ALLEGATO alla Delibera Consiglio Comunale n.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO alla Delibera Consiglio Comunale n."

Transcript

1 DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI PER I PERMESSI A COSTRUITE E LE DIA EDILIZIE (CRITERI MODALITA - NOTE ESPLICATIVE ) (titolo VII Capo I L.R. 1/05 norme il governo del territorio.) ALLEGATO alla Delibera Consiglio Comunale n. 1

2 ONERI DI URBANIZZAZIONE Costi medi Comunali comprensivi dell adeguamento ISTAT al novembre 2007 (tali valori ai sensi dell art 120 commi da 6 a 8 - L.R. 1/05 vengono adeguati ogni anno senza necessità di ulteriori atti) TABELLA A/1 a) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione PRIMARIA per interventi di INSEDIAMENTI RESIDENZIALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici. /mc. 8,64 b) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione SECONDARIA per interventi di INSEDIAMENTI RESIDENZIALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici /mc. 2,09 TABELLA A/2 a) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione PRIMARIA per interventi di INSEDIAMENTI ARTIGIANALI O INDUSTRIALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici. /mq. 11,60 b) Per interventi delle seguenti categorie di attività: alimentari, tessili, calzature, chimiche, cartiere e cartotecniche. /mq. 13,28 c) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione SECONDARIA per interventi di INSEDIAMENTI ARTIGIANALI O INDUSTRIALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici. /mq 10,96 TABELLA A/3 a) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione PRIMARIA per interventi di INSEDIAMENTI TURISTICI, COMMERCIALI E DIREZIONALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici. /mc.11,84 b) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione SECONDARIA per interventi di INSEDIAMENTI TURISTICI, COMMERCIALI E DIREZIONALI nelle zone di espansione e di saturazione previste dagli Strumenti Urbanistici /mc. 5,99 TABELLA A/4 a) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione PRIMARIA per interventi di INSEDIAMENTI RELATIVI A CENTRI COMMERCIALI ALL INGROSSO nelle zone di possibile utilizzo in base all Articolo 27 della Legge , n /mq.21,07 b) Costi medi regionali per opere di urbanizzazione SECONDARIA per interventi di INSEDIAMENTI RELATIVI A CENTRI COMMERCIALI ALL INGROSSO nelle zone di possibile utilizzo in base all Articolo 27 della legge , n. 865 /mq. 7,37 NOTA: I costi sono riportati nelle suddette Tabelle ( A/1 a, b ; A/2 a, b ; A/3 a, b ; ) non comprendono le spese per la realizzazione delle reti di distribuzione dell energia elettrica e del gas che dovranno essere determinate per ogni insediamento di volta in relazione alla entità della richiesta di utenza ponendola a carico dei lottizzanti o dei concessori. 1/05) 2

3 TABELLA C (PARAMETRI DA APPLICARE AI COSTI COMUNALI DELLE URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA Parametri da applicare ai costi comunali delle urbanizzazioni primaria e secondaria Interventi 1) Interventi di restauro e di ristrutturazione edilizia:.. 0,30 2) Interventi di sostituzione edilizia.0,80 3) Interventi di ristrutturazione urbanistica o di nuova edificazione: a) con indice di fabbricabilità..1,20 inferiore a 1,5 mc/mq: b) con indice di fabbricabil ità..1,00 compreso tra 1,5 e 3 mc/mq c) con indice di fabbricabilità.. 0,90 superiore a 3 mc/mq Per gli interventi di ampliamento o sopraelevazione in misura superiore a quella stabilita dall'art 79, comma 2, lett. d), si applicano i parametri di cui al punto 3. Nel caso gli interventi sul patrimonio edilizio esistente comportino il cambiamento della originaria destinazione residenziale i coefficienti sono aumentati del 50% 3

4 ONERI DI URBANIZZAZIONE NOTE ESPLICATIVE E MODALITÀ DI CALCOLO Gli oneri di urbanizzazione sono dovuti, sia per i permessi di costruire che per le DIA quando si determina un incremento dei carichi urbanistici in funzione di: a) AUMENTO DELLE SUPERFICI UTILI DEGLI EDIFICI; b) MUTAMENTO DELLA DESTINAZIONE D USO DEGLI IMMOBILI c) AUMENTO DEL NUMERO DI UNITÀ IMMOBILIARI. Per il calcolo degli oneri di urbanizzazione primaria e secondari nel territorio comunale di Cortona si applicano i valori indicati nelle TABELLE A comunali, desunte dalle tabelle regionali. Tali tabelle aggiornate annualmente ai sensi dei legge e depositate presso l area Urbanistica pianificazione economica e territoriale sono pubblicate sul sito del comune di Cortona MODALITÀ DI CALCOLO Destinazione d uso residenziale commerciale - turistico/direzionale -agricole: Il calcolo degli oneri di urbanizzazione verrà eseguito moltiplicando i valori relativi al tipo di intervento, desunto dalle tabelle approvate, per il volume (di progetto) urbanistico, escludendo eventuali volumi interrati non conteggiati ai fini della verifica come da N.T.A. art. 4. Destinazione d uso: artigianale/industriale/commerciale all ingrosso: Il calcolo degli oneri di urbanizzazione verrà eseguito moltiplicando i valori relativi al tipo di intervento, desunti dalla tabelle approvate, per la superficie utile. Oneri verdi - interventi connessi al miglioramento ambientale del sistema insediativo Agli interventi di mutamento di destinazione d uso delle destinazioni agricole, ai sensi della L.R. 1/05 art. 45 comma 3 vengono applicati gli importi nelle caselle evidenziate delle tabelle A/1, A/2, A/2bis, A/3, A/4 Interventi per annessi agricoli non esenti ai sensi di legge ai sensi dell art. 127 comma 9 della L.R.1/05 è determinato che gli oneri di Urbanizzazione Primaria e secondaria da corrispondere al Comune per gli interventi relativi ad annessi agricoli è pari all importo degli oneri in zona E della tabella A/1 per 4

5 ONERI DI URBANIZZAZIONE NOTE ESPLICATIVE E MODALITÀ DI CALCOLO 0,60 (60% del volume netto non residenziale in analogia con il sistema di ragguaglio usato per la snr del D.M.801/77). cambi di destinazione d uso degli immobili Nel caso di interventi che comportino incremento dei carichi urbanistici, il contributo è dovuto nella misura corrispondente alla nuova destinazione, determinata con riferimento, al momento della intervenuta variazione. Interventi nei piani per l edilizia economica e popolare Per gli interventi nei piani per l edilizia economica e popolare di cui alla L 167/62 e successive modificazioni il contributo di cui all articolo 119 della L.R.1/05 è commisurato alla sola quota di urbanizzazione Interventi nei piani per insediamenti produttivi ( ex art. 27 legge 865/71) Per gli interventi nei piani per insediamenti produttivi di cui all articolo 27 della L 865/71, il titolo edilizio è gratuito fatta eccezione per le destinazioni turistiche, commerciali, direzionali, per le quali si applica il comma 2 dell articolo 125 della L.R.1/05. Pertanto gli oneri per l urbanizzazione primaria e la competente quota per la secondaria sono computati per l intero del costo relativo alla Concessione dell area in proprietà o in diritto di superficie. edificio unifamiliare si intende un edificio singolo le cui dotazione di servizi ( cucina, bagni, eccetera ) rendano possibile l abitazione di un solo nucleo familiare. Pertanto ai fini dell applicazione della norma di cui articolo 124 comma 2 lett, b L.R. 1/05 per edificio unifamiliare deve intendersi non solo la costruzione destinata alle esigenze di una sola famiglia e completamente isolata dalle altre, ma anche quella che, pur costruita in aderenza di altri fabbricati, o avendo in comune con essi muri divisori, costituisce una struttura edilizia funzionalmente autonoma rispetto alle porzioni di immobili adiacenti quali, ad esempio, le villette a schiera. installazioni di impianti tecnologici (ripetitori di telefonia cellulare, contenitori di apparecchiature tecniche, etc.) Salve diverse disposizioni dettate da normative statali o regionali, non sono soggetti alla corresponsione di alcun tipo di contributo. 5

6 ONERI DI URBANIZZAZIONE CASI PARTICOLARI - ESEMPLIFICAZIONI Ai fini della determinazione del volume e della superficie utile si possono tuttavia verificare casi particolari che appare opportuno disciplinare e che di seguito si esplicitano. aumento delle superfici utili senza aumento del volume Il volume da prendere in considerazione è quello virtuale percentualizzato sulla base dell incremento di superficie utile. A titolo esemplificativo: Esempio n. 1 S.U. attuale S.U. di progetto 100 mq. 120 mq. ( ) = 0,20 = 20% 100 gli oneri vengono calcolati sul 20% del volume dell immobile Esempio n. 2 S.U S.N.R. attuale 60 mq. 60mq. x 60% = mq. 36 = totale sup. convenzionale mq. 96 S.U. S.N.R. di progetto 80 mq. 40 mq. x 60% = mq. 24 = totale sup. convenzionale mq.104 La percentuale si calcola sull incremento della sola superficie utile: (80 60)x100 = 0,33 = 33,3% 60 gli oneri d vengono calcolati sul 33,3% del volume dell immobile aumento del numero delle unità immobiliari nel caso della suddivisione di una unità residenziale in due unità con destinazione anch esse residenziali si considera il solo volume della nuova unità considerando preesistente quella ove rimane il locale originariamente destinato a cucina. In tutti gli altri casi il volume o la superficie da prendere in considerazione è quella virtuale determinato dividendo il volume o superficie complessivo dell immobile per il numero delle unità immobiliari che si vengono a creare. Esempio n. 1 Industriale - Artigianale Commerciale all ingrosso Categorie Speciali Stato attuale Stato di progetto 1 U.I. = mq U.I.= mq U.I.= mq U.I.= mq. 100 Gli oneri di urbanizzazione vengono così calcolati: Mq : 3 U.I. = mq. 333,3 (superficie utile media di ogni unità immobiliare) La superficie su cui vengono applicati gli oneri di urbanizzazione è pari alla superficie virtuale delle due nuove unità immobiliari : in questo caso corrisponde a mq. 666,66. 6

7 COSTO DI COSTRUZIONE TABELLA D IMMOBILI RESIDENZIALI CONTRIBUTO DEL COSTO DI COSTRUZIONE 218,78 (adeguato senza necessità di ulteriori atti al SETTEMBRE 2007, ultimo dato disponibile: art.121 comma 3 L.R. 1/05) 1) NUOVA COSTRUZIONE PERCENTUALE DEL COSTO DI COSTRUZIONE in base alle Caratteristiche tipologiche delle costruzioni 1) Abitazione aventi superficie utile a) superiore a mq. 160 e accessori >= mq.60.8% b) compreso tra mq. 160 e mq.130 e accessori < = mq. 55 7% c) compreso tra mq.130 e mq.110 e accessori < = mq. 50.7% d) compreso tra mq. 110 e mq. 95 e accessori < = mq.45.6% e) inferiore a mq.95 e accessori < = mq.40.6% 2)Abitazione aventi caratteristiche di lusso ( D.M ) 10% NOTA: qualora la superficie degli accessori superi quella indicata per ciascuna categoria la percentuale da applicare è quella della categoria immediatamente superiore. Le percentuali sopra indicate sono ridotte nei seguenti casi: 1) per edifici che vengono dotati, ai fini del riscaldamento invernale e/o de condizionamento estivo, di sistemi costruttivi e di impianti che utilizzano l energia solare. 2) Per gli edifici da realizzare con struttura portante in muratura di pietrame e/o laterizio 3) Per gli interventi di bio-edilizia. Gli interventi per l installazione di impianti relativi alle energie rinnovabili e alla conservazione ed al risparmio energetico sono assimilati a manutenzione straordinaria. 2) RISTRUTTURAZIONE Per la ristrutturazione si applicano i valori della tabella D sugli importi derivanti da costi presunti calcolati in base alla percentuale del 27% del Costo di Costruzione a mq. di immobile ristrutturato. Al Costo di costruzione così calcolato si applica una riduzione del 50% (art.121 c 2 L.R.1/05). Per le addizioni funzionali si applicano le modalità e gli importi delle nuove costruzioni 3) INTERVENTI PER PER I QUALI IL CONTRIBUTO NON SIA ALTRIMENTI DETERMINATO Per ogni altra attività di cui all art.127 comma 9 let.b) per la quale il contributo non sia stato altrimenti determinato lo stesso è stabilito in 0 (zero) ad eccezione degli interventi relativi alla costruzione di campi da tennis e di piscine, per i quali si prevede il pagamento pari alla una quota del 5%, del costo di costruzione determinato in base a computo metrico estimativo 7

8 COSTO DI COSTRUZIONE TABELLA D1 ( Art.125 comma 2 LR.1/05) IMMOBILI NON RESIDENZIALI CONTRIBUTO DEL COSTO DI COSTRUZIONE PER 1) NUOVA COSTRUZIONE Il contributo relativo al costo di costruzione viene calcolato in base alle seguenti percentuali applicate al costo documentato di costruzione a) Attività turistica 3% di detto costo b) Attività commerciali.5% di detto costo c) Attività direzionali 5% di detto costo d) industriali..esente e) artigianali..esente 2) RISTRUTTURAZIONE si applicano le suddette percentuali calcolate in base a computo metrico dettagliato, asseverato dal tecnico, l importo che ne deriva è ridotto del 50%. Per le addizioni funzionali si applicano le modalità e gli importi delle nuove costruzioni 3) INTERVENTI PER PER I QUALI IL CONTRIBUTO NON SIA ALTRIMENTI DETERMINATO Gli impianti di distribuzione carburanti sono assimilati alle attività commerciali e sono soggetti al pagamento degli oneri di urbanizzazione solo per la parte edificata. Il contributo relativo al costo di costruzione si applica, oltre che alla parte edificata, anche alla superficie inedificata effettivamente utile allo svolgimento dell attività, ed è determinato in misura pari al 5% dell importo totale delle opere, comprensivo delle dotazioni impiantistiche e delle finiture, risultante da apposita perizia a firma del progettista e/o direttore dei lavori. depositi di merci o di materiali a cielo libero sono soggetti al pagamento degli oneri di urbanizzazione solo per la parte edificata, con riferimento alla tariffa relativa al tipo di attività esercitata Il contributo relativo al costo di costruzione si applica, oltre che alla parte edificata, anche alla superficie inedificata effettivamente utile allo svolgimento dell attività, ed è determinato in misura pari al 5% dell importo totale delle opere, comprensivo delle dotazioni impiantistiche e delle finiture, risultante da apposita perizia a firma del progettista e/o direttore dei lavori. 8

9 Per ogni altra attività di cui all art.127 comma 9 let.b) per la quale il contributo non sia stato altrimenti determinato lo stesso è stabilito in 0 (zero) ad eccezione degli interventi relativi alla costruzione di campi da tennis e di piscine, per i quali si prevede il pagamento pari alla una quota del 5%, del costo di costruzione determinato in base a computo metrico estimativo, questo contributo non è dovuto in caso di piscine destinate ad attività turistico-ricettive, compreso gli agriturismi 9

10 COSTO DI COSTRUZIONE NOTE ESPLICATIVE NUOVA EDIFICAZIONE 1) destinazione Residenziale, Commerciale, Turistico/Direzionale Il calcolo del contributo relativo al costo di costruzione dovrà essere eseguito seguendo fedelmente il percorso logico proposto dalla scheda approvata con D.M.l (Allegato 2) Al tal fine si riportano di seguito alcuni chiarimenti: a) Superficie utile abitabile (Su): si intende la superficie di pavimento degli alloggi. Tutte le superfici di cui sopra dovranno essere misurate al netto di murature, pilastri, tramezzi, sguanci e vani di porte e finestre di eventuali scale interne, logge e balconi. b) Superficie non residenziale (Snr): si intende quella destinata a servizi ed accessori della residenza è costituita da: Cantinole, soffitte, locali motore ascensore, cabine idriche, centrali termiche ed altri locali a stretto servizio delle residenze; Autorimesse singole o collettive; Androni di ingresso e porticati liberi; Logge, balconi e scale interne. c) Superficie complessiva (Sc): si intende la superficie compalla quale si applica il costo unitario a mq, è costituita dalla somma della superficie utile abitabile e dal 60% della superficie non residenziale (Sc = SU + 60%Snr) N.B. - Superficie per attività turistiche, commerciali e direzionali (St < 25% Sc) Alle parti di edifici residenziali nelle quali siano previsti ambienti per attività turistiche, commerciali e direzionali il calcolo del costo di costruzione viene assimilato al residenziale, qualora la superficie netta (Sn) di detti ambienti e dei relativi accessori (Sa), valutati questi ultimi al 60%, sia inferiore al 25% della superficie complessiva (Sc) residenziale. Una volta calcolata la superficie complessiva (Sc), si dovranno calcolare gli incrementi. Per il calcolo degli incrementi relativi alla superficie utile abitabile e per quelli riguardanti i servizi ed accessori della parte residenziale, sarà sufficiente seguire il percorso della scheda allegata al D.M (vedi allegato2) Per il calcolo dell'incremento relativo a caratteristiche particolari, si dovrà far riferimento alle seguenti caratteristiche: Più di un ascensore per ogni scala se questa serve meno di 3 piani sopraelevati; Scala di servizio non prescritta da leggi o regolamenti o imposta da necessità di prevenzione di infortuni o di incendi; Altezza libera netta di piano superiore a quella minima prescritta da norme regolamentari; Piscina coperta o scoperta a servizio di uno o più edifici comprendenti meno di 15 unità immobiliari; Alloggi di custodia a servizio di uno o più edifici comprendenti meno di 15 unità immobiliari. 10

11 COSTO DI COSTRUZIONE NOTE ESPLICATIVE Per ciascuna delle caratteristiche di cui sopra si dovrà considerare un incremento pari al 10%. In base al totale degli incrementi si calcola il costo (C) a mq, come riportato nella seguente tabella: classe I Percentuale di incremento fino a 5 inclusa maggiorazione del 0% classe Il Percentuale di incremento da 5 a 10 inclusa maggiorazione del 5% classe III Percentuale di incremento da 10 a 15 inclusa maggiorazione del 10% classe IV Percentuale di incremento da 15 a 20 inclusa maggiorazione del 15% classe V Percentuale di incremento da 20 a 25 inclusa maggiorazione del 20% classe VI Percentuale di incremento da 25 a 30 inclusa maggiorazione del 25% classe VII Percentuale di incremento da 30 a 35 inclusa maggiorazione del 30% classe VIII Percentuale di incremento da 35 a 40 inclusa maggiorazione del 35% classe IX Percentuale di incremento da 40 a 45 inclusa maggiorazione del 40% classe X Percentuale di incremento da 45 a 50 inclusa maggiorazione del 45% classe XI Oltre il 50% maggiorazione del 50% Il costo di costruzione dell'edificio sarà quindi il prodotto del costo a mq. (C) per la superficie complessiva (Sc) o (nel caso che l'edificio comprenda una parte turistico/ commerciale/ direzionale inferiore al 25% del volume complessivo) per la superficie complessiva (Sc) + la superficie totale (St). Il calcolo del contributo è dato moltiplicando il costo di costruzione dell'edificio per la percentuale prevista nella seguente TABELLA D 1) Abitazione aventi superficie utile a) superiore a mq. 160 e accessori >= mq.60.8% b) compreso tra mq. 160 e mq.130 e accessori < = mq. 55 7% c) compreso tra mq.130 e mq.110 e accessori < = mq. 50.7% d) compreso tra mq. 110 e mq. 95 e accessori < = mq.45..6% e) inferiore a mq.95 e accessori < = mq.40..6% 2)Abitazione aventi caratteristiche di lusso ( D.M ) 10% NOTA: qualora la superficie degli accessori superi quella indicata per ciascuna categoria la percentuale da applicare è quella della categoria immediatamente superiore. Le percentuali sopra indicate sono ridotte nei seguenti casi: 1) per edifici che vengono dotati, ai fini del riscaldamento invernale e/o de condizionamento estivo, di sistemi costruttivi e di impianti che utilizzano l energia solare. 2) Per gli edifici da realizzare con struttura portante in muratura di pietrame e/o laterizio 3) Per gli interventi di bio-edilizia. Gli interventi per l installazione di impianti relativi alle energie rinnovabili e alla conservazione ed al risparmio energetico sono assimilati a manutenzione straordinaria. 2) destinazione turistico, commerciale, direzionale nei casi non previsti dal D.M. 10/05/1977: Il contributo relativo al costo di costruzione viene calcolato in base alle seguenti percentuali applicate al costo documentato di costruzione desunto dal computo metrico estimativo redatto dal tecnico, che dovrà indicare ogni singola voce di intervento e relativo prezzo unitario, il Comune si riserva la facoltà di verificare i prezzi di mercato f) Attività turistica 3% di detto costo g) Attività commerciali.5% di detto costo h) Attività direzionali 5% di detto costo i) industriali..esente j) artigianali..esente 11

12 COSTO DI COSTRUZIONE NOTE ESPLICATIVE RISTRUTTURAZIONE E SOSTITUZIONE EDILIZIA DESTINAZIONE RESIDENZIALE Il costo dell'intervento viene determinato come di seguito: Per la ristrutturazione si applicano i valori della tabella D sugli importi derivanti da costi presunti calcolati in base alla percentuale del 27% del Costo di Costruzione a mq. di immobile ristrutturato. Esempio1 Appartamento di 125 mq + 30 mq di accessori Superficie ristrutturata mq.30 Costo di costruzione da versare: (mq.30 x 27% del C.C. x percentuale Tab.D) x 50% = mq.30 x 175,73x0,27x0,07= 49,82 2 TURISTICO COMMERCIALE E DIREZIONALE per gli interventi di ristrutturazione si applica la tabella D1 previste per la nuova edificazione applicando la percentuali sul costo derivante da computo metrico estimativo redatto dal tecnico, che dovrà indicare ogni singola voce di intervento e relativo prezzo unitario. L importo derivante dovrà essere ridotto del 50%. (Il Comune si riserva la facoltà di verificare i prezzi di mercato). Esempio1 Totale importo delle opere come da computo metrico : ,000 Costo di Costruzione = (16.000,000x0,03)/2= 240,00 IMPIANTI SPORTIVI PRIVATI Relativamente CAMPI DA TENNIS privati e PISCINE private si prevede il pagamento della sola quota afferente al costo di costruzione pari al 5%. Il costo di costruzione deve essere determinato con apposito computo metrico estimativo redatto dal tecnico incaricato. INTERVENTI NEI PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE Per gli interventi nei piani per l edilizia economica e popolare di cui alla L 167/62 e successive modificazioni il contributo di cui all articolo 119 della L.R.1/05 non è dovuto il costo di costruzione INTERVENTI PER ANNESSI AGRICOLI NON ESENTI AI SENSI DI LEGGE Per tali interventi non è dovuto Costo di Costruzione 12

13 VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI 1) DENUNCIE DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi di quanto disposto dall art. 126 L.R. 1/05 il contributo dovuto in relazione alla denuncia di inizio attività deve: essere corrisposto entro i venti giorni successivi alla presentazione della stessa calcolato da un progettista abilitato e corredato dagli elaborati di seguito elencati: a) CALCOLO PER INTERVENTI CON DESTINAZIONE D USO RESIDENZIALE - Schema planimetrico del calcolo dei volumi con indicazione delle dimensioni in pianta ed in sezione; - Schema per la determinazione del costo di costruzione -Schema per la determinazione del costo di costruzione per i soli interventi di ristrutturazione edilizia b) CALCOLO PER INTERVENTI CON DESTINAZIONE D USO COMMERCIALE E TURISTICO/DIREZIONALE - Schema planimetrico del calcolo dei volumi con indicate le dimensioni in pianta ed in sezione; - Schema per la determinazione del costo di costruzione nel caso l edificio comprenda ambienti per attività commerciale/turistico/direzionale in misura inferiore al 25% del fabbricato; - Computo metrico estimativo sia per interventi di ristrutturazione che di nuova edificazione che non rientri nei casi previsti al punto precedente; c) CALCOLO PER INTERVENTI CON DESTINAZIONE D USO INDUSTRIALE, ARTIGIANALE E COMMERCIO ALL INGROSSO - Schema planimetrico del calcolo delle s.u. di calpestio con indicate le dimensioni in pianta; d) CALCOLO PER IMPIANTI SPORTIVI PRIVATI: PISCINE, CAMPI DA TENNIS - Computo metrico estimativo; e) CALCOLO PER INTERVENTI DI CAMBIO DI DESTINAZIONE DA AGRICOLA AD ALTRA A L.R. 1/05 art.45 comma 3 Si applicano gli stessi criteri descritti ai precedenti punti 1.1) DENUNCIE DI INIZIO ATTIVITA PER CAMBIO DI DESTINAZIONE D USO SENZA OPERE In caso di cambio di destinazione d uso, senza opere, da residenziale ad altra categoria deve essere corrisposto il contributo relativo gli oneri di urbanizzazione individuato nelle tabelle corrispondenti alla nuova destinazione per tale tipo di trasformazione Nel caso cambio di destinazione d uso senza opere fra le varie categorie produttive o da queste a destinazione residenziale non sono dovuti contributi 13

14 VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI Il pagamento dei contributi è corrisposto al Comune entro i venti giorni successivi la data di presentazione della DENUNCIE DI INIZIO ATTIVITA mediante versamento sul C.C.P n intestato a COMUNE DI CORTONA Servizio Tesoreria con indicato chiaramente: - gli estremi della D.I.A. - la tipologia del versamento (urb. I ub. II Costo Costruzione sanzioni oneri verdi). Il pagamento dei contributi potrà essere versato anche in unica soluzione presso la Tesoreria del Comune di Cortona. La ricevuta della quietanza dell avvenuto versamento dovrà essere consegnata all Ufficio Urbanistica per le necessarie registrazioni entro i venti giorni successivi alla data di presentazione della D.I.A. Il mancato versamento nei venti giorni successivi alla data di presentazione comporta la corresponsione delle sanzioni previste dall art128 della L.R1/05 Nel caso in cui la D.I.A. venga sospesa in fase di istruttoria, anche il termine per il pagamento potrà essere interrotto e decorrerà nuovamente per intero a partire dalla data di presentazione della documentazione integrativa Nel caso l interessato intenda avvalersi della rateizzazione prevista dal comma 3 dell art. 126 della L.R. 1/05 dovrà attenersi alle modalità indicate nella parte successiva 14

15 VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI 2) PERMESSI di COSTRUIRE Ai sensi di quanto disposto dall art. 126 L.R. 1/05 il contributo dovuto in relazione al permesso di costruire dovrà essere corrisposto al Comune all atto del ritiro del permesso di costruire essere calcolato dal Comune all atto del rilascio, tenendo conto anche di quanto disposto dall art.119 comma 8 della L.R.1/05 l importo verrà reso noto mediante comunicazione al proprietario od avente titolo ed al tecnico, nella quale saranno indicate le modalità di pagamento dei contributi e le modalità per il ritiro del P.d.C e gli eventuali ulteriori documenti necessari per il ritiro. Alla richiesta di permesso di costruire dovranno essere allegati, a seconda del tipo di intervento, gli allegati indicati per le DIA. Il pagamento dei contributi potrà avvenire in unica soluzione e dovrà essere versato prima del ritiro del P.d.C, da effettuare: - tramite versamento sul C.C.P n intestato a COMUNE DI CORTONA Servizio Tesoreria con indicato chiaramente gli estremi dell atto e la tipologia del versamento (urb. I ub. II Costo Costruzione Sanzioni- oneri verdi). - tramite versamento anche in unica soluzione presso la Tesoreria del Comune di Cortona con indicato chiaramente gli estremi dell atto e la tipologia del versamento (urb. I ub. II Costo Costruzione Sanzioni- oneri verdi). Il ritiro dell atto dovrà essere effettuato presso l Ufficio Urbanistica del Comune dopo che l interessato abbia assolto agli adempimenti sopra descritti consegnando la quietanza dell avvenuto pagamento dei contributi ed eventuale polizza fidejussoria. Nel caso l interessato intenda avvalersi della rateizzazione prevista dal comma 3 dell art. 126 della L.R. 1/05 dovrà attenersi alle modalità indicate nella parte successiva 15

16 RATEIZZAZIONE DEI CONTRIBUTI Ai sensi dell art. 126 comma 3 della L.R.1/05 il contributo relativo al permesso di costruire o a denuncia di inizio (oneri di urbanizzazione primaria e secondaria costo di costruzione) può essere corrisposti in 6 rate semestrali previa presentazione di polizza fidejussoria della validità di tre anni rilasciata da Istituto Bancario o Società di Assicurazioni La presentazione del versamento della prima rata dei contributi concessori e della conseguente fideiussione costituiscono automaticamente richiesta di rateizzazione che si ritiene accolta verificata la correttezza degli adempimenti compiuti (verifica dell importo e sottoscrizione della fideiussione) L interessato può comunque decidere di saldare anche anticipatamente quanto dovuto. Le rate non possono essere di importi inferiori a 200,00 e vanno versati secondo le modalità di seguito riportate: A) Permessi di costruire (P.d.C) 1 rata pari al 25% del totale degli oneri:...per il ritiro del permesso di costruire 2 rata pari al 15% del totale degli oneri:....entro 6 mesi dalla data del ritiro del P.d.C 3 rata pari al 15% del totale degli oneri:..entro 12 mesi dalla data del ritiro del P.d.C 4 rata pari al 15% del totale degli oneri:....entro 18 mesi dalla data del ritiro del P.d.C 5 rata pari al 15% del totale degli oneri:..entro 24 mesi dalla data del ritiro del P.d.C 6 rata pari al 15% del totale degli oneri:..entro 30 mesi dalla data ritiro del P.d.C B) Denuncie Inizio Attivita (D.I.A) 1 rata pari al 25% del totale degli oneri:...entro 20 giorni dalla presentazione della D.I.A. 2 rata pari al 15% del totale degli oneri:. entro 6 mesi dalla presentazione della D.I.A 3 rata pari al 15% del totale degli oneri:...entro 12 mesi dalla presentazione della D.I.A 4 rata pari al 15% del totale degli oneri:..entro 18 mesi dalla presentazione della D.I.A 5 rata pari al 15% del totale degli oneri:...entro 24 mesi dalla presentazione della D.I.A 6 rata pari al 15% del totale degli oneri:...entro 30 mesi dalla presentazione della D.I.A Qualora l interessato intenda avvalersi della rateizzazione degli oneri dovrà: - garantire il 40% in più dell importo totale delle 5 rate successive alla prima, mediante presentazione di una polizza fidejussoria - in caso di polizza fidejussoria che consenta l escussione immediata e diretta l importo garantito è equivalente all importo totale delle 5 rate successive alla prima 16

17 SANZIONI Il mancato versamento dei contributi nei termini previsti comporta la corresponsione delle sanzioni previste, dall art. 128 della L.R. 1/05 Qualora siano state prestate garanzie fideiussorie che consentano l escussione immediata e diretta per ciascuna rata, il comune riscuote gli importi dovuti dopo la scadenza del termine per il pagamento e non si applica la sanzione di cui al suddetto articolo. Nel caso in cui nell ambito dell istruttoria di un Denuncia di inizio attività, sia accertato un errore nell autodeterminazione del contributo effettuata dal progettista, ai sensi dell art.126 della L.R. 01/05, non sarà applicata alcuna sanzione per omesso versamento di cui all art.128 della stessa legge, ma sarà richiesto l eventuale conguaglio calcolato d ufficio. Quanto sopra si applica in entrambi i seguenti casi: - caso di accertamento effettuato nei 20 giorni: in tal caso la richiesta di conguaglio consiste in una usuale richiesta di integrazione e sospende il termine di inizio lavori e di versamento. I lavori potranno iniziare ed il versamento dovrà essere effettuato entro 20 giorni dalla trasmissione dell autodeterminazione corretta. caso di accertamento effettuato dopo la scadenza dei 20 giorni: in tal caso la richiesta di conguaglio assegna un termine di 60 giorni per il versamento (pena l applicazione delle sanzioni di cui all art.128 della L.R. 01/05). Nel caso che le scadenze dei contributi ricadano in giorno festivo o di sabato, il pagamento può essere procrastinato al primo giorno successivo non festivo, senza incorrere in alcuna sanzione; 17

18 VOLTURAZIONI - PROROGHE - RINNOVI VOLTURAZIONI Nel caso che dopo il rilascio del titolo edilizio l immobile interessato dall intervento venga trasferito di proprietà, il nuovo proprietario dovrà richiedere la volturazione a proprio nome dell atto intestato al proprietario precedente. Il termine di ultimazione lavori rimane riferito al provvedimento originario. Per le D.I.A. dovrà essere presentata una nuova comunicazione da parte del nuovo proprietario con la quale si conferma la volontà di eseguire, o procedere nell esecuzione qualora fossero già iniziati, i lavori di cui alla D.I.A. originaria. in caso di rateizzazioni dovranno essere volturati anche tutti gli atti fideiussori presentati per il permesso di costruire o DI.A.. In alternativa potrà essere effettuato il versamento a saldo dei contributi ancora dovuti. PROROGA Nell eventualità che i lavori non possano essere ultimati entro il termine di validità del permesso di costruire, interessato potrà richiedere, almeno sessanta giorni prima della scadenza, la proroga della data di ultimazione dei lavori allegando alla richiesta in bollo una relazione del Direttore dei Lavori da cui risultino chiaramente le motivazioni della mancata esecuzione delle opere, la descrizione dettagliata dei lavori da realizzare e la data prevista per l ultimazione degli stessi. Tale proroga potrà essere concessa solo su motivi non dipendenti dalla volontà del richiedente, come previsto dall art.77 della L.R.1/05 e attraverso atto di determinazione dirigenziale. Tali atti sono soggetti all adeguamento degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione qualora nello stesso periodo siano intervenute variazioni. L adeguamento verrà calcolato prendendo a riferimento il volume percentualizzato dei lavori da ultimare al quale verranno applicati gli aumenti tariffari intervenuti alla data della concessione della proroga. RINNOVO DEL TITOLO AD ESEGUIRE I LAVORI Qualora i lavori relativi ad un permesso di costruire o D.I.A. non risultino ultimati alla data di scadenza dei tre anni dall inizio dei lavori, l interessato dovrà presentare istanza di nuovo P.d.C.per la realizzazione dei lavori non ultimati o, nel caso di DIA, nuova comunicazione asseverata. I termini di validità decorrono nuovamente dalla data di rilascio del nuovo permesso o dalla data di presentazione della nuova D.I.A. Tali atti autorizzativi sono soggetti all adeguamento degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione qualora nello stesso periodo siano intervenute variazioni. L adeguamento verrà calcolato prendendo a riferimento il volume percentualizzato dei lavori da ultimare al quale verranno applicati gli aumenti tariffari intervenuti alla data del rilascio de nuovo titolo 18

19 ONERI DI URBANIZZAZIONE Costi medi regionali.. Parametri.. Note esplicative e modalità di calcolo Casi particolari - esemplificazioni COSTO DI COSTRUZIONE Tabella D immobili residenziali Tabella D1 immobili non residenziali.. Note esplicative Nuova edificazione. Ristrutturazione e sostituzione edilizia VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI Denunce inizio attività.. Permessi di costruire RATEIZZAZIONE DEI CONTRIBUTI SANZIONI VOLTURAZIONI - PROROGHE RINNOVI. 19

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Provincia di Pisa Prospetto di riferim per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Le tabelle di seguito riportate sono relative ai costi unitari estrapolati dalla normativa

Dettagli

COMUNE DI TAVARNELLE VAL DI PESA Provincia di FIRENZE. Oggetto: Autocalcolo dei contributi (DPR 380/01 e L.R. 65/14) afferenti il/la:

COMUNE DI TAVARNELLE VAL DI PESA Provincia di FIRENZE. Oggetto: Autocalcolo dei contributi (DPR 380/01 e L.R. 65/14) afferenti il/la: COMUNE DI TAVARNELLE VAL DI PESA Provincia di FIRENZE Pratica Edilizia n / Oggetto: Autocalcolo dei contributi (DPR 38/ e L.R. 65/) afferenti il/la: Permesso di Costruire Segnalazione Certificata di Inizio

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Determinazione dirigenziale n 231 del 14 maggio 2015) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di permesso

Dettagli

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE SERVIZIO URBANISTICA -Sportello Unico Edilizia CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Pratica edilizia n Anno Richiedente Intervento: in via Oneri di Urbanizzazione: EDILIZIA RESIDENZIALE COMMERCIALE DIREZIONALE

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE 1 TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Deliberazione Consiglio Comunale n 13 del 20 marzo 2012) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di

Dettagli

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova Sportello Unico per l Edilizia SCHEMA ANALITICO DELLE SUPERFICI E VOLUMI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 16 DEL

Dettagli

Versamento con ccp n. 17368283 intestato a Comune di San Maurizio d Opaglio Servizio Tesoreria.

Versamento con ccp n. 17368283 intestato a Comune di San Maurizio d Opaglio Servizio Tesoreria. Ufficio Tecnico Comune di San Maurizio d Opaglio Provincia di Novara Piazza I Maggio n. 4-28017 San Maurizio d Opaglio - Tel. 0322/967222 - Fax 0322/967247 e-mail: urbanistica@comune.sanmauriziodopaglio.no.it

Dettagli

COMUNE DI CASTELBELLINO

COMUNE DI CASTELBELLINO COMUNE DI CASTELBELLINO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P.zza S. Marco 15 60030 Castelbellino e.mail urbanistica.castelbellino@provincia.ancona.it Protocollo ALLEGATO C AL PERMESSO DI COSTRUIRE Ditta: Oggetto:

Dettagli

COMUNE D I SCORDIA mod. A5-SEP8

COMUNE D I SCORDIA mod. A5-SEP8 COMUNE D I SCORDIA mod. A5-SEP8 (PROVINCIA DI CATANIA) Area 5 Pianificazione - Urbanistica Territorio MODULO PER DETERMINAZIONE ONERI CONCESSORI Al Responsabile dell Area 5 del Comune di Scordia Oggetto:

Dettagli

TABELLE ONERI ANNO 2016

TABELLE ONERI ANNO 2016 TABELLE ONERI ANNO 2016 ALLEGATO A A1) Immobili ad uso residenziale: / mc Urbanizzazione Urbanizzazione Totale Tipo di intervento primaria secondaria oneri 1) Restauro e ristrutturazione edilizia ( ) 6,21

Dettagli

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI)

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI) MODELLO A Stresa, lì. Prot. N.. Spett.le Sportello Unico Edilizia Privata Comune di Stresa OGGETTO: DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO

Dettagli

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72 Determinazione dell incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria di cui agli artt. 3-4- 7 Legge 10/1977 adeguati alle disposizioni di cui alla L.R. 03 Gennaio 2005, n. 1. A TABELLA (COSTI

Dettagli

Edilizia residenziale normale di tipo plurifamiliare /mc 276,84

Edilizia residenziale normale di tipo plurifamiliare /mc 276,84 Tabella H Costi edilizi di riferimento per il calcolo sommario del costo di costruzione riferito ad interventi su edifici esistenti o di nuova edificazione 1 NUOVA EDIFICAZIONE u.m. valore Edilizia residenziale

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTI DI CUI ALL ART. 119 DELLA L.R. N.1/2005

CALCOLO CONTRIBUTI DI CUI ALL ART. 119 DELLA L.R. N.1/2005 COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO SERVIZIO EDILIZIA CALCOLO CONTRIBUTI DI CUI ALL ART. 119 DELLA L.R. N.1/2005 ALLEGATO N. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA DOMANDA DI PERMESSO

Dettagli

COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO Al Sindaco del Comune di Robecco sul Naviglio Servizio di Edilizia Privata Protocollo generale MODULO PER DETERMINAZIONE CONTRIBUTI Art. 16 del D.P.R.

Dettagli

COSTO DI COSTRUZIONE. Nuove edificazioni (o ampliamenti) residenziali, turistici, commerciali, direzionali ed accessori

COSTO DI COSTRUZIONE. Nuove edificazioni (o ampliamenti) residenziali, turistici, commerciali, direzionali ed accessori COSTO DI COSTRUZIONE L inizio dei lavori per il Permesso di Costruire o l operatività della D.I.A., è subordinato al versamento del Costo di Costruzione (previsto dall art. 16 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i.),

Dettagli

TABELLE ONERI ANNO 2011. LEGGE REGIONALE TOSCANA n 1 del 03/01/2005 'Norme per il governo del territorio'

TABELLE ONERI ANNO 2011. LEGGE REGIONALE TOSCANA n 1 del 03/01/2005 'Norme per il governo del territorio' TABELLE ONERI ANNO LEGGE REGIONALE TOSCANA n del 03/0/2005 'Norme per il governo del territorio' Tabelle per la determinazione degli oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e percentuale costo di

Dettagli

TABELLE ONERI CONCESSORI

TABELLE ONERI CONCESSORI TABELLE ONERI CONCESSORI 1 - INSEDIAMENTI RESIDENZIALI (costi che si applicano per mc.) INTERVENTI Zona A Zona B Zona C Zona D Zona F primaria 1,85 2,12 2,25 2,25 2,25 secondaria 5,60 5,60 5,60 5,60 5,60

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013 Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione Anno 2013 Nessuna modifica rispetto all anno 2012 Applicazione degli oneri di urbanizzazione e della quota

Dettagli

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo AREA QUALITA URBANA, EDILIZIA, AMBIENTE Servizio Edilizia Privata e Urbanistica TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato Delibera C.C. n. 67 del 29/09/2006

Dettagli

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE Urbanistica Edilizia privata Comune di Fauglia Provincia di Pisa CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE DISCIPLINA IN MATERIA DI SANZIONI AMMINISTRATIVE DI CUI L ART. 140

Dettagli

TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008

TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008 TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008 DESTINAZIONE RESIDENZIALE importi in euro a metro cubo ZONA A CENTRO STORICO URB. 1 URB. 2 TOTALE RISTRUTT. EDILIZIA

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA TABELLE PER APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE Approvate con deliberazione di C.C. n. 3 del 0/09/200

Dettagli

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA Oneri di Urbanizzazione I^ e II^ validi dal 05/02/2014 INSEDIAMENTI RESIDENZIALI 1 RESTAURO E RISTRUTTURAZIONE 2,38 /MC 7,01 /MC 2,38 /MC 7,01 /MC 2 SOSTITUZIONE - - 6,37 /MC 18,71 /MC 7,97 /MC 23,40 /MC

Dettagli

AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA C/o Ufficio Tecnico Comunale Via XX Settembre, 22-21032 - CARAVATE

AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA C/o Ufficio Tecnico Comunale Via XX Settembre, 22-21032 - CARAVATE C O M U N E D I C A R A V A T E P r o v i n c i a d i V a r e s e A R E A T E C N I C A E d i l i z i a P r i v a t a e d U r b a n i s t i c a Via XX Settembre, 22 21032 - Caravate (VA) Tel. 0332-601355/601261

Dettagli

MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CITTÀ DI FOLIGNO AREA GOVERNO DEL TERRITORIO E BENI CULTURALI Servizio Sportello Unico Edilizia Servizio Edilizia Via dei Molini, 20/a Corso Cavour, 89 MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO Regolamento sulle modalità di determinazione e versamento del contributo di cui al titolo VII della

Dettagli

RESIDENZA - NUOVE COSTRUZIONI

RESIDENZA - NUOVE COSTRUZIONI COMUNE DI REGGIOLO P..za Martiri n.38 42046 REGGIOLO (RE) Servizio Assetto ed Uso del Territorio e Ambiente TEL. 0522/213702-15-16-17-32-36 FAX. 0522/973587 e-mail : ufftecnico@comune.reggiolo.re.it CALCOLO

Dettagli

TABELLE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

TABELLE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE SERVIZIO URANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA TAELLE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URANIZZAZIONE aggiornate all indice ISTAT dicembre 201 ai sensi della L.R. 0.01.200 n. 1 e s.m.i. Allegato alla Deliberazione

Dettagli

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1 . Comune di Vicopisano Provincia di Pisa Servizio 3 U.O. 3.3 Tel. 050 796533 - Fax 050 796540 ediliziaprivata@comune.vicopisano.pi.it Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO TABELLE PER APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/0) Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE DI LIMANA Provincia di Belluno SERVIZIO TECNICO

COMUNE DI LIMANA Provincia di Belluno SERVIZIO TECNICO COMUNE DI LIMANA Provincia di Belluno SERVIZIO TECNICO Pratica edilizia nr. intestata a Località Foglio, Mappale. Zona territoriale omogenea, indice mc/mq. A) DETERMINAZIONE DELLA QUOTA COMMISURATA AGLI

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Legge Regionale 25/11/2002 n. 31)

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Legge Regionale 25/11/2002 n. 31) COMUNE DI BERTINORO Provincia di Forlì-Cesena Settore Tecnico Urbanistica Servizio Edilizia Privata DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Legge Regionale 25/11/2002 n. 31) RICHIESTA DEL PERMESSO

Dettagli

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 Allegato A alla Deliberazione n. 27/2007 MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Il contributo di costruzione, di

Dettagli

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.it REGOLAMENTO E TABELLE PARAMETRICHE DI CALCOLO PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

INDICE CAPO VIII... 13

INDICE CAPO VIII... 13 INDICE REGOLAMENTO per la determinazione del contributo relativo alle concessioni edilizie, alle autorizzazioni edilzie e alle denunce di inizio dell attività... 3 CAPO I... 3 Norme generali... 3 Art.

Dettagli

Comune di Fano DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977)

Comune di Fano DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977) DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977) mod. CC01 Tabella 1 Incremento per superficie abitabile (art. 5) Classe di superficie Alloggi (n) abitabile Rapporto rispetto

Dettagli

Determinazione del contributo di costruzione (Legge Regionale 25/11/2002 n. 31)

Determinazione del contributo di costruzione (Legge Regionale 25/11/2002 n. 31) COMUNE DI FORLIMPOPOLI PROVINCIA DI FORLI CESENA Piazza Fratti, 2 47034 Forlimpopoli 6 SETTORE EDILIZIA PRIVATA TERRITORIO E AMBIENTE tel. 0543 / 749111 fax 0543 / 749247 e mail: ediliziaprivata@comune.forlimpopoli.fc.it

Dettagli

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO COMUNE DI CELLINO SAN MARCO Provincia di Brindisi REGOLAMENTO COMUNALE DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO RELATIVO AI PERMESSI DI COSTRUIRE E ALLE DENUNCE DI INIZIO ATTIVITA, NONCHE ALLE SANATORIE EX LEGGE

Dettagli

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12 PROTOCOLLO GENERALE AL COMUNE DI BARANZATE Da presentarsi unitamente alla p.e. o, in caso di integrazione, con lettera accompagnatoria. AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R.

Dettagli

TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, AL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE ED ONERI VERDI

TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, AL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE ED ONERI VERDI ALLEGATO B COMUNE DI BORGO SAN LORENZO Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, AL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE ED ONERI VERDI Il Dirigente

Dettagli

Comune di Santa Sofia Provincia di Forlì-Cesena. Determinazione del contributo di costruzione

Comune di Santa Sofia Provincia di Forlì-Cesena. Determinazione del contributo di costruzione Allegato_5 Comune di Santa Sofia Provincia di Forlì-Cesena Determinazione del contributo di costruzione (Legge Regionale n. 31 del 25/11/2002) RICHIESTA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE O DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA (Provincia di Siena) Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Via Garibaldi, 4 Tel. 0577 351308/14/22 - Fax 0577/351328 e-mail: urbanistica.edilizia@comune.castelnuovo-berardenga.si.it

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R.

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/05) Approvato con deliberazione di C.C. n.. del esecutivo dal. SERVIZIO

Dettagli

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso ALLEGATO A OGGETTO: Adeguamento annuale degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e del costo di costruzione in ragione della variazione degli indici ISTAT, già previsto dalla disciplina della

Dettagli

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Suddivisione contributi Oneri di Urbanizzazione U1 - Primaria U2 - Secondaria D - Trattamento e Smaltimento rifiuti (solo per destinazioni produttive)

Dettagli

ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA

ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA TABELLE PER IL CALCOLO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PREVISTI DALLA LEGGE 10/77 In applicazione delle tabelle parametriche approvate con L.R.T. 03.01.2005,

Dettagli

ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA

ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA TABELLE PER IL CALCOLO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PREVISTI DALLA LEGGE 10/77 In applicazione delle tabelle parametriche approvate con L.R.T. 03.01.2005,

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Ai sensi della Legge Regionale n. 15 del 30 Luglio 2013

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Ai sensi della Legge Regionale n. 15 del 30 Luglio 2013 Timbro protocollo Servizio Pianificazione e Gestione del Territorio Al Responsabile del Servizio Pianificazione e Gestione del Territorio CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Ai sensi della Legge Regionale

Dettagli

Riferimento L.R. 65/2014

Riferimento L.R. 65/2014 S ERVI ZI OPI ANI FI CAZI ONEURBANI S TI CA UFFI CI OEDI LI ZI A REVI S I ONEI S T A T2014 Lapr es ent et abel l aèv al i daperl epr at i c heedi l i z i epr es ent at edal1gennai o2015 TABELLA ONERI DI

Dettagli

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Area Tecnica del Comune di Anzola dell Emilia Via Grimandi, 1 40011 Anzola dell Emilia MODELLO PER IL CALCOLO E LA CORRESPONSIONE

Dettagli

tip. Descrizione Quantificazione Fattore

tip. Descrizione Quantificazione Fattore Regolamento per la disciplina dei criteri, parametri tecnici e modalità operative da applicare per determinare le sanzioni amministrative degli artt. 134;135;139;140 della L.R.T. 1/05. (Deliberazione C.C.

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Il presente fascicolo ha lo scopo di dettare dei criteri applicativi generali, sulla base delle disposizioni di cui agli art.81 88 e 110-112

Dettagli

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 Ditta Oggetto 1)CALCOLO DEL CONTRIBUTO RELATIVO AL COSTO DI COSTRUZIONE PER L'EDILIZIA RESIDENZIALE.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) Contributi per gli oneri di urbanizzazione e per il costo di costruzione relativi ai permessi di costruire e alle denunce di inizio attività Marzo 2010 Indice

Dettagli

1) INTERVENTI DI RESTAURO E DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA 0,3-0,25 2,80 8,08 3,73 3,42 4,04 3,73 1,86 8,81 2,94

1) INTERVENTI DI RESTAURO E DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA 0,3-0,25 2,80 8,08 3,73 3,42 4,04 3,73 1,86 8,81 2,94 COMUNE DI CAPANNOLI Art. 127 L.R. 01/05 DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA ULTIMO AGGIORNAMENTO AL30/11/2014 ULTIMA VARIAZIONE ISTAT 0,1% INSEDIAMENTI RESIDENZIALI ARTIGIANALI

Dettagli

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO A COSTRUIRE, ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ED ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA. Ai sensi

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL 05.05.1999 COME MODIFICATA DALLA D.C.C. N. 73 DEL 30.09.2010 E DALLA D.C.C. N. 5 DEL 15.03.2013 A IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 373/98 IL CONSIGLIO

Dettagli

ULTIMO AGGIORNAMENTO AL 01/01/2014SU INTERVENUTE 0,6%

ULTIMO AGGIORNAMENTO AL 01/01/2014SU INTERVENUTE 0,6% COMUNE DI CAPANNOLI Art. 127 L.R. 01/05 DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA ULTIMO AGGIORNAMENTO AL 01/01/2014SU INTERVENUTE 0,6% INSEDIAMENTI RESIDENZIALI ARTIGIANALI -

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE Definizione del contributo di costruzione: Si definisce contributo di costruzione l importo dovuto all amministrazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI

AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI (approvati con deliberazione C.C. n. 32 del 14.04.2016) MODELLO 3.1.1 002_TAB_ONERI_E_COSTO _C Destinazioni d'uso Nuove

Dettagli

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Settore Gestione Assetto del Territorio e Ambiente Edilizia Privata

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Settore Gestione Assetto del Territorio e Ambiente Edilizia Privata COMUN DI PIV A NIVOL Settore Gestione Assetto del Territorio e Ambiente dilizia Privata Tabelle RLATIV AI COSTI FINALI PR L OPR DI URBANIZZAZION PRIMARI SCONDARI DL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZION (Approvate

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA D AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI D URBANIZZAZIONE, VALORI MINIMI E CRITERI PER LA MONETIZZAZIONE DEGLI STANDARD IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

MARCA DA BOLLO. DATI RELATIVI AI RICHIEDENTI Il / i sottoscritto /i Cognome denominazione o ragione sociale

MARCA DA BOLLO. DATI RELATIVI AI RICHIEDENTI Il / i sottoscritto /i Cognome denominazione o ragione sociale MARCA DA BOLLO RISERVATO ALL UFFICIO CITTÀ DI CHIERI AREA PROGRAMMAZIONE TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi del D.L. n.269/2003 convertito nella

Dettagli

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA LINEE GUIDA PER IL PAGAMENTO DEGLI ONERI CONCESSORI PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI EDILIZIE LQG Approvate con deliberazione di Giunta Comunale n.

Dettagli

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania VII SERVIZIO URBANISTICA SVILUPPO DEL TERRITORIO Dirigente Responsabile : Ing. Sebastiano Leonardi OGGETTO: Comune di Belpasso Art. 17, L.R. 16 aprile 2003, n. 4

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sportello per: Edilizia sede di: Venezia - San Marco 4023 Campo Manin - 30124 (VE) - Fax 041/2747680; Attività Produttive Z.T.O. D sede di: Venezia

Dettagli

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 12 DATA 16.03.2011 OGGETTO: L.R.T. N. 1 DEL 03.01.2005 NORME PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

Tabella riepilogativa oneri di urbanizzazione anno 2016

Tabella riepilogativa oneri di urbanizzazione anno 2016 Tabella riepilogativa oneri di urbanizzazione anno Residenza Industria artigianato agricolo non residenziale Industria artigianato categorie speciali 3 Commercio turismo direzionale servizi /mc /mq /mq

Dettagli

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 75 del 30/07/2015 OGGETTO: DETERMINAZIONE IN MERITO AL CALCOLO DEL COSTO DI COSTRUZIONE PR IL RILASCIO

Dettagli

Contributo di costruzione - Edilizia Residenziale

Contributo di costruzione - Edilizia Residenziale Prospetto C - Calcolo del SCHEDA 4 Tabella 1 Incremento per superficie utile abiltabile art. 5 Alloggi (n) 2) 169 Tabella 2 Superfici per servizi ed accessori art. 2 Superficie netta di servizi e DESTINAZIONI

Dettagli

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Comune di Sirolo (Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 29.11.2010) CAPO I GENERALITA Art. 1 - Oggetto

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Normativa di riferimento: D.P.R. 380/2001 art. 16, 17, 18, 19, 42 D.M. 10 Maggio 1977 Delibera C. R. n. 119/1 del 28/07/1977 Delibera C. R. n. 208/5 del 26/03/1985 D.M.

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona. Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona. Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari Il Sindaco Santicchia Angelo Il Segretario Comunale Dott. Bonetti Angelo Approvato

Dettagli

Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I.

Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I. Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I. ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA E COSTO DI COSTRUZIONE. MODALITA DI VERSAMENTO,

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt...

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt... Mod. Urb.31 RESPONSABILE SERVIZIO FINANZIARIO Oggetto : Pratica edilizia n. Richiesta versamento contributo di costruzione. e in qualità di titolar della pratica edilizia in oggetto presentata quale Denuncia

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N. 2/2015 CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino Via Umberto I, 1 C.A.P. 10060 Tel. (011) 9861721 Fax (011) 9861882 Partita IVA 02920980014 - Codice fiscale 85003410017 http://www.comune.scalenghe.to.it e.mail:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Ufficio Tecnico Settore Urbanistica DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 21.01.2010 1 DEI PARCHEGGI PRIVATI

Dettagli

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001 Unità Operativa D Pianificazione Urbanistica Assetto del Territorio Edilizia Privata CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001 REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI

Dettagli

Ufficio Tecnico Comunale

Ufficio Tecnico Comunale COMUNE di LEIVI Provincia di Genova Via IV Novembre, n.1 16040 LEIVI Tel.0185.319033 + Fax.0185.319569 ufficio tecnico@comune.leivi.ge.it Ufficio Tecnico Comunale REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 41 del 21.12.2011-1 - INDICE TITOLO

Dettagli

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Volterra Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 16 del 19/01/2016 OGGETTO: L.R.n 65/2014 Art.184. Adeguamento delle tabelle per la determinazione degli oneri di urbanizzazione

Dettagli

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA ALLEGATO A COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Regione Toscana * * * Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO DI COSTRUIRE ED A SEGNALAZIONE

Dettagli

CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02.

CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02. CRITERI INTEGRATIVI PER L'APPLICAZIONE DELLE CONVENZIONI TIPO APPROVATE CON DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE N.RI 1108/99 E 326/02. Determinazione del prezzo di cessione degli alloggi: Le convenzioni

Dettagli

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA Determinazione degli oneri di urbanizzazione ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e della L.R. 11 marzo 2005 n. 12 ALLEGATO B Aggiornamento

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUT O DI COSTRUZIONE, QUOTA AFFERENTE IL CONTRIBUTO SUGLI ONERI

Dettagli

TARIFFA COLLAUDI STATICI

TARIFFA COLLAUDI STATICI A) - ADEMPIMENTI TECNICI: TARIFFA COLLAUDI STATICI il documento da redigere da parte del Collaudatore dovrà comprendere: - relazione illustrativa dell opera; - esame degli elaborati grafici del progetto;

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA

COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO A COSTRUIRE ED ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA.

Dettagli

CAMPIGLIA MARITTIMA Provincia di Livorno

CAMPIGLIA MARITTIMA Provincia di Livorno COMUNE DI CAMPIGLIA MARITTIMA Provincia di Livorno SETTORE ASSETTO DEL TERRITORIO Servizio Edilizia OGGETTO: Regolamentazione oneri d urbanizzazione e costo di costruzione, L.R.T. 1/2005. Modifica alla

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, L APPLICAZIONE E IL PAGAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E DEL COSTO DI COSTRUZIONE

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, L APPLICAZIONE E IL PAGAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E DEL COSTO DI COSTRUZIONE Comune di San Casciano in Val di Pesa CRITERI PER LA DETERMINAZIONE, L APPLICAZIONE E IL PAGAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E DEL COSTO DI COSTRUZIONE Approvati con deliberazione G.C. n. 2 del 4/01/2010

Dettagli

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE File:tabellaONERI_ufficio COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia AREA TECNICA URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE DATI GENERALI PERMESSO DI COSTRUIRE

Dettagli

COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA 3 SETTORE TECNICO NUOVO REGOLAMENTO Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Art.

Dettagli

Provincia di Siena ANNO 2015 DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE SUCCESSIVAMENTE AL GIORNO 20/04/2015

Provincia di Siena ANNO 2015 DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE SUCCESSIVAMENTE AL GIORNO 20/04/2015 AREA TECNICA Responsabile dell Area: Dott. Urbanista Luigi Pucci ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA COSTO DI COSTRUZIONE DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE

Dettagli

Comune di Pesaro. Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione».

Comune di Pesaro. Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Comune di Pesaro Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Approvato con delibera di C.C. n. 27 del 5 marzo 2012

Dettagli

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato

Dettagli