L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Mid & Small Cap Team Primary Markets Continental Europe Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Mid & Small Cap Team Primary Markets Continental Europe Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange"

Transcript

1 L offerta di Borsa Italiana per le PMI Mid & Small Cap Team Primary Markets Continental Europe Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange

2 Sommario I. Perché pensare alla Borsa 4 II. Chi può quotarsi e chi compra le azioni 12 III. Procedure, tempi e costi 20 IV. I mercati di Borsa per le PMI 25 V. Alla scoperta di ELITE 45 VI. Primi passi verso la quotazione 57 VII. I Partner Equity Markets di Borsa Italiana 59 2

3 Una scelta per la crescita Per crescere, rimanere competitivi e continuare ad acquisire quote di mercato è necessario affrontare momenti di discontinuità aziendale. Diversamente, si rischia di perdere il proprio vantaggio competitivo. POSSIBILITA DI Acquisizioni Investimenti in nuovi impianti Internazionalizzazione Diversificazione (di prodotto, geografica ecc.) Estensione della rete commerciale Investimento in R&S di nuovi prodotti, servizi o processi RISCHIO DI Perdita di quote di mercato Eccessiva dipendenza dalla leva finanziaria Obsolescenza Impoverimento manageriale 3

4 Finanziare il salto dimensionale Private Equity Borsa Fonti non ordinarie, ma fondamentali nei momenti di crescita. Autofinanziamento /aucap soci esistenti Fonti di finanziamento Finanziamento bancario Fonti tradizionali, ma limitate nell ammontare. Per il debito rischio di squilibrio finanziario e limitazioni (Basilea 3). 4

5 Borsa vs Private Equity La Borsa e il Private Equity si rivolgono a società con caratteristiche ed esigenze diverse e offrono meccanismi diversi di ingresso nel capitale e nella vita della società Cosa fa Come Private Equity Utile per società in una fase ascendente del proprio ciclo di vita, ma non strutturate per affrontare i mercati Ruolo propedeutico a quotazione Orizzonte temporale di medio periodo Presenza attiva nella gestione aziendale Possibile incremento dell indebitamento per l ingresso Spesso chiede maggioranza o minoranza qualificata Borsa Utile per società con organizzazione interna delineata e strutturata con visibilità su risultati economici a regime Way out per investitori finanziari Orizzonte temporale di lungo periodo Non utilizzabile per società senza un chiaro piano di crescita Ingresso nell azionariato con quote di minoranza Scarso impatto sulla gestione aziendale, ma necessità di trasparenza 5

6 La Borsa come soluzione per Finanziare la crescita Aumentare la capacità competitiva Diversificare le fonti di finanziamento Aumentare la forza contrattuale con fornitori e clienti Agevolare il passaggio generazionale Attrarre risorse qualificate Dare liquidità al capitale e trasparenza al valore 6

7 Cosa dicono gli imprenditori della Borsa Se vuoi giocare da leader, devi andare in Borsa Tunioli, CEO Datalogic Prestigio: quando tratti, tratti alla pari Mazzaro, CEO Pierrel La cosa più importante è stata la disciplina che ha creato all interno dell organizzazione Buoro, CEO Nice È uno scatto di adrenalina che stimola e porta a voler ben figurare Carella, CEO Cobra Cambia la relazione con fornitori e banche, il prestigio e la credibilità aumentano. Oggi ci vedono come una multinazionale: questa vantaggio non ha prezzo Siagri, CEO Eurotech La trasparenza sui numeri che la borsa ti impone, ti migliora, fa bene all azienda Cavallini, CEO Interpump 7

8 Yoox (03/12/2009) Capitalizzazione a IPO Ricavi a IPO Mercato Offerta globale Di cui aumento capitale 209mln 102mln STAR 105mln 11mln Flottante Produzione e gestione di Online Store Mono-brand dei principali brand di moda che intendono offrire su internet la stessa collezione disponibile nei negozi Motivazione Hanno detto dell IPO - Uscita dei soci finanziari - Raccolta di capitali per espansione e sviluppo tecnologia - Visibilità commerciale - Attrarre nuovi talenti Grazie alla quotazione abbiamo raccolto risorse che saranno utilizzate per accelerare i nostri progetti sia sul fronte dell espansione internazionale sia per quanto riguarda la possibilità di sviluppare ulteriormente le competenze tecnologiche per continuare ad offrire un servizio di altissimo livello ai nostri clienti e ai brand della moda e design. Non ultimo, questa operazione ci aiuterà anche a trovare nuovi talenti. Federico Marchetti (Fondatore e AD di Yoox) 8

9 Moleskine (03/04/2013) Capitalizzazione a IPO Ricavi a IPO Mercato Offerta globale Di cui aumento capitale 488mln 78mln STAR 245mln 27mln Flottante Sviluppo, distribuzione e vendita di prodotti su carta, quali taccuini e agende, oggetti per la scrittura, prodotti e servizi digitali come gli Smart Notebook Motivazione Hanno detto dell IPO - Visibilità sul mercato di riferimento - Uscita dei soci finanziatori - Rimborso di parte di un finanziamento La quotazione è un punto di partenza verso traguardi brillanti e positivi come quelli raggiunti finora. Arrigo Berni (Amministratore Delegato di Moleskine) 9

10 MC-link (22/02/2013) Capitalizzazione a IPO Ricavi a IPO Mercato Offerta globale Di cui aumento capitale 25mln 32mln AIM Italia 2.8mln 2.8mln Flottante La società opera nel mercato delle comunicazioni elettroniche e, in particolare, nella fornitura di servizi dati, telefonia, accesso ad internet, servizi di hosting e di housing. Motivazione Hanno detto dell IPO - Sviluppo della rete - Eventuale crescita per linee esterne Il % all IPO è un bel risultato. Ci siamo quotati per finanziare progetti di investimento e crescita, noi ci crediamo e il mercato l ha capito. Pompeo Viganò (Vice Presidente di MC-link) 10

11 Frendy Energy (20/06/2012) Capitalizzazione a IPO Ricavi a IPO Mercato Offerta globale Di cui aumento capitale 18mln 0.5mln AIM Italia 2.7mln 2.7mln Flottante 15% Progettazione, sviluppo, realizzazione e gestione centrali idroelettriche di piccole dimensioni Motivazione - Sviluppo nuovi impianti - Aggregazioni - Crescita all estero Hanno detto dell IPO Con queste risorse, aggiunte ai flussi di cassa generati dagli impianti esistenti, potremo continuare a realizzare nuovi impianti. Rinaldo Denti (Presidente e AD di Frendy Energy) 11

12 I. Perché pensare alla Borsa II. III. IV. Chi può quotarsi e chi compra le azioni Procedure, tempi e costi I mercati di Borsa per le PMI V. Alla scoperta di ELITE VI. VII. Primi passi verso la quotazione I Partner Equity Markets di Borsa Italiana 12

13 Affrontiamo i primi dubbi sulla quotazione Si può quotare una società detenuta da una famiglia di imprenditori? Si perde il controllo della propria società con la quotazione? Si può gestire la propria società senza essere influenzati da terzi una volta quotati?...il 76% delle società quotate dal 1985 al 2005 erano detenute da famiglie al momento della quotazione (*) dopo dieci anni dalla quotazione la famiglia ha mediamente mantenuto il controllo (52% *)...gli investitori di mercato detengono di solito piccole quote e non sono interessati ad influenzare la gestione della società (*) Fonte: R&D, Bit Notes 17: Evolution of ownership and control in Italian IPO firms 13

14 Affrontiamo i primi dubbi sulla quotazione Si possono quotare società di piccola e media dimensione? Le PMI in Borsa possono attrarre investitori istituzionali esteri? Gli investitori in PMI quotate privilegiano la visione di breve termine?...la capitalizzazione delle società quotate su AIM Italia era compresa tra 10 e 120 milioni al momento della quotazione. La capitalizzazione media delle società STAR è pari a 200 milioni ( ) oggi ci sono 71 investitori rilevanti presenti nel capitale delle società STAR di cui 55 esteri, che rappresentano il 77% del totale (rispetto al 72% del marzo 2010) (**)...i fondi dedicati alle small cap si attendono un ritorno in termini di valorizzazione della propria quota in un orizzonte temporale congruo (**) Fonte: Rielaborazioni IR Top su dato Consob al 02/03/2011. Per investitori rilevanti si intendono gli investitori con partecipazioni > 2% 14

15 È importante avere requisiti sostanziali... Per attrarre l interesse degli investitori, è necessario essere in possesso di requisiti formali e sostanziali REQUISITI SOSTANZIALI: Orientamento alla creazione di valore Strategia chiara e fedelmente riportata nel piano industriale Buon posizionamento competitivo Struttura finanziaria equilibrata Autonomia gestionale Marginalità in crescita Organizzazione manageriale 15

16 ...e formali I requisiti formali dipendono dal mercato / segmento al quale si accede REQUISITI FORMALI: Si tratta, ad esempio, di requisiti relativi alla certificazione del bilancio, alla governance, alla capitalizzazione, al flottante, etc. Il segmento che richiede un maggior impegno in termini di adempimenti formali è STAR I mercati che offrono una maggior flessibilità sono i mercati regolamentati direttamente dalla Borsa È importante leggere i requisiti formali e quelli sostanziali congiuntamente: la sola rispondenza ai requisiti formali non comporta necessariamente l apprezzamento da parte del mercato 16

17 Chi comprerà le azioni della mia società? 17

18 Quanto vale la mia azienda e chi decide il prezzo? (1/2) SOCIETÀ BANCA D INVESTIMENTO (ECM) MERCATO Scelta della banca che meglio corrisponde alle aspettative dell imprenditore per il track maturato, la comprensione del business in cui la società opera, la capacità di collocamento Determinazione del valore della società con metodologie utilizzate internazionalmente (tipicamente i multipli di mercato) Costante contatto con i potenziali investitori Definizione di un intervallo indicativo di prezzo Raccolta degli ordini da parte degli investitori Fissazione del prezzo dell offerta 18

19 Quanto vale la mia azienda e chi decide il prezzo? (2/2) Chi valuta la società è il mercato. Gli adviser che accompagnano la società in quotazione intermediano tra le aspettative degli imprenditori e quello che gli investitori sono disposti a pagare. Per farlo, si avvalgono di metodologie che confrontano la società con le loro concorrenti quotate e chiedono un confronto ai potenziali investitori sui valori ipotizzati, fino all ultima conferma al momento della raccolta degli ordini. Nella scelta degli adviser è cruciale considerare a quali investitori si rivolgono. 19

20 I. Perché pensare alla Borsa II. III. IV. Chi può quotarsi e chi compra le azioni Procedure, tempi e costi I mercati di Borsa per le PMI V. Alla scoperta di ELITE VI. VII. Primi passi verso la quotazione I Partner Equity Markets di Borsa Italiana 20

21 Il processo di quotazione PREPARAZIONE DUE DILIGENCE ISTRUTTORIA COLLOCAMENTO Eventuale riorganizzazione società / gruppo Eventuali modifiche di governance Certificazione bilancio Adozione principi contabili internazionali per MTA e internazionali o italiani per AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale Business due diligence Controllo di gestione adeguato (SCG) alle caratteristiche dell azienda e al mercato di quotazione Costruzione Equity Story Scelta mercato e tempistica di quotazione 2 mesi da parte di Borsa Italiana e Consob nel caso di quotazione sul mercato principale NON si ha istruttoria nel caso di quotazione su AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale Road show in Italia e all estero e book building per collocamento istituzionale Collocamento retail nel caso di quotazione sul mercato principale Definizione piano industriale Primi contatti con Borsa Italiana e consulenti Scelta consulenti Organizzazione del consorzio di collocamento Ammissione AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale Ammissione MTA È ragionevole aspettarsi un tempo minimo di processo di IPO di 6-8 mesi per MTA e di 3-4 mesi per AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale, senza considerare le attività pre-quotazione 21

22 Costi di quotazione o investimenti per creare valore? I costi di quotazione sono investimenti spesso necessari per migliorare la capacità competitiva e affrontare le sfide della crescita internazionale I costi di quotazione vanno sempre considerati unitamente ai benefici ottenuti con il servizio quotazione. Diversamente dal finanziamento bancario, i costi di quotazione si sostengono una sola volta, ma danno l accesso al canale di finanziamento del mercato in via permanente. ex. miglioramento dei sistemi di pianificazione strategica e controllo di gestione, affinamento delle strategie di comunicazione esterna ed interna. ex. accesso a ingenti capitali specializzati domestici e soprattutto internazionali difficilmente reperibili tramite i canali tradizionali; credibilità e prestigio dati dall appartenenza a un mercato dallo standing internazionale; liquidità del titolo, derivante dall ampia platea di investitori a disposizione e dalla presenza degli investitori retail. ex.la società può tornare sul mercato molte volte senza sostenere ulteriori costi di due-diligence. 22

23 Costi di quotazione I costi di quotazione si suddividono tra costi variabili in base alla dimensione dell offerta e costi fissi da sostenersi per preparare la società alla quotazione in Borsa. Costi variabili Costo del collocamento dei titoli effettuato dal broker o global coordinator. È calcolato in percentuale sul capitale raccolto, sono simili su tutti i mercati e all aumentare dell offerta aumenta il loro peso rispetto i costi fissi. Costi fissi Costo per preparare la società alla quotazione da parte dei consulenti (Sponsor / Nomad, consulenti legali, revisori e altri eventuali consulenti). Dipendono dalla complessità aziendale e dallo standing del mercato di quotazione. 23

24 Il ruolo dei soggetti coinvolti nel processo Sponsor / Nomad Consulente legale Società di revisione / altri soggetti qualificati Società di pubbliche relazioni Advisor finanziario Due diligence Due diligence legale Certificazione bilancio Relazioni con media Assistenza nella scelta della banca d affari Organizzazione e direzione consorzio di collocamento Prospetto informativo / Documento di ammissione Comfort sui dati presenti nel prospetto /documento ammissione Organizzazione road-show Coordinamento operazione e rapporti con altri soggetti coinvolti Eventuale funzione di specialist Consulenza su corporate governance Supporto per realizzazione business plan Supporto per definire la struttura dell offerta Eventuale attività di vendita dei titoli Eventuale offering circular Supporto per la verifica del sistema di controllo di gestione Supporto per redazione prospetto / documento di ammissione 24

25 I. Perché pensare alla Borsa II. III. IV. Chi può quotarsi e chi compra le azioni Procedure, tempi e costi I mercati di Borsa per le PMI V. Alla scoperta di ELITE VI. VII. Primi passi verso la quotazione I Partner Equity Markets di Borsa Italiana 25

26 L offerta di Borsa Italiana per le PMI MERCATI REGOLAMENTATI 26

27 I requisiti formali in fase di IPO MTA Segmento STAR AIM Italia Flottante 25% 35% 10% Bilanci certificati (se esistente) Principi contabili Internazionali Internazionali Italiani o internazionali Offerta Istituzionale / Retail Istituzionale / Retail Istituzionale Altri documenti Prospetto informativo / SCG / Piano ind. / QMAT Prospetto informativo / SCG / Piano ind. / QMAT Documento di ammissione Market cap ( ) Min 40 m Min 40 m Max 1 bn Nessun requisito formale CDA (n.indipendenti) Raccomandato (Codice di Corp. Gov.) Obbligatorio (N. nel Regolamento) Nessun requisito formale Comitato Controllo Interno Raccomandato (Codice di Corp. Gov.) Obbligatorio (Maggioranza indipendenti) Nessun requisito formale Incentivi al top management Raccomandato (Codice di Corp. Gov.) Obbligatorio (Remun. legata a performance) Nessun requisito formale Investor relator Raccomandato Obbligatorio Non obbligatorio Sito Web Raccomandato Obbligatorio Obbligatorio Principale advisor Sponsor / Global coordinator Sponsor / Global coordinator Nomad 27

28 I requisiti formali post IPO MTA Segmento STAR AIM Italia Corporate Governance Comply or explain Parzialmente obbligatorio Facoltativo Specialist Facoltativo (liquidity provider) Obbligatorio (liquidity provider / 2 ricerche / incontri con investitori) Obbligatorio (liquidity provider) Informativa OPA Necessario price sensitive e operazioni straordinarie (TUF e Regolamento Emittenti) TUF 30% per obbligatoria, 60% per preventiva, 90%-95% per residuale Necessario price sensitive e operazioni straordinarie (Regolamento AIM) OPA Statutaria Parti correlate Procedure e obblighi informativi Procedure semplificate e obblighi informativi Dati trimestrali Dati semestrali I-III resoconto intermedio di gestione entro 45 giorni da chiusura trimestre Sì entro 60 giorni da chiusura semestre Bilancio annuale Sì pubblicazione entro 120 giorni da chiusura esercizio I-III resoconto intermedio di gestione entro 45 giorni da chiusura trimestre Sì entro 60 giorni da chiusura semestre Sì se entro 90 giorni da chiusura esercizio no IV trimestrale NO Sì entro 3 mesi da chiusura semestre Sì pubblicazione entro 6 mesi da chiusura esercizio 28

29 Perché STAR? Il segmento STAR (Segmento Titoli ad Alti Requisiti) del Mercato MTA di Borsa Italiana nasce nel 2001 per valorizzare le PMI con caratteristiche di eccellenza e per sostenere la loro visibilità verso gli investitori italiani ed esteri. È dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni e 1 miliardo di euro, che decidono di accedervi e si impegnano a rispettare stringenti requisiti in termini di liquidità, trasparenza e comunicazione e corporate governance. In cambio di questo sforzo le PMI quotate al segmento STAR beneficiano dei servizi di visibilità forniti da Borsa Italiana e di un maggior riconoscimento da parte degli investitori rispetto alle altre quotate di dimensioni paragonabili. 29

30 Cosa offre STAR? L incontro tra requisiti più impegnativi e servizi di visibilità ha innescato un circolo virtuoso in grado di stimolare sia la quotazione che l investimento nelle PMI. Regole di mercato che massimizzano: Liquidità Trasparenza informativa Corporate governance Il mercato premia il committment delle società STAR Il brand STAR è sinonimo di eccellenza imprenditoriale per le aspiranti matricole Promozione costante delle società: Conference (Milano e Londra) Company profiles Incontri con investitori Attenzione dei media Costante interesse degli investitori istituzionali 30

31 Requisiti per l ammissione a STAR Liquidità Trasparenza e comunicazione tempestiva Governance Capitalizzazione compresa tra 40 milioni di euro e 1 miliardo Flottante pari ad almeno il 35% del capitale Presenza di uno specialista Informazione economico finanziaria disponibile anche in inglese Informazioni disponibili sul sito internet anche in inglese Semestrale entro 60 giorni dalla chiusura del semestre / Bilancio entro 90 giorni dalla chiusura dell esercizio in esonero dalla IV trimestrale Presenza di amministratori indipendenti nel CDA Presenza di comitati interni al CDA Remunerazione incentivante per amministratori esecutivi 31

32 Le STAR Conference Le Conference si tengono a Milano e a Londra e sono un momento di incontro con gli investitori istituzionali. Alla STAR Conference di Milano del marzo 2013 sono stati richiesti oltre 1200 meeting con 175 investitori, il 46% dei quali esteri. 32

33 Crescente interesse degli investitori istituzionali esteri Anche quest anno, in occasione delle STAR Conference, abbiamo avuto conferma del costante interesse degli investitori istituzionali italiani ed esteri ad incontrare il management delle società STAR. N. Incontri alla STAR Conference di Milano 33

34 L interesse degli investitori in IPO Il capitale raccolto in IPO da investitori istituzionali dal 2006 ad oggi è pari all 83% del totale raccolto, con il 47% proveniente da istituzionali esteri Retail 17% Istituzionali italiani 36% Istituzionali esteri 47% 34

35 Gli istituzionali esteri: provenienza geografica La quota di investitori esteri nel capitale delle STAR è pari circa al 90% del totale istituzionali La quota percentuale detenuta dagli investitori domestici è diminuita negli anni (nel 2006 era il 26%), raggiungendo il 17% negli ultimi anni. Si è costantemente incrementata la quota dell Europa continentale, mentre la quota UK è sostanzialmente stabile; si è incrementata la quota dal Nord America (al 18% nel 2006). Asia e Oceania 2% UK 21% Italy 17% Nord America 25% Rest of Europe 36% Fonte: Elaborazioni Borsa Italiana su dati Factset 35

36 Il mercato premia il committment delle società STAR L indice rappresentativo delle società STAR sovraperforma costantemente il mercato Overperformance FTSE Italia STAR dal % Overperformance FTSE Italia STAR nel % FTSE Italia STAR nel % Fonte: elaborazioni Borsa Italiana. Indice FTSE Italia ALL SHARES e FTSE Italia STAR ribasati al 30/12/2002. Aggiornamento 20/03/

37 STAR oggi 67 realtà per oltre 10 settori rappresentati IL SEGMENTO STAR CONTA OGGI (*) 15 bn di capitalizzazione totale e una capitalizzazione media di 227 mln 250 mln il fatturato mediano e 25 mln il margine operativo lordo mediano del bn raccolti in IPO o con successivi aumenti di capitale dal 2001 ad oggi 6 bn circa il controvalore scambiato nel 2012 (*) Fonte: elaborazioni Borsa Italiana. 28/03/2013. Il numero delle società è aggiornato al 03/04/

38 Perché AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale? (1/2) AIM ITALIA Mercato Alternativo del Capitale è stato concepito come mercato dedicato alle PMI per con un approccio regolamentare equilibrato tra le esigenze delle imprese e degli investitori ESIGENZE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE (PMI) ESIGENZE DEGLI INVESTITORI ITALIANI ED ESTERI Requisiti minimi di ammissione Snellezza del processo Presidio di un operatore specializzato (Nomad) Trasparenza informativa 38

39 Perché AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale? (2/2) AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese DATI PRINCIPALI AIM UK Numero di società quotate : 1,096 Capitali raccolti : 79 bn Capitali raccolti nel 2012: 3 bn (*) London Stock Exchange trade statistics dicembre

40 L ago della bilancia L aspetto più innovativo di AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale è rappresentato dalla figura del Nominated Adviser ( Nomad ) che affianca la società e presidia l integrità del mercato, grazie alla propria reputazione ed esperienza sul mercato dei capitali NOMAD Valuta se la società è pronta per essere ammessa a quotazione ed è il punto di riferimento e la guida per la società una volta ammessa 40

41 Cosa offre AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale? AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale offre alle società numerosi vantaggi: Semplicità di accesso No anni di esistenza della società No capitalizzazione minima Flottante minimo: 10% No Corporate Governance richiesta Ulteriori requisiti richiesti dal Nomad Poca burocrazia AIM Italia è un MTF mercato regolamentato da Borsa Documento ammissione, no Prospetto Informativo Nomad effettua la due diligence No istruttoria di Consob No resoconti trimestrali 41

42 AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale: gli altri attori del processo di quotazione Consulenti legali Società di revisione Società di comunicazione e Investor relations Eventuali altri consulenti specifici 42

43 Il Nomad: il principale attore del processo di quotazione AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale ruota intorno alla figura del Nomad, ago della bilancia del nuovo equilibrio tra investitori e imprese Chi è Che ruolo ha Banche d affari / intermediari / società / che operano prevalentemente nel corporate finance Risponde ai criteri di ammissione individuati da Borsa Italiana nel Regolamento Valuta l appropriatezza della società per l ammissione a AIM ITALIA Mercato Alternativo del Capitale Pianifica e gestisce il processo di quotazione della società Assiste la società per tutto il periodo di permanenza sul mercato Può svolgere anche il ruolo di broker Può svolgere anche il ruolo di specialist 43

44 AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale oggi (1/2) Nome società Attività Nomad Offerta MK cap a IPO Ambromobiliare Consulente finanziario alle PMI Integrae SIM 1.9 m 14.7 m Compagnia della Ruota Turnaround investment company Unipol Merchant 3.5 m 6.8 m Enertronica Energie rinnovabili EnVent 0.9 m 8.7 m Fintel Società attiva nella vendita di energia elettrica e gas naturale e nello sviluppo e sfruttamento di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili Intermonte 5.6 m 52.9 m First Capital Private Investments in Public Equity (PIPE) focalizzato su PMI Unipol Merchant 14.1 m 23.8 m Frendy Energy IKF Progettazione, sviluppo, realizzazione e gestione di centrali idroelettriche di piccole dimensioni Investe in strumenti finanziari di aziende di piccole e medie dimensioni, offrendo servizi di consulenza in finanza strategica Integrae SIM 2.7m 17.7 m Unipol Merchant 8.0 m 8.2 m MC-link Comunicazioni elettroniche Integrae SIM 2.8 m 24.8 m Methorios Capital Consulente finanziario alle PMI Baldi&Partners 7.9 m 70.6 m Mondo TV France Produzione di lungometraggi animati e serie TV Banca Finnat m Neurosoft Software house Integrae SIM 7.6 m 45.6 m 44

45 AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale oggi (2/2) Nome società Attività Nomad Offerta MK cap a IPO PMS Comunicazione societaria, finanziaria e integrata di alta direzione Unipol Merchant 1.5 m 13.9 m Poligrafici Printing Stampa industriale di tipo poligrafico e grafico Unipol Merchant 5.0 m 33.2 m Primi sui Motori Rosetti Marino Web agency leader in Italia nel posizionamento sui motori di ricerca (Search Engine Optimization SEO). Progettazione e costruzione per commesse di tipo EPC (Engineering, Procurement and Construction) Integrae SIM 3.5 m 24.8 m Banca IMI 6.0 m 120 m Sesa Distribuzione di soluzioni IT per le imprese Centrobanca 50 m 50 m Soft Strategy Consulenza direzionale e servizi alle imprese Integrae SIM 0.3 m 6.6 m Softec TBS Group Unione Alberghi Italiani Settore IT con focus in mobile applications, project and consulting, web and social enterprise, publishing and new media Ingegneria clinica - leader europeo nella gestione e manutenzione integrata di impianti e tecnologie in ambito sanitario Società di investimento che sta costituendo un network nazionale di alberghi business EnVent 0.3 m 8.3 m MPS Capital Services 6.3 m 91.6 m Unipol Merchant 3.0 m 7.6 m Vita Società editoriale Unipol Merchant 2.5 m 8.2 m Vrway Realizza e pubblica immagini panoramiche per aziende e pubbliche amministrazioni al fine di promuoverne il business o il territorio Intermonte m 45

46 I. Perché pensare alla Borsa II. III. IV. Chi può quotarsi e chi compra le azioni Procedure, tempi e costi I mercati di Borsa per le PMI V. Alla scoperta di ELITE VI. VII. Primi passi verso la quotazione I Partner Equity Markets di Borsa Italiana 46

47 CHI ELITE è un percorso pensato per PMI virtuose con un progetto di crescita ambizioso da raccontare. COSA ELITE favorisce lo sviluppo organizzativo e manageriale, la trasparenza e l efficienza gestionale e la capacità di individuare i più adatti vettori di crescita. PERCHE ELITE fa prendere coscienza delle proprie potenzialità per comunicare all esterno con efficacia e moltiplicare le opportunità di crescita.

48 Le istituzioni partner di ELITE ELITE è una piattaforma aperta nata dalla collaborazione tra Borsa Italiana e le più importanti istituzioni e organizzazioni italiane

49 Le fasi di ELITE ELITE valorizza il presente e prepara il futuro perché ELITE è crescita, cambiamento, leadership FASE 1 Le società inizia un percorso di training per allineare l organizzazione alle obiettivi di sviluppo e cambiamento FASE 2 L azienda implementa tutti i cambiamenti necessari a sviluppare al meglio il proprio progetto di crescita FASE 3 La società ha accesso a un ventaglio di opportunità di business, networking e funding 49

50 GET READY Preparati (6 mesi) Il programma di ELITE prevede 8 giornate organizzate in 4 moduli. L obiettivo è dare alle aziende gli strumenti operativi necessari per prepararsi a cogliere tutte le opportunità offerte da ELITE 1) Percorsi di crescita e di internazionalizzazione 2) Cultura aziendale e governance al servizio della crescita 3) Ruolo del responsabile amministrativo e sistemi di reporting 4) Comunicazione strategica d impresa e reperimento delle risorse 50

51 GET FIT: Allenati (6-18 mesi) Il tutor di Borsa Italiana in accordo con la società individua le aree di miglioramento e pianifica durata e intensità della fase di «allenamento», finalizzata all ottenimento del CERTIFICATO ELITE. Tutor Borsa Italiana L ELITE Team affiancherà la società in tutto il percorso e sarà un punto di riferimento e confronto sui vari temi previsti dal programma. PR/IRs Società ELITE Auditor Team interdisciplinare, coordinato da un tutor di Borsa Italiana, composto da professionisti appartenenti al network dei Partner Equity Markets. Law Firm Advisor

52 Il percorso di allenamento ELITE 1 fase 2 fase 3 fase 52

53 GET VALUE: Ottieni valore (6-12 mesi) Fin da subito la società avrà a disposizione degli strumenti che incrementeranno la visibilità nei confronti di investitori, clienti, fornitori e pubblico: un area web dedicata sul sito di Borsa Italiana campagna media dedicata in occasione della comunicazione dei dati semestrali e annuali Le società ELITE sfrutteranno le opportunità di contatto con: network dei Partner Equity Markets di Borsa Italiana imprenditori e management delle società quotate sistema bancario e operatori finanziari private equity e investitori istituzionali 53

54 Criteri di selezione per diventare ELITE Entrare in ELITE Al fine di sottoporre la domanda di adesione a ELITE, è necessario che la società sia in possesso di alcuni requisiti economici: Fatturato > 10 mln (oppure 5 milioni e una crescita ultimo anno >15%) Risultato operativo > 5% del fatturato Utile netto > 0 Criteri economici Borsa Italiana si riserva la facoltà di consentire l accesso e/o la permanenza in ELITE, pur in caso di mancato rispetto dei requisiti economici, tenuto conto dell andamento macroeconomico e delle caratteristiche del settore, nonché di eventuali circostanze aziendali temporanee o straordinarie 54 54

55 Criteri di selezione Entrare in ELITE Documenti da inviare Domanda di adesione: descrizione sintetica della società e delle principali attività svolte il progetto di crescita, con indicazione degli obiettivi economicofinanziari, delle risorse necessarie, delle azioni da intraprendere, dell impatto economico e organizzativo, della tempistica di realizzazione ed eventuale stato dell arte l ultimo bilancio depositato presso la Camera di Commercio In caso di società partecipate da un Private Equity che abbiano avuto un investimento in capitale di sviluppo negli ultimi 18 mesi, Borsa Italiana garantirà l accesso al servizio ELITE pur in assenza dei requisiti economici di cui al punto precedente 55 55

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting 1. Le priorità delle PMI italiane Quali sono

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma 20 febbraio 2012 Martino De Ambroggi L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Le small cap e la raccolta di capitale di rischio Opportunità per il professionista. Il ruolo del Nomad.

Le small cap e la raccolta di capitale di rischio Opportunità per il professionista. Il ruolo del Nomad. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le small cap e la raccolta di capitale di rischio Opportunità per il professionista Il ruolo del Nomad. Marco Fumagalli Responsabile Capital Markets Ubi Banca

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

Quotarsi in Borsa. La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitalia.it

Quotarsi in Borsa. La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitalia.it Quotarsi in Borsa La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana www.borsaitalia.it Indice 1. Introduzione 3 2. La decisione di quotarsi 5 3. La scelta del mercato di quotazione 9 4. I requisiti

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, Marzo 2014 Premessa Il presente documento (il «Documento») è stato predisposto da Tamburi Investment Partners S.p.A. («TIP») con l obiettivo di fornire una descrizione il più possibile esaustiva

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI Banca Akros ha predisposto una politica di esecuzione e di gestione degli ordini (di seguito: politica di esecuzione degli ordini)

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Guida alla Quotazione su AIM Italia

Guida alla Quotazione su AIM Italia Guida alla Quotazione su AIM Italia Un network globale di PMI e investitori specializzati, al servizio della crescita delle piccole e medie imprese La Guida alla Quotazione su AIM Italia è stata predisposta

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Guida al Piano Industriale. Listing Guides

Guida al Piano Industriale. Listing Guides Guida al Piano Industriale Listing Guides Ai lavori hanno partecipato (Luglio 2003): BORSA ITALIANA (Luca Lombardo, Nunzio Visciano, Andrea Scremin) DELOITTE & TOUCHE CORPORATE FINANCE (Guido Vesin, Raffaella

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi kpmg.com/it Indice 1 Lo scenario di riferimento 4 2 Le opportunità del Decreto Sviluppo 2012 6 Obiettivi e finalità generali Strumenti di

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari ALETTI VIEW CERTIFICATE Prima dell'adesione leggere il

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli