ESPLORARE L INFORMATION TECHNOLOGY IN INDIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESPLORARE L INFORMATION TECHNOLOGY IN INDIA"

Transcript

1 ESPLORARE L INFORMATION TECHNOLOGY IN INDIA

2

3 Ufficio Commerciale Ambasciata dell India Via XX Settembre, 4 - Roma Tel Fax Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono aggiornate al mese di Giugno 2001 ed hanno unicamente lo scopo di fornire una comprensione generale del settore dell IT in India. Chi desiderasse allacciare contatti con operatori indiani è, quindi, consigliato di contattare le competenti autorità indiane.

4 13 luglio 2001 L Information Technology sta svolgendo in India un ruolo determinante nella modernizzazione dell economia e nella trasformazione del tessuto della società. Si tratti di software, e-commerce, e-governance o qualunque altra funzione legata all IT, l India, avvalendosi dell alta specializzazione dei propri professionisti, sta già traendo beneficio dalle straordinarie opportunità create dalla rivoluzione delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni. Le più importanti società mondiali si rivolgono all India per la professionalità degli operatori, la competitività dei costi, l alta qualità dei prodotti, l affidabilità e la puntualità nelle scadenze che fanno di questo Paese una fonte di enorme interesse per i servizi e le soluzioni IT. Considerando che la tecnologia e le soluzioni IT plasmeranno il futuro, l Italia e l'india hanno riconosciuto la necessità di intensificare la cooperazione allo scopo di utilizzare al massimo le sinergie provenienti dalle rispettive professionalità e dai livelli raggiunti. Sono fiducioso che il comune desiderio di collaborare in questo entusiasmante campo, che detiene grandi potenzialità, darà vita in un futuro molto prossimo a progetti e programmi concreti. (Siddharth Singh)

5

6 Indice 1. India: un panorama 7 2. Rapporti economici fra l Italia e l India La cooperazione indo-italiana nell IT Collaborare con l India Outsourcing intelligente Qualità assicurata Software per il commercio E-Governance Creare ricchezza Storie di successo Indirizzi utili 63

7

8 India: un panorama Notizie Generali Superficie: 3,29 milioni di km quadrati Capitale: Nuova Delhi Altre città: il centro nevralgico della finanza e del commercio è Mumbai (Bombay). Bangalore è la Silicon Valley indiana, sede di un gran numero di centri nevralgici nello sviluppo dei software. Altre città con una presenza significativa di Informatica sono Hyderabad, Chennai (Madras), Pune, Trivandrum (Thiruvananthapuram), e Bhubaneshvar. Ordinamento dello Stato: l India è una repubblica federale costituita da 29 Stati (ciascuno dotato di assemblee legislative e governi propri) e 6 territori amministrati direttamente dal Governo centrale in base alla costituzione del Il Presidente della Repubblica, che dura in carica 5 anni ed è rieleggibile, è nominato insieme al Vicepresidente dai due rami del Parlamento e dalle Assemblee degli Stati. Il potere esecutivo è affidato al Governo, presieduto dal Primo Ministro, e responsabile nei confronti del Parlamento che esercita la funzione legislativa e si compone di due camere: il Consiglio degli Stati (Rajiya Sabha, 244 membri) e l Assemblea del Popolo (Lok Sabha, 543 membri). Sistema Giudiziario: indipendente, sviluppato, costituito dalla Suprema Corte che ne è la principale autorità e da alte corti in ogni Stato con tribunali in ogni città Popolazione: oltre un miliardo di persone, la più grande democrazia al mondo (anno 2000) Incremento demografico: 2,15% Densità di popolazione: 274 persone/km quadrato Aspettativa di vita: uomini 62 anni- donne 64 anni Tasso di alfabetizzazione: 52,21% Lingue parlate: l India è una società multilingue con 18 idiomi principali: la hindi è quella ufficiale, parlata da una vasta percentuale della popolazione (38%), mentre l inglese è quella preferita nelle relazioni d affari. Religioni: la maggioranza della popolazione é hindu, con percentuali significative di musulmani, cristiani, siks, buddhisti, ecc. Aeroporti internazionali: New Delhi, Mumbai, Chennai, Calcutta, Thiruvananthapuram. Porti principali: Calcutta, Chennai, Kandla, Kochi, Mormugao, Mumbai, New Mangalore, Paradip, Tuticorin, Vishakapatnam. All interno del Paese: c è una rete ferroviaria ben sviluppata e servizi aerei regolari tra i principali centri. Per il trasporto locale ci sono 7

9 India: un panorama le compagnie di noleggio internazionali come Hertz, Budget, ecc. Le durate medie dei voli sono mostrate qui di seguito. Viaggio Durata del volo Viaggio Durata del volo Da Mumbai a Nuova Delhi 2 ore Da Chennai a Hyderabad 1 ora Chennai 1 ora 3 /4 Bangalore 3 /4 ora Hyderabad 1 ora 1 /4 Calcutta 2 ore Bangalore 1 ora 1 /2 Calcutta 2 ore 1 /2 Da Hyderabad a Bangalore 1 ora Calcutta 2 ore Da Nuova Delhi Chennai 2 ore 1 /2 a Hyderabad 2 ore Da Bangalore a Calcutta 2 ore 1 /2 Bangalore 2 ore 1 /2 Calcutta 2 ore Per i voli all interno dell India vai su Clima: l India ha un clima monsonico tropicale: l anno è suddiviso in due ampie stagioni. L estate, da metà marzo a metà settembre, è piovosa, calda e umida; l inverno, alquanto più fresco, registra temperature che vanno dai 12 C ai 20 C secondo la regione e l altitudine. Mumbai, ad esempio, riporta temperature abbastanza costanti comprese all incirca tra i 28 C e i 32 C d estate e tra i 21 C e i 32 C d inverno, mentre le temperature di Bangalore oscillano tra i 16 C e i 33 C d estate e tra i 15 C e i 26 C d inverno. Fuso orario: più 4 ore e mezza; 3 e mezza quando in Italia vige l ora legale Unità monetaria: rupia indiana (1 rupia = 43 lire ca.). Profilo Economico PIL: miliardi di rupie (oltre 760 mila miliardi di lire) Tasso medio di crescita del PIL nel periodo : 5,7% Tasso di inflazione: 2,9% (anno ) Cambio: rupie 43,28 = 1 dollaro USA (2000) Esportazioni: 37 miliardi di US$ (2000) Principali generi di esportazione: l export tradizionale consiste in filati di cotone e tessili, abbigliamento, oggetti in cuoio, gemme e gioielleria, prodotti agricoli. Tuttavia, gli anacardi, le attrezzature per il trasporto, il software, i prodotti elettronici e i manufatti in metallo si stanno rivelando dei settori di esportazione a rapida crescita. Principali mercati di esportazione: USA, Unione Europea, Giappone Importazioni: 46 miliardi di dollari USA (2000) 8

10 India: un panorama Principali generi di importazione: beni capitali, petrolio, olii e lubrificanti, gemme preziose e semipreziose, prodotti chimici, olii alimentari, fertilizzanti. Principali mercati di importazione: USA, UK, Giappone, Germania Cosa offre l India Vantaggi competitivi Una democrazia stabile che ha superato i 50 anni di indipendenza; Una delle più vaste economie al mondo, la quinta in termini di potere di acquisto; Un vasto mercato di consumo con una popolazione tra i milioni di appartenenti alla classe media, che costituiscono un crescente mercato di acquisto, come si può osservare dal notevole aumento dei prodotti di marca; Accesso facilitato ai mercati degli altri paesi membri del SAARC (Bangladesh, Bhutan, Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka); Vasto e diversificato sistema infrastrutturale in tutto il paese; Forte sviluppo dei settori della tecnologia, delle innovazioni e della conoscenza di base; Settore di ricerca e sviluppo altamente specializzato e servizi tecnici e di marketing all avanguardia; Abbondanza di risorse naturali, ricche risorse minerarie e autosufficienza agricola; Promettente futuro di un industria tecnologica dell informazione in continua crescita; Moderno ed efficiente sistema bancario con una rete di oltre sportelli a cui si affiancano numerose istituzioni finanziarie a livello nazionale e locale; Mercato borsistico sviluppato con 23 sedi di borsa ed oltre 9000 società quotate; Una delle nazioni più competitive a livello di specialisti del settore tecnologico; Ambiente favorevolmente predisposto agli investimenti esteri a cui é concessa la possibilità di entrare nel mercato indiano, scegliere la tecnologia, importare ed esportare; Convertibilità dei conti correnti e convertibilità per i conti capitali riconosciuta agli investitori esteri; Potere giudiziario indipendente; Speciali investimenti e pacchetti fiscali concessi all esportazione e ad alcuni settori, quali l energia, l elettronica ed il software; Lingua inglese utilizzata comunemente per condurre trattative commerciali; Protezione legale per i diritti di proprietà intellettuale. 9

11 I rapporti economici fra l Italia e l India L Italia è, tra i membri dell Unione Europea, il quarto partner commerciale dell India. L Italia e l India hanno, oltre ad intensi rapporti commerciali che risalgono ai tempi dell impero romano, numerose cooperazioni economiche e tecniche che includono investimenti e joint-ventures. Sono circa 1000 le joint-ventures siglate tra i due Paesi e di queste quasi 700 sono nate nel periodo post-liberalizzazione, cioè a partire dal I maggiori investimenti italiani sono nell area dei trasporti, del tessile, della trasformazione alimentare, della metallurgia, della chimica, della cosmetica, della gomma, della pelle, della ceramica e del vetro. IMPORT-EXPORT Le principali esportazioni dall India verso l Italia riguardano il tessile, i filati, la pelle e i prodotti in pelle, i prodotti chimici, i coloranti, i farmaceutici, il granito, i prodotti ittici, la gioielleria, i tappeti, il caffè ecc. Le importazioni dall Italia sono costituite da macchinari e beni strumentali, strumenti di precisione, prodotti metallurgici, di ingegneria, farmaceutici ecc. Nella tabella seguente sono indicati i valori per gli ultimi anni: Anno Esportazioni Importazioni ,69 987, ,14 921, , , ,84 744,05 Dati in milioni di dollari USA INVESTIMENTI DIRETTI L Italia risulta 11ª nella lista dei paesi che investono in India. Nel periodo sono stati approvati investimenti per un totale di miliardi di lire che hanno generato un cash flow di quasi 400 miliardi. 10

12 I rapporti economici fra l Italia e l India Un analisi per settore degli investimenti effettuati dalle società italiane in India mostra che le proposte di investimento si sono concentrate soprattutto nel settore dell industria automobilistica (43,14%), seguito da quello della trasformazione alimentare (16,33%) e dell industria metallurgica (14,64%). Per quanto riguarda i trasferimenti di tecnologia, sono 390 le collaborazioni tecniche approvate per l Italia che, in questo modo, rappresenta il 5,96% del totale delle collaborazioni registrate in India a partire dal LA PRESENZA ITALIANA IN INDIA Uno dei primi e maggiori investitori italiani in India è la FIAT Spa che iniziò le prime operazioni nel 1951 siglando una collaborazione tecnica con l indiana Premier Automobiles Ltd. (PAL) di Mumbai per la produzione destinata al mercato interno dell autovettura modello Attualmente gli investimenti della FIAT in India vedono coinvolte le seguenti società del gruppo: New Holland (trattori), Magneti Marelli (componenti per autovetture), Teksid (fonderie), COMAU (consulenza), FIATAVIO (energia), Centro Ricerche FIAT (ricerche), ecc. L ENI (Ente Nazionale Idrocarburi) è in India da più di trent anni. È stato il primo gruppo occidentale ad avere offerto assistenza tecnica ed un credito a lungo termine di 150 milioni di dollari per lo sviluppo dell industria petrolifera del settore pubblico indiano. Alla fine degli anni 50, la Saipem pose il primo oleodotto nell India orientale e la Snamprogetti vinse un contratto per la costruzione di una centrale alimentata a carbone nello stato del Bengala Occidentale. La Saipem si è occupata anche dell esplorazione dei giacimenti nel Bihar, nell Uttar Pradesh e nel Punjab. Per la raffineria di Chennai, la Snamprogetti ha utilizzato il massimo possibile di manodopera e risorse locali. Snamprogetti ha inoltre avviato una collaborazione tecnica negli impianti di ammoniaca e urea di Kakinada (Andhra Pradesh), Gadepan (Rajasthan), Babrala e Shahjahanpur (Uttar Pradesh). Costituita nel 1951, SAE (India) opera nel campo della trasmissione di energia elettrica. Questa società è stata la prima in India a completare una linea a circuito singolo di 400 KV; una linea a doppio circuito da 400 KV e una linea HVDC da 500 KV. SAE (India) si è distinta, inoltre, nell elettrificazione delle linee ferroviarie: più del 40% dell elettrificazione della rete ferroviaria indiana è stata compiuta da questa società. 11

13 I rapporti economici fra l Italia e l India COMITATO CONGIUNTO INDO-ITALIANO PER LA COOPERA- ZIONE ECONOMICA Il Comitato Congiunto Indo-Italiano per la Cooperazione Economica è stato costituito nel marzo 1976 per promuovere le relazioni economiche tra l India e l Italia. Questo Comitato è il successore della Commissione Indo-Italiana (che fu operativa dal 1959 al settembre 1975) e si riunisce una volta l anno alternativamente a Delhi e Roma. La prima sessione si è tenuta a Roma dal 1 al 4 dicembre Gli incontri non si sono tenuti regolarmente e per questa ragione se ne sono avuti in totale solo 13. Oltre a questi incontri di così elevato profilo, si sono registrate numerose visite dei Ministri per il Commercio con l Estero. TRATTATO BILATERALE PER LA PROTEZIONE DEGLI INVESTI- MENTI (BIPA) Un Trattato tra l Italia e l India per la promozione e la protezione degli investimenti è stato firmato a Roma il 23 novembre 1995 dai rispettivi ministri per gli esteri, Signor Pranab Mukherjee, in rappresentanza del Governo Indiano, e Signora Susanna Agnelli, in rappresentanza del Governo Italiano. Obiettivo di tale accordo è creare le condizioni per dare maggiore impulso agli investimenti sia pubblici che privati, alla reciproca protezione di tali investimenti e stimolare le iniziative individuali di affari tra le industrie dei due paesi. Il Governo Indiano ha ratificato l accordo il 28 giugno 1996; quello Italiano il 26 marzo Da quest ultima data il trattato è entrato in vigore. TRATTATO CONTRO LA DOPPIA TASSAZIONE DEI REDDITI (DTAA) Tale trattato è stato firmato a Roma nel 1985; tuttavia, poichè entrambe le parti sentivano la necessità di avere un accordo più dettagliato, fu preparato un nuovo testo che venne firmato durante la visita in India dell allora Ministro per il Commercio Estero, Sig. Claudio Vitalone, avvenuta nel febbraio Gli strumenti di ratifica vennero scambiati a Roma durante la visita di Pranab Mukherjee, ministro degli esteri indiano, che incontrò il collega italiano, Signora Susanna Agnelli, il 23 novembre

14 La cooperazione indo-italiana nell IT In virtù delle vaste potenzialità esistenti per reciproche cooperazioni, i Governi dell Italia e dell India hanno costituito un Gruppo Congiunto di Lavoro sull Information Technology sotto l egida della Commissione Congiunta Indo-Italiana. A) Gruppo di Lavoro Congiunto Indo-Italiano per l IT Durante il primo incontro del Gruppo di Lavoro Congiunto per IT che si è svolto il 26 aprile 2001 a Firenze è stato firmato un Memorandum di Intesa tra il Governo Italiano (rappresentato dal Sen. Stefano Passigli) e il Governo Indiano (rappresentato dal dott. Vinay Kohli, del Ministero per l IT). Fra i punti salienti dell accordo ricordiamo: Lo sviluppo di un partenariato nel settore dell IT; Promuovere la cooperazione nel settore in modo da cogliere le opportunità nel modo più ampio e mirato La cooperazione tra i due paesi riguarderà le seguenti aree relative alle tecnologie attinenti all IT: sviluppo software servizi informatici abilitati telemedicina istruzione a distanza commercio elettronico governo elettronico sicurezza dell informazione e reati informatici sviluppo delle risorse umane ricerca, progettazione e sviluppo analisi dei mercati dei paesi terzi tecnologia WAP e 3G per la promozione di internet, del commercio elettronico e del m-commerce applicazioni per apparecchi collegati in rete; Promuovere un collegamento integrale nel settore dell informatica tra i due paesi al fine di attingere alle capacità ed alle opportunità di entrambe le parti; Favorire la crescita degli investimenti, la creazione di joint ventures, la promozione di iniziative congiunte, lo sviluppo tecnologico e l ampliamento dei mercati nel settore delle tecnologie dell informazione; Sviluppo, interazione e scambio di talenti nel settore delle tecnologie dell IT, seminari, conferenze, corsi di addestramento; Ricerca e sviluppo tramite incubatori di talenti, finanziamento congiunto di progetti e sviluppo delle infrastrutture. 13

15 La cooperazione indo-italiana nell IT Oltre alle delegazioni governative, erano presenti rappresentanti delle principali associazioni di categoria come ANIE, FEDERCOMI, CONFINDUSTRIA, le quali hanno posto l accento sul ritardo che l Italia ha accumulato in questo strategico settore soprattutto per quanto riguarda il personale specializzato; le stime parlano di un fabbisogno di migliaia di tecnici per i prossimi anni. B) Seminario Cooperazione Italia-India nel settore ICT Il 22 giugno 2001 si è tenuto presso la sede dell Unione Industriali di Roma un seminario sulla cooperazione tra l Italia e l India nel settore ICT organizzato dal Distretto dell Audiovisivo e dell ICT di Roma in collaborazione con la ESC (Electronics and Computer Software Export Promotion Council) e la Sezione Commerciale dell Ambasciata dell India. In tale seminario, che ha visto la partecipazione di 28 delle maggiori società indiane del settore e oltre 30 compagnie italiane, sono state esaminate le realtà dei due paesi e le possibilità di futura cooperazione. A conclusione dello stesso è stato firmato un Memorandum di Intesa che prevede fra i diversi punti lo scambio di informazioni, l organizzazione di seminari e fiere, la consulenza. Qui di seguito riportiamo l elenco delle società indiane che hanno partecipato al seminario con l indicazione del sito Web e dell indirizzo Aptech Worldwide (www.aptech-worldwide.com; Accolade Systems Pvt. Ltd. (www.accoladeindia.com; Choice Solutions (www.choice-solutions.com; Datacons Pvt. Ltd. (www.dcons.com; Excel Infotech; ESN Technologies (India) Pvt. Ltd. (www.esntechnologies.com; Gdisoft (UK) Ltd. Inforadiate Technologies (www.inforadiate.com; Janus Communications (www.worldofjanus.com; KALS Information Systems Ltd. (www.kalsinfo.com; L&T Information Technology (www.ltitl.com; Manthra Innovative Solutions (P) Ltd. Nucleus Software (www.nucsoft.com; Pixel Infotek Pvt. Ltd. (www.pixelinfotek.com; PSI Datasystems (www.psi.soft.net; Rave-Technologies India Ltd. (www.ravetech.com; QuestAnn Radix Infotech Ltd. (www.radixinfotech.com; SAR Soft Tech Pvt. Ltd. (www.sarsoftech.com; S. K. Software Skyweb India Ltd. (www.skywebindia.com; Softprojex (UK) Ltd. (www.softprojex.com; SRA Systems Ltd. (www.srasys.com; Sysarris Software Pvt. Ltd. (www.sysarris.com; Tetrabyte Unisoft (India) Pvt. Ltd. Wipro Technologies (www.wipro.com; Zensar Technologies (www.zensar.com; 14

16 Collaborare con l India Secondo un recente studio della Banca Mondiale, l India è la meta preferita delle società di software per via della qualità del prodotto indiano e della competitività a livello di costi. I vantaggi e le opportunità offerte dall industria indiana dell IT hanno portato le maggiori multinazionali del settore a stabilirvi le proprie operazioni. Industria a forte crescita I 20 principali esportatori di software Società Esportazioni Tata Consultancy Services 370,67 Wipro Ltd. 226,52 Infosys Technologies Ltd. 189,06 Satyam Computer Services Ltd. 144,11 HCL Technologies Ltd. 137,59 NIIT Ltd. 119,95 Silverline Technologies Ltd. 94,52 Pentamedia Graphics Ltd. 84,57 Pentasoft Technologies Ltd. 76,74 Patni Computer System Ltd. 64,13 IBM Global Services India Pvt. Ltd. 56,41 Mahindra British Telecom Ltd. 51,08 DSQ Software Ltd. 50,04 I-flex Solutions Ltd. 42,11 Tata Infotech Ltd. 41,50 Zensar Technology Ltd. 40,26 Cognizant Technology Solutions India Ltd. 39,86 Birla Soft Ltd. 35,65 Polaris Software Lab. Ltd. 31,76 L&T Information Technology Ltd. 30,31 Total 1926,94 (percentuale sul totale del software esportato) 51,23% (dati riferiti all anno ed espressi in dollari USA) Fonte: Annuario Statistico 2000 dell E.S.C. Dal 1995 l industria indiana dei servizi informatici e del software è cresciuta ad un tasso composto di crescita annuale del 56,3%. Si prevede che questa tendenza continui nel Terzo Millennio. Entro la fine del 2001 il giro d affari delle aziende di servizi di software e IT in India avrà quasi superato i 10 miliardi di $USA e le esportazioni i 6,24 miliardi di $USA e gli utili, previsti in rialzo, registreranno un aumento di oltre il 30% annuale. Per la sola quota di mercato dei sistemi e software applicativo è previsto un aumento intorno al 60% 15

17 Collaborare con l India entro il Sta di fatto che le esportazioni di software dell India hanno rappresentato più del 13% sul totale delle esportazioni nel In 3 anni, il settore esteso delle comunicazioni e dell IT potrebbe rappresentare più del 10% del PIL. La ragione di questi risultati è il forte consolidamento e l accresciuta credibilità di cui gode il software indiano nel più ampio mercato del mondo: gli Stati Uniti d America. Qui l India esporta più del 60% della propria produzione di software. Il grafico seguente mostra ampiamente quanto detto finora. Suddivisione per settore del mercato del software (in percentuale) Servizi Professionali 5,48 1,72 Supporto & Assistenza 36,5 44,15 Prodotti & pacchetti Progetti Servizi IT Formazione 7,90 4,25 Origine dei proventi delle esportazioni Destinazione esportazioni (per area geografica) 2% 6% 4% 5% 23% 1,72 60% Resto del mondo Giappone Sud Est Asiatico Medio & Estremo Oriente Europa Stati Uniti 16

18 Collaborare con l India Un forte settore interno dell IT si sta consolidando come dimostrato qui di seguito (valori in milioni di dollari): Valore del Mercato interno IT Tutto questo consente di offrire vaste opportunità ad un potenziale partner con l India Anno Opportunità in quattro macrosettori Il mercato IT indiano offre opportunità in quattro settori chiave - Servizi IT, prodotti software, servizi gestiti da IT ed e-business. Oltre al mercato delle esportazioni, tutti questi segmenti presentano anche una componente importante di mercato interno. Possibilità che possono generare redditi di circa 90 miliardi di $USA entro il 2008 Con base Presenza Sub-totale Interno Totale 1998 CAGR in India in India (internazionale) Servizi IT 23 7* 30 8,5 38,5 2,1 34% Prodotti software ,5** 19,5 0,6 40% Servizi abilitati da IT ,4 47% E-business ,2 48% Totale 50,0 12,0 62, ,3 39% (Anno 2008 redditi scomposti in miliardi di $USA) CAGR: Tasso di Crescita Annuale Composto Esportazioni di 50 miliardi di $USA nel 2008 ** Legacy/Client server, ERP, package work e Internet hanno tutti differenti proporzioni del lavoro al di fuori dell India dove i proventi non derivano dalle esportazioni. ** Rivendita di prodotti importati inclusa. Fonte: NASSCOM 17

19 Collaborare con l India Alcuni sub-settori chiave sono : Servizi IT Sistemi legacy che abilitano il web E-Commerce/applicazioni estese per aziende Integrazione applicazioni basate su standards specifici Knowledge management Applicazioni in convergenza Prodotti software Bancario, Finanziario ERP, MIS Software incorporato (programmi) Software per telecomunicazioni Servizi gestiti tramite IT Servizi per Risorse Umane Interazione utente remoto Ricerca dati, integrazione ed analisi Engineering e Servizi di design E-Business Business-to-business interno Business ad utente Il modello offerte copre Onsite Offshore Modalità offsite Le aziende indiane stanno creando delle partnership proficue attraverso un mega-trust nei servizi abilitati da IT con l obiettivo di creare profitti, a livello internazionale, per più di 17 miliardi di dollari USA. Inoltre, le aziende indiane possono sviluppare product add-ons e software in settori in rapida crescita e aventi grandi potenzialità su scala internazionale fino a 10 miliardi dollari. È importante citare fra questi il settore emergente del software per le telecomunicazioni. Le aziende indiane possono anche costituire e-business in India per 18

20 Collaborare con l India sfruttare le offerte provenienti dai mercati dei Paesi Terzi e dai clienti interni. Ciò può generare proventi fino a raggiungere la cifra di 10 miliardi di $USA. Anno Servizi Onsite Servizi Offshore Prodotti e Pacchetti ,5 68,1 18, ,8 100,9 32, ,8 177,1 45, ,9 261,9 96, ,2 467,5 127, ,0 825,1 192, , ,3 306,9 (in milioni di US$) Fonte: NASSCOM Software per telecomunicazioni: il nuovo USP Tra il 1987 e il 1997, la spesa IT su scala mondiale è aumentata al tasso del 23%. Ciò è stato dovuto all accresciuta disponibilità e alla possibilità di connettere l IT all economia centrale. Ciò ha convertito i non-utenti in utenti dedicati. La fase successiva dovrebbe essere altamente promettente. Infatti, sulla base di questi successi, i responsabili della vecchia economia investiranno notevoli somme di denaro sul software per le telecomunicazioni e sui servizi, nel tentativo di incrementare la produttività indotta dalla competizione e ottenere risparmi nei costi. È questa la ragione per cui entrare in partnership con aziende indiane nel software per comunicazione (dove saranno investiti 60 miliardi di dollari USA), design di produzione e software di sistema, diventerà fondamentale per poter acquisire una quota di mercato più ampia su scala mondiale. Connettività globale Un requisito importante per questo vantaggio legato ad IT è il fatto di essere connessi. Il settore delle telecomunicazioni indiano si sta potenziando, sospinto, come è stato finora, dai massicci investimenti provenienti dal settore privato. Non c è da meravigliarsi se il settore delle telecomunicazioni ha registrato nel un flusso di investimento estero di più di 1 miliardo di dollari USA. Questo è il risultato di politiche di cielo e terra aperti nel settore delle linee cablate e comunicazioni senza fili. Così, SingTel e Barthi Telecom stanno costruendo una connessione a fibre ottiche internazionale esterna a 7,3 terabytes/secondo che sarà operativa a breve. In aggiunta a ciò, ci sono i progetti dei collegamenti via satellite e i progetti con cavi sottomarini che tendono ad aumentare la larghezza di 19

21 Collaborare con l India banda di più di trecento volte nei prossimi 5 anni. L ampiezza di banda diventerebbe così disponibile per l aggiunta in ciascun elemento delle condutture di rete che trasmettono informazioni: dorsali a fibre ottiche, tecniche di compressione senza fili, hubs che guidano le informazioni trasmesse e i relativi dispositivi usati per fornire l accesso, come xdsl, tecnologie modem via cavo. Tutto questo in aggiunta alla rete senza fili costituita su piattaforme 3G, come WAP e Bluetooth. L obiettivo è quello di fornire fino a 300GB di connettività internazionale nei prossimi 5 anni. Il provider statale di servizi che operava in situazione di monopolio è stato privatizzato. Servizi fissi sono aperti alla più completa e libera competizione privata come anche i providers dei servizi di Internet, servizi satellitari e gateways internazionali. Fino al 49% di partecipazione azionaria estera è consentita nella tecnologia senza fili e nei servizi cellulari; fino al 74% nei servizi satellitari e fino al 100% nel settore dei servizi Internet. Non ci sono limiti alla partecipazione azionaria estera, né necessità di autorizzazioni per la produzione dei servizi di telecomunicazione. È in funzione una potente Autorità di Regolamentazione e Controllo (la Telecom Regulatory Authority). DishnetDSL, Tycom alleati per unità cavi sottomarini - 1,25 miliardi di $USA DishnetDSL del gruppo Sterling è alleato con la statunitense Tycom per la Rete di Cablaggio del Sud Est Asiatico (SEACN), un sistema di cavi sottomarini. La stima del costo di quello che viene considerato il più grande progetto realizzato con cavi sottomarini da parte di una società indiana è di 1,25 miliardi di dollari USA. Leggi per il Cyberspazio Per poter fornire un contesto legale così da agevolare le transazioni elettroniche sotto forma di commercio elettronico, è stato promulgato l Information Technology Act Tale legge fornisce un contesto legale per il riconoscimento di contratti elettronici, la prevenzione di reati informatici, l archiviazione elettronica dei documenti, ecc Esso emenda, inoltre, alcune leggi correlate per fornire un contesto sufficientemente ampio per portare avanti il business nel Cyberspazio. Un Controller Cyber regola il meccanismo di firma digitale nonché l intera applicazione della legge. Per affrontare il problema della convergenza di fonia, dati e multimedia, verrà costituita, a breve, una Commissione di Convergenza (il disegno di legge per la costituzione della stessa è in discussione in 20

22 Collaborare con l India Parlamento). Ciò garantirebbe una rete di controllo per tutti i settori di telecomunicazioni e datacom broadcast/narrowcast per costituire la Convergent India Inc.. Esistono già 425 Providers di Servizi Internet autorizzati, di cui oltre 100 operativi. 125 Gateway internazionali sono stati approvati nel settore privato. Le licenze che stanno per essere assegnate nei servizi di base (115) daranno la possibilità di gestire una mobilità cellulare a breve raggio. Sono attivi oltre VSAT. Stayam Infoway vara quattro accessi via satellite Satyam Infoway Ltd., primaria compagnia di e-commerce dell India, ha annunciato il varo del suo quarto gateway internazionale a Pune. I precedenti gateways satellitari a Mumbai, Ahmedabad e Hyderabad sono stati varati nel novembre Con questo lancio, la Sify è diventata la prima ISP a costituire un gateway a Pune. Tutte queste iniziative consentiranno ai partners commerciali di sfruttare a pieno la larghezza di banda presente a costi globalmente competitivi. Qualifiche per le Piattaforme di sviluppo Le aziende di software indiane sono qualificate su molte piattaforme, inclusi mainframes, superminis, PC, Macintosh e così via. Juniper gioca al rialzo sul mercato delle reti L India è diventata importante non soltanto come base per lo sviluppo del software, ma è anche emergente come un importante mercato per l equipaggiamento delle reti Internet. I leaders mondiali nella produzione di equipaggiamento di rete stanno visitando l India per delineare la loro strategia per assicurarsi la fetta più ampia della torta. Un accordo in partnership con le società IT indiane consentirà una facile integrazione e un collegamento agevole con le varie piattaforme e sistemi. Investitori stranieri giocano al rialzo in India Nonostante alcune difficoltà come le infrastrutture e la legislazione del lavoro, gli investitori stranieri hanno espresso fiducia nell economia indiana: è quanto è emerso da un indagine condotta dalla Federazione delle Camere di Commercio Indiane (FICCI). Sulla base delle risposte ottenute da 400 investitori stranieri in India, il 26% di loro ha detto che le condizioni di crescita indiane sono buone e il 61% ha detto che sono nella media e soltanto il 13% le considera non buone. Fatto sorprendente, il 54% di coloro che hanno risposto stanno pianificando di espandere le loro operazioni in India. 21

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE Novembre 2010 Report realizzato dalla Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry Introduzione L industria della trasformazione alimentare in India è una

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 1 Agenda > Focus Paese > Le zone economiche speciali > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 2 Perché investire in India? Crescita economica > 7,4% nell anno fiscale 09-10; 6,7% nel 08-09; previsioni

Dettagli

Gli assetti a popolazione

Gli assetti a popolazione Gli assetti a popolazione Lo strategic network (mercato auto) L industrial network (filiera, distretto) I business network (eterarchia-relazione) Il policy network (politica pubblica) Le filiere IL SETTORE

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

www.100x100fibra.acantho.net

www.100x100fibra.acantho.net ........................................................................................................................ www.100x100fibra.acantho.net Acantho, con una rete di oltre 3.500 Km in fibra ottica,

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013.

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013. Internet of Everything (IoE) I 10 risultati principali del sondaggio IoE Value Index di Cisco, condotto su un campione di 7.500 responsabili aziendali in 12 paesi Joseph Bradley Jeff Loucks Andy Noronha

Dettagli

D U R A T A 1998-2003. D O T A Z I O N E F I N A N Z I A R I A 30 milioni di euro.

D U R A T A 1998-2003. D O T A Z I O N E F I N A N Z I A R I A 30 milioni di euro. ASIA-URBS D U R A T A 1998-2003 D O T A Z I O N E F I N A N Z I A R I A 30 milioni di euro. O B I E T T I V I Contribuire allo sviluppo socioeconomico dei paesi dell Asia, in particolare migliorando le

Dettagli

Capitolo 13. Crescita economica, produttività e tenore di vita

Capitolo 13. Crescita economica, produttività e tenore di vita Capitolo 13 Crescita economica, produttività e tenore di vita Crescita economica prima di tutto Fino a 100 anni fa la ricchezza delle nazioni (anche di quelle più sviluppate) era assai modesta rispetto

Dettagli

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l Riassunto L India è uno dei paesi più grandi del mondo, il secondo in quanto a popolazione e uno di quelli in via di sviluppo che negli ultimi anni ha mostrato le maggiori potenzialità di crescita economica

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre Servizio Gateway Confidi Claudio Mauro Direttore Centrale RA Computer Roma, 29 Novembre 2013 RA Computer In cifre Più di 300

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali

La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali Gianfranco Barbieri Senior Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Presidente dell Associazione Culturale Economia e Finanza gianfranco.barbieri@barbierieassociati.it

Dettagli

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5.

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5. 1. Orientamento alle esportazioni Oggi il Cile detiene il primato mondiale per quanto riguarda la rete di trattati di libero scambio commerciale: oltre venti accordi sottoscritti con sessanta paesi, e

Dettagli

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi PARTNERSHIP PROGRAM Da oltre 10 anni offriamo connettività professionale dedicata alle aziende. Diventa partner Fibering e accelera il tuo business. Garantiamo efficienza, affidabilità e supporto. Metti

Dettagli

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE Giampio Bracchi Presidente Fondazione Politecnico di Milano Convegno ABI Internet e la Banca Roma,1 dicembre 2003 Economia della rete nel mondo, trasformazione e crescita:

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato.

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato. CHI SIAMO La PROGETTI S.r.l., con sede a Mantova, è stata creata nel marzo del 1993, da professionisti che sin dal 1987 hanno operato all interno del Gruppo Eni (Stabilimenti di Mantova, Ferrara, Porto

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

INFRASTRUTTURE E COMPETITIVITÀ INTERNAZIONALE: IL PUNTO DI VISTA DELLE AZIENDE

INFRASTRUTTURE E COMPETITIVITÀ INTERNAZIONALE: IL PUNTO DI VISTA DELLE AZIENDE INFRASTRUTTURE E COMPETITIVITÀ INTERNAZIONALE: IL PUNTO DI VISTA DELLE AZIENDE Marzo 2013 realizzata da un gruppo di lavoro( 1 ) composto da: Giorgio Di Giorgio (LUISS e CASMEF) Marzia Germini (ENEL Foundation)

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere gli uomini e le donne poveri che vivono nelle aree rurali in condizione di raggiungere

Dettagli

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a.

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a. Capitolo 2 Commercio internazionale: uno sguardo d insieme [a.a. 2012/13 ] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Struttura della Presentazione Il commercio

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane Sintesi del seminario organizzato dall ICE il 22/03/2011 in Roma Le migliori aziende per le energie rinnovabili La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Il processo di internazionalizzazione

Il processo di internazionalizzazione Il processo di internazionalizzazione Brescia, 16 aprile 2015 CONTENUTI Chi e Crossbridge Le fasi del processo di internazionalizzazione Le esperienze Le opportunità nel Far East I partner di Crossbridge

Dettagli

PRODUZIONE E CRESCITA

PRODUZIONE E CRESCITA Università degli studi di MACERATA ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2012/2013 PRODUZIONE E CRESCITA Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@unimc.it Web: http://docenti.unimc.it/docenti/fabio-clementi

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity GEFRAN S.p.a. Utilizzata con concessione dell autore. GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity Partner Nome dell azienda GEFRAN S.p.a Settore Industria-Elettronica Servizi e/o

Dettagli

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE Con Passepartout Mexal le aziende possono migliorare in modo significativo l organizzazione e l operatività. Ingest è a fianco delle aziende con servizi

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

Caratteristiche e Potenzialità

Caratteristiche e Potenzialità Le opportunità di investimento per le aziende italiane Dott. Enrico Perego Milano, 8 Marzo 2012 Caratteristiche e Potenzialità Valutazione Paese Forza lavoro giovane e a basso costo Forte stabilità politica

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali.

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Nasce nel Luglio del 2007 come Family Company in seguito agli investimenti

Dettagli

Capitolo 19. Crescita economica, produttività e tenore di vita. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 19. Crescita economica, produttività e tenore di vita. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 19 Crescita economica, produttività e tenore di vita Crescita economica prima di tutto Fino a 100 anni fa, la ricchezza delle nazioni (anche di quelle più sviluppate) era assai modesta rispetto

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

Fiscal News N. 101. Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI. La circolare di aggiornamento professionale 02.04.2014.

Fiscal News N. 101. Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI. La circolare di aggiornamento professionale 02.04.2014. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 101 02.04.2014 Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI Categoria: Imprese Sottocategoria: Varie E stata pubblicata dal

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa.

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. CHI SIAMO Assofermet è l Associazione Nazionale delle imprese del commercio, della distribuzione e della prelavorazione di prodotti siderurgici, dei

Dettagli

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo quindici Produzione globale, outsourcing e logistica Caso di apertura 15-3 Quando ha introdotto la console video-ludica X-Box, Microsoft dovette decidere se produrre

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A.

Dettagli

Certificazione per i Partner di canale di Axis

Certificazione per i Partner di canale di Axis Axis Communications Academy Certificazione per i Partner di canale di Axis Il nuovo requisito per i Partner esperti di soluzioni è anche uno dei loro maggiori benefici. Axis Certification Program lo standard

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi. Produzione intelligente, sicura e sostenibile

Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi. Produzione intelligente, sicura e sostenibile Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi Produzione intelligente, sicura e sostenibile Trasformiamo la vostra azienda Pensate di poter continuare a lavorare nel solito modo? Le cose sono cambiate. Le aziende

Dettagli

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12 Compatibile con UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione CHI È UNIDATA Operatore di Telecomunicazioni e Information Technology con molti anni di esperienza, a vocazione regionale, con proprie infrastrutture

Dettagli

I seguenti Enti, Istituzioni e Organizzazioni Economiche del territorio piacentino:........................

I seguenti Enti, Istituzioni e Organizzazioni Economiche del territorio piacentino:........................ PROTOCOLLO D INTESA per la promozione, ideazione, progettazione e realizzazione di iniziative del Sistema istituzionale, economico e sociale della provincia di Piacenza in vista della Esposizione Universale

Dettagli

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business la soluzione PER IL MERCATO CHE CAMBIA Enerpoint, attiva da oltre 12 anni nel settore Fotovoltaico e da sempre in prima linea per promuovere il cambiamento,

Dettagli

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA Nasce Trentino International, lo Sportello integrato per l internazionalizzazione. Uno strumento pensato per le aziende trentine che vogliono aprirsi ai mercati esteri con

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti.

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti. Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia Ufficio di Sofia Ufficio di Sofia Dipartimenti e Aree aggiornamento febbraio 2015 GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA La disciplina

Dettagli

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato Marina Mauro 24 Settembre 2012 Salone della Proprietà Industriale INTRODUZIONE CHI SIAMO MURGITROYD & COMPANY è

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Executive summary della nuova normativa sulle startup

Executive summary della nuova normativa sulle startup Executive summary della nuova normativa sulle startup Dicembre 2012 2 Fare dell Italia la prossima startup nation Il 4 ottobre 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge contenente Ulteriori

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

La Mission di UBI Pramerica

La Mission di UBI Pramerica La Mission di UBI Pramerica è quella di creare valore, integrando le competenze locali con un esperienza globale, per proteggere e incrementare la ricchezza dei propri clienti. Chi è UBI Pramerica Presente

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE YG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015 Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati e Industria del Senato della Repubblica Saipem: un'eccellenza italiana nel Mondo (1 di 2) Filmato 2 Saipem: un'eccellenza

Dettagli

Capitolo 7. Struttura della presentazione. Movimenti dei fattori produttivi. La mobilità internazionale dei fattori

Capitolo 7. Struttura della presentazione. Movimenti dei fattori produttivi. La mobilità internazionale dei fattori Capitolo 7 La mobilità internazionale dei fattori preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Rosario Crinò) 1 Struttura della presentazione Mobilità internazionale del lavoro Prestiti internazionali

Dettagli

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO TTMLM/2013/14. Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro Conclusioni 1 La Riunione Tecnica Tripartita sulla migrazione per lavoro, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO Riunione Tecnica Tripartita sulla Migrazione per Lavoro TTMLM/2013/14 Ginevra, 4-8 novembre

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA

5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA 5. IL MERCATO DELLA FORMAZIONE A DISTANZA Quali segnali provengono dal mercato dell e-learning? Diventerà effettivamente un settore cardine dell economia mondiale o si tratta di un settore destinato ad

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.22.0 ATTIVITÀ 72.60.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE EDIZIONE DI SOFTWARE

STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.22.0 ATTIVITÀ 72.60.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE EDIZIONE DI SOFTWARE STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.10.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE ATTIVITÀ 72.21.0 EDIZIONE DI SOFTWARE ATTIVITÀ 72.22.0 ALTRE REALIZZAZIONI DI SOFTWARE E CONSULENZA SOFTWARE ATTIVITÀ

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli