Rassegna Stampa. Dicembre a cura di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Dicembre 2012. a cura di"

Transcript

1 Rassegna Stampa Dicembre 2012 a cura di

2 28 Venerdì 7 Dicembre 2012 IMPOSTE E TASSE Una sentenza della Corte di giustizia sul diniego della detrazione Iva, la prova è sul fisco L ufficio deve dimostrare la responsabilità DI FRANCO RICCA Se l acquisto in relazione al quale l impresa ha recuperato l Iva è stato realmente effettuato, l autorità fiscale non può contestare la detrazione a motivo della natura fraudolenta delle operazioni «a monte», salvo che dimostri, con elementi oggettivi, che l acquirente conosceva o avrebbe dovuto conoscere l esistenza di irregolarità, non essendo ammissibile un sistema di responsabilità oggettiva. È quanto ha statuito la Corte di giustizia Ue con la sentenza 6 dicembre 2012, causa C-285/11, muovendosi sul solco dei principi interpretativi sul riparto degli oneri probatori nel contrasto delle frodi all Iva oramai consolidati nella giurisprudenza dei giudici comunitari. Il caso che ha indotto il giudice nazionale bulgaro a sollevare alcune questioni davanti alla Corte di giustizia Ue era quello di un impresa che aveva acquistato prodotti agricoli per rivenderli in DI DEBORA ALBERICI Il contribuente può essere giudicato due volte per l emissione di false fatture relative al medesimo periodo d imposta ma con diversa numerazione se il procedimento pende di fronte a due uffici dell amministrazione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n del 6 dicembre 2012, ha respinto il ricorso di un contribuente che invocava il ne bis in idem. Insomma ad avviso della terza sezione penale la pendenza, presso altro ufficio, di altro procedimento per fatture diverse, anche se emesse nello stesso periodo dl imposta, non determina l applicazione del principio del ne bis in idem ex art. 649 c.p.p.. Non c è dubbio che, a norma dell art. 8 comma 2 dlgs n. 74/2000, «ai fini dell applicazione della disposizione prevista dal comma 1, l emissione o il rilascio di più fatture o documenti per operazioni inesistenti nel corso del medesimo periodo di imposta si considera come un solo reato». Invece per la precedente disciplina prevista dalla 516/1982 la prevalente giurisprudenza riteneva che il reato di cui ai n. 5 dell art. 4 si consumasse «appena la fattura falsa è un altro paese Ue, portando a credito l Iva addebitatale dai fornitori. A seguito di un controllo, l amministrazione fiscale constatava che i soggetti presso i quali l impresa aveva acquistato i prodotti, nonché i loro fornitori, non risultavano avere avuto la disponibilità dei beni che avevano ceduto, per cui negava la detrazione dell Iva all impresa. Pronunciandosi sulle varie questioni poste dal giudice del rinvio, la Corte ha ricordato, tra l altro, che, ai fini del diritto del soggetto passivo di detrarre l Iva sugli acquisti, è Se il procedimento pende in 2 uffici Contribuenti giudicati 2 volte emessa o utilizzata; se le fatture sono più d una, i reati sono molteplici, anche se unificabili nel vincolo della continuazione». Insomma i dubbi esposti dalla difesa del contribuente non hanno più ragion d essere alla luce della norma prevista nel secondo comma dell art. 2 del dlgs 74/2000 che, come si è visto, considera «unitario» il reato anche in presenza della emissione, nel corso del medesimo periodo di imposta, di una pluralità di fatture per operazioni inesistenti. La vicenda riguarda un contribuente di Torino accusato per fatture relative a operazioni inesistenti. All uomo era stata contestata la frode fiscale in due diversi uffici per documenti contabili diversi ma relativi allo stesso anno d imposta. Per questo erano stati avviati due procedimenti penali. Lui ha invocato il ne bis in idem lamentando che il contribuente non poteva essere giudicato due volte per lo stesso fatto. La tesi è stata respinta dagli Ermellini. Riproduzione riservata La sentenza su documenti irrilevante stabilire se l Iva dovuta sulle operazioni di vendita precedenti o successive riguardanti i beni interessati sia stata versata o meno all erario. Per la sussistenza del diritto, infatti, è necessario che l interessato sia un soggetto passivo, che i beni o servizi acquistati siano utilizzati dal soggetto stesso ai fini delle proprie operazioni soggette a imposta e che, a monte, il fornitore sia anch egli un soggetto passivo. Naturalmente occorre che l operazione sia realmente avvenuta, circostanza che spetta al giudice nazionale accertare. Se da questo accertamento emerge che le operazioni sono realmente avvenute e che i beni acquistati sono stati impiegati dall impresa a fini di proprie operazioni soggette a imposta, il beneficio del diritto a detrazione non può, in linea di principio, esserle negato, salvo che l amministrazione finanziaria dimostri che il diritto è esercitato fraudolentemente o abusivamente. È quindi possibile negare a un soggetto passivo il diritto a detrazione solamente qualora si dimostri, alla luce di elementi oggettivi, che egli sapeva o avrebbe dovuto sapere che, con il proprio acquisto, partecipava a un operazione che si iscriveva in un evasione dell Iva commessa dal fornitore o da un altro operatore intervenuto a monte o a valle nella catena di tali operazioni. Non è invece ammissibile negare la detrazione al soggetto passivo che non sapeva e non avrebbe potuto sapere dell evasione commessa dal fornitore o da un altro operatore, perché l istituzione di un sistema di responsabilità oggettiva andrebbe al di là di quanto necessario per garantire l erario dalle frodi o dagli abusi. Riproduzione riservata Via libera dalla Commissione esperti Studi di settore, revisione per 68 DI VALERIO STROPPA Approvata la revisione periodica di 68 studi di settore per l anno Il via libera della Commissione degli esperti formata dai rappresentanti delle imprese, dei professionisti e dell amministrazione finanziaria è arrivato nella mattinata di ieri. A renderlo noto è stata in serata l Agenzia delle entrate. Gli studi oggetto di restyling riguardano i settori manifatturiero, dei servizi, del commercio e delle libere professioni. Ora si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del ministero dell economia che li renderà applicabili a partire dal Diverse le novità varate dall organo collegiale. Una delle più importanti riguarda gli immobili. Sul territorio nazionale, infatti, i valori di mercato dei fabbricati e i canoni di locazione differiscono notevolmente. Per questo gli esperti hanno proposto di approvare un indicatore che ha come scopo quello di differenziare gli effetti dello studio in base al comune, alla provincia, alla regione e all area di appartenenza del contribuente. Qualche cambiamento anche sotto il profilo soggettivo: lo studio VM43U sarà infatti applicabile, a far data dall anno 2012, anche ai venditori all ingrosso di macchine, accessori e utensili agricoli inclusi i trattori. Lo studio VG77U interesserà pure chi noleggia mezzi di trasporto marittimo e fluviale, mentre lo studio VG82U si applicherà anche agli operatori del marketing e alle concessionarie di pubblicità. Al contempo, vengono meno gli studi UM43U, UG77U, UG42U e UG82U. Infine, dall incontro è arrivata un intesa sulle modalità di applicazione delle risultanze di Gerico ai fini dell accertamento. Poiché gli studi in approvazione per il 2012 sono costruiti su una base dati 2010, annata che ha risentito pesantemente della crisi, la commissione ha confermato l impossibilità di utilizzare in maniera retroattiva (cioè per gli esercizi antecedenti all anno di riferimento) i risultati in sede di controllo. In ultimo, spiegano le Entrate in un comunicato, «gli esperti hanno proposto di confermare, a regime, l inutilizzabilità diretta, in sede di accertamento, degli studi di settore prevista, per il periodo di imposta 2011, dal dm 11 febbraio 2008». È fissata per il mese di marzo 2013, invece, la riunione per valutare i correttivi anticrisi applicabili al corrente anno. CONTROLLI Gioco minorile sotto scacco DI NICOLA TANI Cinquantotto casi di gioco minorile riscontrati negli oltre esercizi controllati, 353 violazioni contestate, 161 apparecchi illegali sequestrati e 118 persone denunciate. È il bilancio del piano di controllo eseguito qualche giorno fa da Guardia di finanza e Monopoli di stato sul territorio nazionale nel settore dei giochi e delle scommesse, concentrato soprattutto sul contrasto al gioco minorile. L operazione è la prima a essere svolta in attuazione del decreto Balduzzi che prevede almeno 10 mila controlli l anno negli esercizi collocati in prossimità di scuole, ospedali e luoghi di culto. Il testo sancisce il divieto di partecipazione dei minori ai giochi pubblici con vincita in denaro, inasprendo le sanzioni. «La tutela dei giovani rappresenta uno dei nostri obiettivi primari», ha commentato il vicedirettore dell Agenzia delle dogane e dei monopoli, Luigi Magistro. Gli esercizi nei quali è stata riscontrata la presenza di minori saranno sanzionati con pena pecuniaria da 5 mila a 20 mila euro, con la chiusura da 10 a 30 giorni e, nel caso la violazione riguardi apparecchi e congegni da gioco, anche con la sospensione per il trasgressore, compresa tra 1 e 3 mesi, dall elenco degli operatori. In particolare, 23 minori sono stati sorpresi a giocare o scommettere, altri 35 sono stati trovati in aree «proibite». Molti ragazzi hanno poi confessato ai finanzieri di aver speso tutta la «paghetta» settimanale per scommettere e di trovarsi in quel luogo all insaputa dei genitori, ai quali avevano assicurato di essere a casa di un compagno a studiare e prepararsi per il «compito in classe» del giorno dopo. Secondo Francesco Ginestra, presidente di Assosnai, «è ora di rivedere le norme e di aumentare i controlli anche nei luoghi non autorizzati». Nelle zone interessate dai controlli sono stati presi contatti con i dirigenti di istituti scolastici, anche se i fenomeni illeciti più rilevati sono in un certo senso quelli «classici», in particolare manomissione degli apparecchi da gioco e raccolta abusiva di scommesse sportive mediante agenzie clandestine. Pieno appoggio all operazione anche dai concessionari di Sistema gioco Italia, che chiedono di proseguire il lavoro a difesa della legalità. Riproduzione riservata

3 2003 0,37 miliardi 0,03 miliardi 2011 Raccolta (in euro) Incassi fiscali (in euro) Vincere è facile, soprattutto la prima volta. Ma poi inizia il calvario dei debiti e della dipendenza dal gioco. L azzardo di Stato in 10 anni ha centuplicato la raccolta. E ora diventa una malattia. Da curare. Dramma Illustrazioni Stefano Carrara Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 73 04/12/

4 di Gianluca Ferraris numero di slot machine attive in Italia (erano 60 mila nel 2007). otò sorride dal fondo di uno schermo piatto e coloratissimo. Fiori, frutta, stelline e cornucopie non ci sono più, ora per azzeccare la combinazione giusta devi mettere in fila tre principi della risata. Il vecchio però non sembra avere troppa voglia di ridere. Sta appeso a un trespolo nero e sudicio in un angolo buio, lontano ma non troppo dal viavai adrenalinico di clienti di un bar del centro di Genova. E sta cercando di comprarsi un sogno a buon mercato. Preme un bottone luminoso alla sua destra e resta in sonnolenta attesa. Preme ancora qualche tasto. Solleva la testa. La scuote. Infila una moneta da 1 euro. E poi un altra, un altra, un altra ancora. Messi in fila, i vecchi come lui e le monete come le sue valgono quasi 44 miliardi l anno: esattamente la stessa cifra, per dare un ordine di grandezza, di cui la Grecia avrà bisogno entro fine 2012 per non fallire. Qui, invece, di fallire proprio non se ne parla: il settore è in salute, se è vero che le slot da sole raccolgono oltre la metà dei soldi destinati dagli italiani al gioco d azzardo. Azzardo di Stato, beninteso, visto che dietro ogni apparecchio ci sono una concessione pubblica, un sistema di controllo centralizzato e soprattutto 4 miliardi annui di gettito fiscale, senza contare quelli incassati per le licenze. Il resto della torta è diviso tra gli operatori, i locali dove sono installate le slot e naturalmente le vincite: il 77 per cento della raccolta ritorna nelle tasche degli scommettitori. Hai esperienza di dipendenza dal gioco d azzardo? Raccontalo sulla pagina Facebook di Panorama. Antonio, 35 anni, ex caposala in un ristorante, oggi è senza lavoro. «Quello che ti rovina è vincere. La prima vincita. I giocatori patologici cominciano tutti così. Io non faccio eccezione. Ero un ragazzo tranquillo, avevo una compagna, una laurea, un buon lavoro come caposala in un ristorante. Quando lei è rimasta incinta, sette anni fa, ho cominciato a giocare al gratta e vinci. Pensavo: sto per diventare padre. Volevo fare il colpaccio, comprarmi la casa, sistemarmi. Lavoravo tanto, fino a mezzanotte. Invece di tornare subito a casa, cominciai a passare dalle sale bingo, per giocare alle slot. Le macchinette hanno un potere ipnotico, schiacci quei tasti, il tempo vola, poi la macchina comincia a pagare e tu non riesci più a staccarti. Dicono: è un vizio. No, è una malattia, peggio di un tumore: ti distruggi, fai male a chi ti circonda. Io prendevo lo stipendio e lo giocavo tutto, subito. Chiedi i soldi agli amici, poi ai non amici. E cominci a raccontare bugie, fino a quando non distingui più la realtà dalla fantasia. Non ti importa più nulla di niente, non riesci neppure più a lavorare: la testa è sempre lì, al gioco. E ai soldi: a quelli che devi restituire, a quelli che devi procurarti per giocare ancora. È durato quattro anni. Mia moglie si è allontanata, gli amici li ho tenuti io alla larga. Ero pieno di debiti, non ricordavo neppure più a chi e quanti soldi dovevo. Tre anni fa ho lasciato il lavoro: non c ero più con la testa. Ma ho avuto la forza di fermarmi, seguo un programma terapeutico della Siipac. Ora devo ricostruire la mia vita. E vedo con pena, nelle sale, minorenni e anziani che la loro vita, col gioco, la stanno distruggendo. Bisogna proteggerli, curarli». 74 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 74 04/12/

5 euro La spesa pro capite degli italiani adulti per il gioco d azzardo; 79,9 miliardi di euro la raccolta annua complessiva per giochi e scommesse. «Forse abbiamo esagerato» Francesco Ginestra, presidente Assosnai, teme gli effetti negativi del boom. Con il clima da caccia alle streghe che ha investito negli ultimi mesi il mondo delle slot, da Francesco Ginestra, presidente dell Assosnai (l associazione che raggruppa le agenzie di scommesse) e memoria storica dell azzardo italiano, ti aspetteresti una difesa d ufficio del settore. Invece lui, come al solito, ti spiazza: «Penso che sia ora di metterci un freno» dice a Panorama. Strano che la richiesta arrivi da un grosso imprenditore del comparto... Siamo in molti a condividere la necessità di una regolamentazione più stretta. Un giocatore che si indebita non è un buon cliente, e alla lunga compromette il business. Già vediamo le prime crepe. In che senso? Le slot valgono quasi 38 miliardi l anno. L offerta di giochi e scommesse è ormai così smisurata da superare la domanda. Se continuiamo a puntare su una comunicazione fatta solo di vincite facili la gente alla lunga si stuferà di giocare. Senza dimenticare l allarme patologie: oggi le tentazioni sono troppe e ovunque. Un boom dovuto all attivismo dei suoi associati... Abbiamo esagerato. Ma siamo ancora in tempo per evitare che il fenomeno degeneri. Come? Da tempo facciamo prevenzione e cofinanziamo progetti che combattono le ludopatie. Abbiamo proposto al governo di contingentare le licenze, vietare gli spot nelle fasce diurne e rendere obbligatori i software per impedire l accesso ai minorenni o limitare gli importi giocati, sia online che alle slot. Strumenti che esistono già da anni senza che nessuno li adotti. (G.F.) Non in quelle del vecchio che il cronista ha appena incrociato, evidentemente. «Ogni giorno si gioca 20 di questi caffè» sussurra il barista porgendone uno. «E non vince mai. Quelli come lui sono i peggiori: spendono poco ma costantemente, come se avessero in testa un algoritmo che prima o poi li condurrà alla vittoria». È un classico, come le richieste di credito e gli insulti indirizzati al titolare quando l algoritmo non regge. Cioè quasi sempre. «Non mi fa certo piacere vedere la gente ridursi così» dice il gestore allargando le braccia. «Ma i 500 euro che mi arrivano dalle slot sono l unica entrata certa del bar». Cambio di set. Ora siamo alla periferia est di Milano, in una sala slot. Anzi, in un «club esclusivo con intrattenimento e buffet», come recita l insegna. Ma potremmo essere anche in una tabaccheria di Palermo, in una lavanderia a gettone di Bari, all aeroporto di Fiumicino o in un area di sosta sull Autobrennero. Le macchinette puoi trovarle ovunque, ormai: tra il 2002 e il 2003, quando lo Stato ne impose la legalizzazione per contenere il fenomeno del gioco clandestino e limitarne gli effetti deleteri, erano 14 mila. Cinque anni fa, 60 mila. Oggi l Italia è a quota 424 mila apparecchi. Dietro uno di questi c è una signora grassoccia, ben vestita, sulla quarantina. «Sono venuta per l aperitivo gratis» confida, ma intanto ficca dentro un bel po di monete. Vince 5 euro, li rigioca, perde, rivince, perde di nuovo, alla fine il conto è in pari. L aperitivo gratis c è davvero, insieme ad altre banali tecniche di marketing: hostess che si offrono di cambiare le banconote al posto tuo, in mo- Massimo Sestini 76 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 76 04/12/

6 do da non farti abbandonare la postazione di gioco nemmeno per un istante, sala fumatori, naturalmente fornita di apparecchi, persino tessere fedeltà. Ci sono anche gli avvertimenti: i cartelloni «Gioca responsabile» affollano le pareti, qui come in tutte le sale. Sui tavolini i dépliant reclamizzano un numero verde contro la dipendenza e un questionario dovrebbe farti capire se ti attacchi a quei pulsanti per svago o se è il caso di rivolgerti a uno psicologo. L indicazione del telefono amico compare anche nella schermata iniziale di quasi tutte le slot machine che il cronista ha provato, assieme a un testo che dovrebbe sfatare le convinzioni del giocatore incallito indicando le reali possibilità di vincita. Non fai in tempo a memorizzare né l uno né l altro che già ti ritrovi nel vivo della puntata. Premi qualche bottone a casaccio e l euro si moltiplica per 10. Il cinquantenne con le gote rosse al fianco sibila un «vaffanculo» prima di lanciarsi in una filippica su macchinette truccate e non. In realtà i numeri dicono che la truffa, in questo settore, è ormai passata di moda: dopo anni di Far West a base di software modificati e apparecchi scollegati dalla rete (in modo che il cervellone dei Monopoli di La guerra del sindaco Alessandro Cattaneo, primo cittadino di Pavia, contro le sale da gioco. Per sua fortuna la battaglia contro le slot machine è iniziata in estate. Altrimenti qualcuno oggi potrebbe rinfacciare ad Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e vicepresidente Anci, di utilizzare la clava del populismo per spingere la sua candidatura formattatrice alle primarie del Pdl. «Non è così» puntualizza con Panorama «una campagna come questa deve necessariamente partire dai sindaci, che sono i primi a misurarsi con le conseguenze devastanti della ludopatia». Quanto devastanti? La mia città è quella con la più alta spesa pro capite in gioco d azzardo: euro a testa, quasi il doppio della media nazionale, che già mi sembra alta. E i cinque casi di compulsività registrati dalla Asl pavese nel 2010 oggi sono diventati 700. Serviva un segnale. Come vi siete mossi? Abbiamo approvato, a larghissima maggioranza, un regolamento comunale che prevede obblighi più stringenti per le sale di nuova apertura: dovranno sorgere ad almeno 500 metri di distanza da luoghi sensibili e a 100 metri dagli incroci. Nei locali è diventato obbligatorio il sistema di sorveglianza con telecamere per tenere lontani i minorenni. Nei circoli e in altri luoghi di proprietà pubblica è vietato installare apparecchi con vincite in denaro. Basterà? È difficile fare di più: i miei colleghi di altre città che hanno provato a fermare il rilascio di nuove licenze o a imporre alle sale orari di apertura più ridotti sono stati quasi sempre bocciati dalle sentenze dei tar. Il problema è che gli enti locali hanno pochissima voce in capitolo. (G.F.) mila le slot machine installate in 294 sale di Roma. Stato non intercettasse né gli importi da tassare né una restituzione di vincite più bassa del dovuto), le slot di nuova generazione hanno tagliato le gambe al gioco nero: gli apparecchi irregolari sequestrati dalla Guardia di finanza quest anno sono stati poche decine. Non che questo abbia comportato un alleggerimento delle interferenze da parte della criminalità organizzata, come è logico in un settore dove la crescita è impetuosa e i contanti si muovono veloci: secondo il Rapporto Azzardopoli, pubblicato quest anno dall associazione Libera, i ricavi delle mafie su questo fronte ammonterebbero a quasi 10 miliardi di euro, perlopiù accumulati reinvestendo capitali sporchi in imprese regolari. Senza contare l indotto dell usura, su cui al cronista apre gli occhi il gestore quando va a cambiare la vincita (che da 10 euro si era già ridotta, dopo pochi altri clic, a 5): «Tu sei furbo, incassi e te ne vai. Di solito, invece, quelli che vincono alla prima giocata diventano prede per gli strozzini. Tornano a spendersi fino all ultimo spicciolo in cerca del brivido della prima volta. Proprio come i tossicodipendenti». Ecco il paragone chiave: quello con le dipendenze (vedere le testimonianze a pagina 74). Oggi i ludopatici, i giocatori compulsivi che per un brivido in più saltano la cena o fanno fuori i buoni postali della moglie sono circa 700 mila. Una platea cresciuta del 700 per cento negli ultimi anni, secondo il Sert, e trasversalissima: pensionati e disoccupati vanno per la maggiore, un quarto sono le donne, ma ci sono anche i minorenni che 78 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 78 04/12/

7 Ma non fatene una malattia Le proposte di Massimo Passamonti, presidente di Sistema Gioco Italia. «Siamo disponibili a discutere con lo Stato nuove norme fiscali e di ordine pubblico, siamo persino favorevoli a una tassa di scopo che finanzi la lotta alle ludopatie. Purché non si continuino a demonizzare aziende serie che hanno investito miliardi di euro». Per Massimo Passamonti, presidente di Sistema Gioco Italia, l associazione confindustriale che riunisce gli operatori della filiera, la questione è tutta qui. Intanto stanno per arrivare altre licenze di gioco... Ricordo che per le ultime concessioni lo Stato ha incassato 850 milioni di euro. Per le nuove le previsioni sono di altri 20. I concessionari devono essere messi nelle condizioni di operare serenamente. I ludopatici sono ormai 700 mila, secondo il Sert. Il settore è cresciuto troppo? La ludopatia va affrontata servendosi di numeri scientificamente fondati, ma in ogni caso il fenomeno va contrastato e prevenuto, recuperando la dimensione ludica e sociale del comparto. Finanzieremo un osservatorio sul gioco problematico, in collaborazione con l Aams, associazione autonoma dei Monopoli di Stato, e le altre associazioni. E vogliamo ragionare con il governo di aliquote, in modo da trovare spazio per una tassazione di scopo per progetti di utilità sociale. Potrebbero essere gestiti dai comuni, che sono i terminali più sensibili ed esposti. Recentemente i ministri Balduzzi, Riccardi e Cancellieri hanno attaccato anche gli spot. Qual è la vostra posizione? La pubblicità permette di distinguere l offerta di gioco legale da quello illegale. Anche per questo motivo le nuove regole per una comunicazione più responsabile sono le benvenute. (G.F.) Aumento dei giocatori compulsivi negli ultimi 10 anni. Erano 10 mila nel 2003, oggi sono più di 700 mila (stime Sert). in teoria non dovrebbero giocare (a Milano ci sono in cura un bambino di 8 anni, uno di 11, un ragazzino di 13, e due di 17), i lavoratori che passano prima e dopo l ufficio, gli insospettabili come l ex capogruppo Idv in Regione Lazio Vincenzo Maruccio, che in una sala sulla via Flaminia a Roma ha lasciato 100 mila euro. Sono fantasmi, perché la ludopatia ha iniziato solo questa estate il percorso che la porterà a essere riconosciuta pienamente come malattia dal Servizio sanitario nazionale e finora a combatterla c è stata soprattutto la buona volontà delle associazioni, dei sindaci più battaglieri e di qualche singolo. Come le due bariste di Cremona e San Giuseppe Vesuviano, o il circolo Arci di Empoli, che hanno rinunciato agli incassi facili delle macchinette per non fare a pugni con la propria coscienza, o il giudice di Bergamo che ha suggerito al questore di destinare a lavori d ufficio due poliziotti accusati di giocare mentre erano in pattuglia, per tenerli lontani dalle tentazioni. Gli operatori del settore contestano la portata del fenomeno, che in effetti ha ancora contorni statistici incerti. Eppure, in una settimana d inchiesta Panorama non ha mai trovato una sala slot vuota. Nemmeno nell ultima tappa del viaggio, in provincia di Pavia, in uno dei pochi locali aperti 24 ore al giorno. Sono quasi le 3 di mattina di un lunedì piovoso, ma ci sono sei persone intente a giocare: un gruppo di giovanissimi slavi, ai quali nessuno chiede la carta d identità, e l immancabile anziano che ha l aria di essersi giocato già una bella fetta di pensione. In 20 minuti si alza tre volte per cambiare banconote: qualche volta vince, spesso perde, e dopo un po rimane senza un soldo. «Niente» sussurra dopo un po, voltandosi in cerca di quella silenziosa complicità che si instaura tra perdenti. Il regolamento della casa spiega che intrattenersi senza scommettere o, peggio, osservando e commentando le giocate altrui, è vietatissimo. Il gestore, un ragazzo sulla trentina, si sbottona un po : «Quanti ne ho visti così. Quando non c è il titolare cerco di dissuaderne qualcuno, non tanto per la pietà, ma perché questo è un tipo di cliente che non ci interessa. Porta più guai che soldi, e non posso allontanarlo senza chiamare la polizia, visto che questo è un pubblico esercizio». Fa una smorfia. Le forze dell ordine qui dentro non sono graditissime, almeno in divisa. «Fuori servizio, invece, sono tra i migliori clienti. Giocano, perdono, ma non fanno storie». L anziano, intanto, si umilia fino a chiedere in prestito 1 euro agli slavi, che adesso stanno improvvisando una spaghettata notturna. «Vinco e ve ne restituisco 2» assicura con gli occhi che brillano, quando loro sghignazzanti gli lanciano una moneta. Il gestore fa finta di non vedere, ma un istante dopo mette alla porta uno dei ragazzi, che provava a ingolosire l uomo offrendogli una banconota da 10 euro in cambio del suo cellulare. Fossimo al cinema Totò direbbe: «Ma mi faccia il piacere». Qui, invece, il principe De Curtis, diventato icona del gioco d azzardo, si limita a sorridere da uno schermo piatto. n 80 Panorama 12 dicembre 2012 Bw 73_80_pa51_SLOTA.indd 80 04/12/

8 36 CORRIERECONOMIA LUNEDÌ 17 DICEMBRE 2012 Osservatorio Giochi Scendi in Campo! Bilanci Raccolta in crescita (86 miliardi), ma solo grazie all online Svolte Il lato «live» aumenta il business Tablet e smartphone, l ora delle scommesse in «mobilità» DI FABIO SAVELLI Ese l on line stesse rivoluzionando (davvero) il modo di scommettere degli italiani? La cartina di tornasole sull evoluzione degli stili di consumo/di vita la fornisce Agipronews. L agenzia di stampa sul mondo dei giochi a pronostico contabilizza per la prima volta un (apparente) paradosso. Che testimonia una maggiore Contro gli eccessi: la tessera unica P er evitare gli eccessi di gioco online, tempo fa Assosnai (associazione che raccoglie oltre 6 mila iscritti tra concessionari e gestori) ha proposto una soluzione: istituire una «Tessera Aams» di gioco, una sorta di badge unico, valido su ogni sito e targata. L idea che sta alla base è semplice: se un giocatore ha soltanto uno strumento per accedere ai portali, può monitorare meglio quantità di soldi spesi sul web. «È anche uno strumento di trasparenza precisa Francesco Ginestra, presidente di Assosnai. Oggi, i movimenti di chi vince e chi perde sono tracciati sui singoli siti. Ma se il tracciamento avvenisse tramite i Monopoli di Stato, che cosa cambierebbe? Nulla. Il vantaggio per l utente? La possibilità di ricavare dalla tessera un resoconto unico su entrate e uscite totali». Così si tengono d occhio le proprie finanze e si evitano gli eccessi. P. CAR. maturità del giocatore. Attento sempre più alla percentuale di vincita del gioco in sé e meno alle proprie passioni. L esito è il seguente: nel 2012 cresce sì la raccolta complessiva del comparto giochi, ma diminuiscono sia la spesa effettiva, sia le entrate per l Erario. In soldoni rileva Agipronews su dati dei Monopoli di Stato la raccolta nell anno in corso viene stimata attorno agli 86 miliardi di euro, contro i 79,9 miliardi dello scorso anno. Ma nelle casse dello Stato affluiranno solo (si fa per dire) 8,4 miliardi di euro (-2,9% rispetto al 2011), mentre la spesa effettiva le giocate al netto delle vincite si attesterà sui 17,7 miliardi, in contrazione del 4,5% nel confronto con l anno passato. Nuove modalità Un osservatore non avveduto resterà sorpreso da questa apparente distonia. La realtà è che il mondo delle scommesse on line, come il poker cash e i giochi da casinò, presentano un pay-out (una percentuale di vincita) che supera il 97%. Come dire: per 100 euro giocati, 97 tornano nelle disponibilità del giocatore. I numeri confermano questa impostazione e denotano il (definitivo) passaggio dal giocatore incallito ma sprovveduto a quello professionale. Con lo spauracchio della ludopatia sempre dietro l angolo, certo, cui le recenti misure del decreto Balduzzi tentano di porre argine con l avvertenza della copertura del Sistema Sanitario nazionale per chi è affetto da una patologia. In cifre, comunque, il segmento dell online chiuderà il 2012 con un segno positivo (+103%) sul Con un raccolta record di 12,6 miliardi, più che raddoppiata rispetto ai 6,2 miliardi del 2011, nonostante la dinamica dei consumi si sia avvitata (e tornata ai livelli del 80). Ad incidere anche la crescita del mobile gambling, i giochi attraverso smartphone e tablet. Qui, uno studio del Politecnico di Milano, afferma come questo settore stia incontrando l interesse degli operatori, tanto che 19 di essi hanno già attivato 52 iniziative, 17 fruibili attraverso i portali Internet e 35 con applicazioni ad hoc. La ratio sta nella maggiore fruibilità delle scommesse live sui device mobili, perché qui la tempistica conta significativamente e cliccare in tempo reale, «rilanciando» ad esempio la giocata dell avversario in una partita a poker live, può determinare o meno la vincita. In più sull anno a venire sta «piombando» l ennesima novità appena sdoganata delle slot online, accessibili da pc e dispositivi mobili. I giochi tradizionali Al netto delle scommesse online resistono i giochi tradizionali, in cui proprio le videolotteries fanno la parte del leone: con le slot machine la raccolta (presunta) per il 2012 supera i 48 miliardi di euro, in crescita del 6,9% rispetto al 2011, con un beneficio per l erario stimabile in circa 4,2 miliardi di euro. Che il comparto giochi sia ossigeno per le casse dello Stato non è novità, eppure il 2012 per la terza volta sembra aver innescato un parziale dietrofront, con minori benefici per la fiscalità generale. L equazione crisi uguale maggiore introiti per il comparto giochi sembra definitivamente smentita. A parte la raccolta del Gratta&Vinci in leggera crescita rispetto al 2011 (+1%) e i suoi 2,8 miliardi di spesa, tutti gli altri giochi tradizionali presentano il Scendi in Campo! Vuoi far parte della nostra rete? Apri un punto SunBet. Perlaraccoltadiscommessenellaretefisica, con SunBet il gestore entra a far parte del più importante ed affermato provider italiano, SNAI, inserendosi nellapiùgranderetedigiochiescommesseattivasulterritorionazionale. Strategie Il progetto prevedeva mille concessioni in Italia Sale poker, una mano complicata Le reazioni degli operatori dopo il no dei Monopoli Il gioco resta esclusività dei quattro Casinò pubblici U n business da 1,5 miliardi di euro e 20 mila nuovi posti di lavoro: è quanto potrebbero valere i tornei di poker dal vivo se fossero regolamentati e offerti in sale autorizzate. La corsa è però piena di ostacoli e forse destinata ad uno stop definitivo: al momento manca il regolamento che da mesi rimbalza tra i ministeri dell Economia e dell Interno, dopo il parere positivo del Consiglio di Stato e c è grande incertezza sull opportunità di un bando per assegnare le concessioni per la gestione dei tornei. E poi, le ultime parole del direttore dei Monopoli di Stato, Luigi Magistro, hanno avuto l effetto di una «doccia fredda» sulle attese degli operatori: le sale poker «non ci saranno, né una né mille», ha detto di recente il numero uno di piazza Mastai. Per ora non se ne fa nulla, quindi: non proprio una novità per operatori e addetti ai lavori, visto che i tornei di poker con premi in denaro tranne che nei quattro casinò in Italia sono vietati dalla legge e da una circolare del Viminale del 2009, e al momento sembra difficile che Aams lanci il bando per mille sale entro gennaio 2013, la scadenza fissata dal decreto fiscale dello scorso aprile. Gli interessi, però, sono diversi e contrastanti. Da un lato la volontà del governo di bloccare l espansione dei giochi, dall altro la necessità di mettere sotto controllo il poker dal vivo, che nonostante il divieto continua a essere praticato, ma senza autorizzazione né controllo statale. Albert Secondo gli operatori del settore, la raccolta a regime solo per i tornei una volta regolamentati è stimata in 1,5 miliardi di euro, da cui poi arriverebbero 45 milioni di euro di tasse (il 3% sugli incassi) per lo Stato. Inoltre, solo con l asta per le concessioni (1.000 da nove anni, con base a 100 mila euro) è previsto un introito minimo di 100 milioni di euro. I tornei potrebbero svolgersi anche in Bingo e sale dedicate alle videolotterie, ma in ogni caso si creerebbero una ventina di posti di lavoro per ognuno dei mille «poker club», fra dealer (i mazzieri), direttori di sala (che controlleranno la regolarità dei tornei) e manager (per promuovere e organizzare le gare). Senza contare gli addetti alla sicurezza e alla ristorazione. I tornei regolamentati secondo le prime linee guida contenute in un regolamento già approvato dal Consiglio di Stato avrebbero dei paletti molto rigidi, per mantenere il gioco il più vicino possibile a una competizione sportiva: si partecipa come a un torneo di tennis o di calcetto, si paga la quota di iscrizione massimo 30 euro non si può rientrare in gioco una volta eliminati e più si è abili e capaci, più si arriva lontano. Al momento, invece, il poker live con poste in denaro è da considerare un gioco non autorizzato: secondo le stime degli operatori, il business vale 2,5 miliardi di euro considerando sia i tornei che il cash game, cioè le partite dove si gioca senza quota di iscrizione, ma con soldi in contanti per ogni puntata. (In collaborazione con Alessandro Giannace, Agipronews)

Dramma COPERTINA 2003 0,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI. Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73

Dramma COPERTINA 2003 0,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI. Elaborazione di «Panorama» su dati Agipronews e Aams. 12 dicembre 2012 Panorama 73 2003 0,37 MILIARDI 0,03 MILIARDI 2011 Raccolta (in euro) Incassi fiscali (in euro) Vincere è facile, soprattutto la prima volta. Ma poi inizia il calvario dei debiti e della dipendenza dal gioco. L azzardo

Dettagli

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO Un fenomeno in crescita: qualche dato Il rapporto Eurispes 2007 conferma le preoccupazioni sulla diffusione delle conseguenze del gioco sui giovani e riporta dati allarmanti

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta Il business del gioco in Italia è enorme e in rapida crescita: nel 2001 la raccolta annua era pari a 14 miliardi di euro. Oggi ammonta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO Invito alla Conferenza Stampa per il giorno venerdì 01 marzo 2013, alle ore 12, presso la sala giunta, al primo piano di Villa Rana, in via Roma 6 a

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE AI SENSI DELL ARTICOLO 121 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DELLA LETTERA N), COMMA 4), ART. 26 DELLO STATUTO DELLA REGIONE CAMPANIA concernente DISPOSIZIONI

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento

Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Scheda di Contatto LIG - Lazio In Gioco Sportelli Regionali di Ascolto / Orientamento Con l'ausilio di questa scheda gli sportelli di ascolto, orientamento ed animazione sociale sul gioco d'azzardo patologico

Dettagli

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus I messaggi che ci arrivano Che cos è il gambling patologico È una dipendenza comportamentale ( dipendenza

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni il caso MARIA TERESA MARTINENGO Anche gli anziani sono a rischio di dipendenza dal gioco d azzardo. E non importa se la pensione è modesta, anzi. La speranza di potersi permettere un «piccolo lusso», la

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo 1. Definizione di gioco d azzardo La presente legge ha per oggetto interventi normativi in materia di gioco d'azzardo e della patologia che

Dettagli

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Formazione sul GAP ed indirizzi regionali Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Direzione Generale per la Tutela della Salute U.O.D. «Interventi sociosanitari» 1 NORMATIVA STATALE

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia Città di Cologno Monzese ORDINE DEL GIORNO APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30 MARZO Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia IL CONSIGLIO COMUNALE DI COLOGNO MONZESE PREMESSO CHE da oltre

Dettagli

Il gioco d azzardo e FISCALITA

Il gioco d azzardo e FISCALITA Il gioco d azzardo e FISCALITA 11 aprile 2013 di Matteo Iori CoNaGGA e Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 14,3 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OPENLAB - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013 Gioco d azzardo d e dipendenzad Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare Lo scopo di una Informativa Breve La collana In Breve fornisce ai Consiglieri regionali informazioni

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione BOZZA Versione Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno trattazione in Aula trattazione in

Dettagli

COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI

COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI Studio n. 100/2003/T DECADENZA DALLE C.D. AGEVOLAZIONI PRIMA CASA Approvato dalla Commissione studi tributari il 19 dicembre 2003. 1. Introduzione Con il comma 5 dell art. 41

Dettagli

Negli ultimi decenni la

Negli ultimi decenni la Ilgioco nonvale lacandela Un progetto dell associazione Arciragazzi di Roma ha l obiettivo di intervenire sulle problematiche legate al gioco d azzardo soprattutto quello che coinvolge i più giovani di

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO Gruppo Consiliare LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO INDICE Le finalità della Legge... pag. 4 Le squadra... pag. 5 I destinatari...

Dettagli

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate Il progetto di legge regionale

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna *****

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO COORDINAMENTO ORDINANZA SINDACALE n. 11 / 2014 OGGETTO: DISCIPLINA COMUNALE DEGLI ORARI DI APERTURA E DI ESERCIZIO DELLE

Dettagli

Comando Provinciale di Arezzo

Comando Provinciale di Arezzo GIOCO D AZZARDO Legislazione sul gioco d azzardo Auditorium Ospedale San Donato Arezzo, 09 maggio 2009 ASPETTI NORMATIVI La normativa di riferimento innanzitutto è il codice penale capo II sezione 1 artt.

Dettagli

Regolamento Frankie Dettori magic seven

Regolamento Frankie Dettori magic seven Regolamento Frankie Dettori magic seven Lo scopo di Frankie Dettori Magic 7 è ottenere una combinazione vincente di simboli dopo la rotazione dei rulli. Per giocare: Il valore del gettone può essere scelto

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE 06 Scommesse e fumo 06 SCOMMESSE E FUMO Dipendenza da gioco, cure garantite per legge di Matteo Iori Con la legge sulla Sanità il Governo

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari.

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari. di Pier Francesco Piccolomini Facebook l hai sentito nominare di sicuro. Quasi non si parla d altro. C è chi lo odia, chi lo ama, chi lo usa per svago, chi per lavoro. Ma esattamente, questo Facebook,

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Scommesse e concorsi a pronostico

Scommesse e concorsi a pronostico Scommesse singole ippiche e sportive Scommesse e concorsi a pronostico La percentuale di probabilità di vincita si ricava dal rapporto tra il singolo esito e il numero di esiti possibili, ovvero: (Singolo

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI.

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. In osservanza delle disposizioni dettate dal Decreto Balduzzi ai comma 5 e 8 dell art. 7,

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico.

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 15 28 gennaio 2015 Oggetto : Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Il giorno 28

Dettagli

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE SCOMMESSE DA BAR E ROMA - Razionalizzare la rete di scommesse in Italia che "non può sopportare più di 3 mila punti fisici (contro gli

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli.

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli. GUIDA ALL USO. Come pagare online e vivere tranquilli. Indice PayPal, il tuo conto online...pag.3 Ti sei appena registrato? Completa l attivazione del conto in 3 passi...pag.4 1. Conferma il tuo indirizzo

Dettagli

TABBY PLAYS ISTRUZIONI

TABBY PLAYS ISTRUZIONI TABBY PLAYS ISTRUZIONI INDEX REQUISITI TECNICI... 2 REGISTRAZIONE... 2 LA TUA STANZA... 3 STATUS... 3 LA CITTA... 4 SOCIAL NETWORK... 4 INTERAZIONI... 6 SFIDE... 6 NEGOZI... 7 ATTI DI BULLISMO... 7 LA

Dettagli

Quando la passione. diventa business

Quando la passione. diventa business Quando la passione diventa business CONCESSIONE AAMS N 3597 PIANO MARKETING 2010 L azienda Newgioco è un'azienda giovane ed affidabile, con 11 anni di esperienza, che ha fatto della scommessa on line il

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

Frankie Dettori's: Magic Seven

Frankie Dettori's: Magic Seven Frankie Dettori's: Magic Seven Slot a 5 ruote e 25 linee vincenti L'obiettivo di Frankie Dettori's: Magic Seven è ottenere combinazioni vincenti di simboli facendo girare le ruote. Per giocare: Una denominazione

Dettagli

NOTIZIE CONTRASTANTI. Cordialità E.Bernardi. La Provincia di Como. il caso

NOTIZIE CONTRASTANTI. Cordialità E.Bernardi. La Provincia di Como. il caso NOTIZIE CONTRASTANTI Da un lato i Casinò che si premuniscono, con annessa fregola politica verso le sorti dei medesimi, dall altro le amministrazioni comunali di ogni colore politico stanno cercando di

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

slot machines come giocare

slot machines come giocare slot machines come giocare Indice Le slot machine al Casinò di Lugano 4 Come si gioca alle slot machine? 7 Cos è il mystery jackpot? 8 Cos è il bonus jackpot? 8 Cos è un jackpot progressivo? 9 I punti

Dettagli

Il Benessere aziendale

Il Benessere aziendale Il Benessere aziendale Oggi vogliamo parlare di Benessere aziendale, e cioè di tutti quelle pratiche, approcci e buone pratiche per vivere bene in un organizzazione. La cosa più importante che voglio capire

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali 2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali RIFORMA TFR E PREVIDENZA INTEGRATIVA Sarebbero dovute entrare in vigore il prossimo anno, il 2008. Con un anno di anticipo,

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 05.05.2009 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Delibera Numero 36 del 31/03/2016

Delibera Numero 36 del 31/03/2016 COMUNE DI FIORANO MODENESE Provincia di Modena Delibera Numero 36 del 31/03/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : ISTITUZIONE DEL TAVOLO TECNICO PER LA PROGETTAZIONE DI AZIONI PER

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

AVVERTENZE PER I GIOCATORI

AVVERTENZE PER I GIOCATORI AVVERTENZE PER I GIOCATORI In applicazione della Legge 8 novembre 2012, n. 189, art 7 - comma 5 Il gioco d azzardo può creare dipendenza patologica Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che varie persone

Dettagli

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI 15 - SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE ORDINANZA N. 362 del 26/11/2015 OGGETTO: Disciplina comunale degli orari di esercizio delle sale giochi autorizzate ai sensi

Dettagli

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE?

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? Se metti in soldi in banca che tasso di interesse ti danno? Il 2% forse. Se compri obbligazioni quale rendimento ti puoi aspettare? Quelle buone e non troppo rischiose

Dettagli

Meglio prevenire che curare.

Meglio prevenire che curare. Cari membri, Delcampe.net comprende oggi alcune migliaia di utenti. Questo numero si ingrandisce sempre di più e conoscerà molto probabilmente una crescita fulminea appena saranno messi in linea i siti

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 TRUFFE LEGALI Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Da: Giovanni A: Giuseppe Ciao, mi chiamo Giovanni. Leggi attentamente questo messaggio perché quello che sto per raccontarti è veramente inaudito: esiste

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli