E PICCOLA IMPRESA NOTIZIARIO MENSILE DI INFORMAZIONE, CULTURA E ATTUALITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E PICCOLA IMPRESA NOTIZIARIO MENSILE DI INFORMAZIONE, CULTURA E ATTUALITÀ"

Transcript

1 ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NOTIZIARIO MENSILE DI INFORMAZIONE, CULTURA E ATTUALITÀ CONFARTIGIANATO ORGANO UFFICIALE DELLA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BIELLA ADERENTE: CONFARTIGIANATO CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DELL ARTIGIANATO - ROMA SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE -70% - FILIALE DI VERCELLI. AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI BIELLA N. 271 DEL dal 1945 a Biella CONTIENE I.P. N. 3 MARZO 2015 NOTIZIARIO DALL ASSOCIAZIONE DEGLI ARTIGIANI E DELLE PICCOLE IMPRESE BIELLA VIA GALIMBERTI, Biella Tel Fax confartigianatobiella.it Il portale delle imprese artigiane

2

3 COSTITUITA IL 14 DICEMBRE 1945 Sede centrale: BIELLA Via Galimberti, 22 Sedi zonali: COSSATO CAVAGLIÀ SERRAVALLE SESIA TRIVERO PONZONE VALLEMOSSO Sostieni l artigianato con l associazionismo! Ogni adesione all associazione è forza per la categoria! viene inviato gratuitamente a tutte le ditte artigiane associate e ad enti vari Notiziario mensile di informazione, cultura e attualità. Organo ufficiale dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Biella. Aderente: CONFARTIGIANATO Confederazione Generale Italiana dell Artigianato. SEDE LEGALE, DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: Biella - Via Galimberti, 22 Tel (5 linee int. ric. aut.) - Fax DIRETTORE RESPONSABILE: Massimo Foscale REDAZIONE: Massimo Foscale - Franco Volpe Luigino Bonino - Pier Giorgio Bocci Paolo Gelone - Paola Pioppo Paola Maffei - Adriano Cassè PREPARAZIONE GRAFICA FOTOCOMPOSIZIONE E STAMPA: Arte della Stampa Gaglianico Via C. Felice Trossi, Tel Fax PUBBLICITÀ: Arte della Stampa Gaglianico Via C. Felice Trossi, Tel Fax FOTOGRAFIE: Foto Studio Sergio Fighera - Biella Autorizzazione del tribunale di Biella n. 271 del 24 aprile 1981 Spedizione in abbonamento postale - 70% - Filiale di Vercelli Sommario 4 - Carrozzieri Piemonte contro riforma rc auto 5 - Grande partecipazione alla festa dei Minusieri 6 - Certificazione F-gas: un altro costoso mostro burocratico per le imprese - Denuncia rifiuti: M.U.D Notizie in breve 8 - Confartigianato Educational: Come valorizzare la propria immagine in qualsiasi contesto 9 - Cosmoprof Autocarrozzerie: variazioni costi per il Bando Isi Inail Confartigianato Fidi Piemonte per favorire piccole e medie imprese 12 - Attestazione Soa: convenzione Confartigianato 13 - Modello 730 pensionati e dipendenti 14 - Confartigianato Odontotecnici: stop all illegalità 16 - EBAP: aderire alla bilateralità 17 - Comunicare con l Associazione 19 - Il Cercartigiano di qualità 20 - Scadenze Aprile 2015 INTERNET Sede di Biella: - Sede Piemontese: Sede Nazionale: - LEGGE 196/2003: TUTELA DATI PERSONALI - La informiamo che ai sensi della legge 196/ recante disposizioni per la protezione dei dati personali il suo nominativo e il relativo indirizzo costituiscono oggetto di trattamento finalizzato al recapito del periodico mensile Arti gia nato Oggi e Domani. Il trattamento è effettuato mediante operazioni manuali e automatizzate. Avvalendosi del diritto di della stessa legge, potrà, in qualsiasi momento, opporsi all utilizzo dei Suoi dati, richiederne la modifica o la cancellazione attraverso semplice comunicazione postale o invio di fax Confar tigianato - Asso cia zione Artigiani e piccole imprese della Provincia di Biella - Tel La informiamo che il titolare del trattamento è Confar tigianato - Associazione Artigiani e piccole imprese della Provincia di Biella con sede in: Biella - Via Galimberti, 22.

4 I carrozzieri del Piemonte proclamano lo stato di mobilitazione contro la riforma rc auto I carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani del Piemonte non ci stanno a subire l ennesimo tentativo di consegnare il mercato delle riparazioni auto nelle mani delle assicurazioni, in nome di una presunta liberalizzazione. Tentativo che è scritto nero su bianco nella riforma del Rc auto contenuta nel disegno di legge Con correnza presentato dal Governo il 20 febbraio scorso. Le carrozzerie osservano che, fatto l 00 il costo medio complessivo di un sinistro, circa il 68% è imputabile ai risarcimenti per il danno fisico, il 15% serve a coprire i costi fissi e indiretti non collegabili ai singoli sinistri, e solo 17% copre il puro costo della riparazione. Quest ultimo poi, per il 60% è imputabile al prezzo dei ricambi (molto costosi in Italia), a cui va aggiunto il costo dei materiali di consumo e quello relativo allo smaltimento rifiuti, per cui solo il 5% riguarda la manodopera delle carrozzerie. Le carrozzerie piemontesi ritengono che con questi numeri non si possano additare le imprese come responsabili dell alto costo delle polizze assicurative per i sinistri. A fronte di tale situazione i carrozzieri proclamano lo stato di mobilitazione contro le minacce alla libertà d impresa e alla libertà di scelta dei consumatori. CONFARTIGIANATO - Associazioni Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Biella AVVISO DI CONVOCA ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI SOCI MERCOLEDÌ 29 APRILE 2015 Alle ore 20,00 in prima convoca ed alle 21,00 in seconda convoca, presso Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Biella CONFARTIGIANATO Biella, via Galimberti, 22 avrà luogo l assemblea generale ordinaria dei soci per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno: Relazione del Consiglio di Amministrazione Rapporto dei Revisori dei Conti Verifica ed approvazione bilancio consuntino 2014 Verifica ed approvazione bilancio preventivo 2015 Per l importanza degli argomenti all ordine del giorno, la S.V. è pregata di non mancare. Stralcio Art. 12 Statuto -...Omesso: Il Presidente - Cristiano Gatti d) L assemblea ordinaria o straordinaria è validamente costituita quando siano presenti almeno la metà degli associati, trascorsa un ora da quella fissata nell avviso di convocazione, l assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei presenti. f) Ogni titolare e contitolare partecipante all assemblea in regola con il tesseramento anno in corso ha diritto al voto; a richiesta, ogni intervenuto, dovrà esibire un documento di identità. Ogni partecipante può rappresentare un solo associato, anche egli in regola con il tesseramento, mediante regolare delega scritta N.B.: Il presente avviso è pubblicato a norma dell art. 12 punto B dell Statuto Sociale 4

5 ATTUALITÀ/FALEGNAMI Grande partecipazione all annuale festa dei Minusieri con il patrocinio di Confartigianato Biella Antico stemma Collegio dei Minusieri Biellesi Si è svolta nella giornata di Domenica 22 Marzo, la fe - sta annuale dei Falegna - mi artigiani nella ricorrenza del Santo Patrono con i Festeggiamenti di S. Giu - sep pe. L evento è stato organizzato, come di consueto, dal Collegio dei Minusieri con il patrocinio di Confar tigianato Biella. Parlare del Collegio dei Minusieri della nostra provincia genera, certamente, una forte emozione, una sorta di particolare rispetto, che spontaneamente si prova solamente quando si parla di una delle più antiche corporazioni di cui si abbia memoria e, quella dei Minusieri o Legnamari o Legnaioli, da notizie certe di se sin dal L incontro è iniziato con la celebrazione della S. Messa presso la chiesa parrocchiale di Mottalciata dedicata alla B.V. del Carmine cui è seguito il raduno dei partecipanti presso il ristorante l Angolo località Cocicchio di Crisio, per dare inizio alla gara Taglio a metà aperta a tutti coloro che hanno voluto partecipare. Il convivio, come consuetudine, ha allietato i partecipanti con le loro famiglie e tanti collaboratori, lusinghiera la partecipazione che ha visto oltre 80 presenze. Nel corso della giornata sono state consegnate targhe e diplomi di riconoscimento per la dedizione svolta nell organizzazione della festa, ai Priori uscenti Rodolfo Calamita di Tria ed Enea Giuliani che, a loro volta hanno passato le consegne ai neo Priori nelle persone di Daniel Baruzzo e Cristian Mazzia. Il coordinamento della giornata ed il saluto di benvenuto sono stati affidati alle indiscusse capacità organizzative del Presidente del Collegio Italo Mosca, Segretario Roberto Prato con Bruno Ceria oltre gli interventi di Cristiano Gatti Presidente Confartigianato Biella e Samuele Broglio Presidente nazionale settore Legno di Confartigianato. Italo Mosca e Cristiano Gatti Cristiano Gatti e Samuele Broglio Samuele Broglio, Cristiano Gatti, Enea Giuliani, Rodolfo Calamita di Tria, Italo Mosca e Bruno Ceria I Priori uscenti Rodolfo Calamita di Tria e Enea Giuliani I Priori entranti Cristian Mazzia e Daniel Baruzzo 5

6 ALLARME DI CONFARTIGIANATO: AUTORIPARATORI E INSTALLATORI IMPIANTI Certificazione F-gas, un altro costoso mostro burocratico per le imprese La burocrazia italiana fa nuove vittime tra gli imprenditori. Stavolta a rimanere intrappolati nella rete di inutili costi e complicazioni sono circa installatori di impianti e autoriparatori. Il Dpr 43 del 2012, che disciplina il trattamento dei gas florurati a effetto serra ti costringe ad una assurda trafila di adempimenti per poter operare su apparecchiature di uso domestico e industriale contenenti i cosiddetti F-gas (pompe di calore, gruppi frigoriferi, condizionatori d aria, lavatrici industriali, climatizzatori in abitazioni e su auto). L allarme arriva da Confartigianato secondo la quale siamo in presenza di un altro Sistri, un mostro burocratico inutilmente costoso per gli imprenditori. Ancora una volta - segnala Confartigianato - il Mini - stero dell Ambiente ha recepito in maniera inutilmente restrittiva e complessa le indicazioni di un regolamento europeo del Risultato: un aggravio di oneri e di pastoie burocratiche per le imprese. Per poter lavorare, infatti, gli imprenditori devono iscriversi al Registro nazionale dei gas fluorurati al fine di ottenere il certificato che li abilita ad operare sugli impianti. Certificato che si consegue soltanto presentando un complicato Piano di Qualità conforme alla norma tecnica UNI/ISO , da rinnovare ogni anno. Inoltre, gli imprenditori devono presentare, ogni anno, al Ministero dell Ambiente una dichiarazione con informazioni sulle emissioni in atmosfera di gas fluorurati relativi all anno precedente. Confartigianato segnala che l obbligo imposto in Italia di presentare il Piano Qualità è un caso unico nell U - nione europea. SPECIALE AMBIENTE Denuncia rifiuti - M.U.D scadenza 30 aprile 2015 È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27/12/2014 il D.P.C.M. che delibera il nuovo modello del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) che, insieme alle allegate istruzioni, dovranno essere utilizzati per le dichiarazioni da presentare ENTRO IL 30 APRILE 2015 riferite all anno precedente e fino alla piena operatività del Sistema SISTRI. I soggetti OBBLIGATI alla presentazione della dichiarazione MUD sono: - le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento rifiuti; - le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi, tranne gli imprenditori agricoli con volume d affari non superiore a euro; - le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all art.184, comma 3, lette), d,) e g) del D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii. con più di 10 dipendenti; - soggetti che effettuano a titolo professionale raccolta e trasporto rifiuti; - i soggetti che effettuano raccolta, trasporto, trattamento e recupero dei veicoli fuori uso; - i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento; - il CONAI - Consorzio Nazionale degli Imballaggi; 6 Agli imprenditori la certificazione, rilasciata da appositi Organismi di certificazione, costa dai 2000 ai 3000 euro e ogni anno deve essere rinnovata con un altro onere che oscilla tra 500 e 800 euro. Costi e complicazioni che scoraggiano l iscrizione al Registro nazionale gas serra: ad oggi sono certificate il 66% delle persone e il 29% delle imprese. E ora dal Ministero dell Ambiente è arrivata la minaccia di controlli e pesanti sanzioni agli operatori che, pur essendosi iscritti al Registro, non hanno concluso l iter di certificazione. Confartigianato contesta al Ministero dell Ambiente l inutile e costosa complessità degli adempimenti e sollecita allo stesso Ministero e ad Accredia (l ente italiano di accreditamento degli organismi di certificazione) mo - difiche per snellire gli adempimenti e tagliare i costi a carico delle aziende. L occasione per correggere quanto imposto finora è offerta dal nuovo regolamento europeo n.517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra, in vigore dal 1 gennaio, che ancora una volta ribadisce l inutilità delle certificazioni aggiuntive previste in Italia. Si tratta - sottolinea Confartigianato - di riscrivere norme a misura d Euro - pa, perché, una volta tanto, l Ue non ci chiede l assurda e costosa burocrazia che riescono ad elaborare i nostri legislatori e che non serve alle imprese; non garantisce migliori interventi, non riduce le emissioni di F-gas. Ma pare serva soltanto a fare cassa sulle spalle degli imprenditori. - i gestori dei rifiuti da imballaggio; - i comuni o i loro consorzi e le comunità montane. La dichiarazione deve essere presentata secondo le seguenti modalità: - compilando e trasmettendo alla CCIAA territorialmente competente la dichiarazione in via telematica previo pagamento di un diritto di segreteria pari a 10,00 ; - compilando la comunicazione semplificata solo per le aziende che hanno prodotto fino a 7 tipologie di rifiuti e che per ogni rifiuto non hanno utilizzato più di tre trasportatori e non più di tre destinatari finali, previo pagamento di un diritto di segreteria pari a 15,00 e trasmettendo la dichiarazione tramite raccomandata senza ricevuta di ritorno. Si ricorda che il Modello Unico di Dichiarazione Am - bientale deve essere presentato alla Camera di Com - mercio competente per territorio, cioè quella della Provincia in cui ha sede l unità operativa a cui la dichiarazione si riferisce. Nel caso invece di soggetti che svolgono attività di trasporto, di intermediari senza detenzione, il MUD dovrà essere presentato alla Camera di Commercio della Provincia nel cui territorio ha la sede legale l impresa a cui la dichiarazione si riferisce.

7 NOTIZIE IN BREVE... IL TFR IN BUSTA PAGA Pubblicato il decreto attuativo che consente al lavoratore di chiedere il tfr in busta paga da aprile 2015 al 30 giugno IN VIGORE L ASSUNZIONE A TUTELA CRESCENTE Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 54 del 6 marzo u.s. il decreto legislativo n. 23/2015 in materia di contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, che introduce una nuova disciplina dei licenziamenti individuali e collettivi applicabile ai lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato dopo l entrata in vigore del provvedimento. Il decreto conferma per le piccole imprese il sistema indennitario attualmente in vigore assicurando per le stesse anche una situazione di minor costo per il caso di licenziamento illegittimo. Il decreto è entrato in vigore il giorno successivo alla pubblicazione: pertanto, per le assunzioni effettuate a partire dal 7 marzo 2015 troverà applicazione il nuovo sistema delle tutele crescenti. FATTURA ELETTRONICA DAL 31 MARZO 2015 Dal 6 giugno 2014 le imprese che lavorano per alcuni enti pubblici hanno attivato la fattura elettronica. Dal 31 marzo 2015 tutte le imprese che lavorano con tutti gli enti pubblici hanno tale obbligo. ORAFI TITOLI E MARCHI METALLI PREZIOSI Da gennaio in vigore il regolamento che disciplina titoli e marchi di identificazione dei metalli preziosi. SOCCORSO STRADALE TARIFFE APPLICABILI Confartigianato autoriparazione ha pubblicato la tabella 2015 sui valori massimi praticabili. CUSTODIA VEICOLI TARIFFE Confartigianato autoriparazione ha pubblicato la tabella 2015 sui valori massimi applicabili. NESSUNA MODIFICA ALLA QUALIFICA DELL ACCONCIATORE Infondate le notizie su scorciatoie della qualifica di acconciatore inserite nella legge della concorrenza. ANAP ASSOCIAZIONE PENSIONATI VANTAGGI OFFERTI AGLI ISCRITTI Copertura assicurativa completamente gratuita che garantisce le seguenti prestazioni: Convenzione Nazionale con Carige Assicurazioni. Diaria giornaliera in caso di ricovero ospedaliero: Diaria 25,00; Massimo indennizzo 35 giorni cumulabili; Franchigia 5 giorni. Convenzione nazionale con Zurigo Assicu ra zio ni. Scon to del 10% su R.C. Auto valida in tutte le Agen zie sul territorio. Possibilità di ottenere la compilazione del mod. 730 col forte sconto del 50% sulla normale tariffa praticata. Possibilità di partecipare a viaggi, gite ed inizitive ricreative particolarmente favorevoli. Ottenere sempre una aggiornata informazione tramite il periodico che ti sarà inviato gratuitamente o presso gli uffici dell ANAP Confar - tigianato di Biella - Cossato - Cavaglià - Trivero - Ponzone. QUANTO COSTA L adesione comporta una trattenuta mensile sulla pensione pari allo 0,5% sull importo della pensione fino al trattamento minimo, dello 0,4% sull ulteriore quota fino al doppio del minimo e dello 0,35% sulla pensione eccedente 872,88. In pratica su una pensione al minimo la trattenuta è di 2,21 al mese, mentre su una pensione due volte il minimo, è di 3,98 al mese. Mediamente il costo della tessera equivale a 4 caffè al mese, ma ampiamente ripagata usufruendo dei servizi messi a disposizione. Facciamo qualche esempio: La polizza assicurativa costerebbe da sola oltre 51,65 annue se fatta singolarmente. La compilazione del mod. 730 con lo sconto comporta un risparmio di 27,60. In questo caso, che è abbastanza comune, abbiamo usufruito di un risparmio di 79,25 (51, ,60) ed al netto della tessera (mediamente 45,36 annue) di 33,89. Non è da dimenticare l assistenza completamente gratuita per tutto quello che riguarda i diritti previdenziali svolta attraverso il patronato INAPA (verifica posizione assicurativa - domande pensioni - ricostitutizioni e supplementi pensioni - assegni familiari - assistenza in caso di infortuni - ecc.). Infine si fa presente che il patronato INAPA è a disposizione gratuitamente (a norma di legge) di tutti i cittadini per il disbrigo delle pratiche previdenziali. 7

8 8

9 Confartigianato Biella con oltre 50 Imprenditori dei settori Acconciatura - Estetica al Cosmoprof 2015 Grande, ormai consueta partecipazione di Imprenditori dei settori Acconciatura - Estetica in visita all attesissimo appuntamento Cosmoprof, la più grande rassegna espositiva dedicata al beauty, tenutasi di recente a Bologna. Confartigianato Biella è stata, come di consueto, l Organizzatrice dell evento con un pullman mes so a disposizione dei partecipanti. Grande spettacolarità ed attrazioni, novità ed evoluzioni su tecniche e prodotti professionali sono stati al centro dell attenzione dei partecipanti che hanno manifestato tutta la loro soddisfazione e gradimento. Cristiano Gatti, Maestro d Accon - cia tura nonché Pre si dente di Con farti gia nato Biella, è stato l accompagnatore e portavoce del team biellese du rante l intera giornata; una giornata, torniamo di re che si è dimostrata e stremamente interessante e, non in ultimo, una bel lissima occasione per sta re insieme tra Colleghi! DALLA CCIAA DI BIELLA: I bandi per contributi settore legno (polveri di legno duro cancerogeno) ed f-gas ancora aperti fino al 30 giugno 2015 AUTOCARROZZERIE Variazioni dei costi di carrozzeria per l anno 2015 Con riferimento alle tariffe applicate da ciascuna azienda, liberamente fissate in relazione alle valutazioni dei costi aziendali e all andamento di mercato, si comunicano, per ogni opportuno riferimento, gli incrementi dei costi rilevati dalla scrivente nell anno Costi di manodopera: la variazione della media dell indice generale dei costi del lavoro per l anno 2014 è stata mediamente pari al +2%. Smaltimento rifiuti: i maggiori oneri relativi alla ge - stione delle spese per lo smaltimento dei rifiuti risultano incrementati di un valore medio pari al 2,5% sull imponibile della fattura, con un massimo di 45,00. Uso dime e strumenti diagnostici: i costi di uso dime sia di tipo tradizionale che mini-dime risultano mediamente invariati. Per quanto riguarda le spese imputabili all utilizzo di attrezzature speciali, risulta un aumento dell 1,5%. Materiali di consumo: dalle analisi eseguite al riguardo, è stato registrato un aumento medio del 5%. Diagnosi: per le operazioni di diagnosi vanno imputate 2 ore di manodopera. 9

10 INAIL Bando Isi Inail avviso pubblico incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro In attuazione dell articolo 11, comma 5, D. Lgs 81/2008 s.m.i. DOTAZIONE FINANZIARIA: PROCEDURA A SPORTELLO: dal 3 marzo 2015 e fino alle ore del 7 maggio 2015 SOGGETTI BENEFICIARI: I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. INTERVENTI AMMESSI: L Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. SPESE AMMISSIBILI: Sono ammessi a contributo progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie: 1. progetti di investimento; 2. progetti di responsabilità sociale e per l adozione di modelli organizzativi. Le imprese possono presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, riguardante una sola tipologia tra quelle sopra indicate. Le tipologie di intervento riguardano: a Agenti chimici cancerogeni o mutageni (escluso a mi - anto): eliminazione di uno o più agenti e/o adozione di un sistema chiuso nella loro produzione o utilizzazione b Bonifica da materiali contenenti amianto c Attività lavorative in ambienti confinati: acquisto di dispositivi di rilevazione di agenti chimici, di dispositivi di protezione individuale delle vie respiratore, di dispositivi di protezione individuale idonei per il salvataggio e relativo sistema di recupero d Riduzione del rischio rumore, per valori di esposizione iniziale superiori al valore inferiore di azione, mediante interventi ambientali sulla sua trasmissione e propagazione e f Acquisto di macchine per la riduzione del rischio di caduta nei lavori in quota Riduzione del rischio rumore, per valori di esposizione iniziale superiori al valore inferiore di azione, mediante la sostituzione di macchine con altre a minore potenza sonora g Eliminazione e/o riduzione del rischio legato ad agenti chimici pericolosi h Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche, per valori di esposizione iniziale superiori al valore di azione, mediante la sostituzione di macchine con altre che producono minori livelli di vibrazione i l Riduzione del rischio legato ad agenti chimici cancerogeni e mutageni (escluso amianto) Acquisto di macchine per l eliminazione e/o riduzione del rischio legato alla movimentazione manuale di carichi che comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico per i lavoratori m Riduzione del rischio incendio n Riduzione del rischio elettrico o Riduzione del rischio infortunistico MISURA AGEVOLAZIONE: I finanziamenti vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell investimento, per un massimo di euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. PROCEDURA PRESENTAZIONE DOMANDE ED ISTRUTTORIA: Prima fase: inserimento online del progetto Dal 3 marzo 2015 e fino alle ore del 7 maggio 2015, le imprese registrate al sito Inail hanno a disposizione un applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consentirà di: effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificando il raggiungimento del punteggio so - glia di ammissibilità salvare la domanda inserita. Seconda fase: inserimento del codice identificativo Dal 12 maggio 2015 le imprese che hanno raggiunto la so - glia minima di ammissibilità e salvato la domanda possono accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individua in maniera univoca. Terza fase: invio del codice identificativo (click-day) Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download. La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 3 giugno La nuova era dell autotrasporto Associati a Confartigianato Trasporti Servizi L iscrizione alla società Confartigianato Trasporti Servizi è consentita per Statuto Sociale a tutte le imprese di Auto - trasporto conto terzi regolarmente iscritte negli Albi Provinciali. A seguito di delibera del Consiglio di Ammini - strazione possono essere iscritte anche altre tipologie di imprese al fine di consolidare il numero degli associati e per costituire massa critica di utenti per la negoziazione di servizi in regime di convenzione. Per l iscrizione alla CTS è necessario presentare apposita domanda di ammissione al Consiglio di Amministrazione. Con la domanda l ìmpresa aspirante all iscrizione indica il numero delle azioni che intende acquisire (minimo 1 azione per il valore nominale di euro 50). 10

11 CONFARTIGIANATO FIDI PIEMONTE Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest s.c.p.a. con le piccole e medie imprese per favorire crescita e sviluppo In questa fase dell'economia europea, si sta registrando - dopo una lunga fase di stabilità derivante in specie dalla politica promossa dalla Banca Centrale Europea che nei recenti scorsi mesi ha invece reputato necessario operare un incremento dei tassi - un incremento del costo del denaro. Ed è proprio in fasi come quella attuale che i tassi debitori applicati dagli Istituti di credito convenzionati ai finanziamenti erogati con la garanzia del nostro Confidi risultano ancor più essere di maggior favore per gli imprenditori dell artigianato e per le piccole medie imprese. Per questo ricordiamo che per accedere al credito agevolato convenzionato, la nostra struttura offre risposte adeguate sia che si tratti di finanziamenti ordinari a breve, me dio o lungo termine, sia di finanziamenti agevolati con la istruttoria della relativa legge Speciale. Dunque, l impresa artigiana e/o la piccola media impresa per qualsivoglia ulteriore de lu cidazione, oppure per fruire direttamente di finanziamenti garantiti dal nostro Confidi attraverso l istruttoria della relativa pratica, può rivolgersi a Confar tigianato Fidi Pie monte (Filiale di Biella tel ) attivo presso tutti gli uffici di zona del - l Asso ciazione, op pure può anche richiedere e concordare la visita di un Colla boratore del Confidi ad detto al servizio Com merciale presso la sede aziendale (Riferimenti diretti: Rag. Patrizia Casali Tel. 015/ ). In caso di finanziamento ordinario convenzionato, la pratica sarà tem - pestivamente sottoposta alla approvazione del Con siglio di Ammini stra zione del Confidi e, poi, trasmessa - corredata da fideiussione da parte di Con fartigianato Fidi Pie - monte - all istituto di credito convenzionato che, esperite le proprie procedure, provvederà subitaneamente alla relativa erogazione. Ricordiamo che Confarti gianato Fi di Piemonte s.p.a. ha recentemente conseguito la Certifica - zione Qua lità che attesta la valenza e la professionalità delle procedure adottate come evidenziato dagli attestati ri lasciati dal Ype rion, con certificazione europea URS. Ciò costituisce una ulteriore ga ranzia per i Soci e per i partner, associativi e bancari, del Confidi. Presso tutti gli Uffici della Asso cia zione, siamo a Vostra completa di sposizione per fornire assistenza al le imprese relativamente al credito, usufruendo della ga ranzia del Con fidi, e per istruire e inoltrare le do mande di fi - nanziamento agevolato attraverso tutte le Leggi Spe - ciali, regionali, nazionali e comunitarie. I MUSEI dell ARTIGIANATO: 11

12 ATTESTAZIONE SOA Convenzione Confartigianato - Protos S.O.A. S.p.A. L attestazione SOA è la certificazione obbligatoria per le imprese che intendono partecipare all esecuzione di opere pubbliche per importi superiori a E ,00, che attesta e garantisce il possesso da parte dell azienda di tutti i requisiti previsti dalla attuale normativa in ambito di Contratti di lavori Pubblici. L attestazione ha una validità quinquennale, previa verifica al terzo anno, e viene rilasciata, a seguito di un istruttoria, da appositi Organismi di Attestazione, ovvero società autorizzate da parte dell Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici. Al fine di assistere le imprese interessate alla qualificazione aziendale, Confartigianato Biella ha recentemente sottoscritto una convenzione con PROTOS S.O.A. S.p.A., partner di riferimento di ANAEPA Confar ti gia - nato. Per quanti fossero interessati, vi invitiamo a contattare i ns. Uffici (tel. 015/ ). ISTAT variazione annuale 2014/2015 MARZO ,3% APRILE +0,5% MAGGIO +0,4% GIUGNO +0,3% LUGLIO +0,1% AGOSTO -0,1% SETTEMBRE -0,1% OTTOBRE +0,1% NOVEMBRE +0,2% DICEMBRE -0,1% GENNAIO ,7% - FEBBRAIO -0,4% CAAF Confartigianato Pensionati e Dipendenti - SPORTELLO PROVINCIALE Presso l Associazione è in funzione il centro di assistenza fiscale per pensionati e dipendenti MODELLO 730 Il CAAF Confartigianato Pensionati e Dipendenti fornisce l assistenza fiscale per gli adempimenti relativi alle denunce dei redditi modello 730 consentendo un rapido recupero dei crediti nei confronti dell Am ministra zione finanziaria. Il CAAF Confartigianato Pensionati e Di pendenti è in grado di risolvere i problemi fiscali dei contribuenti evitando intralci burocratici. TRASPORTO MERCI CONTO TERZI DOMANDA RIMBORSO ACCISE (scadenze annuali 30 aprile - 31 luglio 31 ottobre - 31 gennaio) Nella nuova Sede dell Associazione un ampio parcheggio per gli associati L ingresso del parcheggio è nella via Don Sturzo a fian co del fabbricato dell Associazione (come si os - ser va nella foto sopra) ovvero appena oltre la palazzina bianca. 12

13 ATTUALITÀ / FISCO MODELLO 730 Modello 730 PENSIONATI e DIPENDENTI ti aspetta il CAAF Confartigianato! PROFESSIONALITA ed ESPERIENZA al TUO SERVIZIO! di Cristiano Gatti e Massimo Foscale, Presidente e Direttore di Confartigianato - Biella Confartigianato Biella ha un grande, oggettivo punto di forza, l accoglienza e la soddisfazione delle esigenze di tutti gli artigiani che a noi si rivolgono. La moderna sede centrale di via Galimberti 22, i servizi offerti, il personale qualificato (oltre 40 addetti) rappresentano quegli elementi fondamentali di garanzia che ogni imprenditore si attende da un Organizzazione che, sul nostro territorio esiste, quale migliore garanzia, da 70 anni!. Sono oltre 3000 gli imprenditori associati, 900 i pensionati (non solo artigiani) iscritti all ANAP - Con - far ti gia nato (Ass.ne Naz. An ziani Pen sio nati), 6 sedi operative sul territorio, ed in questo momento la nostra struttura offre i servizi estremamente attivi e qualificati del proprio CAAF Confar ti gianato che, con l esperienza pluriennale maturata, è a disposizione dei PEN - SIO NA TI e DI PEN DENTI con uno sportello provinciale ubicato a: - Biella, presso la Sede Centrale di Confartigianato in via Galimberti 22 (015/ ) e centri di raccolta a: - Cossato, via Mercato 71/73 (015/93008) - centro raccolta - Serravalle Sesia, Via Borgosesia 10 (0163/450097) - centro raccolta - Cavaglià, via Roma 25 (0161/ / ) - centro raccolta - Trivero/Ponzone, via Provinciale 174/g (015/ /747953) - centro raccolta - Valle Mosso, piazza Dante 5 (336/747953) - centro raccolta Il CAAF Confartigianato Pensionati e dipendenti si posiziona autorevolmente nella vasta gamma dei Servizi Fiscali di cui la no stra Organizzazione vanta una lunga esperienza. Estremamente variegata è la fun - zione di questa struttura che fornisce una completa assistenza fiscale per tutti quegli adempimenti relativi alle denunce dei redditi Modello 730, facilitando e consentendo, nel contempo, un rapido re cupero dei cre diti nei confronti dell Ammini stra zione Finan zia ria. L operatività del CAAF Confartigianato Pensionati Dipendenti, permette la risoluzione di tutti i problemi fiscali dei contribuenti evitando, agli stessi, qualsiasi intralcio di natura burocratica. Da tener presente continua Foscale che il CAAF Confartigianato Pensionati e Dipendenti è convenzionato con l INPS per la compilazione del Modello RED, per tutti quei pensionati che richiedono determinate prestazioni aggiuntive. Nel suo contesto vengono inoltre affrontate ed espletate tutte le pratiche afferenti l IMU. Vuoi metterti in proprio? Hai un idea di impresa? Ti aspettiamo!!! Negli uffici dell Asso cia zione e con l aiuto dello sportello di CONFARTIGIANATO FIDI PIEMON TE SCRL valutiamo in sie me l idea, la fattibilità ed il finanziamento agevolato o contributo!!! CONFARTIGIANATO DAL 1945 FACCIAMO IMPRESA E B A P BACINO DI BIELLA BIELLA Via Galimberti, 22 Tel Fax Sede in Associazione CONFARTIGIANATO ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BIELLA e in convenzione OFFRONO CON L ADESIONE ALLA CONFARTIGIANATO ANNO 2015 Indennità di 25,82 euro per ogni giorno di ricovero in ospedale o casa di cura a seguito di INFORTUNIO SUL LAVORO ed EXTRA LAVORO più 25,82 euro per giorno di convalescenza post-ricovero per giorni pari al ricovero e comunque massimo 10 giorni ,69 di capitale per invalidità permanente pari a oltre il 60% in seguito ad INFORTUNIO 2 polizze GRATUITE con l adesione CONFARTI- GIANATO. Con l adesione alla Associazione ogni azienda contribuisce a sostenere un grande SINDACATO di IMPRE- SA e beneficia di tante agevolazioni! 13

14 Confartigianato Odontotecnici in audizione alla Camera: Stop a illegalità nel settore odontoiatrico Pene più severe per colpire il fenomeno dei prestanome e chi favorisce l esercizio abusivo dell attività di den tista, riconoscimento della professione sanitaria svolta dagli odontotecnici. È quanto sollecita Confar ti - gianato Odontotecnici, che è intervenuto ad una audizione presso la II Commissione Giustizia della Camera sul Disegno di legge A.C. 2281, già approvato dal Se - nato, in materia di esercizio abusivo delle professioni. Confartigianato ha sottolineato la necessità di norme che tutelino la legalità nel settore odontoiatrico, a vantaggio di tutti gli operatori e soprattutto dei pazienti. Siamo contrari alla soppressione, da parte del Senato, delle sanzioni per colpire il fenomeno dei cosiddetti prestanome, vale a dire i professionisti che consentono e coprono con il loro nome l esercizio abusivo della professione medica da parte di chi medico non è. Si tratta di una situazione frequente nella pratica di dentisti che avallano l attività abusiva della professione odontoiatrica da parte di soggetti non abilitati, ad esempio assumendo la responsabilità delle strutture nell ambito delle quali operano tali soggetti. Queste pratiche abusive devono essere perseguite con decisione poiché generano concorrenza sleale nei confronti degli odontotecnici professionali, ne danneggiano l immagine e costituiscono un pericolo potenziale per la salute dei pazienti. Al tempo stesso, la legge sull attività di odontotecnico è datata e non tiene conto dei rapporti di collaborazione tra l odontoiatra e l odontotecnico stesso, al quale molto spesso viene richiesto di verificare direttamente sul paziente la qualità delle protesi. E una situazione molto rischiosa per l odontotecnico, considerate le norme penali per la repressione dell esercizio abusivo delle professioni previste dalla proposta di legge. Va superata con il riconoscimento della professione sanitaria dell odontotecnico e la conseguente previsione di un nuovo rapporto di collaborazione interprofessionale tra odontoiatra ed odontotecnico. Tale riconoscimento è fondamentale per il settore delle cure dentali perché permetterebbe di superare situazioni di ambiguità e incertezza e i rischi di irregolarità in cui spesso vengono a trovarsi sia gli odontoiatri che gli odontotecnici. Infine, Confartigianato Odontotecnici giudica troppo lievi le sanzioni amministrative pecuniarie previste per l esercizio abusivo di una professione o di un arte ausiliaria delle professioni sanitarie, tra le quali rientra quella di odontotecnico. A questo proposito, l Associazione ha chiesto di elevare il minimo ad euro ed il massimo ad euro SERVIZIO LEGALE DELL ASSOCIAZIONE Continua il servizio gratuito di consulenza Legale GIOVEDÌ DALLE ORE 16 ALLE ORE 18,00. Con appuntamento telefonico. Gli Avvocati dell Associazione sono a disposizione degli associati e loro famigliari tutti i Giovedì dalle ore 16 alle ore 18 per fornire consulenza legale ed ogni informazione in materia di diritto alle seguenti condizioni: - Nel rispetto della deontologia forense e per l eventualità di vertenze già patrocinate da altri legali, su di esse non potrà essere erogata consulenza. - La consulenza è gratuita. - Qualora oltre alla consulenza venga richiesta anche la redazione di lettere, contratti, documenti, di istanze di negoziazione assistita o di mediazione obbligatoria, occorrerà previamente accordarsi con il legale sull eventuale compenso per la loro stesura. Elenco indicativo delle materie supportate: QUESTIONI COMMERCIALI E SOCIETARIE IN GENERE, APPALTI E SERVIZI, AFFITTI, LOCAZIONI E SFRATTI, RECUPERO CREDITI, SUCCESSIONI EREDITARIE E DIVISIO- NI, RISARCIMENTO DANNI, SINISTRI STRADALI, VERTENZE DI LAVORO, PREVI- DENZIALI E DI INFORTUNISTICA, DIRITTO PENALE IN GENERE, CARTELLE ESATTO- RIALI, DIRITTO DI FAMIGLIA E MATRIMONIALE, VERTENZE IMMOBILIARI. SMALTIMENTO RIFIUTI La tenuta dei registri di carico e scarico e la dichiarazione annuale dei rifiuti: seccature che puoi affidare alla tua associazione!!! Il decreto Ronchi assegna alla Associazione la possibilità di tenere ed aggiornare i registri dei rifiuti in luogo della azienda oltreché la elaborazione della dichiarazione annuale dei rifiuti (MUD) come già nel passato. Con un PICCOLISSIMO COSTO ANNUALE, dunque, l azienda può liberarsi di ogni incombenza peraltro correlata a pesanti sanzioni in caso di inadempienze. Informazioni in Associazione 14

15 CORSI PONTEGGI Montaggio e smontaggio di ponteggi da cantiere LE IMPRESE INTERESSATE AI CORSI OBBLIGATORI PER LEGGE POSSONO RIVOLGERSI AI NOSTRI UFFICI PER OGNI INFORMAZIONE ANAP ANAP - CONFARTIGIANATO ASSOCIAZIONE NAZIONALE ANZIANI PENSIONATI GRUPPO PROVINCIALE DI BIELLA E I.N.A.P.A. CONFARTIGIANATO IL PATRONATO DI ASSISTENZA PREVIDENZIALE A disposizione, gratuitamente, per tutti i cittadini nella presentazione e nell istruttoria delle pratiche di: Verifica posizione assicurativa Domanda di pensione (Vecchiaia, anzianità, superstiti, invalidità, inabilità) Ricostruzione pensioni Autorizzazioni assegni familiari Indennità di disoccupazione Indennità di maternità, ecc. Assistenza in caso di infortuni e malattie Invalidità civile, ecc. SONO PRESENTI NELLE SEDI CONFARTIGIANATO BIELLA - Via Galimberti, 22 - Tel (Da lunedì a Venerdì orario ufficio) COSSATO - Via Mercato, 71/73 - Tel (Mercoledì dalle ore 9 alle ore 12) CAVAGLIA - Via Roma, 25 - Tel (Mercoledì dalle ore 15 alle ore 18) TRIVERO-PONZONE - Via Provinciale, 174/G - Tel (Giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12) SERVIZIO TECNICO AMBIENTE SICUREZZA DEL LAVORO PER LE IMPRESE ASSOCIATE TUTTI I GIORNI NELLA SEDE CENTRALE DELL ASSOCIAZIONE NELLA SEDE CENTRALE DI BIELLA, INFORMAZIONI GRATUITE PER LE AZIENDE ASSOCIATE A CURA DI TECNICI SPECIALIZZATI: PRIMA DI AVVIARE PRATICHE COMPLESSE, INFATTI, BISOGNA BEN INQUADRARE IL PROBLEMA... SICUREZZA DEL LAVORO AC QUE DI SCARICO - EMISSIONE FUMI DA IMPIANTI SMALTIMENTO RIFIUTI IGIENE DEL LAVORO (VISITE MEDICHE - ANALISI AMBIENTALI) - AN TINFORTUNISTICA - ANTINCENDIO IMPIANTI DI MESSA A TERRA E SCARICHE ATMOSFERICHE RUMORE IN AZIENDA ED ESTERNO SICUREZZA DEL LAVORO: CORSI PER DIPENDENTI RAPPRESENTANTI INTERNI DEI LAVORATORI SICUREZZA E MEDICINA DEL LAVORO SORVEGLIANZA SANITARIA Presso gli uffici dell Associazione ottieni ogni informazione oltrechè il servizio di SORVEGLIANZA SANITARIA ove necessario (VISITE MEDICHE - SOPRALLUOGHI ecc...) SICUREZZA DEL LAVORO: INFORMAZIONI AI LAVORATORI - CORSI La normativa prevede l obbligo del datore di lavoro di informare i lavoratori sui rischi in azienda. In Associazione il servizio attraverso corsi di 8 ore categoriali. SICUREZZA DEL LAVORO: OPERATIVI I CORSI PER TITOLARI DI IMPRESA CHE ASSUMONO IL RUOLO DI RESPONSABILI DELLA SICUREZZA Informazioni in Associazione

16 ADERIRE ALLA BILATERALITÀ Il versamento annuale a carico delle imprese è di 125,00 annui per ogni lavoratore dipendente, frazionato in 12 quote mensili di 10,42 per ogni lavoratore dipendente in forza, ridotto del 50% per i part-time fino a 20 ore settimanali. AZIENDE CHE NON ADERISCONO ALLA BILATERALITÀ In caso di mancata adesione alla bilateralità, le aziende artigiane dovranno corrispondere mensilmente, ad ogni lavoratore dipendente in forza, un importo forfettario pari a 25,00 lordi mensili per 13 mensilità. LE OPPORTUNITÀ DELLA BILATERALITÀ ARTIGIANA PER I LAVORATORI Contratti di solidarietà: il contributo EBAP del 30% ad integrazione della retribuzione. Sospensione o riduzione dell orario lavorativo: il contributo EBAP del 40% della retribuzione a copertura delle ore non lavorate in caso di crisi o difficoltà aziendale, e del 80% in caso di eventi atmosferici ed ambientali eccezionali, calamità naturali, interruzioni dell erogazione delle fonti energetiche causate da fattori e soggetti esterni all impresa. Lavoratori licenziati o dimessi per giusta causa: contributo una tantum di 800,00 netti per un periodo di almeno due mesi di disoccupazione. PER LE AZIENDE CIG in deroga: è possibile avviare la procedura di consultazione sindacale semplificata presso gli sportelli provinciali EBAP. Acquisto di macchinari ed attrezzature: contributi a fondo perduto per acquisto di macchinari ed attrezzature. Sostegno al credito: abbattimento del costo che le imprese sostengono, per ottenere la garanzia dai Confidi artigiani del Piemonte sui finanziamenti superiori a ,00. Progetto Occupazione per la trasformazione rapporti di lavoro: contributo di 800,00 per la trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato. CIG in deroga: rimborso 3% addizionale INPS. Formazione dei lavoratori: contributo a fondo perduto a parziale rimborso del costo orario che le imprese sostengono per la partecipazione dei propri dipendenti a corsi di formazione attivati con Fondartigianato. Progetto ambiente e sicurezza 2014: contributo a fondo perduto sul costo che le imprese sostengono per interventi di adeguamento alle normative ambientali e di sicurezza. PER LE FAMIGLIE DEI DIPENDENTI, TITOLARI, SOCI E COADIUVANTI Sussidio per frequenza asili nido fino a 400,00. Sussidio per studi universitari fino a 300,00. Sussidio per testi scolastici (scuola media inferiore e superiore) fino a 200,00. Per maggiori dettagli ed informazioni visitare il sito: il TG on line settimanale Ogni lunedì è possibile seguire il notiziario televisivo settimanale di Confartigianato collegandosi alla home page del sito Corsi di formazione sicurezza del lavoro Ricordiamo alle imprese biellesi che presso la sede della Confartigianato di Biella possono essere acquisite tutte le informazioni ed effettuate le iscrizioni delle varie tipologie di corso anche obbligatori inerenti la sicurezza del la - voro dai titolari ai lavoratori. L ufficio ambiente e sicurezza della Con far ti gianato di Biella offre anche assistenza sulle valutazioni dei rischi sulla medicina del lavoro e su tutti gli adempimenti connessi all ambiente (tel ). Le visure della Camera di Commercio si ottengono anche negli uffici dell Associazione di Biella e Cossato Grazie all accordo TELEMACO stipulato dal l As so - cia zio ne con la CA MERA DI COM MER CIO di Biella le im prese possono ottenere le visure camerali presso la se de centrale di Biella (via Galimberti 22) dell Asso cia zione e sede di Cossato. 16

17 COMUNICARE CON L ASSOCIAZIONE SEDE PRINCIPALE BIELLA - VIA GALIMBERTI 22 ORARIO: MATTINO: DAL LUNEDI AL VENERDI 08.00/12.00 POMERIGGIO: DAL LUNEDI AL GIOVEDI 14.00/17.30 VENERDI POMERIGGIO: 14.00/ SABATO: CHIUSO SEGRETERIA GENERALE: TEL / TEL FAX: UFFICIO CATEGORIE: TEL / TEL / FAX: UFFICIO AMMINISTRAZIONE INTERNA: TEL UFFICIO PATRONATO INAPA:TEL UFFICIO ANAP- Associazione Nazionale Anziani Pensionati: TEL UFFICIO EBAP-Ente Bilaterale Artigianato Piemontese: TEL UFFICIO ASSISTENZA CONTRATTUALE E SINDACALE: TEL UFFICIO TECNICO SERVIZI SICUREZZA DEL LAVORO: TEL UFFICIO TECNICO SERVIZI AMBIENTE:TEL SPORTELLO AVVIAMENTO LAVORO:TEL SPORTELLO SERVIZI DEL LAVORO: TEL UFFICIO CAAF 730 MODELLO FISCALE:TEL UFFICIO SERVIZI FISCALI: TEL UFFICIO SERVIZI FISCALI (Paola P.): TEL UFFICIO SERVIZI FISCALI (Daniela): TEL SPORTELLO CONTABILITÀ SEMPLIFICATA (Domiziana): TEL SPORTELLO CONTABILITÀ SEMPLIFICATA (Enrica): TEL UFFICIO CONTABILITÀ SEMPLIFICATA (Paola M.): TEL UFFICIO CONTABILITÀ SEMPLIFICATA (Franca): TEL UFFICIO CONTABILITÀ ORDINARIA (Maria Vittoria): TEL UFFICIO CONTABILITÀ ORDINARIA (Valeria): TEL UFFICIO CONTABILITÀ ORDINARIA (Simona): TEL UFFICIO SERVIZI DEL LAVORO - PAGHE - ELABORA- ZONI (Laura): TEL UFFICIO SERVIZI DEL LAVORO - PAGHE- ELABORA- ZIONI(Lauretta): Tel UFFICIO COMUNICAZIONE - MARKETING: TEL UFFICIO PROMOZIONI AZIENDALI-INTERNET-PUBBLICITÀ: TEL UFFICIO CONFARTIGIANATO FIDI PIEMONTE: TEL UFFICIO FORMAZIONE:TEL UFFICIO ASSICURATIVO GENERALI INA ASSITALIA: TEL (Silvia) SEDI ZONALI SEDE DI COSSATO VIA MERCATO 71/73 ORARIO: MATTINO: DAL LUNEDI AL VENERDI 08.00/12.00 POMERIGGIO: DAL LUNEDI AL GIOVEDI 14.00/17.30 VENERDI POMERIGGIO: CHIUSO - SABATO: CHIUSO UFFICIO SEGRETERIA: TEL / FAX: UFFICIO SERVIZI FISCALI: TEL UFFICIO SERVIZI LAVORO: TEL SEDE DI SERRAVALLE SESIA VIA BORGOSESIA 10 (zona Rondò) ORARIO: MATTINO: DAL LUNEDI AL VENERDI 08.00/12.00 POMERIGGIO: DAL LUNEDI AL GIOVEDI 14.00/17.30 VENERDI POMERIGGIO: CHIUSO - SABATO: CHIUSO UFFICIO SEGRETERIA: TEL / FAX UFFICIO SERVIZI FISCALI:TEL UFFICIO SERVIZI LAVORO: TEL SEDE DI CAVAGLIA VIA ROMA 25 ORARIO: LUNEDI: 09.00/ MERCOLEDI: 09.00/12.00 VENERDI: 14.00/17.00 UFFICIO SEGRETERIA:TEL / FAX SEDE DI TRIVERO VIA PROVINCIALE 174/G IL FUNZIONARIO DELL ASSOCIAZIONE È PRESENTE IL MERCOLEDI AL POMERIGGIO E IL GIOVEDI AMATTINO UFFICIO SEGRETERIA: TEL / Cell SEDE DI VALLEMOSSO PIAZZA DANTE 5 IL FUNZIONARIO DELL ASSOCIAZIONE È PRESENTE IL MARTEDI POMERIGGIO DALLE ORE 15.00/18.30 E IL VENERDI MATTINA DALLE ORE 09.00/12.15 UFFICIO SEGRETERIA: CELL Sede di Biella: - Sede Piemontese: - Sede Nazionale: 17

18 18

19 TERZA EDIZIONE Guida alle Aziende Artigiane di Qualità e alle altre Attività di Eccellenza del Biellese ABBIGLIAMENTO, MODA, SARTORIE AZIENDE AGRICOLE ALIMENTARI, PRODOTTI TIPICI, VINI, BIRRE, LIQUORI RISTORA- ZIONE, AGRITURISMI, BED AND BREAKFAST AUTO, MOTO, CICLI BELLEZZA, BENESSERE, SALUTE CASA, ARREDO, ARRE- DO BAGNO, RIPARAZIONI DOMESTICHE, ASSISTENZA, RIPARAZIONE ELETTRODOMESTICI EDILIZIA, FORNITURA DI TUTTI I LAVORI PER LA CASA STUDI TECNICI PROFESSIONALI, CONSULENZE, CERTIFICAZIONI, PROGETTAZIONI ELETTRICITA IMPIANTI, SISTEMI DI SICUREZZA, AUTOMATISMI IDRAULICI, IMPIANTI RABISCALDAMENTO, IDRICI, SANITARI OPERE DA FALEGNAME, MOBILI, PORTE, SERRAMENTI OPERE DA FABBRO, COSTRUZIONI METALLICHE SERVIZI ECOLOGIGI AMBIEN- TALI GIARDINAGGIO, LAVORI, MACCHINE, ATTREZZI LAVORAZIONI ARTISTICHE ARTIGIANALI - IDEE REGALO MUSICA, FOTO, TELEFONIA, TELECOMUNICAZIONI INFORMATICA, GRAFICA, INTERNET UFFICIO, MACCHINE, ARREDI TRASLO- CHI, TRASPORTI FORNITORI DI MATERIALE PER EDILIZIA, LEGNO, ELETTRICITÀ, IDROTERMOSANITARIO, RISCALDAMENTO. Per la Sua azienda il progetto completo prevede Inserimento di tutti i dati storici, tecnici e professionali della Sua azienda completi di fotografie, in spazi personalizzati all interno della nuova guida cartacea che avrà validità biennale attualmente in fase finale di preparazione che come per le precedenti edizioni verrà consegnata tramite Poste Italiane presso tutte le abitazioni delle famiglie biellesi, presso le sedi delle attività artigianali e commerciali e presso tutti gli studi di professionisti quali architetti, ingegneri, medici, avvocati, commercialisti, geometri, periti, amministratori di condominio ecc. Fornitura di un sito internet all interno del portale in una o più delle numerose categorie merceologiche, fortemente indicizzate e facilmente rintracciabili sul motore di ricerca GOOGLE per gli anni Fornitura di servizi pubbliredazionali alla sua azienda all interno della pagina commerciale che il Cercartigiano gestisce su Face Book e sugli altri social Network per gli anni Pubblicazioni mensili dei Suoi dati aziendali completi, riportati in base alla sua attività svolta nelle giuste categorie merceologiche del Cercartigiano di Qualità in un inserto speciale su due pagine intere de: La Stampa, Il Biellese, Eco di Biella, La Nuova Provincia, Notizia Oggi per gli anni COSTO TOTALE DI PARTECIPAZIONE PER TUTTI I SERVIZI SOPRA DESCRITTI PER GLI ANNI 2015/16 È DI EURO 300,00 + IVA PER GLI SPAZI PICCOLI E DI EURO 500,00 + IVA PER GLI SPAZI PIÙ GRANDI PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTARE L UFFICIO DI PROMOZIONE E MARKETING DI CONFARTIGIANATO BIELLA AI NUMERI:

20

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli