di controllo contabile. Il candidato descriva brevemente la nozione civilistica di partecipazione, di controllo e di collegamento, analizzando la nozione di partecipazione rilevante da utilizzare ai fini dell applicazione del nuovo regime del cosiddetto consolidato fiscale nazionale introdotto nel Testo Unico delle Imposte sui Redditi approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917 a seguito delle modifiche apportate dal D.Lgs. 12 dicembre 2003 n Determini, illustrando le ragioni della scelta, il perimetro di consolidamento ottimale per un gruppo di società che si trovi alla data dell opzione per il consolidato nella seguente situazione: CONTROLLANTE - Previsione di chiusura in utile per l intero periodo dell opzione ( ); CONTROLLATA ALFA - Previsione di chiusura in utile per l intero periodo dell opzione (+ 500); Liquidità sufficiente a sostenere distribuzioni di dividendi; CONTROLLATA BETA - Previsione di chiusura in perdita per l intero periodo dell opzione ( ); CONTROLLATA GAMMA - Presenza di perdite fiscali deducibili relative ad esercizi precedenti a quello di effetto dell opzione (- 800); Previsione di chiusura in utile per l intero periodo dell opzione ( ).

11 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2004 La disciplina del recesso del socio di società a responsabilità limitata. Il candidato illustri la disciplina prevista dal C.C. e rediga una relazione di valutazione della quota del socio con dati a piacere. La disciplina civilistica e fiscale delle immobilizzazioni materiali nelle società per azioni. I principi di redazione del bilancio di esercizio di cui all art.2423 bis. Il candidato commenti analiticamente il disposto legislativo MAGGIO 2004 I compiti del Collegio Sindacale nelle società quotate. In particolare, il candidato interpreti quanto disposto dal D.Lgs. 58/1998 all art.149 sul dovere di vigilanza riguardo: 1) al rispetto dei principi di corretta amministrazione; 2) all adeguatezza del sistema di controllo interno. Il candidato commenti altresì il significato del punto 1 dell art.150 del citato Decreto Legislativo che recita: Gli amministratori riferiscono tempestivamente secondo le modalità stabilite dallo Statuto e con periodicità almeno trimestrale, al Collegio Sindacale sull attività svolta e sulle operazioni di maggior rilievo economico, finanziario e patrimoniale, effettuate dalla società o dalle società controllate; in particolare, riferiscono sulle operazioni nelle quali essi abbiano un interesse, per conto proprio o di terzi, o che siano influenzate dal soggetto che esercita l attività di direzione e coordinamento. Le fonti del finanziamento nelle società per azioni, anche alla luce delle disposizioni del novellato Codice civile; Il candidato ipotizzi di fornire una consulenza a tre persone che intendono iniziare un attività industriale di produzione di beni, circa il tipo di società da costituire, tenuto conto che il capitale a disposizione ammonta ad ,00. Dopo aver illustrato brevemente gli aspetti civilistici e fiscali delle società di persone e delle società di capitali, chiarisca i motivi che hanno indotto alla scelta del tipo di società consigliata

12 Tracce assegnate Esame di Stato Dottore Commercialista NOVEMBRE 2003 Il candidato illustri sinteticamente il principio della territorialità ai fini IVA descrivendone gli effetti e gli adempimenti relativi. Ai fini della determinazione del reddito d impresa, il candidato indichi le disposizioni valutative delle rimanenze di cui all art C.C. voce CI dell Attivo. Illustri inoltre le differenze con la normativa civilistica ed evidenzi le conseguenze delle scelte operabili ai fini della determinazione del reddito imponibile. Il candidato rediga con dati a piacere il rendiconto del fallimento ed il piano di riparto. Illustri, inoltre, sinteticamente gli adempimenti fiscali del curatore GIUGNO 2003 Il candidato ipotizzi che, a seguito di un contratto di cessione di azienda tra due società di capitale, l Agenzia delle Entrate, alla quale l atto è stato presentato per la registrazione, emetta un avviso di accertamento, contestando il valore dell avviamento avente effetti sia ai fini delle imposte dirette che indirette. Il candidato predisponga il relativo ricorso ed illustri brevemente l iter del contenzioso innanzi alle Commissioni Tributarie competenti. La possibilità per i soci di conoscere i fatti societari e conseguenti azioni, anche legali, a tutela dei propri diritti sulla base della normativa vigente. Il bilancio d esercizio nelle società per azioni e la riduzione del capitale per perdite. Illustrare in sintesi distintamente per singoli punti: a) l iter di formazione del bilancio d esercizio ed i connessi adempimenti civilistici e fiscali, individuando i soggetti obbligati; b) i vincoli e le discrezionalità previsti dalla normativa vigente in materia di redazione dei documenti di bilancio; c) con opportune esemplificazioni, l applicazione degli artt e 2447 C.C. in tema di riduzione del capitale per perdite, evidenziando adempimenti e responsabilità di amministratori e sindaci e strumenti per la copertura delle stesse.

Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti

Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti I^ sessione 2012 Materie aziendali: Il candidato illustri i principi

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

II^ sessione 2014. I^ sessione 2014

II^ sessione 2014. I^ sessione 2014 Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti I^ sessione 2015 Materie aziendali: Il candidato, dopo essersi

Dettagli

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2005 SECONDA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I bilancio di verifica al

Dettagli

TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA

TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA 2013 II^ SESSIONE PRIMA PROVA Tema n. 1 Il candidato dopo aver sinteticamente illustrato le motivazioni economiche che sovrintendono ad una operazione

Dettagli

Temi I prova Dottore commercialista I Sessione 2012 Sezione A 19.06.2012 TEMA 1 La X Srl, che svolge attività manifatturiera in un fabbricato di

Temi I prova Dottore commercialista I Sessione 2012 Sezione A 19.06.2012 TEMA 1 La X Srl, che svolge attività manifatturiera in un fabbricato di Temi I prova Dottore commercialista I Sessione 2012 Sezione A 19.06.2012 TEMA 1 La X Srl, che svolge attività manifatturiera in un fabbricato di proprietà, ha concluso un contratto di cessione di ramo

Dettagli

Dottore commercialista seconda sessione 2012

Dottore commercialista seconda sessione 2012 Dottore commercialista seconda sessione 2012 Prima prova scritta seconda sessione 2012 Tema n. 1 non sorteggiato Il candidato illustri le motivazioni strategiche ed economiche che possono essere alla basedi

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania Prima sessione 2008 - Esperto Contabile Tema 1 - Premessi brevi cenni sulla partecipazione delle immobilizzazioni tecniche materiali alla determinazione del reddito di esercizio nelle imprese, il candidato,

Dettagli

ESAME DI STATO PER DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI. Preparazione e modalità di svolgimento

ESAME DI STATO PER DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI. Preparazione e modalità di svolgimento ESAME DI STATO PER DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI Preparazione e modalità di svolgimento Normativa di riferimento D.M. 9 settembre 1957 Decreto 24/10/1996, n. 654 D.Lgs. 28/06/2005, n. 139

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2015 PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1: Dopo aver descritto le principali informazioni desumibili

Dettagli

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2005 PRIMA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I bilancio di verifica al 31/12/200_ della società

Dettagli

Dottore Commercialista I Sessione 2008

Dottore Commercialista I Sessione 2008 PRIMA PROVA SCRITTA COMPITO N 1 Il candidato illustri le finalità del bilancio d esercizio secondo la normativa civilistica e i principi contabili. In particolare, si soffermi sulla capacità informativa

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2012 TEMI D ESAME

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2012 TEMI D ESAME La fusione: aspetti civilistici, contabili e fiscali. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2012 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (20/11/2012) TEMA N. 1 (Tema

Dettagli

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA TEMI SOTTOPOSTI AI CANDIDATI ANNO 2002 - SECONDA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA PROVA N. 1 Il candidato rediga il bilancio di verifica

Dettagli

Relazione dell Organo di controllo

Relazione dell Organo di controllo FONDAZIONE REGGIO CHILDREN CENTRO LORIS MALAGUZZI Sede Legale: VIA BLIGNY 1/a - REGGIO NELL'EMILIA (RE) Iscritta al Registro Imprese di: REGGIO NELL'EMILIA C.F. e numero iscrizione: 00763100351 Iscritta

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA Svolgimento della prima prova scritta I temi scelti dalla Commissione

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 13 01.04.2015 Gli accordi di ristrutturazione del debito Concordato preventivo, accordo di ristrutturazione del debito e piano di risanamento attestato

Dettagli

19 MARZO 2015 URBINO (PU)

19 MARZO 2015 URBINO (PU) Patrimonio Netto OIC 28 : Analisi degli aspetti contabili, civilistici e fiscali cenni 19 MARZO 2015 URBINO (PU) Dott. Luca Ghironzi Dottore Commercialista Revisore Legale Consigliere dell ODCEC - Presidente

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE DEL 03 LUGLIO 2008 I Il candidato illustri le finalità economico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2015 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (18/11/2015) TEMA N. 1 Ammortamenti e svalutazioni con riferimento alle immobilizzazioni immateriali, materiali e

Dettagli

Codice di Corporate Governance

Codice di Corporate Governance Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 1 del 3 maggio 200 Indice 1 Introduzione 2 Organizzazione della Società 2.1 Assemblea dei Soci 2.2 Consiglio di Amministrazione 2.3 Presidente

Dettagli

PRIMO ANNO 2014 2015

PRIMO ANNO 2014 2015 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI BERGAMO V CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE PER LA PREPARAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA DI

Dettagli

I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI. Dott. Pasquale Saggese

I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI. Dott. Pasquale Saggese I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI Dott. Pasquale Saggese IMPOSTE SUI REDDITI Art. 182 TUIR In caso di liquidazione dell impresa o della società il reddito di impresa

Dettagli

PRIMA PROVA TEMA N. 1

PRIMA PROVA TEMA N. 1 PRIMA PROVA TEMA N. 1 II candidato illustri, anche'mediante I'utilizzo di opportuni esempi: l)l'iscrizione e la valutazione delle partecipazioni nel bilancio d'esercizio. 2)II trattamento contabile e fiscale

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CATANIA. all esercizio della professione di Dottore

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CATANIA. all esercizio della professione di Dottore L esame di stato t per l abilitazione i all esercizio della professione di Dottore commercialista ed Esperto contabile Dott. Salvatore Toscano 1 Con ordinanza del Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I

20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I 20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I Il candidato proceda preventivamente ad illustrare sotto il profilo civilistico e fiscale le caratteristiche dell operazione di cessione d azienda. Successivamente

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale 2006

Commento al tema di Economia aziendale 2006 Commento al tema di Economia aziendale 2006 Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici Commerciali è incentrato sulla gestione finanziaria dell impresa ed è articolato in

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Le problematiche civilistiche e fiscali delle operazioni di finanza strutturata bancaria e dei fondi immobiliari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Lezione del 11 febbraio 2014 Lezione

Dettagli

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Fabio Giommoni * La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Il presente contributo

Dettagli

Tracce estratte Esame di Stato Dottore Commercialista Università LUISS di Roma FILE UNICO temi dal 1998 al 2010

Tracce estratte Esame di Stato Dottore Commercialista Università LUISS di Roma FILE UNICO temi dal 1998 al 2010 2010 Tracce estratte Esame di Stato Dottore Commercialista I SESSIONE ANNO 2010 Tema n. 1: Dopo aver illustrato il concetto di gruppo di imprese, il candidato tratti delle diverse tipologie di gruppi nonché

Dettagli

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase STRUMENTI DI SOLUZIONE DELLA CRISI D IMPRESA ALTERNATIVI AL FALLIMENTO Con la riforma del diritto fallimentare ad opera della l. n. 80 del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2014 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (19/11/2014) TEMA N. 1 Una società di capitali, esercente attività di fonderia, risulta produttivamente articolata

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL VALSUGANA SPORT SRL Sede sociale: Borgo Valsugana (TN) Piazza Degasperi n. 20 Capitale sociale: 10.000,00 interamente versato. Registro Imprese di Trento N. 02206830222 C.C.I.A.A. di Trento R.E.A TN -

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata

Ragioneria Generale e Applicata IL BILANCIO Cosa è il bilancio? 1. E il documento che si redige il 31/12 di ogni anno sul quale confluiscono le rilevazioni sistemiche effettuate tramite la CO.GE. Si tratta del c.d. bilancio ordinario

Dettagli

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 1) La società a responsabilità limitata Y chiude l esercizio al 31/12/2005 con la seguente situazione

Dettagli

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica Dott. Francesco Masci Definizione Limitazione della nostra trattazione al conferimento d azienda o di ramo d

Dettagli

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio Le Novità del Credito: corso di aggiornamento Obiettivi Fornire una visione sistematica e completa dell'operatività creditizia, aggiornata alle piu recenti novita (I.A.S., riforma societaria, riforma diritto

Dettagli

Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili

Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili Antiriciclaggio: gli obblighi per professionisti e aziende Il corso di autoformazione on line Antiriciclaggio: gli obblighi per

Dettagli

L utilizzo della riserva da rivalutazione

L utilizzo della riserva da rivalutazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 92 26.03.2014 L utilizzo della riserva da rivalutazione Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Riserve L'art. 15, comma 18, D.L. 185/2008

Dettagli

La rendicontazione economico-finanziaria e il controllo negli enti non profit

La rendicontazione economico-finanziaria e il controllo negli enti non profit RENDICONTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA E SOCIALE DELLE AZIENDE NON PROFIT: I PRINCIPI CONTABILI PER IL TERZO SETTORE Prof. Matteo Pozzoli Vercelli 12 Ottobre 2010 Ufficio studi della Presidenza del Consiglio

Dettagli

TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE

TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE Tema n. 1: Dopo aver brevemente illustrato i presupposti soggettivi del fallimento, il candidato si soffermi, in particolare, sulle problematiche attinenti: - al fallimento

Dettagli

La destinazione e la distribuzione dell utile. Acconti su dividendi.

La destinazione e la distribuzione dell utile. Acconti su dividendi. La destinazione e la distribuzione dell utile. Acconti su dividendi. 1) La destinazione dell utile: a) aspetti normativi L art. 2364, comma 2, c.c. dispone che L assemblea ordinaria deve essere convocata

Dettagli

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION PROFILO E MISSION UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA M.C.& Partners consulenze integrate aziendali - srl è una società di consulenza e servizi

Dettagli

FONDI RUSTICI S.p.A.

FONDI RUSTICI S.p.A. FONDI RUSTICI S.p.A. Sede in Peccioli, via Marconi n 5 Capitale sociale 9.000.000,00 interamente versato Cod.Fiscale Nr.Reg.Imp. 02108740503 Iscritta al Registro delle Imprese di PISA Nr. R.E.A. PI 181649

Dettagli

L avvio di un attività

L avvio di un attività Le forme societarie e le Condizioni di Equilibrio Economico/Finanziario Le Forme Societarie L avvio di un attività Avviare un attività d impresa è un sogno di tante persone che, per proprie attitudini,

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2009 VERBALE DEL 31 MARZO 2010

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2009 VERBALE DEL 31 MARZO 2010 RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2009 VERBALE DEL 31 MARZO 2010 Signori Soci, i Sindaci nell espletamento del mandato loro affidato dall assemblea dei soci, hanno provveduto,

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania Prima sessione 2008 - Dottore Commercialista Tema 1 - L'inerenza, la competenza economica e la certezza sono presupposti essenziali per la deducibilità fiscale dei costi sostenuti dalle imprese. Il candidato

Dettagli

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011 PRE SYSTEM SPA Sede in Sedegliano (UD), SS 463 Z.I. Pannellia Capitale sociale euro 2.000.000,00 interamente versato Registro delle Imprese di Udine e Codice fiscale n. 02001710306 RELAZIONE DEL COLLEGIO

Dettagli

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A.

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. Società a responsabilità limitata 1 S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. A seguito della riforma organica del diritto societario (D. Lgs. 6/2003) si differenzia

Dettagli

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V Premessa XV Parte prima - La due diligence 1. L attività di due diligence e le rettifiche ai bilanci 1.1 La due diligence 1.1.1 La due diligence legale 1.1.2 La due diligence fiscale 1.1.3 La due diligence

Dettagli

1 Leggere attentamente il testo

1 Leggere attentamente il testo Art. 46 comma 2. Decreto Legislativo n. 139 del 28 giugno 2005 INCONTRO INFORMATIVO SUGLI ESAMI DI ABILITAZIONE La prova sulle materie aziendali Prof. Giuseppe Davide Caruso Le prove scritte di cui al

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 375/E.. Roma 06 ottobre 2008

RISOLUZIONE N. 375/E.. Roma 06 ottobre 2008 RISOLUZIONE N. 375/E. Roma 06 ottobre 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Interpello Alfa S.r.l. - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Trasformazione di azienda speciale in società

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Oggetto: Istanza d interpello - Art. 87, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 917 del 1986 - Requisito dell ininterrotto possesso -

RISOLUZIONE N. 54/E. Oggetto: Istanza d interpello - Art. 87, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 917 del 1986 - Requisito dell ininterrotto possesso - RISOLUZIONE N. 54/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 20 febbraio 2008 Oggetto: Istanza d interpello - Art. 87, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 917 del 1986 - Requisito dell ininterrotto

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

APPUNTI DI RAGIONERIA

APPUNTI DI RAGIONERIA Università La Sapienza sede di Latina Facoltà di Economia Cattedra di RAGIONERIA a.a. 2013-2014 APPUNTI DI RAGIONERIA Dispensa n. 12: I Debiti Il presente materiale è di ausilio alla didattica frontale

Dettagli

PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA I SESSIONE 2009

PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA I SESSIONE 2009 PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA TRACCIA N. 1 I SESSIONE 2009 I P R O V A S C R I T T A Illustri il candidato la funzione di controllo contabile es art. 2409 ter, c.c., soffermandosi

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

Risoluzione n.279/e. Roma,12 agosto 2002

Risoluzione n.279/e. Roma,12 agosto 2002 Risoluzione n.279/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,12 agosto 2002 Oggetto: Acquisto pro-soluto credito IVA futuro e compensazione tra debiti tributari ante fallimento e crediti emergenti

Dettagli

LA RELAZIONE DEL PROFESSIONISTA MODALITA E TECNICHE DI REDAZIONE (art. 161, secondo comma, L.F.) Dr. Aldo Campagnola

LA RELAZIONE DEL PROFESSIONISTA MODALITA E TECNICHE DI REDAZIONE (art. 161, secondo comma, L.F.) Dr. Aldo Campagnola ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI NAPOLI COMMISSIONE DI STUDIO DI DIRITTO FALLIMENTARE SEMINARIO DI STUDI DEL 21 APRILE 2010 Il concordato preventivo ed il ruolo del professionista

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo Giuridico Economico Aziendale è focalizzata

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sul controllo di gestione ed è articolato in una parte obbligatoria e tre

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA SECONDA SESSIONE 2012 PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1: Il candidato rediga le scritture contabili della società

Dettagli

ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA. TEMI TECNICI ASSEGNATI (Il primo tema è sempre quello estratto)

ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA. TEMI TECNICI ASSEGNATI (Il primo tema è sempre quello estratto) 1 ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA TEMI TECNICI ASSEGNATI (Il primo tema è sempre quello estratto) I temi sono ordinati dai più recenti: dal 2011 al 2003. I singoli file in PDF, disponibili sul sito

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

10/09 Cliente X a Diversi 600 Merci c/vendite 500 Iva c/vendite 100

10/09 Cliente X a Diversi 600 Merci c/vendite 500 Iva c/vendite 100 Nel normale svolgimento della propria attività, l impresa si trova talvolta, per scelta o per il verificarsi di determinate circostanze, a dover gestire particolari adempimenti contabili relativi alla

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA VIGNOLA PATRIMONIO S.R.L. Aspetti contabili e fiscali

COMUNE DI VIGNOLA VIGNOLA PATRIMONIO S.R.L. Aspetti contabili e fiscali COMUNE DI VIGNOLA VIGNOLA PATRIMONIO S.R.L. Aspetti contabili e fiscali Vignola Patrimonio S.r.l. La società patrimoniale costituita ai sensi dell'art. 113 del TUEL ha la natura di Società a Responsabilità

Dettagli

Nota integrativa nel bilancio abbreviato

Nota integrativa nel bilancio abbreviato Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 120 23.04.2014 Nota integrativa nel bilancio abbreviato Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La redazione del bilancio in forma

Dettagli

\f\ PRIMA PROVA TEMA N. 1. Il candidato, dopo aver chiarito che cosa si intenda per area di consolidamento, illustri

\f\ PRIMA PROVA TEMA N. 1. Il candidato, dopo aver chiarito che cosa si intenda per area di consolidamento, illustri ~- PRIMA PROVA TEMA N. 1 Il candidato, dopo aver chiarito che cosa si intenda per area di consolidamento, illustri con opportuni esempi le differenti metodologie di consolidamento ed i relativi ambiti

Dettagli

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Conferimento (Cap. II) aspetti civilistici, economici, contabili e fiscali da G. Savioli (2008), Le operazioni di gestione straordinaria Lezioni della

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Roma, Alla Direzione regionale Roma, 21 aprile 2009 QUESITO

Roma, Alla Direzione regionale Roma, 21 aprile 2009 QUESITO RISOLUZIONE N. 105/E Roma, Alla Direzione regionale Roma, 21 aprile 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n.212. Art. 19 bis 1,

Dettagli

I MODELLI DI CORPORATE GOVERNANCE 3

I MODELLI DI CORPORATE GOVERNANCE 3 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA BIENNALE PERCORSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO CORSO CORPORATE GOVERNANCE E CONTROLLO INTERNO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 PERIODO: II TRIMESTRE

Dettagli

AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A.

AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A. AGENZIA DI SVILUPPO DELL'AREA METROPOLITANA DI NAPOLI S.P.A. Sede legale: PIAZZA MATTEOTTI 1 NAPOLI (NA) Iscritta al Registro Imprese di NAPOLI C.F. e numero iscrizione: 05784341215 Iscritta al R.E.A.

Dettagli

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani.

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani. Curriculum Vitae Nome e Cognome: Alessandro Morani Luogo e data di nascita: Roma, 25 ottobre 1965 Stato civile: coniugato Professione: Dottore Commercialista Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418,

Dettagli

IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE. Questionario: Il bilancio d'esercizio

IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE. Questionario: Il bilancio d'esercizio IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE Questionario: Il bilancio d'esercizio 1. Il bilancio d'esercizio delle società di capitali: a) è composto dallo Stato patrimoniale

Dettagli

RISOLUZIONE N.126/E QUESITO

RISOLUZIONE N.126/E QUESITO RISOLUZIONE N.126/E Roma, 16 dicembre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica - Adempimenti contabili degli enti non commerciali ed obbligo di rendicontazione di cui all'art. 20

Dettagli

Perdite relative a crediti Regime ex D.L. n. 83/2012

Perdite relative a crediti Regime ex D.L. n. 83/2012 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Perdite relative a crediti Regime ex D.L. n. 83/2012 DOTT. FILIPPO MARIA FERRUTA 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso Venezia,

Dettagli

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 Il conferimento Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 1 Agenda 21 febbraio: Aspetti generali, legali e valutativi 22 febbraio: Aspetti contabili e fiscali 2 Indice

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC

Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC Lidia Sorrentino OBIETTIVI Verificare la conoscenza delle principali problematiche

Dettagli

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di carattere informatico, per poter rilevare i fatti aziendali e quindi

Dettagli

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Forum srl organizza per il periodo Maggio/Luglio 2014 CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DIREZIONE SCIENTIFICA Cons. Fabrizio Di Marzio Magistrato

Dettagli

LEZIONE 10 GENNAIO 2014

LEZIONE 10 GENNAIO 2014 LEZIONE 10 GENNAIO 2014 SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA> Come noto, è un ente dotato di personalità giuridica che rientra nel novero delle società di capitali. La riforma ha portato un integrale revisione

Dettagli

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE dal 9 ottobre al 12 dicembre 2015 Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa Salone Gaspare Conigliaro - Viale Santa Panagia n.141/e I GIORNATA

Dettagli

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI Milano, 15 settembre 2009 Dott. Matteo Durola INDICE Introduzione Il piano di risanamento ex

Dettagli

PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP

PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP 2 PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP DLgs. 446/97 3 Prassi C.M. 4.6.98 n. 141/E; C.M. 26.7.2000 n. 148/E; Circ. Agenzia delle Entrate 6.8.2007 n. 48; Circ. Agenzia delle Entrate 19.11.2007 n. 61; Circ. Agenzia

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione.

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione. TEMA N. 3 L istituto della revisione legale dei conti (TRACCIA ASSEGNATA ALL UNIVERISTÀ DI VERONA - I SESSIONE 2010) SCHEMA DI SVOLGIMENTO Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone.

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli

Il conferimento di partecipazioni e la riorganizzazione di gruppi societari e familiari

Il conferimento di partecipazioni e la riorganizzazione di gruppi societari e familiari Operazioni straordinarie di Fabio Giommoni * Il conferimento di partecipazioni e la riorganizzazione di gruppi societari e familiari Con la C.M. n.33/e del 17 giugno 2010 l Agenzia delle Entrate ha fornito

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Sessione ordinaria 2006 Seconda prova scritta ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La funzione finanza

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 11 dell 11 settembre 2014 DL 24.6.2014 n. 91

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali Novembre 2013 Indice 1. Analisi dei verbali degli organi sociali 2. Obiettivi della verifica dei libri sociali 3. Elenco dei libri sociali 2 1 Analisi dei verbali

Dettagli

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI Luglio 2013 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV6 IST/BOLL/1 1. Premessa LA BOLLATURA DEI LIBRI

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO LA NOTA INTEGRATIVA E GLI ALLEGATI AL BILANCIO NOTA INTEGRATIVA ART. 2423 comma 1 del Codice Civile: GLI AMMINISTRATORI DEVONO REDIGERE IL BILANCIO DI ESERCIZIO, COSTITUITO DALLO STATO PATRIMONIALE, DAL

Dettagli

RISOLUZIONE N. 74/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 74/E QUESITO RISOLUZIONE N. 74/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 novembre 2013 OGGETTO: Interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Imposta sul valore dei contratti assicurativi: chiarimenti in materia

Dettagli