PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE VIA SCROCCAROCCO, 20 INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (VIA SCROCCAROCCO, 20 SEGNI - RM, VIA GRAMSCI SNC VALMONTONE RM) COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (VIA SCROCCAROCCO, 20 SEGNI RM) MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (VIA PALIANESE KM. 1,200 COLLEFERRO RM) PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI (VIA PALIANESE KM. 1,200 COLLEFERRO RM) TURISMO (VIA GRAMSCI SNC VALMONTONE RM) tel (SEGNI), (COLLEFERRO), (VALMONTONE) fax (SEGNI) (COLLEFERRO) (VALMONTONE) C. F URL: URL: PEC Via Scroccarocco, SEGNI (RM) PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

2 INDICE - Premessa pag. 4 SEZIONE I Le scelte dell Istituto - L Istituto e le sue sedi pag. 5 - I soggetti del POF pag. 8 - Dove siamo pag. 8 Capitolo 1 : Risorse strutturali e didattiche - Laboratori e aule speciali pag. 9 - Rete organizzativa pag Organizzazione orario delle lezioni pag Modalità di accesso ai servizi pag Rapporti scuola-famiglia pag. 18 Capitolo 2: L offerta formativa - I Corsi pag Quadri orari e Indirizz1 pag. 21 Capitolo 3: Scelte educative e didattiche - Modalità organizzative e obiettivi formativi pag Scelte di autonomia didattica ed organizzativa pag L Accoglienza pag Formazione e aggiornamento docenti pag. 30 Capitolo 4: Progetti per il miglioramento dell offerta formativa - Progetti per l anno scolastico pag. 33 Capitolo 5: Scelte organizzative e di gestione - Criteri di formazione delle classi pag Criteri di assegnazione delle cattedre pag Integrazione alunni con disabilità pag Alunni stranieri: intercultura pag Gli organi collegiali : Consiglio d Istituto pag. 36 Collegio dei Docenti, Dipartimenti disciplinari pag. 38 Consiglio di classe pag Le Funzioni strumentali pag. 39 2

3 SEZIONE II Il progetto curricolare Capitolo 1: La valutazione - La valutazione e criteri di svolgimento degli scrutini pag Fasce di valutazione pag Criteri di attribuzione del credito scolastico e formativo pag Criteri di attribuzione dei voti e indicatori per la formulazione dei giudizi finali pag Gli I.D.E.I. pag Autovalutazione d Istituto pag. 45 Capitolo 2: Le regole - Il regolamento d Istituto pag Patto educativo di corresponsabilità pag. 75 3

4 Pof - motivazioni e finalità Premessa: PIANO OFFERTA FORMATIVA A CHE COSA SERVE IL POF Concretizzare Gli obiettivi nazionali in percorsi formativi funzionali all apprendimento e alla crescita educativa. Garantire Azioni efficaci di recupero, di sostegno e di prevenzione del disagio. Il Piano dell Offerta Formativa è il documento dei percorsi formativi, delle attività, delle iniziative didattiche ed educative, dell organizzazione e della gestione di strutture, persone e risorse della scuola. Il Piano dell Offerta Formativa presenta dunque la scuola nella sua organizzazione didattica con le sue finalità e interventi progettuali, con le sue forme e modalità di funzionamento e gestione a tutti i livelli, rendendo l istituzione trasparente all utenza cui fornisce un servizio. GARANTIRE Agli alunni il successo formativo MIRARE Allo sviluppo della persona umana MIGLIORARE L efficacia del processo di insegnamento e apprendimento 4

5 Sezione I - Le scelte dell Istituto L Istituto e le sue sedi L Istituto, denominato a partire dall a. s. 2012/2013 Istituto d Istruzione Superiore Via Scroccarocco, 20 si compone di tre sedi: I.P.I.A. Paolo Parodi Delfino a Colleferro (indirizzi Manutenzione e Assistenza tecnica; Produzioni Industriali e Artigianali), I.T.C.G. Pier Luigi Nervi a Segni (indirizzi Amministrazione, Finanza e Marketing; Costruzioni, Ambiente e Territorio), I.T.C. Pier Luigi Nervi, sezione "Enzo Gigli" a Valmontone (indirizzi Amministrazione, Finanza e Marketing; Turismo.) Bacino di utenza Gli studenti dell Istituto provengono principalmente dai comuni del 38 Distretto Scolastico (Artena, Carpineto Romano, Colleferro, Labico, Montelanico, Segni e Valmontone), ma anche dai comuni a sud di Roma e dalle province di Frosinone e Latina. La sede di Colleferro Colleferro nacque ai primi del Novecento intorno alla fabbrica SNIA BPD, attorno alla quale ha orbitato per anni lo sviluppo urbano ed industriale di questo centro. Nel territorio sono presenti molte industrie quali la BAG/BRAD SPA, la ALSTOM, la FIAT AVIO SPA, la ITALCEMENTI ma la cittadina ha sviluppato, negli ultimi anni, attività nel settore terziario, realtà importante del territorio è l artigianato, con piccole e medie imprese. L Istituto Paolo Parodi Delfino è nato come avviamento professionale con D.P.R.1962 del 10 luglio 1960 ed ha svolto per anni il ruolo di formatore privilegiato della manodopera specializzata della ditta B.P.D., i cui cancelli sono situati proprio di fronte a quello che era l ingresso principale del nostro Istituto. Con l introduzione della scuola media unificata, l Istituto ha acquisito la denominazione attuale e l edificio ha cominciato ad ospitare anche le aule della Scuola media statale G. Mazzini. Da qualche anno la sede dell istituto si è spostata in via Palianese Km 1.200, a ridosso del centro urbano, in una struttura di nuova costruzione. I corsi di qualifica professionale erano rivolti essenzialmente all acquisizione di abilità manuali, in cui i nostri studenti eccellevano, come hanno dimostrato i risultati in numerosi concorsi a livello regionale e nazionale, nonché la gran percentuale di assorbimento nel mondo del lavoro. La crisi dell industria chimica italiana ha portato un grosso ridimensionamento dell attività industriale in Colleferro; le mutate richieste del mondo del lavoro in generale, hanno portato ad un ripensamento del ruolo dell Istituto con l introduzione dei Corsi post-qualifica, con maggiore attenzione alla preparazione culturale complessiva e ad una preparazione professionale più completa e molti studenti hanno potuto in ogni modo inserirsi in un attività qualificata e gratificante grazie alla preparazione complessiva che il nostro Istituto riesce a garantire. La sede di Segni La sede di Segni del nostro istituto è inserita nel contesto dei Monti Lepini. I Monti Lepini separano il mare da una parte e la valle nel cuore del Lazio dall'altra. Il contesto socio-economico-culturale in cui l Istituto opera è caratterizzato da un tessuto produttivo di piccole e medie imprese (agricole e non) e del terziario avanzato, per quanto riguarda la quasi totalità dei paesi che costituiscono il suo bacino di utenza. A Colleferro, da cui proviene buona parte degli alunni, non mancano invece imprese di più grandi dimensioni 5

6 che, mentre in un recente passato hanno costituito una forte alternativa alle attività agricole, sono oggi motivo di disagio socio-economico, a causa della crisi occupazionale. L Istituto Tecnico Statale Commerciale e per Geometri «Pier Luigi Nervi» di Segni è nato nell a.s. 1972/73 ed è divenuto autonomo nell a.s. 1982/83. Successivamente, nell a.s. 1992/93. è stato attivato a Valmontone l indirizzo Periti aziendali e corrispondenti in lingue estere; nell a.s l indirizzo tecnico-turistico. Col passare degli anni entrambe le sedi sono state rinnovate sia a livello di organizzazione della didattica, con l introduzione dei corsi sperimentali, sia a livello di strutture e supporti didattici con l adeguamento dei locali alle nuove esigenze e l impianto e/o ammodernamento di laboratori e aule speciali, oggi all avanguardia e in grado di accogliere comodamente ciascuna classe per intero. Oggi pertanto entrambi gli edifici, peraltro situati in buona posizione geografica e con ampi spazi che consentono lo svolgimento di attività didattiche all aperto, concorrono a determinare le più favorevoli condizioni per affrontare lo studio con serenità e profitto. La sede di Valmontone Valmontone è un comune di abitanti della provincia di Roma situato su un rialzo tufaceo. La sua altitudine di 303 m l.s.m. ed è parte di un sistema orografico formato da piccole valli, e modesti rilievi. Il territorio rientra nel bacino idrografico dell'alta Valle del Sacco. Il sottosuolo è ricchissimo di acque e falde freatiche, ragion per cui a Valmontone, l Università La Sapienza di Roma ha attivato il C.E.R.I. (il centro di ricerca, previsione, prevenzione e controllo dei rischi idrogeologici). La sede è facilmente raggiungibile attraverso l Autostrada A1, la Statale Via Casilina e la Ferrovia Roma-Cassino-Napoli. Il contesto socio-economico-culturale in cui l Istituto opera è caratterizzato da un tessuto produttivo di piccole e medie imprese (agricole e di servizi) dislocate in un territorio ampio; si sta sviluppando un polo turistico integrato di notevole interesse da un punto di vista occupazionale. * L offerta formativa qui illustrata non consiste in un astratta e formale proposta di uguaglianza formativa, ma sviluppa le sue linee in un contesto di solidarietà sociale diretto a cercare il successo di tutti; sollecita le capacità e le indirizza verso conoscenze che siano fondanti di uno stile di apprendimento flessibile e ricettivo, capace di acquisire le sollecitazioni di un mondo nel quale la comunicazione viaggia sui parametri dell intelligenza artificiale e di un mondo lavorativo che richiede competenze specifiche e capaci di rimodularsi. La consapevolezza del mutato scenario culturale ci obbliga al confronto con le realtà scolastiche europee, sollecitandoci a mettere in campo strumenti didattici più efficaci e più rispondenti alle esigenze di ognuno dei nostri alunni. Il nuovo modello di scuola, come esplicitato, è finalizzato al perseguimento dei seguenti obiettivi caratterizzanti la filosofia dell Autonomia scolastica: - Indurre atteggiamenti responsabili e civili negli allievi con lo strumento disciplinare, ma con l esempio, l autorevolezza e col dialogo educativo; - Prevedere forme di recupero per limitare l insuccesso scolastico ( tutta la normativa autonomistica va in questa direzione); - Rapporti con le famiglie ispirati ai criteri della trasparenza, della informazione, della documentazione in un quadro di una loro giusta e corretta collocazione all interno della scuola. La scuola dell autonomia ha il compito di garantire, studiare e guidare i ragazzi promuovendo la conoscenza di sé, il senso di appartenenza, la coscienza dei propri limiti e delle proprie risorse, la capacità di assumere decisioni, di gestire il proprio tempo. L ipotesi progettuale che si propone cerca di fornire una delle possibili 6

7 articolazioni delle attività di una scuola che voglia completare e congiungere il curricolo ministeriale con iniziative di formazione e orientamento attivate in collaborazione con le associazioni imprenditoriali e professionali locali, attraverso stage in aziende private, enti pubblici, istituzioni bancarie e studi professionali. In questa logica vanno visti i Corsi altamente specializzati e svolti in collaborazione con enti prestigiosi. L Istituto si propone: 1) di offrire degli standard professionali di alta qualità che facilitino l inserimento nel mondo del lavoro dei suoi diplomati; 2) di far sviluppare agli studenti un buon numero di strutture culturali che permettano loro di comprendere e di incidere consapevolmente sulla realtà che li circonda; 3) di contribuire alla crescita dei ragazzi sotto il profilo culturale, sociale e delle capacità relazionali per diventare poi cittadini di una società in continua evoluzione; 4) di partecipare al recupero delle situazioni di disagio, rafforzando le qualità che gli studenti mostrano sfruttandole al massimo per superare, per quanto è possibile, gli ostacoli che si frappongono al pieno inserimento nella vita produttiva, sociale e culturale. 5) di promuovere costantemente l'insegnamento delle lingue straniere 6) di promuovere l'accoglienza e l'integrazione degli stranieri. L impegno congiunto di tutte le forze della scuola dovrà, pertanto, tendere al recupero di quei valori che hanno connotato l evoluzione della nostra civiltà, privilegiando ad esempio, la conoscenza dei diritti fondamentali dell uomo, il rispetto della persona, la formazione di una coscienza europea, l educazione alla pace, alla legalità, alla salute, alla tutela dell ambiente e così via. 7

8 I soggetti del Pof IL CONSIGLIO DELL ISTITUZIONE Definisce gli indirizzi generali e al termine adotta il piano dell Offerta Formativa. IL DIRIGENTE SCOLASTICO Attiva i necessari rapporti con il territorio e coordina tutte le azioni interne all Istituto CHI IL COLLEGIO DEI DOCENTI Elabora il Piano dell offerta Formativa articolandosi al suo interno e cura il monitoraggio- I GENITORI E GLI STUDENTI Formulano proposte Dove siamo 8

9 CAPITOLO 1: RISORSE STRUTTURALI E DIDATTICHE SEDE DI COLLEFERRO LABORATORI - SETTORE CHIMICO-BIOLOGICO LABORATORIO DI CHIMICA ANALISI 1 LABORATORIO DI CHIMICA ANALISI 2 LABORATORIO DI CHIMICA ORGANICA LABORATORIO DI CHIMICA STRUMENTALE LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA SALA BILANCE SALA PREPARAZIONI LABORATORI - SETTORE ELETTRICO LABORATORIO DI CONTROLLI AUTOMATICI LABORATORIO DI ESERCITAZIONI PRATICHE I E II CLASSI LABORATORIO DI ESERCITAZIONI PRATICHE III CLASSI LABORATORIO DI FISICA LABORATORIO DI INFORMATICA LABORATORIO DI MISURE ELETTRICHE I E II CLASSI LABORATORIO DI MISURE ELETTRICHE III E IV E V CLASSI LABORATORIO DI SISTEMI SETTORE MECCANICO-TERMICO LABORATORIO CAD MECCANICO LABORATORIO DI IDRAULICA LABORATORIO DI PNEUMATICA LABORATORIO PER LE ENERGIE ALTERNATIVE LABORATORIO TECNOLOGICO (OFFICINA MECCANICA) AULE SPECIALI AULA 1 LIM AULA 2 LIM AULA MAGNA AULA VIDEO BIBLIOTECA LABORATORIO LINGUISTICO LABORATORIO MULTIMEDIALE PALESTRA 9

10 SEDI DI SEGNI E VALMONTONE AULA DI CHIMICA (SEGNI) AULA DI DISEGNO E TOPOGRAFIA (SEGNI) AULA LIM 1 (SEGNI) AULA LIM 1 (VALMONTONE) AULA LIM 2 (SEGNI) AULA LIM 2 (VALMONTONE) AULA LIM 3 (VALMONTONE) BIBLIOTECA (SEGNI) BIBLIOTECA (VALMONTONE) LABORATORIO LINGUISTICO (VALMONTONE) LABORATORIO MULTIMEDIALE 1 (SEGNI) LABORATORIO MULTIMEDIALE 1 (VALMONTONE) LABORATORIO MULTIMEDIALE 2 - Linguistico (SEGNI) LABORATORIO MULTIMEDIALE 2 (VALMONTONE) LABORATORIO MULTIMEDIALE 3 - Costruzioni (SEGNI) LABORATORIO PROVE DEI MATERIALI (SEGNI) PALESTRA (SEGNI) PALESTRA (VALMONTONE) Servizi fruibili dagli studenti In tutte le sedi sono in funzione esercizi di ristorazione. Spazi esterni Tutte le sedi dispongono di campi esterno polivalenti per pallacanestro, pallavolo,calcetto. 10

11 RETE ORGANIZZATIVA (DOCENTI) COLLABORATORI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Francesco CIPOLLINI Prof. Salvatore PANETTA GRUPPO DI SUPPORTO DIRIGENZA Prof. Tommaso R. GALIANO Prof.ssa A. Pia GABRIELLI Prof.ssa M. Antonietta PENNESE Prof. Salvatore PLATIA Prof.ssa Tiziana PONTESILLI COORDINATORI E SEGRETARI DEI CONSIGLI DI CLASSE Segni Valmontone Classe Coordinatore Segretario Classe Coordinatore Segretario 1A AFM LORENZI D. ROSSI 1A AFM GABRIELLI A.P. AUSIELLO 2A AFM COLAIACOMO ALESSANDRONI 2A AFM FEDERICO MOLLICA 3A AFM VARI GABRIELE 4A AFM LORENZI R. RENZITTI 4A AFM MOSCETTA MERCANTI 5A PACLE BIAGIONE FANCIULLI 5A IGEA VITTORI CIANFONI 1A TUR GABRIELLI M.G. COCCIÒ 2B AFM SARAO COSCIA 2A TUR TAVOLARIO ALESSANDRONI 3A TUR SPARAGNA NUNZIATA 4A CAT GRAZIANI CIANGOLA 4A TUR ROSSI ARPAIA 5A GEO GALIANO COCCI 5A ITER PLATIA CARNEVALE 4A SIRIO PENNESE CIPOLLINI 5A SIRIO VELOTTI LEONI 3B TUR BRIGUORI D AVINO 5B ITER MIELE FORNABAIO 11

12 Colleferro Classe Coordinatore Segretario 1A MAT PELLICCIA PASQUALONI 1B MAT TUMMOLO PALOMBI 2A MAT GENTILE DE PAOLIS 2B MAT RICCI ISTRATE ANCA 3A MAT SCARLATTI SINISCALCHI 4A MAT VARI 5A TIE CARDONI SINISCALCHI 1C MAT PONTESILLI 2C MAT COSCIA 4B MAT 3B MAT GALESSO GIRETTI 3C MAT 4C MAT NAVARRA CANESTRELLI 5A TIM MARTA CONTI 3D MAT VOTTA MARTA 5A TSE CUPINI COCCI 2A PIA DE NAPOLI SCARAMELLA 3A PIA FALERA DI FRAIA 4A PIA MARCONCINI COLAIORI 5A PIA DEL SIGNORE MORCIANO 5B TIE D AMBROSIO COMITATO DI VALUTAZIONE Membri effettivi: Prof.ssa Gigliola COLAIACOMO Prof.ssa A. Pia GABRIELLI Prof. Salvatore PANETTA Prof.ssa Tiziana PONTESILLI 12

13 Membri supplenti: Prof. Francesco CIPOLLINI Prof.ssa Isabella MIELE ORGANO DI GARANZIA PER I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI (COMPONENTE DOCENTI) Prof. Francesco CIPOLLINI Prof.ssa Maria PALOMBI Prof.ssa A. Pia GABRIELLI COMMISSIONE ELETTORALE Prof.ssa Marina FALERA Prof.ssa A. Pia GABRIELLI FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. 1. GESTIONE P.O.F. Prof. Tommaso R. GALIANO, Prof.ssa Tiziana PONTESILLI 2. SUPPORTO DOCENTI Prof.ssa Emilia MARCONCINI, Prof.ssa Emilia VARI, Prof. Salvatore PLATIA 3. SUPPORTO UTENZA INTEGRAZIONE RECUPERO DEL DISAGIO PROMOZIONE DEL BENESSERE SCOLASTICO Prof.ssa Isabella MIELE, Prof.ssa M. Antonietta PENNESE, Prof.ssa Elisabetta VOTTA 4. ORIENTAMENTO Prof.ssa Gigliola COLAIACOMO, Prof.ssa A. Pia GABRIELLI, Prof. Massimo GIRETTI 5. AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RAPPORTI CON ENTI ESTERNI E AGENZIE FORMATIVE Prof. Enzo COLAIORI, Prof.ssa Giovanna SPARAGNA, Prof. Ilario MOSCETTA NUCLEI OPERATIVI DI SUPPORTO ALLE FUNZIONI STRUMENTALI 1 - Nucleo Continuità e Accoglienza - RIF. FF. SS

14 Proff. PENNESE (F. S.), MIELE (F. S.), VOTTA (F. S.), VARI E., COSCIA, GALIANO (F. S.), PLATIA, MARCONCINI 2 - Nucleo Viaggi d istruzione, Visite aziendali e Visite guidate - RIF. FF. SS. 3-5 Proff. GABRIELLI A. P., PLATIA, COLAIACOMO 3 - Nucleo Consulenza - CIC - RIF. FF. SS. 2-3 Proff. MIELE (F. S.), VOTTA (F. S.), COLAIACOMO, DE PAOLIS, GIZZI, LATINI S., GABRIELLI A. P. 4 - Nucleo Biblioteca - RIF. FF. SS. 2-3 Proff. COLAIACOMO, VARI E. (F. S.), COSCIA, PONTESILLI, GIZZI, DE NAPOLI, LATINI, PELLICCIA, MIELE (F. S.) 5 Nucleo Attività culturali RIF. FF. SS. 1-3 Proff. COLAIACOMO, MIELE (F. S.), GABRIELLI A. P., VARI E., GALIANO (F. S.), VOTTA (F. S.), TUMMOLO, VITTORI, SCARLATTI, MARCONCINI 6 - Nucleo GLH - RIF. F. S. 3 DOCENTI DI SOSTEGNO 7 - Nucleo Sito d istituto - Attività multimediale - Informatizzazione - RIF. FF. SS. 2-3 Proff. GALIANO, COLAIACOMO, MIELE (F. S.), PUGLISI, MARCONCINI (F. S.), CIPOLLINI, ALESSANDRONI 14

15 COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO Prof. Marco MARTA Prof. Salvatore PANETTA Prof. Enzo COLAIORI COORDINATORI GLH Prof.ssa Antonella FULCO Prof.ssa Sandra LATINI COORDINATORI ASSISTENZA SPECIALISTICA DISABILI Prof.ssa Isabella MIELE Prof. Salvatore PLATIA Prof.ssa Elisabetta VOTTA UFFICIO TECNICO Prof. Antonio FILIPPI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) Prof. Gianfranco SINISCALCHI RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) Prof. Salvatore PANETTA 15

16 RESPONSABILI VIGILANZA DIVIETO FUMO Prof. Francesco CIPOLLINI Prof. Gianfranco SINISCALCHI Prof. Roberto COLELLA Prof. Salvatore PANETTA Prof. Salvatore PLATIA Prof. Egidio VELOTTI 16

17 Organizzazione dell orario delle lezioni L orario settimanale delle lezioni è scandito coerentemente con la programmazione modulare di ciascuna disciplina. Il monte ore annuale di ciascuna disciplina è calcolato sulla base di 33 settimane. Il quadro orario segue il criterio della propedeuticità. Gli insegnamenti curriculari sono impartiti in cinque giorni alla settimana. Durata delle ore di lezione sede di Colleferro: LUN MER - VEN MAR - GIO SABATO PRIMA ORA PRIMA ORA SECONDA ORA SECONDA ORA TERZA ORA TERZA ORA INTERVALLO QUARTA ORA QUARTA ORA INTERVALLO QUINTA ORA QUINTA ORA SESTA ORA SESTA ORA SETTIMA ORA L I B E R O Durata delle ore di lezione sede di Segni: LUN MER - VEN MAR - GIO SABATO PRIMA ORA PRIMA ORA SECONDA ORA SECONDA ORA INTERVALLO TERZA ORA TERZA ORA INTERVALLO QUARTA ORA QUARTA ORA INTERVALLO QUINTA ORA QUINTA ORA INTERVALLO SESTA ORA SESTA ORA SETTIMA ORA L I B E R O Durata delle ore di lezione sede di Valmontone: MAR MER - GIO LUN - VEN SABATO PRIMA ORA PRIMA ORA SECONDA ORA SECONDA ORA TERZA ORA TERZA ORA INTERVALLO QUARTA ORA QUARTA ORA INTERVALLO QUINTA ORA QUINTA ORA SESTA ORA SESTA ORA SETTIMA ORA L I B E R O 17

18 Durata delle ore di lezione del corso Serale della sede di Segni: LUN - VEN SABATO PRIMA ORA SECONDA ORA TERZA ORA QUARTA ORA QUINTA ORA L I B E R O Modalità di accesso ai servizi DI PERSONA: presso gli uffici siti in SEGNI, VIA SCROCCAROCCO 20 tel (orario di ricevimento DAL LUNEDI AL VENERDI ORE ); VIA FAX al numero ; VIA Telefono e fax sezioni associate: Tel (COLLEFERRO), (VALMONTONE) Fax (COLLEFERRO), (VALMONTONE) Il dirigente scolastico riceve esclusivamente previo appuntamento telefonico (n ). Sono previsti sportelli settimanali di segreteria presso le sedi di Colleferro e Valmontone. I rapporti scuola-famiglia Ricevimenti dei familiari - I docenti ricevono individualmente i familiari degli alunni settimanalmente in orario antimeridiano. i familiari vengono inoltre ricevuti in orario pomeridiano nei mesi di dicembre ed aprile: tale supporto occorre che sia assiduo e continuo perché solo la collaborazione tra la scuola e la famiglia può assicurare il successo dell intervento educativo e garantire la completa formazione del giovane. Questo rapporto si esplica in due momenti: 1) contratto formativo 2) continuo contatto al fine di giungere ad una migliore conoscenza di ciascun alunno. Modalità - Negli incontri, della durata di tre ore circa, i docenti dei singoli Consigli ricevono i familiari per informarli sull andamento didattico disciplinare dei loro figli, nonché dei programmi, delle verifiche e dei criteri di valutazione adottati; per rilevare possibili difficoltà incontrate (motivazionali, cognitive, ecc.) e stabilire, tramite un produttivo confronto, strategie d intervento. Strumenti - Incontri scuola-famiglia; ricevimenti dei docenti; comunicazioni telefoniche. 18

19 I corsi Sede di Colleferro CAPITOLO 2: L OFFERTA FORMATIVA Sono attivi, solo per questo anno scolastico, i seguenti corsi post-qualifica biennali: Tecnico chimico-biologico (valido anche per il conseguimento della qualifica regionale di secondo livello Tecnico di laboratorio chimico di ricerca). Tecnico delle industrie elettriche (valido anche per il conseguimento della qualifica di secondo livello Tecnico Montatore Manutentore Elettrico Elettronico ). Tecnico delle industrie meccaniche (valido anche per il conseguimento della qualifica di secondo livello Tecnico metodista di macchine utensili a controllo numerico ). Tecnico dei sistemi energetici (valido anche per il conseguimento della qualifica regionale di Tecnico Installatore e Manutentore di impianti termici in collaborazione) I corsi attualmente esistenti sono finalizzati alla formazione di tecnici delle industrie del: settore chimico-biologico (TCB) settore elettrico (TIE) settore meccanico (TIM) settore termico (TSE) I suddetti Corsi hanno la seguente denominazione, a seconda delle nuove figure professionali: 1) Produzioni Industriali e Artigianali (Articolazione Industria) 2) Manutenzione e Assistenza Tecnica (Opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili ; Opzione Manutenzione mezzi di trasporto ) Essi sono articolati in 1 biennio (obbligo), 2 biennio, classe 5 con Esame di Stato. Le classi 5 nel corrente anno scolastico seguono il vecchio ordinamento. Inoltre sono previsti, in accordo con la Regione Lazio, percorsi di integrazione che portano, al termine del terzo anno, al conseguimento di qualifiche regionali: Operatore delle produzioni chimiche; Operatore elettrico; Operatore meccanico; Operatore alla riparazione dei veicoli a motore; Operatore di impianti termoidraulici. Vengono inoltre attivati progetti di alternanza scuola-lavoro, con stage professionalizzanti presso aziende del territorio. Sede di Segni Indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio Corso serale per Ragionieri SIRIO Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing L indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio forma professionisti nel settore della progettazione e della conduzione dei lavori. Dopo 5 anni si otterrà il Diploma in Costruzioni, Ambiente e Territorio con la 19

20 possibilità di accedere ai settori: edilizia, pubblica amministrazione, libera professione, enti e società provate; inoltre si potrà accedere a tutti gli studi universitari. Il Corso serale SIRIO prevede il riconoscimento delle competenze e/o esperienze maturate in ambito lavorativo, scolastico, con possibilità di riduzione delle discipline e degli anni di frequenza. Dopo i 5 anni si otterrà il diploma di ragioniere,che consentirà di accedere a tutti gli studi universitari e di rivolgersi ai settori: produttivo, commerciale, creditizio, assicurativo, pubblica amministrazione, libera professione. L indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing forma esperti idonei alla gestione dei problemi economico-aziendali, fornendo abilità professionali connesse all organizzazione dell azienda ed alla sua gestione informatizzata. Dopo i 5 anni si otterrà il Diploma che consentirà di accedere a tutti gli studi universitari e di rivolgersi ai settori: produttivo, commerciale, creditizio, assicurativo, pubblica amministrazione, libera professione. Sede di Valmontone Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing Indirizzo Turismo L indirizzo Turismo prepara figure professionali munite delle necessarie conoscenze tecniche, professionali e linguistiche per provvedere alla complessa organizzazione dei servizi turistici; prevede pertanto lo studio di tre lingue straniere, di geografia e di storia dell Arte.. i settori di attività riguardano: la produzione, commercializzazione e realizzazione dei servizi turistici, la promozione del turismo all interno di aziende private ed Enti pubblici. Con il diploma, che si otterrà dopo 5 anni, si potrà accedere a tutti gli studi universitari. L esame di Stato comprende tre prove scritte ed un colloquio. La prima prova scritta è intesa ad accertare la padronanza della lingua italiana o della lingua nella quale si svolge l insegnamento, nonché le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche del candidato; essa consiste nella produzione di uno scritto scelto dal candidato tra più proposte di varie tipologie tradizionali e non, individuate annualmente dal Ministero della Pubblica Istruzione La seconda prova scritta è intesa ad accertare le conoscenze specifiche del candidato ed ha per oggetto una delle materie caratterizzanti il corso di studio. Al candidato è data facoltà di scegliere tra più proposte. La terza prova, a carattere pluridisciplinare, è intesa ad accertare le capacità del candidato di utilizzare ed integrare conoscenze e competenze relative alle materie dell ultimo anno di corso, anche ai fini di una produzione scritta, grafica o pratica. La prova consiste nella trattazione sintetica di argomenti nella risposta a quesiti singoli o multipli, ovvero nella soluzione di problemi o di casi pratici e professionali, o nello sviluppo di progetti. La prova è strutturata in modo da consentire anche l accertamento della conoscenza delle lingue. Il colloquio tende ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle nell argomentazione, e di discutere ed approfondire sotto vari profili i diversi argomenti. 20

21 QUADRO ORARIO INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI (COLLEFERRO) MATERIE 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA 2 2 SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA E BIOLOGIA) 2 2 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE O ATTIVITA ALTERNATIVE TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA SCIENZE INTEGRATE (FISICA) 2 2 SCIENZE INTEGRATE (CHIMICA) 2 2 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI TECNOLOGIE APPLICATE AI MATERIALI E AI PROCESSI PRODUTTIVI TECNICHE DI PRODUZIONE E ORGANIZZAZIONE TECNICHE DI GESTIONE- 3 5 CONDUZIONE DI MACCHINE E IMPIANTI ORE SETTIMANALI (MEDIA)

22 QUADRO ORARIO INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (COLLEFERRO) OPZIONE MANUTENZIONE MEZZI DI TRASPORTO MATERIE 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO EDECONOMIA 2 2 SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA E BIOLOGIA) 2 2 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE O ATTIVITA ALTERNATIVE TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA 3 3 SCIENZE INTEGRATE (FISICA) 2 2 SCIENZE INTEGRATE (CHIMICA) 2 2 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE 2 2 LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI TECNOLOGIE MECCANICHE E APPLICAZIONI TECNOLOGIE ELETTRICHE- ELETTRONICHE E APPLICAZIONI TECNOLOGIE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA E MANUTENZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO ORE SETTIMANALI (MEDIA)

23 QUADRO ORARIO INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (COLLEFERRO) OPZIONE APPARATI, IMPIANTI E SERVIZI TECNICI INDUSTRIALI E CIVILI MATERIE 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO EDECONOMIA 2 2 SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA E BIOLOGIA) 2 2 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE O ATTIVITA ALTERNATIVE TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA SCIENZE INTEGRATE (FISICA) 2 2 SCIENZE INTEGRATE (CHIMICA) 2 2 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI TECNOLOGIE MECCANICHE E APPLICAZIONI TECNOLOGIE ELETTRICO- ELETTRONICHE, DELL AUTOMAZIONE E APPLICAZIONI TECNOLOGIE E TECNICHE DI INSTALLAZIONE E DI MANUTENZIONE DI APPARATI E IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI ORE SETTIMANALI (MEDIA)

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Piazzale San Sepolcro, 4100 Parma Tel. 051/8176 Fax 051/0641 e-mail albertina@sanvitale.net Web www.sanvitale.net Dove siamo Sede: Piazzale San Sepolcro,

Dettagli

1. IDENTITA DELL ISTITUTO

1. IDENTITA DELL ISTITUTO Piano dell offerta formativa - 1-1. IDENTITA DELL ISTITUTO L Istituto tecnologico per le costruzioni, l ambiente ed il territorio ( ex Istituto Geometri) tende a formare una figura professionale capace

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Modugno - Via P. Annibale M. di Francia, Grumo - Via Roma, L ISTITUTO ECONOMICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI 2 GRADO TECNICA E PROFESSIONALE Paolo Sarpi Scuola ESABAC Sede legale: via Brigata Osoppo -33078 San Vito al Tagliamento (PN) tel. 0434/80496 tel.0434/80372 fax 0434/833346

Dettagli

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale ATERNO-MANTHONÈ St. TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale Via Tiburtina, 0-6519 PESCARA Tel. 085 408-085 418880 petd07000x@istruzione.it

Dettagli

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica Istruzione professionale statale Servizi Commerciali Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica All avanguardia da sempre nella formazione dei giovani L istituto

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Codice Meccanografico istituto principale: CLTD00701D Codice meccanografico secondario (risultante da organico) CLPS00701N

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? 1 SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? 1 SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015 I.I.S QUINTINO SELLA Via Montecuccoli 12 10121 TORINO Tel. 011-542470 Fax 011-547883 I.I.S. ALVAR AALTO Via Paolo Braccini 11 10141 TORINO Tel. 011-3828181 Fax 011-3808842 I.I.S. LUIGI LAGRANGE Via Genè

Dettagli

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri F. Brunelleschi Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 PRESENTAZIONE DEL CORSO SERALE PROGETTO SIRIO Il CORSO SERALE A partire

Dettagli

INCONTRO STUDENTI CLASSI QUINTE 13 febbraio 2015

INCONTRO STUDENTI CLASSI QUINTE 13 febbraio 2015 INCONTRO STUDENTI CLASSI QUINTE 13 febbraio 2015 ESAME DI STATO: Documento del consiglio di classe Ammissione e giudizio di ammissione Credito scolastico e formativo La commissione Le prove d esame La

Dettagli

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C1 INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI CORSI di FORMAZIONE REGIONALE Tecnico industrie Tecnico elettroniche

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

ORARIO SETTIMANALE C.A.T. SERALE "A. CANOVA" D.P.R. 263 tab. 3 [1]

ORARIO SETTIMANALE C.A.T. SERALE A. CANOVA D.P.R. 263 tab. 3 [1] ISTITUTO TECNICO DI STATO PER GEOMETRI Antonio Canova Viale Astichello, 195-36100 VICENZA CORSO SERALE PER TECNICO DELLE COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (GEOMETRA) DISCIPLINE E QUADRO ORARIO ORARIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado Piano Annuale per l Inclusività A.S. 2013/14 L I.C. Tivoli 2 A.Baccelli pone particolare attenzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA CORSO GARIBALDI 11, 80074 CASAMICCIOLA TERME (NA) ipiacasamicciola@libero.it www.istitutosuperioreischia.it C.F. 91005980635 Tel 081900215 Fax 081900998

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI : Biennio Comune Progetto CINQUE Diploma di GEOMETRA Il corso di studi per GEOMETRI Progetto Cinque, istituito all ITCG BARATTA nel 1992, ha la durata di 5 anni e al termine

Dettagli

Progetto Educativo d Istituto

Progetto Educativo d Istituto LICEO SCIENTIFICO Paritario LICEO delle SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Paritario ISAAC NEWTON Progetto Educativo d Istituto P.E.I. A.S. 2014/2015 0 INDICE 1. Introduzione. pag. 2 2. Finalità e

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Il POF o Piano dell Offerta Formativa è il documento con cui l Istituto definisce

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015

PREFERISCI IL TECNICO O IL PROFESSIONALE? SABATO LIBERO I.I.S. SELLA-AALTO-LAGRANGE A.S. 2014-2015 I.I.S QUINTINO SELLA Via Montecuccoli 12 10121 TORINO Tel. 011-542470 Fax 011-547883 I.I.S. ALVAR AALTO Via Paolo Braccini 11 10141 TORINO Tel. 011-3828181 Fax 011-3808842 I.I.S. LUIGI LAGRANGE Via Genè

Dettagli

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217

Scuola dell infanzia di Ponte Ronca via Risorgimento 217 ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA segreteria: Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it Pec : boic86400n@pec.istruzione.it sito

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI

5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI 5.3. INCARICHI E COMMISSIONI SCOLASTICHE INCARICHI FUNZIONI STRUMENTALI: Sono funzioni strategiche nell organizzazione della scuola autonoma, che vengono assunte da docenti incaricati i quali, oltre alla

Dettagli

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE Prof. Federico VILARDO La Funzione Strumentale Area 6 si pone come OBIETTIVO GENERALE quello di migliorare

Dettagli

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. SACCO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE AD INDIRIZZO IGEA E PROGRAMMATORI I S T I T U T O P R O F E S S I O N A L E PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE S A N T

Dettagli

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche FINALITA fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell Unione europea offrire un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali

Dettagli

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO IIS GIUSEPPE PEANO LINGUISTICO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ISTITUTO sede mezzi di trasporto accessibilità studenti disabili Via Andrea Doria, n 2

Dettagli

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 Come Raggiungerci Tel. 0331/841260 Tel. 0331/519000 Tel. 0331/841260 Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Eugenio Montale Via Gramsci, 1 21049 TRADATE C.F.80101550129 Tel.

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI Nel nostro Istituto sono attivi i seguenti indirizzi, articolati nelle classi e nei quadri orari di cui sotto. Meccanica, Meccatronica Elettrotecnica

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi Claudia de Medici Bolzano Il 14 dicembre 2010 con delibera della Giunta Provinciale l Istituto De Medici è diventato

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE

LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE Premessa Il CORSO SERALE del Liceo Artistico statale di Verona Nani Boccioni, che prende avvio nell a.s. 2014/15, intende rispondere ai bisogni di un utenza particolare,

Dettagli

Istituto Tecnico G.Galilei Livorno

Istituto Tecnico G.Galilei Livorno IL FUTURO: i quadri orari e le 4 specializzazioni della riforma PRIMO BIENNIO Il primo biennio del nostro istituto è dedicato all acquisizione di saperi e competenze di base ed ha valore orientativo e

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 NOVEMBRE 2015 PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 A CURA DI SALVATORE PAPPALARDO Come anticipato nella legge 107 al comma 118 il 27 ottobre 2015 è stato pubblicato il decreto ministeriale

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza

Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza CORSO SERALE Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza Sede e orario segreteria Sede: ITIS ROSSI Via Legione Gallieno 6100 Vicenza Orario segreteria: tutti i giorni dalle 10 alle

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI SEDE ASSOCIATA DI MELEGNANO ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI La sede associata dell istituto Piero della Francesca è situata a Melegnano, a pochi

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

Sommario. Liceo Linguistico, Socio-Psico-Pedagogico e delle Scienze Sociali G. Pascoli (ordinamento pre-riforma)

Sommario. Liceo Linguistico, Socio-Psico-Pedagogico e delle Scienze Sociali G. Pascoli (ordinamento pre-riforma) Sommario Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane Giovanni Pascoli Liceo Linguistico Inglese Francese Tedesco e Spagnolo (5 anni) Liceo delle Scienze Umane Corso Ordinario (5 anni) Corso Opzione Economico

Dettagli

La scuola italiana. Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare?

La scuola italiana. Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare? La scuola italiana Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare? Obbligo scolastico In Italia è obbligatorio frequentare la scuola sino al compimento del sedicesimo anno d età (16 anni). Obbligo Formativo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016 Bisogni 1 Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione 4 Riflettere sugli esiti degli apprendimenti, sulla valutazione e certificazione

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

REGOLAMENTO CORSO SERALE

REGOLAMENTO CORSO SERALE Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Tecnico Economico Libero de Libero Amministrazione Finanza e Marketing - Sistemi Informativi

Dettagli

Istituto Professionale per l Industria e l Artiginato

Istituto Professionale per l Industria e l Artiginato 1.1 ISTRUZIONE PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E ARTIGIANATO 1.1.1 GENERALITA In base al Regolamento sul Riordino dell Istruzione Professionale di Stato, ai sensi del DPR n.87 del 15 marzo 2010,

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI A.S. 2014/2015 AREA 1. REVISIONE E GESTIONE DEL POF REVISIONE E GESTIONE DEL POF ATTIVITA INTERNE PER IL POTENZIAMENTO E AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AREA 2. SERVIZI AL PERSONALE DOCENTE GESTIONE

Dettagli

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento)

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento) La strategia di costruzione della personalità non può essere separata dal contesto cognitivo, così come il viceversa: dare istruzione significa fornire conoscenze e strumenti per interpretare se stessi

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

Istituto Professionale Statale Teresa Confalonieri. Offerta Formativa del Corso Serale Anno scolastico 2012-2013

Istituto Professionale Statale Teresa Confalonieri. Offerta Formativa del Corso Serale Anno scolastico 2012-2013 Istituto Professionale Statale Teresa Confalonieri Offerta Formativa del Corso Serale Anno scolastico 2012-2013 L offerta formativa del Corso Serale dell Istituto Confalonieri si ispira alle seguenti finalità:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE F E R M I-GALILEI Via S. G. Bosco, 17-10073 C I R I E (TO) - tel. 011.9214575 011.9210546 fax 011.9214267- e-mail: fermi@icip.com - sito internet: www.istitutofermicirie.it

Dettagli

PACCHETTI ISMEDA PER BONUS di 500 per Insegnanti di Ruolo di ogni ordine e grado

PACCHETTI ISMEDA PER BONUS di 500 per Insegnanti di Ruolo di ogni ordine e grado PACCHETTI ISMEDA PER BONUS di 500 per Insegnanti di Ruolo di ogni ordine e grado Riguardo alle seguenti proposte di formazione on line, gli insegnanti potranno scegliere se acquistare: o tutto un PACCHETTO

Dettagli

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta Accoglienza come riconoscimento delle diverse abilità Accogliere è riconoscere le persone nella loro completezza,

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA

Istituto Tecnico Statale. L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA Istituto Tecnico Statale L. Einaudi Correggio LINEE GUIDA PER LA MOBILITA STUDENTESCA LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ STUDENTESCA Linee guida per l implementazione delle seguenti forme di mobilità studentesca

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO. Anno Scolastico 2014-2015. Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA. Area di riferimento. Linguistico - espressiva

SCHEDA DI PROGETTO. Anno Scolastico 2014-2015. Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA. Area di riferimento. Linguistico - espressiva ISTITUTO COMPRENSIVO VIA DEI TORRIANI Via dei Torriani, 44-00164 ROMA SCHEDA DI PROGETTO Anno Scolastico 2014-2015 Progetto VIAGGIO STUDIO IN SPAGNA Area di riferimento Linguistico - espressiva F.S. di

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

1. Finalità generali ed indirizzi di studio

1. Finalità generali ed indirizzi di studio 1. Finalità generali ed indirizzi di studio L Istituto d Istruzione Superiore Evangelista Torricelli, suddiviso al proprio interno nelle Sezioni Liceo e Istituto Professionale, al ine di assolvere ai suoi

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PER MATERIE SCIENZE UMANE E PSICOLOGIA A. S. 2015-2016

PROGRAMMAZIONE PER MATERIE SCIENZE UMANE E PSICOLOGIA A. S. 2015-2016 PROGRAMMAZIONE PER MATERIE SCIENZE UMANE E PSICOLOGIA A. S. 2015-2016 OBIETTIVI GENERALI Educare al rispetto di sé e degli altri, delle cose, delle norme che regolano la comunità scolastica e la convivenza

Dettagli

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la VERBALE N. Il giorno 1 settembre dell anno 2015 (duemilaquindici), alle ore 8.30, presso la sala riunioni della sede di viale Italia 409, Sesto S.Giovanni (Mi), sotto la Presidenza del Dirigente Scolastico,

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4.

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4. Istituto Omnicomprensivo Statale Beato Simone Fidati Scuola d Infanzia, Primaria, Secondaria primo grado e Secondaria Superiore (IPSIA) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli