IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO"

Transcript

1 IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Roberto Del Giudice Bari, 17 settembre 2013

2 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale e manageriale delle imprese italiane di piccole e medie dimensioni È un fondo mobiliare chiuso riservato a investitori qualificati che prevede le seguenti tipologie di investimenti: assunzione di partecipazioni dirette, prevalentemente di minoranza, nel capitale di imprese italiane, anche in coinvestimento con altri fondi specializzati; interventi come fondo di fondi, investendo in altri fondi che condividano la politica di investimento e gli obiettivi del Fondo. 2

3 Gli investitori del Fondo Il Fondo ha raccolto 1,2 miliardi Euro, investiti da: Cassa Depositi e Prestiti; Intesa Sanpaolo; Banca Monte dei Paschi di Siena; 1 miliardo di Euro UniCredit; Istituto Centrale delle Banche Popolari; 100 milioni di Euro Credito Valtellinese; Banca Popolare di Milano; Banca Popolare dell'emilia-romagna; 100 milioni di Euro UBI Banca; Banca di Cividale. 3

4 I soci della SGR e la composizione del CdA Il Fondo è gestito da una SGR (Società di Gestione del Risparmio), avente un capitale pari a 4,0 milioni di Euro ripartito in maniera paritetica tra i seguenti soggetti: Ministero dell Economia e delle Finanze; Confindustria; Associazione Bancaria Italiana; Cassa Depositi e Prestiti; Banca Monte dei Paschi di Siena; Intesa Sanpaolo; Istituto Centrale delle Banche Popolari; UniCredit. Il Consiglio di Amministrazione della SGR risulta così composto: Innocenzo Cipolletta (Presidente); Gabriele Cappellini (Amministratore Delegato); Cesare Buzzi Ferraris; Guido Corbetta; Daniele Discepolo; Anna Gervasoni; Giovanni Gilli; Federica Guidi; Anna Molinotti; Rinaldo Ocleppo; Giovanni Sabatini; Domenico Santececca. Il Collegio Sindacale della SGR risulta così composto: Loredana Durano (Presidente); Stefania Chiaruttini; Marco Tani. 4

5 Gli investimenti diretti Il Fondo si rivolge alle imprese italiane in fase di sviluppo, con ambizioni di crescita, vocazione all internazionalizzazione e fatturato indicativamente compreso tra milioni di Euro. Attenzione viene data anche ad operazioni di replacement e management buy-in/buy-out in presenza di esigenze di ricambio generazionale o problemi di governance interni che rischiano di pregiudicare l operatività dell azienda. In particolare le imprese oggetto dell investimento saranno individuate tra quelle che: presentano interessanti prospettive di sviluppo (nazionale e internazionale); intendono intraprendere concreti progetti di aggregazione e di filiera; presentano una seria ed affidabile qualità imprenditoriale. Il Fondo non investe in: società di nuova costituzione (start-up), ad eccezione delle nuove iniziative sviluppate, in un ottica di diversificazione, da imprenditori, società o gruppi imprenditoriali già operanti; imprese in crisi, soggette a procedure concorsuali od in esecuzione di piani di risanamento ex artt. 67 e 182-bis; imprese immobiliari o società operanti nel settore dei servizi finanziari, esclusi i fondi di investimento e le società di partecipazione assimilate. 5

6 Gli investimenti diretti - operatività FASE 1: Ricerca e selezione delle opportunità di investimento. Il team di gestione, oltre a valutare le operazioni che vengono presentate direttamente dalle imprese o da loro consulenti, individua i potenziali target di investimento operando preventivamente, anche in collaborazione con le strutture imprenditoriali territoriali o di categoria, analisi sulle dinamiche competitive dei diversi settori e territori. Fondamentale è la collaborazione con le rappresentanze imprenditoriali territoriali e settoriali, verso le quali viene svolta una continua attività di sensibilizzazione e aggiornamento, nonché con la rete dei soci bancari. È stato attivato anche un network di qualificati professionisti, operanti anche su base locale, in grado mettere in contatto la domanda di capitale proveniente dalle aziende e l offerta proposta dal Fondo. FASE 2: Investimento. Una volta selezionata un opportunità di investimento, il Fondo interviene nel capitale dell azienda per lo più attraverso un aumento di capitale riservato o con forme di intervento finanziario come i Prestiti Obbligazionari Convertibili. Il Fondo, se non in situazioni eccezionali, intende acquisire esclusivamente partecipazioni di minoranza, prevedendo investimenti indicativamente non superiori ai 30 milioni di Euro. 6

7 Gli investimenti diretti - operatività FASE 3: Creazione di valore. L obiettivo del Fondo è quello di creare una fascia più ampia di aziende come medi campioni nazionali che, pur mantenendo la flessibilità e l innovazione tipica delle PMI italiane, possano disporre di una struttura patrimoniale e manageriale adeguata ed una governance funzionale per competere sui mercati internazionali. Per raggiungere tale obiettivo, durante il periodo di permanenza all interno del capitale delle aziende, il Fondo mette a disposizione delle stesse tutti gli strumenti finanziari, nonché le leve strategiche, manageriali e di network di cui dispone. La collaborazione viene garantita principalmente mediante la presenza nei Consigli di Amministrazione di figure portatrici di competenze utili alla società. È di norma richiesta anche una rappresentanza negli organi di controllo. FASE 4: Disinvestimento. Una volta raggiunti gli obiettivi condivisi, il Fondo avvierà il processo di dismissione della partecipazione, ricercando il canale di vendita più idoneo alla specifica situazione. Il processo di disinvestimento verrà comunque attivato dopo un periodo sufficientemente lungo per garantire l effettiva creazione di valore e mantenendo, per il Fondo, obiettivi di rendimento più contenuti rispetto alla media di mercato. 7

8 Gli investimenti diretti - obiettivi Attraverso la sua attività, il Fondo è in grado di apportare alle aziende oggetto di investimento: il capitale necessario per affrontare processi di sviluppo, aggregazione, internazionalizzazione, ricambio generazionale, riorganizzazione societaria; l accesso a un network imprenditoriale di elevata qualità derivante dall esperienza e dalle caratteristiche dei soggetti promotori; un supporto strategico e manageriale qualificato anche grazie alla possibilità di inserimento nei Consigli di Amministrazione di professionisti di comprovata esperienza in relazione alle singole aree di business; maggiore credibilità e capacità negoziale nei confronti del sistema bancario e dell intero sistema dei clienti e fornitori dell azienda stessa; e quindi una spinta verso l aggregazione tra imprese e l internazionalizzazione. 8

9 Gli investimenti indiretti - il Fondo di Fondi Il Fondo, oltre che attraverso investimenti diretti in imprese, opera anche attraverso investimenti in altri operatori di private equity che devono essere caratterizzati da: regolamenti che condividano esplicitamente gli obiettivi del Fondo, con particolare riferimento alla durata e alla politica di investimento; team di gestione di comprovata esperienza e professionalità. A partire dal primo semestre 2012 è stata esplicitamente prevista la possibilità di investimento in fondi che esercitano attività di venture capital, intesa come il finanziamento, a titolo di capitale di rischio, delle prime fasi di vita dell impresa (early stage). 9

10 Key facts Il Fondo è diventato operativo il 9 novembre Alla data del 15 settembre 2013 sono stati attivati circa contatti con aziende o rappresentanti di esse e raggiunti i seguenti risultati: (A) Investimenti diretti circa 80 società attualmente in analisi; 10 due diligence al momento in corso; 32 investimenti sottoscritti e altri 2 deliberati dal CdA; (B) Investimenti indiretti Raccolte oltre 120 opportunità di investimento in fondi; 15 fondi «committed» ed altri 3 deliberati dal CdA; Attivate risorse complessive ulteriori per oltre 1 miliardo di Euro, in parte (circa 300 milioni di Euro) provenienti da investitori istituzionali internazionali (FEI, Caisse des Dépôts, Rothschild, ); (A+B) Investimenti diretti e indiretti Gli investimenti hanno riguardato complessivamente 70 imprese, per un fatturato totale di oltre 3,4 miliardi di Euro e più di dipendenti; Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato investimenti per oltre 660 milioni di Euro, pari a circa il 65% del capitale disponibile. 10

11 L attività del Fondo: gli investimenti diretti Con riferimento alle 32 aziende oggetto di investimento diretto per le quali ad oggi è stato già effettuato il closing: Il valore mediano del fatturato risulta pari a circa 40,0 milioni di Euro; Il valore mediano dei dipendenti risulta pari a circa 180; la percentuale media di export rispetto al fatturato risulta pari al 45%, valore che supera ampiamente il 50% qualora si escludessero dal calcolo le imprese la cui attività è tipicamente orientata al solo mercato domestico (ad esempio i servizi e trasporti locali); L investimento medio da parte di FII risulta pari a circa 9,0 milioni di Euro; La quota media di capitale acquisito è pari a circa il 28%; A livello di trend, il numero complessivo di dipendenti risulta in crescita di circa il 19%, mentre il volume d affari totale è aumentato di circa il 17%; Nel complesso, circa la metà delle aziende presenti nel portafoglio del Fondo hanno effettuato almeno una acquisizione, di azienda o di ramo di azienda, dalla data dell investimento ad oggi. 11

12 L attività del Fondo: gli investimenti indiretti Con riferimento ai 15 fondi oggetto di investimento indiretto: La dimensione media di detti investimenti risulta pari a circa 20 milioni di Euro; 11 (74%) hanno come focus geografico l intero territorio nazionale, mentre i rimanenti 4 (26%) sono a vocazione territoriale. A livello di focus «settoriale», sono 4 i veicoli specializzati in attività di venture capital, mentre i rimanenti 11 si indirizzano ad imprese già esistenti, per lo più a proprietà familiare; Su questo specifico fronte, FII si è anche posto come parte attiva per la creazione del primo «acceleratore» in grado di agire come network tra alcuni incubatori italiani di eccellenza; All insieme dei fondi sono ad oggi riconducibili 33 imprese oggetto di investimento, per un fatturato complessivo di circa 1,5 miliardi di Euro e oltre dipendenti. 12

13 Gli investimenti diretti 13

14 Gli investimenti indiretti 14

15 Gli investimenti diretti Impresa Sede Attività Fatturato (mln ) Dipendenti Investimento FII (mln ) Arioli Gerenzano (VA) Produzione macchinari per il finissaggio tessile 12,2 34 4,5 Comecer Castel Bolognese (RA) Medicina nucleare 34, ,5 BAT Noventa di Piave (VE) Produzione e distribuzione tende da sole 35,2 99 6,7 Geico-Lender Montesilvano (PE) Facility management 38, ,0 Cartour Messina Autotraghettamento mezzi commerciali 40, ,5 Eco Eridania Arenzano (GE) Raccolta e smaltimento rifiuti 14, ,0 Sanlorenzo Ameglia (SP) Produzione yacht 196, ,0 TrueStar Group Milano Sicurezza e avvolgimento bagagli 32, ,2 Amut Novara Produzione impianti per estrusione, riciclaggio e termoformatura 39, ,0 DBA Group Villorba (TV) Engineering, Project Management, IC&T 15, ,0 IMT Casalecchio di Reno (BO) Produzione e commercializzazione di rettificatrici 45, ,0 Elco Carsoli (AQ) Progettazione e produzione di circuiti stampati 25, ,0 Futura Modena Servizi di vigilanza ed investigazione 22, ,3 Zeis Montegranaro (FM) Produzione e commercializzazione di calzature 111, ,0 Brazzoli (via Arioli) Senago (MI) Produzione di macchine per la tintura in corda 32,5 81 1,3 TBS Trieste Servizi integrati di manutenzione apparecchiature mediche 189,0 Rigoni Asiago (VI) Produzione e distribuzione di prodotti alimentari biologici 54, ,0 Sira Pianoro (BO) Produzione di terminali per il riscaldamento e pressofusione 40, , ,0 N.B. I dati relativi al fatturato e al numero dei dipendenti si riferiscono ai bilanci disponibili alla data dell investimento da parte del Fondo Italiano. 15

16 Gli investimenti diretti Impresa Sede Attività Fatturato (mln ) Dipendenti Investimento FII (mln ) Farmol Comun Nuovo (BG) Produzione e riempimento aerosol 45, ,3 ATT Massa Martana (PG) Camere termostatiche/climatiche 61, ,0 Labomar Istrana (TV) Produzione e distribuzione per conto terzi di prodotti nutraceutici 17, ,0 GMM Seriate (BG) Produzione di apparecchiature radiologiche 68, ,0 Emarc Vinovo (TO) Fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli 145, ,0 Imago Technologies Castel Mella (BS) Realizzazione e distribuzione di soluzioni di visione artificiale 16,4 57 5,0 Mape Monteveglio (BO) Produzione di sistemi di trasmissione 70, ,0 Megadyne Mathi (TO) Produzione di cinghie, pulegge e altri prodotti complementari 182, ,0 Team Ambiente (via Eco) Prato Raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti 28, ,4 Mesgo Gorlago (BG) Produzione di miscele plastiche 35,8 69 8,0 Turbocoating Rubbiano di Solignano (PR) Produzione di componenti per l'indurimento di materiali 44, ,0 Marsilli Castelleone (CR) Progettazione e produzione di macchine per l avvolgimento 49, ,0 Surgital Lavezzola (RA) Produzione di paste alimentari e prodotti farinacei simili 52, ,6 El. Carrara + PEG (via Eco) Malnate (VA) + Pavia Raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti 11,0 50 0,8 Altri investimenti deliberati (n. 2) 55, ,0 TOTALE 1.866, ,0 N.B. I dati relativi al fatturato e al numero dei dipendenti si riferiscono ai bilanci disponibili alla data dell investimento da parte del Fondo Italiano. 16

17 Gli investimenti indiretti SGR/Advisor Futurimpresa SGR Fondo Finanza e Sviluppo Impresa Orizzonte Commitment geografico FII (mln ) Lombardia 20,0 Gradiente SGR Gradiente I Nord Est 20,0 Progressio SGR Progressio Investimenti II Italia 25,0 Wise SGR Wisequity III Italia 35,0 Vertis SGR Vertis Capital Parallel Centro Sud 15,0 Portafoglio Sede Settore di attività Fatturato (mln ) Dipendenti OFI Bergamo Cosmetica 17,4 55 REM Bergamo Energie rinnovabili 38,2 10 Berkel Milano Machine utensili 15,6 29 Markab Group Milano Gestione rifiuti 43,5 20 Objectway Milano Sistemi informativi 27,8 330 Spiller Padova Ristorazione 2,1 124 Tapì Massanzago (PD) Tappi 11,5 38 Cadicagroup Carpi (MO) Etichette e cartellini 26,0 120 Vetroelite Ormella (TV) Contenitori speciali 11,8 19 JAL Group Paruzzaro (NO) Calzature di sicurezza 106, Oro Cash Milano Compro oro 260,0 387 Duplomatic Milano Sistemi oleodinamica 45,9 195,0 Chromavis Vaiano (CR) Commercio Cosmetici 117,6 578 Eidos Media Milano Software house 32,8 100 Alpitour Cuneo Tour Operator 260,9* Kian Luisago (CO) Inchiostri speciali 48,7 245 Biolchim Medicina (BO) Fertilizzanti 38,8 90 Wisco Monza Depurazione 7,1 22 Arav Fashion San Vitaliano (NA) Abbigliamento 89,5 198 Alto Partners SGR Alto Capital III Italia 25,0 Virosac Pederobba (TV) Contenitori per rifiuti 31,8 91,0 Arca Impresa Gestioni SGR Arca Impresa III Parallel Italia 20,0 n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. * Il dato si riferisce al Margine di Contribuzione. 17

18 Gli investimenti indiretti SGR/Advisor Fondo Orizzonte Commitment geografico FII (mln ) Portafoglio Sede Settore di attività Fatturato (mln ) Dipendenti Finint & Partners NEIP III Nord Est 20,0 Nuova Giungas Formigine (MO) Giunti isolanti 10,5 38 Mast Capital Partners Winch Italia Italia 25,0 Turbocoating Rubbiano di S. (PR) Rivestimenti 49,8 295 HAT Private Equity HAT Holding All Together Italia 15,0 Sebach Certaldo (FI) Bagni chimici 43,5 61 Tecna Monteroni d'arbia (SI) Allestimenti negozi 14,4 54 Gepark Roma Parcheggi 5,8 0 Skitsch Milano Arredamento 2,7 19 Braccialini Firenze Borse e accessori 78,6 242 Assist Roma ICT 33,8 223 Luneur Park Roma Parco divertimenti 6,6 3 Grafiche Pizzi Settimo Milanese (MI) Grafica 8,5 48 Repark Milano Servizi Aeroportuali 8,0 n.a. Star Capital SGR Star III Italia 20,0 Codyeco n.a. Prodotti chimici 23, Capital Partners 360 Capital 2011 Italia 10,0 EatalyNet Monticello d'alba (CN) E-commerce 0,0. n.a. Sofinnova Partners Sofinnova Capital VII Europa 15,0 n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. MoneyFarm Milano Servizi Finanziari 0,0 7 Windows Europe Milano Servizi immobiliari 15,7 n.a. United Ventures United Ventures One Italia 10,0 20Lines Treviso Social Publishing 0,0 n.a. LovetheSign Milano E-Commerce 0,0 n.a. P101 Programma 101 Italia 15,0 n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. Altri investimenti deliberati (n.3) 60,0 n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. TOTALE 350, ,

19 Allegato 1 La struttura organizzativa 19

20 La struttura organizzativa Comitato Compensi e Nomine Comitato Conflitti di Interesse Consiglio di Amministrazione (e Comitato Esecutivo) Collegio Sindacale Organismo di Vigilanza 231 Internal Audit Comitato Tecnico per gli Investimenti Amministratore Delegato Compliance Gianluca Leggieri Risk Management a.i.gianluca Leggieri Antiriciclaggio Gianluca Leggieri Team Progetti Speciali Monitoraggio e Comunicazione Renato Salsa AREA GESTIONE Gabriele Cappellini AREA AMMINISTRAZIONE Investment Team Nord Est Francesco Sogaro Investment Team Nord Ovest Lorenzo Baraldi Investment Team Centro Sud (Roma) Gianpaolo Di Dio Investment Team Fondo di Fondi Luigi Tommasini Area Amministrativa Paola Borracchini Information Technology Segreteria Operativa Contabilità SGR Fabio Giachetta Contabilità Fondo Rosanna Volpe Organizzazione Personale a.i. Paola Borracchini (Giulia Gniuli) Affari Societari a.i. Paola Borracchini Affari Legali e Privacy Gennaro Imbimbo a.i. Fabio Giachetta

21 Il management team e i contatti Amministratore Delegato: Gabriele Cappellini Progetti Speciali e Monitoraggio : Responsabile Renato Salsa Roberto Del Giudice Investimenti Diretti Area Nord Ovest: Responsabile Lorenzo Baraldi Lorenzo Carù Investimenti Diretti Area Nord Est: Responsabile Francesco Sogaro Alioscia Berto Investimenti Diretti Area Centro Sud: Responsabile Gianpaolo Di Dio Claudio Catania Francesco Mazzone Fondo di Fondi: Responsabile Luigi Tommasini 21

22 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. Via Turati,16/18, Milano Tel Fax

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Roberto Del Giudice Firenze, 10 febbraio 2014 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Gabriele Cappellini Milano, 18 ottobre 2011 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale

Dettagli

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO TopLegal Roma, 23 settembre 2010 Il progetto Nel mese di dicembre 2009, su iniziativa

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Verona 25 Novembre 2010 Le principali tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

Fondo Italiano di Investimento I primi tre anni di attività

Fondo Italiano di Investimento I primi tre anni di attività Fondo Italiano di Investimento I primi tre anni di attività Roma, 12 febbraio 2014 Il Fondo Italiano di Investimento Il Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato su iniziativa del Ministero dell Economia

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Milano 15 Novembre 2010 Le principali p tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011 AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI Lecco, 23 marzo 2011 Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Agenda Il mercato

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. 4 aprile 2011

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. 4 aprile 2011 IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO 4 aprile 2011 Il progetto È un fondo mobiliare chiuso riservato a investitori qualificati che prevede le seguenti tipologie di investimenti: assunzione di partecipazioni

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. Polla, 29 giugno 2011

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. Polla, 29 giugno 2011 IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Polla, 29 giugno 2011 Premessa In un contesto sempre più globalizzato dove i cicli economici si susseguono in archi temporali sempre più ristretti; dove lo sviluppo della

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. 31 dicembre 2011

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO. 31 dicembre 2011 IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO 31 dicembre 2011 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale e manageriale delle

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2012

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2012 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2012 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2012 1. Attività Gli investimenti diretti in

Dettagli

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO LORENZO BARALDI Senior Partner. Genova, 7 aprile 2016

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO LORENZO BARALDI Senior Partner. Genova, 7 aprile 2016 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO LORENZO BARALDI Senior Partner Genova, 7 aprile 2016 Fondo Italiano di Investimento Costituita su iniziativa del Ministero dell Economia e delle Finanze nel 2010, Fondo Italiano

Dettagli

LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO

LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO Oggetto sociale, capitale e soci La SGR esercita, nell interesse dei sottoscrittori del Fondo (partecipanti) e nel rispetto delle vigenti disposizioni normative e regolamentari

Dettagli

Il Fondo Italiano d Investimento per le PMI e le ipotesi di agevolazioni del mercato

Il Fondo Italiano d Investimento per le PMI e le ipotesi di agevolazioni del mercato Il Fondo Italiano d Investimento per le PMI e le ipotesi di agevolazioni del mercato Andrea Montanino Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Indice L obiettivo Lo strumento: creazione

Dettagli

Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative

Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative Roma, 9 Novembre 2010 Circolare N.19354 Confindustria Fisco, Finanza e Welfare Il Direttore Elio Schettino Con l obiettivo di sostenere le piccole

Dettagli

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 1. Attività Gli investimenti diretti Gli

Dettagli

FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Documento di sintesi del progetto Roma, 16 dicembre 2009 Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Indice L obiettivo

Dettagli

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011

Fondo Italiano d Investimento. Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 Fondo Italiano d Investimento Relazione sull attività svolta al 31 dicembre 2011 1. Attività Gli investimenti diretti Gli

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2015

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2015 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2015 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2013

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2013 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2013 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al

Dettagli

dall idea alla startup

dall idea alla startup dall idea alla startup Vademecum sul mondo del Venture Capital IL VENTURE CAPITAL Il venture capital è l attività di investimento in capitale di rischio effettuata da operatori professionali e finalizzata

Dettagli

RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2011

RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2011 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2011 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al Registro

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del venture capital e del private equity. Punti di forza e debolezza Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Roma, 8 giugno

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2014

RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2014 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 30 GIUGNO 2014 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al

Dettagli

PRIVATE EQUITY, CONFIDI E BANCHE: OPPORTUNITA E SERVIZI PER LE PMI

PRIVATE EQUITY, CONFIDI E BANCHE: OPPORTUNITA E SERVIZI PER LE PMI PRIVATE EQUITY, CONFIDI E BANCHE: OPPORTUNITA E SERVIZI PER LE PMI Milano 6 maggio 2011 L investitore istituzionale per tipologia di investimento a profilo di rischio ha difficoltà ad investire in PMI

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. LE IMPRESE ITALIANE HANNO BISOGNO DI EQUITY Struttura di finanziamento delle imprese in Italia, Francia, Germania e UK. STRUTTURA FINANZIARIA DELLE IMPRESE 4% 10% 4% 12% 1) ABBIAMO UN SISTEMA 18% 11% 17%

Dettagli

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Fondi Demetra Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Agenda 1.1 Lo scenario di riferimento 1.2 La Società di Gestione 1.3 La Governance della SGR 1.4 Il Fondo Demetra Demetra: dea greca del

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014

NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014 NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014 Indice I. BREVE PROFILO DI NEM II. ESISTE UN MERCATO POTENZALE PER IL PRIVATE EQUITY NEL SUD ITALIA? 2 NEM Sgr Storia e i Fondi gestiti NEM Sgr, con sedi a Vicenza e Milano,

Dettagli

Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting

Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting 1 I Fondi di Private Equity Natura e Modalità di Intervento 2 NATURA E SCOPI I Fondi di Private Equity sono soggetti che investono in aziende

Dettagli

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio 1 L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio L esperienza del Gruppo Cariparma FriulAdria Roma, 5 Maggio 2010 Carlo PIANA Responsabile Direzione Centrale

Dettagli

RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2010

RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2010 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RENDICONTO del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO al 31 DICEMBRE 2010 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 3.500.000 i.v. Iscritta al Registro

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE del FOF PRIVATE DEBT al 30 GIUGNO 2015

RELAZIONE SEMESTRALE del FOF PRIVATE DEBT al 30 GIUGNO 2015 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE del FOF PRIVATE DEBT al 30 GIUGNO 2015 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al Registro delle

Dettagli

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva È POSSIBILE TROVARE UN ORIZZONTE ALTERNATIVO Nonostante alcuni segnali di ripresa registrati negli ultimi mesi, la situazione macroeconomica del Paese stenta a migliorare e le imprese italiane hanno difficoltà

Dettagli

Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria. Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A.

Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria. Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A. Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A. Disclaimer Il presente documento è stato elaborato unicamente al fine di fornire generiche

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE Private Equity e Venture Capital Il private equity e il venture capital Anni 80 Con venture capital si definiva l apporto di capitale azionario, da parte di operatori

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Genova 25 Gennaio 2011 Le principali tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

Turnaround e Crisi Aziendali

Turnaround e Crisi Aziendali Turnaround e Crisi Aziendali Agenda > Chi è EOD > Modalità di intervento > Valori Condivisi > Team > Contatti 2 Chi è Executive On Demand Temporary Manager specializzati nella gestione di Crisi Aziendali

Dettagli

Start up & PMI Report 2013

Start up & PMI Report 2013 & PMI Report 2013 Introduzione alla terza edizione Start Up & PMI Report 2013 è la terza edizione dell analisi effettuata su un campione di 150.000 imprese iscritte a H2biz: 20.000 start up con meno di

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

Il private equity al servizio delle imprese che vogliono crescere

Il private equity al servizio delle imprese che vogliono crescere Il private equity al servizio delle imprese che vogliono crescere AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Napoli, 25 febbraio 2015 1 INTERESSE PER IL PRIVATE EQUITY Nell ultimo ventennio

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo Cassa depositi e prestiti Sostegno al sistema produttivo CDP per l economia reale: sostegno alle imprese e sviluppo infrastrutturale Cassa depositi e prestiti è un operatore chiave a sostegno del sistema

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo Cassa depositi e prestiti Sostegno al sistema produttivo CDP a sostegno del sistema produttivo e dello sviluppo delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti è un operatore chiave a sostegno del sistema

Dettagli

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza a sostegno delle PMI Costante Turco Responsabile Direzione Regionale Centro Sud Italia di Banca Popolare di Vicenza Prato, 9 maggio 2013 La Storia e le caratteristiche

Dettagli

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO FINALITA E OBIETTIVI Supportare gli investimenti delle Piccole e Medie imprese

Dettagli

Il network per la finanza d impresa

Il network per la finanza d impresa Il network per la finanza d impresa La nostra mission é affiancare la famiglia imprenditoriale nell attività gestionale (ottimizzazione organizzativa, finanziaria, amministrativa, legale, fiscale) e nelle

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Imprese e Infrastrutture. Finanziamenti per le infrastrutture. Fondi equity infrastrutturali

Cassa depositi e prestiti. Imprese e Infrastrutture. Finanziamenti per le infrastrutture. Fondi equity infrastrutturali CDP imprese B_cmyk:CDP imprese 04/01/12 14.13 Pagina 1 Finanziamenti per le infrastrutture CDP finanzia imprese private e interventi strutturati in Partenariato Pubblico Privato (PPP) per la realizzazione

Dettagli

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta I numeri del 2014 Raccolta Totale: 1.477 mln Euro (-64% rispetto al 2013) Indipendente: 1.348 mln Euro (+116% rispetto al 2013) 15 operatori Investimenti 3.528 mln Euro (+3% rispetto al 2013) 311 operazioni

Dettagli

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR CAPITALI PER LA CRESCITA DELLE MEDIE E PICCOLE IMPRESE ITALIANE

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR CAPITALI PER LA CRESCITA DELLE MEDIE E PICCOLE IMPRESE ITALIANE FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR CAPITALI PER LA CRESCITA DELLE MEDIE E PICCOLE IMPRESE ITALIANE Luglio 2014 Tipologia di Fondo Fondo Mobiliare Chiuso Riservato agli Investitori Professionali Dimensione

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

Fondo di investimento nel capitale di rischio D.M. 11.03.2011 n.206 Finalità e Obiettivi Supportare gli investimenti delle Piccole e Medie Imprese (PMI), operanti nel settore agricolo, agroalimentare di

Dettagli

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più importanti banche del Paese (In Italia: 5.809 sportelli, 11,4 mln.

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

AIFI. Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI

AIFI. Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI AIFI Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali Milano, 31 maggio

Dettagli

Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione

Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione Milano, 14 aprile 2010 Valentina Carlini Fisco, Finanza e Welfare Confindustria L andamento del credito Il credito resta molto selettivo

Dettagli

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati FINANZA PER LA CRESCITA GLI STRUMENTI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali Perugia,

Dettagli

Incontro con le OO.SS.

Incontro con le OO.SS. Cessione parziale di portafogli riconducibili al Merchant Banking del Gruppo ISP. Collaborazione con un operatore internazionale. Riposizionamento nel settore del Private Equity. Incontro con le OO.SS.

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Prof. Alessandro Berti Istituto di studi aziendali Facoltà di Economia Università di Urbino Carlo Bo alessandro.berti@uniurb.it Urbino, a.a.

Dettagli

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Gabriele Casati Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Antares AZ I è un fondo d investimento mobiliare chiuso riservato a Investitori Qualificati

Dettagli

Confindustria Genova

Confindustria Genova Confindustria Genova La levadel Private Equity nelleacquisizionie nelle cessioni: minoranze e maggioranze Genova, 14 maggio 2015 Raffaele de Courten 1 ARGOMENTI TRATTATI Cosa fanno gli operatori di Private

Dettagli

PFCONSULT Financial & Business Service

PFCONSULT Financial & Business Service Business Solutions Rapporto Banca-Impresa Miglioramento della propria posizione finanziaria e maggior accesso al credito PFCONSULT Financial & Business Service Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo

Dettagli

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998.

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998. COMUNICATO STAMPA DEA CAPITAL ENTRA NEL SETTORE DELL ALTERNATIVE ASSET MANAGEMENT ATTRAVERSO L ACQUISIZIONE DI UNA PARTECIPAZIONE DEL 44,4% IN IDEA ALTERNATIVE INVESTMENTS SOTTOSCRITTO UN COMMITMENT FINO

Dettagli

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 2 MILIARDI PER IL RILANCIO 2 miliardi di euro di investimenti per le imprese agroalimentari italiane. Queste le risorse del Piano 2015-2017 messo

Dettagli

Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare

Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare La partnership Ribes e Nomisma Ribes ha avviato nel corso del 2010 la predisposizione di un nuovo Piano Industriale con l obiettivo

Dettagli

Finanza e territorio: cosa fanno per competere?

Finanza e territorio: cosa fanno per competere? Finanza e territorio: Gianmarco Zanchetta IL FUTURO dell internazionalizzazione per le imprese del Nord Est Villa Manin, 21 giugno 2012 1 2 introduzione FRIULIA è la finanziaria regionale della Regione

Dettagli

Acquisizioni, investimenti ed internazionalizzazione. Nuove possibilità di sviluppo per le PMI

Acquisizioni, investimenti ed internazionalizzazione. Nuove possibilità di sviluppo per le PMI Edizione Febbraio 2015 Sommario L offerta di VESTANET CONSULTING SRL pag. 3 Acquisizioni A chi ci rivolgiamo pag. 4 Chi sono gli Acquirenti pag. 4 I documenti necessari pag. 4 I Settori richiesti pag.

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

I fondi riservati: prospettive e criticità

I fondi riservati: prospettive e criticità I fondi riservati: prospettive e criticità Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it Sala Capranichetta, Piazza di Montecitorio, 127 Roma Martedì, 18 gennaio 2010 1

Dettagli

DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità

DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità Sostituire il TFR: quali effetti sul lavoro e sulle imprese Come prepararsi al 2006 DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità Maggio 2006 1 TFR e Private Equity Trattamento

Dettagli

AIFI. Il mercato del private equity e venture capital. Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI

AIFI. Il mercato del private equity e venture capital. Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI AIFI Il mercato del private equity e venture capital Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI Milano, 18 novembre 2015 Il ruolo di AIFI AIFI, Associazione Italiana del

Dettagli

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 Massimo G. Colombo Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale Le gazzelle high-tech Le gazzelle

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

Più Borsa più Impresa: un alleanza per crescere

Più Borsa più Impresa: un alleanza per crescere Più Borsa più Impresa: un alleanza per crescere Luca Peyrano Head of Continental Europe, Primary Markets Borsa Italiana London Stock Exchange Group Milano, Assolombarda 11 Febbraio 2010 Più Borsa Più Impresa:

Dettagli

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR

FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A RELAZIONE SEMESTRALE del FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTOO al 30 GIUGNO 2011 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/ /18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta

Dettagli

La strategia finanziaria

La strategia finanziaria La strategia finanziaria Strategie di posizionamento (rivolte all esterno) AZIENDA strategia sociale CONTESTO SOCIALE posizionamento sociale Analisi degli input strategici esterni MERCATI FINANZIARI finanziatori

Dettagli

IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI. Preparato per: Assobioplastiche

IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI. Preparato per: Assobioplastiche IL MERCATO ITALIANO DEI POLIMERI COMPOSTABILI Preparato per: Assobioplastiche Plastic Consult Le due anime aziendali Dal 1979 Consulenza e business intelligence nel settore petrolchimico / materie plastiche

Dettagli

PHD Plus Edizione 2012

PHD Plus Edizione 2012 PHD Plus Edizione 2012 Come si valuta una Start up: gli aspetti operativi della selezione dei progetti di investimento 24 Aprile 2012 Università di Pisa Executive Summary 1.SICI sgr e il Fondo Toscana

Dettagli

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT 26 novembre 2014 Come è cambiato il mondo del lavoro Mio padre ha iniziato a lavorare alla Roche nel 1948 ed

Dettagli

Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento

Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento Il Finanziamento delle PMI alternativo al Credito Bancario Università degli studi di Macerata Laboratorio Fausto Vicarelli Agostino Baiocco

Dettagli

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Cristina Marchegiani Responsabile relazioni esterne cristina.marchegiani@lventuregroup.com mob.

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Cristina Marchegiani Responsabile relazioni esterne cristina.marchegiani@lventuregroup.com mob. CARTELLA STAMPA IR Top Consulting Media Relations Via C. Cantù, 1 Milano Luca Macario, Domenico Gentile, Maria Antonietta Pireddu Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 ufficiostampa@irtop.com LVenture Group Cristina

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, Relazione

Dettagli

L attività d investimento nel capitale di rischio

L attività d investimento nel capitale di rischio Ciclo di seminari sulla finanza d impresa L attività d investimento nel capitale di rischio Finalità e strategie operative Massimo Leone INVESTIMENTO ISTITUZIONALE NEL CAPITALE DI RISCHIO Apporto di risorse

Dettagli

APC partners PROFILO BUSINESS STRATEGY & FINANCE. Turning ideas into results

APC partners PROFILO BUSINESS STRATEGY & FINANCE. Turning ideas into results BUSINESS STRATEGY & FINANCE Turning ideas into results PROFILO CHI SIAMO Siamo un operatore finanziario indipendente attivo nel campo della finanza straordinaria d'impresa, con particolare competenza nel

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Perugia, 12 ottobre 2012 COMUNICATO STAMPA Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Ci sono anche due aziende umbre tra le trentatré selezionate da Borsa

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Intervento di Antonio De Martini Milano, 16 maggio 2006 Il vantaggio competitivo Principali elementi di soddisfazione: o Velocità e sicurezza

Dettagli

FORMAZIONE E PUBBLICA SEGI REAL ESTATE SEGI REAL ESTATE

FORMAZIONE E PUBBLICA SEGI REAL ESTATE SEGI REAL ESTATE ADVASORY La SEGI REAL ESTATE AZIENDA LEADER NEL SETTORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI GRAZIE AD UNA RETE CAPILLARE DI CONSULENTI ACCREDITATI IN EUROPA E NEL MONDO PUO ESSERE PATNER NELLA VENDITA E CARTOLARIZZAZIONE

Dettagli

RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT

RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT Comunicato stampa RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT APPROVAZIONE DEI DATI ECONOMICI E PATRIMONIALI DI UNICREDIT

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese

Cassa depositi e prestiti. Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese Cassa depositi e prestiti è l operatore di riferimento per gli Enti pubblici, per lo sviluppo delle opere infrastrutturali, per

Dettagli

Presentazione della Società

Presentazione della Società Presentazione della Società 30 giugno 2014 Disclaimer TUTTI I DIRITTI RISERVATI Il presente documento è stato predisposto da Polis Fondi SGR S.p.A. per illustrare il profilo societario, le attività, i

Dettagli

INDICE UNA STORIA D ALTRI TEMPI 2 SERVIZI E PRODOTTI 4 LINEE DI GESTIONE 8 I NOSTRI RISULTATI 13 ORGANIGRAMMA 14 DOVE SIAMO E CONTATTI 15

INDICE UNA STORIA D ALTRI TEMPI 2 SERVIZI E PRODOTTI 4 LINEE DI GESTIONE 8 I NOSTRI RISULTATI 13 ORGANIGRAMMA 14 DOVE SIAMO E CONTATTI 15 INDICE UNA STORIA D ALTRI TEMPI 2 SERVIZI E PRODOTTI 4 LINEE DI GESTIONE 8 I NOSTRI RISULTATI 13 ORGANIGRAMMA 14 DOVE SIAMO E CONTATTI 15 UNA STORIA D ALTRI TEMPI La Gaffino Sim è una società di intermediazione

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE del FOF VENTURE CAPITAL al 30 GIUGNO 2015

RELAZIONE SEMESTRALE del FOF VENTURE CAPITAL al 30 GIUGNO 2015 FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE del FOF VENTURE CAPITAL al 30 GIUGNO 2015 SEDE LEGALE IN MILANO VIA TURATI 16/18 CAPITALE SOCIALE EURO 4.000.000 i.v. Iscritta al Registro

Dettagli