ud.info Ambient Ambiente Lui 07 / Luglio 07 Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ud.info Ambient Ambiente Lui 07 / Luglio 07 www.comune.udine.it Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti"

Transcript

1 Teritori Parcs publics e areis verdis Territorio Parchi pubblici e aree verdi Scovacis L impuartance de racolte diferenziade Rifiuti L importanza della raccolta differenziata Vert Cemût rispietâ un patrimoni di ducj Verde Come rispettare un patrimonio di tutti ud.info Lui 07 / Luglio 07 Ambient Ambiente

2 Verde pubblico / Vert public 2 Areis verdis e parcs publics Aree verdi e parchi pubblici In cheste pagjine, l arc di acès al Parc de Rimembrance in vie Diaz In questa pagina, l arco di ingresso al Parco della Rimembranza in via Diaz A Udin no mancjin lis areis verdis, dai zardinuts di cuartîr ai grancj parcs urbans. Il spazi dedicât al vert te nestre citât al è di passe doi milions di metris cuadrâts, a disposizion di cui che al à voie di sentâsi intune bancjute dal parc dal Cormôr, par esempli, o dal parc Foni (rinovât che al è pôc) e che si cjate di bot framieç di trois ben curâts e arbui di ogni sorte. Udin al ufrìs a citadins e a visitadôrs spazis verts ospitâi e ben tignûts, dulà che si pues passâ cualchi ore come che si fos tal mieç de campagne. Invezit o sin a plen in citât, dulà che, soredut in cheste stagjon, o podìn passisi i voi cun strops colorâts e vialuts in flôr, rimirant tal stes timp i arbui e lis plantis di ogni specie che a cressin tes sôs areis verdis. E il vert di Udin si rinove ogni an: a son stâts screâts che al è pôc doi strops gnûfs, in vie Pradaman e in vie Martignà, e ca di pôc timp a vignaran sistemâts i Zardins del Torso e i 200 metris cuadrâts de aree bandonade di vie Sant Gotart. Dongje dai parcs e dai strops ad ôr des stradis, a son ancje i famôs zardins de citât: di fat, cun metris cuadrâts di vert, Udin al à siet zardins storics, vâl a dî il Zardin Rubini, il Parc de Rimembrance, il Zardin Loris Fortuna, i Zardins del Torso, il Zardin Dante, i Zardins dal Vescul (Ricasoli) e il Cuel dal Cjistiel. I ultins doi a àn arbui tra i plui antîcs de citât e nus permetin, in ogni stagjon, di dâ un cuc a dut ce che la nature e pues ufrînus tal mieç de citât. A Udine non mancano gli spazi verdi, dalle aree attrezzate ai parchi urbani. Lo spazio dedicato al verde in città è di oltre due milioni di metri quadrati, a disposizione di chiunque voglia sedersi su una panchina del parco del Cormor, ad esempio, o del rinnovato parco Foni e immergersi tra sentieri ciottolati e alberi di ogni specie. Udine è in grado di offrire a cittadini e visitatori accoglienti spazi verdi in cui trascorrere qualche ora della giornata come in aperta campagna. Invece siamo nel cuore della città, dove, soprattutto in questa stagione, si può godere la vista di aiuole colorate e viali fioriti; si possono ammirare i alberi che si ergono nelle aree verdi e piante di ogni tipo. E il verde di Udine continua a rinnovarsi ogni anno: da poco sono nate due nuove aiuole in via Pradamano e in via Martignacco e prossimamente saranno risistemati i Giardini dei Torso e i 2000 metri quadrati dell area incolta di vis San Gottardo. Spostando lo sguardo dalle grandi aree e dalle colorate aiuole si possono ammirare gli splendidi giardini della città. Con metri quadrati di verde Udine vanta sette giardini storici: il Giardino Rubini, il Parco della Rimembranza, il Giardino Loris Fortuna, i Giardini del Torso, il Giardino Dante, il Giardino Ricasoli e il Colle del Castello. Questi ultimi due vantano alcuni fra gli alberi più vecchi della città e offrono in tutte le stagioni uno sguardo sulla natura più variegata nel centro di Udine.

3 Parchi / Parcs 4 La storie dal Zardin Grant e tache ae fin dal Dusinte cuant che si clamave Zardinum Domini Patriarchae e al faseve part dai terens feudâi. Vie pai secui, fin tal principi dal 900, il Zardinum nol è cambiât cuissà ce; ancje la sô funzion e je restade avonde compagne, tant che puest dulà cjatâsi e fâ afârs. In veretât tal 1547 a scomençarin a jessi nomenâts ogni an trê presidents, che a vevin di viodi de manutenzion dal Zardin: la int di fat lu doprave in mil manieris, par esempli tant che discjarie di rudinaçs, o ben a levin a cjapâ sù il pantan de rive dal lagut e lu dopravin par coltâ i cjamps. Te place si fasevin ancje marcjâts di ogni gjenar, si leve a pescjâ tal lagut e si menavin a passon lis pioris. Tor la fin dal 700 il Zardin al tacà a vê l aspiet di un parc public, cun stradis par lâ in caroce e trois par lâ a pît: di fat ai 27 di Dicembar dal 1808 il Consei Comunâl al veve decidût di justâ il Zardin tant che puest di passaç public e di corsis; i lavôrs a son stâts puartâts insom a metât dai agns Trente dal secul XIX. Sot de Italie, la place e je stade doprade ancjemò doprade come marcjât e, cul 1876, e je deventade il puest dal marcjât franc setemanâl. Tal 1880 il marcjât des bestiis al è stât mandât di une altre bande, ancje se lis corsis dai cjavai son ladis indevant fintremai ae fin dal secul. Cu la Prime Vuere Mondiâl, il Zardin Grant al è deventât cjamp militâr e ricovar pes bestiis, invezit te Seconde Vuere al è stât doprât tant che ort di vuere, tignût a grans e a patatis. Tal 1944 i todescs a àn fat sù un un ripâr cuintri dai bombardaments, il bunker: ae fin de vuere, stant che lis autoritâts militârs a vevin improibît di butâlu jù, si à vût di cuvierzilu di tiere, formant cussì une culinute un pôc stranie. Ai 16 di Mai dal 1945, dopo de liberazion, il Zardin Grant al è stât tornât a batiâ Piazza Primo Maggio. Vuê al è un dai parcs publics plui cognossûts e plui frecuentâts di Udin, e al da acet a fiestis e a marcjâts: dai barachins dal marcjât di Nadâl aes gjostris de zornade dal frut de Fieste de Vierte, fint al apontament tradizionâl di Sante Catarine. In struc, che si lu clami Zardin Grant o Piazza Primo Maggio, al è simpri un dai lûcs di incuintri plui popolârs de citât, rapresentant la anime verde e gaiarine di Udin. Zardin Grant Piazza I Maggio La storia di Piazza Primo Maggio inizia nel tardo Duecento quando si chiamava Zardinum Domini Patriarchae e faceva parte dei terreni feudali. Nei secoli, fino agli inizi del 900 il Zardinum ha mantenuto invariato il suo aspetto. Il suo ruolo è stato da sempre quello di luogo d incontri e scambi commerciali. Ma dal 1547 vennero nominati ogni anno tre presidenti per provvedere al buon mantenimento del giardino che era spesso usato dai cittadini per i più svariati usi: da discarica dei materiali edilizi a fonte di concime (quello chi si depositava sul fondo delle rive degli stagni). Inoltre vi si svolgevano fiere di tutti i tipi, la pesca nello stagno e il pascolo delle pecore. Verso la fine del 700 il giardino comincia ad assumere l aspetto di un parco pubblico, dotato di strade per le carrozze e per il passeggio: difatti il 27 dicembre 1808 il Consiglio comunale deliberò l adattamento del Giardino a passeggio pubblico e corse. I lavori terminarono a metà degli anni trenta. In età italiana, la piazza vide riconfermata la tradizionale destinazione a fiere e mercati, cui si associò nel 1876 la creazione di una fiera franca settimanale. Nel 1880 si giunge a una nuova sistemazione del mercato degli animali e le corse ippiche si protraggono sino a fine secolo. Al sopraggiungere della Grande Guerra, il Giardin Grande diventò in un accampamento e ricovero per animali, mentre durante la Seconda Guerra Mondiale la piazza fu trasformata in un orto di guerra dove si seminavano patate e cereali. Nel 1944 i tedeschi costruirono un rifugio antiaereo, il bunker: la sua demolizione vietata dalle autorità militari, rese necessario ricoprirlo di terra, formando un anomala collinetta. Il 16 maggio 1945, dopo la liberazione, Giardin Grande ha preso il nome di Piazza Primo Maggio. Oggi è costituisce uno dei parchi pubblici più conosciuti e frequentati di Udine, che ospita ancora fiere e mercati, dalle classiche bancarelle natalizie, alle giostre ospitate nel Giardino per la festa di primavera con la giornata del bambino fino al tradizionale appuntamento con gli stand di Santa Caterina. Piazza Primo Maggio continua a rappresentare uno lei luoghi d incontro più frequentati della città e rappresentando l anima verde e festosa di Udine. Chi in bande, une imagjine di Zardin Grant Qui a fianco, un immagine di Piazza I Maggio

4 5 Sociale / Sociâl

5 Alberi storici / Arbui storics 6

6 I arbui a contin la storie Gli alberi raccontano la storia I arbui e la nestre storie: nus stan dongje, e di secui a cjalin ce che al sucêt te nestre citât, a vivin tai nestris borcs e a segnin il passâ dal timp e des stagjons. Ve che alore i arbui a son testemonis inmò in vite de nestre storie. A Udin cuasi no nd jere fin sul finî dal secul XVIII, i prins implants si ju à daspò dal passaç vitoriôs di Napoleon I. Ancje a Udin, di Zardin Grant a Viâl Palme, di Viâl Vignesie a Viâl Triest si tachin a viodi i platins tipics dai viâi di Parîs. Un altri toc de nestre storie e je contade dai bovolârs clamâts ancje crupignârs che a son stâts metûts tai prins vincj agns dal 900 sei pal lôr valôr estetic, sei pal simbolisim leât ancje al lôr implei artesanâl: di fat, il lôr len al jere doprât par fâ i manis dai imprescj. Tai stes agns, tai zardins dulintor di palaçs e monuments, si viodin lis primis plantis simpri verdis. Dut câs i arbui e lis areis verdis in citât no àn dome une funzion estetiche. I servizis che a ufrissin a son ancje altris: di fat, a dan une man a difindisi dal incuinament dal aiar. Une part significative dal polvar sutîl e ven stratignude de superficie largje dal fueam des plantis e dai prâts. Il vert al è un tamês pal aiar di citât. Un vert urban san e vivarôs al è duncje un patrimoni multifunzionâl che, cidin, al puarte indenant servizis positîfs pal citadin. Il spetacul piês di viodi al è un arbul che i si gjave la dignitât di cressi, tratât tant che un toc di mobilie, sassinât cence reson tal fueam o tes lidrîs, par fâi puest a tubaduris, marcjepîts e cjasis. Il spetacul piês di viodi al è un arbul in citât che no i si da la dignitât di cressi ben. Andrea Maroè, responsabil dal Vert Public. Gli alberi e la nostra storia: vivono accanto a noi ma sono da secoli spettatori di quanto accade nella nostra città, popolano i nostri quartieri e scandiscono lo scorrere del tempo e delle stagioni. Gli alberi sono pertanto testimoni viventi della nostra storia. Quasi assenti a Udine fino alla fine del XVIII secolo, i primi impianti vengono realizzati a seguito del passaggio vittorioso di Napoleone I. I platani che caratterizzano i viali parigini vengono utilizzati anche a Udine (Piazza I Maggio, Viale Palmanova, Viale Venezia, Viale Trieste). Un altro pezzo della nostra storia è raccontato dai bagolari i cosiddetti spaccasassi - che furono piantati durante il primo ventennio del 900 sia per il valore estetico che per il simbolismo legato anche al loro utilizzo artigianale: il loro legno infatti veniva utilizzato per fabbricare i manici degli attrezzi. Nello stesso periodo nei giardini che circondavano palazzi e monumenti si videro le prime piante sempreverdi (soprattutto Cedrus deodara). Ma gli alberi e le aree verdi in città non hanno funzioni essenzialmente estetiche. I servizi che offrono sono anche altri: operano quali efficienti agenti di protezione da inquinamento dell aria. Una frazione considerevole delle polveri sottili viene trattenuta dalla vasta superficie delle foglie delle piante arboree e dei prati. Il verde è un filtro dell aria cittadina. Una vegetazione urbana sana e rigogliosa è quindi un patrimonio multifunzionale che svolge silenziosamente benefici servizi per il cittadino. Lo spettacolo peggiore è vedere un albero privato della sua dignità di crescere, trattato come un oggetto di arredo, massacrato senza motivo sulla chioma o nelle radici, per far posto a tubi, marciapiedi e case. Lo spettacolo peggiore è un albero in città a cui non sia data la dignità di crescere bene. Andrea Maroè, responsabile Verde Pubblico. 7 Alberi storici / Arbui storics Inte pagjine dongje, cuatri vielis testimonis de vite de citât. Arbui centenaris intal Zardin dal Vescul (i doi a çampe), intal Parc Loris Fortuna (parsore a drete) e dongje dal Domo (in bàs a drete) Nella pagina accanto, quattro vecchi testimoni della vita della città. Alberi centenari ai Giardini Ricasoli (i due a sinistra), nel Parco Loris Fortuna (sopra a destra) e accanto al Duomo (in basso a destra)

7 Risparmio energetico / Sparagn energjetic 8 Plan Energjetic Comunâl Piano Energetico Comunale Il Plan Energjetic Comunâl al covente par misurâ i consums di energjie de citât, dividûts par setôrs, al analize chescj dâts e al individue i intervents che si puedin fâ par sparagnâ i combustibii tradizionâi (petroli, benzine, cjarbon, metan) e par promovi lis fonts rinovabilis. ENERGJIE DI CJASE MÊ I nestris consums fasino dam al ambient? Cuasi dute la energjie che nus covente le cjatìn brusant combustibii fossii che no si puedin rinovâ. In cheste maniere o produsìn une cuantitât fûr di misure di gas che a incuinin. Chestis emissions a fasin dam ae nestre salût, ai boscs e ancje ai fabricâts, e a van a incressi chel che si clame efiet sidrere. Ogni citadin udinês al prodûs intun an 11,6 toneladis di CO2. Cuâi sono i eletrodomestics e lis lampadinis che nus fasin sparagnâ? I eletrodomestics e lis lampadinis plui modernis si dividin daûr de lôr classe di consum, segnade di une letare maiuscule: la classe A al vûl dî che il consum al è bas. Par esempli: un frigorifar di classe A+, cul stes volum e doprât te stesse maniere, al consume il 40% di mancul di un classe C. La robe impuartante, in ogni câs, e je di no fâ straçariis! Ancje une cjase ecologjiche ben fate nus fâs sparagnâ energjie. Ma ce saressie une cjase ecologjiche? Une cjase ecologjiche e rive a ridusi di un grum il consum di energjie che i covente par riscjaldâ di Invier e rinfrescjâ di Istât, in gracie de buine esposizion al soreli e dal isolament fuart dai mûrs, dal cuviert, dal paviment e dai barcons. Cun di plui e je fate cun materiâi naturâi, che no àn dentri sostancis velenosis. Il Piano Energetico Comunale è uno strumento che serve a misurare i consumi di energia della città, suddivisi per settori, analizza questi dati e individua gli interventi di risparmio di combustibili tradizionali (petrolio, benzine, carbone, metano) e la promozione dell utilizzo delle fonti rinnovabili. ENERGIA DI CASA MIA I nostri consumi fanno danni all ambiente? Quasi tutto il nostro fabbisogno energetico è soddisfatto bruciando combustibili fossili non rinnovabili. Tali consumi provocano un enorme quantità di gas inquinanti. Queste emissioni causano danni alla salute, alle foreste, anche agli edifici, e un aumento dell effetto serra. Ogni cittadino udinese produce in un anno 11,6 tonnellate di CO2. Quali sono gli elettrodomestici e le lampadine che fanno risparmiare? Gli elettrodomestici e le lampadine più moderni sono suddivisi in classi di consumo individuate da una lettera maiuscola: la classe A indica quelli che consumano meno. Ad esempio: un frigorifero di classe A+, a parità di volume e di utilizzo, consuma il 40% in meno di un classe C. Spesso, comunque, si tratta di evitare gli sprechi! Anche una casa ecologica ben fatta fa risparmiare energia. Ma che cos è la casa ecologica? Una casa ecologica, oltre ad essere realizzata con materiali naturali, che non contengono sostanze nocive, deve minimizzare il fabbisogno di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo, grazie ad una accurata esposizione al sole ed all ottimo isolamento delle pareti, del tetto, del pavimento e delle finestre.

8 Cualis sono lis tecnichis di sfrutament de energjie solâr che o pues doprâ ancje a cjase mê? La tecniche plui naturâl e je chê di disponi la cjase di mût che e cjapi plui che e pues la radiazion solâr, e di fâle sù cun materiâi e formis che le judin a sfrutâ in maniere passive la energjie solâr. E je une vore impuartante ancje une buine ventilazion naturâl dai locâi. E se o ves miôr di doprâ lis tecnologjiis tradizionâls? Se l implant al è autonom e al va a metan o GPL, si pues sostituî la cjalderiute di 10 agns indaûr cuntune cjalderie moderne che e vedi un rindiment une vore alt. Miôr ancjemò, si pues passâ a une cjalderie a condensazion, che e rive a sbassâ i consums ancje dal 30%. Stant che i implants plui grues, in proporzion, a consumin di mancul, a son incentivâts i implants centralizâts furnîts di dispositîfs di misurazion dal consum di energjie. Si fevele tant di biomassis.... Pai ûs domestics o civîi, cu la peraule biomasse si intint semplicementri i lens di brusâ. Se la biomasse e ven di un tai sostignibil, vâl a dî che al permet al bosc di riprodusisi, e se la stue o la cjalderie a àn un rindiment alt, si trate di une buine soluzion alternative. Cun di plui la cinise e pues jessi doprade come fertilizant. Trop vegnial un implant solâr termic? Il presit plen di un implant par une cjase di 4 personis al è tra i e i euros. Se si vûl doprâ l implant ancje come integrazion dal riscjaldament, il presit al rive a euros. Il Comun judial cui che al vûl invistî di plui par vê une cjase ecologjiche? Cul Regolament pe Dissipline des Modalitâts di Incentivazion de Cualitât Edilizie, dal Ûs Razionâl des Risorsis Energjetichis, Idrichis e dai Materiâi il Comun al ricognòs une serie di incentîfs e/o di riduzions, dividûts daûr de tipologjie dal intervent e che si puedin cumulâ cu la detrazion IRPEF. Quali sono le forme di utilizzo dell energia solare che posso utilizzare a casa mia? La forma più naturale è quella di orientare la casa in modo da ricevere in modo ottimale la radiazione solare e costruirla con materiali e forme adatte a sfruttare passivamente l energia solare. Molto importante è anche una buona ventilazione naturale dei locali. E se volessi semplicemente utilizzare le migliori tecnologie tradizionali? Se l impianto è autonomo, ed il combustibile è metano o GPL, esistono caldaie ad alta efficienza, con cui sostituire la caldaietta di 10 anni fa. Oppure si può passare ad una caldaia a condensazione, che può ridurre i consumi anche del 30 %. Poiché gli impianti di taglia maggiore garantiscono consumi minori, sono incentivati gli impianti centralizzati corredati dei moderni dispositivi di misurazione del consumo di energia. Si parla anche tanto di biomasse.... Per gli utilizzi domestici o civili, con il termine biomasse si intende semplicemente la legna da ardere. Se la biomassa proviene da un taglio sostenibile, cioè che consente al bosco di riprodursi e se la stufa o la caldaia utilizzate sono ad alto rendimento, si tratta di una buona soluzione alternativa, Inoltre le ceneri possono essere riutilizzate come fertilizzante. Quanto costa un impianto solare termico? Il prezzo pieno per un impianto per una casa di 4 persone si aggira tra e Euro. Se inoltre serve anche come integrazione del riscaldamento, il prezzo aumenta a Euro. Il Comune aiuta chi vuole investire di più per una casa più ecologica? Attraverso il Regolamento per la Disciplina delle Modalità di Incentivazione della Qualità Edilizia, dell Uso Razionale delle Risorse Energetiche, Idriche e dei Materiali il Comune riconosce incentivi e/o riduzioni che sono suddivisi a seconda del tipo di intervento proposto e cumulabili con la detrazione IRPEF. 9 Risparmio energetico / Sparagn energjetic

9 Rifiuti / Scovacis 10 Riciclâ Udin al è une citât che e rispiete l ambient. Al è chel che al salte fûr dai dâts tirâts dongje dal Conai, il Consorzi Nazionâl Imbalaçs che, in ocasion dai siei dîs agns di ativitât, al à celebrât la zornade nazionâl de racuelte diferenziade in vincj citâts talianis e tra chestis ancje Udin, prin tra lis citâts de regjon pal ricicli cuntune percentuâl dal 40,3% di racuelte diferenziade, cetant di plui dal 31,2 % de provincie di Udin e dal 30,4 % di dut il Friûl VJ. L impegn e il judizi di doprâ i cassonets pe racuelte diferenziade a puedin puartâ a risultâts di no crodi. Ve ca cualchi esempli di ce che si pues fâ cul materiâl recuperât. Riciclare Udine è una città che rispetta l ambiente. E quanto emerso dai dati raccolti dal Conai il Consorzio Nazionale di Imballagi che, in occasione dei suoi dieci anni di attività, ha festeggiato la giornata nazionale della raccolta differenziata in venti città italiane, tra cui Udine che si è distinta fra le altre città della regione con una percentuale del 40,3\% di raccolta differenziata, ben superiore al 31,2\% della provincia di Udine e al 30,4\% di tutto il Friuli Venezia Giulia. L impegno e l accortezza di utilizzare i cassonetti per la raccolta differenziata può portare a incredibili risultati. Ecco qualche esempio di cosa si può fare con il materiale recuperato. AÇÂR ACCIAIO Il pês di latis di açâl par conservis e je la cuantitât che e covente par produsi une machine. 7 latis di 50 grams a podaressin deventâ 1 guantiere. Cul açâl riciclât di latis di 50 grams si pues fâ 1 km di sinis. Il peso di barattoli in acciaio per conserve è la quantità necessaria per produrre un auto 7 scatolette da 50 grammi potrebbero diventare 1 vassoio. Con l acciaio riciclato da scatolette da 50 grammi si può realizzare 1 km. di binario ferroviario. ALUMINI ALLUMINIO A coventin 640 latis par fâ 1 cercli di ruede di une machine. Cun 3 latis si fâs 1 pâr di ocjâi. Dutis lis cogumis fatis in Italie ( unitâts) a son di alumini riciclât. Occorrono 640 lattine per fare 1 cerchione per auto. Con 3 lattine si fa 1 paio di occhiali. Tutte le caffettiere prodotte in Italia ( di unità) sono in alluminio riciclato.

10 CJARTE Scuasi il 90% dai cuotidians talians al è stampât cun cjarte riciclade. Ogni an in Italie, in gracie de racuelte diferenziade di cjarte e di carton, si sparagnin emissions nocivis pe atmosfere che a valin il bloc totâl di dut il trafic di strade (machinis, camions e ancje mieçs publics) par 6 dîs e 6 gnots! CARTA 11 Quasi il 90% dei quotidiani italiani viene stampato su carta riciclata. Ogni anno in Italia, grazie alla raccolta differenziata di carta e cartone si risparmiano emissioni nocive per l atmosfera, equivalenti al blocco totale di tutto il traffico su strada (auto, camion e mezzi pubblici compresi) per ben 6 giorni e 6 notti! Rifiuti / Scovacis LEN Riciclant 4 bancâi si fâs 1 scrivanie. Riciclant 30 bancâi si fâs 1 armâr. LEGNO Con il riciclo di 4 pallet si fa 1 scrivania. Con il riciclo di 30 pallet si ottiene 1 armadio. PLASTICHE Cun 27 butiliis di PET si fâs une felpe di pile. Cun 45 vascjutis di plastiche e cualchi metri di pelicule si fâs une bancje. Cun 10 butiliis di plastiche si fâs une cjadree. PLASTICA Con 27 bottiglie di PET si fa una felpa in pile. Con 45 vaschette di plastica e qualche metro di pellicola si fa una panchina. Con 10 flaconi di plastica si fa una sedia. VERI Il ricicli dal veri al permet un sparagn di materiis primis e di energjie te produzion di veri gnûf. Il sparagn di materiis primis al è dal 100%: une butilie pal vin dal pês di cirche 350 grams si pues produsi cun 350 grams di fruçons di veri riciclât. Il ricicli dal veri al permet di evitâ la imission te atmosfere di gas che a alterin il clime che a valin lis emissions di cirche machinis intun an. VETRO Il riciclo del vetro permette un risparmio di materie prime ed energia nella produzione di nuovo vetro. Il risparmio di materie prime è del 100%: una bottiglia per il vino del peso di circa 350 grammi si può produrre con 350 grammi di rottame di vetro riciclato. Il riciclo del vetro permette di evitare l immissione in atmosfera di gas climalteranti equivalenti alle emissioni di circa auto circolanti in un anno.

11 Cura del verde / Cure dal vert 12 Cemût che al lavore il vert public Come opera il verde pubblico Strop di rosis apene fur di Puarte Manin, jenfri Zardin Grant e Place Patriarcjât Aiuola appena fuori Porta Manin, fra Piazza I Maggio e Piazza Patriarcato Cui isal daûr dai strops plens di rosis e dai parcs verts? I operadôrs dal vert public. Tai ultins doi agns a àn cerpît cuasi 6000 plantis, riciclant dut il materiâl di cerpidure che al devente acolt pes plantis e che al permet di sparagnâ sul presit des oparis. I operadôrs a metin dacuardi la bielece dal vert cui servizis ufierts al citadin e la tutele dal ambient. Rosis profumadis, arbui sigûrs, parcs e zardinuts furnîts, pal plui, cun mobilie e imprescj di plastiche riciclade. I uficis dal Vert Public si dividin in cuatri unitâts: Vert Verticâl: al viôt dai arbui, par esempli di plantâ arbui gnûfs e di cerpî o di tirâ vie chei che za a son. Vert Orizontâl: al viôt dai prâts in dutis lis areis verdis, di tignîlis netis e di cerpî cisis e sterps. Vert Ornamentâl: al viôt de floridure anuâl e permanente in dutis lis areis verdis, stant daûr des rosis di plui di cuarante tra strops e zardinuts ator pe citât. La progjetazion di chestis areis e je fate in maniere direte de unitât. Gjestion e Vivibilitât: al viôt de mobilie e des struturis ricreativis des areis verdis, dai furniments doprâts tes diviersis manifestazions e de gjestion integrade des areis grandis. Chi c è dietro aiuole fiorite e parchi verdi? Gli operatori del verde pubblico. Negli ultimi due anni hanno potato quasi 6000 piante, riciclando tutto il materiale di potatura che diventa concime per le piante e consente di ridurre i costi delle opere. Gli operatori coniugano la bellezza del verde con i servizi offerti ai cittadini e la tutela dell ambiente. Fiori profumati, alberi sicuri e aree attrezzate per lo più con plastica riciclata. Gli uffici del Verde Pubblico si dividono in quattro sezioni: Verde Verticale: si occupa delle gestione delle alberature (nuovi impianti, potature, abbattimenti). Verde Orizzontale: si occupa della gestione dei prati su tutte le aree verdi, della loro pulizia e della potatura delle siepi e degli arbusti. Verde Ornamentale: si occupa delle fioriture annuali e perenni nelle aiuole e nei giardini della città gestendo oltre una quarantina di siti fioriti. La progettazione di queste aree fiorite è fatta direttamente da questa unità. Gestione e Vivibilità: si occupa di tutte le strutture ricreative e degli arredi presenti nelle aree verdi, degli addobbi per le varie manifestazioni, della gestione integrata delle grandi aree. ud.info Periodic di informazion dal Comun di Udin / Periodico di informazione del Comune di Udine Regjistrât al n. 23/04 dal Regjistri periodics dal Tribunâl di Udin / Registrato al n. 23/04 del Registro periodici del Tribunale di Udine An 3 - Numar 2 - Lui 2007 / Anno 3 - Numero 2 - Luglio 2007 Diretôr responsabil / Direttore responsabile: Walter Tomada - Redazion / Redazione: Lisa Zancaner Traduzion par cure di / Traduzioni a cura di: Serling / Serling Inpagjinazion / Impaginazione: Anna Pontel Fotos / Foto: Servizi dal Vert Public / Servizio Verde Pubblico Stampe / Stampa: Graphic Linea - Tavagnà (Ud) / Tavagnacco (Ud) Tiradure: copiis / Tiratura: copie Publicazion realizade cul jutori de leç 482/99 / Pubblicazione realizzata con il contributo della legge 482/99 Iscriviti alla La newsletter del Comune di Udine: le notizie direttamente nella tua casella di posta elettronica. Registrati sul sito

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ"

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ SERVIZI SANITARI NAZIONÂL - REGJON AUTONOME FRIÛL-VIGNESIE JULIE AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ" Cul prin di Zenâr dal 2015 e je stade dade dongje la AZIENDE PE ASSISTENCE

Dettagli

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès un grum di robe storiche che a ti fâs meti lis mans tai cjavei di tant biele che e je e non tu sâs di ce bande scomençâ a cjalâ!

Dettagli

Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie Julie 1

Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie Julie 1 Rivista GFS n. 12-2009 13-10-2010 11:54 Pagina 13 Gjornâl Furlan des Siencis 12. 2009, 13-24 Il strument incentîf a pro des agroenergjiis tai documents di programazion dal svilup rurâl in Friûl Vignesie

Dettagli

Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims

Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims Rivista GFS n. 11-2009 13-10-2009 15:54 Pagina 103 Gjorn l Furlan des Siencis 11. 2009, 103-117 Studi da la evoluzion dal paisa mediant i toponims RINO GUBIANI * 1. Introduzion. Il paisa al un tiermin

Dettagli

Insegnament e aprendiment. de matematiche, intune situazion di bilenghisim

Insegnament e aprendiment. de matematiche, intune situazion di bilenghisim Gjornâl Furlan des Siencis 7. 2006, 37-46 Insegnament e aprendiment de matematiche intune situazion di bilenghisim GIORGIO T. BAGNI*, CARLO CECCHINI* & FRANCESCA COPETTI* Ristret. La finalitât di chest

Dettagli

La elaborazion resinte di imprescj lessicografics furlans

La elaborazion resinte di imprescj lessicografics furlans La elaborazion resinte di imprescj lessicografics furlans Sandri Carrozzo Serling soc. coop. publicât in Sot la Nape, 55, 6, p. 17-24 Curtis notis sui dizionaris furlans che a son za Il prin impuartant

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

FRANCA MAINARDIS PETRIS. Ilustrazions di Flavia Caffi

FRANCA MAINARDIS PETRIS. Ilustrazions di Flavia Caffi FRANCA MAINARDIS PETRIS Ilustrazions di Flavia Caffi Franca Mainardis Petris Ilustrazions di Flavia Caffi Edizions Istitût Ladin Furlan Pre Checo Placerean c/o Cjase Turoldo di Coder di Sedean c.p. 3-33039

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi

Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi Rivista GFS n. 10-2008 rifatto 10-03-2009 16:42 Pagina 61 Gjornâl Furlan des Siencis 10. 2008, 61-73 Une justificazion rigorose aes formulis di progjetazion pe torsion in profilâts sutîi CESARE DAVINI

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Sommario: La vita quotidiana di un tempo I soldi (bês) Il lavoro nel passato Il lavoro a Varmo nel passato Il lavoro a Varmo oggi

Sommario: La vita quotidiana di un tempo I soldi (bês) Il lavoro nel passato Il lavoro a Varmo nel passato Il lavoro a Varmo oggi Sommario: La vita quotidiana di un tempo I soldi (bês) Il lavoro nel passato Il lavoro a Varmo nel passato Il lavoro a Varmo oggi 1 LA VITA QUOTIDIANA DI UN TEMPO UN VIAÇ INTAL PASSÂT: CEMÛT CHE SI VIVEVE

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

V A D E M E C U M Energia dal legno

V A D E M E C U M Energia dal legno V A D E M E C U M Energia dal legno Ordinazioni: Energia legno Svizzera 6670 Avegno Tel. 091 796 36 03 Fax 091 796 36 04 info@energia-legno.ch www.energia-legno.ch Holzenergie Schweiz Neugasse 6, 8005

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

N o s i s à N e r i c j a r b o n

N o s i s à N e r i c j a r b o n N o s i s à N e r i c j a r b o n NERI CJARBON SOTVÔS Blancje la cjarte, blancje veline biele pipine nuje di bon Flôr di farine, simpri pui fine doman matine neri cjarbon Rosse la muse, rosse legrìe pocje

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M COMUNE DI PICCOLI GESTI PER UN MONDO MIGLIORE La Città di Udine aderisce, con altri 14 enti pubblici europei, al progetto Cyber Display. Lo scopo è aumentare e migliorare la conoscenza nell uso delle risorse

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli