COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio"

Transcript

1 COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N 12 del IL SINDACO Nel rispetto dei principi stabiliti: dal Decreto Legislativo , n. 114; dalla Legge Regionale , n. 14; dalla Legge Regionale , n. 15; dalla Legge , n.1142 e Legge 17/8/2005 n. 174; dalla Legge , n.1; dalla Legge , n. 40; dalla legge regionale n. 30 del dalla legge regionale n. 9 del 29/6/2009 visto l art. 54 del D.P.R. n. 616/1997, il quale alla lettera d) attribuisce ai comuni le funzioni amministrative relative alla fissazione, sulla base dei criteri stabiliti dalla Regione, degli orari di apertura e chiusura dei negozi e dei pubblici esercizi di vendita e consumo di alimenti e bevande; visto l art. 50 del Decreto Legislativo n. 267 del " Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali" che demanda al Sindaco le competenze in materia di orari degli esercizi commerciali, nell ambito del rispetto della disciplina regionale vigente; dato atto che in ordine al presente provvedimento di regolamentazione degli orari sono stati richiesti i pareri prescritti dalla vigente legislazione e precisamente: all Associazione Commercianti del Mandamento di Corsico - delegazione di Cesano Boscone; alle Associazioni dei Consumatori; alla Commissione Comunale per le attività di acconciatore ed estetista; all Unione Artigiani della Provincia di Milano e della Confederazione Nazionale artigianato della provincia di Milano; ai rappresentanti del commercio su aree pubbliche; ritenuto di dover provvedere a coordinare ed uniformare la disciplina degli orari recependo la più generale tendenza, nell ambito della discrezionalità che la Legge conferisce all Autorità Comunale, con la finalità di promuovere le attività economiche e commerciali presenti sul territorio ed assicurando un adeguato livello di servizio ai consumatori ed all utenza; valutata la necessità di conciliare al meglio le esigenze di acquisto con quelle del lavoro, studio e vita di relazione; 1

2 considerata l opportunità di garantire l apertura contemporanea, dei negozi,esercizi pubblici e attività di servizio, in modo da mantenere la massima vitalità e mescolanza di funzioni in relazione al tessuto cittadino; considerato altresì la necessità di tutelare le esigenze di quiete e sicurezza pubblica ed evitare le situazioni di conflittualità tra residenti ed operatori economici; ORDINA che venga adottata dal 1 gennaio al 31 dicembre 2010 la seguente disciplina degli orari dei negozi ed altre attività di vendita al dettaglio in sede fissa, commercio ambulante ed attività di acconciatore ed estetista. Il Sindaco Vincenzo D'Avanzo 2

3 TITOLO 1 - COMMERCIO IN SEDE FISSA 1. Ambito di applicazione La presente disciplina si applica a tutti gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio presenti sul territorio del Comune di Cesano Boscone. Sono esclusi dall applicazione della presente ordinanza le seguenti tipologie di attività, purché le stesse siano svolte in maniera prevalente od esclusiva o comunque su almeno l 80% della superficie di vendita dell esercizio: opere d arte, antiquariato e stampe; libri, dischi, cd, supporti audiovisivi; articoli da ricordo e di artigianato locale; generi di monopolio; esercizi di vendita al dettaglio di fiori, piante e articoli di giardinaggio; gastronomie, pasticcerie, rosticcerie - friggitorie e gelaterie; rivendite di giornali; negozi di mobili; bevande. 2. Orario giornaliero di apertura Gli esercenti le attività di vendita al dettaglio stabiliscono il proprio orario giornaliero di apertura al pubblico nel rispetto dei seguenti limiti: - dalle ore 7.00 alle ore per un massimo di 13 ore giornaliere. All interno di tale fascia di apertura, l articolazione dell orario di vendita è stabilita liberamente e singolarmente dall operatore commerciale. Su richiesta degli esercenti la fascia di apertura può essere compresa tra le ore 5.00 e le ore 24.00, previa verifica dell autorità competente, che l estensione della fascia oraria non crei problemi di disturbo della quiete e dell ordine pubblico, nonchè problematiche derivanti dall accesso e dallo stazionamento della clientela in prossimità dell esercizio. In via del tutto eccezionale, nel caso di manifestazioni,festività o ricorrenze (es. notti bianche o simili) può essere concessa a tutti gli esercenti dell area direttamente interessata all evento,la possibilità di estendere l orario. Non potrà comunque essere superato il limite di 13 ore giornaliere di apertura in tutti i giorni della settimana (comprese quindi le domeniche e le altre festività in cui è consentita l apertura). 3. Cartello indicatore degli orari Gli esercenti sono tenuti ad esporre, in luogo ben visibile dall esterno, anche ad attività chiusa, un cartello indicante gli orari di apertura e chiusura praticato. L indicazione degli orari può avvenire anche con altri mezzi idonei di informazione. In caso di modifica dell orario stabilito, il pubblico dovrà essere preavvisato con almeno 15 giorni di anticipo. 3

4 4. Chiusura infrasettimanale Gli esercenti hanno facoltà di sospendere la mezza giornata di chiusura infrasettimanale, indicando tale opzione nel cartello indicatore degli orari. 5. Aperture festive Nelle giornate domenicali e festive gli esercizi commerciali denominati media e grande struttura devono rispettare l'obbligo della chiusura totale. Gli esercizi del settore alimentare, nel caso di più di due festività consecutive, devono garantire l apertura al pubblico che si individua nel primo giorno festivo fino alle ore con la facoltà di apertura nelle ore pomeridiane. nella prima domenica da Gennaio a Novembre: Ai sensi dell art. 5 bis comma 5 lettera a ) della L.R. n. 9/2009 nell ultima domenica di uno dei mesi di maggio, agosto o novembre: Ai sensi dell art. 5 bis comma 5 lettera b ) nelle giornate domenicali e festive del mese di dicembre: Ai sensi dell art. 5 bis comma 5 lettera c ) in altre cinque giornata domenicali e festive a scelta dai comuni in relazione alle esigenze locali: Ai sensi dell art. 5 bis comma 5 lettera d ) 3 gennaio- 7 febbraio- 7 marzo- 2 maggio- 6 giugno- 4 luglio 1 agosto - 5 settembre - 3 ottobre 7 novembre 28 novembre 5 dicembre - 8 dicembre 12 dicembre - 19 dicembre- 25 dicembre 21 marzo - 18 aprile - 29 agosto 19 settembre (festa patronale) 31 ottobre una giornata in deroga: Ai sensi dell art. 5 bis comma11 e 11bis Sabato 1 maggio Inoltre, è concessa la possibilità per gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio in sede fissa che hanno una superficie di vendita fino a 250 mq di rimanere aperti nelle giornate domenicali e festive per l intero anno ) Chiusure festive obbligatorie: Nelle seguenti giornate anche se venissero a coincidere con le date di apertura consentita dall art. 5, non è comunque possibile l apertura degli esercizi: - 1 GENNAIO - 4 APRILE (Pasqua) - 25 APRILE - 15 AGOSTO - 26 DICEMBRE 4

5 Sono fatti salvi i diritti contrattuali e quelli previsti dalla normativa vigente per i lavoratori dipendenti in materia di orario di lavoro e di riposo settimanale. 7) Vendita diretta da parte degli artigiani Gli artigiani che vendono al pubblico i loro prodotti direttamente nei locali di produzione o in altri ad essi adiacenti sono tenuti al rispetto degli stessi orari previsti per i gli esercizi di vendita al dettaglio che trattano gli stessi prodotti. SETTORE DELLA PANIFICAZIONE MARTEDI 5 GENNAIO 2010 MERCOLEDI 6 GENNAIO /(EPIFANIA) SABATO 3 APRILE DOMENICA 4 APRILE (PASQUA) LUNEDI 5 APRILE (S. ANGELO) VENERDI 30 APRILE SABATO 1 MAGGIO (FESTA DEL LAVORO) DOMENICA 2 MAGGIO MARTEDI 1 GIUGNO MERCOLEDI 2 GIUGNO (FESTA DELLA REPUBBLICA) SABATO 14 AGOSTO DOMENICA 15 AGOSTO (ASSUNZIONE) SABATO 30 OTTOBRE DOMENICA 31 OTTOBRE LUNEDI 1 NOVEMBRE (OGNISSANTI) MARTEDI 7 DICEMBRE (SANT. AMBROGIO) MERCOLEDI 8 DICEMBRE (IMMACOLATA) VENERDI 24 DICEMBRE SABATO 25 DICEMBRE (NATALE) DOMENICA 26 DICEMBRE (SANTO STEFANO) VENERDI 31 DICEMBRE SABATO 1 GENNAIO 2011 DOMENICA 2 GENNAIO 2011 MERCOLEDI 5 GENNAIO 2011 GIOVEDI 6 GENNAIO 2011 (EPIFANIA) DOPPIA PANIFICAZIONE TRIPLA PANIFICAZIONE TRIPLA PANIFICAZIONE DOPPIA PANIFICAZIONE DOPPIA PANIFICAZIONE TRIPLA PANIFICAZIONE DOPPIA PANIFICAZIONE TRIPLA PANIFICAZIONE TRIPLA PANIFICAZIONE DOPPIA PANIFICAZIONE Ai sensi dell art. 11. comma 13 della legge n. 265/1999 all attività di panificazione autorizzata ai sensi della legge n. 1002/1956, si applicano gli art. 11 comma 4,12, 13 del D.lgs 114/98. Non è consentita la vendita di pane la cui panificazione è effettuata nelle giornate domenicali e festive. 8. Ferie estive L Amministrazione Comunale promuove intese con le organizzazioni delle categorie interessate, per garantire nel periodo estivo un livello sufficiente di servizi commerciali. 5

6 9. Sanzioni Le violazioni alle prescrizioni in materia di disciplina degli orari degli esercizi commerciali sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 516,00 a euro 3.098,00 come previsto dall'art dal Decreto Legislativo n. 114/98. Le violazioni alle disposizioni in materia di obbligo di chiusura nelle giornate domenicali e festive sono punite con le seguenti sanzioni amministrative, ai sensi dell'art. 7 della L.R. N. 5/2004: da 500,00 a per gli esercizi di vicinato da a 5.000,00 per le medie strutture da 5.000,00 a ,00 per le grandi strutture di vendita 6

7 TITOLO 2 COMMERCIO SULLE AREE PUBBLICHE 1. Ambito di applicazione La presente disciplina si applica ai mercati ed alle attività di vendita e somministrazione che si svolgono su aree pubbliche, previste dal Decreto Legislativo n. 114, e dalla Legge Regionale n. 15 e n. 8/2008, incluse quelle degli artigiani e industriali che vendono i prodotti di loro fabbricazione e quelli dei produttori agricoli che vendono i prodotti di loro coltivazione o allevamento. 2. Giornate domenicali e festive E fatto divieto di effettuare mercati e fiere nei giorni di Natale, Capodanno e Pasqua. I mercati che coincidono con queste date possono essere anticipati. Nel corso di un anno solare non possono essere effettuate più di dodici giornate di mercato straordinario. per la festività di sant Angelo - 5 Aprile e della festa di Tutti i Santi - 1 novembre, che coincidono con la giornata di lunedì è concesso il mercato straordinario in via Kuliscioff, su presentazione di formale richiesta sottoscritta dagli operatori interessati, da presentarsi almeno 60 giorni prima. Lo svolgimento dei mercati sarà concesso se la domanda sarà sottoscritta da almeno il 50 % degli operatori commerciali. Per la festività dell Epifania 6 gennaio, per la festa della Repubblica 2 giugno e dell Immacolata Concezione 8 dicembre che coincide con la giornata di mercoledì è concesso il mercato straordinario in Piazza Falcone, su presentazione di formale richiesta sottoscritta dagli operatori interessati da presentarsi almeno 60 giorni prima. Lo svolgimento dei mercati sarà concesso se la domanda sarà sottoscritta da almeno il 50 % degli operatori commerciali. 3. Orari E fatto obbligo di rispettare i seguenti orari alfine di consentire il regolare svolgimento dell attività mercatale: Orario di accesso all'area 6.00 Presenza 8.30 Inizio spunta 8.30 Termine vendita Inizio pulizia area Sanzioni Le violazioni alle prescrizioni del presente titolo sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 516,46 a euro 3.098,74, come previsto dall'art. 29 del D.Lgs. 114/98. 7

8 TITOLO 3 - ATTIVITA DI ACCONCIATORE ED ESTETISTA 1. Ambito di applicazione La disciplina del presente titolo si applica agli esercizi di acconciatore ed estetista/centri di abbronzatura/tatuaggio/piercing/onicotecnica, presenti in tutto il territorio comunale, previsto nel relativo regolamento. 2. Orario giornaliero dell'attivita' Tutti i negozi per l esercizio dell attività di cui al precedente punto 1, effettueranno l apertura non prima delle ore 7.00 e la chiusura serale non oltre le ore 22.00, per un massimo di 13 ore giornaliere. Entro tale fascia è facoltà dell'esercente articolare il proprio orario secondo le esigenze aziendali, comprendente o meno l'intervallo; l'orario prescelto ed ogni sua eventuale variazione andranno comunicati all'utenza ed all'amministrazione comunale con idonei mezzi di informazione. Le attività si acconciatore e di estetica ubicate all interno dei centri commerciali seguono l orario dell attività prevalente del centro commerciale stesso. E' data facoltà agli operatori di sospendere la chiusura infrasettimanale, o in alternativa di fissare a scelta dell interessato una o mezza giornata di chiusura da comunicare anch esse con idonei mezzi di informazione all utenza e all Amministrazione Comunale 3. Aperture festive Nelle giornate domenicali e festive i centri di acconciatori/estetisti con superficie superiore a 250 mq. devono rispettare l'obbligo della chiusura totale. In deroga all obbligo di chiusura domenicale e festiva, è data facoltà di apertura nelle seguenti giornate, ammesso che non cadano in una delle date escluse ai sensi del successivo art.4. nella prima domenica da Gennaio a Novembre: nell ultima domenica di uno dei mesi di maggio, agosto o novembre: 3 gennaio- 7 febbraio- 7 marzo- 2 maggio- 6 giugno- 4 luglio 1 agosto - 5 settembre - 3 ottobre 7 novembre 28 novembre nelle giornate domenicali e festive del mese di dicembre: in altre cinque giornata domenicali e festive a scelta dai comuni in relazione alle esigenze locali: 5 dicembre - 8 dicembre 12 dicembre - 19 dicembre- 25 dicembre 21 marzo - 18 aprile - 29 agosto 19 settembre (festa patronale) 31 ottobre 8

9 una giornata in deroga: Sabato 1 maggio Inoltre, è concessa la possibilità per i centri di acconciatori /estetisti che hanno una superficie di vendita fino a 250 mq di rimanere aperti nelle giornate domenicali e festive per l intero anno Sono fatti salvi i diritti contrattuali e quelli previsti dalla normativa vigente per i lavoratori dipendenti in materia di orario di lavoro e di riposo settimanale. 4. Chiusure festive obbligatorie: Nelle seguenti giornate non è possibile l apertura degli esercizi: - 1 GENNAIO - 4 APRILE e (Pasqua) - 25 APRILE - 15 AGOSTO - 26 DICEMBRE 5. Cartello indicatore degli orari E fatto l obbligo di affissione di un cartello indicante gli orari ed il giorno di riposo. Il cartello può essere sostituito anche con altri mezzi idonei di comunicazione. Eventuali modifiche devono essere comunicate all'utenza ed al comune con un preavviso di 15 giorni. Si rammenta anche l'obbligo dell'esposizione delle tariffe ai sensi del regolamento comunale delle attività di acconciatore ed estetista 9

10 COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N. 12 DEL DISCIPLINA DEGLI ORARI DI: ATTIVITÀ DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA ATTIVITÀ DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE ATTIVITÀ DI ACCONCIATORE/ESTETISTA ANNO

COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio

COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio COMUNE DI CESANO BOSCONE Settore territorio e ambiente Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N 29 del 16/12/2008 IL SINDACO Nel rispetto dei principi stabiliti: dal Decreto Legislativo 31.3.1998,

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, Trezzo sull Adda

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, Trezzo sull Adda COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Via Roma, 5 20056 Trezzo sull Adda Trezzo sull Adda, 06/02/2008 ORDINANZA Registro Ordinanze N 14 del 19/02/2008 Prot. 2739 Agli OPERATORI COMMERCIALI DI

Dettagli

COMUNE DI ESINE. Provincia di Brescia. Ufficio commercio ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO

COMUNE DI ESINE. Provincia di Brescia. Ufficio commercio ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO COMUNE DI ESINE Provincia di Brescia Ufficio commercio N. 78 Registro Ordinanze N. 12300 Protocollo ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO VISTI l'art. 54 del

Dettagli

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante.

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante. COMUNE DI CASTEL SAN GIORGIO Provincia di Salerno Settore Commercio ORDINANZA N 22 Castel San Giorgio lì, 24/ 02/2011 Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ORDINANZA N. 64 PROT. N. 0007841 SETTORE TECNICO TERRITORIO OGGETTO: DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DELLE ATTIVITA COMMERCIALI E ARTIGIANALI ESERCITATE

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia 25050 - Piazza Europa, 16 Codice Fiscale 00455600171 - Tel. 0306850557 - Fax 030653454 info@comune.passirano.bs.it www.comune.passirano.bs.it Preliminare n. 19

Dettagli

Nel rispetto dei principi stabiliti:

Nel rispetto dei principi stabiliti: ORDINANZA SINDACALE N. n. 1 del 29/01/2019 Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI NEGOZI, ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA E IN FORMA ARTIGIANALE, COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE. IL SINDACO

Dettagli

COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA Area Servizi Amministrativi SEGRETERIA GENERALE

COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA Area Servizi Amministrativi SEGRETERIA GENERALE ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO N. 07 del Registro delle Ordinanze IL SINDACO (Lorella Lavo) VISTI l'art. 54 del DPR 24 luglio 1977 n. 616 e l art. 50 comma

Dettagli

IL SINDACO IL SINDACO. Luigi Costi

IL SINDACO IL SINDACO. Luigi Costi Mirandola lì. 11.04.2009 Prot. 5526./8.4 Ordinanza n. 6 Oggetto: Modifica alla disposizione n.13 del 11.05.2000 prot.9314 Orari di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Dettagli

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Comune di Bologna Ord. P.G. 294395/08 integrata da Ord. 106104/11 Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Premesso che con propria ordinanza P.G.n.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 09.11.2000 Modificato ed integrato con delibera di Consiglio Comunale:

Dettagli

ORDINANZA SINDACALE. Provincia di Ancona. Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE. Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO:

ORDINANZA SINDACALE. Provincia di Ancona. Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE. Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO: ALBO: dal 21.11.2006 al 06.12.2006 Prot. n. 37914/2006 COMUNE DI JESI Provincia di Ancona Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE ORDINANZA SINDACALE Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO: ORARI DI APERTURA

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEI NEGOZI E DELLE ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO VISTI gli artt.11 e 13 del D.LGS. 31/3/98,

Dettagli

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con deliberazione dl Consiglio Comunale n. 45 del 26.11.2001. Art. 1 Nastro

Dettagli

COMUNE di PULFERO. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE di PULFERO. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE di PULFERO Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 9 del 10.02.2004 1 Art. 1 NASTRO ORARIO Il

Dettagli

CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ORDINANZA SINDACALE

CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ORDINANZA SINDACALE CITTA DI SAN DONA DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) Settore IV Pianificazione - Gestione del territorio Attività produttive ORDINANZA SINDACALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con delibera n. 26 del 28.06.2000 Affisso all Albo Pretorio del Comune di Carlino dal

Dettagli

ORDINANZA n. 43 Protocollo n Chianciano Terme, 19 marzo 2010

ORDINANZA n. 43 Protocollo n Chianciano Terme, 19 marzo 2010 COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE via Solferino n. 3-53043 Chianciano Terme (Siena) Italia Tel. 0039 0578 6521 Fax. 0039 0578 31607 www.comune.chianciano-terme.siena.it

Dettagli

Ordinanza nr. 125 del 10 luglio 1998 e s.m.i. COMMERCIO SU AREE PRIVATE

Ordinanza nr. 125 del 10 luglio 1998 e s.m.i. COMMERCIO SU AREE PRIVATE Ordinanza nr. 125 del 10 luglio 1998 e s.m.i. COMMERCIO SU AREE PRIVATE 1 - LIMITI ORARI GIORNALIERI Le attività commerciali al dettaglio devono rispettare i seguenti limiti giornalieri intesi come facoltà

Dettagli

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web:

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web: COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, 15 44042 Cento (FE) Web: www.comune.cento.fe.it ORDINANZA DEL SINDACO n.17/2008 di repertorio IL SINDACO PREMESSO che con gli artt. 11-12-13 del

Dettagli

Testo coordinato dell ordinanza prot. n n. 32 del 28/05/2008 con le modifiche apportate con ordinanza prot. n n.

Testo coordinato dell ordinanza prot. n n. 32 del 28/05/2008 con le modifiche apportate con ordinanza prot. n n. Testo coordinato dell ordinanza prot. n. 7364 - n. 32 del 28/05/2008 con le modifiche apportate con ordinanza prot. n. 14068 n. 93 del 26/10/2009 ORDINANZA SINDACALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DI

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N. 1 DEL 10/03/2011 DISCIPLINA DEGLI ORARI RELATIVA AI PUBBLICI ESERCIZI: ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO Prot. n. 22849 A TUTTI GLI ESERCIZI DEL COMMERCIO FISSO AI TITOLARI DI PUBBLICO ESERCIZIO LORO INDIRIZZI OGGETTO: Calendario di apertura e chiusura

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N 30 DEL 16/12/2008 IL SINDACO Nel rispetto dei principi stabiliti: dalla Legge Regionale n. 30 del 24.12.2003

Dettagli

ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO E FISSAZIONE DEI CRITERI E DEGLI INDIRIZZI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE ESERCITATO

Dettagli

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI - Adottato con deliberazione di Consiglio comunale n. 44 del 27/12/2001 TITOLO

Dettagli

CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010

CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010 CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010 Ordinanza Sindacale N. 7 del 21-01-2010 SETTORE NON ALIMENTARE 01/01/2010-20/03/2010 Orario antimeridiano 09,00-13,00 22/03/2010-30/06/2010 Orario antimeridiano

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE CAPO I - COMMERCIO IN SEDE FISSA

COMUNE DI ALBIATE CAPO I - COMMERCIO IN SEDE FISSA COMUNE DI ALBIATE DISCIPLINA DEGLI ORARI DI: NEGOZI E ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE, ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE NEI PUBBLICI ESERCIZI,

Dettagli

COMUNE DI POIRINO. Provincia di Torino ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL IL SINDACO

COMUNE DI POIRINO. Provincia di Torino  ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL IL SINDACO COMUNE DI POIRINO Provincia di Torino www.comune.poirino.to.it COPIA ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL 07-07-2011 Oggetto: ORARI ESERCIZI COMMERCIALI..OMISSIS IL SINDACO ORDINA

Dettagli

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI C O M U N E D I M O N T E R I G G I O N I P R O V I N C I A D I S I E N A DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI 1 SOMMARIO

Dettagli

COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL ORDINANZA N. 5 DEL

COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL ORDINANZA N. 5 DEL COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL 17-01-2012 Registro Generale n. 5 ORDINANZA N. 5 DEL 17-01-2012 Ufficio: COMMERCIO Oggetto: CRITERI PER L'APERTURA

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA ORDINANZA N 9 COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER LE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE E PERLE ATTIVITA ARTIGIANALI ASSIMILATE.

Dettagli

Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa nel territorio comunale sono così disciplinati:

Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa nel territorio comunale sono così disciplinati: TESTO COORDINATO DEL DISPOSITIVO DELL ORDINANZA N. 139 DEL 23.11.2009 CON LE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI INTRODOTTE CON L ORDINANZA N. 188 DEL 22.10.2010 Gli orari di apertura e di chiusura al pubblico degli

Dettagli

Comune di Volterra. Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO

Comune di Volterra. Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO Provvedimento del Sindaco n 21 dell 01/04/2010 OGGETTO: Disciplina orari e aperture festive degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa. IL SINDACO VISTA la L.R. 7 febbraio 2005, n. 28, ed in

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012 P.G. 60689/11 Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l anno 2012 IL SINDACO - Premesso che, a sensi dell art. 103 della Legge Regionale 2 febbraio

Dettagli

MUNICIPIO DI CREMA SETTORE GESTIONE FINAZIARIA, TRIBUTARIA E COMMERCIALE

MUNICIPIO DI CREMA SETTORE GESTIONE FINAZIARIA, TRIBUTARIA E COMMERCIALE MUNICIPIO DI CREMA SETTORE GESTIONE FINAZIARIA, TRIBUTARIA E COMMERCIALE SERVIZIO COMMERCIO ORDINANZA n. 2010/00571 del 06/12/2010 CALENDARIO DELLE APERTURE DOMENICALI E FESTIVE AL PUBBLICO DELLE ATTIVITA

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al valor militare ed al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al valor militare ed al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al valor militare ed al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE

Dettagli

SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO

SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO Ordinanza n. 2007/00677 del 17/12/2007 ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI NELL ANNO 2008 IL SINDACO Visto il D.Lgs. 31/3/1998 n 114 "Riforma della disciplina relativa al

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE LA DISCIPLINA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Adottato con deliberazione consiliare n.49 dd. 26 novembre 1999.

Dettagli

COMUNE DI CESENA. SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche. P.G.N /453 Cesena,

COMUNE DI CESENA. SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche. P.G.N /453 Cesena, COMUNE DI CESENA SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche P.G.N. 78587/453 Cesena, 10.12.2010 ORARI D APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI DI VENDITA AL DETTAGLIO ANNO 2011

Dettagli

OGGETTO: Disciplina degli orari delle attività di vendita al dettaglio. IL SINDACO

OGGETTO: Disciplina degli orari delle attività di vendita al dettaglio. IL SINDACO Prot. n. 5471 Ordinanza n. 23 Lì 30 aprile 2011 OGGETTO: Disciplina degli orari delle attività di vendita al dettaglio. IL SINDACO Visti gli artt. 11, 12 e 13 del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 114; Visto l'art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I PUBBLICI ESERCIZI: DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO COMUNALE PER I PUBBLICI ESERCIZI: DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO COMUNALE PER I PUBBLICI ESERCIZI: DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE ATTIVITA A cura dell A.O. Sviluppo Economico Ufficio Commercio Regolamento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.28

Dettagli

COMUNE DI CERCIVENTO

COMUNE DI CERCIVENTO COMUNE DI CERCIVENTO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 20 del 23.06.2003 pubblicata all Albo Pretorio del Comune in data 24.06.2003

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive al pubblico delle attività commerciali - anno 2012 COMUNE DI CREMA

Calendario delle aperture domenicali e festive al pubblico delle attività commerciali - anno 2012 COMUNE DI CREMA COMUNE DI CREMA SETTORE GESTIONE FINAZIARIA, TRIBUTARIA E COMMERCIALE SERVIZIO COMMERCIO ORDINANZA n. 2011/446 del 30.11.2011 CALENDARIO DELLE APERTURE DOMENICALI E FESTIVE AL PUBBLICO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA ORDINANZA DEL SINDACO PROVINCIA DI MODENA ORDINANZA N /01/2014. Data:

COMUNE DI FINALE EMILIA ORDINANZA DEL SINDACO PROVINCIA DI MODENA ORDINANZA N /01/2014. Data: COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA O R I G I N A L E ORDINANZA N. 43 Data: 23/01/2014 Ufficio del Sindaco ORDINANZA DEL SINDACO Assunta il giorno VENTITRE del mese di GENNAIO dell'anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

COMUNE DI NIBBIANO PROVINCIA DI PIACENZA UFFICIO SVILUPPO ECONOMICO E SERVIZI ALLA PERSONA. Tel. 0523/ Fax 0523/ Cod. fisc.

COMUNE DI NIBBIANO PROVINCIA DI PIACENZA UFFICIO SVILUPPO ECONOMICO E SERVIZI ALLA PERSONA. Tel. 0523/ Fax 0523/ Cod. fisc. COMUNE DI NIBBIANO PROVINCIA DI PIACENZA UFFICIO SVILUPPO ECONOMICO E SERVIZI ALLA PERSONA Tel. 0523/993712 Fax 0523/990041 Cod. fisc. 00223760331 ORDINANZA N 37/05 Oggetto: ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Mori Provincia di Trento

Comune di Mori Provincia di Trento Comune di Mori Provincia di Trento Mori, 7 novembre 2011 COMUNE di Mori Prot.N. 201100022326 07-11-11 15:23 f_728 ORDINANZA N. 180 OGGETTO: Orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi commerciali

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Reg. Ordinanze N 55 Castiglion Fiorentino, 07-05-2012 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO ASSUNTI i poteri del Sindaco in virtù del Decreto del Presidente della

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE 1 ART.1 (FASCIA ORARIA DI APERTURA PER TIPOLOGIA DI ESERCIZIO) 1. ESERCIZIO DI

Dettagli

Comune di Licciana Nardi

Comune di Licciana Nardi ORDINANZA N. 53 DEL 23 OTTOBRE 2010 Comune di Licciana Nardi IL SINDACO - Viste le precedenti ordinanze inerenti la disciplina degli orari degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e della somministrazione

Dettagli

Settore Attività produttive e commercio

Settore Attività produttive e commercio Settore Attività produttive e commercio P.G. N.: 310266/2009 2009 - Sottoscritta il : 23/12/2009 - Richiesta di pubblicazione all'albo Pretorio. Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA

Dettagli

COMUNE di LIONI. Provincia di Avellino ORDINANZA DEL: SETTORE AMMINISTRATIVO N. 7 DEL

COMUNE di LIONI. Provincia di Avellino ORDINANZA DEL: SETTORE AMMINISTRATIVO N. 7 DEL COMUNE di LIONI Provincia di Avellino ORIGINALE Registro Generale n. 21 ORDINANZA DEL: SETTORE AMMINISTRATIVO N. 7 DEL 20-06-2011 Oggetto: INTEGRAZIONE ORDINANZA RECANTE LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA

Dettagli

Ordinanza del Sindaco N...del...

Ordinanza del Sindaco N...del... Dipartimento VIII Politiche per il Commercio e le Attività Produttive Ordinanza del Sindaco N....del... Oggetto: Disciplina oraria delle attività artigianali che vendono al dettaglio beni di propria produzione.

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA ORDINANZA DEL SINDACO N. 1 DEL Ufficio: SETTORE POLIZIA E ATT. PRODUTTIVE

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA ORDINANZA DEL SINDACO N. 1 DEL Ufficio: SETTORE POLIZIA E ATT. PRODUTTIVE COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA ORDINANZA DEL SINDACO N. 1 DEL 19-01-2012 Ufficio: SETTORE POLIZIA E ATT. PRODUTTIVE Oggetto: Liberalizzazioni in materia di orari e di chiusura domenicale e

Dettagli

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010 COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO GESTIONE TERRITORIALE UNITA COMMERCIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA PRODUTTIVE ED AGRIGOLTURA VP/vp Prot. n. /2010 Oggetto: Adeguamento

Dettagli

ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14.

ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14. Prot. 1864 Oggetto: ORDINANZA ATTUATIVA DELLA NUOVA DISCIPLINA DEGLI ORARI PREVISTA DAL D.LGS. 31 MARZO 1998 N.114 E DALLA LEGGE REG.LE 5 LUGLIO 1999 N.14. I L S I N D A C O Visto il Decreto Legislativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1 Le norme del presente Regolamento si applicano ai pubblici esercizi classificati alle lettere a), b) e d),

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE E PER L INTRATTENIMENTO E SVAGO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE E PER L INTRATTENIMENTO E SVAGO C O M U N E D I R A V A S C L E T T O (Prov. di Udine) Viale Edelweiss, 7 C.F. - 84001650302 - P.i. - 00986070308-043366009 043366164 Fax 043366394 C.A.P. 33020 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

Città di Castel San Pietro Terme

Città di Castel San Pietro Terme Città di Castel San Pietro Terme AREA SERVIZI AL TERRITORIO Ordinanza del Sindaco n. 173 del 2017 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE GIORNATE DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROZZANO Provincia di Milano DIREZIONE DI LINEA SPORTELLO UNICO AL CITTADINO E ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI ROZZANO Provincia di Milano DIREZIONE DI LINEA SPORTELLO UNICO AL CITTADINO E ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI ROZZANO Provincia di Milano DIREZIONE DI LINEA SPORTELLO UNICO AL CITTADINO E ATTIVITA PRODUTTIVE ORDINANZA SUGLI ORARI DELLE ATTIVITA DI COMMERCIO E ASSIMILATE Ord. n.6262 del 27.10.2008 IL

Dettagli

(art. 26 L.R. 8/99) (art 8 L.R. 14/99)

(art. 26 L.R. 8/99) (art 8 L.R. 14/99) C O M U N E d i A R T A T E R M E P r o v i n c i a d i U d i n e U f f i c i o Pol i z i a Municipal e R E G O L A M E N T O C O M U N A L E P E R L A D I S C I P L I N A D E G L I O R A R I D E G L I

Dettagli

P.G. n /04 IL SINDACO

P.G. n /04 IL SINDACO Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure domenicali, festive e infrasettimanali degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, per l'anno 2005 [1] P.G. n. 58110/04 IL SINDACO RICHIAMATA

Dettagli

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A Prot. n. 5192 Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 OGGETTO: Determinazione degli orari degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Legge Regionale 21.09.2007, n. 29. IL SINDACO VISTO che in

Dettagli

Prot. n 3961 Casaleone, lì 23/03/2006 Ns. Rif. Ord-ORARI ORDINANZA N. 16 R.O. Ai titolari di pubblici esercizi del Comune di Casaleone

Prot. n 3961 Casaleone, lì 23/03/2006 Ns. Rif. Ord-ORARI ORDINANZA N. 16 R.O. Ai titolari di pubblici esercizi del Comune di Casaleone COMUNE di CASALEONE Provincia di Verona UFFICIO COMMERCIO/TRIBUTI Via Vittorio Veneto, 61 Tel. 0442328711 Fax 0442328.740 P.IVA 00659900237 E-MAIL:tributi@comunecasaleone.it Prot. n 3961 Casaleone, lì

Dettagli

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna AREA TECNICA UO COMMERCIO E SERVIZI AMMINISTRATIVI ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 OGGETTO: ORARI DI APERTURA, CHIUSURA E TURNI DEI DISTRIBUTORI DI CARBURANTI

Dettagli

SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO

SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO SETTORE ANNONA / ATTIVITA PRODUTTIVE IL SINDACO VISTO che a norma dell art.50, comma 7, del D.Lgs.267/2000 TUEL, spetta al Sindaco coordinare e riorganizzare, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio

Dettagli

Approvati con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del (precedente delibera di C.C. n. 84 del )

Approvati con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del (precedente delibera di C.C. n. 84 del ) INDIRIZZI E CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE GIORNATE DI APERTURA/CHIUSURA DEI PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Legge regionale 26 luglio 2003, n. 14 Disciplina

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COPIA Ordinanza del Sindaco n 4 del 15/01/2008 Ufficio del Segretario Il Responsabile di Area: CASTALLO MARIA Servizio: Staff 2 Oggetto: ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE DEL COMUNE DI CASTAGNETO

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MANCIANO PROVINCIA DI GROSSETO COMUNE DI MANCIANO PROVINCIA DI GROSSETO Area Affari Generali - Bilancio - Finanze\\Servizio Commercio e Turismo PROT. N. DEL ORDINANZA N 9 DEL 11/02/2008 IL SINDACO Richiamate le proprie competenze in

Dettagli

C OMUNE DI T ERNI ASSESSORATO AL COMMERCIO Prot. n Terni,

C OMUNE DI T ERNI ASSESSORATO AL COMMERCIO Prot. n Terni, C OMUNE DI T ERNI ASSESSORATO AL COMMERCIO Prot. n. 50444 Terni, 22.03.2006 OGGETTO: Disciplina degli orari di tutte le attività di vendita al dettaglio e di somministrazione al pubblico di alimenti e

Dettagli

COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso

COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso Via Vittorio Veneto 23 31032Tel 0422 784511 / Fax 0422 784526 P.I. 01557090261 C.F. 80008210264 DECRETO DEL SINDACO N. 3 DEL 27-03-2006 Oggetto: modifica

Dettagli

ORDINANZA. N. 211 del 27/04/2011.

ORDINANZA. N. 211 del 27/04/2011. COMUNE DI MONTECATINI TERME SERVIZIO SVILUPPO E AFFARI GENERALI C O P I A ORDINANZA N. 211 del 27/04/2011. OGGETTO: ORDINANZA IN MATERIA DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO

Dettagli

COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza

COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza UFFICIO LICENZE Ordinanza N 12. Protocollo N 14330. DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI PUBLICI, DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE E DI

Dettagli

Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1]

Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1] Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1] Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure domenicali, festive e infrasettimanali degli esercizi commerciali di vendita

Dettagli

Comune di Costacciaro (Provincia di Perugia)

Comune di Costacciaro (Provincia di Perugia) Comune di Costacciaro (Provincia di Perugia) C O P I A D I O R D I N A N Z A N.14 DEL 20-02-2012 Oggetto: LIBERALIZZAZIONI IN MATERIA DI ORARI E DI CHIUSURA DOMENICALE E FESTIVA DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno Ordinanza del Sindaco n 38 del 10/04/2012 Oggetto: ORDINANZA N. 4 DEL 15/01/2008. ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI. LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORARI ESERCIZI COMMERCIALI

Dettagli

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N.

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N. COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N. 11 DEL 29/12/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI

Dettagli

ORDINANZA IN MATERIA DI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI DI VENDITA AL DETTAGLIO A SEGUITO DELL ACCORDO D AREA DEL 26/02/2003.

ORDINANZA IN MATERIA DI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI NEGOZI DI VENDITA AL DETTAGLIO A SEGUITO DELL ACCORDO D AREA DEL 26/02/2003. COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) C.F. - P.I. 00185430477 Via Garibaldi 50 Serravalle Pistoiese Tel. 0573 9170 Fax. 0573 51064 e-mail: amministrazione@comune.serravalle-pistoiese.pt.it

Dettagli

ORARIO DI APERTURA E CHIUSURAiAL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL fettaglio

ORARIO DI APERTURA E CHIUSURAiAL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL fettaglio .. Drizzona via della Libertà 2 - te!. 037598331 - Fax 037598463 - e-!fai1: comunc.drizzonaru:libero.it ORARO D APERTURA E CHUSURAiAL PUBBLCO DEGL ESERCZ D VENDTA AL fettaglo \ N. 1 Registro Ordinanze

Dettagli

COMUNE DI APRILIA PROVINCIA DI LATINA

COMUNE DI APRILIA PROVINCIA DI LATINA COMUNE DI APRILIA PROVINCIA DI LATINA ORDINANZA N. 01 DEL 08.01.2009 SULLA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE IL SINDACO Visti gli artt. 11, 12 e 13 del D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 114 recanti

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 13374 del 11 marzo 2011 Ordinanza n. 029/11 DISCIPLINA DEI TURNI DI CHIUSURA SETTIMANALE E PER FERIE

Dettagli

COMUNE DI PRADAMANO REGOLAMENTO

COMUNE DI PRADAMANO REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA DICIPLINA DELL ORARIO DELLE ATTIVITA DI PUBBLICO SPETTACOLO ED INTRATTENIMENTO E SVAGO DISCIPLINATE DAL T.U.L.P.S. Approvato con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 49 dell 11/10/1999

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna ORDINANZA SINDACALE n. 19 / 2016 del 28/06/2016 OGGETTO:ORDINANZA DISCIPLINANTE GLI ORARI DELLE ATTIVITA

Dettagli

CITTA DI IMOLA. Settore Comando Polizia Municipale Servizio Interventi Economici

CITTA DI IMOLA. Settore Comando Polizia Municipale Servizio Interventi Economici CITTA DI IMOLA Provincia di Bologna Settore Comando Polizia Municipale Servizio Interventi Economici E-mail: interventi.economici@comune.imola.it INDIRIZZI E CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI PUBBLICI DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE IL SINDACO VISTO l'art.8

Dettagli

Nr di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori.

Nr di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori. CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) Nr. 58 di Ord. Nr. 4251 di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori.

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1]

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1] Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1] Attenzione: la presente ordinanza sostituisce integralmente il precedente testo pubblicato

Dettagli

Comune di Robbiate Provincia di Lecco

Comune di Robbiate Provincia di Lecco DISCIPLINA DEGLI ORARI DI: NEGOZI E ALTRE ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE, ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE NEI PUBBLICI ESERCIZI, ATTIVITA DI INTRATTENIMENTO

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 28886 del 15 luglio 2016 Ordinanza n. 096/16 DISCIPLINA DEI TURNI

Dettagli

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 41 DEL 18-05-2015 Registro Generale n. 41 ORDINANZA DEL SINDACO n. 6 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LIBERALIZZAZIONE DEL TURNO DI CHIUSURA SETTIMANALE E PERLA DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI PUBBLICI ESERCIZI

REGOLAMENTO PER LA LIBERALIZZAZIONE DEL TURNO DI CHIUSURA SETTIMANALE E PERLA DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI PUBBLICI ESERCIZI C CITTA DI CORIGLIANO CALABRO C REGOLAMENTO PER LA LIBERALIZZAZIONE DEL TURNO DI CHIUSURA SETTIMANALE E PERLA DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEI PUBBLICI ESERCIZI D.L. 24 Gennaio 2012, n.

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Urbanistica, Ambiente e Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive e l Edilizia

COMUNE DI NUORO Settore Urbanistica, Ambiente e Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive e l Edilizia COMUNE DI NUORO Settore Urbanistica, Ambiente e Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive e l Edilizia PROTOCOLLO S.G. n 34377 del 12 luglio 2018 Ordinanza n. 139/2018 DISCIPLINA DEI

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE COMANDO Ufficio Studi

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE COMANDO Ufficio Studi CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE COMANDO Ufficio Studi CIRCOLARE N. 39 OGGETTO: Attività produttive. Chiusura festiva e domenicale degli esercizi commerciali in sede fissa al dettaglio.

Dettagli

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Sarzana, 21/12/2007 Ordinanza n.307 OGGETTO:Orari,turni,e ferie delle farmacie comunali per il 2008 IL SINDACO VISTI - l art.1119 R.D. 1265/34 - l art.29 R.D. n.1706

Dettagli

COMUNE DI MONTEROSSO AL MARE Cinque Terre - Provincia della Spezia

COMUNE DI MONTEROSSO AL MARE Cinque Terre - Provincia della Spezia COMUNE DI MONTEROSSO AL MARE Cinque Terre - Provincia della Spezia DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE Considerato: Ordinanza n 59 del 06/11/2010 IL SINDACO che l art. 11 del

Dettagli

ANNO 2011 ORARI E TURNI DEL COMUNE DI SARZANA

ANNO 2011 ORARI E TURNI DEL COMUNE DI SARZANA ANNO 2011 ORARI E TURNI DEL COMUNE DI SARZANA FARMACIE della CITTA DI SARZANA SERVIZIO DIURNO Il servizio diurno verrà svolto nei seguenti orari: dal 01.01.2011 al 30.05.2011 e dal 20.09.2011 al 31.12.2011

Dettagli