IV Lezione. Web Services Semantic Web Services OWL-S Discovery Composition

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IV Lezione. Web Services Semantic Web Services OWL-S Discovery Composition"

Transcript

1 IV Lezione s s

2 Dal Statico al Computing Inizialmente pagine HTML dinamiche (CGI Common Gateway Interface); Successivamente: s duzione di linguaggi di scripting (JavaScript) in HTML; Ampliamento delle potenzialità di elaborazione lato server attraverso linguaggi integrati con il Server stesso (JSP, PHP, ASP, ) dando luogo a quelli che sono oggi più propriamente noti come Application Server; Utilizzo del web come piattaforma applicativa che oggi trova la sua massima espressione nei. HTML CGI JavaScript JSP, PHP, ASP statico dinamico computing

3 s Search Authentication Inter-library loan request Document Translation Payment s Il web abilita alla connessione di utenti ad applicazioni rese disponibili I web services abilitano Internet Digital Library Application alla connessione di applicazioni ad altre distribuite e disponibili in rete (from B2C to B2B).

4 Interoperabilità a s Il offre sia un linguaggio per definire ontologie (OWL) sia un linguaggio per l interscambio di metadati (RDF), ma l interoperabilità semantica richiede la definizione di un modello concettuale che supporti la descrizione di tutti i processi di una SOA realizzata tramite s. Mismatching: Content Level Il Provider restitusce il valore Pennsylvania, ma il richiedente comprende solo il codice dello stato composto da 2 lettere(i.e. PA); Attribute level Il richiedente necessita di un informazione climatica riguardante la pioggia ma il provider fornisce informazioni relative alle precipitazioni; Units of Measure Il richiedente ha valori in inches, ma il provider li richiede in cm; Message level Il richiedente ha length & width, ma il provider richiede l area;

5 verso i s services e loro composizioni in Processes ampliano le potenzialità di ecommerce and es; Il supporto a Processes su scala introduce una serie di sfide in merito alla gestione di heterogeneity / integration, scalability, dynamic environment e performance; Le tecnologie semantiche rivestono un ruolo chiave in tal senso; La tendenza è aggiungere la semantica ai s e sfruttarla in Process Lifecycle, cioè: Specification,,, Execution.

6 s s services are a new breed of application. They are self-contained, self-describing, modular applications that can be published, located, and invoked across the. services perform functions, which can be anything from simple requests to complicated business processes. Once a service is deployed, other applications (and other services) can discover and invoke the deployed service. IBM web service tutorial

7 s Caratteristiche Principali s Modular: unità di computazione riutilizzabile ed eventualmente componibile in componenti software più complessi e articolati; Available: i Servizi devono essere esclusivamente esposti indipendententemente dal particolare paradigma che utilizzano. Described: sono dotati di una descrizione machinereadable utilizzabile per identificare l interfccia del servizio web. Implementation-independent; Published: le descrizioni del servizio sono depositate in appositi repository dove utenti possono trovarli ed attraverso tale descrizione possono accedervi.

8 Architecture s

9 s Attori, Protocolli e Operazioni s Protocolli standard XML-based: Simple Object Access Protocol (SOAP); Universal Description Language (UDDI); s Description Language (WSDL). Attori: Fornitore; Broker Consumatore. Operazioni: Pubblicazione; Registrazione; Fruizione. UDDI Consumer Find Points to description Points to SOAP Comunicate with XML Messages WSDL Describes

10 s Protocols SOAP a framework for exchanging XML-based information in a network WSDL: s Description Language s Interface (what): abstract model of the service. Interface binding (how): binds the abstract model to a concrete protocol. Implementation (where): Access point of the service. UDDI: Universal Description, and Integration types: Contain abstract services and link to the Description interfaces. Several business can offer the same type of interface providers: associate businesses to the service types. Categorization: classification of the businesses and their service types

11 s Syntax only! UDDI Points to description WSDL s Find Points to Describes Consumer SOAP Comunicate with XML Messages s = Technology + Technology

12 Dove esplicitare la semantica s Abilitare meccanismi di discovery caratterizzati da alta precisione e ranking efficace da utilizzare non solo per il discovery di servizi semplici, ma anche per il discovery di servizi composti e di servizi in grado di compensare gli effetti di uno o più servizi invocati Catturare il comportamento del servizio in termini di proprietà funzionali e non funzionali del servizio Abilitare la composizione di servizi e monitorarne l esecuzione Applicare trasformazioni a livello di dati e al livello di protocollo per adattare servizi non immediatamente compatibili

13 s - Benefici s Automazione parziale del processo di utilizzazione dei s: Publication: rendere disponibile la descrizione del servizio in termini di capacità di computazione offerte; : localizzare l insiememe di servizi adattabili a un dato compito; Selection: scegliere I servizi maggiormente appropriati fra quelli disponibili; : combinare servizi eterogenei in un processo computazionale composto; Mediation: risolvere i mismatches (data, protocol, process) tra le entità combinate; Execution: invocare I servizi seguendo un approccio basato sulle tecniche di programmazione convenzionali; Monitoring: controllare il processo di esecuzione; Compensation: fornire un supporto oculato, intelligente in grado di revocare o mitigare effetti indesiderati; Replacement: facilitare il rimpiazzamento tra servizi equivalenti per risolvere eventuali situazioni critiche.

14 s Requisiti s Occorre: Descrivere tutte le informazioni necessarie ad abilitare l automazione di: Execution, etc. Utilizzare le ontologie e i linguaggi ontologici, dunque I formalismi del ; Garantire la registrazione e la reperibilità delle descrizioni semantiche dei servizi; Disporre di tools e piattaforme di supporto a: discovery Strategie di matchmaking; composizione Risoluzione dei mismatching; execution & monitoring Selezionare tenendo conto del QoS;

15 s s Le principali iniziative attive nel contesto dei s sono, è un ontologia dei servizi definita in OWL e SWRL Supportato dal programma DAML finanziato dalla DARPA Sottomesso al W3C nel Novembre del 2004., Modeling Ontology, Guidato da DERI e supportato da numerosi progetti europei Sottomesso al W3C è nel giugno 2005 WSDL-S, WSDL with Annotation, Un lavoro portato avanti in collaborazione da University of Georgia e IBM Sono in corso lavori per allinare e WSDL-S e per integrare WSDL-S nelle specifiche di WSDL 2.0 SWSF, Framework Supportato dalla Initiative Sottomesso al W3C nel settembre del L idea è completare (gli standard esistenti dei ), non competere

16 Approach s Markup for s - Un ontologia scritta in OWL per descrivere i servizi offerti usando s Abilitare l uso automatico di servizi discovery, composition, invocation,... L idea principale è non competere ma completare non intende rimpiazzare gli standard in uso ma modellare il semantic layer in aggiunta ad essi: usa WSDL per invocare service (Grounding) estende UDDI per service discovery (mapping /UDDI) Un approccio costruito su molte basi Description logic, AI planning, Workflow, Formal process modeling, Agents, services,

17 Approach (2) s fornisce: Un insieme di costrutti linguistici per descrivere: services in modo non ambiguo e machine-readable; services Capabilities; services Process Model; Mappare il web service Process Model sul WSDL per l invocazione; Un infrastruttura adeguata per supportare l interazione dei servizi sul : Descrizione delle capacità per abilitare il discovery capability-based dei WS; Descrizione del processo per comporre le attività di WS differenti; Mapping verso e da WSDL per l automazione dell invocazione dei WS;

18 è un ontologia espressa in OWL e su una proposta di linguaggio per esprimere regole (SWRL) costruito su OWL s

19 Supports Tasks che abilita: Automatic service discovery s Automated location of WSs that provide a particular service and adhere to requested constraints Automatic service invocation Automated execution of an identified WS by a computer program or agent Automatic service composition and interoperation Automatic selection, composition and interoperation of WSs to perform some task (e.g. arrangement for a conference) Automatic service execution monitoring Individual services and composition services generally require some time to execute completely It is useful to know the state of execution of services

20 Upper Ontology for s s Come funziona? il flusso di controllo Black/Grey/Glass Box view Specifica del protocollo messaggi astratti Che cosa fa? Specifica delle Capability Caratteristiche generali del servizio Quality of Classificazione in tassonomie di Servizi Come faccio ad utilizzarlo? Mapping su WSDL communication protocol (RPC, HTTP, ) marshalling/serialization trasformazione da/in OWL a/di XSD

21 Upper Ontology for s s Sono necessari 3 tipologie di informazioni semantiche del servizio: Che cosa fa? (cosa il provider deve fornire al cliente) La risposta si concretizza nel Profile che è usato per formalizzare l advertise del servizio offerto; Perciò ciascuna istanza della classe definita nell ontologia è relazionata ad una istanza della classe Profile attraverso la proprietà presents. Come funziona? La risposta si concretizza nel Process Model; Queste informazioni sono incluse istanziando la classe Model. Istanze della classe usano la proprietà describedby per riferirsi al Model del servizio. Come faccio ad utilizzarlo? Specificando il Grounding Un grounding associato ad un servizio fornisce in modo formalizzato la descrizione dei dettagli riguardanti il protocollo di trasporto da utilizzare. Istanze della classe riferiscono attraverso la proprietà supports ad istanze di Grounding.

22 Grounding Process Model Profile Upper Ontology for s Publication Cosa fa! s Simulation Verification Come lo uso! Selection Come lo fa! Invocation, Interoperation Monitoring, Recovery Development Deployment Use

23 Upper Ontology for s s The class provides an organizational point of reference for a declared service One instance of will exist for each distinct published service. The properties presents, describedby, and supports are properties of. The classes Profile, Model, and Grounding are the respective ranges of those properties. Each instance of presents a Profile description, that is describedby a Model description, and supports a Grounding description. The Profile provides the information needed to automatically discover a service, while the Model and Grounding, taken together, provide enough information to make use of a service, once found.

24 Upper Ontology for s The upper ontology for services specifies only two cardinality constraints: A service can be described by at most one service model s A grounding must be associated with exactly one service. It deliberately does not specify any minimum cardinality for the properties presents or describedby In principle, a service needs all three properties to be fully characterized; in some situations a partial characterization could be useful. Nor does it specify any maximum cardinality for presents or supports It can be useful for some services to offer multiple profiles and/or multiple groundings.

25 Example s <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <!DOCTYPE uridef (View Source for full doctype...)> <rdf:rdf xmlns:rdf="http://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#" xmlns:rdfs="http://www.w3.org/2000/01/rdf-schema#" xmlns:owl="http://www.w3.org/2002/07/owl#" xmlns:service="http://www.daml.org/services/owl-s/1.0/.owl#" xmlns="http://www.daml.org/services/owl-s/1.0/congo.owl#"> <owl:ontology rdf:about=""> <owl:versioninfo> </owl:versioninfo> <rdfs:comment>this ontology </rdfs:comment> <!-- Specifica degli imports necessari --> <owl:imports rdf:resource=".owl" /> </owl:ontology> <service: rdf:id="fullcongobuy"> <!-- Reference to the Profile --> <service:presents rdf:resource="profile_congo_bookbuying_" /> <!-- Reference to the Process Model --> <service:describedby rdf:resource="fullcongobuyprocessmodel" /> <!-- Reference to the Grounding --> <service:supports rdf:resource="fullcongobuygrounding" /> </service:> </rdf:rdf> Da:

26 IOPE Profile - Example s <profile:profile rdf:id="profile_full_congo_bookbuying_"> <service:presentedby rdf:resource="fullcongobuy" /> <profile:has_process rdf:resource="fullcongobuyprocessmodel" /> <profile:servicename>congo_bookbuying_agent</profile:servicename> <profile:textdescription> This agentified service provides the opportunity to browse a book selling site and buy books there </profile:textdescription> <profile:contactinformation rdf:resource="#congobuy_contacts" /> <profile:qualityrating rdf:resource="#congo-rating" /> QoS <profile:has_process rdf:resource="#fullcongobuyprocessmodel" /> <profile:hasinput rdf:resource="#bookname" /> <profile:hasoutput rdf:resource="#locatebookoutput" /> <profile:hasinput rdf:resource="#putincart" /> <profile:hasinput rdf:resource="#signininfo" /> <profile:hasinput rdf:resource="#deliveryaddress" /> <profile:hasinput rdf:resource="#packagingselection" /> <profile:hasinput rdf:resource="#deliverytypeselection" /> <profile:hasinput rdf:resource="#creditcardnumber" /> <profile:hasinput rdf:resource="#specifypaymentmethodcreditcardtype" /> <profile:hasinput rdf:resource="#creditcardexpirationdate" /> <profile:hasinput rdf:resource="#createacctinfo" /> <profile:hasoutput rdf:resource="#createacctoutput" /> <profile:hasprecondition rdf:resource="#profileexists" /> </profilehierarchy:bookselling> Da:

27 (Process) Model - Example s <process:processmodel rdf:id="expresscongobuyprocessmodel"> <service:describes rdf:resource="#expresscongobuy" /> <process:hasprocess rdf:resource="#expresscongobuy" /> </process:processmodel> <process:compositeprocess rdf:id="fullcongobuy"> <process:composedof> <process:sequence> <process:components rdf:parsetype="collection"> <process:atomicprocess rdf:about="#locatebook" /> <process:compositeprocess rdf:about="#congobuybook"/> </process:components> </process:sequence> </process:composedof> </process:compositeprocess> Da:

28 Profile s Profile: descrizione ad alto livello del servizio. Due principali usi: 1. Advertisements delle s capabilities (nonfunctional properties, QoS, Description, classification, etc.) 2. Richiesta del servizio, esibendo ( publishing ) un certo insieme di funzionalità ( capabilities )

29 Profile s The class Profile provides a superclass of every type of high-level description of a service provides one possible representation of a service profile through the class Profile, describing a service as a function of three basic types of information: What organization provides the service Contact information that refers to the entity that provides the service What function the service computes Specified in terms of: Inputs required by the service and outputs generated Preconditions required by the service and expected effects that result from the execution of the service A host of features that specify characteristics of the service The category of a given service The quality rating of the service (some services may be very good, reliable, and quick to respond) An unbounded list of service parameters that can contain any type of information

30 Profile vs. Model s The Profile and the Process Model play different roles during the transaction between services But they are two different representations of the same service and the input, output, precondition, and effects (IOPEs) of one are reflected in the IOPEs of the other does not dictate any constraint between Profiles and Process Models the two descriptions may be inconsistent without affecting the validity of the OWL expression

31 Profile Properties s Selected class and properties of the Profile

32 Profile Functionality Description s Generally the IOPE's published by the Profile are a subset of those published by the Process. The Process part of a description will create all the IOPE instances and the Profile instance can simply point to these instances. The Profile can create its own IOPE instances according to the schema in the Process ontology The Profile ontology defines the following properties of the Profile class: hasparameter hasinput hasoutput hasprecondition hasresult Specifies under what conditions the outputs are generated and what domain changes are produced during the execution of the service

33 Profile Additional Properties s serviceparameter An expandable list of properties that may accompany a profile description. The value of the property is an instance of the class Parameter serviceparametername Name of the actual parameter (e.g. the URI) sparameter Points to the value of the parameter within some OWL ontology. servicecategory Describes categories of services on the bases of some classification. The value of the property is an instance of the class Category categoryname taxonomy A reference to the taxonomy scheme (not necessarily an URL). value Points to the value in a specific taxonomy code Code associated to a taxonomy.

34 OWL (Process) Model s Process Model Descrizione delle attività del servizio Descrizione interna dei processi: Specifica il protocollo di interazione; Specifica i messaggi: riferimento ontologico del tipo di informazione transmessa; Facilitates Invocazione Composizione Monitoraggio dell esecuzione

35 Modelling s as Processes s A process is intended as a specification of the ways a client may interact with a service An atomic process is a description of a service that expects one (possibly complex) message and returns one (possibly complex) message in response. A composite process is one that maintains some state; each message the client sends advances it through the process. A process can have two sorts of purpose: 1. It can generate and return some new information. Information production is described by the inputs and outputs of the process. 2. It can produce a change in the world. This transition is described by the preconditions (which must all hold in order for the process to be successfully invoked) and effects of the process Preconditions and effects are represented as logical formulas (using languages more expressive than OWL: RuleML or OWL Rules Language)

36 (Process) Model Properties s Top level of the Process ontology

37 Model Simple Process Simple processes are not invocable and are not associated with a grounding They are conceived of as having single-step executions s Simple processes are used as elements of abstraction. A simple process may be used to provide: A view of (a specialized way of using) some atomic process The simple process is realizedby the atomic process A simplified representation of some composite process (for purposes of planning and reasoning). The simple process expandsto the composite process

38 Esempio di Atomic Process s Inputs / Outputs Result Precondition Condition Output Constraints Effect <process:atomicprocess rdf:id="login"> <process:hasinput rdf:resource="#acctname"/> <process:hasinput rdf:resource="#password"/> <process:hasoutput rdf:resource="#ack"/> <process:hasprecondition ismember(accname)/> <process:hasresult> <process:result> <process:incondition> <expr:swrl-condition> correctlogininfo(accname,password) </expr:swrl-condition> </process:incondition> <process:withoutput rdf:resource= #Ack > <valuetype rdr:resource= #LoginAcceptMsg > </process:withoutput> <process:haseffect> <expr:swrl-condition> loggedin(accname,password) </expr:swrl-condition> </process:haseffect> </process:result> </process:hasresult> </process:atomicprocess>

39 Model Composite Process s Composite processes are decomposable into other (non-composite or composite) processes Their decomposition can be specified by using control constructs A process can often be viewed at different levels of granularity, either as a primitive, undecomposable process or as a composite process. These are sometimes referred to as ``black box'' and ``glass box' views, respectively. When a composite process is viewed as a black box, a simple process can be used to represent it. A composite process is not a behavior a service will do, but behavior (or set of behaviors) the client can perform by sending and receiving a series of messages. If the composite process has an overall effect, then the client must perform the entire process in order to achieve that effect.

40 Esempio di Composite Process Airline Sequence BookFlight Flight Control Flow Links Specify order of execution s Data-Flow Links Specify transfer of data Perform Airline Depart Arrive Get Flights Flights Perform Flights Select Flight Flight Perform statements Specify the execution of a process

41 Model Control Constructs s Sequence Split A list of control constructs to be done in order. A bag of process components to be executed concurrently. Split completes as soon as all of its component processes have been scheduled for execution. Split-Join The process consists of concurrent execution of a bunch of process components with barrier synchronization. Split+Join completes when all of its components processes have completed. Any-Order Allows the process components (specified as a bag) to be executed in some unspecified order but not concurrently. Execution and completion of all components is required. Choice Execution of a single control construct from a given bag of control constructs. Any of the given control constructs may be chosen for execution If-Then-Else Iterate Is an "abstract" class, serves as the common superclass of Repeat-While, Repeat- Until, and potentially other specific iteration constructs. Repeat-While and Repeat-Until Iterate until a condition becomes false or true, following the familiar programming language conventions.

42 Data Flow and Parameter Bindings s In composite processes we can have different type/pattern of data flow specifications The input to one process component can be obtained as one of the outputs of a preceding step. The outputs of a composite process may be derived from outputs of some of its components The convention adopted is that the source of a datum is identified when the user of the datum is declared (consumer-pull convention) If step 1 feeds step 3, this fact is specified in the description of step 3 rather than in the description of step 1 (the opposite is called producer-push convention).

43 Grounding s Grounding Fornisce la specifica a basso livello delle informazioni di accesso al servizio; Costruisce il mapping con WSDL riguardo la struttura del messaggio e il binding fisico; Model + Grounding costituiscono gli elementi necessari ad utilizzare un servizio; Specifica i protocolli di comunicazione, meccanismi di transporto, languaggi di comunicazione, ecc.

44 Grounding Providing details on how to interoperate/access the service s Protocol, message formats, serialization, A mapping from an abstract specification to a concrete realization How the abstract inputs and outputs of an atomic process are to be realized concretely as messages (which carry these inputs and outputs) WSDL as a possible grounding approach Exploiting the extensibility elements of WSDL

45 /WSDL Grounding Process Model Description Logic Based Types s Atomic Process Operation Inputs / Outputs Message Binding to SOAP, HTTP, etc. WSDL To construct an /WSDL grounding one must first identify, in WSDL, the messages and operations by which an atomic process may be accessed, and then specify correspondences

46 /WSDL Grounding s

47 /WSDL Grounding Airline Sequence BookFlight Flight s Perform Perform Airline Depart Arrive Get Flights Flights Flights Select Flight Flight Arrive Depart Airline Get Flights Op Flights Flights Select Flight op Flight WSDL

48 e UDDI s The main problem with UDDI is that it does not provide a capability representation language such as the Profile. But UDDI supports the location of information about a services, once it is known which service to use UDDI does not provide capability based search (impossible to locate a service on the basis of what problems it solves) and UDDI complement each other Integrate capability matching in the UDDI registry. Mapping of Profiles into UDDI service representations. A set of specialized UDDI TModels to store information that cannot be represented in the standard UDDI /UDDI provides all the functionalities provided by UDDI using exactly the same API; any UDDI can interact with it to retrieve information about available services. /UDDI supports capability matching by taking advantage of capability representation.

49 /UDDI Mapping CMU Matching è stato integrato in un server UDDI mappando parte di Profile nella struttura dati di UDDI. CMU UDDI server mette a disposizione s Le porte standard UDDI Publish/Inquiry Completa interoperabilità con qualsiasi client UDDI La Capability Port è a disposizione per richieste che sfruttano capability CMU UDDI è disponibile su matchmaker o su SemCentral Una variante del CMU UDDI è stato installato presso NTT UDDI Business Registry (il principale UDDI pubblico in Giappone)

50 /UDDI Mapping s

51 Conclusioni s supporta i principali processi di una SOA Permette di descrivere in modo formale le capabilities dei s Usando OWL/ è possibile implementare diverse tecniche di discovery Invocation È compatibile con i meccanismi di invocazione dei s Chiara separazione tra descrizione dei s e loro implementazione Composizione Permette di rappresentare in modo formale il processo implementato da dei s Il Process Model può essere utilizzato da sistemi di plannig per automatizzare la composizione Tutte le soluzioni sono pensate in stretta relazione con gli standard attuali per i s

52 Approach s is an ontology and conceptual framework to describe services and related aspects Based Modeling Framework (WSMF) is a SDK-Cluster Working Group A Conceptual Model for SWS A Formal Language for Execution Environment for

53 vs s Scelte condivise: Basati su un robusto modello concettuale per la specificazione di s; Preservare gli attuali standard in uso per i WS ma stabilire un add-on infrastrutturale ontology-based Principali differenze: separa gli elementi necessari a descrivere un servizio in Ontologies, services, Goals and Mediators; non differenzia la rappresentazione della richiesta utente dall advertise del servizio; raccomanda l uso di vocabolari di metadati noti ed ampiamente accettati per le proprietà non funzionali, come Dublin Core and Friend of a Friend (FOAF) metadata; Per definire espressioni logiche, fornisce una flessibile scelta tra SWRL, DRS e KIF; fornisce una famiglia di linguaggi per definire le regole (vedi Modeling Language); non affronta esplicitamente il problema della mediazione: delega l infrastruttura sottostante a gestirli; è chiaramente più maturo come approccio, mentre fornisce un modello concettuale più completo;

54 WSDL-S Approach s Idea Mapping di Input e Output Message Parts su un ontologia Problema: Gli elementi XML usati nei messaggi Input/Output non riflettono la semantica dei dati scambiati in un operazione eseguita tramite Stesso frammento di XML diversi usi Diversi frammento di XML stessi usi Soluzione: l utilizzo di metadati standard definiti in una ontologia (es. RosettaNet Business/Technical dictionary o ebxml Core Component catalog/dictionary) permette di assegnare un preciso significato ai dati scambiati Mapping delle Operations su un ontologia Problema: molto spesso operazioni con la stessa signature mettono a disposizioni funzionalità differenti Stesso messaggio diversi usi Diversi messaggi stessi usi Soluzione: anche in questo caso è possibile annotare semanticamente le operazioni per renderne esplicito il significato Aggiungere degli elementi per rappresentare pre-condizioni ed effetti/postcondizionidi ciascuna operazione

55 Prossimi step s Rilasciare diagrammi delle ontologie; Utilizzare una sintassi abbreviata è preferibile; Non estendere i concetti non necessari di FOAF o di altri schemi ereditati; Ontologia Dati Veicolo durre tassonomie Profilo utente: quanti km fai in media al mese; ti rechi a lavoro con l auto, etc.; Dati Veicolo: Euro 4, etc. Venerdì 29/10 1h di incontro per condividere quanto realizzato al primo task e valutare taluni problemi derivanti dall uso dei tool (Protégé, etc.)

56 Prossimi step s Se rispettiamo la scadenza del 29/10 E possibile produrre dei servizi di esempio Georeferenziare i servizi attraverso Geonames Parametrizzare i servizi rispetto alle funzionalità tipiche del Green Driving Collegare owl-s a tassonomie SKOS Collegare owl-s ad ontologie di dominio

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT ONE

ITALTRONIC SUPPORT ONE SUPPORT ONE 273 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 6071 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili su guide DIN (EN 6071) Materiale: Poliammide

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Progettazione Orientata agli Oggetti

Progettazione Orientata agli Oggetti Progettazione Orientata agli Oggetti Sviluppo del software Ciclo di vita del software: comprende tutte le attività dall analisi iniziale fino all obsolescenza (sviluppo, aggiornamento, manutenzione) Procedimento

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE UN ARCHITETTURA UNITARIA PER L AGENDA DIGITALE - Il nuovo modello di cooperazione SPC - documento.: INDICE ACRONIMI... 3 GLOSSARIO... 5 1. SCOPO E STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 6 2. INTRODUZIONE... 7 2.1.

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Smau Bologna 18 Giugno 2009 Eligio Papa Distribution Channel Sales Manager SAP Italia COSA SIGNIFICA

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa La materia di cui sono fa0 i sogni digitali Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa Presentazioni! Gian Luigi Ferrari o Informa7co! Di cosa mi occupo (ricerca) o Linguaggi di Programmazione!

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli