Il Gruppo Fiat nel Settori di attività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Gruppo Fiat nel 1999. Settori di attività"

Transcript

1 Il Gruppo Fiat nel 1999 Settori di attività

2 Indice Dati economici e patrimoniali per Settore di attività Il Gruppo Fiat I prodotti del Gruppo e i servizi Settori di attività Automobili (Fiat Auto) Ferrari e Maserati Veicoli Industriali (Iveco) Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni (CNH Global) Prodotti Metallurgici (Teksid) Componenti (Magneti Marelli) Mezzi e Sistemi di Produzione (Comau) Aviazione (FiatAvio) Prodotti e Sistemi Ferroviari (Fiat Ferroviaria) Editoria e Comunicazione (Itedi) Assicurazioni (Toro Assicurazioni) Servizi Principali Società del Gruppo Fiat 48 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo

3 Ricavi consolidati in milioni di euro Principali dati economici e finanziari del Gruppo Fiat in milioni di euro Risultato operativo Utile prima delle imposte Utile netto del Gruppo e di Terzi Utile netto del Gruppo Posizione finanziaria netta attiva (passiva) (4.031) (1.142) (1.341) Patrimonio netto del Gruppo e di Terzi Patrimonio netto di competenza del Gruppo Capitale investito netto in milioni di euro Autofinanziamento (Risultato netto del Gruppo e di Terzi più Ammortamenti) Investimenti Ricerca e sviluppo Risultato operativo delle Attività industriali su Ricavi netti 1,9% 2,2% 4,4% 2,9% 4,8% Risultato operativo su Capitale investito netto medio 4,8% 5,4% 12,2% 6,3% 12,3% Utile netto del Gruppo e di Terzi su Ricavi netti 1,1% 2,0% 3,4% 3,5% 3,4% Utile netto su Patrimonio netto medio (di competenza) 2,7% 4,7% 9,9% 10,5% 10,3% Creazione valore (*) (480) (714) 144 (607) 26 (*) Differenza fra Risultato operativo dell esercizio (comprensivo del Risultato partecipazioni) e il costo del Capitale investito netto medio al tasso annuo del 10% nel 1999 e del 12% negli anni precedenti (*) (*) Include la partecipazione di controllo nel Gruppo Case acquisita a fine 1999 e valutata al costo. Dati statistici per area geografica Centri di Ricerca numero Società Dipendenti Stabilimenti e Sviluppo Dipendenti unità Europa esclusa Mercosur Nord America Altre aree Totale La Fiat S.p.A. ha adottato l Euro quale valuta di conto a partire dal 1 gennaio 1999, esercitando in anticipo tale facoltà, come peraltro concesso dal D.Lgs. 213/1998 Disposizioni per l introduzione dell Euro nell ordinamento nazionale. Il Bilancio consolidato e d esercizio di Fiat S.p.A. al 31 dicembre 1999 è stato pertanto redatto in Euro e, al fine di rendere omogeneo il confronto, gli importi relativi agli esercizi precedenti sono stati anch essi espressi in Euro, convertiti sulla base del rapporto fisso di conversione stabilito il di 1 Euro=1.936,27 Lire

4 Dati economici e patrimoniali per Settore di attività Risultato operativo delle Attività industriali Risultato netto Ricavi netti Risultato operativo su Ricavi netti (Gruppo e Terzi) (in milioni (in milioni (in milioni (in milioni (in %) (in %) (in milioni (in milioni) di euro) di euro) di euro) di euro) di euro) di euro) Automobili (Fiat Auto) (121) (108) (0,5) (0,4) (493) (258) Veicoli Industriali (Iveco) ,2 3, Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni (CNH Global) ,1 8, Prodotti Metallurgici (Teksid) ,5 3, Componenti (Magneti Marelli) ,7 1, Mezzi e Sistemi di Produzione (Comau/Pico) (1) 2,5 (0,1) (8) (6) Aviazione (FiatAvio) ,0 4, Prodotti e Sistemi Ferroviari (Fiat Ferroviaria) ,5 4,6 3 (1) Editoria e Comunicazione (Itedi) ,1 4,3 11 Assicurazioni (Toro Assicurazioni) (103) (168) n.s. n.s Diverse ed Elisioni (2.119) (1.813) (36) 115 n.s. n.s Totale di Gruppo ,9 2, Autofinanziamento Investimenti Capitale investito netto Dipendenti (in milioni (in milioni (in milioni (in milioni (in milioni (in milioni (numero) (numero) di euro) di euro) di euro) di euro) di euro) di euro) Automobili (Fiat Auto) Veicoli Industriali (Iveco) Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni (CNH Global) Prodotti Metallurgici (Teksid) Componenti (Magneti Marelli) Mezzi e Sistemi di Produzione (Comau/Pico) Aviazione (FiatAvio) Prodotti e Sistemi Ferroviari (Fiat Ferroviaria) Editoria e Comunicazione (Itedi) Assicurazioni (Toro Assicurazioni) Diverse ed Elisioni Totale di Gruppo

5 FIAT I L G R U P P O Nata nel 1899, la Fiat è tra i fondatori dell industria automobilistica in Europa. Fin dalle origini, lo sviluppo dell azienda si è orientato lungo due direttrici che ne caratterizzeranno anche l evoluzione futura: la proiezione internazionale e la carica innovatrice che ha trovato espressione sia nella qualità dei prodotti sia nell adozione delle più avanzate soluzioni produttive e organizzative. Fiat, tuttavia, non significa solo automobili. L azienda ha interpretato la propria missione in modo originale e pressoché unico nel panorama internazionale attraverso una vocazione a tutte le forme della mobilità: dalle auto agli aerei, dai camion ai treni, dai trattori ai motori navali fino ad arrivare, in tempi più recenti, ai lanciatori spaziali. La diversificazione produttiva si è ulteriormente accentuata per il crescente impegno nei settori della metallurgia, della componentistica, ai quali si sono aggiunti in seguito i mezzi e sistemi di produzione, le assicurazioni e i servizi. Altri Settori Industriali (17%) Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni (10%) Prodotti Metallurgici (3%) Componenti (7%) Mezzi e Sistemi di Produzione (3%) Aviazione (3%) Prodotti e Sistemi Ferroviari (1%) Ricavi per Settore di attività Veicoli Industriali (14%) Ferrari e Maserati (2%) Automobili (45%) Altre Società (4%) Settori Servizi (8%) Assicurazioni (7%) Editoria e Comunicazione (1%) Essere Gruppo VALORI Soddisfazione del Cliente Valorizzazione delle Risorse Umane Creazione Valore STRATEGIE Focalizzazione sul Core Business Globalizzazione Allungamento della catena del valore Riduzione Complessità Focalizzazione e motivazione del Management Eccellenza Competitiva Innovazione del Prodotto Principali acquisizioni/accordi per il rafforzamento del posizionamento competitivo del Gruppo Allungamento Leadership Globalizzazione catena del valore Fiat Auto Joint venture con Yuejin Motor Company (Cina) Costituzione della Fiat Auto Egypt Industrial Alleanza industriale strategica con General Motors Iveco Acquisizione controllo Fraikin () CNH Global Acquisizione controllo Case Corporation () Teksid Acquisizione controllo Meridian Technologies (magnesio) Magneti Marelli Joint venture con Bosch (illuminazione) Acquisizione Gruppo Seima (illuminazione) Comau Acquisizione Gruppo Pico () Acquisizione controllo Renault Automation () Acquisizione attività Sciaky () Toro Assicurazioni Acquisizione società francesi Gruppo Guardian di valori coerenti con la sua storia centenaria e, in pari tempo, proiettati al futuro: la creazione di valore, la soddisfazione del cliente e la valorizzazione delle persone. Tutto questo ha un preciso obiettivo: il raggiungimento dell eccellenza competitiva, cioè di una posizione di preminenza nei mercati in cui il Gruppo sceglie di operare. Per dare concretezza a questi valori l azienda è impegnata nella piena realizzazione delle sue strategie: la focalizzazione sui core business, la globalizzazione, l allungamento della catena del valore, l innovazione dei prodotti. Su ognuno di questi assi portanti dello sviluppo il Gruppo Fiat si sta muovendo con grande dinamismo, come dimostrano le importanti acquisizioni e alleanze realizzate, il sempre maggiore bilanciamento del fatturato tra le diverse aree geografiche, la crescente offerta di servizi, lo snellimento dell organizzazione, il lancio di nuovi prodotti di successo. Spesso nella sua lunga storia la Fiat ha precorso i tempi e le tendenze, trasformandosi più volte per cogliere nuove opportunità di sviluppo. È la strada sulla quale ancora una volta è incamminata. Per proseguire quella corsa e quell avventura industriale che cominciarono a Torino oltre un secolo fa. 85% Attività Industriali 15% Servizi (*) (*) Includono le attività di servizio fornite dai Settori industriali: dai servizi finanziari e assicurativi a quelli di mobilità per Fiat Auto, Iveco e CNH Global; dal quick service e dai servizi di infomobilità per Magneti Marelli alle attività di manutenzione per Comau; ecc. Principale artefice del decollo della motorizzazione di massa in, la Fiat ha esercitato un ruolo propulsore per l economia nazionale, favorendone il rafforzamento competitivo nel contesto europeo e mondiale. Questo ruolo ha assunto una particolare rilevanza nello sviluppo del Mezzogiorno d, dove la Fiat ha creato uno dei suoi più importanti poli produttivi. Altrettanto significativo è l apporto dell azienda nelle economie emergenti, nelle quali le esperienze nel campo della prima motorizzazione sono diventate un cardine della strategia del Gruppo. La Fiat è entrata nel suo secondo secolo di attività in uno scenario dominato da grandi trasformazioni dell industria e da sempre più intense sfide competitive. Vi è entrata forte 1 Paolo Annibaldi, Corporate Senior Vice President External Relations & Communication Fiat S.p.A. 2 Giancarlo Boschetti, Chief Executive Officer Iveco N.V. 3 Paolo Cantarella, Chief Executive Officer Fiat S.p.A. 4 Damien Clermont, Chief Financial Officer Fiat S.p.A. 5 Luca Cordero di Montezemolo, Chairman and Chief Executive Officer Ferrari S.p.A. 6 Pier Luigi Fattori, Corporate Senior Vice President Human Resources Fiat S.p.A. 7 Paolo Fresco, Chairman Fiat S.p.A. 8 Carlo Gatto, Chief Administration Officer Fiat S.p.A. 9 Francesco Paolo Mattioli, Executive Vice President Fiat S.p.A. 10 Paolo Monferino, Executive Vice President Fiat S.p.A. 11 Umberto Quadrino, Co-Chairman CNH Global N.V. 12 Jean Pierre Rosso, Chairman and Chief Executive Officer CNH Global N.V. 13 Roberto Testore, Chief Executive Officer Fiat Auto S.p.A. Il Management

6 Ricavi per Area geografica di origine Europa esclusa (22%) (61%) Altre Aree (17%) Ricavi per Area geografica di destinazione Europa esclusa (41%) (38%) Altre Aree (21%) L andamento del fatturato negli ultimi dieci anni in milioni di euro Estero

7 I PRODOTTI DEL GRUPPO Le società del Gruppo Fiat sono organizzate in dieci Settori che realizzano prodotti automotoristici e servizi per i clienti di oltre 180 Paesi in tutto il mondo. Guidate da un forte impegno all eccellenza nella leadership di mercato e nella soddisfazione dei clienti, le attività del Gruppo comprendono automobili, veicoli industriali, macchine per l'agricoltura e le costruzioni, componenti, mezzi e sistemi di produzione, aviazione, prodotti e sistemi ferroviari, servizi assicurativi e finanziari ed editoria. Automobili Le attività automobilistiche del Gruppo sono condotte principalmente attraverso Fiat Auto S.p.A. e le sue controllate con i marchi Fiat, Lancia e Alfa Romeo per le autovetture e con il marchio Fiat per i veicoli commerciali. Il Settore offre a fornitori, dealer e clienti un sistema completo di servizi automotoristici attraverso Targa Services e di servizi finanziari attraverso Fidis. Il Gruppo controlla anche Ferrari e Maserati, le case costruttrici di autovetture sportive di lusso. Veicoli Industriali Il Settore progetta, produce e vende una gamma completa di veicoli industriali con i marchi Iveco, Seddon Atkinson, Iveco Pegaso e Iveco Ford, autobus (in joint venture con Renault V.I.) con il marchio Iveco, veicoli antincendio con i marchi Camiva, Iveco e Magirus e motori diesel con il marchio Aifo. Attraverso Transolver, il Settore garantisce l offerta di un sistema completo di servizi finanziari, compreso il noleggio a lungo termine. La società Caposettore è Iveco N.V. Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni Il Settore è rappresentato dalla nuova realtà CNH Global N.V. nata nel 1999 dalla fusione delle attività New Holland e Case che opera nel campo dei trattori e delle macchine agricole con i marchi New Holland, Case, Case IH, DMI, AFS, Flexi-Coil, Steyr e delle macchine per le costruzioni con i marchi New Holland, New Holland Construction, Case, Fermec, Link-Belt, O&K, FiatAllis e Fiat-Hitachi. Tramite CNH Capital il Settore fornisce un ampia gamma di prodotti finanziari per il mercato globale. Altri Settori Industriali Comprendono Prodotti Metallurgici, Componenti, Mezzi e Sistemi di Produzione, Aviazione, Prodotti e Sistemi Ferroviari, con i seguenti prodotti e aree di attività: Basamenti motore e teste cilindri in ghisa e alluminio, altri componenti per motori in ghisa, componenti per trasmissioni, cambi e sospensioni in ghisa e alluminio, componenti di carrozzeria in magnesio. Moduli e sistemi componenti l autoveicolo nelle aree Motopropulsione, Sospensioni, Abitacolo-Carrozzeria, Elettronica; aftermarket, servizi di riparazione rapida e di infomobilità. Sistemi di automazione industriale per il settore autoveicolistico comprendenti ingegneria di prodotto e di processo, logistica e gestione, program management, fabbricazione, installazione e avvio produttivo, manutenzione. Componenti e sistemi per motori aeronautici ed elicotteristici, turbine per propulsione navale, sistemi di propulsione per vettori e satelliti; revisione motori. Mezzi di trazione ferrotranviari, carrozze di vario tipo, carrelli ferroviari, tram e metropolitane. Servizi Includono Editoria e Comunicazione, Assicurazioni, con le seguenti attività principali: Il quotidiano La Stampa, raccolta pubblicitaria multimediale. Prodotti assicurativi in tutti i Rami Danni e nei Rami Vita; bancassicurazione in joint venture con Banca di Roma; presenza sulla rete dei concessionari tramite Toro Targa Assicurazioni, in joint venture con Fiat Auto. 4

8 E I SERVIZI L allungamento della catena del valore Grande impegno è dedicato all estensione della catena del valore con lo sviluppo di servizi e soluzioni collegati ai prodotti offerti: dai servizi finanziari e assicurativi a quelli di mobilità, per Fiat Auto, Iveco e CNH Global; dallo sviluppo dell aftermarket e dall offerta di servizi di riparazione rapida e di infomobilità per Magneti Marelli alle attività di manutenzione per Comau; dalle attività di revisione per FiatAvio alla fornitura al chilometro per i servizi di manutenzione e assistenza di Fiat Ferroviaria. Il supporto alle attività industriali del Gruppo I servizi di supporto alle attività industriali del Gruppo, che operavano a livello di Settore e di Paese, sono stati ristrutturati con la creazione di specifiche unità organizzative, in grado di offrire servizi di migliore qualità a costi inferiori, principalmente nei settori dell Information and Communication Technology, dei servizi immobiliari, della gestione amministrativa e finanziaria, dell amministrazione e formazione del personale.

9 Automobili FIAT AUTO Fiat ha costruito la sua prima vettura nel Il primo stabilimento per la produzione di massa di auto è stato il Lingotto a Torino, inaugurato nel 1923 e ora sede del Gruppo. Oltre ai successivi stabilimenti in Torino (Mirafiori e Rivalta ), altri operano in e nel mondo. Tra le operazioni d importanza storica, l acquisizione nel 1969 della Lancia S.p.A. e nel 1986 dell Alfa Romeo. Accanto all sono considerati mercati domestici il Mercosur, in cui sono stati costruiti stabilimenti nel 1960 (Argentina) e nel 1976 (Brasile), e la Polonia, dove nel 1993 sono state acquisite le attività automotoristiche della FSM. Nel 1979, a conclusione del processo di decentramento organizzativo iniziato nel 1973, le attività automobilistiche sono state scorporate dalla Fiat S.p.A. e conferite alla Fiat Auto S.p.A. Eventi dell anno Nel secondo semestre 1999 sono state avviate le commercializzazioni della Lancia Lybra e della nuova Fiat Punto, presentate in occasione delle celebrazioni per il Centenario Fiat. I modelli hanno ricevuto una positiva accoglienza presso il pubblico, che ha trovato riscontro nei volumi realizzati nell ultima parte dell anno e nei primi mesi del Nel 1999 sono state costituite, in Cina, la joint venture paritetica tra Fiat Auto e Yuejin Motor Corporation per la produzione di veicoli per il trasporto di persone e, in Egitto, la Fiat Auto Egypt Industrial Company SAE, per la produzione e la commercializzazione sul mercato locale dei modelli della world car, un intera famiglia di autoveicoli (Palio, Siena, Palio Weekend) costruiti in diversi stabilimenti del mondo e destinati allo sviluppo di Fiat Auto nei Paesi emergenti ad alto potenziale di crescita dei mercati. La Russia è seguita con notevole interesse. In particolare il Gruppo ha recementemente riconfermato l intenzione di avviare l attività della Zao Nizhegorod, joint venture con OAO Gaz ed EBRD, peraltro rimodulando nel tempo gli investimenti e la produzione in funzione dell andamento del mercato automobilistico del Paese. In data 13 marzo 2000 Fiat e General Motors, l azienda leader mondiale nel settore automobilistico, hanno annunciato un alleanza industriale strategica. General Motors sottoscriverà una partecipazione del 20% in Fiat Auto in cambio dell acquisizione di circa il 5,1% del capitale della società americana. Fiat S.p.A. diventa così il principale azionista industriale di General Motors. Roberto Testore, C.E.O. Fiat Auto. Principali società, stabilimenti di produzione e organizzazione commerciale Numero Resto d Europa Resto del Mondo Totale Stabilimenti Centri di ricerca e sviluppo Dealers Ricavi per area geografica di destinazione Resto d Europa Resto del Mondo Dipendenti per area geografica 15% 43% 42% 20% 13% 67% Multipla Bipower Europa Fiat Auto Torino Termoli (CB) Arese (MI) Rivalta (TO) Termini Imerese (PA) Verrone (VC) Cassino (FR) Pomigliano d Arco (NA) FMA Pratola Serra (AV) Sata Melfi (PZ) Sevel Atessa (CH) Sevelnord Lieu-Saint-Amand Polonia Fiat Auto Poland Tychy Bielsko-Biala Russia Zao Nizhegorod Motors Nizhnjy Novgorod Mercosur Argentina Fiat Auto Argentina Cordoba Brasile Fiat Automoveis FIASA Betim (Minas Gerais) Altre aree Cina Jiangsu Nanya Auto Nanjing Egitto El Nasr Automotive Manufacturing Marocco Somaca Casablanca India Ind Auto Lal Bahadur Shast (Maharastra) Pakistan Raja Autocars Turchia Tofas Bursa Vietnam Mekong Corporation controllata collegata licenziataria 6 Settori di attività Automobili 7

10 Prodotti L innovazione del prodotto nei contenuti, nello stile e nelle soluzioni industriali, in quanto fattore primario della soddisfazione dei clienti e condizione per l acquisizione di vantaggi competitivi, mantiene un ruolo centrale nello sviluppo del Settore ed è valsa negli ultimi cinque anni, per ben tre modelli Fiat Auto, il premio Auto dell Anno : Fiat Punto nel 1995, Fiat Bravo-Brava nel 1996 e Alfa Romeo 156 nel Nel 1999, a conferma del crescente successo incontrato nei mercati dove sono state commercializzate, la nuova Fiat Punto e Lancia Lybra hanno ricevuto numerosi e importanti riconoscimenti. Autovetture Superiori 166 Lancia k Lancia k SW Medie 156 Lybra 156 Sportwagon* Lybra SW Marea Marea Weekend Medie - Inferiori Bravo - Brava 146 Palio Weekend 145 Siena Utilitarie Lancia Y Punto Palio Super Utilitarie City Panda Seicento Attività di servizio Vetture speciali Lusso e sportive GTV Spider Lancia k coupé Coupé Barchetta Punto Cabrio Fidis è la capofila di tutte le società finanziarie che, nell ambito di Fiat Auto, forniscono prodotti finalizzati al sostegno delle vendite di auto ai clienti finali, nonché a supporto dei concessionari Fiat Auto e dei fornitori di tutto il Gruppo Fiat. Fidis è presente in forma diretta e cliente piena libertà di scelta a fine contratto. Per ciò che attiene alle reti, Fidis ha continuato a sviluppare i tradizionali strumenti a supporto del finanziamento dello stock, raggiungendo una percentuale di vetture in stock oneroso finanziate pari a circa il 90%. Monovolumi Lancia Z Ulysse Multipla tramite cooperation agreements in quattro continenti. Il portafoglio dei crediti gestiti nel 1999 è stato mediamente pari a 17 miliardi di euro, ripartiti in 10.8 Nell area fornitori, la spinta allo sviluppo di Fidis ha portato a una crescita tanto dei prodotti più tradizionali, Veicoli Commerciali miliardi di euro per il finanziamento ai clienti finali, 3.9 alle reti e 2.4 ai fornitori. quali il factoring, quanto dell attività di assistenza. Questo è avvenuto tramite programmi personalizzati Ducato Scudo Fiorino Strada Per quanto riguarda il cliente finale, è da segnalare la crescita avvenuta in questi ultimi anni di Formula, un prodotto finanziario innovativo, che consente al per lo sviluppo sia nazionale che internazionale, quali i finanziamenti con cui Fidis ha assistito vari fornitori Fiat Auto nei loro nuovi insediamenti in Argentina, Brasile, India. (*) Commercializzata nel Settori di attività Automobili 9

11 Attività dell anno Il mercato automobilistico ha confermato nel 1999 il trend positivo in Europa, sesto anno consecutivo di crescita (+ 5% rispetto al 1998), e in Nord America, mentre Brasile e Argentina hanno chiuso l anno con una flessione della domanda di circa il 18%. La competitività sui prezzi dei mercati europei si è progressivamente accentuata, in particolare in, con una erosione dei livelli di redditività. Le vendite complessive di Fiat Auto, pari a veicoli a fronte di veicoli nel 1998, hanno registrato una flessione del 2,9%, da attribuire principalmente al calo delle vendite in Sud America. Produzione di Fiat Auto e consociate - Autovetture e Veicoli commerciali in migliaia di unità Fiat 1.165, , ,2 Lancia Autobianchi 160,1 175,4 181,7 Alfa Romeo 208,3 197,7 160,6 Totale Europa Occidentale 1.533, , ,5 Brasile 391,6 393,0 581,7 Polonia 343,8 336,7 327,9 Argentina 42,8 93,4 95,7 Totale 2.311, , ,8 Altre aree 41,2 38,1 Totale generale 2.353, , ,8 Fiat Auto continua a dedicare un forte impegno allo sviluppo dei servizi. Il cliente trova nel punto vendita tutte le soluzioni alle sue molteplici e crescenti esigenze lungo l intero arco di vita di una vettura, come testimonia il successo del primo anno di attività di Targa Services. Al soccorso stradale, ai programmi assicurativi, alle carrozzerie convenzionate e ai centri di revisione si sono aggiunte nuove iniziative. Tra queste Targa Rent, noleggio a breve termine dei veicoli di Fiat Auto attraverso la sua rete di vendita. Il fatturato consolidato di Fiat Auto è stato di milioni di euro, in lieve diminuzione rispetto al Il risultato operativo è stato negativo per 121 milioni di euro (negativo per 108 milioni di euro nel 1998). A fronte di una prima parte dell anno caratterizzata da margini operativi in flessione, ha fatto seguito un significativo miglioramento nell ultima parte dell anno, grazie al positivo andamento dei nuovi modelli. Dati Significativi in milioni di euro Ricavi netti Risultato operativo (121) (108) 758 % su ricavi (0,5) (0,4) 2,9 Risultato netto (del Settore e di Terzi) (493) (258) 402 Autofinanziamento Investimenti Ricerca e sviluppo Capitale investito netto Dipendenti (numero) Andamento commerciale - Vendite Autovetture e Veicoli commerciali in migliaia di unità Germania Gran Bretagna Spagna Resto d Europa Europa Occidentale Polonia Brasile Resto del Mondo Totale Vendite Società collegate Totale generale Il cambio automatico elettronico Sportronic unisce i pregi del cambio automatico a quelli del cambio manuale. Differenti le possibilità di utilizzo: completamente automatico (posizione A), manuale sequenziale (posizione S). 10 Settori di attività Automobili 11

12 La scuderia Ferrari fu fondata a Modena nel 1929 per far partecipare alle gare sportive i propri soci, inizialmente con vetture Alfa Romeo. La prima auto sportiva costruita dalla Ferrari partecipò alle Mille Miglia del Nel 1943 le officine furono trasferite a Maranello, assumendo la denominazione Ferrari e la nuova vettura 125 Sport debuttò nel Da allora la casa - affidando le sue vetture ai più grandi piloti - ha colto sui circuiti di tutto il mondo, creando una leggenda, oltre affermazioni. Tra queste, 9 Mondiali Piloti di F1, 14 Mondiali Marche, 3 Mondiali Costruttori di F1 e, alla fine del 1999, 125 vittorie in G.P. di F1. Nel 1969 Enzo Ferrari cedette al Gruppo Fiat il 50% delle azioni, percentuale salita al 90% nel Nel 1997 la Ferrari ha acquisito il 50% della Maserati, altro marchio storico e di grande prestigio, e nel 1999 il controllo totale della società. Altre Società FERRARI MASERATI Luca Cordero di Montezemolo, Presidente e Amministratore Delegato Ferrari. Eventi dell anno Il 1999 è stato un anno favorevole sotto ogni aspetto. Si è infatti concretizzato il lancio del prodotto più importante per la Ferrari, la 360 Modena, e si sono ulteriormente accresciute le unità totali vendute da a 5.588, di cui Ferrari e Maserati Nel corso dell anno la Ferrari ha anche acquistato il restante 50% della Maserati, arrivando così a detenerne il 100% delle azioni, con l obiettivo di conseguire sinergie e di rilanciare il marchio attraverso un progetto di ristrutturazione industriale e commerciale. Nel 1999 è anche da segnalare l importante successo della Scuderia Ferrari, che ha conquistato, dopo 16 anni, il Titolo Mondiale Costruttori. I principali dati economici a livello consolidato Ferrari/Maserati evidenziano un fatturato di 758 milioni di euro, con un risultato operativo pari a 24 milioni di euro. Per quanto riguarda i fatti di rilievo relativi ai primi mesi del 2000, si segnalano il lancio al Salone di Ginevra della 360 Spider, la crescita delle consegne al cliente finale che per Maserati si sono raddoppiate rispetto al bimestre dell anno precedente e, infine, i brillanti risultati conseguiti nei primi G.P. del Campionato F1 in corso. Prodotti Ferrari si pone come vettura esclusiva, prodotta artigianalmente in serie limitata per piloti, appassionati e collezionisti. Ha nelle corse la sua ragione di esistere e propone prestazioni estreme nell universo automobilistico. È leader nel suo segmento di riferimento. Maserati appare come vettura di grande fascino, per intenditori, prodotta in piccole serie. Essa si impone per il prestigio, lo stile, distintivo ed elegante, e per le prestazioni, eccellenti nel segmento di riferimento. Ferrari: Vetture vendute per area geografica Maserati: Vetture vendute per area geografica Resto d Europa Resto del Mondo 10% 17% 27% 46% 16% 17% 67% Dati Significativi in milioni di euro (*) 1997 Ricavi netti Risultato operativo % su ricavi 3,1 1,9 6,6 Autofinanziamento Investimenti Ricerca e sviluppo Capitale investito netto Dipendenti (numero) (*) non include Maserati. La Gamma Ferrari 360 Modena Berlinetta con motore 8 cilindri di 3586 cm 3 da 400 CV (cambio manuale e F1) 456M GT/GTA Coupé 2+2 con motore 12 cilindri di 5474 cm 3 da 442 CV (manuale e automatica) 550 Maranello Berlinetta con motore 12 cilindri di 5474 cm 3 da 485 CV (raggiunge i 320 km/h) Maserati Quattroporte Berlina con motore V8 di 3217 cm 3 Evoluzione da 335 CV (manuale e automatica) 3200 GT/GTA Coupé con motore V8 di 3217 cm 3 da 370 CV (manuale e automatica) Motore 12 cilindri a V di 65 di 5474 cm 3 di cilindrata che equipaggia la 550 Maranello 12 Settori di attività Ferrari e Maserati 13

13 Veicoli Industriali IVECO Nel 1974, da un accordo tra la Fiat e la tedesca Klockner- Humboldt-Deutz, è nata l Iveco, (Industrial Vehicle Corporation), oggi interamente controllata da Fiat. Nella società sono confluite le attività inerenti i veicoli industriali di cinque aziende: Fiat, Lancia, OM, Magirus Deutz e Unic. La più antica è la OM, fondata nel Sin dall inizio Iveco si è dotata di un assetto industriale innovativo, con particolare riferimento a sinergie ed economie di scala. Nel 1991 è stato acquisito il controllo dell Enasa-Pegaso, il maggior produttore di veicoli industriali in Spagna. Gli anni 90 ne hanno accentuato la proiezione internazionale, con la costituzione di joint venture e società in tutti i continenti. Nel 1998 ha fondato con Renault Irisbus, complesso di dimensioni mondiali che ha riunito le rispettive attività nel settore autobus. Ricavi per area geografica di destinazione Resto d Europa Resto del Mondo Dipendenti per area geografica Giancarlo Boschetti, C.E.O. Iveco. 14% 27% 59% 9% 44% 47% Eventi dell anno Nel corso del 1999 Iveco ha proseguito nella propria strategia mirata oltre che all espansione internazionale anche all allungamento della catena del valore, offrendo ai propri clienti un servizio globale. Nel dicembre 1999 è stato acquisito il controllo del Gruppo Fraikin, leader indiscusso del mercato francese per quanto riguarda il noleggio a lungo termine di veicoli industriali, con attività consolidate nel settore del noleggio e gestione flotte. Irisbus, joint venture paritetica con Renault di recente costituzione, ha proseguito la sua espansione acquistando il controllo del costruttore ungherese Ikarus. Gli investimenti effettuati nel corso dell anno hanno riguardato principalmente la realizzazione nello Stato brasiliano del Minas Gerais, a Sete Lagoas, dello stabilimento per la produzione (in joint venture con Fiat Auto) di veicoli della gamma Daily e Ducato, nonché l inizio dell attività finalizzata alla produzione di motori Iveco. Principali società, stabilimenti di produzione e organizzazione commerciale Numero Resto d Europa Resto del Mondo Totale Stabilimenti Centri di ricerca e sviluppo Dealers Autocarri Veicoli Autobus Mezzi Mezzi Motori Commerciali per la difesa antincendio Europa Astra V.I. Iveco Aifo Iveco Mezzi Speciali Iveco Irisbus Austria Lohr-Magirus Cekia Karosa Camiva Iveco France Irisbus France Heuliez Bus Germania Brandshutz Gorlitz Iveco Magirus Brandsch. Iveco Magirus Gran Bretagna Seddon Atkinson Vehicles Jugoslavia Zastava-Kamioni Spagna Iveco Pegaso Irisbus Iberica Ucraina Iveco-Kraz Iveco Motor-Sich Mercosur Argentina Iveco Argentina Brasile Iveco Fiat Brasil Venezuela Iveco Venezuela Altre Aree Australia Int. Trucks Australia Cina Naveco Etiopia Amce - Autom. Manuf. India Ashok Leyland Turchia Otoyol Sanayi 14 Settori di attività Veicoli Industriali 15

14 Autocarri Nome P.T.T. in Ton Potenza motore in kw Pesanti Stradali Eurotech Eurostar Seddon Atkinson Pesanti Cava-Cantiere Eurotrakker Astra Medi Eurocargo Eurocargo 4x Veicoli Commerciali Nome P.T.T. in Ton Potenza motore in kw Daily Classe L Daily Classe S Daily Classe C Prodotti Nel giugno 1999 è stato introdotto con successo in tutta l Europa Occidentale il nuovo Daily, che ha vinto il premio Van of the year La gamma pesante Iveco si è arricchita nell anno di un nuovo veicolo, l Euromover, caratterizzato dalla cabina ribassata e studiato specificatamente per le società municipalizzate. Durante l anno è stata arricchita, inoltre, la gamma media con i modelli Eurocargo 120 EL, concepiti in particolar modo per la distribuzione cittadina grazie al pianale basso di carico e il facile accesso alla cabina. È stato lanciato, infine, il motore Cursor da 10 litri e 430 cavalli di potenza, destinato a ribadire il forte successo del Cursor 8 introdotto nel Autobus Urbani ed Interurbani Mezzi per la Difesa Mezzi Antincendio Motori Famiglia Cilindri Potenza motore in kw in linea in linea in linea in linea in linea V Cursor 8 6 in linea Cursor 10 6 in linea Settori di attività Veicoli Industriali 17

15 Attività dell anno Il mercato dei veicoli industriali in Europa nel 1999 ha confermato la crescita sostenuta dell anno precedente, consolidando la fase espansiva iniziata nel Nell Europa Occidentale la domanda di veicoli industriali, con un peso totale a terra uguale o superiore a 3,5 tonnellate, è stata pari a circa unità, con un aumento del 10,8% rispetto all anno precedente. Eccetto che per la Gran Bretagna (-2,8%), i mercati europei hanno mostrato un andamento di crescita. In particolare sono da notare gli ottimi risultati dei mercati italiano (+24,8%) e spagnolo (+22,2%) e le significative crescite in Germania (+13,6%) e in (+12,4%). Complessivamente nel 1999 Iveco ha venduto veicoli, con un aumento del 9,6% rispetto al 1998; considerando anche le joint venture e le società licenziatarie, le fatturazioni raggiungono le unità, praticamente in linea con il Andamento commerciale - Vendite in migliaia di unità Var. % 20,1 16,3 23,3 Germania 16,9 16,6 1,8 Gran Bretagna 13,7 15,6 (12,2) 41,5 37,2 11,6 Spagna 15,0 12,9 16,3 Europa Occidentale 119,8 111,2 7,7 Resto del Mondo 30,1 25,6 17,6 Totale Vendite 149,9 136,8 9,6 Joint venture (*) 42,1 56,5 (25,5) Totale generale 192,0 193,3 (0,7) (*) Nel 1998 sono incluse le vendite Naveco ( unità). Attività di servizio In molti settori economici si è ormai affermata la convinzione che, in alcune circostanze, possa essere più conveniente pagare per un servizio piuttosto che per l acquisto di un bene. Iveco ha fatto proprie le istanze provenienti dal mercato creando la società Transolver, finalizzata a sviluppare, accanto all attività commerciale, tutto il pacchetto di servizi associabile alla distribuzione del prodotto. Al suo interno operano infatti Transolver Finance, che copre i fabbisogni dei clienti in termini di finanziamenti e di leasing, e Transolver Services, che offre il noleggio. L acquisizione di Fraikin va inquadrata in questa strategia di sviluppo della distribuzione e dei servizi. Lo sviluppo delle attività finanziarie è proseguito sia per linee interne, tramite il lancio di nuovi prodotti e la costituzione di nuove società (Transolver Service GmbH in Germania e Transolver Service S.A. in Spagna), che tramite acquisizioni (Fraikin). I ricavi netti del Settore nel 1999 sono stati pari a milioni di euro, in aumento dell 11,1% rispetto al precedente esercizio. L utile operativo è stato pari a 311 milioni di euro (+50 milioni di euro rispetto al 1998), con una redditività operativa sui ricavi del 4,2%, in aumento rispetto all anno precedente (3,9% dei ricavi) in seguito all effetto positivo dei volumi e alla riduzione dei costi di prodotto e di struttura. Nel corso dell esercizio la redditività è stata influenzata dal phase out della precedente gamma del veicolo Daily e dai costi di lancio della nuova gamma. Dati Significativi in milioni di euro Ricavi netti Risultato operativo % su ricavi 4,2 3,9 3,5 Risultato netto (del Settore e di Terzi) Autofinanziamento Investimenti Ricerca e sviluppo Capitale investito netto Dipendenti (numero) I veicoli pesanti della gamma EuroTech ed EuroStar dotati di motori Cursor si stanno affermando come protagonisti sia nel trasporto a lungo raggio che sulle distanze nazionali. Nell anno le società Transolver che gestiscono le attività di finanziamento e noleggio hanno stipulato complessivamente oltre contratti su veicoli nuovi e usati (+6% rispetto al 1998); in Europa Occidentale la penetrazione finanziaria di Transolver sulle vendite di veicoli nuovi ha raggiunto il 27%. Numerose le modifiche introdotte insieme al motore Cursor 10 sulla gamma pesante. Il nuovo motore si pone come obiettivo un segmento chiave nel settore dei veicoli pesanti in Europa: quello dei trattori per lunghe distanze. 18 Settori di attività Veicoli Industriali 19

16 Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni CNH GLOBAL CNH Global è la nuova denominazione assunta da New Holland N.V. dopo l acquisizione di Case Corporation avvenuta nel New Holland è frutto della fusione (1991) di Ford New Holland e Fiat Geotech. Risale al 1907 la costruzione da parte della Ford del primo prototipo di trattore, che sarà prodotto in serie nel 1917, mentre Fiat lancia il suo nel New Holland ha imposto la sua presenza a livello mondiale nel settore delle macchine agricole ed è in crescita anche nel settore delle macchine per costruzioni. Case è stata fondata nel 1842 nel Wisconsin da Jerome Increase Case per la produzione di mietitrebbia. Grazie a espansioni e acquisizioni successive (di importanza strategica nel 1985 quella delle attività International Harvesting), la società è giunta a sviluppare un ampia gamma di macchine agricole ed è il principale fornitore di macchine per costruzioni di piccole e medie dimensioni. Dal 1957 Case fornisce ai propri clienti un ampia gamma di servizi finanziari. Eventi dell anno New Holland e Case Corporation hanno portato a termine la fusione delle rispettive società il 12 novembre È nata cosi CNH Global (CNH), azienda leader mondiale per la produzione di macchine agricole e ai primi posti nel mondo per la produzione di macchine movimento terra e per l offerta di servizi finanziari associati al business. CNH, di cui Fiat detiene una quota maggioritaria pari al 71%, vanta la presenza Jean Pierre Rosso, Chairman and C.E.O. CNH Global e Umberto Quadrino, Co-Chairman CNH Global. geografica più ampia a livello mondiale: l azienda rappresenta infatti numerosi marchi di solido prestigio in oltre 160 mercati, attraverso una vasta rete di circa concessionari e distributori. La nuova società i cui titoli sono quotati alla Borsa di New York ha presentato per il 1999 un fatturato consolidato proforma pari a circa 10 miliardi di euro. Sul mercato la società continuerà a essere presente con entrambi i marchi New Holland e Case e le relative reti di distribuzione. Nel mese di settembre è iniziata l attività della Harbin New Holland Beidahuang Tractor Ltd joint venture di cui CNH detiene il 70% nella Repubblica Popolare Cinese, per la produzione e vendita di trattori agricoli nella gamma cavalli. Nel mese di gennaio 2000, CNH ha completato l acquisizione di Flexi-Coil Ltd, leader nel campo dei sistemi di semina e macchinari per coltivazione, con base in Canada. Principali società, stabilimenti di produzione e organizzazione commerciale Numero Resto d Europa Resto del Mondo Totale Stabilimenti Centri di ricerca e sviluppo Dealers Macchine agricole Macchine per le costruzioni Ricavi per area geografica di destinazione (proforma, inclusa Case) Resto d Europa Resto del Mondo Dipendenti per area geografica (proforma, inclusa Case) 6% 37% 57% 14% 40% Europa New Holland Austria Case Belgio New Holland Case New Holland Germania Case New Holland Polonia New Holland Regno Unito Case New Holland Nafta Case New Holland Canada New Holland Messico Case Mercosur Brasile Case New Holland Altre Aree Australia Case 46% 20 Settori di attività Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni 21

17 Prodotti CNH è gestita come un organizzazione globale, nella risposta alle esigenze della clientela in termini di quale Case e New Holland mantengono marchi e reti affidabilità e durata. Case ha anche presentato un di distribuzione separate. L attività produttiva è in corso nuovo movimentatore telescopico ed un escavatore di organizzazione con responsabilità definite a livello di da 7 tonnellate, costruito per soddisfare le esigenze linee di prodotto. L area marketing e commerciale verrà di chi desidera la versatilità e la resa di un escavatore organizzata su base geografica, mantenendo separate di grandi dimensioni, ma nello stesso tempo la facilità le attività di New Holland e Case di distribuzione e di manovra di un modello compatto. vendita al cliente finale. Nel mese di novembre New Holland ha lanciato i nuovi Nel corso dell anno è proseguita da parte di CNH l attività modelli di trattori della serie TM, con motori di potenza di rinnovo della gamma di prodotto e di espansione da 92 a 135 hp. In Europa sono state introdotte le nuove della rete di vendita. imballatrici convenzionali prodotte da CNH, le prime Durante il primo trimestre Case ha lanciato sul mercato macchine di questo tipo ad essere dotate di assale auto- la serie C di caricatori gommati, concepita come sterzante, che consente un eccezionale facilità di guida. Unità di business Macchine agricole Linee di prodotto Trattori Trattori in tutte le gamme di potenza Trattori 2 ruote motrici, 4 ruote motrici e cingolati Trattori speciali Macchine per la raccolta Mietitrebbiatrici Macchine per la raccolta del cotone Vendemmiatrici e macchine per la raccolta della canna da zucchero Macchine fieno e foraggio Macchine per la preparazione del terreno Raccogli-trincia-caricatrici semoventi e trainate Presse Gamma completa di macchine per il trattamento e la difesa delle colture Piantatrici e seminatrici Sistemi per il precision farming Macchine per le costruzioni Macchine medio-leggere Macchine per la lavorazione del suolo Skid-steer loader Terne Mini/midi escavatori Movimentatori telescopici Attività di servizio Macchine pesanti Carrelli elevatori Scavafossi Trivellatrici direzionali Escavatori cingolati e gommati Il Settore, attraverso la società CNH Capital, fornisce un ampia gamma di servizi finanziari attraverso società controllate e joint venture operanti negli, in Canada, Argentina, Australia, Brasile ed Europa. produzione CNH e di altri costruttori. Promuove, inoltre, la vendita di prodotti assicurativi ed offre altri programmi di finanziamento sia ai clienti finali sia ai concessionari e distributori CNH. Caricatori gommati e cingolati Livellattrici CNH Capital fornisce servizi finanziari destinati al CNH Capital, infine, mette a disposizione dei propri Dozer cliente finale per l acquisto o il leasing di macchine concessionari e del mercato esterno servizi di per l agricoltura e le costruzioni nuove o usate, di finanziamento del capitale circolante, delle attività di 22 Settori di attività Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni 23

18 Attività dell anno Nel 1999 il mercato dei trattori agricoli è risultato leggermente in crescita in Europa Occidentale. In Nord America, sebbene le vendite di trattori abbiano registrato nel loro complesso un lieve miglioramento a seguito dell aumento delle vendite di trattori di bassa potenza, il mercato dei trattori pesanti, segmento in cui opera CNH, ha continuato a mostrare segni di debolezza. In America Latina il mercato si è mantenuto su livelli leggermente superiori al Nel settore delle macchine per le costruzioni, le vendite di macchinari pesanti acquisto, costruzione e ristrutturazione immobiliari, di acquisizione di aziende, di investimento in sistemi di distribuzione e in impianti per la manutenzione e l assistenza tecnica. In Nord America CNH Capital fornisce ai propri clienti carte di credito personalizzate per l acquisto presso CNH è azienda leader nel settore della meccanizzazione agricola e tra i massimi produttori internazionali del settore movimento terra. i concessionari CNH di parti di ricambio, servizi di assistenza e noleggio, attrezzi agricoli ed accessori. Nell ambito di CNH Capital, Soris Financial offre un ampia gamma di prodotti finanziari, tra cui prestiti commerciali e leasing sui macchinari, destinati a costruttori, concessionari e distributori operanti sul mercato nordamericano ed ai loro clienti. Soris Financial promuove inoltre la vendita di prodotti assicurativi per il cliente finale. Al 31 dicembre 1999 il portafoglio dei crediti gestiti è pari a circa 11 miliardi di euro. Su base proforma, considerando l integrazione delle due società New Holland e Case, i ricavi di CNH Capital nel 1999 sarebbero ammontati a circa 737 milioni di euro. hanno registrato nel complesso una diminuzione. La forte crescita in Europa Occidentale e America Latina ha solo parzialmente compensato la contrazione delle vendite in Nord America. Complessivamente le vendite di trattori agricoli di CNH, che non includono quelle di Case (in quanto non ancora consolidata nel 1999), sono state pari a unità, in lieve diminuzione rispetto alle unità vendute nel Il fatturato di CNH è stato pari a milioni di euro (+2,3% rispetto al 1998), nonostante la riduzione delle vendite, prevalentemente in seguito all apprezzamento del dollaro, valuta di conto del Settore. Considerando proforma i ricavi realizzati da Case nel 1999, il fatturato di CNH sarebbe stato pari a circa 10 miliardi di euro. Il risultato operativo di 371 milioni di euro (senza Case) è diminuito rispetto ai 452 milioni di euro realizzati nel 1998, a seguito dei minori volumi e di un mix delle vendite sfavorevole. Dati Significativi in milioni di euro 1999 (*) Ricavi netti Risultato operativo % su ricavi 7,1 8,8 11,4 Utile netto (del Settore e di Terzi) Autofinanziamento Investimenti Ricerca e sviluppo Capitale investito netto Dipendenti (numero) (*) Non include i valori di Case. 24 Settori di attività Macchine per l Agricoltura e le Costruzioni 25

19 Prodotti Metallurgici TEKSID Costituita nel 1978, Teksid ha raccolto l esperienza di oltre 60 anni di attività Fiat nel campo delle tecnologie siderurgiche e metallurgiche. Dopo la cessione della siderurgia primaria nel 1982, Fiat ha focalizzato il suo interesse sulle attività di componentistica metallurgica. Verso la fine degli anni 70 Teksid ha avviato una strategia di internazionalizzazione, creando insediamenti in Brasile e in Nord America. Negli ultimi due decenni l espansione del Settore si è indirizzata sempre più in prossimità della localizzazione worldwide dei suoi clienti. In particolare è stata incrementata l attività produttiva in Europa (,, Portogallo e Polonia), in Nord e Sud America (Canada,, Messico, Brasile e Argentina) e nel Far East (Cina). Eventi dell anno Nel 1999 è stata completata l operazione di acquisizione delle attività di fonderia di Renault, con l aumento del capitale Teksid riservato al Gruppo francese; al termine dell operazione, Fiat S.p.A. continua a detenere il controllo di Teksid con il 66,5% della società, mentre Renault ne ha acquisito il 33,5%. È stata costituita negli la Teksid Aluminum Components (100% Teksid) ed è stata pianificata l espansione in Canada della capacità produttiva della Meridian Technologies Inc. leader nel campo delle tecnologie del magnesio di cui Teksid detiene il 51% Paolo Filomeni, e Norsk Hydro il 49%. Sono stati avviati i processi di integrazione C.E.O. Teksid. degli stabilimenti ex Renault e di una maggiore specializzazione dei singoli siti produttivi, con la creazione in di due poli di eccellenza (Crescentino per la ghisa e Carmagnola per l alluminio). L attività di produzione ghisa dell area di Carmagnola, la cui cessazione è prevista per il mese di luglio 2001, verrà riallocata in altri siti del Settore o all esterno. Grazie alle operazioni effettuate, Teksid ha consolidato la propria posizione mondiale di produttore di componenti in ghisa, alluminio e magnesio e ha rafforzato la leadership in Europa. Nel 1999 il Settore ha registrato ricavi per milioni di euro, in crescita di oltre il 44% e un utile operativo di 76 milioni di euro (4,5% dei ricavi), contro i 42 milioni di euro del 1998 (3,6% dei ricavi). Principali società e attività Numero Resto d Europa Resto del Mondo Totale Stabilimenti Centri di ricerca e sviluppo Ghisa Alluminio Magnesio Europa M.P.I. Teksid For Teksid Fonderies Aluminium Cleon Fonderies du Poitou Metallurg. du Temple Societé Bretonne de Fonderie et Mécanique Ricavi per area geografica di destinazione Resto d Europa Resto del Mondo Dipendenti per area geografica 28% 38% 34% 31% 37% 32% Dati Significativi in milioni di euro Ricavi netti Risultato operativo % su ricavi 4,5 3,6 4,5 Risultato netto (del Settore e di Terzi) Autofinanziamento Investimenti Ricerca e sviluppo Capitale investito netto Dipendenti (numero) Polonia Teksid Poland Portogallo Funfrap-Fundicao Portug. Nafta Canada Meridian Operations Messico Teksid Aluminio de Mexico Teksid Hierro de Mexico (*) Magnesium Products Teksid Aluminum Foundry Mercosur Argentina Teksid Argentina Brasile Teksid do Brasil Asia Cina Hua Dong Teksid Automotive Foundry Co. (*) Nanjing Teksid Iron (*) Nanjing Teksid Aluminum (*) (*) Società collegate India Teksid Kalyani Turchia Cevher Dokum Sanayi (*) 26 Settori di attività Prodotti Metallurgici 27

20 Prodotti Unità di business Ghisa Prodotti core Basamenti motore Teste cilindri Alberi motore Alberi a camme Collettori di scarico Scatole differenziale Montanti Bracci oscillanti Il Policast rappresenta a tutt oggi una interessante alternativa di processo per la realizzazione di particolari automotive di geometria complessa. È crescente in particolare l interesse dei progettisti di motori a sfruttare le potenzialità di near net shape del processo applicato alle leghe di alluminio per la realizzazione di teste cilindro, sovrateste e basamenti motore. Il recente sviluppo dei materiali impiegati nel processo (polimeri, vernici, sabbie), unito alla accresciuta esperienza nella progettazione delle attrezzature di formatura (stampi Alluminio Teste cilindri Basamenti motore Scatole cambio/frizione Componenti sospensioni Magnesio Plancia porta strumenti Sedili L impiego delle leghe di magnesio nella realizzazione di componenti per l automobile ha visto negli ultimi tre anni un importante evoluzione. Il mercato mondiale ha consolidato i prodotti della prima generazione (traverse sottoplancia, scatole cambio, armature volanti, schienale sedili) e parallelamente ha sviluppato nuovi componenti (instrument panel, ossature parti mobili di carrozzeria) in grado di beneficiare a pieno delle potenzialità della tecnologia di pressocolata (integrazione di funzioni, spessore parete ridotto). Le notevoli riduzioni di peso ottenibili in sostituzione di acciaio (-40%) e alluminio (-10%) a parità di prestazioni permettono al magnesio di mantenere la posizione incontrastata di metallo per il futuro di vetture ecologiche (low emission, riciclabili). Posizionamento competitivo Principali clienti 14% 43% 43% Il Settore è leader mondiale per le produzioni di basamenti motore (ghisa), teste cilindri (alluminio), plance porta strumenti (magnesio). Gruppo Fiat Fiat Auto, Iveco, CNH Global. Altri costruttori Renault, Daimler Chrysler, General Motors, Ford, Cummins, Volkswagen, Volvo, Toyota, BMW. Ricavi per unità di business Magnesio Alluminio Ghisa 28% 72% Ricavi per cliente Gruppo Fiat Altri costruttori polistirolo, stazioni di incollaggio e verniciatura) hanno permesso di raggiungere elevati livelli di qualità dei prodotti ottenuti. Teksid è leader mondiale nella produzione di getti Policast in lega di alluminio: oltre allo stabilimento di Carmagnola è in fase di realizzazione uno stabilimento dedicato alla tecnologia in Alabama (), in grado di soddisfare le richieste in forte crescita del mercato nordamericano. 28 Settori di attività Prodotti Metallurgici 29

Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006

Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006 Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006 PERFORMANCE OPERATIVE IN CONTINUO MIGLIORAMENTO PER IL GRUPPO FIAT. RICAVI IN CRESCITA DEL 12,9% A 13,6 MILIARDI DI EURO E RISULTATO

Dettagli

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 IN UN MERCATO ESTREMAMENTE DIFFICILE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 310 MILIONI DI EURO (MARGINE

Dettagli

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am.

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am. 1 CNH Mercati forti, posizione più forte sui mercati Macchine Agricole Mercato onsegne cliente finale, var.% annua) rd. Eur. Occ. Am. Lat. Resto mondo CNH (risultato rispetto al mercato) Nord Am. Eur.

Dettagli

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 FIAT GROUP CHIUDE IL SECONDO TRIMESTRE 2008 CON I RICAVI E IL RISULTATO DELLA GESTIONE ORDINARIA PIU ALTI NELLA SUA STORIA. QUATTORDICESIMO MIGLIORAMENTO

Dettagli

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A.

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Intervento del Presidente Sergio Marchionne Centro Congressi Lingotto 8 aprile 2013 h 11:00 Signori Azionisti, il 2012 è stato un anno particolarmente significativo

Dettagli

Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto

Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto Presentazione alle Istituzioni e alle Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 3 Agosto 2005 Il Gruppo Fiat Gruppo industriale focalizzato sulle attività

Dettagli

243 30. Informativa per settore di attività

243 30. Informativa per settore di attività 243 Nel corso dell esercizio il Gruppo ha rilevato costi per canoni di leasing per 48 milioni di euro inclusi tra gli Utili/(perdite) delle Continuing Operation e per 45 milioni di euro inclusi tra gli

Dettagli

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 Fiat Auto ha conseguito, nel quarto trimestre 2005, il primo utile della gestione ordinaria (21 milioni di euro) dopo 17 trimestri consecutivi in perdita.

Dettagli

Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006

Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006 Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006 Data di emissione: 26 Ottobre 2006 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com FIAT S.P.A. Sede legale in Torino, Via Nizza,

Dettagli

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE L ESTREMA DEBOLEZZA DEL CONTESTO ECONOMICO GLOBALE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 308 MILIONI

Dettagli

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 22 dicembre 2009

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 22 dicembre 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 22 dicembre 2009 Accordo con Chrysler 22 Dicembre 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali 2 Chrysler: dal

Dettagli

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TERZO TRIMESTRE CON RICAVI PARI A 13,5 MILIARDI DI EURO, IN AUMENTO DELL 11,9% RISPETTO AL TERZO TRIMESTRE 2009, E CON UN

Dettagli

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti 16 Settembre 2010 1 Agenda I. La Scissione: Obiettivi e descrizione dell

Dettagli

IVECO. Gamma di prodotti Prodotti Iveco

IVECO. Gamma di prodotti Prodotti Iveco IVECO Gamma di prodotti Prodotti Iveco Veicoli speciali Irisbus Customer Service Iveco Capital IVECO, acronimo di Industrial Vehicle Corporation, è un'azienda leader operante a livello internazionale nell'ambito

Dettagli

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 18 giugno 2009

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 18 giugno 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 18 giugno 2009 Agenda 1. Andamento mercati 2. Fiat Group 1. Settori industriali 2. La gestione della congiuntura e la situazione

Dettagli

Relazione degli Amministratori sull andamento della gestione relativa. al 1 semestre 2003. 98º esercizio

Relazione degli Amministratori sull andamento della gestione relativa. al 1 semestre 2003. 98º esercizio Relazione degli Amministratori sull andamento della gestione relativa al 1 semestre 2003 98º esercizio Indice 2 Principali dati economici e finanziari del Gruppo Fiat 3 Consiglio di Amministrazione, Collegio

Dettagli

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti *

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti * Fiat e dintorni di Aldo Enrietti * Collocare il Piemonte e Torino nell ambito dell industria autoveicolistica, e quindi del rapporto con Fiat, richiede una preventiva valutazione delle recenti fasi del

Dettagli

Il Gruppo Fiat nel 2000. Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2000. Relazione sulla gestione

Il Gruppo Fiat nel 2000. Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2000. Relazione sulla gestione Il Gruppo Fiat nel 2000 Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2000 Relazione sulla gestione INDICE Assemblea degli Azionisti 1 Ordine del giorno 2 Organi di Amministrazione e Controllo 4 Relazione

Dettagli

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * *

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Il caso Fiat Group 1 Gli utilizzatori del financiali reporting di gruppo Utilizzatori interni Management della capogruppo Managementdll dellesocietà

Dettagli

Francesca Amadori Giovanni Morresi Azzurra Nicchi Anna Renzini Elisa Rosati Lorenzo Schiavi

Francesca Amadori Giovanni Morresi Azzurra Nicchi Anna Renzini Elisa Rosati Lorenzo Schiavi Il cambiamento in Fiat Auto attraverso le parole di Sergio Marchionne Corso di Strategie d impresa A.A. 2010/2011 Prof. Tonino Pencarelli, Dott. Simone Splendiani Teamwork: Francesca Amadori Giovanni Morresi

Dettagli

1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi.

1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi. 1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016 Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA a maggio 2016

Dettagli

Il Gruppo Fiat nel 1999. Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 1999. Relazione sulla gestione

Il Gruppo Fiat nel 1999. Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 1999. Relazione sulla gestione Il Gruppo Fiat nel 1999 Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 1999 Relazione sulla gestione Assemblea degli Azionisti Ordine del giorno Consiglio di Amministrazione, Collegio Sindacale e Società

Dettagli

RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009

RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009 IL GRUPPO FIAT CHIUDE IL 2009 CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 1,1 MILIARDI DI EURO E UN INDEBITAMENTO NETTO INDUSTRIALE DI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015 MODELLERIA BRAMBILLA: valore della produzione in crescita del 30% a Euro 16,5 milioni nel 2014, utile netto pari a Euro 0,2 milioni (dati IAS 17 Adjusted) Valore della produzione in crescita del 30% a

Dettagli

Il Gruppo Fiat nel 2002

Il Gruppo Fiat nel 2002 Il Gruppo Fiat nel 2002 In copertina: A 37 anni di distanza, Alfa Romeo fa rivivere il mito GTA con l Alfa 156 GTA (in copertina) e la Sportwagon GTA, due vetture che interpretano in modo assoluto i valori

Dettagli

Un anno di Sostenibilità: fatti e numeri

Un anno di Sostenibilità: fatti e numeri Un anno di Sostenibilità: fatti e numeri Per il secondo anno Fiat è leader per le più basse emissioni di CO 2 in Europa con 133,7 g/km PACE Award a Magneti Marelli per la tecnologia TetraFuel Grande Punto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALBERTO PIANTA Nazionalità Italiana Data di nascita Milano 21/04/1940 Servizio militare come Ufficiale del

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

Il Gruppo Fiat nel 2002

Il Gruppo Fiat nel 2002 Il Gruppo Fiat nel 2002 In copertina: Il monovolume Lancia Phedra offre oltre a caratteristiche di versatilità e di spazio, che sono proprie di questa tipologia di vetture, anche il comfort, la cura dell

Dettagli

Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2001 IL GRUPPO FIAT NEL RELAZIONE SULLA GESTIONE

Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2001 IL GRUPPO FIAT NEL RELAZIONE SULLA GESTIONE Bilancio consolidato e d esercizio al 31 dicembre 2001 IL GRUPPO FIAT NEL 2001 RELAZIONE SULLA GESTIONE Indice Assemblea degli Azionisti 1 Ordine del giorno 2 Organi di Amministrazione e Controllo 4 Relazione

Dettagli

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile Nell area considerata, che include Argentina, Brasile, Cile e Venezuela, il mercato ha registrato, con oltre 5,12

Dettagli

Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta

Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta Andrea Gavosto Urbino, 27 novembre 2002 Le Strategie del Gruppo Fiat I capisaldi Concentrazione sul core business Internazionalizzazione Alleanze produttive

Dettagli

Relazione Trimestrale

Relazione Trimestrale Relazione Trimestrale 2 trimestre 2003 Data di emissione: 31 luglio 2003 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com Fiat S.p.A. Sede legale in Torino, Via Nizza, 250

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

speciale /anni 70 di Franco Oppedisano Nello scenario del lago di Misurina,

speciale /anni 70 di Franco Oppedisano Nello scenario del lago di Misurina, speciale /anni 70 di Franco Oppedisano L auto e la Fiat i È proprio vero, come sostiene Marchionne, che il mercato è tornato indietro di 40 anni? abbiamo fatto un viaggio a ritroso nel tempo, fino al,

Dettagli

Bilancio consolidato di gruppo. Lettura e interpretazione del bilancio consolidato * * * Il caso Fiat Group

Bilancio consolidato di gruppo. Lettura e interpretazione del bilancio consolidato * * * Il caso Fiat Group Lettura e interpretazione del bilancio consolidato * * * Il caso Fiat Group 1 Gli utilizzatori del bilancio consolidato Utilizzatori interni Management della capogruppo Management delle società di gruppo

Dettagli

(in milioni di euro) 2015 2014 Variazioni

(in milioni di euro) 2015 2014 Variazioni FCA ha chiuso il primo trimestre con ricavi in aumento del 19% a 26,4 miliardi di euro e un Adjusted EBIT in crescita del 22% a 800 milioni di euro. L indebitamento netto industriale è aumentato di 0,9

Dettagli

Relazione Trimestrale

Relazione Trimestrale Relazione Trimestrale 1 trimestre 2003 Data di emissione: 13 maggio 2003 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com Fiat S.p.A. Sede legale in Torino, Via Nizza, 250

Dettagli

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Nel 2014 la domanda di motor vehicle 1 è stata di 19,9 milioni di unità, con una crescita del 6% sul 2013. Il mercato, dopo

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

I primi veicoli Ford ibridi e ibridi elettrici ricaricabili per l Europa si baseranno sulla nuova Ford C-MAX e verranno lanciati nel 2013

I primi veicoli Ford ibridi e ibridi elettrici ricaricabili per l Europa si baseranno sulla nuova Ford C-MAX e verranno lanciati nel 2013 Il piano Ford per i veicoli elettrici procede come previsto: per la nuova C-MAX ibrida ricaricabile sarà utilizzato il sistema di alimentazione separata Ford si appresta a produrre cinque nuovi veicoli

Dettagli

GRUPPO FIAT Highlights

GRUPPO FIAT Highlights IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL 2013 CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 3,4 MILIARDI DI EURO E UN INDEBITAMENTO NETTO INDUSTRIALE DI 6,6 MILIARDI DI EURO: SIGNIFICATIVA DIMINUZIONE DELLE PERDITE IN EMEA

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Risultato ante imposte di Gruppo risultato netto Posizione finanziaria netta

Risultato ante imposte di Gruppo risultato netto Posizione finanziaria netta GRUPPO CARRARO: approvati dal CdA i risultati al 30.06.2015. Fatturato stabile rispetto al 2014 e in linea con le attese. Importante crescita di Carraro Agritalia (+50%). In netto miglioramento la marginalità

Dettagli

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco, società del Gruppo Fiat Industrial, è presente al Salone Bedrijfsauto 2012, l importante evento espositivo per il settore del trasporto

Dettagli

Informazioni stampa MAN SE. Bilancio di esercizio 2011: MAN registra un fatturato record. Monaco di Baviera, 14.02.2012

Informazioni stampa MAN SE. Bilancio di esercizio 2011: MAN registra un fatturato record. Monaco di Baviera, 14.02.2012 MAN SE Bilancio di esercizio 2011: MAN registra un fatturato record Fatturato: 16,5 miliardi di Euro (anno precedente: 14,7 miliardi di ) Ordini pervenuti: 17,1 miliardi di Euro (15,1 miliardi di ) Reddito

Dettagli

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1%

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% Il mercato delle autovetture registra a settembre 2014 un incremento del 6,1%, grazie alla chiusura positiva per tutti

Dettagli

La produzione di auto nel mondo continua ad espandersi

La produzione di auto nel mondo continua ad espandersi Capitolo 2.2 L auto e la Fiat La produzione di auto nel mondo continua ad espandersi La produzione di auto nel 2013 ha raggiunto gli 85,7 milioni di unità, secondo i dati forniti recentemente dall OICA

Dettagli

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE LE DIFFICILI CONDIZIONI DI MERCATO, CON RICAVI IN CALO DI OLTRE IL 25% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2008, FIAT GROUP HA REGISTRATO UNA PERFORMANCE

Dettagli

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Nel 2013 la domanda di light vehicles contava oltre 18,33 milioni di unità,

Dettagli

Relazione Trimestrale

Relazione Trimestrale Relazione Trimestrale 2 trimestre 2004 Data di emissione: 27 luglio 2004 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com FIAT S.P.A. Sede legale in Torino, Via Nizza, 250

Dettagli

EBITDA 2014. 2015 (326,8 371,4 77,8 (-17,3%), 27 12 11 19,2 (5,2% 37% 30,5 (6,8% 2013; 8,5% 9,4% EBIT 5,1 (1,4% 66,6% 15,3 (3,4% 2013; EBIT

EBITDA 2014. 2015 (326,8 371,4 77,8 (-17,3%), 27 12 11 19,2 (5,2% 37% 30,5 (6,8% 2013; 8,5% 9,4% EBIT 5,1 (1,4% 66,6% 15,3 (3,4% 2013; EBIT GRUPPO CARRARO: approvati dal CdA i risultati del primo semestre 2014. Fatturato e marginalità del Gruppo in contrazione principalmente a causa dei risultati di Elettronica Santerno, che vede slittare

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

Le tre aree strategiche d affari Pag. 3. La storia imprenditoriale Pag. 6. La struttura del Gruppo e gli azionisti Pag. 7. Scheda di sintesi Pag.

Le tre aree strategiche d affari Pag. 3. La storia imprenditoriale Pag. 6. La struttura del Gruppo e gli azionisti Pag. 7. Scheda di sintesi Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Le tre aree strategiche d affari Pag. 3 La storia imprenditoriale Pag. 6 La struttura del Gruppo e gli azionisti Pag. 7 Scheda di sintesi Pag. 8 Milano, marzo 2006

Dettagli

LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT. Vera Palea

LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT. Vera Palea LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT 1 Prima della riorganizzazione: Automobili, componenti e relativi sistemi di produzione Group Automobiles, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli, Teksid, Comau, attività

Dettagli

Relazione Trimestrale

Relazione Trimestrale Relazione Trimestrale 3 trimestre 2003 Data di emissione: 31 ottobre 2003 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com FIAT S.P.A. Sede legale in Torino, Via Nizza,

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

Comunicato stampa. 4 maggio 2011

Comunicato stampa. 4 maggio 2011 Comunicato stampa 4 maggio 2011 Alstom realizza un utile operativo conforme alle previsioni per l esercizio 2010/2011 e registra ordini in forte aumento nel secondo semestre Tra il 1 o aprile 2010 e il

Dettagli

11 dicembre 2012 Roberto Russo

11 dicembre 2012 Roberto Russo Mr. Market e Fiat S.p.A. 11 dicembre 2012 Roberto Russo www.assitecasim.it Fiat S.p.A. è un gruppo automobilistico internazionale che progetta, costruisce e vende veicoli di grande diffusione con i marchi

Dettagli

PIRELLI INVESTE IN BRASILE 100 MILIONI DI DOLLARI PER NUOVO POLO TECNOLOGICO DEDICATO AI PNEUMATICI PER VEICOLI SPECIALI

PIRELLI INVESTE IN BRASILE 100 MILIONI DI DOLLARI PER NUOVO POLO TECNOLOGICO DEDICATO AI PNEUMATICI PER VEICOLI SPECIALI COMUNICATO STAMPA PIRELLI INVESTE IN BRASILE 100 MILIONI DI DOLLARI PER NUOVO POLO TECNOLOGICO DEDICATO AI PNEUMATICI PER VEICOLI SPECIALI IL NUOVO STANZIAMENTO SI AGGIUNGE AL PIANO, ILLUSTRATO LO SCORSO

Dettagli

UNIONE EUROPEA Sesto mese consecutivo di crescita del mercato autovetture: a febbraio +7,6%.

UNIONE EUROPEA Sesto mese consecutivo di crescita del mercato autovetture: a febbraio +7,6%. UNIONE EUROPEA Sesto mese consecutivo di crescita del mercato autovetture: a febbraio +7,6%. A febbraio 2014 si registra il 6 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA:

Dettagli

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing Nuovo Daily Press Lungo Office Stura Lazio,49 - Aprile 2007 Iveco Italy Market - Marketing Nuovo Daily CNG - Aprile 2007 SEP 2007: IVECO PRESENTA IL DAILY CNG Il Nuovo Daily con motore a metano sarà tra

Dettagli

http://www.repubblica.it/motori/attualita/

http://www.repubblica.it/motori/attualita/ Noleggio: l'usato finisce all'asta... http://www.repubblica.it/motori/attualita/ Nei quattro appuntamenti promossi da GE Capital, Manheim e Maggiore battuti all'asta oltre 631 veicoli in 17 ore per un

Dettagli

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%.

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a gennaio 2015 registrano 1.028.760 nuove immatricolazioni

Dettagli

28. Rapporti infragruppo e con parti correlate

28. Rapporti infragruppo e con parti correlate 28. Rapporti infragruppo e con parti correlate Per la Fiat S.p.A. i rapporti con parti correlate sono in massima parte rappresentati da operazioni poste in essere con imprese direttamente e indirettamente

Dettagli

Incontro con le Organizzazioni Sindacali

Incontro con le Organizzazioni Sindacali Incontro con le Organizzazioni Sindacali Torino - Mirafiori Motor Village - Il Gruppo Fiat nel 2005 Gruppo focalizzato sui settori automotoristici operante a livello internazionale ma ancora radicato in

Dettagli

DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI BILANCIO CONSOLIDATO AL 30.06.2012

DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI BILANCIO CONSOLIDATO AL 30.06.2012 DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. Sede in Buttrio (UD) via Nazionale n. 41 Capitale sociale Euro 81.304.566 i.v. Numero iscrizione al Registro Imprese di Udine e codice fiscale: 00167460302 www.danieli.com

Dettagli

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Buzzi Unicem S.p.A. Sede: Casale Monferrato (AL) Via Luigi Buzzi 6 Capitale sociale 118.265.497,80 Registro delle Imprese di Alessandria n. 00930290044 Indice

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri In febbraio immatricolate 165.289 nuove auto (-24,5%) PRIMI SEGNALI DI RISVEGLIO DELLA

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Treviso, 31 luglio 2015 COMUNICATO STAMPA De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Il Consiglio di Amministrazione di De Longhi S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo semestre

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre.

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. 1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016 Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA a febbraio

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 CNH Industrial ha chiuso il secondo trimestre con ricavi di 7,0 miliardi di dollari, utile operativo delle Attività Industriali di 401 milioni di dollari e utile netto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri In ottobre immatricolate in Italia 195.545 auto (+15,7%) IL MERCATO CONFERMA L EFFICACIA DEGLI ECO-INCENTIVI

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Gennaio 2015 confidenziale Anthony Old 0 Sommario Presentazione del Gruppo ArcelorMittal Il nostro progetto per ILVA Il principale produttore

Dettagli

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie INDICE STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie STATISTICHE INTERNAZIONALI Produzione Mondiale Immatricolazioni Export Circolazione Varie STATISTICHE ITALIA

Dettagli

Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia

Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia Corso di Strategia d impresa A.A 2011-2012 Prof. Tonino Pencarelli Teamwork: Giada Baffioni, Debora Balducci, Samanta Gamboni, Alex Guerra

Dettagli

Zafira turbo metano: la prima vettura sul mercato con motore turbo metano che unisce prestazioni elevate ad emissioni e consumi ancora più contenuti

Zafira turbo metano: la prima vettura sul mercato con motore turbo metano che unisce prestazioni elevate ad emissioni e consumi ancora più contenuti Notizie Stampa 3 Dicembre 2008 Opel al 33 Bologna Motor Show Sette anteprime Opel per il pubblico del Motor Show Anteprima mondiale: Zafira Turbo ecom Design sportivo, dinamicità di guida e tecnologia

Dettagli

Il biometano, un opportunità per i trasporti

Il biometano, un opportunità per i trasporti Il biometano, un opportunità per i trasporti Negli ultimi anni, il gas naturale è un carburante che ha caratterizzato in maniera rilevante in Italia e in Europa l evoluzione del mercato automobilistico,

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011 UNRAE Conferenza Stampa Milano, 15 dicembre 2011 Mercato italiano delle autovetture 2011/2010 1.961.472 1.750.000 2010 2011 * - 10,8% Elaborazioni Centro Studi UNRAE * stime Mercato europeo delle autovetture

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M.

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Dini Valeria Brozzi Maria Giulia Facchini INDICE 1. CENNI STORICI 2.

Dettagli

SAES Getters: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo trimestre 2007.

SAES Getters: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo trimestre 2007. Gruppo SAES Getters Relazione Trimestrale al 31 marzo Comunicato Stampa COMUNICATO STAMPA Milano, 14 maggio SAES Getters: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo trimestre. Fatturato

Dettagli

CHRYSLER AUTOMOBILES IN

CHRYSLER AUTOMOBILES IN DEL PIEMONTE, Processo Legislativo Settore Commissioni Consiliari INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 912 STATO DEGLI INVESTIMENTI DI FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES IN PIEMONTE Presentato dal Consigliere

Dettagli

IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA

IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA ALFREDO ALTAVILLA Signore e signori, buongiorno. Nel 2009 partecipai a questo convegno per condividere con

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008 COMUNICATO STAMPA del 27 agosto 2008 - Cenate Sotto (BG) OBBLIGHI INFORMATIVI VERSO IL PUBBLICO PREVISTI DALLA DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14.05.1999 E SUCCESSIVE MODIFICHE www.gewiss.com Il Consiglio

Dettagli

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente.

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Sapa in breve Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Attività in breve Estrusione di profili Calandratura Belgio Canada Cina Danimarca Francia Germania Gran Bretagna Italia

Dettagli

Resoconto intermedio di gestione. al 31 marzo 2011

Resoconto intermedio di gestione. al 31 marzo 2011 Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Indice Elementi principali del primo trimestre 2011...3 Premessa...4 Andamento del mercato e

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il 2014 con una forte performance, in linea con i target. I Ricavi sono cresciuti dell 11% a 96,1 miliardi di euro e l, escluse le componenti atipiche, è salito a 3,7 miliardi di euro. L

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8%

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% Nel 2013 sono stati prodotti in Asia 1 /Oceania oltre 45,8 milioni di autoveicoli, con un incremento del 4,8%; in termini di volumi si tratta

Dettagli

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO Ufficio di Casablanca - Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO (novembre 2014) In base ai dati diramati dal Governo marocchino, il settore

Dettagli

7. L AUTOMOTIVE 7.1. FIAT NEL NUOVO SCENARIO GLOBALE

7. L AUTOMOTIVE 7.1. FIAT NEL NUOVO SCENARIO GLOBALE 7. L AUTOMOTIVE 7.1. FIAT NEL NUOVO SCENARIO GLOBALE La crisi ha profondamente trasformato il settore mondiale dell automotive: domanda ed offerta si sono contratte e ridistribuite a livello globale. I

Dettagli