ASSOCIAZIONE EX UNIVERSITARI VILLA SAN GIUSEPPE Corso Giovanni Lanza TORINO Tel Fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSOCIAZIONE EX UNIVERSITARI VILLA SAN GIUSEPPE Corso Giovanni Lanza 3 10131 TORINO Tel. 011-8193323 Fax 011-8193219"

Transcript

1 n.169 ASSOCIAZIONE EX UNIVERSITARI VILLA SAN GIUSEPPE Corso Giovanni Lanza TORINO Tel Fax I N T E R N E T : POSTA ELETTRONICA : a) per comunicare con la Villa : b) per comunicazioni a Fr. Igino: NOTIZIARIO n.5 * Spedizione in abb. postale art. 2 comma 20/c legge 662/96 - Filiale di Torino Carissimi, quale sia stata la riuscita della INAUGURAZIONE DELL ANNO ACCADEMICO lo disse lo stesso MAGNIFICO RETTORE DEL POLITECNICO DI TORINO Prof. Ing. GIOVANNI DEL TIN il quale già durante l incontro espresse sorpresa e approvazione per quanto stava vedendo, e il 31 ottobre - giorno seguente l inaugurazione - scrisse cordiali parole di ringraziamento per l accoglienza, e vivi complimenti per la vostra esemplare organizzazione In effetti l Inaugurazione si risolse in una serata di soddisfazione in cui l aleggiare della simpatia favoriva la comunicazione di importanti messaggi Già nei momenti che precedevano l incontro c era gioia nell aria, resa visibile dai 140 studenti in movimento composto ma intenso, e tutti caratterizzati dalle variopinte feluche e dai simboli delle personali incombenze. Il giungere del Rettore, evidentemente interessato a incontrarci e a prendere contatto con quanto vedeva, diede subito il tono della familiarità all incontro. Incontro che ormai si svolgerà all insegna del dialogo sereno. Il Collegio Cardinalizio al gran completo, con fasto e dignità, introdusse il Magnifico Rettore nella Sala dove tutta l Assemblea, in alta tenuta goliardica, attendeva. Il Fr. Igino, fatta una breve presentazione degli studenti, giovani normali ma attenti nel creare e nel cogliere occasioni di crescita, come quella che stiamo vivendo, pregò il Magnifico Rettore di pronunciare l attesa Prolusione al Nuovo Anno Accademico. Il Rettore commentò il tema La Formazione e il trasferimento tecnologico al Politecnico di Torino. Mise in forte evidenza la fondamentalità della formazione, tema al centro dei processi di crescita delle società evolute, avendo come obiettivo la valorizzazione del capitale umano Un capitale umano che al Politecnico di Torino trova accoglienza, stimoli, indirizzi, valorizzazione e che matura ad esiti prestigiosi: gli Ingegneri del Poli, ad 1 anno dalla laurea sono occupati all 82% (contro una media nazionale del 61%), e dopo 2 anni lo sono il 93% (contro il 71%). L ampio svolgimento che il Rettore ha dato al tema e l illustrazione delle innovazioni che attualmente vengono elaborate non possono essere condensate in questa presentazione. Abbiamo comunque il piacere e la possibilità di rimandare all intervista che il Rettore ha concessa al Direttore de La Scheggia, il giornale del Poli fondato in Villa e redatto quasi

2 completamente da villici, ove i temi vengono presentati con ampiezza. Il testo della Prolusione è disponibile nella nostra Biblioteca. I caldi applausi hanno sollecitato il Pontefice Federicus I Valsesianus a ringraziare il Magnifico Rettore, e a conferirgli la tipica e singolare onorificenza di Cavaliere dello JOVSI, titolo confermato dalla splendida alfonsiana pergamena che proclama: Summa nostra aestimatione, consilioque Eminentissimorum Cardinalium impulsi omnique populo permoti Nos, Pontifex Maximus JOVSI, nominamus JOHANNEM DEL TIN, Magnificum Rectorem Politechnici Taurinensis, EQUITEM Internationalis Ordinis Villae Sancti Josephi. E seguito il conferimento della feluca nera degli Ingegneri caratterizzata dalla gialla piuma dei Cavalieri. A questo punto il canto corale del GAUDEAMUS IGITUR era di obbligo Poi ancora risposte a domande varie, e le foto, affinché imperituro rimanga il ricordo. Poi il brindisi con il Vino d Onore offerto dalle Vestali, delicate e solenni. E prima del saluto, che fu cordialissimo, il ricordo gradevole scritto sull Albo d Oro : Ringrazio di cuore dell invito che mi ha consentito di vivere una serata diversa in un clima di serenità. Ho ricevuto la sensazione di un ambiente di grande e ordinata vivibilità e socialità che aiuta certamente gli studenti a crescere sul piano umano e sociale. G. d. T. S E T T I M A N A R O S S A La Riunione del martedì fu straordinariamente severa: la presenza delle matricole goliardicamente ingombrante stava rendendo irrespirabile la tradizionale villica serenità. Inspiegabili e inaccettabili accadimenti lupini facevano presagire deprecabili tempi futuri senonchè un insperato quanto risoluto suono di trombe e tamburi annunciò il giungere del banditore - il famoso Durandaccio, forte di voce e di braccio, e soprattutto di arcigni armigeri e dello spaventoso boia Frroll - il quale, collerico e volitivo, gridò il bando sperato: Cum scilicet amatissimus atque veneratissimus Johannes II Nauticus mandatum explevit, Apostolica Sedes vacans est et clerus animarum curam relinquit, innumerabiles immundaeque m.q.m., occasionis proficientes, se audaces faciunt et sine ullo veteranorum timore iura pervertunt. Ad rem publicam reparandam et ad priscos mores revocandos, nos, Stephanus Longo, Vicarius Urbis, conclavem convocamus. Igitur eminentissimi domini cardinales convocati sunt in Urbe, pridie Kal. Oct. Anno MMIII hora vigesima, poena anathema! Anch essi intimoriti, si defilarono veloci gli Eminentissimi. E si radunarono solerti e si chiusero cum clave ad eligendum Pontificem. Ricerca più impegnativa del previsto, come dimostrano le tante fumate nere (che destavano il pianto disperato delle matricole), ma coronata dalla fumata bianca e dall atteso Habemus Papam!. Il quale, con gli alti piumati, si raccolse nella governamentale 202, momento amichevolissimo e spiritoso. Intanto, popolo e gerarchie attendevano - guardanti in su - l annuncio liberatorio, che infine venne indefessamente conclamato: Habemus Papam cui nomen est Federicus I Valsesianus. Paratissima la Sala cui giunse in Sedia Gestatoria il Pontefice, bianco sulla massa cubicamente compatta dei Sediari. Trono. Discorso folto di programmi. L obbedienza dalle altissime gerarchie, giù giù fino alle innominabili matricole.. striscianti e tremanti Poi grande inizio dell organizzazione della Festa di sabato. MERCOLEDì ore 18. CORSA delle orselliche QUADRIGHE, che competono bellicose trainate da cavalli-matricole sicuramente nate allo scopo. Vinse il Pontefice e non solo per la forte equinità dei cavalli Ore 20,30. Classico: GOLIARDIA IN VIA ROMA l assalto ad Emanuele Filiberto che invano sfoderò la spada: noi, forti, conquistammo il suo monumento e a lui accoltici infine cantammo l immancabile Gaudeamus e il piacevole Viva Torino, città delle belle donne noi siamo le colonne. Ne fu soddisfatto! Soddisfatti anche i vigili, e noi tantissimo. GIOVEDI. Giornata della PULIZIA delle matricole. Dato il grandissimo lavoro necessario per almeno sgrossare la pulitura, l alzata fu mattiniera: ore 4,30. Natazione marina tra quantità di pesci, e poi frutta e verdura a gogò, poi una goduria di tuffi nella segatura e grazie ad una buona doccia profumata la pulizia fu quasi perfetta

3 Ore 20. Ormai pulite, le matricole possono servire la cena. Il loro miglioramento è evidente! Poi, teatro: la vita studentesca vista dalle giuste angolature VENERDI. ore 18. CACCIA ALLA VOLPE: animalesse in fuga, animali alla caccia. Cagnare. Fiaccolata: dal Ciabot al Rogo sul quale dovrebbero, secondo prassi, salire le matricole. Ma, essendo troppe, saliranno solo i loro inscindibili sacchi dai goliardici profumi. Infine parlò il Pontefice: le matricole diventano studenti universitari villici a pieno titolo: igitur gaudeamus! SABATO. Fu FESTA festa preparata con arte: la sala, la musica, le luci, il bar, il guardaroba, i parcheggi, gli inviti accolti con evidente piacere da centinaia di amici e di amiche. L inizio fu segnato con tocco di classe dal Valzer dei Cardinali. Poi il popolo riempì ogni spazio. Infine, stanchi ma contenti tutti ripresero le forze con la montagna di spaghetti con cui i nostri cuochi posero buon sigillo alla festa Non solo la Festa della Matricola, ma anche - ormai da anni - la GITA delle Matricole, è grande occasione di conoscenza ed amicizia tra nuovi e anziani. Meta: Saluzzo e Staffarda: tuffo nei secoli passati, in una civilissima cittadina che aveva equilibrato lavoro e benessere, ed espresso il Castello grandioso, S. Giovanni e la Casa Cavassa. E sulla pianura Staffarda, l abbazia che diede fertilità alla palude, ospitalità al pellegrino, lustro alla terra, respiro d infinito al quotidiano, che eresse il tempio sacro che ci accolse, e il borgo agricolo dove trovammo Andrea, Manuela, la Paola amichevoli Aita e Perrone, a buon coronamento dell ineccepibile organizzazione, ci hanno ricordato il motto dei Cavassa: Droit quoy qu il soit ( Avanti in ogni circostanza) e il loro simbolo, il pesce che nuota verso l alto, verso la sorgente, verso l acqua pura. Bellissimo ricordo! Ai vari momenti, alle varie iniziative chiamate a creare atmosfera di insieme, di amicizia, di cultura, di attenzione reciproca non poteva mancare il momento della Messa, accompagnata dalla rinnovata egregia Schola, e celebrata da Don Marco Bonvicini, una decina di anni fa anche lui qui, matricola di eccezione, e che ora ha saputo farci vivere per un ora sentimenti intercomunicanti di amicizia e di richiami dall Alto. IL GRANDE ORGANIGRAMMA GOLIARDICO Pontefice: SS Federicus I Valsesianus Suo Splendore: SSp Fratel Igino Magnificenze: SM Johannes II Nauticus, SM Paulus II Sabbhaticus Eminenze: Johannes Palamara, Luca Rollino, Stephanus Longo, Maximilianus Mazzoni, Alexander Aita, Marius Perrone, Franciscus Borghi Eminenze Albo d oro: Daniel Longo, Andreas Massara, Michael Guccione, Carolus Moretta, Johannes Palamara, Fabius Fresia, Enricus Zordan, Nicolaus Barberis Negra, Johannes Barrera, Robertus Vercellin cavaliere dell ordine Arcivescovi: Le LL.EE.: Carlo Stella, Sandro Penolazzi, Ruben Trevisan, Davide Casorzo, Ermes Morzenti, Stefano Giavelli. Emeriti: Mascheri Fabio. In pensione: Marco Trombini, Davide Rinaldi, Alberto Tempia, Gabriele Bodda Vestali: Samanta Peracchio, Olga Galasso, Cristina Bacco, Floriana Buzzetti, Dalle Alice, Elena Mittone, Giovanna Lani, Stella Tagliati. Dimissionarie: Vittoria Todisco, Anna Morano, Carolina Zanello, Maria Laura Bertoldi, Roberta Allegranza, Annamaria Bottero, Maria D Agostino Vescovi: le LL. EE.: Pietro Allegranza, Carlo Boffano, Andrea Cagna, Raul Giacometti, Luca Vaudano, Matteo Frola, Gianmatteo Corda, Giuliano Daniele, Luca Sitzia, Stefano Trombini, Maurizio Bonetti, Paolo D Agostino, Marco Minella, Giovanni Robotti Moschettieri: SE Gianluca Camboni (arcivescovo capo della compagnia), Andrea Vacca (Luogotenente), Fabio Macrellino (V.Luogotenente), Michele Montemarano, Giuseppe Lallo, Luca Bolognino, Andrea Armando, Edoardo Davico, Mauro Monge. Banditore: Alessio Durando. Mazzieri: Maria Chiara Sartori, Lidia Icardi. Vessilifero: Roberto Della Ratta Rinaldi. Tamburini: Massimiliano Bisoglio, Paola Profumo. Sediari: Alberto Letizia, Duilio Farina, Alberto Vigliano, Marco Fauda, Matteo Cigola, Marco Falco, Pietro Falcetto, Gianluigi Vittone. Popolo Tutto: Sonia Drappero, Tatiana Bergese, Chiara Martaspina, Alida Roggia, Eleni Mòlos, Nadia Giavelli, Davide Troiano, Diego Bessi, Lidia Ghibaudo, Alberto Ponchione, Mattia Rossetti. Matricole innominabili

4 IL CONSIGLIO DELL ASSOCIAZIONE, dopo aver partecipato al gran completo al festoso incontro in Villa con il Magnifico Rettore del Politecnico Ing. Giovanni Del Tin, nella Riunione che ne seguì si rallegrò per la splendida serata vissuta, durante la quale è apparso evidente il buono spirito che regna in Villa e l attenzione non solo teorica degli studenti verso gli attuali problemi di cultura e di inserimento nella società. ripercorse le tappe del 32 Raduno Annuale, compiacendosi della piacevole riuscita, della straordinaria partecipazione e dall atmosfera percepibile in ogni momento del Raduno: conferenza, Messa, fotone, incontri fino all onorevole pranzo! accolse con grande piacere i NUOVI ISCRITTI all Associazione: ANDREA MORGANDO da BORGIALLO TO, Ing. Meccanico; PAOLO OCLEPPO da St. Christophe AO, Ing. Meccanico; STEFANO DURANDO da Cossato BI, Ing. Telecomunicazioni; ENRICO BACCAGLINI da Alba CN, Ing. Telecomunicazioni; DANIELE LONGO da Fubine AL, Ing. Meccanico; BRUNO TESS da Taranto, Ing. Telecomunicazioni Si compiacque quindi che durante l anno 2003 si siano ISCRITTI all Associazione numerosi e simpatici neolaureati: Ing. Chiara d Agostino, Dott. Francesca Coffano, Dott. Manuela Magnino, Ing. Giulio Cois, Dott. Stefania Leto, Ing. Stefano Gonella, Ing. Luca Costantino, Arch. Roberto Vercellin, Ing. Michele Guccione, Ing. Riccardo Guidetti, Ing. Alessio Cacopardo, Dott. Filippo Christillin, Ing. Paolo Lattarulo, Dott. Damiano Mugnai, Ing. Pier Franco Azzena, Ing. Mariano Satta, Dott. Luigi Quaglia, Ing. Mario di Filippo, Ing. Gian Luca Novarina, Arch. Stefano Menichetti, Ing. Stefano Calandri, Dott. Massimiliano Decastelli, Ing. Andrea Morgando, Ing. Paolo Ocleppo, Ing. Stefano Durando, Ing. Enrico Baccaglini, Ing. Daniele Longo, Ing. Bruno Tess Pur persistendo difficoltà a trovare ideatori ed esecutori, diede consigli e incoraggiò a proseguire nel disegno di costruire una lampada a luce viva, quasi luogo di convergenza di quanti si sentono con noi in consonanza da ogni luogo e situazione Constatato il costante e generoso sostegno finanziario che permette di erogare Borse di Studio e di dare vita a varie attività di natura culturale... pregò di ringraziare, attraverso questo Notiziario, i partecipanti al Raduno che, tutti, sottoscrissero con dovizia, e altri che lo fecero in circostanze diverse: Gonella, Costantino, Vercellin, Sig. Angelini, Guccione, Guidetti, Lattarulo, Cacopardo, Cacciatori, Azzena, Menichetti, Novarina, Calandri, Moretta, fam. Orsello, Decastelli, Morgando, Ocleppo, Mongilardi- Roberto, Tibaldi, Querio, Vallero, Bottero, Pastorelli, Rogna, Longo, Tess, Brugo Confermò l impegno di continuare gli intensi rapporti di stimolo, proposta, sostegno nei confronti degli studenti, mediante incontri di cultura e orientamento, e mediante il sostegno alle loro iniziative Con ammirevole lungimiranza stabilì che il 33 RADUNO ANNUALE si tenga in Villa i giorni 18 e 19 settembre, sabato e domenica, 2004 Con l animo proiettato nel futuro ma con il piacere di trovarsi presentemente insieme, il Consiglio brindò alla salute e all amicizia di tutti INCONTRI CULTURALI DEL LUNEDI Era opportuno che all inizio dell anno di studi la carburazione corporea fosse ben regolata! Con la competenza di attenti studi e sperimentazioni la Dott. MARIA ROSA TRIVELLI ci ha tenuto una calda relazione su: ALIMENTAZIONE COME BASE PER SENTIRSI BENE. I disturbi del comportamento alimentare, in eccesso o in difetto, comportano un rischio elevato di contrarre malattie metaboliche, cardiovascolari, gastrointestinali, ossee.. Uno scostamento del 20% dal peso originario o del 15% dal peso ideale è scorretto. Il numero ideale di calorie è individuale, essendo legato al consumo ed alla velocità metabolica. Un alimentazione equilibrata e varia, con introduzione di calorie pari al consumo, nel rispetto di regole relative al modo di cucinare il cibo nonché alla sua qualità garantisce, unitamente ad una corretta attività fisica, il mantenimento del peso ideale.

5 6.10. L Ing. VITTORIO CHIARELLA, a. d. Sirtexsoa, da due decenni nostro consulente, reso immortale dall affermazione perentoria: Occorre avere la scintilla negli occhi, cioè volare oltre la materialità delle cose Oggi ha trattato il grave tema della SITUAZIONE ECONOMICO-INDUSTRIALE MONDIALE. RIFERIMENTO A TORINO Alcuni pensieri: 1. Viviamo un momento di crisi. Il motivo è il continuo e progressivo diminuire della capacità di innovazione e della capacità imprenditoriale (vale per l Europa in generale, per l Italia in particolare). 2. Sindrome di Buddenbrock, o delle terza generazione : a) padre povero e figlio intelligente, b) padre intelligente e figlio ricco, c) padre ricco e figlio povero. 3. Modo di reagire: riportiamo uno stralcio della Predica di Elbert Hubbard ( ). Il mondo aggiudica i suoi primi premi a chi possiede una gran qualità: lo spirito di iniziativa. Cos è lo spirito di iniziativa? Semplice: è fare la cosa opportuna senza che nessuno te lo dica. Dopo quelli che fanno la cosa senza che nessuno glielo dica, vengono quelli a cui basta dire la cosa da fare, perché subito la facciano. Cioè, portano il messaggio a Garcia (*). Quelli che sanno portare un messaggio ricevono grandi onori, ma la paga non è sempre adeguata. Vengono poi quelli che prima di muoversi se lo fanno dire due volte: essi non ricevono onori e intascano una piccola paga. Vengono poi quelli che fanno la cosa opportuna solo quando il bisogno li spinge avanti a calci, e questi ricevono indifferenza, e intascano un elemosina. Essi passano la maggior parte del tempo lamentandosi della loro sfortuna. Infine, a un gradino ancora più basso, c è il tipo che non vuol fare la cosa opportuna neppure quando qualcuno va da lui a spiegargli come si fa, e gli sta vicino accertandosi che la faccia: costui è sempre disoccupato e riceve il disprezzo che si merita, a meno che non sia un figlio di papà, nel qual caso il destino l aspetta pazientemente all angolo con un randello felpato. A quale categoria appartieni? (*) Cos è il Messaggio a Garcia? Brevissima sintesi: Guerra USA-Spagna a Cuba. Il Pres. USA vuol far giungere una lettera a Garcia, capo degli insorti di Cuba. Come fare? Il tenente Rowan se ne assume il compito. Dopo tre settimane (infinite difficoltà: mare, giungla, nemici ) la lettera è consegnata, Qual è il fatto fondamentale? Che Rowan prese la lettera e NON DOMANDO Dov è questo Garcia? E stato un concorrere straordinario di persone e personalità, specialmente medici, per presentare una iniziativa eccezionale: la fondazione di PICCOLI OSPEDALI e la formazione di personale paramedico in paesi di estrema indigenza, nonché di scuole con refezione scolastica gratuita: Invita un bambino a pranzo per un anno con 15 euro (non c è errore di stampa: 15 euro, all anno: sbalorditivo!). Iniziativa meravigliosa inventata da imprenditori, professionisti che al loro impegno quotidiano hanno sentito la necessità di aggiungere quello umanissimo verso i diseredati. Regista della serata è stato il Dott. VITTORIO FORNASERI, villico, effervescente come allora! Trasmettiamo un pensiero tratto dalle 5 documentatissime lezioni che Don PIERO OTTAVIANO ha svolte in Villa il 20 e 27 ottobre e 3, 17, 24 novembre 2003 sul tema LA RISURREZIONE DI GESU : Questa asserita risurrezione è avvenuta realmente? Due sole risposte sono possibili: o Gesù è risorto o non è risorto. Qualcuno potrebbe tentatare di liquidare il problema affermando che la risurrezione è scientificamente impossibile e quindi non può essere successa. Non si può collocare il discorso su questo piano. Uno scienziato serio dovrebbe dire: io non so che cosa sia possibile in natura. Prima fammelo succedere e poi io lo prenderò in considerazione. Dobbiamo pertanto collocarci sul piano storico. L atto di fede è prima di tutto un atto di fiducia nella Tradizione, cioè nella comunità cristiana (Chiesa). CRISTIANO è colui che decide di fidarsi della Chiesa accettare che essa abbia conservato e trasmesso coerentemente la vera tradizione apostolica, sia orale, sia scritta. La fede cristiana è un atto di fiducia nella comunità cristiana che ha prodotto i testi che noi leggiamo. Il Cristianesimo, infatti, è sorto verso il 30, mentre i primi documenti cristiani sono posteriori al 50. Il Cristianesimo c era già quando i documenti non c erano ancora Come sempre vivace la conferenza del villico Dott. PIERLUIGI BAR Orientamenti attuali per il MANTENIMENTO DELLA SALUTE DELLA BOCCA e per il benessere dell organismo. Ci è possibile solo qualche sottolineatura: Importanza della propria dentazione naturale: un patrimonio biologico che va conservato per l intero periodo della vita. Per mantenerlo: prevenzione: visite regolari una/due volte all anno, terapia: restauri mediante intarsi in oro su denti vitali evitando cure che prevedono la costruzione di protesi, ricerca: informarsi sui migliori ritrovati semplici: dentifrici E una semplice battuta?: L uomo ha raggiunto questo stato di evoluzione ed ha resistito alle avversità naturali non tanto per le funzioni del proprio cervello quanto per la sua dentizione, capace di poterlo nutrire adeguatamente con varietà (dalle bacche, ai frutti, ai cibi di oggi) "ADOZIONE: UN GESTO D'AMORE". Abbiamo conosciuto il mondo dell'adozione grazie al "Centro Internazionale Famiglie pro Adozione", organizzato da MANUELA MAGNINO. Sono stati analizzati gli aspetti tecnici dell'iter adottivo, e le gioie e le difficoltà che decine di coppie incontrano nell'accogliere nelle loro case un bambino abbandonato. Interessanti le testimonianze riportate da Suor Puspha sulle condizioni dei bambini nelle missioni in India, aiutati attraverso sostegni economici a distanza. Così sappiamo che ognuno di noi può essere protagonista di un gesto di solidarietà, aiutando gli istituti con cui il Cifa collabora, per garantire un futuro ai bambini in difficoltà. L eccellente riuscita della pesca di beneficenza ha evidenziato la villica sensibilità.

6 DIARIO VILLICO: note sul filo di alcuni giorni vissuti in Villa Inizia la SETTIMANA PROPEDEUTICA (il programma particolareggiato è sul nostro sito): 44 ore di matematica in una settimana. Presenti le 40 matricole che iniziano i Corsi Universitari in Villa, e amici esterni che apprezzano (e c è di che!) l iniziativa. Ammirevole (e insospettabile!) la bravura, l impegno, la didattica di cui danno prova i Monitori: Zaninetti, Penolazzi, Giuliano, Sitzia, Durando, Davico ore 20. La cena assume contenuti nuovi, proprio oggi in cui il Poli inizia i suoi Corsi, proprio oggi, vigilia dell autunno, tempo di semina e di raccoglimento. E la cena del passaggio dei mantelli cardinalizi, è il passaggio delle consegne, delle responsabilità, dell autorità dai Cardinali dimissionari ai nuovi: perché la vita continua, deve continuare. La cerimonia è semplicissima, ma piena di emozione: è la rappresentazione delle misteriosa realtà umana, che vede la vita trionfare sulla morte, che vede il testimone trasmesso nel tempo, e passare alla nuova generazione. Così i Card. Fabius Fresia, Johannes Palamara, Nicolaus Barberis, Enricus Zordan rivestirono dei loro mantelli Federico Zaninetti, Francesco Borghi, Massimiliano Mazzoni, Mario Perrone E quando il Pontefice Johannes II Nauticus pronunciò la formula rituale Pontificatus noster expletus est! Pontificius Principatus atque imperium receptus est a Stephano Longo, Vicarius Urbis, qui indicet conclavem ad novum Pontificem eligendum gli applausi che tuonarono riconoscenza e approvazione riuscirono a mala pena a sopraffare la commozione * Furono i prodromi della vita goliardica 2003/ venerdì. Iniziano per tutte le Matricole i Corsi di Ripasso e Preparazione agli esami, puntualmente e dottamente presieduti dai Monitori tutti i venerdì dalle 20,45 alle 23, , martedì. Roberto Sartori, villico famoso e Presidente del Ciabot, durante la Riunione annuncia che l Associazione Ciabot si è impegnata ad aiutare a realizzare idee inventate dagli studenti. Evidente l interesse per la gradita proposta Alla proposta c è stato veloce seguito: a) il si sono radunati a Venezia 12 membri del Ciabot (pregevolissima l organizzazione del Presidente!) e con attento esame hanno fatto proprie 5 proposte. B) Il il Consigliere Giorgio Bruno Ventre durante la Riunione del Martedì in Villa ha reso conto del già fatto ed annunciato quanto si farà.. Nel frattempo sono giunte nuove proposte. Circolano idee in Villa! , martedì. Il Sig. Giulio Barberis, fiduciario ACI per le autoscuole in Torino, svolgerà in Villa alcune iniziative riguardanti il conseguimento delle Patenti Moto. Durante la Riunione ha comunicato le novità del Codice della Strada, e, dulcis in fundo, la disponibilità a far conseguire patenti di guida a condizioni di favore STAFFETTONE: specialità tutta nostra! Volutamente all inizio dell A.A. si corre lo staffettone per dare subito tono forte alle impegnative attività sportive. I quattro squadroni, che inquadrano tutti gli sportivi (cioè tutti i villici), il 14 ottobre ore 21 erano presenti a pieni ranghi. E tutti corsero portando veloce il testimone metodo di vita! in lotta contro lo scorrere inesorabile del tempo! Tutti corsero, e furono più di centoventi, ma a vincere fu una sola squadra, quella di Economia Importantissimo l incontro con i Dirigenti dell IVECO. Relazione sul prossimo Notiziario Novembre: il mese che inizia ricordando i morti. E anche noi abbiamo i nostri morti. Rimangono con noi: la convivenza, l amicizia, i progetti, la sofferenza, la violenza ce li rendono nostri. Gabriele Dassori, Raoul Rabolli, e Don Paolo Barrera anche lui con noi e altri, che ricordiamo e immaginiamo giovani per sempre. Per loro abbiamo celebrato la Messa. Mesto il canto della Schola ma evocante la nostra speranza Puntuali, gli Universitari Padovani hanno ricambiato la visita da noi fatta il maggio al Collegio Don Mazza. Giornate di amicizia, di confronto, e di valorizzazione di capisaldi che a volte sottovalutiamo. Siamo stati a lungo insieme vedendo le meraviglie delle due città, e anche bevendo il bicerin dell amicizia. Ci è piaciuto che essi abbiano ben notato lo spirito di gruppo e di appartenenza che si può trovare solo in Villa. Un saluto a loro da questo foglio, e l arrivederci!

7 Gradito e piacevole l incontro, avvenuto ovviamente di martedì, con il Fr. Donato, Visitatore Provinciale dei Fratelli delle Scuole Cristiane in visita canonica ( voluta dai canoni!) in Villa Il Natale per noi è festa! E la Schola con le sue sessanta voci gioiose accordate su testi italiani e latini ha dato il la alla novena con la messa natalizia simpaticamente officiata da Don Roberto Repole, referente della pastorale universitaria ore 21. Il nostro Gruppo Teatrale - regìa Eleni Molos - ha presentato la FENOMENOLOGIA DEL BRUTTO, una carrellata di letture tratte dagli autori più disparati. Il brutto, considerato simbolo di male morale, può offrire nuovi punti di vista. Gli Attori (saranno svelati nel prossimo Notiziario!) sono passati da pezzi corali a monologhi intensi, coinvolgendo il pubblico (sala strapiena!) in un continuo avvicendarsi di emozioni. Musiche di Allegranza e Rossetti. Gli applausi sono stati ovazione! Il CIABOT, piccola costruzione settecentesca nel bosco, non ha l eguale: accoglie per alimentare cultura, per coronare laureati, per creare amicizie. Ivi il quelli del 5 anno e il 18 quelli del 3 si sono fatti gli auguri natalizi, con agapi allegre e familiari CENA degli AUGURI DI NATALE, registe le Vestali. Preparazione accuratissima: per ognuno un ricordino grazioso, poetico, e innumerevoli candeline, luci, colori, atmosfera, e la Bibos determinatamente collaboratrice. Belli i canti della Schola e del Coro Alpino, e i babbi e le mamme natale, e cortesi i fiori ad ogni studentessa Ecce quam bonum et quam jucundum habitare fratres in unum! L hanno dimostrato numerosi Fratelli S. C. convenuti in Villa per gli auguri natalizi: piena la cordialità, bello il canto, squisita la Bibos, fraterna l atmosfera 24 dicembre. La Villa si svuota. Ma rimangono le luci natalizie accese, e gli addobbi che ricordano la festa e i saluti. Si sente che il silenzio è pieno di ricordi Frutto di lavoro, di tenacia, di passione queste variissime LAUREE ALBERTO LETIZIA da Novara - Ing. Logistica e della Produzione Tesi: Analisi del processo di standardizzazione in Capanna s.p,a, LUISA SARTORI da Pinerolo TO - Dott. in Farmacia Tesi: Comorbilità psichiatrica e psicofarmaci nel paziente oncologico: la nascita della Psiconcologia FEDERICO TOFANI da Burolo TO - Dott. in Medicina e Chirurgia Tesi: Flusso ematico oculare: valutazione dell effetto di timololo e di dorzolamide nel glaucoma cronico semplice GIADA STROPPIANA da Pollenzo Bra CN - Dott. in Ostetricia Tesi: Fumo in gravidanza: indagine sull abitudine al fumo di un campione di gestanti ed esperienze di counselling ostetrico GABRIELE BODDA da Alba Cn Ing. Informatico Tesi: A computer vision based prototype for human-machine interaction via pointing gestures TEMPIA ALBERTO da Cossato BI Ing. Telecomunicazioni. 110 cum laude Tesi: Usability evaluation of transparent user interface for small device terminals DANIELE LONGO da Fubine AL - Ing. Meccanico Tesi: Analisi e modellizzazione di un sistema di attuazione pneumatico di una linea di saldatura robotizzata FILIPPO OTTONE da Borgosesia VC Ing. Meccanico Tesi: Analisi di fattibilità di un reparto per la saldatura dei rotori delle turbine a vapore DISPUTATIONES ante diem VI kalendas decembres anno MMIII Ing. RICCARDO GUIDETTI: La fotografia Ing. PAOLO LATTARULO: Casteldelmonte Ing. GIULIO COIS: La pesca subacquea Ante diem IV Idus decembres anno MMIII Ing. STEFANO DURANDO: La mitica Inter Ing. ENRICO BACCAGLINI: La città di Alba Ingg. ROBERTO e PAOLO OCLEPPO: Gli arbitri di pallacanestro Avendo promesso di amarsi e onorarsi tutti i giorni della vita, furono SPOSI ANDREA DE GAETANO e LIVIA SCORSONE Basilica SS Cosma e Damiano, Roma ANDREA ROSSI e RAFFAELLA PETTINAROLI Santuario della Bocciola, Ameno, NO Si sentivano AMATI e sono NATI: BENEDETTA Alciati (Silvia Farotto), LISA Vola, PIETRO Tibaldi, FRANCESCA Amerio Con questi ed altri buoni pensieri, dalla Villa, da parte di chi qui ora si trova e di quanti sono qui legati da simpatia, partono saluti grandi a tutti gli amici operanti nel mondo intero! Fr.Igino *****************************************************1400************************************************ Dir. Resp. Dott. Gino Trisoglio - Aut. Trib. Torino n 3878 del Realizz..in prop.- Direz. e Amm.: Corso Lanza 3, TO

8

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Associazione Messianica d'italia

Associazione Messianica d'italia Associazione Messianica d'italia PRATICA DEL SONEN Testo esplicativo Il gabinetto della Presidenza della Chiesa Messianica Mondiale del Brasile ha ricevuto molti e-mails da membri che chiedevano il testo

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

VITA, ATTIVITÁ E CRESCITA DELLA CHIESA ANNO 2012 OBIETTIVI E PROGETTI PER IL 2013

VITA, ATTIVITÁ E CRESCITA DELLA CHIESA ANNO 2012 OBIETTIVI E PROGETTI PER IL 2013 SCARICA IL DOCUMENTO IN PDF Al termine di un anno di attività, possiamo ringraziare il Signore, che ha benedetto grandemente l assemblea, facendola crescere non solo qualitativamente, ma anche di numero.

Dettagli

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere)

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere) Area Benessere Migliora la capacità di operare scelte personali e assumere responsabilità attraverso l'affermazione della propria identità e autonomia; di conferire senso all'insieme delle esperienze e

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12. E pace in terra raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.2007 INTRODUZIONE Il lavoro è stato svolto all interno di tre classi

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF)

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) Scuola dell Infanzia paritaria Clemente e Marina Benecchi PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) Via Rabaglia, 32 43058 Coenzo Sorbolo (PR) 348 0388008 scuolabenecchi@gmail.com BREVE STORIA DELLA SCUOLA DELL

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Consigli ai genitori per aiutare i bambini a parlare bene

Consigli ai genitori per aiutare i bambini a parlare bene Claudia Azzaro Parlare GIOCANDO Consigli ai genitori per aiutare i bambini a parlare bene Armando editore 3 AZZARO, Claudia Parlare giocando. Consigli ai genitori per aiutare i bambini a parlare bene ;

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 INSEGNANTE: Bonaiti Laura (Supplente di Francesca Binetti); SCUOLA DELL INFANZIA DI MACLODIO 1 1 UDL SETTEMBRE:

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235)

SCUOLA PRIMARIA. PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235) Pag. 1 di 5 SCUOLA PRIMARIA PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA (Linee guida per il Patto Educativo - DPR 21 Novembre 2007, n. 235) Nell attuale società frammentata e sempre più complessa, di fronte all

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013 FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE PAC E I N S I E M E I N P R I M A F I L A P E R L A LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE Nardò, 26 Gennaio 2013 In quest anno dedicato alla FEDE e così

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Anno Educativo 2011.2012 Il mestiere di un narratore non è quello di raccontare grandi eventi, ma di rendere i piccoli eventi interessanti. Arthur Schopenhauer Abbiamo

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli