ud.info Ambient Ambiente Lui 07 / Luglio 07 Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ud.info Ambient Ambiente Lui 07 / Luglio 07 www.comune.udine.it Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti"

Transcript

1 Teritori Parcs publics e areis verdis Territorio Parchi pubblici e aree verdi Scovacis L impuartance de racolte diferenziade Rifiuti L importanza della raccolta differenziata Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti ud.info Lui 07 / Luglio 07 Ambient Ambiente

2 Verde pubblico / Vert public 2 Areis verdis e parcs publics Aree verdi e parchi pubblici In cheste pagjine, l arc di acès al Parc de Rimembrance in vie Diaz In questa pagina, l arco di ingresso al Parco della Rimembranza in via Diaz A Udin no mancjin lis areis verdis, dai zardinuts di cuartîr ai grancj parcs urbans. Il spazi dedicât al vert te nestre citât al è di passe doi milions di metris cuadrâts, a disposizion di cui che al à voie di sentâsi intune bancjute dal parc dal Cormôr, par esempli, o dal parc Foni (rinovât che al è pôc) e che si cjate di bot framieç di trois ben curâts e arbui di ogni sorte. Udin al ufrìs a citadins e a visitadôrs spazis verts ospitâi e ben tignûts, dulà che si pues passâ cualchi ore come che si fos tal mieç de campagne. Invezit o sin a plen in citât, dulà che, soredut in cheste stagjon, o podìn passisi i voi cun strops colorâts e vialuts in flôr, rimirant tal stes timp i arbui e lis plantis di ogni specie che a cressin tes sôs areis verdis. E il vert di Udin si rinove ogni an: a son stâts screâts che al è pôc doi strops gnûfs, in vie Pradaman e in vie Martignà, e ca di pôc timp a vignaran sistemâts i Zardins del Torso e i 200 metris cuadrâts de aree bandonade di vie Sant Gotart. Dongje dai parcs e dai strops ad ôr des stradis, a son ancje i famôs zardins de citât: di fat, cun metris cuadrâts di vert, Udin al à siet zardins storics, vâl a dî il Zardin Rubini, il Parc de Rimembrance, il Zardin Loris Fortuna, i Zardins del Torso, il Zardin Dante, i Zardins dal Vescul (Ricasoli) e il Cuel dal Cjistiel. I ultins doi a àn arbui tra i plui antîcs de citât e nus permetin, in ogni stagjon, di dâ un cuc a dut ce che la nature e pues ufrînus tal mieç de citât. A Udine non mancano gli spazi verdi, dalle aree attrezzate ai parchi urbani. Lo spazio dedicato al verde in città è di oltre due milioni di metri quadrati, a disposizione di chiunque voglia sedersi su una panchina del parco del Cormor, ad esempio, o del rinnovato parco Foni e immergersi tra sentieri ciottolati e alberi di ogni specie. Udine è in grado di offrire a cittadini e visitatori accoglienti spazi verdi in cui trascorrere qualche ora della giornata come in aperta campagna. Invece siamo nel cuore della città, dove, soprattutto in questa stagione, si può godere la vista di aiuole colorate e viali fioriti; si possono ammirare i alberi che si ergono nelle aree verdi e piante di ogni tipo. E il verde di Udine continua a rinnovarsi ogni anno: da poco sono nate due nuove aiuole in via Pradamano e in via Martignacco e prossimamente saranno risistemati i Giardini dei Torso e i 2000 metri quadrati dell area incolta di vis San Gottardo. Spostando lo sguardo dalle grandi aree e dalle colorate aiuole si possono ammirare gli splendidi giardini della città. Con metri quadrati di verde Udine vanta sette giardini storici: il Giardino Rubini, il Parco della Rimembranza, il Giardino Loris Fortuna, i Giardini del Torso, il Giardino Dante, il Giardino Ricasoli e il Colle del Castello. Questi ultimi due vantano alcuni fra gli alberi più vecchi della città e offrono in tutte le stagioni uno sguardo sulla natura più variegata nel centro di Udine.

3 Parchi / Parcs 4 La storie dal Zardin Grant e tache ae fin dal Dusinte cuant che si clamave Zardinum Domini Patriarchae e al faseve part dai terens feudâi. Vie pai secui, fin tal principi dal 900, il Zardinum nol è cambiât cuissà ce; ancje la sô funzion e je restade avonde compagne, tant che puest dulà cjatâsi e fâ afârs. In veretât tal 1547 a scomençarin a jessi nomenâts ogni an trê presidents, che a vevin di viodi de manutenzion dal Zardin: la int di fat lu doprave in mil manieris, par esempli tant che discjarie di rudinaçs, o ben a levin a cjapâ sù il pantan de rive dal lagut e lu dopravin par coltâ i cjamps. Te place si fasevin ancje marcjâts di ogni gjenar, si leve a pescjâ tal lagut e si menavin a passon lis pioris. Tor la fin dal 700 il Zardin al tacà a vê l aspiet di un parc public, cun stradis par lâ in caroce e trois par lâ a pît: di fat ai 27 di Dicembar dal 1808 il Consei Comunâl al veve decidût di justâ il Zardin tant che puest di passaç public e di corsis; i lavôrs a son stâts puartâts insom a metât dai agns Trente dal secul XIX. Sot de Italie, la place e je stade doprade ancjemò doprade come marcjât e, cul 1876, e je deventade il puest dal marcjât franc setemanâl. Tal 1880 il marcjât des bestiis al è stât mandât di une altre bande, ancje se lis corsis dai cjavai son ladis indevant fintremai ae fin dal secul. Cu la Prime Vuere Mondiâl, il Zardin Grant al è deventât cjamp militâr e ricovar pes bestiis, invezit te Seconde Vuere al è stât doprât tant che ort di vuere, tignût a grans e a patatis. Tal 1944 i todescs a àn fat sù un un ripâr cuintri dai bombardaments, il bunker: ae fin de vuere, stant che lis autoritâts militârs a vevin improibît di butâlu jù, si à vût di cuvierzilu di tiere, formant cussì une culinute un pôc stranie. Ai 16 di Mai dal 1945, dopo de liberazion, il Zardin Grant al è stât tornât a batiâ Piazza Primo Maggio. Vuê al è un dai parcs publics plui cognossûts e plui frecuentâts di Udin, e al da acet a fiestis e a marcjâts: dai barachins dal marcjât di Nadâl aes gjostris de zornade dal frut de Fieste de Vierte, fint al apontament tradizionâl di Sante Catarine. In struc, che si lu clami Zardin Grant o Piazza Primo Maggio, al è simpri un dai lûcs di incuintri plui popolârs de citât, rapresentant la anime verde e gaiarine di Udin. Zardin Grant Piazza I Maggio La storia di Piazza Primo Maggio inizia nel tardo Duecento quando si chiamava Zardinum Domini Patriarchae e faceva parte dei terreni feudali. Nei secoli, fino agli inizi del 900 il Zardinum ha mantenuto invariato il suo aspetto. Il suo ruolo è stato da sempre quello di luogo d incontri e scambi commerciali. Ma dal 1547 vennero nominati ogni anno tre presidenti per provvedere al buon mantenimento del giardino che era spesso usato dai cittadini per i più svariati usi: da discarica dei materiali edilizi a fonte di concime (quello chi si depositava sul fondo delle rive degli stagni). Inoltre vi si svolgevano fiere di tutti i tipi, la pesca nello stagno e il pascolo delle pecore. Verso la fine del 700 il giardino comincia ad assumere l aspetto di un parco pubblico, dotato di strade per le carrozze e per il passeggio: difatti il 27 dicembre 1808 il Consiglio comunale deliberò l adattamento del Giardino a passeggio pubblico e corse. I lavori terminarono a metà degli anni trenta. In età italiana, la piazza vide riconfermata la tradizionale destinazione a fiere e mercati, cui si associò nel 1876 la creazione di una fiera franca settimanale. Nel 1880 si giunge a una nuova sistemazione del mercato degli animali e le corse ippiche si protraggono sino a fine secolo. Al sopraggiungere della Grande Guerra, il Giardin Grande diventò in un accampamento e ricovero per animali, mentre durante la Seconda Guerra Mondiale la piazza fu trasformata in un orto di guerra dove si seminavano patate e cereali. Nel 1944 i tedeschi costruirono un rifugio antiaereo, il bunker: la sua demolizione vietata dalle autorità militari, rese necessario ricoprirlo di terra, formando un anomala collinetta. Il 16 maggio 1945, dopo la liberazione, Giardin Grande ha preso il nome di Piazza Primo Maggio. Oggi è costituisce uno dei parchi pubblici più conosciuti e frequentati di Udine, che ospita ancora fiere e mercati, dalle classiche bancarelle natalizie, alle giostre ospitate nel Giardino per la festa di primavera con la giornata del bambino fino al tradizionale appuntamento con gli stand di Santa Caterina. Piazza Primo Maggio continua a rappresentare uno lei luoghi d incontro più frequentati della città e rappresentando l anima verde e festosa di Udine. Chi in bande, une imagjine di Zardin Grant Qui a fianco, un immagine di Piazza I Maggio

4 5 Sociale / Sociâl

5 Alberi storici / Arbui storics 6

6 I arbui a contin la storie Gli alberi raccontano la storia I arbui e la nestre storie: nus stan dongje, e di secui a cjalin ce che al sucêt te nestre citât, a vivin tai nestris borcs e a segnin il passâ dal timp e des stagjons. Ve che alore i arbui a son testemonis inmò in vite de nestre storie. A Udin cuasi no nd jere fin sul finî dal secul XVIII, i prins implants si ju à daspò dal passaç vitoriôs di Napoleon I. Ancje a Udin, di Zardin Grant a Viâl Palme, di Viâl Vignesie a Viâl Triest si tachin a viodi i platins tipics dai viâi di Parîs. Un altri toc de nestre storie e je contade dai bovolârs clamâts ancje crupignârs che a son stâts metûts tai prins vincj agns dal 900 sei pal lôr valôr estetic, sei pal simbolisim leât ancje al lôr implei artesanâl: di fat, il lôr len al jere doprât par fâ i manis dai imprescj. Tai stes agns, tai zardins dulintor di palaçs e monuments, si viodin lis primis plantis simpri verdis. Dut câs i arbui e lis areis verdis in citât no àn dome une funzion estetiche. I servizis che a ufrissin a son ancje altris: di fat, a dan une man a difindisi dal incuinament dal aiar. Une part significative dal polvar sutîl e ven stratignude de superficie largje dal fueam des plantis e dai prâts. Il vert al è un tamês pal aiar di citât. Un vert urban san e vivarôs al è duncje un patrimoni multifunzionâl che, cidin, al puarte indenant servizis positîfs pal citadin. Il spetacul piês di viodi al è un arbul che i si gjave la dignitât di cressi, tratât tant che un toc di mobilie, sassinât cence reson tal fueam o tes lidrîs, par fâi puest a tubaduris, marcjepîts e cjasis. Il spetacul piês di viodi al è un arbul in citât che no i si da la dignitât di cressi ben. Andrea Maroè, responsabil dal Vert Public. Gli alberi e la nostra storia: vivono accanto a noi ma sono da secoli spettatori di quanto accade nella nostra città, popolano i nostri quartieri e scandiscono lo scorrere del tempo e delle stagioni. Gli alberi sono pertanto testimoni viventi della nostra storia. Quasi assenti a Udine fino alla fine del XVIII secolo, i primi impianti vengono realizzati a seguito del passaggio vittorioso di Napoleone I. I platani che caratterizzano i viali parigini vengono utilizzati anche a Udine (Piazza I Maggio, Viale Palmanova, Viale Venezia, Viale Trieste). Un altro pezzo della nostra storia è raccontato dai bagolari i cosiddetti spaccasassi - che furono piantati durante il primo ventennio del 900 sia per il valore estetico che per il simbolismo legato anche al loro utilizzo artigianale: il loro legno infatti veniva utilizzato per fabbricare i manici degli attrezzi. Nello stesso periodo nei giardini che circondavano palazzi e monumenti si videro le prime piante sempreverdi (soprattutto Cedrus deodara). Ma gli alberi e le aree verdi in città non hanno funzioni essenzialmente estetiche. I servizi che offrono sono anche altri: operano quali efficienti agenti di protezione da inquinamento dell aria. Una frazione considerevole delle polveri sottili viene trattenuta dalla vasta superficie delle foglie delle piante arboree e dei prati. Il verde è un filtro dell aria cittadina. Una vegetazione urbana sana e rigogliosa è quindi un patrimonio multifunzionale che svolge silenziosamente benefici servizi per il cittadino. Lo spettacolo peggiore è vedere un albero privato della sua dignità di crescere, trattato come un oggetto di arredo, massacrato senza motivo sulla chioma o nelle radici, per far posto a tubi, marciapiedi e case. Lo spettacolo peggiore è un albero in città a cui non sia data la dignità di crescere bene. Andrea Maroè, responsabile Verde Pubblico. 7 Alberi storici / Arbui storics Inte pagjine dongje, cuatri vielis testimonis de vite de citât. Arbui centenaris intal Zardin dal Vescul (i doi a çampe), intal Parc Loris Fortuna (parsore a drete) e dongje dal Domo (in bàs a drete) Nella pagina accanto, quattro vecchi testimoni della vita della città. Alberi centenari ai Giardini Ricasoli (i due a sinistra), nel Parco Loris Fortuna (sopra a destra) e accanto al Duomo (in basso a destra)

7 Risparmio energetico / Sparagn energjetic 8 Plan Energjetic Comunâl Piano Energetico Comunale Il Plan Energjetic Comunâl al covente par misurâ i consums di energjie de citât, dividûts par setôrs, al analize chescj dâts e al individue i intervents che si puedin fâ par sparagnâ i combustibii tradizionâi (petroli, benzine, cjarbon, metan) e par promovi lis fonts rinovabilis. ENERGJIE DI CJASE MÊ I nestris consums fasino dam al ambient? Cuasi dute la energjie che nus covente le cjatìn brusant combustibii fossii che no si puedin rinovâ. In cheste maniere o produsìn une cuantitât fûr di misure di gas che a incuinin. Chestis emissions a fasin dam ae nestre salût, ai boscs e ancje ai fabricâts, e a van a incressi chel che si clame efiet sidrere. Ogni citadin udinês al prodûs intun an 11,6 toneladis di CO2. Cuâi sono i eletrodomestics e lis lampadinis che nus fasin sparagnâ? I eletrodomestics e lis lampadinis plui modernis si dividin daûr de lôr classe di consum, segnade di une letare maiuscule: la classe A al vûl dî che il consum al è bas. Par esempli: un frigorifar di classe A+, cul stes volum e doprât te stesse maniere, al consume il 40% di mancul di un classe C. La robe impuartante, in ogni câs, e je di no fâ straçariis! Ancje une cjase ecologjiche ben fate nus fâs sparagnâ energjie. Ma ce saressie une cjase ecologjiche? Une cjase ecologjiche e rive a ridusi di un grum il consum di energjie che i covente par riscjaldâ di Invier e rinfrescjâ di Istât, in gracie de buine esposizion al soreli e dal isolament fuart dai mûrs, dal cuviert, dal paviment e dai barcons. Cun di plui e je fate cun materiâi naturâi, che no àn dentri sostancis velenosis. Il Piano Energetico Comunale è uno strumento che serve a misurare i consumi di energia della città, suddivisi per settori, analizza questi dati e individua gli interventi di risparmio di combustibili tradizionali (petrolio, benzine, carbone, metano) e la promozione dell utilizzo delle fonti rinnovabili. ENERGIA DI CASA MIA I nostri consumi fanno danni all ambiente? Quasi tutto il nostro fabbisogno energetico è soddisfatto bruciando combustibili fossili non rinnovabili. Tali consumi provocano un enorme quantità di gas inquinanti. Queste emissioni causano danni alla salute, alle foreste, anche agli edifici, e un aumento dell effetto serra. Ogni cittadino udinese produce in un anno 11,6 tonnellate di CO2. Quali sono gli elettrodomestici e le lampadine che fanno risparmiare? Gli elettrodomestici e le lampadine più moderni sono suddivisi in classi di consumo individuate da una lettera maiuscola: la classe A indica quelli che consumano meno. Ad esempio: un frigorifero di classe A+, a parità di volume e di utilizzo, consuma il 40% in meno di un classe C. Spesso, comunque, si tratta di evitare gli sprechi! Anche una casa ecologica ben fatta fa risparmiare energia. Ma che cos è la casa ecologica? Una casa ecologica, oltre ad essere realizzata con materiali naturali, che non contengono sostanze nocive, deve minimizzare il fabbisogno di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo, grazie ad una accurata esposizione al sole ed all ottimo isolamento delle pareti, del tetto, del pavimento e delle finestre.

8 Cualis sono lis tecnichis di sfrutament de energjie solâr che o pues doprâ ancje a cjase mê? La tecniche plui naturâl e je chê di disponi la cjase di mût che e cjapi plui che e pues la radiazion solâr, e di fâle sù cun materiâi e formis che le judin a sfrutâ in maniere passive la energjie solâr. E je une vore impuartante ancje une buine ventilazion naturâl dai locâi. E se o ves miôr di doprâ lis tecnologjiis tradizionâls? Se l implant al è autonom e al va a metan o GPL, si pues sostituî la cjalderiute di 10 agns indaûr cuntune cjalderie moderne che e vedi un rindiment une vore alt. Miôr ancjemò, si pues passâ a une cjalderie a condensazion, che e rive a sbassâ i consums ancje dal 30%. Stant che i implants plui grues, in proporzion, a consumin di mancul, a son incentivâts i implants centralizâts furnîts di dispositîfs di misurazion dal consum di energjie. Si fevele tant di biomassis.... Pai ûs domestics o civîi, cu la peraule biomasse si intint semplicementri i lens di brusâ. Se la biomasse e ven di un tai sostignibil, vâl a dî che al permet al bosc di riprodusisi, e se la stue o la cjalderie a àn un rindiment alt, si trate di une buine soluzion alternative. Cun di plui la cinise e pues jessi doprade come fertilizant. Trop vegnial un implant solâr termic? Il presit plen di un implant par une cjase di 4 personis al è tra i e i euros. Se si vûl doprâ l implant ancje come integrazion dal riscjaldament, il presit al rive a euros. Il Comun judial cui che al vûl invistî di plui par vê une cjase ecologjiche? Cul Regolament pe Dissipline des Modalitâts di Incentivazion de Cualitât Edilizie, dal Ûs Razionâl des Risorsis Energjetichis, Idrichis e dai Materiâi il Comun al ricognòs une serie di incentîfs e/o di riduzions, dividûts daûr de tipologjie dal intervent e che si puedin cumulâ cu la detrazion IRPEF. Quali sono le forme di utilizzo dell energia solare che posso utilizzare a casa mia? La forma più naturale è quella di orientare la casa in modo da ricevere in modo ottimale la radiazione solare e costruirla con materiali e forme adatte a sfruttare passivamente l energia solare. Molto importante è anche una buona ventilazione naturale dei locali. E se volessi semplicemente utilizzare le migliori tecnologie tradizionali? Se l impianto è autonomo, ed il combustibile è metano o GPL, esistono caldaie ad alta efficienza, con cui sostituire la caldaietta di 10 anni fa. Oppure si può passare ad una caldaia a condensazione, che può ridurre i consumi anche del 30 %. Poiché gli impianti di taglia maggiore garantiscono consumi minori, sono incentivati gli impianti centralizzati corredati dei moderni dispositivi di misurazione del consumo di energia. Si parla anche tanto di biomasse.... Per gli utilizzi domestici o civili, con il termine biomasse si intende semplicemente la legna da ardere. Se la biomassa proviene da un taglio sostenibile, cioè che consente al bosco di riprodursi e se la stufa o la caldaia utilizzate sono ad alto rendimento, si tratta di una buona soluzione alternativa, Inoltre le ceneri possono essere riutilizzate come fertilizzante. Quanto costa un impianto solare termico? Il prezzo pieno per un impianto per una casa di 4 persone si aggira tra e Euro. Se inoltre serve anche come integrazione del riscaldamento, il prezzo aumenta a Euro. Il Comune aiuta chi vuole investire di più per una casa più ecologica? Attraverso il Regolamento per la Disciplina delle Modalità di Incentivazione della Qualità Edilizia, dell Uso Razionale delle Risorse Energetiche, Idriche e dei Materiali il Comune riconosce incentivi e/o riduzioni che sono suddivisi a seconda del tipo di intervento proposto e cumulabili con la detrazione IRPEF. 9 Risparmio energetico / Sparagn energjetic

9 Rifiuti / Scovacis 10 Riciclâ Udin al è une citât che e rispiete l ambient. Al è chel che al salte fûr dai dâts tirâts dongje dal Conai, il Consorzi Nazionâl Imbalaçs che, in ocasion dai siei dîs agns di ativitât, al à celebrât la zornade nazionâl de racuelte diferenziade in vincj citâts talianis e tra chestis ancje Udin, prin tra lis citâts de regjon pal ricicli cuntune percentuâl dal 40,3% di racuelte diferenziade, cetant di plui dal 31,2 % de provincie di Udin e dal 30,4 % di dut il Friûl VJ. L impegn e il judizi di doprâ i cassonets pe racuelte diferenziade a puedin puartâ a risultâts di no crodi. Ve ca cualchi esempli di ce che si pues fâ cul materiâl recuperât. Riciclare Udine è una città che rispetta l ambiente. E quanto emerso dai dati raccolti dal Conai il Consorzio Nazionale di Imballagi che, in occasione dei suoi dieci anni di attività, ha festeggiato la giornata nazionale della raccolta differenziata in venti città italiane, tra cui Udine che si è distinta fra le altre città della regione con una percentuale del 40,3\% di raccolta differenziata, ben superiore al 31,2\% della provincia di Udine e al 30,4\% di tutto il Friuli Venezia Giulia. L impegno e l accortezza di utilizzare i cassonetti per la raccolta differenziata può portare a incredibili risultati. Ecco qualche esempio di cosa si può fare con il materiale recuperato. AÇÂR ACCIAIO Il pês di latis di açâl par conservis e je la cuantitât che e covente par produsi une machine. 7 latis di 50 grams a podaressin deventâ 1 guantiere. Cul açâl riciclât di latis di 50 grams si pues fâ 1 km di sinis. Il peso di barattoli in acciaio per conserve è la quantità necessaria per produrre un auto 7 scatolette da 50 grammi potrebbero diventare 1 vassoio. Con l acciaio riciclato da scatolette da 50 grammi si può realizzare 1 km. di binario ferroviario. ALUMINI ALLUMINIO A coventin 640 latis par fâ 1 cercli di ruede di une machine. Cun 3 latis si fâs 1 pâr di ocjâi. Dutis lis cogumis fatis in Italie ( unitâts) a son di alumini riciclât. Occorrono 640 lattine per fare 1 cerchione per auto. Con 3 lattine si fa 1 paio di occhiali. Tutte le caffettiere prodotte in Italia ( di unità) sono in alluminio riciclato.

10 CJARTE Scuasi il 90% dai cuotidians talians al è stampât cun cjarte riciclade. Ogni an in Italie, in gracie de racuelte diferenziade di cjarte e di carton, si sparagnin emissions nocivis pe atmosfere che a valin il bloc totâl di dut il trafic di strade (machinis, camions e ancje mieçs publics) par 6 dîs e 6 gnots! CARTA 11 Quasi il 90% dei quotidiani italiani viene stampato su carta riciclata. Ogni anno in Italia, grazie alla raccolta differenziata di carta e cartone si risparmiano emissioni nocive per l atmosfera, equivalenti al blocco totale di tutto il traffico su strada (auto, camion e mezzi pubblici compresi) per ben 6 giorni e 6 notti! Rifiuti / Scovacis LEN Riciclant 4 bancâi si fâs 1 scrivanie. Riciclant 30 bancâi si fâs 1 armâr. LEGNO Con il riciclo di 4 pallet si fa 1 scrivania. Con il riciclo di 30 pallet si ottiene 1 armadio. PLASTICHE Cun 27 butiliis di PET si fâs une felpe di pile. Cun 45 vascjutis di plastiche e cualchi metri di pelicule si fâs une bancje. Cun 10 butiliis di plastiche si fâs une cjadree. PLASTICA Con 27 bottiglie di PET si fa una felpa in pile. Con 45 vaschette di plastica e qualche metro di pellicola si fa una panchina. Con 10 flaconi di plastica si fa una sedia. VERI Il ricicli dal veri al permet un sparagn di materiis primis e di energjie te produzion di veri gnûf. Il sparagn di materiis primis al è dal 100%: une butilie pal vin dal pês di cirche 350 grams si pues produsi cun 350 grams di fruçons di veri riciclât. Il ricicli dal veri al permet di evitâ la imission te atmosfere di gas che a alterin il clime che a valin lis emissions di cirche machinis intun an. VETRO Il riciclo del vetro permette un risparmio di materie prime ed energia nella produzione di nuovo vetro. Il risparmio di materie prime è del 100%: una bottiglia per il vino del peso di circa 350 grammi si può produrre con 350 grammi di rottame di vetro riciclato. Il riciclo del vetro permette di evitare l immissione in atmosfera di gas climalteranti equivalenti alle emissioni di circa auto circolanti in un anno.

11 Cura del verde / Cure dal vert 12 Cemût che al lavore il vert public Come opera il verde pubblico Strop di rosis apene fur di Puarte Manin, jenfri Zardin Grant e Place Patriarcjât Aiuola appena fuori Porta Manin, fra Piazza I Maggio e Piazza Patriarcato Cui isal daûr dai strops plens di rosis e dai parcs verts? I operadôrs dal vert public. Tai ultins doi agns a àn cerpît cuasi 6000 plantis, riciclant dut il materiâl di cerpidure che al devente acolt pes plantis e che al permet di sparagnâ sul presit des oparis. I operadôrs a metin dacuardi la bielece dal vert cui servizis ufierts al citadin e la tutele dal ambient. Rosis profumadis, arbui sigûrs, parcs e zardinuts furnîts, pal plui, cun mobilie e imprescj di plastiche riciclade. I uficis dal Vert Public si dividin in cuatri unitâts: Vert Verticâl: al viôt dai arbui, par esempli di plantâ arbui gnûfs e di cerpî o di tirâ vie chei che za a son. Vert Orizontâl: al viôt dai prâts in dutis lis areis verdis, di tignîlis netis e di cerpî cisis e sterps. Vert Ornamentâl: al viôt de floridure anuâl e permanente in dutis lis areis verdis, stant daûr des rosis di plui di cuarante tra strops e zardinuts ator pe citât. La progjetazion di chestis areis e je fate in maniere direte de unitât. Gjestion e Vivibilitât: al viôt de mobilie e des struturis ricreativis des areis verdis, dai furniments doprâts tes diviersis manifestazions e de gjestion integrade des areis grandis. Chi c è dietro aiuole fiorite e parchi verdi? Gli operatori del verde pubblico. Negli ultimi due anni hanno potato quasi 6000 piante, riciclando tutto il materiale di potatura che diventa concime per le piante e consente di ridurre i costi delle opere. Gli operatori coniugano la bellezza del verde con i servizi offerti ai cittadini e la tutela dell ambiente. Fiori profumati, alberi sicuri e aree attrezzate per lo più con plastica riciclata. Gli uffici del Verde Pubblico si dividono in quattro sezioni: Verde Verticale: si occupa delle gestione delle alberature (nuovi impianti, potature, abbattimenti). Verde Orizzontale: si occupa della gestione dei prati su tutte le aree verdi, della loro pulizia e della potatura delle siepi e degli arbusti. Verde Ornamentale: si occupa delle fioriture annuali e perenni nelle aiuole e nei giardini della città gestendo oltre una quarantina di siti fioriti. La progettazione di queste aree fiorite è fatta direttamente da questa unità. Gestione e Vivibilità: si occupa di tutte le strutture ricreative e degli arredi presenti nelle aree verdi, degli addobbi per le varie manifestazioni, della gestione integrata delle grandi aree. ud.info Periodic di informazion dal Comun di Udin / Periodico di informazione del Comune di Udine Regjistrât al n. 23/04 dal Regjistri periodics dal Tribunâl di Udin / Registrato al n. 23/04 del Registro periodici del Tribunale di Udine An 3 - Numar 2 - Lui 2007 / Anno 3 - Numero 2 - Luglio 2007 Diretôr responsabil / Direttore responsabile: Walter Tomada - Redazion / Redazione: Lisa Zancaner Traduzion par cure di / Traduzioni a cura di: Serling / Serling Inpagjinazion / Impaginazione: Anna Pontel Fotos / Foto: Servizi dal Vert Public / Servizio Verde Pubblico Stampe / Stampa: Graphic Linea - Tavagnà (Ud) / Tavagnacco (Ud) Tiradure: copiis / Tiratura: copie Publicazion realizade cul jutori de leç 482/99 / Pubblicazione realizzata con il contributo della legge 482/99 Iscriviti alla La newsletter del Comune di Udine: le notizie direttamente nella tua casella di posta elettronica. Registrati sul sito

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ"

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ SERVIZI SANITARI NAZIONÂL - REGJON AUTONOME FRIÛL-VIGNESIE JULIE AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ" Cul prin di Zenâr dal 2015 e je stade dade dongje la AZIENDE PE ASSISTENCE

Dettagli

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regjon Autonome Friûl Vignesie Julie. A.S.S. n. 5 Bassa Friulana Basse Furlane

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regjon Autonome Friûl Vignesie Julie. A.S.S. n. 5 Bassa Friulana Basse Furlane Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regjon Autonome Friûl Vignesie Julie A.S.S. n. 5 Bassa Friulana Basse Furlane Distretto Sanitario Est Direttore/Diretôr Dr. Luciano Pletti Gruppo Aziendale Nutrizione

Dettagli

Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims

Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims Rivista GFS n. 11-2009 13-10-2009 15:54 Pagina 103 Gjorn l Furlan des Siencis 11. 2009, 103-117 Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims RINO GUBIANI * 1. Introduzion. Il paisa al un tiermin

Dettagli

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès un grum di robe storiche che a ti fâs meti lis mans tai cjavei di tant biele che e je e non tu sâs di ce bande scomençâ a cjalâ!

Dettagli

Sport Lis gnovis ideis pai implants sul teritori Scuola. Cultura Si imbastìs Udin dai museus Cultura Prende corpo la Udine dei musei. ud.

Sport Lis gnovis ideis pai implants sul teritori Scuola. Cultura Si imbastìs Udin dai museus Cultura Prende corpo la Udine dei musei. ud. Scuele In prime rie te prevenzion dai pericui Cultura Si imbastìs Udin dai museus Cultura Prende corpo la Udine dei musei Sport Lis gnovis ideis pai implants sul teritori Scuola Sport All avanguardia nella

Dettagli

Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie Julie 1

Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie Julie 1 Rivista GFS n. 12-2009 13-10-2010 11:54 Pagina 13 Gjornâl Furlan des Siencis 12. 2009, 13-24 Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie

Dettagli

Cressi dongje Spazis pai zovins e occasions di creativitât Anziani

Cressi dongje Spazis pai zovins e occasions di creativitât Anziani Vielis Une rêt di servizis cuintri dal stâ di bessoi Sparagn L idee miôr par spindi di mancul Risparmio L idea migliore per spendere meno Cressi dongje Spazis pai zovins e occasions di creativitât Anziani

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI SOCIALI VUIDE AI SERVIZIS SOCIÂI

GUIDA AI SERVIZI SOCIALI VUIDE AI SERVIZIS SOCIÂI GUIDA AI SERVIZI SOCIALI VUIDE AI SERVIZIS SOCIÂI ASILO NIDO SCUOLE SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA EDUCAZIONE STRADALE LUDOTECA PROGETTO GIOVANI BIBLIOTECA LABORATORI ESTIVI SERVIZIO DI TRASPORTO PER

Dettagli

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA Che cos è un rifiuto? Qualcosa che non ci serve più e che buttiamo! Provate a pensare a questo: avete una vecchia felpa che a voi non piace più e che ormai

Dettagli

CARNEVALE MANZANESE Successo della 10 edizione della tradizionale festa in maschera

CARNEVALE MANZANESE Successo della 10 edizione della tradizionale festa in maschera Febbraio/Marzo 08 www.comune.manzano.ud.it n 3 NUOVO VOLTO al servizio sociale GNOVE MUSE al servizi sociâl VIGILI AMICI dei cittadini civili Vigjii amîs dai citadins civîi CARNEVALE MANZANESE Successo

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

più sicurezza per tutti: benvenuti carabinieri

più sicurezza per tutti: benvenuti carabinieri NE/UD0166/2008 Quadrimestrale Giugno 2011 - Anno 19 - N. 54 più sicurezza per tutti: benvenuti carabinieri E completamente operativa la nuova Caserma dei Carabinieri di Campoformido. Con l insediamento

Dettagli

Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito

Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito Cosa succede alla nostra raccolta differenziata?? Informazioni su: Quanto viene raccolto in città Dove va a finire Con che modalità viene gestito RAFFRONTO CON ALTRE REALTA 2 RACCOLTA DIFFERENZIATA A BOLOGNA

Dettagli

Serre bioclimatiche con sistemi in PVC

Serre bioclimatiche con sistemi in PVC Serre bioclimatiche con sistemi in PVC Le serre nascono come luoghi ideali per la coltivazione di piante e fiori, già a partire dai giardini babilonesi e in seguito romani. In Inghilterra, dal XVI secolo,

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

Raccolte Differenziate. Guida Pratica

Raccolte Differenziate. Guida Pratica Raccolte Differenziate Guida Pratica R come rifiuto Preoccupatevi di lasciare questo mondo un po migliore di come lo avete trovato.. Ciclo Naturale Chiuso Il concetto di Rifiuto non esiste in Natura. La

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni EcoCentro Lombardia Scheda Tecnica di Approfondimento Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI Nozioni Il Decreto legislativo n. 152/2006, Norme in materia

Dettagli

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A.

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. Via Gorizia 76 38122 TRENTO tel. 0461 932330 fax. 0461 933241 e-mail: info@cosmocostruzioni.it Cos è l energia? I fisici definiscono l'energia come la capacità di compiere un

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

Appunti Trento per Kyoto Pianificazione energetica del Trentino

Appunti Trento per Kyoto Pianificazione energetica del Trentino Trento, 18 settembre 2009 Appunti Trento per Kyoto Pianificazione energetica del Trentino Rilancio e strategie di condivisione emerse nel piano 2000 e non ancora realizzate. Adottato dal Consiglio comunale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAPARINI, ATTAGUILE, BORGHESI, BUSIN, GUIDESI, MARCOLIN, MOLTENI, PRATAVIERA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAPARINI, ATTAGUILE, BORGHESI, BUSIN, GUIDESI, MARCOLIN, MOLTENI, PRATAVIERA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1016 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CAPARINI, ATTAGUILE, BORGHESI, BUSIN, GUIDESI, MARCOLIN, MOLTENI, PRATAVIERA Introduzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA $ %! &! & ' (&

COMUNICATO STAMPA $ %! &! & ' (& Udine, 6 aprile 2011 COMUNICATO STAMPA Oggetto: Evento Leture continue de Bibie par furlan - Lettura continua della Bibbia in Friulano i lettori noti di oggi, giovedì 7 aprile e presenza di lettori friulani-argentini

Dettagli

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Piccoli accorgimenti da adottare a casa ed in ufficio Risparmio energetico Il risparmio energetico è l insieme dei comportamenti, processi e interventi

Dettagli

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica carta Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica Per produrre UNA TONNELLATA di carta riciclata invece bastano:

Dettagli

Valutazion dal disvilup lenghistic in fruts bilengâi furlan-talian

Valutazion dal disvilup lenghistic in fruts bilengâi furlan-talian Gjornâl Furlan des Siencis 2. 2002, 77-93 Valutazion dal disvilup lenghistic in fruts bilengâi furlan-talian FEDERICA MAURO * & ALESSANDRA BURELLI * Ristret. Cheste vore e presente une indagjin valutative

Dettagli

ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE

ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE ENERGIA AMBIENTE E MACCHINE SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è quello sviluppo che consente di soddisfare le necessità della presente generazione senza compromettere la capacità delle generazioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012... pag. 5

BILANCIO DI PREVISIONE 2012... pag. 5 NE/UD0166/2008 Quadrimestrale Giugno 2012 - Anno 21 - N. 56 INAUGURATO IL NUOVO CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI CAMPOFORMIDO È ALL 8 POSTO IN REGIONE PER MINORI TRIBUTI LOCALI AI PROPRI CITTADINI Campoformido

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta:

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: SCHEDA DIDATTICA NOME: COGNOME: CLASSE: Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: 1) Secondo te è più pesante una bottiglia

Dettagli

1 2 3 4 5 6 Che cosa abbiamo fatto a Castello d Argile per illuminarsi meglio con meno : ovverosia gli atti concreti del nostro impegno per la lotta ai cambiamenti climatici, come previsto dagli obiettivi

Dettagli

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Il meglio a portata di mano Utilizziamo l energia che la terra ci regala UTILIZZARE IL CALORE RACCHIUSO NELLA TERRA

Dettagli

Regione Tre Valli. Dal 1 luglio 2006. Tassa sul sacco. ...separiamo i rifiuti... Non gettiamo i soldi nei forni!

Regione Tre Valli. Dal 1 luglio 2006. Tassa sul sacco. ...separiamo i rifiuti... Non gettiamo i soldi nei forni! Dal 1 luglio 2006 Regione Tre Valli Tassa sul sacco Informazioni e consigli sulle novità e sui cambiamenti Non gettiamo i soldi nei forni!...separiamo i rifiuti... pt su 10 di interlinea - 28 pt track

Dettagli

IL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA TEE

IL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA TEE IL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA TEE IL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA TEE IL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA TEE PROGETTO CLIMA Nel definire gli interventi da inserire nel progetto CLIMA

Dettagli

Insegnament e aprendiment. de matematiche, intune situazion di bilenghisim

Insegnament e aprendiment. de matematiche, intune situazion di bilenghisim Gjornâl Furlan des Siencis 7. 2006, 37-46 Insegnament e aprendiment de matematiche intune situazion di bilenghisim GIORGIO T. BAGNI*, CARLO CECCHINI* & FRANCESCA COPETTI* Ristret. La finalitât di chest

Dettagli

Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato!

Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato! Provincia di bergamo settore ambiente Rifiuto che va rifiuto che viene recuperato! Un opuscolo per farci conoscere quanto e come i nostri rifiuti raccolti in modo differenziato vengono nuovamente utilizzati

Dettagli

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia Progettazione Installazione e Vendita Impianti Fotovoltaici chiavi in mano Solare Termico Mini Eolico soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO HORUS ENERGY,

Dettagli

LA STORIA DEI RIFIUTI

LA STORIA DEI RIFIUTI I RIFIUTI LA STORIA DEI RIFIUTI Che cos è un rifiuto? Un rifiuto è qualsiasi oggetto o sostanza di cui ci disfiamo: residui, scarti, oggetti rotti o inutilizzabili, prodotti dalle attività domestiche o

Dettagli

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI Una serata..energetica ADEGUAMENTO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE SECONDO STANDARD DI RISPARMIO ENERGETICO SU BASE DI INTERVENTI SPECIFICI VOLTI A MIGLIORARE IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO EDIFICIO

Dettagli

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA Il futuro è nelle vostre mani Cosa si intende per efficienza energetica? La definizione efficienza energetica indica una serie di azioni di programmazione, pianificazione

Dettagli

RELAZIONE SITUAZIONE AMBIENTALE

RELAZIONE SITUAZIONE AMBIENTALE Dipartimento XII - LL.PP. e Manutenzione Urbana V Unità Organizzativa Servizio Impianti Termici RELAZIONE SITUAZIONE AMBIENTALE Le elaborazioni qui contenute riguardano i dati che derivano dalle attività

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI CISTERNA. Le stagioni

SCUOLA PRIMARIA DI CISTERNA. Le stagioni SCUOLA PRIMARIA DI CISTERNA Le stagioni Classe Prima Anno Scolastico 2014/2015 Scuola primaria di Cisterna i SCUOLA PRIMARIA DI COSEANO - CISTERNA Scuola Primaria di Coseano - Cisterna Istituto Comprensivo

Dettagli

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it

FOR A NEW LIFESTYLE. www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE www.cleanpowerenergia.it LA CITTÀ STA CAMBIANDO: CAMBIA IL TUO STILE DI VITA. www.cleanpowerenergia.com LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO COSTRUISCI

Dettagli

Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che:

Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che: COSA SONO I RIFIUTI? Dopo aver letto la storia siamo tutti curiosi di conoscere meglio l argomento. Discutiamo in classe. Dalla discussione emerge che: I rifiuti sono le cose che buttiamo perché non ci

Dettagli

Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi

Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi Rivista GFS n. 10-2008 rifatto 10-03-2009 16:42 Pagina 61 Gjornâl Furlan des Siencis 10. 2008, 61-73 Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi CESARE DAVINI

Dettagli

servizi del servizis dal

servizi del servizis dal Comune di Udine / Dipartimento per le Politiche Sociali Educative e Culturali Comun di Udin / Dipartiment pes Politichis Sociâls, Educativis e Culturâls Carta dei servizi del Comune di Udine Cjarte dai

Dettagli

I rifiuti. UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016

I rifiuti. UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016 I rifiuti UN PROBLEMA DA RISOLVERE PER GARANTIRE LA VITA ALLE NUOVE GENERAZIONI Ins. Pina Berto A.s. 2015-2016 I rifiuti sono un prodotto inevitabile della società dei consumi e del nostro stile di vita

Dettagli

Quadrimestrale Dicembre 2012 - Anno 21 - N. 57

Quadrimestrale Dicembre 2012 - Anno 21 - N. 57 NE/UD0166/2008 Quadrimestrale Dicembre 2012 - Anno 21 - N. 57 INAUGURATO L EX MULINO DI BASALDELLA PASSI CARRABILI SCADENZA DICEMBRE 2013 pag. 4 la voce dell amministrazione la vôs de aministrazion MARINO

Dettagli

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1 ANNO ANNO SCOLASTICO SCOLASTICO 2012 2013 2012 2013 1 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Energie rinnovabili caratteristiche energia eolica energia idrica energia elettrica energia geotermica biomassa energia solare

Dettagli

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9

Rapporto di sostenibilità Conai 2013 12,5 12,2 11,4 10,9 14 Rapporto di sostenibilità Conai 2013 La prevenzione Nella lista di priorità per la gestione dei rifiuti definita dall Unione europea al primo posto c è la prevenzione. Per il rifiuto di imballaggio

Dettagli

Quadrimestrale Dicembre 2009 - An 17 - N. 50

Quadrimestrale Dicembre 2009 - An 17 - N. 50 NE/UD0166/2008 Quadrimestrale Dicembre 2009 - An 17 - N. 50 Ma che bella foto! Quest anno per la prima volta abbiamo chiesto la collaborazione dei cittadini di Campoformido per la realizzazione del nostro

Dettagli

Quadrimestrale Dicembre 2010 - Anno 18 - N. 53. Nazione. Questo importante evento nazionale è percorso guardando anche. il Friuli ha vissuto durante

Quadrimestrale Dicembre 2010 - Anno 18 - N. 53. Nazione. Questo importante evento nazionale è percorso guardando anche. il Friuli ha vissuto durante NE/UD0166/2008 Quadrimestrale Dicembre 2010 - Anno 18 - N. 53 Quest anno il calendario comunale rende omaggio ai 150 anni dell Unità d Italia. Nel 2011 i festeggiamenti coinvolgeranno l intera Nazione.

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali e salvaguardare l ambiente in cui viviamo.

Dettagli

Il Risparmio Energetico

Il Risparmio Energetico Comune di Asti Settore Ambiente ed Edilizia Pubblica Il Risparmio Energetico Ing. Valerio Vittone RESPONSABILE UNITÀ OPERATIVA ACUSTICA ED ENERGIA DEL COMUNE DI ASTI Comune di Asti Settore Ambiente ed

Dettagli

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO

PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO PENSA ALTERNATIVO CONDIVIDI IL CAMBIAMENTO www.cleanpowerenergia.it FOR A NEW LIFESTYLE CONTRIBUISCI A CREARE UNA CITTÀ MIGLIORE. PASSA A CLEANPOWER. www.cleanpowerenergia.it LA FILOSOFIA DI CLEANPOWER

Dettagli

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 OBIETTIVI, CAMPO DI APPLICAZIONE E STRATEGIA Impegno preso dagli stati membri dell unione europea. Target raggiungibile tramite

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI Premessa Da una recente ricerca risulta che circa 3 su 4 delle abitazioni italiane sono state costruite prima del 1976, anno in cui per la

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria ARPA FVG Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia DAL LEGNO AL FUOCO come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria Fumo della legna

Dettagli

TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO. Mini guida per la Tua abitazione

TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO. Mini guida per la Tua abitazione TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO Mini guida per la Tua abitazione IL PRESENTE MANUALE VUOLE ESSERE UNA GUIDA PER DIFFONDERE I CONCETTI E LE TECNOLOGIE DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE. SPESSO NON CONOSCIAMO

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

Lis peraulis dismenteadis Tornâ a fâ sù la relazion cu la persone malade di demence.

Lis peraulis dismenteadis Tornâ a fâ sù la relazion cu la persone malade di demence. Le parole dimenticate Ricostruire la relazione con la persona affetta da demenza. Lis peraulis dismenteadis Tornâ a fâ sù la relazion cu la persone malade di demence. Azienda per i Servizi Sanitari N.

Dettagli

Costruiamo insieme LA CAMPOFORMIDO DEL FUTURO

Costruiamo insieme LA CAMPOFORMIDO DEL FUTURO Quadrimestrale Aprile 2008 - An 16 - N. 45 Costruiamo insieme LA CAMPOFORMIDO DEL FUTURO a pagina 4 BILANCIO 2008 ICI AL MINIMO DI LEGGE 4 per mille per la prima casa Confermate le detrazioni per la prima

Dettagli

Conosciamo un materiale nuovo: l'argilla. Sporchiamoci le mani per imitare gli artisti

Conosciamo un materiale nuovo: l'argilla. Sporchiamoci le mani per imitare gli artisti E vegle la lune E vegle la lune, e trime la steele, il Frut nol à scune, al à sôl une tele. Pognet al è tal fen, scjaldât dal massut; tan grant al è il so ben ch'al f âs lȗs pardut. G.Nodale Chiapolino

Dettagli

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi:

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi: Per richiedere informazioni sulle caratteristiche tecniche dei prodotti, sulle normative impiantistiche e sul Servizio Tecnico post-vendita, contatta i seguenti indirizzi: E-mail: consulenza@immergas.com

Dettagli

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO Città di SOLFERINO ecocale ndario GIUGNO 0 - DICEMBRE 0 novità per l ambiente DAL GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE I N D I F F E R E N Z I A T O S F A I L C SI ESTENDE IL PORTA A

Dettagli

Gli impianti geotermici

Gli impianti geotermici Gli impianti geotermici Valutazioni generali Nell ambito della provincia di Verona, qualunque sia il contesto geologico in cui realizzare l impianto geotermico, il criterio generale prevede di utilizzare

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO LE NOSTRE CASE, BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO Costruire case sane e vivibili, con attenzione all ambiente e al risparmio energetico è un nostro obiettivo primario

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

Un puint tra îr e vuê 2

Un puint tra îr e vuê 2 Un puint tra îr e vuê 2 Il libri al è stât fat tal an scolastic 2007/2008 des scuelis de rêt Collinrete, fate di: Istitûts comprensîfs di Maian (cjâf file), Buie, Feagne e Sedean, Direzions didatichis

Dettagli

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi?

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi? QUESTIONARIO A) Risparmio energetico e fonti rinnovabili nelle abitazioni residenziali. Indagine conoscitiva ai fini dello sviluppo del Piano d Azione per l Energia Sostenibile 1.Quale tipo di abitazione

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE GUIDA ALLA LETTURA Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE 1) Indicazioni generali 2) Spiegazione singole schede dalla n. 15 a seguire INDICAZIONI GENERALI

Dettagli

Certificazione energetica: situazione ed evoluzione

Certificazione energetica: situazione ed evoluzione Certificazione energetica: situazione ed evoluzione Il contributo dell industria del PVC Marco Piana Centro di Informazione sul PVC 2 3 4 5 6 7 8 9 Commenti 1. Certificazione energetica E evidente che

Dettagli

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Riduco Riciclo Recupero Riutilizzo Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Quaderno di nato a il scuola classe sez. Cari ragazzi, questo quaderno che state leggendo, scritto e realizzato per voi

Dettagli

www.progettoscer.it PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA

www.progettoscer.it PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA nuovo S istema di C limatizzazione di edifici artigianali in ambito urbano basato sulle fonti Energetiche Rinnovabili PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA www.progettoscer.it Il progetto

Dettagli

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Scheda R Azione R.1 Fabbisogni energetici dell edilizia residenziale esistente Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Obiettivi

Dettagli

possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo risultati.

possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo risultati. Signor Presidente del Consiglio, Signore Consigliere e Signori Consiglieri, possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo

Dettagli

DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME?

DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME? DIFFERENZIAMOCI PERCHE E COME? Spunti di meditazione per un progetto comunale di raccolta differenziata spinta porta a porta PERCHE FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI La Provincia di Pavia ha un

Dettagli

Ciclo carta e cartone

Ciclo carta e cartone Ciclo carta e cartone la carta e il cartone inseriti negli appositi contenitori vengono prelevati dal gestore del servizio 6 PRODOTTI a seconda della carta recuperata (giornali, cartoni, carta mista) si

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 Indice Efficienza Energetica negli Edifici o Infissi esterni o Progettazione bioclimatica o Consigli per incrementare l efficienza energetica Note sui diritti d autore Il presente

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

marino racconta l ambiente

marino racconta l ambiente marino racconta l ambiente Comune di jesolo Energia elettrica: facciamo un po' di luce Cos è l energia energia - Lampadina. Girarrosto. Sommergibile. Astronave. Per funzionare hanno bisogno di energia.

Dettagli

il ciclo della carta

il ciclo della carta il ciclo della carta 6 Prodotti a seconda della carta recuperata (giornali, cartoni, carta mista) si ottengono prodotti diversi: carta da imballo e da scrittura, cartoni, cartoncini e altri tipi la carta

Dettagli

COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA.

COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA. COMPANY PROFILE ENTRA IN MONDO ENERGETICO. TUTTA UN ALTRA ENERGIA. QUANDO NON C È ENERGIA NON C È COLORE, NON C È FORMA, NON C È VITA. (CARAVAGGIO) 3 MONDO ENERGETICO. MONDO ENERGETICO OFFRE SISTEMI INTEGRATI

Dettagli

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani

Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Sono 6.993 i Comuni rinnovabili italiani Il rapporto racconta con numeri, tabelle, cartine il salto impressionante che si è verificato in Italia nel numero degli impianti installati. Attraverso nuovi impianti

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

Casa Ecologica. Gianluca Ruggieri. Dipartimento Ambiente-Salute-Sicurezza Università degli Studi dell'insubria

Casa Ecologica. Gianluca Ruggieri. Dipartimento Ambiente-Salute-Sicurezza Università degli Studi dell'insubria Casa Ecologica Gianluca Ruggieri Dipartimento Ambiente-Salute-Sicurezza Università degli Studi dell'insubria La mia bolletta energetica Famiglia di tre persone Appartamento di circa 70 mq Frigorifero,

Dettagli

{ } ...satire, radîs, tradisions, usanças, curiositâts, variants cjargnelas, cjant spontaneo, ironie, autoironie, ricercje... ridadas!

{ } ...satire, radîs, tradisions, usanças, curiositâts, variants cjargnelas, cjant spontaneo, ironie, autoironie, ricercje... ridadas! )...satire, radîs, tradisions, usanças, curiositâts, variants cjargnelas, cjant spontaneo, ironie, autoironie, ricercje... ridadas! cun Amelia Artico - Tumièz Elia Ferigo - Cjanâl d Incjaroi Elsa Martin

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento di gestione della stazione ecologica Approvato con D.C.C. n. 119 del 19/09/2003 Modificato con D.C.C. n. 97 del 28/11/2007 Art. 1 - Modalità di utilizzo Le modalità per la

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore Anno scolastico 2012/2013 INTRODUZIONE I ragazzi del Consiglio Comunale dei

Dettagli

Sei un ambientalista? Fai la raccolta differenziata?

Sei un ambientalista? Fai la raccolta differenziata? Pag. 1 Sei un ambientalista? Fai la raccolta differenziata? Abbina ogni parola alla corretta definizione. A. Ecocompatibilità B. Rifiuti organici C. Discarica D. Auto ibrida E. Depurazione F. Materiali

Dettagli

Il modo migliore di costruire ECO HOUSING

Il modo migliore di costruire ECO HOUSING Il modo migliore di costruire Desidero una casa così. La filosofia che ispira... Con la tecnologia in legno possiamo offrirvi il massimo del comfort per la Vostra abitazione garantendo altissime prestazioni

Dettagli

The Solaire L ESEMPIO

The Solaire L ESEMPIO L ESEMPIO The Solaire The Solaire, situato nella Battery Park City di New York, su un area nella parte occidentale di Manhattan, direttamente adiacente a Ground Zero, è il primo edificio progettato in

Dettagli

Tutti gli incentivi per i cittadini come da:

Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) - Certificati Verdi e le nuove incentivazioni per la produzione di energia elettrica

Dettagli

risparmio, utilizzo, produzione di energia

risparmio, utilizzo, produzione di energia Produzione e utilizzo efficiente di energia, risparmio energetico e riduzione delle dispersioni. Sono temi fortemente d attualità, sia per la nuova costruzione che per la ristrutturazione che oggi possono

Dettagli

PEP (PIANO ENERGETICO

PEP (PIANO ENERGETICO ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO PER LE PP.AA. PIANIFICAZIONI ENERGETICHE LOCALI ED OPPORTUNITA PER L ENTE PUBBLICO E LA COMUNITA PEN (PIANO ENERGETICO NAZIONALE) PER (PIANO ENERGETICO REGIONALE)

Dettagli