INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE"

Transcript

1 INDICE SOMMARIO XIII PREMESSA INTRODUZIONE 1 1. Gli strumenti di finanziamento dell impresa: le ragioni della riforma CAPITOLO 1 QUESTIONI LEGATE ALLA IDENTIFICAZIONE DELLA FATTISPECIE OBBLIGAZIONARIA I confini della fattispecie obbligazionaria Altri aspetti della fattispecie obbligazionaria Alcune questioni in tema di prestito obbligazionario Può la società emettere obbligazioni non interamente liberate? È ammissibile il pegno di obbligazioni non collocate? È possibile per la società acquistare obbligazioni proprie? È possibile che il prestito obbligazionario sia sottoscritto da una sola persona? CAPITOLO 2 I SOGGETTI LEGITTIMATI ALL EMISSIONE Introduzione Le società a responsabilità limitata Le società cooperative Le banche Gli enti pubblici CAPITOLO 3 LA DELIBERA DI EMISSIONE Competenza Vizi della delibera CAPITOLO 4 I LIMITI ALLA EMISSIONE DELLE OBBLIGAZIONI SEZIONE I I LIMITI ALLA EMISSIONE Evoluzione dei limiti all emissione delle obbligazioni; Qual è la funzione del limite dell art. 2412, 1 co., c.c.?

2 VIII Indice sommario La ratio del limite all emissione delle obbligazioni alla luce del disposto dell art c.c Il limite del doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili Il capitale versato (le riserve legale e disponibili) devono risultare esistenti secondo l ultimo bilancio approvato o al momento dell emissione? Che cosa si intende per ultimo bilancio approvato L emissione delle obbligazioni con l atto costitutivo Le obbligazioni emesse all estero ed i limiti introdotti dalla legge sul risparmio Considerazioni generali Le disposizioni del nuovo quarto comma dell articolo 2412 c.c La responsabilità per gli investitori professionali prevista dall art. 101 bis t.u.f. SEZIONE II L EMISSIONE DELLE OBBLIGAZIONI E TIPOLOGIE PARTICOLARI L emissione delle obbligazioni Il rispetto del limite deve essere accertato rispetto a quanto la società chiede agli obbligazionisti o rispetto a quanto la società è tenuta a rimborsare loro? Sono ammissibili, e se sì entro che limiti, obbligazioni indicizzate in linea capitale? Può la società per azioni emettere obbligazioni in valuta estera? È possibile per la società emettere obbligazioni a premio? Il prestito bull and bear Il prestito hell and heaven Le obbligazioni a cedola zero e quelle a cedola ridotta CAPITOLO 5 IL SUPERAMENTO DEL LIMITE ALL EMISSIONE La garanzia di un investitore professionale (Segue): la natura della garanzia Il prestito garantito da ipoteca Garanzia di un azionista pubblico Altri tipi di garanzia? L emissione di obbligazioni quotate da parte di società quotate L autorizzazione dell autorità governativa

3 Indice sommario IX CAPITOLO 6 LE OPERAZIONI STRAORDINARIE DI SOCIETÀ CHE HANNO EMESSO OBBLIGAZIONI E STRUMENTI FINANZIARI La riduzione del capitale e delle riserve La riduzione del capitale Il divieto assoluto di distribuzione di utili in caso di riduzione obbligatoria del capitale e di diminuzione delle riserve per perdite La riduzione per perdite al di sotto del limite legale: l eventuale ammissibilità della trasformazione in s.r.l. alla luce del nuovo art c.c La trasformazione di società per azioni che hanno emesso strumenti finanziari Le operazioni di fusione e di scissione in presenza di prestito obbligazionario Fusione e scissione di società che hanno emesso strumenti finanziari partecipativi CAPITOLO 7 LE OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI SEZIONE I NOZIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI E PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA LORO EMISSIONE Nozione di obbligazioni convertibili Le caratteristiche delle obbligazioni convertibili e la posizione del loro possessore anche in relazione alla vicende sociali: inquadramento generale Condizioni per l emissione di obbligazioni convertibili Sul conferimento a liberazione delle obbligazioni convertibili Il conferimento a liberazione delle obbligazioni convertibili alla luce dell art ter c.c L offerta in opzione delle obbligazioni emesse L esclusione del diritto di opzione Il 7 comma dell art c.c. in relazione alle obbligazioni convertibili SEZIONE II I DIRITTI DEGLI OBBLIGAZIONISTI CONVERTIBILI I diritti spettanti alle obbligazioni convertibili «proprie» della società in caso di aumento del capitale e di emissione di obbligazioni convertibili Il diritto di opzione degli obbligazionisti convertibili nel caso di emissione di azioni con caratteristiche diverse rispetto a quelle oggetto di conversione L aumento gratuito del capitale

4 X Indice sommario La riduzione del capitale per perdite Le operazioni che comportano il diritto alla conversione anticipata del prestito obbligazionario convertibile In particolare: la riduzione volontaria del capitale Le modificazioni delle disposizioni statutarie concernenti la ripartizione degli utili Le operazioni di fusione e di scissione Il contenuto dell avviso La fusione ed i cosiddetti «diritti equivalenti» I diritti equivalenti e titoli di debito La scissione ed i cosiddetti «diritti equivalenti» La trasformazione di società che hanno emesso obbligazioni convertibili Limiti all emissione di obbligazioni convertibili Competenza per l emissione delle obbligazioni convertibili La delega per l emissione delle obbligazioni convertibili I limiti alla delega per l emissione delle obbligazioni convertibili Le azioni di compendio a servizio della conversione La delega all emissione delle obbligazioni convertibili e l aumento di capitale a servizio della conversione L esclusione del diritto di opzione da parte dell organo amministrativo CAPITOLO 8 GLI STRUMENTI FINANZIARI DIVERSI DALLE OBBLIGAZIONI (ED IN PARTICOLARE GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI) Gli strumenti finanziari previsti dall ultimo comma dell articolo 2411 c.c (Segue): il ruolo nel sistema dell ultimo comma dell articolo 2411 c.c Gli strumenti finanziari partecipativi Inquadramento generale Il concetto di «elemento partecipativo» Il contenuto degli strumenti finanziari partecipativi: i diritti patrimoniali (Segue): i diritti amministrativi (Segue): qual è la sede di esercizio del diritto di voto (Segue): la nomina di un componente indipendente del consiglio di amministrazione, del consiglio di sorveglianza o di un sindaco Ancora sul contenuto degli strumenti finanziari partecipativi Le sanzioni in caso di inadempimento La rappresentazione contabile nel bilancio dell emittente dell apporto e dei diritti spettanti ai titolari degli strumenti finanziari partecipativi La disciplina degli strumenti finanziari partecipativi. Le posizioni degli interpreti Un ipotesi di soluzione La competenza all emissione

5 Indice sommario XI Aspetti esecutivi dell emissione L organizzazione degli interessi di gruppo e le modifiche delle condizioni degli strumenti finanziari partecipativi La legge di circolazione e tipologia degli strumenti finanziari partecipativi La differenza tra strumenti finanziari partecipativi, azioni e obbligazioni (Segue): la delibera CICR n del 19 luglio Gli strumenti finanziari atipici Un argomento a latere: i Tremonti bonds CAPITOLO 9 EMISSIONE DI TITOLI DI DEBITO NELLE S.R.L Introduzione La fattispecie titoli di debito e la differenza con le obbligazioni Condizioni e competenza per l emissione dei titoli di debito La forma dei titoli di debito Il contenuto dei titoli di debito La legge di circolazione dei titoli di debito Il collocamento dei titoli di debito La natura della garanzia Limiti convenzionali alla garanzia Le modalità di offerta dei titoli Le condizioni di prestito e le modalità di rimborso Titoli di debito convertibili Le modifiche delle condizioni di prestito e delle modalità di rimborso Operazioni societarie in presenza di titoli di debito La trasformazione La fusione e la scissione 457 Bibliografia 477 Indice analitico

6

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO COMMERCIALE I LEZIONE VII LE AZIONI PROF. RENATO SANTAGATA Indice 1 NOZIONI E CARATTERI. --------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro 1 CAPITALE E PATRIMONIO 1.1 Il capitale sociale: nozione e caratteri 1.2 Funzione del capitale sociale 1.3 Capitale e patrimonio: classificazioni 1.4 Il nuovo concetto di capitale alla luce delle esperienze

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

mod. 9 SEG BANCA CARIGE

mod. 9 SEG BANCA CARIGE Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede straordinaria convocata per il giorno 13 febbraio 2012 in merito all eliminazione dell indicazione del valore nominale delle azioni della

Dettagli

L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI di Emanuele Rossi e Andrea Sergiacomo 1. Premessa Sia le S.P.A. che le S.A.P.A. ed in particolari casi anche le cooperative 1, hanno la facoltà di emettere prestiti

Dettagli

Le azioni e le obbligazioni

Le azioni e le obbligazioni Nome e Cognome... Classe... Data... autore MARIA RITA CATTANI materia Diritto commerciale destinazione Classe 4 a ITC SCELTA MULTIPLA Scegli la risposta corretta tra quelle che ti vengono proposte. 1.

Dettagli

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it Versione 1 - ottobre 2010 RIFERIMENTI

Dettagli

AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE. Docente: Prof. Massimo Mariani

AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE. Docente: Prof. Massimo Mariani AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Le obbligazioni: definizioni e caratteristiche Particolari tipologie di obbligazioni La valutazione delle

Dettagli

Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore

Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore Capitolo 14 Indice degli argomenti 1. Obbligazioni 2. Valutazione delle obbligazioni

Dettagli

Capitolo undicesimo I PRESTITI OBBLIGAZIONARI

Capitolo undicesimo I PRESTITI OBBLIGAZIONARI Capitolo undicesimo I PRESTITI OBBLIGAZIONARI 11.1. Il prestito obbligazionario: aspetti giuridici ed economicoaziendali Il prestito obbligazionario rappresenta una modalità di finanziamento a medio-lungo

Dettagli

Lucio Toma Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti. Le nuove potenzialità finanziarie nelle s.r.l. dopo la riforma

Lucio Toma Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti. Le nuove potenzialità finanziarie nelle s.r.l. dopo la riforma Le nuove potenzialità finanziarie nelle s.r.l. dopo la riforma INDICE Introduzione pag. 2 1 Il quadro normativo 1.1 La nuova Srl dopo la Riforma» 3 1.2 Analisi del decreto legislativo n. 6/2003» 4 2 I

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 11 dell 11 settembre 2014 DL 24.6.2014 n. 91

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXV Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI Sezione I Disposizioni generali Art. 2325. Responsabilità... 1 1. Introduzione...

Dettagli

Introduzione alle società di capitali

Introduzione alle società di capitali Appunti di Economia Società per azioni Introduzione alle società di capitali... 1 Società per azioni (S.p.A.)... 2 Diritto di voto... 3 Diritto agli utili ed al dividendo... 4 Diritto di opzione... 5 Le

Dettagli

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V Premessa XV Parte prima - La due diligence 1. L attività di due diligence e le rettifiche ai bilanci 1.1 La due diligence 1.1.1 La due diligence legale 1.1.2 La due diligence fiscale 1.1.3 La due diligence

Dettagli

Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi

Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi Avv. Matteo Deboni Milano, 17 giugno 2014 Art. 2346, comma 6, c.c. "Resta salva la possibilità che la società, a seguito

Dettagli

INDICE. Prefazione di Giovanni Lo Cascio... Presentazione... Gli Autori... Art. 2498 c.c. Continuità dei rapporti giuridici... 1

INDICE. Prefazione di Giovanni Lo Cascio... Presentazione... Gli Autori... Art. 2498 c.c. Continuità dei rapporti giuridici... 1 INDICE Prefazione di Giovanni Lo Cascio.......................... Presentazione...................................... Gli Autori....................................... V VII IX Art. 2498 c.c. Continuità

Dettagli

I Prestiti Obbligazionari

I Prestiti Obbligazionari I Prestiti Obbligazionari I PRESTITI OBBLIGAZIONARI I prestiti obbligazionari sono debiti di finanziamento tipici della s.p.a. che, con essi, si procura mezzi finanziari per sviluppare la propria attività

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 I MUTUI BANCARI. Capitolo 2 PENALI PER L ESTINZIONE ANTICIPATA DEI MUTUI

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 I MUTUI BANCARI. Capitolo 2 PENALI PER L ESTINZIONE ANTICIPATA DEI MUTUI INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 I MUTUI BANCARI 1.1. I mutui bancari: aspetti introduttivi... 1 1.2. Mutui di scopo e mutui agevolati.... 4 1.3.

Dettagli

Le Cooperative e gli strumenti finanziari

Le Cooperative e gli strumenti finanziari Le Cooperative e gli strumenti finanziari Dr. Pier Luigi Passoni Il Prestito sociale Le azioni di finanziamento Il prestito obbligazionario Gli strumenti finanziari ibridi Tipologia, modalità operative,

Dettagli

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 1 - Lo scopo mutualistico... 21 2 - La mutualità esterna... 24 3 - La nuova mutualità... 25 4 - I segni distintivi...

Dettagli

INDICE EMITTENTI. 2. INDIVIDUAZIONE DELLE MODALITÀ DI NOMINA CON VOTO DI LISTA DEI COMPONENTI L ORGANO DI CONTROLLO di Francesco Saverio Martorano

INDICE EMITTENTI. 2. INDIVIDUAZIONE DELLE MODALITÀ DI NOMINA CON VOTO DI LISTA DEI COMPONENTI L ORGANO DI CONTROLLO di Francesco Saverio Martorano Introduzione, di Francesco Capriglione... XIII EMITTENTI 1. DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE PER LA NOMINA DEGLI AMMINISTRATORI di Andrea Zoppini 1. Il voto

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1 REGISTRO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1/2006 febbraio 2006 www.an.camcom.it 1 2 INDICE PREMESSA... 3 1. SOCIETA PER AZIONI: STRUMENTI FINANZIARI... 3 1.1

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO Il bilancio delle società di capitali - Composizione del bilancio (stato patrimoniale, conto economico,

Dettagli

Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti finanziari 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0

Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti finanziari 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0 Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0 Indice Necessità di cambiamento nella gestione delle imprese Pag. 3 Gli strumenti e i titoli di debito Le fonti normative

Dettagli

Delle obbligazioni 345

Delle obbligazioni 345 Delle obbligazioni 345 Si assiste qui ad una giustificabile dissociazione tra il ricorso allo strumento assembleare e la natura della pluralità degli interessi individuali, che formano oggetto di decisione,

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI NELLA NUOVA S.P.A.

GLI STRUMENTI FINANZIARI NELLA NUOVA S.P.A. GLI STRUMENTI FINANZIARI NELLA NUOVA S.P.A. 1. La nuova disciplina delle società di capitali così come delineata dalla novella del 2003 ha introdotto una variegata gamma di strumenti finanziari che si

Dettagli

!!!!! DECRETO COMPETITIVITA : LE NOVITA INTRODOTTE IN MATERIA SOCIETARIA

!!!!! DECRETO COMPETITIVITA : LE NOVITA INTRODOTTE IN MATERIA SOCIETARIA DECRETO COMPETITIVITA : LE NOVITA INTRODOTTE IN MATERIA SOCIETARIA Introduzione: Il Decreto Legge n. 91 del 24 giugno 2014 (c.d. Decreto Competitività ) e la relativa Legge di Conversione (Legge n. 116

Dettagli

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO?

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? regolazione SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? Raffaele Lener * Gli strumenti finanziari di tipo partecipativo, che il diritto societario ha consentito

Dettagli

Prestiti obbligazionari

Prestiti obbligazionari Prestiti obbligazionari Agenda Introduzione Aspetti economico aziendali Aspetti giuridici Aspetti contabili Applicazioni Aspetti economico - aziendali La copertura di fabbisogni finanziari di medio-lungo

Dettagli

www.net4students.org Pag. 1

www.net4students.org Pag. 1 TOMO 1-5. SOCIETÀ DI CAPITALI: FINANZIAMENTI A TITOLO DI CAPITALE DI DEBITO 5.2 confronto tra prestito obbligazionario e mutuo passivo Piano di ammortamento finanziario del prestito obbligazionario Anni

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 Introduzione al diritto delle società. - I tipi di società: classificazioni; tipicità e autonomia privata; autonomia patrimoniale

Dettagli

TITOLO IX. Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVERSI DALLE BANCHE DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006

TITOLO IX. Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVERSI DALLE BANCHE DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006 DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006 ISTRUZIONI DI VIGILANZA PER LE BANCHE TITOLO IX - Capitolo 2 TITOLO IX Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVER DALLE BANCHE TITOLO IX - Capitolo

Dettagli

Istruzioni di Vigilanza per le banche

Istruzioni di Vigilanza per le banche BANCA D ITALIA Istruzioni di Vigilanza per le banche Circolare n. 229 del 21 aprile 1999-12 Aggiornamento del 21 marzo 2007 Indice: pag. 28 ISTRUZIONI DI VIGILANZA PER LE BANCHE RIEPILOGO AGGIORNAMENTI

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE C i r c o l a r e d e l 3 m a g g i o 2 0 1 2 P a g. 1 di 7 Circolare Numero 16/2012 Oggetto ACE _ AIUTO ALLA CRESCITA ECONOMICA - AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE Sommario 1_

Dettagli

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione Il prestito

Dettagli

PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153. www.prelios.

PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153. www.prelios. PRELIOS S.P.A. Sede in Milano, Viale Piero e Alberto Pirelli n. 27 Registro delle Imprese di Milano n. 02473170153 www.prelios.com REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A CONVERSIONE OBBLIGATORIA DENOMINATO

Dettagli

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento )

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento ) Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 (il Regolamento ) 1. Importo e titoli 1.1 Il prestito obbligazionario denominato Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 di Euro 4.365.000,00 (quattromilioni

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI E LE SPA

GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI E LE SPA GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI E LE SPA L art 2325 bis c.c. chiarisce l ambito di applicazione delle norme codicistiche in tema di s.p.a. asserendo, al secondo comma, che le norme del Titolo V

Dettagli

La prima cedola (in pagamento l 1 giugno 2010) avrà durata dalla Data di Godimento (inclusa) all 1 giugno 2010 (escluso).

La prima cedola (in pagamento l 1 giugno 2010) avrà durata dalla Data di Godimento (inclusa) all 1 giugno 2010 (escluso). REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO DENOMINATO CONVERTENDO BPM 2009/2013-6,75% Articolo 1 - Importo, titoli e prezzo di emissione Il prestito obbligazionario a conversione obbligatoria denominato

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

S.I.T. SOCIETÀ IMPIANTI TURISTICI S.p.A.

S.I.T. SOCIETÀ IMPIANTI TURISTICI S.p.A. S.I.T. SOCIETÀ IMPIANTI TURISTICI S.p.A. sede in Via Fratelli Calvi n. 53/I 25056 Ponte di Legno (BS) Iscritta al Registro Imprese di Brescia al n. 00277270179 REA Camera di Commercio di Brescia n.8 1590

Dettagli

INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA CAPITOLO II IL CAPITALE O PATRIMONIO

INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA CAPITOLO II IL CAPITALE O PATRIMONIO INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA 1.1. Analisi del concetto di azienda.... pag. 3 1.2. Azienda e ambiente....» 11 1.3. Tipologie di aziende....» 14 1.4.

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

Belvedere S.p.A. Sede in Peccioli (PI), via G. Marconi n 5

Belvedere S.p.A. Sede in Peccioli (PI), via G. Marconi n 5 Belvedere S.p.A. Sede in Peccioli (PI), via G. Marconi n 5 Capitale sociale Euro 1.981.739,28 interamente versato Codice Fiscale e Iscrizione al Registro Imprese di Pisa 01404590505 REGOLAMENTO DEL PRESTITO

Dettagli

SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE

SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE Approfondimenti connessi alla predisposizione delle modifiche statutarie necessarie in seguito alla riforma del Codice, introdotta dal D.Lgs. 17/1/2003

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

INDICE. Sezione I Disposizioni generali

INDICE. Sezione I Disposizioni generali INDICE Evoluzione normativa societaria... Presentazione... pag. V XV D.Lgs. 17 gennaio 2003 n. 6. Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative, in attuazione della

Dettagli

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014 Articolo 1 Delibera In data 19 settembre 2009, l Assemblea straordinaria del Credito Valtellinese Società Cooperativa (il Creval

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... XIII XV Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI 1.1. Evoluzione storica del credito fondiario...

Dettagli

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo.

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. INDICE SOMMARIO Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. V XVII Introduzione LA DISCIPLINA DEL MERCATO FINANZIARIO TRA RIFORME E CONTRORIFORME

Dettagli

Quadro Generale Riassuntivo della Gestione Finanziaria 2012

Quadro Generale Riassuntivo della Gestione Finanziaria 2012 Quadro Generale Riassuntivo della Gestione Finanziaria 2012 ENTE PARCO DELLE MADONIE Corso Paolo Agliata, 16 90027 ENTRATE E000001 Avanzo di amministrazione non vincolato 3.762,19 0,00 E000002 Avanzo di

Dettagli

I prestiti obbligazionari

I prestiti obbligazionari Albez edutainment production I prestiti obbligazionari Classe IV ITC In questo modulo: Cosa sono i prestiti obbligazionari Limiti ed eccezioni all emissione di obbligazioni Emissioni alla pari, sotto la

Dettagli

Revisione e Ragioneria Societaria

Revisione e Ragioneria Societaria Revisione e Ragioneria Societaria Ragioneria Societaria Lezione 8-9 Prof.ssa Anna Paris Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Università degli Studi di Siena anna.paris@unisi.it A.A. 2014-2015 La

Dettagli

Titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari 1 Titoli obbligazionari Emissione Se la legge o lo statuto non dispongono diversamente, l'emissione di obbligazioni è deliberata dagli amministratori. In ogni caso la deliberazione di emissione deve risultare

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII IX INDICE-SOMMARIO Introduzione... Pag. VII Capitolo Primo IL SISTEMA DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO DELLE S.P.A. (hanno collaborato Giusy Staropoli, Eleonora Bianchi, avvocati) 1. L amministrazione della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2"

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale:

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO

INDICE SOMMARIO. Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO INDICE SOMMARIO Premessa... XVII Introduzione... XIX Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO 1. Il concetto di mercato... 1 2. Segmenti tradizionali del mercato finanziario e l attenuarsi del significato della

Dettagli

Assemblea dei portatori delle obbligazioni del prestito obbligazionario Arkimedica 2007-2012 convertibile 5%

Assemblea dei portatori delle obbligazioni del prestito obbligazionario Arkimedica 2007-2012 convertibile 5% Assemblea dei portatori delle obbligazioni del prestito obbligazionario Arkimedica 2007-2012 convertibile 5% Relazione del Rappresentante Comune degli Obbligazionisti Signori Obbligazionisti, siete stati

Dettagli

INDICE - SOMMARIO I. PREMESSA

INDICE - SOMMARIO I. PREMESSA INDICE - SOMMARIO I. PREMESSA 1. Revisione della normativa in materia di credito fondiario, edilizio e alle opere pubbliche, nell ambito della riforma in materia bancaria e creditizia. Impostazione e contenuti

Dettagli

DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE

DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE VIGILANZA CREDITIZIA E FINANZIARIA SERVIZIO CONCORRENZA NORMATIVA E AFFARI GENERALI Divisione Normativa DISCIPLINA DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE GARANTITE Il presente documento fornisce uno schema di disposizioni

Dettagli

R.D. 182 16.3.1942 267 (L.

R.D. 182 16.3.1942 267 (L. COMUNICATO STAMPA EEMS Italia S.p.A. ha stipulato in data odierna l accordo di ristrutturazione del debito con il pool di banche creditrici composto da Unicredit, Banca Nazionale del Lavoro, Banca Monte

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XIII PARTE PRIMA I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 CAPITOLO 1 IL CONCETTO DI FRODE AL FISCO 1. Premessa... 3 2. Concetto e finalità

Dettagli

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari Capitolo 1 L impresa L IMPRESA E LE SOCIETÀ La nozione di impresa si desume implicitamente dal codice civile che delinea la figura dell imprenditore. Manca, infatti, nel nostro codice, una definizione

Dettagli

1. Condizioni, requisiti e deroghe

1. Condizioni, requisiti e deroghe Sommario 1. Condizioni, requisiti e deroghe INQUADRAMENTO GENERALE 1 DEFINIZIONE E REQUISITI 2 1. Forma societaria 2 1.1 Società a responsabilità limitata semplificata (S.r.l.s.) 3 2. Requisiti cumulativi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO SIAS 2,625% 2005 2017 CONVERTIBILE IN AZIONI ORDINARIE.

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO SIAS 2,625% 2005 2017 CONVERTIBILE IN AZIONI ORDINARIE. REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO SIAS 2,625% 2005 2017 CONVERTIBILE IN AZIONI ORDINARIE. Art.1. Importo, titoli e prezzo di emissione Il prestito obbligazionario convertibile denominato SIAS 2,625%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

S.p.A. e S.r.l.: conferimenti e forme di finanziamento di Antonio Ricciardi (*)

S.p.A. e S.r.l.: conferimenti e forme di finanziamento di Antonio Ricciardi (*) III S.p.A. e S.r.l.: conferimenti e forme di finanziamento di Antonio Ricciardi (*) Premessa Le principali cause di criticità della gestione finanziaria delle PMI (1) vanno individuate nel limitato apporto

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SUL SECONDO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI (redatta ai sensi degli artt. 72 e

Dettagli

LA PARTECIPAZIONE NON AZIONARIA NELLA S.P.A. GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI

LA PARTECIPAZIONE NON AZIONARIA NELLA S.P.A. GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI Alessio Bartolacelli LA PARTECIPAZIONE NON AZIONARIA NELLA S.P.A. GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI Rangendingen, November 2011 by LIBERTAS & author LIBERTAS - Europäisches Institut GmbH (LIBERTAS

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... xv Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE Guida bibliografica... 3 1. Perché studiare ancora i titoli di credito... 5 2. Circolazione della ricchezza

Dettagli

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti Le operazioni sul capitale Il capitale può subire, nel corso della gestione aziendale, variazioni di due tipi: Aumenti di capitale Riduzioni

Dettagli

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione 1.1 Il prestito obbligazionario BIM

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

Italo Degregori. Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni. Edizioni R.E.I.

Italo Degregori. Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni. Edizioni R.E.I. Italo Degregori Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni Edizioni R.E.I. 2 Edizioni R.E.I. 3 Italo Degregori Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni ISBN 978-88-97362-46-3 Copyright 2011 - Edizioni

Dettagli

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SUL PUNTO 2) ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI CONVOCATA PER IL GIORNO 28 FEBBRAIO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II"

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale:

Dettagli

STATUTO DELLA EDISON S.p.A. - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata. Art. 1 Denominazione

STATUTO DELLA EDISON S.p.A. - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata. Art. 1 Denominazione STATUTO DELLA EDISON S.p.A - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata Art. 1 Denominazione 1. La Società è denominata "EDISON S.p.A.". La denominazione può essere scritta in caratteri maiuscoli

Dettagli

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32.

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32. PROPOSTE DI MODIFICA DEGLI ARTICOLI DELLO STATUTO SOCIALE NUMERI 2, 5, 7, 8, 9, 10, 12, 13, 15, 17, 18 E INSERIMENTO DI UN NUOVO ARTICOLO CONCERNENTE IL CONTROLLO CONTABILE (ART. 24); DELIBERAZIONI INERENTI

Dettagli

I TREMONTI BOND. Nota tecnica. Consorzio Camerale per il credito e la finanza

I TREMONTI BOND. Nota tecnica. Consorzio Camerale per il credito e la finanza I TREMONTI BOND Nota tecnica Consorzio Camerale per il credito e la finanza Finalità I TREMONTI BOND sostenere le banche; migliorare le condizioni di accesso al credito per le imprese. Impegni per le banche

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

Start up innovativa. 6. La remunerazione con strumenti finanziari della start up innovativa e dell incubatore certificato

Start up innovativa. 6. La remunerazione con strumenti finanziari della start up innovativa e dell incubatore certificato Start up innovativa di Leonardo Serra Con il termine start up innovativa, si definisce la società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano ovvero la società europea residente

Dettagli

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l.

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. Sommario: 1. Iscrizione dell atto costitutivo e statuto 2. Iscrizione degli atti modificativi dello statuto PARTE PRIMA 3. Nomina o riconferma delle cariche

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI Esercizio 3 In data 1/6 la società Delta S.p.A. ottiene un anticipazione bancaria con scadenza al 1/8 per l importo di 10.000. Gli interessi sono liquidati in via posticipata ed ammontano a 500. In data

Dettagli

Conversione di obbligazioni o esercizio di warrant?

Conversione di obbligazioni o esercizio di warrant? Conversione di obbligazioni o esercizio di warrant? di Roberto Moro Visconti (*) L emissione di obbligazioni convertibili o cum warrant risulta particolarmente utile quando la società è alla ricerca di

Dettagli

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 Avv. Sergio Maria Battaglia Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 I profili di responsabilità nei rapporti banca cliente La violazione degli obblighi Biennio

Dettagli

La tabella che segue mostra le informazioni storiche sui volumi di negoziazione e il prezzo medio di ogni categoria di azioni:

La tabella che segue mostra le informazioni storiche sui volumi di negoziazione e il prezzo medio di ogni categoria di azioni: Conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie; esame delle conseguenti modifiche statutarie sottoposte all Assemblea straordinaria degli Azionisti ordinari. Approvazione, ai sensi

Dettagli

ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ

ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ Avv. Luca Scarselli Avv. Augusto Praloran SISB Studio legale Bernascone & Soci con Studio legale Ughi e Nunziante Milano,

Dettagli

Aprile 2014. Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO

Aprile 2014. Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO Aprile 2014 Il procedimento di ammissione a quotazione dei Minibond presso l ExtraMOT PRO Piergiorgio Leofreddi e Azzurra Campari, Simmons & Simmons Il presente articolo si propone di analizzare alcuni

Dettagli

Corso di Laurea in Infermieristica "S" A.A. 2015/2016 Orario Lezioni III Anno - I Semestre Nuovo Ordinamento (D.M. 270/04)

Corso di Laurea in Infermieristica S A.A. 2015/2016 Orario Lezioni III Anno - I Semestre Nuovo Ordinamento (D.M. 270/04) I^ Settimana 12 ottobre 16 ottobre II^ Settimana 19 ottobre 23 ottobre III^ Settimana 26 ottobre 30 ottobre IV^ Settimana 2 novembre 6 novembre V^ Settimana 9 novembre 13 novembre VI^ Settimana 16 novembre

Dettagli

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio Generale e dalle Linee Guida e Tabelle, che formano parte integrante delle Procedure stesse. Le seguenti

Dettagli

GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale: Milano, Via Bernardo Quaranta n. 40. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 19.100.

GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale: Milano, Via Bernardo Quaranta n. 40. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 19.100. GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale: Milano, Via Bernardo Quaranta n. 40 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 19.100.389,26 Registro delle Imprese di Milano n. 81019220029 Iscritta al

Dettagli

Le forme di finanziamento nelle Società

Le forme di finanziamento nelle Società Master in Consulente Legale d Impresa Prospettive Nazionali e Internazionali Le forme di finanziamento nelle Società a cura di: Dott. Angelo D Alia 1 Indice 1.Il concetto di impresa 2. Le varie tipologie

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO redatto ai sensi dell articolo 71-bis del regolamento di attuazione del D. Lgs. n. 58/1998 concernente la disciplina degli emittenti, adottato dalla CONSOB con delibera n. 11971 del

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

LEZIONE 10 GENNAIO 2014

LEZIONE 10 GENNAIO 2014 LEZIONE 10 GENNAIO 2014 SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA> Come noto, è un ente dotato di personalità giuridica che rientra nel novero delle società di capitali. La riforma ha portato un integrale revisione

Dettagli

Azioni Sviluppo. Milano, 22 luglio 2014. Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani. www.beplex.com

Azioni Sviluppo. Milano, 22 luglio 2014. Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani. www.beplex.com Azioni Sviluppo Milano, 22 luglio 2014 Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani www.beplex.com L origine Nascono nel 2007 dalla collaborazione tra Assolombarda, Borsa Italiana, BEP e Mediobanca

Dettagli