Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1]

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1]"

Transcript

1 Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1] Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure domenicali, festive e infrasettimanali degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, per l anno 2006 P.G. n /05 IL SINDACO RICHIAMATA la propria ordinanza n in data 24 aprile 2002, con la quale ha approvato, a sensi del d.lgs n. 114, la vigente disciplina locale degli orari degli esercizi di vendita al dettaglio sulle aree private in sede fissa; ATTESO che, con tale provvedimento, ha anche predeterminato, in via generale, le festività e ricorrenze tradizionali per le quali è prevista, di norma, o la chiusura obbligatoria o l apertura facoltativa degli esercizi di vendita al dettaglio, anche limitatamente ad alcune merceologie particolari, e ciò anche allo scopo di consentire alle imprese del settore di organizzare per tempo la propria attività; RICHIAMATA, altresì, la deliberazione della Giunta Regionale n. 7/7508 in data , con la quale l area delimitata dalle mura medievali della Città di Cremona, costituente il centro storico tradizionalmente inteso, è stata riconosciuta, a sensi e per effetti di cui all art. 12 del d.lgs n. 114, quale ambito ad economia prevalentemente turistica, dando atto che il periodo di maggior afflusso turistico, che si registra in tale area, è quello compreso fra il 15 aprile e il 31 ottobre di ogni anno; ATTESO che, per effetto del predetto riconoscimento regionale, tutti gli esercizi di vendita ubicati entro l ambito territoriale di cui sopra acquisiscono, per il periodo individuato, la facoltà di determinare liberamente gli orari di apertura e chiusura e di derogare all obbligo della chiusura domenicale, festiva; RICORDATO che l esatto periodo di maggior afflusso turistico è stabilito dallo stesso Comune, entro l arco temporale come sopra fissato dalla Regione, e per una durata massima di 120 giorni; VISTO, in particolare, l art. 6 della succitata ordinanza n:20456 del 24 aprile 2002, il quale

2 stabilisce che il Comune predisporrà annualmente il calendario completo delle deroghe all obbligo della chiusura domenicale e festiva, tenendo conto anche di eventi e ricorrenze a carattere occasionale; RILEVATO che si rende, quindi, necessario, approvare il calendario delle deroghe per il 2006, stabilendo anche il periodo di maggior afflusso turistico, in cui applicare, per il medesimo anno, la totale liberalizzazione degli orari degli esercizi ubicati entro le mura della Città; RITENUTO di adottare, anche quest anno, in una logica di massima integrazione dei servizi, e conformemente ai principi di cui all art. 50/c. 7 del d.lgs n. 267, una programmazione unica coordinata, per il commercio in sede fissa e per i mercati di vendita al dettaglio; DATO ATTO che, nello spirito della concertazione e delle scelte partecipate, sono state consultare preventivamente i rappresentanti locali dei consumatori, delle imprese del commercio e dei lavoratori dipendenti, nell incontro tenutosi il 29 novembre 2005, con un pieno ed unanime accordo su una ipotesi di calendario, elaborata congiuntamente dalle parti, nonché sul periodo di maggior afflusso turistico, che, per il 2006, è stato così definito: - dal 2 maggio al 3 luglio- dal 4 settembre al 31 ottobre per complessivi 120 giorni CONSTATATO che, nella medesima riunione, è stato anche concordato di considerare come significative ai fini dell apertura straordinaria delle attività commerciali, le seguenti ricorrenze, per le quali, in relazione alla prevista capacità di richiamare una notevole affluenza di pubblico o per altre ragioni, è stata ravvisata l esigenza di un potenziamento dei servizi commerciali: Festa del Torrone Mostra Mercato dell Usato; Inaugurazione saldi estivi ed invernali; RICORDATO che, per gli esercizi ubicati al di fuori dell ambito riconosciuto a prevalente economia turistica, non possono essere concesse più di 8 deroghe all obbligo della chiusura domenicale e festiva; RITENUTO di stabilire l individuazione dell ottava domenica di deroga alla chiusura domenicale in occasione della Festa del Torrone, provvisoriamente programmata in data 5 novembre 2006; DATO ATTO inoltre che, essendo festivi i giorni dicembre, gli esercizi alimentari devono garantire l apertura al pubblico in una delle predette festività, così come stabilito dall art. 13 comma 2 del D.Lgs. 114/98; ATTESO che, per i giorni festivi del 25 e 26 dicembre, le parti hanno concordemente stabilito in sede di autoregolamentazione, di attuare la chiusura totale, ancorché la norma dia comunque facoltà di apertura; RITENUTO di approvare il calendario come sopra definito, confermando anche le deroghe particolari per gli esercizi specializzati cremonesi, in quanto costituiscono attività di sicuro interesse turistico, di cui risulta quindi opportuno consentire l apertura domenicale e festiva;

3 VISTA la decisione della Giunta Comunale assunta nella seduta del 7 dicembre 2005; VISTI: d. lgs n. 114: - legge regionale n. 14 e succ. modificazioni;- la Legge Regionale n. 15;- l art. 1/c. 9 della legge regionale n. 18;- la Legge Regionale n. 22;- D.Lgs n. 267; APPROVA Il calendario delle aperture e chiusure degli esercizi di vendita al dettaglio del Comune di Cremona, per l anno 2006, che figura quale allegato A) al presente atto, per farne parte integrante e sostanziale; DA ATTO che il suddetto calendario, predisposto in forma coordinata, vale sia per gli esercizi di vendita ubicati in locali privati, che per i due principali mercati ambulanti su area pubblica (merci varie e fiori) che le deroghe all obbligo della chiusura domenicale e festiva, indicate nell allegato A), si applicano: a) agli esercizi ubicati all esterno dell area delimitata dalle mura cittadine, per l intero anno; b) agli esercizi ubicati all interno della zona anzidetta, con esclusione del periodo di maggior afflusso turistico che è fatta salva la possibilità di variare l apertura domenicale nel giorno 5 novembre 2006 nel caso in cui la manifestazione "Festa del Torrone" venga programmata in altra data; che ulteriori deroghe all obbligo della chiusura domenicale e festiva, nonché altre modifiche o integrazioni al calendario di cui sopra potranno essere stabilite successivamente, nel corso dell anno, in presenza di eventi straordinari e imprevisti, o per altri comprovati motivi. Nella giornata di Domenica 24 dicembre gli esercizi commerciali alimentari devono garantire obbligatoriamente l apertura al pubblico così come stabilito dall art. 13 comma 2 del D. Lgs. 114/98. Per consentire un opportuna informativa sia alle imprese che ai consumatori, al presente provvedimento sarà data la massima pubblicità, anche attraverso la Rete Civica Comunale; copia dello stesso sarà trasmessa alle organizzazioni di categoria, sindacali e dei consumatori, nonché alle forze dell ordine, per i relativi controlli. Cremona, lì 13 dicembre 2005

4 IL SINDACO Prof. Gian Carlo Corada Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure degli esercizi commerciali del comune di Cremona - anno 2006 GENNAIO 2006 DI TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE DOMENICA 1 CAPODANNO DETTAGLIO DEROGHE CHIUSURA CHIUSURA - Sospese tutte le deroghe da parte del Comune GIOVEDÌ 5 APERTURA DOPPIA VENERDÌ 6 EPIFANIA DOMENICA 8 (prima domenica inizio saldi invernali) DOMENICA 15 MOSTRA DELL USATO CHIUSURA CHIUSURA - Apertura facoltativa per specializzati APERTURA CHIUSURA - APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 22 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura facoltativa per specializzati -

5 DOMENICA 29 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura facoltativa per specializzati FEBBRAIO 2006 DI TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE DETTAGLIO DEROGHE DOMENICA 5 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 12 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 19 MOSTRA DELL USATO CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 26 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di MARZO 2006 DI TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE

6 DETTAGLIO DEROGHE DOMENICA 5 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 12 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 19 MOSTRA DELL USATO APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 26 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di APRILE 2006 DI TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE DETTAGLIO DEROGHE DOMENICA 2 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura DOMENICA 9 APERTURA CHIUSURA - SABATO 15 APERTURA TRIPLA EFFETTUAZIONE DOMENICA 16 S.S. PASQUA CHIUSURA CHIUSURA - Sospese tutte le deroghe da parte del Comune

7 LUNEDì 17 LUNEDÌ ANGELO CHIUSURA CHIUSURA - Apertura DOMENICA 23 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura MARTEDÌ 25 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura SABATO 29 APERTURA TRIPLA EFFETTUAZIONE DOMENICA 30 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura MAGGIO 2006 LUNEDì 1 FESTA DEL LAVORO FUORI DALLE ENTRO LE ENTRO LE FUORI LE DEROGHE CHIUSURA CHIUSURA CHIUSURA CHIUSURA - sospese tutte le deroghe da parte del Comune. DOMENICA 7 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 14 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA -

8 DOMENICA 21 MERCATINO USATO APERTURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 28 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - NB: dal 2 Maggio al 3 luglio deroga alla chiusura domenicale e festiva per gli esercizi ubicati entro le mura GIUGNO 2006 FUORI DALLE ENTRO LE ENTRO LE FUORI LE GIOVEDì 1 APERTURA APERTURA APERTURA DOPPIA VENERDì 2 FESTA REPUBBLICA CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 4 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 11 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 18 USATO CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 25 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - - DEROGHE NB: dal 2 Maggio al 3 luglio deroga alla chiusura domenicale e festiva per gli esercizi ubicati entro le mura LUGLIO 2006 DOMENICA 2 (PRIMA DOMENICA DALL INIZIO DEI SALDI) FUORI DALLE ENTRO LE ENTRO LE FUORI LE APERTURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DEROGHE DOMENICA 9 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura l intero giorno, dei specializzati cremonesi

9 DOMENICA 16 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura l intero giorno, dei specializzati cremonesi DOMENICA 23 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura l intero giorno, dei specializzati cremonesi DOMENICA 30 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura l intero giorno, dei specializzati cremonesi NB: Dal 2 maggio al 3 luglio deroga alla chiusura domenicale e festiva per gli esercizi ubicati entro le mura AGOSTO 2006 DETTAGLIO DEROGHE DOMENICA 6 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 13 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di

10 LUNEDI 14 APERTURA DOPPIA - MARTEDÌ 15 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 20 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di DOMENICA 27 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura vendita di SETTEMBRE 2006 FUORI DALLE ENTRO LE ENTRO LE (VENDITA) FUORI LE (VENDITA) DEROGHE DOMENICA 3 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura l intero giorno, dei specializzati cremonesi DOMENICA 10 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 17 MERCATINO USATO CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 24 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - NB: Dal 4 Settembre al 31 Ottobre deroga alla chiusura domenicale e festiva per gli esercizi ubicati entro le mura OTTOBRE 2006

11 FUORI LE ENTRO LE ENTRO LE FUORI LE DOMENICA 1 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 8 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 15 MERCATINO USATO CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 22 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 29 CHIUSURA APERTURA APERTURA CHIUSURA - MARTEDÌ 31 APERTURA DOPPIA - DEROGHE NB: Dal 4 Settembre al 31 Ottobre deroga alla chiusura domenicale e festiva per gli esercizi ubicati entro le mura NOVEMBRE 2006 MERCOLEDì 1 FESTIVITA DI TUTTI I SANTI DOMENICA 5 Festa del torrone DETTAGLIO DEROGHE CHIUSURA CHIUSURA EFFETTUAZIONE Apertura APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 12 CHIUSURA CHIUSURA - Apertura LUNEDI 13 S. Omobono APERTURA APERTURA -

12 DOMENICA 19 MERCATINO USATO CHIUSURA CHIUSURA - Apertura DOMENICA 26 APERTURA CHIUSURA - Inizio periodo natalizio DICEMBRE 2006 DOMENICA 3 PERIODO NATALIZIO DETTAGLIO DEROGHE APERTURA CHIUSURA GIOVEDÌ 7 APERTURA DOPPIA VENERDÌ 8 IMMACOLATA DOMENICA 10 PERIODO NATALIZIO DOMENICA 17 PERIODO NATALIZIO APERTURA CHIUSURA - APERTURA CHIUSURA - APERTURA CHIUSURA - DOMENICA 24 APERTURA TRIPLA LUNEDì 25 * S. NATALE MARTEDÌ 26 S. STEFANO CHIUSURA TOTALE CONCORDATA* CHIUSURA TOTALE CONCORDATA* CHIUSURA TOTALE CHIUSURA TOTALE - - Per gli esercizi alimentari l apertura è obbligatoria (ART. 13 COMMA 2 D. LGS. 114/98) - SOSPESE TUTTE LE DEROGHE DA PARTE DEL COMUNE - SOSPESE TUTTE LE DEROGHE DA PARTE DEL COMUNE

13 SABATO 30 APERTURA TRIPLA EFFETTUAZIONE DOMENICA 31 APERTURA CHIUSURA - * : ACCORDO DEFINITO IN SEDE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE FRA TUTTI I SOGGETTI INTERESSATI. RIEPILOGO DEROGHE ALLA CHIUSURA DOMENICALE E FESTIVA PER L ANNO 2006 A) DETTAGLIO ( UBICATI FUORI DALLE VECCHIE ) MESE (DA GENNAIO A NOVEMBRE) GIORNO GENNAIO DOMENICA 8 SALDI INVERNALI GENNAIO DOMENICA 15 MOSTRA USATO MARZO DOMENICA 19 MOSTRA USATO APRILE DOMENICA 9 DOMENICA DELLE PALME MAGGIO DOMENICA 21 MOSTRA USATO LUGLIO DOMENICA 2 SALDI ESTIVI NOVEMBRE DOMENICA 5 FESTA DEL TORRONE NOVEMBRE DOMENICA 26 INIZIO PERIODO NATALIZIO MESE DI DICEMBRE (per tutti gli esercizi) APERTURE DOMENICA 3 VENERDÌ 8 (IMMACOLATA) CHIUSURE LUNEDì 25 (S. NATALE) MARTEDÌ 26 (S. STEFANO) DOMENICA 10 DOMENICA 17 DOMENICA 24* DOMENICA 31 *Apertura obbligatoria per gli esercizi alimentari ( art. 13 comma 2 D. Lgs. 114/98) B) (MERCI VARIE E FIORI) EFFETTUAZIONE in tutti i giorni di mercoledì e sabato

14 NOTE: L effettuazione o meno del mercato bisettimanale è indicata solo quando il giorno in cui si tiene (mercoledì e sabato) è festivo; per esercizi specializzati si intendono quelli in cui le attività di vendita svolte in maniera prevalente occupano non meno dell 80 % della superficie di vendita totale; sono esclusi dalla disciplina degli orari i seguenti esercizi, ai quali non si applica, pertanto, il presente calendario: rivendite di generi di monopolio esercizi di vendita interni ai campeggi, ai villaggi e ai complessi turistici e alberghieri esercizi di vendita al dettaglio situati nelle aree di servizio lungo le autostrade, nelle stazioni ferroviarie, marittime ed aeroportuali le rosticcerie e le pasticcerie gli esercizi specializzati bevande, fiori, piante e articoli da giardinaggio, mobili, libri, dischi, nastri magnetici, musicassette, videocassette, opere d arte, oggetti d antiquariato, stampe, cartoline, articoli da ricordo e artigianato locale le stazioni di servizio autostradale (qualora le attività previste dal presente comma siano svolte in maniera esclusiva o prevalente) - le sale cinematografiche. Si rammenta infine che: come precisato dal Ministero delle Attività Produttive con circolare Prot. N del 4 agosto 2000, nei giorni domenicali e festivi alle imprese, autorizzate all attività di panificazione ai sensi della Legge n.1002/56, è vietata la vendita al pubblico del pane di propria produzione operata. L obbligo della chiusura non riguarda l attività di produzione del pane né l attività finalizzata a forniture del predetto prodotto per conto terzi (es.: ristoranti, bar ed utilizzatori professionali). Alle suddette imprese non è applicabile la deroga all obbligo di chiusura domenicale e festiva. nel periodo di maggior afflusso turistico, gli esercizi di generi alimentari ubicati entro le mura ed in possesso dei necessari requisiti possono vendere liberamente anche il pane fresco. Nota Il presente documento è affisso all'albo Pretorio del Comune di Cremona dal 21 dicembre 2005 al 4 gennaio 2006

15 Tipologia News Categoria di News Comunicazioni varie dall'albo pretorio [2] Percorsi di navigazione Mi Interessa Fare impresa Lavorare [3] Comune di Cremona - realizzato con Drupal da Metarete S.r.l. Collegamenti [1] [2] [3]

P.G. n /04 IL SINDACO

P.G. n /04 IL SINDACO Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure domenicali, festive e infrasettimanali degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, per l'anno 2005 [1] P.G. n. 58110/04 IL SINDACO RICHIAMATA

Dettagli

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO Prot. n. 22849 A TUTTI GLI ESERCIZI DEL COMMERCIO FISSO AI TITOLARI DI PUBBLICO ESERCIZIO LORO INDIRIZZI OGGETTO: Calendario di apertura e chiusura

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEI NEGOZI E DELLE ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO VISTI gli artt.11 e 13 del D.LGS. 31/3/98,

Dettagli

CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ORDINANZA SINDACALE

CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ORDINANZA SINDACALE CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) Settore IV Pianificazione - Gestione del territorio Attività produttive ORDINANZA SINDACALE

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012 P.G. 60689/11 Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012 IL SINDACO - Premesso che, a sensi dell art. 103 della Legge Regionale 2 febbraio

Dettagli

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web:

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web: COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, 15 44042 Cento (FE) Web: www.comune.cento.fe.it ORDINANZA DEL SINDACO n.17/2008 di repertorio IL SINDACO PREMESSO che con gli artt. 11-12-13 del

Dettagli

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Comune di Bologna Ord. P.G. 294395/08 integrata da Ord. 106104/11 Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Premesso che con propria ordinanza P.G.n.

Dettagli

ORDINANZA n. 43 Protocollo n Chianciano Terme, 19 marzo 2010

ORDINANZA n. 43 Protocollo n Chianciano Terme, 19 marzo 2010 COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE via Solferino n. 3-53043 Chianciano Terme (Siena) Italia Tel. 0039 0578 6521 Fax. 0039 0578 31607 www.comune.chianciano-terme.siena.it

Dettagli

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante.

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante. COMUNE DI CASTEL SAN GIORGIO Provincia di Salerno Settore Commercio ORDINANZA N 22 Castel San Giorgio lì, 24/ 02/2011 Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con deliberazione dl Consiglio Comunale n. 45 del 26.11.2001. Art. 1 Nastro

Dettagli

Comune di Volterra. Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO

Comune di Volterra. Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO Provvedimento del Sindaco n 21 dell 01/04/2010 OGGETTO: Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO VISTA la L.R. 7 febbraio 2005, n. 28, ed in

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, Trezzo sull Adda

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, Trezzo sull Adda COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, 5 20056 Trezzo sull Adda Trezzo sull Adda, 06/02/2008 ORDINANZA Registro Ordinanze N 14 del 19/02/2008 Prot. 2739 Agli OPERATORI COMMERCIALI DI

Dettagli

ORDINANZA SINDACALE N. 10 DEL 5 MARZO 2002

ORDINANZA SINDACALE N. 10 DEL 5 MARZO 2002 ORDINANZA SINDACALE N. 10 DEL 5 MARZO 2002 "DISCIPLINA ORARIA DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO. PARZIALE MODIFICA ALLA Ordinanza Sindacale N. 8 DEL 22.02.2002" Premesso che con Ordinanza Sindacale

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA ORDINANZA N 9 COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER LE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE E PERLE ATTIVITA ARTIGIANALI ASSIMILATE.

Dettagli

Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa nel territorio comunale sono così disciplinati:

Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa nel territorio comunale sono così disciplinati: TESTO COORDINATO DEL DISPOSITIVO DELL ORDINANZA N. 139 DEL 23.11.2009 CON LE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI INTRODOTTE CON L ORDINANZA N. 188 DEL 22.10.2010 Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 09.11.2000 Modificato ed integrato con delibera di Consiglio Comunale:

Dettagli

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI C O M U N E D I M O N T E R I G G I O N I P R O V I N C I A D I S I E N A DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI 1 SOMMARIO

Dettagli

PIANO ATTIVITA ANNUALI A.S. 2015/2016 ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO EX ART. 42 C.C.N.L. COMPARTO SCUOLA

PIANO ATTIVITA ANNUALI A.S. 2015/2016 ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO EX ART. 42 C.C.N.L. COMPARTO SCUOLA ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE F. ENRIQUES PIANO ATTIVITA ANNUALI A.S. 2015/2016 ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO EX ART. 42 C.C.N.L. COMPARTO SCUOLA I M P E G N I A N N U A L I A. S. 2 0

Dettagli

ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14.

ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14. Prot. 1864 Oggetto: ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14. I L S I N D A C O Visto il Decreto Legislativo

Dettagli

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010 COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO GESTIONE TERRITORIALE UNITA COMMERCIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA PRODUTTIVE ED AGRIGOLTURA VP/vp Prot. n. /2010 Oggetto: Adeguamento

Dettagli

ORDINANZA IN MATERIA DI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI DI VENDITA AL DETTAGLIO A SEGUITO DELL ACCORDO D AREA DEL 26/02/2003.

ORDINANZA IN MATERIA DI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI DI VENDITA AL DETTAGLIO A SEGUITO DELL ACCORDO D AREA DEL 26/02/2003. COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) C.F. - P.I. 00185430477 Via Garibaldi 50 Serravalle Pistoiese Tel. 0573 9170 Fax. 0573 51064 e-mail: amministrazione@comune.serravalle-pistoiese.pt.it

Dettagli

SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO

SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO Visto il D.Lgs. 31/3/1998 n 114 "Riforma della disciplina relativa al

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con delibera n. 26 del 28.06.2000 Affisso all Albo Pretorio del Comune di Carlino dal

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE AMMINISTRAZIONE E COMANDO Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE AMMINISTRAZIONE E COMANDO Ufficio Studi e Formazione CITT' DI TORINO CORPO DI POLIZI MUNICIPLE SETTORE MMINISTRZIONE E COMNDO Ufficio Studi e Formazione CIRCOLRE N. 164 Operativa OGGETTO: ttività Produttive. Commercio in sede fissa. pertura festiva facoltativa

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Reg. Ordinanze N 55 Castiglion Fiorentino, 07-05-2012 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO ASSUNTI i poteri del Sindaco in virtù del Decreto del Presidente della

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE Scuola secondaria di secondo grado Anno scolastico 2015/2016 Deliberato nel Collegio dei docenti del 01 settembre 2015 Il piano delle attività didattiche è l insieme

Dettagli

'&(&) '*%%+&$'%&',&!$&#-$'%$.

'&(&) '*%%+&$'%&',&!$&#-$'%$. !"#$! " # %&%' '&(&) '*%%+&$'%&',&!$&#-$'%$. Visti i commi 2 e 3 dell art. 74 del Decreto Legislativo 16 aprile 1994 n. 297 Testo unico delle disposizioni legislative in materia d istruzione relative alle

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA. 2 OGGETTO: D.Lgs 31.3.1998 n. 112 art. 138 - Calendario Scolastico Regionale per l anno scolastico 2008/2009. LA VISTO il documento istruttorio riportato in calce alla presente deliberazione

Dettagli

Calendario Scolastico per l'anno scolastico 2004/2005 Delibera n. 593 del 1 giugno 2004 LA GIUNTA REGIONALE

Calendario Scolastico per l'anno scolastico 2004/2005 Delibera n. 593 del 1 giugno 2004 LA GIUNTA REGIONALE Calendario Scolastico per l'anno scolastico 2004/2005 Delibera n. 593 del 1 giugno 2004 LA GIUNTA REGIONALE VISTO il documento istruttorio riportato in calce alla presente deliberazione predisposto dal

Dettagli

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA I.D. n. 39 in data 25/02/2016 P.G. n. L'anno duemilasedici addì 25 - venticinque - del mese febbraio alle

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE 1 ART.1 (FASCIA ORARIA DI APERTURA PER TIPOLOGIA DI ESERCIZIO) 1. ESERCIZIO DI

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Firenze, 15 febbraio 2016 Ai Dirigenti delle ISTITUZIONI SCOLASTICHE Regione Toscana OGGETTO: Calendario scolastico 2016/2017. Gentilissimi, com è noto la Regione Toscana con la Delibera n. 279 del 07/04/2014

Dettagli

APERTURE DOMENICALI E CCNL

APERTURE DOMENICALI E CCNL APERTURE DOMENICALI E CCNL Le aperture domenicali degli esercizi commerciali e la disciplina del lavoro domenicale dei dipendenti delle stesse sono regolate, innanzitutto, da due distinti decreti legislativi,»

Dettagli

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Servizi al Cittadino RESPONSABILE: Caboni Ignazio ORDINANZA N. in data 147 24/12/2013 OGGETTO: Impianti stradali distribuzione di carburanti - turnazione

Dettagli

- Di modificare l Ordinanza n. 67 del 27 luglio 2007 come di seguito specificato:

- Di modificare l Ordinanza n. 67 del 27 luglio 2007 come di seguito specificato: Oggetto: Modifiche alla disciplina degli orari di esercizio delle attività di commercio al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande ed attività assimilate I L S I N D A C O - Dato atto che,

Dettagli

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delibera 56/99 (adottata il 7 maggio 1999) REGOLAMENTO PER LE AUDIZIONI PERIODICHE DELLE FORMAZIONI ASSOCIATIVE DI CONSUMATORI E UTENTI, DELLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE, DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI DELLE

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 183 del 18/06/2013

Delibera della Giunta Regionale n. 183 del 18/06/2013 Delibera della Giunta Regionale n. 183 del 18/06/2013 A.G.C. 17 Istr. Educ. Form. Prof. Pol. Giov.le del Forum Regionale Ormel Settore 1 Istruzione, Educazione permanente, Promozione culturale Oggetto

Dettagli

COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN

COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN Copia COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 98 DEL 23/10/2015 OGGETTO: MODIFICA REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI. PROVVEDIMENTI. L anno duemilaquindici

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE CAPO I - COMMERCIO IN SEDE FISSA

COMUNE DI ALBIATE CAPO I - COMMERCIO IN SEDE FISSA COMUNE DI ALBIATE DISCIPLINA DEGLI ORARI DI: NEGOZI E ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE, ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE NEI PUBBLICI ESERCIZI,

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 59 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 59 del 23990 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 maggio 2016, n. 638 Calendario scolastico regionale anno 2016/2017. L Assessore alla Formazione e Lavoro sulla base dell istruttoria espletata dal Servizio

Dettagli

COMMERCIO DI VENDITA AL PUBBLICO

COMMERCIO DI VENDITA AL PUBBLICO COMMERCIO DI VENDITA AL PUBBLICO D.Lgs. 24 aprile 2001, n. 170 (1). Riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica, a norma dell'articolo 3 della L. 13 aprile 1999, n. 108. (1)

Dettagli

ALLEGATO ALLA Delibera di G.C. n 425 del 31.05.2 011 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE

ALLEGATO ALLA Delibera di G.C. n 425 del 31.05.2 011 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE ALLEGATO ALLA Delibera di G.C. n 425 del 31.05.2 011 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE 1 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione TITOLO I -ORARIO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 440 Prot. n. 82/14-D VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Calendario delle attività didattiche nella scuola dell'infanzia, nelle istituzioni

Dettagli

COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento)

COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento) COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento) REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI, SALE PUBBLICHE, SPAZI VERDI, A SCOPI SOCIALI, CULTURALI E CIVILI Approvato dal Consiglio Comunale con delibera

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI PUBBLICI DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE IL SINDACO VISTO l'art.8

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive al pubblico delle attività commerciali - anno 2012 COMUNE DI CREMA

Calendario delle aperture domenicali e festive al pubblico delle attività commerciali - anno 2012 COMUNE DI CREMA COMUNE DI CREMA SETTORE GESTIONE FINAZIARIA, TRIBUTARIA E COMMERCIALE SERVIZIO COMMERCIO ORDINANZA n. 2011/446 del 30.11.2011 CALENDARIO DELLE APERTURE DOMENICALI E FESTIVE AL PUBBLICO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

COMUNE DI PORTO MANTOVANO PROVINCIA DI MANTOVA

COMUNE DI PORTO MANTOVANO PROVINCIA DI MANTOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 157 del 14/12/2016 OGGETTO: APPROVAZIONE CALENDARIO DELLE FIERE E DELLE SAGRE - ANNO 2017. L anno duemilasedici addì quattordici del mese

Dettagli

VANVITELLI STRACCA ANGELINI - ANCONA. SETTEMBRE 2015 1 Martedì

VANVITELLI STRACCA ANGELINI - ANCONA. SETTEMBRE 2015 1 Martedì ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VANVITELLI STRACCA ANGELINI - ANCONA CALENDARIO ANNUALE ATTIVITA a.s. 2015-2016 GIORNI DI LEZIONE: 205 SETTEMBRE 2015 1 Martedì 2 Mercoledì 3 Giovedì 4 Venerdì 5 Sabato

Dettagli

Comune di Mori Provincia di Trento

Comune di Mori Provincia di Trento Comune di Mori Provincia di Trento Mori, 7 novembre 2011 COMUNE di Mori Prot.N. 201100022326 07-11-11 15:23 f_728 ORDINANZA N. 180 OGGETTO: Orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi commerciali

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA ALLEGATI N. ORIGINALE COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA Verbale di deliberazione della GIUNTA COMUNALE N. 30 Adunanza del giorno 19-02-2007 OGGETTO: MODALITA ORGANIZZATIVE PER LA CELEBRAZIONE

Dettagli

ORDINANZA N. 27. Classificazione O / / 1 IL SINDACO

ORDINANZA N. 27. Classificazione O / / 1 IL SINDACO ORDINANZA N. 27 Classificazione O /06 2008/ 1 Arezzo, 19/06/2008 OGGETTO: DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ORARI DI VENDITA PER LE ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE. IL SINDACO Vista la Legge Regionale

Dettagli

SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO

SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO VISTO che a norma dell art.50, comma 7, del D.Lgs.267/2000 TUEL, spetta al Sindaco coordinare e riorganizzare, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: D.Lgs 31.3.1998 n. 112 art. 138 - Calendario Scolastico Regionale per l anno scolastico 2010/2011. LA VISTO il documento istruttorio riportato in calce alla presente deliberazione predisposto

Dettagli

UFFICIO SEGRETERIA. N 72 del 19/07/2016. OGGETTO: CALENDARIO DEL SERVIZIO ASILO NIDO LA GIUNTA COMUNALE

UFFICIO SEGRETERIA. N 72 del 19/07/2016. OGGETTO: CALENDARIO DEL SERVIZIO ASILO NIDO LA GIUNTA COMUNALE UFFICIO SEGRETERIA certificata@pec.vigliano.info ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 72 del 19/07/2016. OGGETTO: CALENDARIO DEL SERVIZIO ASILO NIDO 2016-2017 L'anno 2016, il giorno

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA. SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n Bologna

COMUNE DI BOLOGNA. SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n Bologna spazio per marca da bollo vigente DA APPORRE SOLO IN CASO DI DOMANDA DI APERTURA COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n. 10-40129 Bologna

Dettagli

OGGETTO: Disciplina degli orari e delle deroghe alla chiusura domenicale e festiva delle attività commerciali in sede fissa per il 2007.

OGGETTO: Disciplina degli orari e delle deroghe alla chiusura domenicale e festiva delle attività commerciali in sede fissa per il 2007. Ordinanza n.198 del 23/11/2006 OGGETTO: Disciplina degli orari e delle deroghe alla chiusura domenicale e festiva delle attività commerciali in sede fissa per il 2007. Vista la Delibera di Consiglio del

Dettagli

Degli interventi è stata fatta la ritrazione del nastro magnetico, che così come elaborata dalla ditta incaricata sarà allegata al presente atto.

Degli interventi è stata fatta la ritrazione del nastro magnetico, che così come elaborata dalla ditta incaricata sarà allegata al presente atto. (n. inserimento pratica: CC - 104-2006) Oggetto: INDIVIDUAZIONE AREE NON SERVITE DALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO AI FINI DELLA RIDUZIONE DEL COSTO DEL GASOLIO E DEL GPL IMPEGNATI COME COMBUSTIBILI

Dettagli

Presenze del mese di Gennaio 2012. Sede tirocinio Attività svolta Firma tirocinante

Presenze del mese di Gennaio 2012. Sede tirocinio Attività svolta Firma tirocinante Università degli Studi di Cagliari - Direzione per le Relazioni Internazionali - Sett Mobilità Studentesca e Fund Raising Presenze del mese di Gennaio 2012 N 01 domenica 02 lunedì 03 martedì 04 mercoledì

Dettagli

Regione Campania. 328 Assessore. Deliberazione N. Calendario A.S. 2011/ D. Lgs. 112/98, art Provvedimenti. Assessore Miraglia Caterina

Regione Campania. 328 Assessore. Deliberazione N. Calendario A.S. 2011/ D. Lgs. 112/98, art Provvedimenti. Assessore Miraglia Caterina Deliberazione N. 328 Assessore Assessore Miraglia Caterina Area Settore 17 1 Regione Campania G I U N T A R E G I O N A L E SEDUTA DEL 01/07/2011 P R O C E S S O V E R B A L E Oggetto : Calendario A.S.

Dettagli

COMUNE DI CARRE' VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 96 del 01-10-12

COMUNE DI CARRE' VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 96 del 01-10-12 COMUNE DI CARRE' VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Numero 96 del 01-10-12 L'anno duemiladodici il giorno uno del mese di ottobre alle ore 18:30, nella Residenza Comunale si è riunita

Dettagli

COMUNE DI PRADAMANO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI PRADAMANO PROVINCIA DI UDINE DETERMINAZIONE AM 110 2013 COMUNE DI PRADAMANO PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: CIG:ZAF0C4DD2E ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER FORNITURA SCRITTA PLOTTATA PER STRISCIONE PER MERCATINO DI NATALE AFFIDAMENTO INCARICO

Dettagli

ORDINANZA ORDINANZE ORDINARIE N. 7 DEL

ORDINANZA ORDINANZE ORDINARIE N. 7 DEL COMUNE DI BUCINE Provincia di AREZZO COPIA Registro Generale n. 157 ORDINANZA ORDINANZE ORDINARIE N. 7 DEL 23-12-2013 Ufficio: ATTIVITA' PRODUTTIVE Oggetto: ORARI E TURNI DELLE FARMACIE RURALI DI LEVANE,

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS

COMUNE DI MARACALAGONIS COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. DEL 155 OGGETTO: D.LGS. 12-04-2006, N. 163, ART. 128, E D.M. DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE LA DISCIPLINA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Adottato con deliberazione consiliare n.49 dd. 26 novembre 1999.

Dettagli

RegioneLombardia. D.G.R. n del

RegioneLombardia. D.G.R. n del RegioneLombardia D.G.R. n. 17611 del 21.5.2004 Calendario scolastico regionale 2004/05, ai sensi dell art. 138, comma 1 del D.L.vo n. 112 del 31.3.1998 e dell art. 4, comma 121 della l.r. n. 1 del 5.1.2000.

Dettagli

COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 6 DEL ORDINANZA ORDINANZE ORDINARIE N.

COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 6 DEL ORDINANZA ORDINANZE ORDINARIE N. COMUNE DI BUCINE Provincia di AREZZO COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 6 DEL 30-12-2014 Bucine,lì 30-12-2014 Registro Generale n. 181 ORDINANZA ORDINANZE

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COPIA Ordinanza del Sindaco n 4 del 15/01/2008 Ufficio del Segretario Il Responsabile di Area: CASTALLO MARIA Servizio: Staff 2 Oggetto: ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE DEL COMUNE DI CASTAGNETO

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 25656 del 17 giugno 2015 Ordinanza n. 081/2015 DISCIPLINA DEI TURNI

Dettagli

COMUNE DI SAN DANIELE PO

COMUNE DI SAN DANIELE PO COMUNE DI SAN DANIELE PO PROVINCIA DI CREMONA C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari il 20/04/2016Nr. Prot. 1371 Affissa all'albo Pretorio il 20/04/2016 Allegati presenti DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

C I T T A D I T E R R A C I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a

C I T T A D I T E R R A C I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a P r o v i n c i a d i L a t i n a ---------- ORDINANZA NR. 050/AG DEL 06 OTTOBRE 2008 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEI NEGOZI E DELLE ATTIVITA ESERCENTI LA VENDITA AL DETTAGLIO, DEGLI ESERCIZI

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 33 del Reg. Delib. N. 3633 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE f.to Liliana Monchelato f.to Livio Bertoia VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE DI GAZZO Piazza IV Novembre n 1 CAP 35010 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI GAZZO Piazza IV Novembre n 1 CAP 35010 - PROVINCIA DI PADOVA Prot. n. 801 COMUNE DI GAZZO Reg. ordinanze n. 3 Reg. pubbl. n. 25 ORDINANZA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI PUBBLICI E DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1]

Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1] Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1] Disciplina degli orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti

Dettagli

Uno dei punti più controversi del rinnovo del Ccnl Commercio ha riguardato il 'lavoro domenicale'.

Uno dei punti più controversi del rinnovo del Ccnl Commercio ha riguardato il 'lavoro domenicale'. Le domeniche nel Terziario Uno dei punti più controversi del rinnovo del Ccnl Commercio ha riguardato il 'lavoro domenicale'. Il 17 luglio 2008 si è conclusa la fase negoziale per il rinnovo del Ccnl Commercio

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 30.04.2009 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

Settore Sportello Unico per le Attività Produttive e Attività Economiche Ufficio Studi e Programmazione

Settore Sportello Unico per le Attività Produttive e Attività Economiche Ufficio Studi e Programmazione Rimini 20/12/2010 Prot. 189740 Oggetto: apertura per la festività dell' 1 gennaio 2011 degli esercizi commerciali compresi in alcune zone di Rimini in deroga all'ordinanza sindacale prot. n. 50684 del

Dettagli

Registrazione contabile. Il Dirigente Responsabile

Registrazione contabile. Il Dirigente Responsabile Determinazione del n. del OGGETTO: IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO A Z I E N D A S A N I T A R I A L O C A L E AL Sede legale: Viale Giolitti 2 15033 Casale Monferrato (AL) Partita IVA/Codice Fiscale

Dettagli

COMUNE DI MONTEFIORINO

COMUNE DI MONTEFIORINO COMUNE DI MONTEFIORINO PROVINCIA DI MODENA C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA - APPROVAZIONE PROGETTI OBIETTIVO 2015 Nr. Progr. 4 Data 21/01/2015 Settore II

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 105 dell 8 maggio 2003 - Serie generale

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 105 dell 8 maggio 2003 - Serie generale Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 105 dell 8 maggio 2003 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. 2, comma 20/b Legge 23-12-1996, n. 662 - Filiale di Roma PARTE PRIMA Roma - Giovedì,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 21/08/2014 Articolo 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio

Dettagli

****** Proposta n.: 50 DIREZIONE RISORSE UMANE E SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE COMMERCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 16 / 2015

****** Proposta n.: 50 DIREZIONE RISORSE UMANE E SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE COMMERCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 16 / 2015 ****** Proposta n.: 50 DIREZIONE RISORSE UMANE E SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE COMMERCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 16 / 2015 OGGETTO: PARTECIPAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ALLE MANIFESTAZIONI COMPLEMENTARI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ILARIA ALPI

ISTITUTO COMPRENSIVO ILARIA ALPI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ILARIA ALPI Via Varsavia, 5 00055 LADISPOLI (RM) Tel. Segr. Amm.va 06/99220826

Dettagli

TOTALE MONTE ORE ANNUO: 2.762 TOTALE MONTE ORE TRIENNIO: 8.286

TOTALE MONTE ORE ANNUO: 2.762 TOTALE MONTE ORE TRIENNIO: 8.286 ALLEGATO A AMELIA (TR) Circuito Museale della Città di Amelia (Museo Archeologico e Pinacoteca, E.Rosa, Cisterna Romana e Palazzo Petrignani) Presenza contemporanea di almeno n. 2 operatori esclusivamente

Dettagli

CALENDARIO A.A. 2015/2016

CALENDARIO A.A. 2015/2016 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA S.CECILIA CALENDARIO A.A. 2015/2016 Conservatorio di musica S. Cecilia Via dei Greci,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 16 del 02.02.2000 Approvato dal Co.Re.Co. in data 06.03.2000 prot.n. 21606

Dettagli

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna AREA TECNICA UO COMMERCIO E SERVIZI AMMINISTRATIVI ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 OGGETTO: ORARI DI APERTURA, CHIUSURA E TURNI DEI DISTRIBUTORI DI CARBURANTI

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 86 DEL 08/07/2015 OGGETTO

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 86 DEL 08/07/2015 OGGETTO Comune di Campi Bisenzio Citta' Metropolitana di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 86 DEL 08/07/2015 OGGETTO Imposta di soggiorno del Comune di Campi Bisenzio. Modifica delle tariffe. L'anno

Dettagli

PROPOSTA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 65 in data 31/10/2016 PROSPETTO DELLE PRESENZE DEI MEMBRI DELLA GIUNTA

PROPOSTA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 65 in data 31/10/2016 PROSPETTO DELLE PRESENZE DEI MEMBRI DELLA GIUNTA CITTA DI ASTI PROPOSTA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 65 in data 31/10/2016 PROSPETTO DELLE PRESENZE DEI MEMBRI DELLA GIUNTA Nome e cognome Carica Presente Fabrizio BRIGNOLO SINDACO SI Davide ARRI ASSESSORE

Dettagli

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara ORIGINALE COPIA DELIBERAZIONE N. 44 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Attribuzione valori base di riferimento per le aree edificabili ai

Dettagli

COMUNE DI NUVOLERA Provincia di Brescia

COMUNE DI NUVOLERA Provincia di Brescia COMUNE DI NUVOLERA Provincia di Brescia Verbale di deliberazione della Giunta Comunale n. 52 del 26/06/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI VALORI DI RIFERIMENTO AI FINI I.M.U. PER LE AREE EDIFICABILI. ANNO

Dettagli

COMUNE DI CROSIA (Prov. di Cosenza)

COMUNE DI CROSIA (Prov. di Cosenza) COMUNE DI CROSIA 87060 - (Prov. di Cosenza) DELIBERAZIONE copia DELLA GIUNTA COMUNALE N. 264 del Reg. Data 03-12-2010 Oggetto: Imposta comunale sugli immobili (ICI): proposta conferma aliquota per l'anno

Dettagli

COMUNE DI MELICUCCO. - Provincia di Reggio Calabria - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE - C O P I A - N 017/2015

COMUNE DI MELICUCCO. - Provincia di Reggio Calabria - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE - C O P I A - N 017/2015 COMUNE DI MELICUCCO - Provincia di Reggio Calabria - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE - C O P I A - N 017/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLO BRIANZA Provincia di Lecco

COMUNE DI MONTICELLO BRIANZA Provincia di Lecco COMUNE DI MONTICELLO BRIANZA Provincia di Lecco VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 130 del 11/09/2014 OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2014-2016: APPROVAZIONE

Dettagli

Comune di Robbiate Provincia di Lecco

Comune di Robbiate Provincia di Lecco DISCIPLINA DEGLI ORARI DI: NEGOZI E ALTRE ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE, ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE NEI PUBBLICI ESERCIZI, ATTIVITA DI INTRATTENIMENTO

Dettagli

PIANO ANNUALE ATTIVITA A.S. 2015/2016

PIANO ANNUALE ATTIVITA A.S. 2015/2016 PIANO ANNUALE ATTIVITA A.S. 2015/2016 Inizio delle lezioni: 14 settembre 2015 Termine delle lezioni: 8 giugno 2016 Termine delle attività didattiche: 30 giugno 2016 Suddivisione dell'anno scolastico I

Dettagli

COMUNE di VERGIATE (Provincia di Varese) - Servizio attività economico-produttive e comunicazione esterna -

COMUNE di VERGIATE (Provincia di Varese) - Servizio attività economico-produttive e comunicazione esterna - COMUNE di VERGIATE (Provincia di Varese) - Servizio attività economico-produttive e comunicazione esterna - Via Cavallotti, 46-21029 Vergiate (VA) 0331 928738/13-0331 947466 P. IVA 00309430122 E-mail :

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA. SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n Bologna

COMUNE DI BOLOGNA. SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n Bologna spazio per marca da bollo vigente DA APPORRE SOLO IN CASO DI DOMANDA DI APERTURA COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI TORRE A 5 PIANO Piazza Liber Paradisus n. 10-40129 Bologna

Dettagli