Relazione sulla Gestione 17. Bilancio d Esercizio al 31 Dicembre Nota Integrativa 79. Relazione del Collegio Sindacale 143

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione sulla Gestione 17. Bilancio d Esercizio al 31 Dicembre 2011 73. Nota Integrativa 79. Relazione del Collegio Sindacale 143"

Transcript

1 BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011

2 BILANCIO ESERCIZIO 2011

3 2 SOMMARIO

4 Relazione sulla Gestione 17 Bilancio d Esercizio al 31 Dicembre Nota Integrativa 79 Relazione del Collegio Sindacale 143 Relazione della Società di Revisione 149

5 4 ORGANI STATUTARI E DIRETTIVI

6 ORGANI STATUTARI E DIRETTIVI Consiglio di Amministrazione Presidente: Vice Presidente: Amministratore Delegato: Consiglieri: Alberto Lang Mario Primicerio Fabrizio Pucciarelli Marco Bonciolini Stefano Puccini Collegio Sindacale Presidente: Sindaci Effettivi: Sindaci Supplenti: Direzione Gianni Tarozzi Claudio Durazzi Stefano Ilari Matteo Busico Antonino Restuccia 5 Direttore Generale: Direttore Amministrazione & Finanza: Fabrizio Pucciarelli Emanuele Noschese Direttori Tecnici: Responsabili Tecnici L. 46/90: Amedeo Andreini Riccardo Petruzzelli Fabrizio Pucciarelli Giancarlo Tiezzi Amedeo Andreini Riccardo Petruzzelli SOCIETA DI REVISIONE PricewaterhouseCoopers S.p.A.

7 6 ESTRATTO ASSEMBLEA DEI SOCI

8 ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 25 luglio 2012 (ESTRATTO) Ordine del Giorno 1. Approvazione progetto di bilancio per l esercizio chiuso al , unitamente alla Relazione degli Amministratori: deliberazioni inerenti e conseguenti; 2. Nomina del Consiglio di Amministrazione per scadenza mandato: deliberazioni inerenti e conseguenti. ***** 1. I soci, invitati a votare il Bilancio e la Relazione sulla Gestione, tenuto conto delle relazioni del Collegio Sindacale e della Società di Revisione, all unanimità deliberano quanto segue: a. di approvare il Bilancio chiuso al e la Relazione sulla Gestione del Consiglio di Amministrazione; b. di destinare l utile di esercizio, pari ad euro , a copertura delle perdite dell esercizio precedente L assemblea all unanimità delibera che i Consiglieri nominati restino in carica per un esercizio, e cioè fino alla data di approvazione del bilancio d esercizio chiuso al

9 8 Ospedale di Arezzo, Chirurgia Robotica

10 SISTEMA GESTIONE INTEGRATO QUALITA SICUREZZA AMBIENTE 9

11 10

12 11

13 12

14 ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE SOA 13

15 14

16 15

17 16 Ospedale di Vimercate (MB) - Foto: Studio Redaelliassociati ed Enrico Cano fotografo

18 RELAZIONE SULLA GESTIONE 17

19 Signori azionisti, l esercizio 2011 chiude con utile netto di dopo avere assorbito a titolo di ammortamenti, per accantonamenti rischi, per accantonamenti per svalutazioni e perdite su crediti, per oneri connessi ad attività straordinaria di due diligence e legale, per oneri finanziari netti, per svalutazione partecipazioni e imposte sui redditi per La produzione dell anno si è assestata ad 135 milioni circa, con una contrazione del 30% rispetto al budget e all esercizio Questo dato rappresenta tuttavia un risultato positivo, se si tiene conto del contesto in cui la società si è trovata ad operare. Infatti, per quanto riguarda i mercati di riferimento, non si può dimenticare il peso della crisi politica che ha investito tutti i paesi del Nord Africa e del vicino Oriente, determinando il rallentamento di alcuni progetti (commesse in Siria), nonché la crisi economica che ha colpito gran parte dei paesi europei (come l Italia e la Grecia), provocando il rallentamento delle attività (vedasi lo slittamento delle approvazioni di alcuni progetti). Tutto ciò ha avuto come effetto una contrazione del valore della produzione rispetto al risultato prevedibile al momento della stesura del piano industriale, che tuttavia si prevede di recuperare nel corso del presente e dei prossimi esercizi. Per quanto riguarda gli elementi endogeni, dato il contesto ambientale specifico di Inso, il rallentamento delle attività negli ultimi 12 mesi è stato determinato dagli effetti indotti dall accesso alla procedura concorsuale di concordato preventivo in continuità ex art. 160 L.F dell azionista di maggioranza Consorzio Etruria, che ha limitato la capacità operativa, la potenzialità produttiva e, almeno in parte, l intraprendenza commerciale di Inso. Le risultanze dell anno appena trascorso infatti hanno inevitabilmente risentito degli eventi straordinari, non imputabili alla società e da questa non governabili, manifestatisi nel primo semestre del 2011 e già ampiamente descritti nella Relazione di corredo al bilancio del Infatti il bilancio 2010 aveva recepito gli effetti economici di immediato impatto, soprattutto sotto il profilo delle svalutazioni e degli accantonamenti, indotti dalla situazione di crisi del Consorzio Etruria. Mentre l anno 2011 è stato influenzato negativamente dagli effetti indiretti, che si sono tradotti nel citato rallentamento della produzione e nel sostenimento di oneri straordinari di rilevante entità, connessi alla preparazione all Accordo ex art. 67 comma 2, lettera D, R.D e succ. modif, che si aggiungono ad una ulteriore perdita rilevata sulle poste creditorie verso la controllante, in conseguenza della più che prudenziale

20 valutazione prognostica da parte del Collegio dei Commissari Giudiziali del Concordato Consorzio Etruria, in merito alla percentuale di soddisfacimento dei creditori. In questo quadro durante l esercizio trascorso la società ha dovuto procedere ad un accordo con il ceto bancario ex. Art. 67 L.F., nonostante sul piano gestionale, la sua operatività non fosse minimamente intaccata dalle cause che avevano portato alla procedura concorsuale l azionista di maggioranza, se non per gli effetti creditori già recepiti nel bilancio 2010, concretizzatosi a metà novembre del Nonostante ciò la società è riuscita, come appena accennato e meglio descritto di seguito, a proseguire in tutte le attività, sia portando avanti le importanti e complesse realizzazioni in corso, sia concretizzando (anche se formalmente rilevate dopo la chiusura dell esercizio) straordinarie acquisizioni, frutto del meticoloso e persistente impegno a perseguire gli obiettivi prefissati. Andamento dell attività caratteristica L esercizio industriale 2011 conferma il buon risultato dell anno precedente. La produzione, comprensiva degli altri ricavi, si attesta a 135 ml di euro, elevandosi intorno ai 161 ml di euro se si considera il dato aggregato con la società controllata al 100% Sof e le sussidiarie locali estere. 19 Fondamentalmente l EBITDA ( 9,6 ml), cumulativamente ad altri ricavi e proventi, ha confermato il trend delle risultanze industriali degli ultimi due anni, attutendo gli effetti indotti dalla crisi della Capogruppo che invece si manifestano in modo evidente nelle perdite su crediti e negli oneri straordinari, che contengono il risultato ante imposte a 2,5 ml di euro. La tenuta dell EBITDA, considerata sia nel contesto recessivo e di turbolenza dei mercati domestico e mondiale, sia alla luce della problematica generatesi per l azionista di maggioranza, conferma la correttezza della politica aziendale attuata nell ultimo decennio, che ha indirizzato l attività della società verso una pluralità di mercati e una specializzazione di prodotto, conscia delle croniche difficoltà del mercato nazionale. Oltre all Italia, l azienda oggi è presente in 10 paesi, dove opera nell edilizia ospedaliera e per comunità, nell equipaggiamento medicale, nel global service e nei progetti in PPP (public-private-partnerships). L attività commerciale, nonostante qualche rallentamento nell ultimo trimestre dell anno, a

21 causa dei limitati fidi per credito di firma a disposizione, ha conseguito importanti traguardi. Tra questi spiccano l Ospedale di Kayseri in Turchia, gli ospedali Raizet e Beauperthuy in Guadalupe, la navetta Aeroporto-Stazione FS People Mover a Pisa, l Ospedale SIDRA in Qatar, incrementando un portafoglio lavori già rilevante e confermando l elevata capacità progettuale e commerciale della società. Il portafoglio ordini al , assumendo l integrale formalizzazione delle ultime aggiudicazioni, passa infatti a ml, la quota delle commesse estere sale al 63%, così come le concessioni rappresentano il 63% del totale. In prospettiva il mercato italiano resta particolarmente critico e anche nel corso del 2011 non ha dato alcun segnale di ripresa, accentuando la grande competitività e la propensione al contenzioso amministrativo per le poche gare di rilievo. Mentre il mercato estero, che nel complesso appare molto più vitale, costringe comunque ad una costante riprogrammazione dal punto di vista geografico, per cogliere le migliori opportunità in quei paesi che meno risentono della crisi, o che al contrario hanno ancora una politica di sviluppo. Ne consegue la necessità, nel breve periodo, di aprire filiali in nuovi paesi, con impegno di risorse umane e finanziarie. 20 Il limitato credito di firma imposto dalla situazione di Consorzio Etruria, che ha consigliato gli istituti di credito di rinviare al momento dell avvicendamento dell azionista di maggioranza (originariamente ipotizzato con tempistiche più contenute) la valutazione del sostegno per le nuove gare che in condizioni normali sarebbe stato considerato il naturale sviluppo della società, ha ridotto l attività commerciale di Inso degli ultimi trimestri. Questo, unito alla lunghezza del periodo di stipula dei nuovi ordini (normalmente di diversi mesi o più), può provocare una discontinuità nelle future acquisizioni, di cui la pianificazione aziendale dovrà tener conto. Vista la situazione generale dei mercati e quella particolare dell azienda, si ritiene necessario puntare più che a una politica di sviluppo dei volumi - che comunque richiederebbe una capacità finanziaria che, a motivo delle ricordate ragioni, l azienda in questo momento non ha - ad una politica di mantenimento del proprio posizionamento competitivo, caratterizzata dalla specializzazione in particolari mercati/prodotti, preservando le attuali quote di mercato, ma privilegiando i livelli di redditività. Per far ciò è necessario insistere sulla specializzazione dell azienda, focalizzandosi maggiormente sui progetti complessi e sul settore medicale in tutti i suoi possibili ambiti di

22 intervento: ppp, chiavi in mano, package medicale e attività di ingegneria clinica. Mentre da un punto di vista geografico occorre mantenere quella pluralità di paesi atta a garantire una adeguata suddivisione del lavoro, nonché esplorare nuovi paesi dove persistano vitalità del mercato, certezza delle regole e progetti che si adattano, per qualità e dimensione, alle caratteristiche distintive di Inso. Sul piano produttivo, le nuove acquisizioni, in particolar modo il progetto in Qatar, spostano il baricentro delle attività all estero, rappresentando una naturale evoluzione gestionale che impone una revisione dei programmi aziendali nel breve periodo. L attività in diversi paesi richiede un ulteriore sforzo logistico-organizzativo, necessitando di risorse sul piano finanziario per soddisfare il fabbisogno della società, gli investimenti in capitale (PPP) e l emissione di garanzie a clienti e fornitori, soprattutto alla luce delle rigidità imposte dal citato accordo ex. Art. 67, che continua a comprimere lo sviluppo dell attività dell azienda. Mentre sul piano operativo dovrà proseguire, con maggior vigore, la riconversione delle risorse umane attualmente impiegate sul mercato domestico (che rappresenta ormai poco più di un terzo del totale, fatta eccezione per il global service delle concessioni), per dislocarle a presidio delle attività estere. 21 Politica commerciale e Portafoglio ordini Nel 2011 la società ha acquisito nuovi contratti per 778 milioni, di cui oltre il 90% all estero, portando il portafoglio ordini a 1.508,2 milioni (di cui circa 70 milioni in corso di formalizzazione). L incremento è dovuto principalmente all acquisizione di commesse estere in Turchia e nei DOM-TOM francesi, che portano il peso delle commesse sviluppate fuori dai confini nazionali a circa il 60% del totale. PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML 918 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML AMERICA LATINA E CARAIBI 66 /ML (7%) EUROPA 101 /ML(11%) EUROPA 758 /ML (50%) ITALIA 623 /ML (41%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 77 /ML (8%) ITALIA 674 /ML (73%) AMERICA LATINA E CARAIBI 55 /ML (4%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 72 /ML (5%)

23 L acquisizione del progetto di Kayseri, in Turchia, ha avuto notevole impatto sulla composizione del portafoglio anche da un punto di vista contrattuale, consolidando il peso delle concessioni ospedaliere, che rappresentano ormai i ¾ del totale e si pongono come elemento caratterizzante dell attività di Inso. In questa ottica, le gestioni derivanti dalle concessioni salgono al 67%, per un valore che supera milioni e che una volta a regime, dal 2014 in poi, porterà il relativo fatturato da 20 a 50 milioni, tra attività diretta e indiretta. PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI CONTRATTO /ML 918 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI CONTRATTO /ML FORNITURE 50 /ML (5%) APPALTI 417 /ML (45%) FORNITURE 41 /ML (3%) APPALTI 364 /ML (24%) CONCESSIONI 451 /ML (49%) CONCESSIONI /ML (73%) 22 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI PROGETTO /ML 918 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI PROGETTO /ML STRUMENTAZIONE 50 /ML (5%) STRUMENTAZIONE 41 /ML (3%) TURN KEY / COSTRU- ZIONI 455 /ML (30%) GESTIONI 396 /ML (43%) TURN KEY / CO- STRUZIONI 472 / ML (52%) GESTIONI /ML (67%) La composizione del portafoglio ordini è comunque la rappresentazione pratica della vocazione aziendale, fortemente orientata al settore sanitario, che pesa per l 85% del portafoglio (ma che nei vari anni non è mai sceso al di sotto del 60-65%), frutto anche della forte specializzazione, sia per quanto concerne la fornitura di packages di attrezzature

24 medicali, sia per le concessioni, tutte nel settore sanitario (73%). PORTAFOGLIO ORDINI AL PER SETTORE DI ATTIVITA /ML 918 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER SETTORE DI ATTIVITA /ML ALTRI SETTORI 333 /ML (35%) ALTRI SETTORI 232 /ML (15%) SANITA 585 /ML (65%) SANITA /ML (85%) Escludendo le attività derivanti dalle gestioni e analizzando il portafoglio relativo ai soli lavori, che caratterizzano l attività aziendale nel breve periodo, si rileva che il portafoglio subisce una leggera diminuzione rispetto all anno precedente, soprattutto riferita alla quota in Italia. Ciò in conseguenza della crisi del mercato nazionale degli appalti e della riduzione, più in generale, dell attività commerciale, quest ultima indotta dal limitato credito di firma imposto dalla situazione concorsuale della controllante Consorzio Etruria. 23 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML 522 SOLO LAVORI PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML 496 SOLO LAVORI EUROPA 101 /ML(19%) AMERICA LATINA E CARAIBI 66 /ML (13%) EUROPA 168 /ML (34%) ITALIA 201 /ML (40%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 77 /ML (15%) ITALIA 278 /ML (53%) AMERICA LATINA E CA- RAIBI 55 /ML (11%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 72 /ML (15%) Di seguito si elencano le principali acquisizioni e le iniziative commerciali che hanno maggiormente impegnato la struttura commerciale, suddivise per Estero e Italia. L ottimo risultato conseguito all estero è frutto di iniziative avviate negli anni precedenti coerentemente con i piani industriali e di sviluppo elaborati dal management.

25 Sin dal 2009 Inso ha partecipato attivamente al programma di concessioni ospedaliere in Turchia insieme al partner turco YDA. Questo investimento commerciale ha dato i suoi frutti nel 2011 con la sottoscrizione, ad agosto, del contratto di concessione per la realizzazione, equipaggiamento e gestione del Campus Ospedaliero Universitario Kayseri da 1583 posti letto, suddiviso in 85,2 milioni per progettazione e costruzione dell ospedale e degli altri immobili connessi ed 590,6 milioni (quote Inso) per le gestioni che si svilupperanno per un periodo temporale di 25 anni. Anche nell area dei Territori Francesi d Oltremare è proseguita un intensa attività commerciale con la partecipazione a numerose prequalifiche e gare nel settore ospedaliero e della realizzazione di carceri, alcune di esse ancora in corso o in attesa di esito. In Guadalupe è stata ottenuta l aggiudicazione e sottoscrizione del contratto per la realizzazione dell Ospedale Louis Daniel Beauperthuy, per un valore di 18,7 milioni di euro. 24 Per quanto riguarda l attività svolta nelle altre aree di storica presenza e interesse, in Grecia c è stata la partecipazione ad alcune gare di fornitura tra cui quella per l Ospedale di Patrasso ( 2,7 milioni), aggiudicata ad Inso soltanto nel febbraio dell anno corrente. Relativamente all area mediterranea e del Nord Africa, in Algeria è proseguita la partecipazione a gare e prequalifiche, mentre a Malta la società ha presidiato tramite Ergon Project Ltd. alcune specifiche iniziative, tra le quali la gara per fornitura di strumentazione per il Centro Oncologico ( 2,4 milioni, quota di pertinenza), aggiudicata a Inso a febbraio. L iniziativa estera più significativa intrapresa nel 2011 riguarda però il Qatar, dove è stata presentata un offerta del valore di 311 milioni di $ per l equipaggiamento del Sidra Medical & Research Centre. La gara è arrivata in fase di trattativa finale a inizio 2012 e si è conclusa con l aggiudicazione ad Inso nel febbraio In Italia, pur perdurando la situazione di crisi del settore degli appalti pubblici, Inso ha continuato a presidiare le iniziative nei settori di proprio interesse, ottenendo l aggiudicazione della gara per la realizzazione chiavi in mano di 7 sale operatorie all interno dell edificio Volano Sanitario destinate ad essere il cuore del nuovo Polo Oncologico dell Ospedale di Careggi (Firenze). Si tratta di un appalto integrato che prevede la progettazione e l esecuzione dei lavori di completamento del blocco operatorio per un valore di 6 milioni di euro. Si segnalano inoltre estensioni dei lavori per le concessioni di Careggi ( 8,2 milioni) e Vimercate ( 3,2 milioni). Entrambe le realizzazioni sono in attesa delle dovute

26 formalizzazioni da parte delle rispettive società di progetto; tali ritardi hanno comportato un appesantimento finanziario per Inso che si stima possa rientrare nei prossimi 5/6 mesi in funzione del closing del finanziamento di lungo periodo delle relative società di progetto. 25 Rendering del Campus Ospedaliero di Kayseri, Turchia Tra le principali attività che hanno impegnato la struttura commerciale vi sono i progetti di partenariato pubblico privato. Tra questi si segnala, nel settore infrastrutturale, il progetto di costruzione e gestione People Mover per la realizzazione del collegamento tra l aeroporto e la stazione ferroviaria di Pisa ( 18,6 milioni, quota Inso), dove la società ha ottenuto a marzo dell anno corrente l aggiudicazione provvisoria in ATI con altri primari operatori del settore delle costruzioni e delle infrastrutture. Il risultato delle acquisizioni relative all attività commerciale 2011, concretizzatesi solo nei primi mesi del 2012, e in particolare della commessa del Qatar, rappresenta una evoluzione del portafoglio ordini al , che caratterizza in maniera ancora più marcata la

27 naturale specializzazione aziendale verso la sanità con le forniture che passano dal 3% al 16% e l estero che passa al 63% del totale. PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI PROGETTO /ML PORTAFOGLIO ORDINI AL PER TIPO DI CONTRATTO /ML STRUMENTAZIONE 283 /ML (16%) COSTRUZIONI / TURN KEY 477 /ML (27%) FORNITURE 283 /ML (16%) APPALTI 369 /ML (21%) GESTIONI /ML (57%) CONCESSIONI /ML (63%) 26 PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML AMERICA LATINA E CARAIBI 47 /ML (3%) PORTAFOGLIO ORDINI AL PER AREA GEOGRAFICA /ML 760 SOLO LAVORI AMERICA LATINA E CARAIBI 47 /ML (6%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 310 /ML (17%) ITALIA 654 /ML (37%) MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 310 /ML (41%) ITALIA 236 / ML (31%) EUROPA 758 /ML(43%) EUROPA 167 /ML (22%) I lavori in corso La produzione nel corso dell esercizio 2011 ammonta a 135 ml, con una flessione rispetto all anno precedente dovuta alla traslazione all anno successivo, per i motivi sopra ricordati, di alcune commesse importanti. Comunque, a fini puramente indicativi, volendo sommare anche i volumi di produzione espressi da Inso, dalla controllata Sof e dalle sussidiarie locali estere, la produzione totale aggregata di Inso si attesterebbe a circa 161 ml.

28 PRODUZIONE 2011 PER AREA GEOGRAFICA /ML 135 PRODUZIONE 2011 PER SETTORE DI ATTIVITA /ML 135 EUROPA 16% ITALIA 49% ALTRI SETTORI 51% AMERICA LATINA E CARAIBI 29% MEDITERRANEO E MIDDLE EAST 6% SANITA 49% Da un punto di vista geografico si nota la diminuzione della produzione Italia a favore di quella derivante da commesse estere, prevalentemente concentrata in Polonia e nell aera caraibica (Martinica e Santa Lucia), che supera oggi il 50% del totale, mantenendosi in valore assoluto sugli stessi livelli dell anno precedente. La composizione dei lavori attesta una flessione delle forniture (dal 12% al 7%) mentre le concessioni rimangono stabili attorno al 20%. All interno di queste, si registra l incremento delle attività di gestione, che oggi rappresentano il 9% della produzione. E da segnalare inoltre l incremento di produzione derivante da progetti di edilizia tecnologica, benché la sanità continui a rappresentare la metà del totale. 27 PRODUZIONE 2011 PER TIPO DI CONTRATTO /ML 135 CONCESSIONI 20% FORNITURE 7% PRODUZIONE 2011 PER TIPO DI PROGETTO /ML 135 STRUMENTAZIONE 7% GESTIONI 9% APPALTI 73% COSTRUZIONI / TURN-KEY 84% Si fornisce una descrizione delle principali operazioni che hanno caratterizzato l esercizio 2011.

29 Concessioni Nell ambito dei contratti di concessione a cui Inso partecipa come socio delle società di progetto (descritte nel seguente capitolo partecipazioni ), nel corso del 2011 sono state sviluppate le seguenti attività, sia esse derivanti dai lavori svolti per la realizzazione degli investimenti, sia nell ambito della gestione dei servizi, per un totale che rappresenta il 20% della produzione complessiva: Per l Ospedale di Vimercate (MI) (Concessionario Vimercate Salute) sono stati eseguiti lavori aggiuntivi, finanziati direttamente dal Concedente e finalizzati a specifiche esigenze di finitura ed integrazione impiantistica e strumentale, nonché interventi di completamento delle aree e finiture di pertinenza del Concessionario, per complessivi 3,9 milioni. Per quanto riguarda le gestioni, il 2011 ha rappresentato l anno di piena attivazione delle attività no-core nell ambito del Contratto di Concessione, che hanno raggiunto una produzione totale di 6,8 milioni. 28 Ospedale di Vimercate, sala d attesa Per l Ospedale S. Giuseppe di Empoli, (Concessionario Empoli Salute spa) si è conclusa la fase di progettazione esecutiva, in cui sono state introdotte, a seguito di richieste del Concedente, varianti per circa 1 milione di euro. Nei primi mesi dell anno è stato poi validato il progetto che permetterà l integrazione alla convenzione e l inizio dei lavori nel primo semestre Riguardo i servizi oggetto della concessione, sono

30 proseguite le attività svolte direttamente dalla società di progetto Empoli Salute, per un importo di 10,3 milioni, dove Inso ha svolto il ruolo di coordinamento delle gestioni e del sistema informativo. Per l Ospedale di Careggi (FI), dove nel corso dell anno sono state affidate a Inso, dalla Società di progetto SENECA, opere complementari per 8,2 milioni, sono stati sostanzialmente ultimati i lavori per la realizzazione della nuova centrale di cogenerazione, con una produzione nell anno di 7,8 milioni. L impianto sarà attivato intorno alla metà del Per gli Ospedali della ASL di Nuoro, che vedono una compartecipazione di Inso e della consortile HBT (partecipata da Inso e Sof), sono state completate da parte di Inso le forniture cosiddette di primo impianto, ed eseguite da parte di HBT le attività di ingegneria clinica e di manutenzioni alle apparecchiature presenti dell azienda sanitaria, per un canone annuo di 4,9 milioni. La produzione complessiva per Inso ammonta a 4,7 milioni. Per il Campus Ospedaliero Universitario di Kayseri, in Turchia (concessionario ATM SAGLIK KAYSERI), il contratto di Concessione è stato sottoscritto in data 10 Agosto 2011 con il dipartimento PPP del Ministero della Sanità per un investimento di oltre 350 milioni di euro totalmente a carico del privato. Nel corso dell esercizio sono state realizzate le opere di cantieramento ed è stata avviata la progettazione preliminare, attualmente in via di approvazione. Parallelamente sono state avviate le procedure per il finanziamento del progetto, sottoscrivendo un contratto di advisoring con BIIS, quale capofila del gruppo di finanziatori che vede partecipi anche IFC, INFRAMED e SACE. 29 Appalti Per il settore riferito agli appalti di lavori in Italia segnaliamo la conclusione dei lavori relativi alla ristrutturazione del pronto soccorso dell ospedale S. Donato di Arezzo, che ha registrato una produzione di 3,9 milioni ed è stato inaugurato nel mese di Dicembre. Sempre in Toscana, all interno dell ospedale di Careggi (Firenze), i lavori relativi all edifico ad alto contenuto tecnologico denominato Volano Sanitario hanno fruttato una produzione di 1,4 milioni, mentre all Ospedale di Cisanello (Pisa) si registra la conclusione effettiva dei lavori per il Dipartimento Emergenza e pronto soccorso ( 1,2 milioni). E stata inoltre avviata la commessa per la Radioterapia dell ospedale di Montevarchi (Arezzo) con una produzione di 1,1 milioni. Per quanto concerne la Cantina Antinori di Bargino (Firenze), dove Inso è subentrata

31 a Consorzio Etruria nel mese di Giugno e che rappresenta un vanto per l alto pregio architettonico e tecnologico dell opera, la produzione è stata di 21 milioni. Infine a Urbino, i lavori per la realizzazione della R.S.A. Il Padiglione sono arrivati alla fase finale, con una produzione di 2,6 milioni. Riguardo al Palazzo di Giustizia di Firenze, dove sono già stati ultimati e consegnati i lavori del I e II lotto, il 2011 ha visto l effettivo avvio della manutenzione triennale prevista dai due contratti di appalto, anche se le attività di manutenzione del I lotto sarebbero dovute decorrere dal collaudo dell opera avvenuto nel Il ritardo nella presa in consegna da parte del Comune di Firenze potrebbe dar luogo ad un ulteriore contenzioso, oltre agli altri già attivati sia davanti al Tribunale Civile, sia al TAR, i cui primi dibattimenti dovrebbero effettuarsi entro la fine dell anno. 30 Per quanto riguarda gli appalti all estero, nel corso del 2011 è proseguito il grande impulso derivante dalle commesse dell Area Caraibica. In Martinica, sono state quasi ultimate le facciate continue in vetro della torre del Business Centre Pointe Simone e si registra un buon avanzamento anche dei lavori relativi alla finitura degli appartamenti e alla struttura della parte adibita ad hotel. La produzione complessiva è di 24 milioni. Sempre nei DOM-TOM francesi, in Guadalupe è stata avviata la realizzazione delle opere strutturali dell ospedale di Beauperthuy ( 1,7 milioni), mentre per l ospedale di Raizet l inizio dei lavori è stato avviato nello scorso mese di marzo. A Santa Lucia, è in corso la realizzazione delle opere interne ed esterne di finitura del nuovo ospedale nazionale da 130 posti letto finanziato dalla Comunità Europea, per una produzione di 11 milioni. Business Centre Pointe Simon, appartamenti - Martinica

32 In Grecia, è stato completato e collaudato il Poliambulatorio di Kallicratia e consegnato per l uso al Committente in ottobre, mentre, a causa della sospensione per ritardo dei pagamenti, sono proseguiti a rilento i lavori per l Ospedale di Zacinto con una produzione complessiva di circa 1,2 milioni. Sul fronte dei nuovi lavori iniziati nell anno si deve citare, prima fra tutte, la commessa in Polonia per la realizzazione della torre Zlota 44, il grattacielo alto 200 metri situato nel centro di Varsavia, ove in soli 12 mesi è stata completata la struttura in cemento armato realizzando una produzione di 17,2 milioni, mentre in Algeria è iniziata la realizzazione dell ospedale di Laghouat con una produzione di 3,4 milioni. Forniture Nel corso dell anno le forniture hanno riscontrato una riduzione di fatturato rispetto alla previsioni attestandosi in 9,8 milioni, soprattutto a causa delle commesse in Siria, rallentate per l instabilità politica venutasi a creare nel paese. Nei primi mesi dell anno sono proseguite parzialmente le manutenzioni contrattuali nell Ospedale di Al-Marah, inaugurato a inizio 2010, e nell Ospedale Pediatrico di Al-Tawleed, ma a partire dall autunno tali attività sono state sospese, in attesa che la situazione presenti un maggior grado di sicurezza. Nell ambito del contratto per la fornitura delle apparecchiature per 6 Ospedali Rurali da 60 letti ciascuno, dislocati nell area geografica intorno a Damasco, restano da completare 4 dei 6 ospedali ma non è stato possibile proseguire l installazione delle apparecchiature, tutte ormai consegnate, perché alcune zone risultano praticamente interdette. 31 Per quanto riguarda gli altri paesi, in Albania è stata completata la fornitura delle apparecchiature destinate all Ospedale Madre Teresa, costruito da Inso, ed è iniziata la fase di garanzia contrattuale. Inoltre sono proseguite le attività contrattuali relative alla garanzia in Grecia per le forniture e installazioni delle apparecchiature medicali negli Ospedali di Kerkyra, Katerini e Kamena Vourla. Partecipazioni L attività di Inso si sviluppa anche attraverso le partecipazioni societarie. Tra queste elenchiamo quelle con attività particolarmente meritevole di menzione, suddividendole per tipologia:

33 1. società di particolare interesse strategico e sinergico per Inso: 32 Sof S.p.a (partecipazione del 100%) L attività di Sof nell esercizio 2011 ha permesso di caratterizzare meglio la missione della società, orientandola maggiormente al facility management, soprattutto attraverso servizi complessi di global service, con una quota che ha raggiunto il 72% del fatturato totale. La società ha inoltre allargato la sua rete commerciale e produttiva ed è oggi presente in sei regioni italiane con attività di servizi o di realizzazione di impianti. L esercizio 2011 si è chiuso con una produzione complessiva di circa 23 milioni ed un utile d esercizio di circa 1 milione, con previsione di distribuzione di dividendi per Il portafoglio ordini al 31/12/10 ammontava a 140 milioni di cui 17,1 relativi al Questi dati confermano la stabilità dell azienda che nell ultimo triennio ha sempre mantenuto un fatturato oltre i 20 milioni di euro, con un Ebitda di circa l 11%. Seppur in misura più limitata rispetto ad Inso, anche Sof ha risentito di una restrizione di linee di credito di alcuni istituti finanziari, anche se non si è reso necessario estendere l accordo di ristrutturazione del debito ex art. 67, L.F. che ha invece interessato Inso. SOF SPA - CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO (valori in migliaia di euro) Bilancio al Bilancio al Bilancio al Bilancio al Bilancio al VALORE DELLA PRODUZIONE ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% Costi della Produzione (3.922) 66,5% (7.187) 71,8% (14.995) 74,6% (18.983) 74,0% (16.550) 70,9% VALORE AGGIUNTO ,5% ,2% ,4% ,0% ,1% Costi per il personale (1.237) 21,0% (1.665) 16,6% (2.598) 12,9% (3.849) 15,0% (4.520) 19,4% Altri costi operativi (36) 0,6% (34) 0,3% (40) 0,2% (41) 0,2% (41) 0,2% EBITDA ,0% ,3% ,3% ,9% ,5% Ammortamenti (16) 0,3% (70) 0,7% (67) 0,3% (212) 0,8% (198) 0,8% Accantonamenti 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% (200) 0,8% 0 0,0% Svalutazioni (22) 0,4% (41) 0,4% (87) 0,4% (122) 0,5% (130) 0,6% EBIT ,3% ,2% ,5% ,8% ,1% Proventi ed oneri finanziari netti (7) 0,1% (96) 1,0% (148) 0,7% (146) 0,6% (181) 0,8% Proventi da Partecipazioni 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% Proventi ed oneri straordinari (2) 0,0% (20) -0,2% (24) -0,1% 22 0,1% 53 0,2% EBT ,2% 902 9,0% ,6% ,3% ,6% Imposte sul reddito d'esercizio (314) -5,3% (367) -3,7% (787) -3,9% (906) -3,5% (734) -3,1% UTILE D ESERCIZIO 345 5,8% 535 5,3% ,7% ,8% ,4%

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Finanza di Progetto 100 domande e risposte

Finanza di Progetto 100 domande e risposte Dipartimento per la Programmazione e il coordinamento della politica economica Finanza di Progetto 100 domande e risposte Edizione 2009 Dipartimento per la Programmazione e il coordinamento della politica

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli